Come decifrare un cardiogramma del cuore


12 minuti Autore: Lyubov Dobretsova 535

  • Familiarizzazione con gli elementi di base del cardiogramma
  • Letture ECG normali
  • Quali patologie possono essere rilevate durante la decrittografia dei dati?
  • Video collegati

Uno studio elettrocardiografico è un metodo diagnostico abbastanza semplice ed efficace utilizzato dai cardiologi di tutto il mondo per studiare l'attività del muscolo cardiaco. I risultati della procedura sotto forma di grafici e numeri, di regola, vengono trasmessi a specialisti per ulteriori analisi dei dati. Tuttavia, nel caso, ad esempio, dell'assenza del medico necessario, il paziente ha il desiderio di decifrare in modo indipendente gli indicatori del suo cuore..

La decodifica preliminare dell'ECG richiede la conoscenza di dati di base speciali, che, per la loro specificità, non sono soggetti a tutti. Per effettuare i calcoli corretti dell'ECG del cuore per una persona che non è imparentata con la medicina, è necessario familiarizzare con i principi di base dell'elaborazione, che sono combinati per comodità nei blocchi appropriati.

Familiarizzazione con gli elementi di base del cardiogramma

È necessario essere consapevoli che l'interpretazione dell'ECG viene eseguita grazie a regole logiche elementari che possono essere comprese anche da una persona comune. Per una loro percezione più piacevole e calma, si consiglia di iniziare a familiarizzare prima con i più semplici principi di decodifica, passando gradualmente a un livello di conoscenza più complesso.

Markup del nastro

La carta su cui si riflettono i dati sul funzionamento del muscolo cardiaco è un ampio nastro di una sfumatura rosa pallido con un chiaro segno "quadrato". I quadrangoli più grandi sono formati da 25 piccole celle e ognuna di esse, a sua volta, è uguale a 1 mm. Se una cella grande è riempita con solo 16 punti, per comodità, puoi disegnare linee parallele lungo di esse e seguire istruzioni simili..

Le linee orizzontali delle celle indicano la durata del battito cardiaco (sec) e le linee verticali indicano la tensione dei singoli segmenti ECG (mV). 1 mm è 1 secondo di tempo (in larghezza) e 1 mV di tensione (in altezza)! Questo assioma deve essere tenuto presente durante tutto il periodo di analisi dei dati, in seguito la sua importanza diventerà evidente a tutti..

Denti e segmenti

Prima di procedere al nome di sezioni specifiche del grafico frastagliato, vale la pena familiarizzare con l'attività del cuore stesso. L'organo muscolare è costituito da 4 sezioni: 2 superiori sono chiamate atri, 2 inferiori - ventricoli. Tra il ventricolo e l'atrio in ciascuna metà del cuore c'è una valvola - una cuspide, che è responsabile per accompagnare il flusso sanguigno in una direzione: dall'alto verso il basso.

Questa attività si ottiene tramite impulsi elettrici che si muovono attraverso il cuore secondo un "programma biologico". Sono diretti a segmenti specifici dell'organo cavo utilizzando un sistema di fasci e nodi, che sono fibre muscolari in miniatura..

La nascita di un impulso avviene nella parte superiore del ventricolo destro - il nodo del seno. Quindi il segnale passa al ventricolo sinistro e si osserva l'eccitazione delle parti superiori del cuore, che viene registrata dall'onda P sull'ECG: sembra una tazza rovesciata leggermente inclinata.

Dopo che la carica elettrica ha raggiunto il nodo atrioventricolare (o nodo AV), che si trova quasi alla giunzione di tutte e 4 le tasche del muscolo cardiaco, sul cardiogramma appare un piccolo "bordo", diretto verso il basso - questa è l'onda Q. Appena sotto il nodo AV, è presente il punto seguente lo scopo dell'impulso è il fascio di His, che è fissato dal dente più alto R tra gli altri, che può essere rappresentato come un picco o una montagna.

A metà del percorso, un segnale importante si precipita nella parte inferiore del cuore, attraverso il cosiddetto ramo del fascio, che esternamente ricorda i lunghi tentacoli di un polpo che abbracciano i ventricoli. La conduzione dell'impulso lungo i processi ramificati del fascio si riflette nell'onda S - un solco poco profondo al piede destro di R. Quando l'impulso si propaga ai ventricoli lungo le gambe del fascio di His, si contraggono. L'ultima onda T irregolare segna il recupero (riposo) del cuore prima del ciclo successivo.

Di fronte ai 5 denti principali sull'ECG, puoi vedere una protrusione rettangolare, non dovresti averne paura, poiché è un segnale di calibrazione o di controllo. Ci sono sezioni dirette orizzontalmente tra i denti: segmenti, ad esempio, S-T (da S a T) o P-Q (da P a Q). Per una formulazione indipendente di una diagnosi indicativa, sarà necessario ricordare un concetto come il complesso QRS: la combinazione delle onde Q, R e S, che registra il lavoro dei ventricoli.

I denti che si alzano sopra la linea isometrica sono chiamati positivi e quelli che si trovano sotto di loro sono chiamati negativi. Pertanto, tutti e 5 i denti si alternano uno dopo l'altro: P (positivo), Q (negativo), R (positivo), S (negativo) e T (positivo).

Conduce

Spesso le persone possono sentire la domanda: perché tutti i grafici ECG sono diversi l'uno dall'altro? La risposta è relativamente semplice. Ciascuna delle linee curve sul nastro riflette le letture cardiache da 10-12 elettrodi colorati posizionati sugli arti e sulla zona del torace. Leggono i dati sull'impulso cardiaco, situato a distanze diverse dalla pompa muscolare, perché i grafici sul nastro termico sono spesso diversi tra loro..

Letture ECG normali

Ora che è diventato chiaro come decifrare il cardiogramma del cuore, si dovrebbe procedere alla diagnosi diretta delle letture normali. Ma prima di conoscerli, è necessario valutare la velocità di registrazione dell'ECG (50 mm / so 25 mm / s), che, di regola, viene stampata automaticamente su nastro di carta. Quindi, in base al risultato, è possibile visualizzare le norme per la durata dei denti e dei segmenti, che sono prescritte nella tabella (i calcoli possono essere eseguiti utilizzando un righello o segni a scacchi su un nastro):

Nome del poloDurata in mm (per 25 mm / s)Durata in mm (per 50 mm / s)
P1.8-2.83.5-5.5
PQMeno di 3Meno di 6
QCirca 0,7-0,8Entro 1,5
QRS1.5-2.73-5.6
SNessun dato esattoNessun dato esatto
T3-76-14

Tra le disposizioni più significative dell'interpretazione dell'ECG, si possono menzionare:

  • I segmenti S-T e P-Q dovrebbero "fondersi" con la linea isometrica, senza andare oltre i suoi limiti.
  • La profondità dell'onda Q non può superare ¼ dell'altezza dell'onda sottile - R.
  • Le cifre esatte per l'onda S non sono state approvate, ma è noto che a volte raggiunge una profondità di 18-20 mm.
  • L'onda T non dovrebbe essere superiore a R: il suo valore massimo è ½ dell'altezza di R.

Anche il controllo della frequenza cardiaca è importante. Occorre prendere in mano un righello e misurare la lunghezza dei segmenti racchiusi tra i vertici di R: i risultati ottenuti dovrebbero coincidere tra loro. Per calcolare la frequenza cardiaca (o frequenza cardiaca), vale la pena contare il numero totale di piccole celle tra i 3 vertici di R e dividere il valore numerico per 2. Successivamente, è necessario applicare una delle 2 formule:

  • 60 / X * 0,02 (a una velocità di scrittura di 50 mm / s).
  • 60 / X * 0,04 (a una velocità di scrittura di 25 mm / s).

Se la cifra è compresa tra 59-60 e 90 battiti / min, la frequenza cardiaca è normale. Un aumento di questo indice implica tachicardia e una chiara diminuzione implica bradicardia. Se per una persona formata una frequenza cardiaca superiore a 95-100 bpm è un segno piuttosto dubbio, per i bambini sotto i 5-6 anni questa è una delle varietà della norma.

Quali patologie possono essere rilevate durante la decrittografia dei dati?

Sebbene l'ECG sia uno degli studi estremamente semplici in termini di struttura, non ci sono ancora analoghi a una tale diagnosi di anomalie cardiache. Le malattie più "diffuse" riconosciute dall'ECG possono essere individuate esaminando sia la descrizione dei loro indicatori caratteristici che dettagliati esempi grafici..

Tachicardia parossistica

Questo disturbo è spesso registrato negli adulti durante l'esecuzione di un ECG, ma nei bambini è estremamente raro. Tra i più comuni "catalizzatori" della malattia vi sono l'uso di droghe e bevande alcoliche, stress cronico, ipertiroidismo, ecc. Il PT si distingue, innanzitutto, da un battito cardiaco frequente, i cui indicatori vanno da 138-140 a 240-250 battiti / min..

A causa della manifestazione di tali attacchi (o parossismo), entrambi i ventricoli del cuore non sono in grado di riempirsi di sangue nel tempo, il che indebolisce il flusso sanguigno generale e rallenta l'erogazione della porzione successiva di ossigeno a tutte le parti del corpo, compreso il cervello. La tachicardia è caratterizzata dalla presenza di un complesso QRS modificato, un'onda T debolmente espressa e, soprattutto, l'assenza di una distanza tra T e P. In altre parole, i gruppi di denti sull'elettrocardiogramma sono "incollati" tra loro.

Bradicardia

Se la precedente anomalia implicava l'assenza del segmento T-P, la bradicardia è il suo antagonista. Questo disturbo è proprio il significativo allungamento del T-P, indicante una debole conduzione dell'impulso o un suo scorretto accompagnamento attraverso il muscolo cardiaco. I pazienti con bradicardia hanno un indice di frequenza cardiaca estremamente basso, inferiore a 40-60 battiti / min. Se nelle persone che preferiscono un'attività fisica regolare, una lieve manifestazione della malattia è la norma, allora nella stragrande maggioranza degli altri casi possiamo parlare dell'insorgenza di una malattia estremamente grave.

Ischemia

L'ischemia è definita un presagio di infarto miocardico, per questo motivo la diagnosi precoce dell'anomalia contribuisce al sollievo del malessere fatale e, di conseguenza, ad un esito favorevole. In precedenza è stato detto che l'intervallo S-T dovrebbe "giacere comodamente" sull'isolina, tuttavia, la sua omissione nelle derivazioni 1a e AVL (fino a 2,5 mm) segnala la cardiopatia ischemica. A volte la cardiopatia coronarica produce solo l'onda T. Normalmente, non dovrebbe superare la metà dell'altezza R, tuttavia, in questo caso, può sia "crescere" fino all'elemento anziano e cadere al di sotto della linea mediana. Il resto dei denti non subisce cambiamenti significativi..

Flutter atriale e fibrillazione

La fibrillazione atriale è una condizione anormale del cuore, espressa in una manifestazione disordinata e caotica di impulsi elettrici nelle tasche superiori del cuore. A volte in questo caso non è possibile fare un'analisi qualitativa superficiale. Ma sapendo a cosa dovresti prestare attenzione in primo luogo, puoi decifrare in sicurezza gli indicatori ECG. I complessi QRS non sono di fondamentale importanza, poiché spesso sono stabili, ma gli spazi tra di loro sono tra gli indicatori chiave: quando lampeggiano, assomigliano a una serie di mascelle di sega a mano.

Onde non così caotiche e di grandi dimensioni tra i QRS indicano già flutter atriale, che, a differenza dello sfarfallio, è caratterizzato da un battito cardiaco leggermente più pronunciato (fino a 400 battiti / min). Le contrazioni e le eccitazioni degli atri sono soggette a controllo in modo insignificante.

Ispessimento del miocardio atriale

L'ispessimento e lo stiramento sospetti dello strato muscolare del miocardio sono accompagnati da un problema significativo con il flusso sanguigno interno. In questo caso, gli atri svolgono la loro funzione principale con interruzioni costanti: la camera sinistra ispessita "spinge" il sangue nel ventricolo con maggiore forza. Quando provi a leggere un grafico ECG a casa, dovresti concentrare lo sguardo sull'onda P, che riflette lo stato della parte superiore del cuore.

Se è una specie di cupola con due rigonfiamenti, molto probabilmente il paziente soffre della malattia in questione. Poiché l'ispessimento del miocardio in assenza a lungo termine di un intervento medico qualificato provoca un ictus o un infarto, è necessario fissare un appuntamento con un cardiologo il prima possibile con una descrizione dettagliata dei sintomi di disagio, se presenti..

Extrasistole

È possibile decifrare l'ECG con le "prime rondini" di ekstrasistole se c'è conoscenza sugli indicatori speciali di una manifestazione speciale di aritmia. Esaminando attentamente tale grafico, il paziente può trovare salti anomali insoliti che assomigliano vagamente a complessi QRS - extrasistoli. Si verificano in qualsiasi area dell'ECG, sono spesso seguite da una pausa compensatoria, che consente al muscolo cardiaco di "riposare" prima dell'inizio di un nuovo ciclo di eccitazione e contrazione.

L'extrasistole nella pratica medica viene spesso diagnosticata in persone sane. Nella stragrande maggioranza dei casi, non influisce sul normale corso della vita e non è associato a malattie gravi. Tuttavia, quando si stabilisce l'aritmia, si dovrebbe giocare sul sicuro contattando specialisti.

Blocco cardiaco AV

Con il blocco cardiaco atrioventricolare, c'è un'espansione dello spazio tra le stesse onde P, inoltre, possono verificarsi al momento dell'analisi della conclusione dell'ECG molto più spesso dei complessi QRS. La registrazione di un tale schema indica una bassa conduzione degli impulsi dalle camere superiori del cuore ai ventricoli.

Il suo blocco di branca

Il fallimento nel funzionamento di un tale elemento del sistema di conduzione come il fascio di His non dovrebbe in alcun caso essere ignorato, poiché si trova nelle immediate vicinanze del miocardio. Il focus patologico nei casi avanzati tende ad essere "gettato" su una delle parti più importanti del cuore. È del tutto possibile decifrare l'ECG da soli in presenza di una malattia estremamente spiacevole, devi solo esaminare attentamente il dente più alto sul nastro termico. Se non forma una lettera "snella" L, ma una M deformata, significa che il fascio di His è stato attaccato.

La sconfitta della gamba sinistra, che trasmette l'impulso al ventricolo sinistro, comporta la completa scomparsa dell'onda S. E il punto di contatto dei due vertici della spaccatura R sarà situato sopra l'isoline. L'immagine cardiografica dell'attenuazione del fascio destro del fascio è simile alla precedente, solo il punto di giunzione dei picchi dell'onda R già marcati è al di sotto della linea mediana. T è negativo in entrambi i casi.

Infarto miocardico

Il miocardio è un frammento dello strato più denso e spesso del muscolo cardiaco, che negli ultimi anni è stato sottoposto a vari disturbi. Il più pericoloso tra loro è la necrosi o l'infarto del miocardio. Quando si decodifica l'elettrocardiografia, è abbastanza distinguibile da altri tipi di malattie. Se l'onda P, che registra le buone condizioni dei 2 atri, non è deformata, i segmenti ECG rimanenti hanno subito cambiamenti significativi. Quindi, un'onda Q appuntita può "perforare" il piano di contorno e T può essere trasformata in un'onda negativa.

Il segno più significativo di un attacco di cuore è un'innaturale elevazione della R-T. C'è una regola mnemonica che ti permette di ricordare la sua forma esatta. Se, esaminando quest'area, si può immaginare il lato sinistro, ascendente di R sotto forma di una cremagliera inclinata a destra, su cui sventola una bandiera, allora stiamo davvero parlando di necrosi miocardica.

Fibrillazione ventricolare

Altrimenti, una malattia estremamente grave è chiamata fibrillazione atriale. Una caratteristica distintiva di questo fenomeno patologico è considerata l'attività distruttiva dei fasci conduttivi e dei nodi, indicando una contrazione incontrollata di tutte e 4 le camere della pompa muscolare. Leggere i risultati dell'ECG e riconoscere la fibrillazione ventricolare non è affatto difficile: su un nastro a scacchi appare come una serie di onde e solchi caotici, i cui parametri non possono essere correlati con indicatori classici. Nessuno dei segmenti mostra almeno un complesso familiare.

Sindrome di WPW

Quando, nel complesso dei percorsi classici per la conduzione di un impulso elettrico, si forma inaspettatamente un fascio di Kent anormale, che si trova nella "comoda culla" dell'atrio sinistro o destro, possiamo tranquillamente parlare di una patologia come la sindrome WPW. Non appena gli impulsi iniziano a muoversi lungo l'autostrada cardiaca innaturale, il ritmo muscolare viene perso. Le fibre conduttive "corrette" non possono fornire completamente sangue agli atri, perché gli impulsi preferivano un percorso più breve per completare il ciclo funzionale.

L'ECG nella sindrome SVC si distingue per la comparsa di un forno a microonde sul piede sinistro dell'onda R, un leggero allargamento del complesso QRS e, naturalmente, una significativa riduzione dell'intervallo P-Q. Poiché la decodifica del cardiogramma del cuore che ha subito la WPW non è sempre efficace, il metodo HM - Holter per la diagnosi della malattia viene in aiuto del personale medico. Si tratta di indossare un dispositivo compatto con sensori attaccati alla pelle tutto il giorno..

Il monitoraggio a lungo termine fornisce un risultato migliore con una diagnosi affidabile. Al fine di "catturare" tempestivamente un'anomalia localizzata nel cuore, si consiglia di visitare la sala ECG almeno una volta all'anno. Se è necessario un monitoraggio medico regolare del trattamento delle malattie cardiovascolari, potrebbe essere necessario eseguire misurazioni più frequenti dell'attività cardiaca..

Interpretazione dell'ECG in adulti e bambini, norme in tabelle e altre informazioni utili

La patologia del sistema cardiovascolare è uno dei problemi più comuni che colpiscono le persone di tutte le età. Il trattamento tempestivo e la diagnostica del sistema circolatorio possono ridurre significativamente il rischio di sviluppare malattie pericolose.

Ad oggi, il metodo più efficace e facilmente accessibile per esaminare il lavoro del cuore è un elettrocardiogramma.

Regole di base

Quando si studiano i risultati dell'esame di un paziente, i medici prestano attenzione a tali componenti dell'ECG come:

  • Denti;
  • Intervalli;
  • Segmenti.
Non viene valutata solo la loro presenza o assenza, ma anche altezza, durata, posizione, direzione e sequenza.

Esistono parametri rigorosi della norma per ogni linea sul nastro ECG, la minima deviazione da cui può indicare violazioni nel lavoro del cuore.

Analisi ECG

L'intero set di linee ECG viene esaminato e misurato matematicamente, dopo di che il medico può determinare alcuni parametri del lavoro del muscolo cardiaco e del suo sistema di conduzione: frequenza cardiaca, frequenza cardiaca, pacemaker, conducibilità, asse elettrico del cuore.

Ad oggi, tutti questi indicatori sono studiati da elettrocardiografi ad alta precisione.

Frequenza cardiaca sinusale

Questo è un parametro che riflette il ritmo delle contrazioni cardiache che si verificano sotto l'influenza del nodo del seno (normale). Mostra la coerenza del lavoro di tutte le parti del cuore, la sequenza dei processi di tensione e rilassamento del muscolo cardiaco.

Il ritmo è molto facile da determinare dalle onde R più alte: se la distanza tra loro è la stessa durante l'intera registrazione o devia di non più del 10%, il paziente non soffre di aritmia.

Il numero di battiti al minuto può essere determinato non solo contando il polso, ma anche dall'ECG. Per fare ciò, è necessario conoscere la velocità con cui è stato registrato l'ECG (solitamente 25, 50 o 100 mm / s), nonché la distanza tra i denti più alti (da un vertice all'altro).

Moltiplicando il tempo di registrazione di un mm per la lunghezza del segmento R-R, è possibile ottenere la frequenza cardiaca. Normalmente, i suoi indicatori vanno da 60 a 80 battiti al minuto..

Fonte di eccitazione

Il sistema nervoso autonomo del cuore è progettato in modo tale che il processo di contrazione dipenda dall'accumulo di cellule nervose in una delle zone del cuore. Normalmente, questo è un nodo del seno, gli impulsi da cui divergono in tutto il sistema nervoso del cuore..

In alcuni casi, il ruolo di pacemaker può essere assunto da altri nodi (atriale, ventricolare, atrioventricolare). Questo può essere determinato esaminando l'onda P - poco appariscente, situata appena sopra l'isolina.

Cos'è la cardiosclerosi post-miocardica e in che modo è pericolosa? È possibile curarlo rapidamente ed efficacemente? Sei a rischio? Scopri tutto!

Le cause della cardiosclerosi del cuore ei principali fattori di rischio sono discussi in dettaglio nel nostro prossimo articolo..

Puoi leggere informazioni dettagliate e complete sui sintomi della cardiosclerosi qui.

Conduttività

Questo è un criterio che mostra il processo di trasmissione degli impulsi. Normalmente, gli impulsi vengono trasmessi in sequenza da un pacemaker all'altro, senza cambiare l'ordine.

Assale elettrico

Un indicatore basato sul processo di eccitazione ventricolare. L'analisi matematica dei denti Q, R, S nelle derivazioni I e III consente di calcolare un certo vettore risultante della loro eccitazione. Ciò è necessario per stabilire il funzionamento dei rami del fascio His.

L'angolo di inclinazione risultante dell'asse cardiaco è stimato dal valore: 50-70 ° normale, deviazione 70-90 ° a destra, deviazione 50-0 ° a sinistra.

Nei casi in cui è presente un'inclinazione superiore a 90 ° o superiore a -30 °, si verifica una grave interruzione del lavoro del fascio His.

Punte, segmenti e intervalli

Punte - aree ECG che si trovano sopra l'isolina, il loro significato è il seguente:

  • P - riflette i processi di contrazione e rilassamento degli atri.
  • Q, S - riflettono i processi di eccitazione del setto interventricolare.
  • R - il processo di eccitazione dei ventricoli.
  • T - processo di rilassamento ventricolare.

Intervalli - Aree ECG che si trovano sull'isoline.

  • PQ - riflette il tempo di propagazione dell'impulso dagli atri ai ventricoli.

Segmenti: sezioni ECG che includono un intervallo e un'onda.

  • QRST - durata della contrazione ventricolare.
  • ST - tempo di eccitazione completa dei ventricoli.
  • TP - tempo di diastole elettrica del cuore.

La norma negli uomini e nelle donne

La decodifica dell'ECG del cuore e la norma degli indicatori negli adulti sono presentati in questa tabella:

Risultati sani del bambino

Interpretazione dei risultati delle misurazioni ECG nei bambini e la loro norma in questa tabella:

Diagnosi pericolose

Quali condizioni pericolose possono essere determinate dalle letture dell'ECG durante la decodifica?

Extrasistole

Questo fenomeno è caratterizzato da un fallimento della frequenza cardiaca. La persona avverte un temporaneo aumento della frequenza delle contrazioni, seguito da una pausa. È associato all'attivazione di altri pacemaker, inviando un'ulteriore raffica di impulsi insieme al nodo del seno, che porta ad una contrazione straordinaria.

Se gli extrasistoli compaiono non più di 5 volte all'ora, non possono causare danni significativi alla salute.

Aritmia

È caratterizzato da un cambiamento nella periodicità del ritmo sinusale, quando gli impulsi arrivano a frequenze diverse. Solo il 30% di queste aritmie richiede un trattamento. in grado di provocare malattie più gravi.

In altri casi, questa può essere una manifestazione di attività fisica, un cambiamento nei livelli ormonali, il risultato di una febbre e non minaccia la salute.

Bradicardia

Si verifica quando il nodo del seno è indebolito, incapace di generare impulsi con la frequenza corretta, a seguito della quale anche la frequenza cardiaca rallenta, fino a 30-45 battiti al minuto.

La bradicardia può anche essere una manifestazione della normale funzione cardiaca se l'ECG viene registrato durante il sonno.

Tachicardia

Il fenomeno opposto, caratterizzato da un aumento della frequenza cardiaca di oltre 90 battiti al minuto. In alcuni casi, la tachicardia temporanea si verifica sotto l'influenza di un forte sforzo fisico e stress emotivo, nonché durante il periodo di malattia associato ad un aumento della temperatura..

Disturbi della conduzione

Oltre al nodo del seno, ci sono altri pacemaker di secondo e terzo ordine sottostanti. Normalmente, conducono impulsi da un pacemaker di primo ordine. Ma se le loro funzioni sono indebolite, una persona può avvertire debolezza, vertigini, causati dalla depressione del cuore..

È anche possibile abbassare la pressione sanguigna, perché i ventricoli si contrarranno meno frequentemente o in modo irregolare.

Molti fattori possono portare a interruzioni nel lavoro del muscolo cardiaco stesso. I tumori si sviluppano, la nutrizione muscolare è disturbata e i processi di depolarizzazione falliscono. La maggior parte di queste patologie richiede un trattamento serio..

Perché potrebbero esserci differenze nelle prestazioni

In alcuni casi, quando si rianalizza l'ECG, vengono rivelate deviazioni dai risultati ottenuti in precedenza. Con ciò che può essere collegato?

  • Diversi momenti della giornata. Di solito si consiglia di eseguire un ECG al mattino o al pomeriggio, quando il corpo non ha ancora avuto il tempo di essere esposto a fattori di stress..
  • Carichi. È molto importante che il paziente sia calmo durante la registrazione di un ECG. Il rilascio di ormoni può aumentare la frequenza cardiaca e distorcere le letture. Inoltre, non è consigliabile impegnarsi in lavori fisici pesanti prima dell'esame..
  • L'assunzione di cibo. I processi digestivi influenzano la circolazione sanguigna e l'alcol, il tabacco e la caffeina possono influenzare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna.
  • Elettrodi. Una sovrapposizione errata o uno spostamento accidentale possono modificare seriamente gli indicatori. Pertanto, è importante non muoversi durante la registrazione e sgrassare la pelle nell'area in cui vengono applicati gli elettrodi (l'uso di creme e altri prodotti per la pelle prima dell'esame è altamente indesiderabile).
  • Sfondo. A volte dispositivi estranei possono influenzare il funzionamento dell'elettrocardiografo..

Scopri tutto sul recupero da un attacco di cuore: come vivere, cosa mangiare e cosa trattare per sostenere il tuo cuore?

C'è un gruppo di disabilità dopo un infarto e cosa aspettarsi nel piano di lavoro? Lo diremo nella nostra recensione.

Infarto miocardico raro ma ben mirato della parete posteriore del ventricolo sinistro: che cos'è e perché è pericoloso?

Tecniche di esame aggiuntive

Halter

Un metodo di studio a lungo termine del lavoro del cuore, possibile grazie a un registratore portatile compatto, che è in grado di registrare i risultati su nastro magnetico. Il metodo è particolarmente valido quando è necessario indagare su patologie ricorrenti, sulla loro frequenza e tempo di insorgenza..

Tapis roulant

A differenza di un ECG a riposo convenzionale, questo metodo si basa su un'analisi dei risultati dopo l'esercizio. Molto spesso questo viene utilizzato per valutare il rischio di possibili patologie che non sono state rilevate su un ECG standard, nonché quando si prescrive un corso di riabilitazione per pazienti che hanno avuto un infarto..

Fonocardiografia

Consente di analizzare i suoni cardiaci e i mormorii. La loro durata, frequenza e tempo di insorgenza è correlata alle fasi dell'attività cardiaca, il che consente di valutare il funzionamento delle valvole, i rischi di sviluppare cardiopatie endodontiche e reumatiche.

Un ECG standard è una rappresentazione grafica del funzionamento di tutte le parti del cuore. Molti fattori possono influire sulla sua precisione, quindi dovresti seguire le raccomandazioni del medico.

L'esame rivela la maggior parte delle patologie del sistema cardiovascolare, tuttavia, potrebbero essere necessari test aggiuntivi per una diagnosi accurata.

Infine, suggeriamo di guardare un video corso sulla decodifica "L'ECG può essere fatto da tutti":

Decodificare il cardiogramma del cuore

Il cuore è l'organo umano più importante. Con la sua disfunzione, l'intero corpo soffre. Per identificare varie patologie cardiovascolari, viene utilizzato il metodo dell'elettrocardiografia. Usano un dispositivo che registra gli impulsi elettrici del cuore: un elettrocardiografo. La decodifica dell'ECG consente di vedere le principali deviazioni nel lavoro dell'organo su una curva grafica, che nella maggior parte dei casi aiuta a fare una diagnosi senza ulteriori ricerche, prescrive il trattamento necessario.

Quali concetti vengono utilizzati durante la decodifica

La decodifica ECG è un processo piuttosto complicato che richiede una profonda conoscenza di uno specialista. Durante la valutazione delle condizioni del cuore, gli indicatori del cardiogramma vengono misurati matematicamente. In questo caso, vengono utilizzati concetti come ritmo sinusale, frequenza cardiaca, conducibilità elettrica e asse elettrico, pacemaker e alcuni altri. Valutando questi indicatori, il medico può determinare chiaramente alcuni parametri del funzionamento del cuore..

Frequenza del battito cardiaco

La frequenza cardiaca è un numero specifico di battiti cardiaci in un determinato periodo di tempo. Di solito viene preso un intervallo di 60 secondi. Sul cardiogramma, la frequenza cardiaca viene determinata misurando la distanza tra i denti più alti (R - R). La velocità di stampa è solitamente di 100 mm / s. Moltiplicando la lunghezza di registrazione di un mm per la durata del segmento R - R, viene calcolata la frequenza cardiaca. In una persona sana, il numero di battiti cardiaci dovrebbe essere di 60-80 battiti al minuto.

Ritmo sinusale

Un altro concetto incluso nell'interpretazione dell'ECG è il ritmo sinusale del cuore. Durante il normale funzionamento del muscolo cardiaco, gli impulsi elettrici sorgono in un nodo speciale, quindi si diffondono nella regione del ventricolo e dell'atrio. La presenza del ritmo sinusale indica la normale funzione cardiaca.

Percorsi di conduzione

Questo concetto definisce un processo come la propagazione di impulsi elettrici attraverso i tessuti del muscolo cardiaco. Normalmente, gli impulsi vengono trasmessi in una sequenza specifica. La violazione dell'ordine del loro trasferimento da un pacemaker a un altro indica una disfunzione d'organo, lo sviluppo di vari blocchi. Questi includono il blocco senoatriale, intra-atriale, atrioventricolare, intraventricolare e la sindrome di Wolff-Parkinson-White.

Asse elettrico del cuore

Quando si decodifica il cardiogramma del cuore, viene preso in considerazione il concetto: l'asse elettrico del cuore. Questo termine è ampiamente utilizzato nella pratica cardiologica. Durante la decodifica di un ECG, questo concetto consente allo specialista di vedere cosa sta succedendo nel cuore. In altre parole, l'asse elettrico è la raccolta di tutti i cambiamenti biologici ed elettrici all'interno di un organo..

La posizione dell'asse elettrico è determinata dal medico utilizzando schemi e tabelle speciali o confrontando i complessi QRS responsabili del processo di eccitazione e contrazione dei ventricoli cardiaci.

Se gli indicatori ECG indicano che nella derivazione III l'onda R ha un'ampiezza minore rispetto alla derivazione I, stiamo parlando della deviazione dell'asse cardiaco a sinistra. Nel caso in cui nella derivazione III l'onda R abbia un'ampiezza maggiore rispetto alla derivazione I, è consuetudine parlare della deviazione dell'asse a destra. Letture normali nella tabella ECG: l'onda R è più alta nella derivazione II.

Punte e intervalli

Sul cardiogramma stesso, ottenuto durante lo studio, non sono indicati i denti e gli intervalli. Sono necessari solo per uno specialista che esegue la decrittazione.

  • P - determina l'inizio della contrazione dell'area atriale;
  • Q, R, S - appartengono alla stessa specie, coincidono con la contrazione dei ventricoli;
  • T - tempo di inattività dei ventricoli del cuore, cioè il loro rilassamento;
  • U: raramente notato sul cardiogramma, non c'è consenso sulla sua origine.

Per comodità di decodifica, il cardiogramma è diviso in intervalli. Sul nastro, puoi vedere delle linee rette che corrono chiaramente al centro del polo. Sono chiamati contorni o segmenti. Quando si effettua una diagnosi, di solito vengono presi in considerazione gli indicatori dei segmenti P - Q e S - T.

A sua volta, un intervallo è costituito da segmenti e denti. La durata dell'intervallo aiuta anche a valutare il quadro generale del funzionamento del cuore. Gli intervalli - P - Q e Q - T hanno un significato diagnostico.

Leggere un cardiogramma

Come decifrare il cardiogramma del cuore? Questa domanda viene posta da molti pazienti che hanno avuto a che fare con la procedura di elettrocardiografia. È molto difficile farlo da soli, perché la decrittografia dei dati ha molte sfumature. E se nel tuo cardiogramma leggi alcune violazioni dell'attività del cuore, questo non significa la presenza di questa o quella malattia..

Barbe

Oltre a tenere conto di intervalli e segmenti, è importante tenere traccia dell'altezza e della lunghezza di tutti i denti. Se la loro fluttuazione non si discosta dalla norma, ciò indica un sano funzionamento del cuore. Se l'ampiezza viene rifiutata, stiamo parlando di condizioni patologiche..

La norma dei denti sull'ECG:

  • Р - dovrebbe avere una durata non superiore a 0,11 s., Un'altezza entro 2 mm. Se questi indicatori vengono violati, il medico può trarre una conclusione sulla deviazione dalla norma;
  • Q - non dovrebbe essere superiore a un quarto dell'onda R, più largo di 0,04 s. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata a questo dente; il suo approfondimento indica spesso lo sviluppo di un infarto miocardico di una persona. In alcuni casi, la distorsione dei denti si verifica nelle persone con grave obesità;
  • R - una volta decodificato, può essere rintracciato nelle derivazioni V5 e V6, la sua altezza non deve superare i 2,6 mV;
  • S è un polo speciale per il quale non ci sono requisiti chiari. La sua profondità dipende da molti fattori, ad esempio peso, sesso, età, posizione del corpo del paziente, ma quando il dente è troppo profondo si può parlare di ipertrofia ventricolare;
  • T - deve essere almeno un settimo dell'onda R..

In alcuni pazienti, dopo l'onda T, compare un'onda U sul cardiogramma. Questo indicatore viene raramente preso in considerazione quando si effettua una diagnosi, non ha norme chiare.

Segmenti e intervalli

Anche gli intervalli e i segmenti hanno i loro valori normali. Se questi valori vengono violati, lo specialista di solito si rivolge alla persona per ulteriori ricerche..

  • il segmento ST dovrebbe normalmente essere posizionato direttamente sull'isoline;
  • il complesso QRS non dovrebbe avere una durata superiore a 0,07 - 0,11 s. Se questi indicatori vengono violati, vengono solitamente diagnosticate varie patologie dal cuore;
  • l'intervallo PQ deve essere compreso tra 0,12 millisecondi e 0,21 secondi;
  • l'intervallo QT viene calcolato tenendo conto della frequenza cardiaca in un particolare paziente.

Funzionalità di decrittografia

Per registrare un cardiogramma, una persona è attaccata al corpo con speciali sensori che trasmettono impulsi elettrici all'elettrocardiografo. Nella pratica medica, questi impulsi e i loro percorsi sono chiamati contatti. Fondamentalmente, durante lo studio, vengono utilizzati 6 cavi principali. Sono designati dalle lettere V da 1 a 6.

Si possono distinguere le seguenti regole per la decodifica di un cardiogramma:

  • Nella derivazione I, II o III, individuare la regione più alta dell'onda R, quindi misurare la distanza tra le due onde successive. Questo numero dovrebbe essere diviso per due. Ciò contribuirà a determinare la regolarità della frequenza cardiaca. Se lo spazio tra le onde R è lo stesso, ciò indica un battito cardiaco normale.
  • Dopodiché, è necessario prendere una misurazione di ogni onda e intervallo. Le loro norme sono descritte nell'articolo sopra..

La frequenza cardiaca viene calcolata utilizzando una formula speciale. A una velocità di registrazione del cardiogramma di 25 mm al secondo, la distanza dell'intervallo R - R deve essere moltiplicata per 0,04. In questo caso, l'intervallo è indicato in millimetri..

A una velocità di 50 mm al secondo, l'intervallo R - R deve essere moltiplicato per 0,02.

Per l'analisi ECG, vengono solitamente utilizzate 6 derivazioni su 12, poiché le 6 successive duplicano le precedenti.

Valori normali nei bambini e negli adulti

Nella pratica medica, esiste il concetto di una norma per l'elettrocardiogramma, che è caratteristico di ogni fascia di età. In relazione alle caratteristiche anatomiche del corpo nei neonati, nei bambini e negli adulti, gli indicatori di studio sono leggermente diversi. Consideriamoli più in dettaglio.

Le norme ECG negli adulti possono essere viste nella figura.

Il corpo di un bambino è diverso da quello di un adulto. A causa del fatto che gli organi e i sistemi del neonato non sono completamente formati, i dati elettrocardiografici possono differire.

Nei bambini, la massa del ventricolo destro del cuore prevale sul ventricolo sinistro. I neonati hanno spesso un'onda R alta nella derivazione III e un'onda S profonda nella derivazione I.

Il rapporto tra l'onda P e l'onda R negli adulti è normalmente 1: 8, nei bambini l'onda P è alta, spesso più appuntita, rispetto a R è 1: 3.

A causa del fatto che l'altezza dell'onda R è direttamente correlata al volume dei ventricoli del cuore, la sua altezza è inferiore rispetto agli adulti.

Nei neonati, l'onda T a volte è negativa, può essere inferiore.

L'intervallo PQ sembra accorciato, poiché nei bambini la velocità degli impulsi attraverso il sistema di conduzione cardiaca è maggiore. Questo spiega anche il complesso QRS più corto..

In età prescolare, gli indicatori dell'elettrocardiogramma cambiano. Durante questo periodo si osserva ancora una deviazione dell'asse elettrico del cuore a sinistra. La massa dei ventricoli aumenta, rispettivamente, diminuisce il rapporto tra l'onda P e l'onda R. La forza di contrazione dei ventricoli aumenta, l'onda R aumenta, la velocità di trasmissione degli impulsi lungo il sistema di conduzione diminuisce, il che comporta un aumento del complesso QRS e dell'intervallo PQ.

Nei bambini, dovrebbero normalmente essere osservati i seguenti indicatori:

Importante! Solo dopo 6-7 anni, i complessi, i denti e gli intervalli acquisiscono un valore inerente a un adulto.

Cosa influenza l'accuratezza degli indicatori

A volte i risultati del cardiogramma possono essere errati, differire da studi precedenti. Gli errori nei risultati sono spesso associati a molti fattori. Questi includono:

  • elettrodi collegati in modo errato. Se le sonde non sono correttamente collegate o si muovono durante l'ECG, ciò può compromettere seriamente i risultati del test. Questo è il motivo per cui si consiglia al paziente di rimanere immobile per l'intera durata dell'elettrocardiogramma;
  • sfondo estraneo. L'accuratezza dei risultati è spesso influenzata da dispositivi esterni nella stanza, soprattutto quando l'ECG viene eseguito a casa utilizzando apparecchiature mobili;
  • fumare, bere alcolici. Questi fattori influenzano la circolazione sanguigna, modificando così gli indicatori del cardiogramma;
  • l'assunzione di cibo. Un altro motivo che influisce sulla circolazione sanguigna, rispettivamente, sulla correttezza degli indicatori;
  • esperienze emotive. Se durante lo studio il paziente è preoccupato, ciò può influenzare la frequenza cardiaca e altri indicatori;
  • Momenti della giornata. Quando si conduce lo studio in diversi momenti della giornata, anche gli indicatori possono differire..

Lo specialista deve tenere conto delle sfumature di cui sopra durante la decodifica dell'ECG, se possibile, dovrebbero essere escluse.

Diagnosi pericolose

La diagnostica mediante cardiografia elettrica aiuta a identificare molte patologie cardiache in un paziente. Tra questi ci sono aritmia, bradicardia, tachicardia e altri..

Violazione della conduzione cardiaca

Normalmente, l'impulso elettrico del cuore passa attraverso il nodo del seno, ma a volte in una persona si notano altri pacemaker. In questo caso, i sintomi possono essere completamente assenti. A volte il disturbo della conduzione è accompagnato da rapido affaticamento, vertigini, debolezza, picchi di pressione sanguigna e altri segni.

Con un decorso asintomatico, spesso non è necessaria una terapia speciale, ma il paziente deve essere regolarmente esaminato. Molti fattori possono influenzare negativamente il lavoro del cuore, il che comporta una violazione dei processi di depolarizzazione, una diminuzione della nutrizione miocardica, lo sviluppo di tumori e altre complicazioni.

Bradicardia

Un tipo comune di aritmia è la bradicardia. La condizione è accompagnata da una diminuzione della frequenza dei battiti cardiaci al di sotto del normale (meno di 60 battiti al minuto). A volte un tale ritmo è considerato la norma, che dipende dalle caratteristiche individuali dell'organismo, ma più spesso la bradicardia indica lo sviluppo dell'una o dell'altra patologia cardiaca.

Le caratteristiche dell'ECG in un paziente con bradicardia possono essere viste nella figura.

Esistono diversi tipi di malattie. Con il decorso latente della bradicardia senza segni clinici evidenti, la terapia di solito non è richiesta. I pazienti con sintomi pronunciati vengono trattati per la patologia sottostante che causa disturbi del ritmo cardiaco..

Extrasistole

L'extrasistole è una condizione accompagnata da una contrazione prematura del cuore. In un paziente, l'extrasistole provoca una sensazione di forte battito cardiaco, una sensazione di arresto cardiaco. In questo caso, il paziente sperimenta paura, ansia, panico. Il lungo decorso di questa condizione spesso porta a una riduzione del flusso sanguigno, comporta angina pectoris, svenimenti, paresi e altri sintomi pericolosi.

Aritmia sinusale

La particolarità di questo disturbo sta nel fatto che quando la frequenza cardiaca cambia, il lavoro dell'organo rimane coordinato, la sequenza di contrazione delle sezioni cardiache rimane normale. A volte, in una persona sana su un ECG, si può osservare aritmia sinusale sotto l'influenza di fattori come l'assunzione di cibo, l'eccitazione e l'attività fisica. In questo caso, il paziente non sviluppa alcun sintomo. L'aritmia è considerata fisiologica.

In altre situazioni, questa violazione può indicare patologie come cardiopatia ischemica, infarto miocardico, miocardite, cardiomiopatia, insufficienza cardiaca.

I pazienti possono manifestare sintomi sotto forma di mal di testa, vertigini, nausea, disturbi del ritmo cardiaco, mancanza di respiro e stanchezza cronica. Il trattamento dell'aritmia sinusale comporta l'eliminazione della patologia sottostante.

Importante! Nei bambini, l'aritmia sinusale si verifica spesso durante l'adolescenza e può essere associata a disturbi ormonali.

Tachicardia

Con la tachicardia, il paziente ha un aumento della frequenza cardiaca, cioè più di 90 battiti al minuto. Normalmente, la tachicardia si sviluppa nelle persone dopo uno sforzo fisico intenso, a volte lo stress può causare battito cardiaco. In uno stato normale, il ritmo è normalizzato senza conseguenze sulla salute.

Infarto miocardico

Una delle forme di malattia ischemica che si verificano nella fase acuta è l'infarto del miocardio. La condizione è accompagnata dalla morte del tessuto miocardico, spesso porta a conseguenze irreversibili.

Il decorso di un infarto di solito si svolge in più fasi, ognuna delle quali è caratterizzata da un cambiamento negli indicatori ECG:

  • la prima fase dura 6 - 7 giorni. Nelle prime ore, il cardiogramma mostra un'onda T alta. Nei tre giorni successivi, l'intervallo ST aumenta, l'onda T scende. Con un trattamento tempestivo in questa fase, è possibile ripristinare completamente la funzione del miocardio;
  • l'aspetto di aree morte. Il cardiogramma mostra l'aumento e l'espansione dell'onda Q. La terapia medica qui prevede il ripristino di aree con necrosi tissutale;
  • periodo subacuto. Questa fase dura da 10 a 30 giorni. Qui il cardiogramma inizia a tornare alla normalità. Le cicatrici compaiono nel sito delle aree colpite del miocardio;
  • fase cicatriziale. La sua durata dura da 30 giorni o più, accompagnata da cicatrici complete dei tessuti. A volte i pazienti hanno cardiosclerosi e altri cambiamenti.

Nell'immagine puoi vedere il cambiamento degli indicatori ECG con una malattia.

L'elettrocardiografia è un metodo diagnostico complesso, ma allo stesso tempo molto informativo che è stato utilizzato nella pratica medica per più di un decennio. È piuttosto difficile decifrare da soli l'immagine grafica ottenuta durante la ricerca. L'interpretazione dei dati deve essere gestita da un medico qualificato. Ciò contribuirà a diagnosticare con precisione, prescrivere il trattamento appropriato..

Come decifrare l'ecg del cuore

L'elettrocardiogramma riflette solo i processi elettrici nel miocardio: depolarizzazione (eccitazione) e ripolarizzazione (ripristino) delle cellule del miocardio.

Il rapporto degli intervalli ECG con le fasi del ciclo cardiaco (sistole e diastole dei ventricoli).

Normalmente, la depolarizzazione porta alla contrazione delle cellule muscolari e la ripolarizzazione porta al rilassamento..

Per semplificare ulteriormente, invece di "depolarizzazione-ripolarizzazione", a volte userò "contrazione-rilassamento", anche se questo non è del tutto esatto: esiste il concetto di "dissociazione elettromeccanica", in cui la depolarizzazione e la ripolarizzazione del miocardio non portano alla sua contrazione e rilassamento visibili.

Elementi di un normale ECG

Prima di procedere alla decodifica dell'ECG, è necessario capire di quali elementi è costituito.

Onde e intervalli ECG.

È curioso che all'estero l'intervallo P-Q sia solitamente chiamato P-R.

Qualsiasi ECG è costituito da onde, segmenti e intervalli.

I denti sono protuberanze e concavità su un elettrocardiogramma.
I seguenti denti si distinguono sull'ECG:

  • P (contrazione atriale),
  • Q, R, S (tutti e 3 i denti caratterizzano la contrazione dei ventricoli),
  • T (rilassamento ventricolare),
  • U (onda incoerente, registrata raramente).

SEGMENTI
Un segmento ECG è un segmento di linea retta (isolina) tra due denti adiacenti. I segmenti P-Q e S-T sono i più importanti. Ad esempio, il segmento P-Q si forma a causa di un ritardo nella conduzione dell'eccitazione nel nodo atrioventricolare (AV)..

INTERVALLI
L'intervallo consiste in un dente (complesso di denti) e un segmento. Quindi spaziatura = polo + segmento. I più importanti sono gli intervalli P-Q e Q-T..

Onde, segmenti e intervalli ECG.
Presta attenzione alle celle grandi e piccole (su di esse sotto).

Denti complessi QRS

Poiché il miocardio ventricolare è più massiccio del miocardio atriale e ha non solo pareti, ma anche un massiccio setto interventricolare, la diffusione dell'eccitazione in esso è caratterizzata dalla comparsa di un complesso QRS complesso sull'ECG.

Come selezionare correttamente i denti?

Prima di tutto, viene valutata l'ampiezza (dimensione) dei singoli denti del complesso QRS. Se l'ampiezza supera i 5 mm, la punta è indicata da una lettera maiuscola Q, R o S; se l'ampiezza è inferiore a 5 mm, allora minuscolo (piccolo): q, r o s.

L'onda R (r) è qualsiasi onda positiva (ascendente) che fa parte del complesso QRS. Se sono presenti più denti, i denti successivi sono contrassegnati da tratti: R, R ’, R", ecc..

L'onda negativa (verso il basso) del complesso QRS, situata di fronte all'onda R, è designata come Q (q) e dopo - come S (s). Se non ci sono affatto denti positivi nel complesso QRS, il complesso ventricolare è designato come QS.

Opzioni complesse QRS.

Normale:

L'onda Q riflette la depolarizzazione del setto interventricolare (il setto interventricolare è eccitato)

Onda R - depolarizzazione della maggior parte del miocardio ventricolare (l'apice del cuore e le aree adiacenti sono eccitati)

Onda S - depolarizzazione delle sezioni basali (cioè vicino agli atri) del setto interventricolare (la base del cuore è eccitata)

Onda R V1, V2 riflette l'eccitazione del setto interventricolare,

una R V4, V5, V6 - eccitazione dei muscoli dei ventricoli sinistro e destro.

La morte di aree del miocardio (ad esempio, con infarto miocardico) provoca l'espansione e l'approfondimento dell'onda Q, pertanto, questa onda viene sempre prestata molta attenzione.

Analisi ECG

Schema di decodifica ECG generale

  1. Verifica della correttezza della registrazione ECG.
  2. Frequenza cardiaca e analisi della conduzione:
    • valutazione della regolarità delle contrazioni cardiache,
    • conteggio della frequenza cardiaca (FC),
    • determinazione della fonte di eccitazione,
    • valutazione della conducibilità.
  3. Determinazione dell'asse elettrico del cuore.
  4. Analisi dell'onda P atriale e dell'intervallo P - Q.
  5. Analisi QRST ventricolare:
    • Analisi complessa QRS,
    • Analisi del segmento RS - T,
    • Analisi dell'onda T.,
    • Analisi dell'intervallo Q - T.
  6. Conclusione elettrocardiografica.

1) Verifica della correttezza della registrazione ECG

All'inizio di ogni nastro ECG, deve esserci un segnale di calibrazione - il cosiddetto millivolt di riferimento. Per fare ciò, all'inizio della registrazione, viene applicata una tensione standard di 1 millivolt, che dovrebbe visualizzare una deviazione di 10 mm sul nastro. La registrazione dell'ECG è considerata errata senza il segnale di calibrazione.

Normalmente, almeno una delle derivazioni degli arti standard o rinforzate, l'ampiezza deve superare i 5 mm e nelle derivazioni del torace - 8 mm. Se l'ampiezza è inferiore, si parla di tensione ECG ridotta, che si verifica in alcune condizioni patologiche..

2) Analisi della frequenza cardiaca e della conduzione:

    valutazione della regolarità delle contrazioni cardiache

La regolarità del ritmo è valutata dagli intervalli R-R. Se i denti sono alla stessa distanza l'uno dall'altro, il ritmo è chiamato regolare o corretto. La diffusione della durata dei singoli intervalli R-R è consentita non più del ± 10% della loro durata media. Se il ritmo è sinusale, di solito è corretto..

conteggio della frequenza cardiaca (FC)

Sulla pellicola ECG vengono stampati quadrati grandi, ognuno dei quali include 25 quadrati piccoli (5 verticali x 5 orizzontali).

Per calcolare rapidamente la frequenza cardiaca con il ritmo corretto, contare il numero di quadrati grandi tra due denti R-R adiacenti.

Con una velocità del nastro di 50 mm / s: HR = 600 / (numero di quadrati grandi).
Con una velocità del nastro di 25 mm / s: HR = 300 / (numero di quadrati grandi).

Ad una velocità di 25 mm / s, ogni piccola cella è 0,04 s,

e ad una velocità di 50 mm / s - 0,02 s.

Viene utilizzato per determinare la durata delle onde e degli intervalli.

Con un ritmo irregolare, la frequenza cardiaca massima e minima viene solitamente considerata in base alla durata rispettivamente dell'intervallo R-R più piccolo e più grande.

determinazione della fonte di eccitazione

In altre parole, stanno cercando dove si trova il pacemaker, che provoca contrazioni degli atri e dei ventricoli.

A volte questa è una delle fasi più difficili, perché vari disturbi dell'eccitabilità e della conduzione possono essere combinati in modo molto confuso, il che può portare a una diagnosi errata e un trattamento sbagliato..

Per determinare correttamente la fonte di eccitazione sull'ECG, è necessario conoscere bene il sistema di conduzione del cuore.

Ritmo SINUS (questo è un ritmo normale e tutti gli altri ritmi sono anormali).
La fonte di eccitazione è nel nodo seno-atriale.

Segni ECG:

  • nella derivazione II standard, le onde P sono sempre positive e si trovano davanti a ciascun complesso QRS,
  • Le onde P nella stessa derivazione hanno costantemente la stessa forma.

Onda P nel ritmo sinusale.

Ritmo atriale. Se la sorgente di eccitazione si trova nelle parti inferiori degli atri, l'onda di eccitazione si propaga agli atri dal basso verso l'alto (retrograda), quindi:

  • nelle derivazioni II e III le onde P sono negative,
  • Le onde P sono davanti a ciascun complesso QRS.

Onda P al ritmo atriale.

Ritmi dalla connessione AV. Se il pacemaker si trova nel nodo atrioventricolare (nodo atrioventricolare), i ventricoli sono eccitati come al solito (dall'alto verso il basso) e gli atri - retrogradi (cioè dal basso verso l'alto).

In questo caso, sull'ECG:

  • Le onde P possono mancare perché si sovrappongono ai normali complessi QRS,
  • Le onde P possono essere negative, localizzate dopo il complesso QRS.

Ritmo dalla giunzione AV, onda P che si sovrappone al complesso QRS.

Ritmo dalla giunzione AV, l'onda P è dopo il complesso QRS.

La frequenza cardiaca al ritmo dalla connessione AV è inferiore al ritmo sinusale ed è di circa 40-60 battiti al minuto.

Ritmo ventricolare o idioventricolare

In questo caso, la fonte del ritmo è il sistema di conduzione ventricolare..

L'eccitazione si diffonde attraverso i ventricoli in modi sbagliati e quindi più lentamente. Caratteristiche del ritmo idioventricolare:

  • I complessi QRS sono allargati e deformati (guarda "spaventoso"). Normalmente, la durata del complesso QRS è 0,06-0,10 s, quindi, con questo ritmo, il QRS supera 0,12 s.
  • non c'è pattern tra i complessi QRS e le onde P, perché la giunzione AV non emette impulsi dai ventricoli e gli atri possono essere eccitati dal nodo del seno, come normalmente.
  • Frequenza cardiaca inferiore a 40 battiti al minuto.

Ritmo idioventricolare. L'onda P non è associata al complesso QRS.

d. valutazione della conducibilità.
Per una corretta contabilizzazione della conducibilità, la velocità di registrazione.

Per valutare la conducibilità, misurare:

  • la durata dell'onda P (riflette la velocità dell'impulso attraverso gli atri), normalmente fino a 0,1 s.
  • la durata dell'intervallo P - Q (riflette la velocità dell'impulso dagli atri al miocardio ventricolare); Intervallo P - Q = (onda P) + (segmento P - Q). Normale 0,12-0,2 s.
  • la durata del complesso QRS (riflette la diffusione dell'eccitazione attraverso i ventricoli). Normale 0,06-0,1 s.
  • l'intervallo di deviazione interna nelle derivazioni V1 e V6. Questo è il tempo tra l'inizio del complesso QRS e l'onda R. Normalmente, in V1 fino a 0,03 se in V6 fino a 0,05 s. Viene utilizzato principalmente per riconoscere i blocchi di branca e per determinare la fonte di eccitazione nei ventricoli in caso di battiti ventricolari prematuri (contrazione straordinaria del cuore).

Misurazione dell'intervallo di deviazione interna.

3) Determinazione dell'asse elettrico del cuore.

4) Analisi dell'onda P atriale.

  • Normalmente, nelle derivazioni I, II, aVF, V2 - V6, l'onda P è sempre positiva.
  • Nelle derivazioni III, aVL, V1, l'onda P può essere positiva o bifasica (parte dell'onda è positiva, parte è negativa).
  • In lead aVR, l'onda P è sempre negativa.
  • Normalmente, la durata dell'onda P non supera 0,1 s e la sua ampiezza è 1,5 - 2,5 mm.

Deviazioni patologiche dell'onda P:

  • Le onde P appuntite di durata normale nelle derivazioni II, III, aVF sono caratteristiche dell'ipertrofia atriale destra, ad esempio, nel "cuore polmonare".
  • La divisione con 2 apici, l'onda P allargata nelle derivazioni I, aVL, V5, V6 è caratteristica dell'ipertrofia atriale sinistra, ad esempio, con difetti della valvola mitrale.

Formazione dell'onda P (P-polmonare) nell'ipertrofia atriale destra.

Formazione dell'onda P (P-mitrale) con ipertrofia atriale sinistra.

4) Analisi dell'intervallo P-Q:

normale 0,12-0,20 s.


Un aumento di questo intervallo si verifica con una ridotta conduzione degli impulsi attraverso il nodo atrioventricolare (blocco atrioventricolare, blocco AV).

Il blocco AV è di 3 gradi:

  • I grado: l'intervallo P-Q è aumentato, ma ogni onda P ha il proprio complesso QRS (non c'è perdita di complessi).
  • II grado - i complessi QRS cadono parzialmente, ad es. non tutte le onde P hanno il proprio complesso QRS.
  • III grado: blocco completo della conduzione nel nodo AV. Gli atri e i ventricoli si contraggono secondo il proprio ritmo, indipendentemente l'uno dall'altro. Quelli. si verifica il ritmo idioventricolare.

5) Analisi del complesso QRST ventricolare:

    Analisi complessa QRS.

- La durata massima del complesso ventricolare è 0,07-0,09 s (fino a 0,10 s).

- La durata aumenta con qualsiasi blocco di branca.

- Normalmente, l'onda Q può essere registrata in tutte le derivazioni degli arti standard e migliorate, nonché in V4-V6.

- L'ampiezza dell'onda Q normalmente non supera 1/4 dell'altezza dell'onda R e la durata è di 0,03 s.

- L'aVR del piombo ha normalmente un'onda Q ampia e profonda e persino un complesso QS.

- L'onda R, come la Q, può essere registrata in tutte le derivazioni degli arti standard e migliorate.

- Da V1 a V4, l'ampiezza aumenta (con rV1 può essere assente) e poi diminuisce in V5 e V6.

- L'onda S può essere di ampiezza molto diversa, ma di solito non più di 20 mm.

- L'onda S diminuisce da V1 a V4 e in V5-V6 potrebbe anche essere assente.

- Nella derivazione V3 (o tra V2 - V4), viene solitamente registrata una "zona di transizione" (uguaglianza delle onde R e S).

Analisi del segmento RS - T

- Il segmento S-T (RS-T) è un segmento dalla fine del complesso QRS all'inizio dell'onda T - - Il segmento S-T viene analizzato con particolare attenzione nell'IHD, poiché riflette una mancanza di ossigeno (ischemia) nel miocardio.

- Normalmente, il segmento S-T si trova nelle derivazioni dagli arti sull'isoline (± 0,5 mm).

- Nelle derivazioni V1-V3, il segmento S-T può essere spostato verso l'alto (non più di 2 mm) e in V4-V6 - verso il basso (non più di 0,5 mm).

- Il punto di transizione del complesso QRS nel segmento S-T è chiamato punto j (dalla parola giunzione - connessione).

- Il grado di deviazione del punto j dall'isolina viene utilizzato, ad esempio, per diagnosticare l'ischemia miocardica.

Analisi dell'onda T..

- L'onda T riflette il processo di ripolarizzazione del miocardio ventricolare.

- Nella maggior parte delle derivazioni in cui viene registrata una R alta, anche l'onda T è positiva.

- Normalmente, l'onda T è sempre positiva in I, II, aVF, V2-V6 e Tio> TIII, aV6 > TV1.

- In aVR, l'onda T è sempre negativa.

Analisi dell'intervallo Q - T.

- L'intervallo Q-T è chiamato sistole ventricolare elettrica, perché in questo momento tutte le parti dei ventricoli del cuore sono eccitate.

- A volte dopo l'onda T, viene registrata una piccola onda U, che si forma a causa di una maggiore eccitabilità a breve termine del miocardio ventricolare dopo la loro ripolarizzazione.

6) Conclusione elettrocardiografica.
Dovrebbe includere:

  1. Fonte del ritmo (seno o no).
  2. Regolarità del ritmo (corretto o no). Il ritmo sinusale è generalmente corretto, sebbene sia possibile un'aritmia respiratoria.
  3. Frequenza del battito cardiaco.
  4. Posizione dell'asse elettrico del cuore.
  5. La presenza di 4 sindromi:
    • disturbo del ritmo
    • disturbi della conduzione
    • ipertrofia e / o sovraccarico dei ventricoli e degli atri
    • danno miocardico (ischemia, distrofia, necrosi, cicatrici)

Interferenza sull'ECG

In relazione alle frequenti domande nei commenti sul tipo di ECG, ti parlerò dell'interferenza che potrebbe esserci sull'elettrocardiogramma:

Tre tipi di interferenza ECG (spiegati di seguito).

L'interferenza sull'ECG nel vocabolario degli operatori sanitari è chiamata suggerimento:
a) correnti di picco: induzione di rete sotto forma di oscillazioni regolari con una frequenza di 50 Hz, corrispondente alla frequenza di una corrente elettrica alternata in uscita.
b) "nuoto" (deriva) dell'isolina a causa dello scarso contatto dell'elettrodo con la pelle;
c) pickup causato da tremori muscolari (sono visibili frequenti fluttuazioni irregolari).

Algoritmo di analisi ECG: metodo di determinazione e standard di base


Articolo Successivo
Com'è lo studio del cervello?