Trattamento della malattia coronarica: come fermare la malattia e salvare la vita da un infarto


In questo articolo scopriremo:

Secondo la definizione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, la malattia coronarica (IHD) è una disfunzione miocardica acuta o cronica dovuta a una diminuzione relativa o assoluta dell'apporto del miocardio con sangue arterioso, il più delle volte associato a un processo patologico nel sistema dell'arteria coronaria.

Quindi, l'IHD è un cronico carenza di ossigeno del muscolo cardiaco, che porta all'interruzione del suo normale funzionamento. La mancanza di ossigeno porta all'interruzione di tutte le funzioni del nostro cuore. Ecco perché la cardiopatia ischemica è un concetto complesso che comprende angina pectoris, infarto miocardico e aritmie cardiache..

Perché si verifica l'IHD??

Per funzionare correttamente, il nostro cuore ha bisogno di un apporto costante di ossigeno dal sangue. Le arterie coronarie e le loro diramazioni forniscono sangue al nostro cuore. Finché il lume dei vasi coronarici è pulito e ampio, il cuore non avverte mancanza di ossigeno, il che significa che è in grado di lavorare in modo efficiente e ritmico senza prestare attenzione a se stesso in nessuna condizione.

All'età di 35-40 anni diventa sempre più difficile possedere vasi cardiaci puliti. La nostra salute è sempre più influenzata dallo stile di vita abituale. L'ipertensione e l'abbondanza di cibi grassi nella dieta contribuiscono all'accumulo di depositi di colesterolo sulle pareti dei vasi coronarici. Quindi il lume dei vasi inizia a restringersi, da cui dipende direttamente la nostra vita. Lo stress regolare e il fumo, a loro volta, portano allo spasmo delle arterie coronarie, il che significa che riducono ulteriormente il flusso sanguigno al cuore. Infine, uno stile di vita sedentario e un peso corporeo eccessivo come fattore scatenante portano inevitabilmente alla prima insorgenza della malattia coronarica..

Sintomi di malattia coronarica. Come distinguersi da un attacco di cuore?

Molto spesso, le primissime manifestazioni evidenti della malattia coronarica sono il dolore parossistico allo sterno (cuore) - angina pectoris. Le sensazioni dolorose possono "dare" alla mano sinistra, alla clavicola, alla scapola o alla mascella. Questi dolori possono essere sia sotto forma di acute sensazioni lancinanti, sia sotto forma di sensazione di pressione ("pressioni cardiache") o sensazione di bruciore dietro lo sterno. Tali dolori spesso fanno congelare una persona, interrompere qualsiasi azione e persino trattenere il respiro finché non passano. Il dolore al cuore nella malattia coronarica di solito dura almeno 1 minuto e non più di 15 minuti. Il loro verificarsi può essere preceduto da un forte stress o attività fisica, ma potrebbero non esserci ragioni ovvie. Da un infarto, un attacco di angina pectoris in IHD si distingue per una minore intensità del dolore, la loro durata non supera i 15 minuti e la scomparsa dopo l'assunzione di nitroglicerina.

Quali sono le cause degli attacchi di malattia coronarica??

Quando abbiamo discusso l'afflusso di sangue al cuore, abbiamo detto che i vasi coronarici puliti consentono al nostro cuore di funzionare in modo efficiente in qualsiasi condizione. Le placche di colesterolo restringono lo spazio coronarico e riducono il flusso sanguigno al miocardio (muscolo cardiaco). Più difficile è l'afflusso di sangue al cuore, meno stress può sopportare senza un attacco doloroso. Tutto questo accade perché qualsiasi stress emotivo e fisico richiede il rafforzamento del lavoro del cuore. Per far fronte a un tale carico, il nostro cuore ha bisogno di più sangue e ossigeno. Ma i vasi sono già ostruiti da depositi di grasso e spasmodici - non consentono al cuore di ricevere la nutrizione necessaria. Cosa succede: il carico sul cuore sta crescendo, ma non può ricevere più sangue. È così che si sviluppa la fame di ossigeno del muscolo cardiaco, che, di regola, si manifesta con un attacco di dolori lancinanti o pressanti dietro lo sterno.

È noto che diversi fattori dannosi portano sempre all'insorgenza di cardiopatia ischemica. Sono spesso legati l'uno all'altro. Ma perché sono dannosi?

L'abbondanza di cibi grassi nella dieta - porta a aumento del colesterolo nel sangue e dei suoi depositi sulle pareti dei vasi sanguigni. Il lume delle coronarie si restringe: l'afflusso di sangue al cuore diminuisce. Pertanto, distinti attacchi di cardiopatia ischemica diventano evidenti se i depositi di colesterolo restringono il lume dei vasi coronarici e dei loro rami di oltre il 50%.

Diabete - accelera il processo di aterosclerosi e depositi di placche di colesterolo sui vasi. La presenza di diabete mellito raddoppia il rischio di malattia coronarica e peggiora significativamente la prognosi dei pazienti. Una delle complicanze cardiache più pericolose del diabete mellito è infarto miocardico.

Ipertensione - crea la pressione alta stress eccessivo sul cuore e sui vasi sanguigni. Il cuore lavora in una modalità di esaurimento eccessivamente alta. I vasi sanguigni perdono la loro elasticità: la capacità di rilassarsi e consentire il passaggio di più sangue durante l'esercizio. La parete vascolare è traumatizzata - il fattore più importante che accelera la deposizione di placche di colesterolo e il restringimento del lume vascolare.

Uno stile di vita sedentario: il lavoro sedentario costante al computer, la guida di un'auto e la mancanza di attività fisica necessaria portano a indebolimento del muscolo cardiaco, stasi venosa. Diventa sempre più difficile per un cuore debole pompare sangue stagnante. In queste condizioni, è impossibile nutrire adeguatamente il muscolo cardiaco con l'ossigeno: si sviluppa una malattia coronarica.

Fumo, alcol, stress frequente: tutti questi fattori portano a spasmo dei vasi coronarici - il che significa che interrompono direttamente l'afflusso di sangue al cuore. Gli spasmi regolari dei vasi cardiaci già bloccati dalle placche di colesterolo sono il precursore più pericoloso dello sviluppo precoce dell'angina pectoris e dell'infarto miocardico.

Cosa porta alla cardiopatia ischemica e perché deve essere trattata?

La cardiopatia ischemica è una malattia progressiva. A causa della crescente aterosclerosi, pressione sanguigna incontrollata e stile di vita nel corso degli anni, l'afflusso di sangue al cuore si deteriora a livelli critici. La malattia coronarica non controllata e non trattata può progredire fino a infarto miocardico, blocco della frequenza cardiaca e insufficienza cardiaca. Quali sono queste condizioni e come sono pericolose??

L'infarto miocardico è la morte di un'area specifica del muscolo cardiaco. Si sviluppa, di regola, a causa della trombosi delle arterie che alimentano il cuore. Questa trombosi è il risultato della progressiva crescita delle placche di colesterolo. È su di loro che si formano nel tempo i coaguli di sangue, che sono in grado di bloccare l'ossigeno al nostro cuore e mettere in pericolo la vita.

Con l'infarto del miocardio, c'è un attacco improvviso di dolore insopportabile e lacerante al petto o nella regione del cuore. Questo dolore può irradiarsi al braccio sinistro, alla scapola o alla mascella. In questo stato, il paziente ha sudore freddo, la pressione sanguigna può scendere, nausea, debolezza e una sensazione di paura per la sua vita.. L'infarto miocardico differisce dagli attacchi di angina nella malattia coronarica per il dolore intollerabile che dura a lungo, più di 20-30 minuti e diminuisce leggermente dall'assunzione di nitroglicerina.

Un attacco di cuore è una condizione pericolosa per la vita che può portare all'arresto cardiaco. Ecco perché, quando compaiono i sintomi di cui sopra, devi chiamare immediatamente un'ambulanza..

Disturbi del ritmo cardiaco - blocchi e aritmie. La violazione prolungata dell'adeguato apporto di sangue al cuore nella malattia coronarica porta a vari fallimenti del ritmo cardiaco. Con le aritmie, la funzione di pompaggio del cuore può diminuire in modo significativo - pompa il sangue in modo inefficace. Inoltre, in caso di grave violazione del ritmo cardiaco e della conduzione, è possibile l'arresto cardiaco..

Le aritmie cardiache nella malattia coronarica possono essere asintomatiche e registrate solo su un elettrocardiogramma. Tuttavia, in alcuni casi, i pazienti li avvertono sotto forma di un frequente battito cardiaco dietro lo sterno ("battito cardiaco") o, al contrario, un evidente rallentamento del battito cardiaco. Tali attacchi sono accompagnati da debolezza, vertigini e, nei casi più gravi, possono portare alla perdita di coscienza..

Lo sviluppo dell'insufficienza cardiaca cronica è il risultato di una malattia coronarica non trattata. L'insufficienza cardiaca è incapacità del cuore di far fronte all'attività fisica e fornire completamente il sangue al corpo. Il cuore si indebolisce. Con insufficienza cardiaca lieve, durante lo sforzo si verifica una grave mancanza di respiro. In caso di grave insufficienza, il paziente non è in grado di sopportare i carichi domestici più leggeri senza dolore al cuore e mancanza di respiro. Questa condizione è accompagnata da gonfiore degli arti, una costante sensazione di debolezza e malessere..

Pertanto, l'insufficienza cardiaca è il risultato del progresso della malattia coronarica. Lo sviluppo di insufficienza cardiaca può peggiorare in modo significativo la qualità della vita e portare a perdita completa delle prestazioni.

Come viene diagnosticata la malattia coronarica??

La diagnosi di cardiopatia coronarica si basa sui risultati di studi strumentali e di laboratorio. Viene eseguito un esame del sangue, con una decodifica del profilo di colesterolo e zuccheri. Per valutare il funzionamento del cuore (ritmo, eccitabilità, contrattilità), viene registrato un ECG (elettrocardiogramma). Per valutare con precisione il grado di restringimento dei vasi che alimentano il cuore, viene iniettato un mezzo di contrasto nel sangue e viene eseguito uno studio a raggi X: angiografia coronarica. La raccolta dei dati di ricerca mostra lo stato attuale del metabolismo, del muscolo cardiaco e dei vasi coronarici. In combinazione con i sintomi, ciò consente di diagnosticare l'IHD e determinare la prognosi del decorso della malattia..

Trattamento della cardiopatia ischemica con farmaci. Prospettive. Cosa è importante sapere?

Prima di tutto, devi capire che i farmaci non trattano la causa principale della malattia coronarica: attutiscono temporaneamente i sintomi del suo decorso. Di norma, per il trattamento della malattia coronarica, viene prescritto un intero complesso di diversi farmaci, che deve essere assunto ogni giorno dal momento dell'appuntamento. per la vita. Nel trattamento della malattia coronarica vengono prescritti farmaci di diversi gruppi principali. Le medicine di ogni gruppo hanno un numero di fondamentali limitazioni d'uso in pazienti con malattia coronarica. Quindi il trattamento diventa impossibile o pericoloso per la salute in presenza di determinate malattie in diversi pazienti. Sovrapposte l'una all'altra, queste restrizioni restringono significativamente le possibilità di trattamento farmacologico della malattia coronarica. Inoltre, la collezione effetti collaterali da diversi farmaci, è, infatti, una malattia che è già separata dalla IHD, che riduce notevolmente la qualità della vita umana.

Oggi, i seguenti gruppi di farmaci vengono utilizzati per la prevenzione dei farmaci e il trattamento della malattia coronarica:

  • Agenti antipiastrinici
  • B-bloccanti
  • Statine
  • ACE inibitori
  • Calcio antagonisti
  • Nitrati

Ciascun gruppo di questi farmaci ha limiti di applicabilità completamente certi e una serie di effetti collaterali associati, che è importante conoscere:

Agenti antipiastrinici - farmaci per fluidificare il sangue. I farmaci più comunemente usati sono l'aspirina. Tutti i farmaci in questo gruppo sono controindicati durante la gravidanza e l'allattamento. I farmaci hanno un effetto irritante e ulcerativo sullo stomaco e sull'intestino. Ecco perché l'assunzione di questi fondi rappresenta un rischio per i pazienti che hanno già ulcera gastrica, ulcera duodenale o malattia infiammatoria intestinale. Con l'uso prolungato di farmaci contenenti aspirina, c'è il rischio di sviluppare una reazione allergica delle vie respiratorie. Questo è particolarmente importante da tenere in considerazione se un paziente con malattia coronarica ha già asma bronchiale o bronchite, perché i farmaci possono scatenare un attacco. Va tenuto presente che tutti i farmaci di questo gruppo esercitano un carico significativo sul fegato e quindi sono estremamente indesiderabili per l'uso nelle malattie del fegato..

I B-bloccanti sono un enorme gruppo di farmaci che occupano uno dei posti principali nel trattamento farmacologico della cardiopatia ischemica. Tutti i beta-bloccanti hanno limitazioni significative per l'applicazione. Questo gruppo di farmaci non deve essere assunto da pazienti con asma bronchiale, bronchite, BPCO e diabete mellito. Ciò è dovuto ad effetti collaterali come possibile broncospasmo e picchi di zucchero nel sangue..

Statine - Questi farmaci sono usati per abbassare i livelli di colesterolo nel sangue. L'intera linea di farmaci è vietata durante la gravidanza e l'allattamento, come le statine può causare anomalie fetali. I farmaci sono altamente tossici per il fegato e quindi non sono raccomandati per le malattie corrispondenti. In caso di ricovero, è richiesto un regolare monitoraggio di laboratorio dei parametri infiammatori del fegato. Le statine possono causare atrofia del muscolo scheletrico, oltre ad aggravare il decorso di una miopatia esistente. Per questo motivo, se si verificano dolori muscolari durante l'assunzione di questi farmaci, è necessario consultare un medico. Le statine sono categoricamente incompatibili con l'assunzione di alcol.

Calcio-antagonisti - usati anche in combinazione con altri farmaci per abbassare la pressione sanguigna. L'intero gruppo di questi farmaci è vietato per l'uso durante la gravidanza e l'allattamento. Nel caso del diabete mellito, l'uso di questo gruppo di farmaci nel trattamento della malattia coronarica è estremamente indesiderabile. Ciò è associato al rischio di gravi violazioni dell'equilibrio ionico nel sangue. Nel caso della vecchiaia e della presenza di disturbi della circolazione cerebrale, è associata l'assunzione di farmaci di questo gruppo il rischio di sviluppare un ictus. I farmaci sono categoricamente incompatibili con l'assunzione di alcol.

Gli inibitori dell'ACE (enzima di conversione dell'angiotensina) sono più comunemente usati per abbassare la pressione sanguigna nel trattamento della malattia coronarica. Riduce la concentrazione degli ioni più importanti nel sangue. Hanno un effetto dannoso sulla composizione cellulare del sangue. Sono tossici per il fegato e i reni e quindi non sono raccomandati per l'uso nelle malattie corrispondenti. Con un uso prolungato, provoca una tosse secca persistente.

I nitrati - utilizzati più spesso dai pazienti per alleviare gli attacchi di dolore al cuore (compressa di nitroglicerina sotto la lingua), possono anche essere prescritti per prevenire l'angina pectoris. Questo gruppo di farmaci è vietato per l'uso durante la gravidanza e l'allattamento. I farmaci hanno un effetto grave sul tono vascolare e quindi il loro uso provoca mal di testa, debolezza e diminuzione della pressione sanguigna. Per questo motivo, il trattamento con nitrati è pericoloso per le persone con alterata circolazione cerebrale, ipotensione e pressione intracranica. Con l'uso prolungato di nitrati, la loro efficacia è significativamente ridotta a causa della dipendenza: i dosaggi precedenti cessano per alleviare gli attacchi di angina. I nitrati sono categoricamente incompatibili con l'assunzione di alcol.

Considerando quanto sopra, diventa ovvio che il trattamento della malattia coronarica con farmaci può solo frenare temporaneamente il progresso della malattia, causando significativi effetti collaterali in una persona malata. Il principale svantaggio della terapia farmacologica è impatto sui sintomi della malattia senza eliminare la causa stessa lo sviluppo della malattia coronarica.

La ragione principale per lo sviluppo della cardiopatia ischemica. Perché si sviluppa questa malattia??

La cardiopatia ischemica è una malattia metabolica. È a causa dei profondi disturbi metabolici nel nostro corpo che il colesterolo si deposita sui vasi, la pressione sanguigna aumenta e si verifica uno spasmo dei vasi cardiaci. È impossibile far fronte al costante progresso della cardiopatia ischemica senza correggere il metabolismo nel corpo..

Come correggere il metabolismo e fermare il progresso della cardiopatia ischemica?

È ampiamente noto che la pressione sanguigna deve essere monitorata. Non è meno noto che ci sono numeri rigorosamente definiti di pressione sanguigna "sana", che corrispondono alla norma. Qualunque cosa sopra e sotto è una deviazione che porta alla malattia.

È altrettanto noto che il consumo costante di cibi grassi e ipercalorici porta alla deposizione di colesterolo nei vasi sanguigni, all'obesità. Quindi, diventa chiaro che Anche i grassi e le calorie negli alimenti hanno un tasso rigorosamente definito, all'interno del quale una persona è sana. Un consumo eccessivo di grassi porta alla malattia.

Ma quante volte i malati sentono che il loro respiro è più profondo del normale? Le persone con cardiopatia coronarica sanno che l'eccessiva respirazione profonda ogni giorno gioca un ruolo chiave nello sviluppo della loro malattia? I pazienti con IHD sanno che fintanto che respirano più profondamente di una norma fisiologica sana, nessun farmaco può fermare il progresso della malattia? Perché sta succedendo?

La respirazione è una delle funzioni vitali più importanti del nostro corpo. È la nostra respirazione che gioca un ruolo chiave nel metabolismo. Il lavoro di migliaia di enzimi, l'attività del cuore, del cervello e dei vasi sanguigni dipende direttamente da questo. La respirazione, come la pressione sanguigna, ha norme rigorosamente definite in base alle quali una persona è sana. Per anni, le persone con malattia coronarica respirano eccessivamente profondamente. La respirazione eccessivamente profonda modifica la composizione del gas del sangue, distrugge il metabolismo e porta allo sviluppo di malattie coronariche. Quindi con la respirazione profonda:

  • C'è uno spasmo dei vasi che riforniscono il cuore. Perché l'anidride carbonica è eccessivamente lavata dal nostro sangue - un fattore naturale nel rilassamento vascolare
  • Si sviluppa carenza di ossigeno nel muscolo cardiaco e negli organi interni: senza una quantità sufficiente di anidride carbonica nel sangue, l'ossigeno non può fluire al cuore e ai tessuti
  • Si sviluppa l'ipertensione arteriosa - un aumento della pressione sanguigna - una reazione di difesa riflessa del nostro corpo alla carenza di ossigeno di organi e tessuti.
  • Il corso dei processi metabolici più importanti viene interrotto. Un'eccessiva profondità della respirazione interrompe le proporzioni salutari dei gas nel sangue e il suo stato acido-base. Ciò comporta l'interruzione del normale funzionamento di un'intera cascata di proteine ​​ed enzimi. Tutto ciò contribuisce all'interruzione del metabolismo dei grassi e accelera la deposizione di colesterolo nei vasi..

Pertanto, la respirazione eccessivamente profonda è il fattore più importante nello sviluppo e nella progressione della malattia coronarica. Ecco perché l'assunzione di una manciata di farmaci non consente di fermare la malattia coronarica.. Assumendo farmaci, il paziente continua a respirare profondamente e distrugge il metabolismo. I dosaggi aumentano, la malattia progredisce, la prognosi diventa più grave, ma la respirazione profonda rimane. Normalizzazione della respirazione di un paziente con malattia coronarica - portandolo a una norma fisiologica sana, capace fermare il progresso della malattia, essere di immenso aiuto con i farmaci e Salva Vita da un attacco di cuore.

Come puoi normalizzare la respirazione??

Nel 1952 si esibì il fisiologo sovietico Konstantin Pavlovich Buteyko scoperta rivoluzionaria nel campo della medicina - Scoperta di malattie della respirazione profonda. Sulla base di ciò, ha sviluppato un ciclo di esercizi di respirazione speciali che ti consentono di ripristinare una respirazione sana e normale. Come ha dimostrato la pratica di migliaia di pazienti che sono passati attraverso il Centro Buteyko, la normalizzazione della respirazione elimina per sempre la necessità di pazienti con stadi iniziali della malattia. Nei casi gravi e avanzati, la respirazione diventa un enorme aiuto, consentendo, insieme alla terapia farmacologica, di salvare l'organismo dal progresso ininterrotto della malattia.

Per studiare il metodo del Dr.Buteyko e ottenere un risultato significativo nel trattamento, è necessaria la supervisione di un metodologo esperto. I tentativi di normalizzare la respirazione da soli, utilizzando materiali provenienti da fonti non verificate, non portano risultati al meglio. È necessario comprendere la respirazione, una funzione vitale del corpo. Stabilire una respirazione fisiologica sana è di grande beneficio, una respirazione impropria è un enorme danno alla salute.

Se vuoi normalizzare la tua respirazione, richiedi un corso per corrispondenza sul metodo Buteyko su Internet. Le lezioni si svolgono sotto la supervisione di un metodologo esperto, che consente di ottenere il risultato desiderato nel trattamento della malattia.

Primario del Centro per una formazione efficace nel metodo Buteyko,
Neurologo, chiropratico
Konstantin Sergeevich Altukhov

Come imparare il metodo Buteyko?

La registrazione per la formazione nel metodo Buteyko si apre con la ricezione di un "Video corso pratico sul metodo Buteyko"

Cause, sintomi e trattamento dell'ischemia cardiaca

Cos'è l'ischemia cardiaca?

L'ischemia del cuore è una malattia che è una violazione della circolazione sanguigna del miocardio. È causato da una mancanza di ossigeno, che viene trasportato attraverso le arterie coronarie. Le manifestazioni di aterosclerosi ne impediscono l'ingresso: restringimento dei lumi dei vasi sanguigni e formazione di placche in essi. Oltre all'ipossia, cioè alla mancanza di ossigeno, i tessuti sono privati ​​di alcuni dei nutrienti benefici necessari per il normale funzionamento del cuore..

La malattia coronarica è una delle malattie più comuni che causa la morte improvvisa. È molto meno comune tra le donne che tra gli uomini. Ciò è dovuto alla presenza nel corpo del gentil sesso di una serie di ormoni che impediscono lo sviluppo dell'aterosclerosi vascolare. Con l'inizio della menopausa, lo sfondo ormonale cambia, quindi la possibilità di sviluppare una malattia coronarica aumenta notevolmente.

Nell'ambito della classificazione della malattia coronarica, si distinguono le seguenti forme:

Forma indolore. Questa ischemia miocardica è tipica delle persone con un'elevata soglia del dolore. Il duro lavoro fisico, l'abuso di alcol contribuiscono al suo sviluppo. Il gruppo di rischio comprende gli anziani, così come quelli con diabete mellito. Questa forma di ischemia è indolore, motivo per cui viene spesso definita muta. Tuttavia, in alcuni casi, potrebbe esserci fastidio al torace. Si verifica nelle prime fasi dello sviluppo della malattia. I sintomi caratteristici dell'ischemia cardiaca indolore sono tachicardia, angina pectoris e una forte diminuzione della pressione sanguigna. Possibile debolezza al braccio sinistro, mancanza di respiro o bruciore di stomaco.

Arresto cardiaco primario. Si riferisce alla morte coronarica improvvisa. Si verifica immediatamente dopo un attacco di cuore o entro poche ore dopo di esso. Questa manifestazione della malattia coronarica è favorita da sovrappeso, fumo, ipertensione arteriosa e la causa è la fibrillazione ventricolare. Assegna la morte coronarica improvvisa con una rianimazione riuscita o con conseguente morte. Nel primo caso, l'assistenza medica qualificata dovrebbe essere fornita immediatamente. Se la defibrillazione non viene eseguita in tempo, il paziente muore.

Angina pectoris. Dolore comprimente o pressante, disagio nell'area del torace: questi sono i sintomi principali che determinano questa forma di malattia coronarica. Spesso si manifesta sotto forma di bruciore di stomaco, coliche o nausea. Il dolore dal petto può irradiarsi al collo, al braccio sinistro o alla spalla dallo stesso lato, a volte alla mascella e alla schiena. Il disagio si verifica durante l'attività fisica attiva, dopo aver mangiato, specialmente quando si mangia troppo, un forte aumento della pressione sanguigna. Lo stress e l'ipotermia causano l'angina. In tutte queste situazioni, c'è bisogno di più ossigeno per il muscolo del cuore, ma a causa delle arterie ostruite dalla placca, questo non è possibile. Per far fronte al dolore, che può durare fino a 15 minuti, è sufficiente interrompere l'attività fisica, se è stata causata da essa, o assumere nitrati a breve durata d'azione. Il più popolare di questi farmaci è la nitroglicerina..

L'angina pectoris può essere stabile e instabile. Nel primo caso, è causato dall'azione di fattori ambientali: fumo, attività fisica significativa. Puoi affrontarlo con l'aiuto della nitroglicerina. Se diventa inefficace, questo indica lo sviluppo di angina instabile. È più pericoloso, poiché spesso diventa la causa di infarto miocardico o morte del paziente. Uno dei tipi di angina pectoris instabile è l'angina pectoris di prima insorgenza. La principale caratteristica distintiva di questa forma della malattia è che l'inizio delle convulsioni è iniziato non più tardi di pochi mesi fa. La causa dell'angina pectoris alla prima insorgenza può essere un forte stress emotivo o fisico. In questo caso, le arterie coronarie possono funzionare normalmente. Il secondo gruppo di pazienti è formato da pazienti che hanno avuto infarto del miocardio e hanno patologia delle arterie coronarie. Se lo sviluppo della malattia si verifica in modo impercettibile, è molto probabile che si sviluppi in un'angina pectoris stabile. Ma è anche possibile un'altra opzione. Spesso i primi sintomi scompaiono presto, gli attacchi cessano e negli anni successivi l'angina del paziente non compare in alcun modo. Ciò richiede esami regolari per prevenire un infarto miocardico inaspettato..

L'angina pectoris progressiva, che è un altro tipo di instabilità, è caratterizzata da un aumento degli attacchi. Accadono più spesso, diventano più intensi e duraturi e possono essere accompagnati da soffocamento, mancanza di respiro e aumento della frequenza cardiaca. I primi attacchi si verificano con uno sforzo significativo. Quando l'angina pectoris progredisce, un po 'di sforzo fisico è sufficiente per aumentare la frequenza cardiaca e causare mancanza di respiro. Gli attacchi si verificano di notte, più frequenti in situazioni di stress. La nitroglicerina potrebbe non essere efficace nel controllare il dolore. La prognosi per l'angina pectoris progressiva varia, ma nella maggior parte dei casi precede l'infarto miocardico o è la sua insorgenza. Sebbene sia possibile la completa cessazione delle crisi e l'inizio della remissione.

Infarto miocardico. Questa forma acuta di malattia ischemica può essere innescata da forti esperienze emotive, sovraccarico fisico, a seguito del quale l'afflusso di sangue a una delle parti del cuore si interrompe. I disturbi circolatori possono durare da alcuni minuti a diverse ore. Le placche aterosclerotiche situate nei vasi possono essere distrutte, portando alla formazione di un coagulo di sangue. È lui che diventa la causa dei disturbi circolatori. Prive di ossigeno e sostanze nutritive, le cellule muoiono.

L'infarto miocardico è accompagnato da un forte dolore al petto. A differenza dell'angina pectoris, non sarà possibile affrontarla assumendo compresse di nitroglicerina. Inoltre, un'influenza esterna, ad esempio lo stress, non porta necessariamente a un infarto. A volte la necrosi dei tessuti si verifica senza una ragione apparente durante il sonno o la mattina presto. I sintomi dell'infarto miocardico includono anche nausea e vomito, difficoltà respiratorie e dolore addominale. La completa assenza di segni della malattia è spesso osservata nei pazienti con diabete mellito. In assenza della ricerca necessaria, l'attacco cardiaco passa inosservato. È possibile determinare eventuali modifiche solo utilizzando un elettrocardiogramma o un'ecocardiografia..

Se si sospetta un infarto miocardico, è necessario il ricovero urgente. Il medico prescrive farmaci e riposo a letto. In precedenza, il recupero da un attacco di cuore richiedeva mesi, ma i farmaci ei metodi di terapia moderni hanno ridotto questo periodo a diversi giorni. Un paziente che ha subito un tale attacco di malattia ischemica è controindicato nell'attività fisica attiva, è necessario impegnarsi in esercizi di fisioterapia, aumentando gradualmente l'intensità degli esercizi. Devi assumere i farmaci prescritti dal tuo medico per tutta la vita, anche in assenza di dolore e disagio.

Cardiosclerosi. In questa forma di malattia coronarica, le cellule cardiache morte vengono sostituite da tessuto cicatriziale. Non partecipa alla contrazione del miocardio e provoca l'ipertrofia di parti del cuore, nonché la deformazione delle sue valvole. Di conseguenza, il processo di pompaggio del sangue viene interrotto e si sviluppa un'insufficienza cardiaca..

La cardiosclerosi può essere diffusa e focale. Nel primo caso, il tessuto cicatriziale sostituisce le cellule cardiache in modo uniforme, distribuendosi in tutto il muscolo. Con la cardiosclerosi focale, il tessuto connettivo colpisce solo alcune aree. Di solito è causato da infarto miocardico.

Le placche nelle arterie causano lo sviluppo della cardiosclerosi aterosclerotica. Lo sviluppo della cardiosclerosi miocardica è favorito dal processo infiammatorio del muscolo cardiaco stesso. Mangiare troppo, fumare, uno stile di vita sedentario aumenta il rischio di malattia. Per molto tempo la cardiosclerosi può essere asintomatica, soprattutto nel caso della forma aterosclerotica. I pazienti durante la riabilitazione e la prevenzione devono seguire una dieta che preveda il minimo apporto di sale, grassi e liquidi.

Sintomi di ischemia cardiaca

Esistono diversi sintomi principali dell'ischemia cardiaca:

Dolore al petto e dietro il petto. Può avere un carattere lancinante, da forno o costrittivo. Le sensazioni spiacevoli sorgono inaspettatamente e scompaiono dopo 3-15 minuti. Nelle prime fasi della malattia coronarica, il disagio può essere lieve. Un forte dolore si irradia al braccio sinistro e alla spalla, meno spesso alla mascella e al lato destro. Appaiono durante lo sport o con un forte stress emotivo. Per sbarazzarsi del disagio causato dall'attività fisica, è sufficiente fare una breve pausa. Quando tali misure non aiutano e gli attacchi diventano gravi, ricorrono ai farmaci..

Dispnea. Come il dolore, compare per la prima volta durante il movimento ed è causato dalla mancanza di ossigeno nel corpo. Man mano che la malattia progredisce, la mancanza di respiro è accompagnata da ogni attacco. Il paziente lo sperimenta anche a riposo..

Disturbi del battito cardiaco. Diventa più frequente, e in questo caso i colpi si fanno sentire più fortemente. Potrebbero verificarsi anche interruzioni in alcuni momenti. Allo stesso tempo, il battito cardiaco è molto debole.

Malessere generale. Il paziente avverte capogiri, può svenire e si stanca rapidamente. C'è un aumento della sudorazione e della nausea che si trasforma in vomito.

Angina pectoris. In passato si chiamava "angina pectoris". Questa frase non è casuale, perché l'angina pectoris non è dolore, ma forte spremitura e bruciore al petto e all'esofago. Può avvertirsi sotto forma di dolore alla spalla, al braccio o al polso, ma questo è meno comune. L'angina pectoris è facilmente confusa con il bruciore di stomaco. Non sorprende che alcune persone provino a gestirlo e usano il bicarbonato di sodio per questo. In cardiologia, l'angina pectoris è considerata il sintomo più evidente che indica la presenza di malattia coronarica e aiuta a prevenire l'infarto del miocardio. È molto peggio quando la malattia procede senza manifestazioni esterne. La forma asintomatica nella maggior parte dei casi è fatale.

Con un infarto, c'è una completa sovrapposizione del lume delle arterie con le placche. Il dolore aumenta gradualmente e dopo mezz'ora diventa insopportabile. Le sensazioni spiacevoli potrebbero non andare via per diverse ore. Nella forma cronica della cardiopatia ischemica, il lume del vaso non si sovrappone completamente, gli attacchi di dolore sono più brevi.

Sintomi psicologici. Con un attacco di cuore, il paziente può provare paura e ansia inspiegabili..

Cause di ischemia del cuore

I motivi principali per i quali può verificarsi l'ischemia cardiaca sono i seguenti:

Aterosclerosi. Il miocardio è piegato da due arterie principali attraverso le quali il sangue scorre al cuore. Sono chiamate coronarie e si ramificano in molti piccoli vasi. Se il lume di almeno uno di essi è parzialmente o completamente chiuso, alcune parti del muscolo cardiaco non ricevono i nutrienti necessari e, soprattutto, l'ossigeno. Le arterie che forniscono sangue al cuore non sono più lì, quindi il suo lavoro viene interrotto e si sviluppa una malattia coronarica.

Il blocco delle arterie si verifica quando l'aterosclerosi colpisce le arterie. Implica la formazione di placche di colesterolo nelle arterie che impediscono il movimento del sangue. L'esecuzione di movimenti attivi con mancanza di ossigeno nel muscolo cardiaco è accompagnata da dolore.

In questa fase, la malattia ischemica si esprime sotto forma di angina da sforzo. A poco a poco, il metabolismo miocardico si deteriora, il dolore si intensifica, si allunga e appare a riposo. Si sviluppa insufficienza cardiaca, il paziente soffre di mancanza di respiro. Se il lume di un'arteria coronaria viene improvvisamente bloccato a causa della rottura della placca, il sangue smette di fluire al cuore e si verifica un infarto. Di conseguenza, è possibile un risultato letale. Le condizioni del paziente dopo un infarto e le sue conseguenze dipendono in gran parte dal blocco dell'arteria. Più grande è la nave colpita, peggiore è la prognosi.

Nutrizione impropria. La ragione per la formazione di placche sulle pareti dei vasi sanguigni è un eccesso di colesterolo nel corpo che viene fornito con il cibo. In generale, questa sostanza è necessaria, poiché viene utilizzata per creare pareti cellulari e la produzione di una serie di ormoni. Sulle pareti dei vasi sanguigni, il colesterolo si deposita sotto l'influenza di situazioni stressanti.

Lo stress emotivo provoca la produzione di una sostanza speciale. A sua volta favorisce la deposizione di colesterolo nelle arterie. Una dieta adeguatamente composta permette di ridurne la quantità nell'organismo. Vale la pena limitare l'uso di alimenti che contengono grassi saturi: burro, salsiccia, formaggi grassi e carni. Si consiglia di dare la preferenza ai grassi presenti nel pesce, nelle noci, nel mais. Il cibo a digestione rapida e ad alto contenuto calorico favorisce lo sviluppo dell'ischemia cardiaca.

Cattive abitudini. L'abuso di alcol e il fumo influenzano il lavoro del muscolo cardiaco. Il fumo di sigaretta contiene un gran numero di sostanze chimiche, compreso il monossido di carbonio, che rende difficile il trasporto dell'ossigeno, e la nicotina, che aumenta l'aritmia. Inoltre, il fumo influisce sulla formazione di coaguli di sangue e sullo sviluppo dell'aterosclerosi..

Stile di vita sedentario o sforzo eccessivo. Un'attività fisica irregolare aumenta lo stress del cuore. La ragione per lo sviluppo dell'ischemia può essere sia l'inattività fisica che l'attività fisica che supera le capacità del corpo. Si consiglia di esercitare regolarmente, determinando individualmente l'intensità, la durata, la frequenza dell'allenamento.

Obesità. Numerosi studi hanno trovato una relazione diretta tra sovrappeso e mortalità per malattie cardiovascolari. Pertanto, l'obesità è uno dei fattori che contribuiscono allo sviluppo dell'ischemia..

Diabete. Il rischio di sviluppare una malattia coronarica è elevato per i pazienti con diabete di tipo I e II. Hanno bisogno di normalizzare il metabolismo dei carboidrati per ridurre i rischi..

Ragioni psicosociali. Si ritiene che le persone con uno status sociale e un'istruzione superiori siano meno esposte alla malattia coronarica..

Come trattare l'ischemia del cuore?

La diagnosi di malattia coronarica si basa principalmente sui sentimenti del paziente. Molto spesso si lamentano di bruciore e dolore al petto, mancanza di respiro, sudorazione eccessiva, gonfiore, che è un chiaro segno di insufficienza cardiaca. Il paziente avverte debolezza, battito cardiaco irregolare e ritmo. Se si sospetta ischemia, l'elettrocardiografia è obbligatoria. L'ecocardiografia è un metodo di ricerca che consente di valutare lo stato del miocardio, determinare l'attività contrattile del muscolo e il flusso sanguigno. Vengono effettuati esami del sangue. I cambiamenti biochimici possono rivelare la malattia coronarica. Il test funzionale prevede l'esercizio del corpo, come salire le scale o esercitarsi su un simulatore. Pertanto, è possibile identificare patologie del cuore nelle prime fasi..

Per il trattamento dell'ischemia nel complesso vengono utilizzati farmaci dei seguenti gruppi: agenti antipiastrinici, bloccanti adrenergici, fibrati e statine. I fondi specifici sono selezionati dal medico in base alla forma della malattia. Gli agenti antipiastrinici migliorano il flusso sanguigno, con l'aiuto di bloccanti adrenergici, è possibile ridurre la frequenza delle contrazioni del muscolo cardiaco e ridurre il consumo di ossigeno. L'azione dei fibrati e delle statine è diretta sulle placche aterosclerotiche. I farmaci riducono il tasso di comparsa e prevengono nuove formazioni sulle pareti dei vasi sanguigni.

La lotta contro l'angina pectoris viene eseguita con l'aiuto di nitrati. I farmaci ipolipemizzanti naturali sono anche ampiamente usati per trattare la malattia coronarica. Gli anticoagulanti influenzano la formazione di coaguli di sangue e i diuretici aiutano a rimuovere il liquido in eccesso dal corpo..

Poiché le placche nei vasi causano il loro restringimento, è possibile aumentare artificialmente il lume nelle arterie coronarie. Per questo, vengono eseguiti stent e angioplastica con palloncino. Durante questi interventi chirurgici senza sangue, il lume nei vasi si espande e il flusso sanguigno si normalizza. Questi metodi hanno sostituito il tradizionale intervento di bypass, che oggi viene eseguito solo per alcune forme di malattia coronarica. Durante tale operazione, le arterie coronarie sono collegate ad altri vasi sotto il sito della violazione del flusso sanguigno in esse..

Oltre al trattamento farmacologico e alla terapia generale, il paziente necessita di un'attività fisica moderata. A seconda della forma di ischemia, un medico sviluppa una serie di esercizi. Dopotutto, un'attività fisica eccessiva aumenta la richiesta di ossigeno del muscolo cardiaco e ha un effetto negativo sullo sviluppo della malattia..

Se hai un attacco inaspettato mentre cammini o fai sport, dovresti fermarti a riposare, prendere un sedativo ed uscire all'aria aperta. Quindi dovresti prendere una compressa di nitroglicerina.

Questo farmaco agisce entro 5 minuti. Se il dolore persiste, è necessario bere altre 2 compresse. L'inefficacia della nitroglicerina indica gravi problemi, quindi, in assenza di miglioramenti della condizione, un'urgente necessità di andare in ospedale. La prevenzione della malattia coronarica implica evitare l'alcol, il fumo, una dieta corretta ed equilibrata e un regolare esercizio fisico. Devi guardare il tuo peso e controllare la pressione sanguigna. Avere emozioni positive e l'assenza di stress è importante..

Nutrizione per l'ischemia del cuore

I principi di base della dieta ischemica sono i seguenti:

I pazienti con malattia coronarica dovranno ridurre al minimo nella loro dieta sale, zucchero, dolci e dolci, confetteria, cioè tutte le fonti di carboidrati semplici, carne grassa, caviale, cibi piccanti e salati, cioccolato, caffè e cacao.

La cosa più importante è limitare il consumo di cibi ricchi di colesterolo e grassi. Devi mangiare un po ', ma spesso.

Assicurati di mangiare cibi che contengono acido ascorbico, vitamine A, B, C, potassio, calcio.

L'olio vegetale utilizzato per cucinare deve essere sostituito con olio di mais, olio d'oliva. È molto più sano e contiene anche acidi grassi omega-3 che hanno un effetto positivo sulla circolazione sanguigna..

La dieta dovrebbe essere dominata dai latticini, ad eccezione di burro, cereali, frutti di mare, zuppe di verdure, pesce di mare magro, ad esempio merluzzo, frittata proteica, tacchino, pollo.

Si consiglia di cuocere a vapore i piatti. Inoltre, il cibo può essere bollito o in umido.

Di seguito è riportato un tipico menu di 7 giorni per pazienti con ischemia del cuore:

Lunedi

Colazione: una fetta di pane integrale, farina d'avena, un bicchiere di tè debole senza zucchero

Seconda colazione - yogurt naturale

Pranzo: insalata di verdure, una fetta di pollo senza pelle bollito, riso, un bicchiere di succo di frutta

Cena: casseruola di ricotta senza zucchero, un bicchiere di kefir

martedì

Colazione: uova strapazzate da diverse proteine, mela, tè

Seconda colazione: un bicchiere di kefir

Pranzo: patate al forno, merluzzo al vapore, una fetta di pane di segale, tè

Cena: stufato di verdure, yogurt non zuccherato

mercoledì

Colazione - farina d'avena, succo di frutta

Seconda colazione - ricotta con frutta

Pranzo - insalata di verdure condita con olio d'oliva, tacchino al forno, tè

Cena - zuppa di latte, tè

giovedi

Colazione - uovo sodo, una fetta di pane integrale, yogurt naturale

Seconda colazione - mela

Pranzo: pollo al forno, grano saraceno, tè

Cena - zuppa di verdure, un bicchiere di kefir

Venerdì

Colazione: farina d'avena, mela, succo di carota

Seconda colazione: un bicchiere di kefir

Pranzo: aringhe inzuppate, patate al forno, tè

Cena - insalata di verdure condita con olio d'oliva, un bicchiere di latte

Sabato

Colazione - casseruola di ricotta con frutta, tè

Seconda colazione - yogurt naturale

Pranzo - branzino bollito, insalata di verdure, un bicchiere di latte

Cena - zuppa di latte, tè

Domenica

Colazione - porridge di miglio, yogurt naturale

Seconda colazione - frittata di proteine

Pranzo: tacchino e patate al forno, tè

Cena - zuppa di verdure, un bicchiere di kefir

La prevenzione dell'ischemia, come molte altre malattie, consiste nel mantenere uno stile di vita sano. È necessario, se possibile, evitare lo stress, non mangiare troppo, seguire una dieta "anticolesterolo", fare sport, rinunciare all'alcool e al fumo, stare all'aria aperta.

L'ischemia del cuore è una malattia che è una violazione della circolazione sanguigna del miocardio. È causato da una mancanza di ossigeno, che viene trasportato attraverso le arterie coronarie. Manifestazioni di aterosclerosi ne impediscono l'ingresso: restringimento dei lumi dei vasi sanguigni e formazione di placche in essi.

L'ischemia è una mancanza di flusso sanguigno in aree specifiche degli arti inferiori. Viene spesso chiamata anemia locale. In questo caso, i tessuti non ricevono la quantità richiesta di ossigeno e sostanze nutritive. Ciò influisce negativamente sul corpo: le gambe si stancano rapidamente, compaiono dolori muscolari.

L'ischemia è una carenza di afflusso di sangue a vari organi. A causa di una violazione dell'afflusso di sangue, non ricevono abbastanza ossigeno per la normale attività. Questa condizione si verifica principalmente a causa di cambiamenti regolari e frequenti della pressione sanguigna..

Tutti gli acidi grassi insaturi omega-3 noti hanno effetti antiaterogeni e antitrombotici nei vasi sanguigni. Inoltre, sono in grado di mantenere il tono vascolare riflesso, normalizzare il funzionamento dei bronchi, mantenere un adeguato livello di pressione sanguigna e migliorare il lavoro.

IHD: prevenzione, sintomi e trattamento

Il nostro cuore fa un lavoro gigantesco, contraendo circa 37 milioni di cicli all'anno. Contribuendo all'apporto metabolico degli organi, il muscolo cardiaco ha bisogno di energia, le cui riserve devono essere reintegrate ogni minuto.

Quando, per qualche motivo, il flusso sanguigno arterioso al miocardio è disturbato, la sua disfunzione si verifica a causa della mancanza di ossigeno.

Il trattamento della malattia coronarica è un argomento molto caldo. Tra la mortalità per patologia cardiovascolare, l'IHD rappresenta il 53%, per la quale è stata definita malattia epidemica non infettiva del XXI secolo.

Dipendenza dei sintomi dal tipo di ischemia

I segni di disfunzione incipiente hanno le seguenti manifestazioni: dolore dietro lo sterno, spremitura o pressione, che viene dato al collo, mascella inferiore, braccio sinistro, schiena, addome. Al malato manca l'aria.

Il concetto di cardiopatia ischemica unisce le condizioni patologiche del cuore, che hanno i propri sintomi e un trattamento speciale. Per stabilire il quadro clinico si tiene conto dell'intensità e della natura degli attacchi causati dal tipo di lesione ischemica..

Danno miocardico ischemico

Il dolore da angina pectoris dura da 5 a 20 minuti. È causato da stress fisico, emotivo, ipotermia, eccesso di cibo. Dopo 3 minuti dall'assunzione di nitroglicerina, il dolore scompare. In forme atipiche, si uniscono nuovi sintomi.

Il disturbo respiratorio è un segno di forma asmatica.

L'angina variante appare di notte o al mattino, dopo il sonno con sudorazione, nausea, vomito, picchi di pressione sanguigna. L'assunzione di nitroglicerina elimina un attacco.

La malattia coronarica è causata da lesioni aterosclerotiche delle arterie venose. In base al livello della soglia di ischemia, le forme stabili e instabili della malattia sono divise.

Per prevenire gli attacchi di angina, è necessario cambiare lo stile di vita del paziente, rimuovere i fattori che portano a un'esacerbazione della condizione. Il livello di soglia di ischemia influisce sul programma di cura.

Forme cancellate di ischemia

Sebbene gli attacchi di dolore causino disagio a chi soffre di patologia, segnalano l'insorgenza della malattia, consentendo un'azione tempestiva.

La patologia inaspettatamente manifestata, procedendo senza sintomi, è molto pericolosa per la vita. In questo caso, le modifiche sono già irreversibili. Così cancellata, la malattia scompare nei diabetici, negli anziani, sullo sfondo dello spasmo dei vasi coronarici. L'ischemia indolore viene rilevata sull'ECG o tramite stress test.

La terapia farmacologica standard non aiuta qui, ma solo la chirurgia.

Infarto miocardico

Il tessuto muscolare che muore di fame a causa della mancanza di afflusso di sangue necrotizza - si sviluppa un infarto del miocardio. La principale causa di alterazione del flusso sanguigno coronarico è la trombosi.

La stenosi dell'arteria coronaria causata dall'aterosclerosi rappresenta circa l'8% delle cause di infarto.

Gli attacchi dolorosi simili all'angina pectoris, ma più intensi, durano più di 30 minuti. Cominciano ad apparire nelle prime ore del mattino senza una ragione apparente. La nitroglicerina non viene interrotta. Diventa difficile respirare, il malato inizia a essere perseguitato dalla paura della morte, cade nell'euforia o - depressione. La pelle diventa pallida, cianotica, viene rilasciato sudore umido e freddo.

Palpitazioni, mancanza di respiro, tosse possono unirsi ai sintomi di cui sopra. Il paziente si sente debole, anche svenendo.

Oltre ai sintomi tipici, sono spesso associate manifestazioni insolite: vomito, dolore addominale. Il decorso atipico richiede una diagnosi differenziale con varie malattie.

Ad esempio, ulcere allo stomaco, pleurite e altre patologie. Una diagnosi accurata è assistita dalla diagnostica di laboratorio e funzionale.

L'ingestione di prodotti di decadimento miocardico nel sangue provoca una violenta reazione infiammatoria con febbre, la cosiddetta sindrome da riassorbimento-necrotica. Quindi si sviluppa insufficienza ventricolare sinistra, edema polmonare, shock. La perdita di coscienza implica una rianimazione urgente.

Sindrome coronarica

La malattia ischemica, manifestata sotto forma di sindrome coronarica acuta, si distingue nei classificatori medici come condizione separata. Comprende le seguenti patologie: angina pectoris instabile, infarto transmurale e morte coronarica acuta. Il muscolo cardiaco smette di funzionare a causa della rottura di una placca ateromatosa, stenosi dell'arteria, invasione di cellule muscolari lisce nella placca.

L'angina instabile è un sintomo e un trattamento della malattia coronarica che corrisponde all'angina normale. Solo le sue manifestazioni si verificano più spesso e durano più a lungo, di solito di notte, più di 20 minuti. La condizione può trasformarsi rapidamente in un attacco cardiaco acuto o può svilupparsi come complicanza.

La morte cardiaca improvvisa (SCD) procede come suggerisce il nome. Sullo sfondo del benessere, le manifestazioni acute della cardiopatia ischemica si sviluppano bruscamente, un'ora dopo si verifica la morte del paziente.

La causa principale della malattia è l'aterosclerosi dei vasi venosi..

Il gruppo a rischio comprende le persone il cui muscolo cardiaco ha già avuto un malfunzionamento: coloro che hanno subito alterazioni necrotizzanti nel muscolo cardiaco, aritmie ventricolari, con lesioni vascolari aterosclerotiche.

Nei pazienti con infarto, insufficienza cardiaca, viene eseguita la prevenzione primaria. Farmaci prescritti usati nel trattamento della malattia coronarica e delle statine. Alle persone in difficoltà con lesioni organiche e funzionali del ventricolo sinistro viene impiantato un cardioverter - defibrillatore.

Attività di guarigione

Come trattare la malattia coronarica con attacco cardiaco sintomatico?

È necessario aderire al principio dell '"ora d'oro", per fornire rapidamente assistenza professionale per ripristinare il flusso sanguigno. Per fare ciò, quando compaiono i primi sintomi, è necessario chiamare un veicolo di rianimazione..

Qui è meglio andare sul sicuro, senza sperare nel "forse". È importante fornire assistenza correttamente prima dell'arrivo del medico.

Terapia nella fase pre-ospedaliera

Quando compaiono segni di malattie cardiache, il trattamento deve essere organizzato mettendo il paziente a letto, somministrando acido acetilsalicilico alla dose di 250-500 mg, nitroglicerina sotto la lingua. Il dolore non si attenua: la nitroglicerina viene somministrata nuovamente dopo 5 minuti sotto il controllo della pressione sanguigna. Con l'ipotensione, il paziente sdraiato deve sollevare le gambe.

Se non ci sono controindicazioni (ipotensione grave, ritmo ridotto, asma bronchiale, insufficienza cardiovascolare congestizia), può essere somministrato il propranololo. Dosaggio 20-40 mg.

Il salvataggio con SCD è la rianimazione

Le manifestazioni pericolose di SCD si verificano principalmente in luoghi pubblici. Pertanto, la vita del paziente dipende dalle conoscenze e dalle abilità degli altri..

Complesso di misure di rianimazione di emergenza:

Il paziente è incosciente. Dopo aver chiamato un'ambulanza, devi assicurarti se respira: se il torace si muove, se l'aria viene espirata. Senti se il polso si sente sull'arteria carotide, allora c'è circolazione sanguigna.

Se il polso non si sente, è necessario fare 1-2 colpi in bocca o nel naso, in risposta, la vittima dovrebbe respirare, tossire. Se non c'è reazione, si procede all'esecuzione di un massaggio cardiaco esterno.

Innanzitutto, controlla se la lingua è bruciata, bloccando la laringe, se c'è un corpo estraneo nelle vie aeree. La retrazione della lingua viene corretta gettando indietro la testa della vittima e spingendo la sua mascella inferiore, sollevando così la radice della lingua. La testa è ritratta, ponendo qualcosa di media durezza sotto le scapole.

Come somministrare la respirazione artificiale

  1. Vie aeree libere
  2. tenendo il naso del salvato, afferragli la bocca con la bocca
  3. metti un palmo sulla fronte, l'altro - tieni il naso con le dita (indice e pollice),
  4. dopo un respiro profondo, chiudere la bocca della vittima,
  5. trattenere ogni respiro per circa 2 secondi, assicurandosi che il torace si sollevi ad ogni respiro.

Massaggio cardiaco esterno

La frequenza della pressione ritmica dovrebbe essere 80-100 al minuto, il rapporto tra compressioni e aria soffiata 15: 2.

Dopo l'introduzione di un tubo endotracheale con un bracciale (disponibile in un kit di pronto soccorso per auto), la pressione e i respiri vengono eseguiti in un rapporto di 5: 1.

  • una mano è posta sul confine tra il terzo medio e il terzo inferiore dello sterno;
  • il secondo viene imposto al primo e vengono effettuati forti shock, concentrandosi sulla direzione antero-posteriore. Le mani dovrebbero essere dritte;
  • gli shock sono realizzati rigorosamente in verticale.

Durante la rianimazione, il polso carotideo deve essere controllato ogni 3 minuti..

Un risultato positivo delle misure di rianimazione si manifesta con un arrossamento della pelle, una reazione delle pupille alla luce, la comparsa di un polso sull'arteria carotide.

Attività di stage in ospedale

Regime di trattamento per l'angina pectoris

Per fermare un attacco di angina pectoris, viene utilizzata la nitroglicerina. Se l'effetto positivo non si verifica, vengono utilizzati farmaci Fentanil con droperidolo. L'intensificazione degli attacchi (più di 4 volte a settimana) viene eliminata dai nitrati a lunga durata d'azione (Nitrong, Sustak). Quando la frequenza cardiaca è normale e l'angina pectoris è di natura vasospastica, vengono prescritti calcioantagonisti (nifedipina, verapamil).

Le aritmie cardiache, l'ipertensione sono trattate con beta-bloccanti (atenololo, anaprilina). La combinazione dei mezzi di cui sopra è inaccettabile per l'uso in pazienti con bradicardia, bassa pressione sanguigna. L'aspirina è prescritta per prevenire l'infarto

Farmaci per l'infarto

I pazienti con un livello instabile della soglia ischemica, con elettrocardiografia alterata sono ricoverati in unità di terapia intensiva. La terapia inizia con un'infusione endovenosa di eparina fino a quando le convulsioni non sono alleviate, quindi continua con nitroglicerina. In parallelo, viene eseguita la terapia combinata con beta-bloccanti e calcio antagonisti. Tali pazienti non possono fare a meno dell'intervento chirurgico..

Un team di ambulanze fornisce cure di rianimazione volte a ripristinare il flusso sanguigno coronarico, alleviare il dolore. Fornisce monitoraggio hardware, accesso endovenoso.

Le attività ospedaliere che proseguono in terapia intensiva sono volte a limitare le dimensioni della necrosi miocardica, la prevenzione, il trattamento delle complicanze pericolose per la vita. Ciò si manifesta nella nomina di una terapia farmacologica complessa. Rigoroso riposo a letto, dieta speciale supportata.

La terapia farmacologica è trombolitica (farmaci specifici per la fibrina), anticoagulanti (eparina), agenti antipiastrinici (Clopidogrel), bloccanti dei recettori della glicoproteina (Tirofiban), nitroglicerina per via endovenosa, beta-bloccanti, inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina.

Chirurgia per cardiopatia ischemica

Quando i processi distruttivi diventano irreversibili, sorge la questione della terapia chirurgica. Attualmente, l'assistenza cardiaca ad alta tecnologia è diventata disponibile negli ospedali regionali a scapito dell'assicurazione medica obbligatoria..

Vengono utilizzate le seguenti procedure chirurgiche: angioplastica coronarica primaria, bypass aorto-coronarico.

L'innesto di bypass coronarico è più spesso utilizzato per il trattamento chirurgico della malattia coronarica. Avviando artificialmente la circolazione sanguigna, invece del vaso venoso interessato, gli shunt vengono applicati utilizzando la vena safena della coscia o altre autoarterie.

Lo scopo dello stent coronarico è quello di allargare il diametro dell'arteria coronaria inserendo un tubo di stent. Tale protesi: una rete è costituita da una lega inattiva di metallo di alta qualità. Il tubo viene espanso alla dimensione richiesta direttamente all'interno del vaso utilizzando un palloncino.

Il ripristino dell'afflusso di sangue al miocardio mediante angioplastica delle arterie coronarie stenotiche è chiamato angioplastica con palloncino delle arterie coronarie.

L'angioplastica delle arterie coronarie viene eseguita utilizzando un sistema di catetere - guida e catetere di dilatazione. Cateteri alternati, vengono inseriti nell'arteria compressa dalla stenosi, impostando la pressione desiderata.

La sezione ristretta viene riempita con un mezzo di contrasto con un palloncino, tenuto premuto per 30 secondi e quindi pompato con lo stesso palloncino. L'azione viene ripetuta fino a quando il gradiente di pressione diminuisce, fino a quando il vaso si espande alla dimensione desiderata.

La terapia chirurgica consente ai pazienti, dopo le misure riabilitative, di adattarsi rapidamente e tornare alla vita normale.

Riabilitazione di pazienti con infarto miocardico

La malattia cardiaca, accompagnata da malattia coronarica, non termina con il trattamento ospedaliero. Nei sopravvissuti a un attacco di cuore, si osservano disturbi organici e psicologici.

Il risultato dell'inoperabilità a lungo termine è la violazione dei legami sociali. Cioè, è impossibile curare la patologia prescrivendo solo farmaci. Anche nell'ospedale cardiologico inizia un programma di riabilitazione per tali vittime..

Gli esercizi terapeutici individuali sono prescritti sotto il controllo della frequenza cardiaca, della pressione sanguigna e dell'ECG. Quindi le attività del sanatorio e del resort di riabilitazione continuano, collabora con uno psicologo.

Terapia non farmacologica per la malattia coronarica

I metodi di riabilitazione medica dei pazienti con diagnosi di cardiopatia ischemica includono fattori fisici di influenza. Dovrebbero essere usati, tenendo conto delle caratteristiche del processo ischemico e delle malattie concomitanti.

Il trattamento dell'apparato fisioterapico è accettabile nei pazienti con una forma stabile di angina pectoris, infarto senza complicazioni, trattati in ospedale. 4 settimane dopo l'inizio della malattia. Nei pazienti portatori di pacemaker, la terapia dell'apparato deve essere prescritta con estrema cautela, soppesando tutti i pro e i contro.

Tecniche di fisioterapia utilizzate per le malattie ischemiche

La galvanizzazione transcardica viene utilizzata in fase stazionaria 6 ore dopo l'inizio di un infarto, insieme alle manipolazioni eseguite dai medici. Intervallo di applicazione: ogni 12 ore per un'ora.

Dopo un paio di giorni, chi ha avuto un infarto miocardico, il dolore scompare, la contrattilità e la potenza del muscolo cardiaco, la pressione sanguigna si stabilizzano, non ci sono state complicazioni durante la procedura.

I farmaci vengono assorbiti meglio dall'organismo utilizzando l'elettroforesi nei pazienti durante il periodo di riabilitazione. Il metodo è controindicato in caso di disturbi del ritmo e della conduzione.

Per scopi psicoterapeutici, l'elettrosleep viene utilizzato nei pazienti ischemici. Grazie all'effetto calmante, antidolorifico, pressorio, la persona in riabilitazione percepisce meglio l'attività fisica, i suoi disturbi del ritmo scompaiono.

L'elettroanalgesia è buona in quanto favorisce l'effetto ipotensivo senza intaccare l'emodinamica centrale. Il corso delle procedure consente di ridurre la dose di antidolorifici e sedativi.

Le correnti modulate sinusoidali influenzano la regolazione autonomica dell'attività miocardica. La terapia potenzia l'effetto parasimpatico sul sistema cardiaco in qualsiasi area di applicazione, che stabilizza il ritmo e il sistema di conduzione, produce un effetto ipotensivo.

L'induzione magnetica aiuta a ridurre gli attacchi di angina dolorosa con la stessa attività fisica. La tecnica ripristina l'emostasi del sangue, aumentando la potenza del miocardio, permettendogli di accumulare riserve.

L'ozono terapia e l'uso dell'ossigeno stimolano il processo di scambio energetico, consentendo al muscolo cardiaco di elaborare l'ossigeno molecolare e le sostanze nutritive necessarie.

Il laser a bassa energia iniziò ad essere utilizzato nel 20 ° secolo. Ora questa tecnica è stata notevolmente ottimizzata creando generatori quantistici multifunzionali per il trattamento di vari tipi. Influenzando positivamente l'emostasi e il flusso sanguigno, il muscolo inizia a lavorare "in modo più economico" durante la normale attività fisica.

La terapia laser favorisce la produzione di sostanze analgesiche ed endorfine, migliorando il metabolismo dei tessuti, il flusso sanguigno.


Articolo Successivo
La bilirubina è la norma nelle donne