Restringimento dei vasi della testa e del collo - sintomi, trattamento


Dolore acuto, vertigini, tinnito, dimenticanza sono sintomi di una malattia come la stenosi della testa e del collo. In altre parole, il loro restringimento, che porta a una ridotta circolazione sanguigna nel cervello.

Come si manifesta la malattia

La funzione principale del sangue è quella di saturare i tessuti e gli organi con ossigeno e sostanze nutritive. La sua circolazione passa attraverso le vene e le arterie. Se sono danneggiati, deformati, intasati, si verifica una perdita di tono e un restringimento del lume. In questo caso, il flusso di sangue al cervello è limitato, a causa del quale la memoria si deteriora, compaiono sbalzi d'umore e mal di testa..

Le placche aterosclerotiche che si formano sulle pareti dei vasi sanguigni interrompono la circolazione sanguigna. Il meccanismo della loro formazione è il seguente: quando il cibo grasso o piccante entra nel corpo umano in grandi quantità, ciò porta ad un aumento delle LDL. Le pareti dei vasi sanguigni cessano di essere elastiche e vengono ferite. Le aree danneggiate sono piene di particelle di colesterolo e piastrine. Pertanto, viene creata una placca che può bloccare completamente la nave..

Una malattia come la stenosi del collo si sviluppa dopo la contrazione delle arterie carotidi.

Fasi di sviluppo della stenosi

La stenosi può essere cronica o acuta. In quest'ultimo caso, la mancanza di cure può portare alla morte..

La stenosi cronica impiega anni per formarsi. I primi sintomi possono essere sensazioni dolorose, vertigini, dimenticanza. Le condizioni aterosclerotiche sono il risultato di molte ragioni che si accumulano nel tempo e formano una patologia di natura cronica. Le fasi principali della malattia sono:

  1. Lieve: i sintomi possono essere completamente assenti. O espresso in mal di testa, stanchezza, sbalzi d'umore.
  2. Medio - la vasocostrizione provoca il malfunzionamento dei sistemi urinario, riproduttivo e muscolo-scheletrico. I cambiamenti diventano evidenti quando si cammina, si osservano dolore agli arti e frequente falsa voglia di urinare. In queste persone, l'irritabilità aumenta, si verificano sbalzi d'umore irragionevoli. Se compaiono tali sintomi, non dovresti posticipare la visita dal medico.
  3. Grave: in tal caso, le prestazioni del cervello vengono interrotte. Qualsiasi movimento è difficile, la coordinazione è persa. La vista si deteriora, la parola è confusa, compare la demenza.

Molte persone non valutano la gravità della loro condizione fino a quando la malattia non diventa grave. Senza l'aiuto di specialisti e un trattamento adeguato, le conseguenze possono essere gravi, come un infarto o un ictus.

Le ragioni per lo sviluppo della malattia

I motivi per cui si manifesta la malattia sono convenzionalmente suddivisi in due tipi:

  • Acquisite
  • Ereditario

I primi includono:

  • Malattie croniche correlate
  • Soggiorno frequente in stanze soffocanti e affollate. A causa di ciò che si forma un'acuta mancanza di ossigeno
  • Mancanza di sonno. Un adulto dovrebbe avere 7-8 ore di riposo adeguato al giorno.
  • Fumo di tabacco. La nicotina provoca vasocostrizione, quando ciò accade regolarmente, vengono danneggiati. Inoltre, fumando una sigaretta, una persona riceve una dose di monossido di carbonio, che riduce l'assorbimento di ossigeno da parte del corpo..
  • Mancato rispetto del regime di temperatura. Il frequente surriscaldamento o ipotermia influisce negativamente sui vasi.
  • Fatica. La loro conseguenza sono le cadute di pressione e la formazione di microfessure nelle vene e nelle arterie..
  • Aterosclerosi, osteocondrosi. Le placche di colesterolo, che si depositano sui vasi, restringono il loro lume.

Diagnostica

Non ci sono limiti di età per questa malattia. Ne soffrono sia gli adulti che i giovani. Per sottoporsi al ciclo di trattamento necessario, è necessario prima effettuare una diagnosi. Per fare ciò, un terapista, un cardiologo o un neurologo deve identificare le anomalie e gli effetti del rumore nell'arteria carotide. Quindi vengono assegnati i seguenti studi:

  • Ecografia Doppler, che rileverà la presenza di coaguli di sangue o placche, controllerà il lume vascolare e la velocità di circolazione sanguigna.
  • Angiografia SK o RM. Questi metodi danno un quadro completo dello stato del cervello. Ciò ti consente di stabilire la causa delle sensazioni dolorose ed escludere altre malattie.

Trattamento

Il trattamento della vasocostrizione della testa e del collo dovrebbe essere completo. Per fare questo, usa farmaci, cibo dietetico, tisane, intervento chirurgico..

La terapia medica consiste nell'uso di statine, tranquillanti, antiossidanti, fibrati, simvastine, antidepressivi e vasodilatatori. Questi farmaci hanno molte controindicazioni ed effetti collaterali, quindi il loro uso dovrebbe essere supervisionato da un medico..

Dieta. Molto spesso è la dieta sbagliata che può causare malattie vascolari. Pertanto, l'aderenza alla dieta porterà al supporto e al rafforzamento del sistema circolatorio. È severamente vietato:

  • Cibi grassi
  • Fumo
  • Speziato
  • Marinate
  • Fast food
  • Grassi animali
  • caffè
  • Cioccolato
  • Maionese

Ogni piatto deve essere preparato con una quantità minima di sale. Arricchire la dieta con cereali, verdura fresca, frutta e prodotti a base di latte fermentato aiuterà a ridurre il livello di LDL nel sangue, stabilizzare la pressione sanguigna.

Chirurgia. Questa è l'ultima e più radicale fase del trattamento. Viene utilizzato nel caso in cui tutto quanto sopra non dia alcun risultato. Può avvenire secondo tre modalità:

  • Endoarteriectomia caratidea, la sua essenza è sezionare il vaso danneggiato ed eliminare la placca.
  • L'angioplastica è una tecnica mininvasiva che consente di espandere il lume del vaso con un catetere e spingere attraverso la placca di colesterolo.
  • Il posizionamento dello stent in aree ristrette impedisce il successivo restringimento del vaso. Ma questo metodo può causare complicazioni nei pazienti e quindi è usato raramente..

Ogni fase è specifica per diversi pazienti. Ciò è dovuto a diverse reazioni ai farmaci, alla causa della malattia e alle caratteristiche fisiologiche del corpo. Pertanto, il trattamento è prescritto da uno specialista su base individuale..

Perché il restringimento dei vasi della testa è pericoloso e come liberarsene

La costrizione dei vasi sanguigni nel cervello è un fenomeno abbastanza comune che porta a una ridotta circolazione sanguigna. A causa di un insufficiente apporto di sangue ai tessuti, non solo il benessere generale peggiora e compaiono sintomi spiacevoli, ma c'è anche il rischio di sviluppare complicazioni gravi e pericolose per la vita.

Le ragioni

Molto spesso, i medici identificano due ragioni per il restringimento dei vasi cerebrali: aterosclerosi e ipertensione arteriosa.

Aterosclerosi

Questa comune malattia vascolare è una delle cause più comuni di vasocostrizione. Anche in giovane età, il colesterolo inizia a depositarsi sulle pareti delle arterie. Ciò è dovuto alla mancanza di cibi ricchi di fibre nella dieta e al consumo eccessivo di cibi grassi. Di conseguenza, i depositi crescono molto rapidamente, il lume dei vasi si restringe, la circolazione sanguigna è ostacolata, le arterie perdono la loro elasticità e compaiono crepe sulle pareti. A poco a poco, le placche di colesterolo nei vasi diventano più grandi e possono chiudere completamente il lume. Nell'aterosclerosi dei vasi cerebrali, sono colpite importanti arterie: la colonna vertebrale e la carotide.

Ipertensione arteriosa

Nella forma cronica della malattia, di regola, c'è una deformazione dei vasi sanguigni e una diminuzione del loro lume. Con ipertensione grave, c'è un deterioramento della microcircolazione sanguigna, con improvvisi picchi di pressione, i piccoli vasi vengono distrutti.

Chi è a rischio?

La vasocostrizione della testa si osserva principalmente negli adulti e abbastanza raramente nei bambini. Recentemente, i medici hanno notato che i primi sintomi compaiono in giovane età..

Sono a rischio gli uomini sopra i 40 e le donne sopra i 50. Più una persona è anziana, più è probabile che abbia i vasi sanguigni ristretti. Inoltre, i fattori di rischio includono:

  • fumare;
  • sovrappeso;
  • abitudini gastronomiche malsane (abuso di cibi ipercalorici e grassi);
  • diabete;
  • tendenza alla pressione alta;
  • abuso di alcool;
  • ipodynamia;
  • predisposizione ereditaria.

Sintomi

I segni di vasocostrizione compaiono gradualmente. Nella fase iniziale, potrebbero non esserci reclami, le manifestazioni possono essere minori o la persona cancella i sintomi che compaiono per superlavoro, stanchezza cronica, mancanza di sonno, stress emotivo.

I primi segni che non possono essere ignorati possono essere i seguenti:

  • attacchi di mal di testa alla fine della giornata;
  • vertigini;
  • irritabilità, sbalzi d'umore;
  • leggera difficoltà a concentrarsi e ricordare i dettagli;
  • affaticabilità veloce.

Nella fase successiva della malattia, i segni si intensificano e se ne aggiungono di nuovi:

  • lampeggiante davanti agli occhi delle mosche;
  • intorpidimento dei muscoli delle braccia, delle gambe, del viso;
  • attacchi di debolezza;
  • rumore nelle orecchie;
  • andatura instabile;
  • disturbi della parola e della vista;
  • falsa voglia di urinare;
  • notevole compromissione della memoria e capacità di concentrazione;
  • mal di testa sordo costanti;
  • sonno agitato;
  • breve svenimento;
  • arrossamento o, al contrario, pallore del viso;
  • confusione.

Nella terza fase compaiono manifestazioni ancora più gravi:

  • gravi violazioni del coordinamento dei movimenti;
  • demenza;
  • minzione e defecazione incontrollate;
  • immobilità e incapacità di fare a meno di un aiuto esterno;
  • disabilità completa.

Se riscontri alcuni o tutti questi sintomi, devi recarti in ospedale il prima possibile. La diagnosi precoce e il trattamento tempestivo aiuteranno a evitare complicazioni e gravi conseguenze. Un medico può riconoscere i disturbi vascolari in base a quanto segue:

  • scambiarsi una stretta di mano;
  • viso asimmetrico;
  • tremore della testa, mento;
  • movimenti oculari oscillatori involontari.

Inoltre, la biochimica del sangue è prescritta per il colesterolo, la consultazione di specialisti ristretti, vengono eseguiti altri esami per chiarire la diagnosi. Dai metodi hardware, vengono utilizzati dopplerografia, risonanza magnetica e angiografia computerizzata. Gli ultimi due metodi sono i più moderni e informativi e consentono di ottenere le informazioni più accurate sullo stato dei vasi sanguigni, sulla presenza di trombosi, restringimento, aneurisma. L'ecografia Doppler consente di studiare l'anatomia dei vasi, determinare la velocità del flusso sanguigno, i cambiamenti nei vasi dovuti alla formazione di placche di colesterolo.

Trattamento

Con il restringimento dei vasi della testa, il trattamento dipenderà dall'età del paziente, dalla gravità della condizione, dalle caratteristiche individuali.

Le cure di emergenza sono necessarie per i disturbi circolatori acuti. Un pericolo particolare è una forte vasocostrizione, che è irta di cambiamenti irreversibili.

Nel decorso cronico della malattia, l'obiettivo dei medici è eliminare i sintomi. Per fare ciò, è necessario abbassare i livelli di colesterolo, normalizzare la pressione sanguigna, migliorare le condizioni dei vasi sanguigni e ripristinare la circolazione sanguigna. Prima di tutto, i medici conducono un esame completo e fanno una diagnosi finale. Con l'aterosclerosi, che è spesso accompagnata da ipertensione, è richiesto un trattamento complesso. Include:

  • terapia farmacologica;
  • correzione delle abitudini;
  • trattamento chirurgico;
  • rimedi popolari.

Terapia farmacologica

Quando si restringono le arterie, vengono prescritti diversi tipi di farmaci:

  • abbassare il livello di colesterolo cattivo - statine (Mevakos, Mefakor) e fibrati (Atromidine, Clofibrate, Simvastatin);
  • vasodilatatori - Papaverina, Euphyllin.
  • vitamine A, E, C, selenio;
  • lecitina;
  • preparati di iodio;
  • antidepressivi.

Cambiare le abitudini

Quando si verifica la vasocostrizione, i medici raccomandano vivamente di sviluppare abitudini sane e di mantenere questo stile di vita costantemente. Importante:

  • smettere di fumare e alcol;
  • includere nella dieta più frutta fresca, bacche, verdure, frutti di mare, composte, bevande alla frutta, dare la preferenza a piatti in umido, bolliti e al forno;
  • escludere prodotti da forno, bevande gassate, cibi grassi, fritti, affumicati e salati dal menu;
  • condurre uno stile di vita attivo;
  • mantenere il peso normale;
  • trascorrere più tempo all'aperto, meglio fuori città;
  • monitorare costantemente la pressione sanguigna, mantenerla a un livello normale, cercare di prevenire salti improvvisi;
  • riposare completamente, dormire almeno 8 ore.

Chirurgia

Potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per ripristinare l'afflusso di sangue cerebrale. Esistono diversi metodi:

  1. Per l'ischemia cerebrale viene utilizzata l'endoarterectomia carotidea. In anestesia locale, il chirurgo rimuove le placche di colesterolo dall'arteria carotide.
  2. Durante l'angioplastica, un catetere viene inserito nel vaso per espandere il vaso, mentre la placca aterosclerotica viene spinta attraverso, l'afflusso di sangue è normalizzato.
  3. Un altro metodo chirurgico è il bypass carotideo. Durante l'intervento chirurgico, uno stent, o telaio, fatto di filo sottile viene posizionato nell'arteria carotide per supportare la parete vascolare.

Metodi tradizionali

Il trattamento con metodi popolari si basa sull'uso di piante medicinali. Per migliorare lo stato dei vasi sanguigni e normalizzare l'afflusso di sangue, vengono utilizzati decotti e infusi, alcol e acqua. Le seguenti ricette sono particolarmente apprezzate:

  1. Tritate l'aglio e aggiungete l'alcol. Lasciare in infusione per due settimane al buio, quindi filtrare. Per 200 grammi di aglio, devi prendere 200 ml di alcol. Prendi la tintura con il latte. Il primo giorno, versare 1 goccia in ¼ di bicchiere. Assumere 3 volte al giorno prima dei pasti (mezz'ora). Aggiungi tre gocce ogni giorno (il 2 ° giorno - 4, il 3 ° - 7 e così via - fino a 25 gocce). Quindi prendi, diminuendo nello stesso ordine. La tintura è ben tollerata dai pazienti, non ha praticamente effetti collaterali e controindicazioni. È una delle medicine tradizionali più efficaci per abbassare il colesterolo nel sangue.
  2. Versare un cucchiaio di erba di San Giovanni con acqua bollente nella quantità di ¼ di litro. Lasciare agire per 30 minuti, quindi filtrare. Devi prendere 100 ml tre volte al giorno.
  3. Un buon rimedio contro l'aterosclerosi è un'infusione di giovani germogli di pino. Per preparare una medicina del genere, che ricorda più il miele, avrai bisogno di 17 rami lunghi 10 cm, che vengono messi a fuoco e fatti bollire in acqua (1 litro) fino a renderli morbidi. Durante il processo di cottura l'acqua bollirà, quindi è necessario rabboccare, in modo da ottenere 1 litro. Quando i germogli sono pronti, aggiungere il limone schiacciato in un frullatore con la scorza e 1 kg di zucchero, cuocere per altri cinque minuti, quindi mettere nei barattoli. Non puoi mangiare più di 1 cucchiaio al giorno.
  4. Il biancospino (frutti e fiori) è stato a lungo utilizzato per rafforzare le pareti dei vasi sanguigni e migliorare la circolazione sanguigna nel cervello. Puoi fare un decotto a casa. Macina i frutti e versa acqua bollente (250 ml) nella quantità di due cucchiai. Metti sul fuoco e lascia sobbollire per mezz'ora per cuocere a fuoco lento. Dopodiché, aggiungi acqua bollente per fare 1 bicchiere di brodo. Devi prendere tre volte al giorno prima dei pasti, un cucchiaio.
  5. Prendi un cucchiaio di trifoglio, trifoglio dolce e fiori di menta e due cucchiai di salvia e biancospino ciascuno. Mescolare bene. Preparare con acqua bollente per litro d'acqua - 4 cucchiai della miscela. Infondere il medicinale per 30 minuti. Bere 100 ml ogni tre ore.

Possibili complicazioni

Se l'aterosclerosi non viene trattata, le conseguenze possono essere molto gravi. Con la vasocostrizione, l'afflusso di sangue al cervello è compromesso, il che può portare alle seguenti complicazioni:

  • ictus ischemico del cervello, in cui la vista è compromessa o completamente persa, la parola è completamente o parzialmente persa, la sensibilità di metà del corpo è persa, è possibile la disabilità e persino la morte;
  • encefalopatia discircolatoria - caratterizzata da sbalzi d'umore, forti mal di testa, irritabilità, vertigini, diminuzione dell'intelligenza, disturbi della memoria, disturbi mentali, disabilità.

Prevenzione

La prevenzione dell'aterosclerosi è il modo migliore per evitare la vasocostrizione nel cervello. È meglio iniziare a farlo in giovane età. Per fare ciò, è importante seguire le semplici raccomandazioni dei medici:

  • mangiare correttamente;
  • camminare di più;
  • nuoto, jogging, ciclismo;
  • aerare la stanza prima di andare a letto;
  • non fumare o abusare di alcol.

Conclusione

Il restringimento dei vasi sanguigni nella testa è un problema che colpisce molti. È importante non perdere la comparsa dei primi segni di deterioramento della circolazione cerebrale. In questo caso, il trattamento sarà più efficace ed eviterà complicazioni gravi come l'ictus. Se la malattia è andata abbastanza lontano, sono indispensabili farmaci o interventi chirurgici. In ogni caso, il medico sceglierà le tattiche di trattamento, l'automedicazione è inaccettabile.

Vasi cerebrali

La vasocostrizione del cervello non è una malattia, ma un sintomo che accompagna più patologie contemporaneamente. Molto spesso, nelle fasi iniziali, si manifesta come mal di testa e perdita di memoria. Molti pazienti scambiano questi segni per superlavoro e non vanno dal medico. Tuttavia, la progressione delle patologie può portare a ictus o demenza. In presenza di manifestazioni di vasocostrizione del cervello, assicurati di consultare un medico! Prima si inizia il trattamento, migliore è la prognosi..

Fissa un appuntamento al Policlinico Otradnoe in un momento conveniente per te! Medici esperti ti indirizzeranno alla ricerca e, in base ai loro risultati, determineranno le cause del restringimento dei vasi cerebrali nel tuo caso. Inoltre, verrà sviluppato un piano di trattamento individuale, grazie al quale è possibile evitare complicazioni e migliorare la qualità della vita..

Vasi cerebrali

Il nostro cervello deve affrontare quotidianamente carichi enormi. Ha bisogno di molte sostanze nutritive e ossigeno per funzionare correttamente. Vengono consegnati al cervello con flusso sanguigno attraverso 4 arterie principali: 2 arterie carotidi e 2 vertebrali. I rami dei grandi vasi formano una specie di cerchio alla base del cervello. Si chiama Willis dal nome dello scienziato Thomas Willis, che per primo presentò la sua descrizione nel XVII secolo. Questo cerchio consente di compensare la circolazione sanguigna in caso di danneggiamento di uno o più dei grandi vasi. La capacità compensatoria di questo plesso è molto alta. In alcuni casi, anche con processi patologici in 3 delle 4 arterie principali, una persona può provare solo un leggero disagio.

Tuttavia, le possibilità compensative non sono infinite. Pertanto, prima o poi, le lesioni dei vasi cerebrali si manifesteranno in disturbi evidenti..

A riposo, il cervello richiede circa il 15% del volume sanguigno che circola in tutto il corpo per funzionare correttamente. Riceve circa il 25% dell'ossigeno inalato dall'uomo. I vasi del cervello sono sottoposti ogni giorno a un enorme stress. Allo stesso tempo, in uno stato di salute, sono incredibilmente elastici. Tuttavia, con un'esposizione regolare a fattori sfavorevoli, possono restringersi, il che porterà a una mancanza di ossigeno e sostanze nutritive nei tessuti cerebrali, che influirà negativamente sul suo lavoro.

Riferimento! Un insufficiente apporto di sangue al cervello è chiamato encefalopatia discircolatoria..

Classificazione della stenosi cerebrale

Nella forma, il restringimento è:

  • Acuto: questa condizione può portare a un ictus o alla morte.
  • Cronico: si sviluppa gradualmente, lentamente, una persona potrebbe non sospettare nulla sui processi patologici per molto tempo.

La vasocostrizione cronica ha 3 fasi di sviluppo:

  • All'inizio, il paziente avverte lievi mal di testa, sonnolenza, stanchezza cronica, osserva distrazione e una leggera dimenticanza.
  • Nel secondo compaiono forti mal di testa, disturbi dell'andatura, una significativa diminuzione della capacità lavorativa, sbalzi d'umore e malfunzionamenti del sistema urinario.
  • Nella terza fase si sviluppa la demenza (demenza): il paziente perde l'indipendenza e la capacità di self-service, ci sono evidenti problemi con la coordinazione dei movimenti, la minzione involontaria.

Perché si verifica la stenosi cerebrale?

Le principali cause di vasocostrizione nel cervello sono:

  • Aterosclerosi.
  • Malattia ipertonica.
  • Osteocondrosi cervicale.

L'aterosclerosi dei vasi cerebrali è un processo patologico in cui, a causa di una violazione del metabolismo dei lipidi, si formano placche di colesterolo sulle pareti delle arterie. Le placche, in crescita, vengono infine sostituite dal tessuto connettivo. Questo restringe il lume del vaso e riduce la sua pervietà. Le arterie carotidi sono più suscettibili all'aterosclerosi. La placca può bloccare completamente il lume della nave.

L'ipertensione è una patologia cronica in cui è presente ipertensione arteriosa (aumento della pressione), nella maggior parte dei casi per ragioni sconosciute. Fino al 40% delle persone soffre di questa malattia. Le cadute di pressione regolari influenzano l'elasticità dei vasi sanguigni. Il loro tessuto cambia patologicamente, le pareti si ispessiscono, compaiono restringimenti locali. Nel tempo, il lume della nave è in grado di chiudersi completamente.

L'osteocondrosi del rachide cervicale si manifesta con la deformazione dei dischi intervertebrali. Sono in grado di bloccare le arterie vertebrali che trasportano il sangue al cervello..

Il restringimento dei vasi cerebrali può essere osservato in pazienti di qualsiasi età, compresi i bambini. A rischio sono le persone che soffrono di malattie come:

  • Diabete.
  • Patologie cardiovascolari (disturbi del ritmo cardiaco, malattia coronarica, ecc.).
  • Ipercolesterolemia (colesterolo alto).

Inoltre, aumenta la possibilità di restringere i vasi del cervello:

  • Fumo.
  • Abuso di alcool.
  • Stile di vita sedentario.
  • Stress frequente e stress emotivo.
  • Sovraccarico mentale.
  • Rara esposizione all'aria fresca: in caso di mancanza di ossigeno, la pressione sanguigna può aumentare.
  • Peso in eccesso.
  • Predisposizione genetica alle malattie cardiovascolari.

Sintomi di vasocostrizione nel cervello

Nelle fasi iniziali, il restringimento si manifesta con i seguenti sintomi:

  • Diminuzione della memoria (soprattutto spesso in tali situazioni, le persone dimenticano gli eventi che sono accaduti loro di recente).
  • Compromissione dell'apprendimento e della capacità lavorativa.
  • Vertigini.
  • Fatica cronica.
  • Perdita di interesse per ciò che sta accadendo.
  • Stati depressivi.
  • Sbalzi d'umore.
  • Instabilità emotiva.
  • Problemi di concentrazione.
  • Disturbi del sonno: insonnia, disturbi del sonno.

Se il trattamento viene eseguito in questa fase, le violazioni possono essere eliminate e la qualità della vita del paziente ripristinata..

Con la progressione della patologia, si osservano:

  • Disturbi del linguaggio.
  • Rumore nella mia testa.
  • Perdita dell'udito.
  • Stretta di mano.
  • Goffaggine di movimento.
  • Cambiamento dell'andatura.

Complicazioni

I vasi cerebrali ristretti a lungo termine possono causare lo sviluppo di:

  • Demenza.
  • Ictus emorragico - manifestato dalla rottura di una nave con successiva emorragia nel cervello.
  • Ictus ischemico - una violazione dell'afflusso di sangue alle parti del cervello a causa del blocco dei vasi sanguigni.

Diagnostica

La diagnosi di vasocostrizione nel cervello viene eseguita da un neurologo. Per valutare lo stato dei vasi sanguigni e il flusso sanguigno in essi, è prescritto quanto segue:

  • Ecografia Doppler: consente di studiare la velocità del flusso sanguigno e identificare la vasocostrizione.
  • Angiografia: consente di valutare lo stato dei tronchi nervosi dei vasi sanguigni.
  • Scansione duplex: per determinare lo stato delle pareti dei vasi sanguigni, per identificare restringimenti, placche aterosclerotiche e coaguli di sangue.
  • ECG.
  • Valutazione dello stato del fondo - le cellule del fondo sono associate ai neuroni nel cervello e disturbi vascolari e cambiamenti nelle cellule nervose nella regione del fondo possono indicare patologie del cervello.

Trattamento

È necessario eliminare la causa della vasocostrizione, poiché se ciò non viene fatto, la patologia progredirà. Viene eseguito il trattamento dell'ipertensione, dell'aterosclerosi o dell'osteocondrosi cervicale. Per l'ipertensione, nominare:

  • Farmaci antipertensivi (abbassamento della pressione sanguigna).
  • Agenti antipiastrinici - medicinali che prevengono la formazione di coaguli di sangue.
  • Complessi vitaminici contenenti vitamine C, PP e B6.
  • Una dieta con limitato apporto di sale.

Il trattamento dell'aterosclerosi prevede:

  • Statine - abbassando i livelli di colesterolo nel sangue.
  • Dieta limitata ai grassi animali.

Quando viene prescritta l'osteocondrosi cervicale:

  • Indossare un corsetto per mantenere una corretta postura della schiena e del collo.
  • Antidolorifici.
  • Farmaci antinfiammatori.
  • Procedure di fisioterapia.
  • Massaggio.
  • Fisioterapia.

Viene eseguita anche la terapia sintomatica. A seconda dei disturbi causati dalla vasocostrizione, può essere prescritto quanto segue:

  • Farmaci che migliorano i processi metabolici nel cervello - con perdita di memoria.
  • Medicinali che rafforzano i vasi sanguigni - per le vertigini.
  • Esercizi di massaggio e fisioterapia - per disturbi delle funzioni motorie.
  • Antidepressivi e sedativi - per stress emotivo e depressione.

Per prevenire condizioni multi-infarto del cervello, i pazienti assumono anticoagulanti, farmaci che riducono la coagulazione del sangue.

Se il flusso sanguigno è compromesso di oltre il 50%, può essere prescritto un trattamento chirurgico - lo stent. Questa è l'espansione usando uno stent, un telaio installato nel lume della nave. L'operazione consente di espandere la nave e ripristinare il flusso sanguigno in essa.

Prevenzione della vasocostrizione nel cervello

È abbastanza difficile evitare completamente la possibilità di vasocostrizione nel cervello. Tuttavia, alcune misure preventive ridurranno significativamente il rischio di sviluppare patologie. È necessario:

  • Rivedi la tua dieta.
  • Prestare attenzione a un'attività fisica moderata per evitare processi stagnanti.
  • Perdere peso in eccesso, se presente.
  • Rifiutare dalle cattive abitudini.
  • Cerca di essere all'aria aperta più spesso, organizzando il tempo libero attivo.
  • Allena la resistenza allo stress.

La revisione della dieta comporta:

  • Inclusione in esso degli alimenti più ricchi di nutrienti: frutta e verdura fresca, carne magra, pesce, erbe aromatiche.
  • Ridurre l'uso di cibo spazzatura: carni affumicate, cibi grassi e salati.

Anche la prevenzione della vasocostrizione nel cervello è un controllo medico regolare. Se questo viene fatto annualmente, i cambiamenti possono essere identificati nelle prime fasi, quando possono essere facilmente corretti..

Vasocostrizione aterosclerotica della testa e del collo: comparsa, segni, trattamento

© Autore: Beschastnykh Ekaterina a cura del medico della prima categoria Z. Nelly Vladimirovna, in particolare per SosudInfo.ru (sugli autori)

Molte persone hanno familiarità con attacchi di mal di testa frequenti, a volte gravi, e capogiri improvvisi. La maggior parte di loro nota un indebolimento della memoria, quando, ad esempio, ha difficoltà a ricordare dove ha messo le chiavi e altri piccoli oggetti, dimentica date importanti, ecc. Alcuni lo associano al superlavoro, altri dicono scherzosamente di aver sviluppato la sclerosi. Ma la causa più comune di questi sintomi è un disturbo circolatorio noto come aterosclerosi o vasocostrizione..

Il meccanismo della malattia

L'aterosclerosi si verifica quando la placca si accumula sulle pareti delle arterie che alimentano il cervello con il sangue. Di conseguenza, c'è una diminuzione del lume tra le pareti dei vasi, portando a una diminuzione del loro rendimento. La quantità di sangue che entra nel cervello diminuisce drasticamente. Il suo apporto di ossigeno e altri nutrienti viene interrotto. Ciò porta a disturbi della memoria, mal di testa e altre manifestazioni della malattia..

Molto spesso, la formazione di placche aterosclerotiche causa uno stato patologico dei vasi del cervello e della regione cervicale. Succede come segue:

  • Quando si mangiano cibi troppo grassi, una mancanza di cibi ricchi di fibre nella dieta, il livello di colesterolo aumenta nel sangue.
  • Le pareti delle arterie perdono la loro elasticità. Su di loro compaiono crepe, in cui si formano piccole placche di granelli.
  • Le placche aterosclerotiche, come un magnete, attraggono le piastrine, le cellule del sangue che promuovono la coagulazione del sangue. Allo stesso tempo, crescono come una palla di neve, formando un coagulo di sangue e riducendo lo spazio tra le pareti. In alcuni casi, c'è una chiusura completa del vaso sanguigno.

Di solito questo processo inizia con un restringimento dei vasi del collo, in particolare l'arteria carotide..

Il decorso della malattia

Questa malattia può essere cronica o acuta. La forma acuta è uno sfondo nello sviluppo di infarto cerebrale o ictus emorragico più grave (emorragia cerebrale). Spesso tali crisi portano alla morte improvvisa. In un decorso cronico, i sintomi della vasocostrizione aumentano lentamente. All'inizio, c'è una rapida stanchezza anche quando si esegue una quantità media di lavoro, quindi compaiono mal di testa. Periodicamente, una persona avverte vertigini. A volte dimentica l'ovvio.

Il decorso cronico ha tre fasi:

  1. Il primo è il più semplice. Si ritiene che sia asintomatico, poiché la maggior parte delle persone associa una leggera diminuzione della capacità lavorativa a uno sforzo eccessivo sul lavoro, mancanza di sonno, cambiamenti del tempo e altri fattori. E naturalmente non ha fretta di vedere un dottore.
  2. Lo stadio successivo (secondo) è accompagnato da un'interruzione del lavoro dei singoli organi, ad esempio il sistema urinario o il sistema muscolo-scheletrico, che provoca un cambiamento nell'andatura. Una persona, senza accorgersene, inizia a tritare o strascicare i piedi mentre cammina. Gli arti possono diventare insensibili di tanto in tanto. Il paziente è infastidito da tutto. Il costante cambiamento del suo umore diventa causa di conflitti e litigi. Questi sintomi non durano più di un giorno. Ma il verificarsi di qualcuno di loro è un motivo per contattare un medico.
  3. La vasocostrizione della testa nella terza fase si manifesta come un disturbo più grave nel lavoro del cervello. In questo caso, una persona perde la capacità di coordinare i suoi movimenti. Pertanto, inizia a muoversi lentamente. Va, come se sentisse la strada. Con la progressione della malattia, i centri di controllo del sistema muscolo-scheletrico cessano completamente di funzionare. Una persona perde la capacità non solo di muoversi, ma anche di stare in piedi. La parola è spesso compromessa, si verifica la perdita della vista.

Il pericolo di questa malattia è che la maggior parte delle persone si auto-medica, alleviando il mal di testa con analgesici, senza attribuire seria importanza alle cause di esso. Di conseguenza, il trattamento della vasocostrizione inizia troppo tardi, quando le condizioni del paziente sono vicine al preinfarto o all'ictus..

Cause di vasocostrizione

In molti casi, l'aterosclerosi si verifica a causa della cosiddetta omocisteinemia - disturbi metabolici ereditari o acquisiti (carenza di vitamine B12, B6, acido folico e fumo), in cui vi è un accumulo eccessivo di omocisteina. Ma le ragioni principali della vasocostrizione risiedono nel ritmo accelerato della vita moderna, quando una persona cerca di avere il tempo per fare molte cose.

  • Il desiderio di fare una carriera di successo spesso porta a stress e superlavoro, e il disordine della vita è la causa principale di esaurimenti nervosi e preoccupazioni..
  • Molte persone trascorrono la maggior parte della loro vita in uffici e veicoli. Non hanno tempo per le passeggiate all'aria aperta. Inoltre, la maggior parte mangia cibi trasformati ricchi di grassi e altri componenti ricchi di colesterolo..

E, come conseguenza di tutto ciò, un restringimento dei vasi del rachide cervicale, che porta alla carenza di ossigeno nel cervello, aumento della pressione sanguigna e altre conseguenze.

Aiutati: prevenzione naturale

Nel frattempo, tutti possono proteggersi dagli effetti della vasocostrizione senza ricorrere ai farmaci..

Infuso di pino

Il miglior rimedio popolare sono i giovani germogli di pino che emergono dalle gemme in tarda primavera o all'inizio dell'estate. Piuttosto, miele da loro.

Per cucinare, hai bisogno di ramoscelli giovani da 70 dieci centimetri. Lessarli in un litro d'acqua finché non si saranno ammorbiditi. L'acqua bollirà, quindi dopo la fine della cottura e la filtrazione, è necessario aggiungerla per ottenere un litro di brodo. Ma puoi aggiungere un po 'e durante il processo di cottura.

Quindi, in un brodo ancora caldo, aggiungere un chilogrammo di zucchero semolato e il limone schiacciato nel frullatore (insieme alla scorza). Fai bollire la composizione preparata per altri 5 minuti e versa il miele profumato nei barattoli.

Lo consumano una volta al giorno, non più di un cucchiaio.

Biancospino

Il restringimento dei vasi della testa, alle sue prime manifestazioni, viene efficacemente trattato con fiori e bacche di biancospino rosso sangue. Questa pianta è diffusa in tutto il territorio del nostro paese. I fiori e le bacche essiccati possono essere preparati contemporaneamente al tè in una teiera.

Oppure prepara un'infusione di due cucchiai di una miscela di fiori e bacche (puoi preparare bacche e fiori separatamente) in un bicchiere d'acqua. Bere l'infuso in un cucchiaio ogni volta prima dei pasti. Il biancospino rafforza in modo eccellente i vasi sanguigni.

Allo stesso scopo, puoi usare una tintura alcolica di biancospino da farmacia o prepararla a casa, insistendo sui fiori appena raccolti o sulle bacche raccolte sulla vodka. Applicare aggiungendo 10 gocce al tè o un bicchiere d'acqua.

Trifoglio

La tintura alcolica del trifoglio dei prati fa fronte ai primi segni di aterosclerosi.

Per la sua preparazione, qualsiasi contenitore viene riempito fino in cima con teste di trifoglio fiorite e riempito di vodka. Si insiste per due settimane. Assumere in modo simile alla tintura alcolica di biancospino.

Puoi preparare il tè dai fiori di trifoglio ogni giorno e berlo al posto dell'acqua. Il trifoglio migliora la memoria, riduce l'acufene.

Terapia farmacologica

Se nel recente passato l'aterosclerosi era considerata una malattia delle persone in età pre-pensionamento, oggi colpisce anche i giovani (dai 30 anni in su). Nella maggior parte dei casi, il trattamento della vasocostrizione è a lungo termine. La terapia farmacologica di supporto deve essere eseguita per tutta la vita. Ma prima di procedere con il trattamento di questa malattia, è necessario un esame completo, che consente la valutazione più accurata del grado di danno vascolare e possibili cambiamenti nel lavoro del cuore, del sistema nervoso e di altri organi. Pertanto, il paziente deve necessariamente sottoporsi a consultazione non solo con un terapeuta, ma anche con un neurologo e cardiologo, nonché con altri specialisti..

Tra i farmaci utilizzati per restringere i vasi sanguigni del cervello ci sono i seguenti farmaci:

  1. Mefakor e Mevakos-lovostatin, membri del gruppo delle statine;
  2. Atromide, Atromidine, Clofibrate dal gruppo fibrato;
  3. Delle simvastatine si usano Zokor, Aktalipid, Vasilip, Levomir e altri;
  4. Vasodilatatori - Actovegin, Cavinton;
  5. Antidepressivi prescritti per ischemia cerebrale cronica, encefalopatia (per ritiro dalla depressione) - Amitriptilina;
  6. Tranquillanti (per alleviare i sintomi di ansia) - Phenozepam o Diozepam;
  7. Antiossidanti: selenio, vitamine E, C, A e oligoelementi, nonché complessi multivitaminici;
  8. Resine per scambio anionico - Levocitina, Cerebralizina e altri.

Spesso, la vasocostrizione si verifica sullo sfondo dell'ipertensione o del diabete mellito. In questo caso, i farmaci vengono prescritti tenendo conto dei farmaci utilizzati per eliminare i sintomi di queste malattie..

Trattamenti radicali

Nei casi avanzati, con la progressione della malattia, quando la terapia farmacologica non dà l'effetto desiderato, si consiglia di trattare la vasocostrizione con metodi chirurgici. Ad esempio, per eseguire l'endoarterectomia carotidea, durante la quale la placca di colesterolo viene rimossa da un vaso sezionato con patologia. Il restauro della parete del vaso viene effettuato mediante sutura. L'operazione viene eseguita da un chirurgo in anestesia locale. Nella maggior parte dei casi, il paziente lascia l'ospedale un giorno dopo la rimozione della placca di colesterolo..

L'angioplastica appartiene ai moderni metodi di trattamento. Si tratta di un'operazione durante la quale un tubo speciale (catetere) viene inserito nell'arteria, attraverso il quale il sito viene espanso e l'afflusso di sangue viene ripristinato spingendo la placca. È anche possibile eseguire lo stent (shunt carotideo), in cui viene fissato un sottile telaio di filo tra la placca e la parete del vaso. Ma questi metodi sono accompagnati da frequenti complicazioni, quindi sono usati estremamente raramente..

Non esiste un regime di trattamento generale per l'aterosclerosi. In ogni caso, viene assegnato individualmente, in base ai risultati della diagnostica hardware.

Metodi diagnostici

Segni di vasocostrizione vengono rilevati all'esame di un terapista. Ciò è evidenziato dai rumori sopra le arterie carotidi nella regione cervicale. La presenza (assenza) di placche aterosclerotiche o coaguli di sangue è determinata dall'ecografia. Stima anche la velocità del flusso sanguigno. Se il medico non è soddisfatto dei risultati di questo esame, prescrive la tomografia computerizzata o l'angiografia. Fornisce immagini dettagliate di ogni strato del cervello, consentendo un esame più completo di tutte le arterie. Inoltre, il flusso sanguigno può essere controllato utilizzando la risonanza magnetica (onde radio e campi magnetici).

La diagnosi è necessaria per escludere altre cause di disturbi circolatori nel cervello. Uno di questi è una forte vasocostrizione nelle vertebre in caso di osteocondrosi, in cui possono verificarsi sintomi simili. Ma allo stesso tempo, il trattamento dell'aterosclerosi e dell'osteocondrosi presenta differenze significative..

Dieta e efficacia del trattamento

La nutrizione umana gioca un ruolo enorme nel trattamento efficace della vasocostrizione. La dieta deve essere completamente rivista.

  1. Rifiuta cibi affumicati e in salamoia, piatti dolci, cioccolato e cacao, brodi ricchi.
  2. Riduci l'assunzione di sale.
  3. Cuoci il cibo in olio vegetale.

Tra i prodotti necessari in tavola devono essere presenti frutta e verdura:

  • Alghe e pompelmi;
  • Melanzane al vapore, senza pelle;
  • Uva spina, mele e feijoa se possibile.

Tutto ciò ridurrà non solo i livelli di colesterolo, ma anche la pressione sanguigna durante la vasocostrizione. Si consiglia di bere un bicchiere di acqua calda subito dopo il risveglio. Pulisce perfettamente i vasi sanguigni.

Video: nutrizione contro l'aterosclerosi

Uno stile di vita sano è il nemico delle placche di colesterolo

Il rifiuto da cattive abitudini (fumo, alcol) è una garanzia di mantenimento della salute non solo dei vasi sanguigni, ma dell'intero organismo nel suo insieme. In questo caso l'attività fisica è importante. Si consiglia di camminare il più possibile. Perché aspettare un autobus quando ci sono solo due fermate al lavoro o al negozio. Una breve passeggiata farà scorrere il sangue più velocemente nelle vene, il che significa che la probabilità di placche di colesterolo inizierà a diminuire..

Medicina tradizionale nel trattamento della vasocostrizione

Aglio e limone

Nel trattamento dell'aterosclerosi cerebrale sono ampiamente utilizzati rimedi popolari come aglio e limoni. Esistono diverse combinazioni del loro utilizzo..

Ricetta numero 1

Prendi limoni e aglio in quantità uguali, ad esempio un chilogrammo ciascuno. Sbucciare e macinare l'aglio in un frullatore o tritarlo. Piegalo in un barattolo da tre litri e riempilo d'acqua. Insistere per 10 giorni in un luogo freddo sotto un coperchio di nylon. Mescola costantemente l'infuso. Dopo questo periodo, filtrare. Spremere il succo dei limoni e aggiungerlo all'infuso. Mescolare bene. Prendi la medicina in un cucchiaio. Il tempo di ammissione (prima o dopo i pasti) ciascuno sceglie individualmente, in base all'acidità dello stomaco (con aumento - meglio dopo un pasto).

Ricetta numero 2

Sbucciare e macinare la testa d'aglio in un frullatore a uno stato di pappa. Versare l'olio vegetale (oliva o soia, mais o girasole) in un contenitore di vetro. Dopo aver chiuso con un coperchio di nylon, riporre in un luogo freddo. Spremi il succo in un cucchiaino di limone fresco ogni mattina. Mescolare con un cucchiaino di olio all'aglio per somministrazione orale. Assumere la stessa porzione prima di pranzo e cena (mezz'ora prima dei pasti).

Nove forza

Tra i rimedi popolari ben collaudati c'è la radice di elecampane infusa con vodka per 40 giorni. La tintura va presa una volta al giorno, diluendo 25 gocce in 100 g di acqua.

Dente di leone

Il dente di leone è familiare non solo agli abitanti del villaggio. Dalle sue teste gialle si prepara una marmellata deliziosa e molto salutare. Ma poche persone sanno che le radici di dente di leone essiccate e fresche sono efficaci nel trattamento degli spazi ristretti tra le pareti delle arterie..

  1. Macina le radici secche del dente di leone in uno stato polveroso. Per scopi medicinali, mangia un cucchiaio di polvere prima di ogni pasto. Può essere miscelato con il miele per ridurre l'amaro insito nelle radici.
  2. Il succo di radici fresche viene miscelato con un decotto di riso in rapporto 1: 1. un quarto di bicchiere viene preso per la ricezione. Questo rimedio migliora la memoria.

Frutta secca e noci

La macedonia è molto utile per rafforzare le pareti dei vasi sanguigni, composta dai seguenti ingredienti:

  • Prugne secche, fichi e albicocche secche, uvetta - 200 g ciascuno;
  • Noci (noccioli) - 20 pezzi.

Tritate a mano tutti gli ingredienti dell'insalata con un coltello in acciaio. Non è consigliabile utilizzare un tritacarne per evitare la perdita di proprietà utili a causa del contatto con il metallo. Tutto è accuratamente miscelato e la miscela viene messa in un contenitore di vetro con un coperchio. Basta mangiare due cucchiai di questa insalata al giorno. L'effetto massimo si ottiene se lo bevi con qualsiasi prodotto a base di latte fermentato.

Video: ricette popolari per la salute vascolare del cervello

Complicazioni pericolose

Una delle conseguenze più pericolose della vasocostrizione nel cervello è un ictus, che i medici chiamano infarto cerebrale. In questo caso, la morte delle cellule cerebrali si verifica a causa della carenza di ossigeno, causata da un blocco completo dell'arteria con placca di colesterolo. Di solito è preceduto da un TIA (attacco ischemico transitorio). È accompagnato dai principali sintomi di un ictus:

  1. Incapacità di pronunciare le parole a causa di intorpidimento della lingua,
  2. Le mani penzolano e si rifiutano di obbedire,
  3. Non riesci a muovere le gambe.

Questo stato dura non più di un giorno.

La seconda complicanza pericolosa è l'ictus emorragico, in cui la mancanza di ossigeno provoca un'emorragia nel midollo.

Spesso, il restringimento dei vasi della testa porta alla demenza (demenza), quando una persona smette di percepire adeguatamente ciò che sta accadendo. Non capisce dove si trova; non controlla i bisogni naturali (movimenti intestinali e vescicali). Tali pazienti non dovrebbero essere lasciati soli, poiché potrebbero dimenticare gli apparecchi elettrici e a gas inclusi, l'acqua nel bagno. Uscendo per strada non accompagnata, una persona non è in grado di trovare la strada per tornare a casa.

Per ridurre il rischio di forme gravi di aterosclerosi, si consiglia di assumere fluidificanti del sangue, come l'aspirina (acido acetilsalicilico), dopo i 50 anni.

Sintomi di vasocostrizione nel cervello a seconda dello stadio, causa, trattamento e prognosi di vita

La costrizione delle arterie e delle vene delle strutture cerebrali si verifica nella pratica dei neurologi nel 40% dei casi del numero totale di situazioni cliniche.

La condizione comporta un pericolo che non è evidente a prima vista, perché a breve termine non porta a morte o grave disabilità.

La progressione è graduale, osservata per un lungo periodo. Da 12 mesi a molti anni, dipende dallo stato di salute e dalla causa del processo patologico.

I sintomi della vasocostrizione nel cervello sono atipici, soprattutto nelle prime fasi. Il paziente crede falsamente che siano il risultato di stanchezza, sonno insufficiente, duro lavoro.

Tuttavia, in caso di mal di testa, nausea, vomito, debolezza e altri sintomi neurologici, è necessaria una visita urgente dal medico per non perdere il momento e sottoporsi a una diagnosi..

Il trattamento della stenosi è possibile solo nelle fasi iniziali. Quindi iniziano i cambiamenti irreversibili nelle strutture cerebrali, che portano a disturbi cognitivi, linguistici, motori, non è più possibile eliminarli..

Le previsioni dipendono dall'inizio della terapia e dalla risposta del corpo del paziente all'effetto.

Meccanismo di sviluppo

La formazione del processo patologico si basa su un gruppo di deviazioni primarie. Di per sé, la stenosi cerebrale non si verifica. Questo non è un fenomeno spontaneo. Ci sono due ragioni.

Aterosclerosi. È accompagnato dall'effettivo restringimento o deposito di placche di colesterolo sul rivestimento interno delle arterie.

Entrambe le opzioni sono ugualmente difficili. Influisce sull'emodinamica (flusso sanguigno), sulla salute generale e sul benessere.

Le cause immediate di questo processo sono il fumo. Nutrizione impropria. Patologie organiche, momenti genetici, metabolismo ereditario.

La seconda causa immediata coinvolta nello sviluppo è l'ipertensione arteriosa. L'aumento della pressione nel flusso si forma come uno speciale meccanismo compensatorio, di solito sullo sfondo dell'aterosclerosi.

Il flusso sanguigno è disturbato, perché c'è un ostacolo nella nave sotto forma di una placca o un'area di restringimento. Man mano che aumenta il rischio di rottura dell'arteria, il corpo è costretto a tonificare le pareti della struttura, ispessirle.

A medio termine, ciò porta a una diminuzione dell'elasticità dei vasi sanguigni, perché la qualità del trofismo (nutrizione) delle strutture cerebrali diminuisce ancora di più..

Nel sistema, entrambe le cause terminano con ischemia cerebrale, cattiva alimentazione cerebrale e sviluppo di deficit neurologici..

All'inizio, si manifesta come una sintomatologia generale. Si verificano mal di testa, nausea, vomito, svenimenti.

Poi le cose peggiorano. Le funzioni nervose superiori vengono perse, come quelle intellettuali, la memoria, la capacità di parlare correttamente, leggere, scrivere, eseguire operazioni aritmetiche.

A differenza del classico ictus, quando un reparto ne soffre, al massimo diversi, se c'è una lesione estesa, qui il processo colpisce l'intero cervello contemporaneamente.

Si sviluppa una violazione diffusa (diffusa). Pertanto, non è necessario parlare di sintomi focali (manifestazioni della sconfitta di un lobo separato - frontale, parietale, ecc.).

Continuando il confronto con un disturbo acuto della circolazione cerebrale, i vasi ristretti portano a una distruzione graduale e minima dei tessuti nervosi del cervello..

Le singole cellule sono necrotiche. A causa di questo stato critico non viene osservato.

La progressione è graduale, a lungo termine. Una deviazione può essere rilevata solo confrontando le principali funzioni prima dell'insorgenza della malattia e al momento del rilevamento dei problemi.

Le ragioni

I fattori per lo sviluppo del restringimento dei vasi sanguigni della testa sono diversi. Come già accennato, ci sono due punti principali..

Ipertensione arteriosa

Aumento della pressione. Si sviluppa a seguito di malattie cardiovascolari o patologie renali, instabilità ormonale, insorgenza di alterazioni menopausali, invecchiamento naturale del corpo.

L'elenco potrebbe continuare. L'ipertensione, sintomatica o primaria, come malattia, si riscontra in quasi il 15% della popolazione mondiale.

Prima o poi, il meccanismo di compensazione fallisce. Pertanto, in circa il 60% dell'ipertensione, c'è una violazione del tono vascolare della testa e dei sintomi neurologici..

Aterosclerosi

L'effettivo restringimento delle arterie o la deposizione di placche di colesterolo sulle loro pareti.

Fondamentalmente, il fattore di sviluppo del disturbo non è associato all'obesità o alla malnutrizione, questo è un malinteso.

Highlights relativi alla predisposizione genetica, caratteristiche metaboliche dovute a fattori ereditari.

Un'altra possibile opzione sono i disturbi ormonali acquisiti: insufficienza ipofisaria, carenza di sostanze della ghiandola tiroidea, corteccia surrenale. Anche il diabete.

Osteocondrosi del rachide cervicale

Provoca stenosi delle arterie basilari, malnutrizione del lobo occipitale del cervello. È possibile un restringimento riflesso di altre strutture di fornitura di sangue lungo la catena. Che è connesso con l'ulteriore progressione del processo patologico.

Fattori di rischio

Causano lo sviluppo di aterosclerosi, ipertensione arteriosa, disturbi del sistema muscolo-scheletrico.

Si tratta di fumo, abuso di alcol, tossicodipendenza, assunzione sistematica e incontrollata di farmaci (contraccettivi orali, antibiotici, glucocorticoidi, neurolettici, antidepressivi, farmaci psicotropi).

Altre opzioni: cambiamenti senili nel corpo sullo sfondo della menopausa (menopausa o andropausa negli uomini), altre patologie, cardiovascolare, epatica renale.

Le cause della vasocostrizione nel cervello vengono utilizzate per identificare l'origine del processo, sviluppare tattiche terapeutiche e diagnosi precoce. Questa è la base per una supervisione di alta qualità e la completa eliminazione della malattia..

Sintomi

In totale, ci sono tre fasi del processo patologico. Il gruppo di autori parla di quattro, nominando uno zero separato, che è determinato dallo stato precedente. Ma in questo caso non ci sono ancora segni di disordine..

Prima fase

Il quadro clinico è pronunciato, ma, paradossalmente, i pazienti raramente prendono sul serio i disturbi del benessere, sebbene tutto sia ovvio.

  • Il mal di testa di intensità piccola o moderata è un sintomo caratteristico della vasocostrizione nel cervello.

Differisce in alta resistenza agli analgesici. Pertanto, con i farmaci improvvisati standard, viene rimosso male o non si ferma affatto.

La localizzazione è indistinta, il paziente non può mostrare un posto. Il disagio diffuso e vagante di solito ha un carattere tirante.

La durata di ogni episodio di dolore varia da 30 minuti a diverse ore. Poi passa, all'improvviso come è iniziato.

  • Vertigini. Un altro nome per il sintomo è la vertigine. Si sviluppa spontaneamente, accompagnato da ridotta coordinazione, instabilità dell'andatura. La persona non può camminare in linea retta, cade o inciampa.

Il mondo gira letteralmente davanti ai nostri occhi, ci sono disturbi pronunciati nell'orientamento nello spazio. La posizione sdraiata consente di indebolire parzialmente il sintomo, ma non di eliminarlo completamente.

In una fase iniziale, l'intensità della manifestazione è insignificante, mentre non è ancora necessario assumere una postura forzata.

  • Tinnito, oscuramento degli occhi. Entrambi sono un tipico segno di vasocostrizione nel cervello, provocando momenti focali dall'occipitale, lobi temporali, sistema extrapiramidale.
  • Nausea e vomito. Non sempre si verificano. Il periodo minimo di tempo dura. Fino a un'ora al massimo, succede meno spesso. L'atto di svuotare lo stomaco non porta alcun sollievo, è un fenomeno riflesso. Falso meccanismo di difesa dell'organismo contro l'avvelenamento, per l'evacuazione di sostanze tossiche.
  • Debolezza, sonnolenza. Astenia generale e debolezza. Una persona non può lavorare come prima, svolgere compiti domestici. Si verifica l'apatia, che è di origine organica. Anche con un forte desiderio, il paziente non è in grado di agire.
  • Disturbi mentali del tipo di labilità emotiva, mutevolezza. Irritazione, umore depressivo (distimia), irritabilità. Ci sono anche frequenti e rapide trasformazioni dello sfondo dell'umore: in un momento - euforia, e dopo un paio di minuti - uno stato profondamente opposto.
  • Insonnia. È accompagnato dall'incapacità di riposare, da un lungo periodo di transizione all'inconscio o da frequenti risvegli. Il sintomo è particolarmente doloroso per i pazienti.

Fase due

È accompagnato da una graduale disabilità di una persona. Si verificano sintomi catastrofici di stenosi.

  • Violazioni della sfera intellettuale. Non c'è modo di risolvere problemi logici, di pensare in modo sensato. E se all'inizio di questa fase stiamo parlando di una diminuzione della velocità mantenendo la produttività, allora si verifica una disfunzione totale. Aumentano i fenomeni di demenza e demenza vascolare. Non è ancora ovvio.
  • Compromissione della memoria. Si manifesta con un calo della velocità di memorizzazione, riproduzione di informazioni già assimilate.
  • Deviazione della capacità analitica. Vale anche per le aree cognitive e mnestiche.
  • Svenimento. La perdita di coscienza si sviluppa spontaneamente, all'improvviso. Non è difficile rimuovere il paziente, ma questo è un formidabile segno prognostico..
Attenzione:

Non appena si riscontra un sintomo simile con vasi cerebrali ristretti, vale la pena aspettare un ictus per 6-24 mesi. Non c'è tempo per pensare. Un'urgente necessità di iniziare il trattamento.

  • Disturbi comportamentali. Le reazioni emotive diventano inadeguate, chiaramente non corrispondono alla forza e alla natura dello stimolo. In modo esagerato, una persona può essere impropriamente allegra, giocosa, sciocca a un funerale, triste e piagnucolona a un matrimonio..

Si riscontrano quasi sempre fenomeni ipocondriaci, aumento della sospettosità. Le qualità personali diventano grossolane, stereotipate e cancellate.

Il classico segno di demenza vascolare incipiente.

  • Discordinazione. Non c'è modo di controllare i propri arti. Una persona cammina goffamente, si trascina, fa molti movimenti non necessari.
  • Tremore. Dita tremanti, mento.
  • Sindrome convulsiva. Corrisponde a crisi tonico-cloniche all'interno di una crisi epilettica. Tali manifestazioni non si trovano sempre.
  • Posture imperative per svuotare la vescica o l'intestino. Sorgono sullo sfondo di una violazione dell'innervazione del sistema escretore. Segno minaccioso.

La malattia dei vasi cerebrali nella seconda fase non è sempre manifestata dal complesso completo dei momenti descritti, tutto è puramente individuale.

Terza tappa

Corrisponde alla condizione finale, disabilità profonda, demenza vascolare. Nonostante la gravità generale del processo patologico, ci sono possibilità di correzione e recupero, anche se non complete.

Ciò non accade, ad esempio, nella malattia di Alzheimer, con la quale è necessario differenziare la vasocostrizione del cervello. Guardando il paziente, è difficile immaginare che ci sia una possibilità di aiuto.

  • Apatia. Completa mancanza di attività intellettuale e qualsiasi attività fisica. La persona mente costantemente, non mostra emozioni. L'interesse per il mondo esterno è minimo o non lo è affatto.
  • Mancanza di controllo sulle funzioni fisiologiche. Di conseguenza, la terza fase dello stato è accompagnata da minzione spontanea, defecazione. Complica la cura del paziente allettato..
  • Perdita di memoria. Amnesia totale.

In alcuni casi, la parola e l'interesse per il mondo persistono. È adeguato, non c'è logica nei tentativi di interagire. Perché sono presenti idee deliranti, disturbo del pensiero globale.

Più a lungo il paziente si trova in questa condizione, più difficile è influenzare la disfunzione..

Diagnostica

Viene eseguito nelle prime fasi. Nelle forme avanzate, tutto è ovvio, è necessario mettere in scena il processo. Specialista - neurologo.

  • Interrogazione orale del paziente e raccolta dell'anamnesi. Le azioni primarie più semplici. Mirato a identificare la possibile origine del disturbo, determinando il quadro clinico.
  • Misurazione della pressione sanguigna, frequenza cardiaca. Entrambi i livelli vengono generalmente modificati. Nella prima fase, viene rilevata la crescita, quindi una caduta.
  • Se necessario, viene effettuato un monitoraggio giornaliero da parte di Holter. Questa esigenza si presenta raramente.
  • EEG. Per valutare l'intensità dell'attività cerebrale, per identificare le aree di attività ridotta. Sulla base della topografia del segnale alterato, si può parlare preliminarmente della posizione del processo patologico. Cioè, le aree in cui il flusso sanguigno è compromesso in misura maggiore.
  • MRI del cervello.
  • Radiografia del rachide cervicale.
  • Scansione duplex, ecografia dei vasi del collo.
  • ECG, ECHO-KG.
  • È obbligatorio un esame del sangue biochimico generale con un quadro dettagliato del colesterolo e delle strutture lipidiche.

Se necessario, vengono prescritti altri studi: ecografia dei reni, organi addominali.

La diagnosi di vasocostrizione in sé non è difficile. Ma è necessario adottare un approccio responsabile allo sviluppo di tattiche.

Trattamento

Il trattamento della vasocostrizione cerebrale è principalmente conservativo. Consiste nell'uso di farmaci di diversi gruppi farmaceutici.

  • Agenti antipiastrinici. Per ripristinare il flusso sanguigno. Aspirina-Cardio, meno spesso eparina. Non puoi prenderli tutto il tempo.
  • Statine. Per rimuovere il colesterolo in eccesso, sciogliere le placche molli (Atoris e altri).
  • Antipertensivo. ACE-inibitori, diuretici a cicli brevi, calcio-antagonisti e altri. Secondo le indicazioni. I nomi sono selezionati rigorosamente dal medico. Se la raccomandazione non viene seguita, c'è il rischio di morte per insufficienza renale o cardiaca.
  • Agenti cerebrovascolari. Ripristina il normale flusso sanguigno nel cervello. Piracetam, Actovegin.
  • Nootropics. Glicina e altri. I processi di scambio si stanno stabilizzando.
  • Complessi vitaminici e minerali. Sono usati senza fallo.

Questi farmaci risolvono tre compiti importanti contemporaneamente: eliminare la causa principale (non sempre), alleviare i sintomi, prevenire le emergenze.

Allo stesso tempo, non in tutti i casi il risultato è ottenibile in modo conservativo. L'operazione viene eseguita secondo le indicazioni.

Tra i motivi per l'intervento chirurgico ci sono le malattie vascolari del cervello: malformazioni, aneurismi, aterosclerosi avanzata con calcificazione della placca, tumori renali (possono provocare ipertensione maligna).

È imperativo osservare il regime per il resto della vita: esclusione di fumo, alcol, droghe, rifiuto dell'uso indipendente di droghe, qualsiasi, correzione della dieta (la tabella di trattamento numero 10 è adatta).

È previsto un sonno completo (almeno 7 ore a notte), attività fisica a un livello accessibile (camminare all'aria aperta, camminare o andare in bicicletta a passo lento).

Previsione

La fase 1 è favorevole. Se i vasi cerebrali sono ristretti, nella fase 2 il risultato è condizionatamente positivo.

Nella fase 3, tutto è molto più complicato, il tasso di mortalità è del 60%, ma ci sono possibilità di recupero parziale.

La domanda è meglio indirizzata allo specialista presente. Troppi fattori da considerare, dall'età e dal sesso alla salute.

Complicazioni

La conseguenza principale è la demenza vascolare. Inoltre, è possibile una corsa estesa. Il risultato logico è la morte del paziente o una grave disabilità..

Il restringimento dei vasi sanguigni nella testa non è una diagnosi. Questo è un fattore nello sviluppo dell'insufficienza cerebrovascolare o, più semplicemente, dei disturbi nutrizionali dei tessuti nervosi.

Il trattamento viene effettuato con urgenza, più a lungo dura il processo patologico, più difficile è affrontare il disturbo. Non è consigliabile esitare. Ai primi sintomi, è necessario contattare un neurologo.


Articolo Successivo
Farmaci per sanguinamento uterino