Ictus del lato sinistro: conseguenze, trattamento, riabilitazione


HomeStrokeTipi di ictus Ictus del lato sinistro: conseguenze, trattamento, riabilitazione

L'ictus del lato sinistro è una malattia comune. La patologia si verifica in individui di sesso ed età diversi. Gli uomini sopra i 50 anni sono i più suscettibili al suo sviluppo.

Cause di occorrenza

Tutte le cause dello sviluppo dell'ictus sinistro devono essere divise in due gruppi principali. Ciò è dovuto alla forma della malattia.
Con l'ictus emorragico del lato sinistro, ci sono:

  • Ipertensione o comparsa di una crisi ipertensiva.
  • Forme croniche di vasculite.
  • Le conseguenze dell'uso a lungo termine di farmaci del gruppo di anticoagulanti o altri farmaci che contribuiscono alla fluidificazione del sangue.
  • Avvelenamento con sostanze chimiche tossiche.
  • Disturbi associati a un'insufficiente coagulazione del sangue, come emofilia, trombocitopatia.
  • Violazione dell'integrità della parete vascolare.
  • Conseguenze di un forte sforzo fisico.
  • Le conseguenze della lesione cerebrale traumatica.

Nelle patologie ischemiche le cause sono:

  • Lesione aterosclerotica della parete vascolare.
  • Manifestazione delle vene varicose degli arti inferiori, che è complicata dalla formazione di coaguli di sangue.
  • Coaguli di sangue negli atri dovuti a battiti cardiaci irregolari, come il risultato della fibrillazione atriale.
  • Sovrappeso.
  • Aumento della coagulazione del sangue.
  • Un improvviso aumento della pressione sanguigna.
  • Avere cattive abitudini, come fumare, bere alcolici o mangiare troppo cibi con calorie e colesterolo alto.

I principali sintomi

I sintomi dell'ictus sinistro dipendono dalla forma del processo patologico. Queste caratteristiche devono essere considerate per la diagnosi precoce. Le manifestazioni di un ictus del lato sinistro in forma emorragica includono:

  • Mal di testa improvviso e penetrante, il cui epicentro è localizzato nell'area dell'emorragia.
  • Diminuzione della frequenza cardiaca.
  • Aumento della pressione sanguigna a numeri critici.
  • Cambiamenti nella coscienza con disturbi della parola o della sensibilità.
  • Deterioramento dell'attività motoria sul lato destro del tronco con sensazione di intorpidimento e altri cambiamenti di sensibilità.
  • Vomito singolo.

Con un ictus sul lato sinistro del cervello causato dall'ostruzione del lume della nave da parte di un trombo, ci sono:

  • Sindromi cerebrali generali con mal di testa, convulsioni localizzate o generalizzate, vomito che non porta sollievo e rigidità muscolare nella parte posteriore della testa. Queste manifestazioni sono causate dall'edema del tessuto cerebrale e dalla compressione delle sue membrane..
  • Cambiamenti nel sistema nervoso autonomo con aumento della frequenza cardiaca, aumento o diminuzione della pressione sanguigna, respiro corto misto e grave debolezza.
  • Disturbi delle funzioni motorie con comparsa di paresi o paralisi degli arti superiori e inferiori del lato destro.
  • Cambiamenti sensoriali con intorpidimento, formicolio, parestesie del lato destro del tronco. A seconda delle dimensioni della lesione nella corsa del lato sinistro, può essere locale o estesa.
  • Sintomi di asimmetria facciale. Con un colpo sul lato sinistro, l'angolo destro della bocca, la guancia destra e la palpebra discendono.
  • Patologia della parola. A causa della localizzazione del centro del linguaggio in questo emisfero, le patologie del flusso sanguigno portano a cambiamenti manifestati dall'afasia o da una completa mancanza di comprensione del discorso di qualcun altro e dall'incapacità di pronunciare in modo indipendente i suoni. Meno comunemente, i pazienti sperimentano disartria motoria causata dalla paresi delle corde vocali o della lingua, che è espressa dalla pronuncia del solo linguaggio confuso con una piena comprensione delle altre persone. È estremamente raro che i pazienti dimentichino completamente come leggere..
  • Compromissione visiva con emianopsia, manifestata dalla perdita dei singoli campi visivi. Compromissione dell'udito con perdita dell'udito totale o parziale, nonché sviluppo di allucinazioni uditive.

Ciò che è pericoloso?

La gravità e la gravità delle conseguenze dipendono da una serie di fattori, tra cui:

  • La velocità delle cure mediche. La cura precoce aumenta la possibilità di un risultato favorevole.
  • L'area della lesione. Con una piccola area sul lato sinistro, le complicazioni potrebbero non essere espresse, il che aumenterà le possibilità di una riabilitazione precoce..
  • Malattie concomitanti del sistema cardiovascolare. Scarsa prognosi di malattie sistemiche sotto forma di aterosclerosi o violazioni dell'elasticità della parete vascolare sullo sfondo di un corso prolungato di ipertensione.

Le principali complicazioni che si sviluppano con un ictus dell'emisfero sinistro includono:

  • Sconfitta del centro del discorso. I sintomi sono più pronunciati nella fase acuta della malattia; durante il periodo di recupero, possono persistere conseguenze a lungo termine, che si esprimono in un discorso lento, incoerente e privo di significato. Di conseguenza, il paziente sperimenta disagio nel comunicare con gli altri e prestazioni ridotte.
  • Diminuzione della funzione di apprendimento. Le persone con un ictus dell'emisfero sinistro sperimentano l'impossibilità di prendersi cura di sé.
  • Perdita di memoria. Con l'ictus ischemico del lato sinistro o una natura emorragica della malattia, si può sviluppare una completa perdita di memoria o un'amnesia parziale. Il paziente può ricordare eventi accaduti prima dell'incidente vascolare o ricordi parziali. La perdita della memoria vocale si manifesta con l'incapacità di memorizzare le parole appena pronunciate. Le persone con una lesione estesa devono affrontare una mancanza di riconoscimento di persone vicine e cose elementari.
  • Deficit visivo. Il danno al centro visivo si manifesta con immagini sfocate, riduzione dei campi visivi, glaucoma e incapacità di concentrazione per lungo tempo.
  • Disordini mentali. Un passato ictus sinistro si manifesta in due stati opposti, come l'apatia o l'aggressività.
  • Perdita di controllo sui processi naturali. Un ictus dell'emisfero sinistro porta ad un indebolimento delle connessioni riflesse, espresso da difficoltà a deglutire, mancanza di respiro, minzione incontrollata e defecazione.
  • Degrado sociale. L'ictus ischemico del lato sinistro può essere espresso da disadattamento sociale con un restringimento graduale della cerchia sociale.
  • Abilità motorie fini indebolite. Le persone incontrano difficoltà nell'abbottonarsi, raccogliere piccoli oggetti, infilare la cruna di un ago e allacciare i lacci delle scarpe. La sconfitta dell'attività motoria degli arti può essere espressa dall'iperattività causata da un aumento del tono delle fibre muscolari e da una ridotta flessibilità delle articolazioni.

Tra le complicazioni più pericolose ci sono:

  • A cui. Il fallimento delle funzioni somatiche con una mancanza di risposta a vari agenti patogeni porta a una mancanza di respirazione spontanea e all'incapacità di lavorare degli organi vitali.
  • Epilessia. Le aree di necrosi del cervello provocano disturbi nella trasmissione degli impulsi nervosi. La gravità dipende dalla localizzazione del fuoco e dall'area della lesione.
  • Morte.

Trattamento

La terapia viene eseguita in un ambiente stazionario. In condizioni estremamente gravi, il paziente viene ricoverato nel reparto di terapia intensiva. La fase di recupero della terapia viene eseguita in reparti neurologici, centri di riabilitazione e sanatori. L'assistenza ambulatoriale è indicata per ridurre la gravità delle conseguenze a lungo termine e prevenire gravi complicazioni.
La selezione dei medicinali viene effettuata in base alla forma della malattia. Con ictus ischemico del lato sinistro, prevede l'appuntamento:

  • Anticoagulanti e trombolitici. Il loro meccanismo d'azione è mirato a sciogliere i coaguli di sangue nel sistema venoso e ad assottigliare il sangue. Ciò migliora la circolazione sanguigna nei tessuti e negli organi. Il trattamento viene effettuato sotto il controllo di un coagulogramma.
  • Nootropics. I fondi rafforzano non solo le connessioni neurali, ma migliorano anche la circolazione cerebrale. La terapia nootropica è a lungo termine, associata a un lento recupero delle cellule nervose.
  • Vitamine del gruppo B. Hanno un effetto benefico sul funzionamento del sistema nervoso, migliorando la trasmissione degli impulsi, ripristinando i riflessi e il lavoro del cervello.

Per il trattamento delle forme emorragiche sono prescritti:

  • Angioprotettori. I fondi sono progettati per rafforzare la parete vascolare e prevenire la violazione della sua integrità.
    Farmaci con effetto antipertensivo. I farmaci riducono la pressione intracranica, che riduce il carico e la resistenza sulle pareti vascolari.
  • Nootropics. Il miglioramento della circolazione cerebrale durante la terapia prolungata porta al ripristino della memoria.
  • Vitamine del gruppo B. Il loro utilizzo consente di preservare l'innervazione periferica e ripristinare la comunicazione riflessa.

Il trattamento sintomatico della patologia di natura emorragica o ischemica consiste nell'uso di farmaci con effetto anticonvulsivante, analgesici e diuretici. Impediscono lo sviluppo di edema cerebrale e alterazioni della funzione respiratoria.
L'intervento chirurgico per il blocco del lume della nave prevede l'escissione di aree danneggiate con ripristino del flusso sanguigno. Per questo, vengono eseguite plastiche di frammenti sezionati..
Con un ematoma, è indicata la rimozione del fuoco dell'emorragia con successivo lavaggio dei tessuti, che impedirà la formazione di aderenze.

Riabilitazione e recupero

Un aumento di una prognosi favorevole dipende dal periodo durante il quale vengono eseguite le misure di riabilitazione. Per questo, si consiglia di eseguire procedure riparative dopo aver stabilizzato la salute ed eliminato una minaccia per la vita. La riabilitazione viene eseguita da diversi specialisti secondo un piano personalizzato.
Le principali misure riparatrici del primo periodo includono:

  • Prevenzione dei coaguli di sangue. La posizione forzata prolungata porta ad una diminuzione della velocità del flusso sanguigno nel letto arterioso e venoso. Di conseguenza, si formano coaguli che possono entrare negli organi vitali, inclusi i polmoni e il cervello. Per prevenire la trombosi, vengono prescritti farmaci con effetto anticoagulante, che riducono la coagulabilità del sangue e si raccomanda di eseguire una cultura fisica terapeutica in una fase precoce..
  • Prevenire la polmonite. L'infiammazione del tessuto polmonare è causata da una violazione dell'escursione respiratoria, che si manifesta con l'accumulo di flora patogena nel tessuto dell'organo. La moltiplicazione di agenti batterici o virali porta ad una diminuzione del volume della superficie respiratoria. Dopo il ripristino della respirazione spontanea, vengono prescritti esercizi di respirazione.
  • Prevenzione delle infezioni del tratto urinario. L'infiammazione negli organi del sistema urinario è innescata dall'abbandono prolungato del catetere, necessario per l'escrezione di urina. Funge da cancello d'ingresso per l'infezione. La fase di recupero consiste nella rimozione anticipata del catetere con un accurato servizio igienico regolare dei genitali e un cambio di prodotti per l'igiene.
  • Terapia antidecubito. La violazione del flusso sanguigno nei tessuti compressi provoca la comparsa di ulcere trofiche. Con una lunga posizione sdraiata sulla superficie della pelle, si formano piaghe da decubito dove può arrivare l'infezione. Per prevenire queste formazioni, si consiglia di utilizzare materassi antidecubito sin dai primi giorni di stazionamento. Il personale medico o i parenti dovrebbero massaggiare la vittima per ripristinare il flusso sanguigno. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alle aree di maggiore pressione. Questa è l'area delle scapole e dei fianchi..
  • Ridurre il rischio di lesioni. Cambiamenti nella coordinazione dei movimenti, se si sviluppa un ictus emorragico o ischemico, il cui lato sinistro è interessato, porta a frequenti cadute e lesioni. Le persone durante la fase di riabilitazione devono utilizzare dispositivi di supporto come un deambulatore o un bastone da passeggio.

La durata della riabilitazione dipende da:

  • Velocità delle cure mediche.
  • Età del paziente.
  • Il volume dell'area interessata.

La durata media della riabilitazione è di 3-6 mesi. Nel periodo di recupero a lungo termine è previsto quanto segue:

  • Fisioterapia e ginnastica. L'esercizio fisico regolare rafforza il tono delle fibre muscolari e aumenta l'attività fisica. L'insieme delle lezioni viene selezionato in base al livello di forma fisica.
  • Nuoto. Una visita in piscina, a causa della distribuzione uniforme del carico sul corpo, normalizza la coordinazione motoria con una diminuzione dell'ipertono.
  • Corsi di logopedia.
  • Hirudoterapia. L'ingresso di Hirudin nel corpo umano assottiglia il sangue e ha un effetto sclerosante.

Prognosi o quanto tempo vivono dopo un ictus del lato sinistro?

  • Sovrappeso.
  • Ipertensione arteriosa.
  • Storia di un lungo periodo di consumo di alcol.

Si osserva una diminuzione del rischio di una prognosi sfavorevole quando si eseguono misure preventive in pazienti a rischio.

Ictus cerebrale: danni all'emisfero sinistro

Un disturbo acuto della circolazione cerebrale in rapido sviluppo è chiamato ictus. Esistono forme emorragiche e ischemiche della malattia. Il primo è una lesione di una parte del cervello derivante da una nave rotta. L'ictus ischemico è causato da un blocco vascolare che interferisce con il flusso sanguigno. Si verifica anche a causa di uno spasmo prolungato dell'arteria cerebrale.

Un ictus può verificarsi in diversi emisferi del cervello. Ognuno di loro è responsabile di determinate funzioni del corpo. Pertanto, un tratto dell'emisfero sinistro ha le sue differenze da uno di destra. Ma in entrambi i casi, il paziente è minacciato di paralisi completa o parziale del corpo. La malattia si sviluppa secondo il principio della "simmetria inversa": con un colpo dell'emisfero sinistro, il lato destro del corpo è paralizzato, e con una lesione del lato destro, il sinistro.

Funzioni dell'emisfero sinistro

I meccanismi del pensiero logico sono concentrati nell'emisfero sinistro del cervello. Questo lato del cervello è dominante in alcuni aspetti del funzionamento del corpo. È responsabile di:

  1. Elaborazione di informazioni verbali. È grazie all'emisfero sinistro che le persone possono riconoscere e controllare le parole, leggere e scrivere. È responsabile delle capacità linguistiche. Partecipa anche alla memorizzazione di fatti, date e nomi.
  2. Funzioni analitiche. Il lato sinistro riconosce i numeri e altri simboli matematici. Responsabile della logica e della capacità di analizzare i fatti.
  3. Elaborazione a fasi delle informazioni. L'emisfero cerebrale sinistro consente un'analisi coerente dei dati.
  4. Mobilità del lato destro del corpo. Quest'area del cervello invia segnali agli arti destri del corpo..
  5. Comprensione letterale. La percezione letterale di frasi e parole pronunciate e ascoltate si verifica nell'emisfero sinistro.

Opinione di un esperto

Autore: Andrey Igorevich Volkov

Neurologo, candidato in scienze mediche

L'incidente cerebrovascolare acuto occupa una posizione di primo piano nella struttura della mortalità. Ciò è dovuto al pericolo della malattia, allo sviluppo di gravi complicazioni. Un ruolo importante appartiene alla prematura richiesta di cure mediche della popolazione. Più del 60% dei pazienti diventa disabile, il 10% perde completamente la capacità di prendersi cura di sé. L'ictus del lato sinistro viene diagnosticato molto più spesso. Ciò è dovuto alla presenza di un quadro clinico caratteristico. La circolazione cerebrale compromessa del lato destro è accompagnata da sintomi aspecifici.

Il compito principale dei medici è identificare rapidamente il tipo di malattia, il grado di prevalenza del focus patologico e la sua localizzazione. Nell'ospedale Yusupov vengono utilizzate macchine europee per TC e MRI. Grazie alle moderne apparecchiature mediche, viene eseguita una rapida diagnostica e viene prescritto il trattamento corretto. Ogni minuto che hai un ictus può avere conseguenze irreversibili. I neurologi esperti dell'ospedale Yusupov sviluppano un piano di trattamento e riabilitazione individuale. La durata della degenza ospedaliera è determinata dalla gravità della condizione. I farmaci prescritti soddisfano gli standard europei di qualità e sicurezza.

Quale caso è più pericoloso: lato destro o lato sinistro?

L'ictus dell'emisfero sinistro del cervello si verifica il 57% più spesso di una malattia del lato destro. Ha sintomi più evidenti quindi è più facile da riconoscere. Ciò consente di consultare un medico in modo tempestivo e ricevere l'assistenza medica necessaria. È caratterizzato da disturbi del linguaggio e pensiero adeguato. Tuttavia, a differenza degli ictus del lato destro, il cervello sinistro è più difficile da trattare e più scomodo per il paziente. In ogni caso, la riabilitazione dopo l'emorragia cerebrale richiede tempo..

Cause di un ictus dell'emisfero sinistro

Esistono molti prerequisiti diversi per lo sviluppo dell'ictus sinistro. I fattori predisponenti includono:

  • cause endogene;
  • fattori esogeni.

La seconda categoria comprende le condizioni e lo stile di vita del paziente. Le cause endogene sono rappresentate dalle caratteristiche immunologiche dell'organismo, eredità, età e sesso di una persona.

Le cause più probabili dello sviluppo della malattia nella parte sinistra del cervello sono:

  • diabete;
  • malattia cardiovascolare;
  • trombosi venosa;
  • violazione della composizione del sangue e malattie del sangue che aumentano la sua viscosità;
  • abuso di alcol, fumo;
  • dieta impropria;
  • assunzione incontrollata di farmaci ormonali, vascolari e contraccettivi;
  • frequenti capogiri ed emicranie;
  • osteocondrosi del rachide cervicale;
  • obesità;
  • distonia vascolare vegetativa;
  • stile di vita sedentario, attività fisica insufficiente

Caratteristiche e sintomi

L'incidente cerebrale vascolare sul lato sinistro ha manifestazioni sia generali che specifiche. Nella corteccia dell'emisfero sinistro si trovano il centro di Wernicke e il centro di Broca, quindi durante un ictus i pazienti sono parzialmente o completamente incapaci di parlare. Inoltre, temporaneamente non possono pensare logicamente e ragionare. Inoltre, sono caratteristiche le reazioni inibite a ciò che accade intorno. In presenza di una lesione nel lobo temporale sul lato sinistro, anche lo sfondo emotivo del paziente è disturbato. Possono svilupparsi depressione e depressione.

I sintomi comuni di un ictus nell'emisfero sinistro del cervello includono:

  • mal di testa grave e acuto (spesso accompagnato da suoni e fotofobia);
  • violazione della coscienza e coordinazione dei movimenti;
  • nausea;
  • picchi di pressione sanguigna;
  • sensazioni dolorose al petto.

La malattia si sviluppa abbastanza rapidamente entro poche ore. L'interruzione della circolazione sanguigna nell'emisfero sinistro del cervello porta a convulsioni, amnesia a breve termine, paralisi parziale o completa del lato destro del corpo. I pazienti hanno anche un sorriso storto quando l'angolo destro della bocca scende verso il basso.

Diagnostica e diagnostica differenziale

Al fine di ridurre le conseguenze di un ictus sul lato sinistro del cervello, è necessario fornire immediatamente assistenza medica alla vittima. Fortunatamente, la malattia può essere diagnosticata abbastanza rapidamente..

Diagnostica pre-ospedaliera

Eventuali ritardi nel rilevamento e nel trattamento dell'emorragia cerebrale possono portare a gravi danni alle sue aree e persino alla morte del paziente. È possibile rilevare le manifestazioni della malattia anche prima di andare in clinica. Ha i seguenti primi segni:

  • stato di semi-debolezza del paziente;
  • inclinazione del viso su un lato;
  • sorriso innaturale e forzato;
  • perdita di equilibrio, scarsa coordinazione dei movimenti;
  • discorso illogico e difficile.

Una persona che soffre di un ictus del lato sinistro soffre di mal di testa e può avere una visione doppia. La presenza anche di un solo sintomo che non scompare per molto tempo è un motivo serio per chiamare un'ambulanza..

Diagnostica strumentale

Quando un paziente con un ictus dell'emisfero sinistro viene portato in ospedale, il medico esegue un esame completo, che include anche la diagnostica strumentale. Ti consente di determinare la scala dell'emorragia, localizzare la lesione e determinare la forma dell'ictus. Durante la diagnostica hardware, eseguono:

  1. MRI del cervello.
  2. Tomografia computerizzata.
  3. ECG.
  4. Ecocardiografia.

Nei casi in cui il neuroimaging di emergenza è impossibile, viene eseguita una puntura lombare. Questa procedura è preceduta da un Echo-EG. Viene eseguito per determinare o escludere gli spostamenti delle strutture centrali. Se presente, la puntura lombare è controindicata.

Inoltre, il medico prescrive un esame del sangue clinico, necessario per identificare con precisione il numero di piastrine. Un'analisi biochimica è obbligatoria per determinare il livello di zucchero nel sangue..

Diagnosi differenziale di diversi tipi di ictus

Uno degli obiettivi della diagnosi è differenziare la rottura vascolare da altre malattie con sintomi simili. Una volta fatta una diagnosi accurata, il prossimo obiettivo dell'esame di un paziente con ictus dell'emisfero sinistro è stabilire la forma della malattia. Questo è il punto chiave per la terapia successiva..

Nel corso della diagnosi differenziale, gli specialisti fanno affidamento su una serie di vari segni caratteristici dell'ictus ischemico o emorragico.

Sintomi meningei

Manifestato con danni alle meningi, che includono un ictus dell'emisfero sinistro. Il gruppo di queste manifestazioni comprende:

  1. Il sintomo di Brudzinsky. Distinguere tra superiore e inferiore. Nel primo caso viene effettuato uno studio della rigidità dei muscoli del collo. Il mento si avvicina alla gabbia toracica, provocando la flessione involontaria degli arti inferiori e delle articolazioni del ginocchio. All'esame inferiore, la pressione sul plesso solare provoca la stessa reazione..
  2. Il sintomo di Kernig. Il paziente giace sulla schiena e il medico piega la gamba sull'articolazione dell'anca con un angolo di 90 gradi, quindi cerca di raddrizzarla all'altezza del ginocchio. Se questo sintomo è presente, i muscoli si contrarranno involontariamente, il che impedirà al ginocchio di raddrizzarsi..

Trattamento dell'ictus nell'emisfero sinistro

La violazione della circolazione sanguigna nel cervello porta a gravi conseguenze. Per neutralizzarli, il trattamento di un ictus del lato sinistro deve essere immediato. Un'assistenza tempestiva consentirà di diagnosticare correttamente e di redigere correttamente un piano terapeutico dettagliato e completo.

Primo soccorso al paziente

Prima dell'arrivo dei medici, il paziente deve ricevere il primo soccorso. Ciò contribuirà a migliorare un po 'le sue condizioni. Il primo soccorso consiste in una serie di semplici azioni che possono essere eseguite dai parenti della vittima:

  1. Il paziente deve essere adagiato su una superficie ricoperta di cuscini e la sua testa deve essere sollevata.
  2. Il paziente può avere difficoltà a respirare, quindi è necessario aprire le finestre.
  3. È anche necessario salvare la persona da vestiti stretti e stringenti: sbottonare il colletto della camicia, rimuovere la cintura, rimuovere la giacca con un collo stretto.
  4. In caso di vomito, ruotare delicatamente e delicatamente la testa del paziente da un lato. Questa posizione impedirà l'entrata del vomito nelle vie respiratorie..

Fino all'arrivo dell'ambulanza, devi essere vicino alla persona che è sopravvissuta all'ictus. Potrebbe essere in preda al panico, quindi devi cercare di calmarlo..

Terapia farmacologica

In un contesto clinico, i medici si concentrano sulla riduzione dei danni ai nervi e ai muscoli. L'obiettivo principale della terapia è mantenere la funzionalità del cervello e del sistema cardiovascolare. Al paziente vengono prescritti farmaci che ripristinano la circolazione sanguigna.

Il farmaco viene scelto in base alla forma della malattia. I farmaci per l'ictus emisferico sinistro di natura ischemica includono i seguenti gruppi:

  1. Trombolitici. Utilizzato nelle prime ore dopo un incidente vascolare per sciogliere i coaguli di sangue.
  2. Anticoagulanti.
  3. Farmaci per abbassare la pressione sanguigna.
  4. Agenti neuroprotettivi.
  5. Farmaci vasoattivi.

In caso di ictus emorragico sul lato sinistro, vengono utilizzati farmaci che rafforzano i vasi sanguigni e farmaci che prevengono il vasospasmo.

Per entrambe le tipologie vengono forniti anche medicinali generali, rappresentati da diuretici e decongestionanti, oltre a sedativi e ipnotici. Durante la riabilitazione, ai pazienti vengono prescritti anche farmaci per il trattamento delle ulcere da pressione..

Chirurgia

L'operazione è più spesso necessaria per l'ictus emorragico nell'emisfero sinistro del cervello. Il trattamento chirurgico ha lo scopo di rimuovere l'ematoma intracerebrale. La necessità di un intervento chirurgico è determinata tenendo conto dei seguenti fattori:

  • le condizioni generali del paziente;
  • il volume della lesione;
  • localizzazione dell'emorragia.

La chirurgia è indicata solo in casi estremamente gravi quando la vita del paziente è in pericolo. Ci sono anche casi in cui l'ematoma non viene rimosso immediatamente dopo un ictus, ma durante la riabilitazione.

Di norma, il trattamento chirurgico viene applicato a pazienti la cui dimensione dell'ematoma è superiore a 50 ml. L'operazione è indicata anche per i pazienti con danni al cervelletto..

Riabilitazione dopo ictus dell'emisfero sinistro

Il processo di ripristino delle funzioni perse dopo un ictus dovrebbe essere completo e versatile. Il danno cerebrale porta a una serie di disturbi fisiologici e mentali. Le misure di riabilitazione vengono selezionate in base alle condizioni generali del paziente. Questo è un percorso lungo e difficile, che i suoi parenti seguono con il paziente. L'aiuto e il sostegno della persona che ha avuto un ictus al lato sinistro del cervello è essenziale. Ha bisogno di cure costanti, il che implica anche una stretta aderenza a tutte le raccomandazioni e le istruzioni del medico.

I seguenti metodi hanno mostrato buoni risultati nel recupero da un ictus:

  • fisioterapia;
  • massaggio e terapia manuale;
  • fisioterapia.

Inoltre, psicologi e logopedisti lavorano con il paziente, che aiuta a ripristinare le funzioni del linguaggio perse e stabilizzare lo stato emotivo del paziente..

Massaggio, terapia manuale ed esercizi passivi

Dopo che le principali minacce alla vita e alla salute umana dopo un ictus dell'emisfero sinistro sono state eliminate, il medico prescrive una serie di procedure terapeutiche e riparatrici. Il massaggio e la terapia manuale sono indicati per la maggior parte dei pazienti. Grazie all'effetto su alcune zone recettoriali, il lavoro del corpo viene stimolato. Il massaggio più comunemente usato è la digitopressione. Lo specialista preme su alcune zone del corpo del paziente, migliorando così la mobilità degli arti. Inoltre, tali manipolazioni aiutano la circolazione sanguigna, contribuendo al suo diradamento..

Una delle conseguenze di un grave ictus sinistro è la paralisi parziale o completa degli arti destri. A causa della limitazione della mobilità articolare, possono verificarsi contratture. Possono essere prevenuti con l'aiuto del massaggio e della ginnastica passiva. Questa è una serie di esercizi volti a:

  • rimozione del tono muscolare eccessivamente alto con paralisi;
  • tornare a movimenti di precisione e chiarezza;
  • aumento dell'afflusso di sangue nei tessuti;
  • prevenzione delle piaghe da decubito.

È molto importante mantenere il paziente in movimento, poiché è la lunga immobilità che porta a molte complicazioni.

Esercizi terapeutici

Per ripristinare la funzione motoria del lato destro del corpo dopo un ictus sul lato sinistro, vengono prescritti esercizi di fisioterapia. L'obiettivo principale della ginnastica salutare è sviluppare i movimenti e migliorare la sensibilità degli arti..

Si tratta di semplici esercizi che il paziente deve eseguire più volte al giorno con un certo numero di serie. Sono presentati:

  • stringendo e aprendo il palmo in un pugno;
  • alzando la mano davanti a te e abbassandola lentamente;
  • sollevando la gamba da una posizione sdraiata.

La ginnastica più complessa viene eseguita insieme a uno specialista.

Inoltre, ai pazienti viene prescritta una serie di esercizi di respirazione che consentono di sbarazzarsi della mancanza di respiro, per migliorare il lavoro del cuore e dei vasi sanguigni..

Fisioterapia

Questo metodo di riabilitazione viene utilizzato sia per gli ictus ischemici che per quelli emorragici dell'emisfero sinistro del cervello. Il tipo di procedure, il loro numero, frequenza e durata sono determinati da uno specialista. Quando si sviluppano tattiche fisioterapiche, vengono prese in considerazione le indicazioni individuali del paziente e il grado di disturbi acquisiti.

Le principali misure di riabilitazione sono:

  • magnetoterapia;
  • agopuntura;
  • vibroterapia;
  • elettroforesi;
  • esposizione laser;
  • trattamento ad ultrasuoni.

Le procedure sono finalizzate a:

  • riduzione della sindrome del dolore;
  • maggiore immunità;
  • miglioramento della linfa e del flusso sanguigno;
  • prevenzione dei coaguli di sangue;
  • abbassamento della pressione sanguigna;
  • normalizzazione del tono vascolare;
  • prevenzione dell'ictus ricorrente;
  • sbarazzarsi di ipertonicità e spasticità muscolare.

Una catastrofe vascolare nel cervello cambia radicalmente la vita di una persona. Anche dopo aver subito la riabilitazione, quando le capacità motorie e linguistiche perse vengono ripristinate, molti pazienti non possono tornare completamente al loro ritmo abituale. Ciò è dovuto al fatto che alcuni danni cerebrali sono irreversibili, soprattutto in età avanzata. Inoltre, c'è una probabilità abbastanza alta di un secondo colpo. Per evitare che ciò accada, il paziente deve riconsiderare il suo atteggiamento nei confronti della vita e apportare cambiamenti radicali nel suo corso. In altre parole, dovrebbe cercare di migliorarne la qualità, prima di tutto rinunciando alle cattive abitudini:

  • fumare;
  • abuso di alcool;
  • assunzione incontrollata di alcuni farmaci.

Uno stile di vita sedentario porta spesso a ictus dell'emisfero sinistro del cervello. Le persone con un lavoro sedentario e senza riposo attivo sono a rischio. Dopo che il paziente ha superato le conseguenze dell'emorragia cerebrale, ha bisogno di camminare sempre più spesso, fare sport e alternare correttamente l'attività al riposo.

Una persona dopo un ictus deve essere protetta dallo stress e dall'ansia inutile. Devi anche alleviarlo dallo stress sul lavoro. Per il primo anno dopo la malattia, parenti e amici dovranno assumersi la maggior parte delle faccende domestiche. Ciò è particolarmente vero per coloro che richiedono il sollevamento pesi o richiedono una lunga permanenza in piedi.

Prognosi del trattamento per l'ictus dell'emisfero sinistro

L'ictus è una malattia pericolosa e complessa. Purtroppo, nessun medico può fornire una prognosi accurata per quanto riguarda il recupero del paziente. Il successo della riabilitazione dipende principalmente dalla fornitura tempestiva di assistenza e dall'inizio del trattamento.

Per quanto riguarda la durata del periodo di recupero, devono essere presi in considerazione i seguenti fattori:

  • la dimensione del focus;
  • la presenza di disturbi emotivi;
  • l'età di una persona che ha subito un ictus del lato sinistro: più il paziente è anziano, più è difficile per lui riprendersi;
  • deterioramento delle capacità mentali;
  • localizzazione della lesione.

Anche l'intensità dello sviluppo dell'ictus è di grande importanza. Con un decorso favorevole della malattia, quando il paziente riprende conoscenza dopo pochi minuti o ore, la probabilità di un completo ripristino delle funzioni perse è piuttosto alta. Lo sviluppo ristretto della malattia è più pericoloso, poiché esiste il rischio di ripetute rotture vascolari. Tuttavia, in questo caso, la maggior parte delle funzioni viene ripristinata. Una variante progressivamente grave dello sviluppo della malattia è caratterizzata dal fatto che una persona si sveglia più di tre giorni dopo un ictus. In questa situazione, i sintomi stanno crescendo rapidamente e c'è una grande possibilità che il paziente riceva una disabilità permanente..

La prognosi per la vita dopo il trattamento dell'ictus dell'emisfero sinistro è diversa per ogni persona. Tuttavia, un trattamento tempestivo, l'adesione alle raccomandazioni del medico, uno stile di vita sano e una diminuzione delle esperienze emotive contribuiscono all'accelerazione del processo di recupero..

Prevenzione

Al centro della prevenzione dell'ictus sinistro c'è la correzione dello stile di vita. Per non subire le conseguenze di questa grave malattia, è necessario:

  1. Controlla il tuo peso. L'eccesso di peso porta ad un aumento della pressione sanguigna e malattie cardiovascolari.
  2. Rinunciare ai cibi grassi e moderare l'assunzione di alimenti di origine animale. Aggiungi più frutta e verdura alla tua dieta.
  3. Smettere di fumare. Le sigarette hanno un effetto distruttivo sui vasi sanguigni, prestandoli e interferendo con la normale circolazione sanguigna.
  4. Fai esercizio fisico e fai escursioni regolarmente. L'attività fisica riduce il rischio di sviluppare malattie vascolari.
  5. Bevi alcol con moderazione. Non è necessario un rifiuto completo delle bevande alcoliche, anche se è meglio discutere con il proprio medico se è possibile bere alcolici.

Le conseguenze di un ictus nell'emisfero sinistro del cervello

L'ictus ischemico dell'emisfero sinistro è un disturbo acuto della circolazione sanguigna nel cervello nell'emisfero sinistro. Un ictus inizia improvvisamente e si manifesta con sintomi cerebrali e focali. Il quadro clinico in patologia dura fino a 24 ore e porta alla morte del paziente oa conseguenze sotto forma di disturbi neurologici e mentali.

Il tasso di mortalità dell'ictus dipende dalla gravità dei sintomi e dalla qualità delle cure ospedaliere. Il 35% di tutti i pazienti muore entro i primi 30 giorni. Il tasso di mortalità in ospedale è del 24% e il tasso di mortalità per coloro che vengono curati a casa è del 43%. Più del 50% di tutti i pazienti muore nel primo anno dopo una condizione acuta.

La probabilità di avere un ictus aumenta dopo i 30 anni. Più del 90% di tutte le condizioni acute si verifica in 45-60 anni.

Esistono fattori di rischio che provocano disturbi circolatori acuti dell'emisfero sinistro:

  1. Aterosclerosi dei vasi cerebrali: a causa della placca, il flusso sanguigno peggiora, la nutrizione cerebrale soffre.
  2. Malattia ipertonica.
  3. Diabete.
  4. Insufficienza cardiaca, cardiopatia ischemica, aritmia.
  5. Stile di vita passivo.
  6. Peso corporeo in eccesso.
  7. Cattive abitudini e dipendenze: alcol, tossicodipendenza, eccesso di cibo. Soprattutto il fumo.

Questi punti non sono cause, aumentano solo la probabilità di sviluppare un ictus..

Le conseguenze di un ictus dell'emisfero sinistro:

  • Morte;
  • perdita permanente di alcune funzioni motorie;
  • disturbo del linguaggio;
  • violazione dell'andatura;
  • ictus ripetuto;
  • perdita della vista, udito;
  • perdita di memoria.

Sintomi

Un ictus esteso presenta i seguenti sintomi:

La coscienza è compromessa: il paziente è stordito, la sua reazione è rallentata. Sonnolenza, letargia. Spesso il desiderio di dormire viene improvvisamente sostituito dall'eccitazione. Mal di testa, nausea e vomito. Vertigini. Il paziente è perso nello spazio.

Focale, specifico per l'emisfero sinistro

  • paralisi o paresi flaccida del lato destro del corpo
  • violazione della sensibilità a destra: l'intero lato può essere insensibile;
  • crampi a destra.

Se l'emisfero sinistro è dominante, la parola è sconvolta.

  1. Emorragico. Ciò significa che la circolazione sanguigna è compromessa a causa del sanguinamento intracerebrale. Il più delle volte si verifica su uno sfondo di pressione sanguigna costantemente alta.
  2. Subaracnoide. L'emorragia si verifica sotto il rivestimento del cervello. Il più delle volte si verifica a causa dell'indebolimento delle pareti delle arterie, che "scoppiano". Una causa comune è la carenza di vitamine, trauma cranico, tossicodipendenza e malattie del sangue.
  3. Ictus ischemico esteso. La circolazione cerebrale è compromessa a causa di un'improvvisa interruzione del flusso sanguigno al cervello o alla sua area separata. La patologia comporta un ammorbidimento della regione cerebrale, che si chiama infarto cerebrale.

Diagnostica

I metodi più importanti per la violazione della circolazione sanguigna nel cervello sono calcolati e la risonanza magnetica.

Il primo metodo ti consente di distinguere un tipo di ictus da un altro. Con l'aiuto della risonanza magnetica, viene determinata la localizzazione dell'ictus e viene valutato il grado di danno al tessuto cerebrale.

Al primo segno, è imperativo diagnosticare in situ un ictus nell'emisfero sinistro del cervello. Ci sono 3 trucchi per questo. Al paziente dovrebbe essere chiesto:

  • Sorridi. A causa della sconfitta dei centri motori, il sorriso può diventare storto e gli angoli della bocca possono essere asimmetrici. Anche le espressioni del viso sono stupite: le palpebre cadono, l'angolo del labbro è diretto verso il basso.
  • Parlare. Chiedi alla vittima di dire una semplice frase di poche parole. Ad esempio, "c'è acqua fredda nel fiume". La pronuncia è rotta, le parole sono difficili da pronunciare.
  • Alza due mani contemporaneamente. Dovrebbero aumentare in modo uniforme e uguale. Con un ictus, la simmetria dei muscoli delle braccia viene disturbata.

Metodi diagnostici aggiuntivi:

  1. Tira fuori la lingua. Se i nervi motori sono danneggiati, la lingua può essere di forma irregolare, affondare o non sporgere affatto.
  2. Allunga le braccia davanti a te, punta i palmi verso l'alto e copri gli occhi. Se una delle mani inizia a cambiare posizione involontariamente, potrebbe essere un ictus..

Trattamento

La terapia dell'ictus consiste in tre fasi:

La regola principale del primo soccorso è consegnare il paziente alla clinica più vicina il prima possibile entro la prima ora dalla comparsa del primo segno di ictus..

Durante il trasporto, non dare cibo o bevande alla vittima. I nervi motori della faringe possono essere danneggiati e il cibo può entrare nel tratto respiratorio. Fornisci accesso all'aria in macchina: sbottonati la camicia, togli la cravatta, apri il finestrino. Prenditi cura del comfort della vittima.

Se il paziente inizia a vomitare, mettilo su un fianco: in questo modo il vomito non entrerà nei bronchi e bloccherà il respiro. È meglio che la persona si sieda e abbia un cuscino o un cuscino morbido sotto la testa. Cerca di mantenere la testa e il collo in linea.

Dopo il ricovero in ospedale, viene fatta una diagnosi e iniziano le misure di rianimazione. Il loro obiettivo è supportare le costanti fisiologiche del corpo: polso, pressione sanguigna, saturazione di ossigeno, pressione nelle vene. Già sulla base di questi indicatori, i medici determinano quali possibilità di sopravvivenza.

Durante il trattamento, il paziente ha bisogno di cure costanti: ha bisogno di cambiare la sua biancheria intima, ha bisogno di essere nutrito, girato dall'altra parte per prevenire le piaghe da decubito.

Questa è la fase più difficile per la famiglia e il personale. L'essenza del periodo è il ripristino delle funzioni motorie e mentali perse, il ripristino della forza muscolare e delle abilità acquisite. In generale, la riabilitazione è la rianimazione sociale. Il paziente viene trattato da più specialisti contemporaneamente:

  • un fisioterapista per aiutare a ripristinare la funzione di movimento;
  • terapista occupazionale, impegnato nell'adattamento di una persona a un normale ritmo di vita;
  • logopedista, ripristino dell'apparato linguistico e deglutizione.

La prognosi di vita è sfavorevole. La prognosi per socializzare con cure adeguate è relativamente favorevole.

Corsa laterale sinistra e destra

Corsa laterale sinistra e destra

Periodo di riabilitazione

Come detto sopra, anche con un'alta probabilità di sopravvivenza, il recupero richiederà molto tempo.

È importante che il paziente stesso voglia tornare alla sua vecchia vita e faccia tutto il possibile per questo nella sua situazione.

Il periodo di recupero include una serie di attività:

  • fisioterapia;
  • vari tipi di massaggio;
  • fisioterapia;
  • visitare un logopedista;
  • medicina alternativa (agopuntura, irudoterapia);
  • insegnare capacità di lettura e scrittura;
  • conversazioni con uno psicologo.

A questo punto, una persona vicina dovrebbe essere vicino al paziente. Solo con il supporto puoi far fronte alle complicazioni dovute a danni cerebrali.

Quanto tempo vivono le persone dopo un ictus

Il 35% dei pazienti muore in 3 giorni dopo l'incidente e il 50% non sopravvive per 1 anno (indipendentemente dall'appartenenza alla parte maschile o femminile della popolazione). L'aspettativa di vita media dei sopravvissuti varia da 1 a 10 anni. È influenzato da molti fattori:

  • il numero di cellule danneggiate;
  • tipo di complicanze;
  • età;
  • qualità del restauro;
  • dieta bilanciata;
  • aderenza alle prescrizioni del medico;
  • presenza di cattive abitudini.

L'ictus ischemico del lato sinistro è una malattia complessa. Il suo principale pericolo è la perdita di importanti funzioni corporee. Le possibilità di sopravvivere e tornare a una vita soddisfacente sono poche. Non sarai in grado di recuperare completamente. Inoltre, dopo un ictus, dovrai periodicamente sottoporsi a un trattamento speciale. Tuttavia, se segui rigorosamente le istruzioni del medico curante, puoi ripristinare l'attività fisica, la capacità di comunicare e la cura di te stesso..

Cibo

La dieta implica restrizioni al consumo di sale e zucchero, cibi grassi, cibi a base di farina, carni affumicate, verdure in salamoia e in scatola, uova, ketchup e maionese. I medici consigliano di aggiungere più frutta e verdura ricca di fibre alla dieta, mangiare zuppe preparate secondo ricette vegetariane e prodotti a base di latte fermentato. Di particolare beneficio sono quelli che hanno il potassio nella loro composizione. Questi includono albicocche secche o albicocche, agrumi, banane.

I pasti devono essere frazionari, consumati in piccole porzioni cinque volte al giorno. In questo caso, la dieta dopo un ictus assume un volume di liquido che non supera il litro. Ma non dimenticare che tutte le azioni intraprese devono essere discusse con il tuo medico. Solo uno specialista è in grado di aiutare il paziente a riprendersi più velocemente ea riprendersi da una grave malattia.

Come riconoscere un attacco e fornire il primo soccorso

Per determinare un attacco di un ictus del lato destro in un paziente, è sufficiente condurre un semplice test:

  • chiedi di sorridere, se l'angolo della bocca è leggermente abbassato, il viso sembra asimmetrico, quindi stiamo parlando di un ictus;
  • debolezza muscolare, incapacità di sollevare contemporaneamente due braccia verso l'alto indica anche l'inizio di un attacco;
  • l'incapacità di collegare parole, pronunciare una frase semplice, perdita di memoria, incomprensione degli altri parla di un ictus;
  • andatura irregolare, difficoltà a parlare e apatia generale sono segni di un ictus.

I primi sintomi di un attacco possono comparire da tre a cinque ore prima di una riacutizzazione e sono difficili da riconoscere. La durata totale di un ictus ischemico è di 24 ore, ma l'assistenza deve essere fornita nelle prime tre ore, il che salverà la maggior parte delle cellule nervose nel cervello dalla morte e quindi la vita di una persona.

La prima cosa da fare è chiamare un'ambulanza e poi aiutare il paziente:

  • aprire le finestre, sbottonare i vestiti in modo che l'aria fluisca liberamente nei polmoni del paziente;
  • adagiare il paziente orizzontalmente, sollevare leggermente la testa e girarsi di lato;
  • rimuovere protesi, vomito e saliva per facilitare la respirazione;
  • strofina mani e piedi per ripristinare la circolazione sanguigna;
  • Applicare un impacco rinfrescante sulla fronte;
  • coprire il paziente con una coperta;
  • in caso di arresto cardiaco, riabilitare il paziente.

Ricordarsi di non somministrare alcun farmaco alla vittima se non è stato precedentemente prescritto da un medico. Prova a parlare con la vittima in modo che non perda conoscenza.

Ictus emisfero sinistro: aiuto medico

Come in ogni altro caso, in caso di condizioni di ictus, è necessario organizzare immediatamente un trattamento completo del paziente. L'assistenza tempestiva di specialisti è volta a ridurre il numero di conseguenze della patologia e ridurre la durata del periodo che richiederà il pieno recupero. I pazienti vivono in uno stato post-ictus per molto tempo e vogliono che la loro esistenza sia piena.

La terapia nel periodo di recupero dopo un ictus comprende diverse aree:

  • trattamento farmacologico (finalizzato all'eliminazione dei coaguli di sangue nei vasi, all'espansione del lume dei vasi, nonché ad alleviare la depressione del paziente, ecc.);
  • procedure di fisioterapia;
  • fisioterapia;
  • lezioni di logopedia;
  • massaggio dell'ictus sul lato sinistro del cervello.

Un ictus cerebrale sul lato sinistro può causare la necessità di organizzare classi speciali per correggere lo stato psicologico del paziente, per formare il suo desiderio di eseguire tutte le procedure mediche necessarie.

Sono obbligatori: il rispetto del regime quotidiano, una corretta alimentazione, la garanzia dell'attività motoria del paziente.

La cultura fisica dopo un ictus risolve problemi come il ritorno dell'accuratezza dei movimenti, delle capacità di deambulazione, l'esecuzione di semplici azioni con le mani e la prontezza per la ginnastica.

Il complesso delle misure di riabilitazione include necessariamente le faccende domestiche elementari, che non solo ripristinano le funzioni di organi e sistemi, ma normalizzano anche lo stato psicologico di una persona.

L'ictus è una malattia grave. La sconfitta del lato sinistro del cervello cambia la vita del paziente, lo mette in una posizione in cui deve reimparare a parlare, camminare e lavorare con le mani. Tuttavia, l'aiuto di specialisti, il desiderio di una persona di normalizzare le sue condizioni lo aiutano a guarire e ottenere buoni risultati..

Paralizzare il lato sinistro non richiede tanto tempo per ripristinare le funzioni vitali quanto il destro. La pratica medica mostra che un ictus al lato sinistro porta conseguenze meno pericolose e che i pazienti che cercano di riprendersi hanno grandi opportunità per affrontare gravi complicazioni..

Effetti

Le conseguenze dell'ictus ischemico del lato sinistro dipendono dall'estensione e dalla posizione della lesione. Con un tale colpo, il lato sinistro rimane invariato, ma il lato destro soffre. Di conseguenza, con una vasta area della lesione, le sue conseguenze saranno più gravi che con una piccola. Possibili conseguenze e velocità di recupero:

  1. Paralisi della metà destra del corpo - si verifica a causa della ridotta conduzione dell'impulso dal cervello alle terminazioni nervose e viceversa. In alcune parti del corpo sul lato destro, la sensibilità è persa. Si verifica intorpidimento periodico degli arti inferiori e superiori. Appare l'asimmetria facciale. Ripristino della sensibilità e della funzione motoria del lato destro del corpo, è possibile se vengono seguite le raccomandazioni del medico della riabilitazione.
  2. Percezione spaziale alterata: il paziente non riesce a capire dove si trova. Non riesce a percepire adeguatamente le dimensioni del suo corpo, gli oggetti che lo circondano e la loro lontananza.
  3. Disturbo del comportamento - lesione dell'emisfero sinistro, porta ad alcuni cambiamenti nel comportamento. La persona diventa impulsiva, agile, eccessivamente attiva, aggressiva e irascibile.
  4. Compromissione visiva: principalmente con un ictus sinistro, solo l'occhio destro è interessato, ma entrambi sono possibili. Una persona può mostrare uno o più sintomi contemporaneamente. Questo è sfocato o restringe il campo visivo dell'immagine. Concentrarsi rapidamente su un argomento specifico o, al contrario, impiegare troppo tempo. La pressione intraoculare aumenta, il che può causare complicazioni come cataratta, glaucoma e cecità.
  5. Disturbo della memoria: la perdita di memoria può essere completa o parziale. A volte il paziente non ricorda non solo le informazioni su se stesso e sui suoi cari, ma dimentica anche come vestirsi, lavarsi i denti, ecc..
  6. Depressione delle capacità mentali: il pensiero logico diminuisce. Una persona non ricorda bene date, numeri e numeri di telefono. Non è possibile trarre conclusioni, costruire correttamente una sequenza di azioni e prendere decisioni. Senza un trattamento adeguato, una bassa attività cerebrale può portare alla demenza.

Previsione

La prognosi per la vita dipende dalla posizione e dalle dimensioni del danno cerebrale, dall'età e dall'assistenza tempestiva. Dopo 80 anni, le possibilità di guarigione sono minime. Solo il 15% dell'ictus ischemico del lato sinistro porta alla morte umana. La ricaduta ha maggiori probabilità di provocare la morte. Gli attacchi successivi possono trasferire le unità.

In circa il 60% delle persone che sopravvivono a un attacco, i disturbi neurologici rimangono. Si prestano bene alla riabilitazione nei primi 3 mesi. Se dopo un anno non ci sono stati progressi, è improbabile un ulteriore ripristino delle funzioni.

Riabilitazione

A tutti i pazienti che hanno avuto un ictus viene mostrata la riabilitazione, che comprende i seguenti periodi:

  1. Acuto: primo mese trascorso nel dipartimento di neurologia.
  2. Recupero precoce: 6 mesi dopo l'attacco. Questo periodo si svolge in un reparto o centro di riabilitazione ed è finalizzato al ripristino delle funzioni motorie.
  3. Recupero tardivo: fino a 1 anno. Ambulatoriale.
  4. Telecomando: dopo 1 anno. Tenuto a casa.

La riabilitazione si basa sui seguenti principi:

  • riposo a letto;
  • massaggio;
  • Guarigione Fitness;
  • esercizi di respirazione;
  • agopuntura;
  • lezioni con un logopedista;
  • piscina;
  • supporto psicologico.

Alla fine del primo anno, circa il 65% è ancora vivo. Entro 5 anni 50% e oltre 10 anni 25%.

Il trattamento alternativo aiuta

Il trattamento alternativo dell'ictus ischemico del lato sinistro comporta aggiustamenti nutrizionali e trattamenti a base di erbe. Per ripristinare la forza generale del corpo, aumentare l'immunità e reintegrare le vitamine di cui ha bisogno nel corpo. Nella nutrizione, è necessario dare la preferenza ai latticini e ai prodotti vegetali. L'uso delle erbe è considerato molto efficace. Per la preparazione delle tinture vengono utilizzati i seguenti prodotti:

  1. Pigne mature: versare 6 pigne con il 35% di alcol e lasciare in infusione per 3 settimane. Filtrare la miscela risultante e aggiungere 1 cucchiaino al tè e prendere 1 volta al giorno.
  2. Fagioli: versate dell'acqua su tutta la pianta, chiudete bene con un coperchio e mettete in un luogo caldo. Bere in qualsiasi quantità.
  3. Celidonia: tritare finemente 10 grammi di celidonia e versare un bicchiere di acqua bollente. Lasciate in infusione per 15 minuti. Filtrare e assumere per via orale un'ora prima dei pasti 3 volte al giorno.
  4. Limone e aglio: mescola succo di limone, aglio e miele. Bevi un cucchiaino 3 volte al giorno.
  5. Radice di Maryin essiccata: versare 3 cucchiaini di radice con un bicchiere di acqua bollente e lasciare in infusione per 5 ore. Consumare 2 cucchiai al giorno.

Come trattare

La terapia per l'ictus ischemico sul lato destro del cervello inizia solo dopo che la diagnosi è stata confermata. Il medico redige un piano d'azione sulla base dei risultati dell'esame.

Metodi di riconoscimento

La diagnosi di ictus ischemico del lato destro è abbastanza semplice. Devi chiedere alla persona di fare 3 azioni: sorridere, alzare entrambe le mani contemporaneamente, pronunciare il tuo nome.

Un sorriso a tutti gli effetti non funzionerà per una persona, poiché l'angolo delle labbra sarà abbassato. Una mano sarà più debole dell'altra, per cui non sarà in grado di sollevarle entrambe. Non è in grado di pronunciare nemmeno un semplice nome.

Se ci sono difficoltà con almeno 2 azioni, è necessario contattare immediatamente un'ambulanza. Il medico ha poco più di 4 ore per salvare la vittima.

Trattamento terapeutico

Il trattamento deve iniziare immediatamente dopo la diagnosi di ictus. Di solito è complesso e comprende diverse attività..

Terapia trombolitica. Viene eseguito dopo la tomografia computerizzata nell'unità di terapia intensiva. Si assume l'uso di farmaci per fluidificare il sangue ed eliminare i coaguli di sangue.

Combattere l'ipertensione. Questo problema dovrebbe essere preso particolarmente sul serio nel caso di pazienti anziani..

Normalizzazione della frequenza cardiaca.

Assunzione di statine, farmaci per ridurre la quantità di colesterolo nel sangue.

L'uso di agenti neuroprotettivi e nootropi. Questi farmaci vengono prescritti dopo la fine della fase acuta della malattia. Aiutano a ripristinare il normale metabolismo nel cervello, migliorano la circolazione sanguigna e aiutano a saturare cellule e tessuti con ossigeno e altre sostanze benefiche..

Controllo della quantità di zucchero nel sangue. Questa fase del trattamento riguarda coloro che soffrono da tempo di diabete..

Supporto delle funzioni vitali, in particolare, respirazione, lavoro del cuore e dei vasi sanguigni.

Normalizzazione della temperatura corporea. Temperature più elevate rendono molto difficile il processo di recupero.

Misure preventive per prevenire complicazioni come polmonite, ulcere da pressione e trombosi venosa).

Sollievo dai sintomi di accompagnamento. Ciò include palpitazioni cardiache, aritmie, convulsioni, vomito.

È inoltre necessario prevenire l'edema cerebrale e, se si è già sviluppato, trattarlo.

Riabilitazione

Come accennato in precedenza, con l'ictus ischemico dell'emisfero destro del cervello, il paziente perde la capacità di muoversi, parlare chiaramente, concentrare l'attenzione e persino comunicare. In considerazione di ciò, la riabilitazione è finalizzata al ripristino di queste funzioni.

Ci sono diversi consigli riguardo al periodo di recupero:

Il paziente ha bisogno di fornire pace, sia fisica che emotiva.
È importante regolare la dieta escludendo dal menu i prodotti che contengono lipoproteine. Questo è fast food, prodotti semilavorati, cibi grassi e fritti..
Segui un corso di massaggio terapeutico e riparatore.
La terapia fisica ti aiuterà a riprenderti dalla paralisi.
Non permettere mai al malato di fumare o bere alcolici.
Se possibile, ridurre tutti i tipi di carico.
Non dimenticare il trattamento delle malattie croniche esistenti.
Fissa un appuntamento con un fisioterapista, psicologo e neurologo. La durata del recupero varia a seconda delle condizioni del paziente

È influenzato da quanto è danneggiato il cervello. In alcuni casi, la riabilitazione richiede solo un paio di settimane, in altri ci vogliono sei mesi

Il tempo di recupero varia a seconda delle condizioni del paziente. È influenzato da quanto è danneggiato il cervello. In alcuni casi, la riabilitazione richiede solo un paio di settimane, in altri ci vogliono sei mesi.

Prevenzione

La base della prevenzione è uno stile di vita sano. Implica la rinuncia all'alcol e al fumo, una corretta alimentazione e un'attività fisica moderata. Devi anche controllare la pressione sanguigna. Con il suo costante aumento, si consiglia di sottoporsi a un esame e un ciclo di trattamento.

Trattamento

In ospedale, il paziente deve essere collegato a un ventilatore, controllare tutte le funzioni del suo supporto vitale.

Quindi è necessario eliminare tutti i motivi che hanno contribuito allo sviluppo di un ictus, vale a dire: eliminazione dell'emorragia a seconda del tipo di ictus (ischemico o emorragico), dissoluzione dei coaguli di sangue e dei loro sistemi.

In alcuni casi, è necessario un intervento chirurgico (come la rimozione di un coagulo di sangue).

I medici tratteranno gli ictus emorragici e ischemici dell'emisfero sinistro in modo diverso, poiché le cause dell'ictus sono diverse in entrambi i casi. Con emorragico, questo è un forte flusso di sangue al cervello, con ischemico, al contrario, insufficiente apporto di sangue al cervello.

Trattamento farmacologico

Comprende:

  • Per l'ictus emorragico: farmaci che rafforzano i vasi sanguigni, prevengono la recidiva di emorragia (gordox, contrikal), farmaci per la prevenzione del vasospasmo (verapamil), angiprotettori (ascorutina), neuroprotettori (actovegin), ecc..
  • Per l'ictus ischemico: assunzione di trombolitici immediatamente dopo l'inizio dell'ictus (eparina, trombosi, aspirina, cardiomagnil), anticoagulanti (nadroparina, dalteparina), farmaci vasoattivi (Cavinton), anticonvulsivanti (depaxina), ecc..
  • Medicinali comuni per entrambi i tipi di ictus: sedativi e ipnotici (fenosipam, tenoten, negrustin, novopassit), venotonics (troxevasin), diuretici e decongestionanti (indopamit, furasemide, diacarp), farmaci per il mal di testa (arlevert), farmaci per combattere piaghe da decubito (bepanten, actovegin, levomekol), ecc..

Metodi di fisioterapia

La fisioterapia viene utilizzata per migliorare la circolazione cerebrale ed eliminare i sintomi residui dopo un ictus. Molto spesso, con un ictus dell'emisfero sinistro del cervello, viene utilizzato:

  1. La magnetoterapia è uno dei metodi di terapia fisica più delicati. Favorisce l'effetto antinfiammatorio e antiedemigeno, ha un trattamento neurotropico e vasoattivo;
  2. Terapia vibroacustica - terapia vibratoria, a causa della quale si verifica un'espansione dei vasi sanguigni, una diminuzione dell'edema, una diminuzione della pressione sanguigna;
  3. Massaggio con digitopressione: trattamento di una malattia attraverso un punto specifico del corpo, favorisce la fluidificazione del sangue e migliora il movimento;
  4. L'agopuntura è l'impatto di aghi sottili su alcuni punti attivi del corpo umano. Grazie ad esso, il flusso sanguigno attraverso i capillari aumenta, lo stato nervoso migliora e la sensibilità viene ripristinata..

Fisioterapia

Per ripristinare il lavoro delle parti del corpo sul lato destro, molto spesso vengono prescritti esercizi di fisioterapia..

È necessario sviluppare il movimento e la sensibilità delle braccia e delle gambe dei pazienti dopo l'ictus sinistro..

Alcuni esercizi utili:

  1. Stringi e apri la mano in un pugno.
  2. Solleva delicatamente la mano davanti a te, quindi verso l'alto, abbassala lentamente e ripeti più volte.
  3. Sdraiato sulla schiena solleva una gamba.
  4. Puoi anche fare un esercizio per gli occhi: apri e chiudi alternativamente.

Esercizi di respirazione

Per ripristinare e rafforzare i polmoni dopo un ictus, è necessario impegnarsi in esercizi di respirazione. Un paio di semplici esercizi aiuteranno a ripristinare la respirazione, normalizzare il lavoro del cuore e dei vasi sanguigni. Ad esempio, puoi gonfiare una normale palla di gomma; soffiare aria attraverso un tubo o una maniglia senza un'asta; inspira, trattieni il respiro ed espira.

Successivamente, parleremo del recupero e delle possibili conseguenze di un ictus al lato sinistro..

Come riconoscere un ictus e fornire il primo soccorso

L'ictus ischemico si sviluppa più a lungo dell'emorragia, la durata totale fino a un giorno, ma ogni ora muoiono più cellule nervose, quindi l'aiuto dovrebbe essere fornito il prima possibile. Per fare ciò, esegui un semplice test:

  • il sorriso del paziente sarà asimmetrico, un angolo della bocca è leggermente abbassato;
  • è difficile alzare entrambe le mani contemporaneamente;
  • difficile da parlare, da pronunciare anche frasi semplici.

Tali manifestazioni possono indicare l'inizio di un ictus ischemico acuto e non ci sono più di quattro ore per salvare la vita di una persona. È necessario chiamare immediatamente un medico e quindi provare a fornire il primo soccorso:

  • adagiare il paziente sulla schiena, sollevando la testa e girandola di lato;
  • aprire finestre e porte, sbottonare gli indumenti della vittima per ripristinare l'apporto di ossigeno;
  • se puoi, misura la pressione, quindi puoi somministrare i farmaci prescritti in precedenza. Nessun farmaco dovrebbe essere somministrato senza la prescrizione del medico;
  • con le convulsioni, apri la bocca, attacca un asciugamano in modo che il paziente non si morda la lingua;
  • rimuovere la protesi dalla bocca, se ce ne sono, rimuovere il vomito;
  • in caso di arresto cardiaco, iniziare la rianimazione;
  • strofinare gli arti, massaggiare per migliorare la circolazione sanguigna;
  • applica un impacco freddo sulla fronte.

All'arrivo dell'ambulanza iniziano le cure preospedaliere, che comprendono l'assunzione di farmaci per abbassare la pressione sanguigna e farmaci trombolitici per sciogliere i coaguli di sangue.

Previsione

Gli esperti prevedono l'esito della malattia in base al quadro clinico, perché i sintomi possono determinare l'area della lesione e le possibili conseguenze. Questo è ciò che aiuta i medici a fare previsioni oggettive per il futuro. Questo può essere visto dalla tabella seguente:

PrevisioneLa natura della malattia
FavorevoleA causa di un danno cerebrale, una persona perde parzialmente alcune funzioni. Una riabilitazione competente ti dà la possibilità di un pieno recupero.
MedioLa presenza di malattie concomitanti (diabete, polmonite, patologia del tratto gastrointestinale) riduce il risultato previsto. Periodicamente, possono esserci sia miglioramenti che deterioramenti delle condizioni del paziente..
Prognosi sfavorevole per il pazienteSe l'ictus ha provocato gravi danni al tessuto cerebrale. Ad esempio, in caso di ridotta circolazione sanguigna nel bacino dell'arteria cerebrale media, si verificano fenomeni irreversibili che portano alla completa paralisi di una persona. Con un tale corso, la probabilità di ricaduta è alta. Nella maggior parte dei casi, un ictus ripetuto porta alla morte del paziente..

Segni

I primi segni di patologie della circolazione cerebrale sono i seguenti:

  1. mal di testa frequenti e piuttosto intensi
  2. rumore nelle orecchie
  3. vertigini
  4. compromissione della memoria.

La malattia progredisce rapidamente e porta al seguente quadro clinico:

  1. deterioramento o perdita di coscienza: in alcuni casi, si verifica un coma;
  2. paralisi, mentre si osserva una caduta improvvisa, ma la persona può essere cosciente;
  3. nausea;
  4. debolezza;
  5. mancanza di coordinamento;
  6. cambiamento nell'andatura;
  7. aumento della pressione sanguigna;
  8. perdita o deterioramento della sensibilità nella parte destra del corpo e del viso;
  9. rotazione involontaria dei bulbi oculari sul lato colpito;
  10. dolore pulsante e forte alla testa;
  11. tachicardia e aritmia.

I sintomi neurologici dipendono direttamente dalla posizione dell'emorragia e dalla sua prevalenza:

  1. paralisi del lato destro del viso e del corpo;
  2. perdita di memoria;
  3. sonnolenza;
  4. disturbi comportamentali;
  5. cambiamento nel tempo del discorso, difficoltà nel pronunciare parole, incomprensione delle parole dell'interlocutore;
  6. problemi con l'articolazione.

Se si verifica un'emorragia nei ventricoli, si verifica la sindrome meningea, che si manifesta come segue:

  1. mal di testa;
  2. tono muscolare del collo e dell'occipite;
  3. le gambe del paziente si piegano involontariamente alle articolazioni del ginocchio;
  4. la temperatura corporea aumenta;
  5. coscienza confusa;
  6. il tono muscolare aumenta.

L'emorragia tra le meningi è accompagnata da:

  1. mal di testa;
  2. sintomi neurologici;
  3. paralisi muscolare;
  4. le funzioni involontarie possono persistere, ma la coscienza è persa;
  5. coma, forte aumento della tensione muscolare, flessione o estensione involontaria;
  6. arti, collo e schiena.

Una diagnosi accurata dell'ictus emorragico può essere stabilita solo quando si esegue la diagnostica strumentale: ecografia, TC o risonanza magnetica. Sicuramente, gli specialisti eseguono la diagnostica differenziale con ictus ischemico e formazioni tumorali nel cervello.

Descrizione generale e tipi di patologia

Un grave ictus cerebrale è una grave lesione cerebrale che colpisce la maggior parte del cervello. Il suo apporto di sangue è interrotto. A causa della carenza di ossigeno, le sostanze tossiche si accumulano nei tessuti cerebrali e iniziano anche i processi degenerativi. Nella maggior parte dei casi, una tale violazione porta alla disabilità del paziente. Le conseguenze di un massiccio ictus cerebrale sono estremamente difficili da eliminare.

Le differenze tra le forme ischemiche ed emorragiche della malattia vengono analizzate dal riabilitologo Sergei Nikolaevich Agapkin:

Tabella 1. Varietà di patologia

Forma del trattoCaratteristiche:
Ictus ischemico maggioreÈ considerato meno pericoloso. La violazione della circolazione sanguigna si verifica a causa di un breve blocco dei vasi cerebrali con placche di colesterolo o un coagulo di sangue. Un trattamento adeguato aiuta a massimizzare il recupero da un infortunio. Questo tipo di ictus cerebrale massiccio lascia più spazio alla sopravvivenza. Ha anche una classificazione aggiuntiva:

  • infarto lacunare (con formazione di cavità nel cervello),
  • micro-occlusivo (c'è una violazione del flusso sanguigno),
  • cardioembolico (i vasi sono solo parzialmente ostruiti),
  • aterotrombico,
  • emodinamico (innescato da un brusco cambiamento di pressione).
Ictus emorragico estesoLa previsione è meno confortante. Le possibilità di sopravvivenza sono molto basse. La morte si verifica nell'89% dei casi. La circolazione sanguigna è compromessa a causa del fatto che il vaso si rompe e il fluido biologico scorre nel tessuto cerebrale. Inoltre, inizia l'edema dell'organo, a causa del quale tutte le funzioni vitali di una persona non possono essere eseguite come prima. Fondamentalmente, il paziente entra in una forma di esistenza vegetativa. L'ictus emorragico del cervello può essere intracerebrale e subaracnoideo.
SteloColpisce solo la base dell'organo. Tuttavia, è qui che si trovano i centri vitali. Tale sconfitta porta alla morte istantanea di una persona..

Inoltre, la malattia può essere classificata in base al luogo di localizzazione:

  1. Colpo dell'emisfero sinistro del cervello. Porta alla paralisi del lato destro del corpo umano. E anche la parola è disturbata, compaiono problemi con l'udito e la vista, si osservano patologie persistenti della psiche. Il paziente non è in grado di creare catene logiche nel pensiero, di analizzare le informazioni che riceve. Perde la capacità di ricordare date, nomi, la capacità di costruire una sequenza temporale di eventi viene interrotta. L'abilità matematica soffre.

Differenze nelle conseguenze di un ictus sul lato destro e sinistro

  1. Colpo dell'emisfero destro del cervello. A causa dell'estesa emorragia, il lato sinistro perde sensibilità. Anche la memoria e la vista soffrono. Allo stesso tempo, la parola può essere preservata, ma la capacità di elaborazione delle informazioni non verbali è compromessa. L'immaginazione, l'orientamento spaziale, la memoria figurativa, le emozioni soffrono (la condizione della vittima difficilmente può essere definita adeguata).

Rimedi popolari

Il periodo di riabilitazione non è completo senza l'aiuto della medicina tradizionale, che ripristina le funzioni dell'apparato muscolo-scheletrico e la normale pressione.

Nutrizione equilibrata, fitoterapia ripristina la forza, allevia la sofferenza, aiuta a rinnovare i processi.

Le ricette popolari più comuni sono:

  1. Tintura alcolica di pigne con aggiunta di aceto di mele. Viene assunto ogni giorno per 1 cucchiaino. Il corso del trattamento dura 6 mesi.
  2. L'infuso di arnica di montagna, che è chiamato salvatore nell'ictus, viene consumato in un cucchiaio. l. Prima dei pasti, con il latte.
  3. Limoni con zucchero e aglio. Gli agrumi vengono passati attraverso un tritacarne, cosparsi di zucchero semolato, dare al paziente un cucchiaio prima di mangiare, dopo aver mescolato con uno spicchio d'aglio schiacciato.

Per il trattamento, vengono utilizzati attivamente infusi, decotti di erbe medicinali efficaci:

  • Achillea;
  • Piantaggine;
  • Hypericum;
  • Calendula;
  • Noce;
  • Celidonia;
  • Ginepro;
  • Fragole;
  • Ittero grigio;
  • Vischio bianco;
  • Sophora giapponese.

La medicina tradizionale consiglia di utilizzare miele con assenzio, farina di piselli, uova di gallina, utilizzare bagni di miele, irudoterapia (trattamento con sanguisughe). Ma tutto questo dopo aver consultato un medico, ci sono controindicazioni.

Conseguenze e trattamento dei colpi sul lato sinistro e destro

I tratti del lato sinistro e del lato destro si manifestano in modi diversi. Anche le conseguenze sono diverse. Ciò è dovuto a una certa posizione nel cervello delle aree responsabili di determinate funzioni del corpo: parola, visione, tatto, pensiero immaginativo, ecc..

L'emisfero destro è responsabile della percezione del mondo circostante, l'elaborazione delle informazioni che entrano nel cervello attraverso i recettori dei sensi. I mancini hanno un centro della parola nell'emisfero destro..

L'emisfero sinistro è dominante nella maggior parte delle persone. Questo è associato a un decorso più grave di ictus del lato sinistro. Alcune funzioni sono duplicate da entrambi gli emisferi. Questa è sensibilità di tutti i tipi: tattile, dolore, temperatura, spaziale. Anche le funzioni della vista, dell'olfatto e dell'udito sono duplicate, poiché hanno organi accoppiati. Questo vale anche per l'attività fisica, ma ogni emisfero del cervello è responsabile del movimento della parte posteriore del corpo..

Con un ictus del lato destro, la paralisi del lato sinistro del corpo si verifica a vari gradi di gravità. La capacità di parlare è persa (o la parola diventa incoerente). Il paziente inizia ad avere problemi con la memoria, non riesce sempre a ricordare le parole, non percepisce le emozioni degli altri. Il comportamento diventa cauto, inibito.

Con un colpo dell'emisfero sinistro, il lato destro del corpo è paralizzato. L'orientamento nello spazio è perso. I vuoti di memoria influiscono maggiormente sulla memoria del motore e del sistema. La persona diventa più impulsiva, irascibile. Perde le capacità di parlare, scrivere e leggere, diventa incapace di imparare cose nuove, di analizzare le informazioni in arrivo.

Gli ictus sono divisi in ischemici, che si basano su un blocco della nave, ed emorragici, in cui c'è un'emorragia cerebrale..

Per la diagnostica, vengono eseguiti TC e RM del cervello, ECG del cuore, ecografia, esami del sangue generali e biochimici e radiografia del torace. Viene utilizzato un farmaco, in alcuni casi viene eseguita un'operazione urgente.

Il trattamento dipende dal tipo di ictus. Le misure universali per qualsiasi danno di questo tipo sono il mantenimento del lavoro di organi e sistemi vitali, la normalizzazione della pressione sanguigna, il ripristino delle cellule nervose e la rimozione dell'edema cerebrale. Nell'ictus ischemico, l'obiettivo del trattamento è dissolvere i coaguli di sangue, ridurre la coagulazione del sangue, rimuovere le placche di colesterolo e prevenire la formazione di nuove..


Articolo Successivo
Cosa bere con la pressione sanguigna bassa