Come controllare lo stato dei vasi sanguigni a casa


C'è un numero enorme di vasi sanguigni nel corpo umano. Come sapete, l'ossigeno viene trasportato attraverso il sangue e questa funzione dipende direttamente dallo stato dei vasi. Molte malattie si sviluppano sullo sfondo di un cattivo funzionamento del sistema circolatorio. Questo è il motivo per cui una diagnosi tempestiva è molto importante, poiché identificando le violazioni nel tempo, è possibile eliminarle rapidamente e senza dolore..

Questo articolo discuterà in dettaglio i tipi di diagnostica dei vasi sanguigni, i loro benefici e possibili danni, nonché gli specialisti che aiuteranno a risolvere questo problema..

Vasi sanguigni, loro struttura e funzione

Esistono 2 tipi di circolazione sanguigna nel corpo umano: venosa e arteriosa. I vasi sanguigni e il cuore sono coinvolti nel funzionamento del sistema vascolare. Nel primo, il sangue scorre attraverso il corpo umano e, grazie al secondo, viene pompato. Esistono questi tipi:

  • arteria dell'aorta principale,
  • grande: arterie e vene (attraverso di loro l'ossigeno si sposta al cuore e ai grandi organi),
  • medio e piccolo: capillari, venule, arteriole (l'ossigeno viene trasportato a piccoli tessuti e cellule dell'intero organismo).

Se almeno uno inizia a lavorare male, c'è una diminuzione dell'afflusso e del deflusso di sangue, le loro pareti sono ostruite. Lo studio dei vasi sanguigni è un punto molto importante per l'identificazione tempestiva di un possibile problema..

Non ci sono sintomi caratteristici di una malattia del sistema circolatorio, poiché ciascuno dei suoi componenti interagisce direttamente con un organo specifico. Pertanto, se ci sono violazioni nel suo lavoro, prima di tutto compaiono i sintomi nell'organo di cui è responsabile la nave interessata. Tutto ciò rende difficile identificare con precisione il problema e ne ritarda il trattamento..

Come affrontare gli attacchi di panico da soli?

Impara da questo articolo come pulire i vasi sanguigni a casa..

Allora, iniziamo con qual è il nome dell'esame vascolare? Tutto dipende dall'area da esaminare. Ad esempio, l'ecografia Doppler esamina l'aorta cardiaca, mentre la risonanza magnetica esamina l'intero corpo.

Indicatori chiave per lo studio:

  • lesioni al cranio e alla testa,
  • picchi di pressione sanguigna,
  • sospetta oncologia cerebrale,
  • mal di testa persistenti di natura incerta,
  • malattia coronarica,
  • flebeurisma,
  • gonfiore degli arti inferiori,
  • abuso di fumo, forte aumento di peso, malattie croniche, ecc..

Tipi di diagnostica

Solo uno specialista esperto può dire come controllare lo stato dei vasi dell'intero organismo. Si tratta principalmente di neuropatologi, si occupano di rinvii per esami del cervello e del sistema nervoso.

Vasi di testa

I disturbi nel lavoro dei vasi della testa sono accompagnati da forti mal di testa, che è un fattore aggiuntivo che spinge una persona ad andare in un istituto medico. Di norma, il medico prescrive un esame del cervello in combinazione con il collo, poiché formano un unico sistema circolatorio. Esistono i seguenti tipi di diagnostica:

Come controllare i vasi sanguigni? Metodi diagnostici 2020

Le malattie cardiovascolari occupano un posto di primo piano nella struttura della morbilità complessiva e causano la morte di centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo. Molto spesso, le violazioni del cuore e dei vasi sanguigni vengono diagnosticate in persone che hanno varcato la soglia dell'età adulta. Pertanto, al raggiungimento dei 45 anni per uomini e donne, diventano rilevanti le seguenti domande: "Come controllare i vasi?", "Quale esame devo superare?" Informazioni dettagliate sui metodi per studiare il flusso sanguigno sono contenute nel testo di questo articolo..

Quando è necessario controllare i vasi sanguigni?

Artero-venoso fornisce il flusso sanguigno in tutte le strutture degli organi del corpo. Con il blocco parziale o completo di una sezione della rete circolatoria che fornisce il flusso sanguigno in un particolare organo, i processi ischemici si sviluppano nei tessuti. Questi cambiamenti negativi portano alla comparsa di una serie di sintomi che indicano la malattia. La scansione vascolare per la diagnosi delle malattie cardiovascolari viene eseguita nelle seguenti situazioni:

  • aumento della pressione del liquido cerebrospinale;
  • mal di testa frequenti che si verificano senza una ragione apparente;
  • formazione volumetrica della cavità cranica;
  • angina da riposo o da sforzo;
  • crampi o gonfiore degli arti inferiori;
  • zoppia, difetti ulcerativi non cicatrizzanti sulle gambe;
  • trauma cranico;
  • aterosclerosi di qualsiasi localizzazione;
  • età superiore ai 45 anni;
  • colesterolo sierico elevato.

La procedura per controllare la pervietà dei vasi consente di rilevare le placche di colesterolo, chiarire la loro localizzazione, il grado di restringimento del flusso sanguigno e il flusso sanguigno alterato. Sulla base dei dati dell'esame, il medico farà la diagnosi corretta, prescriverà un trattamento adeguato.

Metodi di base per diagnosticare lo stato dei vasi sanguigni

Gli studi strumentali che consentono di valutare lo stato della rete circolatoria del corpo si dividono in non invasivi (MRI, TC, ecografia, reografia, duplex scanning) e invasivi (angiografia, flebografia, coronarografia). La maggior parte di essi mostra lo stato del rivestimento endoteliale, il riempimento di arterie o vene con il sangue, la velocità del movimento del sangue, la presenza o l'assenza di coaguli di sangue e depositi di grasso. Tutte le navi possono essere controllate contemporaneamente o separatamente. Ci vorrà molto più tempo per controllare i vasi di tutto il corpo che per esaminare una specifica area anatomica..

MRI - Risonanza magnetica per immagini

La risonanza magnetica dei vasi sanguigni consente di esaminare aree del flusso sanguigno dell'intero organismo. Questa tecnica consente di indagare lo stato del rivestimento endoteliale, per identificare eventuali ostacoli al flusso sanguigno (coaguli di sangue piccoli e grandi, placche di grasso, calcificazioni). La risonanza magnetica per immagini del sistema artero-venoso viene eseguita su un apparato con una risoluzione di almeno 1 Tesla (T). I tomografi moderni hanno una potenza di 1,5 T e oltre. Un rilievo effettuato con un apparato a bassa risoluzione non sarà accurato.

Il tomografo invia segnali di un campo magnetico, che con potenze diverse vengono riflessi da tutti i tessuti interni del corpo umano. Il computer le registra, converte e produce immagini 3D che dimostrano chiaramente tutte le deviazioni disponibili. Questa tecnica è controindicata nei pazienti che hanno elementi metallici all'interno del corpo (perni o placche in titanio, un driver della frequenza cardiaca artificiale, un apparecchio acustico impiantato, corone dentali d'oro).

Prima di iniziare l'esame in una stanza apposita, il paziente si toglie tutti i gioielli in metallo, lascia il cellulare e tutti gli indumenti che contengono componenti metalliche. Ciò è dovuto al fatto che l'apparato emette il campo magnetico più forte.

Ultrasuoni - esame ecografico

La diagnostica ecografica dello stato dei vasi del corpo consente di valutare le loro membrane, rilevare la presenza di coaguli di sangue, placche di grasso e misurare il diametro del lume del flusso sanguigno. I dispositivi moderni ci consentono di eseguire ecografie di vasi extracranici, nonché sezioni della rete vascolare all'interno della cavità cranica (neurosonografia).

Le onde ultrasoniche emesse dal trasduttore passano attraverso uno speciale gel e vengono riflesse da oggetti in movimento o fermi all'interno del corpo. Sullo schermo appare un'immagine in tempo reale. Lo specialista lo decifra immediatamente. Non è richiesta alcuna preparazione speciale per gli ultrasuoni. Un'ora prima dello studio, ai pazienti viene chiesto di non fumare o bere caffè per evitare spasmi del flusso sanguigno.

Il metodo dell'ecografia Doppler (ecografia Doppler) consente di esaminare la velocità del flusso sanguigno all'interno del letto artero-venoso, per identificare le aree con menomazioni. Per condurre questo test, il medico utilizza un trasduttore che emette onde ultrasoniche che vengono riflesse dalle particelle di sangue circolanti (globuli rossi, piastrine, globuli bianchi). Con l'aiuto di USDG, viene valutato lo stato della rete circolatoria del collo, degli arti e della colonna vertebrale.

Angiografia e flebografia

L'angiografia e la flebografia sono tecniche invasive che controllano i vasi sanguigni in base all'azione dei raggi X. Per una visualizzazione completa del flusso sanguigno, viene iniettato un mezzo di contrasto. Con l'aiuto dell'angiografia, uno specialista esamina le arterie e la flebografia viene utilizzata per valutare le condizioni del letto venoso..

L'angiografia può essere eseguita utilizzando una macchina a raggi X, una tomografia computerizzata o una risonanza magnetica. Ma in ogni caso è necessaria la somministrazione endovenosa o intra-arteriosa di un mezzo di contrasto. Questi metodi di ricerca consentono di identificare il luogo esatto di blocco di un'arteria o vena, la presenza e la posizione di sacche aneurismatiche, la fonte di sanguinamento. Utilizzando questa tecnica, è possibile tagliare gli aneurismi, rimuovere i coaguli di sangue, le placche di grasso e coagulare le aree sanguinanti. Per controllare i vasi sanguigni del cuore, viene eseguita l'angiografia coronarica.

Per condurre un esame, viene eseguita una puntura nel sito di proiezione dell'arteria femorale, attraverso la quale viene inserito un catetere di piccolo diametro. Lo specialista lo spinge oltre per raggiungere l'area di interesse. Raggiunta l'area desiderata, il medico inietta un mezzo di contrasto, quindi inizia a valutare il risultato utilizzando i raggi X. L'agente di contrasto è un isotopo radioattivo dello iodio. Pertanto, questo metodo di controllo dei vasi sanguigni non è adatto a pazienti allergici allo iodio.!

Scansione duplex di navi

Questo è uno dei tipi di ecografia Doppler. Con l'aiuto di un sensore speciale, lo specialista esamina la velocità del movimento del sangue in una determinata sezione del flusso sanguigno. Oltre alla velocità del flusso sanguigno, il metodo consente di valutare la posizione anatomica di arterie e vene, possibili anomalie del loro sviluppo, depositi di grasso o coaguli di sangue sulle loro pareti. Sul monitor dell'apparato, le arterie sono colorate di rosso e le vene sono blu.

Reografia

Questa tecnica viene utilizzata per valutare lo stato della rete circolatoria del cervello, nonché la circolazione cerebrale. Il rilievo viene effettuato utilizzando un apparato reografo. È uno strumento diagnostico con elettrodi metallici. Sono fissati alla testa del paziente con un nastro speciale. Il dispositivo emette onde elettriche che vengono condotte dal corpo della persona esaminata. Si verifica una pulsazione di risposta, che viene registrata dal reografo.

La reografia consente di valutare il tono dei rami vascolari del cervello, lo stato del loro rivestimento endoteliale. Con il suo aiuto, è possibile identificare la congestione all'interno dei seni venosi cerebrali..

Termografia

Questa tecnica si basa sull'uso della radiazione infrarossa. Il dispositivo invia un fascio di raggi al corpo del paziente, questi vengono convertiti in impulsi, che vengono registrati dal sensore e quindi visualizzati sul monitor. Normalmente, tutte le parti del corpo hanno la propria temperatura. Se la circolazione sanguigna è compromessa, la temperatura corporea scende: lo schermo del termografo lo visualizza come aree di colore blu. In presenza di processi infiammatori (flebite), la temperatura aumenta. Viene visualizzato in rosso.

Questo studio non ha controindicazioni, può essere eseguito per tutte le categorie di pazienti senza alcuna restrizione. La termografia rileva le violazioni delle condizioni delle arterie e delle vene che non possono essere rilevate utilizzando altri studi strumentali.

Quale medico controlla i vasi sanguigni

In medicina, non esiste una specialità separata "medico vascolare". Le malattie del sistema cardiovascolare vengono trattate da un cardiologo, che le invia anche agli esami necessari. Problemi con le arterie o le vene della testa, del collo, della colonna vertebrale sono di competenza di un neuropatologo o neurochirurgo. Le malattie delle arterie, le vene degli arti inferiori o superiori sono trattate da chirurghi vascolari. Gravi malattie delle arterie coronarie che alimentano il muscolo cardiaco vengono trattate dai cardiochirurghi. Se compaiono sintomi che indicano patologia vascolare, dovresti consultare un terapista. E darà un rinvio allo specialista appropriato!


Articolo Successivo
Cos'è l'emangioma spinale e come trattarlo