Il caso di Furgal: perché i testimoni sono lenti a testimoniare


1. Primo incontro

In una stanza buia, diverse candele bruciavano sul pavimento in cerchio. Le candele emanavano un delicato profumo floreale.

- Saluti, care streghe, al nostro primo incontro! - Una solenne voce fanciullesca si udì dall'oscurità e una piccola figura, avvolta in un panno scuro, apparve nel cerchio di luce, - Ti prego.

La ragazza voleva fare un gesto invitante, ma non riuscì a tirare fuori la mano da sotto la felpa e si limitò a un cenno del capo. Successivamente, altre tre figure apparvero intorno alle candele, anch'esse avvolte in tessuto scuro, che ricordavano sospettosamente delle coperte.

- Saluti! - Le ragazze risposero solennemente, ma non armoniosamente.
- Siediti: la ragazza lentamente, in modo da non toccare le candele, si è seduta sul pavimento.
Il resto è seguito.
- Elena, la strega, posso togliermi la coperta, altrimenti fa caldo? - sussurrò la ragazza seduta alla sinistra di Lena.
- Contattami "Cara Strega Elena"! - Con un leggero dispiacere ha risposto, - o semplicemente "Cara Elena". Puoi, cara Anastasia.

La strega Anastasia uscì delicatamente dalla coperta e la gettò all'ombra. Le altre due ragazze hanno svolto un po 'i mantelli fatti in casa, ma non li hanno tolti..

- Quindi, care streghe, - continuò Elena, - oggi abbiamo all'ordine del giorno...
- Ma non siamo ancora streghe, - la interruppe la ragazza al contrario, - diventeremo solo loro. Sarebbe meglio dire "future streghe".

La strega Elena aprì la bocca per rispondere, ma fu nuovamente interrotta.
- E non mi piace affatto il fascino della "strega"! Facciamo meglio "maga"? O "fate"? - La ragazza alla destra della strega in cui si è incastrata Elena.
- Così! - Elena ha iniziato rigorosamente, - care streghe Ekaterina e Irina! Siamo stati d'accordo su quello che vogliamo fare. Vogliamo diventare streghe! Quindi, ci rivolgeremo alle "streghe"! Ma dire "future streghe" non è serio, - concluse conciliante..
- Bene, okay, - mormorò la rispettata strega Irina, e la strega Catherine scosse la testa, in disaccordo, ma senza discutere.
- Quindi, carissimi, - disse la strega Elena, - all'ordine del giorno c'è la considerazione di una ricetta per una pozione che trasforma... trasforma... In generale, una pozione che ci trasformerà in vere streghe! E possiamo fare la magia con tutta la forza!

Un silenzio solenne incombeva sulle candele.
- E a meno che non siamo streghe, possiamo evocare qualcosa? - sussurrò la strega Anastasia ad Elena, sperando che gli altri non la sentissero.

Elena tossì minacciosamente e la domanda scomparve da sola.
- Cara strega Elena, - si rivolse Irina, - perché stai guidando l'incontro? Sembriamo essere partecipanti uguali.
- Perché, cara strega Irina, - rispose la ragazza iniziando ad arrabbiarsi, - che mi sono offerta di prepararmi! E tu, dopotutto, sei a casa mia! Discuteremo la ricetta o no? In qualche modo non sei serio!

Trattenendo le risate, le ragazze annuirono. E la strega Elena frusciò la sua felpa con cappuccio e tirò fuori un rotolo di carta leggermente spiegazzato.
- Ecco la ricetta. "Srotolò il pacco e lo passò in giro." L'ho trovato in un vecchio libro sulle streghe. Si chiama "Power Potion". Controlla la lista degli ingredienti e il processo di cottura. E decideremo chi farà cosa.

Le ragazze hanno letto a turno la ricetta e si sono guardate sorprese.

"Pozione per la manifestazione della forza
Acqua (mezzo litro a persona)
Una manciata di terra nera
10 denti di leone non soffiati
45 rane schiacciate
Argento (catena, braccialetto o ciondolo)
Tre fiammiferi accesi
Tre esalazioni (singole)
Mescolare l'acqua con la terra nera, portare a ebollizione. Aggiungere le rane e cuocere per dieci minuti a fuoco vivace. Aggiungere l'argento, mescolare tre volte, aggiungere i denti di leone e cuocere per mezz'ora. Prima di spegnere, getta tre fiammiferi accesi nella pozione. Spegnere e respirare immediatamente per la pozione. La pozione risultante dovrebbe essere di colore smeraldo con scintille rosa e bolle gialle. "

- Posso dare un'altra occhiata? - chiese la strega Catherine, quando il rotolo tornò alla padrona.
- Certo, - la strega Elena ha restituito il giornale e ne ha tirato fuori qualcun altro - ho fatto delle copie per renderlo più comodo.

Katya è andata a fondo nella lettura, mormorando qualcosa sottovoce.
- Non ci sono domande con l'acqua e la terra, - iniziò Elena, - questo può essere trovato ovunque.
- Dove faremo tutto questo? - La rispettata strega Irina è intervenuta.
- Esattamente! - Ekaterina alzò lo sguardo dalla lista - ti serve un posto...
- Sì, ci riuniremo qui! I miei genitori se ne andranno... Cioè, volevo dire, nessuno interferirà con noi, - la strega Elena è uscita.
- Chi porterà l'argento?

Un silenzio imbarazzante.
- Penso di avere una catena spezzata, - disse la strega Irina.
- Posso trovare denti di leone e fiammiferi, - ha aggiunto Ekaterina.
- Sono rimaste le rane, - riassunse la strega Elena e si guardò intorno tra il pubblico.

Le streghe Irina e Catherine le risposero con sguardi impotenti. La strega Anastasia guardò le candele.
- Penso di sapere, - disse pensierosa, - dove trovare così tante rane. Ne abbiamo molti alla dacia e escono sempre per strada. Vedo sempre rane schiacciate dalle macchine.
- Eccellente! - esclamò subito la strega Elena, che spaventò gli altri.

Le ragazze rabbrividirono insieme, quasi lasciando cadere le candele.
- Per riassumere ", ha continuato," ho un posto per, uh... rituale e acqua. Con Nastya, cioè con la cara Anastasia - le rane. Dalla cara Catherine - denti di leone e fiammiferi. Dalla cara Irina: una catena d'argento e una terra nera. Troverai?

Irina la strega annuì.
- Il prossimo incontro avrà luogo tra due settimane. Sarò libero. Con questo si chiude il nostro primo incontro! - Elena finì solennemente e si alzò, nascondendosi nell'oscurità. Ci fu un fruscio e un clic. Il lampadario si accendeva e illuminava la cameretta di una piccola ragazza, decorata con peluche, poster colorati alle pareti, fiori, adesivi e altri soprammobili che definiscono la stanza come la cameretta di una ragazza.

Al centro della stanza sedevano tre ragazze di circa dodici anni, due delle quali erano avvolte in coperte. Un altro stava contro il muro con un interruttore. Nastya spense le candele.
- Ho un'offerta, - Katya si tolse la coperta e si alzò, - Propongo di raccogliere e portare più ingredienti di quelli scritti nella ricetta. Improvvisamente non funzionerà la prima volta.
- Un pensiero interessante, - Lena si tolse la coperta e la mise sul letto, - ma possiamo raccogliere così tante rane?
- Bene, sì, - annuì Nastya, - devono ancora essere conservati da qualche parte.
Ira ripiegò ordinatamente la coperta, si alzò e prese il suo zainetto:
- Ok ragazze, devo andare.
- Mentre! - Risposero Lena e Nastya all'unisono.
- Sono con te, - si affrettò Katya, - ciao!
Le ragazze lasciarono la stanza insieme.

2. Il secondo incontro

- acqua.
- C'è! - Con un piacevole mormorio, l'acqua si versò nella caldaia.
- Chernozem.
- C'è! - Una manciata di terra nera gorgogliava nell'acqua.
- Bollire!

Tutto taceva in previsione, esattamente finché l'acqua sporca nella caldaia non bollì.
- Rane!
- C'è! - Rane di vari gradi di pressione e secchezza versate nel calderone. Tutti e quarantacinque pezzi.
- Cuocere per dieci minuti.

Il fuoco ardeva con tutta la sua forza. L'acqua ribolliva, trasformandosi gradualmente in un porridge marrone disgustoso con parti di corpi di rana e un odore sgradevole.
I creatori di pozioni si sono alternati a pizzicarsi il naso.

- Argento! - Qualcuno è entrato in dieci minuti.
- C'è! - La catena d'argento strappata affondò lentamente nella melma.
- Mescolare tre volte, la spatola di legno ha fatto tre cerchi accurati nel calderone.
- Denti di leone.
- C'è! - Con una leggera spruzzata, le teste dei denti di leone non soffiati finirono in un liquido marrone.
- Cuocere per mezz'ora! - Qualcuno ha espirato e si è chiaramente allontanato dall'infuso.

Né l'argento né i denti di leone hanno cambiato nulla nel porridge di rane. A meno che il colore non abbia iniziato a emanare un po 'di verde. O forse no. La luce delle candele è difficile da capire. E l'odore è così insopportabile.

Quasi nell'oscurità con il naso chiuso bisbigliato.
"Posso aprire una finestra?"
"No!"
"Beh, non c'è niente da respirare!"
"Nessun cambiamento!"
"Sono d'accordo! Noi tolleriamo. "
"Grazie, cara Irina."
"L'ha detto Katya."
"Mi dispiace, le tue voci sono simili, soprattutto così."

Probabilmente l'oratore le ha indicato il naso, ma nessuno ha visto, ma tutti hanno capito.
“Allora cosa? Fiammiferi e fiato? "
"Sì. I fiammiferi sono pronti? "
"Sì."
"Come si respira?"
"Beh, prendi un po 'd'aria nel petto e vai!"

Qualcuno è scoppiato a ridere.
"Affatto! È scritto: tre singole esalazioni. Significa che espiriamo tutti allo stesso tempo? O dovrebbe essere tre volte? O uno alla volta? Ma poi qualcuno non è coinvolto! Siamo in quattro. "
"No no! È tutto più facile! Tutti insieme, tre esalazioni. Contemporaneamente. Credo di si."
"Lo penso anch'io."
"Grazie, cara Irina."
"L'ha detto Katya."
"Cosa posso fare con te!"

Ci fu silenzio per un po ', diluito dal gorgoglio attivo nella caldaia.
"Non è ancora passato?" - sussurrò di nuovo con impazienza.
"Non ancora. Sette minuti. "

Rimasero in silenzio.
"Dovrai bere questo?"
"Allora perché lo cuciniamo?"

- Così sei pronto? - I creatori di pozioni si sono avvicinati alla birra, - fiammiferi!
- C'è! - Quasi simultaneamente accesero tre fiammiferi, le loro luci per un secondo illuminarono i volti delle ragazze, sforzate per trattenere il respiro, e con un sibilo annegarono nel porridge.
- Spegni! E respiriamo! - Il fuoco si spense, i creatori di pozioni sospirarono all'unisono e quasi tutti tossirono subito per gli aromi della pozione.
- Bene! Espira!

I creatori di pozioni hanno esalato tre volte sul calderone di pozioni e immediatamente si sono ritirati per prendere fiato dove l'aria è più pulita.

Uno o due minuti dopo, in cucina si accese una luce e si aprì una finestra. Le ragazze passarono davanti al fornello, su cui c'era una pentola di pozione, e agitarono le mani, cercando di disperdere il fetore. Questo non aiutò molto, e poi si affollarono intorno al calderone, cercando di vedere che tipo di pozione usciva e allo stesso tempo respiravano verso la finestra.

- Hmm, qualcuno ha detto.
- Hmm, - le rispose.
- Devi assolutamente berlo?

Né il colore smeraldo promesso dalla ricetta, né scintille rosa, tanto meno bolle gialle. Qualcosa che era nella padella come un intruglio marrone sporco di rane morte con tre fiammiferi bruciati in superficie è rimasto.

La stimata strega Catherine, per persuasività, lo commosse con una spatola di legno. Diverse rane si voltarono, affondarono i fiammiferi, ma non cambiarono nulla.

- Provare? - disse qualcuno con voce tesa e stridula.
- No, no, no, - ha risposto qualcuno, - io adesso...
- Non parlarne! - qualcuno ha interrotto bruscamente.
- Chiamiamo un'ambulanza in anticipo... - suggerì qualcuno esitante.
- No, non puoi mangiarlo! - disse sicura la strega Catherine, - e bevi anche tu!
- Sono d'accordo, - la rispettata strega Elena l'ha sostenuta.
- Grazie a Dio, qualcuno mormorò piano.

Quando l'odore si è affievolito un po 'e la pozione si è raffreddata, si è deciso di tenere la riunione successiva e il "debriefing", cioè cosa è andato storto. Le ragazze si sistemarono attorno al tavolo della cucina, ma non tirarono coperte né accesero candele. Sono tutti un po 'stanchi del processo delle pozioni.

- La pozione sicuramente non ha funzionato, - iniziò tristemente Elena, - ma speravo.
- Ad essere onesti, non credevo davvero che avrebbe funzionato, '' disse Nastya a bassa voce..
- Ecco perché non ha funzionato! - le sibilò Lena con rabbia.
- No, non c'entra niente, - disse sicura Catherine, studiando il foglietto con la ricetta, - abbiamo solo fatto qualcosa di sbagliato. Qualcosa di frainteso nella ricetta.
- Secondo me, lì è scritto tutto chiaramente '', ha risposto Lena con orgoglio ferito..
- È chiaro, è chiaro, ma analizziamolo in dettaglio, quindi raccogliamo di nuovo tutti gli ingredienti e prepariamo la pozione ", Katya non si calmò..
- Qui sono d'accordo, - ha detto Lena, - se vogliamo ottenere qualcosa, dobbiamo riprovare.
- Ti ho capito bene, - intervenne Ira, - care streghe Elena ed Ekaterina, cosa proponete di andare a raccogliere di nuovo tutto questo? Non ho tante catene!
- Non ho bisogno! - Katya e Lena risposero quasi all'unisono, e si incontrarono con sguardi taglienti.
- Prendiamo la vecchia catena, - continuò Lena con competenza, - Penso che non le sia successo niente.
- Va bene allora, - Ira si calmò.

Ma poi Nastya si è svegliata.
- Devo raccogliere di nuovo le rane? non sono d'accordo!
- Calmati! - Katya è riuscita a prendere la parola prima di Lena, e hanno di nuovo incontrato sguardi minacciosi, - prima esaminiamo l'elenco, e poi distribuiremo. Quindi, "continuò, sentendo di aver preso l'iniziativa nel cerchio della strega," acqua. Mezzo litro a persona. Cioè, dovrebbero essere due litri?
- E così è stato, - le ragazze annuirono.
- Una manciata di terra nera? Le mani di tutti sono diverse, forse l'importo sbagliato?
- Se questa quantità fosse stata importante, l'avrebbero scritta, - rispose Lena con pressione..
- Qui sono d'accordo, - Ira sostenne e Nastya annuì.
- Denti di leone. Dieci pezzi non fioriscono. Stavo cercando il più forte. Lo abbiamo visto noi stessi, non c'era nemmeno un accenno di dissoluzione.

Questa volta tutti annuirono in silenzio.
- Non ci sono domande sull'argento, solo se non è un falso...
- C'è un test! - Ira era indignato, - ho controllato!
- Non ho dubbi al riguardo, - rispose Katya in modo conciliante e continuò, - le partite. Tre pezzi in fiamme.
- Forse avrebbero dovuto essere lanciati a turno? - chiese Nastya.

Le ragazze si guardarono.
- E davvero, se una persona fa tutto questo, non sarà in grado di accendere tre fiammiferi contemporaneamente? Oppure sì? - Ira iniziò a discutere.

Lena e Katya si fissarono l'un l'altra con sguardi pensierosi, come se cercassero di leggere la risposta nei loro occhi.
- Ma nulla è stato scritto su questo, - decise infine Lena, - se fosse stato scritto per lanciarlo a sua volta o in qualche modo. Ma no, non importa.
- Penso anche che non abbia importanza, - confermò Katya.
- Ti sei perso le rane, - suggerì Nastya.
- Ho una domanda per le rane, - Katya ha risposto immediatamente, e tutti si sono immediatamente rianimati, - Non sono sicuro che tutte le rane corrispondano allo stato "schiacciato".
- Come mai? - esclamò indignata Nastya.
- Dubiti ancora dei tuoi compagni? - chiese Lena con rabbia.
- Beh, non proprio... - confusa da una reazione così forte, Katya era un po 'imbarazzata e non ha capito immediatamente come esprimere il suo pensiero, - Voglio dire che Nastya stava raccogliendo rane già schiacciate dalla strada. Ma come facciamo a sapere che non erano morti prima di essere schiacciati?

Il silenzio incombeva sul tavolo. Le ragazze fissavano Katya con incomprensione e preoccupazione.
- Ma la ricetta non dice che devono essere uccisi ", disse Lena lentamente," le rane schiacciate sono necessarie lì, e quando sono morte non importa.
- Ebbene, come non lo è? - Katya fu sorpresa e continuò con impazienza, - è chiaro che le rane devono essere morte una volta schiacciate. Ma perché prendere una rana morta, chissà cosa, e poi schiacciarla? Deve essere schiacciato vivo, poi sarà una "rana schiacciata", come richiesto nella ricetta!

Le ragazze guardarono di nuovo in silenzio Katya, spaventate dalla sua sete di sangue.
- Suggerisci di catturare rane vive e schiacciarle tu stesso? - chiese Ira con disgusto, allontanandosi dalla sua amica.
- Bene... bene, sì.
- Secondo me, ti preoccupi molto, - disse Lena.
- E mi sembra, - iniziò Nastya con decisione e un po 'di rabbia, - che non si tratti affatto di rane! E nel modo in cui abbiamo spento la pozione!

Adesso tutta l'attenzione era su Nastya.
- Ebbene sì, - Lena ha sostenuto la sua amica, - tutti hanno tossito, forse è vero per questo. Non ha funzionato molto bene allo stesso tempo.
- Non sto parlando di questo. La ricetta dice "tre singole esalazioni", forse è lo stesso per il fatto che dovrebbero esserci tre partecipanti? È solo che tre persone espirano contemporaneamente una volta. Quindi risulta "tre singole esalazioni".
- E questo ha senso! - Lena era felicissima.

Katya li guardò dubbiosa, non sapendo come confutare questa supposizione. Ira guardò tra le ragazze:
- Ma si scopre che qualcuno non è coinvolto?

Le future streghe stavano pensando di nuovo. Katya e Lena si guardarono l'un l'altra.
- Forse un volontario? - suggerì Lena con cautela, - ma credo che nessuno sarà d'accordo. Tutti vogliono partecipare, giusto?
- Sì! Sicuro! - Le ragazze gareggiavano tra loro.
- E penso che dobbiamo iniziare con le rane, - Katya si tenne stretta a lei, - e prima controllare con loro, e poi con l'espirazione.
- No, no, - disse la rispettata Elena, raddrizzandosi, - Penso, care streghe, che la proposta della strega Anastasia sia più corretta. E io la appoggio. E non schiacceremo le rane, soprattutto perché non è specificato esattamente! Se a qualcuno non piace qualcosa, può andare a tagliare le rane, - Lena guardò Katya senza ambiguità.

Nastya annuì soddisfatta e mormorò sottovoce: "Sì, sì.".
Katya, non contenta della situazione, si alzò bruscamente.
- Bene, care... o meglio non care streghe! E con questo approccio, è improbabile che tu lo diventi. Me ne vado e lo farò meglio! Ira, - si rivolse alla sua amica, - tu sei con me, spero?

Ma Ira rimase in silenzio, guardando il tavolo.
- Penso che abbiano ragione '', disse lentamente, alzando lo sguardo colpevole a Katya..
Non aspettandosi una risposta del genere, Katya all'inizio fu confusa, poi disse con risentimento:
- Pensavo fossimo amici e ho lasciato la riunione senza voltarmi.

3. Incontro con il terzo.

Il sole splendeva luminoso e caldo. Soffici isole di nuvole che fluttuano nel cielo, a volte catturando un'ombra sul terreno.

Alla periferia del villaggio della dacia, tra i cespugli tra la foresta e le case, dove scorreva un piccolo ruscello, qualcosa brulicava, i rami scricchiolavano, cadde nell'acqua e imprecò. Vestita con un impermeabile, guanti di gomma e stivali, Katya si fece strada tra i cespugli, cercando di catturare velocemente e, soprattutto, rane vive. Due borse erano legate alla cintura. Uno era bianco, con diverse rane scivolose verde scuro già sedute dentro. Un altro nero: c'era anche qualcosa, ma è meglio non guardarci più.

- Anche a me, streghe... - mormorò di nuovo, - sanno come farlo bene... Non sanno niente! E questa... Anche a me, una strega... Traditrice! Hanno ragione, dice... Anche a me, giusto! No! Ebbene, come sta... Rana! Eccolo, la natura di una strega... Anch'io... Capito! - Il monologo arrabbiato è stato interrotto da una rana spalancata.

Katya l'afferrò con entrambe le mani e la spinse rapidamente in una borsa bianca.
- Otto. Non tanto.

Raddrizzandosi, cercò di esaminare il campo d'azione, ma i rami e la fitta vegetazione le bloccavano l'intera visuale. Accovacciata a terra, ha continuato a cercare le sue vittime.

- Raccoglierò tutto da solo... Come dovrebbe... E farò tutto bene. Diventerò una vera strega e li incanterò! Li trasformerò in rane! E lei... il suo rospo! Sì! Anch'io, streghe...

I mormorii continuarono in un altro cerchio, differendo solo per le minacce nei confronti delle ex fidanzate.

Quando alla borsa bianca furono aggiunte altre rane, Katya decise di fare una pausa. Faceva caldo con questo vestito. Si sedette sui rami più bassi del cespuglio e si tolse i guanti nebbiosi..

- Katya! - Dalla strada ho sentito una voce familiare, - Katya, dove sei?
Katya si bloccò per la sorpresa e nella speranza che non sarebbe stata trovata.
- Katya! I tuoi genitori hanno detto che sei vicino al fiume, in cerca di rane.

Katya non pensava che Ira sarebbe venuto a riconciliarsi, perché non avevano parlato per due settimane. Inoltre, Ira ora cammina con Lena e Nastya, e Katya cammina in uno splendido isolamento.

- Katya, esci! - Ira camminò avanti e indietro lungo il sentiero, - parliamo!
“No, come ha potuto! - Katya ha imbronciato, - è venuta anche lei, richiede una conversazione! " - la ragazza incrociò le braccia sul petto, come se Ira potesse vedere la sua posa infelice.
- Katya! - Suonava molto vicino, Katya rabbrividì ei rami scricchiolarono.
- Katya, ho sentito che ci sei, - Ira ha risposto immediatamente e ha chiesto, - vieni fuori.

Katya assunse uno sguardo formidabile e si arrampicò rumorosamente tra i cespugli.
- Mi stai impedendo di collezionare rane! - sbottò Katya, uscendo a malapena per strada, e guardò Ira.

Ira guardò Katya. E c'era qualcosa nel suo sguardo, da cui Katya perse immediatamente tutto il suo formidabile aspetto. Dopotutto, voleva davvero ripristinare l'amicizia con Ira.
- Salve, - iniziò timidamente Ira, - Io... uh... scusa se non ti ho sostenuto alla riunione.

Katya sembra aver già perdonato la sua amica, ma voleva comunque dirle che questo non è un modo amichevole per farlo. Fece di nuovo il broncio e, alzando il naso, si preparò a parlare. Ma Ira l'ha superata.

- Ti ho appena portato qualcosa, - ha consegnato a Katya una borsa multicolore, che ha nascosto dietro la schiena, - sembra che ce ne siano dieci.

Solo ora, prendendo il pacco, Katya notò che Ira indossava stivali di gomma. Con familiari stivali di gomma.
- L'ho preso per strada. E gli stivali di tua madre. Ho detto che volevo aiutarti e lei mi ha dato "abbigliamento da lavoro" come ha detto. Solo il mantello non è stato trovato, - Ira sorrise.

E Katya era in piedi con la bocca aperta e teneva il pacco tra le mani tese. Si alzò e non poteva dire nulla. O giura contro i genitori, o contro un amico, o contro le rane che si dimenano nella borsa. E poi ho pensato che non avesse senso e ho sorriso.

- Dobbiamo raccogliere la metà di più, - disse Katya, esaminando il pacchetto presentato.
- E poi?
- E poi prepareremo la pozione! - dichiarò Katya e aggiunse con cura, - se vuoi ancora...
- Dove cucinare?
- I genitori andranno a teatro la sera. Fino a quando non sono appena cotti.
Mentre le ragazze stavano catturando le rane rimanenti, Katya fu perseguitata da un pensiero.
- E che dire di Lena e Nastya, cioè, care streghe Elena e Anastasia, - si corresse con disprezzo, - stanno preparando una pozione? Come risulta?
- Sì, non proprio, - rispose Ira, - a dire il vero, non lo so. Dopo che te ne sei andato, volevano spingermi addosso tutte le rane. Ma ho rifiutato, dicendo che ero d'accordo solo in parte. Poi Lena ha rinviato l'incontro. Poi l'ha trasferita di nuovo. Alle mie domande, cominciavano le scuse che non c'era un posto dove stare insieme, che erano occupati, ecc. Poi, a scuola, hanno cercato di convincermi offrendomi la loro compagnia.
- E tu cosa hai risposto? - chiese Katya nel modo più indifferente possibile.
- Ha detto che ci avrei pensato, - Ira era imbarazzata, ma si è rapidamente rimessa in sesto, - Non so ancora quanto vale la loro società, - ha aggiunto casualmente.

"Ah bene! - pensò Katya, - hai deciso di verificare con chi ottenere risultati più velocemente !? Chi cucinerà prima? "
I dubbi si insinuarono nei pensieri di Katya, ma lei non chiese nulla, decidendo di vendicarsi della sua amica con l'aiuto delle rane. Dopo aver catturato tutti gli anfibi, le ragazze tornarono a casa.

Qualche tempo dopo.
Una fiamma bluastra di gas lambiva la padella lucida. La cucina era buia e puzzava. Diverse candele circondavano l'area della birra.

- Partite! - La voce della rispettata strega Catherine è stata ascoltata.
- C'è! - Tre fiammiferi accesi volarono nella birra.
- Spegnilo! - Katya girò la manopola del gas, - Espira!

Insegnate dall'esperienza precedente, le ragazze si voltarono per catturare il filtro dell'aria ed espirarono tre volte nella padella.

Care streghe Ekaterina e Irina hanno osservato attentamente il liquido marrone con le rane.
- Sai, - iniziò la strega Catherine, - mi sembra che tutto questo non abbia senso. La ricetta non è corretta.
- E mi sembra, - ha aggiunto la rispettata strega Irina, - che in generale tutto questo non ha senso.

La pozione non ha cambiato un solo grammo.
- Sai, perché allora non ti ho sostenuto, - Ira guardò la sua amica, - perché aveva paura che avrebbe dovuto schiacciare rane vive.

Katya si voltò verso la sua amica, ascoltando attentamente.
- E si è scoperto che li stavo spingendo comunque, - continuò Ira a sorridere, - ma non fa paura. Perché con il tuo migliore amico puoi fare altre cose del genere..

Katya non sapeva cosa dire, perché era in un impeto di vendetta, le diede da schiacciare quasi tutte le rane e Ira non rifiutò e non aggrottò le sopracciglia con forza. Sentimenti di colpa e gioia per la riconciliazione finale sono stati mescolati. Le ragazze si guardarono negli occhi, senza parole che comprendessero pensieri e sentimenti. I loro volti si illuminarono di luce smeraldo con macchie rosa e gialle.

A San Pietroburgo, i mostri, per amore dell'orgasmo, schiacciano gli animali con i piedi e vendono i dischi che appaiono

SAINT-PETERSBURG, 25 dicembre, UralPolit.Ru. Gli stessi trasgressori si definiscono feticisti del crash e non esitano a dire che ne ricevono gratificazione sessuale..

A San Pietroburgo è nata una setta di feticisti del crash: persone che schiacciano gli animali vivi davanti alla telecamera con i loro piedi e poi vendono a caro prezzo il filmato risultante. Secondo il portale Readovka, in modo che nessuno interferisca nel processo delle attività della telecamera, i residenti della capitale culturale hanno affittato appositamente una stanza nel seminterrato per se stessi. Pubblicano il prodotto finale sul proprio sito web, senza esitazione. Secondo i trasgressori, oltre agli afflussi finanziari, sono anche attratti dalle emozioni: da ciò che hanno fatto, ottengono emozioni simili all'orgasmo.

Nei video postati sul Web, che non possiamo mostrare per ragioni etiche, ragazze belle e alte con scarpe diverse (e talvolta scalze) schiacciano i loro guadagni con i loro gamberi e pesce. I video durano in media 10 minuti, durante i quali ogni donna ha il tempo di distruggere dozzine di animali. È importante sottolineare che le ragazze sorridono durante le riprese e non sentono il minimo disagio per il sangue che schizza sul pavimento..

I residenti locali premurosi stanno attivamente cercando di stabilire l'ispiratore ideologico di questa azione. Secondo loro, tutto viene eseguito sotto gli auspici di un certo Sergei Tsvetkov - un tempo l'uomo era già stato visto negli abusi dei fratelli minori. Nel 2005-2008, gli attivisti italiani per i diritti degli animali presero le armi contro di lui a causa di un video di lumache e topi schiacciati, dopodiché lasciò gli occhi del pubblico. Ora i volontari intendono assicurare il cittadino alla giustizia ai sensi della legge recentemente adottata sulla tutela dei diritti degli animali. Pubblicano attivamente annunci con ritratti degli accusati e richiedono l'attenzione dei funzionari della sicurezza.

Padrona e schiava: svelati i dettagli delle morti di donne durante i giochi BDSM

18+

La misteriosa morte di due donne ha attirato l'attenzione dei criminologi a Mosca e San Pietroburgo. Gli incidenti mortali, nei dettagli dei quali emerge la passione per gli hobby pericolosi - i giochi BDSM - sono avvenuti quasi contemporaneamente. A Mosca il 9 luglio, nella capitale del Nord, due giorni prima. Dettagli delle tragedie che coinvolgono coloro a cui piace ferire se stessi e i propri partner sessuali di propria spontanea volontà - nel materiale di REN TV.

Perso il controllo

San Pietroburgo, 7 luglio, mattina presto. La polizia ha ricevuto un messaggio sulla morte di una donna in un edificio non residenziale situato al sesto piano di una casa sull'argine del canale Obvodny. Un uomo chiamato, che si è presentato come un compagno di stanza del defunto. Ivan ha detto al Ministero degli affari interni che la sua amata era morta nel sonno - presumibilmente soffocata dal vomito. Le guardie sono arrivate all'indirizzo indicato. L'informazione è stata confermata. Sul posto è stato trovato il corpo di Anastasia, 29 anni. L'uomo che ha chiamato la polizia in seguito ha scritto una confessione. Ha ammesso di aver ucciso involontariamente la sua amante durante i piaceri sessuali: secondo lui, durante il rapporto, ha cercato di strangolare un po 'il suo partner per il brivido. Le strinse la gola con entrambe le mani. La situazione è stata aggravata dal fatto che Anastasia indossava un collare di cuoio.

Ivan ad un certo punto ha perso il controllo di se stesso. Non si era nemmeno accorto di come la ragazza avesse perso conoscenza. Rendendosi conto di ciò che aveva fatto, l'incauto fan del BDSM ha cercato di rianimare la sua ragazza. Tuttavia, tutto è vano: era già morta. L'esame ha mostrato che Anastasia è morta per soffocamento. Sul fatto dell'incidente è stato avviato un procedimento penale ai sensi dell'articolo "Causare la morte per negligenza". Il sospetto è ora in grado di riconoscere di non andarsene.

Marito ha strangolato la moglie che possedeva uno studio BDSM

Amava obbedire

I giornalisti hanno parlato con i conoscenti della coppia non standard: gli interlocutori hanno aggiunto dettagli al quadro generale dell'accaduto. Si è scoperto che Ivan e Anastasia vivevano insieme da diversi anni. Hanno un bambino piccolo. E anche interessi comuni: amavano sperimentare con il sesso. La donna lavorava in un sexy shop, frequentava il teatro BDSM "Shelter of the Deviant" e ha anche partecipato ad alcuni spettacoli. Successivamente, ha deciso di costruire un'attività sul suo hobby - insieme al marito, ha aperto uno studio per coloro che sono liberi da pregiudizi e vogliono trascorrere una serata insolita con la loro anima gemella. L'area del loft (dove si è svolta la tragedia), che la coppia ha affittato, è di oltre cento metri quadrati. Per i sadomasochisti, lì sono disponibili tutte le delizie di cui hanno bisogno: stanze tematiche e giocattoli sessuali, un'atmosfera speciale che moltiplica le piacevoli sensazioni del dolore. Una donna di nome Anna, che si definisce scrittrice, psicologa, partecipante attiva a feste BDSM e amica intima di Anastasia, è sicura che Ivan non potrebbe strangolare la sua amante per cattiveria. Secondo lei, l'uomo in queste relazioni ha svolto il ruolo di "inferiore", cioè quello che preferisce obbedire. Secondo lei, non poteva fare nulla con la sua padrona senza il suo permesso:

"Anastasia è il leader. Vanja, se era interessato all'argomento, allora solo al ruolo inferiore. Non ha mai interpretato il ruolo superiore. Anche se fa un'impressione diversa. Ma questo spesso accade: i leader nella vita tendono al ruolo inferiore. Questo è davvero il caso." Il ruolo superiore non era affatto interessato. Lo nascondeva. Per dire che sei quello inferiore... Inoltre, non tutti lo capiranno. Non è mai un dominante. Nella loro famiglia lei era sempre al comando. E anche nell'argomento. ".

Malattia del secolo: crash fetish e contenuti shock su Internet - chi sono i loro autori e spettatori e perché lo fanno?

L'altro giorno, nel gruppo TIA di VK, un lettore ha offerto una notizia scandalosa per la pubblicazione: "Un vero macellaio è apparso nella nostra città! Schiaccia gli animali con i piedi e gli spara in video. e un link alla pagina di questa ragazza, dove ci sono molte foto di piedi nudi con scarpe diverse, sandali, collant e senza, oltre a video in cui schiaccia giocattoli per bambini, frutta, lumache vive, coleotteri e gamberi che si dimenano. Tutte queste azioni hanno un nome preso in prestito "crash" o "crash fetish" (questi ultimi si riferiscono anche a tipi di perversione sessuale). Questo tipo di contenuto shock è molto comune in tutto il mondo su Internet: ci sono gli stessi davun e c'è anche il loro vasto pubblico. Perché lo fanno: alcuni stanno premendo, mentre altri stanno guardando? E chi sono tutte queste persone: malati di mente, pervertiti, scorticatori o qualcun altro?

Il corrispondente del TIA ne ha parlato con il capo del laboratorio di ricerca sociale e psicologica dell'Università statale di economia di Mosca, docente presso il Dipartimento di psicologia, specialista in psicologia clinica e psicodiagnostica pratica, Delara Akhmetova.

Crash fetish - auto-presentazione e disturbo di personalità multipla

La parola inglese "crash", che ha dato il nome alla varietà di numerosi video, è spesso tradotta come "accident, breakdown, crash". Tuttavia, in questo caso, è più appropriato tradurlo come "schiacciare, schiacciare, schiacciare, distruggere", cioè distruggere.

Esistono anche varietà di crash fetish: "morbidi", quando vengono schiacciati frutta, giocattoli per bambini e altri oggetti, oltre a insetti, anfibi, pesci, rettili. Il crash fetish "duro" rientra nell'articolo sulla crudeltà verso gli animali, perché sotto i piedi non ci sono più insetti e pesci, ma topi, conigli, uccelli, gattini e altri piccoli animali.

Finora la donna tveriana non ha raggiunto l'opzione difficile, tuttavia, secondo lo psicologo, molto probabilmente non si fermerà ai tumori. E poi potrebbero esserci registrazioni in cui schiaccia i gattini appena nati, perché "si aggrappa emotivamente" di più. Il motivo non è affatto disturbi mentali o malattie. Senza significato!

- Qui vediamo un comportamento sociale orientato ai compiti. Si tratta di un tentativo di auto-presentazione e autoaffermazione, per cui sono state scelte forme selvagge e ripugnanti. L'autore di crash content combina due personalità: una di loro vive secondo le norme ei ruoli di una società reale - lavora o studia, osserva le regole della decenza, si prende cura dei propri cari - niente di speciale si distingue dalla massa. L'altro, virtuale e anonimo, esiste e opera in rete. Segni individualizzanti di una personalità in rete sono, in primo luogo, soprannomi e avatar creati al meglio dell'immaginazione dell'autore e del suo bisogno di mascherare la persona reale (una cornice ritagliata con l'immagine di sole gambe in scarpe diverse sull'avatar del "Tver flayer" lo illustra bene). E, ovviamente, il contenuto. Il modo più veloce, semplice ed efficace per raggiungere la fama di Internet è pubblicare materiale scioccante e scioccante su Internet. L'effetto mediatico delle installazioni Internet è abbastanza misurabile: "tin" ottiene naturalmente un numero considerevole di visualizzazioni, repost e like. Questa valutazione determina la popolarità nella rete, - lo psicologo condivide la sua opinione.

Certo, chi ti sorprenderà ora, diciamo, con la conoscenza di diverse lingue straniere, o talenti vocali o successo sportivo?! E poi tutto questo richiede tempo e duro lavoro, prima di tutto su se stessi. Tuttavia, adolescenti e giovani (autori di contenuti sull'incidente) devono farsi valere qui e ora. Al momento, il numero di amici e simpatie per i giovani è più status che situazione finanziaria. Alla ricerca di ripubblicazioni, gli adolescenti sono pronti a pagare qualsiasi prezzo, anche a parte della propria vita. Raramente passa un giorno senza notizie di un altro selfie mortale per uno scatto spettacolare.

E l'amore per gli animali?

È possibile che la ragazza che schiaccia gli animali con i tacchi nel video abbia in casa un gatto preferito, per il quale si prende cura teneramente e affettuosamente. Ma com'è? Dove vanno la pietà, la compassione e l'amore per gli animali? Il fatto è che le norme umane generalmente accettate di moralità ed etica su Internet non funzionano, lasciando il posto alla permissività e all'impunità.

- La personalità di Internet vive parallelamente e indipendentemente, senza intersecarsi con la realtà, mentre per la personalità "di rete" i confini di ciò che è lecito sono completamente cancellati: tutto è lecito nella rete. A proposito, nessuno degli psichiatri considererà questo disturbo di personalità multipla una deviazione dalla norma o un disturbo, poiché una persona è ben consapevole di questo fenomeno, lo controlla e stabilisce o accetta le regole del gioco in rete..

Memi con giocattoli per bambini

Spesso le dawun nascondono il volto, cercano di rimuovere tutti i dettagli che permetterebbero loro di essere identificati, in modo da non rovinare la reputazione propria e della propria famiglia. Ma i "bastardi di Khabarovsk" che hanno tuonato in tutto il paese non hanno nascosto i loro volti, hanno apertamente ucciso e smembrato animali, filmando il processo con la telecamera. Anche i loro psichiatri erano riconosciuti sani di mente, cioè senza disturbi mentali e deviazioni. E l'obiettivo dei flayers era lo stesso: guadagnare fama e popolarità tra gli utenti di Internet. È per questo motivo che hanno ucciso e cercato cuccioli nei rifugi, perché è garantita una rappresaglia crudele contro i più indifesi per dare più shock emotivo al pubblico..

- Per lo stesso motivo, i feticisti del crash schiacciano i giocattoli dei bambini, che la maggior parte delle persone associa alle immagini dei bambini piccoli. I giocattoli non sono solo stracci imbottiti di segatura o plastica stampata. Questo è un simbolo di un'infanzia toccante e indifesa. Ricorda quanto erano indignate le persone quando, dopo un terribile incendio in un centro commerciale a Kemerovo, i residenti portarono peluche al memoriale sorto spontaneamente in memoria dei bambini morti, e poi i servizi comunali raccolsero questi giocattoli e li gettarono in una discarica come immondizia inutile?! Pertanto, tali meme con una reazione prevedibile del pubblico vengono costantemente utilizzati dai creatori di storie shock, aggiungendo creatività personale, piuttosto scarsa, - afferma Delara Akhmetova.

La domanda crea l'offerta

Un segmento come un crash fetish esiste da molto tempo, è pompato dagli utenti e ha una notevole risonanza. Il paradosso del nostro tempo è che per molte persone, soprattutto adolescenti e membri delle nuove generazioni, il mondo virtuale è molto più reale di quello fisico. Offre nuove ed enormi opportunità e, prima di tutto, la possibilità di una rapida auto-manifestazione, anche se non si ha qualche talento o caratteristiche uniche di una personalità sviluppata.

La cosa principale è dichiararti ad alta voce. Senza un report su Instagram o un altro social network, gli eventi della vita non saranno considerati completamente completati. La biforcazione dei mondi dà anche origine alla dualità della coscienza.

Crash fetish ha anche due lati: quelli che creano e caricano questi video e quelli che li guardano, cercano, bramano. Vale a dire, la domanda crea l'offerta. Tra i video degli incidenti ci sono selezioni di vari incidenti e incidenti stradali con conseguenze terribili e cadaveri dilaniati; c'è un video su un tema cimiteriale, quando i partecipanti deridono i resti e profanano le tombe; ci sono trasmissioni dagli obitori e registrazioni molto più dure e crudeli di torture e auto torture (appese a ganci, ecc.). E per ogni specie c'è il proprio pubblico: persone di età, sesso e status sociale completamente diversi, aggressivi e abbastanza pacifici. Perché lo fanno?

Le personalità sono diverse, ma la tendenza è la stessa

Coloro che guardano queste storie hanno motivazioni diverse. Questo, ad esempio, può essere vivere della propria aggressività e desiderio di distruggere, di prendere una dose di adrenalina. Può essere un piacere per i sadici, e ogni persona ha inclinazioni sadiche al livello di antichi istinti di sopravvivenza, altrimenti semplicemente non saremmo in grado, ad esempio, di mangiare con calma cotolette e "conquistare" la natura.

Una curiosità per gli spettacoli violenti mista a paura esisteva anche molto prima dell'avvento di Internet. Ma una persona normale può controllare questi processi..

Guardare contenuti shock può essere anche una sorta di psicoterapia spontanea secondo il principio: guardare quanto sia terribile tutto nel mondo per capire che i miei problemi non sono problemi, ma sciocchezze, cioè in questo modo molte persone cercano di ritrovare la serenità. Dopo aver visto il video, una persona subisce uno shock nervoso, stress, ma stranamente, non è negativo. Poiché lo spettatore ha una chiara impostazione che guardare il video dell'incidente o essere un testimone oculare / partecipante alla scena dell'incidente sono cose diverse, la linea non è sfocata qui, poiché è successo da qualche parte e con qualcuno, ma non con lui. In sostanza, questa è la realizzazione dei bisogni sociali in modi perversi, dicono gli psicologi. Inoltre, nella vita reale, la maggior parte delle persone non incontra ancora contenuti shock, ma su Internet puoi guardare tutto, fino all'omicidio e allo smembramento, cioè per ottenere l'apparenza di confini in espansione e pseudo-libertà. Una persona normale, ovviamente, non dovrebbe e non guarderà tali materiali..

- In qualche modo non è possibile proibire contenuti shock o regolarne l'accesso, ei meccanismi di controllo sociale che sono efficaci nella realtà "fisica" non funzionano su Internet. Se, ad esempio, la condanna dell'ambiente può scoraggiare un comportamento negativo, su Internet non funzionerà. E anche al contrario, la condanna generale su Internet è fonte di fama, inoltre, la fama "scandalosa" o positiva è insignificante per il numero totale di visualizzazioni. Questo problema di offuscare i confini morali è rilevante non solo per la Russia.

Dove sporgono le orecchie?

Naturalmente, tali fenomeni, atti e crimini esistevano prima dell'avvento di Internet. Ad esempio, le stesse Colombine, azioni che non si adattano alla testa di una persona sana di mente. E ancora, c'erano le conclusioni degli psichiatri che queste persone non soffrivano di disturbi mentali. Sì, non c'era Internet, ma la televisione occidentale è diventata il suo prototipo e analogo in termini di metodi e formati di lavoro, efficienza, franchezza nella presentazione del materiale, ecc. Ad esempio, Harris e Klebold pianificarono di uccidere 600 persone per diventare eroi sui canali televisivi di tutto il mondo..

In URSS e in Russia non c'era nulla del genere, perché c'era una censura severa, molto era nascosto. Pertanto, negli anni 2000, una valanga di informazioni è caduta sulla nostra società, che ha colpito duramente le persone. A proposito, anche allora, gli utenti hanno iniziato a giocare con il potere e il principale, creando nuove personalità: i virtuali. Quindi, dietro l'immagine di una bionda sexy e sbalorditiva, potrebbe nascondersi uno zio calvo panciuto e viceversa. Quindi le persone hanno giocato abbastanza, si sono calmate e hanno iniziato a cercare nuove impressioni - contenuto shock.

Per la generazione precedente a Internet, i libri e il mondo della letteratura erano, ovviamente, il modo per sfuggire alla realtà e superare i confini. Solo lì, oltre al valore della vita, del successo, della bellezza, che sono presenti anche nel World Wide Web, c'è anche umanità, moralità, nobiltà.

- La nostra società non era completamente pronta per molti processi: beh, chi si aspettava che la "creatività sociale di massa" e la capacità di tutti di influenzare il mondo assumessero forme come, ad esempio, la creazione di contenuti di crash? Nel frattempo, le masse tendono a reagire piuttosto che riflettere, quindi il fenomeno del contenuto di crash è in gran parte naturale. Qual è il prossimo? C'è solo una cosa certa: è impossibile tornare ai vecchi confini. I dolori alla crescita sono gravi, ma la crescita continua...

"Assumi l'omicidio di un gatto." Chi vende video di torture sugli animali

MOSCA, 3 novembre - RIA Novosti, Irina Khaletskaya. Lavare un gatto, schiacciare una rana, torturare un cucciolo: i media parlano regolarmente di flayers e della loro crudeltà. Ora il processo di violenza viene ripreso anche dalla telecamera e foto e video vengono caricati sulla rete. Alcuni sadici ammettono di deridere gli animali per piacere, ma dietro il filmato disumano, come si è scoperto, c'è un affare ombra. Chi e perché produce, acquista e vende contenuti shock in rete - nel materiale RIA Novosti.

Tormento per soldi

Due ragazze di Khabarovsk si sono trovate sotto il fuoco dello sdegno pubblico quando hanno pubblicato foto e video di bullismo di uccelli e animali sui social network. L'ondata di indignazione ha attirato l'attenzione delle forze dell'ordine. Gli investigatori hanno scoperto che le ragazze torturavano e uccidevano sistematicamente piccioni, gatti e cani, che hanno preso "in buone mani": 15 animali e uccelli sono stati uccisi. I sadici sono stati giudicati colpevoli di "Crudeltà verso gli animali" e "Rapina" e condannati a varie pene. La storia è accaduta più di un anno fa, ma in qualche modo, in alcuni gruppi sui social network, le donne di Khabarovsk sono diventate idoli: i fan pubblicano le foto delle loro atrocità senza tagli, ricordano con ammirazione le "conquiste" delle studentesse.

Tali gruppi si nascondono dietro un accesso chiuso, non tutti sono ammessi all'interno. Uno degli amministratori di nome Vladimir ha detto al corrispondente di RIA Novosti che prende 300 rubli per entrare nel suo gruppo, dai concorrenti è più costoso - 1000. Per l'accesso, l'utente deve scrivere un messaggio personale all'amministratore, dopodiché riceverà i dettagli per il trasferimento di denaro.

Dopo il pagamento, l'utente apre le porte al mondo dei sofisticati contenuti shock con un database costantemente aggiornato.

Il contenuto principale del pubblico sono i video in cui le donne premono in modo dimostrativo vari oggetti ed esseri viventi davanti all'obiettivo della telecamera. Questo tipo di feticcio si chiama "crash", si divide in "soft" e "hard". (Quest'ultimo è solo per coloro a cui piace guardare una bella ragazza prendere la vita di animali, come gattini, rane o conigli. Per l'effetto, le eroine indossano stivali di pelle o scarpe col tacco alto.) La seconda direzione sono i video in cui i bambini leccano i piedi delle donne. Il contenuto non è chiaro dove è stato girato il video, in Russia o all'estero, ma la richiesta è la stessa là e là..

Vladimir spiega che lui stesso non gira video, ma agisce solo come rivenditore. Ottiene il video sui forum. "Questi forum sono internazionali, le ragazze ei loro produttori vendono video per la maggior parte all'estero. Gli utenti russi non vogliono pagare per questo tipo di piacere", chiarisce l'amministratore del gruppo. Il costo, secondo i suoi calcoli, per i clienti stranieri varia dai 40 ai 100 euro per un video di alta qualità, per i russi è più economico..

Per ordine speciale, Vladimir può ottenere contenuti shock. Tali video non diventano di pubblico dominio, perché, secondo Vladimir, vengono rapidamente "banditi" (bloccati).

Ad esempio, un video di una ragazza turca (il proprietario del pubblico ne ha parlato. - Nota del redattore) schiaccia un gattino con i suoi piedi. Il video si conclude con le gambe della ragazza che prendono a calci gli occhi dell'animale che sono caduti dalle orbite.

Recitare talento in grande stima

Gli intenditori del sadismo sono alla ricerca di offerte private da parte di knackers per registrare video da ordinare sulla darknet. In uno di questi forum si discute di come scegliere le attrici: bisogna chiedere di mandare delle foto in modo da poter vedere che questa è una ragazza ed è davvero pronta a "dipingere".

"E poi cosa succede se sei un uomo barbuto che ha deciso di fare soldi velocemente per se stesso?" - scherzano gli ospiti del forum.

I clienti vengono trovati per corrispondenza sui social network. Un visitatore di uno dei gruppi, che desiderava rimanere anonimo, in una conversazione personale ha detto a RIA Novosti di diffidare dei nuovi arrivati ​​nei forum, che lavorano principalmente con siti asiatici. Motivi: ci sono molti contenuti ed è gratuito.

"I video casalinghi di solito sono di scarsa qualità, l'entourage e le scarpe delle ragazze falliscono. Voglio dare i soldi per un buon prodotto", ha detto l'uomo. L'autore anonimo spiega che stabilirà lui stesso il prezzo del video, a seconda della lunghezza del video, della qualità della registrazione e del carico semantico della trama.

"Quanto tempo ci vuole per schiacciare un gatto? Circa cinque minuti", dice. Il massimo che un uomo è pronto a offrire è di 400 rubli. Il costo è influenzato dall'unicità del contenuto e, secondo l'uomo, "maggiore è il talento recitativo, meglio è".

"Sono affari miei"

Il proprietario del pubblico Vladimir lo possiede da diversi mesi - ora il numero di abbonati ha superato 1,3 mila. Durante questo periodo era già riuscito a capire la psicologia di un tipico visitatore. Ad esempio, secondo lui, la storia in cui un uomo di Komi ha lavato il suo gatto in lavatrice e ha filmato il processo in video, non sarà sicuramente apprezzata dai "clienti"..

"In primo luogo, questo è un uomo. In secondo luogo, il metodo di tortura esclude l'interazione diretta. E in terzo luogo, molte persone confondono la semplice tortura degli animali (quando le studentesse di Kineli picchiano un gatto) con un vero" duro incidente ". Non basta solo uccidere, devi farlo così bello che chi lo guarda, vorrebbe lui stesso essere al posto di un gattino o di un cucciolo ", - spiega l'uomo.

Gli knackers di Khabarovsk, secondo il proprietario del gruppo, hanno sparato solo per divertimento, così come le studentesse di Kinel: "Nelle ragazze" belle e dure "le ragazze si rendono conto che la vita di qualcuno è nelle loro mani. Fa loro piacere. Ma quelli che lo hanno fatto centinaia il tempo non è più un piacere - tutto per amore del denaro ".
È estremamente difficile trovare contatti o identificare le eroine del video: i loro volti non sono inclusi nella cornice, è impossibile identificare il luogo delle riprese dalla registrazione. Vladimir dice che le ragazze sono accuratamente nascoste dai produttori, che anche nella vita reale non possono essere incontrati..

"Se una persona schiaccia accidentalmente un insetto, non sarà molto turbato. Eccoli qui: prima schiacciano il cibo con i piedi, per esempio. Poi insetti, ratti, lucertole e solo dopo passano ad animali più grandi. Per loro, cuccioli, gattini sono gli stessi di insetti ", - dice l'amministratore del gruppo.

Tuttavia, non si classifica come un pervertito e dice che un video con bullismo non è altro che un business per lui: "Capisco che posso essere considerato un sadico. Ma io stesso non sono felice, mi dispiace davvero per gli animali. Ma lo prendo come cinema. Immagino che stiano recitando gli attori e tutto questo è solo una fantasia malata del regista ".

Le motivazioni di coloro che acquistano il video, secondo il rivenditore, sono le stesse di quando si guarda la pornografia: è la sublimazione, i tentativi di sbarazzarsi dell'aggressività, il sadismo incipiente. "Sembra una gomma da masticare alla nicotina, con l'aiuto della quale un fumatore si libera di una cattiva abitudine", confronta l'uomo. "Chissà, forse è anche un bene che abbiano questa opportunità, ma in realtà non offenderanno gli animali"..


Articolo Successivo
Vasi coronariche e loro patologie