Cause, sintomi e trattamento dei reumatismi cardiaci


Le malattie infettive sono pericolose per le loro complicanze. Un banale raffreddore, ARVI, tonsillite senza un trattamento adeguato può causare patologie del cuore, delle articolazioni, dei reni. Una di queste condizioni insidiose che possono causare complicazioni è l'infezione da streptococco beta-emolitico A.

Definizione di malattia

Una lesione focalizzata nei reumatismi

Il reumatismo è una malattia che è una complicanza di un'infezione causata dallo streptococco beta-emolitico di gruppo A, che si manifesta sotto forma di disturbi nella struttura e nel funzionamento principalmente del cuore e delle articolazioni. La malattia si sviluppa a seguito di un'eccessiva attività del sistema immunitario in risposta alle tossine del patogeno - streptococco, una risposta autoimmune e innesca una cascata di reazioni associate a danni tossici a organi e tessuti, principalmente articolazioni e cuore.

Nel diciannovesimo secolo, due grandi scienziati medici Sokolsky e Buyo scoprirono indipendentemente che nei reumatismi, oltre alle lesioni articolari, si osservano anche disturbi cardiaci. La relazione tra infezione streptococcica, danno cardiaco e articolare è diventata una vera svolta nell'insegnamento dei reumatismi. È diventato chiaro che si stava verificando una lesione sistemica piuttosto che locale. E il meccanismo principale di tale danno è la risposta autoimmune del corpo. Oggi il termine "febbre reumatica acuta" è usato per descrivere questa malattia..

La causa della malattia

Non tutte le persone con una storia di faringite o malattie respiratorie di eziologia streptococcica si ammalano di reumatismi del cuore. Le persone che hanno una certa predisposizione allo sviluppo di questa patologia sono malate:

  • donne;
  • ragazze sopra i 5 anni;
  • frequenti infezioni del tratto respiratorio superiore, focolai di infiammazione cronica nel rinofaringe, gola;
  • predisposizione ereditaria;
  • trasporto di alcuni geni nel sistema HLA (Bmarker D8-17).

Lo sviluppo della malattia è impossibile senza un "insediamento" preliminare nel corpo del paziente di streptococco emolitico gr. A. Questo patogeno si moltiplica nelle cellule e inizia a produrre molte tossine: streptolisina O, streptolisina S, ialuronidasi, proteina M. Il sistema immunitario risponde alla produzione di tossine in un modo molto comprensibile: inizia a produrre anticorpi per distruggerle. Gli antigeni dell'agente infettivo sono molto simili ai recettori cellulari del tessuto connettivo del corpo e gli anticorpi interagiscono non solo con le tossine, ma anche con i propri tessuti, le cellule del cuore.

Per dirla in senso figurato: c'è una "guerra" nel corpo, ma non solo contro gli estranei - le tossine dello streptococco, ma anche contro il loro stesso - il tessuto connettivo e le cellule del miocardio. Si formano complessi immunitari che, depositandosi nei vasi, li rendono il più permeabili possibile alle tossine estranee, aggravando così l'infiammazione in via di sviluppo del tessuto connettivo e cardiaco. L'infiammazione modifica la struttura e la funzione degli organi, causando i corrispondenti sintomi di reumatismi cardiaci.

Come sospettare i reumatismi del cuore nelle prime fasi?

Primo periodo "latente"

Consideriamo uno sviluppo "classico" tipico dei segni di reumatismi cardiaci. La paziente è una bambina di età superiore ai 5 anni, ovvero una ragazzina (anche il sesso maschile soffre di reumatismi cardiaci, ma meno spesso), che il giorno prima aveva sofferto di mal di gola e faringite. Dopo 1-2 settimane dall'insorgenza della malattia, non vi è alcun miglioramento del benessere: malessere, temperatura subfebrilare di 37-37,5 gradi preoccupa, ESR non diminuisce nelle analisi, aumentano i titoli degli anticorpi antistreptolisina. Un tale stato "intermedio" prima della luminosa clinica dei reumatismi del cuore può disturbare il paziente per 2-4 settimane. Questo è il cosiddetto primo periodo "latente". La prossima ondata della malattia è già caratterizzata da manifestazioni cliniche acute di patologia cardiaca..

Malattia cardiaca con reumatismi

I reumatismi del cuore possono interessare tutti gli strati cardiaci. In questo caso, stiamo parlando di pankardite. Questa è una condizione grave, soprattutto se il processo infiammatorio si diffonde diffusamente. I pazienti sono preoccupati per una significativa mancanza di respiro anche a riposo, dolore al cuore, disturbi del ritmo, si sviluppa insufficienza cardiaca, con un grado grave del suo decorso, ci sono gonfiore delle gambe, ascite.

Se la malattia colpisce solo il rivestimento interno del cuore, si sviluppa l'endocardite reumatica. Con questa lesione, i sintomi clinici del reumatismo del cuore potrebbero non essere affatto o non essere pronunciati: dolore moderato nella regione del cuore, interruzioni dell'attività cardiaca. Ma le conseguenze dell'endocardite trasferita di origine reumatica sono molto pericolose, nelle fasi successive l'infiammazione entra nella fase della sclerosi: è possibile lo sviluppo della malattia della valvola cardiaca.

La membrana muscolare cardiaca alterata dal processo reumatico viene diagnosticata come miocardite, può essere focale - con danno alle parti locali del miocardio, o diffusa - con copertura totale dell'infiammazione di tutti i muscoli del cuore. La forma diffusa è più grave di quella locale, con sintomi clinici simili che si osservano nella pancardite. La miocardite focale può manifestarsi con dolore cardiaco di intensità moderata o lieve, aritmia.

Quando si esamina un paziente con reumatismi del cuore, il medico può osservare un aumento del battito cardiaco o interruzioni del lavoro cardiaco, ascoltare un soffio all'apice del cuore, osservare un aumento delle dimensioni cardiache durante l'esame delle percussioni e la radiografia.

Sintomi extracardiaci

Dolore acuto, arrossamento del ginocchio, articolazioni della caviglia

Oltre al danno cardiaco, i primi sintomi che indicano reumatismi sono:

  1. Danni alle articolazioni. I sintomi delle lesioni articolari reumatiche sono dolore acuto, arrossamento del ginocchio, articolazioni della caviglia. Molto spesso, molte articolazioni sono colpite, meno spesso 1-2. La volatilità del dolore è caratteristica: al mattino un'articolazione può disturbare e all'ora di pranzo l'altra. Inoltre, la sindrome articolare nei reumatismi è caratterizzata da sollievo dal dolore dopo l'assunzione di FANS.
  2. Danni alla pelle e PZhK. È possibile la comparsa di un'eruzione cutanea arrotondata sulla pelle, una rara manifestazione di una lesione del liquido pancreatico è la formazione di noduli reumatici, rotondi, densi e indolori.
  3. Danni al sistema nervoso. Nel 15% dei casi, le persone con reumatismi hanno una lesione del sistema nervoso centrale, chiamata corea minore. I pazienti hanno movimenti involontari, spasmi, debolezza muscolare in combinazione con sintomi di encefalopatia (perdita di memoria, sbalzi d'umore, labilità delle emozioni).

Ricorda che il più delle volte con lesioni reumatiche si verificano forme di disturbi cardiaci e articolari

Diagnostica reumatismi del cuore

Nella medicina moderna, i moderni metodi diagnostici di laboratorio e strumentali vengono in aiuto alla visita medica, senza lasciare alcuna possibilità che i reumatismi del cuore passino inosservati. Quali cambiamenti rivelano questi metodi??

  1. UAC: crescita di ESR, leucociti
  2. LHC: aumento degli indicatori di infiammazione - sieromucoidi, globuline, CRP, fibrina
  3. studio sierologico: aumento del titolo di anticorpi contro la streptolisina o, -s, streptochinasi
  4. ECG: diminuzione dell'ampiezza delle onde, aritmie, diminuzione dell'intervallo S-T
  5. EchoCG: cambiamenti nelle cuspidi valvolari con endocardite, ridotta funzione contrattile o manifestazioni di insufficienza circolatoria nella pancardite, miocardite.
  6. Raggi X OGK: un aumento delle dimensioni dell'ombra del cuore.

Trattamento

Il trattamento dei reumatismi del cuore comprende un rigoroso riposo a letto nella fase acuta della malattia, una dieta priva di sale e la restrizione del regime di consumo, il trattamento secondo le indicazioni con i farmaci: ormoni, antibiotici, agenti metabolici, FANS. È imperativo effettuare la prevenzione secondaria in coloro che hanno avuto reumatismi del cuore, nonché la loro registrazione nel dispensario.

Cos'è il reumatismo del cuore: sintomi, trattamento

Il reumatismo del cuore è una malattia infiammatoria che è una complicazione degli effetti dell'infezione da streptococco. Una caratteristica dei reumatismi è prevalentemente la giovane età dei pazienti. La cardiopatia reumatica è considerata una delle principali cause di morte.

Molto spesso, la malattia viene registrata nella stagione fredda e, naturalmente, è tipica per i residenti delle latitudini settentrionali. Il reumatismo non è una malattia epidemica, tuttavia, l'infezione da streptococco è attribuita alla natura dell'epidemia. Per questo motivo i reumatismi possono manifestarsi contemporaneamente in gruppi di persone (scuole, orfanotrofi, ospedali, famiglie numerose con sovraffollamento).

È importante che coloro che sono stati malati non sviluppino l'immunità all'infezione da streptococco, che consente la reinfezione con lo sviluppo di un attacco ripetuto di reumatismi.

Cos'è il reumatismo

I reumatismi sono un gruppo di malattie sistemiche polietiologiche, caratterizzate da danni principalmente al tessuto connettivo. I dati statistici indicano la presenza di una predisposizione a queste malattie in alcuni gruppi di bambini. Tuttavia, la manifestazione di patologie può apparire in età adulta..

Oltre al fattore predisponente, i meccanismi fondamentali di sviluppo sono i processi autoimmuni e le malattie infettive. Il più pericoloso e diffuso è lo streptococco emolitico di gruppo A b.

Le articolazioni, la pelle, il cuore, i vasi sanguigni sono più suscettibili ai processi patologici.

Le malattie reumatiche hanno una natura infiammatoria e distruttiva. Si manifestano con tutti i processi caratteristici di una reazione infiammatoria. Sono caratterizzati dalla graduale distruzione delle normali strutture dei tessuti. Nonostante ciò, i processi fisiopatologici possono essere asintomatici per un lungo periodo..

Reumatismi cardiaci: che cos'è

Il reumatismo cardiaco è una condizione fisiopatologica infiammatoria e distruttiva con danni alle valvole cardiache. Si verifica a seguito di febbre reumatica acuta (ARF).

L'ARF è una complicanza autoimmune in una varietà di patologie infettive (tonsillite, bronchite, faringite) causata da microrganismi, in particolare streptococco di gruppo b-emolitico A.

Questo patogeno, nel corso della sua attività vitale, produce antigeni specifici (sostanze estranee al corpo umano).

In questo modo vengono stimolate le difese dell'organismo, vengono attivati ​​i processi immunitari.

La cardiopatia reumatica cronica (CRHD) si sviluppa come complicanza dell'ARF. In questo caso, le strutture fibromuscolari del cuore sono principalmente interessate: le valvole.

Le manifestazioni cliniche all'inizio della malattia vengono spesso cancellate. La patologia potrebbe non manifestarsi in alcun modo per molti anni, ma poi manifestarsi in modo netto.

Eziologia

Il reumatismo cardiaco è una malattia polietiologica. Tuttavia, il ruolo principale nell'aspetto di questa patologia è giocato dai processi autoimmuni. Sono causati da invasioni batteriche (infezione), in particolare streptococco b-emolitico. Le principali vie di infezione sono per via aerea, cibo e contatto.

Questo agente patogeno provoca:

  • Angina;
  • Scarlattina;
  • Infiammazione infettiva della mucosa faringea;
  • Tonsillite;
  • Partorisco;
  • Miosite;
  • Meningite e altri.

I fattori di rischio svolgono un ruolo importante nell'infezione dell'organismo. Questi includono:

  • Diminuzione stagionale dell'immunità (ad esempio, con carenza di vitamine, ipotermia, ecc.);
  • Diminuzione patologica dell'immunità (con infezione da HIV, intossicazione generale, cachessia);
  • Stare a lungo in una stanza con un malato;
  • Propensione a frequenti malattie infettive.

Leggi anche sull'argomento

Direttamente ai fattori eziologici dell'insorgenza di reumatismi del cuore sono 2 motivi:

  • streptococco b-emolitico del gruppo A. Dopo l'infezione con questo patogeno (specialmente i suoi ceppi reumatogeni) dopo 2-5 settimane. Può verificarsi ORL. L'antigene specifico (proteina M) è simile ai determinanti antigenici del tessuto cardiaco. La risposta immunitaria ha lo scopo non solo di distruggere l'agente patogeno, ma influisce anche negativamente sul cuore.
  • Predisposizione genetica. La presenza di questo fattore è evidenziata da dati statistici che indicano una maggiore prevalenza di cardiopatia reumatica cronica nelle singole famiglie..

Classificazione

Esistono diverse classificazioni dei reumatismi cardiaci. Diversi tipi di questa patologia sono caratterizzati da vari sintomi o nessuna manifestazione clinica..

Forme di flusso

  • ARF primario;
  • ARF ripetuto;
  • Cardiopatia reumatica cronica.

Fasi dei processi reumatici

Il decorso dei reumatismi del cuore avviene in 2 fasi:

  • Attivo;
  • Non attivo.

Opzioni per il decorso dei reumatismi del cuore

  • Acuto;
  • Subacuto;
  • Protratto;
  • Latente;
  • Ricorrente.

Lesioni

  • Valvole cardiache;
  • Muscolo cardiaco (miocardio);
  • Parete vascolare.

Reumatismi cardiaci - sintomi

I sintomi della cardiopatia reumatica potrebbero non comparire per molto tempo. Dopo aver sofferto di malattie infettive, soprattutto quelle causate da streptococco b-emolitico, inizia un periodo asintomatico, che dura da 1 a 6 settimane. Successivamente, possono iniziare le manifestazioni:

  • lieve malessere,
  • dolore alle articolazioni (artralgia),
  • a volte c'è un aumento della temperatura corporea ai valori subfebrilari (da 37 a 37,9 ° C).

Inoltre, c'è un graduale aumento dei sintomi..

Reclami di dolore allo sterno, sensazione di compressione nel cuore, spesso accompagnata da artralgia di più articolazioni (poliartrite).

Con la successiva progressione dei processi fisiopatologici, i sintomi aumentano gradualmente..

I segni di cardite sono i più comuni, in circa il 90% dei casi. L'intensità della loro manifestazione e il tasso di occorrenza determinano la gravità del decorso della malattia e la sua prognosi..

Diagnostica

La diagnosi di reumatismi del cuore è difficile. Ciò è dovuto alla non specificità delle manifestazioni cliniche e al decorso cancellato o latente della malattia nelle fasi iniziali. I sintomi manifestati possono essere forieri di molte altre patologie..

Pertanto, la diagnosi di cardiopatia reumatica cronica include non solo tecniche standard (palpazione, percussione, auscultazione, raccolta di reclami e anamnesi), ma anche metodi di ricerca aggiuntivi. Ciò aiuterà a fare una diagnosi affidabile, determinando lo stadio e l'intensità dei processi fisiopatologici..

Quando si cerca assistenza medica, lo specialista condurrà prima la conversazione. Durante la raccolta dell'anamnesi, è necessario prestare attenzione alle malattie infettive trasferite recentemente o durante l'infanzia (laringite, faringite, bronchite, tonsillite, ecc.).

Un punto importante durante la raccolta dell'anamnesi è la menzione di cardiopatia reumatica o patologie autoimmuni simili nei parenti, perché questa patologia ha una predisposizione genetica.

Dopo aver raccolto l'anamnesi, è consigliabile parlare dei reclami:

  • Dolore al petto;
  • Sensazione di palpitazioni;
  • Cambiamenti nel ritmo del battito cardiaco.

Vale la pena parlare anche di reclami apparentemente del tutto aspecifici, come ad esempio:

  • Mancanza di respiro (che si verifica dopo l'esercizio oa riposo);
  • Edema (locale o diffuso, estremità superiori e inferiori o diffuso);
  • Debolezza generale, stanchezza eccessiva, ecc..

Leggi anche sull'argomento

Dopo la conversazione, il medico curante condurrà una ricerca: percussioni e auscultazione.

Auscultazione (ascoltando con un fonendoscopio), il medico determinerà il lavoro del muscolo cardiaco e delle valvole. In questo caso, è possibile identificare difetti congeniti o acquisiti dell'apparato valvolare. Nella maggior parte dei casi può anche essere il risultato di una cardiopatia reumatica cronica..

Ulteriori esami strumentali includono:

  • Elettrocardiografia. Ciò consentirà di indagare la conduzione dell'impulso lungo le vie del cuore e di effettuare diagnosi differenziale con altre patologie cardiogene che hanno un quadro sintomatico simile..
  • Ecocardiografia. Ti consentirà di valutare visivamente le condizioni delle valvole cardiache ed esaminare l'attività cardiaca. Quando si utilizza l'effetto Doppler, è possibile determinare la frazione della gittata cardiaca e stabilire l'eventuale insufficienza cardiaca.

I test di laboratorio per i reumatismi del cuore includono:

  • Analisi del sangue generale. Ci saranno segni di infiammazione: aumento della velocità di sedimentazione degli eritrociti, proteina C reattiva positiva, aumento della conta dei linfociti;
  • Test batteriologici. Semina microflora dalla faringe della bocca, cavità nasale. Risulterà positivo per infezione o portamento acuto / cronico. È possibile determinare il tipo di agente patogeno;
  • Reazioni sierologiche. Titoli aumentati o crescenti nel tempo di enzimi specifici (antisterptolisina, antideossiribonucleasi-B, ecc.).

Trattamento

Le misure terapeutiche per i reumatismi del cuore hanno una serie di caratteristiche. Tutte le misure terapeutiche hanno diversi obiettivi:

  • Eliminazione dell'agente patogeno;
  • Sollievo dall'aggressione autoimmune;
  • Compensazione cardiaca.

Le misure terapeutiche vengono eseguite in ambiente ospedaliero. Quando si effettua una diagnosi di cardiopatia reumatica cronica, è indicato il ricovero obbligatorio.

Per questo, vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

  • antibiotici:
    • gruppi di penicilline,
    • gruppi lincosamide,
    • gruppi macrolidi.
  • glucocorticoidi (ad es. prednisone),
  • farmaci antinfiammatori non steroidei (spesso diclofenac) per il sollievo di gravi processi infiammatori;

Per il trattamento dell'edema vengono utilizzati diuretici dell'ansa (furosemide, torasemide).

Per la correzione e la compensazione dell'attività cardiaca si utilizzano:

  • Ca antagonisti;
  • b-bloccanti;
  • Glicosidi cardiaci;
  • ACE inibitori, ecc..

Complicazioni

Le complicanze dei reumatismi del cuore includono:

  • Difetti cardiaci acquisiti (stenosi o insufficienza valvolare);
  • Insufficienza cardiaca di varia intensità, a seconda del periodo di reumatismi e delle caratteristiche individuali dell'organismo;
  • Ipertensione polmonare;
  • Insufficienza respiratoria.

A causa di disturbi emodinamici con difetti valvolari, può comparire quanto segue:

  • Trombosi;
  • Cambiamenti ischemici e necrotici nei tessuti a seguito di tromboembolia vascolare;
  • Ictus e attacchi di cuore;
  • TELA.

Prevenzione e prognosi

Le misure preventive per i reumatismi del cuore mirano principalmente a prevenire lo sviluppo di malattie infettive.

Per fare ciò, è necessario stimolare regolarmente il sistema immunitario:

  • Passeggiate all'aria aperta;
  • Attività fisica regolare e moderata, indurimento;
  • Uso stagionale di complessi vitaminici e minerali, farmaci immunostimolanti e immunomodulatori;
  • Trattamento tempestivo e adeguato delle malattie infettive;

Le misure preventive comprendono anche l'osservazione costante da parte del medico curante, esami regolari (esami professionali), terapia antibiotica preventiva dopo interventi chirurgici.

Cardiopatia reumatica (reumatismi del cuore): sintomi, diagnosi, trattamento e conseguenze

Il reumatismo del cuore è un processo infiammatorio acuto o cronico da parte delle strutture cardiache che si sviluppa sullo sfondo di una reazione autoimmune.

La componente infettiva non gioca un ruolo, almeno non direttamente. L'origine esatta della deviazione non è ancora chiara, il che rende il trattamento di qualità un compito estremamente difficile..

Anche la sintomatologia del processo patologico è aspecifica, il che richiede un'attenzione speciale da parte del diagnostico.

La terapia è conservativa, con l'uso di medicinali di diversi gruppi farmaceutici.

In più di un quarto dei casi si sviluppano complicazioni formidabili: difetti cardiaci. A loro volta, vengono rimossi solo chirurgicamente..

Tutte le domande riguardanti la malattia dovrebbero essere risolte sotto la supervisione di diversi specialisti. Come minimo, è coinvolto un reumatologo come medico specializzato.

La prestazione amatoriale nel 100% dei casi termina con l'aggravamento delle condizioni del paziente e il rapido sviluppo di complicanze.

Meccanismo di sviluppo

I medici non sono ancora in grado di dire esattamente perché si sta formando il processo patologico. Ci sono diverse ipotesi sulla genesi della malattia, ma non hanno ancora ricevuto conferme inconfutabili..

Devi aderire alla visione generalmente accettata. Secondo questo, la cardiopatia reumatica o la cardite reumatica (un altro nome per la condizione in questione) inizia come risultato della provocazione di una reazione autoimmune da parte di forze esterne.

Uno schema tipico è l'inizio dopo un'infezione. Stafilococco, virale (ad esempio erpetico) e altri.

Penetrando nelle strutture cardiache, agenti pericolosi provocano il lavoro attivo delle difese del corpo. Inizia l'infiammazione locale.

In futuro, il sistema immunitario perde la sua capacità di riconoscere microrganismi patogeni e tessuti sani. Attacca le cellule cardiomiocitiche, provocandone la distruzione, la morte.

Nel 100% dei casi di cardiopatia reumatica, lo strato interno del cuore (endocardio) soffre del coinvolgimento delle valvole nel processo. Meno spesso, lo strato muscolare dell'organo (miocardio) si infiamma.

Casi di danneggiamento della sacca cardiaca (guscio esterno o pericardio) si verificano nel 2-3% delle situazioni cliniche.

La malattia non sempre inizia rapidamente e in modo acuto. Ci sono molti casi noti di manifestazione spontanea, lieve senza sintomi visibili. Pertanto, le domande vengono considerate su base individuale. Non esiste un quadro clinico generalizzato.

Se non viene effettuato un trattamento tempestivo, la malattia si trasforma rapidamente in una fase cronica. In questo caso, non è soggetto a terapia. Non puoi influenzare drasticamente la situazione. L'unica cosa che rimane ai medici è fermare i sintomi e prevenire le ricadute..

Il decorso dei reumatismi è associato a un'infiammazione aggressiva nelle strutture cardiache. Il tessuto muscolare viene distrutto, che nel tempo, soprattutto con frequenti episodi ricorrenti, porta a difetti reumatici.

Ad esempio, alla distruzione delle valvole mitraliche, meno spesso aortiche: stenosi (restringimento dell'apertura nello stato aperto) o fallimento (chiusura incompleta).

In una situazione del genere, la probabilità di morte aumenta notevolmente. Sarà necessario un intervento chirurgico per influenzare la posizione e ripristinare il lavoro delle strutture cardiache.

La malattia è complessa in termini di meccanismo, variabile in termini di quadro clinico. Pertanto, richiede le qualifiche di un cardiologo e altri medici specializzati.

Classificazione

La tipizzazione dei reumatismi del cuore viene effettuata su due terreni adiacenti. La prima è la fase del processo patologico.

  • Attivo. Corrisponde allo sviluppo iniziale o all'esacerbazione del disturbo (attacco reumatico). È accompagnato da un'interruzione del normale funzionamento del sistema immunitario, segni clinici pronunciati. Vengono annotati i valori di laboratorio tipici.
  • Non attivo. Parlano di lei quando non vengono rilevati sintomi o punti oggettivi dalle analisi del sangue.

C'è anche un'altra classificazione. Si basa sul decorso della malattia. Esistono tre tipi principali:

  • Stadio acuto. È accompagnato da gravi disturbi nel lavoro del cuore, una pronunciata deviazione del benessere. Corrisponde alla fase attiva.
  • Tipo cronico. Il quadro clinico in quanto tale è assente o minimo, ma eventuali fattori esterni provocano rapidamente una ricaduta. La sua gravità dipende dallo stato del corpo al momento e dall'intensità del fattore provocante.
  • Opzione subacuta. Intermedio tra il primo nominato e il secondo. I sintomi sono presenti, ma non così attivi. Questo periodo corrisponde al recupero, è considerato un periodo di transizione.

Le classificazioni vengono utilizzate per chiarire la diagnosi e una più chiara comprensione del corso del processo patologico.

Sintomi

Il quadro clinico è quasi sempre identico. L'unica differenza è nell'intensità delle manifestazioni. La forza di questi dipende dall'attività dell'infiammazione, dalla sua fase e dalla resistenza del corpo del paziente, dall'età, dal sesso e da alcuni altri punti.

Tra i segni di una violazione:

  • Dolore al petto. Di solito di media intensità. Insopportabili non sono tipici del processo patologico in esame. La natura del disagio è pressante, scoppiettante, bruciante. Corrisponde a ischemia, malnutrizione e respirazione cellulare.
  • Necessariamente durante il periodo di attacco reumatico (esacerbazione), si sviluppa una violazione della frequenza cardiaca. Di solito dal tipo di tachicardia, un aumento dell'indicatore a un livello di oltre 90 battiti / min. La varietà del seno non rappresenta un pericolo per la salute e la vita in quanto tale, ma è estremamente dolorosa da tollerare dai pazienti, poiché non si indebolisce nemmeno al buio. Interferisce con il normale riposo notturno, elimina quasi ogni attività fisica.
  • Altri tipi di disturbi del ritmo cardiaco. La tachicardia non è l'unica opzione. Parallelamente a questa deviazione, si verifica anche qualcos'altro. Ad esempio, extrasistole. Quando un colpo straordinario, o anche più di uno, viene "incastrato" nell'intervallo tra le contrazioni dell'organo muscolare. Potrebbe essere pericoloso.

La fibrillazione atriale non è meno una minaccia per la salute e la vita. Cosa è associato a una violazione della conduttività delle strutture cardiache. L'impulso elettrico non raggiunge i ventricoli.

In casi estremi, il processo può assumere la forma di un blocco atrioventricolare. Questo è un fattore significativo nello sviluppo dell'arresto cardiaco. È richiesto un trattamento ospedaliero immediato.

  • Dispnea. Un segno negativo di cardiopatia reumatica, indica l'aggiunta di insufficienza cardiaca. La manifestazione si osserva a riposo o dopo un'attività fisica minore.

Camminare, salire le scale, persino spostarsi all'interno dell'appartamento diventa impossibile o estremamente difficile.

Un sintomo simile richiede un trattamento ospedaliero obbligatorio, perché a breve termine, l'insufficienza cardiaca acuta può svilupparsi con arresto cardiaco e morte del paziente.

  • Gonfiore degli arti inferiori. Man mano che la condizione progredisce in uno o più attacchi, è probabile che coinvolga il viso, tutto il corpo. Il motivo è un calo della contrattilità del miocardio (insufficienza cardiaca), perché il fluido viene escreto peggio, crea un carico aggiuntivo sull'organo muscolare. Nasce un circolo vizioso.

I segni clinici focali non sono specifici. Indicano ugualmente molte malattie del sistema cardiovascolare, è possibile determinare esattamente quale fosse la causa solo nell'ambito della diagnosi. Ci sono anche manifestazioni comuni dell'intero organismo nel suo insieme..

  • Aumento della temperatura corporea. Non in tutti i casi. Se è presente ipertermia, le letture del termometro raramente superano 37,5-38. Questa è un'indicazione del processo infiammatorio.
  • Inoltre, si riscontrano segni di intossicazione generale. Tra questi: mal di testa, problemi di orientamento nello spazio, debolezza, letargia, sonnolenza, letargia, incapacità di svolgere le mansioni quotidiane sul lavoro e nella vita di tutti i giorni, aumento della fatica anche da attività insignificanti, sensazione di cedimento degli arti. Nausea e vomito possibili, ma rari.

Il complesso sintomatico è quasi sempre lo stesso, ma questo non facilita il medico.

L'intensità delle manifestazioni non dipende in alcun modo dalla fase del processo patologico. Ma c'è una connessione tra il numero di ricadute e la gravità della clinica.

Peggio è la condizione del cuore al momento, più gravi sono le violazioni. È associato a difetti miocardici progressivi.

In situazioni difficili, anche la correzione della condizione, la prevenzione delle ricadute non aiuta, i difetti funzionali persistono per tutta la vita.

I sintomi di reumatismi del cuore sono valutati nel sistema e in connessione con la storia medica, i presunti fattori provocatori.

Le ragioni

Anche i medici non possono dirlo con certezza. Ci sono diverse ipotesi sulla genesi del processo patologico..

Un elenco approssimativo di momenti che provocano una violazione:

  • Malattia infettiva posticipata sullo sfondo dell'indebolimento dell'immunità locale e generale.

Nei bambini, un'opzione frequente è il reumatismo cardiaco dopo angina o scarlattina, provocato dalla flora piogenica (ad esempio, stafilococco).

In altri gruppi di pazienti, altri agenti, inclusi virus e funghi, possono svolgere un ruolo negativo simile..

  • Uso incontrollato a lungo termine di determinati medicinali. Ad esempio, antibiotici o contraccettivi orali, anche citostatici, agenti volti a ridurre il tasso di divisione delle cellule "veloci" (attivamente utilizzati nel trattamento del cancro).

Tra i fattori provocatori, ci sono alcuni altri punti:

  • Predisposizione genetica. Svolge un ruolo chiave nel determinare la probabilità di ammalarsi. Se in famiglia c'era almeno una persona in ascesa che soffriva di reumatismi (non necessariamente cardiopatie), le probabilità di diventare il "proprietario" di una diagnosi identica sono determinate al livello del 50% o anche superiore. In una situazione del genere, l'ipotermia, il sovraccarico nervoso può diventare un fattore scatenante. Fattori innocui a prima vista.
  • La presenza di malattie croniche dell'orofaringe. Causa comprovata che aumenta i rischi.
  • Condizioni di punta. Gravidanza, pubertà, passaggio alla menopausa e altri, compreso il ciclo mestruale.

La presenza di disturbi disfunzionali ormonali colpisce. Diabete mellito, problemi alla tiroide e altri.

La correzione di questi punti non garantisce ancora al cento per cento che la malattia non si manifesti.

Ciò che è stato detto è il presupposto dei medici. Fino a quando non si conoscerà il meccanismo di sviluppo, non sarà possibile parlare con certezza di fattori e cause di rischio.

Diagnostica

Un gruppo di specialisti è coinvolto nell'esame e nella gestione dei pazienti. Il principale tra loro è un reumatologo.

Rivelare le caratteristiche del processo richiede una serie di tecniche strumentali e di laboratorio.

  • Interrogatorio orale del paziente. Per determinare i reclami, il che significa un quadro clinico tipico. La compilazione di un elenco completo dei sintomi in un particolare paziente è necessaria per formulare ipotesi riguardanti la diagnosi..
  • Prendendo l'anamnesi. Devi capire cosa ha causato il disturbo, o almeno avvicinarti ad esso. Fanno domande sulla storia familiare di malattie, cattive abitudini, stile di vita del paziente, patologie passate e attuali. Tutti i punti sono importanti.

Queste due attività sono di routine, ma costituiscono la base, consentono di impostare il vettore per tutte le ulteriori diagnosi.

  • Alla reception viene eseguita l'auscultazione, ascoltando il suono del cuore. Una manifestazione caratteristica dei reumatismi sono i rumori, deviazioni dal primo tono.
  • Successivamente, viene prescritta l'elettrocardiografia. È un metodo per la valutazione funzionale delle strutture cardiache. L'ECG rivela manifestazioni tipiche di aritmia e sullo sfondo di un lungo decorso del processo patologico - segni di insufficienza cardiaca.

I sintomi nelle donne sono descritti qui, negli uomini qui.

  • L'ecocardiografia è usata come un modo per visualizzare i tessuti. Le modifiche sono annotate sul lato delle valvole. In caso di sospetto, viene indicata una radiografia. Nel corso di questo studio, si richiama l'attenzione sull'aumento delle valvole cardiache. Di regola, i dipartimenti di sinistra soffrono.
  • Analisi del sangue generale. Si trovano segni di un processo infiammatorio. Aumento della conta dei globuli bianchi, alta ESR.
  • La biochimica è caratterizzata da un aumento del livello di proteina C reattiva, fibrinogeno, possibilmente un aumento della concentrazione di fosfatasi alcalina e altri. Questi sono segni aggiuntivi, si trovano spesso.

Un immunogramma è obbligatorio. L'identificazione di sostanze specifiche consente di trarre conclusioni sulla natura del disturbo.

Se necessario, i medici prescrivono misure aggiuntive o ripetono il ciclo diagnostico.

È inoltre obbligatorio consultare un cardiologo, la gestione dinamica del paziente sotto il controllo di due specialisti contemporaneamente consente di rispondere in modo tempestivo alle deviazioni.

Trattamento

La terapia è conservativa. La cardiopatia reumatica richiede l'uso di un gruppo di farmaci.

Tra i tipi di farmaci:

  • Antifiammatori non steroidei. Ketorolac, Nimesulide e altri. I farmaci vengono utilizzati solo nella fase acuta, non sono adatti per un uso prolungato, perché hanno un grande carico su cuore e reni. Solo come parte del sollievo dei sintomi.
  • Farmaci steroidei. Come il prednisolone o il più potente desametasone. Lo scopo di questi farmaci è identico. La differenza nella forza dell'azione farmaceutica.
  • Gli ormoni alleviano l'infiammazione molto più attivamente e creano ulteriori effetti benefici. Allo stesso tempo, causano molti effetti collaterali e comportano un enorme pericolo con un uso prolungato..
  • Antibiotici Con una lesione primaria, manifestazione di un processo patologico e presenza di una componente infettiva. Di solito vengono prescritti farmaci a base di penicillina, meno spesso sono indicate le cefalosporine. La domanda è individuale, decisa a discrezione dello specialista curante dopo un esame completo del paziente.
  • In casi clinici difficili, quando non vi è alcun effetto da altri farmaci o è insufficiente, vengono prescritti immunosoppressori. Questi fondi hanno la capacità di inibire il lavoro delle difese del corpo. Hanno molte controindicazioni, gli effetti collaterali sono gravi, quindi è necessario un dosaggio chiaro e un uso delicato sotto controllo costante. Questi includono farmaci come la clorochina e analoghi.
  • Come parte della terapia sistematica, vengono prescritti farmaci a base di acido acetilsalicilico. Ma solo quelli che sono adatti per un uso continuo. Culo trombotico e analoghi. L'aspirina classica è troppo pericolosa.

Se necessario, se ci sono complicazioni, è indicato un intervento chirurgico. La domanda è difficile, i medici stanno facendo del loro meglio, cercando di ritardare il momento o limitarsi a modi conservativi. Questo non è sempre possibile. Come viene eseguito esattamente l'intervento radicale??

Richiede la propria valvola di plastica. Ma in assenza di opportunità, i medici ricorrono a protesi usando analoghi artificiali.

L'introduzione dell'impianto impone alcune limitazioni alla vita del paziente. Ad esempio, è necessario monitorare attentamente lo stato di immunità, se possibile, escludere malattie infettive, seguire corsi antipiastrinici e così via. Non è un grande prezzo da pagare per l'opportunità di vivere una vita appagante..

Il trattamento dei reumatismi del cuore con i farmaci ha lo scopo di alleviare i sintomi e prevenire le ricadute. Se necessario, viene praticata un'operazione, ma più spesso per eliminare le conseguenze della malattia.

Previsione

Per lo più favorevole. La probabilità di entrare nella fase cronica è superiore al 75%.

Violazioni irreversibili delle strutture cardiache, i difetti organici si trovano in quasi un quarto di tutte le situazioni, il che è abbastanza.

La mortalità dei reumatismi cardiaci è minima e appena una percentuale, tuttavia, il processo patologico è estremamente doloroso. La qualità della vita ne risente in modo significativo.

Possibili conseguenze

Tra i principali ci sono i difetti cardiaci acquisiti, la cronicità della malattia, l'arresto del lavoro di un organo muscolare nella fase acuta della patologia. Queste complicazioni sono prevenute da un trattamento tempestivo e di alta qualità..

Il reumatismo è una malattia infiammatoria autoimmune. Richiede cure mediche urgenti, perché si trasforma rapidamente in una fase lenta, in costante ricaduta e quindi non c'è possibilità di un completo recupero. Le previsioni, però, sono quasi sempre favorevoli, l'importante è non ritardare la visita dal medico.

Reumatismi cardiaci

Le malattie del sistema cardiovascolare hanno cessato da tempo di essere un problema per gli anziani. Anche i giovani soffrono di questi problemi e sempre più spesso imparano cosa sono i reumatismi del cuore, i suoi sintomi e le cure. È importante diagnosticare questa malattia in modo tempestivo e fornire al paziente cure mediche qualificate, altrimenti il ​​rischio di complicanze aumenta in modo significativo.

Cos'è?

Il processo infiammatorio dei singoli strati o pareti del cuore, sviluppato su uno sfondo di infezione da streptococco, è chiamato reumatismi o cardiopatia reumatica. La patologia ha una vaga localizzazione, nei casi avanzati copre tutte le membrane dell'organo. Sui tessuti colpiti del muscolo cardiaco compaiono noduli reumatici che si cicatrizzano nel tempo. Una delle complicazioni gravi è la cardiosclerosi diffusa. A volte la malattia diventa la causa dello sviluppo di difetti delle valvole cardiache, disturbi del flusso sanguigno, insufficienza cardiaca. Tali problemi sono molto pericolosi e richiedono un trattamento urgente..

Cause di patologia

Di regola, l'infezione da streptococco diventa la causa della cardiopatia reumatica. Più spesso queste sono malattie del rinofaringe:

  • sinusite
  • faringite
  • tonsillite

Secondo le statistiche, le forme acute di queste malattie causano reumatismi cardiaci nel 3% dei pazienti. Molto spesso gli adolescenti di età compresa tra 7 e 16 anni, così come le giovani donne e gli anziani sono malati.

Altre cause di patologia:

  • predisposizione genetica
  • virus dell'herpes
  • citomegalovirus
  • morbillo
  • parotite
  • Epatite B
  • virus t-linfotropi

I tessuti connettivi del muscolo cardiaco contengono cellule che gli anticorpi immunitari scambiano per batteri patogeni mentre combattono le infezioni. Quindi, la propria immunità avvia il processo patologico. A causa dell'infiammazione, le valvole cardiache subiscono cambiamenti irreversibili: si attaccano e si ispessiscono. Il rischio di sviluppare reumatismi aumenta con l'autotrattamento delle infezioni delle vie respiratorie, pertanto, si raccomanda di trattare sotto la supervisione di un medico qualsiasi, anche le più semplici malattie del rinofaringe.

Classificazione

Durante la diagnosi, la gravità della malattia viene determinata in base alla classificazione stabilita. I tipi di cardiopatia reumatica sono suddivisi in fasi, gravità e diffusione dei fuochi colpiti.

Fasi dei processi reumatici

Secondo la classificazione medica, ci sono 3 fasi di cardite reumatica:

  • Fase 1 (lieve): i sintomi sono lievi
  • Fase 2 (media) - sintomi moderati
  • Fase 3 (grave): sintomi pronunciati, l'ultimo grado della malattia

Opzioni di flusso

I reumatismi del cuore possono assumere diverse forme:

  1. Acuto: il rapido sviluppo della malattia con sintomi pronunciati. In questo caso, il paziente necessita di cure mediche urgenti..
  2. Subacuto: il periodo di sviluppo della malattia è di circa sei mesi, l'intensità delle manifestazioni è bassa.
  3. Prolungato: la malattia dura da sei mesi o più. All'inizio, i segni sono pronunciati, ma, nel tempo, le manifestazioni si indeboliscono.
  4. Ricorrente: la malattia passa in questa forma dopo diverse fasi di remissione. Ci sono attacchi frequenti e rapida progressione.
  5. Latente: il decorso latente della malattia senza alcun segno. Di norma, la malattia viene rilevata nell'ultima fase, quando è già presente un difetto cardiaco.

Lesioni

A seconda dell'area della lesione, si distinguono le seguenti forme di reumatismi cardiaci:

  1. L'endocardite è un'infiammazione del rivestimento interno di un organo. Spesso porta allo sviluppo di difetti delle valvole e, di conseguenza, a malattie cardiache. I sintomi sono estremamente vaghi. Puoi sospettare un disturbo da forte sudorazione, febbre, comparsa di rumore nella regione superiore del cuore e aorta.
  2. I cambiamenti patologici locali influenzano lo strato centrale muscolare del cuore, chiamato miocardio. È accompagnato da dolore al petto, aumento della frequenza cardiaca, debolezza generale e aumento della fatica. La malattia è indicata da cambiamenti nel cardiogramma e nell'emocromo generale.
  3. Diffusa - forma grave, che è accompagnata da grave mancanza di respiro, pallore, aumento della frequenza cardiaca, debolezza. Il paziente cade sistematicamente in uno stato di semi-svenimento o svenimento, si verifica una congestione nel fegato e nei polmoni, il carattere dei toni cambia durante l'ascolto.
  4. L'endomiocardite è un processo infiammatorio che colpisce l'endocardio e il miocardio.
  5. La pericardite è un'infiammazione delle membrane esterne di un organo. Questa forma è rara e difficile da diagnosticare. Manifestato da dolore e soffi cardiaci, mancanza di respiro, vertigini e debolezza.
  6. La pancardite - l'infiammazione di 3 membrane, è piuttosto difficile.
  7. Cardiopatia reumatica ricorrente - ha un decorso prolungato, difficile da diagnosticare. Le manifestazioni sono simili alla miocardite e all'endocardite. I primi sintomi si verificano dopo lo sviluppo di un difetto cardiaco.

Come riconoscere

I sintomi della cardiopatia reumatica in ogni singolo caso dipendono dall'area della lesione e dalla gravità della malattia.

I principali segni di reumatismi del cuore:

  • affaticamento veloce e cattiva salute
  • ridotta capacità lavorativa
  • dolore al petto
  • polso rapido
  • aritmia periodica
  • sudorazione eccessiva
  • la dispnea si verifica quando si è sdraiati
  • manifestazione di tosse durante lo sforzo fisico
  • gonfiore delle gambe
  • la pelle delle gambe diventa bluastra, o viceversa, una tonalità pallida
  • accumulo di liquido nel peritoneo, che si manifesta con un aumento del volume della milza, del fegato e dell'addome in generale
  • la presenza di rumore durante l'ascolto
  • espansione dei confini del cuore a sinistra
  • disturbo del ritmo secondo l'elettrocardiogramma
  • respiro sibilante nei polmoni
  • attacchi di soffocamento e mancanza di ossigeno
  • tromboembolia: una violazione della coagulazione del sangue, lo sviluppo di coaguli di sangue

In una fase grave della cardiopatia reumatica, i sintomi sono pronunciati, la circolazione sanguigna è difficile. Si sentono i rumori caratteristici, può svilupparsi insufficienza cardiaca. Il paziente è in condizioni gravi, c'è il rischio di morte.

Sintomi nei bambini

Di norma, nei bambini, la cardiopatia reumatica si verifica sullo sfondo di un'infezione del tratto respiratorio superiore, che è accompagnata da un aumento della temperatura corporea. Si osservano anche mancanza di respiro e dolore toracico a bassa intensità. Presto questi sintomi scompaiono, ma dopo un po 'si ripresentano. Nella seconda fase della malattia, si verifica la febbre reumatica, accompagnata da sintomi:

  • leggero aumento della temperatura
  • dispnea
  • debolezza
  • dolore alla testa e alle articolazioni
  • sudorazione eccessiva

Spesso, la febbre reumatica diventa il primo sintomo grave che indica lo sviluppo di una cardiopatia reumatica. Nei successivi tre anni dopo ripetute febbre, si formano danni alle pareti cardiache, con l'ulteriore sviluppo di difetti valvolari.

Sintomi tipici della malattia nei bambini:

  • dolore nella regione del cuore di un personaggio pressante, bruciante, lancinante
  • aumento della frequenza cardiaca
  • gonfiore dei piedi e degli arti inferiori

In alcuni casi, le malattie cardiache sono asintomatiche. Nel tempo, questa patologia può portare allo sviluppo di malattie cardiache in un bambino..

Diagnostica

In caso di decorso latente della malattia, la diagnosi è difficile. I pazienti spesso scambiano possibili manifestazioni di patologia per un comune raffreddore, quindi non consultano un medico in tempo.

Metodi di laboratorio e strumentali sono utilizzati per diagnosticare i dolori reumatici:

  1. Lo studio del medico sulla storia del paziente di malattie infettive.
  2. Ispezione visuale.
  3. Elettrocardiogramma: indica un aumento patologico dell'intervallo P-Q.
  4. Ultrasuoni e raggi X: consentono di vedere un aumento delle dimensioni di un organo e altri importanti indicatori diagnostici.
  5. Fonocardiografia: consente di identificare la comparsa di rumori, cambiamenti nei toni del cuore.
  6. Ecocardiografia: aiuta a determinare se ci sono cambiamenti nelle valvole cardiache.
  7. Analisi del sangue generali e biochimiche: aiutano a determinare un aumento del livello di VES e dei leucociti, una diminuzione dell'emoglobina, identificare la presenza di fibrinogeno e proteina C-reattiva.
  8. Immunogramma: indica un aumento degli anticorpi anti-streptococco e dei corpi anticardici, un cambiamento nel livello di alcune immunoglobine.

Sulla base dei dati ottenuti, viene fatta una diagnosi, viene determinata la complessità della malattia, dopo di che viene prescritto il trattamento. La terapia ha lo scopo di alleviare l'infiammazione, eliminare l'insufficienza cardiaca, migliorare il funzionamento del sistema cardiovascolare.

Trattamento

Con un appello tempestivo a un'istituzione medica, il corso del trattamento per la fase acuta o subacuta della malattia in un ospedale va da 2 settimane a 2 mesi. Una forma trascurata della malattia non può essere completamente curata: di tanto in tanto, i sintomi della patologia infastidiranno il paziente.

Metodi per il trattamento della cardiopatia reumatica:

  • trattamento farmacologico
  • fisioterapia e cure termali
  • fisioterapia
  • aderenza alla dieta numero 1
  • misure preventive: indurimento, aerazione della stanza, frequenti passeggiate all'aria aperta, eliminazione tempestiva delle infezioni focali, recinzione del paziente da altri pazienti infetti da streptococco, osservazione sistematica da parte di un medico

I metodi di trattamento per reumatismi acuti e persistenti differiscono. Se si forma il difetto cardiaco, può essere necessario un trattamento chirurgico.

Fase acuta

Durante il trattamento è indicato il riposo a letto. La terapia farmacologica prevede la somministrazione di iniezioni di farmaci contenenti penicillina per 2 settimane. Se il paziente ha un'intolleranza individuale alla penicillina, sarà richiesto un ciclo di trattamento con eritromicina.

Inoltre, a discrezione del medico, sono prescritti:

  • acido acetilsalicilico o analoghi per alleviare l'infiammazione
  • antifiammatori non steroidei
  • immunosoppressori
  • gamma globuline

La terapia viene eseguita esclusivamente sotto la supervisione di un medico, preferibilmente in ambiente ospedaliero.

Forma protratta

In presenza di una forma protratta di reumatismi, al paziente vengono prescritti cicli di trattamento con farmaci della serie chinolina: Plaquenil, dilagil. La durata approssimativa della terapia è di 1-2 anni.

Se necessario, nominare:

  • immunosoppressori, soggetti a monitoraggio quotidiano dei cambiamenti nella composizione del sangue
  • gamma globuline in combinazione con farmaci desensibilizzanti
  • diuretici
  • glicosidi
  • vitamine

Nel trattamento della cardiopatia reumatica persistente, le procedure fisioterapiche hanno dimostrato di alleviare l'infiammazione e migliorare la circolazione sanguigna: bagni dal fango terapeutico, esposizione alla luce ultravioletta, massaggio, elettroforesi. Dopo il trattamento principale in un ospedale, al paziente viene mostrato il passaggio di cicli di cure sanitarie, nonché misure preventive. Entro un anno dalla transizione della malattia in una fase inattiva, al paziente viene prescritta una terapia farmacologica aggiuntiva, che include farmaci antinfiammatori non steroidei, agenti desensibilizzanti, antibatterici, complessi vitaminici.

Possibili complicazioni

Una frequente complicazione dei reumatismi è la rapida distruzione delle valvole cardiache. I cambiamenti patologici portano a un restringimento dei fori tra le camere, nonché a un guasto della valvola. Come risultato di questi problemi, si verificano coaguli di sangue che provocano malattie pericolose: tromboembolia, infarto, ictus. Durante la progressione dei reumatismi, la funzionalità del muscolo cardiaco peggiora. Nel tempo, questo problema può portare a insufficienza cardiaca o sclerosi muscolare. Il pericolo di miocardite reumatica sta nel fatto che può causare aritmie acute e, di conseguenza, arresto respiratorio.

Previsione

Se la cardiopatia reumatica acuta o cronica è stata rilevata in modo tempestivo e il paziente ha ricevuto cure mediche qualificate, la prognosi è favorevole. Nella maggior parte dei casi, dopo un'adeguata terapia, la funzionalità del cuore e delle sue parti viene completamente ripristinata, esiste la possibilità di sviluppare un difetto cardiaco, che successivamente si manifesterà con sintomi spiacevoli..

La possibilità di morte per insufficienza cardiaca causata da cardiopatia reumatica è piuttosto bassa. Secondo le statistiche, la morte si verifica solo nello 0,1-0,5% dei casi. In presenza di altre patologie cardiovascolari, oltre che con l'aumentare dell'età, la prognosi per il paziente può peggiorare.


Articolo Successivo
Dieta per l'ictus