Hydropericardium: cause, segni, diagnosi, trattamento


Normalmente, tra gli strati parietale e viscerale del pericardio, ci sono circa 15-50 ml di un liquido giallastro trasparente, che garantisce un'umidità costante e il normale funzionamento della camicia del cuore. Malattie accompagnate da disturbi emodinamici, sindrome edematosa, emorragica e processi tumorali possono portare ad un aumento del volume del liquido pericardico. Come risultato dell'aumentata permeabilità vascolare e malassorbimento nei fogli pericardici, da 150 a 300 ml (a volte fino a 1 litro) di trasudato non infiammatorio possono accumularsi nel sacco pericardico. Contiene una piccola quantità di cellule endoteliali, alcune proteine, tracce di fibrina e altre cellule del sangue. I cardiologi chiamano questa patologia idropericardio..

Le ragioni

Un aumento del volume di trasudato nel pericardio è più spesso provocato dalla sindrome edematosa, che può essere osservata quando:

  • diverticolo ventricolare sinistro congenito;
  • insufficienza cardiaca;
  • patologie renali;
  • stagnazione;
  • con comunicazione diretta tra le cavità peritoneale e pericardica;
  • malattie infiammatorie;
  • reazioni allergiche;
  • lesioni;
  • anemia;
  • esaurimento;
  • anoressia.

In casi più rari, l'idropericardio è innescato da tumori del mediastino, mixedema, assunzione di vasodilatatori o radioterapia. Inoltre, l'idropericardio può essere osservato nelle donne in gravidanza o negli anziani (in forma isolata).

I tipi di idropericardio sono:

  • emopericardio: un accumulo di sangue nel sacco pericardico, che può essere provocato dalla rottura di un aneurisma del cuore o di vasi situati nella cavità pericardica, infarto del miocardio, trauma, grave obesità del cuore, ecc.;
  • chilopericardio: un accumulo di liquido lattiginoso nel sacco pericardico causato dalla formazione di una fistola tra la cavità pericardica e il dotto toracico, trauma e compressione del dotto toracico da parte di un tumore.

Segni

Quando una grande quantità di liquido si accumula nel pericardio, il paziente ha segni di disfunzione cardiaca, che sono causati dalla compressione del cuore e dalla difficoltà nel suo lavoro:

  • mancanza di respiro persistente;
  • disagio al petto (quando ci si piega in avanti);
  • dolore al petto;
  • attacchi d'asma;
  • gonfiore degli arti inferiori;
  • gonfiore del viso e delle mani;
  • diminuzione della pressione sistolica;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • aumento della pressione venosa.

Quando si ascoltano i suoni del cuore, si notano la loro debolezza e sordità. Nell'area delle vene giugulari si osserva la loro depressione e trabocco.

Con un significativo trabocco della cavità pericardica, può svilupparsi un tamponamento cardiaco, cioè le sue camere non possono normalmente rilassarsi e pompare il volume di sangue richiesto. Il paziente sviluppa insufficienza cardiaca acuta:

  • debolezza crescente;
  • pesantezza al petto;
  • grave mancanza di respiro;
  • paura della morte;
  • abbondante sudore freddo;
  • agitazione psicomotoria;
  • tachicardia;
  • una forte diminuzione della pressione sanguigna (fino a svenimento);
  • respirazione superficiale e rapida;
  • aumento della pressione venosa;
  • sordità dei suoni cardiaci.

In assenza di cure mediche di emergenza, il tamponamento cardiaco può portare a insufficienza cardiaca acuta, shock, arresto cardiaco e morte.

Hydropericardium nel feto

Lo sviluppo di idropericardio nel feto è causato da disturbi intrauterini dello sviluppo del miocardio ventricolare sinistro. Questa patologia porta alla divercolite: una sporgenza della parete del ventricolo sinistro nell'apice del cuore. Il fluido si accumula tra gli strati del pericardio e questo impedisce il lavoro del cuore fetale e può provocarne il tamponamento.

Per prevenire questa malformazione congenita del cuore del nascituro, la donna incinta necessita di costante supervisione medica e cardiografia fetale. In alcuni casi, è possibile la scomparsa spontanea del fluido dalla cavità pericardica, ma più spesso è necessario eseguire la pericardiocentesi (puntura del pericardio) nel feto. Questa manipolazione è difficile da eseguire e viene eseguita sotto controllo ecografico, poiché è accompagnata da un alto rischio di traumi per il feto e la futura gestante.

Diagnostica

Per identificare l'idropericardio, il medico deve raccogliere un'anamnesi della malattia e condurre una serie di esami diagnostici:

  1. Echo-KG;
  2. radiografia del torace;
  3. analisi cliniche di urina e sangue;
  4. chimica del sangue.

Il metodo diagnostico più informativo per questa patologia è Echo-KG. Durante questo, il medico determina la dimensione della discrepanza (separazione) tra gli strati parietale e viscerale del pericardio. Normalmente non dovrebbe superare i 5 mm. Con questo parametro, il medico può trarre conclusioni sullo stadio dell'idropericardio:

  • iniziale - 6-10 mm;
  • moderato - 10-20 mm;
  • pronunciato - più di 20 mm.

Viene inoltre effettuata una valutazione quantitativa del volume del trasudato:

  • insignificante - fino a 100 ml;
  • moderato - fino a 500 ml;
  • grande - più di 500 ml.

Quando si separano gli strati pericardici di oltre 20 mm, il paziente deve sottoporsi a una puntura del pericardio sotto il controllo di Echo-KG o radiografia. Nel trasudato si trovano segni della sua differenza dall'essudato:

  • densità relativa - inferiore a 1.016;
  • livello di proteine ​​- meno dell'1-3%.

Inoltre, vengono effettuati studi di laboratorio microbiologici e citologici sul trasudato ottenuto durante la puntura del pericardio.

Trattamento

Con una quantità insignificante di liquido nel sacco pericardico, i pazienti non sono disturbati da alcun sintomo e tale idropericardia non richiede una terapia speciale e va via da sola. In tali situazioni, è necessario identificare la causa di un accumulo significativo di trasudato e la sua eliminazione..

Con un accumulo più significativo di liquido nei fogli del pericardio, l'obiettivo principale del trattamento dell'idropericardio è finalizzato all'eliminazione della malattia primaria e viene effettuato in un ospedale. Si raccomandano tattiche individuali per ogni paziente. In una fase iniziale o moderata con un'eziologia chiarita, può essere utilizzata una terapia conservativa con diuretici e quando i fogli pericardici sono separati di più di 10-20 mm e un motivo inspiegabile, il paziente viene sottoposto a puntura pericardica per scopi diagnostici e terapeutici.

Hydropericardium

L'idropericardio è un accumulo di liquido nel camice atriale. Una tale malattia indica il corso di gravi problemi nel corpo umano. Questo fenomeno richiede cure mediche e cure di emergenza. Ogni persona è soggetta alla malattia, indipendentemente dal sesso e dall'età. Inoltre, la malattia può essere diagnosticata anche nella fase di sviluppo intrauterino del feto..

Una condizione simile è una conseguenza dei disturbi circolatori e degli eventi cardiaci congestizi. Inoltre, altre patologie e overdose di droga possono provocare un disturbo..

La gravità dei segni clinici dipende direttamente dalla gravità del decorso della malattia stessa. Ad esempio, nella fase iniziale, i sintomi possono essere completamente assenti, ma man mano che il problema peggiora, si manifestano mancanza di respiro, aumento della frequenza cardiaca, gonfiore degli arti e rilascio di una grande quantità di sudore freddo..

La diagnosi viene effettuata sulla base dei dati degli esami strumentali, che sono necessariamente integrati da esami di laboratorio. Inoltre, il processo diagnostico include manipolazioni eseguite da un cardiologo.

Il trattamento della malattia prevede l'assunzione di farmaci, l'utilizzo di ricette della medicina tradizionale e l'intervento chirurgico..

Nella classificazione internazionale delle malattie ICD-10, tale patologia non ha un codice separato. Tuttavia, la menzione di una tale malattia si verifica nella categoria "altri tipi di pericardite", motivo per cui il codice sarà I31.

Eziologia

L'idropisia del cuore è un disturbo secondario che si sviluppa sullo sfondo di altri processi patologici nel corpo umano. Ci sono molte ragioni per la presenza di idropericardio, ma tutte sono generalmente suddivise nella categoria di comune e più raro.

Il primo gruppo comprende:

  • eventi cardiaci congestizi innescati da una violazione della circolazione sanguigna locale;
  • insufficienza cardiaca, sia acuta che cronica;
  • ipoproteinemia;
  • anemia o anemia;
  • ipoalbuminemia;
  • danno renale infiammatorio acuto o cronico;
  • difetti cardiaci congeniti;
  • ipotiroidismo;
  • anoressia e cachessia;
  • radioterapia a lungo termine;
  • una vasta gamma di reazioni allergiche;
  • lesione al petto;
  • la presenza di comunicazione diretta tra la cavità peritoneale e pericardica;
  • un cambiamento nella composizione del sangue, vale a dire una diminuzione del livello di emoglobina ed eritrociti;
  • intossicazione acuta del corpo.

Le cause più rare di idropericardio sono:

  • tumori maligni o benigni del mediastino;
  • mixedema;
  • uso incontrollato di sostanze medicinali, ovvero farmaci antinfiammatori non steroidei e farmaci con effetto vasodilatatore;
  • durante la gravidanza;
  • sindrome emorragica;
  • neoplasie polmonari;
  • lupus eritematoso sistemico;
  • Sindrome di Reiter;
  • artrite reumatoide e altre patologie autoimmuni;
  • miocardite;
  • uretrite;
  • malattie del sangue;
  • tubercolosi.

L'idropericardio nel feto si forma sullo sfondo di uno sviluppo intrauterino alterato, vale a dire a causa della formazione di un diverticolo del ventricolo sinistro del cuore. In questi casi, immediatamente dopo la nascita del bambino, è necessaria un'assistenza medica urgente, poiché questa condizione minaccia la vita del bambino..

Classificazione

La divisione principale della malattia comporta l'esistenza di diverse fasi del suo decorso, che differiscono nei volumi di liquido accumulato nel sacco pericardico. Quindi, ci sono:

  • piccolo idropericardio: la quantità di trasudato non supera i 100 millilitri;
  • idropericardio moderato - i volumi di fluido patologico variano da 100 a 500 millilitri;
  • grande idropericardio - è tale se più di 500 millilitri di trasudato si accumulano nella camicia atriale. In questi casi, fino a 1 litro di liquido può accumularsi nel pericardio..

La malattia è anche solitamente suddivisa in base alla composizione del trasudato, motivo per cui l'idropericardio è suddiviso in:

  • emopericardio: questo significa che il sangue si accumula nella regione pericardica. Ciò è facilitato dalla rottura dei vasi sanguigni che alimentano il cuore. Questa condizione può essere dovuta a infarto miocardico, lesioni traumatiche o obesità del cuore;
  • chilopericardio - differisce in quanto la linfa viene raccolta nel pericardio. Questo viene eseguito sullo sfondo della spremitura dei dotti linfatici, che causa una violazione del processo di deflusso del fluido linfatico.

La tecnica diagnostica più informativa è EchoCG, che consente di determinare la gravità del decorso della malattia. Normalmente, la divergenza dei fogli pericardici lungo la parete posteriore del ventricolo sinistro del cuore non deve superare i 5 millimetri. Il grado di discrepanza può essere:

  • iniziale: le dimensioni variano da 6 millimetri a 1 centimetro;
  • moderato: la deviazione dalla norma è di 1-2 centimetri;
  • pronunciato - la divergenza dei petali supera i 2 centimetri.

Sintomi

La gravità delle manifestazioni cliniche è dettata dalla variante del decorso dell'idropericardio. Ad esempio, nella fase iniziale, eventuali segni esterni sono completamente assenti, non ci sono disturbi nel lavoro del cuore e il benessere del paziente non si deteriora.

Per l'idropericardio da medio a moderato, i seguenti sintomi sono caratteristici:

  • mancanza di respiro che si verifica solo dopo l'attività fisica;
  • disagio al petto, che può aumentare quando il corpo si piega in avanti;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • gonfiore degli arti;
  • respiro frequente e superficiale;
  • dolce freddo.

Vengono presentati i segni della forma più grave della malattia:

  • una diminuzione dei valori di tono del sangue;
  • agitazione psicomotoria;
  • mancanza di respiro, che appare anche a riposo;
  • cianosi delle mucose e della pelle di piedi, mani, caviglie e dita;
  • attacchi di soffocamento;
  • forte dolore al petto;
  • grave debolezza;
  • un aumento della pressione venosa;
  • violazione della frequenza cardiaca;
  • attacchi di perdita di coscienza;
  • singhiozzo, manifestato sullo sfondo di un aumento del volume del cuore, che porta alla spremitura dell'esofago e alla violazione del passaggio di un nodulo di cibo attraverso di esso.

Ignorare questi sintomi nei bambini e negli adulti può portare a complicazioni potenzialmente letali..

Diagnostica

Solo un medico può fare una diagnosi corretta sulla base dello studio dei dati di un esame completo.

Prima di tutto, il cardiologo deve svolgere in modo indipendente diverse attività, vale a dire:

  • studiare la storia della malattia - per cercare un fattore provocatorio patologico;
  • leggere e analizzare la storia della vita del paziente;
  • eseguire la palpazione e la percussione del torace nella regione del cuore;
  • ascoltare il paziente con uno strumento speciale;
  • valutare le condizioni della pelle e delle mucose;
  • misurare la frequenza cardiaca e il tono del sangue;
  • intervistare il paziente in dettaglio - per scoprire la gravità del quadro sintomatico, che indicherà la gravità del decorso di un tale processo patologico.

Tra i test di laboratorio, vale la pena evidenziare:

  • analisi del sangue clinico generale;
  • biochimica del sangue;
  • analisi generale delle urine;
  • studio microbiologico e citologico del trasudato.

Vengono presentate le misure diagnostiche più informative:

  • Ultrasuoni del cuore;
  • EKH ed EchoKG;
  • radiografia;
  • puntura del pericardio.

È possibile rilevare una malattia nel feto utilizzando la cardiografia fetale, che viene eseguita sotto il controllo degli ultrasuoni. Tuttavia, una tale procedura è pericolosa sia per la futura mamma che per il bambino..

Trattamento

Lo schema di come eliminare l'idropisia del cuore è determinato dalla gravità del decorso di questa malattia. Con un idropericardio piccolo e moderato, si rivolgono a metodi conservativi, tra cui:

  • trattamento del disturbo sottostante - è compilato individualmente per ogni paziente;
  • assunzione orale di diuretici;
  • metodi di medicina alternativa.

I rimedi popolari possono ridurre il livello di trasudato nella camicia atriale, ma possono essere utilizzati solo dopo l'approvazione del medico curante. In questi casi, puoi preparare decotti e infusi medicinali a casa sulla base di:

  • sambuco nero;
  • assenzio amaro;
  • cenere di zhernovtsa;
  • corteccia di sambuco rosso.

In caso di accumulo di una grande quantità di liquido nel pericardio, l'unico modo di terapia è una puntura terapeutica, con l'aiuto della quale viene rimosso il trasudato patologico.

Possibili complicazioni

Se le manifestazioni cliniche vengono ignorate e con un rifiuto completo delle cure mediche, la probabilità di complicanze è alta. Questi dovrebbero includere:

  • insufficienza cardiaca cronica;
  • tamponamento cardiaco;
  • un forte calo dei valori di tono del sangue;
  • disfunzione delle camere del muscolo cardiaco.

Uno qualsiasi dei precedenti può essere fatale.

Prevenzione e prognosi

È impossibile evitare la formazione di idropericardio nel feto, poiché ciò si verifica durante lo sviluppo intrauterino. Inoltre, le cause della comparsa di anomalie nel ventricolo sinistro rimangono fino ad oggi sconosciute..

In tutti gli altri casi, le seguenti misure preventive possono ridurre la probabilità di sviluppare l'idropisia del cuore:

  • rifiuto completo delle dipendenze;
  • cibo equilibrato e nutriente;
  • passare molto tempo all'aria aperta;
  • evitare le radiazioni corporee;
  • stile di vita attivo;
  • l'uso di medicinali, seguendo rigorosamente le istruzioni del medico curante, ovvero osservando il dosaggio giornaliero e la durata della somministrazione;
  • prevenzione delle lesioni al cuore e al torace;
  • prevenzione dell'intossicazione e dell'esaurimento del corpo;
  • trattamento complesso di patologie che portano all'accumulo di liquido nel pericardio;
  • visite regolari a un cardiologo e altri specialisti - per una visita medica preventiva completa.

La prognosi dell'idropericardio è condizionatamente favorevole: la specificità della malattia sta nel fatto che nelle prime fasi del suo decorso i sintomi sono completamente assenti o non sono espressi in modo significativo. Ciò porta al fatto che la malattia progredisce a un grado grave, in cui qualsiasi ritardo nella fornitura di cure di emergenza porta alla formazione di complicazioni e alla morte del paziente, specialmente nei bambini, negli anziani o nelle persone con condizioni di immunodeficienza.

Cos'è l'idropericardio e come è pericoloso per il cuore

L'idropericardio è anche chiamato idropisia del sacco pericardico o semplicemente idropisia del cuore. Il nome ha due radici: idro e pericardio. È chiaro che la prima parte si riferisce a un certo liquido. E la seconda parte (pericardio) è un guscio esterno a due strati, chiamato semplicemente sacca del cuore (o pericardio).

Tra gli strati della borsa (pericardio ed epicardio) c'è normalmente un piccolo volume di liquido non infiammatorio. Il volume del liquido pericardico non interferisce con la normale funzione cardiaca. Non si osservano sintomi patologici.

Ma una serie di patologie può portare a un accumulo significativo di questo fluido, che influenzerà immediatamente il benessere di una persona. Un volume eccessivo di fluido ostacolerà il lavoro del cuore, che esternamente si manifesta sotto forma di mancanza di respiro, in un aumento della pressione venosa con possibile ristagno di sangue negli organi.

Hydropericardium: che cos'è

Un tale processo patologico non è una malattia indipendente, ma una conseguenza di altre malattie. Ciò è confermato dal fatto che l'idropericardio non ha il codice ICD 10, ma è registrato sotto altri tipi di pericardite con il codice I31.

Il pericardio è costituito da due strati: fibroso esterno e sieroso interno. Nel tessuto sieroso viene prodotto un fluido di una certa composizione, che riempie lo spazio tra l'epicardio e il pericardio. In effetti, un tale fluido è un lubrificante naturale che facilita l'attrito.

Le principali funzioni del pericardio sono:

  • Funzione di supporto, grazie alla quale non c'è un eccessivo allungamento del cuore e mantenendolo in determinate posizioni.
  • Mantenere la pressione sui tessuti.
  • Idratante - riduce l'attrito quando il cuore si contrae.

In una persona sana, normalmente, la cavità pericardica contiene fino a 80 ml di un fluido limpido, che non è infiammatorio e si chiama trasudato, che contiene globuli sanguigni, fibrina, proteine, cellule endoteliali.

Nel caso dello sviluppo di processi patologici e dell'impatto di fattori sfavorevoli, il volume di un tale fluido aumenta a 1000 ml, il che porta a edema pericardico.

Classificazione

A seconda della quantità di volume del trasudato che si accumula nel sacco pericardico, l'idropericardio è:

  • Piccolo - con un volume di liquido che non supera i 100 ml.
  • Moderato: la quantità di liquido accumulato non è superiore a 500 ml.
  • Grande - volume di trasudato da 500 ml o più.

Il trasudato può differire in natura:

  • Emopericardio: un accumulo di sangue nella cavità pericardica, che è caratteristico dell'infarto miocardico, rottura dei vasi sanguigni che alimentano il tessuto pericardico, trauma, un grande accumulo di tessuto adiposo attorno al cuore.
  • Chylopericardium - se c'è compressione dei dotti linfatici, questa diventa la causa del deflusso linfatico alterato. Questo processo porta all'accumulo di liquido linfatico nella cavità pericardica..
  • Pyopericardium: sudorazione e accumulo di pus nel sacco pericardico.

Leggi anche sull'argomento

Cause di idropisia del cuore

La base per lo sviluppo dell'idropericardio sono i disturbi emodinamici persistenti, specialmente con manifestazioni congestizie, malattie oncologiche e sindrome emorragica.

Il fattore più sfavorevole, che è un indicatore dello sviluppo dell'ultimo stadio dell'idropericardio con la presenza di grandi volumi di liquido, è considerato l'insufficienza cardiaca cronica e altre malattie del sistema cardiovascolare nella fase di scompenso.

I seguenti motivi per lo sviluppo dell'idropericardio sono:

  • Malattie autoimmuni - Reumatoide. Artrite, lupus eritematoso sistemico, sindrome di Reiter, spondilite anchilosante.
  • Complicazioni dopo l'intervento chirurgico: lo sviluppo di sanguinamento e l'aggiunta di infezione portano allo sviluppo di idropericardio. Questo processo si trasforma rapidamente in emopericardio e piopericardio..
  • Le lesioni al torace nella regione del cuore portano all'accumulo di trasudato nel sacco pericardico.
  • Malattie del sangue, anemia, miocardite, nefrite di varie eziologie, infiammazione del sistema genito-urinario, tubercolosi, cachessia, tumori maligni, radiazioni possono anche causare lo sviluppo di idropericardio.
  • La rottura della ghiandola tiroidea e altri disturbi endocrini spesso causano l'idropisia del cuore.
  • Uso a lungo termine di farmaci antinfiammatori non steroidei e vasodilatatori.
  • Gravidanza - sebbene rari, ci sono casi in cui l'idropericardio si sviluppa durante la gravidanza.

Come nasce l'accumulo di trasudato?

Di norma, i processi patologici portano all'accumulo di un trasudato di circa 300 ml, ma i suoi volumi sono spesso determinati a 1000 ml o più. Se la quantità di liquido inizia ad accumularsi, questo di solito indica lo sviluppo di infiammazione, che porta alla formazione di essudato. Questo può essere in qualsiasi fase della malattia. Pertanto, la combinazione di stravaso ed essudazione porta alla presenza di grandi volumi di fluido nella cavità pericardica..

Sintomi di idropisia del sacco pericardico

In caso di accumulo di trasudato in piccoli volumi, i sintomi della malattia possono essere assenti per molto tempo fino a quando il volume del fluido inizia ad aumentare.
Man mano che il suo volume aumenta da 80 ml e oltre, iniziano a comparire i segni clinici.

I sintomi iniziali dell'idropericardio nei pazienti sono:

  • Debolezza generale, stanchezza.
  • Mancanza di respiro persistente che non dipende dall'attività fisica.
  • La comparsa di dolore dietro lo sterno di un personaggio pressante, che si intensifica quando si piega in avanti. Tali dolori sono di lunga durata, poiché le arterie coronarie sono compresse e si sviluppa l'ischemia miocardica.
  • Soffocamento parossistico.
  • Gonfiore del viso, degli arti superiori, dei piedi e delle gambe.
  • Gonfiore delle vene del collo.
  • Tachicardia costantemente registrata.
  • Abbassare la pressione sanguigna.

Con un aumento del contenuto del trasudato, le condizioni del paziente peggiorano e si sviluppano i seguenti sintomi:

  • Compaiono singhiozzi, la compressione dell'esofago porta a una violazione del processo di deglutizione.
  • La debolezza cresce.
  • La gravità e il dolore al petto peggiorano.
  • Il cuore cresce di dimensioni.
  • La mancanza di respiro non diminuisce a riposo, la frequenza respiratoria raggiunge i 30 al minuto.
  • Il ristagno di sangue si nota negli organi interni.
  • Cianosi delle mucose e della pelle.
  • Il sudore umido e freddo copre la pelle.
  • I pazienti si agitano quando appare la paura della morte.
  • La bassa pressione sanguigna può portare alla perdita di coscienza.

Hydropericardium nei bambini

La ragione per lo sviluppo di una condizione come l'idropericardio nel feto è un disturbo dello sviluppo nel periodo intrauterino dovuto alla formazione di un diverticolo ventricolare sinistro, che porta all'accumulo di liquido nella cavità pericardica, nonché alla prematurità. Anche nella fase di formazione delle cavità cardiache, la debolezza della parete nell'apice del muscolo cardiaco porta allo sviluppo di idropericardio.

Idropericardite del cuore: trattamento e cause

L'idropericardio o idropisia del cuore è il fenomeno dell'accumulo di liquido non infiammatorio (trasudato) nel sacco pericardico. L'idropisia del cuore si presenta come una complicazione delle malattie e non come una malattia indipendente.

Hydropericardium: come si presenta

Il pericardio è la membrana del tessuto connettivo del cuore (borsa, camicia), costituita da due fogli (strati), tra i quali è distribuito un piccolo volume di trasudato. Il volume di questo liquido non dovrebbe normalmente superare i 15-50 ml..

In alcune condizioni associate ad una maggiore permeabilità dei vasi sanguigni, malassorbimento nel pericardio, la quantità di trasudato aumenta. Questo liquido non è infiammatorio, contiene proteine, fibrina in tracce, cellule del sangue, endotelio.

Un altro nome per il pericardio è il sacco pericardico. Il cuore batte dentro questa borsa. Se la quantità di liquido tra i fogli del pericardio supera i 200 ml, il lavoro dell'organo diventa difficile e con un grande volume di trasudato nel pericardio compaiono sintomi clinici che peggiorano il benessere del paziente, aggravando l'insufficienza cardiaca.

Un leggero accumulo di trasudato non causa di per sé la comparsa di sintomi clinici e reclami del paziente sulla cattiva salute. Spesso, l'idropericardio non viene rilevato durante la vita, ma viene rilevato solo dopo la morte.

Le ragioni

Molto spesso, l'idropericardio funge da uno dei sintomi dell'idropisia; si verifica con eventi cardiaci congestizi causati da una ridotta circolazione sanguigna. Altre cause di idropericardio includono:

  • cardiopatia congenita
  • ipoproteinemia;
  • ipoalbuminemia;
  • ipotiroidismo;
  • reazioni allergiche;
  • trauma;
  • anemia;
  • anoressia;
  • radioterapia;
  • infiammazione renale acuta e cronica.

Meno comunemente, le cause dell'idropericardio sono l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei, vasodilatatori.

L'idropericardio è osservato con il cuore mixedema, sintomo emorragico, con la crescita di tumori maligni. Il motivo dell'accumulo di trasudato nella sacca pericardica può essere un'ostruzione meccanica che interferisce con il deflusso del sangue dal pericardio. Tali ostacoli includono la crescita dei tumori del mediastino, dei polmoni.

Cause comuni

L'idropericardio accompagna le malattie cardiache come uno dei sintomi. Il fluido non infiammatorio si accumula nel sacco pericardico in cardiomiopatia, miocardite, insufficienza cardiaca acuta.

L'accumulo di liquido nel sacco pericardico è causato da una violazione della sintesi proteica causata da una carenza di ormoni tiroidei nella malattia della tiroide. Acido ialuronico, condroitinsolforico, mucina si accumulano nei tessuti, che possono trattenere l'acqua nel corpo.

La ritenzione idrica si osserva in tutto il corpo, compresi i tessuti connettivi pericardici. Il rilascio di questo fluido sieroso nel pericardio provoca lo sviluppo dell'idropericardio. Nell'ipotiroidismo, l'ecocardiografia rivela un accumulo di acqua 15-100 ml, meno spesso c'è un accumulo di trasudato in grandi volumi.

Fasi e forme

Gli stadi dell'idropericardio differiscono a seconda del volume di trasudato accumulato nel sacco pericardico.

  1. Piccolo idropericardio: il volume del liquido non supera i 100 ml;
  2. moderato: il volume va da 100 ml a 500 ml;
  3. grande: il volume del trasudato supera i 500 ml.

Nella terza fase, fino a 1 litro di trasudato può accumularsi nel sacco pericardico..

A seconda delle caratteristiche della composizione del trasudato, si distinguono le seguenti forme:

  • emopericardio: il sangue si accumula nel pericardio. Questo fenomeno si verifica quando i vasi sanguigni che alimentano il tessuto pericardico, infarto miocardico, traumi, obesità del cuore;
  • chilopericardio: quando i dotti linfatici sono schiacciati, il deflusso linfatico è disturbato, il liquido linfatico si accumula nel pericardio.

Sintomi

A seconda della causa che ha causato l'accumulo di trasudato nel sacco pericardico, i segni di questo fenomeno saranno diversi, ma tutte le forme della malattia tendono ad aumentare i sintomi a seconda dello stadio della malattia..

Nella fase del piccolo idropericardio, il fluido che si accumula nel sacco pericardico non si manifesta con alcun sintomo. Sensazioni spiacevoli nell'area del torace compaiono nella fase di moderato idropericardio.

Quando i sintomi peggiorano

Nella fase del grande idropericardio, il cuore viene compresso in modo che la sua capacità di rilassarsi sia compromessa.

I segni della terza fase della malattia sono:

  • dispnea;
  • polso rapido;
  • gonfiore del viso;
  • gonfiore degli arti;
  • dolce freddo;
  • bassa pressione sanguigna;
  • eccitazione;
  • respirazione rapida e superficiale;
  • cianosi delle mucose e della pelle.

L'ulteriore ingresso del trasudato nel sacco pericardico aumenta il volume dell'organo a tal punto da schiacciare l'esofago, impedendo il passaggio del bolo alimentare, provocando singhiozzi prolungati. Questa condizione è pericolosa per la vita, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza, senza perdere tempo con l'automedicazione.

Caratteristiche della malattia

Di norma, nelle prime fasi dell'idropisia non c'è dolore e quando si ascolta il cuore non viene rilevato alcun rumore di attrito pericardico, si sente solo un leggero tocco.

L'accumulo di liquido nel pericardio non sempre peggiora le malattie cardiache. In alcune condizioni, una piccola quantità di trasudato nel sacco pericardico ha un effetto stabilizzante sul miocardio, mostra proprietà di supporto nell'insufficienza cardiaca grave.

Segni di idropericardio

Un segno di idropisia del cuore è un evidente gonfiore delle vene del collo con un semplice esame esterno e l'ascolto del torace rivela un indebolimento dei suoni cardiaci, la comparsa di segni di insufficienza cardiaca.

L'accumulo di liquido nel sacco pericardico può essere assunto se:

  • la mancanza di respiro diventa permanente, si nota non solo durante lo sforzo, ma anche a riposo;
  • ci sono attacchi di soffocamento;
  • non solo i piedi, le caviglie, ma anche le mani e le dita si gonfiano;
  • il dolore appare al petto, che si intensifica quando ci si piega;
  • aumento della pressione venosa, che indica insufficienza cardiaca.

Con l'accumulo di liquido in un volume corrispondente allo stadio di un grande idropericardio, è possibile il tamponamento cardiaco - una condizione in cui il rilassamento del cuore è disturbato e si sviluppano segni di insufficienza cardiaca, corrispondenti a:

  • abbassando la pressione sanguigna fino a svenire;
  • palpitazioni;
  • respirazione rapida, mancanza di aria;
  • grave debolezza;
  • paura della morte, eccitazione.

La condizione di tamponamento cardiaco può causare arresto cardiaco improvviso e morte se il paziente non riceve assistenza tempestiva.

Diagnostica

L'idropericardio viene diagnosticato in base a:

  • anamnesi: raccolta di segni clinici della malattia;
  • ecocardiografia;
  • radiografia;
  • analisi generale del sangue, delle urine;
  • analisi del sangue dettagliata.

Il grado di idropisia viene rilevato più accuratamente utilizzando l'ecocardiografia. La patologia è determinata sul sito lungo la parete posteriore del ventricolo sinistro, il criterio di confronto è il grado di divergenza delle foglie pericardiche.

Normalmente, la discrepanza tra i fogli della camicia pericardica non deve superare i 5 mm.

  1. Fase iniziale - da 6 a 10 mm;
  2. stadio moderato - da 10 mm a 20 mm;
  3. stadio pronunciato: la discrepanza dei fogli pericardici supera i 20 mm.

Nella fase del pericardio pronunciato, viene eseguita una puntura terapeutica e diagnostica per chiarire la natura del fluido che si accumula, per distinguerlo dall'essudato che appare nel sacco pericardico nelle malattie infiammatorie.

Presenza di idropericardio nel feto

L'esame ecografico rivela l'idropericardio nel feto. Il liquido libero che si accumula nel pericardio fetale indica una malformazione o un edema causato dalla malattia emolitica.

Questa condizione è pericolosa per il bambino, è spesso osservata con difetti cardiaci congeniti. La larghezza della striscia eco-negativa dovrebbe rientrare nell'intervallo normale.

Se durante la gravidanza è stata rilevata un'anomalia nello sviluppo del feto, la donna deve sottoporsi a trattamento e monitorare le condizioni del feto prima del parto.

Trattamento

Secondo i risultati dell'esame, viene prescritto il trattamento dell'idropericardio, in base al motivo che ha causato la malattia.

Se l'accumulo di trasudato è causato da ipotiroidismo, il paziente deve sottoporsi a terapia sostitutiva, per curare la ghiandola tiroidea. Il fluido nel pericardio durante la terapia sostitutiva dell'ipotiroidismo scompare 5-6 giorni dopo l'inizio del trattamento per la malattia sottostante.

Diuretici per l'idropericardio

Per l'idropisia del cuore causata da una malattia di questo organo, vengono prescritti diuretici. Se i diuretici migliorano rapidamente le condizioni del paziente, significa che l'idropericardio non è complicato dall'infiammazione e scomparirà presto senza causare gravi conseguenze.

La nomina di diuretici deve essere affrontata con cautela. Questi farmaci non sono prescritti per insufficienza renale, malattie del fegato. Per l'idropericardio minore, l'idroclorotiazide viene prescritta a giorni alterni.

Con un grande volume di trasudato nel sacco pericardico, i pazienti assumono furosemide in compresse o iniezioni, a seconda delle condizioni.

Come ridurre la perdita di potassio

L'assunzione di diuretici porta alla perdita di potassio - un macronutriente, con una carenza di cui il ritmo della contrazione cardiaca è disturbato, che può causare il suo arresto improvviso.

L'uso di diuretici risparmiatori di potassio evita questa pericolosa complicanza. Le malattie cardiache vengono trattate con triamterene, spironolattone controllato dai livelli di potassio e creatinina nel sangue.

In assenza di un risultato, viene eseguita la dialisi peritoneale: viene eseguita una procedura per lavare il peritoneo o una puntura del pericardio per pompare il trasudato accumulato.

Prevenzione

Una visita tempestiva da un medico e una diagnosi della causa della comparsa di idropisia del cuore aiuteranno a prevenire gravi condizioni con idropericardio. La prevenzione di questa condizione è il trattamento della malattia sottostante che ha causato l'accumulo di liquido nel pericardio..

Idropericardio o idropisia del cuore

L'accumulo di liquido non infiammatorio nel sacco pericardico (pericardio) è un sintomo, non una malattia. Il trasudato si forma con gravi disfunzioni d'organo, insufficienza renale, tubercolosi e altre patologie primarie.

In condizioni normali, il fluido nel sacco pericardico è compreso tra 15 e 50 ml, ma con una malattia il volume aumenta a 300-500 ml e in alcuni casi anche a un litro. Di solito è trasparente con una leggera sfumatura giallastra, sono presenti piccole impurità proteiche, residui di fibrina e singole cellule epiteliali.

Le ragioni

Una persona sana normalmente ha sempre una piccola quantità di liquido prodotto dalle cellule pericardiche, che lo assorbono anch'esse. Pertanto, se la funzione di assorbimento o secrezione è compromessa, la quantità di trasudato può essere anormalmente grande..

Questa condizione è secondaria a causa dello sviluppo delle condizioni patologiche primarie indicate di seguito:

  • grave insufficienza cardiaca e difetti;
  • cachessia nei malati di cancro;
  • pericardite;
  • insufficienza renale;
  • cardiomiopatia;
  • tubercolosi;
  • con forte esposizione alle radiazioni nell'area del cuore;
  • la presenza di processi tumorali nel mediastino;
  • mixedema grave;
  • anemia;
  • allergia;
  • lesioni cardiache di varia origine;
  • complicazioni postoperatorie;
  • ipotiroidismo;
  • un calo della concentrazione di proteine ​​nel plasma, a causa della presenza di processi patologici.

A seconda del tipo di trasudato, si distinguono diverse forme di idropericardite (tabella), che sono discusse nel video allegato in questo articolo.

Tavolo. Tipi di idropericardite:

NomeCaratteristica
La linfa si accumula nella cavità pericardica a causa di una violazione della sua circolazione attraverso i vasi con lo stesso nome. Una situazione simile può essere in presenza di cancro durante la diffusione delle metastasi..
Raccolta di sangue anormale. Cause principali: infarto miocardico, obesità patologica, danno cardiaco o interruzione arteriosa.

Quadro clinico

I segni di idropericardio si sviluppano gradualmente, quindi, di regola, questo sintomo non viene rilevato immediatamente, soprattutto perché i sintomi causati dalla malattia sottostante vengono alla ribalta. All'inizio, una piccola quantità di trasudato si accumula nel sacco pericardico, quindi il cuore non è ancora compresso, ma all'aumentare della sua quantità, la pressione aumenta, il che interferisce con le normali contrazioni.

Pertanto, iniziano a comparire i seguenti segni di idropericardite cardiaca:

  • mancanza di respiro, prima sotto sforzo, poi a riposo;
  • gonfiore degli arti;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • pallore della pelle, cianosi sul viso e sulle dita.

Nota. Uno dei sintomi dell'idropericardio è una diminuzione della pressione sanguigna. Lo fa riducendo la gittata cardiaca.

Con un abbondante accumulo di trasudato nel sacco pericardico, può esserci irritazione del nervo vago (passa vicino all'esofago), che provocherà forti singhiozzi, che sono piuttosto dolorosi. In questo caso, c'è un grande pericolo di morte..

Se per qualsiasi motivo si verifica una lesione, è possibile che si formi una condizione pericolosa per la vita: tamponamento cardiaco. In questo caso, potrebbero essere necessarie azioni di rianimazione urgenti, altrimenti la persona potrebbe morire in pochi minuti.

I segnali pericolosi in questa situazione sono:

  • aumento della respirazione e mancanza di aria;
  • un forte calo della pressione sanguigna;
  • debolezza o svenimento;
  • il paziente ha paura della morte, più del solito sente il proprio battito cardiaco.

Importante. La comparsa di singhiozzi persistenti con idropericardite è un segno pericoloso. In questo caso, è necessario consegnare immediatamente il paziente in ospedale o chiamare un'ambulanza, insistendo sull'estrema urgenza..

Diagnostica

L'ecografia del cuore è il principale metodo di esame per questa anomalia. L'ecolocalizzazione ad ultrasuoni consente di rivelare nella regione della parete posteriore del ventricolo sinistro del cuore la discrepanza tra gli strati parietale e viscerale del pericardio.

In una persona sana, lo spazio tra loro dura circa cinque millimetri, se di più, questo è un segno sicuro di una deviazione dalla norma:

  • fase iniziale - 6-10 mm;
  • medio o moderato st. - 10-20 mm
  • esplicito art. - più di 2 cm.

La nota. L'ecografia del cuore fetale può aiutare a diagnosticare l'idropericardio in un nascituro.

Oltre all'esame ecografico, il medico prescrive al paziente:

  • esami generali del sangue e delle urine;
  • radiografia del torace e analisi delle proteine;
  • analisi del sangue biochimica per la concentrazione degli ormoni tiroidei della ghiandola tiroidea;
  • ECG e altri.

Trattamento

Se l'idropericardio è in una fase pronunciata o ci sono preoccupazioni per le complicazioni, vengono eseguite la puntura del sacco pericardico e l'evacuazione del liquido in eccesso. In altri casi, si concentrano sul trattamento della patologia sottostante che ha provocato un accumulo anormale di trasudato nella cavità pericardica.

  • terapia ormonale sostitutiva per la disfunzione tiroidea;
  • rifornimento della concentrazione di proteine ​​plasmatiche in caso di sua mancanza;
  • altro trattamento, a seconda del tipo di patologia sottostante.

In alcuni casi, non è possibile attendere l'indebolimento della situazione dopo l'eliminazione della causa principale. Quindi si possono prescrivere diuretici e diuretici, in combinazione con farmaci a base di potassio. Ricorrere urgentemente alla puntura.

Conclusione

È importante rendersi conto che l'idropericardio è un sintomo o una complicazione di alcune malattie e non una patologia indipendente, quindi, inizialmente, al fine di eliminare le manifestazioni negative, si dovrebbe affrontare la terapia della malattia sottostante. A seconda delle dimensioni dell'idropisia cardiaca, possono esserci vari sintomi, dal lieve malessere a una condizione critica.

Il principale metodo diagnostico è l'ecografia. Il paziente viene ricoverato in ospedale se esiste un pericolo di vita e viene eseguita una puntura cardiaca.

Hydropericardium

L'idropericardio è inteso come l'accumulo di trasudato (fluido non infiammatorio) nella cavità pericardica. Normalmente, c'è una piccola quantità di lubrificante (circa 30 ml) tra gli strati pericardici, che è necessario per il normale funzionamento del cuore. Un aumento del volume del trasudato è solitamente dovuto all'aumentata permeabilità dei vasi del pericardio nel decorso scompensato delle malattie croniche, o alla difficoltà del suo riassorbimento, che è dovuta alla congestione venosa.

  • Le ragioni
  • Sintomi e possibili complicazioni
  • Diagnostica
  • Trattamento, prognosi e prevenzione

Le ragioni

L'idropericardio non è considerato una malattia indipendente, è una complicazione di altri processi patologici nel corpo. Pertanto, ci sono alcune possibili ragioni per lo sviluppo di questa condizione. Questi includono:

  • Insufficienza cardiaca - versamento dovuto a congestione.
  • Intossicazione con reagenti chimici (mercurio, sali di metalli pesanti), prodotti di decadimento tumorale.
  • Cachessia. Nei pazienti emaciati, l'idropericardio può svilupparsi a causa di una diminuzione delle dimensioni del cuore, che cessa di riempire sufficientemente la cavità pericardica..
  • Malattie infiammatorie del sistema urinario e insufficienza renale. Il volume del liquido nel sacco pericardico aumenta a causa di violazioni del metabolismo acido-base e del sale marino e può anche essere una manifestazione di edema degli organi interni nell'ultima fase della disfunzione renale.
  • Grave anemia: una violazione dei processi di respirazione cellulare porta alla formazione di un trasudato.

L'idropericardio è anche uno dei sintomi di una cardiopatia congenita come l'ipoplasia ventricolare sinistra. Inoltre, questa patologia può accompagnare lesioni al torace..

Sintomi e possibili complicazioni

Il volume del trasudato nell'idropericardio non complicato di solito non supera i 100-200 ml. Un aumento di questo indicatore dovrebbe sempre destare il sospetto dell'aggiunta di un processo infiammatorio.

Con un volume di versamento inferiore a 100 ml, non si osservano manifestazioni soggettive. Un aumento della quantità di trasudato si manifesta con i seguenti sintomi:

  • Dolore al petto che peggiora quando ci si piega in avanti.
  • Debolezza generale, pallore della pelle.
  • Aumento della sudorazione.
  • Tachicardia, che non è sempre pienamente avvertita dal paziente a causa della debolezza del cuore.
  • Respirazione rapida e superficiale.
  • Gonfiore degli arti inferiori.

Con un ulteriore aumento del volume del fluido (le capacità adattative consentono al pericardio di contenere fino a 1000-1500 ml), l'intensità dei sintomi aumenta, la pressione sanguigna diminuisce. In rari casi, è possibile sviluppare una complicanza pericolosa per la vita: il tamponamento cardiaco, in cui il trasudato accumulato schiaccia l'organo così tanto che le sue contrazioni adeguate diventano impossibili. Questa condizione è accompagnata da grave debolezza, aumento della mancanza di respiro, paura della morte e richiede cure mediche immediate..

Diagnostica

L'esame del paziente inizia con la raccolta dell'anamnesi e l'esame. Nel processo di percussione, viene determinato un aumento delle dimensioni del cuore.

Nell'ambito della ricerca strumentale vengono utilizzati:

  • Radiografia del torace: rileva solo un aumento significativo del volume del fluido.
  • La kimografia a raggi X è un metodo per registrare la pulsazione del cuore, così come i grandi vasi. Con l'idropericardio, una pellicola radiografica rivela una diminuzione uniforme dei denti ventricolari e atriali e, con grandi versamenti, la loro completa scomparsa.
  • Ecocardiografia, che è il metodo principale per rilevare questa patologia. Normalmente, la distanza tra la parete del cuore e la superficie interna del pericardio è di 3-5 mm. Un aumento del lume in base ai risultati degli ultrasuoni fino a 10 mm o più dimostra la presenza di versamento significativo nella cavità.
  • La puntura diagnostica del pericardio è l'unico metodo che consente di stabilire l'esatta natura del contenuto patologico della cavità della sacca cardiaca. Con l'idropericardio il fluido è trasparente, giallastro, povero di proteine, può contenere tracce di fibrina, un piccolo numero di linfociti, a volte singoli eritrociti.

Come parte della diagnostica estesa volta a determinare la malattia sottostante che ha portato alla comparsa di idropericardio, un esame del sangue generale e biochimico, viene prescritto un esame delle urine generale. Possono anche essere prescritti ecografi della cavità addominale e della piccola pelvi, TAC del torace e altri studi..

Trattamento, prognosi e prevenzione

La scelta della tattica medica dipende dal volume del versamento e dagli indicatori di attività cardiaca. Con un leggero eccesso di trasudato nella cavità pericardica, non è necessario un trattamento speciale di questa condizione. La malattia principale è in cura. Il paziente deve visitare regolarmente il cardiologo ed essere sensibile a qualsiasi cambiamento nel benessere.

La terapia conservativa dell'idropericardio è la nomina di farmaci diuretici. Quando viene rilevato un volume significativo di versamento (che non si verifica quasi mai con un idropericardio puro, ma è dovuto a una combinazione di trasudato con essudato, un fluido che si forma durante l'infiammazione), viene eseguita una puntura terapeutica del pericardio.

La prognosi è determinata dalla gravità del processo, dalla tempestività del rilevamento e dalla malattia sottostante. Le prospettive sono particolarmente favorevoli con la possibilità di una cura completa della causa dell'idropericardio. Altrimenti, anche se la condizione si stabilizza in futuro, potrebbero comparire ricadute..

Non ci sono misure preventive specifiche per questa patologia. I pazienti con malattie che possono portare allo sviluppo di idropericardio dovrebbero ricevere una terapia adeguata e visitare regolarmente medici specialisti al fine di identificare possibili complicanze.

Idropisia del cuore o idropericardite: qual è il pericolo della malattia, i suoi sintomi, il trattamento e la prognosi

L'accumulo e la ritenzione di liquido nel camice atriale è indicato come idropericardite o idropisia del cuore. Questa è una condizione pericolosa che non può essere ignorata. Parleremo ulteriormente delle cause dello sviluppo della malattia, dei sintomi, dei metodi di trattamento.

Cos'è l'idropericardite?

Patologia cardiaca, in cui il liquido in eccesso si accumula nello spazio tra i lobi pericardici, i medici chiamano idropericardite. Questa è una malattia cardiaca non infiammatoria che viene regolarmente diagnosticata in persone di età diverse: sia negli adulti che nei bambini..

In assenza di deviazioni, normalmente, una persona sana contiene uno speciale fluido lubrificante tra le piastre pericardiche in una quantità non superiore a 30-50 ml. Se il volume di questo fluido aumenta, stiamo parlando di gravi violazioni, a cui dovrebbe essere prestata la dovuta attenzione..

Quanto è pericoloso?

Un leggero aumento della quantità di liquido tra gli strati del pericardio non interrompe il normale funzionamento del cuore. In questo caso, i pazienti praticamente non sentono alcun disagio e non si lamentano del deterioramento della salute..

In caso di idropericardite da moderata a grave, il muscolo cardiaco viene compresso. Il grado estremo di questa compressione è chiamato tamponamento cardiaco. Quest'ultimo porta all'interruzione del normale funzionamento dell'organo e provoca una condizione chiamata "insufficienza cardiaca". Questa patologia è pericolosa con una rapida progressione. In caso di trattamento chirurgico prematuro, il tamponamento può essere fatale.

Motivi di sviluppo

I seguenti motivi principali possono provocare lo sviluppo della malattia:

  • Interventi chirurgici sul cuore. Non è raro che si verifichi un'infezione, che si verifica nel periodo postoperatorio e porta a problemi nella regione pericardica (accumulo di essudato). Oppure contribuisce all'accumulo di sangue nel pericardio.
  • Trauma cardiaco. Con un grave livido nella regione del cuore, può verificarsi un processo infiammatorio, che può provocare l'accumulo di liquido in eccesso nella regione pericardica.
  • Insufficienza cardiaca cronica. Una delle principali cause di idropisia del cuore, che indica una forma avanzata della malattia sottostante.

Altre cause di idropericardite:

  • reazioni allergiche;
  • anemia;
  • esaurimento generale, anoressia;
  • alcune patologie congenite del sistema cardiovascolare;
  • tumori;
  • processi stagnanti;
  • patologia renale.

Forme e fasi

Come già accennato, diverse quantità di liquido possono accumularsi nello spazio tra i fogli del sacco atriale:

  • una piccola quantità di liquido - meno di 100 ml;
  • una quantità moderata di liquido - da 100 a 500 ml;
  • grande presenza di liquido - più di 500 ml.

La quantità di liquido accumulata nel pericardio determina la quantità di separazione pericardica che si verifica. Una discrepanza entro 5 mm è considerata la norma. A seconda del grado di questa discrepanza, la medicina distingue 3 fasi dell'idropericardite:

  • iniziale - leggera discrepanza da 6 a 10 mm.
  • moderato - da 10 a 20 mm;
  • pronunciato - più di 20 mm.

Abbiamo già detto che diversi tipi di liquidi possono accumularsi nel cuore. A questo proposito, esistono 2 tipi di idropericardite:

  • chilopericardite: linfa, essudato, ecc. si accumulano nella camicia atriale;
  • emopericardio - diagnosticato determinando il sangue nel pericardio.

Sintomi di idropericardite

Non appena il liquido inizia ad accumularsi nel cuore, il paziente avverte i primi sintomi della malattia. Il principale è una violazione dell'attività cardiaca, che si manifesta:

  • mancanza di respiro costante;
  • dolore al petto (aggravato dallo sforzo fisico e dalla flessione in avanti);
  • gonfiore delle mani, del collo e del viso;
  • una sensazione regolare di mancanza d'aria;
  • gonfiore delle gambe;
  • palpitazioni;
  • aumento della pressione sanguigna.

Se l'idropisia del cuore raggiunge dimensioni impressionanti, si sviluppano tamponamento e insufficienza cardiaca acuta, questa complicazione si manifesta con sintomi pronunciati:

  • una sensazione di pesantezza al petto;
  • abbondante sudorazione fredda;
  • palpitazioni;
  • l'apparenza della paura della morte;
  • debolezza generale e malessere generale;
  • una forte diminuzione della pressione sanguigna (a svenimento);
  • respirazione rapida;
  • sovraeccitazione psico-emotiva.

Idropisia nel feto

I disturbi nello sviluppo del miocardio ventricolare sinistro portano a una condizione così pericolosa come l'idropericardite nel feto. Di conseguenza, il liquido inizia ad accumularsi nel cuore del nascituro. Come negli adulti, nel feto, nei neonati e nei bambini, la patologia può provocare un tamponamento cardiaco con tutte le conseguenze che ne conseguono..

Per prevenire lo sviluppo di questa deviazione, si raccomanda alla donna incinta di essere costantemente monitorata da uno specialista con cardiografia fetale periodica. Se l'idropericardite nel feto è ancora diagnosticata, può essere necessaria una procedura complessa: la puntura del pericardio. Quest'ultimo è irto di gravi complicazioni per il nascituro e la stessa donna incinta a causa dell'aumentato rischio di traumi.

Idropisia nelle donne in gravidanza

Ad oggi, la medicina ufficiale non conferma la relazione tra la gravidanza e l'insorgenza di una malattia come l'idropericardite. Di per sé, il concepimento e il portamento del feto non contribuiscono in alcun modo alla comparsa e allo sviluppo di patologie del pericardio. Nonostante ciò, molto spesso nel 2 ° e 3 ° trimestre, alle donne in gravidanza viene diagnosticata un'idropericardite lieve o moderata..

Molto spesso, una patologia precedentemente inosservata si manifesta proprio in un momento in cui una donna si trova in una posizione speciale e appare sullo sfondo di un aumento del volume di sangue circolante nel corpo.

Il medico seleziona il regime di trattamento ottimale per la donna incinta, tenendo conto del suo status speciale. Poiché, non tutti i farmaci e le procedure indicate per l'idropericardite possono essere approvati per l'uso durante la gravidanza.

Molto spesso, l'idropericardite identificata nelle future mamme viene trattata con successo con rischi minimi sia per la donna stessa che per il feto.

Diagnostica

Per fare una diagnosi, il medico raccoglie l'anamnesi, analizza i reclami presentati al paziente, i sintomi della malattia e prescrive anche un esame aggiuntivo:

  1. Ecocardiografia. È un modo importante per diagnosticare l'idropericardite e consente di determinare:
  • i volumi di fluido tra le pareti del pericardio;
  • stadio della patologia.
  1. Test di laboratorio. Un esame del sangue per la biochimica, nonché esami generali del sangue e delle urine consentono di valutare lo stato del corpo del paziente, determinare la presenza di un processo infiammatorio concomitante e formulare ipotesi sulle cause alla radice dello sviluppo della patologia.
  2. Radiografia. Fornisce dati sulle condizioni generali degli organi del torace.

Se durante l'ecocardiografia si è riscontrato che l'idropericardide è nell'ultimo stadio o nella forma grave, al paziente può essere assegnata una puntura diagnostica del pericardio.

Trattamento dell'idropericardite

Qualsiasi metodo di trattamento per l'idropericardite viene selezionato individualmente per ciascun paziente, tenendo conto:

  • stadio della malattia;
  • salute generale;
  • la presenza di malattie concomitanti.

La quantità di liquido accumulato nel cuore è insignificante (non supera in modo significativo le norme stabilite)? Al paziente è consigliata una terapia conservativa. In alcuni casi, il medico non prescrive alcun trattamento a una persona, ma sceglie una tattica di attesa e visione: monitora le condizioni del paziente e la quantità di liquido nel pericardio.

Se il medico ha stabilito che il trattamento dell'idropericardite è ancora necessario, si consiglia di eseguirlo in ambiente ospedaliero.

Terapia farmacologica. Lo scopo principale della condotta è eliminare la causa principale che ha causato l'idropisia del cuore. Molto spesso, il trattamento della patologia viene effettuato con l'aiuto di diuretici..

Chirurgia. Nell'ultimo stadio più grave dell'idropericardite, viene eseguita la chirurgia: puntura del pericardio. Questa procedura è associata a determinati rischi per il paziente, pertanto viene sempre eseguita sotto la supervisione di un'ecografia o ecocardiografia.

Lo scopo della puntura è ridurre il volume del fluido accumulato nella regione pericardica, nonché ottenere materiale per la ricerca successiva.

Cosa consiglia la medicina tradizionale?

Usando rimedi popolari, è improbabile che sia possibile eliminare completamente l'idropisia del cuore. Tuttavia, puoi ancora ridurre leggermente la quantità di liquido accumulato nella regione pericardica utilizzando:

  • Un decotto di radici di sambuco nero. Aggiungere due cucchiai di radici di sambuco tritate a 1 litro d'acqua e portare a ebollizione. Bollire fino a quando il liquido non si è ridotto di volume di 2 volte. Prendi il brodo risultante tre volte al giorno prima dei pasti, mezzo bicchiere. Il corso del trattamento è di 2 mesi.
  • Tintura su vino bianco con radici di assenzio. Si prepara così: versare due bicchieri di foglie secche di assenzio amaro in 1 litro di vino bianco e lasciar fermentare al buio per 7 giorni. Filtrare la miscela e prendere 50 g di tintura prima di ogni pasto per un mese.
  • Brodo dalla corteccia di sambuco rosso. Versare 1 litro di acqua in un bicchiere di corteccia tritata e mettere a bagnomaria per 30 minuti. Dopo - filtrare e assumere per via orale 100 ml al giorno, suddivisi in 2-3 dosi.

Previsione

Poiché l'idropericardite è una conseguenza di una serie di altre malattie, la prognosi dipenderà per il 95% dalle cause alla base della patologia.

Con quanto successo e rapidamente sarà possibile sbarazzarsi del disturbo sottostante, la prognosi per sbarazzarsi dell'idropisia del cuore sarà così positiva.

Di non poca importanza per la prognosi della malattia è lo stile di vita del paziente, nonché la volontà di seguire rigorosamente tutte le prescrizioni e le raccomandazioni del medico curante.

Prevenzione

La prevenzione dell'idropericardite si riduce alla prevenzione di disturbi che possono causare la comparsa di edema cardiaco. Per ridurre il rischio di idropisia, i medici raccomandano:

  • trattare tempestivamente una patologia come l'insufficienza cardiaca, prevenire il passaggio della malattia a una forma grave;
  • evitare uno sforzo fisico eccessivo;
  • essere regolarmente all'aria aperta;
  • praticare sport (ideale "per il cuore" - passeggiate nel parco, relax in bicicletta).

Come puoi vedere, l'idropericardite è una condizione pericolosa che minaccia la vita del paziente, che può svilupparsi sullo sfondo di un gran numero di cause alla radice. La malattia ha sintomi gravi solo nelle fasi successive. Ecco perché è estremamente importante rilevare il problema il prima possibile, sottoporsi a un trattamento completo per evitare gravi complicazioni..


Articolo Successivo
Vasi: trattamento con medicinali e rimedi popolari