Dispnea espiratoria: cause e trattamento


La dispnea espiratoria è accompagnata da una difficile espirazione, poiché un qualche tipo di ostacolo ostacola il flusso d'aria che lascia i polmoni. A volte questa mancanza di respiro è chiamata ostruttiva e i medici la chiamano "dispnea espiratoria".

Di per sé, la dispnea espiratoria non è una malattia, si presenta come un sintomo della patologia sottostante. Può essere provocato da malattia polmonare ostruttiva cronica, bronchite, insufficienza cardiaca e altro. Questa è una violazione abbastanza grave che non dovrebbe essere ignorata..

Cause di dispnea espiratoria

La dispnea espiratoria non si verifica da sola. Naturalmente, una persona può soffrire di mancanza di respiro a causa di motivi estranei a qualsiasi malattia. Ad esempio, la mancanza di respiro si verifica sempre dopo un'intensa attività fisica, ma entro pochi minuti dal suo completamento scompare. Inoltre, la mancanza di respiro fisiologica è caratterizzata da un aumento della frequenza respiratoria e non è accompagnata da difficoltà di espirazione o inspirazione..

La mancanza di respiro espiratorio, in cui è difficile per una persona espirare, può indicare lo sviluppo di malattie come:

Bronchite. Questa malattia è caratterizzata dall'infiammazione dei bronchi. Sia le infezioni batteriche che quelle virali possono portare al suo sviluppo. La mancanza di respiro è più caratteristica della forma cronica di bronchite. In tali pazienti, si verifica non solo durante l'attività fisica, ma anche a riposo. Inoltre, una persona lamenta tosse, aumento della debolezza e grave sudorazione. È possibile un aumento della temperatura corporea. Quando si tossisce, l'espettorato viscoso lascia, con un trattamento adeguato si liquefa.

Asma. La dispnea nell'asma bronchiale si sviluppa sullo sfondo di uno spasmo della muscolatura liscia dei bronchi oa causa dell'edema della loro mucosa. I bronchi sono ostruiti da secrezioni mucose e il loro normale tessuto muscolare viene sostituito dal tessuto connettivo. Tutto ciò crea un ostacolo alla normale espirazione d'aria. Di conseguenza, il paziente sviluppa dispnea espiratoria. La malattia ha una natura non infettiva. La principale causa di asma bronchiale è l'allergizzazione del corpo. Inoltre, gli allergeni possono essere molto diversi. Tra questi: polvere domestica, cibo per pesci, peli di animali, allergeni alimentari e farmacologici. Le frequenti infezioni delle vie respiratorie ei fattori ereditari sono importanti.

Enfisema o pneumosclerosi dei polmoni. L'enfisema è accompagnato da cambiamenti patologici nel tessuto polmonare con un aumento della sua ariosità sullo sfondo dell'espansione degli alveoli. Il fumo di tabacco, l'asma bronchiale, il lavoro in imprese pericolose possono provocare la malattia. Con l'enfisema, la mancanza di respiro si verifica con difficoltà di espirazione, che è progressiva. In primo luogo, preoccupa una persona durante l'esercizio e poi a riposo. I pazienti inspirano attraverso le labbra chiuse, gonfiando le guance. Oltre alla mancanza di respiro, i pazienti hanno tosse, produzione di espettorato, cianosi del viso. Nella pneumosclerosi, il tessuto normale del parenchima polmonare viene sostituito dal tessuto connettivo, i bronchi sono deformati, il che porta alla dispnea espiratoria.

Ascesso polmonare. Con questa patologia, il tessuto polmonare si raddrizza con la formazione di masse purulento-necrotiche. La malattia è provocata dalla flora batterica. Oltre alla mancanza di respiro, il paziente ha una tosse secca, la temperatura corporea aumenta.

Broncopneumopatia cronica ostruttiva. Nelle prime fasi della malattia, la mancanza di respiro preoccupa solo con uno sforzo intenso. È accompagnato da una tosse con espettorato mucoso. Man mano che la patologia progredisce, si avvertirà mancanza di respiro a riposo. Il fumo è la principale causa di malattia polmonare ostruttiva cronica. Si sviluppa nel 95% dei fumatori, quindi la mancanza di respiro disturberà di più una persona dopo aver inalato il fumo di tabacco. Altri fattori di rischio includono rischi professionali, SARS, patologie broncopolmonari.

La glomerulonefrite cronica è accompagnata da danno renale con lo sviluppo di insufficienza renale. I disturbi nel lavoro dei reni portano ad un aumento persistente della pressione sanguigna, allo sviluppo di insufficienza cardiaca con dispnea espiratoria e asma cardiaco.

Shock anafilattico o edema di Quincke. Queste sono manifestazioni gravi di una reazione allergica del corpo. Le vie aeree sono gravemente gonfie, a seguito delle quali il paziente sviluppa dispnea espiratoria o mista. Se la vittima non riceve assistenza di emergenza, può soffocare..

Angina pectoris e insufficienza cardiaca. Quando il ventricolo sinistro del cuore è danneggiato, l'afflusso di sangue agli organi interni si deteriora, le vene sono troppo piene di sangue e si forma la stasi nelle arterie polmonari. Ciò porta allo sviluppo della mancanza di respiro. Se i sintomi negativi non vengono eliminati, il paziente svilupperà segni di asma cardiaco. Questo è un complesso di sintomi gravi che può provocare il soffocamento..

La dispnea sarà causata dall'ingestione di un corpo estraneo nel tratto respiratorio. Allo stesso tempo, la mancanza di respiro è mista (espiratoria e inspiratoria), quando una persona ha difficoltà non solo con l'espirazione, ma anche con l'inalazione.

Sintomi di dispnea espiratoria

La dispnea espiratoria è caratterizzata dai seguenti sintomi:

La persona ha difficoltà ad espirare.

Sente il bisogno di aumentare la respirazione.

A volte possono comparire dolori al petto, ad esempio con insufficienza cardiaca.

La pelle diventa spesso pallida, le labbra diventano blu.

Una persona soffre di sudorazione eccessiva.

Durante l'espirazione, puoi sentire un fischio o uno scricchiolio.

La lunghezza espiratoria aumenta in modo significativo, a volte fino a 2 volte.

Con i cambiamenti nella pressione intratoracica, gli spazi intercostali si abbassano o si gonfiano.

All'espirazione, le vene si gonfiano sul collo..

A seconda della causa che ha portato allo sviluppo della dispnea espiratoria, sarà integrata da altri sintomi caratteristici della malattia sottostante..

Regole di primo soccorso

Se una persona sviluppa dispnea espiratoria, che è causata da ragioni sconosciute, la prima cosa da fare è chiamare il team medico. Prima che arrivi un'ambulanza, puoi aiutare ad alleviare il respiro della vittima. Per fare ciò, è necessario aprire tutte le finestre in modo che l'aria fresca possa entrare nella stanza. Se sono presenti oggetti sul corpo del paziente che impediscono la respirazione, devono essere rimossi. Puoi anche accendere il ventilatore e dirigerlo verso la persona. Va bene se puoi usare una maschera per l'ossigeno.

A volte la mancanza di respiro si sviluppa nelle persone con tensione nervosa e grave stress. In questo caso, devi invitare la persona a sedersi, bere acqua e calmarsi. La tecnica di contare fino a 10 con gli occhi chiusi aiuta bene.

Quando la mancanza di respiro si verifica sullo sfondo di una reazione allergica, è necessario eliminare il contatto del paziente con l'allergene e offrirgli antistaminici.

Non dovresti mettere a letto il paziente, è meglio dare al suo corpo una posizione semi-seduta. Quindi il sangue scorrerà meglio dai polmoni e dal cuore, il che allevierà rapidamente un attacco di mancanza di respiro e soffocamento.

A volte puoi far fronte alla mancanza di respiro fumando le gambe in una bacinella di acqua calda. Questa misura è particolarmente efficace per i pazienti con asma cardiaco..

Se la tua stanza ha un umidificatore, puoi accenderlo. Questo renderà il muco viscoso più sottile e più veloce per rimuoverlo dai polmoni..

Trattamento

Trattare la dispnea espiratoria come un sintomo non ha senso. Devi sbarazzarti del problema che lo ha provocato.

A seconda della malattia, il medico può prescrivere i seguenti trattamenti:

Con la bronchite, il paziente dovrà bere quanto più liquido possibile, aderire al riposo a letto e smettere di fumare. La bronchite virale richiede l'assunzione di interferone. Se la malattia è causata dall'influenza, ai pazienti viene prescritto Remantadin o Ribavirina. Gli antibiotici vengono prescritti quando la flora batterica è attaccata. È necessario integrare la terapia con inalazioni. Queste procedure consentono di arrestare rapidamente i sintomi della bronchite, inclusa la mancanza di respiro. L'inalazione viene eseguita utilizzando soluzioni saline e acqua minerale. Se la mancanza di respiro accompagna la bronchite cronica, al paziente vengono prescritti antibiotici, ma solo dopo che è stato identificato l'agente patogeno della flora patogena. Gli esercizi di respirazione aiutano bene.

Per eliminare la dispnea espiratoria nella BPCO e per curare la patologia sottostante, sarà necessario eseguire inalazioni con un nebulizzatore con soluzioni alcaline e saline. Per espandere il lume dei bronchi e facilitare la respirazione, ai pazienti vengono prescritti broncodilatatori. Per facilitare la fuoriuscita dell'espettorato dai bronchi, sono indicati i mucolitici. La terapia antibiotica è necessaria durante un'esacerbazione della BPCO.

Per alleviare un attacco di mancanza di respiro e soffocamento nell'asma bronchiale, a una persona viene prescritto un beta-adrenomimetico dell'aerosol. Inalarli consente di espandere rapidamente il lume dei bronchi, migliorare lo scarico dell'espettorato e alleviare lo spasmo dalle vie aeree. Uno dei farmaci efficaci è il salbutamolo. Puoi anche eliminare l'attacco con l'aiuto di farmaci del gruppo di m-anticolinergici. L'asma bronchiale è una malattia cronica, pertanto, richiede l'esclusione del contatto con allergeni, se identificabili.

Il trattamento della pneumosclerosi si riduce all'assunzione di broncodilatatori, mucolitici, farmaci antimicrobici. Il decorso grave della malattia richiede un intervento chirurgico con resezione della parte interessata del polmone.

Con l'enfisema dei polmoni, il trattamento dovrebbe essere mirato ad eliminare i sintomi della patologia. Al paziente vengono prescritti broncodilatatori per tutta la vita. L'ossigenoterapia viene eseguita per facilitare la respirazione. Gli esercizi di respirazione hanno un buon effetto..

Un ascesso polmonare richiede il posizionamento del paziente nel reparto polmonare dell'ospedale. Al paziente vengono prescritti antibiotici. Se non aiutano, eseguono l'operazione.

Nella glomerulonefrite cronica, al paziente vengono prescritti immunosoppressori, glucocorticosteroidi, citostatici, farmaci del gruppo FANS. È imperativo limitare l'assunzione di sale, rifiutare di assumere bevande alcoliche.

Una persona con mancanza di respiro, che si sviluppa sullo sfondo dell'edema di Quincke o dello shock anafilattico, richiede assistenza di emergenza. Se possibile, prima dell'arrivo dell'équipe medica, puoi somministrare alla vittima un'iniezione di antistaminici, ad esempio Suprastin.

Il trattamento dell'insufficienza cardiaca, accompagnata da dispnea espiratoria, richiede l'uso di vasodilatatori, ACE inibitori, glicosidi cardiaci, nitroglicerina. I diuretici sono prescritti per rimuovere il liquido in eccesso dal corpo. È possibile far fronte alla mancanza di respiro in un ambiente ospedaliero con l'aiuto dell'inalazione di ossigeno. Nei casi più gravi è necessaria la puntura pleurica.

Se la dispnea espiratoria è causata da neoplasie cancerose del tessuto polmonare, il paziente necessita di un intervento chirurgico. Inoltre, al paziente vengono prescritti corsi di chemioterapia e radioterapia.

Il trattamento della dispnea espiratoria e delle malattie correlate richiede un consiglio medico. L'autoterapia può essere pericolosa per la salute.

Prevenzione

Per prevenire lo sviluppo della dispnea espiratoria, è necessario seguire le seguenti raccomandazioni:

Smettere di fumare.

Tratta le infezioni croniche in modo tempestivo.

Se hai un'allergia, devi identificare l'allergene e concentrarti sulla riduzione al minimo del contatto con esso..

Conduci uno stile di vita sano.

Controlla il peso corporeo. Tutte le malattie saranno più gravi nelle persone obese.

La dispnea espiratoria può svilupparsi con gravi patologie. Si verifica raramente in persone sane, quindi, quando appare un tale sintomo, è necessario consultare un medico.

La mancanza di respiro è una sensazione di mancanza di respiro, accompagnata da pressione al petto e aumento della respirazione. La persona con mancanza di respiro cerca di fare un respiro profondo. La mancanza di respiro può essere acuta o cronica. Inoltre, questa condizione è chiamata dispnea. Normalmente, quando una persona sta riposando, non presta attenzione al suo respiro. Man mano che aumenti.

L'insufficienza cardiaca è una serie di disturbi basati sulla bassa contrattilità del muscolo cardiaco. C'è un'idea sbagliata che l'insufficienza cardiaca sia una condizione cardiaca, ma non lo è. L'insufficienza cardiaca è una condizione del corpo in cui la capacità contrattile.

L'asma è una malattia cronica, la base di questo disturbo è l'infiammazione non infettiva delle vie aeree. Fattori irritanti sia esterni che interni contribuiscono allo sviluppo dell'asma bronchiale. Un certo numero di fattori esterni include vari.

L'infarto miocardico è al centro della necrosi ischemica del muscolo cardiaco, che si forma a causa di disturbi acuti della circolazione coronarica. Questa condizione comporta una minaccia diretta per la vita, quindi richiede il ricovero urgente di una persona nell'unità di terapia intensiva del dipartimento di cardiologia..

Cos'è la dispnea inspiratoria ed espiratoria e i loro segni?

La mancanza di respiro è una condizione involontaria caratterizzata da un disturbo della profondità, del ritmo e della frequenza della respirazione, una sensazione di mancanza d'aria e difficoltà a respirare. Dal punto di vista della fisiopatologia, questo processo è di natura protettiva e adattativa. La mancanza di respiro è il sintomo principale dell'insufficienza respiratoria, che si manifesta clinicamente nelle malattie dei sistemi respiratorio e cardiovascolare, nonché in alcuni processi patologici del sistema nervoso centrale, malattie endocrine. Le cause della mancanza di respiro possono servire come molte diverse malattie e condizioni fisiologiche, ma appare solo quando il centro respiratorio situato nel midollo allungato diventa agitato o reagisce in modo inadeguato ad esso.

Un po 'di fisiologia

Il corpo umano è un meccanismo abbastanza automatico. Come accennato in precedenza, il centro respiratorio è il principale regolatore dell'attività respiratoria. È suddiviso nella sezione inspiratoria - responsabile per l'inalazione, la sezione espiratoria - per l'espirazione. Le informazioni su quanto inspirare, quanto eccitare i muscoli respiratori e attirarli all'atto di respirare sono forzati dai seguenti meccanismi: umorale e riflesso. Il meccanismo umorale deve essere inteso come l'eccitazione del centro respiratorio dovuta ad un aumento dell'anidride carbonica nel sangue e ad un cambiamento nel suo ambiente alcalino. L'essenza del meccanismo riflesso consiste nel feedback dei meccanocettori e nei cambiamenti metabolici con i chemocettori dei tessuti e dei vasi sanguigni. Se i muscoli respiratori non hanno lavorato abbastanza e si sono tesi, o se nel corpo è in corso un processo metabolico intenso, i recettori dei vasi e degli organi invieranno i loro impulsi al centro della respirazione, segnalando una mancanza di ossigeno o, per essere più precisi, un eccesso di anidride carbonica. In effetti, ci sono molti altri meccanismi per regolare la respirazione, ma questi sono considerati i principali. Tutti i processi si verificano a causa dell'autoregolazione del corpo: l'omeostasi.

Se la frequenza respiratoria è disturbata (dispnea), la mancanza di respiro può essere accompagnata da una diminuzione (bradipnea), aumento della frequenza (tachipnea) e mancanza di respiro (apnea). 18-20 respiri al minuto dovrebbero essere considerati la norma per una persona sana. Va ricordato che il soggetto non deve essere consapevole del fatto che viene misurata la sua frequenza respiratoria. A seconda della fase di respirazione, si distinguono i seguenti tipi:

  • inspiratorio (su ispirazione) - la fase di ispirazione è cambiata,
  • espiratorio (all'espirazione) - la fase espiratoria è cambiata,
  • mancanza di respiro mista: entrambe le fasi della respirazione vengono modificate, l'inspirazione e l'espirazione sono difficili. La causa più comune è l'insufficienza cardiaca e la malattia polmonare nelle fasi avanzate e avanzate..

La mancanza di respiro è parossistica (con attacchi di asma bronchiale), cronica (con malattie del sistema cardiovascolare e respiratorio), fisiologica (come meccanismo di termoregolazione durante il surriscaldamento) e costante.

Nota! La dispnea inspiratoria (difficoltà respiratorie) è causata da processi che limitano l'espansione dei polmoni. Tali condizioni sono caratterizzate da una diminuzione della capacità vitale dei polmoni, che consente di giudicare i valori massimi di espansione del tessuto polmonare..

Esistono fattori extrapolmonari e polmonari che contribuiscono a limitare l'espansione:

  • Cause extrapolmonari:
    • cambiamenti nella forma del torace (spondilite anchilosante, cifoscoliosi) dovuti a rigidità o deformazione del telaio osteoarticolare, ossificazione eccessiva,
    • restrizione dell'espansione del tessuto polmonare a causa di pneumotorace, pleurite, emotorace - violazione dell'espansione degli alveoli,
    • obesità,
    • sindromi dolorose nell'area del torace (nevralgia intercostale, miosite, frattura di una o più costole).
  • Cause polmonari. Un gruppo di malattie (tumori, cisti, pneumofibrosi, sarcoidosi), in cui si verificano cambiamenti patomorfologici dei tessuti peribronchiali: il loro indurimento e sostituzione da parte del tessuto connettivo. Questi processi aumentano la resistenza elastica, rendendo difficile la respirazione normale..
  • Violazione della sintesi, tolleranza ai tensioattivi in ​​relazione a ipossia, sostanze tossiche, farmaci, particelle di polvere. Tensioattivo - una sostanza che previene il collasso degli alveoli, riducendo il livello di tensione superficiale del tessuto polmonare. La sua insufficienza è rilevata in condizioni patologiche come acidosi, enfisema polmonare, atelettasia. Esiste una malattia geneticamente determinata associata a una carenza o compromissione degli enzimi che sintetizzano il surfattante.

Nella ricerca di laboratorio e strumentale (spirometria, flusso di picco), si riscontra una diminuzione della capacità polmonare totale, si riscontra una capacità vitale dei polmoni, ma la portata espiratoria forzata rimane invariata.

Nota! La dispnea espiratoria (con difficoltà di espirazione) può verificarsi con l'ostruzione delle vie aeree. La sindrome da ostruzione si riferisce a una mancanza di flusso d'aria ovunque dalla faringe ai bronchioli..

Le cause dell'ostruzione possono essere suddivise nelle seguenti categorie:

  • Ostruzione delle vie aeree superiori:
    • trauma interno - durante l'intubazione e la chirurgia laringea,
    • ustioni ed esposizione a gas tossici - con ustioni termiche (esposizione alla temperatura) e chimiche (esposizione ad acidi e alcali), si verificano infiltrazioni locali di tessuti, iperemia, edema e costrizione riflessa. Quando il corpo è esposto a sostanze organiche con effetto irritante (difenilcloroarsina, adamside), compare l'irritazione del tratto respiratorio superiore: sensazione di bruciore al naso, laringe, rinofaringe, dolore ai seni paranasali, al torace e alla bocca e segni di respiro corto espiratorio (respiro stridore),
    • lesioni - fratture delle ossa del cranio facciale, vertebre, lesioni associate alla violazione e distruzione della cartilagine della trachea, laringe,
    • sanguinamento - sangue che entra nelle vie aeree,
    • aspirazione di corpi estranei - blocco delle vie aeree,
    • epiglottite - una malattia infiammatoria dell'epiglottide e dei tessuti circostanti,
    • tonsillite necrotizzante,
    • groppa virale - infiammazione delle vie respiratorie complicata dalla stenosi laringea,
    • Edema di Quincke - una reazione allergica acuta,
    • tumori e cisti.
  • Ostruzione delle vie aeree inferiori: aspirazione con acqua, vomito, sangue, corpo estraneo.

Condizioni comuni che portano a mancanza di respiro

Il decorso cronico della mancanza di respiro è uno dei sintomi della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO). La malattia è caratterizzata da un restringimento del lume dei bronchi, dalla presenza di una secrezione viscosa nella cavità dei bronchi, principalmente dalla dispnea espiratoria. Se la malattia non viene diagnosticata e trattata, la tosse e l'espettorato si uniranno ai sintomi man mano che la malattia progredisce. Per gli attacchi acuti di mancanza di respiro e soffocamento, si consiglia l'uso di broncodilatatori. Tuttavia, la terapia farmacologica per questa malattia dovrebbe essere completa. Include agenti mucolitici, glucocorticosteroidi inalatori, broncodilatatori.

L'asma bronchiale è una malattia infiammatoria cronica delle vie respiratorie. L'infiammazione prolungata porta all'iperreattività bronchiale. Sotto l'influenza di fattori scatenanti, si verificano mancanza di respiro espiratorio, respiro sibilante, sensazione di congestione toracica e attacchi di asma. Il trattamento viene effettuato con l'inclusione della terapia di base e sintomatica. Vengono prescritti corticosteroidi per via inalatoria e inibitori dei recettori dei leucotrieni. Per alleviare gli attacchi di asma bronchiale, i broncodilatatori vengono applicati localmente (salbutamolo tramite un nebulizzatore).

La bronchite e la polmonite sono malattie infettive acute, che sono anche caratterizzate da tosse, espettorato, dispnea espiratoria e mancanza di respiro. Con un trattamento tempestivo e una terapia antibiotica correttamente selezionata, i processi patologici regrediscono.

Embolia polmonare - trombosi dei rami dell'arteria polmonare, che porta al prolasso di una parte dei polmoni nell'atto di respirare. Molto spesso si manifesta sotto forma di un attacco improvviso di soffocamento, dispnea inspiratoria, dolore toracico, emottisi.

Edema polmonare tossico - si verifica sullo sfondo di malattie infettive, accompagnato da un sintomo pronunciato di intossicazione. Man mano che le sostanze tossiche si accumulano, aumenta anche il grado di mancanza di respiro. In questi casi, sono necessarie misure di disintossicazione (infusione di sostituti del sangue, diuresi forzata).

Le patologie del sistema cardiovascolare si verificano spesso con disturbi di mancanza di respiro. Si verifica a causa del ristagno di sangue nella circolazione polmonare. Nelle prime fasi, la mancanza di respiro appare insignificante e viene interpretata dal paziente come una sensazione di mancanza d'aria durante l'esercizio. Man mano che si procede, una minore attività fisica causa attacchi più gravi di mancanza di respiro. Nelle fasi terminali, è presente anche a riposo e di notte - asma cardiaco.

La dispnea può anche essere causata da disturbi psicogeni. La dispnea si verifica a causa dell'iperventilazione dei polmoni con un aumento arbitrario della respirazione. In questa categoria di pazienti, la mancanza di respiro è spesso accompagnata da sentimenti di ansia, paura e sensazione di morte. Si verifica dopo una forte eccitazione psico-emotiva, stress, nevrosi. In questi casi vengono utilizzati sedativi e agenti ansiolitici (anti-ansia)..

L'anemia è una malattia in cui vi è una diminuzione dell'emoglobina e dei globuli rossi nel sangue. Il principale trasportatore di ossigeno ai tessuti e alle cellule è l'emoglobina, che è contenuta negli eritrociti. Perché la loro diminuzione si verifica, quindi i tessuti sperimentano l'ipossia - carenza di ossigeno. I neurociti, le cellule del sistema nervoso e in particolare il cervello, sono particolarmente sensibili all'ipossia. Pertanto, con l'anemia, oltre alla mancanza di respiro, perdita di forza, pallore della pelle, può verificarsi una violazione dell'attività del sistema nervoso: sonnolenza, apatia, instabilità delle emozioni, ridotta attenzione.

Un aumento del fabbisogno di ossigeno del corpo può causare una malattia endocrina: la tireotossicosi. È caratterizzato da una sovrapproduzione di ormoni tiroidei (tiroxina, triiodotironina). Questi ormoni migliorano i processi metabolici intracellulari che richiedono ossigeno.

Va ricordato che affinché il corpo umano funzioni correttamente, è necessaria un'adeguata ossigenazione di tutti gli organi e sistemi. Se noti le prime manifestazioni di mancanza di respiro, devi sottoporti a un esame, che sarà prescritto da un terapista. Dopo aver raccolto l'anamnesi, chiesto altri reclami, condotto esami fisici e generali di laboratorio e strumentali, verrà effettuata una diagnosi preliminare. Potrebbe essere necessario consultare uno specialista ristretto, a seconda dei cambiamenti patologici identificati e determinando la loro struttura istologica. Verrà prescritto un trattamento etiotropico adeguato (è necessario interrompere la catena della malattia - mancanza di respiro), monitoraggio e controllo della malattia che ha causato mancanza di respiro.

Dispnea espiratoria

La dispnea espiratoria è una condizione patologica in cui c'è difficoltà a espirare l'aria. Tale anomalia si verifica se la funzione polmonare è compromessa a causa del restringimento del lume dei bronchi a causa del loro edema, che si osserva durante processi infiammatori o reazioni allergiche. Un paziente con questa malattia richiede uno sforzo considerevole per espirare l'aria..

Questa patologia non è una malattia indipendente, ma si riferisce alle manifestazioni sintomatiche del disturbo sottostante, si trova spesso sia nei bambini che negli adulti.

Viene diagnosticato dopo aver esaminato il paziente, superato i test e eseguito la diagnostica ecografica o radiografica.

Il trattamento dipenderà dalla malattia sottostante e dalle cause alla base della malattia. Nella maggior parte dei casi viene utilizzata la terapia conservativa..

Eziologia

Una tale patologia può essere osservata nella maggior parte delle malattie che riguardano gli organi respiratori, vale a dire:

  • broncopneumopatia cronica ostruttiva;
  • malattia polmonare ostruttiva acuta;
  • stridore congenito o acquisito;
  • asma bronchiale;
  • bronchiolite acuta;
  • enfisema polmonare.

È possibile identificare le principali cause di malattie, che sono caratterizzate da manifestazioni sintomatiche di espirazione ostruita:

  • Infezioni respiratorie;
  • pericolo industriale;
  • fattore ambientale;
  • tumori polmonari;
  • patologie congenite nel sistema respiratorio;
  • corpo estraneo nel sistema respiratorio;
  • processi infiammatori, edema, una grande quantità di espettorato secreto;
  • virus influenzali;
  • gasazione;
  • adenovirus e rinovirus;
  • virus dell'herpes;
  • fumare.

Sintomaticamente, può verificarsi dispnea espiratoria di gravità variabile, da meno evidente a più luminosa con attacchi di soffocamento. Il disturbo dell'espirazione può essere aggravato da un grande accumulo di espettorato, nonché dall'aggravamento del processo infiammatorio e dall'insorgenza di edema.

Classificazione

La dispnea espiratoria può essere fisiologica, quando le cause della sua insorgenza sono associate più a fattori psicologici e patologici, quando la causa sono malattie e infezioni.

A seconda dei disturbi nella fase respiratoria, ci sono:

  • dispnea inspiratoria che si verifica durante l'inalazione;
  • mancanza di respiro espiratorio - l'espirazione difficile è caratteristica di esso;
  • tipo misto, quando sorgono difficoltà sia con l'inspirazione che con l'espirazione.

La dispnea di natura espiratoria può avere quattro gradi di gravità:

  • luce - si verifica con una camminata prolungata;
  • medio - quando si cammina, è necessario fare frequenti soste per normalizzare la respirazione;
  • pesante, quando la respirazione diventa più frequente mentre si cammina, diventa pesante e rumorosa;
  • molto grave, con attacchi di soffocamento al minimo movimento.

Il paziente è obbligato a farsi consigliare nelle prime fasi di mancanza di respiro in modo che la situazione non peggiori e non richieda la rianimazione.

Sintomi

Una persona potrebbe non notare all'inizio difficoltà a respirare e cancellare tutto per l'età, quindi non rispondere alla malattia e aggravare le manifestazioni sintomatiche.

I principali segni di dispnea espiratoria:

  • l'espirazione si allunga;
  • durante l'ascolto, durante l'espirazione possono essere rilevati rantoli sibilanti;
  • sensazioni dolorose durante la respirazione;
  • con l'asma, c'è una sensazione di mancanza d'aria.

I processi infiammatori negli organi respiratori possono essere accompagnati dalle seguenti condizioni:

  • tosse;
  • una grande quantità di espettorato secreto;
  • l'espettorato può essere di diversa consistenza e colore, a seconda dell'infiammazione;
  • la temperatura corporea può aumentare;
  • mal di testa;
  • nausea.

I bambini hanno una forte sensazione di debolezza e apatia, l'appetito è disturbato, la respirazione diventa frequente, con accompagnamento acustico. La mancanza di respiro espiratorio è caratterizzata dalla comparsa di brividi, sensazione di affaticamento, aumento della sudorazione e polso rapido.

Diagnostica

La dispnea espiratoria viene diagnosticata durante l'esame iniziale del paziente, mentre vengono prescritti ulteriori studi per stabilirne le cause.

  • analisi generale del sangue e delle urine;
  • chimica del sangue;
  • studio della composizione gassosa del sangue;
  • analisi del sangue per un allergene;
  • esame citologico dell'espettorato.

Tali test aiuteranno a identificare l'infiammazione, rilevare la presenza di infezione..

  • se si sospetta un'insufficienza cardiaca viene eseguito un ECG;
  • L'esame a raggi X aiuterà a determinare lo stato dei polmoni, della laringe;
  • viene prescritta una broncoscopia per studiare le condizioni della mucosa bronchiale.

Inoltre, può essere prescritto un esame ecografico della laringe e, se si sospetta un corpo estraneo, viene eseguita la laringoscopia.

Trattamento

Il trattamento della dispnea espiratoria viene effettuato utilizzando solo misure complesse e dipenderà dalla malattia sottostante e dal grado del suo decorso.

La terapia per rilevare la bronchite ostruttiva è la seguente:

  • osservanza del riposo e del riposo a letto;
  • vengono prescritti farmaci antipiretici;
  • sono prescritte inalazioni;
  • al paziente vengono prescritti antispastici, farmaci antivirali, mucolitici, broncodilatatori;
  • può essere prescritto un massaggio al torace.

Se viene rilevata l'asma, la terapia mira a ripristinare la respirazione ed eliminare l'eventuale allergene. Vengono prescritti farmaci come salbutamolo, fenoterolo, nonché antistaminici, inalazioni, mucolitici, viene inoltre prescritta l'immunoterapia.

In caso di anomalie nella struttura della laringe, dei bronchi o dei polmoni, se possibile, il difetto viene eliminato e viene prescritta una terapia riparativa.

Quando viene rilevata la presenza di un corpo estraneo, viene rimosso per via endoscopica - con il suo aiuto, l'oggetto viene rimosso dalla trachea. Altri metodi di estrazione sono la laringoscopia o l'aspirazione tracheale.

Il meccanismo di cura per i processi infiammatori gravi è standard: vengono prescritti antibiotici e probiotici.

Possibili complicazioni

Le principali complicanze della dispnea espiratoria sono:

  • asma bronchiale;
  • polmonite;
  • carenza di ossigeno nel cervello;
  • insufficienza respiratoria acuta.

Prevenzione

Le principali raccomandazioni preventive sono:

  • abbandonare le cattive abitudini (fumare);
  • esercizio, rafforzamento del sistema immunitario;
  • prevenire l'obesità e mangiare bene;
  • trattare le malattie virali e infettive in tempo;
  • evitare lo stress;
  • sarà utile riposare nelle foreste di conifere e in mare.

Per evitare che un oggetto estraneo penetri nella laringe, è necessario sorvegliare i bambini piccoli, non lasciarli giocare con piccoli oggetti.

Cos'è la dispnea espiratoria?

La mancanza di respiro (dispnea) è un disturbo del ritmo e della profondità della respirazione, accompagnato da sintomi soggettivi sotto forma di sensazione di mancanza d'aria. In questo stato, il paziente può lamentarsi di una sensazione di mancanza d'aria, dolore nella zona del torace. Si possono rilevare cianosi delle labbra, pallore pronunciato della pelle, aumento della sudorazione; con un attacco prolungato di dispnea, la pelle diventa grigiastra e si sviluppa una debolezza progressiva. In caso di dispnea grave, può svilupparsi un attacco di soffocamento.

  • Classificazione della dispnea
    • Le principali cause di mancanza di respiro
  • Dispnea espiratoria
    • Malattie che causano dispnea espiratoria
    • Manifestazioni cliniche
    • Diagnostica
    • Aiuta con la dispnea espiratoria

Classificazione della dispnea

Varietà cliniche:

  1. La dispnea inspiratoria è caratterizzata da difficoltà respiratorie che si verificano durante l'ispirazione. Uno dei primi sintomi della dispnea inspiratoria è la sensazione del paziente di non poter respirare abbastanza aria. L'inalazione con dispnea inspiratoria è rumorosa, spesso accompagnata da respiro sibilante, tosse secca in natura. La ragione di questo disturbo respiratorio è un restringimento del lume della trachea o un grande bronco di varia origine.
  2. Con la dispnea espiratoria, il paziente ha difficoltà a cercare di espirare. Il quadro seguente è caratteristico: inspirazione corta, libera ed espirazione pesante, difficile. Un tale disturbo si sviluppa quando il lume dei piccoli bronchi si restringe..
  3. La dispnea mista è la variante più comune nella pratica clinica. Le ragioni di questo disturbo risiedono nelle patologie trascurate dei polmoni e dell'insufficienza cardiaca..

In base alla frequenza dei movimenti respiratori:

Tachipnea. La frequenza respiratoria è aumentata (da 20 minuti o più), la respirazione è superficiale. Questo disturbo respiratorio è tipico di condizioni febbrili, malattie del sangue, inclusa l'anemia; con l'isteria, la frequenza dei movimenti respiratori raggiunge i 60-80 minuti.

Bradipnea. Questa è una diminuzione patologica della frequenza dei movimenti respiratori (RR inferiore a 12 minuti). Questa situazione è tipica dei danni alle meningi e al cervello; ipossia grave, acidosi (ad esempio, nel diabete mellito, incluso il coma diabetico).

Le principali cause di mancanza di respiro

  1. Cardiopatia. In questi casi, la mancanza di respiro si verifica durante l'esercizio e con un grado grave della malattia - ea riposo. Le malattie cardiache causano dispnea inspiratoria.
  2. Patologia dell'apparato respiratorio. Restringimento del lume dei bronchi e dei bronchioli; ad esempio, nel caso dell'asma bronchiale o con una diminuzione dell'elasticità del tessuto polmonare - questo è il caso dell'enfisema polmonare cronico. Queste condizioni causano dispnea espiratoria. Le patologie più pericolose che causano dispnea sono l'edema polmonare tossico, l'embolia polmonare (in questo caso è caratteristico lo sviluppo improvviso di distress respiratorio e il dolore toracico che accompagna l'attacco ricorda il quadro clinico dell'angina pectoris) e l'ostruzione locale delle vie aeree.
  3. Metabolico (malattie delle ghiandole endocrine o in alcune malattie autoimmuni).
  4. La dispnea cerebrale si sviluppa quando il centro respiratorio è irritato (con esposizione diretta ad esso in caso di emorragia o tumore).
  5. Nevrosi.
  6. Cardiopsiconeurosi.

Dispnea espiratoria

Con la dispnea espiratoria si crea l'impressione che il torace praticamente non partecipi alla respirazione, ma, per così dire, si trovi continuamente in una posizione caratteristica dell'inspirazione.

L'intensità della mancanza di respiro dipende direttamente dal fattore causale che l'ha causata, dallo stadio e dalla gravità della malattia, dalla presenza di espettorato, il meccanismo di sviluppo della mancanza di respiro espiratorio. In questa condizione, l'aria entra liberamente nei polmoni, ma a causa dello spasmo delle pareti bronchiali e del loro gonfiore, non esce completamente; questa situazione può essere complicata dall'accumulo di muco, che ha un'elevata viscosità.

A differenza dei pazienti con patologia cardiaca, i pazienti con apnea espiratoria non necessitano di una posizione alta della metà superiore del corpo, tuttavia, spesso assumono una posizione forzata. Spesso, per espirare, il paziente assume una postura caratteristica, fissando il cingolo scapolare (ortopnea).

Malattie che causano dispnea espiratoria

  • asma bronchiale; in questo caso, c'è una connessione tra l'inizio di un attacco e il contatto con un fattore provocante; potrebbe esserci una stagionalità della malattia o la comparsa di altri segni di patologia allergica (orticaria, prurito);
  • bronchite ostruttiva; un attacco di dispnea in questo caso è accompagnato da sintomi tipici della bronchite (febbre, insufficienza respiratoria, acrocianosi, debolezza).
  • bronchiolite;
  • enfisema cronico;
  • lesione tumorale dei bronchi;
  • malattia bronchiale ostruttiva cronica;
  • pneumosclerosi;
  • corpi estranei intrappolati nel tratto respiratorio (nei grandi bronchi o trachea);
  • funzione polmonare compromessa.

In alcuni casi, con queste malattie, la mancanza di respiro espiratorio si manifesta parossistica, in altri il paziente è costantemente costretto a provare una sensazione di disagio.

La dispnea espiratoria nell'asma bronchiale è più spesso provocata dai seguenti fattori:

  • si verifica più spesso di notte;
  • stress fisico;
  • contatto con allergeni;
  • forte stress;
  • freddo;
  • cattivi odori e altri agenti irritanti.

Manifestazioni cliniche

  1. Lunghezza di espirazione. Questo parametro cambia in modo significativo; in alcuni casi, la durata di un'espirazione può superare la durata di un'inalazione.
  2. Significativa tensione dei muscoli del torace che accompagna l'espirazione.
  3. Rigonfiamento degli spazi intercostali, che indica un cambiamento nella pressione intratoracica.
  4. Allo stesso tempo, durante l'espirazione, le vene del collo diventano chiaramente visibili..
  5. Con un decorso prolungato della malattia, che causa dispnea espiratoria, ad esempio asma bronchiale, con percussione toracica, vengono rivelati i confini inferiori dei polmoni.
  6. Leggero fischio o crepitio (scricchiolio) durante l'espirazione; di solito questi segni vengono rilevati durante l'esame auscultatorio, ma a volte questi suoni possono essere ascoltati a distanza.
  7. Dolore al petto che accompagna la respirazione.

Diagnostica

Per chiarire la causa e la natura della mancanza di respiro, è necessario eseguire i seguenti esami:

  • ECG;
  • radiografia del torace;
  • ECHO KG;
  • determinazione della composizione dei gas nel sangue;
  • uno studio della capacità vitale dei polmoni (VC) o pneumotachometria per determinare il grado di ostruzione polmonare.

Cause, sintomi e trattamento della dispnea espiratoria e inspiratoria

La dispnea in medicina è chiamata ritmo respiratorio disturbato. La mancanza di respiro di solito appare inaspettatamente ed è caratterizzata da difficoltà a respirare, oscuramento degli occhi e minaccia di soffocamento. La mancanza d'aria non è una malattia, è solo un sintomo di una malattia più grave. La comparsa di mancanza di respiro indica la presenza di malattie come patologie del sistema cardiovascolare, circolazione sanguigna, problemi ai polmoni e alle vie respiratorie. Se ci sono segni minacciosi di mancanza d'aria, consultare immediatamente un medico per identificare le cause della malattia.

  1. Tipi e gradi di mancanza di respiro
  2. Sintomi di dispnea
  3. Quando può comparire la dispnea??
  4. Cause di difficoltà respiratorie
  5. Dispnea con malattia polmonare
  6. Mancanza di aria per malattie cardiache
  7. Dispnea ematogena
  8. Dispnea centrale
  9. Dispnea nelle donne in gravidanza
  10. Mancanza di respiro psicogeno
  11. Trattamento della dispnea
  12. Trattamento farmacologico
  13. Metodi tradizionali
  14. Pronto soccorso per un attacco di dispnea

Tipi e gradi di mancanza di respiro

La mancanza di respiro o la dispnea nella terminologia medica è una violazione del ritmo respiratorio nella direzione di aumentare o rallentare. In medicina esistono tre tipi di dispnea:

  1. Stanza ispiratrice. Inalazione pesante. Difficoltà a far passare l'aria attraverso i polmoni superiori. Un segno di dispnea inspiratoria: respiri frequenti quando si parla, si parla in pubblico.
  2. Espiratorio. Difficoltà ad espirare. Restringimento o blocco dei polmoni inferiori.
  3. Misto. Sia l'inalazione che l'espirazione sono difficili. Superficie respiratoria ridotta dei polmoni.

Esistono cinque gradi di gravità della mancanza di respiro:

  • 0 - la mancanza di respiro appare con una maggiore attività fisica;
  • 1 - la mancanza di respiro si verifica dopo aver camminato a ritmo sostenuto o salito le scale;
  • 2 - la dispnea inizia a causa di uno sforzo minore;
  • 3 - una persona ha bisogno di riposo anche con un carico minimo;
  • 4 - la mancanza di respiro si manifesta a riposo.

Il quarto stadio indica la presenza di una grave malattia che richiede un attento esame.

Sintomi di dispnea

I sintomi della mancanza di respiro possono essere episodici o cronici. Un attacco pronunciato di mancanza di respiro è caratterizzato da manifestazioni come cambiamenti nella frequenza e profondità della respirazione, respiro sibilante e respiro sibilante al petto. Segni come labbra blu, pallore grave e ansimare sono comuni..

Se la dispnea è cronica, la persona respira pesantemente anche da sdraiata, quindi i muscoli esterni come i muscoli del collo, della schiena e dell'addome possono essere coinvolti nel processo respiratorio. La forma cronica di mancanza di respiro è determinata dalla frequenza della respirazione. Se ci sono deviazioni nel ritmo respiratorio, questo è un chiaro segno di patologia..

  • palpitazioni;
  • vertigini;
  • bassa pressione;
  • oscuramento negli occhi;
  • attacchi di panico.

Quando può comparire la dispnea??

La dispnea si manifesta in una varietà di situazioni: quando si cammina, si salgono le scale, l'attività fisica intensa, si fa sesso:

  • La mancanza di respiro quando si cammina e si fa jogging è spesso associata a malattie del sistema cardiovascolare. Più precisamente, con un sistema di vasi coronarici che forniscono ossigeno al miocardio. Altri fattori influenzano anche la comparsa della dispnea: la presenza di insufficienza cardiaca, pareti vascolari sottili, patologia del setto. Tutti questi sintomi si riscontrano più comunemente nelle persone anziane..
  • Una persona fa una certa quantità di lavoro fisico ogni giorno. Ma se anche con uno sforzo fisico minimo c'è una mancanza d'aria, questo indica la presenza di patologia. Tale patologia può verificarsi per diversi motivi: disturbi nel lavoro del cuore, malattie croniche dei polmoni e dei bronchi. Di conseguenza, c'è una mancanza di ossigeno e, di conseguenza, mancanza di respiro..
  • Quando sale le scale, una persona sana non prova molto disagio. Difficoltà a respirare durante il sollevamento si verifica in persone con malattie polmonari: enfisema, polmonite o ARVI. Le anomalie cardiache spesso causano anche mancanza di respiro quando si salgono le scale. Con un grave sovraccarico, la dispnea può causare dolore nell'area del torace e persino portare alla perdita di coscienza.
  • La mancanza di aria in una giornata gelida si verifica spesso nelle persone che soffrono di anemia, malattie dei polmoni e delle vie respiratorie, allergie al freddo. Ci sono sintomi di mancanza di respiro al freddo e nelle persone sottopeso. Per evitare che tali situazioni si verifichino, è necessario respirare solo attraverso il naso quando si entra nell'aria gelida e non inalare troppo bruscamente.
  • Il soffocamento notturno si verifica più spesso con forme avanzate di insufficienza cardiaca o processi congestizi nel muscolo cardiaco. Se devi prendere una posizione seduta o sdraiata per addormentarti, dovresti consultare immediatamente un medico.
  • La mancanza di respiro durante il rapporto può verificarsi per tutti i motivi sopra indicati. Inoltre, la mancanza di aria durante i rapporti sessuali si manifesta in una grave anemia, quando il ferro nel sangue è a un livello catastroficamente basso..

Cause di difficoltà respiratorie

In medicina è noto un gran numero di malattie, a causa delle quali possono verificarsi sintomi di mancanza di respiro. Tutti possono essere combinati in tre gruppi:

  • patologia polmonare;
  • malattie del cuore e dei vasi sanguigni;
  • diversi tipi di anemia.

Dispnea con malattia polmonare

Varie patologie polmonari sono solitamente caratterizzate da sintomi acuti di dispnea. Asma, bronchite, polmonite: tutte queste malattie complicano l'accesso dell'ossigeno ai polmoni. Insieme alla dispnea, un sintomo di patologia polmonare è anche sintomi come una tosse grave, debolezza di tutto il corpo e espettorato intervallato da sangue..

È con le patologie dei polmoni che la dispnea inspiratoria ed espiratoria si verifica più spesso..

Mancanza di aria per malattie cardiache

La dispnea cardiaca è causata da malattie associate a disturbi circolatori. Queste patologie includono insufficienza cardiaca, stenosi mitralica, mixoma atriale sinistro.

I sintomi di mancanza di respiro associati a malattie cardiache sono divisi in due tipi: polipnea e ortopnea..

  1. Polypnea. In questo stato, una persona respira così spesso e profondamente che esiste una minaccia di iperventilazione dei polmoni. La polipnea è causata da un flusso sanguigno eccessivo dalle vene al muscolo cardiaco. Si manifesta più spesso in posizione orizzontale e durante il sonno.
  2. Ortopnea. Una tale condizione patologica costringe una persona a stare sempre in posizione eretta. È in questa posizione che il paziente avverte un miglioramento delle sue condizioni..

La dispnea può manifestarsi bruscamente con infarto miocardico dovuto a disturbi circolatori acuti. Inoltre, i sintomi di un attacco di cuore sono dolori al petto, respiro rauco, sudore freddo, aumento della frequenza cardiaca, incapacità di sollevare il braccio sinistro.

Dispnea ematogena

Questa forma di dispnea si verifica quando nel sangue sono presenti sostanze tossiche. Il rilascio di tossine nel sangue si verifica a causa di insufficienza epatica, diabete mellito o avvelenamento. Il sintomo principale dei disturbi del sistema respiratorio con mancanza di respiro tossico è la respirazione molto rumorosa, udibile per diversi metri..

La mancanza di aria può anche verificarsi con l'anemia. A causa della mancanza di ossigeno, si sviluppano forme gravi di dispnea.

Dispnea centrale

Il tipo di dispnea è chiamato centrale, che è un segno di processi patologici nel sistema nervoso centrale (SNC). Questa mancanza di respiro differisce da tutte le altre in quanto non è un sintomo, ma la causa dell'insufficienza respiratoria, che porta a gravi conseguenze.

Le cause della mancanza di respiro possono essere diverse:

  • I disturbi del ritmo respiratorio possono essere causati da una disfunzione del cervello, che si verifica a causa di trauma cranico, ictus, infiammazione ed edema. Inoltre, l'avvelenamento da sostanze chimiche e da farmaci può contribuire alla mancanza di aria..
  • La bradipnea è un respiro raro. Si verifica con avvelenamento da farmaci o anomalie nel sistema nervoso centrale.
  • L'oligopnea è una respirazione superficiale rara. Può verificarsi con grave surriscaldamento.
  • La tachipnea è una respirazione rapida. Spesso si manifesta nelle nevrosi e nei tumori cerebrali maligni.
  • Iperpnea: respirazione profonda e rapida. Si verifica nelle persone che sono in coma.

Le cause della mancanza di respiro nei bambini sono le stesse degli adulti: insufficienza polmonare e cardiaca, problemi ai bronchi, anemia.

Dispnea nelle donne in gravidanza

Le giovani donne possono avere difficoltà a respirare durante la gravidanza nel terzo trimestre di gestazione. Ciò è dovuto al fatto che l'utero, aumentando di dimensioni, preme sugli organi vicini. Compreso il diaframma. Il grado di mancanza di respiro dipende da quanto si è ingrandito l'utero. Più grande è il feto, più gravi sono i sintomi della mancanza di respiro.

Poche settimane prima della nascita del bambino, la mancanza di respiro di solito scompare, poiché il feto affonda nella regione pelvica e la pressione sul diaframma diminuisce.

Mancanza di respiro psicogeno

La mancanza di respiro psicogena o neurologica si verifica a causa di frequenti situazioni di stress. Più del 60% dei pazienti con disturbi neuropsichiatrici presenta sintomi di mancanza di respiro. Su base nervosa e con forte eccitazione, una persona inizia a soffocare, avverte vertigini e aumenta la frequenza cardiaca.

Se la dispnea psicogena non viene trattata in tempo, si sviluppa in asma nevrotico. E questo è irto di un peggioramento delle condizioni del paziente, poiché è difficile per il paziente distinguere la natura neurologica dell'attacco da quella fisica. Se hai un problema del genere, dovresti contattare un neurologo..

Trattamento della dispnea

Poiché la mancanza d'aria può essere causata da un numero enorme di motivi, un piano di trattamento viene redatto solo dopo la diagnosi da uno specialista. Se il paziente è una persona anziana, il medico redige un piano di assistenza e seleziona una dieta speciale.

In questo caso, i parenti del paziente dovranno seguire le raccomandazioni..

Trattamento farmacologico

Le cause più comuni di dispnea e come risolverle sono:

  1. Con l'asma bronchiale, il salbutamolo viene prescritto in compresse o viene prescritta l'inalazione. Inoltre, il medico può prescrivere i farmaci Euphyllin o Terbutaline per via endovenosa.
  2. Per l'insufficienza cardiaca vengono prescritti antidolorifici (principalmente analgesici), diuretici, nitroglicerina.
  3. Per cause non chiare di dispnea, viene prescritto Lasix.
  4. Con mancanza di respiro psicogena, si consiglia di fare esercizi di respirazione. Inoltre, il medico prescrive Diazepam per via endovenosa.
  5. Per le ostruzioni: viene prescritto il supporto dell'ossigeno, vengono presi ansiolitici.

Metodi tradizionali

Il trattamento con rimedi popolari a casa non è meno vantaggioso dell'assunzione di droghe chimiche. Le persone conoscono diverse ricette collaudate che aiutano a espandere i bronchi e curare la dispnea:

  1. La seguente ricetta aiuterà a sbarazzarsi della mancanza di respiro cronica. Macina 5 limoni e 5 teste d'aglio in un frullatore. Aggiungere 500 ml di miele e mescolare. Insistere una settimana in un contenitore chiuso. Assumere 20 grammi di prodotto (4 cucchiaini) una volta al giorno per un mese. Nella vecchiaia, la quantità di limoni e aglio raddoppia..
  2. Le cipolle cotte nella cenere aiutano a combattere la dispnea. Può essere consumato con zucchero o miele.
  3. L'infusione di Motherwort può anche rimuovere i sintomi del soffocamento. Per cucinare, è necessario prendere 5-10 grammi di prodotto secco e versare 200 ml di acqua bollente. Insisti per 15 minuti. Prendi un terzo di bicchiere tre volte al giorno dopo i pasti.
  4. L'olio di sesamo aiuta ad alleviare un attacco di mancanza di respiro. All'inizio di un attacco, devi bere un cucchiaio del rimedio. Mangiare olio di sesamo ogni giorno riduce il rischio di recidive.
  5. Un buon rimedio per le cause neurologiche della dispnea è un bagno con una camomilla da farmacia. Per fare questo, fai bollire 500 g di erba secca in una casseruola e versa il brodo nella vasca da bagno. La durata della procedura non supera i 10 minuti.

Pronto soccorso per un attacco di dispnea

Per fornire il primo soccorso a un paziente quando si verifica un attacco di dispnea, le azioni dovrebbero essere le seguenti:

  • far sedere il paziente in una posizione che faciliti il ​​flusso di ossigeno nei polmoni (il corpo è leggermente inclinato in avanti, le mani poggiano sui fianchi);
  • allentare il colletto o la cravatta;
  • fornire un afflusso di aria fresca aprendo una finestra;
  • somministrare al paziente un inalatore, se disponibile;
  • controllare il polso e la frequenza respiratoria;
  • se le condizioni del paziente non migliorano, chiamare un'ambulanza.

L'efficacia del trattamento della mancanza di respiro dipende dalla diagnosi corretta e tempestiva. Pertanto, ai primi segni di una violazione del ritmo respiratorio, vale la pena sottoporsi a un esame completo e profondo..


Articolo Successivo
Una serie di esercizi di guarigione per le vene varicose degli arti inferiori