Anemia, patologia emostatica, oncologia ematologica


L'anemia è una condizione patologica del corpo caratterizzata da una diminuzione del livello di emoglobina nel sangue. Se a una persona viene diagnosticata l'anemia, ha bisogno di cure. Dipenderà dalla gravità del disturbo, nonché dalla causa che ha portato alla caduta dell'emoglobina.

Gravità dell'anemia in base al livello di emoglobina

L'anemia si sviluppa sullo sfondo di altre malattie, agendo come un sintomo patologico di molti disturbi nel corpo. Inoltre, è sempre accompagnato da una diminuzione del livello di emoglobina nel sangue. Come risultato di tali cambiamenti, organi e tessuti iniziano a soffrire di mancanza di ossigeno. La fame di ossigeno è chiamata ipossia..

Normalmente, negli uomini adulti, il livello di emoglobina dovrebbe variare tra 130-180 g / l. Nelle donne, questa cifra è di 120-150 g / l..

Se questi valori iniziano a diminuire, i medici parlano di anemia, che può avere 3 gradi di gravità:

La prima gravità dell'anemia è caratterizzata da un calo dei livelli di emoglobina a 90-120 g / l. Questa condizione può essere corretta con una corretta alimentazione; non è richiesto il ricovero del paziente.

Quando il livello di emoglobina scende a 70-90 g / l si sviluppa un'anemia moderata. in questo caso, non sarà più possibile sbarazzarsi della violazione solo con l'aiuto di una dieta, sono necessari farmaci. Se una persona si sente soddisfatta, non viene ricoverata in ospedale.

Il terzo grado di gravità dell'anemia è caratterizzato da una diminuzione dei livelli di emoglobina inferiore a 70 g / l. In questo caso, la persona viene ricoverata in un ospedale dove viene eseguito un trattamento complesso. A seconda della causa che ha portato allo sviluppo dell'anemia, la terapia può essere sia conservativa che chirurgica.

1 lieve anemia

Se una persona sviluppa una lieve anemia di grado 1, di solito non ci sono sintomi del disturbo. Pertanto, il paziente potrebbe non sospettare nemmeno di avere cambiamenti patologici nella concentrazione di emoglobina nel sangue. Questo può essere determinato utilizzando test di laboratorio..

Sintomi che possono verificarsi con anemia lieve:

Perdita di concentrazione dell'attenzione.

Stanchezza rapida, sensazione di stanchezza costante, nonostante il corretto riposo.

Pelle pallida e mucose.

L'ipotensione ortostatica può essere un segno di anemia di primo grado. Allo stesso tempo, la pressione di una persona diminuisce quando la posizione del corpo cambia (con un forte aumento dal letto), che si esprime nell'oscuramento degli occhi. Anche in questo momento è possibile un aumento della frequenza cardiaca. Questo sintomo è chiamato tachicardia ortostatica..

Periodicamente, una persona può essere perseguitata da vertigini. Lo svenimento per il primo grado di anemia non è tipico.

Le ragioni. Le ragioni per lo sviluppo dell'anemia possono essere determinate solo da un medico. Per installarli, dovrai donare il sangue. Molto spesso, le persone soffrono di anemia da carenza di ferro, quando la mancanza di ferro porta a un calo dei livelli di emoglobina. Dopotutto, è questo oligoelemento necessario per la normale produzione di Hb. Secondo i dati medi, l'anemia da carenza di ferro colpisce fino al 50% dei bambini in tenera età, fino al 15% delle donne durante il periodo fertile della loro vita e fino al 2% degli uomini adulti. Come mostra l'analisi delle statistiche, ogni 3 abitanti della Terra ha una carenza di ferro nei tessuti latenti. Richiede circa l'80-90% di tutti i tipi di anemie.

L'anemia acuta da carenza di ferro è rara. In primo luogo, una persona ha una cosiddetta carenza di ferro pre-latente. Le riserve di oligoelementi sono esaurite solo nei tessuti. Man mano che la malattia progredisce, il livello non solo di depositi, ma anche di trasporto, così come la ghiandola eritrocitaria diminuisce. La gravità dell'anemia da carenza di ferro può essere minima o completamente nascosta.

Trattamento. Il trattamento di un lieve grado di anemia richiede una correzione nutrizionale, sebbene tutto dipenda dai motivi che hanno provocato questa violazione. Tuttavia, la dieta del paziente dovrà essere seguita senza fallo. Viene rispettato fino a quando il livello di emoglobina nel sangue non torna alla normalità. Assicurati di includere nel menu prodotti ricchi non solo di ferro, ma anche di vitamina B..

Questi alimenti includono: carne rossa, pesce, uova, noci, spinaci, barbabietole, melograni. La dieta deve includere pomodori, carote, erbe fresche, legumi (piselli, lenticchie e fagioli), farina d'avena, grano saraceno, pane, miele. Affinché il ferro venga assorbito meglio dall'organismo, dovresti arricchire il tuo menu con cibi ricchi di vitamina C.Aumenta la biodisponibilità di questo oligoelemento, il che facilita l'ingresso nel sangue. Inoltre, l'acido citrico e succinico migliora l'assorbimento del ferro. L'acido succinico è presente in quantità sufficienti in kefir, yogurt, olio di girasole, semi di girasole, orzo, pane Borodino, uva spina verde, mele, ciliegie, uva.

Ci sono anche cibi che, al contrario, rallentano l'assorbimento del ferro. Sono quelle bevande e piatti in cui viene superato il contenuto di tannini, polifenoli e ossalati. Pertanto, si consiglia di astenersi dal bere caffè, tè, proteine ​​della soia, latte intero, cioccolato.

Se si riscontra anemia di primo grado, il trattamento non deve essere ritardato. Altrimenti, la violazione progredirà e porterà a gravi conseguenze per il corpo. L'auto-selezione della terapia non è consentita.

Il farmaco non è generalmente richiesto per l'anemia lieve. Sono prescritti solo se la correzione nutrizionale non elimina il problema esistente. Il medico può prescrivere farmaci per un periodo minimo di 1,5 mesi e in dosaggi minimi. Se dopo un periodo di tempo specificato il livello di emoglobina ritorna normale, la dose viene dimezzata e il trattamento viene continuato per un altro mese. Questa misura ha lo scopo di consolidare il risultato. Oltre ai preparati a base di ferro puro, è possibile prescrivere complessi multivitaminici, che devono includere ferro e acido folico.

Spesso ai pazienti con anemia lieve vengono prescritti farmaci come:

Foglio di ferro, contenente non solo solfato ferroso, ma anche acido ascorbico, acido folico e cianocobalamina. Con un lieve grado di anemia, 1 capsula viene prescritta 3 volte al giorno. Prendi il farmaco dopo i pasti.

Ferroplex è rappresentato da un complesso di acido ascorbico e solfato ferroso. Con un lieve grado di anemia, 1 compressa è indicata 3 volte al giorno..

L'emofer prolungato viene prescritto 1 compressa 1 volta al giorno.

Dopo l'inizio dell'assunzione di integratori di ferro, i segni di anemia verranno interrotti già dal 3 ° giorno di trattamento, ma ciò non significa che sia ora di interrompere la terapia. La normalizzazione del livello di emoglobina nel sangue avverrà non prima di 6 settimane dall'inizio della terapia.

È imperativo che le persone a rischio siano controllate per lo sviluppo di anemia di prima gravità. Potrebbero non avere sintomi di anemia, ma il loro stato di salute indica un'alta probabilità di sviluppare anemia. Le persone a rischio includono:

Bambini di età inferiore ai 3 anni. Ciò è particolarmente vero per i bambini nati prematuramente o con basso peso alla nascita..

Bambini nati a seguito di gravidanze multiple.

Bambini nati da una donna che soffriva di anemia durante la gravidanza.

Bambini e adulti con diagnosi di elmintiasi e malattie dell'apparato digerente.

Per prevenire lo sviluppo di anemia lieve, è necessario monitorare la propria dieta e, se si è a rischio, eseguire regolarmente esami del sangue per determinare il livello di emoglobina.

2 anemia moderata

L'anemia moderata è caratterizzata da una diminuzione molto più pronunciata dei livelli di emoglobina nel sangue, che determina la gravità dei sintomi. Adesso sarà impossibile non notare l'anemia.

I suoi sintomi sono:

Insonnia con aumento della sonnolenza diurna.

Aumento della mancanza di respiro. Se prima si presentava solo sullo sfondo di sforzi fisici o era completamente assente, ora la mancanza di respiro apparirà anche a riposo.

La comparsa di "mosche" davanti agli occhi.

Gonfiore della pelle Al mattino, il gonfiore sotto gli occhi è particolarmente evidente, le cosiddette "borse".

Problemi alle articolazioni.

Pelle pallida e mucose pallide. La pelle diventa secca, soggetta a desquamazione, si formano crepe su di essa.

I capelli diventano grigi prima del tempo, cadono di più, diventano opachi. Lo stesso vale per la lamina ungueale. Nei pazienti con anemia, le unghie diventano pallide, perdono la loro naturale lucentezza.

La pelle diventa pastosa nella zona delle gambe, del viso e dei piedi.

La perversione del gusto si osserva in molti pazienti già nel secondo grado di anemia. In questo caso, una persona può essere tentata di mangiare argilla, sabbia, ghiaccio, gesso, carbone, pasta cruda, carne macinata cruda o cereali. Molto spesso, la perversione del gusto si verifica nei bambini, negli adolescenti e nelle giovani donne. Hanno aumentato la voglia di cibi acidi, piccanti e piccanti..

È possibile la perversione dell'olfatto. Una persona inizierà a inalare aromi disgustosi nelle persone sane (acetone, pittura, vernice, ecc.).

La forza muscolare del paziente diminuisce.

Nel 10% dei pazienti si osserva stomatite angolare, comunemente nota come "convulsioni".

Potrebbe esserci dolore alla lingua, così come una sensazione di scoppio della lingua dall'interno.

La sclera dell'occhio può acquisire un colore bluastro o un colore blu intenso. La carenza di ferro provoca disturbi nella produzione di collagene nella sclera degli occhi, che porta al loro assottigliamento. I vasi dell'occhio iniziano a brillare attraverso la sclera, che gli conferisce un colore caratteristico.

Una persona può provare un urgente bisogno di svuotare la vescica. Sarà difficile per lui trattenere l'urina nella vescica quando ride, starnutisce o tossisce violentemente.

Una persona con anemia di grado 2 inizia a soffrire più spesso di ARVI e altre malattie infiammatorie e infettive, poiché le prestazioni dei leucociti diminuiscono, l'immunità diminuisce.

Va tenuto presente che i sintomi elencati per esteso si osservano nei pazienti non solo con anemia da carenza di ferro, ma anche affetti da carenza di altre vitamine, minerali e sostanze nutritive..

Trattamento. A seconda di cosa ha causato esattamente lo sviluppo dell'anemia, il medico seleziona un regime di trattamento. Oltre alla dieta, il paziente avrà bisogno di farmaci..

I principi per costruire uno schema terapeutico sono i seguenti:

Se c'è un sanguinamento latente nel corpo umano, allora deve essere stabilito e fermato. Molto spesso, le ulcere localizzate sulle mucose dello stomaco e dell'intestino sanguinano. La terapia delle malattie dell'apparato digerente è di competenza del gastroenterologo.

Il paziente è preparato preparati contenenti ferro. Possono essere farmaci come: Ferroplex, Sorbifer Durules, Tardiferon, Ferretab, Maltofer, Fenuls, Ferrum lect, ecc..

Per normalizzare i processi di coagulazione del sangue nel corpo e per reintegrare la mancanza di vitamine, vengono prescritti complessi vitaminici. Possibile iniezione di vitamina B12 e vitamina B6.

Prescrizione di acido folico orale.

Se non è possibile eliminare la progressione dell'anemia con l'aiuto dei farmaci elencati, al paziente può essere prescritta una trasfusione di sangue.

I corticosteroidi (prednisolone, idrocortisone, ecc.) E gli antibiotici sono prescritti per lo sviluppo di processi infiammatori nel corpo.

Il cibo dietetico comporta il consumo degli stessi cibi dell'anemia di primo grado. È importante tenere conto che i prodotti di origine animale saturano il corpo con il ferro in misura maggiore rispetto agli alimenti di origine vegetale. Pertanto, l'accento dovrebbe essere posto sulla carne di manzo (carne e fegato), maiale (fegato), fegato di pollo e uova. È imperativo integrare la dieta con succhi: melograno, pomodoro, barbabietola e mela.

Un paziente in trattamento ambulatoriale non deve limitare la sua attività fisica. Se si sente soddisfacente, il paziente dovrebbe trascorrere del tempo all'aria aperta, mantenere una routine quotidiana ordinata ed evitare lo stress. Tutte le raccomandazioni mediche devono essere seguite in modo impeccabile. Altrimenti, l'anemia di grado 2 progredirà.

Grave anemia di grado 3

Una grave anemia di grado 3 si sviluppa sullo sfondo di un pronunciato calo del livello di emoglobina nel sangue.

Ciò causa lo sviluppo di sintomi gravi, che si manifestano con i seguenti cambiamenti patologici:

La debolezza muscolare aumenta, si sviluppa atrofia muscolare, che è causata da una mancanza di mioglobina e di enzimi respiratori dei tessuti.

I cambiamenti distrofici nella pelle e nelle sue appendici continuano a progredire.

Le unghie acquisiscono una caratteristica concavità a forma di cucchiaio. Questo sintomo è chiamato koilonychia..

Le mucose della bocca e della lingua sono interessate. Ai pazienti viene diagnosticata glossite, malattia parodontale e carie. Una caratteristica di un grave decorso di anemia è il sintomo della "lingua laccata" e atrofia delle papille situate su di essa..

Con una grave anemia, si sviluppano cambiamenti atrofici nella mucosa dell'apparato digerente. Il rivestimento dell'esofago diventa molto secco, il che rende difficile inghiottire il cibo. Inoltre, ai pazienti viene diagnosticata enterite e gastrite atrofica..

L'enuresi notturna è comune, con indebolimento degli sfinteri della vescica.

La temperatura del paziente può salire a livelli subfebrilari e rimanere a questo livello per lungo tempo.

Le ferite e le lesioni della pelle guariscono per un lungo periodo di tempo.

Trattamento. Un paziente con anemia di grado 3 viene ricoverato in ospedale. In ospedale, dovrebbe ricevere una terapia complessa. Solo la dieta e l'integrazione di ferro in questo caso non saranno sufficienti. La terapia è integrata con corticosteroidi, steroidi anabolizzanti, androgeni, citostatici. Spesso, ai pazienti con anemia di grado 3 vengono prescritte trasfusioni di sangue, farmaci per via endovenosa. In situazioni di emergenza, il paziente viene indirizzato per un'operazione di trapianto di midollo osseo. A volte è necessaria la rimozione della milza.

Il trattamento dell'anemia di grado 3 senza controllo medico è impossibile. Spesso, i tumori del sangue e del midollo osseo portano allo sviluppo di questa grave patologia. Prima di iniziare la terapia, il medico deve esaminare completamente il paziente. Durante il trattamento, le sue condizioni vengono monitorate.

Possibili cause di tutti i gradi di anemia

Ci sono molte ragioni che possono portare allo sviluppo di anemia. Prima di tutto, questo riguarda la carenza di minerali e vitamine, anche se non dovrebbero essere escluse varie malattie..

L'anemia da carenza di ferro si sviluppa sullo sfondo di una carenza cronica di questo elemento. Prende parte a molti processi metabolici ed è anche necessario per la sintesi dell'emoglobina. Il ferro dal corpo tende ad essere escreto. Per non sviluppare la sua carenza, un adulto deve ricevere almeno 20 mg di questo oligoelemento con prodotti alimentari al giorno. Altrimenti, aumenta la probabilità di sviluppare anemia..

L'impulso per la sua manifestazione può essere:

Errori di alimentazione. Spesso una situazione simile si verifica nei vegetariani o nelle persone a basso reddito che non sono in grado di fornirsi un menu completo..

Malattie dell'apparato digerente (enterite cronica, enteropatia, resezioni intestinali e gastriche, ecc.). Ciò comporta problemi con l'assorbimento del ferro..

Malattie croniche: esofagite erosiva, ulcere ed erosione dello stomaco e del duodeno, ernia diaframmatica, vene varicose dell'esofago, cancro dello stomaco o dell'intestino, emorroidi, tubercolosi polmonare, cancro ai polmoni.

Gravidanza e periodo dell'allattamento al seno, quando il corpo di una donna consuma quantità significative di ferro.

Gli sport intensi possono provocare una mancanza di ferro, dovuta alla crescita accelerata della massa muscolare.

Pubertà. In questo momento, il corpo cresce rapidamente, quindi il ferro fornito con il cibo potrebbe non essere sufficiente.

Emorragia interna. Molto spesso, la perdita di sangue cronica, non abbondante, ma prolungata, porta ad anemia da carenza di ferro. I pazienti stessi potrebbero non notarli. Ad esempio, sanguinamento uterino nelle donne durante le mestruazioni. Negli uomini, l'anemia da carenza di ferro si sviluppa più spesso con sanguinamento cronico dal tratto digestivo.

Carenza di vitamina B12. Questa è l'anemia che si verifica sullo sfondo di una mancanza di vitamina B12 nel corpo..

I seguenti fattori possono portare allo sviluppo di anemia da carenza di vitamina B12:

Mancanza di vitamina B12 nel menu.

Invasioni parassitarie, infezioni intestinali.

Malattie del sistema epatobiliare, come la cirrosi epatica.

Maggiore apporto di vitamina B12 da parte del corpo.

Esiste anche anemia da carenza di folati, che si sviluppa con un'assunzione insufficiente di acido folico. La norma di questa sostanza per un adulto è di 200-400 mcg al giorno. L'acido folico è di grande importanza per lo sviluppo del feto, così come per il normale corso della gravidanza. Le stesse ragioni che influenzano lo sviluppo dell'anemia da carenza di ferro porteranno all'anemia da carenza di folati..

L'aplastico è un altro tipo di anemia.

Le ragioni del suo verificarsi sono considerate:

Esposizione a radiazioni sul corpo: radiazioni ionizzanti e raggi X..

Malattie infettive: influenza, citomegalovirus, herpes, parotite, HIV, ecc..

Assunzione di alcuni farmaci: antibiotici, sulfonamidi, farmaci del gruppo FANS, farmaci per abbassare la pressione sanguigna.

Emolitico. È un'anemia caratterizzata dalla distruzione dei globuli rossi.

I fattori scatenanti che portano allo sviluppo dell'anemia emolitica possono essere:

Intossicazione del corpo con composti velenosi.

Gravi malattie infettive.

Trattamento con alcuni farmaci.

Un tipo separato di anemia è l'anemia emolitica. Si sviluppa sullo sfondo della perdita di sangue (acuta o cronica).

Le ragioni che hanno portato allo sviluppo della violazione:

Trauma o altre lesioni che causano sanguinamento.

Gravidanza ectopica con rottura dell'epididimo.

Tumori cancerosi di natura maligna.

Fibromi uterini accompagnati da perdita di sangue.

Tuttavia, la carenza di ferro è il tipo più comune di anemia. Si verifica spesso nelle donne in gravidanza sullo sfondo di tossicosi e vomito abbondante. Le donne che trasportano 2 o più feti corrono un rischio maggiore. Anche le malattie in una donna incinta, come la pielonefrite e l'epatite, possono portare allo sviluppo di anemia..

Metodi di trattamento

Conseguenze dell'anemia non trattata

Le conseguenze dell'anemia non trattata possono essere molto diverse, dall'ipossia lieve e appena percettibile di organi e tessuti a un esito fatale. Ciò dipende in gran parte da cosa ha causato esattamente il calo dell'emoglobina nel sangue, nonché dalla gravità della malattia..

Con l'anemia della prima gravità, sono possibili i seguenti problemi di salute:

Aumentando il carico sul cuore e sui vasi sanguigni.

L'insorgenza di epistassi, che è più comune durante l'infanzia.

Un calo dell'immunità, che può essere espresso in una maggiore frequenza di infezioni virali respiratorie acute negli adulti e nei bambini.

Deterioramento delle capacità mentali.

Per il feto, l'anemia materna comporta il rischio di ritardo della crescita intrauterina. Il bambino potrebbe nascere presto.

Una donna che soffre di anemia lieve può avere un indebolimento del travaglio. Durante la gravidanza, può essere perseguitata dalla tossicosi. Aumenta anche la probabilità di sanguinamento..

L'anemia moderata non trattata può portare alle seguenti complicazioni:

Distrofia miocardica. Sintomaticamente, questo si manifesta con mancanza di respiro, tachicardia, aritmia, espansione dei confini del cuore a sinistra, sordità dei suoni cardiaci, soffi sistolici.

Un'anemia grave e prolungata può portare a grave insufficienza circolatoria e insufficienza cardiaca.

L'ipossia cerebrale porta alla depressione. La qualità della vita del paziente è notevolmente ridotta, non dorme abbastanza di notte, si sente stanco durante il giorno.

Il terzo grado di anemia è un formidabile disturbo del corpo, che può portare a conseguenze disastrose:

Insufficienza renale acuta.

Emorragia difficile da fermare.

Con il terzo grado di anemia, aumenta la probabilità di morte. Tutti gli organi soffrono di ipossia, le loro prestazioni sono compromesse. Inoltre, un sistema immunitario indebolito diventa incapace di combattere le infezioni. Tutti hanno un corso prolungato e prolungato. Pertanto, l'assistenza al paziente dovrebbe essere fornita con urgenza..

L'anemia grave nelle donne in gravidanza minaccia di parto prematuro, gestosi, distacco della placenta, sanguinamento e altre complicazioni durante il travaglio.

Molto spesso, l'anemia è ben trattata, ma è necessario consultare un medico in modo tempestivo. Se ciò non viene fatto, la violazione progredirà. Nell'infanzia, l'anemia è pericolosa con un ritardo nello sviluppo mentale e fisico..

Per rilevare tempestivamente un problema esistente, è necessario donare regolarmente il sangue per determinare il livello di emoglobina, non rifiutare l'osservazione del dispensario. Se una persona è a rischio di sviluppare anemia, il medico può prescriverle un'assunzione preventiva di preparati di ferro.

L'anemia è un basso contenuto di globuli rossi funzionalmente completi (eritrociti) nel sangue, questa condizione è anche chiamata bassa emoglobina (leggi di più nell'articolo: cause e sintomi dell'emoglobina bassa). L'anemia può svilupparsi in una persona che soffre di molte altre malattie.

Per stabilire una diagnosi di anemia, è necessario donare il sangue per l'analisi. Questo studio non solo determinerà se una persona sta sviluppando anemia, ma chiarirà anche il tipo di disturbo e la sua gravità. Grazie ai test di laboratorio è possibile stabilire anche piccole deviazioni dalla norma.

In caso di anemia, vengono prescritti preparati di ferro, che consentono di coprire la mancanza di questo oligoelemento nel corpo. Di conseguenza, l'emoglobina sale a valori normali. I farmaci per il trattamento dell'anemia da carenza di ferro possono essere prescritti solo da un medico.

L'anemia è un disturbo comune che si trova in ogni 7 residenti in Russia. Inoltre, molte persone non sospettano nemmeno che il livello di emoglobina ed eritrociti nel sangue sia basso. L'anemia si presenta spesso con sintomi come aumento della stanchezza e affaticamento.

L'anemia, o come viene comunemente chiamata, "anemia" è una condizione caratterizzata da una diminuzione del livello di emoglobina e / o globuli rossi nel sangue. La maggior parte dei pazienti, dopo aver appreso la diagnosi, si chiede come trattare l'anemia a casa. Questo è ciò che verrà discusso nell'articolo..

Classificazione e gravità dell'anemia

Anemia: che cos'è?

Innanzitutto, dovresti determinare le norme di età dell'emoglobina (Hb) nel sangue. La soglia inferiore di Hb a seconda dell'età (g / l):

  • alla nascita - 145-225;
  • fino a 2 mesi - 140-90;
  • da 3 mesi fino a 5 anni - 100;
  • da 5 a 12 anni - 115;
  • da 12 a 15 anni - 120;
  • uomini adulti - 130-160;
  • donne - 120-140;
  • incinta - 110.

Con l'anemia, non solo la quantità di emoglobina cambia, ma questo indicatore è il principale quando si effettua una diagnosi.

Classificazione delle anemie

L'anemia si distingue per il livello di caduta di Hb:

  • Grado 1 (lieve) - caduta al 20% del livello normale (110-90 g / l);
  • 2 gradi (moderato) - una diminuzione del livello del 20-40% (da 90 a 70 g / l);
  • Grado 3 (grave): diminuzione dell'Hb del 40% o più (inferiore a 70 g / l).

Il secondo parametro del sangue più importante - l'indicatore di colore - è normalmente 0,86 - 1,1. A seconda delle sue fluttuazioni, l'anemia si distingue:

  • normocromico - CP entro i limiti normali;
  • ipocromico - CP inferiore a 0,86;
  • ipercromico - CPU superiore a 1.1.

Un altro indicatore del sangue - i reticolociti - sono i giovani eritrociti. Il loro livello normale varia dallo 0,2 al 2%. Il loro numero indica la funzione rigenerativa del midollo osseo. In base al grado di fluttuazioni del livello dei reticolociti, l'anemia è suddivisa nei seguenti tipi:

  • Aregenerative (aplastiche) - le cellule giovani sono assenti, il midollo osseo non produce reticolociti;
  • iporegenerativo: il livello dei reticolociti è inferiore allo 0,5%, il midollo osseo non affronta sufficientemente la funzione rigenerativa;
  • normoregenerativo (con perdita di sangue) - il livello dei reticolociti è normale;
  • ipergenerativo (con forma emolitica) - la conta dei reticolociti supera il 2%, c'è una maggiore reazione del midollo osseo.

Non meno importante divisione delle anemie in tipi - patogenetici - indica la causa dei cambiamenti ematologici. Esistono i seguenti tipi di anemie:

  • carenza di ferro - causata da carenza di ferro nel corpo (diete, vegetarianismo ed errori nutrizionali, mancanza di vitamine, in particolare vitamina e gruppo B, parassiti intestinali, infezioni respiratorie acute);
  • postemorragico - provocato da perdita di sangue acuta / cronica (chirurgia, trauma, sanguinamento intestinale / uterino);
  • disemopoietico - si forma quando la funzione ematopoietica del midollo osseo è compromessa (una diminuzione di tutti i parametri cellulari - eritrociti, piastrine, leucociti);
  • emolitico: aumento della distruzione dei globuli rossi, i globuli rossi vivono meno di 120 giorni (malattia autoimmune, abuso di aceto, assunzione di determinati farmaci, linfoma);
  • Carenza di vitamina B12: mancanza della vitamina corrispondente;
  • carenza di folati - carenza di acido folico.

Anemia nelle donne in gravidanza

Particolare attenzione è rivolta all'identificazione dei primi segni di anemia durante la gravidanza. Una condizione patologica può non solo peggiorare il benessere della futura mamma, ma anche influenzare seriamente lo sviluppo del feto. Emocromo normale in una donna incinta (tra parentesi sono dati per uno stato al di fuori della gravidanza):

  • emoglobina - 105-110 (120-140) g / l;
  • eritrociti - 3,00 - 3,5 (3,45 - 3,95) × 1012 / l;
  • ematocrito - 33-35 (40-42) ‰;
  • leucociti - 5-15 (4-10) × 109 / l;
  • piastrine - 150 (300) × 109 / l;
  • ESR - 80-50 (13-26) mm / h;
  • reticolociti - 10 - 25 (5 - 10) ‰.

Queste differenze sono spiegate dalla ristrutturazione del corpo femminile durante la gravidanza e dalla preparazione al parto programmata dalla natura. Inoltre, un aumento del volume sanguigno porta ad una diminuzione dei parametri delle cellule del sangue..

Molto spesso, alle donne in gravidanza viene diagnosticata l'anemia da carenza di ferro. La quantità richiesta di ferro per la futura mamma è di 3,5 mg / giorno. (nello stato normale, 0,6 mg / giorno sono sufficienti.). Tuttavia, la capacità massima della sua assimilazione dal cibo non supera i 2 mg / giorno..

Quadro clinico

I disturbi iniziali nel corpo non danno immediatamente un quadro clinico. Nella fase prelato, il corpo consuma prima il ferro depositato e solo allora segnala il problema delle alterazioni del sangue. Sintomi di lieve anemia:

  • cambiamenti nel gusto (forte desiderio di mangiare salato / piccante, desiderio di mangiare gesso, cenere o terra) e odore (attrattiva di odori sgradevoli di benzina o vernice);
  • debolezza muscolare, affaticamento;
  • attacchi improvvisi di mal di gola;
  • distrazione, spesso mal di testa.

Con lo sviluppo dell'anemia, i sintomi di cui sopra aumentano, si uniscono i seguenti segni:

  • i capelli diventano opachi, cadono;
  • pelle / mucose pallide e secche;
  • pallore delle unghie, la loro fragilità.

Sintomi di anemia grave:

  • capogiri e cadute spesso portano a svenimenti;
  • gonfiore delle gambe;
  • temperatura fino a 37,2 ° C;
  • la debolezza muscolare spesso porta all'incontinenza urinaria;
  • mancanza di respiro, palpitazioni cardiache;
  • violazione della ciclicità delle mestruazioni e del volume di sanguinamento;
  • frequenti infezioni respiratorie (una conseguenza del fallimento del sistema immunitario).

Il paziente ha spesso convulsioni alle labbra, unghie a coste a forma di cucchiaio, perdita di capelli su larga scala, capelli grigi senza età e pelle verdastra / grigia.

Diagnostica

La diagnosi viene fatta dall'emoglobina (il livello della sua diminuzione), su un esame del sangue esteso, incluso il conteggio del numero di reticolociti. Anche l'analisi biochimica è informativa:

  • diminuzione della ferritina (norma 15-150 μg / l);
  • un calo del ferro sierico (inferiore a 12 μmol / L per le donne e 13 μmol / L per gli uomini);
  • diminuzione della saturazione di ferro della transferrina (meno del 16%);
  • TIBSS sovrastimato - capacità totale di legare il ferro del siero (più di 86 μmol / l).

Questo studio indica che sono possibili anche carenza di ferro, cambiamenti patologici nella forma e nel numero di globuli rossi.

Trattamento

La terapia della malattia dipende dalla gravità dell'anemia e dalla causa che l'ha causata. Attività di trattamento:

  • Correzione della nutrizione - inclusione nella dieta di vitello e fegato, piselli / fagioli, carote e barbabietole, uva e melograni, alimenti ricchi di vitamina C (pesce, pollame), caffè limitante e tè forte.
  • Terapia vitaminica - gruppo B (la migliore preparazione è il complesso vitaminico B), vit. C e A, compresse di acido folico.
  • Eliminazione della carenza di ferro - assunzione con il cibo, corso fino a 3 mesi. (Sorbifer, Ferrovit Forte, Totem, ecc.).

Di solito, se si seguono le raccomandazioni e si assumono per via orale i farmaci prescritti dal medico, l'anemia di primo grado viene eliminata entro un mese. L'anemia moderata richiede spesso l'uso di forme iniettabili di vitamine e preparati contenenti ferro. Il corso del trattamento richiede spesso la ripetizione per ottenere un risultato duraturo..

L'anemia grave richiede misure più drastiche. La priorità è salvare la vita del paziente e prevenire cambiamenti irreversibili. Il problema di fermare il sanguinamento da rottura e con una grande perdita di sangue durante l'intervento chirurgico è particolarmente acuto. A Hb inferiore a 50-40 g / l, si consiglia di infondere sangue e massa eritrocitaria. Un effetto positivo è dato dalla terapia con corticosteroidi e steroidi anabolizzanti. Una prognosi ancora più grave per l'anemia aplastica, per il cui trattamento spesso l'unica soluzione è il trapianto di midollo osseo.

Anemia

Informazione Generale

Anemia: cos'è questa malattia?

L'anemia da carenza di ferro (anemia) è generalmente considerata piuttosto come un sintomo di un'altra malattia o come una condizione che si verifica quando la concentrazione di ferro nel corpo è insufficiente.

Cause e fattori che contribuiscono allo sviluppo della sindrome anemica:

  • La malattia si sviluppa nei bambini piccoli e negli adulti che seguono una dieta rigorosa se non ottengono la quantità necessaria di ferro dal cibo.
  • Sullo sfondo di disturbi dell'apparato digerente. È noto che l'assorbimento degli oligoelementi avviene nell'intestino tenue (sezioni superiori) e nello stomaco. Inoltre, dopo aver rimosso una parte dello stomaco, la capacità del sistema digerente di assorbire è compromessa.
  • La sindrome anemica può svilupparsi a causa di una grande perdita di sangue. Questa è la causa principale delle condizioni di carenza di ferro. Spesso la sindrome si verifica nelle donne a causa di una grande perdita di sangue durante le mestruazioni abbondanti e in coloro che soffrono di ulcere del tratto digerente, cancro allo stomaco, emorroidi, neoplasie del colon.
  • Riduzione del tempo di vita degli eritrociti nel sangue o loro rapida distruzione. Normalmente, la vita di un eritrocita è di 4 mesi. In alcuni casi, la patologia della milza è la causa dell'emolisi. Si sviluppa anemia emolitica o falciforme. Con questa malattia, il corpo produce emoglobina anormale..

Se si sospetta l'anemia, è importante cercare immediatamente l'aiuto di uno specialista. Il medico aiuterà a identificare le cause e i trattamenti per la malattia. La sindrome porta a una diminuzione dell'immunità, a un calo della forza e a una limitazione della capacità lavorativa. Inoltre, l'anemia può diventare un segnale importante sullo sviluppo di altre patologie e gravi problemi nel lavoro dei singoli organi e dei loro sistemi..

La diagnosi viene fatta da un esame del sangue e il trattamento, di regola, consiste nel ripristinare la quantità di ferro con l'aiuto di leks. droghe. I medicinali vengono assunti per via orale o somministrati per iniezione.

Sesso, etàSoglia Íb (V / L)Soglia Íb (G /%)
Bambini da 3 mesi a 5 anni11011.0
Bambini dai 5 ai 12 anni11511.5
Ragazzi dai 12 ai 15 anni12012.0
Uomini dai 15 anni130-16013.0 - 16.0
Donne dai 15 anni120 - 14012.0 - 14.0
Donne incinte11011.0

Patogenesi, fasi di sviluppo

Esistono 3 meccanismi principali per lo sviluppo dell'anemia:

  • A causa di una violazione del processo di formazione degli eritrociti e della formazione dell'emoglobina. Questo tipo di meccanismo può essere rintracciato in caso di insufficiente apporto di ferro, acido folico e vitamina B12, nelle malattie del midollo osseo. A volte può verificarsi uno stato di carenza a causa dell'assunzione di dosi elevatissime di vitamina C.Quando si assumono dosi eccessive di ascorbico, la vitamina B12 viene bloccata e i processi di emopoiesi vengono disturbati.
  • Perdita acuta di globuli rossi. Di solito - queste sono le conseguenze di sanguinamento acuto, operazioni e lesioni. Con sanguinamento cronico in piccoli volumi, la causa dell'anemia non è solo la perdita di globuli rossi, ma anche una mancanza di ferro sullo sfondo della perdita di sangue cronica.
  • Sindrome anemica: le conseguenze della distruzione accelerata dei globuli rossi. Con il normale funzionamento del midollo osseo e di altri organi ematopoietici, gli eritrociti vivono per circa 4 mesi, quindi vengono distrutti. Con l'anemia emolitica, l'emoglobinopatia e così via, il tasso di distruzione dei globuli rossi è superiore alla loro produzione. A volte il processo procede sotto l'influenza di stimoli esterni, sostanze chimiche (aceto).

Classificazione, tipi di anemia

Considera i diversi tipi negli adulti. L'anemia è un sintomo, non una malattia separata e può verificarsi con una serie di malattie. Di regola, sono associati a una lesione primaria del sistema ematopoietico o non dipendono da esso. È impossibile fare una chiara classificazione nosologica delle anemie. Per questo, viene utilizzato il principio di convenienza pratica. Di conseguenza, la malattia è suddivisa in base a un unico criterio di classificazione, in base all'indicatore di colore.

Un calo del livello di emoglobina nel sangue è più spesso osservato con una diminuzione simultanea del numero e della qualità degli eritrociti. Qualsiasi tipo di anemia porterà sicuramente a una diminuzione dell'efficienza della funzione respiratoria del sangue, il verificarsi di carenza di ossigeno nei tessuti. Questo di solito è visto da pallore della pelle, debolezza, forte affaticamento, mal di testa, vertigini, mancanza di respiro, battito cardiaco accelerato, ecc..

I principali tipi di anemia

Il medico prescrive un esame di routine di uno striscio di sangue; durante l'analisi, il morfologo deve indicare le deviazioni nella dimensione degli eritrociti. La diminuzione può essere sia nel più piccolo (anemia microcitica) che nel più grande (macrocitico). Tuttavia, se la valutazione necessaria viene effettuata senza micrometri speciali, è molto soggettiva..

Le anemie che possono svilupparsi nella malattia renale, ipoplastica, AChD e post-emorragica acuta sono indicate come normocitiche. Le anemie macrocitiche sono normo e ipercromiche e le anemie microcitiche sono ipocromiche.

Molto più informativo è un esame del sangue automatico, in cui si osserva una chiara standardizzazione di indicatori importanti. Prendi in considerazione il volume corpuscolare medio (RMS), che può essere misurato in femtolitri (fl, fl). Il normale valore RMS è di 80-90 fl ed è chiamato normocitosi. Se l'indicatore viene aumentato a 95 o più, viene registrato lo sviluppo della macrocitosi. Con una diminuzione inferiore a 80 fl, viene diagnosticata la microcitosi. Il metodo automatico ha anche i suoi svantaggi: apparecchiature piuttosto costose e sensibili che necessitano di un'adeguata manutenzione..

Quando si sostituisce l'indicatore di colore con RMS, la normale classificazione delle anemie per indicatore di colore non viene violata. Le anemie sono suddivise in gruppi in base a varie caratteristiche. La classificazione si basa solitamente sulla convenienza e sulla rilevanza pratica per la diagnosi..

Per indicatore di colore

Classificazione dell'anemia in base al colore

L'indicatore di colore mostrerà il grado di saturazione dell'eritrocita con l'emoglobina. In una persona sana, la CPU oscilla tra 0,86 e 1,1. A seconda di ciò, tali anemie si distinguono:

  • Anemia ipocromica, se la PC è inferiore a 0,86 (secondo alcune classificazioni inferiore a 0,8). Questi test diagnosticano la talassemia o l'anemia da carenza di ferro..
  • Con l'anemia normocromica, il sistema circolatorio varia da 0,86 a 1,1. In questo caso, il paziente ha anemia post-emorragica, anemie emolitiche, anemie aplastiche, malattie neoplastiche del midollo osseo, tumori extra del midollo osseo, anemia dovuta a una diminuzione della velocità di produzione e della quantità di eritropoietina..
  • Anemia ipercromica - con CP superiore a 1.1. Tali indicatori sono tipici dell'anemia da carenza di folati, nonché dell'anemia da carenza di vitamina B12, per la sindrome mielodisplastica.

Classificazione delle anemie in base alla gravità

Viene eseguito a seconda della gravità della diminuzione del livello di emoglobina nel sangue. La classificazione della gravità presuppone:

  • lieve (quando il livello di emoglobina è inferiore al normale, ma rimane superiore a 90 grammi per litro);
  • gravità moderata (quando l'emoglobina è 70-90 g / l);
  • grave (quando il livello di emoglobina rimane inferiore a 70 grammi per litro).

La divisione del grado di anemia per il livello di emoglobina è abbastanza comune. Molto spesso, è dall'emoglobina che la diagnosi viene confermata e quindi viene eseguita una diagnosi più dettagliata.

Cos'è l'anemia di grado 1?

È caratterizzato da un leggero calo della quantità di emoglobina nel sangue. Di solito compaiono i seguenti sintomi:

  • fatica;
  • apatia;
  • malessere generale;
  • si sviluppa spesso nelle donne in gravidanza.

Come accennato in precedenza, l'anemia di grado 1 viene registrata se il livello di oligoelementi nel sangue è inferiore al normale, ma superiore a 90 g per litro..

Inoltre, il primo grado della malattia colpisce spesso i bambini piccoli nati con gravidanze multiple o bambini prematuri. Nei bambini più grandi si tratta di malattie parassitarie o errori nutrizionali. L'anemia lieve è più facile da trattare. Di solito si consiglia di seguire una dieta e mangiare pesantemente. Con un lieve grado di anemia, è necessario includere vari oligoelementi e vitamine nella dieta, principalmente ferro e vitamina B12.

Anemia moderata

L'anemia di 2 ° grado o di gravità moderata si verifica non solo quando il livello di emoglobina scende a 70 g / l. Ci sono vertigini e mal di testa, mancanza di respiro, battito cardiaco accelerato, difficoltà a respirare. I bambini spesso si ammalano, hanno labbra e pelle pallide. Al 2 ° grado di anemia, può verificarsi carenza di ossigeno nel feto, la contrattilità del miocardio diminuisce. Trattamento farmacologico + dieta, dovresti stare di più e camminare all'aria aperta.

Anemia di grado 3 o anemia grave

In questa fase, l'anemia acuta è pericolosa per la vita. Al grado 3 si osservano unghie e capelli fragili, una diminuzione acuta delle difese del corpo, intorpidimento degli arti, problemi al cuore e ai vasi sanguigni. Il bambino inizia ad ammalarsi spesso.

Le conseguenze di un tale sintomo nelle donne in gravidanza saranno particolarmente gravi. Questo può influire negativamente sul feto, la madre svilupperà cambiamenti degenerativi nell'utero e nella placenta. L'anemia di grado 3 viene trattata in ospedale, con trasfusioni di globuli rossi e altri tipi di trattamento farmacologico.

Classificazione in base alla capacità del midollo osseo di rigenerarsi

Il segno principale di tale divisione è considerato il numero di giovani eritrociti (reticolociti) nel quadro del sangue periferico. Normalmente, l'indicatore va dallo 0,5 al 2%.

  • Anemia aregenerativa (p. Es., Anemia aplastica) - senza reticolociti.
  • Iporegenerativo (anemia da carenza di vitamina B12 o anemia da carenza di ferro) - reticolociti inferiori allo 0,5%.
  • Rigenerativo o normoregenerativo (post-emorragico) - reticolociti 0,5 - 2%.
  • Iperregenerativo (anemie emolitiche): il numero di reticolociti è superiore al 2%.

Classificazione patogenetica

Questa classificazione si basa su vari meccanismi di sviluppo dell'anemia come processo patologico.

  • Carenza di Fe associata - Anemie da carenza di ferro.
  • Anemie emolitiche - associate ad una maggiore distruzione dei globuli rossi.
  • Anemia emolitica - in caso di ridotta formazione di sangue nel midollo osseo rosso.
  • Anemia post-emorragica - con perdita di sangue acuta o cronica.
  • Anemie da carenza di vitamina B12 e folati.

Per eziologia

Anemie derivanti da infiammazione cronica

  • Malattia di Horton;
  • poliarterite nodosa;
  • lupus eritematoso sistemico.

Anemie megaloblastiche: miocardite emolitica e anemia perniciosa.

Anemia ipocromica

Ipocromia: che cos'è?

L'ipocromia è un nome comune per varie forme di anemia, in cui l'indice di colore del sangue, a causa della mancanza di emoglobina, è inferiore a 0,8. Non incluso nell'elenco delle unità nosologiche. In un esame del sangue, l'emoglobina media in questa condizione è inferiore a 30 picogrammi e la concentrazione media di emoglobina in un eritrocita è inferiore a 330 g per litro. Non cambia solo il colore, ma anche il diametro (macro o microcitosi) e la forma. Molto spesso, con questo tipo di patologia del sangue rosso, i globuli assumono la forma di anelli con un centro rosso pallido e bordi rosso scuro (scoloriti).

Forme patologiche di eritrociti possono verificarsi a causa di:

  • Anemia da carenza di ferro con perdita di sangue (emorragica), ridotto assorbimento del ferro, aborto spontaneo, ecc..
  • Avvelenamento cronico da piombo.
  • Talassemie: violazioni della normale sintesi delle catene polipeptidiche nella struttura dell'emoglobina.
  • Violazioni della sintesi e dell'utilizzo delle porfirine.
  • Ipovitaminosi B6.
  • In caso di disturbi metabolici, processi infiammatori cronici di genesi non infettiva e infettiva.

L'anemia diseritropoietica è un intero gruppo di malattie del sangue piuttosto rare che insorgono a causa di una violazione dei processi di eritropoiesi. Allo stesso tempo, la maggior parte dei giovani eritrociti muore immediatamente dopo la formazione nel midollo osseo e il numero di normociti è significativamente ridotto. Questo tipo di disturbo suggerisce una natura qualitativa, quantitativa, cinetica o combinata del disturbo da eritropoiesi..

Si dovrebbe menzionare questo tipo di malattia: anemia macrocitica ipercromica o anemia. In cui si osserva anche una diminuzione del numero di eritrociti e del livello di emoglobina in un singolo volume sanguigno. Di norma, con questo tipo di violazione, il cuore ei vasi sanguigni falliscono in parallelo..

Anemia post-emorragica

Secondo il codice ICD-10 - Anemia post-emorragica acuta D62. Questo sintomo si verifica dopo la perdita di sangue. Suddiviso in anemia acuta post-emorragica e anemia cronica post-emorragica. L'anemia acuta si sviluppa dopo un'emorragia acuta e abbondante, l'anemia cronica si verifica dopo un sanguinamento lieve e prolungato.

Durante una rapida perdita di sangue, il volume del sangue circolante è significativamente ridotto. In risposta a un tale evento, si verifica una reazione compensatoria, che consiste nell'eccitazione della parte simpatica del sistema nervoso e nel vasospasmo riflesso. Il polso accelera e si indebolisce. I vasi della pelle e dei muscoli si restringono il più possibile, il sangue scorre verso i vasi del cervello, i vasi coronarici, che mantengono l'apporto di sangue agli organi vitali. Con la progressione del processo, inizia a svilupparsi lo shock post-emorragico..

Un sintomo clinico caratteristico dell'anemia post-emorragica è l'insufficienza vascolare acuta dovuta all'ipovolemia (svuotamento del letto vascolare). Esternamente, questo si manifesta con collasso ortostatico, mancanza di respiro, palpitazioni. Nei primi minuti di perdita di sangue, il livello di emoglobina può anche essere alto, ma dopo che il fluido tissutale è entrato nel letto vascolare, questo indicatore diminuisce, anche se l'emorragia si è già interrotta. L'indicatore di colore rimane normale, allo stesso tempo c'è una perdita di eritrociti e ferro, anemia normocromica. Entro il secondo giorno il numero dei reticolociti aumenta, raggiungendo i valori massimi nei giorni 4-7 (anemia iperregenerativa).

La diagnosi viene fatta sulla base dei segni clinici e dei parametri di laboratorio, un aumento del livello di azoto residuo, se il sanguinamento si è verificato nel tratto gastrointestinale superiore. La cosa più importante con tale anemia normocromica è eliminare la perdita di sangue stessa, reintegrare il volume di sangue eliminato con massa eritrocitaria ed eparina (fino al 60% del sangue perso), sostituti del sangue (soluzione di albumina al 5%, soluzione di Ringer, Reopolyglucin).

Quando si effettua una diagnosi di anemia post-emorragica, è necessario tenere conto delle informazioni sulla perdita di sangue acuta che si è verificata in presenza di sanguinamento esterno. Dopo una massiccia diagnosi interna si basa su segni clinici e, senza fallo, test di laboratorio (Weber, Gregersen). La base per la diagnosi servirà anche come aumento del livello di azoto residuo durante il sanguinamento dal tratto digestivo superiore..

Dopo che la crisi e il periodo acuto sono trascorsi, al paziente vengono prescritti preparati di ferro, vitamine dei gruppi B, E e C. Tale terapia viene eseguita entro 6 mesi. Con una perdita di oltre il 50% del volume sanguigno circolante, la prognosi è infausta.

Anemia da carenza di folato

La condizione può svilupparsi a seguito di una diminuzione dell'assunzione di acido folico nel corpo o di una violazione dei processi di assorbimento nel tratto digestivo. Il trattamento consiste nell'assunzione aggiuntiva della sostanza mancante.

Contrariamente alla patologia associata alla mancanza di vitamina B12, l'anemia da carenza di folati viene diagnosticata molto meno frequentemente..

Funzione dell'acido folico nel corpo

Una delle principali cause dell'anemia da carenza di acido folico è l'insufficiente contenuto di acido folico nella dieta. Va ricordato che è necessario includere più verdure e fegato nel menu giornaliero. Inoltre, la salute è significativamente influenzata da intossicazione da alcol, gravidanza, neoplasie maligne, alcune dermatiti, emolisi.

Questo tipo di malattia si verifica quando si verifica un malassorbimento (ad esempio, con la celiachia), sotto l'azione di farmaci, Metotrexato, Triamterene, anticonvulsivanti, barbiturici, Metformina, ecc..

Inoltre, la salute è influenzata dalla carenza di cianocobalamina e del suo coenzima - metilcobalamina. In tali condizioni, non vi è alcuna trasformazione dell'acido folico in una forma coenzima. Di conseguenza, il processo di normale divisione cellulare viene interrotto, le cellule del tessuto ematopoietico, che in precedenza si moltiplicavano attivamente, iniziano a soffrire. I processi di maturazione e riproduzione degli eritrociti sono inibiti, la loro aspettativa di vita è ridotta. Le modifiche si applicano anche ai leucociti, si verificano leucopenia e trombocitopenia.

Inoltre, come risultato di una mitosi impropria, compaiono cellule epiteliali giganti del canale alimentare e si sviluppano processi infiammatori nella mucosa, stomatite, gastrite, esofagite ed enterite. La violazione primaria della secrezione e il processo di assorbimento del fattore interno sono ulteriormente aggravati, aumenta la carenza di vitamine. Segue un circolo vizioso.

A causa della conseguente mancanza di cianocobalamina, i prodotti metabolici tossici per le cellule nervose iniziano ad accumularsi nel corpo. A quel tempo, gli acidi grassi con una struttura distorta iniziarono a essere sintetizzati nelle fibre. C'è un cambiamento graduale nella qualità delle cellule del midollo spinale e i plessi nervosi periferici e cranici sono interessati, si sviluppano sintomi neurologici.

Con questo tipo di anemia, di regola, i sintomi del paziente sono standard: stanchezza elevata, palpitazioni cardiache, unghie e labbra pallide, lingua rosso vivo. Nelle fasi iniziali, è quasi impossibile rintracciare i segni di danni al tratto NS e gastrointestinale. L'esame rivela anemia macrocitica ipercromica, leucopenia, trombocitopenia. E il trattamento con vitamina B12 non migliora i parametri di laboratorio. La diagnosi può essere confermata determinando il livello di acido folico sierico e negli eritrociti. Normalmente il suo contenuto varia da 100 a 450 ng / l. Con l'anemia da carenza di folati, la concentrazione di acido folico negli eritrociti è significativamente ridotta.

Se viene eseguita l'analisi del quadro del sangue periferico, si nota anemia ipercromica (macrocitica) con una diminuzione generale del livello di emoglobina ed eritrociti. La bilirubina indiretta cambia raramente.

Come profilassi e per il trattamento dell'anemia da carenza di folati, l'acido folico deve essere prescritto alla dose di 1 mg / die, per via orale. Se necessario, il medico può aumentare la dose. I miglioramenti dovrebbero avvenire entro 3-4 giorni, anche i sintomi neurologici dovrebbero passare. Altrimenti, dobbiamo parlare della mancanza di vitamina B12 e non di acido folico.

È imperativo effettuare la prevenzione della carenza di acido folico nelle donne in gravidanza e nei pazienti che assumono determinati gruppi di lek. droghe. Per la profilassi, vengono prescritti 5 mg di sostanza al giorno..

Anemia da carenza di vitamina B12

Si riferisce al tipo di anemie da carenza vitaminica (megaloblastica) che si verificano quando l'assunzione di vitamina B12 (cianocobalamina) è insufficiente. Come conseguenza dell'anemia da carenza di vitamina B12, la funzione ematopoietica, i sistemi nervoso e digerente sono interessati. A differenza dell'anemia da carenza di folati B12, si sviluppa in età avanzata o senile, il più delle volte nella metà maschile. La malattia compare gradualmente.

Una persona che soffre di anemia da carenza di vitamina B12 sperimenterà sintomi generali: debolezza, riduzione delle prestazioni, mancanza di respiro, vertigini, sensazione di bruciore dietro lo sterno, dolore alle gambe e alla lingua, parestesia, instabilità dell'andatura. Tali sintomi saranno combinati con un colore della pelle itterico, glossite, un leggero aumento del fegato e della milza, un soffio sistolico basso e sordità dei suoni cardiaci. Spesso, anche il sistema nervoso è colpito, si sviluppa sclerosi combinata o mielosi funicolare, la sensibilità è ridotta, polineurite, atrofia muscolare, paralisi degli arti inferiori.

Emocromo per l'anemia da carenza di vitamina B12

L'anemia si sviluppa a causa della mancanza di vitamina B12, a causa dello squilibrio nella nutrizione, della fame, dell'alcolismo e della mancanza di appetito. Inoltre, la sindrome può essere osservata sullo sfondo di malassorbimento, celiachia, cambiamenti nella mucosa intestinale, sprue, linfoma intestinale, morbo di Crohn, ileite regionale, a causa dell'uso prolungato di anticonvulsivanti.

La probabilità di sviluppare anemia da carenza di vitamina B12 sarà maggiore durante la gravidanza, anemia emolitica, psoriasi, dermatite esfoliativa. Quando si assumono alcol, farmaci antagonisti dei folati, disturbi metabolici congeniti e gastrite atrofica, si può osservare anche questa malattia.

Di norma, l'anemia da carenza di vitamina B12 può essere diagnosticata senza problemi. Questo può essere fatto da un ematologo, neurologo, nefrologo o gastroenterologo sulla base dei risultati di un esame del sangue generale e biochimico, la presenza di acido metilmalonico. Vengono inoltre eseguiti un'ecografia della cavità addominale e uno studio dell'assorbimento della vitamina B12 mediante radioisotopi. Se indicato, è possibile eseguire una biopsia mediante aspirazione del midollo osseo.

Il trattamento viene effettuato con vitamina B12 per via intramuscolare. Viene utilizzata una dose di mantenimento per 1-1,5 mesi. Se il livello di emoglobina è sceso di meno di 60 g per litro, in caso di disturbi emodinamici e minaccia di coma anemico, vengono eseguite trasfusioni di eritrociti.

Come profilassi per malattie accompagnate da un ridotto assorbimento della vitamina B12, così come dopo le operazioni, è necessario applicare corsi preventivi e terapeutici di terapia vitaminica sotto il controllo del contenuto di vitamina B12 nelle urine e nel sangue..

Anemia emolitica

Cos'è in termini semplici? Questo è un processo di distruzione accelerata dei globuli rossi, accompagnato da un aumento significativo del livello di bilirubina diretta nel sangue. La malattia è rara..

La distruzione accelerata degli eritrociti, accompagnata da un lato da anemia e aumento della formazione di prodotti di degradazione eritrocitaria, e, dall'altro, da eritropoiesi potenziata reattivamente, può essere considerato un sintomo comune..

L'anemia emolitica autoimmune è solitamente causata da difetti genetici nelle membrane degli eritrociti che causano una maggiore distruzione. La malattia autoimmune e l'emolisi degli eritrociti nell'anemia acquisita si verificano sotto l'influenza di fattori interni o di qualsiasi fattore ambientale.

Lo sviluppo delle anemie immunoemolitiche è influenzato dalle reazioni post-trasfusionali, dalle vaccinazioni e dall'assunzione di alcuni farmaci (sulfonamidi, analgesici, farmaci antimalarici, derivati ​​della serie dei nitrofurani). Inoltre, un tale sintomo può manifestarsi in emoblastosi, patologie autoimmuni (NUC, LES), malattie infettive (mononucleosi, polmonite virale, sifilide, toxoplasmosi).

Le anemie emolitiche possono essere suddivise in due grandi gruppi di malattie: acquisite e congenite.

Forme di malattie ereditarie:

  • Membranopatie eritrocitiche, come l'anemia di Minkowski-Shoffard o la malattia di Minkowski-Shoffard (microsferocitosi), acantocitosi, ovalocitosi, causate da anomalie nella struttura delle membrane eritrocitarie. Si noti che la sferocitosi è il tipo più comune tra le patologie (microsferocitosi).
  • Enzimopenie causate da una carenza di alcuni enzimi (piruvato chinasi, glucosio-6-fosfato deidrogenasi).
  • Emoglobinopatie derivanti da violazioni qualitative della struttura dell'emoglobina o cambiamenti nel rapporto tra le sue forme normali.

Le anemie emolitiche acquisite si dividono in:

  • Membranopatie acquisite (anemia sporocellulare, malattia di Markiafava-Micheli).
  • Iso e autoimmuni causati da anticorpi.
  • Tossico, derivante dall'esposizione a veleni, tossine o altri prodotti chimici. agenti.
  • Anemie associate a danni meccanici nella struttura degli eritrociti.

Un aumento della concentrazione di tracce residue dopo la rottura degli eritrociti nel corpo si manifesterà esternamente come ittero color limone. Si osserverà anche un aumento della concentrazione di bilirubina indiretta e ferro nel sangue. Si notano urobilinuria e pleocromia delle feci e della bile. Con l'emolisi intravascolare si sviluppano anche iperemoglobinemia, emoglobinuria ed emosiderinuria. Un aumento dell'eritropoiesi è indicato da reticolocitosi e policromatophilia nel sangue periferico o eritronormoblastosi del midollo osseo.

Se il paziente non ha anemia microsferocitica dovuta a sferocitosi ereditaria o ellittocitosi, allora è necessario, prima di tutto, effettuare una terapia adeguata per la malattia che ha causato la causa dell'anemia emolitica.

Solitamente utilizzato per il trattamento:

  • medicinali (ad esempio, Desferal);
  • splenectomia;
  • trasfusione di eritrociti durante una crisi;
  • HSC per malattie autoimmuni a dosaggio medio.

Anemia aplastica

L'anemia aplastica è una malattia classificata come mielodisplasia. Con una tale malattia, c'è una forte inibizione o cessazione della crescita e della maturazione delle cellule nel midollo osseo, chiamata anche panmieloftisi..

I sintomi tipici della malattia sono: leucopenia, anemia, linfopenia e trombocitopenia. Il termine stesso è apparso per la prima volta all'inizio del XX secolo. Una tale malattia ha un decorso piuttosto grave e senza trattamento (incluso il farmaco Atgam) ha una prognosi sfavorevole.

Per molto tempo, questa malattia è stata considerata come una sindrome che unisce varie condizioni patologiche nel midollo osseo. Attualmente, il termine "anemia aplastica" si distingue come unità nosologica indipendente. Dovrebbe essere chiaramente distinto dalla sindrome da ipoplasia nel sistema ematopoietico..

L'anemia aplastica può essere causata da vari motivi:

  • agenti chimici, benzene, sali di metalli pesanti e così via;
  • Radiazione ionizzante;
  • assunzione di alcuni farmaci, citostatici, FANS, Analgin, Mercazolil, Levomicetina;
  • virus;
  • la presenza di altre malattie autoimmuni.

Esiste anche una forma di anemia aplastica ereditaria: l'anemia di Fanconi. Il trattamento della malattia consiste nell'assunzione di immunosoppressori e nell'esecuzione di un trapianto di midollo osseo.

Anemia falciforme

Con l'anemia falciforme, si verifica una violazione della struttura della proteina dell'emoglobina, acquisisce una struttura cristallina atipica, sotto forma di falce. Questa forma è chiamata S-emoglobina. La malattia è associata a una mutazione del gene HBB, a causa della quale un tipo anormale di emoglobina S inizia a sintetizzarsi nel midollo osseo; la valina è in sesta posizione nella catena B invece dell'acido glutammico. Si verifica la polimerizzazione dell'emoglobina S, si formano lunghi fili, gli eritrociti assumono la forma di una falce.

Il tipo di ereditarietà dell'anemia falciforme è autosomica recessiva con dominanza incompleta. Nei portatori eterozigoti, gli eritrociti contengono quantità approssimativamente uguali di emoglobina A e S. I portatori stessi non si ammalano e gli eritrociti a forma di falce possono essere rilevati per caso durante l'esame di laboratorio. I sintomi potrebbero non apparire affatto. A volte queste persone iniziano a non sentirsi bene con ipossia o grave disidratazione..

Gli omozigoti hanno solo l'emoglobina S nel sangue, la malattia è piuttosto difficile. Tali pazienti hanno un alto livello del grado di eritrociti distrutti nella milza, una durata della vita significativamente più breve, spesso segni di carenza cronica di ossigeno.

Questo tipo di anemia è abbastanza comune nelle regioni in cui l'incidenza della malaria è elevata. Tali pazienti hanno una maggiore resistenza a diversi ceppi di malaria da Plasmodium. Pertanto, tali alleli dannosi si manifestano spesso negli africani..

I sintomi variano notevolmente e possono essere visti nei bambini a partire dai 3 mesi di età. L'anemia può portare a perdita di coscienza, minore resistenza e ittero. Nei neonati, c'è magrezza, debolezza, curvatura degli arti, allungamento del tronco, cambiamenti nella struttura del cranio e dei denti. Inoltre, i bambini malati hanno una maggiore tendenza a sviluppare la sepsi. Negli adolescenti si osserva un ritardo dello sviluppo di 2-3 anni. Le donne sono generalmente in grado di concepire e avere un figlio..

Anemia megaloblastica

L'anemia megaloblastica (morbo di Addison-Birmer, carenza di vitamina B12, perniciosa) è una malattia causata dalla mancanza di acido folico o vitamina B12. Ciò accade a causa della mancanza di sostanze negli alimenti o di malattie dell'apparato digerente. Inoltre, l'anemia megaloblastica può verificarsi con disturbi congeniti dei processi di sintesi del DNA, patologie acquisite e per l'assunzione di alcuni farmaci (antimetaboliti, anticonvulsivanti).

Con una costante mancanza di acido folico e B12, si sviluppa l'anemia cronica, gli eritrociti cambiano forma e dimensione. Gli stadi più leggeri a volte sono asintomatici, quindi iniziano a comparire segni esterni. Questa condizione di carenza viene spesso definita anemia perniciosa. La malattia ha ricevuto lo stato di anemia da malattie croniche, in quanto si manifesta in pazienti di età superiore ai 60 anni e in pazienti con epatite, enterite e cancro intestinale. Di più su questo tipo di anemia è descritto sopra..

Anemia perniciosa

Si sviluppa come conseguenza dell'avitaminosi B12 endogena causata dall'atrofia delle ghiandole del fondo dello stomaco, che normalmente dovrebbero produrre gastromucoproteina. Di conseguenza, i processi di assorbimento della vitamina B12 vengono interrotti e si verifica un'anemia maligna di tipo "pernicioso". Molto spesso, questa diagnosi viene fatta all'età di 50 anni..

La malattia è accompagnata da disturbi del sistema nervoso, cardiovascolare, ematopoietico e digestivo. I pazienti di solito lamentano mancanza di respiro, debolezza generale, gonfiore delle gambe, dolore al cuore, "brividi" ai piedi e alle mani, bruciore alla lingua e instabilità dell'andatura. Secondo i parametri di laboratorio, si osservano anemia di tipo ipercromico, leucopenia, trombocitopenia.

Anemia sideroblastica

L'anemia sideroblastica è anche chiamata anemia sideroacrestica (CAA), refrattaria al ferro, satura di ferro o sideroblastica. Questo è uno stato patologico di disturbi nella sintesi di oligoelementi ed emopoiesi, il più delle volte ferro. I globuli rossi contengono una piccola quantità di ferro, a causa del fatto che l'oligoelemento viene attivamente consumato dal midollo osseo e inizia ad accumularsi negli organi interni. La malattia si sviluppa sullo sfondo di un contenuto insufficiente di protoporfirina.

Esistono due forme di malattia:

  • piridossina-dipendente, derivante da una carenza di piridossal fosfato;
  • resistente alla piridossina, che si sviluppa a causa di un difetto enzimatico (deficit di emsintetasi).

Le forme acquisite di anemia sideroacrestica sono più comuni nella vecchiaia, ma la malattia non è ereditata dai genitori. Spesso questo tipo di anemia si sviluppa come effetto collaterale del trattamento con farmaci per la tubercolosi o l'esaurimento del piridossal fosfato in avvelenamento da piombo, alcolismo, malattie del sangue mieloproliferative, porfiria cutanea. Esistono anche forme idiopatiche di CAA.

Anemia di Fanconi

È una malattia ereditaria rara. L'anemia di Fanconi colpisce 1 bambino su 350.000. La malattia era più comune tra gli ebrei ashkenaziti e i residenti del Sud Africa..

Anemia alimentare

Si verifica a causa della presenza di difetti nei cluster proteici responsabili del processo di riparazione del DNA. La malattia è caratterizzata da elevata fragilità cromosomica, presenza di leucemia mieloide e anemia aplastica nei pazienti di età superiore ai 40 anni.

Per i neonati con questo disturbo, difetti di sviluppo congeniti, pigmentazione insolita, bassa statura, anomalie scheletriche e alcuni sintomi neurologici (strabismo o sottosviluppo di uno degli occhi, sordità, ritardo mentale), sono caratteristiche anomalie nello sviluppo degli organi interni. Sfortunatamente, in media, tali pazienti non vivono più di 30 anni..

Anemia non specificata

La diagnosi di anemia non specificata codice ICD-10 D64.9. Questa è la diagnosi primaria, che viene chiarita dopo l'esame da un medico, poiché è un segno secondario di qualsiasi malattia sottostante. Prima di tutto, dovrebbe essere esclusa la possibilità di perdita di sangue a causa di traumi, interventi chirurgici, emorragie interne, quindi vengono eseguite le diagnosi di laboratorio.

Sindrome mielodisplasica

Secondo la classificazione internazionale ICD-10 per la sindrome mielodisplastica:

  • D46.0 Anemia refrattaria senza sideroblasti, così indicata;
  • D46.1 Anemia refrattaria con sideroblasti;
  • D46.2 Anemia refrattaria con eccesso di blasti;
  • D46.3 Anemia refrattaria con eccesso di blasti con trasformazione;
  • D46.4 Anemia refrattaria, non specificata;
  • D46.7 Altre sindromi mielodisplastiche;
  • D46.9 Sindrome mielodisplastica, non specificata.

Anemia refrattaria con eccesso di esplosioni

Il prefisso "refrattario" indica la resistenza della malattia all'assunzione di vitamine, integratori di ferro e dieta. Molto spesso, questo tipo di anemia è il tipo più comune di sindrome mielodisplastica. A causa delle violazioni dei processi di maturazione delle esplosioni nel sangue, il contenuto di emoglobina è significativamente ridotto, compaiono segni di leucemia acuta. L'anemia refrattaria compare in circa il 40% dei pazienti con sindrome mielodisplastica. Molto spesso, l'emoglobinopatia di questo tipo si sviluppa nei pazienti sopra i 50 anni.

La malattia può essere considerata uno stadio intermedio tra l'anemia refrattaria e la leucemia acuta. Di norma, la malattia si manifesta con una diminuzione dei livelli di emoglobina e debolezza generale. Se il paziente non trova altre ragioni per tali cambiamenti nel quadro del sangue, il compito principale dei medici diventa esaminare ulteriormente il paziente e rallentare il più possibile l'insorgenza della leucemia acuta..

Talassemia

Cos'è la talassemia? Questa è una malattia ereditaria recessiva che si sviluppa a causa di una diminuzione della sintesi delle catene polipeptidiche nella struttura dell'emoglobina. A seconda del monomero che ha cessato di essere sintetizzato normalmente, si distinguono alfa, beta talassemia e delta talassemia. Inoltre, la malattia è classificata in base al grado di manifestazioni cliniche, suddivise in gravi, lievi e moderate.

La talassemia alfa è associata a mutazioni nei geni HBA2 e HBA1. La catena alfa è codificata da quattro loci e, a seconda del numero di quelli anormali, si distinguono diversi gradi di gravità della malattia. I sintomi e il decorso dell'emoglobinopatia variano da anemia microcitica ipocromica lieve a grave.

La beta-talassemia esiste in due varietà più comuni: minore e CD8 (-AA) - grande (la forma più grave della malattia). L'anemia si sviluppa a causa di mutazioni in entrambi gli alleli della beta-globina, quando l'emoglobina A inizia a essere sostituita dall'emoglobina F. Di solito la talassemia minore è lieve e non è richiesto il trattamento.

Anemia di Diamond-Blackfen

Secondo Wikipedia, l'anemia Diamond-Blackfen è una forma ereditaria di aplasia dei globuli rossi con un modello ereditario indeterminato. Si presume che la malattia abbia una modalità di trasmissione autosomica dominante, che si verifica in un quarto di tutti i pazienti. Questi pazienti di solito mostrano manifestazioni di anemia durante il primo anno di vita, debolezza, pallore, aumento della fatica e diminuzione del numero di globuli rossi nel plasma sanguigno..

La diagnosi si basa su emocromo, livelli di eritropoietina, microscopia e biopsia del midollo osseo. La malattia non risponde bene al trattamento, vengono prescritti corticosteroidi, trasfusioni di sangue.

Emoglobinemia

Un aumento della concentrazione di emoglobina libera nel plasma sanguigno è chiamato emoglobinemia. La malattia si manifesta a causa di malattie acquisite e congenite degli eritrociti, con la loro maggiore distruzione. Il sintomo può comparire dopo una trasfusione di sangue eseguita in modo errato, a causa dell'influenza di fattori parassitari e infettivi (sepsi, infezione virale, malaria), dopo grave ipotermia, avvelenamento con veleni, benzina, acido acetico, funghi. Si manifesta esternamente per iperemia della pelle e delle mucose, aumento della concentrazione di emoglobina e bilirubina nel sangue.

Cause dell'anemia

Quali sono le cause dell'anemia?

Le cause della malattia sono così diverse che alcune di esse possono essere identificate solo dopo esami di laboratorio. Accade spesso che i valori di emoglobina siano normali e il ferro sia basso. La malattia può essere osservata con una mancanza di vitamine del gruppo B, acido folico. L'anemia negli esseri umani si verifica a seguito di varie lesioni e profuse emorragie interne o esterne.

Cosa causa l'anemia, le cause più comuni di anemia nelle donne

Una tale diagnosi può essere fatta a una donna se il livello di emoglobina nel sangue scende al di sotto di 120 g per litro. In generale, le donne, a causa di alcune caratteristiche fisiologiche, sono più inclini a questa malattia. Sanguinamento mensile durante le mestruazioni, quando una donna può perdere fino a 100 ml di sangue entro una settimana, la gravidanza, l'allattamento e una diminuzione della concentrazione di ferritina sono le cause più comuni di anemia. Spesso la malattia si sviluppa a causa della psicosomatica, quando una donna è depressa, non mangia bene, raramente esce all'aria aperta, non fa sport o durante la menopausa, quando si verificano cambiamenti globali nella fisiologia di una donna.

Cause di anemia negli uomini

Nella metà maschile, questa diagnosi viene fatta se il livello di emoglobina è diminuito di meno di 130 g per litro. Secondo le statistiche, la malattia si verifica meno frequentemente. Molto spesso a causa di alcuni tipi di malattie croniche, disturbi degli organi e dei loro sistemi (ulcera peptica, emorroidi, erosione intestinale, neoplasie benigne e maligne, parassiti, anemia aplastica). Esistono anche cause genetiche (anemia di Fanconi) della malattia che non sono legate al sesso.

Sintomi dell'anemia

L'anemia si manifesta in modi diversi, a seconda del tipo specifico di malattia. È noto che con l'anemia negli esseri umani, il numero di eritrociti diminuisce, la loro struttura cambia, il contenuto di ferro nel sangue e l'emoglobina diminuisce. I tessuti umani mancano di ossigeno e questo influisce sulle condizioni generali e sull'aspetto di una persona.

I segni comuni di anemia sono i seguenti:

  • prestazioni significativamente ridotte, debolezza generale;
  • irritabilità, aumento della stanchezza, grave sonnolenza;
  • tinnito e mal di testa, "mosche" davanti agli occhi, vertigini;
  • disuria;
  • un irresistibile desiderio di banchettare con gesso o calce;
  • mancanza di respiro persistente;
  • capelli sottili e fragili, unghie, pelle secca e anelastica;
  • angina pectoris, bassa pressione sanguigna;
  • tinnito e frequenti svenimenti;
  • scolorimento delle feci, ittero, pallore;
  • dolori al corpo e alle articolazioni, debolezza muscolare.

Ci sono anche sintomi specifici di anemia che sono caratteristici di una particolare varietà:

  • Anemia da carenza di ferro. Per questa diagnosi, la paroressia è caratteristica, il paziente ha un forte desiderio di masticare gesso, terra, carta e altri materiali non commestibili. Puoi anche evidenziare koilonychia, crepe agli angoli della bocca, convulsioni, lingua dolorante. A volte la temperatura può salire a subfebrile.
  • Il sintomo principale dell'anemia da carenza di vitamina B12 è il formicolio alle estremità, l'andatura instabile, la rigidità e la tensione nei movimenti e uno scarso senso del tatto. Il paziente ha capacità cognitive diminuite, possono verificarsi allucinazioni. In casi estremamente gravi, possono svilupparsi paranoia o schizofrenia.
  • Un sintomo caratteristico dell'anemia falciforme può essere debolezza, dolore parossistico all'addome e alle articolazioni..
  • In caso di avvelenamento con rifiuti di piombo, la vittima presenta le caratteristiche linee blu scuro sulle gengive, nausea e dolore all'addome.
  • La distruzione cronica dei globuli rossi può essere un sintomo di un tumore maligno. In questo stato, si sviluppano ittero sporgente, ulcere e abrasioni sulle gambe, arrossamento delle urine. I calcoli biliari sono comuni.

Anemia, diagnosi differenziale, tabella

Dopo la diagnosi differenziale è possibile effettuare una diagnosi accurata di anemia emolitica, megaloblastica o aplastica. Dif. la diagnostica viene eseguita secondo le tabelle corrispondenti e i risultati dei test di laboratorio.


Articolo Successivo
Arresto cardiaco