Flebotrombosi: cause, sintomi, diagnosi e trattamento


Ph la lebotrombosi è la formazione di speciali coaguli di sangue nei vasi degli arti inferiori, costituiti da cellule sagomate e fibrina, che ostruiscono la struttura completamente o parzialmente, interferiscono con il flusso sanguigno e la nutrizione dei tessuti.

La malattia può colpire le vene e le arterie, ma più spesso sono le prime a soffrirne, e quindi il problema va considerato in questo contesto..

Il problema diagnostico viene risolto urgentemente. A seconda del volume del blocco della nave, stiamo parlando di un particolare complesso di manifestazioni, tuttavia, sono abbastanza tipiche, il che consente ai medici di sospettare l'origine della patologia.

La terapia viene eseguita con metodi chirurgici o medici. Dipende dall'indicazione e dalla gravità del caso particolare.

Meccanismo di sviluppo

La base del processo patologico è composta da diversi punti..

  • Il primo è considerato una violazione del normale deflusso di sangue venoso. Ci possono essere molte ragioni, di regola, stiamo parlando di vene varicose. In una situazione del genere, non importa se il sangue è reologicamente normale o meno. Anche disturbi congeniti della struttura anatomica dei vasi sanguigni, difetti, difetti.
  • Il secondo fattore significativo è un cambiamento nella fluidità del tessuto connettivo fluido. Più è spesso, peggio si muove e maggiore è la pressione nel sistema. Man mano che il disturbo progredisce, si osserva la distruzione delle pareti vascolari, la loro degenerazione e distrofia. A poco a poco, la patologia può svilupparsi in tromboflebite, che è inoltre accompagnata da un processo infiammatorio.
  • Il terzo punto è la possibile lesione alle vene. Questa è una funzionalità opzionale e opzionale. Si verifica quando l'integrità dei tessuti è compromessa durante un impatto, una frattura o un intervento diagnostico e terapeutico. Il problema è urgentemente corretto.

Inoltre, il processo patologico segue uno scenario tipico. Cambiamenti nelle proprietà del sangue, l'interruzione del normale stato delle strutture venose porta al ristagno del tessuto liquido in una certa area.

Come la coagulazione naturale sotto l'influenza di sostanze speciali, si osservano coaguli e coaguli di sangue.

Si bloccano in posizione, bloccano il lume del vaso e impediscono al sangue di muoversi ulteriormente. Il risultato è un blocco con una violazione del trofismo. Possibile cancrena: necrosi dei tessuti molli.

Sullo sfondo della flebotrombosi degli arti inferiori, è probabile la separazione del coagulo, il suo movimento lungo il letto verso l'arteria polmonare, il cuore (tromboembolia). Questo è un risultato letale quasi garantito e il paziente non ha nemmeno il tempo di capire cosa è successo..

Quando si valutano le condizioni del paziente, devono essere considerati tutti e tre i meccanismi di formazione del processo patologico. Possono svolgere il ruolo di cause isolate o disturbi complessi.

Qual è la differenza tra flebotrombosi e tromboflebite

Diversi punti chiave.

  • Il secondo è caratterizzato dall'infiammazione delle pareti vascolari. Cosa non accade sullo sfondo del primo. Da questo non diventa meno pericoloso, anzi il contrario, perché la clinica non è così attiva e aggressiva.
  • La flebotrombosi è caratterizzata dalla formazione di trombi "mobili" (emboli) che possono migrare attraverso il flusso sanguigno, portando all'occlusione (blocco) e possibili condizioni di emergenza pericolose per la vita.

È impossibile dire inequivocabilmente quale processo patologico del nome è più minaccioso dipende da molti punti, una situazione specifica è soggetta a valutazione. In base al caso, le malattie possono trasformarsi reciprocamente l'una nell'altra.

La diagnosi differenziale viene eseguita mediante ultrasuoni, doppler, raggi X e alcuni altri.

Ci sono differenze nelle previsioni e nel corso del processo patologico. La tromboflebite ha inizialmente un probabile esito leggermente meno positivo, che è associato alla probabilità di distruzione dei vasi, fusione e sclerosi (collasso delle pareti).

Classificazione

La tipizzazione avviene su due basi. Il modo chiave per suddividere il disturbo è localizzare il disturbo.

  • Flebotrombosi delle vene esterne. La variante più comune del processo patologico.

È accompagnato da sensazioni minime, la clinica non è abbastanza visibile, il che complica la diagnosi.

Anche il rischio è relativamente basso, a parte i casi più gravi in ​​cui è richiesto un trattamento ospedaliero.

Non puoi fare a meno della terapia, perché in assenza dell'uso di medicinali, non puoi evitare condizioni urgenti.

  • Flebotrombosi delle vene profonde degli arti inferiori. Forma molto più pericolosa del processo patologico. È tipico per lei danneggiare i vasi situati sotto lo spessore dei tessuti molli..

Il recupero coinvolge principalmente metodi operativi. Poiché in assenza di terapia, si sviluppa almeno un grave blocco con necrosi, morte dei tessuti. La cancrena richiederà l'amputazione.

Al massimo, il coagulo di sangue si rompe e si muove lungo il flusso sanguigno, blocca i vasi coronarici, l'arteria polmonare e porta ad un attacco di cuore o alla morte quasi istantanea del paziente.

Viene trattato rigorosamente in un ospedale sotto la supervisione di chirurghi, senza indugio.

Se espandi questa classificazione, puoi aggiungere molte altre forme di malattia:

  • Flebotrombosi ileofemorale. Condizione acuta. È accompagnato da una lesione nella vena ileo-femorale. Il corso è difficile, i momenti clinici stanno crescendo rapidamente, i sintomi sono gravi, con un'alta probabilità che si verifichino complicazioni pericolose del processo patologico. Necessario ricovero immediato.
  • Flebotrombosi nel segmento femoro-popliteo. Scorre lentamente, è difficile distinguersi dalle malattie del profilo ortopedico. Può progredire gradualmente, nell'arco di diversi giorni o addirittura settimane, in modo sottile. Probabili anche emergenze. Dipende da molti fattori.

La flebotrombosi può essere classificata a valle. In una tale situazione, si distingue una forma acuta e cronica..

  • Il primo è accompagnato da un inizio improvviso, uno sviluppo aggressivo e una serie di segni clinici. Questo stato dura a lungo.
  • La forma cronica è un po 'meno comune. Il trombo di solito non va da nessuna parte, è attaccato alla parete del vaso, ma la dimensione della formazione è piccola. Pertanto, la clinica sta svanendo da sola.

Quando il processo viene attivato, si osserva una ricaduta, non si può mai dire in anticipo quale episodio può diventare fatale.

Perché il coagulo di sangue prima o poi ostruirà la vena, oppure si staccherà e inizierà a muoversi. Pertanto, le forme croniche non sono meno, ma piuttosto più pericolose..

Inoltre, in base alla pratica accettata, la flebotrombosi può essere suddivisa in arteriosa e venosa.

Il primo si verifica molto meno frequentemente, procede in modo più aggressivo ed è molto più difficile da correggere. Un'operazione è obbligatoria, questo è l'unico modo per salvare la vita di una persona.

Varie classificazioni vengono utilizzate dai medici sul posto per determinare la natura del processo patologico. Senza comprendere l'essenza della violazione, non può esserci trattamento.

Le caratteristiche dei diversi percorsi di digitazione vengono utilizzate per la codificazione e la diagnosi.

Sintomi

Ha senso considerare il quadro clinico basato sulla localizzazione del disturbo. Di conseguenza, stiamo parlando di quattro tipi.

Blocco delle vene esterne

Le manifestazioni non sono molto specifiche. Tuttavia, con una valutazione competente, è possibile determinare la probabile causa. Tra le manifestazioni tipiche:

  • Dolore alla gamba a livello della parte inferiore della gamba, della caviglia e / o del piede. L'intensità è minima. Carattere: pressione, trazione o dolore.
  • C'è una decolorazione blu pronunciata degli arti inferiori. Il processo patologico è accompagnato da un cambiamento dell'ombra del derma in marmo. Appare una catena di capillari chiaramente visibile, tipica dei disturbi del flusso sanguigno.
  • Gonfiore. Minimo, può essere rilevato solo dalla palpazione.

La sconfitta delle vene profonde degli arti inferiori

La clinica è più o meno la stessa. Ma la sindrome del dolore ad alta intensità attira l'attenzione su di sé.

Il disagio diventa pronunciato con la flessione dell'articolazione del ginocchio, i tentativi di attività fisica, il supporto sulla gamba interessata.

Il gonfiore è anche molto più grave, causato da una violazione del deflusso venoso-linfatico.

È possibile un aumento spontaneo della temperatura corporea, si verifica un sintomo simile del processo patologico, in circa il 15% dei casi, che indica la formazione di un'infiammazione parallela. Forse la diagnosi era inizialmente errata e stiamo parlando di tromboflebite.

Il paziente avverte una pressione sull'arto, come se indossasse uno stivale stretto, una calza. Tipico segno clinico.

Flebotrombosi ileofemorale

Si sta sviluppando rapidamente. È accompagnato da una gamma completa di sintomi sopra descritti.

La probabilità di emergenze è alta. Se il paziente è fortunato, bypassare le vie del sangue entrano nel lavoro, la clinica si indebolisce gradualmente o scompare completamente. Dipende dalla situazione.

È necessaria una diagnosi approfondita. In ogni caso, non puoi fare a meno del ricovero in ospedale.

Flebotrombosi nel segmento femoro-popliteo

La clinica è fiacca. Pertanto, è impossibile determinare a prima vista la causa e la natura del flusso..

Anche la diagnostica non ti consente sempre di rispondere al volo a un sondaggio sull'origine del processo patologico. Le manifestazioni sono simili a quelle dell'artrite, altre condizioni infiammatorie..

Il problema viene risolto rigorosamente anche in condizioni stazionarie..

Le ragioni

I fattori nello sviluppo del processo patologico sono diversi..

  • Il detentore del record assoluto per il numero di situazioni cliniche sono le vene varicose. Inizialmente è accompagnato da vene varicose anormali, disfunzione delle valvole e flusso sanguigno. Questo momento rappresenta oltre il 90% delle situazioni..
  • Immobilizzazione prolungata. Se il paziente è sdraiato. L'unico modo per prevenire questo fenomeno è condurre costantemente la kinesiterapia. Il massaggio, i movimenti passivi e attivi aiutano bene.
  • Insufficienza cardiaca. È accompagnato da una violazione dell'emodinamica generale e locale. Il sangue si muove debolmente attraverso i vasi, il che porta a una piccola quantità di nutrimento per i tessuti degli arti inferiori. Le vene e le arterie locali rispondono alle deviazioni in modo riflessivo, il che alla fine porta a ristagno del sangue, problemi alle valvole.
  • Lesioni. Di solito durante la terapia o la diagnosi. Dalle operazioni alle iniezioni banali, soggette a somministrazione prolungata e frequente di farmaci.
  • Le patologie del sangue congenite e acquisite colpiscono. In cui c'è un'eccessiva coagulazione.

L'uso di alcuni farmaci influisce anche direttamente sulle proprietà del tessuto connettivo liquido. Ad esempio, contraccettivi orali a lungo termine, farmaci glucocorticoidi, antibiotici e altri. Il problema viene risolto dalla loro cancellazione o revisione del corso terapeutico.

Esistono anche i cosiddetti fattori di rischio che aumentano la probabilità di deviazioni: gravidanza, indipendentemente dalla fase (ma ancora più spesso la flebotrombosi si verifica nei pazienti entro la fine della gestazione a causa dell'aumento dei carichi sugli arti inferiori), anni più vecchi, malattie del sangue congenite e acquisite, lavoro in piedi, soprattutto per insegnanti, cuochi, operai edili e altri i cui compiti professionali sono associati a sovraccarico.

Trattamento

La terapia si basa sull'uso di farmaci; in assenza di un effetto clinicamente significativo, viene eseguita la correzione chirurgica. Inoltre, è possibile utilizzare una tecnica radicale all'inizio, a seconda delle indicazioni.

Un elenco indicativo di farmaci:

  • Trombolitici. Sciogliere i coaguli di sangue. Tra i più popolari ci sono la streptochinasi e altri medicinali. Ha senso usarli in un sistema con altri nominati di seguito. Un lungo periodo non è accettato a causa del gran numero di effetti collaterali e complicazioni. Anche le controparti moderne costano molto..
  • Agenti antipiastrinici, anticoagulanti. Basato su aspirina, eparina e altri. Usato per prevenire la formazione di ri-coaguli, come profilassi, per fluidificare il sangue.
  • L'adesione al processo infiammatorio richiede l'uso di FANS e glucocorticoidi secondo necessità.

La correzione chirurgica non è sempre necessaria, i principali metodi di terapia:

  • Rimozione di una parte di una vena (flebectomia). L'opzione più radicale e traumatica. È indicato quando l'eliminazione meccanica di un trombo è impossibile sullo sfondo di uno stato critico della nave, quando la plastica non ha senso.
  • Rimozione chirurgica di un trombo.
  • Creazione di un percorso di bypass per il flusso sanguigno. La cosiddetta manovra. Richiesto relativamente raramente.
  • Installazione di un filtro per intrappolare i coaguli di sangue e impedire loro di entrare nelle arterie polmonari. Anche questo metodo non è sempre utilizzato. L'intervento è endovascolare, minimamente invasivo. Pertanto, i rischi sono minimi..

Il periodo di riabilitazione è di circa un mese. Per diversi giorni o poco più, è necessario il riposo a letto. La camminata leggera è mostrata di seguito perché l'immobilizzazione prolungata è associata ad un alto rischio di aggravamento..

Inoltre, durante l'intero periodo di riabilitazione sono necessari farmaci. I flebologi, i chirurghi vascolari sono impegnati nell'aggiustamento del dosaggio.

Previsione

Per lo più favorevole. Se i volumi di ostruzione della vena sono minimi, le possibilità di un risultato positivo con pieno recupero sono massimizzate. Il trattamento ospedaliero è richiesto indipendentemente dalla forma del processo patologico.

La migrazione di trombi o le grandi dimensioni di un tale coagulo sono un grande pericolo. La mortalità è vicina al 70%, la sovrapposizione della vena degli arti inferiori a un livello critico termina in cancrena.

In una situazione del genere non è possibile evitare un'operazione di mutilazione per rimuovere un segmento della gamba, la quantità di intervento è diversa, a seconda della gravità del caso. Si salva la vita, ma subentra la disabilità.

Con lesioni delle arterie, la prognosi è sempre sfavorevole, è necessaria un'assistenza ospedaliera urgente. Le prospettive di ripresa sono più che deboli.

Possibili conseguenze

Le possibili complicazioni includono:

  • Embolia polmonare. Può verificarsi la morte quasi istantanea, a seconda dell'entità della lesione. Oppure i medici avranno un po 'di tempo per gli eventi urgenti..
  • Attacco di cuore. A causa di danni alle arterie coronarie. Di solito esteso, senza possibilità di guarigione o recupero.
  • Ictus. Se i vasi cerebrali sono coinvolti nel processo patologico.
  • Cancrena. Già denominata necrosi tissutale degli arti inferiori. Si sviluppa con cure mediche premature. C'è una possibilità di evitare una complicanza così pericolosa.

Infine, è probabile una grave disabilità o la morte del paziente.

La flebotrombosi delle vene delle gambe è un processo patologico complesso e sfaccettato, accompagnato dalla formazione di coaguli di sangue che bloccano i vasi delle estremità e possono staccarsi, muoversi lungo il flusso sanguigno, provocare il blocco delle strutture e la morte di tessuti, organi.

Non c'è possibilità di guarigione senza cure mediche urgenti. Hai bisogno di ricovero immediato.

Classificazione e trattamento della flebotrombosi delle vene profonde delle gambe

La flebotrombosi è una malattia vascolare caratterizzata dalla formazione di coaguli trombotici e dalla loro stratificazione sulle pareti interne delle vene. L'inizio prematuro del trattamento porta al blocco completo del lume dei vasi sanguigni o alla loro parziale ostruzione. La flebotrombosi delle vene profonde degli arti inferiori è pericolosa per il suo decorso asintomatico e le complicanze, che includono insufficienza venosa ed embolia polmonare.

Eziologia e fattori di rischio

La malattia si sviluppa a causa della formazione di coaguli di sangue, parzialmente o completamente attaccati alle pareti delle vene.

Il luogo più probabile della loro localizzazione sono le gambe. Convenzionalmente, tutte le cause di blocco delle vene sono suddivise in tre gruppi eziologici: congenita, acquisita e mista.

Acquisita e congenita

Il ruolo principale nello sviluppo della flebotrombosi delle vene è giocato dalla triade Virchow: un aumento della viscosità del sangue, un rallentamento della velocità di circolazione sanguigna e un danno all'endotelio vascolare. Le patologie congenite possono provocare la formazione di coaguli di sangue, che includono:

  • disfunzione del midollo osseo;
  • insufficienza di valvole venose;
  • diminuzione dell'elasticità dell'endotelio;
  • flebeurisma.

Le suddette malattie rallentano il flusso sanguigno naturale nei tessuti e aumentano la coagulazione del sangue. La formazione di coaguli di sangue e il blocco delle vene è una conseguenza di questi processi patologici.

I cambiamenti nelle proprietà reologiche del sangue sotto l'influenza di fattori esogeni sono tra le cause chiave dello sviluppo della malattia. La formazione di trombi e l'ostruzione delle vene possono essere innescate da:

  • obesità;
  • lupus eritematoso;
  • tubercolosi;
  • abuso di farmaci ormonali;
  • stile di vita sedentario;
  • cattiva alimentazione;
  • frequenti lesioni alle gambe;
  • Intervento chirurgico;
  • prendere contraccettivi orali;
  • patologie endocrine;
  • malattie infettive;
  • disfunzione del sistema riproduttivo;
  • malfunzionamenti dell'apparato valvolare delle navi;
  • insufficienza miocardica.

La terapia tempestiva previene la progressione della flebotrombosi e il verificarsi di complicanze. Il ripristino delle funzioni dei sistemi endocrino, cardiovascolare e immunitario ha un effetto benefico sulle proprietà reologiche del sangue e sulle condizioni generali del paziente.

Ragioni contrastanti

L'ipercoagulazione può essere il risultato non solo di malattie congenite e acquisite, ma anche di lesioni o operazioni precedenti.

La formazione di coaguli di sangue nelle vene è causata dai seguenti fattori:

  • aumento della produzione di omocisteina;
  • livelli di fibrinogeno in eccesso;
  • alta concentrazione di fattori VIII, IX e XI di coagulazione del sangue.

Secondo le statistiche, la flebotrombosi viene diagnosticata più spesso negli anziani. Inoltre, i seguenti gruppi di persone sono inclusi nella categoria di rischio:

  • malati di cancro;
  • pazienti in sovrappeso;
  • donne durante la gestazione;
  • pazienti dopo taglio cesareo;
  • uomini con patologie cardiovascolari.

L'assunzione di ormoni steroidei e l'abuso di cibi grassi possono provocare coaguli di sangue. La mancanza di emoglobina e vitamine nel corpo porta anche a un cambiamento nella densità del sangue.

Classificazione

A seconda del luogo di localizzazione e delle caratteristiche del decorso della flebotrombosi, si distinguono diversi tipi di processi trombotici. La determinazione accurata della posizione dei coaguli di sangue consente la diagnosi e l'elaborazione di un regime di trattamento ottimale per la patologia.

Dal grado di sviluppo

Secondo il decorso clinico e il periodo di formazione del trombo, si distinguono due forme di flebotrombosi:

  • acuto - la formazione primaria di coaguli di sangue e il loro attaccamento alle pareti delle vene, accompagnata da infiammazione dell'endotelio;
  • subacuto - un'infiammazione lenta dei vasi sanguigni causata dalla deposizione di coaguli trombotici sulle loro pareti interne.

La flebotrombosi cronica è più difficile da diagnosticare perché il suo decorso potrebbe non essere accompagnato da dolore o evidente infiammazione dei tessuti. Nella maggior parte dei casi, i pazienti lamentano gonfiore delle gambe e indolenzimento della pelle alla palpazione..

Per localizzazione

Esistono quattro tipi di malattie vascolari, a seconda della posizione dei coaguli di sangue all'interno della vena:

  • flebotrombosi della gamba - blocco delle vene profonde della gamba;
  • succlavia: otturazione della vena succlavia;
  • femorale: la formazione di coaguli di sangue nei vasi del segmento femorale;
  • ileo-femorale - trombosi delle reti vascolari a livello del segmento ileo-femorale.

In base al tipo di coagulo di sangue

In base al grado di fissazione delle formazioni trombotiche alle pareti vascolari, si distinguono tre tipi di flebotrombosi:

  • occlusivo: blocco completo della vena da un trombo;
  • parietale: parziale sovrapposizione del diametro interno del vaso da parte di coaguli di sangue;
  • fluttuante: coaguli di sangue attaccati a un sito, che si estendono in tutta la vena.

Sintomi tipici

Il quadro clinico e le caratteristiche del decorso della malattia sono determinati dalla localizzazione delle aree cancellate delle vene, dalla loro dimensione e dalla distruzione dell'endotelio. La trombosi occlusiva venosa profonda è la più facile da diagnosticare, poiché la sua manifestazione principale è il dolore e il gonfiore delle gambe. In caso di blocco parziale dei vasi superficiali, le sensazioni dolorose si verificano solo durante la palpazione dell'area interessata.

Vene profonde degli arti inferiori

In caso di danni ai grandi vasi, la circolazione sanguigna nei tessuti delle gambe peggiora, il che porta a una violazione del trofismo dei muscoli del polpaccio e della pelle. Le manifestazioni della malattia possono essere:

  • espansione della rete venosa;
  • crampi ai muscoli del polpaccio;
  • dolore alla palpazione;
  • iperemia dei tessuti sottocutanei;
  • affaticabilità veloce.

In assenza di un trattamento adeguato, la patologia è complicata dal tromboembolismo, che è fatale nel 15% dei casi.

Quando si cammina, i pazienti hanno una sensazione di pesantezza alle gambe. Ciò è dovuto alla carenza di ossigeno dei tessuti molli e ad un aumento locale della pressione sanguigna nei vasi..

Nel segmento femoro-popliteo

I segni di questa forma di flebotrombosi non sono specifici, quindi molti pazienti non hanno fretta di vedere uno specialista. Nel 76% dei casi, la violazione del flusso sanguigno e linfatico alle estremità è accompagnata dall'accumulo di versamento nelle cavità articolari. I principali marcatori di flebotrombosi del segmento femoro-popliteo includono:

  • cianosi della pelle;
  • dolore e gonfiore dei piedi;
  • la formazione di liquido nell'articolazione del ginocchio.

Un sintomo caratteristico della malattia è il segno di Louvel: se al paziente viene chiesto di fare un respiro acuto, ci sarà una sensazione di disagio lungo i grandi vasi venosi nella parte inferiore della gamba.

Flebotrombosi ileofemorale

L'otturazione della vena ileo-femorale è accompagnata da un forte dolore alle gambe. La patologia si manifesta con i seguenti sintomi:

  • coscia blu;
  • dolore alla gamba inferiore;
  • gonfiore della pelle nella zona inguinale;
  • espansione della rete venosa sottocutanea;
  • disagio nella regione sacroiliaca.

La flebotrombosi non occlusiva viene diagnosticata nelle fasi successive dello sviluppo, che è associata a una debole gravità del quadro clinico. Pochi giorni dopo il blocco delle vene, il gonfiore diminuisce a causa dell'inclusione di vasi collaterali nella circolazione.

Vena cava inferiore

Questa forma della malattia è la più pericolosa per la vita per i pazienti, che è associata all'ostruzione di una grande nave, in cui fluiscono le vene più piccole che trasportano il sangue dagli organi di disintossicazione. La flebotrombosi occlusiva è spesso fatale. Le manifestazioni tipiche di un blocco della vena cava inferiore sono:

  • crampi all'addome;
  • gonfiore delle cosce;
  • mal di piedi;
  • ascite;
  • sovraccarico dei muscoli addominali.

L'aumento della pressione venosa porta all'espansione dei vasi venosi situati nella regione peritoneale ("testa di medusa"). Le vene bloccate compromettono la circolazione ai reni e al fegato, che può portare a insufficienza d'organo.

L'interruzione della filtrazione glomerulare porta ad un aumento del livello di urea e creatinina nel siero del sangue, che è irto di intossicazione del corpo e la morte del paziente.

Diagnosi della malattia

Una diagnosi preliminare viene effettuata all'appuntamento del medico iniziale sulla base delle manifestazioni cliniche della malattia e dei risultati di un esame visivo. Per chiarire il luogo di localizzazione dei coaguli di sangue e il grado di progressione della flebotrombosi, vengono utilizzati i seguenti metodi di diagnostica hardware:

  • scansione duplex: trovare la posizione dei coaguli trombotici e determinare la quantità di ostruzione vascolare;
  • emostasiogramma: identificazione dei cambiamenti nei parametri reologici del sangue;
  • esame del sangue per la presenza di D-dimero - determinazione della velocità di coagulazione del sangue e concentrazione plasmatica delle piastrine;
  • Studio del contrasto a raggi X: valutazione del grado di disturbi circolatori in base alle immagini a raggi X ottenute.

La diagnosi precoce di flebotrombosi previene gravi complicazioni. Con l'aiuto dell'esame a raggi X degli organi del torace, gli specialisti determinano la probabilità di sviluppare un'embolia. Il verificarsi di complicanze è indicato dall'ostruzione parziale dei piccoli rami dei vasi polmonari.

Trattamento della flebotrombosi

Tutti i metodi di terapia per la trombosi venosa sono divisi in due categorie: conservativa e chirurgica. Se viene rilevata un'ostruzione parziale o completa dei vasi, è indicato il ricovero del paziente presso il reparto di chirurgia vascolare. Il trattamento complesso ha lo scopo di eliminare le vene ostruite, aumentarne l'elasticità, accelerare la regressione dei processi infiammatori e l'epitelizzazione dell'endotelio.

Urgente attenzione

Con un'esacerbazione della flebotrombosi, i pazienti sono soggetti a ricovero immediato in un ospedale chirurgico. Prima dell'arrivo della squadra dell'ambulanza, è necessario immobilizzare e calmare il paziente. La terapia preospedaliera consiste nella somministrazione parenterale di 60.000 UI di "Fibronolysin" in 300 ml di soluzione salina con 20.000 UI di "Eparina" per via endovenosa (flebo).

In caso di soppressione del sistema cardiovascolare, si può inoltre introdurre quanto segue:

  • 1 ml di caffeina 10% s / c;
  • 2 ml "Cordiamin" s / c.

Con la tromboflebite, l'efficacia del trattamento fibrinolitico è limitata.

Metodo conservativo

La terapia per le malattie accompagnate da occlusione venosa prevede l'assunzione di farmaci e l'uso di biancheria intima compressiva. Durante il trattamento, i pazienti devono attenersi rigorosamente al riposo a letto e seguire tutte le raccomandazioni del medico in merito all'alimentazione e alle caratteristiche dell'assunzione di farmaci.

In caso di danni alle vene superficiali della parte inferiore della gamba, la gamba viene fasciata con una benda elastica. Ciò migliora la circolazione sanguigna negli arti e riduce la probabilità di completo intasamento delle vene con coaguli di sangue..

La compressione elastica e una dieta a basso contenuto di colesterolo prevengono il ristagno di sangue e il gonfiore delle gambe quando sono colpiti i grandi vasi venosi.

Farmaci essenziali

Il trattamento della flebotrombosi degli arti inferiori prevede l'uso di diversi gruppi di farmaci che migliorano le proprietà reologiche del sangue e aumentano l'elasticità delle pareti vascolari. I seguenti tipi di farmaci sono più spesso inclusi nel regime terapeutico:

  • anticoagulanti: riducono il grado di viscosità del sangue;
  • flebotonica: aumenta il tono delle fibre muscolari lisce nelle vene;
  • agenti antipiastrinici - prevengono l'adesione delle placche sanguigne (piastrine);
  • farmaci antinfiammatori: riducono la gravità dell'infiammazione endoteliale.

La trombosi non occlusiva può essere trattata con farmaci reologici e glucocorticosteroidi. Hanno un effetto benefico sulle proprietà delle piastrine e sulla velocità di guarigione delle pareti vascolari, che impedisce la progressione della malattia e l'ostruzione delle grandi vene..

Chirurgia

L'intervento chirurgico è inevitabile in caso di flebotrombosi purulenta ed embologica, cancrena delle vene e alta probabilità di sviluppare sepsi. A seconda della localizzazione dei coaguli di sangue e dello stadio della malattia, vengono utilizzati i seguenti metodi chirurgici:

  1. Resezione vascolare: rimozione delle aree interessate con successiva sostituzione con protesi.
  2. Occlusione parziale: riduzione parziale della pervietà venosa, che viene eseguita per prevenire l'embolia polmonare.
  3. Intervento endovascolare: l'introduzione di una spirale nell'area interessata della nave, prevenendo l'avanzamento di coaguli trombotici.

La chirurgia intravascolare è un trattamento sintomatico. La mancata normalizzazione della densità del sangue può portare a nuovi coaguli di sangue nelle vene..

Aiuto della medicina tradizionale

I metodi alternativi possono essere utilizzati solo in aggiunta alla terapia conservativa per la flebotrombosi.

Per migliorare il flusso sanguigno nei vasi, vengono spesso utilizzati impacchi alcolici e farmaci antinfiammatori. Per preparare i pediluvi, vengono utilizzati decotti di erbe come:

  • Corteccia di quercia;
  • trifoglio dolce;
  • salice bianco;
  • menta;
  • saggio.

Per preparare un infuso o un brodo, devi versare 4 cucchiai. l. erbe secche ½ litro d'acqua e far bollire per 2-3 minuti. Il liquido filtrato viene miscelato con acqua calda in rapporto 1: 1. Per migliorare la condizione delle gambe, si consiglia di fare pediluvi per 10-14 giorni.

Il rischio di complicazioni

Il trattamento ritardato e inadeguato della flebotrombosi è irto di ridotta circolazione sanguigna non solo negli arti, ma anche negli organi vitali..

Alcune delle conseguenze più pericolose di una vena bloccata includono:

  • insufficienza venosa;
  • ulcere trofiche;
  • embolia polmonare;
  • infarto miocardico;
  • sindrome post-tromboflebica.

Una complicanza comune della trombosi fluttuante è la necrosi del polmone e del tessuto epatico. Se non inizi in tempo il trattamento con farmaci venotonici e antiaggreganti piastrinici, questo porterà alla morte..

Previsione e prevenzione

La flebotrombosi è caratterizzata dalla formazione permanente di coaguli di sangue all'interno dei vasi sanguigni. Tuttavia, in caso di uso regolare di agenti antipiastrinici e flebotonici, la prognosi per la flebotrombosi delle vene superficiali è favorevole..

Tuttavia, in caso di rottura di un trombo, la mortalità per embolia supera il 30-35% nelle prime ore.

La prevenzione della patologia vascolare consiste nell'osservare le seguenti regole:

  • terapia tempestiva delle vene varicose;
  • uso regolare di biancheria intima compressiva;
  • sottoporsi a trattamento preventivo con anticoagulanti;
  • evitando cibi grassi e alcol.

Le misure preventive riducono la probabilità di coaguli di sangue e trombosi venosa. Uno stile di vita attivo e gli sport all'aria aperta hanno un effetto benefico sul tono vascolare e prevengono il ristagno di sangue nelle gambe. Il rispetto di semplici raccomandazioni aiuta a prevenire la trombosi nelle vene e lo sviluppo di complicanze associate.


Articolo Successivo
E se c'è una deviazione dell'EOS a sinistra?