Cos'è il ritmo sinusale su un ECG


L'organo principale del corpo umano, che fornisce sangue a tutti i suoi tessuti, è il cuore. Il grado di saturazione dell'ossigeno del cervello e l'attività funzionale dell'intero organismo dipendono dalle contrazioni sistematiche dei suoi muscoli. Per eccitare il tessuto muscolare del cuore, è necessario un impulso (segnale elettrico) dai cardiomiociti conduttori.

Normalmente, questi shock sono prodotti dal nodo del seno - le caratteristiche della frequenza cardiaca dipendono dalla loro frequenza e localizzazione. Nella medicina moderna, le malattie del sistema cardiovascolare vengono rilevate utilizzando un metodo di esame speciale: un elettrocardiogramma. Gli specialisti praticanti lo prescrivono per diagnosticare patologie del muscolo cardiaco, monitorare il decorso di disturbi esistenti, prima di qualsiasi intervento chirurgico e per scopi preventivi.

I risultati dell'ECG forniscono ai medici informazioni specifiche sull'attività cardiaca. Nel nostro articolo forniremo informazioni sulle caratteristiche e sui parametri di una normale frequenza cardiaca, possibili deviazioni. Diremo anche ai nostri lettori qual è il ritmo sinusale su un ECG e come determinarne i segni patologici.

Caratteristiche della frequenza cardiaca

Il verificarsi di fenomeni elettrici nel cuore è dovuto al movimento degli ioni sodio e potassio nelle cellule miocardiche, che crea le condizioni necessarie per l'eccitazione, la contrazione e quindi il passaggio allo stato iniziale del muscolo cardiaco. L'attività elettrica è caratteristica di tutti i tipi di cellule miocardiche, tuttavia, solo i cardiomiociti del sistema di conduzione hanno una depolarizzazione spontanea..

Il ritmo sinusale è considerato uno dei parametri più importanti della normale funzione cardiaca, il che indica che la fonte delle contrazioni muscolari proviene dal nodo Keith-Flack (o dalla regione del seno del cuore). La ripetizione regolare degli impulsi cardiaci che compaiono è determinata sul cardiogramma sia nelle persone sane che nei pazienti con patologie cardiache.

La decodifica ECG viene eseguita secondo il seguente schema:

  • valutare la regolarità del ritmo cardiaco;
  • contare il numero di contrazioni del muscolo cardiaco;
  • determinazione del "pacemaker" - la fonte dell'inizio e della conduzione dell'eccitazione nel muscolo cardiaco;
  • studio della funzione di conduzione dell'impulso attraverso il cuore.

La frequenza cardiaca di un adulto sano varia da 60 a 90 battiti al minuto. La tachicardia indica un aumento della frequenza cardiaca, bradicardia - una diminuzione. Per determinare il "pacemaker del cuore" (l'area del miocardio che genera gli impulsi), viene valutato il corso dell'eccitazione nelle sezioni superiori - gli atri. Questo indicatore è stabilito dal rapporto tra i denti del complesso ventricolare. Il ritmo sinusale, la posizione verticale dell'EOS (l'asse elettrico del cuore, che riflette le caratteristiche della sua struttura) e una frequenza cardiaca normale indicano l'assenza nel corpo del paziente di qualsiasi deviazione nel lavoro del muscolo cardiaco.

Cosa significa ritmo sinusale??

La struttura del muscolo cardiaco è costituita da quattro camere, separate da valvole e setti. Nell'atrio destro, nella zona di confluenza della vena cava superiore e inferiore, c'è un certo centro, costituito da cellule specifiche che inviano impulsi elettrici e danno il ritmo alle ripetizioni regolari delle contrazioni muscolari - il nodo del seno.

I cardiomiociti che lo compongono sono raggruppati in fasci, hanno forma fusiforme e sono caratterizzati da una debole funzione contrattile. Tuttavia, sono anche in grado di generare scariche, come i processi dei neuroni gliali. Il nodo del seno imposta il ritmo per il muscolo cardiaco, grazie al quale è assicurata la normale consegna del sangue ai tessuti del corpo umano.

Questo è il motivo per cui il mantenimento di un ritmo sinusale regolare è estremamente importante per valutare la funzione cardiaca. Sull'ECG, questo indicatore significa che il polso proviene precisamente dal nodo principale (seno): la norma è di 50 battiti al minuto. Il suo cambiamento indica il fatto che l'energia elettrica che stimola il muscolo cardiaco proviene da un'altra parte del cuore..

Nell'interpretare i dati finali del cardiogramma, viene prestata particolare attenzione a:

  • sul QRS (complesso ventricolare) seguendo l'onda P;
  • per un intervallo (intervallo di tempo) PQ - normalmente il suo intervallo è compreso tra 120 e 200 millisecondi;
  • la forma dell'onda P, che deve essere costante in ogni punto del campo elettrico;
  • per gli intervalli P-P sono simili al confine degli intervalli R-R;
  • per segmento T si osserva dietro ogni onda P..

Segni di violazione

Non tutte le persone moderne possono vantarsi dell'assenza di problemi cardiaci. Molto spesso, quando si esegue un ECG, vengono rilevate condizioni patologiche come un blocco, che è provocato da un cambiamento nella trasmissione degli impulsi dal sistema nervoso direttamente al cuore, aritmia, causata da una discrepanza nella sistematicità e nella sequenza delle contrazioni miocardiche. Il ritmo sinusale irregolare, che è indicato da un cambiamento nell'indicatore cardiografico - la distanza tra i denti del cardiogramma, può indicare una disfunzione del "pacemaker".

La diagnosi della sindrome del seno malato viene effettuata sulla base dei risultati clinici e della frequenza cardiaca. Per determinare questo parametro, il medico che interpreta i risultati dell'ECG utilizza i seguenti metodi di calcolo: dividere il numero 60 per l'intervallo R-R espresso in secondi, moltiplicare il numero 20 per il numero di denti dei complessi ventricolari eseguiti entro tre secondi.

La violazione del ritmo sinusale sull'ECG significa le seguenti deviazioni:

  • aritmia: le differenze negli intervalli di tempo R-R sono superiori a 150 millisecondi, molto spesso questo fenomeno si osserva durante l'inspirazione e l'espirazione ed è dovuto al fatto che in questo momento il numero di battiti oscilla;
  • bradicardia: la frequenza cardiaca è inferiore a 60 battiti / min, l'intervallo P-P aumenta a 210 ms, viene preservata la correttezza della propagazione dell'impulso di eccitazione;
  • ritmo rigido - la scomparsa della sua irregolarità fisiologica a causa della regolazione neurovegetativa compromessa, in questo caso, c'è una diminuzione della distanza R-R di 500 ms;
  • tachicardia - la frequenza cardiaca supera i 90 battiti / min, se il numero di contrazioni miocardiche aumenta a 150 battiti / min, si osservano innalzamento del tratto ST ascendente e depressione discendente del segmento PQ, può verificarsi un blocco atrioventricolare di II grado.

Cause di aritmia sinusale

L'eccitazione del paziente può essere causata da un referto ECG, che indica l'irregolarità e l'instabilità del ritmo sinusale. I motivi più comuni di tali deviazioni sono:

  • abuso di alcool;
  • difetti cardiaci congeniti o acquisiti;
  • fumare;
  • prolasso della valvola mitrale;
  • insufficienza cardiaca acuta;
  • avvelenamento del corpo con sostanze tossiche;
  • uso incontrollato di glicosidi cardiaci, diuretici e antiaritmici;
  • disturbi nevrotici;
  • aumento dei livelli di ormoni tiroidei.

Se l'irregolarità del ritmo sinusale non viene eliminata trattenendo il respiro e test antidroga, questo caratterizza la presenza del paziente:

  • cardiomiopatia;
  • miocardite;
  • malattia ischemica;
  • patologie del sistema broncopolmonare;
  • anemia;
  • forma grave di distonia vascolare vegetativa;
  • diplomazia della cavità cardiaca;
  • malattie delle ghiandole endocrine;
  • disturbi del metabolismo degli elettroliti.

Caratteristiche nei pazienti giovani

I parametri del cardiogramma di un bambino sono significativamente diversi dai risultati dell'ECG di un adulto: ogni madre sa quanto spesso batte il cuore del suo bambino. La tachicardia fisiologica è spiegata dalle caratteristiche anatomiche del corpo del bambino:

  • fino a 1 mese, la frequenza cardiaca varia da 105 a 200 battiti / min;
  • fino a 1 anno - da 100 a 180;
  • fino a 2 anni - da 90 a 140;
  • fino a 5 anni - da 80 a 120;
  • fino a 11 anni - da 75 a 105;
  • a 15 - da 65 a 100.

Il ritmo dell'origine del seno viene registrato nei bambini senza difetti nel muscolo cardiaco, nel suo apparato valvolare o nei vasi sanguigni. Normalmente, su una registrazione ECG grafica, i segmenti P prima della sistole ventricolare dovrebbero avere la stessa forma e valore, la frequenza cardiaca non dovrebbe superare gli indicatori di età. La frequenza cardiaca instabile e l'ectopia sinusale sono un segnale per cercare fattori sfavorevoli che provocano una diminuzione dell'attività del nodo principale del sistema di conduzione cardiaca.

La sindrome di debolezza del nodo del seno è osservata nei neonati prematuri, nei neonati che hanno manifestato carenza di ossigeno durante lo sviluppo intrauterino, nei neonati con ipertensione all'interno del cranio, nei neonati con carenza di vitamina D, negli adolescenti - i cambiamenti del ritmo sono associati alla rapida crescita del corpo del bambino e alla distonia vascolare. I disturbi fisiologici del ritmo sinusale scompaiono senza un trattamento specifico poiché la regolazione delle contrazioni cardiache migliora e il sistema nervoso centrale matura.

La disfunzione del ritmo sinusale di natura patologica può essere causata da un grave processo infettivo e infiammatorio, predisposizione genetica, anomalie strutturali congenite e deformità del muscolo cardiaco. In questo caso, il cardiologo prescrive misure terapeutiche e profilattiche per un piccolo paziente in condizioni di monitoraggio costante dell'attività funzionale del cuore..

Riassumendo le informazioni di cui sopra, vorrei aggiungere che l'ECG è un metodo diagnostico semplice ed economico, con l'aiuto del quale è possibile rilevare violazioni della funzione del muscolo cardiaco in un breve periodo di tempo. Tuttavia, in presenza di gravi cambiamenti patologici, questa tecnica non è sufficiente per la diagnosi finale: al paziente viene prescritta l'ecocardiografia, la scansione ecografica del cuore e l'esame coronarico dei suoi vasi.

Cos'è la frequenza cardiaca sinusale?

Data di pubblicazione dell'articolo: 18.08.2018

Data di aggiornamento dell'articolo: 1.03.2019

Il ritmo sinusale del cuore è il battito cardiaco generato dal nodo del seno nella parete dell'atrio destro a una frequenza di 60-90 al minuto.

Nelle cellule nervose che compongono il nodo nasce un impulso elettrico, che viene trasmesso alle fibre muscolari, provocando la contrazione delle parti del cuore in una sequenza specifica.

In primo luogo, c'è una contrazione (sistole) di entrambi gli atri, quindi dei ventricoli. Il ciclo cardiaco si conclude con il completo rilassamento (diastole) di tutte e quattro le camere del cuore. Tutto questo dura 0,8 secondi. Ciò mantiene una frequenza cardiaca normale.

Indicatori normali

La frequenza cardiaca non è la stessa nei bambini e negli adulti. Nei bambini di età inferiore a un anno, varia da 140 a 160 battiti al minuto. Con l'età, la frequenza cardiaca diminuisce, all'età di 15 anni gli indicatori sani raggiungono i 60-90 battiti e sono uguali alla norma in un adulto.

Nelle persone anziane sopra i 70 anni, è più vicino al limite superiore della norma, che è associato a cambiamenti nel cuore legati all'età. Le donne hanno 6-8 battiti in meno rispetto agli uomini.

La frequenza cardiaca può differire dalla norma, ma non è considerata una patologia:

  • nelle donne in gravidanza - il cuore si adatta all'aumento del carico, fornendo così ossigeno agli organismi della madre e al feto in crescita, il polso può essere leggermente aumentato;
  • nelle persone che fanno esercizio fisico ogni giorno e conducono uno stile di vita attivo - il cuore funziona in modalità economica, la frequenza cardiaca è vicina al limite inferiore della norma;
  • negli atleti professionisti a riposo, il cuore può battere con una frequenza di 45-50 battiti.

Se una persona non appartiene a nessuna di queste categorie, qualsiasi deviazione pronunciata della frequenza cardiaca dalla norma richiede l'identificazione della causa e del trattamento.

Quali malattie possono causare i suoi cambiamenti?

I cambiamenti nel ritmo sinusale possono verificarsi come risposta adattativa alle mutate condizioni ambientali, passare da soli e non richiedono trattamento. Si chiamano fisiologici.

I cambiamenti patologici nel ritmo sinusale sono chiamati disturbi del seno e sono molto probabilmente il risultato di problemi nel lavoro degli organi interni..

Esistono tre gruppi di violazioni:

ViolazioneTipiLe ragioni
Tachicardia sinusale: frequenza cardiaca accelerata fino a 160 battiti / min. e più in altoFisiologico: fino a 100 battiti al minutoEccitazione, disagio emotivo, febbre, cibo in abbondanza, senso di soffocamento nella stanza, attività fisica, bere caffè, fumare.
Patologico: oltre 100 colpiCardiaco:

  • insufficienza cardiaca;
  • miocardite, pericardite, endocardite;
  • malattia ischemica;
  • difetti cardiaci;
  • cardiopatia.
  • disturbi ormonali (iperfunzione della ghiandola tiroidea, tumori surrenali);
  • VSD;
  • nevrosi;
  • assunzione di farmaci (diuretici, farmaci antipertensivi, antidepressivi),
  • malattie polmonari che causano ipossia;
  • anemia.
Bradicardia sinusale - caratterizzata da contrazioni poco frequenti (fino a 40 battiti al minuto)Fisiologico: almeno 50 contrazioni al minutoEsercizio quotidiano, sonno, ipotermia.
Patologico: meno di 50 battiti al minutoCardiaco:

  • attacco di cuore;
  • aterosclerosi dei vasi coronarici;
  • miocardite;
  • Cardiopatia ischemica;
  • sindrome del seno malato (SSS);
  • difetti cardiaci.
  • traumi e tumori cerebrali, accompagnati da edema e aumento della pressione intracranica;
  • ictus;
  • infiammazione delle meningi (meningite);
  • avvelenamento, infezioni purulente;
  • ipotiroidismo - funzione tiroidea insufficiente;
  • malattie infettive.
Aritmia sinusale: le contrazioni cardiache si verificano a intervalli irregolariFisiologico (aritmia respiratoria)Quando si inspira, la frequenza cardiaca aumenta, mentre si espira diminuisce.
Patologico
  • attacco di cuore;
  • ischemia;
  • diabete;
  • cambiamenti diffusi nella ghiandola tiroidea;
  • malattie respiratorie (bronchite, asma);
  • distonia vascolare vegetativa;
  • tumori surrenali (feocromocitoma);
  • disordini metabolici metabolici.

L'aritmia sinusale non è una diagnosi, ma un sintomo di una possibile patologia.

In cardiologia, viene utilizzato anche il concetto di "ritmo cardiaco rigido": la mancanza di risposta agli stimoli sotto forma di respirazione, attività fisica.

In caso di violazioni del ritmo sinusale, per ripristinare la normale frequenza cardiaca, il medico prescrive farmaci antiaritmici che aiuteranno a normalizzarlo o un pacemaker - un dispositivo che imposta il cuore al ritmo corretto.

Cardiogramma di decodifica

L'elettrocardiografia è il modo più economico e semplice per diagnosticare i disturbi del ritmo cardiaco e i cambiamenti nel miocardio. Questo è un metodo per registrare gli impulsi elettrici del cuore e registrarli su una carta speciale sensibile alla radiazione termica..

L'ECG può essere eseguito sia in ospedale che con un elettrocardiografo portatile a casa. L'ECG standard è un grafico che mostra onde, intervalli e segmenti.

I rebbi sono linee convesse e concave:

  • P - corrisponde alla sistole atriale e alla diastole;
  • Q, R, S - corrispondono alla contrazione dei ventricoli;
  • T - registra il rilassamento dei ventricoli.

Un segmento è un segmento di un contorno tra i denti e un intervallo è un intervallo di più denti o segmenti.

Il cardiologo decifra i risultati dell'elettrocardiogramma secondo i criteri:

  1. Ritmo delle contrazioni: determinato dalla distanza da un'onda R all'altra.
  2. Calcola la frequenza cardiaca. Per questo, il numero di complessi ventricolari nella sezione del nastro viene contato e, a seconda della velocità del nastro, viene ricalcolato in relazione al tempo.
  3. Dall'onda P determina: qual è la fonte dell'eccitazione miocardica (nodo del seno o altri focolai patologici).
  4. Valuta la conducibilità. Per questo misura la durata di: l'onda P; Intervallo P-Q; QRS complesso; l'intervallo tra l'inizio del complesso QRS e l'onda R..
  5. Determina l'asse elettrico del cuore (EOS).
  6. Analizza P e P-Q.
  7. Analizza il complesso ventricolare Q-R-S-T.

L'ECG viene solitamente eseguito in 12 derivazioni: 6 derivazioni degli arti (gli assi si trovano sul piano frontale) e 6 derivazioni toraciche (V1-V6). Le derivazioni degli arti sono suddivise in standard (I, II, III) e potenziate (aVR, aVL, aVF).

Le donne in gravidanza dopo 30 settimane di gravidanza vengono sottoposte a cardiotocografia fetale (CTG), che consente di analizzare la frequenza cardiaca del bambino nell'utero e determinare la variabilità (intervallo) della frequenza cardiaca. Questo termine descrive la deviazione del ritmo verso l'alto o verso il basso dal valore medio, poiché il cuore fetale batte a frequenze diverse. La norma di variabilità è considerata di 5-25 battiti al minuto. Se la variabilità aumenta, ciò richiede osservazione e metodi di ricerca aggiuntivi..

Ritmo normale

Se la conclusione dice - ritmo sinusale sull'ECG o - normosistole, significa:

  • il ritmo delle contrazioni è regolare, se la distanza tra le onde R è la stessa e la deviazione non è superiore al 10% della loro durata media;
  • frequenza cardiaca: 60-90 battiti al minuto per gli adulti. Per i neonati, una frequenza cardiaca normale può essere 140-160, per un bambino da uno a 15 anni - nell'intervallo 60-100, a seconda dell'età;
  • la fonte di eccitazione è nel nodo del seno, se le onde P sono sempre dirette verso l'alto, sono presenti davanti a ciascun complesso QRS e in una derivazione hanno la stessa forma;
  • la posizione normale dell'EOS è un angolo di 30-70 °. Sull'ECG appare così: l'onda R è sempre più alta dell'onda S, l'onda R nella seconda deviazione standard è massima;
  • l'onda P atriale è normalmente positiva nelle derivazioni I, II, aVF, V2-V6, nelle derivazioni aVR è sempre negativa;
  • la durata del complesso QRST è 0,07-0,09 s. Onda R - positiva, altezza - 5,5-11,5 mm, Q, S - negativa.

La normale conducibilità è caratterizzata dalle principali indicazioni:

IndiceNorma
Durata dell'onda P.Fino a 0,1 s
Durata dell'intervallo PQ0,12-0,2 secondi
Durata del complesso QRS0,06-01 s
Intervallo di deviazione internaIn V1 - fino a 0,03 s, in V6 - 0,05 s

Segni di singole violazioni del ritmo sinusale sull'ECG

Le violazioni del ritmo sinusale del cuore sull'elettrocardiogramma sono espresse nella disposizione anormale dei denti, la loro assenza, la deviazione di altezza e durata dalla norma.

Uno specialista esperto può determinare tramite ECG non solo il ritmo delle contrazioni cardiache (non sinusale corretto o errato con frequenza cardiaca normale o disturbata), ma anche la posizione del centro dell'attività patologica.

L'insufficienza cardiaca sull'ECG si presenta così:

  • Aritmia sinusale - La distanza R-R differisce del 10-15%.
  • Tachicardia: gli intervalli R-R sono gli stessi, la frequenza cardiaca è superiore a 100 battiti. / in min.
  • Bradicardia - R-R della stessa lunghezza, frequenza cardiaca inferiore a 50 battiti. / in min.
  • Extrasistole sinusale: comparsa prematura di un'onda P normale e complesso QRST.

Per quanto riguarda le deviazioni della posizione dell'asse elettrico del cuore, la norma EOS coincide con il suo asse anatomico ed è diretta semi-verticale, cioè in basso ea sinistra. Sull'ECG è possibile registrare uno spostamento dell'asse elettrico del cuore a sinistra oa destra, ma questo non sempre indica patologia. La posizione dell'EOS dipende anche dal fisico. Nelle persone alte e magre, il cuore si trova più verticalmente e nelle persone corte e dense è più vicino all'orizzontale.

  • blocco atrioventricolare (blocco AV) di 1 grado - distanza PQ superiore a 0,2 s, QRS dopo ogni P;
  • Blocco AV di 2 ° grado - PQ si allunga gradualmente, sposta il QRS;
  • blocco completo del nodo AV - la frequenza delle contrazioni atriali è superiore a quella dei ventricoli, PP e RR sono uguali, PQ è di lunghezza diversa;
  • blocco di branca destro incompleto (NBBBB) - ci sono piccole tacche sull'onda S..

L'accorciamento del PQ indica una maggiore conduttività, è spiegato dalla presenza di fasci aggiuntivi dell'impulso.

Inoltre, l'ECG può registrare la sindrome della ripolarizzazione precoce dei ventricoli, che si esprime nell'elevazione del tratto ST sopra l'isolina, la presenza di un rigonfiamento negativo su di essa e altri segni. Se la ST è inferiore all'isolina, allora possiamo parlare di depressione aspecifica (prolasso), che è un sintomo di molte condizioni patologiche.

Frequenza cardiaca sinusale su un ECG: cosa significa e cosa può dire

Un ritmo cardiaco che proviene dal nodo del seno e non da altre aree è chiamato seno. È determinato sia nelle persone sane che in alcuni pazienti con malattie cardiache..

Gli impulsi cardiaci compaiono nel nodo del seno, quindi divergono lungo gli atri e i ventricoli, provocando la contrazione dell'organo muscolare.

Cosa significa e quali sono le norme

Ritmo sinusale ECG: cosa significa e come determinarlo? Ci sono cellule nel cuore che creano slancio attraverso un certo numero di battiti al minuto. Si trovano nel seno e nei nodi atrioventricolari, nonché nelle fibre di Purkinje, che costituiscono il tessuto dei ventricoli cardiaci..

Il ritmo sinusale sull'elettrocardiogramma significa che questo impulso è generato dal nodo del seno (la norma è 50). Se i numeri sono diversi, l'impulso viene generato da un altro nodo, che fornisce un valore diverso per il numero di battiti.

Normalmente, un ritmo cardiaco sinusale sano è regolare con frequenze cardiache diverse a seconda dell'età.

Nei neonati, la frequenza del ritmo può essere di 60-150 al minuto. Con la crescita, la frequenza del ritmo rallenta e dall'età di 6-7 anni si avvicina agli indicatori degli adulti. Negli adulti sani, la velocità è di 60-80 in 60 secondi.

Letture normali nel cardiogramma

Cosa cercano quando conducono l'elettrocardiografia:

  1. L'onda P sull'elettrocardiogramma precede necessariamente il complesso QRS.
  2. La distanza PQ corrisponde a 0,12 secondi - 0,2 secondi.
  3. La forma dell'onda P è costante in ogni derivazione.
  4. In un adulto, la frequenza del ritmo corrisponde a 60-80.
  5. La distanza P - P è la stessa della distanza R - R.
  6. L'onda P nello stato normale dovrebbe essere positiva nella seconda derivazione standard, negativa nella derivazione aVR. In tutte le altre derivazioni (sono I, III, aVL, aVF), la sua forma può differire a seconda della direzione del suo asse elettrico. Di solito le onde P sono positive sia nella derivazione I che aVF.
  7. Nelle derivazioni V1 e V2, l'onda P sarà bifase, a volte può essere prevalentemente positiva o prevalentemente negativa. Nelle derivazioni da V3 a V6, l'onda è prevalentemente positiva, sebbene possano esserci delle eccezioni a seconda del suo asse elettrico.
  8. Ogni onda P dovrebbe normalmente essere seguita da un complesso QRS, un'onda T. L'intervallo PQ negli adulti è di 0,12 secondi - 0,2 secondi.

Il ritmo sinusale insieme alla posizione verticale dell'asse elettrico del cuore (EOS) mostra che questi parametri rientrano nei limiti normali. L'asse verticale mostra la proiezione della posizione dell'organo nel torace. Inoltre, la posizione dell'organo può essere nei piani semi-verticale, orizzontale, semi-orizzontale..

È possibile determinare le rotazioni dell'organo dall'asse trasversale, che indicano solo le caratteristiche strutturali di un particolare organo.

Quando l'ECG registra un ritmo sinusale, significa che il paziente non ha problemi con il cuore. È molto importante non preoccuparsi o essere nervosi quando si supera l'esame, in modo da non ricevere dati imprecisi.

Non si deve eseguire l'esame immediatamente dopo lo sforzo fisico o dopo che il paziente è salito a piedi al terzo o quinto piano. Dovresti anche avvertire il paziente di non fumare mezz'ora prima dell'esame, in modo da non ottenere risultati inaffidabili..

Violazioni e criteri per la loro determinazione

Se la descrizione contiene la frase: disturbi del ritmo sinusale, viene registrato un blocco o un'aritmia. L'aritmia è qualsiasi interruzione della sequenza e della frequenza del ritmo..

I blocchi possono essere causati se la trasmissione dell'eccitazione dai centri nervosi al muscolo cardiaco è disturbata. Ad esempio, l'accelerazione del ritmo mostra che con una sequenza standard di contrazioni, i ritmi cardiaci sono accelerati.

Se la conclusione include la frase su un ritmo instabile, significa che si tratta di una manifestazione di una bassa frequenza cardiaca o della presenza di bradicardia sinusale. La bradicardia ha un effetto dannoso sulla condizione umana, poiché gli organi non ricevono la quantità di ossigeno necessaria per la normale attività.

I sintomi spiacevoli di questa malattia possono essere vertigini, cadute di pressione, disagio e persino dolore al petto e mancanza di respiro..

Se viene registrato un ritmo sinusale accelerato, è molto probabile che si tratti di una manifestazione di tachicardia. Tale diagnosi viene effettuata quando il numero di battiti della frequenza cardiaca supera i 110 battiti.

Decifrare i risultati e fare una diagnosi

Per diagnosticare l'aritmia, è necessario confrontare gli indicatori ottenuti con gli indicatori della norma. La frequenza cardiaca per 1 minuto non deve essere superiore a 90. Per determinare questo indicatore, è necessario dividere 60 (secondi) per la durata dell'intervallo R-R (anche in secondi) o moltiplicare il numero di complessi QRS in 3 secondi (una sezione di 15 cm di lunghezza del nastro) per 20.

Pertanto, è possibile diagnosticare le seguenti deviazioni:

  1. Bradicardia: frequenza cardiaca / min inferiore a 60, a volte viene registrato un aumento dell'intervallo P-P fino a 0,21 secondi.
  2. Tachicardia: la frequenza cardiaca aumenta a 90, sebbene altri segni del ritmo rimangano normali. Spesso si può osservare una depressione obliqua del segmento PQ e il segmento ST - ascendente. A prima vista, potrebbe sembrare un'ancora. Se la frequenza cardiaca supera i 150 battiti al minuto, si verifica il blocco del 2 ° stadio.
  3. L'aritmia è un ritmo sinusale irregolare e instabile del cuore, quando gli intervalli R-R differiscono per più di 0,15 secondi, il che è associato a cambiamenti nel numero di battiti per inspirazione ed espirazione. Comune nei bambini.
  4. Ritmo rigido: eccessiva regolarità delle contrazioni. R-R differisce di meno di 0,05 sec. Ciò può essere dovuto a un difetto del nodo del seno o a una violazione della sua regolazione neurovegetativa..

Motivi delle deviazioni

Le cause più comuni di disturbi del ritmo sono:

  • abuso eccessivo di alcol;
  • eventuali difetti cardiaci;
  • fumare;
  • uso a lungo termine di glicosidi e farmaci antiaritmici;
  • rigonfiamento della valvola mitrale;
  • patologia della funzionalità della ghiandola tiroidea, inclusa la tireotossicosi;
  • insufficienza cardiaca;
  • malattie del miocardio;
  • lesioni infettive delle valvole e di altre parti del cuore - una malattia dell'endocardite infettiva (i suoi sintomi sono abbastanza specifici);
  • sovraccarico: emotivo, psicologico e fisico.

Ulteriori ricerche

Se il medico, esaminando i risultati, vede che la lunghezza dell'area tra le onde P, così come la loro altezza, non sono uguali, allora il ritmo sinusale è debole.

Per determinare la causa, si può consigliare al paziente di sottoporsi a diagnostica aggiuntiva: è possibile identificare la patologia del nodo stesso o problemi del sistema nodale autonomo.

Un esame aggiuntivo è prescritto quando il ritmo è inferiore a 50 e più forte di 90.

Quindi viene prescritto il monitoraggio Holter o viene eseguito un test antidroga, che consente di scoprire se esiste una patologia del nodo stesso o la regolazione del sistema vegetativo del nodo è disturbata.

Per maggiori dettagli sulla sindrome di debolezza di questo nodo, guarda la videoconferenza:

Se si scopre che l'aritmia è stata il risultato di violazioni nel nodo stesso, vengono assegnate le misurazioni di correzione dello stato vegetativo. Se per altri motivi, vengono utilizzati altri metodi, ad esempio l'impianto di uno stimolatore.

Il monitoraggio Holter è un elettrocardiogramma comune che viene eseguito durante il giorno. A causa della durata di questo esame, gli specialisti possono esaminare lo stato del cuore a diversi gradi di stress. Con un ECG convenzionale, il paziente giace su un lettino e con il monitoraggio Holter è possibile studiare lo stato del corpo durante lo sforzo fisico.

Tattiche di trattamento

L'aritmia sinusale non richiede un trattamento speciale. Un ritmo errato non significa che ci sia una delle malattie elencate. Il disturbo del ritmo cardiaco è una sindrome comune che colpisce qualsiasi età.

Smettendo di fumare e alcol, doping e bevande energetiche, stress fisico o psico-emotivo eccessivo, una persona può evitare anomalie cardiache avverse e raggiungere una norma.

Una corretta alimentazione, routine quotidiana e assenza di stress possono aiutare ad evitare problemi cardiaci. Sarà utile assumere vitamine per mantenere la funzione cardiaca e migliorare l'elasticità dei vasi sanguigni. Nelle farmacie puoi trovare un gran numero di vitamine complesse contenenti tutti i componenti necessari e vitamine specializzate per supportare il lavoro del muscolo cardiaco.

Oltre a loro, puoi arricchire la tua dieta con cibi come arance, uvetta, mirtilli, barbabietole, cipolle, cavoli, spinaci. Contengono molti antiossidanti che regolano il numero di radicali liberi, il cui eccesso può causare infarto miocardico..

Per il buon funzionamento del cuore, il corpo ha bisogno di vitamina D, che si trova nel prezzemolo, nelle uova di gallina, nel salmone, nel latte.

Se formuli correttamente una dieta, aderisci al regime quotidiano, puoi ottenere un lavoro lungo e ininterrotto del muscolo cardiaco e non preoccupartene fino alla vecchiaia.

Infine, ti suggeriamo di guardare un video con domande e risposte sui disturbi del ritmo cardiaco:

Ritmo sinusale su un ECG: che cos'è, norme e tipi di deviazioni, diagnostica aggiuntiva e metodi di trattamento

Il ritmo cardiaco è un indicatore del normale funzionamento del cuore su un ECG: una frequenza accettabile di contrazioni di un organo muscolare e intervalli uguali tra i battiti.

Tuttavia, ciò non significa che non possano esserci violazioni sullo sfondo di numeri e dati formalmente accettabili..

Per porre fine alla domanda, è necessaria la diagnostica strumentale. Le tecniche di routine come l'auscultazione e il conteggio del numero di contrazioni al minuto non sono sufficienti.

Se vengono rilevati disturbi, è indicata una terapia conservativa..

Le tecniche chirurgiche non sono praticamente utilizzate, tuttavia, si fa ricorso anche in caso di rilevamento di difetti, difetti anatomici, anomalie congenite della struttura del cuore.

Cos'è il ritmo sinusale

Il fenomeno in esame è considerato fisiologico, normale. Tutte le altre opzioni si riferiscono a deviazioni di diversa gravità.

Questo è un indicatore complesso, come già accennato. Per frequenza cardiaca sinusale si intende una combinazione del normale numero di battiti al minuto e intervalli uguali tra ogni battito.

I tratti caratteristici di un adeguato lavoro del cuore sono rappresentati da una serie di momenti formali che si ritrovano sul cardiogramma:

  • La frequenza cardiaca (il numero di movimenti contrattili di un ciclo completo: sistole-diastole) varia da 60 a 90 battiti al minuto, in alcune persone è possibile aumentare a 100, ma non di più.
  • Chiarezza degli intervalli tra ogni movimento successivo. È impossibile rilevare con metodi di routine, perché è necessaria l'attrezzatura.
  • L'onda P (uno speciale indicatore formale sul grafico con un ECG) è sempre della stessa altezza, non deformata, si manifesta in momenti identici.
  • La larghezza del complesso QRS è inferiore a 0,12 secondi.

Ci sono altri indicatori che vengono valutati da specialisti durante la diagnostica..

Riassumendo, possiamo dire che un ritmo cardiaco normale e corretto in una persona sana è sempre sinusale.

Questa non è una patologia, ma un termine medico che indica una condizione adeguata di un organo muscolare (almeno a prima vista).

Tipi di violazioni e loro caratteristiche sull'ECG

La prestazione normale non è tutto. È importante valutare anche altri componenti. Di conseguenza, è possibile trovare gruppi di disturbi di natura eterogenea.

Eccessiva regolarità del ritmo

O la sua rigidità in altre parole. Il cuore diventa troppo "goffo", praticamente non risponde agli stimoli esterni.

Normalmente, gli stimoli dovrebbero provocare un cambiamento della frequenza cardiaca in base al tipo di accelerazione sullo sfondo dell'attività fisica, una diminuzione del numero di colpi notturni durante il riposo, la produzione di melatonina e una diminuzione della sintesi del cortisolo. In questo caso, questo non viene osservato.

È piuttosto difficile rilevare il problema, i medici possono prendere un ritmo adeguato e stabile come norma o addirittura come standard.

Il rilevamento è possibile sia sulla base dei risultati del monitoraggio giornaliero da parte di Holter, sia tramite test di esercizio fisico (ergometria della bicicletta).

La condizione comporta un pericolo non evidente. Con la rigidità, il ritmo sinusale è formalmente preservato, ma è possibile una grave ipossia, insufficiente circolazione sanguigna negli organi, nei tessuti, in particolare nel cervello, dopo qualsiasi attività.

Pertanto, si consiglia di controllare i pazienti con maggiore attenzione. Inoltre, se ci sono fattori di rischio.

Tachicardia

La frequenza cardiaca accelerata del seno è un gruppo eterogeneo di disturbi. In questo caso, stiamo parlando di tachicardia sinusale, quando gli indicatori sono normali (intervalli uguali e altri), ma la frequenza delle contrazioni aumenta a 100 o più.

Di solito - questa è un'indicazione di disturbi funzionali del sistema nervoso, stato ormonale. Sono possibili anche altre opzioni.

Il processo patologico in questione non comporta un grande pericolo per la vita, ma in alcuni casi il disturbo è mascherato da altri.

Un paziente, una persona senza conoscenze mediche, molto probabilmente non sarà in grado di distinguere in modo indipendente la tachicardia sinusale da quella parossistica (molto più pericolosa), pertanto si consiglia di consultare un medico in tutti i casi.

Un tasso accelerato richiede l'uso di farmaci come i beta-bloccanti solo in casi estremi.

Rallentamento del ritmo sinusale

Il ritmo sinusale con una diminuzione della frequenza cardiaca è un'altra opzione clinica, si chiama bradicardia. È accompagnato da una diminuzione del numero di colpi dell'organo muscolare inferiore a 60 al minuto.

Associato a sintomi caratteristici solo in un momento precoce. Quindi, man mano che ci si abitua, le deviazioni dal lato del benessere diventano nulle e la persona smette di notare il problema..

Aritmia sinusale

Il nome generale di processi patologici, uniti da un criterio certo. In questo caso, parlano del passaggio dei singoli battiti con la conservazione formale del ritmo sinusale corretto.

È accompagnato da sintomi estremamente dolorosi, sensazione di pressione al petto, paura. Al paziente sembra che il cuore si fermi. Per una panoramica dettagliata dell'aritmia sinusale leggi qui.

Extrasistole

L'esatto opposto dell'opzione precedente. In questo caso, in determinati momenti viene rilevata la comparsa di contrazioni straordinarie..

Gli episodi isolati non sono pericolosi. Se si verificano in gruppi, è possibile l'arresto cardiaco e la morte del paziente..

È anche impossibile distinguere da soli tra extrasistoli singoli e accoppiati, è necessaria l'elettrocardiografia. Maggiori informazioni sulla violazione qui.

Sindrome del seno malato

Fornisce una tipica triade di fenomeni: frequenza cardiaca criticamente bassa (circa 50 battiti al minuto o anche meno), trasmissione di battiti (eventi aritmici), periodi regolari di tachicardia spontanea.

Tali attacchi durano non più di mezz'ora. Nelle fasi avanzate del disturbo, le opzioni sono possibili. Maggiori informazioni sulla violazione in questo articolo..

Tutte le patologie descritte vengono rilevate durante la diagnosi. Ma anche prima del momento della ricerca strumentale, bisogna prestare attenzione al benessere.

Se non c'è disagio o il paziente non sa cosa l'ha causato, non ci sarà alcun incentivo a visitare un medico.

A quali segni dovresti prestare attenzione?

Disturbi del ritmo. La cosa ovvia. Manifestato dall'accelerazione o dalla decelerazione della frequenza cardiaca. Soggettivamente sentito solo in una fase iniziale del processo patologico.

Con l'ulteriore progressione, il quadro clinico diventa sfocato, la persona smette di sentire che gli sta accadendo qualcosa di anormale.

  • Dolori al petto di varia intensità. Non sempre trovato. In quasi tutti i casi, è indicata un'ulteriore violazione (primaria o secondaria) dell'afflusso di sangue miocardico. Le fasi iniziali dell'insufficienza coronarica, cardiopatia ischemica. Per natura il disagio è sempre pressante, ardente, scoppiante.
Attenzione:

Il formicolio e soprattutto la lombalgia escludono piuttosto l'origine cardiaca del disturbo.

  • Sudorazione. Iperidrosi. Può verificarsi come parte di reazioni colloptoidi sullo sfondo di un forte calo della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna o come un sintomo persistente di origine sconosciuta.
  • Stanchezza, stanchezza. Si sviluppa spontaneamente, accompagna sempre il paziente o il più delle volte. Il motivo è l'insufficiente circolazione sanguigna nel cervello, il passaggio del corpo alla modalità "economica".
  • Dispnea. In primo luogo, sullo sfondo dell'attività fisica. La sua intensità può essere tale che il paziente non si accorga del problema. Per arrivare al sintomo è necessario uno stress estremo. Quindi, sullo sfondo del riposo, anche in posizione sdraiata, seduto. Di solito nella fase di disturbo pronunciato, i pazienti sanno già che esiste una sorta di disturbo.
  • Mal di testa, segni neurologici. Nella parte posteriore della testa, tempie. Anche vertigini, incapacità di navigare nello spazio, paresi, problemi di sensibilità e altri momenti.
  • Pallore della pelle, mucose. Anche le unghie. Il derma acquisisce una caratteristica tonalità di marmo, i vasi brillano attraverso di esso, viene creato un motivo tipico.
  • Cianosi di braccia e gambe, triangolo naso-labiale. Pelle blu.
  • Rigonfiamento. All'inizio, periferico, vengono colpiti solo gli arti. Quindi tutto il corpo, che indica la progressione della patologia.
  • Insonnia. Risvegli notturni frequenti. Il sintomo è estremamente dolorosamente tollerato dai pazienti, perché la fatica è aggravata.
  • Disturbi mentali del tipo di depressione e nevrosi. Segno di alterata circolazione cerebrale.

Motivi delle deviazioni

Di per sé, i disturbi del ritmo sinusale non sono primari. Sono sempre sintomatici, cioè si sviluppano sullo sfondo di vari processi patologici. Questi includono le seguenti diagnosi:

  • Insufficienza cardiaca cronica. Si sviluppa gradualmente, nel corso degli anni, a meno che non si parli di una forma acuta (e tale si nota immediatamente, può essere camuffata da infarto). In un decorso cronico, le manifestazioni vengono gradualmente stratificate..

I disturbi del ritmo con conservazione formale del suo tipo di seno vengono rilevati solo nella fase iniziale.

Man mano che la progressione progredisce, c'è fibrillazione ventricolare, fibrillazione atriale meno frequente, aritmie gravi pronunciate, mortali.

  • Insufficienza coronarica. In questo caso, stiamo parlando di angina pectoris. Un disturbo transitorio dell'afflusso di sangue al muscolo cardiaco.

Paradossalmente, questa violazione potrebbe non essere indipendente, ma causata da altre malattie..

La differenza fondamentale rispetto a un infarto è l'assenza di processi distruttivi persistenti nelle fibre muscolari.

  • Difetti cardiaci congeniti, difetti acquisiti. Insufficienza valvolare (aortica, mitrale, tricuspide), lesioni del setto, altre anomalie, inclusa l'origine cromosomica.

Provocano non solo e non tanto violazioni sullo sfondo di un ritmo sinusale preservato. Di solito parliamo di disturbi più gravi. A parte i cosiddetti piccoli difetti come una finestra ovale aperta e altri.

  • Patologie del sistema nervoso dovute ad anomalie idiopatiche strutturali o funzionali. Cioè, possiamo parlare sia di una variante della manifestazione con dipendenza meteorologica, sia di un tumore al cervello, epilessia, lesioni infettive delle strutture cerebrali (meningite, encefalite).
  • Malattia ipertonica. Aumento stabile della pressione sanguigna.
  • Disturbi endocrini. Numerose. Diabete mellito, disturbi nella sintesi degli ormoni della corteccia surrenale (cortisolo, norepinefrina come i principali), tiroide (ipo o ipertiroidismo), ghiandola pituitaria. Rilevato durante la valutazione del profilo da un endocrinologo.
  • Attacco di cuore. Una forma di insufficienza coronarica. È accompagnato da distruzione miocardica. In questo caso, i disturbi del ritmo vengono rilevati sia durante un episodio acuto che dopo di esso, come parte della fase di riabilitazione..
  • Violazioni della conduzione dell'impulso bioelettrico dal nodo del seno. Un blocco di branca o ramificazione extra (sindrome WPW) che causa un'eccitazione eccessiva delle camere cardiache.

Tutti i tipi di blocchi sono descritti in questo articolo..

Ulteriori esami

Sotto la supervisione di un cardiologo e altri medici. L'elenco delle attività è simile a questo:

  • Interrogatorio verbale dei reclami. Nelle prime fasi, il paziente non indica problemi di benessere, il che, tuttavia, non significa assenza di disturbi. L'oggettivazione dei sintomi semplifica notevolmente il lavoro del medico, consente di navigare nel vettore di ulteriori diagnosi. Ma molti momenti si ritrovano così, nel corso delle tecniche strumentali.
  • Prendendo l'anamnesi. Un ritmo instabile può essere il risultato di malattie passate, patologie attuali, cattive abitudini, una combinazione di un gruppo di fattori.
  • Misurazione della pressione sanguigna. Come parte dell'identificazione della causa del disturbo. Anche la frequenza cardiaca.

La tecnica precedente non è molto istruttiva: registra i risultati in statica, in un dato momento.

Il monitoraggio Holter quotidiano aiuta a fare luce sulla situazione, a considerarla da diverse angolazioni.

Entrambi gli indicatori vengono registrati a intervalli regolari per 24 ore.

Lo studio dà il massimo, ci permette di affermare il fatto della presenza di una deviazione. Ma è impossibile capire che tipo di disturbo. Diagnostica aggiuntiva richiesta.

  • Elettrocardiografia (ECG). Viene utilizzato solo per determinare le violazioni del ritmo sinusale. Consente di rappresentare visivamente il lavoro delle strutture cardiache. Esistono molte deviazioni tipiche che possono indicare una particolare malattia..
  • Ecocardiografia. Utilizzato per visualizzare il tessuto miocardico e le strutture circostanti. È principalmente prescritto per identificare difetti, difetti anatomici a decorso muto, anomalie non pericolose, problemi con grandi vasi in una data localizzazione (parte dell'aorta, arteria polmonare).
  • RM se necessario.
  • Esame neurologico di routine con una serie di test, valutazione dei riflessi.
  • EEG. Encefalografia.
  • Analisi del sangue generale, biochimica, per gli ormoni (tiroide: T3, T4, ghiandola pituitaria: prolattina, somatotropina, TSH, corteccia surrenale: cortisolo, adrenalina).

Inoltre, possono essere necessarie angiografia, ecografia e altre tecniche. L'elenco non è esaustivo. Molto dipende dal presunto processo patologico primario.

Trattamento

La terapia non richiede disturbi del ritmo, è una misura sintomatica. La base è l'eliminazione del principale processo patologico.

L'approccio etiotropico risolve simultaneamente un altro problema: la prevenzione (prevenzione) delle complicanze, la progressione del disturbo.

Il ritmo irregolare richiede cure conservative, utilizzando gruppi di farmaci.

Poiché l'elenco delle cause è enorme, è impossibile descrivere a fondo tutti i modi di trattamento. Ci sarebbero abbastanza informazioni per molte ricerche scientifiche.

  • Le patologie endocrine vengono eliminate dalla dieta, la nomina della terapia ormonale sostitutiva.
  • I disturbi funzionali del cuore richiedono l'uso di glicosidi (digossina), farmaci antiaritmici (chinidina o amiodarone, ma con cautela).
  • L'ipertensione comporta l'assunzione di gruppi speciali di farmaci: ACE inibitori (Perindopril, Prestarium), beta-bloccanti (Metoprololo, Carvedilolo), calcio-antagonisti (Diltiazem), agenti ad azione centrale (Moxonidina) e diuretici lievi (Veroshpiron e suoi analoghi).
  • I disturbi funzionali neurologici richiedono la nomina di agenti misti cerebrovascolari (Piracetam, Actovegin) e / o nootropici (Cavinton, Vestibo, Glycine).

Come parte del sollievo dall'attacco stesso della tachicardia, vengono utilizzati beta-bloccanti. L'anaprilina è ideale per questi scopi (nella quantità di un quarto o metà della compressa, intera viene presa in casi eccezionali).

È necessario un intervento chirurgico quando vengono rilevati difetti cardiaci pericolosi. Protesi di aree distrutte (più spesso di altri metodi), plastica, ripristino dell'integrità anatomica dei tessuti.

In caso di anomalie vascolari, è possibile il posizionamento di stent, il ballooning (espansione meccanica del lume).

Con lo sviluppo di un'eccessiva attività elettrica del cuore dovuta alla formazione di fibre conduttive in eccesso, viene eseguita l'ablazione con radiofrequenza (cauterizzazione) del fuoco alterato.

Questo è un intervento minimamente invasivo praticamente senza complicazioni.

Tipi pericolosi di disturbi come extrasitolia di gruppo, fibrillazione atriale, fibrillazione e flutter richiedono l'installazione di un pacemaker, che a sua volta imposta il ritmo corretto.

In futuro, verranno necessariamente utilizzati cardioprotettori. Riboxin o Mildronate per normalizzare i processi metabolici nel cuore.

Raccomandazioni universali per i pazienti al momento del trattamento e dopo di esso: smettere di fumare, alcol, uso non autorizzato di droghe, evitare lo stress, riposare completamente (almeno 7 ore a notte), aderire a un'adeguata attività fisica (camminare e nuotare, non di più).

Regola anche la dieta. Meno grassi animali, più cibi vegetali. Ma il rifiuto completo non dovrebbe essere, per non affrontare la carenza di proteine..

Una dieta vegetariana richiede un certo livello di salute, non è categoricamente adatta a una persona con problemi cardiaci..

Previsioni

Di per sé, le deviazioni dei numeri non sono una diagnosi. Esattamente, come il ritmo sinusale sull'ECG, è sbagliato considerarlo un indicatore di salute al cento per cento..

In termini di compromissione funzionale, il risultato è favorevole. Quando esegui il trattamento, puoi dimenticare il problema.

Se ci sono vizi, non è tutto così semplice. Così come nella situazione e ipertensione, malattie endocrine. Ma ancora non si parla di esito negativo..

Le previsioni negative riguardano solo condizioni organiche avanzate, attacco cardiaco esteso, insufficienza cardiaca grave.

Un certo pericolo è portato da extrasistole di gruppo del tipo di bigeminismo, trigeminia. Appartiene alle forme minacciose. Può causare improvvisamente arresto cardiaco e morte.

Infine

Il ritmo sinusale significa che le strutture cardiache funzionano normalmente. Almeno a prima vista. Cosa sta realmente accadendo, devi scoprirlo.

Qualsiasi deviazione è considerata un segno di patologia. Sono necessari ulteriori esami e trattamenti.

Frequenza cardiaca sinusale cosa significa

Il cuore di una persona sana batte regolarmente, ritmicamente, con una frequenza da 60 a 90 battiti al minuto. Fa battere il cuore e regola il ritmo delle contrazioni da uno speciale centro di automatismo di primo ordine o nodo del seno.

Nodo sinusale - Questo è un gruppo di cellule situate nell'atrio destro che hanno la capacità di produrre impulsi, trasmettere questi impulsi ad altre cellule del miocardio.

Normalmente, l'impulso nasce nel nodo del seno dell'atrio destro, copre entrambi gli atri, quindi attraverso il nodo atrioventricolare, che è il centro dell'automatismo di secondo ordine, l'impulso viene trasmesso ai ventricoli e li copre con eccitazione.

È così che il cuore si contrae: prima gli atri e poi i ventricoli. Se, dopo aver condotto un ECG, il medico ha concluso "seno, ritmo corretto", significa che il tuo cuore si contrae normalmente, non ci sono anomalie patologiche nel lavoro del sistema di conduzione. Ciò significa che l'impulso che fa battere il tuo cuore avviene dove è necessario, cioè nel nodo del seno dell'atrio destro..

ECG e ritmo sinusale

Ritmo sinusale normale

Il metodo più semplice ed economico per determinare la frequenza cardiaca è l'ECG. Questo è un metodo che consente di determinare la frequenza e la regolarità delle contrazioni cardiache, valutare la natura del ritmo e la sua fonte, diagnosticare un danno miocardico acuto o cronico. L'esecuzione di un ECG è obbligatoria per esami di routine e visite mediche. Qualsiasi medico e operatore sanitario con un'istruzione medica secondaria dovrebbe essere in grado di crittografare un cardiogramma.

Sull'elettrocardiogramma c'è un'onda P, che è responsabile del lavoro degli atri, e c'è un complesso di onde QRS, questo complesso mostra il lavoro dei ventricoli. Poiché normalmente gli atri vengono contratti prima, poi i ventricoli, l'onda P deve sempre precedere il complesso QRS.

Quindi, segni ECG del ritmo sinusale:

  1. Forma d'onda P permanente (durata 0,1 s, altezza 2-2,5 mm),
  2. Distanza uguale tra i denti P-P o R-R,
  3. L'onda P precede sempre il complesso QRS,
  4. La distanza dall'onda P alla successiva onda Q è la stessa e pari a 0,12-0,2 s,
  5. Frequenza cardiaca da 60 a 90 battiti al minuto.

Se questi criteri sono soddisfatti sull'ECG, significa che il ritmo cardiaco è normale..

Cosa deve sapere il paziente prima di sottoporsi a un ECG?

Affinché i dati dell'elettrocardiogramma siano il più precisi possibile, ci sono alcune regole che devono essere seguite dal paziente prima di condurre questo studio. Innanzitutto, cerca di non essere nervoso, di non bere alcolici, caffè, tè forte, di non fumare prima della procedura, poiché la frequenza cardiaca aumenterà, si svilupperà tachicardia ei dati ECG non saranno corretti. Non è necessario mangiare troppo e impegnarsi in lavori manuali. Se segui tutte le regole di cui sopra, la registrazione ECG ti consentirà di diagnosticare il lavoro del tuo cuore nel modo più accurato possibile e determinarne il ritmo e la frequenza delle contrazioni.

Frequenza cardiaca nei bambini

Palpitazioni nei bambini

Il battito cardiaco nei neonati e nei bambini piccoli è molto più frequente che in un adulto. Se metti la mano sul petto di un bambino piccolo, puoi sentire quanto spesso e forte batte il piccolo cuore. Più piccolo è il bambino, più spesso il suo cuore si contrae. Ad esempio, la norma per un neonato è una frequenza cardiaca fino a 140 battiti al minuto e quando si alimenta, urla, può raggiungere 180 battiti al minuto..

Ciò è dovuto al fatto che i bambini hanno un metabolismo più intenso e al fatto che il cuore è meno suscettibile all'influenza del nervo vago, che rallenta il battito cardiaco. All'età di due anni, la frequenza cardiaca è in media di 120-125 al minuto, di sei - 100-105 e già dai dieci ai dodici anni la frequenza cardiaca di un bambino corrisponderà a quella di un adulto.

Queste caratteristiche fisiologiche, caratteristiche dell'infanzia, dovrebbero essere prese in considerazione dal genitore e non fatevi prendere dal panico se, durante la decodifica del cardiogramma, il medico scrive un numero a tre cifre, determinando la frequenza cardiaca del vostro bambino. Forse un battito cardiaco accelerato per la sua età è normale. E se gli intervalli tra i battiti cardiaci sono gli stessi, l'onda P accompagna ogni complesso di contrazioni ventricolari - questo significa ritmo sinusale, e in questo caso non c'è motivo di preoccuparsi.

Quando il ritmo sinusale è sbagliato?

Il nodo senoatriale può produrre impulsi sia con la stessa frequenza costante, sia con periodi di aumento e diminuzione graduali. Se il ritmo sinusale è caratterizzato da tali periodi di aumento-diminuzione, stiamo parlando di un ritmo sinusale anormale o aritmia. Esistono due forme di aritmia sinusale: respiratoria (ciclica) e non respiratoria (non ciclica).

L'aritmia respiratoria o ciclica è caratterizzata dal fatto che la frequenza cardiaca aumenta con l'inspirazione e rallenta con l'espirazione, c'è una chiara connessione con la respirazione. Questa condizione si verifica a causa dell'elevata attività del nervo vago. L'aritmia respiratoria è caratteristica di giovani, atleti, pazienti con distonia neurocircolatoria, nevrosi e adolescenti durante la pubertà.

Segni ECG di aritmia respiratoria:

  1. Segni del ritmo sinusale (onda P di forma e dimensioni normali, precede sempre il complesso QRS),
  2. Aumento della frequenza cardiaca durante l'inspirazione e diminuzione durante l'espirazione,
  3. La durata R-R non è la stessa, ma gli intervalli sono entro 0,15 s.

Un tratto caratteristico e un criterio diagnostico è il momento seguente: l'aritmia respiratoria scompare sull'ECG trattenendo il respiro, si intensifica sotto l'azione dei farmaci del gruppo b-bloccante e scompare sotto l'azione dell'atropina. Negli anziani si osserva aritmia sinusale non associata alla respirazione, con varie patologie cardiache (cardiomiopatie, malattia coronarica, miocardite).

Se l'aritmia respiratoria ha una prognosi favorevole ed è una caratteristica fisiologica, l'aritmia non ciclica ha un valore prognostico più grave e può significare alcuni disturbi nel lavoro del cuore.

Segni ECG di aritmia non ciclica:

  1. Segni del ritmo sinusale (onda P di forma e dimensioni normali, precede sempre il complesso QRS)
  2. Non vi è alcuna connessione tra aritmia sinusale e respirazione,
  3. L'aritmia sinusale persiste trattenendo il respiro,
  4. La durata R-R non è la stessa, le pause sono più di 0,15 s.

Da quanto sopra, possiamo concludere che il ritmo sinusale è il ritmo normale della contrazione cardiaca, ma il ritmo sinusale non esclude possibili disturbi nel lavoro del cuore. È importante che il ritmo non sia solo sinusale, ma anche corretto. Un ritmo sinusale corretto significa che il tuo cuore batte regolarmente e ritmicamente.


Articolo Successivo
Ridotta tolleranza al glucosio