Uveite da malattia dell'occhio: cause, sintomi e trattamento


L'uveite è una malattia oftalmica che colpisce il sistema vascolare dell'apparato visivo. In assenza di un trattamento tempestivo, porta a una diminuzione dell'acuità visiva. In rari casi, la patologia porta alla cecità totale..

Uveite: che cos'è?

L'uveite è generalmente intesa come una malattia infiammatoria che colpisce varie parti della coroide. Si manifesta come ipersensibilità alla luce, dolore e punti negli occhi, lacrimazione. Il termine "uvea" tradotto dal greco antico significa "uva". La coroide è localizzata tra la sclera e la retina. Ha una struttura complessa, ma esteriormente ricorda un grappolo d'uva..

L'uvea è costituita dall'iride, dal corpo ciliare e dalla coroide. Svolge molte funzioni:

  • partecipa alla sistemazione degli occhi;
  • trasporta i nutrienti agli elementi della retina;
  • regola il flusso della radiazione solare;
  • rimuove i prodotti di decadimento dal bulbo oculare;
  • produce fluido intraoculare;
  • effettua la termoregolazione;
  • ottimizza gli indicatori di pressione intraoculare.

La funzione principale è fornire all'occhio il sangue. Tutte e tre le parti dell'apparato visivo vengono fornite con sangue da fonti diverse e sono interessate separatamente. Anche le sezioni della coroide sono innervate in modi diversi. La ramificazione della sua rete vascolare e il lento flusso sanguigno: questi fattori contribuiscono al ritardo della flora patogena e allo sviluppo di malattie. Queste caratteristiche anatomiche e fisiologiche determinano l'insorgenza di uveiti oculari, assicurano la loro elevata prevalenza.

Ragione principale

Tutte le cause che portano allo sviluppo della malattia sono generalmente divise in due gruppi: esogeno, quando l'infezione entra nel corpo dall'esterno, ed endogeno, se la fonte della patologia si trova all'interno del corpo. Tra questi, le seguenti violazioni sono le più comuni:

  1. Infezioni di varie eziologie. Gli agenti causali della malattia possono essere streptococchi, treponema pallido, microbatteri della tubercolosi, citomegalovirus, ecc..
  2. Reazioni allergiche durante l'assunzione di farmaci, determinati alimenti.
  3. Danni all'apparato visivo associati a ustioni o tagli.
  4. Malattie sistemiche (sarcoidosi, psoriasi, sclerosi multipla).
  5. Disturbi ormonali.
  6. Patologie dell'occhio (distacco di retina, congiuntivite, cheratite).

Nei bambini e nei pazienti anziani, le cause dell'uveite nella maggior parte dei casi sono nascoste nei processi infettivi. Tuttavia, lo stress e le allergie possono innescare il loro sviluppo..

Classificazione della patologia

In oftalmologia, l'uveite è solitamente classificata in diversi gruppi. Ad esempio, a seconda della localizzazione del processo patologico, ci sono:

  1. Uveite anteriore. L'infiammazione si verifica nell'iride e nell'umor vitreo. Questo è il tipo di disturbo più comune..
  2. Uveite periferica. L'infiammazione colpisce la retina, il corpo ciliare, l'umor vitreo, la coroide.
  3. Uveite posteriore. Le lesioni sono visibili nella retina, nel nervo ottico e nella coroide.
  4. Uveite generalizzata. Il processo infiammatorio colpisce tutte le parti del tratto uveale.

Di seguito verrà descritto più in dettaglio il quadro clinico di ciascuna delle forme della malattia..

Per i fattori eziologici, la patologia può avere cause endogene o esogene. Nel primo caso, l'uveite si sviluppa quando agenti infettivi entrano nell'occhio insieme al flusso sanguigno. Nel secondo caso, l'infezione è una conseguenza della lesione alla coroide dell'apparato visivo. L'uveite può essere una malattia primaria o secondaria, quando la malattia appare sullo sfondo di altri problemi di salute.

Inoltre, la malattia si distingue per la natura del corso. In questa materia, la forma acuta è particolarmente pericolosa. L'uveite si sviluppa molto rapidamente e, in assenza di un trattamento tempestivo, può minacciare la cecità totale. Di solito è preceduto da un'ustione della mucosa dell'occhio, inclusa l'eziologia chimica. L'uveite acuta può verificarsi come reazione avversa a determinati farmaci.

La varietà pigra è meno comune. I sintomi della malattia aumentano gradualmente. Questo periodo può variare fino a 2 mesi. Questa forma della malattia è difficile da trattare e richiede un monitoraggio costante. Altrimenti, può trasformarsi in patologia cronica..

Qualunque forma e tipo di disturbo a volte si trasforma in uveite ricorrente. L'infiammazione si verifica qualche tempo dopo la guarigione della malattia sottostante. Può colpire qualsiasi parte del sistema vascolare o coprirlo interamente.

Quadro clinico

I sintomi e il trattamento dell'uveite oculare sono successivamente determinati dalla localizzazione del processo patologico. I segni generali della malattia sono il deterioramento dell'acuità visiva, un cambiamento nel colore dell'iride, un rallentamento o una completa assenza di reazione alla luce. Possibile lacrimazione abbondante, aumento della pressione intraoculare. Questi sintomi non sono sempre presenti contemporaneamente. Più lungo è il processo patologico, sempre più diversi sono espressi..

Uveite anteriore

Questa è una malattia unilaterale che ha sempre un decorso acuto. È accompagnato da un cambiamento nel colore dell'iride. Altri sintomi includono strangolamento della vista, comparsa di "mosche" davanti agli occhi, lacrimazione abbondante.

La pupilla con questo tipo di patologia è stretta e ha una forma irregolare. Praticamente non reagisce alla luce. Nel tempo, si formano precipitati sulla cornea - un accumulo di linfociti, plasmacellule e pigmenti. La malattia di solito dura fino a due mesi. Ricorre spesso in autunno e in inverno.

Uveite periferica

Cos'è? Con questa patologia, la lesione è simmetrica bilaterale. È difficile da diagnosticare, poiché il fulcro dell'infiammazione si trova in un'area difficile da studiare. Nei bambini piccoli e nei pazienti di età, l'uveite periferica è particolarmente difficile.

Uveite posteriore

La malattia ha sintomi lievi, quindi viene rilevata già nella fase di progressione attiva. Il dolore e l'iperemia sono assenti, la vista si deteriora gradualmente.

In primo luogo, i pazienti hanno dei flash davanti agli occhi, la forma degli oggetti è distorta e la vista sembra offuscata. Le difficoltà sorgono con la lettura, la percezione del colore è disturbata. Durante la diagnosi, le cellule si trovano nel corpo vitreo e depositi gialli e bianchi sulla retina stessa. Per l'uveite posteriore degli occhi, è caratteristico un decorso cronico.

Uveite generalizzata

Questa è la forma più grave della malattia, poiché l'infiammazione si sviluppa in tutto il tratto vascolare dell'occhio. Può manifestarsi con sintomi caratteristici di altri tipi di disturbo. L'uveite generalizzata è una conseguenza dell'infezione ematogena della membrana uveale, danno tossico o allergia prolungata del corpo.

Caratteristiche della malattia nei bambini

L'uveite da malattia dell'occhio si verifica con la stessa frequenza sia negli adulti che nei bambini. Tuttavia, in quest'ultimo, la causa principale della lesione è il trauma dell'apparato visivo. Di conseguenza, i microrganismi opportunisti penetrano nel sistema vascolare..

Negli adulti, l'immunità è abbastanza forte. Può prevenire in modo indipendente la diffusione e l'impatto della flora patogena. Nei piccoli pazienti, le difese non sono completamente sviluppate. Come risultato di tale penetrazione, spesso si sviluppa l'uveite. A volte la malattia si manifesta sullo sfondo di diabete, psoriasi o tubercolosi. Allo stesso tempo, i bambini nella fase iniziale non provano disagio, il che complica significativamente la diagnosi. Qui è importante prestare attenzione ai sintomi di accompagnamento della violazione: arrossamento, gonfiore degli occhi.

Metodi diagnostici

Un oftalmologo si occupa dello studio dei sintomi e del trattamento dell'uveite oculare. Durante l'appuntamento iniziale, uno specialista, se si sospetta questo disturbo, dovrebbe condurre un esame fisico, misurare l'acuità visiva e la tonometria. Quindi ordina una serie di studi aggiuntivi:

  • Ultrasuoni degli occhi;
  • biomicroscopia utilizzando una lampada a fessura;
  • oftalmoscopia;
  • angiografia retinica con fluoresceina;
  • determinazione della reazione pupillare;
  • tomografia delle strutture oculari.

Se la causa della malattia è nascosta in presenza di altri problemi di salute nel paziente, si raccomanda una diagnosi completa dell'intero organismo..

Opzioni di trattamento

L'obiettivo principale del trattamento tradizionale dell'uveite oculare è eliminare gli infiltrati infiammatori. Pertanto, i seguenti farmaci possono essere inclusi nel corso della terapia:

  1. Antibiotici ad ampio spettro. La scelta del farmaco dipende dall'agente eziologico della malattia. Per questo, viene eseguito uno studio microbiologico dell'occhio separato per la microflora, quindi viene determinata la sensibilità del microbo isolato agli antibiotici.
  2. In caso di uveite virale, la nomina di agenti antivirali ("Acyclovir", "Zovirax" in combinazione con "Viferon", "Cycloferon") è considerata appropriata. Sono usati come iniezione intravitreale e per via orale..
  3. Farmaci antinfiammatori non steroidei, glucocorticoidi ("Prednisolone", "Ibuprofene").
  4. In caso di inefficacia della terapia antinfiammatoria, vengono utilizzati immunosoppressori ("Metotrexato", "Ciclosporina").
  5. Farmaci fibrinolitici ("Lidaza", "Wobenzym"). Hanno un effetto riassorbente.
  6. Antistaminici ("Claritin", "Suprastin").

In casi particolarmente gravi o con lo sviluppo di complicanze, il trattamento dell'uveite con farmaci è inefficace. Il paziente viene assegnato alla chirurgia. A seconda del quadro clinico, le aderenze tra il cristallino e l'iride vengono sezionate, il glaucoma e la cataratta vengono rimossi. L'esito di tali interventi non è sempre positivo. In alcuni casi, c'è un'esacerbazione del processo infiammatorio.

Nella fase di remissione, viene mostrato un effetto fisioterapico. Le seguenti procedure sono caratterizzate dalla massima efficienza: fonoforesi, elettroforesi, irradiazione ultravioletta, crioterapia, coagulazione laser.

Aiuto della medicina tradizionale

La medicina alternativa è utilizzata come misura complementare per il trattamento dell'uveite oculare. Tuttavia, prima di iniziare tale terapia, dovresti consultare il tuo medico. Le seguenti ricette sono le più efficaci:

  1. Risciacquo degli occhi con infuso medicinale. Per la sua preparazione, è necessario assumere in proporzioni uguali fiori di camomilla, salvia e calendula. Versare circa 3 cucchiai della miscela tritata con un bicchiere di acqua bollente, lasciare agire per circa un'ora. Si consiglia di utilizzare il prodotto risultante per pulire l'occhio colpito fino a completa guarigione..
  2. Gocce curative. Per preparare il prodotto, dovrai diluire il succo di aloe con acqua bollita in un rapporto di 1:10. La soluzione viene iniettata 1 goccia nell'occhio interessato, ma non più di 3 volte al giorno.
  3. Permanganato di Potassio. Una soluzione debole appena preparata può essere utilizzata per trattare gli occhi quotidianamente. È un buon antisettico utilizzato in molti campi medici..

Il rispetto di raccomandazioni dietetiche specifiche non è richiesto per la diagnosi di uveite. Tuttavia, una dieta equilibrata può accelerare il processo di guarigione migliorando il funzionamento di tutto il corpo. La condizione dell'apparato visivo può essere migliorata introducendo nella dieta le vitamine D e A. In grandi quantità, si trovano nel fegato di merluzzo, nei latticini, nelle uova di alghe..

Possibili complicazioni

La diagnosi di uveite è un processo lungo e complesso, immediatamente seguito dalla terapia. Tuttavia, se non trattata, la malattia può portare alle seguenti complicazioni:

  • cataratta, caratterizzata da opacità del cristallino;
  • danno alla retina fino al suo distacco;
  • glaucoma, che si sviluppa sullo sfondo di un rallentamento del deflusso di liquido all'interno dell'occhio;
  • danno al nervo ottico;
  • la pupilla si infetta e si attacca alla lente.

Con un trattamento tempestivo e di alta qualità, è possibile evitare le complicanze dell'uveite. Il recupero completo di solito si verifica entro 3-6 settimane dall'inizio del trattamento. La forma cronica della malattia mostra una tendenza alla recidiva, che peggiora significativamente la prognosi.

Metodi di prevenzione

La prevenzione dell'uveite è ridotta al trattamento tempestivo di malattie infettive, patologie dell'apparato visivo. Se l'acuità visiva peggiora, contattare immediatamente un oftalmologo per un consulto con un esame successivo..

Uveite: sintomi e trattamento

Cosa può dirci il rossore degli occhi? I primi pensieri nella mia testa sono congiuntivite, mancanza di sonno, stanchezza o lavoro prolungato al laptop. Ma ci sono molte altre ragioni diverse, una delle quali è la malattia degli occhi "uveite", di cui parleremo oggi.

Cos'è l'uveite?

L'uveite è una malattia infiammatoria della coroide chiamata tratto uveale, che è accompagnata da visione offuscata, arrossamento degli occhi, fotofobia, lacrimazione e altri sintomi, a seconda della posizione dell'infiammazione. In definitiva, la malattia può portare alla completa perdita della vista..

In relazione a questa malattia, è corretto usare il termine "uveite", perché include una serie di singole malattie, che prendono il nome da aree specifiche del tratto uveale. Questi includono irite (infiammazione dell'iride), ciclite (infiammazione del corpo ciliare), retinite (infiammazione della retina) e altri, di cui parleremo più avanti nell'articolo.

Le principali cause di uveite sono infezioni, allergie, lesioni agli occhi e squilibri ormonali.

L'uveite rappresenta fino al 57% di tutte le malattie oftalmiche e, a causa dell'elevato numero di cause e delle diverse localizzazioni dell'infiammazione, esistono oftalmologi altamente specializzati nell'uveite.

Sviluppo della malattia (patogenesi)

Il tratto uveale è la membrana morbida oculare media, che contiene molti vasi sanguigni, rivestita con una sclera sulla parte superiore, e all'interno è rivestita con la retina dell'occhio. Chiamato anche coroide. È costituito dal corpo ciliare (corpo ciliare), dall'iride (Iris) e dalla corioidea (corioidea). Qui si trovano anche i cromatofori (cellule contenenti pigmenti e che riflettono la luce), da cui dipende il colore degli occhi, che sono anche responsabili della chiarezza dell'immagine..

Ci sono diverse funzioni nella coroide, a seconda del reparto, ma le principali sono l'apporto di nutrienti alla retina e la regolazione dei componenti dell'occhio per una visione normale. Infatti è da questo guscio che dipende la costrizione o l'espansione della pupilla, il cambio di direzione del cristallino per mettere a fuoco diverse distanze (il cosiddetto accomodamento), la produzione di umore acqueo che riempie le camere oculari e altre caratteristiche funzionali degli organi visivi.

Il processo infiammatorio, come funzione protettiva e adattativa del corpo, per fermare e rimuovere un fattore sfavorevole da esso, in questo caso appare negli occhi in misura maggiore a causa di una violazione della sintesi di citochine o cambiamenti nel lavoro della rete di citochine. Pertanto, durante la diagnosi, il livello del processo infiammatorio è spesso direttamente proporzionale al livello delle citochine..

Le citochine sono proteine ​​a basso peso molecolare (interleuchine 3 e 7, fattore di necrosi tumorale, interferoni, nonché IL-1, 2, 4, 5, 6, ecc.) Che svolgono funzioni regolatorie prodotte da linfociti T, macrofagi
In caso di contatto con l'occhio di oggetti estranei, infezione (se si strofina l'occhio pesantemente con le mani sporche) o danno ad esso da vapori chimici, varie sostanze, lesioni dirette e altri, la permeabilità del GHB (barriera emato-oftalmica) cambia. Il corpo dirige gli immunocomplessi patologici con antigeni nel punto di contatto dell'occhio con un fattore patogeno, dove, sotto l'influenza di immunomodiatori in combinazione con componenti della difesa immunitaria, provocano l'attivazione dei tessuti intraoculari locali. TNFα e IL-1β portano a cambiamenti nell'endotelio dei vasi sanguigni della barriera emato-oftalmica, caratterizzati dalla sua maggiore permeabilità e dall'aumentata attività di infiammazione nell'occhio.

Tra l'infiammazione intraoculare, si distinguono due meccanismi: immunitario e aspecifico antigene-specifico (infezioni, operazioni, traumi e altri).

Se parliamo di infezioni, come le cause più comuni della malattia, allora:

  • virus - contribuiscono principalmente all'infiammazione cronica non granulomatosa e talvolta alla trasformazione cellulare;
  • batteri - causano una forma acuta di infiammazione con processi di formazione di ascessi e batteri acido-resistenti spesso portano a infiammazione granulomatosa e necrosi caseosa;
  • funghi - causano uveite cronica di infiammazione granulomatosa e non granulomatosa con ipersensibilità degli organi visivi.

È importante notare che la lenta circolazione sanguigna nei vasi del tratto uveale svolge anche un aspetto importante nello sviluppo dell'uveite, che facilita le infezioni che possono penetrare nel bulbo oculare e da focolai di infezione distanti (meningite, encefalite, tonsillite, sinusite, ecc.) rimarrà qui.

Inoltre, l'innervazione dell'iride e della parte ciliare (ciliare) del tratto uveale è prodotta dalle fibre del nervo trigemino, mentre la coroide stessa non è affatto innervata, il che porta a varie manifestazioni cliniche della malattia e costringe anche a scomporla in diagnosi più accurate (irite e altri).

Statistiche

L'uveite nel 10-25% dei casi porta alla perdita della vista nei pazienti (cecità), motivo per cui, con i suoi segni, è imperativo consultare un oftalmologo.

Ogni anno il numero di pazienti ammessi con questa diagnosi varia da 17 a 52 persone ogni 100.000. L'età media della malattia è di circa 40 anni..

Uno dei paesi in cui l'uveite è molto comune è la Finlandia. I medici lo associano a un gran numero di pazienti con spondilite anchilosante (AS), in cui la frequenza di infiammazione concomitante del tratto uveale si verifica nel 20-40% dei pazienti. Inoltre, l'uveite si riscontra spesso nei pazienti con spondiloartropatia con il gene HLA-B27..

Non c'è differenza tra i sessi: sia gli uomini che le donne sono ugualmente malati.

Uveite ICD

ICD-10: H20
ICD-10-KM: H20.9
ICD-9: 364

Sintomi di uveite

Come abbiamo già detto, i sintomi dell'uveite dipendono in gran parte dalla localizzazione dell'infiammazione (quale parte della coroide dell'occhio è interessata), dal tipo di infezione e dallo stato di immunità.

I primi segni di uveite

  • Disagio o improvviso dolore acuto agli occhi;
  • Rossore degli occhi;
  • Aumento della lacrimazione.

Uveite anteriore - sintomi

  • Forte dolore acuto nel sito del processo infiammatorio, aggravato di notte, con aumento della luce o pressione sul bulbo oculare;
  • Fotofobia (fotofobia): maggiore sensibilità alla luce intensa;
  • L'immagine davanti agli occhi è un po 'sfocata ea volte sembra che una persona stia guardando la strada attraverso la nebbia, o che dei punti fluttuanti compaiano davanti ai suoi occhi;
  • C'è un caratteristico rossore dell'occhio e l'iniezione pericorneale diventa alquanto violacea;
  • C'è un aumento della lacrimazione;
  • La reazione della pupilla alla luce è alquanto ritardata e molto spesso la pupilla è ristretta anche in condizioni di scarsa illuminazione.
  • Anteriore, o come viene anche chiamata uveite periferica, nella maggior parte dei casi è caratterizzata da un processo infiammatorio in due occhi contemporaneamente.

Uveite media - sintomi

  • Fotofobia lieve;
  • Davanti agli occhi c'è, per così dire, un punto sfocato fluttuante che impedisce una visione chiara;
  • Non ci sono praticamente sensazioni dolorose.

Uveite posteriore - sintomi

  • La funzione visiva è compromessa e si manifesta sotto forma di una macchia nuvolosa galleggiante, appannamento generale o distorsione dell'immagine, fotopsia;
  • L'occhio è arrossato, non c'è dolore, potrebbe esserci un po 'di fastidio agli occhi;
  • Fotofobia.

Se si sviluppa un processo infiammatorio in tutte e tre le parti del tratto uveale (panuveite), il paziente può manifestare tutti i sintomi di cui sopra allo stesso tempo.

Segni aggiuntivi

In caso di malattie sistemiche accompagnate da uveite, una persona può essere disturbata dai seguenti sintomi: mal di testa, ingrossamento delle ghiandole lacrimali o salivari, ingrossamento dei linfonodi, perdita dell'udito neurosensoriale, alopecia, mancanza di respiro, tosse, vasculite, eruzione cutanea, vitiligine, eritema, artrite e altri.

Complicazioni

Tra le complicazioni più comuni ci sono:

  • Diminuzione dell'acuità visiva su base continuativa;
  • Atrofia della coroide;
  • Edema maculare e ischemia maculare;
  • Glaucoma;
  • Cataratta;
  • Distrofia o distacco della retina;
  • Cambiamenti sfavorevoli nella struttura della lente;
  • Fusione di vari elementi oculari, crescita eccessiva della pupilla;
  • Cheratopatia;
  • Infiammazione della membrana dell'occhio, danni al nervo ottico;
  • Endoftalmite, panoftalmite;
  • Perdita completa della vista (cecità).

Cause di uveite

Le principali cause di uveite sono:

Infezioni (fino al 45% di tutti i casi), tra cui batteri (streptococchi, stafilococchi, bacillo di Koch, treponema pallido), virus (citomegalovirus e altri virus dell'herpes), funghi, protisti (toxoplasma) vengono rilevati particolarmente spesso. Pertanto, quando una persona viene infettata da questi agenti patogeni e si ammala di sifilide, tubercolosi, varie infezioni respiratorie acute (tonsillite, faringite, laringite, polmonite, sinusite, ecc.), Meningite, encefalite, herpes e altre malattie infettive, diventano un punto di partenza in eziologia dell'uveite; un'infezione con un flusso sanguigno può raggiungere gli organi della vista. In realtà, questa è la causa principale della maggior parte delle malattie, perché non è completamente noto come si comporterà l'infezione in una determinata persona e dove andrà, causando infiammazione, peritonite o sepsi in qualsiasi parte del corpo umano.

Reazioni allergiche: le allergie locali o sistemiche possono anche causare gonfiore e disturbi che portano allo sviluppo di infiammazioni agli occhi. Solitamente osservato in soggetti allergici attraverso il contatto con animali, piumino di pioppo, polline di ambrosia, fumi / sostanze chimiche o l'uso di vaccini e altri farmaci, l'uso di determinati alimenti altamente allergenici.

Le lesioni agli organi visivi sono ustioni (chimiche, da radiazioni ultraviolette, arco di saldatura) o lesioni meccaniche o persino l'ingresso di oggetti estranei negli occhi, in particolare sabbia.

Malattie sistemiche, che, a causa dell'eziologia multifattoriale, possono contribuire allo sviluppo e all'infiammazione dello strato vascolare degli organi visivi. Queste malattie di solito includono spondiloartrite, artrite reumatoide, sarcoidosi, reumatismi, glomerulonefrite, colite ulcerosa, morbo di Crohn, malattia di Behcet, psoriasi, sclerosi multipla, lupus eritematoso sistemico, sindrome di Reiter e AIDS..

Disturbi ormonali o metabolici, che sono caratteristici di condizioni e malattie come tiroidite autoimmune, diabete mellito, menopausa.

Malattie degli occhi - infatti, a causa dell'elevato numero di elementi oculari situati tra loro, l'infiammazione e altri processi patologici possono coinvolgere rapidamente i tessuti circostanti. Tra le malattie degli occhi si distinguono spesso i responsabili dell'uveite: congiuntivite, cheratite, blefarite, distacco di retina, sclerite, ulcera corneale con la sua perforazione.

Tipi di uveite

L'uveite è classificata come segue:

Per modulo:

  • Acuto
  • Cronico

Per localizzazione:

La parte anteriore (irite, iridociclite) è la localizzazione più comune in cui l'iride e il corpo ciliare (ciliare) sono coinvolti nel processo infiammatorio.

Medio o intermedio, periferico (ciclite posteriore, ialite, parsplanite): l'infiammazione colpisce le aree periferiche della retina, del corpo vitreo e della coroide.

Posteriore (coroidite, corioretinite, retinite, neuroretinite): il processo infiammatorio si sviluppa nella coroide stessa (coroide), nella retina o nel nervo ottico.

Diffusa (panuveite): l'infiammazione colpisce tutte le parti del tratto uveale.

Dalla natura dell'infiammazione:

  • Emorragico;
  • Sieroso;
  • Fibrinoso;
  • Purulento;
  • Misto.

Diagnosi di uveite

La diagnosi di uveite comprende:

  • Esame visivo degli occhi, raccolta di reclami, anamnesi;
  • Visometria: misurazione dell'acuità visiva;
  • Perimetria - determinazione dei campi visivi;
  • Tonometria: misurazione della pressione intraoculare;
  • Controllo della risposta pupillare;
  • Biomicroscopia;
  • Gonioscopia: determinazione della presenza di essudato fibrinoso o purulento;
  • Oftalmoscopia;
  • Reooftalmografia;
  • Elettroretinografia;
  • Ultrasuoni degli organi visivi.

Inoltre, potrebbe essere necessario: tomografia computerizzata (TC), angiografia dei vasi oculari, risonanza magnetica per immagini (MRI), radiografia della colonna vertebrale, test RPR e altri.

Trattamento dell'uveite

Come viene trattata l'uveite? Il trattamento dipende dall'eziologia e dalla localizzazione dell'infiammazione, ma lo schema generale include:

1. Trattamento conservativo.
2. Dieta.
3. Trattamento chirurgico.

La terapia, oltre ad alleviare l'infiammazione e fermare la fonte della malattia, mira anche a prevenirne le complicanze, correggendo il funzionamento degli organi della vista, dell'immunità e di altri sistemi corporei. L'oftalmologo effettua la selezione dei farmaci in base alla diagnosi degli organi visivi.

1. Trattamento conservativo

Il trattamento conservativo dell'uveite di solito include l'uso di farmaci ormonali, antimicrobici, antinfiammatori, immunosoppressori, midriatici.

1.1. Farmaci ormonali

L'uso dei glucocorticosteroidi (GC) è al centro di quasi tutte le malattie infiammatorie e gli occhi non fanno eccezione. Con l'uso di steroidi, si osservano processi di riduzione dell'aumento dell'essudazione, la produzione di ormoni e cellule infiammatorie, nonché la normalizzazione della struttura delle membrane cellulari. Inoltre, la terapia ormonale previene l'infiammazione grave e lo sviluppo di complicanze della malattia..

L'uso di farmaci ormonali viene eseguito localmente (sotto forma di unguenti, instillazioni o iniezioni di varia localizzazione - subcongiuntivale, subteno, parabulbare, intravitreale) e sistemico.

Recentemente sono diffuse protesi oculari, che vengono installate sotto il guscio dell'occhio o nella cavità del bulbo oculare e forniscono periodicamente all'occhio piccole dosi di HA..

I farmaci ormonali popolari per l'uveite sono: "Desametasone", "Prednisolone", "Betametasone".

1.2. Farmaci midriatici

L'uso dei midriatici previene i processi di fusione degli elementi oculari (sinechia), ad esempio l'iride con le parti circostanti, aiuta a distruggere la sinechia esistente, rilassa i tessuti muscolari degli organi visivi (pupillare e ciliare), riducendo così in modo significativo il dolore oculare, stabilizza la barriera emato-oftalmica (HBB), riduce o arresta completamente la formazione di umore acqueo dal versamento di proteine.

Metodi di applicazione - sotto forma di instillazioni.

I midriatici popolari per l'uveite sono atropina, tropicamide, fenilefrina, ciclopentolato.

1.3. Farmaci antinfiammatori (FANS)

Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS, FANS) - aiutano non solo ad alleviare il dolore in una varietà di malattie infiammatorie, ma anche a fermare il processo infiammatorio stesso. Hanno una minore attività antinfiammatoria rispetto agli agenti ormonali, ma ben si prestano per controindicazioni all'uso del GC o come prevenzione delle ricadute durante il periodo di decadimento della malattia e di guarigione del paziente. Aiutano anche a far fronte al dolore dopo aver subito interventi chirurgici agli occhi. Inoltre, i FANS in alcuni casi aiutano ad alleviare l'edema maculare. Se utilizzato contemporaneamente all'HA, il dosaggio dei farmaci steroidei viene ridotto.

I FANS sono presi come colliri, compresse o polveri.

I FANS popolari per l'uveite sono aceclofenac ("Aertal"), nimesulide ("Nimesil"), meloxicam ("Movalis").

1.4. Farmaci immunosoppressori

L'uso di immunomodulatori, in questo caso immunosoppressori, è consigliabile in assenza di un effetto terapeutico quando si utilizzano farmaci ormonali. L'obiettivo principale è ridurre la gravità della produzione di cellule immunitarie coinvolte nei processi infiammatori. È particolarmente consigliabile applicare i correttori immunitari per la sclerite necrotizzante, la malattia di Behçet, la granulomatosi di Wegener. Inoltre, l'uso di immunosoppressori riduce l'effetto collaterale della terapia ormonale. Diversi gruppi di farmaci influenzano diversi meccanismi immunitari.

Gli immunomodulatori popolari per l'uveite sono gli inibitori dei linfociti T (Tacrolimus, Ciclosporina), gli antimetaboliti (Azatioprina, Metotrexato), gli agenti alchilanti (Ciclofosfamide).

1.5. Terapia antimicrobica

La terapia antimicrobica ha lo scopo di fermare gli agenti infettivi che causano l'infiammazione degli occhi. Sono applicati localmente e sistemicamente. In caso di infezioni respiratorie acute e infezioni interne, di solito viene prescritta una terapia anti-infettiva sistemica, ma se lo sviluppo di uveite è causato da un'infezione esterna dell'occhio, allora è possibile posare pomate oculari o instillare gli occhi.

Per le infezioni virali, il trattamento è sintomatico o vengono prescritti farmaci antivirali - preparati a base di interferone, "Aciclovir".

Per le infezioni batteriche, che sono spesso accompagnate da processi purulenti, vengono prescritti farmaci antibatterici: ciprofloxacina (collirio "Cipromed", "Ophtocypro"), ofloxacina (unguento "Ofloxacina", unguento / gocce "Floxal"), lefofloxacina (gocce "Signicef"), " Unguento all'eritromicina "," Unguento alla tetraciclina ".

1.6. Altri medicinali e medicinali per l'uveite

  • Inibitori del fattore di crescita Α-tumore - "Adalimumab", "Infliximab";
  • Antistaminici - Claritin, Loratadin;
  • Farmaci antiossidanti - etilmetilidrossipiridina succinato ("Mexidol").

2. Dieta

Potresti aver sentito i tuoi genitori da bambino: "mangia carote", "mangia mirtilli, migliora la vista". Esatto, medici e guaritori tradizionali sottolineano davvero che esistono prodotti che migliorano il funzionamento di alcuni organi..

Nel nostro caso, per mantenere la salute degli occhi, migliorare l'acuità visiva e aiutare il corpo nella lotta contro le malattie degli occhi, si consiglia di mangiare cibi ricchi di vitamine A, E, C, D e altre sostanze utili - luteina, potassio, omega-3, omega-6 e altri.

Tra questi prodotti, si possono distinguere: carote, mirtilli, albicocche, pesce grasso (olio di pesce), noci, semi (bianchi e neri), viburno, broccoli, cavoli, spinaci, prezzemolo, aglio selvatico, semi di grano germogliati, rosa canina, agrumi.

Non mangiare per l'uveite o limitare severamente il cibo: cibi molto salati, fast food, patatine fritte, bevande alcoliche, soda, cibi ad alto contenuto proteico e alimenti ricchi di carboidrati digeribili, cibi ricchi di amido.

3. Trattamento chirurgico

L'operazione per l'uveite è consigliabile in assenza di un effetto positivo dai metodi di trattamento conservativi, a causa dei quali si verificano processi di fusione dei componenti dell'occhio.

Tra i metodi chirurgici popolari per il trattamento dell'uveite ci sono:

  • Dissezione delle aderenze anteriori e posteriori (sinechia) dell'iride;
  • Cauterizzazione della retina in caso di desquamazione;
  • Vitrectomia: rimozione parziale o completa del corpo vitreo;
  • La vitreolisi è un'operazione laser minimamente invasiva per eliminare l'opacità del corpo vitreo e altri difetti negli organi visivi;
  • Eviscerazione del bulbo oculare.

Uveite - rimedi popolari

Prima dell'uso, assicurati di consultare il tuo medico.

Camomilla. Versare un bicchiere di acqua bollente su un sacchetto di camomilla o 2 cucchiaini di materie prime secche, coprire e lasciare agire per 30-45 minuti, filtrare e sciacquare l'occhio infiammato con l'infuso risultante. Esegui la procedura 4-5 volte al giorno. La camomilla ha effetti antimicrobici, antinfiammatori e antiallergici.

Calendula. Questa pianta, come la camomilla, aiuta ad alleviare l'infiammazione, distruggere la microflora patogena dalla superficie degli occhi e calmare gli occhi. Per preparare un rimedio popolare, versare 1 cucchiaio. un cucchiaio di calendula con un bicchiere di acqua bollente, lasciarlo sotto il coperchio per 40 minuti, filtrare e utilizzare come risciacquo 2 volte al giorno, in un corso di 2 settimane.

Aloe. Mettere 2 foglie di aloe ben lavate in frigorifero per 2 giorni, quindi spremerne il succo, diluirlo con acqua pulita in rapporto da 1 (succo) a 10 (acqua) e applicare come collirio 2 volte al giorno, in un ciclo di 10 giorni.

Miele. Prendi una comoda posizione sdraiata e, chiudendo gli occhi, spalma le palpebre con miele naturale. Lascialo davanti agli occhi per circa 30 minuti dopo averlo risciacquato. Esegui la procedura una volta al giorno. Come scegliere il vero miele leggi in questo articolo.

Prevenzione dell'uveite

La prevenzione dell'uveite include:

  • In presenza di disturbi visivi o anomalie, consultare tempestivamente un oftalmologo per prevenire lo sviluppo della malattia;
  • Non toccare gli occhi con le mani non lavate;
  • Rispettare le norme di sicurezza quando si lavora con sostanze chimiche altamente attive, nell'edilizia e in altre aree pericolose per la salute degli occhi;
  • Evita l'ipotermia degli occhi;
  • Mangia cibi ricchi di vitamine e micronutrienti;
  • Muoviti di più e fai esercizi, soprattutto per gli occhi e la colonna vertebrale, se lavori molto da seduto.

Uveite oculare: sintomi e trattamento

L'uveite oculare è un'infiammazione patologica della rete vascolare dell'occhio. La membrana della coroide (uveale) deve nutrire l'intero bulbo oculare e il processo infiammatorio può iniziare ovunque nel tratto uveale o nell'occhio. Ciò include: l'iride, i vasi sanguigni e il corpo ciliare.

L'uveite oculare ha un grave impatto sulla visione umana. Se si tratta di una forma grave o avanzata di uveite, le conseguenze saranno palpabili. Il paziente può perdere parte della vista o essere completamente cieco. Anche se l'uveite dell'occhio ha anche i minimi sintomi, è necessario consultare urgentemente un oftalmologo. La malattia può essere osservata sia negli adulti che nei bambini..

Le cause della malattia sono così diverse che non ha senso descriverle tutte. Ti diremo i principali sintomi e cause dello sviluppo dell'uveite oculare. Cos'è l'uveite oculare e quale trattamento è necessario?

Cos'è l'uveite oculare?

L'uveite oftalmica è un termine in oftalmologia che unisce i processi infiammatori in tutte le parti della coroide. L'occhio stesso è rappresentato dal corpo ciliare, dalla coriodea e dall'iride..

La malattia può colpire uno o entrambi gli occhi. Un occhio può essere colpito da uveite in caso di infiammazione infettiva. Se una malattia autoimmune, l'infiammazione va a entrambi gli occhi.

La patologia può essere accompagnata da una sensibilità abbastanza elevata alla luce, arrossamento, dolore, lacrimazione, macchie fluttuanti davanti agli occhi e arrossamento.

Esistono diverse cause di uveite oculare. La malattia può essere acuta e i sintomi clinici visibili si sviluppano gradualmente.

In molti casi, il paziente sviluppa un'infezione infiammatoria causata dalla presenza di virus (uveite erpetica) o batteri. In alcuni casi, una persona può sviluppare un'uveite tossica o allergica dell'occhio.

I pazienti con uveite oculare sono considerati difficili da diagnosticare. Dovrebbe essere chiaro che la prognosi e il trattamento dell'uveite sono piuttosto variabili. Il compito dell'oftalmologo è stabilire la diagnosi più accurata possibile. Eseguono una diagnostica multiforme e diversi specialisti possono gestire il paziente.

Se un paziente ha una fase iniziale di uveite anteriore acuta non granulomatosa, la valutazione di laboratorio potrebbe non essere necessaria. Di norma, viene redatto un elenco di potenziali diagnosi e dopo una raccolta completa della storia e un esame approfondito, sarà possibile parlare della malattia esatta.

Vale la pena saperlo!
Se si osserva uveite dell'occhio, i sintomi e il trattamento possono essere determinati solo da un oftalmologo. È lui che eseguirà la diagnosi corretta e prescriverà una terapia efficace..

La natura del decorso della malattia

Esistono diverse forme di uveite oculare:

- Uveite acuta degli occhi. Inizia all'improvviso, la durata è limitata;

- Uveite ricorrente. Ha periodi di remissione. Nella maggior parte dei casi, almeno 3-4 mesi se non trattati;

- Uveite cronica dell'occhio. Ricorrenza di episodi di malattia, anche dopo il trattamento. Può riprendere in meno di tre mesi.

Di norma, il trattamento dell'uveite dell'occhio ha un trattamento puramente individuale. Tutto dipenderà dai risultati della diagnostica e da ulteriori esami approfonditi. Nel trattamento dell'uveite può essere utilizzata sia la terapia locale che quella sistemica. Se l'uveite ha complicazioni, sarà necessario un intervento chirurgico.

Classificazione dell'uveite oculare

In medicina esiste una certa classificazione della malattia. Tutto dipende dal luogo della sua localizzazione:

- Periferica. Con una malattia simile, l'infiammazione colpisce il corpo ciliare, la coroide, il vitreo e anche la retina..

- Davanti. Un tipo di malattia molto più comune di altre. È accompagnato da danni all'iride e al corpo ciliare.

- Posteriore. Il nervo ottico, la coroide e la retina si infiammano.

- Quando c'è un'infiammazione in tutta la coroide del bulbo oculare, questo tipo di malattia è chiamata "panuveite".

Per quanto riguarda la durata del processo, c'è un tipo acuto di malattia, quando i sintomi si intensificano. L'uveite cronica viene diagnosticata se la patologia preoccupa il paziente per più di 6 settimane.

Cause di uveite oculare

I principali fattori e cause dello sviluppo dell'uveite oculare sono varie reazioni allergiche, infezioni, regolazione ormonale e disturbi metabolici, malattie sindromiche e sistemiche. Molto spesso, l'uveite infettiva è la causa della malattia. Questo tipo di malattia può essere causato da un agente virale o batterico.

Con lo sviluppo dell'uveite oculare, si possono distinguere i principali agenti infettivi:

Nelle persone anziane e nei bambini, l'uveite oculare è solitamente di natura infettiva. Vari stress psicologici e allergie possono essere un fattore provocante.

Uveite degli occhi: sintomi

Avendo determinati fattori, i segni dell'uveite possono peggiorare e anche avere una certa sequenza.

I principali sintomi dell'uveite oculare:

- c'è una nebbia negli occhi;

- una sensazione di pesantezza agli occhi;

- reazione debole a pupille leggere e strette;

- il paziente cerca di evitare la luce, poiché gli dà fastidio;

- può verificarsi una cecità completa.

Uveite anteriore dell'occhio: sintomi

Questa forma della malattia viene diagnosticata più spesso (fino al 70%) e si manifesta:

  1. lacrimazione grave;
  2. fotofobia;
  3. arrossamento degli occhi che hanno una tinta viola;
  4. diminuzione della vista.

Uveite periferica dell'occhio.

Una forma molto rara della malattia. Il processo infiammatorio colpisce l'area dietro il corpo ciliare.

Uveite posteriore dell'occhio

L'uveite posteriore dell'occhio ha sintomi molto lievi. I segni compaiono molto tardi e non peggiorano le condizioni della persona. Con questa forma della malattia, il dolore può essere assente e la vista diminuisce gradualmente. Piccoli punti possono apparire davanti agli occhi.

Avendo la natura dell'infiammazione, si può distinguere:

  • uveite purulenta;
  • misto;
  • uveite sierosa;
  • emorragico;
  • fibro-lamellare.

Se l'uveite dell'occhio è associata alla sindrome di Vogt-Koyanagi-Harada, puoi osservare nel paziente:

L'uveite oculare nei bambini può derivare da lesioni agli occhi. Inoltre, non sono escluse reazioni allergiche e diffusione infettiva. I sintomi dell'uveite nei bambini possono essere simili a quelli negli adulti.

Diagnostica

Durante il periodo della diagnostica, la storia del paziente e tutte le informazioni sul suo stato immunologico giocano il ruolo principale. Grazie all'esame di un oftalmologo, è possibile chiarire il luogo dell'infiammazione nell'area della coroide..

L'uveite dell'occhio viene specificata utilizzando campioni di pelle per eventuali allergeni. Questi includono: stafilococco, streptococco o toxoplasmina. Se tocchiamo l'eziologia tubercolare, un sintomo importante dell'uveite sarà il danno alla congiuntiva dell'occhio e l'aspetto sulla pelle dei flickens (acne specifica).

I processi infiammatori di natura sistemica e le infezioni esistenti nella diagnosi di uveite oculare possono essere confermate dall'analisi del siero del sangue.

Trattamento dell'uveite oculare

Il trattamento dell'uveite oculare serve a prevenire l'ulteriore sviluppo di complicazioni che possono portare alla completa perdita della vista.

Il trattamento dell'uveite dovrebbe essere completo. Vengono utilizzati tali farmaci locali e sistemici: antimicrobici, immunostimolanti, vasodilatatori. Vengono utilizzati enzimi, vari metodi fisioterapici, irudoterapia e medicina tradizionale. In genere, nel trattamento dell'uveite vengono utilizzate forme di dosaggio come unguenti, gocce e iniezioni.

Farmaci per l'uveite oculare:

  1. Antistaminici.
  2. Terapia a base di vitamine.
  3. Vari farmaci antivirali sono usati per l'uveite virale.
  4. Agenti antibatterici.
  5. Farmaci antinfiammatori.
  6. Immunosoppressori.
  7. Lacrime. Utilizzato per prevenire la comparsa di aderenze.
  8. Farmaci fibrinolitici.

Il trattamento dell'uveite degli occhi dovrebbe essere finalizzato all'eliminazione dell'infiammazione. Questo è molto importante in un processo lento. Se si perdono i sintomi primari dell'uveite, non solo il colore dell'iride può cambiare, ma si svilupperà la distrofia, che porta alla carie.

Ricorda! I rimedi popolari nel trattamento dell'uveite oculare possono essere utilizzati solo dopo aver consultato un medico specialista. È il medico che deve determinare tutti i metodi di recupero e prescrivere un regime di trattamento.

In alcuni casi, quando esiste il rischio di completa perdita della vista nel paziente, vengono utilizzati metodi chirurgici per il trattamento dell'uveite oculare..

L'operazione prevede diverse fasi:

- il chirurgo seziona le aderenze che collegano la membrana e il cristallino;

- rimuove corpo vitreo, cataratta o glaucoma;

- rimuove il bulbo oculare;

- attacca la retina utilizzando un'apparecchiatura laser speciale.

Materiali utilizzati sull'argomento: Uveite degli occhi: sintomi e trattamento

(8 valutazioni, la media: 5,00 di 5)

Autore del materiale: Demidov A. S.

Uveite: foto, sintomi, trattamento, cause

L'uveite non è solo una malattia, ma un intero complesso di esse. Questa patologia significa un tratto uveale infiammato: questo è il nome della coroide..

Cos'è questa malattia?

Tra le lesioni oculari con decorso infiammatorio, l'uveite viene diagnosticata in quasi la metà dei casi..

Anatomicamente, il tratto uveale è considerato lo strato intermedio dell'occhio e si trova sotto la sclera. La sua struttura è formata dall'iride, dal corpo ciliare (ciliare) e dalla coroide (coroide):

Tratto uveale dell'occhio

Codice ICD-10

La classificazione internazionale dell'uveite si riferisce a malattie dell'occhio e del suo apparato accessorio (classi H00-H59), malattie della sclera, cornea, iride del corpo ciliare (classi H15-H22).

L'uveite appartiene alla classe H20.0, che sta per iridociclite acuta e subacuta. Oltre all'uveite, questo gruppo include ciclite e irite..

Cause di occorrenza

Ci sono molti fattori probabili per lo sviluppo dell'uveite:

  • infezione;
  • metabolismo alterato;
  • bruciare;
  • ipotermia;
  • ridotta immunità;
  • patologia autoimmune;
  • trauma penetrante;
  • psoriasi;
  • virus (epatite, citomegalovirus, ecc.);
  • malattie croniche (es. diabete);
  • le conseguenze dell'intervento chirurgico;
  • processo infiammatorio sistemico.

L'uveite nei bambini per la maggior parte sono:

  • dopo un infortunio;
  • con infezioni;
  • sullo sfondo di metabolismo alterato o debole immunità;
  • con allergie acute.

Classificazione

L'uveite è classificata secondo diversi criteri:

Localizzazione

Per distinguere l'uveite in atto, la localizzazione è divisa in anteriore, mediana, posteriore e generalizzata.

  • L'uveite anteriore, che significa patologia nelle parti anteriori del tratto uveale, rispettivamente, include irite, ciclite anteriore e iridociclite. È in questo filone che la malattia si manifesta più spesso. L'infiammazione colpisce l'iride e il corpo ciliare.
  • L'infiammazione media è anche nota come infiammazione intermedia. È attribuito a ciclite posteriore, parsplanite e uveite periferica. Con un tale quadro clinico, non solo la coroide è interessata, ma anche la retina con il corpo vitreo e ciliare..
  • La zaduveite colpisce la retina, il nervo ottico e la coroide. Questo tipo di infiammazione può significare coroidite, corioretinite, retinite o neuroveite..
  • Con la sconfitta di tutte le parti della coroide, si verifica un'infiammazione generalizzata, cioè la panuveite.

La natura dell'infiammazione

Per natura del processo infiammatorio, può riferirsi a tipo sieroso, fibrino-lamellare, purulento, emorragico o misto.

Le ragioni

Le cause dell'uveite sono esogene ed endogene..

  1. Una malattia esogena significa che le sue cause sono esterne. Di solito è una ferita, un'ustione, un'operazione senza successo.
  2. Cause endogene di infiammazione indicano che è causata da fattori interni, come l'infezione.

Caratteristiche del corso

Al momento del decorso dell'uveite sono acute, croniche e ricorrenti.

  • L'acuto dura non più di tre mesi.
  • Una maggiore durata dell'infiammazione significa uveite cronica.
  • L'infiammazione ricorrente è considerata quando si ripresenta dopo il completo recupero..

Sintomi

I sintomi dell'uveite dipendono dalle caratteristiche della malattia.

L'infiammazione acuta è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • dolore;
  • il bulbo oculare diventa rosso e irritato;
  • lacrimazione;
  • reazione dolorosa alla luce;
  • pupille costrette;
  • alta pressione intraoculare.

In un decorso cronico, gli occhi pigri sono più spesso osservati. I sintomi possono non apparire affatto o essere lievi (leggero rossore).

L'uveite anteriore può provocare alcune complicazioni:

  • cataratta;
  • glaucoma;
  • cheratopatia;
  • infiammazione delle membrane del bulbo oculare.

Con l'uveite periferica, entrambi gli occhi sono colpiti, la visione centrale diminuisce, le opacità fluttuanti compaiono davanti agli occhi.

L'uveite posteriore può essere accompagnata da patologie:

  • edema e ischemia della macula;
  • occlusione vascolare retinica;
  • distacco della retina;
  • neuropatia ottica.

Trattamento

Solo un oftalmologo può identificare l'uveite oculare, riconoscere i sintomi e prescrivere un trattamento. Esistono diversi metodi diagnostici in questo caso:

  • ispezione visuale;
  • determinazione dell'acuità visiva (visometria);
  • valutazione dei campi visivi (perimetria);
  • tonometria (determinazione della pressione intraoculare);
  • biomicroscopico;
  • Scansione a ultrasuoni;
  • gonioscopico (si studia l'angolo della camera anteriore dell'occhio).

Una delle principali aree di trattamento è l'uso topico di steroidi.

Può essere prednisolone o desametasone. Gli steroidi possono essere usati come un unguento o iniezione. Se questa terapia non funziona, vengono prescritti farmaci immunosoppressori..

Se l'uveite è una conseguenza della clamidia, il trattamento include antistaminici, antibiotici, fluorochinoloni.

Con una diminuzione della gravità dell'infiammazione, ricorrono alla fisioterapia - fonoforesi (usando enzimi) o elettroforesi.

Trattamento alternativo

In assenza di complicazioni, l'uveite può essere curata a casa.

  • A tal fine, i lavaggi oculari sono efficaci. Le calde infusioni di calendula, rosa canina, camomilla o salvia sono adatte per questo..
  • Una soluzione di permanganato di potassio ha proprietà battericide. Dovrebbe essere debole, ma ben miscelato (i cristalli non dovrebbero arrivare sulla mucosa).
  • L'infuso di Althea funziona bene come lozioni..

Con un trattamento tempestivo e corretto dell'uveite acuta, la prognosi è favorevole nella maggior parte dei casi. Nel decorso cronico della malattia si osservano spesso ricadute.

Come misura preventiva, è necessario trattare tempestivamente e con competenza eventuali malattie oftalmiche e generali, escludere manifestazioni acute di allergie ed evitare lesioni agli occhi.


Articolo Successivo
Aglio con miele: benefici e ricette per curare il corpo