Fai attenzione ai primi segni di un ictus


Un ictus è un terribile disastro non solo per la persona stessa, ma anche per tutta la sua famiglia. Dopotutto, è solo nel migliore dei casi che dopo questa malattia ci sarà un difetto del linguaggio minore o lievi disturbi del movimento.

Ma c'è speranza! Nella maggior parte dei casi, il corpo avverte in anticipo di un imminente disastro. E se non ci fossero segni, o se li mancasse, allora non tutto è perduto: l'assistenza qualificata fornita nelle prime 1-1,5 ore dall'insorgenza della malattia dà la possibilità di cavarsela con un "leggero spavento" a patto che l'ictus sia ischemico.

Cos'è l'ictus ischemico? Con chi e quando dovrebbe essere sospettato per primo? Quali sono i primi segni di un ictus? Cosa fare se si verificano? Leggi le risposte a queste e ad altre domande di seguito..

  1. I primi segni di un ictus
  2. Ictus ischemico ed emorragico
  3. I primi segni di ictus ischemico
  4. I primi segni di ictus emorragico
  5. Araldi di ictus
  6. Fattori di rischio di ictus
  7. Un test con il quale puoi scoprire l'approccio imminente di un ictus
  8. Altre malattie con sintomi simili all'ictus
  9. Cosa fare quando compaiono i primi segni di un ictus

I primi segni di un ictus

  • la comparsa di una grave debolezza dell'arto, a causa della quale non può svolgere la sua funzione (aumentare o sostenere il peso corporeo). Di solito entrambi gli arti sono colpiti da un lato: un braccio e una gamba;
  • la comparsa di asimmetria facciale, che può essere vista da un sorriso storto, facendo cadere l'angolo della bocca o facendo cadere la palpebra superiore su un lato;
  • linguaggio confuso (non capisci cosa sta dicendo), difficoltà a capirlo (non capisce cosa stai dicendo) o incoerenza; compromissione della coordinazione dei movimenti;
  • un forte deterioramento della vista;
  • improvvisa perdita di coscienza, dopo di che è difficile riportare in vita una persona o, se era ancora in grado di svegliarsi, compaiono i segni di cui sopra: asimmetria facciale, incapacità di muoversi, problemi di linguaggio.

Una tecnica di riconoscimento dell'ictus, che prende il nome dalle prime lettere del sintomo in esame - SHOCK:

  • U è un sorriso: se chiedi al paziente di sorridere, il sorriso sarà storto;
  • D - movimento: in risposta a una richiesta di sollevare entrambe le braccia (o le gambe - se una persona sta mentendo) allo stesso tempo, non sarà in grado di farlo: un arto rimarrà notevolmente indietro o non sarà in grado di muoversi affatto;
  • A è l'articolazione, cioè il movimento dell'apparato vocale durante la pronuncia delle parole. Se l'articolazione è compromessa, il discorso della persona diventa sfocato, incomprensibile, mentre le labbra e la lingua si muovono a malapena;
  • P è la soluzione. Cioè, se vedi che i sintomi sono positivi, chiama l '"Ambulanza".

Sfortunatamente, i sintomi classici non sono sempre osservati. La malattia può iniziare in un modo completamente diverso e solo dopo un po 'causare la comparsa di eventuali asimmetrie di movimenti e tono muscolare. Dipende dal tipo di ictus: ischemico o emorragico.

Ictus ischemico ed emorragico

Questi 2 tipi di catastrofi cerebrali si sviluppano in modi completamente diversi. Quello che hanno in comune è solo il loro risultato: una parte del cervello cessa di essere rifornita di sangue e muore.

I primi sintomi di ictus ischemico

L'ictus ischemico è una situazione in cui il lume di una delle arterie cerebrali viene improvvisamente bloccato. Di solito si sviluppa al mattino, dopo che il flusso sanguigno nella testa, ridotto di notte, inizia a riprendersi.

Dall'esterno, un disturbo del linguaggio può sembrare una persona che ripete una sillaba, pronunciando suoni o parole incoerenti che non si sommano a una frase separata. Forse guarda solo i parenti, non capendo il discorso a lui rivolto.

Anche la vista può risentirne, la coordinazione può essere compromessa e può apparire instabilità dell'andatura.

Può verificarsi perdita di coscienza nell'ictus ischemico, ma questo è raro. Anche il vomito per questa malattia non è tipico..

I primi segni di ictus emorragico

Secondo la localizzazione della nave che scoppia e del sangue in uscita, l'ictus emorragico è diviso in 4 tipi:

  1. emorragia cerebrale;
  2. emorragia nei ventricoli del cervello;
  3. emorragia negli spazi tra le meningi (emorragia subaracnoidea);
  4. tipo misto: emorragia nei ventricoli e nel tessuto cerebrale, nello spazio tra le membrane e nel tessuto cerebrale, emorragia diffusa: nei ventricoli, nel tessuto cerebrale e tra le membrane.

L'emorragia subaracnoidea spesso inizia anche dopo stress o sforzo fisico, durante il giorno. La persona avverte improvvisamente un terribile mal di testa, che può anche essere descritto come "colpire la testa con qualcosa di duro". Il dolore è solitamente accompagnato da vomito 1-2 volte, dopo di che può svilupparsi una perdita di coscienza a breve termine. A volte è accompagnato da convulsioni quando il corpo viene tirato "come una corda" o i muscoli delle braccia e delle gambe iniziano a contrarsi. Allo stesso tempo, non c'è coscienza, la respirazione è spesso disturbata (la lingua della persona affonda), la mucosa delle labbra e la pelle acquisiscono una tinta bluastra.

Dopodiché, una persona può persino alzarsi, camminare. Un forte mal di testa continua a dargli fastidio. Nel tempo, la sua inadeguatezza, la sonnolenza si farà sentire sempre più in modo evidente.

Se una persona non riprende conoscenza entro 10 minuti, questo indica il probabile sviluppo di emorragia in aree vitali del cervello: tronco, ventricoli, cervelletto.

Guarda anche:

  • Riabilitazione dopo artroplastica dell'anca
  • Microstroke: primi segni e sintomi, conseguenze, trattamento
  • Ictus cerebrale ischemico: sintomi, prognosi, trattamento

Araldi di ictus

L'ictus si sviluppa raramente da zero. Per la maggior parte, il corpo avverte una persona di un imminente disastro.

In un ictus ischemico, questo si presenta come intorpidimento degli arti, disturbi del linguaggio, forti mal di testa, visione offuscata o forti capogiri. Dura da alcuni minuti a diverse ore e va via da solo. In medicina, questa condizione è chiamata attacco ischemico transitorio (TIA) ed è comunemente chiamata microstroke.

L'ictus emorragico, specialmente un tipo come l'emorragia subaracnoidea, può procedere senza alcun "sintomo premonitore". In alcuni casi, le crisi ipertensive diventano precursori: un aumento della pressione a numeri elevati, che sono accompagnati da vari sintomi: mal di testa, cecità transitoria, dolore al cuore.

Tali precursori possono essere ripetuti molte volte, o forse solo una, dopo di che si sviluppa un ictus. Pertanto, l'opzione migliore è consultare un neurologo se compare anche un solo TIA. Se soffri di ipertensione arteriosa e non prendi nulla, dovresti iniziare a farlo. Le misure devono essere prese particolarmente rapidamente se la pressione ha iniziato a salire o se si è verificata almeno una crisi ipertensiva.

Fattori di rischio di ictus

In cui i parenti il ​​minimo capogiro o mal di testa dovrebbero essere considerati precursori di un ictus?
Queste sono persone:

  • soffre di ipertensione;
  • che hanno evidenti disturbi della memoria, aumento della frequenza di mal di testa, frequenti sbalzi d'umore (questo è un segno di aterosclerosi cerebrale)
  • fumatori;
  • soffre di cardiopatia ischemica;
  • sovrappeso;
  • con vene varicose degli arti inferiori;
  • soffre di aritmia;
  • hanno alti livelli di colesterolo nel sangue;
  • se una donna sta prendendo la pillola anticoncezionale.

Un test con il quale puoi scoprire l'approccio imminente di un ictus

Lo scienziato Manvelov ha identificato segni evidenti a una persona senza educazione medica, che indicano una violazione della circolazione cerebrale. Ora puoi riconoscerli rispondendo alle domande:

  1. Ci sono attacchi di mal di testa che si verificano "con il tempo" o dopo il superlavoro.
  2. Se ci sono capogiri che appaiono a riposo e peggiorano quando si inizia a muoversi.
  3. C'è l'acufene, anche a volte.
  4. Avere sviluppato blackout per alcuni eventi.
  5. Le prestazioni sono cambiate di recente?
  6. La sonnolenza è aumentata? È comparsa l'insonnia?

Se negli ultimi tre mesi almeno 2 sintomi si ripresentano 1 o più volte alla settimana, sei ad alto rischio di sviluppare un ictus. È necessario contattare un neurologo, sottoporsi a ecografia Doppler e seguire le raccomandazioni del medico.

Altre malattie con sintomi simili all'ictus

Non sei sempre a casa e non puoi sempre notare l'inizio della malattia. Avendo trovato il tuo parente in uno stato "strano", devi capire che non solo un ictus può causarlo.

Quindi, se si tratta di un attacco, potrebbe anche essere un attacco epilettico. In questo caso, inizi a fornire il primo soccorso, come descritto di seguito, chiama l'ambulanza. Poi guardi: se la coscienza non viene ripristinata o se viene ripristinata, ma la persona è diventata inadeguata, il suo viso è storto o gli arti non si muovono, questo è un ictus. Se tutto va allo stesso livello - l'epilessia.

L'emorragia subaracnoidea è molto simile alla meningite, anche la temperatura e la pressione possono essere elevate in entrambi i casi. Qui è necessario tenere conto di un tale fattore che la meningite non si sviluppa da zero o dopo lo stress. È preceduto da un raffreddore, da un'otite media o da una polmonite.

Condizione "strana" e mal di testa possono essere ictus ed emicrania. Ma per un ictus, la confusione è caratteristica, con l'emicrania è preservata. Con un ictus appare l'asimmetria del viso, il movimento degli arti alterato, questo non è tipico dell'emicrania.

Cosa fare quando compaiono i primi segni di un ictus

  1. Chiama un'ambulanza, dicendo al centralino che c'è un ictus.
  2. Apri le prese d'aria, le finestre in modo che più aria fluisca nella stanza.
  3. Se il paziente è cosciente, sdraiarlo sulla schiena in modo che la sua testa si trovi a circa 30 gradi sopra il corpo. Ha bisogno di misurare la sua pressione sanguigna e, se è alta, somministrare il farmaco che prende di solito..
  4. Se il paziente è incosciente, dovrebbe anche essere sdraiato sulla schiena, con un lenzuolo piegato o un cuscino duro sotto la testa. La testa del paziente è girata di lato in modo che se inizia a vomitare, non si strozza con il vomito. Se hai protesi rimovibili in bocca, devono essere rimosse. Non vengono somministrati farmaci per ridurre la pressione sanguigna a una persona incosciente!
  5. Assicurati di monitorare le condizioni prima dell'arrivo dell'ambulanza.
  6. Con lo sviluppo di convulsioni, è necessario osservare la respirazione: se si ferma, prova ad aprire i denti con un cucchiaio o un altro oggetto improvvisato. Quindi, fino a quando i crampi non si sono fermati, è necessario mettere i pollici di entrambe le mani sugli angoli della mascella inferiore e posizionare tutte le altre 8 dita sotto il mento, portare i denti inferiori in avanti rispetto alla parte anteriore.

Segni precisi di un ictus

L'ictus è una malattia pericolosa, a causa della quale l'afflusso di sangue al cervello viene interrotto. Prima viene riconosciuta una malattia, maggiori sono le possibilità di un suo trattamento efficace, perché un esito letale non è escluso. In questo articolo, nomineremo i sintomi chiave di un disturbo in avvicinamento, parleremo dei metodi di diagnostica domestica e delle regole di primo soccorso.

  1. Cause della malattia
  2. Sintomi generali
  3. Sintomi di un ictus emorragico
  4. Sintomi di ictus ischemico
  5. Come si manifesta un microstroke
  6. Sintomi focali
  7. Sintomi vegetativi
  8. Diagnostica mediante test
  9. Primo soccorso

Cause della malattia

Un ictus è inteso come una violazione del flusso sanguigno standard al cervello, a causa della mancanza di nutrienti, il tessuto cerebrale muore. Quando alcune cellule smettono di funzionare, si osserva la paralisi, spesso una persona smette di parlare in modo articolato. Quando i vasi sanguigni si rompono, si verifica un ictus di tipo emorragico, con il loro blocco - ischemico.

Riferimento! La malattia può essere prevenuta solo controllando i principali fattori di rischio: pressione, cattive abitudini, zucchero nel sangue.

Parliamo brevemente delle cause dell'ictus. È consuetudine includere tra loro i seguenti:

  1. blocco o rottura completa di un'arteria cerebrale;
  2. il più delle volte la malattia colpisce le persone con un sistema circolatorio debole;
  3. aterosclerosi;
  4. danno alla parete dell'arteria difettosa.

In generale, la causa principale di questa malattia è considerata un'interruzione nel funzionamento delle cellule nervose chiave responsabili delle funzioni del corpo. Le conseguenze della malattia sono molto gravi. È una delle prime tra le cause di disabilità delle persone ed è al terzo posto per numero di morti.

Sintomi generali

I precursori della malattia sono facili da riconoscere da determinati sintomi, segnalando una violazione del flusso sanguigno completo.

Durante un ictus diagnosticato, garantisce il 50% di successo per il suo trattamento e riduce il rischio di gravi conseguenze.

Prima il paziente è nelle mani dei medici, prima tornerà al suo stile di vita normale e familiare..

Gli araldi che parlano di un ictus imminente si manifestano come segue:

  1. un brusco salto della pressione sanguigna;
  2. perdita di conoscenza;
  3. rottura della parete del vaso.

I segni di un ictus imminente dovrebbero essere ben noti a coloro che sono a rischio di sviluppare la malattia. Si tratta di persone con eredità genetica, di chi non aderisce ad una normale alimentazione e conduce uno stile di vita sedentario, si trova in un costante stato di stress.

Pertanto, i segni caratteristici di un attacco imminente sono:

  1. stanchezza senza causa;
  2. salti negli indicatori di temperatura;
  3. aumento della sonnolenza e dell'apatia;
  4. vertigini;
  5. fluttuazioni degli indicatori della pressione sanguigna.

Non tutti i segni si faranno necessariamente sentire.

Alcuni possono essere meno pronunciati di altri..

Come riconoscere l'inizio di una catastrofe cerebrale nel tempo?

Ci sono i primi sintomi, compaiono prima di un ictus, peggiorando significativamente le condizioni di una persona. Tra questi ci sono i seguenti:

  1. debolezza muscolare. Allo stesso tempo, i dolori si fanno sentire in tutto il corpo. È difficile per una persona fare movimenti e girare con la lingua;
  2. mal di testa. Ciò indica che l'ictus si è già verificato. Quindi la sindrome del dolore diventa più pronunciata, la persona avverte un formicolio acuto, stringendo le tempie. Si consiglia di sollevare la testa del paziente o provare a premerla contro il torace;
  3. vomito e incoscienza;
  4. paralisi. Può portare via, come un lato funzionale, ed entrambi contemporaneamente;
  5. deterioramento della vista. Negli occhi del paziente, le occhiaie sono fisse, gli oggetti si sfocano;
  6. convulsioni;
  7. disturbi del sistema nervoso centrale, manifestati da perdita di memoria, problemi di udito e mancanza di orientamento nello spazio.

Importante! Un ictus è una malattia in cui è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza. L'automedicazione può portare a risultati disastrosi.

Sintomi di un ictus emorragico

La violazione del flusso sanguigno in questo caso si verifica a causa dello sviluppo di una crisi ipertensiva, surriscaldamento al sole, lesioni, attività fisica eccessiva. Spesso c'è gonfiore nel cervello e appare un ematoma.

Attenzione! Nel 75% dei casi, l'ipertensione diventa la causa principale dell'ictus emorragico.

Le ragioni di questa sottospecie dovrebbero includere:

  1. ipertensione arteriosa;
  2. aneurismi cerebrali;
  3. diatesi di tipo emorragico;
  4. lesioni sistemiche del tessuto connettivo;
  5. vasculite;
  6. uso a lungo termine di anticoagulanti;
  7. tumori primari. Nel processo del suo aumento, le metastasi vengono introdotte nelle pareti dei vasi sanguigni e le danneggiano;
  8. violazione del flusso sanguigno nella ghiandola pituitaria;
  9. encefalite.

Ci sono anche alcuni fattori provocatori di questo tipo di malattia. Le persone in sovrappeso, quelle che fumano spesso e assumono alcolici, sono esposte ad esso. Fattori importanti sono l'età del paziente, dieta malsana, in particolare, l'uso di cibi a base di carne grassa, intossicazione, duro lavoro fisico.

Sintomi di ictus ischemico

La sottospecie ischemica è determinata dai seguenti fattori:

  1. vomito ed emicrania;
  2. perdita della voce e delle funzioni motorie;
  3. sensibilità al dolore di alcune aree.

La patologia acuta è causata da sintomi cerebrali generali, che dipendono, prima di tutto, dalla gravità della coscienza e dall'area interessata. Spesso, quando i bulbi oculari si muovono, appare il dolore, la perdita di coscienza è accompagnata da convulsioni, viene registrato lo stordimento.

Viene spesso diagnosticato un ictus ischemico esteso che colpisce l'emisfero destro del cervello. Quindi si osserva il seguente quadro clinico:

  1. la paralisi e il torpore saranno osservati solo a sinistra;
  2. la persona perderà parzialmente la memoria. Solo alcune delle sue funzioni saranno violate, in relazione alle quali la diagnosi è talvolta difficile;
  3. si avverte letargia generale e depressione;
  4. a sinistra si osserverà la paralisi dei muscoli facciali.

Riferimento! La patologia può manifestarsi in modi completamente diversi. A seconda del grado di menomazione, si osservano sintomi pronunciati, natura tremolante di tutti i segni, un lento aumento dell'ischemia e danni al tessuto cerebrale.

Dovremmo soffermarci separatamente sui segni premonitori dell'ictus ischemico, aiutano a capire che è necessaria un'assistenza medica urgente:

  1. perdi il controllo sul tuo corpo;
  2. gli arti o altre aree diventano improvvisamente insensibili;
  3. vista annebbiata;
  4. il paziente esprime i suoi pensieri in modo incoerente e non articolato;
  5. la lingua cade dalla bocca;
  6. vengono registrati disturbi cerebrali generali.

L'ictus ischemico incipiente può essere difficile da riconoscere, perché, secondo le statistiche, si verifica più spesso in sogno.

La prognosi è di grande importanza, poiché la malattia influisce sull'ulteriore capacità lavorativa del paziente e sul suo livello di vita. Spesso quindi il paziente lamenta disturbi vestibolari e patologie di natura neurologica..

Come si manifesta un microstroke

I sintomi di un microstroke dipendono direttamente dalla localizzazione del focus della malattia.

Le manifestazioni non sono sempre specifiche e quindi molti attribuiscono la cattiva salute a stanchezza, pressione e stress.

Segni dell'inizio di un microstroke:

  1. debolezza generale;
  2. vertigini;
  3. vomito;
  4. intorpidimento degli arti e dei muscoli facciali;
  5. bruschi salti della pressione sanguigna;
  6. Difficoltà a camminare
  7. ci sono reazioni al suono forte e alla luce troppo intensa.

Importante! Alcuni segni hanno una relazione diretta con l'area interessata del cervello.

Sintomi focali

Per processi specifici nel corpo, l'una o l'altra parte del cervello è responsabile. Quando il normale flusso sanguigno non è più fornito in uno di essi, si osservano sintomi specifici. È su di lei che il medico fa affidamento quando fa una diagnosi. Puoi scoprire quale zona è influenzata dalla natura delle manifestazioni cliniche.

Corteccia del lobo frontale:

  1. convulsioni;
  2. biascicamento;
  3. l'impossibilità di eseguire movimenti arbitrari;
  4. un brusco cambiamento nel comportamento abituale.

Corteccia del lobo parietale:

  1. la sensibilità tattile è persa;
  2. le abilità per il conteggio, la scrittura e la lettura di base sono perse.

La corteccia del lobo temporale:

  1. si sviluppa la sordità, l'acufene è fisso, compaiono alcune allucinazioni;
  2. la memoria è disturbata, si sviluppa un senso di déjà vu.

La corteccia occipitale:

  1. c'è una patologia del nervo ottico;
  2. il paziente non riconosce persone e oggetti familiari;
  3. si sviluppano illusioni visive e allucinazioni.

Video utile sull'argomento:

Sintomi vegetativi

Qui stiamo parlando di:

  1. sudorazione eccessiva;
  2. bocca asciutta;
  3. battito cardiaco accelerato.

Riferimento! I sintomi non sono specifici. Piuttosto, per il medico, questi sono segni aggiuntivi che aiutano a fare una diagnosi..

Diagnostica mediante test

Esistono numerosi test speciali che possono aiutare a identificare un ictus anche a casa. Spesso vengono eseguiti davanti a uno specchio sotto la supervisione di persone care, personale medico..

I test includono:

  1. Sorridi;
  2. serrando gli occhi;
  3. movimento della lingua.

Importante! Spesso, a causa della costrizione dei muscoli, un sorriso storto è fisso, la lingua devia di lato e lo strabismo diventa irregolare.

Una persona con sospetto ictus dovrebbe anche fare un test di chiarezza del discorso e coordinazione. Questi segni di un colpo sono anche chiamati esterni, che sono visibili di lato:

  1. il paziente con gli occhi chiusi in uno stato normale sta in piedi;
  2. non manca, toccandosi le punte delle dita con le labbra, gli occhi e il naso;
  3. per verificare la chiarezza del discorso, viene utilizzato un normale scioglilingua.

Qualsiasi sospetto di ictus è indicativo di questi test..

Primo soccorso

Per stabilizzare la condizione, il primo soccorso è un fattore importante. La misura in cui è corretto influenzerà la salute del paziente, la velocità della sua guarigione. Se vedi in una persona cara almeno uno dei segni che precedono un ictus, chiama un'ambulanza e prova a prestare il primo soccorso da solo.

Riferimento! Si ritiene che una persona debba essere portata in una struttura medica entro 3 o tre ore dalla comparsa dei primi segni.

Algoritmo generale di azioni:

  1. sopprimere il panico;
  2. valutare le condizioni generali del paziente: pressione, polso, respiro, coscienza;
  3. per determinare i segni evidenti della malattia, che includono discorsi sfocati o la sua assenza, paralisi degli arti, convulsioni;
  4. Chiama un'ambulanza.

Se possibile, senza attendere l'arrivo dell'ambulanza, è necessario iniziare a eseguire misure di rianimazione. Questi includono il massaggio cardiaco e la respirazione artificiale. In questo caso, il paziente deve sdraiarsi su un fianco o sulla schiena per consentire l'accesso per ricevere l'ossigeno.

Se un'ambulanza non può arrivare per una serie di motivi, è necessario trasportare il paziente da soli alla struttura medica più vicina.

Importante! A volte devi agire molto rapidamente, eseguendo più punti contemporaneamente. A questo proposito, è necessario attirare 2-3 persone per aiutare..

Pertanto, in base ai sintomi di cui sopra, è possibile identificare rapidamente un ictus e fornire il primo soccorso al paziente. Prima viene fatta la diagnosi, maggiori sono le possibilità di guarigione dalla malattia. L'automedicazione in questo caso dovrebbe essere esclusa. Tutto ciò che si può fare a casa è fornire un pronto soccorso competente.

Imparare a riconoscere un ictus dai primi segni e sintomi

Molto spesso le persone non capiscono immediatamente di avere un ictus. Quindi, possono cadere senza alcun motivo e quindi sentirsi bene, ma dopo un po ', se alla persona non è stato fornito il primo soccorso dai medici, possono seguire conseguenze negative. Ecco perché è molto importante per ogni persona sapere come riconoscere un ictus. Ciò ti consentirà di fornire tempestivamente l'assistenza necessaria e di salvarti la vita..

È importante riconoscere un ictus in tempo.

Fattori di rischio

Il rischio di questa violazione deve essere considerato, anche se sussiste anche uno dei seguenti fattori:

  • uno dei parenti ha sofferto di infarto, ictus e microstroke;
  • periodicamente c'è dolore al cuore, aritmia, aumento della pressione sanguigna;
  • diagnosticato con diabete mellito, aterosclerosi;
  • c'è l'obesità;
  • c'è una tendenza a formare coaguli di sangue;
  • se hai cattive abitudini;
  • Si nota la distonia vegetativa-vascolare e gli attacchi ischemici.

Pericolo

Dopo l'inizio di un ictus, è difficile tornare alla tua precedente vita attiva. Secondo le statistiche mediche, solo il 30% circa dei pazienti lo fa, un altro 30% delle persone muore. Il resto rimane per molti anni con vari disturbi. Molti non possono parlare, muoversi. Pertanto, dovresti pensare al trattamento e alla normalizzazione della pressione, se ci sono tali violazioni.

Prime manifestazioni

Prima di tutto, devi capire in che modo un ictus cerebrale differisce da un infarto. Queste due condizioni sono caratterizzate da sintomi simili. I medici isolano l'infarto del rene, del midollo spinale, dei polmoni e del cuore. Un ictus è un disturbo circolatorio acuto nel cervello. Questa condizione spesso causa una forte vasocostrizione che si verifica dopo l'aterosclerosi. Spesso può verificarsi un ictus dopo un infarto. Ciò è dovuto al fatto che nell'insufficienza cardiaca acuta, si formano coaguli di sangue, dopo un certo tempo possono bloccare i vasi cerebrali. Ogni persona dovrebbe sapere come determinare un ictus, per questo vale la pena ricordare quattro segni principali:

  1. Una persona non sarà in grado di soddisfare la richiesta di sorridere, poiché le espressioni facciali sono disturbate. Il suo sorriso sarà storto, un lato verso il basso.
  2. Le persone in questo stato parlano male, sono confuse, sfocate, può persino sembrare che un ubriaco stia cercando di parlarti.
  3. Sarà anche difficile alzare le mani di un livello. Con quale mano è più bassa, puoi determinare quale lato è interessato.
  4. È anche possibile determinare lo stato disturbato dalla lingua, poiché una persona con un ictus non sarà in grado di sporgere. Affonderà.

Segni dell'occhio

Grazie ai seguenti sintomi, le persone saranno in grado di imparare come identificare un ictus negli occhi:

  • una pupilla sarà dilatata;
  • i bulbi oculari si muoveranno in modo irregolare;
  • non c'è risposta della pupilla al movimento;
  • il paziente sentirà stringere gli occhi, gli oggetti circostanti e le persone potrebbero sembrare divise.

Araldi di ictus

La capacità di identificare un ictus, riconoscere i suoi sintomi ei primi segni aiuterà a navigare correttamente in una situazione in cui una persona con un attacco è nelle vicinanze e a chiamare un'ambulanza in tempo. Le persone a rischio dovrebbero sapere quali sono i precursori dell'ictus. Nelle femmine, i sintomi dell'ictus sono leggermente diversi, nonostante le somiglianze con gli uomini. Sulla base della ricerca scientifica, è possibile distinguere i sintomi osservati prima dell'ictus nelle donne:

  • debolezza generale, accompagnata da nausea;
  • improvvisamente c'è dolore al viso, alle braccia, alle gambe, al petto;
  • si verificano difficoltà di respirazione, così come il battito cardiaco;
  • compaiono singhiozzi.

Questi segni di ictus nelle donne si osservano nel 52% dei casi. Per quanto riguarda gli uomini, tutti i suddetti sintomi possono essere presenti in loro, ma solo nel 44% dei casi. Molto spesso, la condizione si manifesterà tradizionalmente:

  • forte dolore nella zona della testa;
  • disturbi della coscienza, coordinazione;
  • sensazione di letargia alle braccia e alle gambe, muscoli su un lato del corpo;
  • oscuramento negli occhi;
  • la percezione del mondo circostante è disturbata.

Ictus ischemico

Dovresti anche sapere come si manifesta l'ictus ischemico. I sintomi principali includono:

  1. Mal di testa che appare all'improvviso ed è acuto. Alcuni pazienti notano che si sentono come se ci fosse stato un colpo alla testa con un oggetto forte. Una persona non è in grado di sollevare la testa e premerla contro il petto.
  2. Le vertigini appaiono a causa di danni al sistema nervoso centrale.
  3. Compromissione della vista, che si manifesta con l'oscuramento o la biforcazione.
  4. Un sospetto ictus provoca anche intorpidimento degli arti su un lato.
  5. La debolezza appare in tutti i muscoli.
  6. Si osservano disturbi della deglutizione e del linguaggio. Quindi, il paziente inizia a pronunciare parole vagamente, balbetta e in alcuni casi non può dire nulla.
  7. I cambiamenti di andatura e la coordinazione sono compromessi. In questo stato, è difficile per il paziente anche stare in piedi da solo..
  8. Spaventare gli altri con la comparsa di convulsioni, che possono verificarsi durante la perdita di coscienza.

Nei casi più gravi, i medici notano i seguenti segni di ictus: perdita di memoria a breve termine, coma.

Ictus emorragico

Questo tipo di ictus differisce dall'ictus ischemico e presenta i seguenti sintomi:

  1. Rossore della pelle del viso, questo è dovuto all'emorragia nei vasi, che a sua volta può apparire a causa di un aumento della pressione sanguigna. Inoltre, l'ambiente del paziente può essere visualizzato in rosso..
  2. La respirazione è rumorosa, anche il polso batte, diventa lento e la pressione sanguigna è molto alta.
  3. Paralizza parzialmente gli arti.
  4. Il piede è rovesciato.
  5. Le guance pendono.

Microstroke

Molto spesso in medicina, il prefisso "mini" viene utilizzato per caratterizzare le condizioni del paziente con un microstroke. Questo termine si riferisce a una lesione puntata o a un'emorragia cerebrale. I sintomi dell'ictus possono durare da pochi secondi a un giorno, i principali sono:

  • sentirsi sopraffatti, suoni circostanti ovattati;
  • mal di testa;
  • debolezza.

Manifestazione nei giovani e negli anziani

I medici spesso scambiano i sintomi di un disturbo nei giovani per un'infezione del sistema nervoso, la sclerosi multipla. Pertanto, gli esperti consigliano alle persone di età inferiore ai 45 anni, in presenza di ipertensione, di contattare immediatamente un istituto medico. L'ictus è più difficile per le persone anziane.

Ripetere la corsa

A volte, un anno dopo la malattia, il paziente può manifestare nuovamente questo disturbo. I sintomi non sono diversi, ma è molto più facile prevenirlo se continui a seguire tutte le raccomandazioni del tuo medico a casa..

Ictus del midollo spinale

Una condizione in cui la circolazione sanguigna nella parte posteriore è compromessa è chiamata ictus del midollo spinale. Questa malattia è rara, ha anche varietà emorragiche e ischemiche. Araldo del colpo:

  • dolore alla schiena acuto, sullo sfondo del quale appare la debolezza degli arti, la loro sensibilità è disturbata;
  • alcuni organi interni cessano di funzionare naturalmente, il più delle volte si manifesta con un fallimento della defecazione, della minzione;
  • paralisi delle braccia e delle gambe, nonché una sensazione di dolore in esse.

Importante! Qualsiasi segno di ictus dovrebbe costringere le persone intorno a te a chiamare un'ambulanza, poiché le cure mediche ritardate possono essere fatali.

Segni di coma e morte

In alcuni casi, un coma si sviluppa dopo una malattia, i suoi sintomi:

  • improvvisa perdita di coscienza;
  • la faccia diventa cremisi;
  • il respiro è rumoroso, si sente il respiro sibilante;
  • polso teso, aumento della pressione;
  • costrizione delle pupille e loro risposta lenta alla luce;
  • diminuzione del tono muscolare;
  • incontinenza urinaria.

Un ictus può portare a conseguenze irreparabili, che saranno evidenziate da:

  • completa assenza di qualsiasi reazione quando si cerca di riportare una persona in sé;
  • la temperatura corporea diminuisce;
  • nessun polso, nessun respiro;
  • non c'è risposta della pupilla.

Primo soccorso

Se tutti i segni indicano un ictus cerebrale o un altro tipo di questo disturbo, è necessario fare ogni sforzo per fornire il primo soccorso al paziente. Per fare ciò, ricorda cosa è necessario agli altri in questo caso:

  1. Prima di tutto, devi chiamare un'ambulanza. Si ritiene che 1,5 ore dall'inizio del dolore siano sufficienti per ripristinare il flusso sanguigno..
  2. Mentre i medici sono in viaggio, la vittima dovrebbe essere adagiata in modo tale che la sua testa sia sollevata e dovrebbe essere fornita aria fresca. Per fare questo, devi sbottonare i vestiti e, quando sei in casa, aprire anche una finestra.
  3. Successivamente, misuriamo la pressione e, quando aumenta, diamo le solite medicine per questa persona. Se non ci sono tali medicinali, è necessario fornirgli una compressa di "Aspirina" (500 mg.), In presenza di un farmaco a basso dosaggio (75 mg. O 100 mg.) Dare quattro compresse contemporaneamente. L'aiuto del medicinale è cercare di "respingere" le piastrine, correndo verso la trombosi. "Aspirina" ha la proprietà di impedire l'adesione delle piastrine.

È molto importante che il paziente cada rapidamente nelle mani dei medici, poiché la prognosi per il futuro dipende da questo. I casi di infarto sono diventati più frequenti, quindi tutti dovrebbero pensare alla propria salute e assicurarsi anche di ricordare i sintomi e le regole importanti quando si fornisce il primo soccorso alla vittima. Un ictus non è una frase, ma ti fa pensare a prenderti cura di te stesso.

Cos'è un ictus. Come riconoscere i primi segni prima che sia troppo tardi

Un ictus è un disturbo improvviso e acuto della circolazione sanguigna nel cervello. A causa di disturbi circolatori, si verifica una carenza di ossigeno, che porta prima al danno e poi alla morte delle cellule nervose. Ai vecchi tempi, un ictus era spesso chiamato "colpo".

L'ictus è ischemico ed emorragico. Nel primo caso, si verifica una ridotta circolazione sanguigna nel cervello a causa di un blocco, ad esempio, a causa di placche aterosclerotiche o di un coagulo di sangue.

Sito di blocco, Depositphotos

Nel secondo caso, la causa è un'arteria rotta a causa di un flusso sanguigno eccessivo. Ciò può essere dovuto a malattie vascolari o ipertensione (pressione alta).

Un ictus ha dei precursori?

Sebbene l'ictus sia comunemente indicato come una condizione improvvisa, ci sono diversi segni che possono indicare il suo esordio imminente. Sono considerati nausea e vomito, mal di testa, dolore agli occhi, vertigini, squilibrio, debolezza generale. Anche sudorazione, disturbi del linguaggio, polso debole, una leggera sensazione di intorpidimento agli arti sono campanelli d'allarme..

Segni di un ictus: come identificarlo?

Spesso le persone che hanno avuto un ictus non si rendono conto di cosa sia successo loro. Ci sono diversi segni che indicano questa condizione e come identificarli: devono essere ricordati.

Chiedi alla persona di sorridere. Con un tratto, il sorriso sarà innaturale, la curva: gli angoli delle labbra saranno a livelli diversi.

Chiedi una semplice frase. Ad esempio: "il tempo è bello oggi". Se una persona ha un ictus, non sarà in grado di pronunciarlo senza esitazione, pronuncerà le parole lentamente, allungandole e fermandosi.

Chiedi di alzare le mani. Con un ictus, una persona non sarà in grado di sollevarli esattamente: una mano sarà necessariamente più bassa, cadrà involontariamente.

Chiedi di mostrare la tua lingua. In caso di ictus, sporgere direttamente la lingua non funzionerà: sarà leggermente smussata su un lato.

Cosa fare se i segni confermano i sospetti?

La prima e più importante cosa è chiamare immediatamente il 112, chiamare un'ambulanza. Lo spedizioniere deve essere immediatamente informato che la persona ha un ictus. Più velocemente arriva la squadra, maggiori sono le possibilità di una prognosi favorevole.

Prima dell'arrivo dei medici, la persona dovrebbe essere adagiata su un cuscino in modo che la testa sia il più alta possibile. Se l'ictus è avvenuto per strada, puoi fare un cuscino con i vestiti o appoggiare la testa sulle ginocchia. È anche necessario fornire a una persona l'accesso all'aria aperta: nella stanza vale la pena aprire le finestre, per strada non permettere ai curiosi di affollarsi sul paziente, chinarsi su di lui.

Cosa succede dopo un ictus?

Più grande è l'area interessata nel cervello, più gravi sono le conseguenze di un ictus. La cosa più importante da ricordare è che prima una persona riceve cure mediche, maggiori sono le possibilità che sopravviva e abbia la possibilità di riprendersi..

I medici hanno un concetto come una "finestra terapeutica" - questo è 4,5 ore dopo un ictus. Se durante questo periodo si fornisce assistenza medica a una persona, le possibilità di evitare la morte e la paralisi aumentano notevolmente.

Cosa fanno i dottori?

Il primo passo è determinare quale tipo di ictus ha incontrato il paziente. Se si sospetta un ictus emorragico, viene eseguita la tomografia computerizzata del cervello. Se non viene rilevata alcuna emorragia, viene eseguita la risonanza magnetica. Sulla base dei dati ottenuti, i medici determinano il metodo di trattamento.

Con l'ictus ischemico, è necessario il ripristino del flusso sanguigno. In emorragico - rimozione o "dissoluzione" dell'ematoma. Nel secondo caso è necessario un intervento chirurgico..

È possibile riprendersi completamente da un ictus?

Secondo la US Heart Association, nei paesi sviluppati, circa il 25% dei pazienti colpiti da ictus guarisce solo con disabilità minori con un trattamento e una riabilitazione adeguati..

Cosa influenza il risultato? Riabilitazione avviata tempestivamente, che può includere, a seconda delle condizioni del paziente, terapia fisica, fisioterapia, lezioni con un logopedista-afasologo, neurologo e neuropsicologo. È importante ricordare: le conseguenze di un ictus non vanno via da sole, il tempo non guarisce!

Diversi fattori influenzano la velocità con cui ti riprendi da un ictus. Prima di tutto: quanto tempo è iniziata la riabilitazione. Anche le condizioni generali di una persona, la sua età e persino l'atteggiamento personale giocano un ruolo..

In media, il periodo di recupero principale dopo un ictus è il primo anno. Tuttavia, secondo le raccomandazioni generali dei medici, non dovresti fermarti dopo 12 mesi. Dovrebbe essere chiaro che i termini della riabilitazione sono individuali: sono determinati dal medico.

È possibile proteggersi da un ictus?

100% no. Ma puoi ridurre significativamente il rischio che si verifichi. Per fare questo, devi rifiutare o non avere cattive abitudini (fumo, abuso di alcol), monitorare il tuo peso e la dieta, impegnarti in attività fisica, sottoporsi regolarmente a visite mediche e seguire le sue raccomandazioni..

8 segni e 3 semplici passaggi per riconoscere un ictus in te stesso e nei tuoi cari

Proteggi contro la catastrofe vascolare

L'ictus, o accidente cerebrovascolare, è una condizione in cui il sangue ossigenato smette di fluire al cervello. In assenza di ossigeno, le cellule cerebrali muoiono, il che può portare a disabilità e persino alla morte.

Oggi l'ictus è una delle cause di morte più comuni in Russia e la principale causa di disabilità. Ogni anno nel Paese si verificano fino a 650.000 casi di ictus, ogni otto finisce con la morte e fino all'87% dei sopravvissuti è costretto a convivere con disabilità.

Negli ultimi 10 anni l'età dell'ictus è notevolmente diminuita. Se 20-25 anni fa era impossibile immaginare un ictus in un uomo di 45 anni, oggi accade in uomini e donne di 30 anni. Pertanto, è importante conoscere i segni di un ictus, sottoporsi a regolari visite mediche, inclusa l'ecografia dei vasi del collo, per monitorare il livello di zucchero nel sangue.

Asya Dobrozhanskaya

Esperto medico della Fondazione ORBI Asya Dobrozhanskaya:

- Non possiamo eliminare lo stress che deriva dal lavoro intenso e dai ritmi di vita elevati in una metropoli, ma possiamo limitare il consumo di caffè, smettere di fumare e darci una regolare attività fisica, perché solo loro possono proteggere dalle catastrofi vascolari.

8 segni di ictus

Ogni caso di ictus richiede cure mediche urgenti, quindi è molto importante non solo conoscere i segni di un ictus, ma anche riconoscerli nel tempo e non ignorarli..

Segui 3 semplici passaggi

Un ictus può essere riconosciuto sia in se stessi che negli altri. Per fare ciò, basta seguire tre semplici passaggi:

  • Sorriso: con un colpo, il sorriso di una persona sarà contorto, un angolo della bocca sarà abbassato.
  • Alza entrambe le braccia contemporaneamente: in caso di ictus, il braccio dalla parte interessata si solleverà più in basso.
  • Per parlare, prova a pronunciare il tuo nome: di regola, con un ictus, il discorso di una persona diventa confuso e rallentato.

Foto: Fondazione ORBI / Facebook

Ictus: aiuto prima che arrivi l'ambulanza

È importante ricordare che il tempo è il fattore principale. L'assistenza medica immediata è vitale. Se noti uno qualsiasi dei segni di un ictus, chiama un'ambulanza. Prima il paziente riceve assistenza qualificata, maggiori sono le probabilità di sopravvivere e riprendersi. Nel frattempo l'ambulanza è in viaggio, dovresti fornire i primi soccorsi necessari..

Se una persona è sola durante un ictus

Se una persona ha trovato segni di ictus in se stessa ed è sola, se possibile, dovrebbe chiamare un'ambulanza o, se è tecnicamente più facile (ad esempio, c'è una chiamata rapida sul telefono), coloro che possono fornire assistenza - parenti, amici. Se non funziona, devi andare alle scale o almeno sbloccare la porta.

Dovresti sapere che la condizione può peggiorare rapidamente, cioè se all'inizio una persona ha ancora la possibilità di chiamare e parlare, dopo mezz'ora questa opportunità potrebbe non essere più disponibile.

In nessun caso dovresti prendere pillole (ad eccezione delle iniezioni di insulina programmate).

Precauzioni per i residenti estivi

Nelle calde giornate estive, il rischio di contrarre un ictus aumenta. Ciò è particolarmente vero per coloro che trascorrono molto tempo in giardino. Per proteggersi da un possibile ictus, gli esperti consigliano:

  • Elimina di essere in una posizione inclinata, capovolta.
  • Per lavorare a terra, siediti su panchine, cuscini sintetici, a terra, scegli una posizione in ginocchio / accovacciata - a proposito, le ginocchiere comode sono vendute solo per questi casi.
  • Non surriscaldare al sole. Nella stagione calda, scegli mattina e sera per il giardinaggio, cioè il tempo prima delle 11 e dopo le 16 ore.
  • Non trascurare i cappelli.

Se hai avuto un ictus

Oltre alle informazioni e all'assistenza medica, la Fondazione ORBI fornisce supporto psicologico alle persone che hanno subito un ictus e alle loro famiglie. Tra i parenti, le consultazioni di gruppo su Skype sono popolari, in cui una persona non solo riceve l'aiuto di uno specialista, ma comunica anche con persone che si sono trovate nella stessa situazione di vita.

In un dialogo su Skype, Nina, Galina e Sergey discutono del tempo nelle loro città, condividono foto di animali domestici, fiori sul balcone e poesie preferite dei classici, spesso tristi - a seconda dell'umore.

- Inutile dire che quando un tale dolore si verifica in una famiglia, la cerchia degli amici si riduce. Con quelle persone con cui hai comunicato in precedenza, non funziona per continuare la comunicazione, perché tutto è cambiato. E qui le persone ti capiscono molto bene e lo stesso psicologo conosce la nostra situazione. Molto supporto morale, analizziamo scrupolosamente le situazioni, abbiamo anche solo l'opportunità di parlare - anche questo è importante, - dice Galina Udodenko.

Il marito di Galina ha subito un ictus due volte: nel 2009 e nel 2010. È stato possibile ripristinare le funzioni motorie, ma sono sorti problemi di memoria e ogni anno la situazione peggiora.

- Prima ero solo con questo, ma ora c'è un gruppo e capisco che non sono solo. I parenti hanno particolarmente bisogno di supporto psicologico. I sopravvissuti all'ictus non sono sempre consapevoli delle conseguenze. Ho un'amica che ha avuto un ictus 18 anni fa, le braccia e le gambe non funzionano bene, ma ha un'ottima memoria e capisce tutto. E io ho una storia diversa: mio marito si sposta, ma non ricorda e non sa niente. Vivere nello stesso spazio con la persona più cara, che ha completamente dimenticato tutto, è molto difficile.

È quasi impossibile ricevere aiuto psicologico in un normale ospedale di una piccola città, tanto più preziosa per Galina, Sergei, Nina e dozzine di altre persone l'opportunità che offre la Fondazione ORBI.

Foto: Fondazione ORBI / Facebook

Le mani cadono, i nervi si arrendono, ma non voglio caricare tutti di esperienze

Tatiana Amritova, psicologa della Fondazione ORBI:

Raramente cercano aiuto psicologico, almeno rispetto al numero di altre chiamate. Penso che ciò sia dovuto al fatto che le persone hanno una cattiva idea di come uno psicologo possa aiutare e di come tutto avvenga durante le riunioni.

Nel caso di un ictus, le persone pensano di più alle condizioni fisiche della persona. Sembra che se migliora fisicamente, le difficoltà psicologiche andranno via da sole. Ma c'è anche un feedback: lo stato emotivo influisce sul fisico. Ad esempio, sostiene il desiderio di fare esercizi di riabilitazione.

Un ictus è anche un trauma psicologico e viene vissuto come un fulmine a ciel sereno.

Questa metafora è infatti spesso usata dai sopravvissuti all'ictus quando discutiamo delle loro esperienze..

Il problema più comune che affrontiamo durante le riunioni è l'esperienza di apatia (le mani si arrendono, non voglio continuare a combattere, fare esercizi) e di stanchezza emotiva ("i nervi cedono") nei parenti. E qui è davvero molto importante lavorare con uno psicologo..

L'aiuto psicologico è un'opportunità per parlare con un interlocutore attento di ciò che è molto preoccupato di ciò di cui è difficile parlare con gli altri, mentre cerchi di "non appesantirli con le tue esperienze".

Questo supporto è importante anche per prendere provvedimenti per superare l'isolamento psicologico e sociale che deriva da un ictus. È particolarmente necessario durante i periodi di "plateau" quando i risultati degli esercizi di riabilitazione non sono visibili.

È estremamente importante poter condividere esperienze di vita significative con un interlocutore attento, ad esempio, la perdita di ciò che era, la perdita della consueta immagine di sé (il corpo non obbedisce, è diventato pianto), pensieri di disperazione, paura di un ripetersi di un ictus, morte, disabilità, crollo delle speranze e ricerca di nuovi significati.

È anche importante discutere delle difficoltà di comunicazione con i propri cari con uno psicologo. Ad esempio, incomprensione (se non altro per il fatto che la parola è spesso difficile); cura eccessiva (quando la cura di una persona cara è importante, ma è importante non trasformarsi in un "oggetto" di cura, per mantenere un senso del proprio significato e influenza); sentimenti di abbandono, isolamento (a volte così tante preoccupazioni domestiche ricadono su parenti premurosi che non c'è quasi tempo per parlare), sentimenti di risentimento o senso di colpa, irritazione.

Questa è forse la domanda più difficile a cui rispondere, poiché ogni consiglio che posso dare può essere corretto: a volte è importante fare esattamente il contrario..

Ad esempio, una volta è importante motivare e "forzare" una persona che ha subito un ictus a eseguire esercizi di riabilitazione, ma una volta è importante farsi da parte per consentire alla persona di essere attiva. Una volta è importante ostacolare, rinvigorire una persona, non lasciarla scoraggiare, ma a volte è molto importante lasciare che una persona provi tristezza.

Forse, consiglierei ancora ai membri della famiglia di prestare attenzione a se stessi almeno per alcuni minuti al giorno, ad esempio, di fermarsi, prendere fiato ed espirare a lungo, e le loro esigenze - di chiedersi: come mi sento ora? cosa è importante fare per mantenere più o meno il proprio benessere emotivo? Perché restituendo il contatto con te stesso, puoi restituire sensibilità ai bisogni di una persona amata, e quindi passi saggi - non verso ciò che è "necessario", ma verso ciò che sarà il migliore in questo momento.


Articolo Successivo
Cosa fare con un forte mal di testa: cause e farmaci