2.2.3. Farmaci antipertensivi


I farmaci antipertensivi abbassano la pressione sanguigna alta e sono usati per l'ipertensione.

I meccanismi iniziali dell'ipertensione essenziale (primaria) possono essere condizioni di stress, violazioni della permeabilità della membrana della parete vascolare per gli ioni sodio, calcio e potassio. Un aumento della concentrazione di sodio aumenta il volume del sangue circolante e la sensibilità della parete vascolare alle catecolamine e ne riduce l'elasticità. Un aumento del calcio libero nella parete vascolare attiva la contrattilità della muscolatura liscia e porta all'ipertensione. Una diminuzione del potassio libero, che è coinvolto nella polarizzazione della membrana, allunga e ritarda il processo di depolarizzazione e si realizza per vasocostrizione. Di grande importanza per aumentare la pressione sanguigna è l'attivazione del sistema renina-angiotensina-aldosterone, nonché molti processi patologici (malattie renali, disturbi endocrini, disturbi emodinamici dovuti a danni all'aorta e al cuore, ecc.).

Qualunque siano le cause iniziali dell'ipertensione, i fattori principali sono un aumento della gittata cardiaca e della resistenza vascolare periferica totale (OPSS).

1. Sedativi (tranquillanti, sonniferi, preparati a base di erbe).

2. Farmaci che riducono gli effetti adrenergici sul tono vascolare.

a) Farmaci che agiscono sulle parti centrali del sistema nervoso simpatico: clonidina (clonidina), metildopa, moxonidina.

IV. Farmaci che influenzano il sistema renina-angiotensina.

2. Bloccanti dei recettori dell'angiotensina: losartan (cozaar).

I pazienti con ipertensione sono sensibili alle influenze emotive, ansiosi, spesso soffrono di insonnia, uno stato di stress mentale, che porta all'attivazione del sistema nervoso simpatico. Pertanto, ai pazienti vengono prescritti sedativi e ipnotici. Dei tranquillanti, i derivati ​​delle benzodiazepine sono particolarmente ampiamente usati: diazepam (sibazone, seduxen), clordiazepossido (closepide, elenium), fenazepam, midazolam (dormicum), ecc.; da barbiturici - fenobarbital; da prodotti a base di erbe - preparati di valeriana e motherwort.

Farmaci antipertensivi: classificazione

Il trattamento dell'ipertensione viene effettuato da medici, neurologi, cardiologi utilizzando vari metodi. Nel trattamento farmacologico dell'ipertensione vengono utilizzati farmaci antipertensivi, la cui classificazione comprende sette gruppi principali.

Nella clinica terapeutica dell'ospedale Yusupov vengono trattati i pazienti con ipertensione. I medici aiutano quotidianamente i pazienti a superare la malattia e tornare a una vita soddisfacente.

Descrizione generale dei farmaci

La classificazione dei farmaci antipertensivi è piuttosto ampia. Questi farmaci appartengono a diversi gruppi chimici. I farmaci antipertensivi sono prescritti per le persone con ipertensione, nonché per il sollievo delle crisi ipertensive e per la prevenzione dell'ipertensione arteriosa in altre patologie in cui si verifica uno spasmo vascolare periferico.

L'utilizzo di questi fondi deve essere effettuato secondo le indicazioni del medico curante e nei dosaggi indicati, poiché i farmaci hanno effetti collaterali e hanno controindicazioni. In alcuni casi vengono utilizzati farmaci antipertensivi centrali. Nell'ospedale Yusupov, prima di prescrivere un particolare farmaco al paziente, vengono studiati i risultati dell'esame, vengono identificate le controindicazioni.

Effetti

Il livello di pressione sanguigna dipende direttamente dal tono vascolare. La contrazione del tessuto muscolare liscio, che causa lo spasmo, porta a un restringimento del lume, a seguito del quale si sviluppa l'ipertensione. Molto spesso, questi processi sono associati a sforzo fisico e tensione nervosa. A volte un aumento della pressione può essere causato da malattie dei reni, sistema cardiovascolare, squilibrio ormonale. Per normalizzare i livelli di pressione sanguigna, vengono prescritti farmaci antipertensivi.

I moderni farmaci antipertensivi di ultima generazione, utilizzati nell'ospedale Yusupov, hanno i seguenti effetti:

  • normalizzare la pressione sanguigna per lungo tempo;
  • hanno un effetto benefico sull'attività degli organi bersaglio (cuore, reni, occhi);
  • hanno effetti collaterali minimi o nulli.

Gli scienziati non si fermano a ciò che è stato raggiunto e continuano a condurre vari studi, a sviluppare nuovi farmaci antipertensivi che soddisfano i requisiti di cui sopra e anche a lavorare su farmaci utilizzati in precedenza, migliorandoli..

Elenco dei principali gruppi

Per abbassare la pressione sanguigna, vengono utilizzati farmaci che appartengono a diversi gruppi di farmaci. I farmaci complessi hanno l'effetto maggiore. Con il loro aiuto, non c'è solo una diminuzione della pressione, vasodilatazione, ma anche il ripristino del funzionamento del cuore e dei reni, nonché la prevenzione dello sviluppo di gravi complicanze..

L'azione di tutti i farmaci antipertensivi è finalizzata all'eliminazione dei fattori provocatori dell'aumento della pressione. La loro classificazione dipende dal modo di cambiare la normale regolazione della pressione: come funzionano esattamente i farmaci antipertensivi. L'elenco è composto da medicinali della seguente azione:

  • neurotropico;
  • miotropico;
  • diuretico;
  • influenzando il meccanismo di regolazione umorale.

Una tale varietà di farmaci consente di selezionare i farmaci in ogni caso specifico. Tuttavia, la scelta deve essere affidata a uno specialista qualificato, poiché alcuni farmaci antipertensivi, a causa della loro azione multiforme, potrebbero non essere adatti a tutti i pazienti.

Farmaci neurotropi

I farmaci antipertensivi in ​​questo gruppo influenzano il sistema nervoso centrale. Aiutano a ridurre l'attività del sistema nervoso simpatico, alleviano la tensione nei tessuti muscolari lisci, abbassando così la pressione sanguigna. A tale scopo vengono prescritti i seguenti farmaci:

  • sedativi;
  • agenti bloccanti gangliari;
  • α-bloccanti;
  • β-bloccanti;
  • simpaticolitico.

Le pillole antipertensive ad azione neurotropa, in caso di brusca cessazione della loro assunzione, possono provocare un rapido e persistente aumento della pressione sanguigna.

Farmaci miotropici

Questi farmaci antipertensivi hanno un effetto sulla regolazione dello scambio ionico nei tessuti muscolari lisci. Tra loro ci sono:

  • bloccanti dei canali del calcio;
  • attivatori dei canali del calcio;
  • inibitori della fosfodiesterasi;
  • stimolanti della formazione dell'ossido nitrico.

Farmaci che influenzano la regolazione umorale

Un aumento della pressione sanguigna nel corpo umano è associato alla produzione di un ormone: l'angiotensina. Pertanto, per ridurre la pressione, sono stati sviluppati speciali farmaci antipertensivi di nuova generazione che inibiscono i suoi prodotti:

  • ACE inibitori;
  • bloccanti dei recettori dell'aldosterone;
  • bloccanti dei recettori angiotensivi.

I farmaci antipertensivi che inibiscono l'enzima di conversione dell'angiotensina hanno un effetto benefico sul cuore, ma possono causare alcuni effetti collaterali. Può verificarsi tosse durante l'assunzione di farmaci antipertensivi - ACE inibitori, inoltre, si può osservare lo sviluppo di angioedema, tachicardia.

Farmaci diuretici

Gli antiipertensivi di nuova generazione con effetto diuretico migliorano il metabolismo del sale marino. La diminuzione della pressione sanguigna è dovuta a una diminuzione della quantità di ioni sodio e liquidi che entrano nel sangue..

Va ricordato che durante l'assunzione di diuretici c'è un'escrezione attiva di potassio e magnesio, la cui presenza nell'organismo è necessaria per il normale funzionamento del sistema nervoso e cardiovascolare. Pertanto, l'assunzione di diuretici deve essere combinata con l'assunzione di asparkam o panangin..

Farmaci antipertensivi ad azione rapida

Nel trattamento dell'ipertensione vengono utilizzati calcioantagonisti e beta-bloccanti per eliminare le crisi e aggravare la malattia. Inoltre, questi tipi di farmaci sono prescritti per il trattamento di routine dell'ipertensione..

Non molto tempo fa, i calcioantagonisti e derivati ​​(verapamil, nifedipina e diltiazem) venivano usati come trattamento di emergenza per le crisi ipertensive. Oggi, questo metodo per eliminare rapidamente un attacco è meno comune. I derivati ​​moderni della nifedipina (felodipina, amlodipina, forme prolungate di nifedipina, ecc.) Hanno meno reazioni avverse. I farmaci antagonisti del calcio sono particolarmente efficaci per l'ipertensione in combinazione con aterosclerosi dei vasi periferici, angina vasospastica. Sono approvati per l'uso nel trattamento dell'ipertensione nelle donne in gravidanza..

I beta-bloccanti sono stati a lungo utilizzati nel trattamento delle condizioni ipertensive. Hanno un effetto ipotensivo a seguito di una diminuzione della gittata cardiaca e di una diminuzione della frequenza cardiaca. Poiché i farmaci possono regolare la frequenza cardiaca, vengono utilizzati per abbassare la pressione sanguigna nelle persone con malattia coronarica e insufficienza cardiaca cronica. I rappresentanti dei beta-bloccanti sono bisoprololo, atenololo e nebivololo. I farmaci hanno i seguenti effetti collaterali:

  • possono causare broncospasmo, quindi non sono prescritti a pazienti con asma e bronchite acuta cronica;
  • possono provocare un aumento del peso corporeo a causa di cambiamenti nel metabolismo dei carboidrati e dei grassi, quindi non sono prescritti per i pazienti con diabete e altri disturbi metabolici;
  • rallentano la frequenza cardiaca, sono controindicati nelle aritmie gravi, blocco atrioventricolare II-III grado.

Farmaci antipertensivi lievi

I preparati del gruppo degli inibitori dell'ACE (enzima di conversione dell'angiotensina) sono ampiamente utilizzati nel trattamento di varie categorie di pazienti con ipertensione. Questi farmaci includono lisinopril, enalapril, captopril, prestarium, ecc. Con un eccesso dell'ormone angiotensina II, si verifica uno spasmo dei vasi arteriosi, che porta ad un aumento della resistenza totale dei vasi periferici. Di conseguenza, il cuore inizia a lavorare con uno stress eccessivo. Per rallentare la formazione dell'angiotensina II, vengono utilizzati farmaci che bloccano gli enzimi nella catena delle trasformazioni biochimiche. Inoltre, gli ACE-inibitori possono ridurre il rilascio di calcio, che è coinvolto nella contrazione delle pareti vascolari. Gli ACE-inibitori riducono la probabilità di complicanze cardiovascolari (grave insufficienza cardiaca, ictus, infarto miocardico), migliorano la prognosi in presenza di insufficienza cardiaca preesistente.

I bloccanti del recettore dell'angiotensina II (ARB) sono prescritti per i pazienti che non possono tollerare gli ACE inibitori. Hanno un effetto simile con gli ACE inibitori: bloccano l'azione dell'ormone angiotensina II, rilassando così i vasi sanguigni. Nella pratica vengono spesso utilizzati i seguenti farmaci: eprosartan, irbesartan, candesartan, losartan. I farmaci sono ben tollerati e hanno meno reazioni avverse. I bloccanti del recettore dell'angiotensina proteggono il cervello dagli effetti dell'ipertensione, migliorano la funzione renale e la funzione cardiaca. I farmaci possono essere prescritti a pazienti con diabete, in alcuni casi a donne in gravidanza.

Farmaci antipertensivi combinati

I farmaci combinati per il trattamento dell'ipertensione sono una combinazione di diversi componenti per ottenere il miglior effetto terapeutico. I farmaci combinati hanno un effetto simultaneo su diverse fonti della malattia, quindi il paziente non ha bisogno di assumere un gran numero di farmaci. L'uso di farmaci combinati può ridurre la gravità degli effetti collaterali. Tra questi farmaci sono molto diffusi:

  • adelfan-esidrex;
  • cristepin;
  • viscaldix;
  • caposide;
  • radelfandrex.

Quando si prescrivono farmaci antipertensivi, se il paziente non ha indicazioni individuali, vengono spesso utilizzati farmaci combinati. Sono utilizzati anche quando la pressione sanguigna è superiore al target. Il trattamento con questi farmaci è generalmente a lungo termine o addirittura per tutta la vita.

Farmaci antipertensivi di nuova generazione ad azione centrale

A causa della presenza di un gran numero di effetti collaterali, l'uso di farmaci antipertensivi ad azione centrale è raramente prescritto in questi giorni. Inoltre, i farmaci di questa categoria possono creare dipendenza..

I farmaci antipertensivi centrali sono più spesso usati per alleviare la crisi ipertensiva. La convenienza del loro utilizzo in questa situazione è spiegata dal rapido inizio dell'azione..

L'assunzione di questi farmaci vasodilatatori può essere costante, tuttavia, nel nostro tempo, sono stati sviluppati un gran numero di farmaci antipertensivi di nuova generazione, che hanno una maggiore efficacia, una migliore tolleranza e un effetto terapeutico a lungo termine..

Esistono numerose controindicazioni per l'assunzione di farmaci antipertensivi ad azione centrale:

  • gravidanza;
  • shock cardiogenico;
  • insufficienza renale;
  • aterosclerosi del cervello.

A causa del costante sviluppo dell'industria farmaceutica, sono stati sviluppati moderni farmaci antipertensivi altamente efficaci e con un numero minimo di controindicazioni ed effetti collaterali..

Meccanismo di riduzione della pressione

La classificazione dei farmaci antipertensivi in ​​base al meccanismo d'azione comprende diversi gruppi, è il più importante in medicina rispetto alla classificazione per struttura chimica e composizione. Questi medicinali possono alleviare la condizione dei pazienti con ipertensione.

I gruppi di farmaci antipertensivi nella tabella consentono di confrontare il loro effetto e determinare le caratteristiche caratteristiche di ciascun gruppo.

Gruppo di farmaciDroghe
Diuretici che eliminano il liquido in eccesso nei vasi e nella parete vascolareindapamide, furosemide, triamterene
I farmaci antiadrenergici influenzano il sistema nervoso simpaticoclonidina, metildopa,
I bloccanti gangliari interrompono il funzionamento dei nodi nervosi parasimpatico e simpatico allo stesso tempopentamina, benzoesonio
I postgangliobloccanti promuovono il blocco simpaticoottadina, reserpina, raunatina
Gli alfa-bloccanti hanno un effetto a breve termine, quindi vengono utilizzati esclusivamente per le crisi ipertensivepirrossano, tropafen, fentolamina
I beta-bloccanti hanno un effetto vasodilatatore e rallentano il cuoreanaprilina
I vasodilatatori sono classificati in venosi e arteriolariapressina, minoxidil, verapamil

La moderna classificazione dei farmaci antipertensivi comprende molti sottogruppi in base al meccanismo d'azione. Quando si sceglie un farmaco antipertensivo più adatto in ogni caso specifico, il terapeuta o il neurologo dell'ospedale Yusupov tiene conto di una serie di fattori: la tolleranza individuale del principio attivo, la presenza di malattie concomitanti, l'emocromo del paziente.

Nell'ospedale Yusupov vengono utilizzati farmaci antipertensivi ad azione centrale nel trattamento dei pazienti, i farmaci hanno alcuni effetti collaterali, quindi vengono prescritti solo dopo che è stata fatta la diagnosi e in assenza di controindicazioni.

Trattamento della pressione alta nell'ospedale Yusupov

Il trattamento dell'ipertensione arteriosa e di altre malattie deve essere effettuato sotto la supervisione di un medico. Quando un paziente viene ricoverato all'ospedale Yusupov, i medici effettuano un esame. Con l'aumento della pressione, include l'anamnesi, l'esame obiettivo, i metodi di ricerca di laboratorio, l'ecocardiografia, l'esame del fondo. Solo allora possono essere prescritte misure terapeutiche, è possibile determinare i farmaci antipertensivi necessari ad azione centrale, il cui elenco è ampio..

L'automedicazione per le malattie del sistema cardiovascolare può portare a gravi conseguenze, pertanto, se al paziente viene mostrata una terapia farmacologica e vengono prescritti farmaci, deve aderire alle raccomandazioni mediche. I farmaci antipertensivi, la cui tabella di classificazione è nota a qualsiasi terapista esperto, hanno un effetto diverso sul corpo, quindi anche piccole violazioni della loro assunzione potrebbero non portare al risultato atteso.

Ogni paziente dell'ospedale Yusupov riceve assistenza da specialisti qualificati. Il personale della clinica fornisce assistenza ai pazienti a livello europeo, quindi il trattamento diventa non solo efficace, ma anche confortevole. Puoi visitare gli specialisti dell'ospedale Yusupov senza fare la fila, per questo è necessario fissare un appuntamento chiamando la clinica o tramite il modulo di feedback sul sito web.

Revisione dei migliori farmaci antipertensivi, elenco dei farmaci di ultima generazione

Considera i moderni farmaci antipertensivi di diversi gruppi farmacologici di azione rapida e prolungata, le loro proprietà, gli effetti collaterali, la compatibilità.

Classificazione dei farmaci antipertensivi

Le medicine che correggono la pressione sono divise in due grandi gruppi: farmaci di prima e seconda linea. Inoltre, possono essere di azione rapida o prolungata, appartenere a diversi gruppi farmacologici, cioè controllare vari processi nell'organismo.

Prima linea

Questo ampio gruppo di farmaci antipertensivi, prescritti fin dall'inizio per il trattamento dell'ipertensione già confermata, comprende 5 tipi di farmaci:

Rappresentanti del gruppoProprietà farmacologiche
ACE inibitori: Rasilez, Captopril, EnalaprilI farmaci riducono la resistenza periferica espandendo il lume dei vasi sanguigni, il che porta a una diminuzione della pressione senza modificare la frequenza cardiaca, la gittata cardiaca - questo rende i farmaci rilevanti per CHF.

L'azione inizia dopo aver assunto la prima dose e nel tempo si verifica una stabilizzazione stabile della pressione sanguigna. L'assunzione di farmaci di ultima generazione migliora il funzionamento dei reni, del sistema nervoso, i farmaci mostrano un minimo di effetti collaterali.

Diuretici

  • tiazidi: indapamide, ipotiazide, clortalidone;
  • loopback: Furosemide, Lasix, Edecrin (il più duro);
  • risparmiatore di potassio: Veroshpiron, Spironolactone, Amiloride (il più delicato, prescritto come aggiunta ad altri per preservare il potassio nel corpo)
I farmaci hanno un meccanismo d'azione diverso, il punto di applicazione, ma tutti rimuovono rapidamente l'acqua in eccesso dal corpo dopo il sodio, scaricando il cuore ei vasi sanguigni.

Cambiano il metabolismo del sale dell'acqua, il metabolismo. Controindicati nella gotta, ma sono i farmaci di scelta per il diabete.

Bloccanti del recettore dell'angiotensina (ARB): Valsartan, Telmisartan, Mikardis, Irbesartan, Teveten PlusL'effetto antipertensivo si basa sulla capacità dei farmaci di interrompere il contatto dell'angiotensina con i recettori delle cellule degli organi interni, grazie ai quali la parete vascolare rilassa la pressione diminuisce, inoltre stimola l'escrezione di acqua e sali in eccesso da parte dei reni.

Controindicato nelle donne in gravidanza, pazienti con intolleranza individuale ai componenti. Praticamente nessuna complicazione.

Bloccanti adrenergici

  • alfa: silodosina, proroxan, tropafen, prazosin
  • beta cardioselettivo: Bisoprololo, Atenololo, Metoprololo; non cardioclettivo: carvedilolo, labetalolo, propranololo
Bloccare i recettori adrenergici, abbassando così la pressione, rallentando allo stesso tempo la frequenza cardiaca, quindi, sono controindicati nella bradicardia.
Calcio antagonisti: amlodipina, verapamil, verapamil-retard, lercanidipina, nifedipina-ritardata, felodipina, diltiazemRiduce la penetrazione degli ioni calcio nelle cellule muscolari dei vasi sanguigni, riducendo così la loro sensibilità ai vasopressori, alleviando l'angiospasmo.

I processi metabolici rimangono inerti, mentre il livello di ipertrofia ventricolare sinistra diminuisce, il che riduce il rischio di ictus.

Seconda linea

I farmaci antipertensivi di questo gruppo sono raccomandati per il sollievo dell'ipertensione essenziale (primaria) solo in alcuni pazienti, ad esempio le donne in gravidanza, gli anziani, tutti coloro per i quali i farmaci costosi sono un pesante fardello per lungo tempo. Ce ne sono anche 5 tipi:

Rappresentanti del gruppoMeccanismo di azione
Preparazioni Rauwolfia: Raunatin, Rauvazan, ReserpineDimostrare un effetto ipotensivo pronunciato, avere un basso costo.
Agonisti del recettore α2 centrale: clonidina, metildopa, moxonidinaColpisce il sistema nervoso centrale, riduce l'iperattività simpatica, riduce la pressione sanguigna. Gli effetti collaterali sono sonnolenza, stanchezza..
Vasodilatatori ad azione diretta: nitroglicerina, bendazolo, idralazina, nitrong, milsidominI farmaci ad azione centrale dilatano delicatamente i vasi sanguigni, riducendo l'afflusso venoso al muscolo cardiaco, riducendo la carenza di ossigeno nel miocardio, aumentando la frequenza cardiaca. Hanno molte controindicazioni, quindi sono prescritti solo da un medico.
Antispastici: dibazolo, eufillina, teofillinaAgiscono sulla muscolatura liscia dei vasi sanguigni, riducono la pressione, espandendoli, riducono la viscosità del sangue, prevengono la formazione di trombi.
Combinato: Tonorma, Ziak, Enap-N, Vasar-N, CaptopressAbbassano la pressione sanguigna in modi diversi, poiché combinano la quantità di farmaci antipertensivi.

Molto spesso, questi farmaci non sono raccomandati come terapia indipendente, sono un arsenale ausiliario, che migliora intenzionalmente l'effetto delle immobilizzazioni.

Elenco di farmaci ad azione rapida e prolungata

L'aumento della pressione può essere spontaneo, improvviso o graduale ma costante. Ciò richiede l'uso di farmaci antipertensivi ad azione rapida o prolungata..

Farmaci ad azione rapida:

  • Lasix (Furosemide) è un diuretico dell'ansa, il farmaco di scelta per il trattamento di emergenza, corregge il metabolismo degli elettroliti, provoca minzione frequente, le compresse agiscono per un'ora, iniettabili nei primi 20 minuti;
  • Atenololo (Anaprilin, Sotagestal) - rallenta la frequenza cardiaca, mentre livella la pressione sanguigna, agisce in 15 minuti;
  • Adelfan - compresse antipertensive sotto la lingua, agiscono in 10 minuti;
  • Clonidina: l'effetto si osserva dopo mezz'ora, meno - secchezza delle mucose;
  • Nifedipina: inizia a funzionare 5 minuti dopo la somministrazione sublinguale;
  • Captopril - sotto la lingua, agisce dopo 20 minuti, meno - tre volte al giorno.
  • Nitroglicerina - effetto ipotensivo dopo 5 minuti, previene l'angiospasmo, portando ad attacchi di cuore.

Questi farmaci antipertensivi sono indicati per il sollievo delle crisi ipertensive. Le crisi complicate richiedono una terapia iniettiva.

Il gruppo a rilascio prolungato è progettato per la comodità del trattamento dell'ipertensione, l'assunzione per tutta la vita di farmaci una o due volte al giorno non interferisce con la conduzione di una vita normale:

  • Sotalol, Propranol, Carvedilol - beta-bloccanti non selettivi;
  • Atenololo, Bisoprololo, Betaxol - beta-bloccanti selettivi;
  • Amlodipina, Verapamil, Diltiazem - antagonisti del calcio;
  • Enalapril, Lisinopril, Perindopril - ACE inibitori;
  • Indapamide, Idroclorotiazide, Ipotiazide - diuretici.

Questi farmaci sono usati nel trattamento combinato dell'ipertensione di secondo o terzo grado..

Combinazioni consentite

La compatibilità dei farmaci antipertensivi è necessaria nel trattamento dell'ipertensione. Le combinazioni più comunemente utilizzate sono presentate nella tabella:

Combinazione di farmaciPossibilità di applicazione
Beta bloccanti + diureticiAlta pressione sanguigna, crisi ipertensiva non complicata, ipertensione senza danni agli organi bersaglio
Diuretici + ACE inibitoriIpertensione resistente al trattamento, insufficienza cardiaca cronica (CHF)
Diuretici + bloccanti del recettore 1 dell'angiotensinaIpertensione sistolica isolata (ISAG), CHF
Diuretici + agonisti del recettore dell'imidazolina IICon controindicazioni per i beta-bloccanti, ma con la necessità di collegare farmaci simili a un diuretico
Diuretici + calcio antagonistiCHF con un forte aumento della pressione nei pazienti anziani con ISAH
Alfa e beta-bloccanti insiemeIpertensione maligna
Beta bloccanti + ACE inibitoriCondizione postinfarto, prevenzione secondaria, pazienti con cardiopatia ischemica (IHD), CHF
Beta bloccanti + calcio antagonistiIpertensione arteriosa (AH), cardiopatia ischemica
Calcio antagonisti + ACE inibitoriAH, nefropatia nella fase iniziale, cardiopatia ischemica, segni di aterosclerosi
Calcio antagonisti + bloccanti del recettore 1 dell'angiotensinaAlta pressione sanguigna, nefropatia, aterosclerosi progressiva

L'efficacia dell'uso di qualsiasi combinazione di farmaci antipertensivi dipende dalla presenza di alcune indicazioni, tenendo conto delle proprietà metaboliche ed emodinamiche di ciascun componente.

Effetti collaterali

Gli effetti negativi dell'assunzione di farmaci antipertensivi variano a seconda del gruppo. I principali sono presentati in una tabella:

Gruppo, rappresentanti individualiEffetti collaterali
Diuretici: riducono la pressione sanguigna, migliorando l'effetto di altri antipertensivi
I tiazidici sono moderatamente attivi: idroclorotiazide, ciclopentiazide, clortalidoneComplicazioni dopo l'assunzione:

  • diminuzione della funzione erettile negli uomini, aciclicità delle mestruazioni nelle donne;
  • accumulo (accumulo) di acido urico, che causa il rischio di sviluppare la gotta;
  • ipopotassiemia: sviluppo dose-dipendente di aritmia;
  • iponatriemia: in pericolo di vita;
  • mialgia dovuta a squilibrio elettrolitico;
  • diminuzione della resistenza al glucosio;
  • penetrazione attraverso la barriera placentare
Diuretici dell'ansa - i più forti: Lasix, Furosemide, IndapamideChiamato:

  • escrezione di sodio, calcio nelle urine
  • violare il metabolismo del sale marino;
  • ridurre la tolleranza al glucosio;
  • peggiorare il profilo lipidico
Risparmio di potassio - diuretici deboli: Veroshpiron, Spironolactone, Amiloride, TriamtrenL'effetto collaterale più pericoloso è l'iperkaliemia pericolosa per la vita, altre complicazioni sono simili ad altri diuretici
Farmaci che bloccano il sistema simpatico-surrenale
Farmaci ad azione centrale (praticamente irrilevanti nella terapia moderna, ad eccezione dei rimedi naturali indicati per le donne in gravidanza): Metildopa, Clonidina, Guanfacina, Moxonidina, ReserpinaLa maggior parte delle conseguenze negative sono associate al sistema nervoso centrale: sonnolenza, affaticamento, apatia, con una forte cancellazione, può esserci una sindrome da rimbalzo: emicrania, ansia, aritmie, dolore addominale
Beta-bloccanti: Betaloc, Propranolol, Atenolol, Metoprolol, Bisoprolol, Betaxolol, NebivololCi sono tre grossi problemi con questi farmaci antipertensivi:

  • disordini metabolici (dislipidemia, tolleranza al glucosio), pertanto sono controindicati nel diabete mellito, che non si applica a bloccanti altamente selettivi (Bisoprololo, Metoprololo succinato a rilascio prolungato) e farmaci di ultima generazione (Nebivololo, Carvedilolo).
  • violazione della conduzione cardiaca, che esclude il loro appuntamento con debolezza del nodo del seno, blocco del fascio di His;
  • spasmo dei bronchi, che li rende assolutamente controindicati nell'asma bronchiale
Alfa bloccanti: prazosina, terazosina, doxazosinaAumentano il rischio di:

  • insufficienza cardiaca;
  • caduta di pressione alla prima dose (prima di svenire)
Bloccanti misti: Labetalol, CarvedilolMostra gli effetti collaterali di tipo 1 e 2
Calcio antagonisti
Farmaci antipertensivi come le diidropiridine: nimodipina, nifedipina, amlodipina, felodipinaCausa sintomi associati a un'eccessiva espansione del lume delle arterie:

  • emicrania;
  • ipotensione ortostatica;
  • vertigini;
  • vampate di calore;
  • nausea

Vanno via da soli, non richiedono cure

Fenilammine: VerapamilProvocare:

  • stipsi;
  • bradicardia con arresto cardiaco;
  • insufficienza cardiaca
Benzodipine: DiltiazemPuò causare bradicardia, blocco sinusale
Inibitori dell'ACE (enzima di conversione dell'angiotensina)
Rappresentanti: Captopril, Enalapril, Fosinopril, Lisinopril, Ramipril, PerindoprilEffetti collaterali:

  • tosse secca;
  • Edema di Quincke
Bloccanti del recettore dell'angiotensina II (ARB, sartani)
Rappresentanti: Losartan, Valsartan, Candesartan, TelmisartanSi distinguono per la migliore tolleranza tra i farmaci antipertensivi e sono considerati i farmaci di scelta nel trattamento dell'ipertensione nefrotossica. Il sovradosaggio può causare ipotensione ortostatica, controindicata nelle donne in gravidanza

L'ultima generazione di farmaci antipertensivi elencati nella tabella ha un numero minimo di effetti collaterali: questa è una tendenza nella moderna pratica farmacologica..

Farmaci antipertensivi. Che cos'è, classificazione, elenco di ultima generazione

In caso di ipertensione, è possibile evitare una diminuzione della qualità della vita se questo problema viene rilevato in tempo e la terapia viene avviata, con l'aiuto dei medici, scegliendo un regime terapeutico appropriato da un ampio elenco di farmaci antipertensivi.

Cosa sono i farmaci antipertensivi, meccanismo d'azione

I farmaci antipertensivi, o in altre parole - farmaci antipertensivi, sono farmaci che abbassano i livelli di pressione sanguigna. Sono utilizzati principalmente per l'ipertensione.

Gli indicatori della pressione sanguigna dipendono da:

  • lavoro del muscolo cardiaco, come pompa principale del sistema circolatorio;
  • condizioni renali;
  • tono vascolare, soprattutto periferico;
  • volume totale e indicatori di qualità del sangue.

Motivi per aumentare la pressione sanguigna:

  • eccesso significativo della norma della gittata cardiaca;
  • un aumento del BCC - il volume del sangue circolante;
  • aumento della resistenza nei vasi periferici;
  • deterioramento della funzione renale, disturbi del sistema renina-angiotensina.

L'azione dei farmaci antipertensivi è mirata ai principali fattori che determinano il livello di pressione. La classe di questi farmaci si distingue per una significativa varietà di composizione, pertanto è più consuetudine tenere conto del loro orientamento specifico nella classificazione. Il meccanismo d'azione di un farmaco antipertensivo è determinato dal tipo di classificazione a cui appartiene.

Indicazioni per l'uso

L'indicazione principale per la nomina di farmaci antipertensivi è l'ipertensione. Questa patologia è caratterizzata da un persistente aumento della pressione sanguigna superiore a 140/90, che non può essere rimosso senza l'uso di farmaci antipertensivi..

La forma primaria di ipertensione arteriosa è associata a:

  • nefropatia;
  • disturbi endocrini;
  • danno al sistema nervoso centrale;
  • danno vascolare.

L'inizio e lo sviluppo dell'ipertensione sono spesso accompagnati da obesità, aterosclerosi e vecchiaia. Va tenuto presente che la pressione sanguigna aumenta con l'età..

Questo di solito è associato a un peggioramento della condizione a causa del restringimento del lume vascolare da placche aterosclerotiche. Di conseguenza, la resistenza nei vasi aumenta in modo significativo, il che porta ad un aumento della pressione sanguigna. I farmaci antipertensivi non trattano l'ipertensione, ma "abbattono" l'ipertensione.

Questo deve essere fatto per prevenire il verificarsi di condizioni patologiche così gravi come:

  • ictus;
  • infarto miocardico;
  • crisi ipertensiva.

L'ipertensione provoca anche l'insorgenza di insufficienza cardiaca. Va tenuto presente che un aumento dei valori della pressione sanguigna non è sempre un indicatore di ipertensione. A volte, ad esempio, la pressione sanguigna aumenta al mattino, soprattutto se mangi o bevi kefir o altri cibi che aumentano la produzione di gas nell'intestino durante la notte.

Di conseguenza, c'è una pressione sul diaframma, che porta a un'interruzione del lavoro del cuore e ad un aumento della pressione sanguigna. Ma non prendere subito le pillole. In questo caso, si consiglia di camminare, fare una passeggiata e la pressione stessa tornerà alla normalità..

Controindicazioni, effetti collaterali

Si raccomanda di aderire al regime di trattamento prescritto dal medico. Non puoi bere pillole diverse per l'ipertensione, poiché ciò aumenta gli effetti collaterali, influisce negativamente sul lavoro dei reni, il che aggrava ulteriormente la situazione con la pressione sanguigna.

Molti farmaci antipertensivi devono essere assunti continuamente, per tutta la vita, il che può influire negativamente sulla salute se il dosaggio e il regime non vengono seguiti. È inoltre necessario tenere conto del possibile effetto cumulativo. Pertanto, dovresti consultare regolarmente il tuo medico per ridurre al minimo la possibilità di effetti collaterali.

Tabella delle controindicazioni assolute e possibili all'uso di farmaci antipertensivi
Gruppi di farmaci antipertensiviControindicazioni assoluteRelativo (possibile)
ACE inibitoriGravidanza

Stenosi bilaterale dell'arteria renale.

Angioedema

Donne in età fertile
Calcio antagonistiGrave insufficienza ventricolare sinistra.

Beta bloccantiBlocco atrio-ventricolare

Diminuzione della tolleranza al glucosio

DiureticiGottaIpercalcemia

Gravidanza

Sartani (bloccanti del recettore dell'angiotensina)Stenosi bilaterale dell'arteria renale

Donne in età fertile

Se viene prescritta una singola pillola antipertensiva, dovrebbe essere assunta di notte per ridurre la probabilità di effetti collaterali.

Classificazione dei farmaci antipertensivi

I farmaci per abbassare la pressione sanguigna sono divisi in 2 gruppi, che a loro volta sono suddivisi in sottogruppi. Questa divisione multistrato della classificazione è dovuta all'ampia varietà di questo tipo di farmaci..

Farmaci di prima linea

Il gruppo più comune e più numeroso.

La prima riga è divisa a sua volta in 5 gruppi:

  • antagonisti del calcio;
  • diuretici;
  • ACE inibitori;
  • inibitori del recettore dell'angiotensina (sartani);
  • beta-bloccanti.

I farmaci di questa linea sono prescritti per la maggior parte dei pazienti con ipertensione essenziale..

Farmaci di seconda linea

La seconda riga include:

  • alfa-bloccanti;
  • vasodilatatori ad azione diretta;
  • alcaloidi rauwolfia.

I farmaci di questa linea sono più convenienti, ma hanno molti effetti collaterali..

ACE inibitori

Il nome del gruppo "ACE inibitori" sta per "inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina". Questi sono farmaci abbastanza efficaci per abbassare la pressione sanguigna, sebbene esista una versione più moderna: i sartani.

L'assunzione di un ACE inibitore previene la formazione di angiotensina II, che restringe le arterie, che porta ad un aumento della pressione sanguigna. A causa del controllo farmacologico su questo processo, la resistenza vascolare periferica diminuisce e la pressione sanguigna è normalizzata. Gli ACE inibitori possono essere utilizzati per l'insufficienza cardiaca, poiché non influenzano in modo significativo il lavoro del cuore.

Effetti collaterali:

  • iperkaliemia;
  • tosse secca;
  • angioedema (molto raro).

Farmaci antipertensivi (elenco dei rappresentanti del gruppo e ACE):

  • Captopril - dosaggio fino a 100 mg / giorno;
  • Enalapril - fino a 40 mg / giorno;

Enalapril è un medicinale per la vasodilatazione che i pazienti ipertesi assumono ogni giorno

  • Moexipril è usato per malattie renali, dosaggio fino a 30 mg / die;
  • Trandolapril - 1-4 mg, dose singola.
  • I farmaci hanno effetto immediatamente dopo la somministrazione. Entro pochi giorni dall'inizio della terapia, la pressione si stabilizza.

    Diuretici

    L'elenco dei farmaci antipertensivi per il trattamento complesso dell'ipertensione spesso include diuretici (diuretici). I diuretici stimolano la minzione, rimuovono l'acqua dal corpo. Di conseguenza, il volume totale del fluido circolante diminuisce, la gittata cardiaca diminuisce e la pressione sanguigna si normalizza..

    Poiché la maggior parte dei farmaci antipertensivi trattiene l'acqua, l'uso di diuretici si giustifica in molti casi, nonostante l'effetto collaterale di espellere gli elettroliti necessari dal corpo.

    I diuretici sono classificati in 4 gruppi principali:

    • tiazidico (ipotiazide - fino a 50 mg / die) - spesso usato per l'ipertensione, ma inefficace e controindicato anche nelle malattie renali;
    • simile ai tiazidici (Indapamide) - fino a 5 mg, una volta;
    • il ciclo (Furosemide - il dosaggio può raggiungere 400 mg / giorno) - sono usati in condizioni acute, con insufficienza cardiaca e renale;
    • risparmiatori di potassio (Veroshpiron - 25 mg) - sono in grado di rimuovere il sodio dal corpo e trattenere il potassio, sono controindicati nelle malattie renali, sono usati in combinazione con altri tipi di diuretici.

    L'assunzione incontrollata e costante di farmaci diuretici provoca la lisciviazione di potassio e magnesio dal corpo, necessari per mantenere i normali livelli di pressione sanguigna. In questo caso, è necessario assumere anche vitamine con questi minerali..

    Beta-bloccanti

    I farmaci vengono utilizzati se l'ipertensione si sviluppa sullo sfondo di disturbi cardiaci, come tachicardia, aritmia. Come risultato dell'effetto bloccante di questi farmaci sui recettori beta-adrenergici, la frequenza cardiaca diminuisce, quindi non sono raccomandati per l'uso nella bradicardia.

    I beta-bloccanti si dividono in 2 gruppi:

    • cardioselettiva;
    • non cardio-selettivo.

    Cardioselective agisce selettivamente solo sui vasi sanguigni e sul cuore.

    Questi includono:

    • Bisoprololo - dosaggio da 2 mg / giorno;
    • Atenololo - fino a 100 mg / giorno;
    • Metoprololo: il dosaggio giornaliero può raggiungere i 200 mg.

    Cardio-non selettivo:

    • Labetalol - fino a 1200 mg / giorno;
    • Propranololo (Anaprilin) ​​- 40-240 mg / giorno;
    • Carvedilolo - 12 mg.

    I farmaci antipertensivi cardio-non selettivi differiscono in quanto agiscono sui recettori beta-adrenergici sia del cuore che di altri organi interni.

    Pertanto, hanno un numero significativo di controindicazioni, come ad esempio:

    • diabete;
    • asma bronchiale;
    • malattie polmonari, inclusa la BPCO.

    Se queste malattie sono presenti nell'anamnesi, prima di prenderlo, devi prima consultare il tuo medico..

    Calcio antagonisti

    Farmaci antipertensivi (elenco dei principali rappresentanti dei calcio antagonisti del 3 ° gruppo):

    • derivati ​​della fenilalchilammina (Verapamil - fino a 480 mg / giorno) - usare con cautela, può provocare bradicardia;
    • derivati ​​della benzotiazepina (Diakordin) - dosaggio da 120 mg, l'effetto collaterale è simile a Verapamil (bradicardia);
    • derivati ​​della diidropiridina (Nicardia, Zanidip, Norvasc) - i farmaci hanno un pronunciato effetto vasodilatatore, quindi possono causare arrossamento (arrossamento) del viso, gonfiore delle estremità, provocare mal di testa.

    I calcioantagonisti agiscono efficacemente, abbassano e stabilizzano bene la pressione sanguigna nell'ipertensione grazie alla loro azione vasodilatatrice. Gli svantaggi includono effetti collaterali significativi.

    Neurotropico

    Con l'ipertensione, i sedativi a base di erbe aiutano a stabilizzare la condizione, che influisce favorevolmente sul lavoro dei vasi sanguigni e del cuore..

    Il più efficace:

    • tintura di motherwort - ha un pronunciato effetto calmante, migliora la funzione cardiaca, viene utilizzata per l'ipertensione su uno sfondo di cardioneurosi;
    • estratto di valeriana e motherwort (in tab.) - una preparazione combinata, usata per aumentare l'eccitabilità nervosa, allevia gli effetti dello stress.

    Si consiglia di assumere tinture di erbe in uno stato di forte sovraeccitazione psicoemotiva in un cucchiaino.

    In questi casi, la valeriana e l'estratto di motherwort devono essere assunti contemporaneamente in 5 compresse. Ciò contribuirà a riportare il sistema vascolare alla normalità e neutralizzare i picchi di pressione dovuti allo stress..

    La tintura di biancospino supporta bene il lavoro del cuore con ipertensione. A volte è consigliabile utilizzare tranquillanti, antidepressivi, ipnotici, rigorosamente come indicato.

    Bloccanti del recettore dell'angiotensina

    Un altro nome per questo gruppo di medicinali è sartani. Sono caratterizzati da un'elevata efficienza. Di solito prendi 1 scheda. di notte, questo è sufficiente per fornire un controllo della pressione 24 ore su 24.

    Farmaci antipertensivi (elenco dei più efficaci della classe dei sartani):

    • Valsartan - 80 mg / giorno;
    • Telmisartan - 20 mg / giorno;
    • Irbesartan - 150 mg / giorno.

    L'azione di questi farmaci, così come l'azione degli ACE inibitori, è volta a ridurre il tono delle arterie e la loro espansione, che aiuta a normalizzare la pressione. Allo stesso tempo, i sartani non hanno un effetto collaterale così spiacevole come una tosse secca e fastidiosa, ma sono anche controindicati in gravidanza..

    Gli inibitori dell'angiotensina sono usati per il controllo continuo ea lungo termine della pressione sanguigna nell'ipertensione.

    Medicinali combinati

    Secondo la medicina basata sull'evidenza, le combinazioni a due componenti di farmaci antipertensivi sono abbastanza efficaci e ampiamente utilizzate.

    Combinazioni usate:

    • diuretici + ACE inibitori (Ipotiazide + Captopril);
    • diuretici + calcioantagonisti (ipotiazide + verapamil);
    • diuretici + sartani (ipotiazide + irbesartan);
    • sartani + calcioantagonisti (Valsartan + Amlodipina).

    Il dosaggio viene selezionato individualmente. L'uso simultaneo di sartani e ACE inibitori non è raccomandato.

    Vasodilatatori ad azione diretta

    Si distinguono per un'azione lieve e un moderato effetto vasodilatatore. Spesso utilizzato per iniezione.

    Farmaci antipertensivi (elenco di vasodilatatori ad azione diretta):

    • Dibazol (soluzione del 1%) - in / m, in / in - per abbassare rapidamente la pressione sanguigna;
    • Apressin - 20 mg / giorno.

    I vasodilatatori possono interferire con la circolazione cerebrale (cerebrale). Non è consigliabile utilizzare questi farmaci per l'aterosclerosi.

    Alfa bloccanti

    I farmaci della linea 2 sono usati raramente, di solito in combinazione con i farmaci della linea 1. Esaminano i recettori alfa-adrenergici, prevengono la vasocostrizione. Con un uso prolungato, possono causare insufficienza cardiaca e ridotta circolazione cerebrale, fino a un ictus.

    Rappresentanti del gruppo:

    • Zoxon;
    • Alfater;
    • Prazosin: riduce immediatamente bruscamente la pressione sanguigna.

    Il dosaggio dei farmaci è di 1–20 mg. I vantaggi di questi farmaci includono un miglioramento del metabolismo dei carboidrati e dei lipidi, che è importante per i pazienti con ipertensione e diabete concomitante..

    Farmaci antispastici

    Per ridurre il vasospasmo e la loro dilatazione durante l'esacerbazione dell'ipertensione, vengono utilizzati antispastici miotropici:

    • No-shpa - da 2 ml (40 mg);
    • Papaverina cloridrato - da 2 ml (20 mg).

    Utilizzato in / m per le crisi ipertensive.

    Preparazioni Rauwolfia

    Un gruppo di preparati a base di una pianta chiamata "snake rauwolfia". L'effetto terapeutico dell'uso di questi farmaci non arriva immediatamente, entro una settimana. Hanno effetti ipotensivi e antiaritmici.

    Effetti collaterali:

    • disturbi del sonno, insonnia;
    • ansia;
    • depressione;
    • broncospasmo;
    • nausea;
    • manifestazioni allergiche;
    • indebolimento della potenza;
    • tremore.

    Controindicazioni:

    • aterosclerosi;
    • epilessia;
    • depressione cronica;
    • processi ulcerativi nel tratto digestivo;
    • parkinsonismo;
    • insufficienza cardiaca.

    Farmaci Rauwolfia:

    • Reserpina - 0,05 mg / die, assunta in combinazione con diuretici (Reserpine + Hydrochlorothiazide);
    • Raunatin - preso secondo lo schema, a partire da 1 etichetta / giorno (2 mg), aumentare il dosaggio di 1 etichetta, portando a 6.

    I preparati Rauwolfia sono richiesti principalmente a causa del loro basso costo.

    Elenco dei farmaci antipertensivi di nuova generazione

    L'ultima generazione di farmaci antipertensivi presenta i seguenti vantaggi:

    • effetto prolungato (durata d'azione più lunga);
    • maggiore selettività;
    • effetti collaterali meno pronunciati.

    Elenco dei farmaci:

    • Calcigard retard (20 mg) - calcio antagonista;
    • Diroton (5 mg) - ACE inibitori;
    • Labetalol (5 mg / ml) - beta-bloccante;
    • Edarbi (40 mg) - Classe Sartan.

    L'ultima generazione di farmaci antipertensivi ha un effetto minore sulla funzione renale, capacità lavorativa e attività mentale, il che li rende più confortevoli nell'uso costante.

    L'ipertensione colpisce non solo i pazienti anziani, ma anche i giovani. Spesso, all'età di 30 anni, c'è un aumento persistente della pressione sanguigna. I farmaci antipertensivi aiutano parzialmente a risolvere questo problema, l'elenco di questi farmaci si sta espandendo, la loro efficacia aumenta..

    Una corretta alimentazione con restrizione di sale e grassi animali (come fonte di colesterolo cattivo), combinata con uno stile di vita attivo, è una prevenzione sufficiente dell'ipertensione e aiuterà ad evitare di prescrivere grandi quantità di farmaci.

    Design dell'articolo: Vladimir il Grande

    Video sui farmaci antipertensivi

    Farmacologia di base dei farmaci antipertensivi:


    Articolo Successivo
    Ipertrofia miocardica - segni e sintomi. Trattamento della cardiomiopatia ventricolare sinistra ipertrofica