Qual è il coefficiente di aterogenicità


La maggior parte delle persone consuma grassi animali per tutta la vita. Si trovano nella carne, nel latte, nelle uova, cioè nei prodotti più comuni che non si trovano nella dieta ad eccezione dei vegetariani o di chi segue una dieta..

Tutti i grassi animali contengono colesterolo.

Questa è una sostanza densa, chiamata "tessuto adiposo" per la sua struttura. È necessario che il corpo umano stabilizzi la fluidità della membrana plasmatica delle cellule. In altre parole, rende le cellule più resistenti e i legami tra loro elastici.

Ma poiché il colesterolo è benefico, perché è consuetudine limitarne l'uso e controllarne la quantità nel corpo?

Il fatto è che il corpo umano è in grado di produrre autonomamente l'80% del colesterolo di cui ha bisogno. Il restante 20% proviene dal cibo. E tutto ciò che risulta essere superfluo si deposita sulle pareti dei vasi sanguigni.

Ciò porta al loro restringimento e allo sviluppo di una pericolosa malattia di aterosclerosi. Per evitare ciò, è necessario controllare il coefficiente aterogenico nell'analisi del sangue..

Il coefficiente aterogenico è un indicatore che riflette il grado di rischio di sviluppare malattie del cuore e dei vasi sanguigni..

Nello sviluppo delle placche aterosclerotiche nei vasi, non solo è importante l'aumento della quantità totale di colesterolo nel sangue, ma anche il rapporto tra colesterolo "cattivo" e "buono".

È questo che riflette il coefficiente aterogenico.

La solita definizione di colesterolo totale non dà un'idea dello stato dei vasi umani..

Pertanto, viene utilizzata una semplice tecnica di calcolo, in cui HDL e LDL sono isolati dal colesterolo totale. È anche importante determinare il livello di triacilgliceridi (TG) nel sangue..

Si tratta di esteri di acidi grassi superiori prodotti dal fegato e contenuti nelle VLDL, che formano placche aterosclerotiche.

La sua alta concentrazione rende difficile effettuare analisi su un veicolo spaziale..

In questo caso, il risultato potrebbe essere falsamente sottostimato..

Le lipoproteine ​​a bassa e molto bassa densità (LDL, VLDL) sono pericolose per il corpo e le lipoproteine ​​ad alta densità (HDL) sono antiaterogene, cioè protettive.

Questo rapporto è chiamato aterogenicità. Per determinarlo, viene utilizzata una formula speciale.

Coefficiente di formula di aterogenicità

Il risultato è designato dall'abbreviazione KA o IA.

A cosa serve l'analisi per il coefficiente aterogenico??

Il test dell'indice aterogenico viene utilizzato per valutare il rischio di sviluppare aterosclerosi e problemi al cuore e ai vasi sanguigni. Vedi La norma del colesterolo per età nelle donne

I cambiamenti nei livelli di colesterolo "cattivo" e "buono" e il loro rapporto di per sé, di regola, non mostrano alcun sintomo, quindi la loro determinazione tempestiva è molto importante nella prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Quando viene assegnata un'analisi per il coefficiente di aterogenicità?

Il coefficiente aterogenico fa solitamente parte del profilo lipidico. Può essere incluso nella serie standard di test per gli esami preventivi o somministrato più spesso se a una persona viene prescritta una dieta che limita i grassi animali o assume farmaci che abbassano i livelli di lipidi.

In questi casi, viene verificato se il paziente raggiunge il livello target di valori di colesterolo e, di conseguenza, se il suo rischio di malattie cardiovascolari è ridotto..

Valori di riferimento: 1 - 2.2. Un risultato superiore a 3 indica una predominanza di colesterolo "cattivo" e un risultato superiore a 4 indica un alto rischio di aterosclerosi..

Una diminuzione del coefficiente aterogenico non ha significato clinico.

La norma del coefficiente aterogenico per le donne

Le donne hanno una difesa naturale contro i livelli di colesterolo in eccesso sotto forma dell'ormone estrogeno, che viene prodotto nel corpo femminile. Questo ormone rende i vasi sanguigni più elastici..

Le lipoproteine ​​a bassa densità si depositano nei luoghi delle microfessure vascolari. E poiché i vasi non sono danneggiati, significa che non c'è nessun posto dove il colesterolo in eccesso possa depositarsi.

Le donne sono protette per natura dallo sviluppo dell'aterosclerosi un po 'meglio degli uomini.

Questa protezione dura fino alla menopausa, poiché l'estrogeno non viene più prodotto nella stessa quantità nell'età postmenopausale..

Di conseguenza, gli indicatori normativi dell'indice aterogenico dipendono dai criteri di sesso ed età..

Le norme del coefficiente di aterogenicità nelle donne e negli uomini possono essere visualizzate nella seguente tabella riassuntiva.

Tabella del profilo lipidico normale (mmol l)

Le cifre fornite per il livello normale di composti lipidici sono molto nella media e possono differire individualmente per ogni persona..

Ciò è dovuto al fatto che fattori come dieta, stile di vita, livello di attività fisica, presenza di cattive abitudini, condizioni geneticamente determinate, ecc., Influenzano la norma del colesterolo..

Coefficiente aterogenico nelle donne dopo 50-60 anni

L'età dopo i 35-40 anni è particolarmente pericolosa in termini di rischio di aterosclerosi. Durante questo periodo si verificano cambiamenti ormonali nel corpo e i primi cambiamenti evidenti nel profilo lipidico.

Ad esempio, a 35 anni per le donne 6,58 unità è il limite superiore della norma e a 40 anni il livello accettabile per gli uomini di colesterolo totale è già considerato fino a 6,99 mmol / l..

Più una donna diventa anziana, più compaiono malattie concomitanti e minore diventa la reattività del corpo.

Tutto ciò aggiunge un ulteriore rischio di complicanze nei disturbi lipidici..

Diabete mellito, angina pectoris, cardiopatia ischemica: queste diagnosi sono abbastanza comuni nelle persone anziane. Per loro, i limiti della norma del colesterolo dovrebbero essere inferiori, poiché le funzioni compensatorie del sistema vascolare sono ridotte.

Pertanto, il livello target per CHD, ictus o infarti nella storia è di 2,5 mmol / L al di sotto del limite superiore della norma per ciascuna età, rispettivamente..

A 50 anni, ci sono cambiamenti evidenti nella norma del colesterolo nelle donne.

Ciò è dovuto a una diminuzione della sintesi degli ormoni, un cambiamento nel loro background e una diminuzione della necessità di colesterolo del sistema endocrino.

Nella decodifica di laboratorio negli adulti, è necessario prestare attenzione non solo alle norme del colesterolo totale. Altrettanto importanti sono i valori di trigliceridi, colesterolo cattivo e buono (rispettivamente LDL e HDL), coefficiente aterogenico.

Quando il coefficiente di aterogenicità è aumentato nelle donne

Questo è l'eccesso della quantità di LDL e VLDL nel sangue rispetto a HDL.

** vedi: Cos'è LDL, HDL

Un aumento dell'indice aterogenico indica un aumento del livello di colesterolo "cattivo".

Le LDL depositano grasso sulle pareti delle arterie sanguigne, da cui si forma la placca nel tempo.

A poco a poco, possono bloccare completamente il lume nei vasi e bloccare il movimento del sangue.

I nutrienti e l'ossigeno non entreranno più nei tessuti, il che contribuisce alla comparsa di ischemia in essi. Nel cervello, una tale situazione porterà a un ictus cerebrale, nel cuore - a un infarto del miocardio..

Ci sono anche conseguenze meno gravi, ma comunque negative, di un aumento delle LDL: uno stato depressivo, una diminuzione dell'immunità e lo sviluppo di malattie infettive.

Se, a seguito di analisi, si è riscontrato che il coefficiente aterogenico è aumentato, cosa fare?

È possibile in qualche modo abbassare il suo livello senza ricorrere al trattamento farmacologico?

Se l'aumento è insignificante, puoi cambiare la situazione da solo. Parleremo di come farlo ulteriormente..

Alti tassi di coefficiente aterogenico: trattamento

Prima di tutto, va detto su ciò che contribuisce all'aumento del colesterolo "cattivo".

Principalmente, queste sono cattive abitudini e uno stile di vita malsano:

  • fumo e abuso di alcol;
  • mancanza di attività fisica;
  • la predominanza di grassi animali, fast food nella dieta;
  • sovrappeso.

In questo caso, tutto dipende esclusivamente da noi..

Abbandonando gradualmente le cattive abitudini e sbarazzandosi dei chili in più, puoi già contare su un miglioramento multiplo degli indicatori di salute e AI.

Le ragioni dell'aumento del coefficiente di aterogenicità nelle donne

Nelle donne di età superiore ai 55 anni, il livello di colesterolo "cattivo", di regola, aumenta.

Anche l'ereditarietà può svolgere un ruolo insignificante. Tuttavia, se conduci uno stile di vita sano, fai esercizio fisico ogni giorno, questi fattori secondari non avranno un effetto così forte..

Se il coefficiente di aterogenicità è aumentato, il trattamento dovrebbe includere una serie di misure:

  • una dieta a predominanza di alimenti vegetali e riduzione dei grassi animali; limitare l'assunzione di sale;
  • attività fisica moderata (danza, yoga, camminata quotidiana);
  • evitare alcol e tabacco;
  • riduzione dello stress e del superlavoro (sia fisico che emotivo);
  • assumere additivi biologicamente attivi che regolano il metabolismo lipidico e riducono l'assorbimento dei grassi alimentari;
  • in alcuni casi, avrai bisogno di un'assunzione aggiuntiva di farmaci - statine (per abbassare il colesterolo), ma dovrebbero essere assunte solo su consiglio del tuo medico.

C'è anche un elenco di cibi consigliati per il colesterolo alto e quelli che dovrebbero essere evitati..

Nutrizione con un alto coefficiente di aterogenicità

Quindi, se il coefficiente di aterogenicità è aumentato, è necessario rifiutare tali prodotti:

  • pane di prima qualità e vari prodotti da forno; zuppe in brodo di carne;
  • latticini grassi e prodotti a base di latte fermentato; carne grassa, salsicce, frattaglie, caviale; margarina e burro;
  • maionese e salse di panna acida; patatine fritte, gelato, cioccolato al latte.

In questo caso, la dieta dovrebbe essere arricchita con alimenti che aiutano a normalizzare i livelli di colesterolo..

Questi sono, prima di tutto:

  • verdura e frutta, minestre di verdura; pesce di mare e frutti di mare;
  • manzo magro, tacchino e filetto di pollo; latticini a basso contenuto di grassi;
  • girasole, olio d'oliva;
  • marmellata, frutta candita, sorbetto alla frutta;
  • pane di grano; salsa di soia.

Un cambiamento qualitativo nella dieta non solo ridurrà il contenuto di colesterolo "cattivo" e aumenterà il livello di colesterolo "buono", ma ridurrà anche il peso corporeo (se necessario).

Tale alimentazione promuoverà l'attività fisica, l'energia, il buon umore e una maggiore immunità..

Il rischio di malattie cardiovascolari sarà ridotto.

Juice therapy come un modo per ridurre l'AC

Inoltre, la terapia con succhi appena spremuti può normalizzare i livelli di colesterolo. Dovrebbe essere eseguito non più di una volta al mese per 5 giorni.

Consiste nel fatto che ogni giorno è necessario consumare mezzo bicchiere di succo di carota, ogni volta abbinandolo a uno dei seguenti (facoltativo):

  • un quarto di tazza di succo di barbabietola e la stessa quantità di cetriolo;
  • un terzo di un bicchiere di succo di sedano;
  • un quarto di bicchiere di succo di mela e la stessa quantità di sedano; un quinto di un bicchiere di succo di cavolo;
  • un bicchiere di succo d'arancia.

Tale terapia aiuterà a ridurre i livelli di colesterolo a livelli normali seguendo le altre raccomandazioni di cui sopra..

Per controllare il coefficiente di aterogenicità, un'analisi appropriata dovrebbe essere eseguita almeno una volta ogni uno o due anni..

Quando il coefficiente di aterogenicità nelle donne si abbassa

Questa è la situazione opposta: LDL e VLDL sono inferiori a HDL.

Cause di un indice aterogenico ridotto in una donna

Un indice aterogenico ridotto nella pratica in diversi gruppi della popolazione - uomini, donne e bambini - è piuttosto raro.

Quindi, ecco i motivi principali per cui il risultato ottenuto è stato inferiore alla norma nelle donne:

  • il paziente assume regolarmente statine, che sono di gran lunga il farmaco più popolare per abbassare i lipidi nel sangue;
  • il paziente fa sport, cosa quasi impossibile per le persone obese - i principali visitatori dell'ufficio del cardiologo;
  • prima del test la donna seguiva da tempo una dieta a basso contenuto di colesterolo;
  • l'assunzione di estrogeni, farmaci antifungini ed eritromicina può anche portare a una diminuzione dell'indice aterogenico.

Infine, se questo indicatore in una donna è abbassato, dovresti verificare con lei se sta assumendo farmaci ormonali contenenti estrogeni..

La maggior parte dei contraccettivi, compresa la nuova generazione, contiene piccole dosi di questo ormone femminile, che le donne assumono quotidianamente..

In questo caso, il risultato del test può essere considerato non valido e non di rilevanza medica..

Caratteristiche di un indice aterogenico ridotto

Questo emocromo può cambiare nel tempo. Quindi, la maggior parte delle persone che si sottopongono a cure per l'obesità periodicamente effettua un'analisi per vedere le dinamiche del lavoro svolto..

Naturalmente, sono contenti quando il livello di aterogenicità diminuisce gradualmente. Se una persona conduce uno stile di vita attivo e non mangia troppo, il suo indice aterogenico sarà normale..

Con carichi significativi al lavoro o nello sport, il coefficiente aterogenico si riduce.

Di norma, per aumentarlo e riportarlo alla normalità, è sufficiente riposarsi e concedersi di mangiare un po 'più del solito..

Di conseguenza, diversi indicatori di componenti del sangue in donne, uomini e bambini dovrebbero fornire un indice aterogenico, che si adatterà agli standard generali (2.2 - 3).

Cosa fare con ridotta aterogenicità?

Mangiare cibi con abbastanza grassi Il problema più comune è mangiare cibi ipocalorici e con un basso contenuto di grassi.

Numerose mono-diete, che oggi possono essere lette e prescritte su Internet, possono danneggiare anche una persona sana, per non parlare dei pazienti affetti da malattie..

È urgente visitare un nutrizionista in modo che possa sviluppare un programma e una dieta individuali, elencare i tipi di cibo e la loro quantità.

Sbagliata in questo caso è la decisione di consumare tutto in qualsiasi quantità subito dopo una dieta così "affamata". Questo è irto di un forte aumento di zucchero, lipoproteine ​​a bassa densità e altri componenti del sangue..

Per quanto riguarda gli atleti e il loro basso coefficiente aterogenico, solo un medico sportivo dovrebbe decidere tutto. Anche la minima deviazione dal programma di formazione può causare il fallimento nel prossimo futuro, ma è per amore della vittoria che una persona di questa professione sta provando.

Forse dovresti pensare alla nutrizione e, se possibile, aggiungere alcuni prodotti con lipoproteine.

A proposito, la qualità dei lipidi, vale a dire la loro densità, nel caso degli atleti non gioca il primo ruolo, perché la maggior parte del grasso andrà in energia. Tuttavia, è stato notato che gli alimenti con lipoproteine ​​"buone" non provocano una sensazione di pesantezza, il che dà loro anche un vantaggio rispetto agli alimenti con grassi animali..

Vale la pena essere vegetariani?

Infine, una conversazione separata dovrebbe essere tenuta con i vegetariani. Di norma, queste persone rifiutano i grassi animali, tuttavia consumano quantità molto moderate di oli vegetali..

Se l'attività lavorativa di queste persone è satura e intensa, non importa - fisica o mentale, quindi con un alto grado di aspettativa possiamo dire che il coefficiente aterogenico sarà ridotto. Se la dieta di un vegetariano è troppo scarsa, il suo corpo sarà in uno stato di esaurimento e un basso indice aterogenico lo dimostra ancora una volta.

In questo caso, dovresti pensare immediatamente alla tua dieta, vale a dire a come diversificarla con l'aiuto di prodotti contenenti grassi, e anche qui l'aiuto di uno specialista non sarà superfluo..

Coefficiente aterogenico: il tasso nel sangue, perché è aumentato, come abbassarlo

Il coefficiente di aterogenicità è un indicatore del sangue, che è il rapporto tra colesterolo cattivo e buono. Aiuta a determinare quanto è alto il rischio di formazione di placca aterosclerotica sulle pareti dei vasi. Con il suo aiuto, nelle prime fasi, è possibile identificare anomalie nel lavoro della ghiandola tiroidea e del fegato..

Con il normale funzionamento del corpo, il coefficiente aterogenico varia da 2 a 3 unità. Se l'indicatore è inferiore, non c'è praticamente alcun rischio di formazione di placca sui vasi. Non ci sono parametri di riferimento qui: la norma è calcolata per una persona media di peso normale e che pratica regolarmente sport.

Il coefficiente aterogenico può differire dall'ambito livello di 2-3 unità nei casi in cui una persona aderisce pienamente a uno stile di vita sano, la sua dieta è equilibrata e satura di sostanze utili, non ha cattive abitudini o malattie croniche. In questi casi, questo indicatore è solitamente inferiore al normale..

Il coefficiente aterogenico è un indicatore integrale che consente di determinare qual è il rischio di sviluppare aterosclerosi vascolare. Per determinare il livello di CA, viene utilizzata la seguente formula (Indice aterogenico) = (Colesterolo totale - HDL) / HDL).

Per calcolare questo valore, lo specialista deve conoscere il livello esatto dei seguenti valori:

  1. Trigliceridi;
  2. Colesterolo totale;
  3. Lipoproteine ​​ad alta densità;
  4. Lipoproteine ​​a bassa densità;
  5. Lipoproteine ​​a bassissima densità;

Cause di un alto coefficiente di aterogenicità

Se l'indicatore del coefficiente aterogenico supera le 4 unità, le placche di colesterolo iniziano ad accumularsi sulle pareti dei vasi sanguigni. Sono colesterolo non trasformato che riduce il lume.

Se ignori la terapia farmacologica, tali formazioni provocano lo sviluppo di trombosi, che porta a ictus e infarti. Questo indicatore può essere molte volte superiore al normale, ma non c'è niente di sbagliato in questo..

Il tuo coefficiente aterogenico ideale può essere determinato solo dal tuo medico. È necessario valutare le caratteristiche individuali del corpo, l'età, il peso, la presenza di malattie croniche e molto altro ancora.

Un aumento del coefficiente aterogenico può essere provocato da:

  • Mangiare molti cibi fritti grassi;
  • Mangiare grandi quantità di prodotti da forno, salsicce e burro;
  • Alta pressione sanguigna, che fa perdere elasticità ai vasi sanguigni
  • Fumo frequente di sigarette con un alto contenuto di tabacco;
  • Trombocitosi;
  • Diabete;
  • Sovrappeso;
  • Abuso di alcool;
  • Bassa mobilità di una persona, rifiuto completo dell'attività fisica;
  • Predisposizione ereditaria.

Cause di un basso coefficiente di aterogenicità

In alcuni casi, il coefficiente aterogenico è inferiore alla norma accettata. Di solito, questa cifra varia da 1,7-1,9 nelle donne e negli uomini sani che si allenano regolarmente e monitorano la loro dieta. Più basso è questo rapporto, più puliti ed elastici saranno i vasi sanguigni..

Inoltre, questo indicatore può diminuire nei casi in cui il corpo produce quantità normali di estrogeni..

La ragione del basso coefficiente di aterogenicità può essere:

  • Uso a lungo termine di statine per l'ipercolesterolemia;
  • Dieta a lungo termine, che consiste nel rifiutarsi di mangiare cibi con colesterolo cattivo;
  • Sport attivi pesanti.

Il coefficiente di aterogenicità è un indicatore che aiuta a determinare l'efficacia della terapia per abbassare il colesterolo. Aiuta il medico a monitorare il corso del trattamento, purificare i vasi sanguigni dalle tossine accumulate e dalle placche aterosclerotiche..

La composizione dei farmaci per ridurre questo livello contiene una grande quantità di lipoproteine ​​ad alta densità. Agiscono come antidoto alla quantità di colesterolo cattivo..

Se decidi di prescriverti da solo le statine, c'è un alto rischio di gravi complicazioni. Per questo motivo, non auto-medicare in nessun caso..

Formazione del coefficiente di aterogenicità

Quando il cibo entra nel corpo, il fegato rilascia tutti gli acidi grassi da esso. Successivamente, questa miscela entra nel tratto gastrointestinale, dove viene scomposta dalla bilirubina e da altri enzimi epatici. Come risultato di questo effetto, si formano nuovi acidi grassi e una piccola quantità di glicerina..

Quest'ultima sostanza entra nel flusso sanguigno e si unisce al colesterolo. Dopo un po ', si attiva una reazione che provoca la formazione di chilomicroni, le più grandi lipoproteine ​​sintetizzate dall'intestino crasso.

Successivamente, tali sostanze penetrano nel fegato, dove contribuiscono alla formazione di lipoproteine ​​a bassa e alta densità..

La lipoproteina a bassa densità è una sostanza che favorisce la formazione di placca sulle pareti dei vasi sanguigni. Ciò suggerisce che più si accumulano nel corpo, maggiore è il rischio di sviluppare aterosclerosi..

Inoltre, l'elevato livello di queste sostanze nel sangue provoca la rapida produzione di acidi grassi. I resti di tali acidi, che non sono stati completamente convertiti in HDL, vengono escreti dal corpo naturalmente.

Pertanto, è possibile capire perché il coefficiente di aterogenicità è importante nel determinare il rischio di sviluppare aterosclerosi. È anche importante che questo indicatore conosca la quantità di trigliceridi, che svolgono non solo la funzione di trasporto, ma riflettono anche il contenuto totale di grassi nel sangue umano.

Il coefficiente aterogenico è determinato per:

  • Controllo della dinamica dei livelli di colesterolo durante la terapia farmacologica;
  • Diagnostica di alcune malattie del fegato e della tiroide;
  • Esame preventivo primario del paziente.

Cosa influenza gli indicatori del coefficiente aterogenico?

Esperti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità affermano che l'aterosclerosi è un problema del 21 ° secolo. Poiché il diametro dei vasi sanguigni si restringe, il rischio di coaguli di sangue aumenta. Se si staccano, possono bloccare completamente il letto arterioso, portando a gravi complicazioni come ictus o infarto..

Inoltre, una circolazione sanguigna insufficiente può portare alla necrosi del tessuto connettivo..

Se sai di avere alti livelli di colesterolo nel sangue, fai subito il test per determinare il coefficiente aterogenico. Con il suo aiuto, sarà possibile diagnosticare molte anomalie nel funzionamento del fegato e di altri organi dell'apparato digerente..

Con l'aiuto di moderne misure diagnostiche, è possibile studiare in modo più dettagliato e approfondito vari meccanismi biologici e chimici. Sono necessari per determinare il meccanismo di sviluppo dell'aterosclerosi e identificare il rischio della sua formazione..

Inoltre, il coefficiente di aterogenicità aiuta a identificare il rapporto esatto tra lipoproteine ​​ad alta e bassa densità, per identificare con precisione quale trattamento è necessario.

Nonostante l'accuratezza di tale studio, quanto segue può avere un grande impatto sui suoi risultati:

  • Assunzione di farmaci ormonali, steroidi, statine e farmaci antifungini;
  • Fumo eccessivo di sigarette forti;
  • Mantenimento prolungato di una dieta rigorosa, che è più simile al digiuno o all'adesione a una dieta a base di colesterolo;
  • Gravidanza, menopausa o mestruazioni;
  • Sport attivi.

Coefficiente aterogenico: il rapporto tra colesterolo totale e complesso lipoproteico ad alta densità.

Per identificare un'immagine più accurata dello stato del corpo, è necessario conoscere l'intero complesso di indicatori associati al colesterolo. Con l'aiuto di questo coefficiente, il medico è in grado di riconoscere non solo i prerequisiti per la formazione dell'aterosclerosi, ma anche altre malattie più gravi..

Inoltre, l'identificazione del livello di questo indicatore è necessaria per determinare l'efficacia della terapia farmacologica per abbassare il colesterolo nel sangue. Se il medico vede che la quantità di colesterolo ad alta densità diminuisce e il coefficiente di aterogenicità aumenta, la terapia è stata scelta in modo errato.


Articolo Successivo
Aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori: cause, diagnosi e trattamento