Che cos'è l'encefalopatia discircolatoria di grado 1


L'encefalopatia discircolatoria è una malattia lentamente progressiva associata a insufficienza circolatoria cerebrale cronica, è di 1, 2 e 3 gradi. Conseguenze dei disturbi cerebrovascolari: infarti lacunari, leucoaraiosi, cambiamenti atrofici diffusi nei tessuti cerebrali con successivo sviluppo di disfunzione delle parti colpite. Una tipica complicanza della DEP è l'ictus ischemico, che è una causa comune di disabilità e morte..

Definizione di patologia

L'encefalopatia discircolatoria di 1 ° grado è una sindrome clinica che si sviluppa sullo sfondo di un danno acuto o cronico agli elementi del sistema circolatorio che alimenta il cervello, che indica un ruolo di primo piano nella patogenesi delle patologie vascolari di varie eziologie. Come risultato di processi ischemici in corso a lungo termine in assenza di un trattamento corretto, si verificano ictus ischemici di vario tipo (tenendo conto dell'eziopatogenesi):

  1. Aterotrombotico (a seguito di trombosi cerebrale, blocco delle arterie di rifornimento con un coagulo di sangue) - 34%.
  2. Cardioembolico (a causa del blocco delle arterie da parte di un embolo) - 22%.
  3. Emodinamico (a seguito di una diminuzione dei valori della pressione sanguigna o di una diminuzione del volume della gittata cardiaca) - 15%.
  4. Lacunare (a causa di lesioni delle piccole arterie periferiche) - 22%.

Ci sono tre fasi della malattia, a seconda dei sintomi clinici e del grado di danno alle strutture cerebrali. In questa classificazione, DEP è:

  • Fase 1. Moderatamente pronunciato.
  • Fase 2. Espresso.
  • Fase 3. Fortemente espresso.

Il danno diffuso ai piccoli vasi è accompagnato da cambiamenti caratteristici nei tessuti cerebrali:

  1. Leucoencefalopatia.
  2. Fuochi multipli di infarto lacunare.
  3. Microinfarti.
  4. Piccoli focolai multipli di emorragia.
  5. Cambiamenti atrofici nelle strutture corticali dell'ippocampo e degli emisferi cerebrali.

La classificazione presuppone la divisione dell'angioencefalopatia di 1 grado in tipi in base alle caratteristiche eziologiche: aterosclerotica, venosa, inclusa l'insufficienza vertebro-basilare, ipertensiva, inclusa l'encefalopatia arteriosclerotica e multiinfartuale, di eziologia non specificata, inclusa la genesi mista.

Le cause della malattia

Il ruolo principale nella patogenesi è giocato dalle patologie dei vasi cerebrali e da una violazione del processo emodinamico. Questi fattori portano allo sviluppo dell'ischemia del tessuto cerebrale, che si verifica in forma acuta o cronica. L'ischemia cronica nel tessuto cerebrale si sviluppa a causa di cause polimorfiche (varie).

L'ipertensione arteriosa diagnosticata è considerata il principale fattore di rischio che contribuisce all'insorgenza e alla rapida progressione della DEP. Secondo le statistiche, l'ipertensione arteriosa è la principale causa di ischemia cerebrale cronica e demenza vascolare (demenza). Il deterioramento delle capacità cognitive (memoria e attività mentale) si verifica a causa di condizioni patologiche:

  • Infarti cerebrali multipli con localizzazione di focolai nelle strutture corticali e sottocorticali.
  • Localizzazione corticale o sottocorticale di focolai ischemici.
  • Infarti cerebrali lacunari con singoli focolai di diversa localizzazione (parte corticale mediobasale del lobo temporale, giro angolare, talamo, sostanza bianca nel lobo frontale).

La gravità della leucoaraiosi (un processo patologico di danno ai vasi sanguigni situati nella sostanza bianca) è strettamente associata al grado di demenza. Il tasso di progressione della malattia è correlato all'accumulo di alterazioni degenerative.

Sintomi

Nelle prime fasi di sviluppo, le manifestazioni della malattia sono insignificanti e appena percettibili. Una persona vive senza sospettare una violazione della circolazione cerebrale fino a quando non compaiono i primi segni:

  1. Astenia (debolezza muscolare).
  2. Mal di testa.
  3. Capogiri, confusione transitoria.
  4. Affaticamento aumentato.

I sintomi della DEP di grado 1 non sono molto pronunciati, il che rende difficile determinare la diagnosi e la scelta del trattamento. Tale sintomatologia è tipica di molte malattie neurologiche e somatiche (disturbi mentali, malattie infettive nella fase prodromica del decorso), il che rende difficile fare una diagnosi basata sui singoli segni. La diagnosi viene posta se si osservano disturbi tipici della patologia per 6 o più mesi. Sintomi di patologia progressiva, passando agli stadi 2 e 3:

  1. Crescente declino cognitivo. Lo stadio 3 sviluppa la demenza vascolare.
  2. Disturbi psicovegetativi - ansia, depressione, astenia, cambiamenti nella sensibilità e reazioni a stimoli esterni.
  3. Disturbi motori di tipo piramidale (spasticità, convulsioni).
  4. Disturbi motori extrapiramidali (ipocinesia, parkinsonismo).

La gravità del deterioramento cognitivo dipende dal volume del tessuto cerebrale che ha subito cambiamenti atrofici. La DEP è spesso accompagnata da crisi cefaliche. Si sviluppano sindromi: pseudobulbare (deglutizione ridotta, disturbi del linguaggio, risate involontarie, pianto), amiostatica (rallentamento dei movimenti volontari, limitazione dell'attività motoria), vestibolo cerebellare (compromissione dell'equilibrio e della coordinazione motoria).

Diagnostica

L'insufficienza cerebrovascolare viene rilevata durante l'esame da un neurologo, che determina lo stato neurologico del paziente e prescrive un esame strumentale. I principali tipi di neuroimaging:

  • Ecografia Doppler.
  • Scansione fronte / retro.
  • RM, TC.

La diagnosi del grado DEP 1 viene effettuata in base ai risultati di un esame completo, in base ai criteri:

  1. La presenza di sintomi e malattie caratteristici tipici della DEP (ipertensione arteriosa, aterosclerosi, angiopatia amiloide, trombosi) nell'anamnesi.
  2. Segni di patologia di elementi del sistema vascolare, compresi i processi di stenosi e occlusione (basati sui risultati della scansione duplex, ecografia Doppler).
  3. Disturbi del sistema circolatorio, inclusi flusso sanguigno asimmetrico e irregolare, cambiamenti nella reattività cerebrovascolare - cambiamenti nel tono della parete vascolare in risposta a stimoli miogenici e metabolici.
  4. Segni di cambiamenti morfologici nelle strutture cerebrali, inclusa la presenza di focolai di ischemia, atrofia, necrosi tissutale, espansione dei ventricoli e degli spazi subaracnoidi, leucoaraiosi della localizzazione subcorticale (sottocorticale) e periventricolare (vicino al sistema ventricolare) (basata su TC, MRI).
  5. Segni di patologia del sistema cardiovascolare.
  6. Deficit neurologico.

Per fare una diagnosi, sono sufficienti 3 segni aggregati della malattia. Un esame del sangue mostra una violazione del metabolismo dei lipidi, un cambiamento nella composizione (cellule LE, proteine ​​S, omocisteina), proprietà reologiche e coagulazione del sangue. Il trattamento del grado DEP 1 è prescritto individualmente in base ai risultati dell'esame, tenendo conto delle cause dell'evento.

Metodi di trattamento

Il principio di trattamento dell'encefalopatia discircolatoria di grado 1 è lo stesso della CVD (malattia cerebrovascolare) e di altri tipi di insufficienza circolatoria cerebrale. Nella terapia DEP, vengono seguite 4 direzioni principali:

  1. Prevenzione dello sviluppo e della progressione dell'ischemia cerebrale.
  2. Eliminazione delle sindromi neurologiche, tenendo conto dell'eziologia, della patogenesi e delle caratteristiche individuali del paziente.
  3. Prevenzione dell'insorgenza e della progressione della demenza vascolare.
  4. Riabilitazione completa, comprese misure terapeutiche volte a combattere le malattie del sistema cardiovascolare.

L'encefalopatia discircolatoria di 1 ° grado è una malattia che richiede un approccio sistematico e completo nella scelta dei metodi, come trattarla, che prevede l'uso di farmaci di diversi gruppi:

  • Antipertensivi: normalizzano la pressione sanguigna (diuretici, inibitori che sopprimono l'attività dell'enzima di conversione dell'angiotensina, calcioantagonisti).
  • Statine - regolano il metabolismo dei lipidi, abbassano i livelli di colesterolo (Atorvastatina, Simvastatina, Rosuvastatina).
  • Agenti antipiastrinici - prevengono la formazione di coaguli di sangue (Clopidogrel, Acido acetilsalicilico, Dipiridamolo).

Se il rischio di infarto cerebrale lacunare, ictus cardioembolico, cardioembolismo è alto, vengono mostrati anticoagulanti, ad esempio Warfarin. Ulteriori farmaci usati per trattare DEP 1 grado di genesi complessa:

  • Nootropi a base di pirrolidone: stimolano i processi metabolici nelle cellule nervose, migliorano la memoria e le capacità mentali (Nootropil, Lucetam, Piracetam).
  • Neurotrofico: migliora la trasmissione degli impulsi nervosi (Cerebrolysin, Actovegin, Cortexin, Semax).
  • Colinostimolanti: migliorano la neurotrasmissione (trasmissione degli impulsi nervosi) all'interno del sistema colinergico (Cereton, Gliatilin, Citicoline).
  • Analoghi ciclici del GABA - regolano i processi metabolici e neurotrasmettitori (Phenotropil, Phenibut, Picamilon).
  • Antiossidanti - prevengono i processi ossidativi, neutralizzano l'azione dei radicali liberi (Mexidol, Acido tiottico, Vitamina E, Citoflavina).

In alcuni casi, i metodi chirurgici aiutano a prevenire l'ictus: angioplastica e stent delle arterie extracraniche (espansione del letto vascolare con l'aiuto di stent e palloncini). Di solito vengono eseguite operazioni di stent (installazione di stent) e endoarteriectomia (rimozione del contenuto di un vaso invalicabile), con l'obiettivo di ripristinare la pervietà delle arterie carotide e vertebrale.

Le misure di riabilitazione dopo un ictus includono lezioni su speciali simulatori per normalizzare le funzioni motorie, psicoterapia, massaggi, fisioterapia, inclusi elettrosonno, riflessoterapia, esposizione a campi magnetici ed elettrici, elettroforesi nell'area dei muscoli spastici, parzialmente o completamente paralizzati.

Per prevenire la malattia, i medici consigliano di condurre uno stile di vita sano, abbandonando le cattive abitudini, evitando uno stress fisico e mentale eccessivo. Cibo sano, buon riposo e sonno, passeggiate all'aria aperta aiuteranno a ripristinare una buona salute dopo la malattia.

Previsione

La prognosi per il trattamento del grado DEP 1 è favorevole. Con la diagnosi di encefalopatia discircolatoria di grado 1, puoi vivere finché i sistemi funzionalmente importanti del corpo funzioneranno. La patologia lieve non influisce in modo significativo sull'aspettativa di vita. Se la malattia non viene curata, progredisce, provocando gravi disturbi nel corpo, tra cui infarto cerebrale e ictus, che sono pericolosi per la salute e la vita..

L'encefalopatia discircolatoria di primo grado è una patologia associata a una violazione del flusso sanguigno cerebrale, che scorre in forma acuta o cronica. Una diagnosi tempestiva e una terapia adeguata possono correggere con successo le violazioni, prevenire gravi patologie: infarto cerebrale e ictus.

Ciò che minaccia l'encefalopatia discircolatoria di 1 grado

Oggi, la DEP di grado 1 è una malattia abbastanza comune. Questa imponenza è spiegata dal gran numero di fattori che provocano la malattia..

Soddisfare
  1. Che cos'è l'encefalopatia discircolatoria di grado 1
  2. Motivi di sviluppo
  3. Sintomi
  4. Diagnosi
  5. Misure per curare la malattia
  6. Conseguenze e complicazioni
  7. Durata

Che cos'è l'encefalopatia discircolatoria di grado 1

L'encefalopatia discircolatoria è una conseguenza della ridotta circolazione sanguigna nel cervello. Come risultato di cambiamenti nella struttura della parete vascolare, si verifica un guasto nel normale flusso sanguigno. Di conseguenza, l'ipossia si sviluppa in quelle parti del cervello dove non va bene..

Con un aumento della carenza di ossigeno, i tessuti di queste aree, le cellule nervose muoiono, al loro posto compaiono focolai di tessuto alterato. Tali lesioni sono generalmente piccole, ma si formano in gran numero..

In base al grado di danno cerebrale, si distinguono tre fasi della malattia..

Il primo stadio della malattia è caratterizzato da piccole lesioni cerebrali interne. Spesso i pazienti confondono questa fase dello sviluppo della patologia con i sintomi di altri problemi..

Se la malattia viene rilevata in tempo, in una fase iniziale di sviluppo, è possibile una significativa diminuzione dei sintomi mostrati o la loro completa eliminazione..

Motivi di sviluppo

L'encefalopatia discircolatoria (DE) non è considerata una patologia autonoma. È provocato da malattie di diversa natura..

Su questo argomento
    • Encefalopatia

Tutto sulla malattia di Creutzfeldt-Jakob

  • Natalia Sergeevna Pershina
  • 27 settembre 2018.

Lo sviluppo del grado DE 1 può essere provocato da malattie come:

  • aterosclerosi cerebrale;
  • ipertensione arteriosa;
  • congestione venosa nei vasi del cervello;
  • distonia vegetativa-vascolare;
  • violazione dell'emodinamica sistemica;
  • malattie sistemiche del tessuto connettivo;
  • vasculite;
  • diverse patologie del sangue.

Come risultato della progressione di questi disturbi nei vasi del cervello, il flusso sanguigno viene interrotto, il che porta a una mancanza di ossigeno e, di conseguenza, alla morte dei tessuti. Inoltre, il paziente sviluppa microinfarti e cambia la densità della sostanza bianca nel cervello..

Molto spesso, questa condizione si sviluppa sullo sfondo dell'aterosclerosi o dell'ipertensione arteriosa. Il rischio di sviluppare CVD aumenta quando un paziente sviluppa queste due patologie contemporaneamente.

Sintomi

Per l'encefalopatia discircolatoria nella fase iniziale dello sviluppo, le seguenti manifestazioni sono caratteristiche:

  • il verificarsi di rumori di diversa natura;
  • la comparsa di frequenti capogiri;
  • il verificarsi di mal di testa;
  • la comparsa di disturbi del sonno;
  • sviluppo di problemi di memoria;
  • diminuzione della funzione cognitiva e capacità di concentrazione;
  • la comparsa di instabilità specifica durante la deambulazione.
Su questo argomento
    • Encefalopatia

5 tipi di encefalopatia del cervello

  • Natalia Sergeevna Pershina
  • 26 marzo 2018.

All'inizio, solo i disturbi emotivi possono essere evidenti agli altri:

  • pianto;
  • ansia;
  • irritabilità;
  • depressione.

A causa dei problemi di memoria emergenti, il paziente inizia a confondere gli eventi. È ancora in grado di riprodurre facilmente le informazioni ottenute molto tempo fa, ma le ultime - con grande difficoltà..

I sintomi tendono a peggiorare la sera e regrediscono dopo che il paziente si è riposato..

All'esame obiettivo, una persona con encefalopatia discircolatoria può sperimentare:

  • disturbi dei movimenti oculari;
  • differenze nella gravità delle reazioni riflesse sulle parti simmetriche del corpo del paziente;
  • alcuni disturbi nella simmetria facciale;
  • riflessi patologici.

Queste manifestazioni non sono caratteristiche solo di DE. Possono anche verificarsi con disturbi circolatori transitori nel cervello..

Diagnosi

Durante la diagnosi di una malattia in un paziente, lo specialista corregge specifici cambiamenti nella salute del paziente, che sono stati identificati quando:

  • esame per disturbi di natura neurologica;
  • esame neuropsichiatrico del paziente;
  • reoencefalografia;
  • condurre la tomografia computerizzata;
  • esami del sangue del paziente;
  • Ecografia Doppler.

La reoencefalografia consente di esaminare i vasi del cervello. Dopo aver ricevuto dati completi sul tono e sul grado di riempimento del sangue, uno specialista può determinare metodi specifici di terapia DE se è stata provocata da aterosclerosi o ipertensione..

Sulla base dei dati della tomografia computerizzata sui processi atrofici esistenti, il medico può determinare il grado di danno al tessuto cerebrale. A seconda dell'area della lesione, assegna alla malattia uno o un altro grado di gravità.

Nel valutare manifestazioni di natura neurologica, lo specialista esamina visivamente il paziente, controlla i suoi riflessi.

Che cos'è l'encefalopatia discircolatoria di grado 1?

In effetti, l'encefalopatia discircolatoria è una conseguenza di molte malattie invisibili all'uomo, insorte per vari motivi, ma unite da una manifestazione comune: il danno alle piccole arteriole e alle arterie più grandi (questa è chiamata microangiopatia).

Perché DEP è pericoloso??

Nelle primissime fasi, la malattia è generalmente asintomatica. Se il paziente ha alcune deviazioni dalla norma, molto spesso non attribuisce loro alcuna importanza, ma le associa al superlavoro o alla vecchiaia. L'encefalopatia discircolatoria è pericolosa non solo con possibili conseguenze o complicazioni, ma anche con sintomi caratteristici. Possono compromettere in modo significativo la qualità della vita e influire sul benessere generale di una persona. Le diverse fasi del DEP sono caratterizzate da:

  • Problemi o perdita completa delle normali funzioni cognitive - il paziente nota la perdita di memoria, si distrae e non riesce a concentrarsi, e nelle fasi successive viene diagnosticata la demenza - la cosiddetta "demenza vascolare".
  • Vari disturbi affettivi - patologie mentali in cui l'umore di una persona è estremamente instabile, può comportarsi in modo imprevedibile.
  • Problemi con il funzionamento del cervelletto: la deambulazione è disturbata, il paziente è instabile, coordina male i suoi movimenti, è difficile per lui muoversi agevolmente, la parola cessa di essere fluida, diventa spasmodica.
  • Parkinsonismo: questo è il nome di un gruppo di sintomi per i quali i tremori degli arti sono più caratteristici.
  • Ipocinesia: un disturbo quando il paziente ha una mancanza di movimento.
  • Problemi alimentari: masticazione lenta, riflesso della deglutizione ridotto.
  • Problemi con la parola - non solo smette di essere liscia, è caratterizzata da una certa lentezza e la voce diventa gradualmente molto ruvida.
  • Possono verificarsi strane risate violente o pianti.
  • Vertigini.
  • Nausea.
  • Picchi di pressione sanguigna.
  • Disturbi degli organi pelvici (più comuni nelle fasi successive): incontinenza fecale e urinaria.

Diagnosi di "encefalopatia discircolatoria di 1 ° grado": che cos'è?

Come già accennato, il primo stadio della malattia è spesso completamente asintomatico. Una diagnosi simile si può spesso trovare nelle persone anziane. Per il primo stadio della DEP, è particolarmente caratteristico che i sintomi che emergono lentamente possono essere inerenti ad altre patologie neurologiche o mentali, così come alla semplice stanchezza. Tra i cambiamenti che sono possibili al primo grado di encefalopatia discircolatoria, ci sono:

  • nausea;
  • vertigini;
  • picchi di pressione sanguigna;
  • rumore nelle orecchie;
  • mal di testa;
  • irritabilità;
  • diminuzione delle prestazioni, aumento della fatica;
  • stato depressivo;
  • compromissione della memoria, principalmente non professionale (cioè, il paziente non può ricordare determinati eventi della vita, ma ricorda bene, ad esempio, termini professionali).

Un fatto importante è che tutti i problemi elencati di solito si manifestano nel tardo pomeriggio e dopo il riposo passano da soli. Pertanto, molto spesso i pazienti non si considerano malati ei sintomi sono attribuiti al superlavoro o alla vecchiaia. Se parliamo di cambiamenti oggettivi che un medico può rilevare durante l'esame, allora includono asimmetria facciale, menomazioni visive accompagnate da problemi con la funzione motoria degli occhi, gravità diseguale dei riflessi su parti opposte del corpo, l'inizio della progressione dei riflessi insoliti per una persona sana. Si noti che tali problemi non sono sempre registrati, spesso il paziente non ha alcun reclamo.

La diagnosi viene effettuata sulla base della manifestazione sistematica dei sintomi caratteristici del primo stadio per sei mesi. A causa del fatto che una tale diagnosi è difficile da confermare con qualsiasi metodo diagnostico strumentale, nonché a causa della "vaghezza" dei sintomi, molti pazienti con diagnosi di "stadio DEP 1".

Caratteristiche del trattamento

Il trattamento complesso è prescritto per i pazienti con DEP. Il piano terapeutico può includere farmaci come nootropi (per nutrire il cervello), farmaci a base di acido nicotinico (per migliorare la circolazione sanguigna), antiipossanti e farmaci per normalizzare lo spettro lipidico. È particolarmente importante monitorare una dieta che limiti i grassi animali, così come i livelli di pressione sanguigna..

Progressione e prognosi dell'encefalopatia discircolatoria

Le peculiarità del decorso e le possibili conseguenze della malattia dipendono in gran parte dalla tempestività dell'inizio del trattamento, dallo stile di vita del paziente, dalle malattie concomitanti (l'ipertensione arteriosa influisce negativamente sullo sviluppo della DEP, poiché intensifica la manifestazione dei sintomi, accelera il loro verificarsi e spesso causa anche ictus). Un fattore altrettanto importante è l'età del paziente. Più è vecchio, più veloce e difficile passerà la malattia..

Tuttavia, il tipo di progressione dell'encefalopatia discircolatoria gioca il ruolo più importante. In totale, si distinguono quattro tipi possibili: stabile, lento, parossistico e veloce. Le specie stabili e lente sono solo le più tipiche per la fase iniziale dello sviluppo della malattia. La prima fase di solito dura dai 7 ai 12 anni. Parossistica o supera rapidamente il secondo e il terzo grado di DEP. Molto spesso impiegano 4-5 anni.

Ricorda che solo consultazioni tempestive con un neurologo e uno psichiatra possono rallentare la progressione dell'encefalopatia discircolatoria e alleviare il decorso della malattia. Un trattamento adeguatamente prescritto e seguire le raccomandazioni del medico sono la migliore terapia!

L'encefalopatia discircolatoria di grado 1 è un grave problema di salute

Se non agisci, le cellule cerebrali che non ricevono abbastanza ossigeno non sono in grado di funzionare normalmente e nel tempo iniziano a bloccare le funzioni vitali. Le malattie causate da disturbi dell'afflusso di sangue a organi e tessuti possono essere definite una delle più comuni oggi. A causa di un insufficiente apporto di sangue, le cellule sperimentano una carenza di ossigeno e sostanze nutritive, subiscono cambiamenti distrofici e possono raggiungere lo stadio di atrofia.

Tali disturbi funzionali nel cervello sono particolarmente pericolosi. Possono portare al blocco dei centri cerebrali vitali e alla completa perdita di vitalità. L'encefalopatia discircolatoria di 1 ° grado è lo stadio iniziale di una di queste malattie. Il suo inizio può passare impercettibilmente, ma il suo sviluppo può portare seri problemi di salute..

Qual è la causa della malattia?

Analizzando le ragioni che portano a problemi così gravi come le disfunzioni del letto vascolare del cervello, viene prima il danno meccanico alle pareti dei vasi sanguigni. Ad esempio, quando le placche aterosclerotiche si formano sulla superficie interna, il lume di lavoro diminuisce, a seguito del quale la quantità di sangue che lo attraversa diminuisce drasticamente.

Un quadro simile può essere osservato con la tortuosità anatomica dei vasi, che con l'età può essere aggravata da una diminuzione del tono del tessuto vascolare. Le ragioni per dep di 1 grado possono anche essere:

  • ipertensione;
  • distacco della parete vascolare;
  • imperfezione della struttura dei tessuti vascolari e loro maggiore eccitabilità;
  • alcune malattie infettive, i cui agenti causali sono caratterizzati dal tropismo per i tessuti endoteliali.

Le cause di natura traumatica (lesione cerebrale traumatica), così come le conseguenze di uno stress mentale organizzato in modo improprio, non possono essere ignorate.

Esistono fattori di rischio per la malattia

Quasi tutte le cause della malattia insorta sono associate alla presenza di una precedente condizione per il suo sviluppo, il cosiddetto fattore di rischio. Per quanto riguarda i disturbi della discircolazione, il gruppo di tali fattori include quanto segue:

  • predisposizione ereditaria;
  • ecologia della vita sfavorevole o bruschi cambiamenti nelle sue condizioni esterne;
  • guai ecologici;
  • stress frequente e prolungato o eccitazione psico-emotiva;
  • una serie di agenti infettivi;
  • assunzione a lungo termine e incontrollata di farmaci (ad esempio, antibiotici, antidepressivi e altri farmaci);
  • avvelenamento con veleni chimici e biologici;
  • radiazioni radioattive;
  • l'azione delle tossine;
  • malattie del sistema endocrino, ad esempio diabete mellito o ipotiroidismo;
  • un aumento del livello di colesterolo nel sangue;
  • malattie del sangue (varie forme di anemia);
  • conseguenze di forme gravi di malattie neurologiche subite.

In altre parole, il dep di primo grado può essere di natura congenita, oppure può verificarsi come risultato di attività vitale, cioè essere acquisito.

Come si manifesta questo tipo di encefalopatia??

Il grado Dep 1, a causa del fatto che i processi distrofici nel cervello sono appena all'inizio, spesso non ha manifestazioni esterne speciali. Il suo sviluppo può essere erroneamente considerato come una manifestazione di dipendenza meteorologica (quando la cattiva salute è associata a cambiamenti meteorologici), emicrania (un mal di testa di natura neurologica), le conseguenze di uno sfogo emotivo (stress) o semplicemente affaticamento.

Successivamente, tali sintomi si aggiungono a prestazioni ridotte, improvvisa perdita di attenzione, incapacità di concentrare la memoria su alcuni dettagli importanti. Nel tempo, i pazienti in questa fase notano vertigini e peggioramento del benessere generale, nausea, tinnito e debolezza sono possibili.

L'encefalopatia vascolare, che colpisce il flusso sanguigno venoso, si manifesterà con sensazioni di pressione nei bulbi oculari, pesantezza alla testa, arrossamento della sclera. I cambiamenti atrofici nel tessuto cerebrale portano a disturbi del sonno, quando una persona non recupera completamente la sua capacità lavorativa durante il riposo, la durata del suo sonno diventa insufficiente.

Con DEP 1 grado, i pazienti possono notare uno squilibrio emotivo, ad esempio pianto, affaticamento, frequenti sbalzi d'umore, una sensazione costante di ansia e paura, "tremore in tutto il corpo", caduta irragionevole nella depressione, ecc..

All'inizio, i sintomi descritti possono essere temporanei e interrompersi dopo un buon riposo o un cambiamento di attenzione. Saltando i primi segni della manifestazione della malattia, puoi inconsciamente aggravare la situazione, consentire ai segni diagnostici primari di svilupparsi e passare a un nuovo livello più alto che richiede un trattamento complesso.

Principi alla base della diagnosi

Prima di determinare come trattare una tale condizione, è importante effettuare una diagnosi tempestiva e di alta qualità, nonché eseguire una diagnostica differenziale da malattie simili.

Nella medicina moderna viene fornito un approccio integrato per effettuare tali diagnosi, combinando:

  • metodi di ricerca di laboratorio,
  • risultati degli esami strumentali,
  • storia medica;
  • dati ottenuti come risultato dell'esame visivo e dell'esecuzione di alcuni test da parte di un neuropatologo.

Un momento indicativo per la diagnosi clinica di laboratorio dell'angioencefalopatia sarà:

  • aumento dei livelli di colesterolo nel sangue oltre 4,5 mmol / l;
  • cambiamento nella velocità di coagulazione del sangue.

Quando si esegue un esame ecografico dei vasi principali della testa, i segni primari di un cambiamento nella loro struttura vengono rilevati in modo inequivocabile: una diminuzione del flusso sanguigno è evidente nei luoghi in cui sono presenti placche aterosclerotiche o un ispessimento della parete del vaso stesso e una diminuzione della sua elasticità. Più spesso, tali ispessimenti diventano evidenti nell'area dell'arteria carotide comune, nonché nel luogo della sua divisione in rami interni ed esterni. Il criterio diagnostico è lo spessore della parete superiore a 0,9 mm.

Durante il monitoraggio dello stato delle pareti vascolari (esame regolare con una frequenza di 1-2 volte l'anno), un aumento dello spessore della parete di 0,3 mm all'anno è prognosticamente sfavorevole..

È possibile rilevare i focolai iniziali di danno al tessuto cerebrale utilizzando una tomografia computerizzata (TC) o una risonanza magnetica (risonanza magnetica) del cervello. Come risultato di tale esame, lo specialista sarà in grado di rilevare sigilli aspecifici che necessitano di un'ulteriore differenziazione..

I difetti anatomici del rachide cervicale possono anche dare al medico l'idea di un incidente cerebrovascolare. Per confermarli, è sufficiente effettuare un esame radiografico del rachide cervicale..

Ulteriori metodi per confermare tale diagnosi sono l'elettroencefalografia (determinazione dell'elettroattività del tessuto cerebrale) e la reoencefalografia (un metodo per valutare l'utilità del flusso sanguigno).

Circa i principi del trattamento

Il trattamento dell'encefalopatia di 1 ° grado, in particolare della genesi mista, viene affrontato con cautela, tenendo conto dell'età del paziente, della presenza di malattie concomitanti, della genesi dello sviluppo della patologia e di altri fattori.

Quindi, in vecchiaia, il trattamento sarà complesso, a differenza degli adolescenti, quando, forse, saranno sufficienti solo le procedure di fisioterapia, così come la normalizzazione della dieta e del sonno..

A proposito di nutrizione

La dieta dovrebbe essere equilibrata e contenere una quantità sufficiente di magnesio, calcio, vitamine B e C. Si consiglia di includere nella dieta porridge di riso e avena, oltre a carne magra, più verdura e frutta..

Sono inaccettabili lunghe pause nel mangiare, così come l'inclusione nella dieta di miglioratori artificiali del gusto (aromi, additivi alimentari, conservanti, emulsionanti, ecc.). Devi lasciare il sistema fast food e passare a un vero e proprio, ricco di ingredienti naturali, nutrizione e acqua pura non gassata.

Trattamento farmacologico

Il trattamento dell'encefalopatia discircolatoria di 1 grado viene effettuato nelle seguenti aree:

  • controllo e correzione tempestiva del livello di pressione sanguigna (i farmaci antipertensivi sono selezionati in base alle caratteristiche individuali di ciascun organismo). La cosa principale è la regolarità dell'ammissione e l'aderenza al dosaggio prescritto;
  • rafforzare le pareti dei vasi sanguigni (venotonica, alcune vitamine, agenti vaso-rinforzanti: fraxiparina, eparina, nadroparina, ecc.);
  • decongestionanti (spesso diuretici);
  • medicinali con effetto cefalico (analgesici sintomatici);
  • formulazioni progettate per correggere il lavoro del sistema cardiovascolare, per normalizzare la frequenza cardiaca (beta-bloccanti);
  • sedativi;
  • un gruppo di nootropi (farmaci che migliorano la circolazione cerebrale);
  • farmaci fortificanti (vitamine, oligoelementi, immunomodulatori di un certo spettro d'azione);
  • farmaci che prevengono la formazione di placche aterosclerotiche e la loro crescita;
  • regolatori dei livelli di colesterolo nel sangue;
  • terapia sintomatica.

Per aiutare il terapeuta - procedure di fisioterapia. Questo può essere: massaggi, bagni di ossigeno, bagni di radon, procedure basate su un raggio laser, elettrosonno rilassante, terapia manuale, agopuntura e altri..

È possibile usare rimedi popolari per il trattamento?

L'articolo non può essere considerato completo se non copre i mezzi di terapia alternativa. Loro, come il trattamento farmacologico, sono ridotti a correzioni sintomatiche. Quindi, puoi affrontare l'ipertensione usando una semplice tintura di biancospino, un rimedio provato da anni..

La stessa tintura di biancospino viene utilizzata in combinazione con le noci per rafforzare le pareti dei vasi cerebrali. Preparato versando 350 g di partizioni di noci con un bicchiere di tintura. Insistere per due settimane, filtrare e prendere un cucchiaino dopo i pasti per 3-4 settimane.

Un rimedio a base di ginseng, citronella e radice di rodiola promette un effetto simile. 60 g di una tale raccolta di erbe vengono versati in 300 ml di alcol (puoi vodka) e insistono per due settimane. Preso in modo simile alla tintura di noci.

Puoi rivolgerti alla castagna verde provata e curativa per molti disturbi. Raccogliere, lavare bene, mettere in un barattolo da mezzo litro. Versare con la vodka e lasciare fermentare per 14 giorni. Si consiglia la ricezione al mattino, prima dei pasti, un cucchiaino. Per esaltare il gusto può essere miscelato con miele e limone. Corso di ricevimento - 3 settimane.

È di moda aumentare l'elasticità dei vasi sanguigni con l'aiuto di un decotto di Sophora giapponese, rami e corteccia di crespino, foglie di trifoglio ed erba secca. Versare acqua bollente su un composto composto da un numero uguale di tali piante e riposare a bagnomaria per un quarto d'ora. Dopo aver filtrato, raffreddare e prendere un terzo del bicchiere una volta al giorno. Si consiglia un mese di ammissione al corso.

Per migliorare contemporaneamente il corpo, aumentare le sue proprietà protettive personali, arricchirlo con vitamine e altre sostanze utili, è utile assumere:

  • decotto di rosa canina (come fonte di vitamine),
  • tè verdi con foglie di tè o ribes nero;
  • preparati sedativi a base di camomilla, valeriana, menta, melissa, foglie di ortica, radice di carota, ribes.

Caratteristiche del primo grado di encefalopatia discircolatoria

Encefalopatia discircolatoria (DEP): danno al tessuto cerebrale a causa dell'interruzione del funzionamento dei suoi vasi. È una malattia progressiva e non infiammatoria che si sviluppa lentamente nella maggior parte dei casi. A causa della carenza di ossigeno persistente, il midollo si degrada e si atrofizza, il che porta a una diminuzione della funzionalità dell'organo. Alla fine del secolo scorso, l'encefalopatia discircolatoria di grado 1 - lo stadio iniziale della malattia - è stata diagnosticata principalmente negli anziani. Condizioni ambientali sfavorevoli, il rifiuto dall'attività fisica, l'uso di cibo spazzatura e lo stress cronico hanno portato al fatto che la malattia è notevolmente "più giovane". Oggi è sempre più rilevato nelle persone di mezza età e alcune forme della malattia sono caratteristiche anche degli adolescenti..

  1. Che cos'è l'encefalopatia discircolatoria di grado 1
  2. Cause di DEP 1 grado
  3. Sintomi della malattia
  4. Come viene diagnosticata la DEP di grado 1
  5. Trattamento di DEP 1 grado
  6. Stile di vita e cattive abitudini
  7. Trattamento farmacologico
  8. Fisioterapia
  9. Trattamento con rimedi popolari
  10. Previsione nella fase di DEP 1 grado

Che cos'è l'encefalopatia discircolatoria di grado 1

Grado DEP 1: questo è uno stadio di una malattia cerebrale cronica, quando si sono già verificate violazioni nel lavoro dell'organo e stanno gradualmente aumentando e il quadro clinico non è ancora ovvio. A causa della natura non infiammatoria, i sintomi della malattia sono sfocati. L'insufficienza circolatoria persistente, che porta alla carenza di ossigeno, può portare a una completa disfunzione del sistema nervoso centrale a causa dell'atrofia dei suoi tessuti.

Secondo le statistiche, DEP è presente nella metà delle persone che abitano il pianeta. Molte persone ignorano il suo sviluppo e le sue manifestazioni, scambiando i segnali di pericolo per le conseguenze della stanchezza o dello stress. Nella maggior parte dei casi, le persone cercano aiuto solo quando si verificano i sintomi tipici, che sono caratteristici dello stadio 2 della patologia.

Cause di DEP 1 grado

L'encefalopatia discircolatoria può essere congenita o acquisita. Nel primo caso, la causa dei disturbi vascolari è la patologia genetica, l'uso di antibiotici durante la gravidanza, l'ipossia fetale, i traumi alla nascita.

I rischi di sviluppare DEP sono molte volte più alti nei figli di donne che hanno fatto uso di droghe, alcol o fumato durante il trasporto di un bambino. La forma acquisita della malattia nella maggior parte dei casi è il risultato di azioni coscienti della persona stessa.

Le principali cause di DEP 1 grado:

  • aterosclerosi vascolare;
  • ipertensione;
  • l'effetto delle tossine sul corpo;
  • una serie di caratteristiche del decorso delle malattie degli organi interni;
  • radiazioni radioattive;
  • trauma cranico;
  • malattia vascolare infiammatoria;
  • malattie del rachide cervicale.

Un gruppo separato di motivi sta conducendo uno stile di vita malsano. Una dieta malsana, il fumo, l'alcol e l'uso di droghe possono portare a un grado di DEP 1. I rischi di rottura dei vasi cerebrali aumentano con la mancanza cronica di sonno, stress, rifiuto dall'attività fisica e abuso di droghe. La condizione dei canali sanguigni può essere influenzata negativamente da una situazione ambientale sfavorevole..

Sintomi della malattia

Nella fase 1 della malattia, si verificano lievi danni al tessuto cerebrale. I segnali di pericolo sono già evidenti, ma possono essere facilmente scambiati per manifestazioni di dipendenza dal tempo, superlavoro o depressione stagionale. I sintomi non sono specifici, sono caratteristici di altre malattie del cervello, il che complica la diagnosi.

Manifestazioni di grado DEP 1:

  • mal di testa sistematici;
  • diminuzione della qualità della memoria;
  • violazione del ritmo del sonno, cambiamenti nella sua profondità e durata;
  • vertigini, ridotta coordinazione dei movimenti;
  • tinnito o ronzio alla testa;
  • deterioramento delle capacità intellettuali;
  • stanchezza cronica e prestazioni ridotte;
  • pianto, malumore, depressione;
  • irritabilità, sbalzi d'umore;
  • difficoltà con la percezione di nuove informazioni.

I sintomi elencati possono scomparire completamente dopo un lungo riposo e peggiorare sullo sfondo dello stress psico-emotivo. Il rilevamento tempestivo dell'encefalopatia discircolatoria di grado 1 in una persona e l'inizio di un trattamento specializzato consente di ottenere una remissione stabile. In questo caso, la qualità della vita umana non diminuirà, non ci saranno esacerbazioni o la loro frequenza diventerà minima. Altrimenti, la disabilità è quasi inevitabile..

Come viene diagnosticata la DEP di grado 1

Anche uno dei suddetti sintomi è un'indicazione per una visita dal medico. Quando compaiono 3 di questi segni, sorge il sospetto di encefalopatia discircolatoria. Ma sulla base di una sola anamnesi, la diagnosi di DEP 1 grado non viene effettuata. Per confermare la versione preliminare, vengono eseguiti numerosi esami di laboratorio e hardware.

Metodi diagnostici per rilevare DEP 1 grado:

  • TC o risonanza magnetica del cervello: viene valutata la densità del tessuto cerebrale, che può cambiare a causa della comparsa di lesioni in esso;
  • Ultrasuoni dei vasi del cervello e del rachide cervicale - aiuta a identificare i problemi con l'afflusso di sangue all'organo e alle sue parti, a rilevare difetti congeniti o acquisiti nella struttura della rete vascolare;
  • Radiografia del rachide cervicale - necessaria se si sospetta la presenza di patologie anatomiche che interferiscono con il normale afflusso di sangue al cranio;
  • EEG - efficace quando è necessario valutare l'attività elettrica della sostanza cerebrale;
  • REG è un altro metodo per valutare la qualità del flusso sanguigno all'interno del cervello;
  • biochimica del sangue: vengono controllati i livelli di colesterolo e la velocità di coagulazione della biomassa.

È inoltre obbligatorio un esame del paziente da parte di un neurologo. Lo specialista valuta il tono di muscoli e tendini, controlla i riflessi, cerca di identificare segni di ridotta attività motoria e coordinazione, malfunzionamenti del sistema nervoso autonomo.

Trattamento di DEP 1 grado

La terapia per l'encefalopatia discircolatoria dovrebbe essere completa. La sua azione è volta ad eliminare le cause del problema, a combattere i sintomi, a rafforzare in generale il corpo e a prevenire le complicazioni. Gli obiettivi principali del trattamento sono la normalizzazione del flusso sanguigno nel cervello, il ripristino della funzionalità della rete vascolare, la protezione dei tessuti nervosi dall'atrofia.

Stile di vita e cattive abitudini

Apportare modifiche al normale regime è un prerequisito per il trattamento di DEP 1 grado. Spesso questo da solo è sufficiente per ottenere risultati positivi duraturi. Entro poche settimane dall'inizio di tale terapia, si verifica un notevole miglioramento delle condizioni del paziente. Se trascuri le regole, anche l'assunzione di farmaci non darà l'effetto desiderato..

Quando si tratta la DEP e si previene la sua progressione, lo stile di vita dovrebbe essere il seguente:

  • rinunciare alle cattive abitudini - fumare e bere alcol avvelena l'intero corpo e il cervello soffre in primo luogo;
  • dieta - esclusione dalla dieta di prodotti semilavorati, cibi grassi e fritti, carboidrati semplici. Sostituire la carne rossa con pesce marino bianco o magro. Mangiare molta frutta e verdura;
  • introduzione alla modalità di attività fisica: la loro intensità deve essere selezionata in base all'età, al sesso e alle condizioni generali del paziente;
  • controllo del peso: se necessario, è necessario eliminare il peso in eccesso e assicurarsi che non ritorni;
  • terapia vitaminica: l'assunzione di un corso di vitamine e complessi minerali è concordata con il medico;
  • sonno completo: il riposo notturno dovrebbe essere di almeno 8 ore, è meglio rifiutare il riposo diurno.

Le regole elencate devono essere osservate non fino alla comparsa di dinamiche positive, ma per tutta la vita. Solo in questo caso si minimizzano i rischi di aggravare la situazione o di aggravare regolarmente il problema.

Trattamento farmacologico

L'assunzione di farmaci deve essere eseguita rigorosamente secondo lo schema elaborato dal medico curante. È individuale in ogni caso e provvede al lavoro in tutte le aree problematiche. In alcuni casi, la terapia farmacologica diventa una misura temporanea, in altri è una necessità permanente..

A seconda delle cause della malattia e delle condizioni del paziente, possono essere utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

  • ipotensivo - per normalizzare la pressione sanguigna alta;
  • venotonico: rafforza le pareti dei canali sanguigni e previene la loro rottura;
  • diuretici: prevengono il gonfiore, rimuovono i liquidi non necessari dal corpo, trattengono il prezioso potassio nelle cellule del cervello;
  • beta-bloccanti: hanno un effetto positivo sul lavoro del cuore, dei vasi sanguigni, degli organi respiratori;
  • nootropici: stimolano l'attività del cervello;
  • farmaci che normalizzano la composizione del sangue e liberano i vasi sanguigni dalle placche di colesterolo.

Inoltre, potrebbe essere necessario assumere sedativi o tranquillanti. Sono prescritti da neurologi o psicoterapeuti quando ci sono evidenti cambiamenti nello stato psico-emotivo del paziente. È severamente vietato integrare o correggere autonomamente lo schema scelto dal medico..

Fisioterapia

Nella maggior parte dei casi, il piano di trattamento di base è integrato con metodi di fisioterapia. Non provocano sensazioni spiacevoli ai pazienti, aumentano l'efficacia dell'assunzione di farmaci e hanno un effetto complessivo positivo. Può essere massaggio terapeutico, agopuntura, terapia fisica. Negli uffici speciali e nei sanatori vengono somministrati ai pazienti bagni di ossigeno e radon, vengono utilizzate tecniche di elettrosonno, fono ed elettroforesi e terapia laser..

Trattamento con rimedi popolari

L'uso di metodi terapeutici non tradizionali è preventivamente concordato con il medico. Se l'approccio viene utilizzato come approccio di supporto, può portare molti benefici al paziente. Come unica opzione di trattamento, la medicina tradizionale non può essere utilizzata: la loro efficacia è insufficiente. Le medicine naturali non saranno in grado di far fronte ai cambiamenti nella struttura del tessuto cerebrale.

Modi popolari per combattere le manifestazioni dell'encefalopatia discircolatoria:

  • stabilizzazione della pressione sanguigna e rafforzamento del cuore - tinture alcoliche o acquose di propoli, frutti di biancospino, trifoglio, orecchie d'orso;
  • rafforzare il sistema nervoso - decotti e tè di camomilla, melissa, valeriana o menta;
  • abbassando i livelli di colesterolo, aumentando il tono vascolare - un decotto di rosa selvatica o erba medica, tintura di alcol sull'aglio.

I prodotti elencati vengono utilizzati in corsi di 1-3 settimane, a seconda del tipo di prodotto. Successivamente, viene presa una pausa per 2-4 settimane e viene eseguito un altro ciclo. Se il rimedio scelto non dà conseguenze negative, puoi ricorrere ad esso più volte all'anno..

Previsione nella fase di DEP 1 grado

Nella prima fase della malattia, le possibilità del paziente di mantenere un'elevata qualità della vita sono elevate. La cosa principale è non esitare con la diagnosi e l'inizio della terapia, seguire le raccomandazioni del medico e aderire alle regole di uno stile di vita sano. La progressione della malattia può essere interrotta solo in rari casi, ma con il giusto approccio lo sviluppo della malattia rallenta in modo significativo. Le persone con la fase iniziale di DEP possono condurre una vita piena e non notano nemmeno segni di patologia in se stesse.

Quanto tempo si può vivere con DEP 1 grado dipende dall'età del paziente, dalle sue condizioni generali, dalla presenza di problematiche associate e dalla qualità della terapia. In molti casi, questa cifra viene calcolata per anni e persino decine di anni. È vero, a condizione che la terapia non si interrompa e il paziente visiterà regolarmente specialisti per diagnosticare e valutare le sue condizioni.

Cos'è l'encefalopatia discircolatoria: quadro clinico e metodi di trattamento della malattia

L'encefalopatia discircolatoria colpisce principalmente gli anziani, ma recentemente è stata diagnosticata anche in soggetti sotto i 40 anni. Ciò è dovuto al superlavoro, a un ritmo di vita veloce, uno stile di vita sedentario, una dieta malsana.

Se una malattia viene rilevata in una fase precoce e vengono seguite le prescrizioni mediche, una persona può vivere molti più anni di vita felice..

Descrizione

L'apatia, il mal di testa, il cattivo umore sono generalmente attribuiti alla stanchezza, a una dura giornata di lavoro, ai problemi o alle condizioni meteorologiche. Gli stessi fenomeni possono essere sintomi della patologia più complessa: l'encefalopatia discircolatoria..

La malattia è ufficialmente riconosciuta, inclusa nell'ICD-10 con il codice G93.4. Si ritiene che in Russia il 6% della popolazione ne sia malata.

Cause e meccanismo di sviluppo

La causa principale della malattia sono i disturbi circolatori. C'è una violazione del flusso di sangue al cervello e alle sue varie parti, così come il suo deflusso dalla cavità cranica. Malattie come ipertensione arteriosa, aterosclerosi, vasculite, trombosi, tromboflebite, diabete mellito portano alla patologia.

L'encefalopatia discircolatoria può verificarsi a causa di patologia genetica, a seguito di traumi alla nascita, ipossia prolungata nel periodo prenatale. I fattori che peggiorano il decorso sono traumi craniocerebrali, osteocondrosi, alcolismo, obesità, inattività fisica. Anche lo stress mentale e mentale, la mancanza di sonno e il superlavoro contribuiscono allo sviluppo della malattia..

Il deterioramento dell'afflusso di sangue al cervello, i danni ai vasi piccoli e grandi portano alla morte di neuroni e cellule ausiliarie (gliali), nonché alla formazione di aree morbide a bassa densità. La prima a soffrire è la materia bianca, è la più vulnerabile. Poi viene la sconfitta della materia grigia.

Una costante mancanza di ossigeno porta alla rottura e alla distruzione delle connessioni tra gli elementi sottocorticali e la corteccia, la distruzione delle cellule nervose. Il risultato sono disturbi emotivi, cognitivi e del movimento. Con ogni probabilità, nelle prime fasi della malattia, i disturbi si manifestano solo funzionalmente e possono essere compensati. Le funzioni delle cellule morte possono essere assunte dai vicini.

La progressione della malattia porta a processi neurodegenerativi, lesioni organiche che non possono essere compensate.

L'encefalopatia discircolatoria si verifica più spesso come malattia acquisita, tuttavia sono possibili casi di patologia congenita. I fattori avversi che accompagnano la gravidanza e il parto portano a quest'ultimo..

Il tasso di insorgenza dei sintomi suggerisce una patologia lentamente progressiva, remittente e rapidamente progressiva. La durata del primo è misurata in anni. Possono passare 15 anni tra l'inizio dei sintomi e la disabilità..

La remissione dell'encefalopatia discircolatoria porta a un peggioramento delle condizioni del paziente più rapidamente. La sua caratteristica è l'alternanza di periodi di esacerbazione e normalizzazione della condizione. Di solito i difetti persistenti e non transitori si verificano entro 10 anni.

La forma al galoppo (in rapido sviluppo) può portare alla disabilità o addirittura alla morte in 2-3 anni.

A seconda della causa principale, si distinguono i seguenti tipi di encefalopatia discircolatoria:

  1. Aterosclerotica. Si sviluppa a causa della comparsa di composti proteici e lipidici sulle pareti dei vasi sanguigni. Riducono il lume dei vasi sanguigni, riducendo così il volume del sangue circolante. C'è una sconfitta delle principali autostrade che forniscono flusso sanguigno al cervello e ne regolano il volume.
  2. Venoso. La causa principale della malattia è una violazione del deflusso del sangue venoso. Si verifica una congestione, avvelenando il cervello con tossine e provocando infiammazione.
  3. Ipertensivo. Associato a spasmi, ispessimento e rottura delle pareti dei vasi sanguigni. La rapida progressione della malattia è caratteristica. Può svilupparsi nei giovani. La forma acuta della malattia si manifesta istantaneamente a seguito di un aumento della pressione e può essere accompagnata da crisi epilettiche e agitazione. Nel corso cronico, c'è un danno graduale ai piccoli vasi..
  4. Misto. In questa forma, ci sono segni di forme ipertensive e aterosclerotiche. La diminuzione del flusso sanguigno attraverso i vasi principali è accompagnata da crisi ipertensive.

In alcuni casi, viene isolata l'encefalopatia della genesi combinata. La malattia si sviluppa quando c'è una violazione dell'afflusso di sangue, effetti tossici o traumi.

Sintomi

L'encefalopatia discircolatoria nelle prime fasi della malattia assomiglia a una condizione che appare durante il solito superlavoro e affaticamento. Sono chiaramente visibili disturbi emotivi, cognitivi e motori.

Il cattivo umore è sostituito da eccitazione, gioia eccessiva, poi c'è apatia, indifferenza per tutto, eccitazione, aggressività. La caratteristica principale dello stato emotivo di un individuo è la depressione e l'apatia. All'inizio questi due tratti si ricordano occasionalmente, ma col tempo diventano più attivi e riempiono sempre più la vita di una persona, non lasciando spazio a emozioni positive, entusiasmo, ottimismo..

La malattia cerebrovascolare è caratterizzata da un deterioramento dell'intelligenza. Il paziente inizia a dimenticare parole e nomi difficili, perde gradualmente la capacità di analizzare una grande quantità di materiale ottenuto durante la lettura, l'apprendimento di cose nuove e la comunicazione. Smette di capire se stesso, perde la capacità di autocontrollo e introspezione. Non posso pianificare la sua giornata, lavoro. Col tempo smette di riconoscere gli altri, la sua strada, casa, non capisce l'ora. Molte azioni si basano su impulsi, non su connessioni logiche.

L'indifferenza copre tutte le aree di attività: lavoro, hobby. L'attenzione è attratta da cose minori che sembrano facili, fattibili, non richiedono concentrazione e lavoro di memoria.

Anche l'attività fisica ne risente. All'inizio, si tratta di abilità motorie fini: il paziente non può infilare un ago, scrivere qualcosa. Successivamente compaiono tremori alle braccia e alle gambe. Sorgono movimenti ossessivi. La persona perde la coordinazione, a volte cade. La parola soffre: diventa sfocata, poco chiara.

Il paziente lamenta mal di testa, sensazione di pienezza, mosche davanti agli occhi, suoni nelle orecchie. Il vomito si verifica quando si cammina. Durante il giorno, la sonnolenza tormenta e l'insonnia diventa un frequente visitatore di notte. La vista diminuisce, mentre un occhio vede normalmente, e prima del secondo tutto sembra essere immerso nella nebbia.

Fasi

Nello sviluppo della malattia si distinguono tre gradi, caratterizzati dalla gravità della manifestazione dei sintomi, dalle peculiarità della loro influenza sul paziente.


Articolo Successivo
Qual è il coefficiente di aterogenicità