Cos'è l'elettroencefalografia, cosa viene rilevato e come viene eseguito l'esame del cervello?


Se si sospetta epilessia, malattie infiammatorie, processi neoplastici e disturbi vascolari, al paziente può essere prescritto un EEG cerebrale. Questo metodo informativo consente di confermare o escludere la patologia, per tracciare le dinamiche della condizione dopo l'intervento chirurgico o il trattamento..

Caratteristica

Il nome complesso nasconde un metodo sicuro e facile da condurre per esaminare il cervello, catturare impulsi elettrici e fissarne il ritmo e la frequenza. Un elettroencefalogramma del cervello fornisce informazioni sulle caratteristiche funzionali di questo organo.

L'EEG è uno studio che può essere eseguito su pazienti di età diverse in qualsiasi condizione. Un elettroencefalografo, un dispositivo per condurre ricerche, è indispensabile nelle unità di terapia intensiva. È lui che è collegato ai pazienti in coma per monitorare i minimi cambiamenti nell'attività elettrica del cervello..

L'elettroencefalografia può essere eseguita parallelamente all'esposizione del paziente a fattori irritanti: suoni, luce, privazione del sonno. Ciò fornisce un quadro più chiaro della natura del disturbo, delle aree di attività epilettica..

Indicazioni

Dopo un EEG, è più probabile che escluda o confermi la presenza di tali patologie in una persona come:

  • distonia vascolare vegetativa;
  • infiammazione del cervello;
  • neoplasie;
  • epilessia;
  • malattia ipertonica;
  • disturbi nervosi;
  • osteocondrosi del rachide cervicale;
  • disturbi vascolari;
  • trauma cranico.

L'elettroencefalogramma del cervello mostra lo stato dell'organo nel periodo postoperatorio, dopo un ictus, la dinamica dei cambiamenti dopo il trattamento. È richiesto quando si supera una visita medica per ottenere la categoria C e D..

Come preparare

Devi prepararti per l'esame. Informi il medico se sta assumendo determinati farmaci. Alcuni di essi influenzano l'attività cerebrale e dovrebbero essere interrotti 3-4 giorni prima dell'esame. Questi farmaci includono anticonvulsivanti, tranquillanti.

Alla vigilia dell'EEG e nel giorno della conduzione, non è consentito consumare prodotti contenenti caffeina e bevande energetiche: caffè, tè, cioccolato, bevande energetiche. Non devi bere alcolici. Questi alimenti hanno un effetto stimolante sul cervello e l'encefalogramma cerebrale sarà distorto..

Poche ore prima dell'esame, si consiglia di mangiare.

Si consiglia di lavare i capelli, ma non applicare vernice, schiuma per lo styling o altri cosmetici. I grassi e gli altri componenti che contengono possono compromettere il contatto degli elettrodi con il cuoio capelluto. Trecce, dreadlocks dovranno essere slacciati e orecchini, gioielli dovrebbero essere rimossi.

Durante la procedura, devi rimanere calmo e non nervoso. Non accade nulla di terribile e la procedura è completamente innocua..

EEG

Di solito l'elettroencefalografia viene eseguita in una stanza appositamente attrezzata, protetta dal rumore e dalla luce intensa, in cui è presente un elettroencefalografo fisso. Se necessario, eseguire un EEG sulla strada utilizzando dispositivi mobili.

Al paziente viene offerto di sdraiarsi su un divano o di sedersi comodamente su una sedia. Sulla testa viene messo un casco o un berretto con elettrodi, il cui numero dipende dall'età del paziente. 12 elettrodi sono sufficienti per un bambino piccolo, 21 elettrodi per gli adulti La cavità degli elettrodi è riempita con una sostanza speciale che facilita la rapida trasmissione degli impulsi elettrici. I segnali provenienti dalla zona vicino all'elettrodo hanno la massima chiarezza e forza. I segnali provenienti da siti distanti sono deboli.

Il cappuccio è collegato a un encefalografo, che è in grado di rilevare una frequenza di oscillazione di 0,5 - 100 Hz e funge da amplificatore. Il segnale elettrico viene amplificato dall'encefalogramma milioni di volte e trasmesso per ulteriori elaborazioni a un computer. Qui, un numero enorme di segnali viene convertito in un grafico: un encefalogramma, che il medico analizza.

Il paziente durante lo studio dovrebbe essere calmo, non muoversi. Solo all'inizio, il medico può chiedergli di sbattere le palpebre più volte per valutare la natura degli errori tecnici. Se il paziente ha urgente bisogno di cambiare la posizione del corpo o andare in bagno, lo studio viene interrotto. In una situazione in cui ha fatto un movimento involontario, commosso, il medico prende nota in modo che ulteriori analisi non appaiano false informazioni.

Leggi anche sull'argomento

L'encefalogramma del cervello viene registrato per circa 15-20 minuti.

EEG con test provocatori

Se necessario, dopo l'entrata principale, vengono effettuati test provocatori:

  1. Iperventilato: al paziente viene chiesto di respirare profondamente per diversi minuti.
  2. Campiona con luce intensa. Per questo, viene utilizzato un dispositivo speciale in grado di riprodurre impulsi di luce ripetitivi. L'elettroencefalogramma del cervello registra la risposta del paziente.
  3. Campiona con un suono inaspettato.

I test aiutano a scoprire la vera causa del disturbo - è una manifestazione di un processo patologico, disturbo mentale o simulazione. In presenza di una patologia valida, il test può provocare una crisi epilettica o convulsioni. Pertanto, il medico che conduce la diagnosi ha l'esperienza e le conoscenze necessarie per fornire cure urgenti. Il tempo della procedura con i campioni aumenta.

EEG con privazione del sonno

Se si sospetta che il solito EEG non abbia fornito informazioni complete e affidabili, viene prescritta l'elettroencefalografia con privazione del sonno. Alcune fonti indicano che solo nel 20-30% dei casi con una condotta standard un encefalogramma della testa mostra segni di epilessia. I dati ottenuti durante il sonno sono considerati più accurati. Un adulto dovrebbe rimanere sveglio per 18 ore prima del test. In alcuni casi, se l'esame viene effettuato in ospedale, il paziente viene svegliato nel cuore della notte e costretto a sottoporsi a diagnosi.

Se il paziente è stato in grado di addormentarsi rapidamente, la procedura richiede circa un'ora. Il medico o l'infermiere prende appunti su eventuali cambiamenti nel paziente: sussulti, movimenti degli occhi, braccia, gambe. In futuro, l'encefalogramma del cervello verrà interpretato con il loro aiuto..

Al termine della procedura, il paziente viene svegliato, le sue condizioni vengono controllate e rimandate a casa o in reparto. Si raccomanda il riposo dopo la diagnosi.

Caratteristiche dell'EEG nei bambini

Non è facile condurre un EEG del cervello per un bambino piccolo. È spaventato da un gran numero di fili, uno strano cappello, un ambiente sconosciuto, persone, dispositivi. È abbastanza difficile convincere il bambino che dovrà restare fermo per un po 'di tempo. I bambini piccoli vengono esaminati durante il sonno. Prima dello studio, devono limitare il tempo di riposo in modo che dallo studio sia stanco e voglia dormire. Il giorno dell'esame, i bambini vengono svegliati 4-6 ore prima dell'orario abituale di sveglia. Bambini in età scolare: 6-8 ore e bambini di età superiore a 12 anni non possono addormentarsi affatto la notte.

Puoi metterti un cappello inventando storie di cavalieri che corrono in una campagna con i mostri. Puoi esercitarti in anticipo indossando cuffie da piscina o veri caschi.

Assicurati di lavarti prima della procedura: lava i capelli. Le ragazze si pettinano con i capelli sciolti - lascia che immaginino che oggi sia una principessa misteriosa, in attesa di un coraggioso cavaliere per salvarla dalle grinfie di un mostruoso drago.

Un paio d'ore prima dello studio, dai da mangiare al bambino e quando esci di casa non dimenticare di portare con te un giocattolo, un libro o dei dolcetti in modo che ci sia qualcosa da fare durante l'attesa.

L'EEG per bambini può essere eseguito a casa, in ospedale o in clinica. Il modo migliore è spenderlo a casa la sera prima di andare a letto - alle 20-21. L'atmosfera familiare calmerà il bambino e consentirà risultati più accurati.

Cosa mostra l'EEG del cervello negli adulti

L'elettroencefalografia è un moderno metodo diagnostico che determina i parametri del cervello.

Nell'ospedale Yusupov, i medici di diagnostica funzionale eseguono tutti i tipi di studi EEG: elettroencefalografia diurna standard, monitoraggio EEG del sonno diurno e notturno, studio quotidiano dell'attività bioelettrica del cervello. Grazie alle attrezzature della clinica neurologica con moderne apparecchiature diagnostiche, la qualità dello studio è conforme ai protocolli europei.

Letture EEG normali

I neurologi-neurofisiologi eseguono la decodifica EEG utilizzando un programma per computer.

I principali ritmi del cervello sono determinati sull'EEG:

  • delta - da 0,3 a 4 Hz;
  • theta: da 4 a 8 Hz;
  • alfa: da 8 a 13 Hz;
  • ritmo beta a bassa frequenza - da 13 a 25 Hz;
  • ritmo beta ad alta frequenza - da 25 a 35 Hz;
  • beta - da 35 a 50Hz.

I tipi di attività corrispondono ai ritmi. Sull'EEG, puoi vedere tipi speciali di attività bioelettrica del cervello:

  • EEG piatto;
  • attività asincrona ad alta frequenza di bassa ampiezza ("doppia");
  • attività polimorfica lenta di bassa ampiezza;
  • attività poliritmica.

Le immagini patologiche dell'elettroencefalogramma includono:

  • picco;
  • picco lento;
  • picco;
  • onda tagliente.

L'EEG può registrare complessi (onda di picco, onda di picco, onda di picco, onda di punta lenta, onda a forma di elmo), flash, parossismo e flash di ipersincronizzazione. I neurofisiologi valutano ogni componente di frequenza dell'EEG in base alla sua ampiezza e gravità sull'elettroencefalogramma nel tempo.

Normalmente, il ritmo alfa predomina nelle regioni occipitali del cervello. Diminuisce in ampiezza dall'occipite alla fronte. Nelle regioni frontali, non viene registrato con derivazioni bipolari da elettrodi, che sono sovrapposti lungo linee sagittali con piccole distanze interelettrodiche. Simmetrico in ampiezza e frequenza negli emisferi sinistro e destro. Su un EEG normale, si osserva un'asimmetria funzionale con una predominanza di riempimento della superficie rivolta verso le ossa del cranio e un leggero eccesso di ampiezza più nell'emisfero destro del cervello. Questa è una conseguenza dell'asimmetria funzionale del cervello. È associato a più attività nell'emisfero sinistro..

L'attività beta è osservata nelle regioni frontali del cervello e alle articolazioni del fuso del ritmo alfa. È simmetrico in ampiezza in entrambi gli emisferi del cervello. L'indice di attività beta nelle regioni frontali può raggiungere il 100%. La sua assenza non è un segno di patologia..

In un adulto sano, che si trova in uno stato di veglia passiva, i ritmi theta e delta non vengono normalmente registrati. Sono osservati solo in uno stato di anestesia o sonno. Il ritmo alfa domina su un normale elettroencefalogramma. L'attività beta a bassa frequenza viene registrata alle articolazioni dei fusi del ritmo alfa e nelle regioni frontali del cervello. Nelle parti posteriori del cervello, i medici della diagnostica funzionale possono osservare rari, non superiori al ritmo alfa, lampi del ritmo theta in 2-4 onde. Qui vengono registrate rare onde delta a bassa ampiezza singole sparse..

EEG patologicamente alterato

Le manifestazioni patologiche sull'EEG sono ritmi lenti: theta e delta. Più bassa è la loro frequenza e maggiore è l'ampiezza, più pronunciato è il processo patologico. L'attività delle onde lente appare nei seguenti processi patologici:

  • malattie distrofiche;
  • lesioni cerebrali demielinizzanti e degenerative;
  • compressione del tessuto cerebrale;
  • ipertensione da alcol;
  • la presenza di alcuni fenomeni di letargia, disattivazione, diminuzione degli effetti attivanti del tronco cerebrale.

L'attività locale unilaterale a onde lente è un segno di lesione locale della corteccia cerebrale. Focolai e parossismi di attività generalizzata a onde lente negli adulti svegli compaiono in presenza di cambiamenti patologici nelle strutture profonde del cervello. Anche i ritmi ad alta frequenza (beta-1, beta-2, ritmo gamma) sono un criterio per la patologia. La sua gravità è maggiore, più la frequenza viene spostata verso le alte frequenze e più aumenta l'ampiezza del ritmo delle alte frequenze. La componente ad alta frequenza dell'EEG si verifica quando le strutture del cervello sono irritate (irritazione dei centri cerebrali).

L'attività polimorfica lenta con un'ampiezza inferiore a 25 μV è spesso considerata come una possibile attività di un cervello sano. Se il suo indice è superiore al 30% e il verificarsi non è una conseguenza delle seguenti reazioni di orientamento (in assenza di una camera insonorizzata), la presenza di un'attività polimorfa lenta nell'EEG indica un processo patologico delle strutture cerebrali profonde. La predominanza dell'attività polimorfica lenta di bassa ampiezza può essere una manifestazione dell'attivazione della corteccia cerebrale, ma può anche essere un segno di disattivazione delle strutture corticali. Per eseguire la diagnostica differenziale, i neurofisiologi dell'ospedale Yusupov eseguono carichi funzionali.

L'attività asincrona ad alta frequenza di bassa ampiezza può essere una conseguenza dei processi di eccitazione di aree della corteccia o il risultato di un aumento delle influenze attivanti dal sistema reticolare. Le immagini patologiche dell'elettroencefalogramma (onde acute, picco, picco, picco lento, complessi) sono una manifestazione di scariche sincrone di enormi masse di neuroni nell'epilessia.

Monitoraggio EEG del cervello nei bambini

Esistono diversi metodi per registrare l'EEG nei bambini:

  • EEG diurno - il primo studio, che consiste in una registrazione a breve termine dei biopotenziali del cervello con l'esecuzione di test funzionali (fotostimolazione e iperventilazione per identificare cambiamenti nascosti;
  • L'EEG con deprivazione (privazione del sonno) viene eseguito quando l'EEG di routine non è informativo;
  • L'EEG a lungo termine (continua) con la registrazione del sonno diurno viene eseguito se si sospetta la presenza di parossismi o la probabilità di cambiamenti nell'EEG durante il sonno;
  • L'EEG del sonno notturno consente di registrare i cambiamenti sull'EEG durante la veglia prima di addormentarsi, in uno stato di pisolino, durante il sonno notturno effettivo e il risveglio.

Il monitoraggio EEG è accompagnato dalla registrazione video con la possibilità di registrare in completa oscurità e il collegamento di sensori aggiuntivi. Tutti i dispositivi utilizzati dai neurofisiologi dell'ospedale Yusupov sono apparecchiature di classe professionale e, in conformità con la legge federale n. 102-FZ "Garantire l'uniformità delle misurazioni", le caratteristiche metrologiche sono regolarmente verificate.

Il metodo EEG viene utilizzato per valutare lo stato funzionale del sistema nervoso centrale in varie condizioni. EEG - Il monitoraggio del sonno è il metodo diagnostico più indicativo per studiare l'attività funzionale del cervello quando è necessario effettuare una diagnosi differenziale tra cause epilettiche e non epilettiche della malattia. Con i disturbi dello sviluppo mentale nei bambini, i cambiamenti nell'EEG diurno spesso non vengono rilevati. I bambini con disturbi autistici, iperattività, disturbi del comportamento e frequenti risvegli notturni a volte hanno attività EEG epilettiforme durante il sonno. Lo sviluppo ritardato della psicoanalisi, la balbuzie, il camminare e parlare durante il sonno, l'enuresi notturna possono causare attività parossistica a lungo termine durante il sonno.

Per preparare un bambino a un EEG durante il sonno, i medici raccomandano:

  • il giorno dello studio, sveglia il bambino 1,5 - 2 ore prima del solito orario di sveglia e durante il giorno, senza lasciarlo dormire, gioca con lui giochi attivi;
  • limitare la quantità di liquidi che bevi, mangiando dolci, sottaceti e cibi piccanti;
  • dopo le 18.00 gioca solo giochi tranquilli e tranquilli;
  • camminare all'aria aperta in un luogo tranquillo;
  • escludere la visione di TV, computer e videogiochi.

Lo studio viene svolto in una stanza isolata da stimoli luminosi e sonori. La registrazione viene eseguita su un'unità autonoma che contiene una scheda di memoria. Lo studio viene registrato in modo sincrono su un disco rigido per la valutazione, la stampa di frammenti significativi e la registrazione di singoli frammenti su un supporto dati mobile.

Uno speciale casco per cappelli viene messo sulla testa del bambino. Gli elettrodi di registrazione EEG sono collegati ad esso. Il cappuccio elastico e confortevole consente al bambino di sentirsi il più a suo agio possibile durante l'esame. Il cappello può essere facilmente messo sulla testa di un bambino di qualsiasi età e si tiene sulla testa con l'aiuto di appositi ausili, che vengono fissati a una fascia elastica sul petto per eliminare le sensazioni spiacevoli da pressione sulla zona del collo. Quindi il medico introduce uno speciale gel per elettrodi sicuro nel sistema di elettrodi, che fornisce il contatto con il cuoio capelluto e registra l'attività elettrica del cervello..

Dopo la preparazione per lo studio, inizia la fase di attesa che il bambino entri nel sonno. Dopo un certo tempo, il bambino si addormenta con un copricapo e un sistema di elettrodi sulla testa. La registrazione EEG viene eseguita durante il tempo necessario per registrare il momento di addormentarsi e due cicli di sonno completi. Il giorno successivo all'analisi della registrazione EEG, i genitori ricevono una conclusione sull'EEG condotto con una stampa dei frammenti più indicativi della registrazione per una presentazione generale del neurologo pediatrico che in futuro consulterà il bambino..

All'orario concordato con te, il medico diagnostico funzionale eseguirà lo studio. Dopo aver ricevuto la conclusione, il neurofisiologo spiegherà cosa mostra l'EEG del cervello in un adulto. La diagnosi finale sarà fatta da un neurologo. Per sottoporsi a un esame utilizzando l'elettroencefalografia diurna o l'EEG durante il sonno (il prezzo dipende dalla complessità della procedura), chiamare l'ospedale Yusupov.

Procedura di EEG cerebrale

L'elettroencefalografia del cervello è un metodo in elettrofisiologia che registra l'attività bioelettrica dei neuroni cerebrali rimuovendoli dalla superficie della testa.

Il cervello ha attività bioelettrica. Ogni cellula nervosa nel sistema nervoso centrale è in grado di creare un impulso elettrico e di trasmetterlo alle cellule vicine utilizzando assoni e dendriti. Ci sono circa 14 miliardi di neuroni nella corteccia cerebrale, ognuno dei quali crea il proprio impulso elettrico. Individualmente, ogni impulso non rappresenta nulla, ma l'attività elettrica totale di 14 miliardi di cellule ogni secondo crea un campo elettromagnetico attorno al cervello, che viene registrato da un elettrocitogramma del cervello.

Il monitoraggio EEG rivela patologie cerebrali funzionali e organiche, ad esempio, epilessia o disturbi del sonno. L'elettroencefalografia viene eseguita utilizzando un dispositivo: un elettroencefalografo. È dannoso eseguire la procedura con un elettroencefalografo: lo studio è innocuo, poiché il dispositivo non invia un singolo segnale al cervello, ma registra solo i biopotenziali in uscita.

Un elettroencefalogramma del cervello è una rappresentazione grafica dell'attività elettrica del sistema nervoso centrale. Raffigura onde e ritmi. I loro indicatori qualitativi e quantitativi vengono analizzati e viene emessa una diagnosi. L'analisi si basa sui ritmi - vibrazioni elettriche del cervello.

L'elettroencefalografia computerizzata (CEEG) è un metodo digitale per registrare l'attività delle onde cerebrali. Elettroencefalografi obsoleti visualizzano il risultato grafico su un lungo nastro. SEEG visualizza il risultato sullo schermo del computer.

Ritmi EEG

Si distinguono i seguenti ritmi cerebrali, registrati sull'elettroencefalogramma:

La sua ampiezza aumenta in uno stato di tranquilla veglia, ad esempio, quando si riposa o in una stanza buia. L'attività alfa sull'EEG diminuisce quando il soggetto passa a un lavoro attivo che richiede un'elevata concentrazione di attenzione. Le persone che sono state cieche per tutta la vita hanno una mancanza di ritmo alfa sull'EEG.

È caratteristico della veglia attiva con un'alta concentrazione di attenzione. L'attività beta sull'EEG è espressa più chiaramente nella proiezione della corteccia frontale. Anche sull'elettroencefalogramma, il ritmo beta appare con un'apparenza acuta di un nuovo stimolo emotivamente significativo, ad esempio l'apparizione di una persona cara dopo diversi mesi di separazione. L'attività del ritmo beta aumenta anche con lo stress emotivo e il lavoro che richiede un'elevata concentrazione di attenzione..

Questa è una raccolta di onde di bassa ampiezza. Il ritmo gamma è una continuazione delle onde beta. Pertanto, l'attività gamma viene registrata ad alto stress psico-emotivo. Il fondatore della scuola sovietica di neuroscienze, Sokolov, ritiene che il ritmo gamma sia un riflesso dell'attività della coscienza umana.

Queste sono onde di ampiezza elevata. Viene registrato nella fase del sonno profondo naturale e farmacologico. Anche le onde delta vengono registrate in coma..

Queste onde sono generate nell'ippocampo. Le onde theta compaiono sull'EEG in due stati: la fase del movimento rapido degli occhi e con un'alta concentrazione di attenzione. Il professore di Harvard Schacter sostiene che le onde theta appaiono in stati alterati di coscienza, ad esempio, in uno stato di profonda meditazione o trance.

Registrato nella proiezione della corteccia temporale del cervello. Appare in caso di soppressione delle onde alfa e in uno stato di elevata attività mentale del soggetto. Tuttavia, alcuni ricercatori associano il ritmo kappa al normale movimento degli occhi e lo considerano un artefatto o un effetto collaterale..

Appare in uno stato di riposo fisico, mentale ed emotivo. È registrato nella proiezione dei lobi motori della corteccia frontale del cervello. Le onde Mu scompaiono nel caso della visualizzazione o in uno stato di attività fisica.

Norma EEG negli adulti:

  • Ritmo alfa: frequenza - 8-13 Hz, ampiezza - 5-100 μV.
  • Ritmo beta: frequenza - 14-40 Hz, ampiezza - fino a 20 μV.
  • Ritmo gamma: frequenza - 30 o più, ampiezza - non più di 15 μV.
  • Ritmo delta: frequenza - 1-4 Hz, ampiezza - 100-200 μV.
  • Ritmo Theta: frequenza - 4-8 Hz, ampiezza - 20-100 μV.
  • Ritmo Kappa: frequenza - 8-13 Hz, ampiezza - 5-40 μV.
  • Mu-ritmo: frequenza - 8-13 Hz, ampiezza - in media 50 μV.

La conclusione dell'EEG di una persona sana consiste proprio in questi indicatori.

Tipi di EEG

Esistono i seguenti tipi di elettroencefalografia:

  1. EEG notturno del cervello con accompagnamento video. Nel corso dello studio vengono registrate le onde elettromagnetiche del cervello e la ricerca video e audio permette di valutare l'attività comportamentale e motoria del soggetto durante il sonno. Il monitoraggio quotidiano dell'EEG del cervello viene utilizzato quando è necessario confermare la diagnosi di epilessia di origine complessa o stabilire le cause delle convulsioni.
  2. Mappatura del cervello. Questo tipo consente di creare una mappa della corteccia cerebrale e contrassegnare su di essa focolai emergenti patologici.
  3. Elettroencefalografia di biofeedback. Viene utilizzato per l'allenamento per controllare l'attività cerebrale. Quindi, il ricercato, quando dà stimoli sonori o luminosi, vede il suo encefalogramma e cerca di cambiare mentalmente i suoi indicatori. Ci sono poche informazioni su questo metodo ed è difficile valutarne l'efficacia. Si afferma che sia usato per pazienti che hanno resistenza ai farmaci antiepilettici.

Indicazioni per l'appuntamento

I metodi di ricerca elettrofisiologica, incluso un elettroencefalogramma, sono mostrati in questi casi:

  • Per la prima volta è stato rivelato un attacco convulsivo. Convulsioni convulsive. Sospetta epilessia. In questo caso, l'EEG rivela la causa della malattia..
  • Valutazione dell'efficacia della terapia farmacologica nell'epilessia ben controllata e resistente ai farmaci.
  • Lesione cerebrale traumatica posticipata.
  • Sospetta neoplasia nella cavità cranica.
  • Disturbi del sonno.
  • Condizioni funzionali patologiche, disturbi nevrotici, come depressione o nevrastenia.
  • Valutazione delle prestazioni cerebrali dopo aver subito ictus.
  • Valutazione dei cambiamenti involutivi nei pazienti anziani.

Controindicazioni

L'EEG del cervello è un metodo non invasivo assolutamente sicuro. Registra i cambiamenti elettrici nel cervello rimuovendo potenziali con elettrodi che non hanno un effetto negativo sul corpo. Pertanto, un elettroencefalogramma non ha controindicazioni e può essere eseguito su qualsiasi paziente che abbia un cervello.

Come prepararsi per la procedura

  • Per 3 giorni, il paziente deve abbandonare la terapia anticonvulsivante e altri farmaci che influenzano il funzionamento del sistema nervoso centrale (tranquillanti, ansiolitici, antidepressivi, psicostimolanti, ipnotici). Questi farmaci influenzano l'inibizione o l'eccitazione della corteccia cerebrale, a causa della quale l'EEG mostrerà risultati inaffidabili..
  • Per 2 giorni, devi fare una piccola dieta. Dovresti evitare bevande contenenti caffeina o altri stimolanti del sistema nervoso. Non è consigliabile bere caffè, tè forte, Coca-Cola. Dovresti anche limitare il cioccolato fondente.
  • La preparazione per l'esame include lo shampoo: i sensori di registrazione sono posizionati sul cuoio capelluto, quindi i capelli puliti forniranno un contatto migliore.
  • Prima dell'esame, non è consigliabile applicare lacca per capelli, gel e altri cosmetici che modificano la densità e la consistenza dei capelli sui capelli..
  • Non fumare due ore prima dello studio: la nicotina stimola il sistema nervoso centrale e può distorcere i risultati.

La preparazione per un EEG del cervello mostrerà un risultato buono e affidabile che non richiede un riesame.

Com'è la procedura

Descrizione del processo utilizzando l'esempio del monitoraggio video EEG. Lo studio può essere giorno e notte. Il primo di solito inizia dalle 9:00 alle 14:00. L'opzione notturna di solito inizia alle 21:00 e termina alle 9:00. Dura tutta la notte.

Prima dell'inizio della diagnosi, al soggetto viene applicato un cappuccio per elettrodo e sotto i sensori viene applicato un gel che migliora la conduttività. Il copricapo è fissato sulla testa con fermagli e chiusure. Il cappuccio viene indossato sulla testa della persona durante l'intera procedura. Il cappuccio EEG per bambini di età inferiore a 3 anni è ulteriormente rafforzato a causa delle piccole dimensioni della testa.

Tutte le ricerche vengono svolte in un laboratorio attrezzato con wc, frigorifero, bollitore e acqua. Parlerai con un medico che ha bisogno di scoprire il tuo attuale stato di salute e la preparazione per la procedura. Innanzitutto, parte dello studio viene condotto durante la veglia attiva: il paziente legge un libro, guarda la TV, ascolta musica. Il secondo periodo inizia durante il sonno: si valuta l'attività bioelettrica del cervello durante le fasi lente e rapide del sonno, si valutano gli atti comportamentali durante i sogni, il numero di risvegli e suoni estranei, come russare o parlare durante il sonno. La terza parte inizia dopo il risveglio e registra l'attività cerebrale dopo il sonno.

Durante il corso può essere utilizzata la fotostimolazione con EEG. Questa procedura è necessaria per valutare la differenza tra l'attività cerebrale durante la privazione di stimoli esterni e durante l'erogazione di stimoli luminosi. Cosa si nota sull'elettroencefalogramma durante la fotostimolazione:

  1. diminuzione dell'ampiezza dei ritmi;
  2. fotomioclono: i polispikes compaiono sull'EEG, che sono accompagnati da contrazioni dei muscoli del viso o dei muscoli degli arti;

La fotostimolazione può provocare risposte epilettiformi o crisi epilettiche. Questo metodo può essere utilizzato per diagnosticare l'epilessia latente..

Per diagnosticare l'epilessia latente, viene utilizzato anche un test di iperventilazione EEG. Al soggetto viene chiesto di respirare profondamente e regolarmente per 4 minuti. Questo metodo di provocazione consente di identificare l'attività epilettiforme sull'elettroencefalogramma o addirittura di provocare una crisi convulsiva generalizzata di natura epilettica.

L'elettroencefalografia diurna viene eseguita in modo simile. Viene eseguito in uno stato di veglia attiva o passiva. Il tempo richiede da una a due ore.

Come passare un EEG in modo che non venga trovato nulla? L'attività elettrica del cervello rivela i minimi cambiamenti nell'attività delle onde cerebrali. Pertanto, se esiste una patologia, ad esempio epilessia o disturbi circolatori, uno specialista la identificherà. La norma e la patologia sull'EEG sono sempre visibili, nonostante tutti i tentativi di nascondere i risultati spiacevoli.

Quando è impossibile trasportare il paziente, viene eseguito un EEG del cervello a casa.

Per bambini

I bambini eseguono l'EEG utilizzando un algoritmo simile. Il bambino viene messo su un cappuccio a rete con elettrodi fissi e posizionato sulla testa, prima di trattare la superficie della testa con un gel conduttivo.

Come prepararsi: la procedura non causa alcun fastidio o dolore. Tuttavia, i bambini hanno ancora paura perché sono nello studio del medico o in laboratorio, che già inizialmente forma la mentalità su ciò che sarà spiacevole. quindi, prima della procedura, al bambino dovrebbe essere spiegato cosa gli succederà esattamente e che lo studio non è doloroso.

A un bambino iperattivo può essere somministrato un sedativo o un sonnifero prima del test. Ciò è necessario affinché durante lo studio, movimenti non necessari della testa o del collo non rimuovano il contatto tra i sensori e la testa. Per un neonato, lo studio si svolge in sogno.

Risultato e decodifica

L'esecuzione di un EEG del cervello fornisce un risultato grafico dell'attività bioelettrica del sistema nervoso centrale. Può essere una registrazione su nastro o un'immagine su un computer. La decodifica di un elettroencefalogramma è un'analisi degli indicatori di onde e ritmi. Quindi, gli indicatori ottenuti vengono confrontati con la frequenza e l'ampiezza normali.

Esistono i seguenti tipi di anomalie EEG

Record normali o tipo organizzato. È caratterizzato da una componente principale (onde alfa) che hanno frequenze regolari e corrette. Le onde sono lisce. I ritmi beta sono prevalentemente di frequenza media o alta con una piccola ampiezza. Ci sono poche o quasi onde lente.

  • Il primo tipo è diviso in due sottotipi:
    • una variante della norma ideale; qui le onde non sono cambiate in linea di principio;
    • disturbi sottili che non influenzano il lavoro del cervello e lo stato mentale di una persona.
  • Tipo ipersincrono. È caratterizzato da un indice d'onda elevato e da una maggiore sincronizzazione. Tuttavia, le onde mantengono la loro struttura.
  • Disturbo di sincronizzazione (EEG di tipo piatto o EEG di tipo desincrono). La gravità dell'attività alfa diminuisce con un aumento dell'attività delle onde beta. Tutti gli altri ritmi rientrano nei limiti normali.
  • EEG di tipo disorganizzato con onde alfa pronunciate. È caratterizzato da un'elevata attività del ritmo alfa, ma questa attività è irregolare. Un tipo disorganizzato di EEG con un ritmo alfa non ha un'attività sufficiente e può essere registrato in tutte le parti del cervello. Viene registrata anche un'elevata attività delle onde beta, theta e delta..
  • Disorganizzazione dell'EEG con predominanza di ritmica delta e theta. Caratterizzato da una bassa attività delle onde alfa e da un'attività ad alto ritmo lento.

Primo tipo: un elettroencefalogramma mostra la normale attività cerebrale. Il secondo tipo riflette una debole attivazione della corteccia cerebrale, più spesso indica una violazione del tronco cerebrale con una violazione della funzione di attivazione della formazione reticolare. Il terzo tipo riflette una maggiore attivazione della corteccia cerebrale. Il quarto tipo di EEG mostra una disfunzione nel lavoro dei sistemi di regolazione del sistema nervoso centrale. Il quinto tipo riflette i cambiamenti organici nel cervello..

I primi tre tipi negli adulti si trovano normalmente o con cambiamenti funzionali, ad esempio con disturbi nevrotici o schizofrenia. Gli ultimi due tipi indicano cambiamenti organici graduali o l'inizio della degenerazione cerebrale..

I cambiamenti nell'elettroencefalogramma sono spesso aspecifici, tuttavia, alcune sfumature patognomoniche rendono possibile sospettare una malattia specifica. Ad esempio, i cambiamenti irritativi nell'EEG sono tipici indicatori non specifici che possono manifestarsi nell'epilessia o nelle malattie vascolari. In un tumore, ad esempio, l'attività delle onde alfa e beta diminuisce, sebbene ciò sia considerato irritante. I cambiamenti irritanti hanno i seguenti indicatori: le onde alfa sono esacerbate, l'attività delle onde beta aumenta.

Sull'elettroencefalogramma è possibile registrare i cambiamenti focali. Tali indicatori indicano una disfunzione focale delle cellule nervose. Tuttavia, la non specificità di questi cambiamenti non consente di tracciare una linea limite tra infarto cerebrale o suppurazione, poiché in ogni caso l'EEG mostrerà lo stesso risultato. Tuttavia, è noto per certo: cambiamenti moderati e diffusi indicano patologia organica, non funzionale.

L'EEG è del più grande valore per la diagnosi di epilessia. I fenomeni epilettiformi vengono registrati sul nastro tra le singole crisi. Oltre all'epilessia palese, tali fenomeni sono registrati in persone a cui non è stata ancora diagnosticata l'epilessia. I modelli epilettiformi sono composti da picchi, ritmi acuti e onde lente.

Tuttavia, alcune caratteristiche individuali del cervello possono produrre aderenze anche nel caso in cui la persona non abbia l'epilessia. Questo accade nel 2%. Tuttavia, nelle persone che soffrono di epilessia, le aderenze epilettiformi sono registrate nel 90% di tutti i casi diagnostici..

Inoltre, utilizzando l'elettroencefalografia, è possibile stabilire la diffusione dell'attività cerebrale convulsa. Quindi, l'EEG ti consente di stabilire: l'attività patologica si estende a tutta la corteccia cerebrale o solo ad alcune delle sue parti. Questo è importante per la diagnosi differenziale delle forme di epilessia e la scelta delle tattiche di trattamento..

Le convulsioni generalizzate (convulsioni in tutto il corpo) sono associate ad attività patologica bilaterale e polispecie. Quindi, è stata stabilita la seguente relazione:

  1. Le crisi epilettiche parziali sono correlate con le aderenze nel giro temporale anteriore.
  2. La compromissione sensoriale durante o prima dell'epilessia è associata ad attività patologica vicino al solco di Roland.
  3. Allucinazioni visive o diminuzione dell'accuratezza della vista durante o prima di una crisi associata ad aderenze nella proiezione della corteccia occipitale.

Alcune sindromi EEG:

  • Ipsaritmia. La sindrome si manifesta con un disturbo nel ritmo delle onde, la comparsa di onde acute e polyspikes. Si manifesta con spasmi infantili e sindrome di West. Molto spesso conferma una violazione diffusa delle funzioni di regolazione del cervello.
  • La manifestazione di polyspikes con una frequenza di 3 Hz indica un attacco epilettico minore, ad esempio, tali onde appaiono in uno stato di assenza. Questa patologia è caratterizzata da un'improvvisa perdita di coscienza per alcuni secondi mantenendo il tono muscolare e in assenza di una risposta ad eventuali stimoli esterni.
  • Un gruppo di onde polyspike indica una classica crisi epilettica generalizzata con crisi toniche e cloniche.
  • Le onde di picco a bassa frequenza (1-5 Hz) nei bambini sotto i 6 anni riflettono cambiamenti diffusi nel cervello. In futuro, questi bambini sono suscettibili ai disturbi dello sviluppo psicomotorio..
  • Adesioni nella proiezione del giro temporale. Possono essere associati a epilessia benigna nei bambini.
  • L'attività dominante delle onde lente, in particolare i ritmi delta, indicano un danno cerebrale organico come causa delle convulsioni.

Secondo i dati dell'elettroencefalografia, si può giudicare lo stato di coscienza nei pazienti. Quindi, c'è una grande varietà di segni specifici sul nastro, in base ai quali si può presumere un deterioramento qualitativo o quantitativo della coscienza. Tuttavia, anche qui, si manifestano spesso cambiamenti aspecifici, come nell'encefalopatia di origine tossica. Nella maggior parte dei casi, l'attività patologica sull'elettroencefalogramma riflette la natura organica del disturbo, piuttosto che funzionale o psicogena.

Quali sono i segni di alterazione della coscienza sull'EEG sullo sfondo di disturbi metabolici:

  1. In uno stato di coma o sopore, un'elevata attività delle onde beta indica intossicazione da farmaci.
  2. Le onde ampie trifase nella proiezione dei lobi frontali indicano l'encefalopatia epatica.
  3. Una diminuzione dell'attività di tutte le onde indica una diminuzione della funzionalità della ghiandola tiroidea e dell'ipotiroidismo in generale..
  4. In coma sullo sfondo del diabete mellito, l'EEG mostra un'attività ondulatoria in un adulto, simile ai fenomeni epilettiformi.
  5. In uno stato di mancanza di ossigeno e sostanze nutritive (ischemia e ipossia), l'EEG produce onde lente.

I seguenti parametri sull'EEG indicano un coma profondo o possibile morte:

  • Coma alfa. Le onde alfa sono caratterizzate da attività paradossale, questo è particolarmente chiaramente registrato nella proiezione dei lobi frontali del cervello.
  • Una forte diminuzione o la completa assenza di attività cerebrale è indicata da lampi neurali spontanei, che si alternano a onde rare ad alto voltaggio.
  • Il "silenzio del cervello elettrico" è caratterizzato da polispecie generalizzate e ritmi di onde insulari.

Le malattie del cervello sullo sfondo dell'infezione si manifestano con onde lente aspecifiche:

  1. Il virus dell'herpes simplex o l'encefalite è caratterizzato da ritmi lenti nella proiezione della corteccia temporale e frontale del cervello.
  2. L'encefalite generalizzata è caratterizzata dall'alternanza di onde lente e acute.
  3. La malattia di Creutzfeldt-Jakob si manifesta all'EEG in onde acute a tre e due fasi.

L'EEG viene utilizzato nella diagnosi della morte cerebrale. Quindi, con la morte della corteccia cerebrale, l'attività dei potenziali elettrici viene ridotta al massimo. Tuttavia, una completa cessazione dell'attività elettrica non è sempre definitiva. Quindi, l'attenuazione dei biopotenziali può essere temporanea e reversibile, come, ad esempio, in caso di overdose di droga, arresto respiratorio

Nello stato vegetativo del sistema nervoso centrale, l'attività isoelettrica si nota sull'EEG, che indica la morte completa della corteccia cerebrale.

Per bambini

Quante volte puoi farlo: il numero di procedure non è limitato, poiché lo studio è innocuo.

L'EEG nei bambini ha caratteristiche. L'elettroencefalogramma mostra nei bambini di età inferiore a un anno (bambino a termine e indolore) un'ampiezza periodica bassa e onde lente generalizzate, principalmente ritmo delta. Questa attività non ha simmetria. Nella proiezione dei lobi frontali e della corteccia parietale, l'ampiezza delle onde aumenta. L'attività a onde lente sull'EEG in un bambino di questa età è la norma, poiché i sistemi di regolazione del cervello non sono ancora stati formati.

Norme EEG nei bambini da un mese a tre anni: l'ampiezza delle onde elettriche aumenta a 50-55 μV. C'è una graduale stabilizzazione del ritmo delle onde. L'EEG risulta in bambini di tre mesi: un ritmo mu con un'ampiezza di 30-50 μV viene registrato nei lobi frontali. Viene registrata anche l'asimmetria delle onde negli emisferi sinistro e destro. Entro i 4 mesi di età, l'attività ritmica degli impulsi elettrici viene registrata nella proiezione della corteccia frontale e occipitale.

Decodifica EEG nei bambini di un anno di età. Un elettroencefalogramma mostra le fluttuazioni del ritmo alfa che si alternano a lente onde delta. Le onde alfa sono caratterizzate da instabilità e mancanza di ritmo chiaro. Nel 40% dell'intero elettroencefalogramma, dominano il ritmo theta e il ritmo delta (50%).

Decifrare gli indicatori nei bambini di due anni. L'attività delle onde alfa è registrata in tutte le proiezioni della corteccia cerebrale come segno di graduale attivazione dell'attività del sistema nervoso centrale. Si nota anche l'attività del ritmo beta.

EEG nei bambini di 3-4 anni. Il ritmo theta domina sull'elettroencefalogramma, le onde delta lente prevalgono nella proiezione della corteccia occipitale. Sono presenti anche ritmi alfa, ma sono appena percettibili sullo sfondo di onde lente. Con l'iperventilazione (respirazione forzata attiva), si nota l'acuirsi delle onde.

All'età di 5-6 anni, le onde si stabilizzano e diventano ritmiche. Le onde alfa assomigliano già all'attività alfa negli adulti. Le onde lente non si sovrappongono più alle onde alfa per la loro regolarità.

L'EEG nei bambini di 7-9 anni registra l'attività dei ritmi alfa, ma in misura maggiore queste onde sono registrate nella proiezione della corona. Le onde lente si ritirano in secondo piano: la loro attività non supera il 35%. Le onde alfa costituiscono circa il 40% dell'EEG totale e le onde theta non costituiscono più del 25%. L'attività beta viene registrata nella corteccia frontale e temporale.

Elettroencefalogramma nei bambini di età compresa tra 10 e 12 anni. Le loro onde alfa sono quasi mature: sono organizzate e ritmiche, dominando tutto il nastro grafico. L'attività alfa rappresenta circa il 60% dell'intero EEG. Queste onde mostrano la tensione più alta nell'area dei lobi frontale, temporale e parietale..

EEG nei bambini di età compresa tra 13 e 16 anni. La formazione delle onde alfa è terminata. L'attività bioelettrica del cervello in bambini sani ha acquisito le caratteristiche dell'attività cerebrale di un adulto sano. L'attività alfa domina tutte le parti del cervello.

Le indicazioni per la procedura nei bambini sono le stesse degli adulti. Per i bambini, l'EEG è prescritto principalmente per la diagnosi di epilessia e per stabilire la natura delle crisi (epilettiche o non epilettiche).

Le crisi non epilettiche si manifestano con i seguenti indicatori EEG:

  1. Le esplosioni di onde delta e theta sono sincrone negli emisferi sinistro e destro, sono generalizzate e sono più pronunciate nei lobi parietali e frontali.
  2. Le onde theta sono sincrone su entrambi i lati e sono caratterizzate da un'ampiezza bassa.
  3. L'EEG mostra aderenze arcuate.

Attività epilettica nei bambini:

  • Tutte le onde sono affilate, sono sincrone su entrambi i lati e generalizzate. Spesso si presentano all'improvviso. Può verificarsi in risposta all'apertura degli occhi.
  • Le onde lente sono registrate nella proiezione dei lobi frontale e occipitale. Si registrano da svegli e scompaiono se il bambino chiude gli occhi..

Articolo Successivo
Trattamento dell'edema delle gambe negli anziani con rimedi popolari, ricette