Sistole ventricolari straordinarie: valutazione bassa, sintomi, trattamento


L'emergere di un focus patologico di eccitazione nel miocardio dei ventricoli con la formazione di contrazione prematura del cuore è chiamato extrasistole ventricolare. Possono verificarsi spesso in persone sane (5% dei casi).

Informazione Generale

I fattori che hanno causato lo sviluppo della malattia possono essere di origine fisiologica e patologica. Un aumento del tono del sistema simpatico-surrenale porta ad un aumento della comparsa di extrasistoli. I fattori fisiologici che influenzano questo tono includono l'uso di caffè, tè, alcol, stress e dipendenza da nicotina. Esistono numerose malattie che portano alla formazione di extrasistole:

  • malattia coronarica;
  • miocardite;
  • cardiomiopatia;
  • insufficienza cardiaca;
  • pericardite;
  • malattia ipertonica;
  • osteocondrosi del rachide cervicale;
  • prolasso dei lembi della valvola mitrale;
  • cardiopsiconeurosi.

Esiste una precisa relazione tra l'età del paziente, l'ora del giorno e la frequenza delle extrasistoli. Quindi, più spesso il tipo ventricolare è presente nelle persone di età superiore ai 45 anni. La dipendenza dai bioritmi giornalieri si manifesta nella registrazione di contrazioni cardiache straordinarie più nelle ore mattutine.

L'extrasistole ventricolare minaccia la vita del paziente. La sua formazione aumenta il rischio di arresto cardiaco improvviso o fibrillazione ventricolare.

Classificazioni

Esistono molte classificazioni di extrasistoli ventricolari. Ciascuno di essi si basa su un criterio. Dopo aver determinato l'appartenenza di una patologia all'uno o all'altro tipo, il medico stabilirà il livello del suo pericolo e il metodo di trattamento.

In quali sottogruppi è consuetudine suddividere le aritmie ventricolari con sistole straordinarie:

  • dalla forma del disturbo del ritmo (mono-, polimorfico, di gruppo);
  • dal numero di sorgenti (mono-, politopiche);
  • a seconda della frequenza del verificarsi (raro, raro, moderatamente raro, frequente, molto frequente);
  • per stabilità (stabile, instabile);
  • dal momento della comparsa (precoce, tardiva, interpolata);
  • secondo lo schema delle contrazioni (disordinate, ordinate);
  • Classificazione bassa e più ampia di extrasistoli ventricolari.

Gli extrasistoli ventricolari ordinati formano uno speciale modello di sviluppo, in base al quale viene determinato il loro nome. La bigemenia è chiamata contrazione straordinaria dei ventricoli, che viene registrata ogni secondo ciclo cardiaco normale, trigemenia - ogni tre, quadrigimenia - ogni quattro.

Graduazione degli extrasistoli ventricolari secondo Lown-Wolf

Nella comunità medica, la classificazione più comune dei battiti prematuri ventricolari secondo Lown.

La sua ultima modifica risale al 1975, ma non ha ancora perso la sua rilevanza e contiene le seguenti classi:

  • 0 (nessuna aritmia);
  • 1 (extrasistoli inferiori a 30 / ora, da una fonte e una forma);
  • 2 (una fonte e una forma, 30 o più extrasistoli all'ora);
  • 3 (extrasistoli multifocali);
  • 4a (extrasistoli accoppiati da un focus);
  • 4b (extrasistoli polimorfici, accompagnati da altre aritmie - fibrillazione / flutter ventricolare, parossismo da tachicardia);
  • 5 (extrasistoli precoci "tipo R a T").

Il meccanismo di sviluppo degli extrasistoli può differire. Ce ne sono due principali: reciproci e automatici. Le aritmie reciproche si verificano durante la formazione di un circolo vizioso di eccitazione intraventricolare, il cosiddetto meccanismo di "rientro". La sua essenza sta nell'interrompere il passaggio di un segnale normale, che è associato alla presenza di almeno due modi di condurre un impulso. In questo caso, per uno di loro, il segnale è ritardato, il che provoca la formazione di una contrazione straordinaria. Questo meccanismo gioca un ruolo nella formazione di aritmie come il parossismo della tachicardia ventricolare e delle extrasistoli, la sindrome di Wolff-Parkinson-White, la fibrillazione atriale / ventricolare. Un focolaio ectopico di eccitazione può verificarsi con una maggiore automazione delle cellule del pacemaker del cuore. Le aritmie con un tale meccanismo di sviluppo sono chiamate automatiche.

Classificazione più ampia degli extrasistoli

La classificazione di Bigger prevede la formazione di gruppi di pazienti in base al grado di aumento del rischio di complicanze.

Include il seguente corso di extrasistole:

  • maligno;
  • potenzialmente maligno;
  • benigno.

Con extrasistoli benigni, il rischio di complicanze è estremamente basso. Inoltre, tali pazienti non presentano segni di patologia cardiovascolare nell'anamnesi e durante l'esame (frazione di eiezione normale del ventricolo sinistro, assenza di ipertrofia o alterazioni cicatriziali del miocardio). La frequenza delle extrasistoli ventricolari non supera i 10 all'ora e non esiste un quadro clinico di tachicardia ventricolare parossistica.

Un decorso potenzialmente maligno della malattia è caratterizzato da un rischio da moderato a basso di morte improvvisa. L'esame rivela cambiamenti strutturali nel cuore nella fase di compensazione. All'ecografia del cuore si determina una diminuzione della frazione di eiezione del ventricolo sinistro (30-55%) e la presenza di una cicatrice o di un'ipertrofia miocardica. I pazienti lamentano una sensazione di interruzioni nel lavoro del cuore, accompagnata da episodi a breve termine di tachicardia ventricolare (fino a 30 secondi).

Le extrasistoli maligne sono quelle la cui manifestazione provoca un disturbo del benessere generale del paziente (palpitazioni, svenimenti, segni di arresto cardiaco). I pazienti hanno una diminuzione critica della frazione di eiezione - meno del 30%. Si nota anche tachicardia ventricolare persistente..

Le ecstasystole ventricolari più pericolose includono 3 gradazioni nella classificazione Lown - gradi 4a, 4b e 5.

Manifestazioni cliniche

Nella maggior parte dei pazienti, in assenza di lesioni del sistema cardiovascolare e nervoso, l'extrasistole è latente. Non ci sono reclami specifici inerenti alla malattia. Il suo quadro clinico pronunciato è solitamente rappresentato dai seguenti sintomi:

  • debolezza;
  • irritabilità
  • vertigini / mal di testa;
  • fastidio al petto (dolore, formicolio, pesantezza);
  • una sensazione di affondare il cuore
  • spingere nel petto con frequenti extrasistoli;
  • aritmia del polso;
  • sensazione di pulsazione delle vene del collo;
  • dispnea.

La presenza di patologie cardiache concomitanti aggrava il decorso della malattia.

Diagnostica

La diagnosi si basa sui risultati della raccolta dei reclami, sulla storia dello sviluppo e della vita del paziente, sui dati di un esame completo e su ulteriori studi. Valutando le condizioni del paziente, il medico presta attenzione all'aumento della pulsazione delle vene cervicali, ai cambiamenti nell'onda del polso e al quadro auscultatorio dei suoni cardiaci. Dai test di laboratorio viene prescritto un set standard (esami generali del sangue e delle urine, glicemia e analisi del sangue biochimiche), nonché un'analisi per gli ormoni tiroidei e ipofisari.

Per ottenere una formulazione accurata della diagnosi, un criterio obbligatorio è il risultato di un ECG e di un monitoraggio Holter giornaliero. Utilizzando questi metodi, è possibile stabilire con precisione la fonte del focus patologico, la frequenza delle extrasistoli, il numero e la relazione con il carico. Echo-KG viene eseguito per identificare la frazione di eiezione ventricolare sinistra e la presenza / assenza di cambiamenti strutturali nel cuore. Se la diagnosi della malattia è difficile, è possibile prescrivere risonanza magnetica, TC, angiografia.

Trattamento

Se non ci sono reclami da parte del paziente, con un decorso benigno di extrasistole, viene mostrata solo l'osservazione dello stato del sistema cardiovascolare. Si raccomanda a tali pazienti di sottoporsi a esame 2 volte l'anno con registrazione ECG obbligatoria. La tattica di gestione del paziente dipende dal numero di extrasistoli al giorno, dal decorso della malattia, dalla presenza di patologie concomitanti. Il dosaggio dei farmaci viene selezionato individualmente dal medico curante.

I farmaci antiaritmici sono suddivisi in 5 classi:

  • 1а - bloccanti dei canali Na + ("Procainamide", "Disopyramide");
  • 1c - attivatori dei canali K + ("Difenin", "Lidocaine");
  • 1c - bloccanti dei canali Na + (Flecainide, Propafenone);
  • 2 - beta-bloccanti ("Metaprolol", "Propranolol");
  • 3 - bloccanti dei canali K + ("Amiodarone", "Ibutilide");
  • 4 - bloccanti di Ca 2+ -canali ("Diltiazem", "Verapamil");
  • 5 - Altri farmaci con azione antiaritmica (glicosidi cardiaci, calcio, preparati di magnesio).

Con l'extrasistole ventricolare, i farmaci di classe 2 sono ampiamente utilizzati. Aiutano a ridurre i sintomi dell'aritmia e hanno anche un effetto positivo sulla qualità della vita dei pazienti..

Studi scientifici hanno dimostrato che i bloccanti dei recettori beta-adrenergici migliorano la prognosi del rischio di morte cardiaca nei pazienti con patologia cardiovascolare..

L'extrasistole ventricolare persistente secondo Lown, non suscettibile di trattamento farmacologico, richiede un intervento chirurgico. Per il successo dell'operazione, è necessario conoscere esattamente il fulcro dell'attività patologica. Nel determinarlo, i pazienti vengono sottoposti a impianto di defibrillatori cardioverter o ablazione transcatetere a radiofrequenza.

Classificazione Luna degli extrasistoli ventricolari

Istruzione superiore:

Kabardino-Balkarian State University dal nome H.M. Berbekova, Facoltà di Medicina (KBSU)

Livello di istruzione - Specialista

Istruzione aggiuntiva:

"Cardiologia"

GOU "Istituto per la formazione avanzata dei medici" del Ministero della salute e dello sviluppo sociale della Chuvashia

Uno dei tipi di aritmie è l'extrasistole, quando si verifica una contrazione straordinaria tra i battiti ritmici. In questo caso, l'impulso è generato non dal nodo del seno (il primo pacemaker), ma dal fascio conduttivo delle fibre His o Purkinje. Le contrazioni straordinarie di diverse parti del cuore si riscontrano durante il monitoraggio elettrocardiografico quotidiano in quasi la metà e all'età dopo i 50 anni - in tutti i pazienti. Per la maggior parte dei giovani, è funzionale, non influisce sulla salute e non si manifesta clinicamente. La situazione è diversa con i cambiamenti patologici nel muscolo cardiaco. Esiste una classificazione internazionale degli extrasistoli, che consente di determinare la gravità della malattia e la sua prognosi.

Chi ha extrasistole ventricolare

L'extrasistole ventricolare patologica (VES) è registrata nella stragrande maggioranza dei pazienti che hanno avuto un infarto miocardico. La base organica della VES è il danno miocardico ischemico e infiammatorio. L'extrasistole accompagna cardiomiopatia, insufficienza cardiaca, ipertensione arteriosa e altre patologie cardiache.

Funzionale (i medici lo chiamano idiopatico) VES è il risultato di dipendenze da alcol e fumo. Si verifica nei bevitori di caffè ed è anche il risultato dello stress. Questi fattori portano ad un aumento del tono del sistema simpatico-surrenale, che a sua volta interrompe il ritmo cardiaco. L'extrasistole idiopatica dei ventricoli è caratteristica della VVD con una predominanza del tono del sistema nervoso parasimpatico e per l'osteocondrosi cervicale. La VES riflessa si manifesta quando le funzioni della cistifellea o dell'ernia del diaframma sono disfunzionali. Singole contrazioni straordinarie sono possibili nelle persone sullo sfondo della piena salute.

La natura iatrogena della VES è una reazione al trattamento con alcuni farmaci o al loro sovradosaggio. Questi sono farmaci per aritmie, stimolanti dei recettori adrenergici, diuretici, glicosidi cardiaci, antidepressivi e altri..

Classificazione degli extrasistoli ventricolari

In determinate circostanze, l'extrasistole ventricolare causa una forma grave di aritmia - tachicardia ventricolare, che si trasforma in fibrillazione. Questa condizione è la causa più comune di morte coronarica improvvisa..

Bassa classificazione

La classificazione VEB è cambiata più volte per seguire le esigenze diagnostiche e prognostiche. Gli extrasistoli in essi erano distribuiti secondo valori quantitativi, in base al luogo e alla frequenza di occorrenza. Per circa 15 anni in cardiologia hanno utilizzato la classificazione degli extrasistoli ventricolari secondo Lown e Wolf (B. Lown e M. Wolf). Lo hanno proposto per la graduazione delle extrasistoli gastriche nei pazienti postinfarto. Dopo alcuni anni, è stato adattato per pazienti senza una storia di infarto..

Questa classificazione riflette i segni quantitativi e morfologici della VES (in base ai risultati dell'ECG delle 24 ore):

ClasseCaratteristiche dei battiti prematuri ventricolari
0Le abbreviazioni straordinarie non vengono registrate
1Meno di 30 extrasistoli singoli in 60 minuti durante il giorno
2Più di 30 extrasistoli singoli durante ogni ora di monitoraggio
3Ci sono contrazioni straordinarie che si verificano in diversi focolai di eccitazione (polimorfici)
4ACi sono due extrasistoli di fila che emanano da un fuoco di eccitazione (monomorfico)
4BSono presenti extrasistoli polimorfici accoppiati
cinqueCi sono 3-5 VES polimorfe che passano in un sorso, è possibile la registrazione della tachicardia ventricolare parossistica

Secondo la classificazione di Laun, la classe 1 è una condizione non pericolosa, piuttosto considerata come un disturbo funzionale senza disturbi della circolazione e segni clinici. A partire dal grado 2, i battiti prematuri ventricolari hanno una prognosi sfavorevole, essendo associati a un aumentato rischio di sviluppare fibrillazione e arresto cardiaco.

Gradazione degli extrasistoli per luogo, tempo e frequenza di occorrenza

Esiste una classificazione dell'extrasistole ventricolare in base al luogo di origine degli impulsi e al numero di focolai di eccitazione:

  • gli extrasistoli che emanano da un fuoco sono chiamati monotopici;
  • Gli ZhES, originati da diversi fuochi, sono politopici;
  • l'extrasistole è ventricolare destro;
  • extrasistole ventricolare sinistro.

A seconda del momento in cui si verificano, gli extrasistoli ventricolari sono suddivisi in precoci (registrati all'inizio della diastole), interpolati, che appaiono nel mezzo tra due battiti e tardivi, che si verificano alla fine della diastole. Le prime contrazioni straordinarie sulla base dell'ECG sono chiamate "R su T" (sovrapposizione di due denti uno sopra l'altro). Sono causati da cambiamenti organici nel miocardio. Secondo Lown, questo tipo di extrasistole ventricolare è classificato di grado 5.

In cardiologia esiste il concetto di una "norma" giornaliera statistica di VES con la loro buona tolleranza. Una tale norma è assente per le prime extrasistoli - non dovrebbe esistere affatto. Media o interpolata: questa è la parte più grande del LES (fino all'80%). Il suo indicatore normale medio è considerato fino a 200 contrazioni straordinarie al giorno. Le extrasistoli tardive sono quasi sovrapposte alla successiva contrazione normale. La loro quantità giornaliera consentita è fino a 700. Oggi, la comunità medica utilizza il R.J. Myerburg, che riflette la forma e la frequenza degli extrasistoli ventricolari:

Per frequenzaPer morfologia
1meno di 1 in 60 minuti - raro;UNSolitario da un focolare
21-9 all'ora - poco frequente;BIsolato da diversi fuochi
310-30 all'ora - moderatamente frequente;CAccoppiato
431-60 all'ora - frequente;DTachicardia ventricolare instabile
cinquepiù di 60 l'ora - molto frequente.ETachicardia ventricolare persistente

Classificazione delle opzioni VES

In alcuni casi, i ritmi ectopici si verificano a intervalli regolari. Questo è un disturbo persistente chiamato allorritmia. Il rapporto tra extrasistoli e il numero di contrazioni successive è classificato:

  • bigeminia: la comparsa di extrasistoli dopo ogni contrazione regolare (rapporto 1: 1);
  • trigeminia - ogni due contrazioni normali (1: 2);
  • quadrigeminia - dopo ogni tre contrazioni normali (1: 3);
  • verso: due extrasistoli accoppiati;
  • tachicardia ventricolare instabile (o breve periodo di tachicardia ventricolare) - tre o più extrasistoli consecutivi.

Le alloritmie caratterizzano lo stato post-infarto, si verificano con difetti valvolari e alterazioni cicatriziali nel muscolo cardiaco. In assenza di difetti organici del miocardio, una possibile causa può essere la distonia vegetativa-vascolare..

Classificazione predittiva dei battiti prematuri ventricolari

La classificazione predittiva dei VEB è importante per valutare il rischio di sviluppare altre malattie cardiache e il loro esito:

Criteri di valutazioneVES benignoVES potenzialmente malignoVES maligna
Morte cardiaca improvvisaA basso rischioRischio da basso a moderatoAlto rischio
Danno cardiaco organicoNo
Volume di eiezione ventricolare sinistroNormaleModeratamente ridottoSignificativamente ridotto
Frequenza LESMinoreModerareSignificativo
ZhES accoppiatoNo
Tachicardia ventricolare persistenteNoNo
Disturbi emodinamiciNoModerareEspresso
Segni cliniciBattito cardiaco rilevato durante l'esame di routineBattito cardiaco rilevato durante l'esame di routinePalpitazioni, storia di perdita di coscienza a breve termine o arresto cardiaco

L'extrasistole ventricolare benigna in assenza di cambiamenti organici nel miocardio non minaccia la vita del paziente. Il trattamento della forma potenzialmente maligna e maligna di VEB ha lo scopo di prevenire lo sviluppo di aritmie gravi che causano morte coronarica improvvisa. Secondo le statistiche mediche, forme pericolose per la vita di extrasistole ventricolare sono osservate nelle persone sopra i 50 anni e il rischio di complicanze aumenta con l'età..

Classificazione lunare degli extrasistoli

Sistole ventricolari straordinarie: gradazione bassa, sintomi, trattamento - MedPath.ru

L'emergere di un focus patologico di eccitazione nel miocardio dei ventricoli con la formazione di contrazione prematura del cuore è chiamato extrasistole ventricolare. Possono verificarsi spesso in persone sane (5% dei casi).

Informazione Generale

I fattori che hanno causato lo sviluppo della malattia possono essere di origine fisiologica e patologica. Un aumento del tono del sistema simpatico-surrenale porta ad un aumento della comparsa di extrasistoli. I fattori fisiologici che influenzano questo tono includono l'uso di caffè, tè, alcol, stress e dipendenza da nicotina. Esistono numerose malattie che portano alla formazione di extrasistole:

  • malattia coronarica;
  • miocardite;
  • cardiomiopatia;
  • insufficienza cardiaca;
  • pericardite;
  • malattia ipertonica;
  • osteocondrosi del rachide cervicale;
  • prolasso dei lembi della valvola mitrale;
  • cardiopsiconeurosi.

Esiste una precisa relazione tra l'età del paziente, l'ora del giorno e la frequenza delle extrasistoli. Quindi, più spesso il tipo ventricolare è presente nelle persone di età superiore ai 45 anni. La dipendenza dai bioritmi giornalieri si manifesta nella registrazione di contrazioni cardiache straordinarie più nelle ore mattutine.

L'extrasistole ventricolare minaccia la vita del paziente. La sua formazione aumenta il rischio di arresto cardiaco improvviso o fibrillazione ventricolare.

Classificazioni

Esistono molte classificazioni di extrasistoli ventricolari. Ciascuno di essi si basa su un criterio. Dopo aver determinato l'appartenenza di una patologia all'uno o all'altro tipo, il medico stabilirà il livello del suo pericolo e il metodo di trattamento.

In quali sottogruppi è consuetudine suddividere le aritmie ventricolari con sistole straordinarie:

  • dalla forma del disturbo del ritmo (mono-, polimorfico, di gruppo);
  • dal numero di sorgenti (mono-, politopiche);
  • a seconda della frequenza del verificarsi (raro, raro, moderatamente raro, frequente, molto frequente);
  • per stabilità (stabile, instabile);
  • dal momento della comparsa (precoce, tardiva, interpolata);
  • secondo lo schema delle contrazioni (disordinate, ordinate);
  • Classificazione bassa e più ampia di extrasistoli ventricolari.

Gli extrasistoli ventricolari ordinati formano uno speciale modello di sviluppo, in base al quale viene determinato il loro nome. La bigemenia è chiamata contrazione straordinaria dei ventricoli, che viene registrata ogni secondo ciclo cardiaco normale, trigemenia - ogni tre, quadrigimenia - ogni quattro.

Graduazione degli extrasistoli ventricolari secondo Lown-Wolf

Nella comunità medica, la classificazione più comune dei battiti prematuri ventricolari secondo Lown.

La sua ultima modifica risale al 1975, ma non ha ancora perso la sua rilevanza e contiene le seguenti classi:

  • 0 (nessuna aritmia);
  • 1 (extrasistoli inferiori a 30 / ora, da una fonte e una forma);
  • 2 (una fonte e una forma, 30 o più extrasistoli all'ora);
  • 3 (extrasistoli multifocali);
  • 4a (extrasistoli accoppiati da un focus);
  • 4b (extrasistoli polimorfici, accompagnati da altre aritmie - fibrillazione / flutter ventricolare, parossismo da tachicardia);
  • 5 (extrasistoli precoci "tipo R a T").

Il meccanismo di sviluppo degli extrasistoli può differire. Ce ne sono due principali: reciproci e automatici. Le aritmie reciproche si verificano durante la formazione di un circolo vizioso di eccitazione intraventricolare, il cosiddetto meccanismo di "rientro".

La sua essenza sta nell'interrompere il passaggio di un segnale normale, che è associato alla presenza di almeno due modi di condurre un impulso. In questo caso, per uno di loro, il segnale è ritardato, il che provoca la formazione di una contrazione straordinaria.

Questo meccanismo ha un ruolo nella formazione di aritmie come il parossismo della tachicardia ventricolare e delle extrasistoli, la sindrome di Wolff-Parkinson-White, la fibrillazione atriale / ventricolare.

Un focolaio ectopico di eccitazione può verificarsi con una maggiore automazione delle cellule del pacemaker del cuore. Le aritmie con un tale meccanismo di sviluppo sono chiamate automatiche.

Classificazione più ampia degli extrasistoli

La classificazione di Bigger prevede la formazione di gruppi di pazienti in base al grado di aumento del rischio di complicanze.

Include il seguente corso di extrasistole:

  • maligno;
  • potenzialmente maligno;
  • benigno.

Con extrasistoli benigni, il rischio di complicanze è estremamente basso.

Inoltre, tali pazienti non hanno segni di patologia cardiovascolare nell'anamnesi e durante l'esame (frazione di eiezione normale del ventricolo sinistro, assenza di ipertrofia o alterazioni cicatriziali del miocardio).

La frequenza delle extrasistoli ventricolari non supera i 10 all'ora e non esiste un quadro clinico di tachicardia ventricolare parossistica.

Un decorso potenzialmente maligno della malattia è caratterizzato da un rischio da moderato a basso di morte improvvisa. L'esame rivela cambiamenti strutturali nel cuore nella fase di compensazione.

L'ecografia del cuore determina una diminuzione della frazione di eiezione del ventricolo sinistro (30-55%) e la presenza di una cicatrice o di un'ipertrofia miocardica.

I pazienti lamentano una sensazione di interruzioni nel lavoro del cuore, accompagnata da episodi a breve termine di tachicardia ventricolare (fino a 30 secondi).

Le extrasistoli maligne sono quelle la cui manifestazione provoca un disturbo del benessere generale del paziente (palpitazioni, svenimenti, segni di arresto cardiaco). I pazienti hanno una diminuzione critica della frazione di eiezione - meno del 30%. Si nota anche tachicardia ventricolare persistente..

Le ecstasystole ventricolari più pericolose includono 3 gradazioni nella classificazione Lown - gradi 4a, 4b e 5.

Manifestazioni cliniche

Nella maggior parte dei pazienti, in assenza di lesioni del sistema cardiovascolare e nervoso, l'extrasistole è latente. Non ci sono reclami specifici inerenti alla malattia. Il suo quadro clinico pronunciato è solitamente rappresentato dai seguenti sintomi:

  • debolezza;
  • irritabilità
  • vertigini / mal di testa;
  • fastidio al petto (dolore, formicolio, pesantezza);
  • una sensazione di affondare il cuore
  • spingere nel petto con frequenti extrasistoli;
  • aritmia del polso;
  • sensazione di pulsazione delle vene del collo;
  • dispnea.

La presenza di patologie cardiache concomitanti aggrava il decorso della malattia.

Diagnostica

La diagnosi si basa sui risultati della raccolta dei reclami, sulla storia dello sviluppo e della vita del paziente, sui dati di un esame completo e su ulteriori studi.

Valutando le condizioni del paziente, il medico presta attenzione all'aumento della pulsazione delle vene cervicali, ai cambiamenti nell'onda del polso e al quadro auscultatorio dei suoni cardiaci.

Dai test di laboratorio viene prescritto un set standard (esami generali del sangue e delle urine, glicemia e analisi del sangue biochimiche), nonché un'analisi per gli ormoni tiroidei e ipofisari.

Articolo correlato: un'ecografia può non mostrare i gemelli

Per ottenere una formulazione accurata della diagnosi, un criterio obbligatorio è il risultato di un ECG e di un monitoraggio Holter giornaliero..

Utilizzando questi metodi, è possibile stabilire con precisione la fonte del focus patologico, la frequenza delle extrasistoli, il numero e la relazione con il carico. L'eco-CG viene eseguito per rilevare la frazione di eiezione ventricolare sinistra e la presenza / assenza di cambiamenti strutturali nel cuore.

Se la diagnosi della malattia è difficile, è possibile prescrivere risonanza magnetica, TC, angiografia.

Trattamento

Se non ci sono lamentele del paziente, con un decorso benigno di extrasistole, viene mostrata solo l'osservazione dello stato del sistema cardiovascolare.

Si raccomanda a tali pazienti di sottoporsi a esame 2 volte l'anno con registrazione ECG obbligatoria. La tattica di gestione del paziente dipende dal numero di extrasistoli al giorno, dal decorso della malattia, dalla presenza di patologie concomitanti.

Il dosaggio dei farmaci viene selezionato individualmente dal medico curante.

I farmaci antiaritmici sono suddivisi in 5 classi:

  • 1а - bloccanti dei canali Na + ("Procainamide", "Disopyramide");
  • 1c - attivatori dei canali K + ("Difenin", "Lidocaine");
  • 1c - bloccanti dei canali Na + (Flecainide, Propafenone);
  • 2 - beta-bloccanti ("Metaprolol", "Propranolol");
  • 3 - bloccanti dei canali K + ("Amiodarone", "Ibutilide");
  • 4 - bloccanti di Ca2 + -canali ("Diltiazem", "Verapamil");
  • 5 - Altri farmaci con azione antiaritmica (glicosidi cardiaci, calcio, preparati di magnesio).

Con l'extrasistole ventricolare, i farmaci di classe 2 sono ampiamente utilizzati. Aiutano a ridurre i sintomi dell'aritmia e hanno anche un effetto positivo sulla qualità della vita dei pazienti..

Studi scientifici hanno dimostrato che i bloccanti dei recettori beta-adrenergici migliorano la prognosi del rischio di morte cardiaca nei pazienti con patologia cardiovascolare..

L'extrasistole ventricolare persistente secondo Lown, non suscettibile di trattamento farmacologico, richiede un intervento chirurgico. Per il successo dell'operazione, è necessario conoscere esattamente il fulcro dell'attività patologica. Nel determinarlo, i pazienti vengono sottoposti a impianto di defibrillatori cardioverter o ablazione transcatetere a radiofrequenza.

Extrasistoli sulla luna

1-raro, monomorfico (fino a 30 all'ora);

2-frequente, monotopico (più di 30 all'ora);

4B - salvo (jogging VT da 3 o più complessi);

5- presto ("R a T").

Classificazione più ampia:

Benigno - nessuna storia di svenimento: di solito nessuna malattia cardiaca (inclusa cicatrice postinfartuale e ipertrofia miocardica superiore a 14 mm), frequenza di PVC 1-10 all'ora, TV assente.

Informazioni relative a "Battiti prematuri ventricolari"

extrasistoli ventricolari, blocco di branca sinistro, aritmie, di regola, non sono fatali. ELETTROCARDIOGRAFIA, i tipici cambiamenti dell'ECG nei pazienti con DCM non si osservano, tuttavia, ci sono una serie di segni elettrocardiografici che, insieme all'analisi dei dati dell'esame clinico, possono essere utilizzati nella diagnostica. Per la diagnosi precoce di DCM, potrebbero esserci

scompenso ventricolare. IMMAGINE CLINICA DEL RECLAMO Dipende dallo stadio di sviluppo del difetto e dal grado di risarcimento. Se la stenosi mitralica non è pronunciata in modo netto ed è compensata dall'iperfunzione atriale sinistra, i pazienti potrebbero non lamentarsi. Con un aumento della pressione nella circolazione polmonare nella fase dell'ipertensione polmonare passiva, durante l'attività fisica compaiono disturbi di mancanza di respiro

ventricoli di origine non miocardica (pericardite, tumori mediastinici, ecc.). Il principale fattore eziologico è ancora la cardiopatia ischemica (50%), l'ipertensione arteriosa (30%), cardiomiopatie e difetti valvolari (12%), miocardite (6%) e altri (2%). (Diapositiva 2) La diapositiva mostra l'incidenza di varie patologie in pazienti con scompenso cardiaco secondo

pressione ventricolare e periodo di trasformazione. L'esame a raggi X con miocardite focale senza insufficienza cardiaca potrebbe non rivelare cambiamenti significativi nel cuore. L'osservazione dinamica consente di notare un aumento del ventricolo sinistro e una diminuzione della sua capacità propulsiva, che viene rilevata in modo particolarmente chiaro utilizzando i raggi X o l'elettrochimografia. In casi di grave

giunzione ventricolare e ventricoli. L'emergenza di extrasistoli è spiegata dalla comparsa di un focolaio ectopico dell'attività trigger, nonché dall'esistenza del meccanismo di rientro. La relazione temporale dei complessi straordinario e normale caratterizza l'intervallo di legame. • Classificazione • Extrasistoli monotoni - una fonte di occorrenza, intervallo di accoppiamento costante nello stesso

ventricoli. Frequenza cardiaca -> 100 bpm.

Eziologia • GI acquisito • IHD • MI • Cardiosclerosi postinfarto • Aneurisma ventricolare sinistro • Cardiomiopatia alcolica • Miocardite • Difetti cardiaci • Cardiomiopatia • Avvelenamento da glicosidi cardiaci • Ipokaliemia • Ipercalcemia • Presenza di un catetere nel cuore del ventricolo • Pore sacro ventricolare valvola • Patogenesi.

ventricolare. Le extrasistoli sopraventricolari (atriali e atrioventricolari) e ventricolari possono verificarsi sia con lesioni organiche del miocardio che senza malattie cardiache. Il quadro clinico. Nella prima fase della ricerca diagnostica, un paziente con indubbia extrasistole potrebbe non rivelare alcun reclamo e l'extrasistole verrà diagnosticata nelle fasi successive dello studio.

ventricoli, ecc..

A volte l'MA si verifica anche senza patologia visibile dal cuore e da altri organi e sistemi (MA idiopatica); alcuni di questi pazienti hanno focolai ectopici permanenti negli orifizi delle vene polmonari, che "innescano" l'MA. All'origine della MA, è importante anche una predisposizione ereditaria. La patogenesi dell'MA è spiegata usando la teoria del rientro (microreingresso con un cerchio principale di eccitazione e

setto ventricolare, base della valvola aortica). Un aumento del tono del nervo vago (riflesso e farmaci) gioca un certo ruolo. Patogenesi. Il deterioramento della conduzione AV può verificarsi a livello del nodo AV e del tronco del fascio AV (fascio His) - il blocco intranodale - e al di sotto di esso, nel sistema peduncolare del fascio His - il blocco infranodale. Con un blocco intranodale, un semplice

setto ventricolare (25% di tutte le lesioni). Patogenesi. Nella patogenesi dell'infarto miocardico, il ruolo principale appartiene alla cessazione del flusso sanguigno nell'area del muscolo cardiaco, che porta a danni al miocardio, alla sua necrosi e al deterioramento dell'attività vitale della zona peri-infarto (Schema 12). La necrosi miocardica si manifesta con sindrome da riassorbimento-necrotica (dati di laboratorio, aumento della temperatura corporea) e

Gradazione degli extrasistoli ventricolari secondo Lown

Gradazione di extrasistole ventricolare bassa - Sezione di istruzione, Dipartimento della salute utilizzato per la valutazione predittiva delle extrasistoli ventricolari nei reparti e.

Utilizzato per la valutazione predittiva delle extrasistoli ventricolari nei reparti di terapia intensiva in pazienti con malattia coronarica.

0 - ekstrasistoli ventricolari sono assenti;

1 - 30 o meno battiti prematuri ventricolari all'ora;

2 -> 30 extrasistoli ventricolari all'ora;

3 - extrasistoli ventricolari polimorfici (politopici);

4A - extrasistoli accoppiati;

4B - 3 di fila e> extrasistoli ventricolari (brevi episodi di parossismi di tachicardia ventricolare);

5 - extrasistoli ventricolari del tipo "da R a T";

Le extrasistoli minacciose sono considerate 3-5 gradazioni, poiché la probabilità di fibrillazione ventricolare e tachicardia ventricolare è alta.

Classificazione delle aritmie sopraventricolari

Breve descrizione

Battiti prematuri ventricolari (PVC) - eccitazione e contrazione prematura dei ventricoli, causate da un focus eterotopico dell'automatismo nel miocardio ventricolare. L'extrasistole ventricolare si basa sui meccanismi di rientro e post-depolarizzazione nei focolai ectopici dei rami del fascio di His e delle fibre di Purkinje.

Eziologia. Vedi extrasistole.

ECG - identificazione • Non c'è onda P davanti al complesso QRS • Il complesso QRS è allargato e deformato, la durata è di 0,12 s • Il segmento ST accorciato e l'onda T si trovano in modo discordante rispetto all'onda principale del complesso QRS • Pausa compensatoria completa (la somma degli intervalli pre-ectopico e postectopico è due intervalli R - R ritmo sinusale)

Gradazione degli extrasistoli ventricolari (secondo Lown, 1977) • I - extrasistoli monotopici rari (fino a 30 extrasistoli per ogni ora di monitoraggio) • II - PVC monotopici frequenti (oltre 30 extrasistoli) • III - PVC politopici • IVa - extrasistoli accoppiati • IVb - PVC di gruppo • V - primi PVC "R to T".

Trattamento • Trattamento della malattia sottostante • Indicazioni per la terapia farmacologica - vedere.

Extrasistole • Correzione degli elettroliti (potassio, magnesio) • Terapia farmacologica •• Propafenone 150 mg 3 r / die •• Etatsizin 1 compressa 3 volte / die •• Sotalolo 80 mg 2 r / die (fino a 240-320 mg / die ) •• Lappaconitina bromidrato 25 mg 3 r / giorno •• Amiodarone 800-1600 mg / giorno per 1-3 settimane fino al raggiungimento dell'effetto; dose di mantenimento - di solito 200 mg / die •• Propranololo 10–40 mg 3-4 r / die • I farmaci antiaritmici della classe IC con uso prolungato aumentano la mortalità nei pazienti dopo infarto miocardico e con bassa funzione contrattile del miocardio.

Riduzione. PVC - battiti prematuri ventricolari.

ICD-10 • I49.3 Depolarizzazione ventricolare prematura

Medicinali e medicinali sono usati per il trattamento e / o la prevenzione dell '"extrasistole ventricolare"

Gruppo / i farmacologico / i del farmaco.

Classificazione degli extrasistoli per numero, luogo, forma, frequenza e tempo di occorrenza

Istruzione aggiuntiva:

"Cardiologia"

GOU "Istituto per la formazione avanzata dei medici" del Ministero della salute e dello sviluppo sociale della Chuvashia

Uno dei tipi di aritmie è l'extrasistole, quando si verifica una contrazione straordinaria tra i battiti ritmici. In questo caso, l'impulso è generato non dal nodo del seno (il primo pacemaker), ma dal fascio conduttivo delle fibre His o Purkinje.

Le contrazioni straordinarie di diverse parti del cuore si riscontrano durante il monitoraggio elettrocardiografico quotidiano in quasi la metà e all'età dopo i 50 anni - in tutti i pazienti. Nella maggior parte dei giovani è funzionale, non influisce sulla salute e non si manifesta clinicamente..

La situazione è diversa con i cambiamenti patologici nel muscolo cardiaco. Esiste una classificazione internazionale degli extrasistoli, che consente di determinare la gravità della malattia e la sua prognosi.

Chi ha extrasistole ventricolare

L'extrasistole ventricolare patologica (VES) è registrata nella stragrande maggioranza dei pazienti che hanno avuto un infarto miocardico. La base organica della VES è il danno miocardico ischemico e infiammatorio. L'extrasistole accompagna cardiomiopatia, insufficienza cardiaca, ipertensione arteriosa e altre patologie cardiache.

Funzionale (i medici lo chiamano idiopatico) VES è il risultato di dipendenze da alcol e fumo. Si verifica nei bevitori di caffè ed è anche il risultato dello stress. Questi fattori portano ad un aumento del tono del sistema simpatico-surrenale, che a sua volta interrompe il ritmo cardiaco..

L'extrasistole idiopatica dei ventricoli è caratteristica della VVD con una predominanza del tono del sistema nervoso parasimpatico e per l'osteocondrosi cervicale. Il tratto gastrointestinale riflessivo si manifesta con disfunzione della cistifellea o ernia del diaframma.

Singole contrazioni straordinarie sono possibili nelle persone sullo sfondo della piena salute.

La natura iatrogena della VES è una reazione al trattamento con alcuni farmaci o al loro sovradosaggio. Questi sono farmaci per aritmie, stimolanti dei recettori adrenergici, diuretici, glicosidi cardiaci, antidepressivi e altri..

Classificazione degli extrasistoli ventricolari

In determinate circostanze, l'extrasistole ventricolare causa una forma grave di aritmia - tachicardia ventricolare, che si trasforma in fibrillazione. Questa condizione è la causa più comune di morte coronarica improvvisa..

Bassa classificazione

La classificazione VEB è cambiata più volte per seguire le esigenze diagnostiche e prognostiche. Gli extrasistoli in essi erano distribuiti secondo valori quantitativi, in base al luogo e alla frequenza di occorrenza.

Per circa 15 anni in cardiologia hanno utilizzato la classificazione degli extrasistoli ventricolari secondo Lown e Wolf (B. Lown e M. Wolf). Lo hanno proposto per la graduazione delle extrasistoli gastriche nei pazienti postinfarto..

Dopo alcuni anni, è stato adattato per pazienti senza una storia di infarto..

Questa classificazione riflette i segni quantitativi e morfologici della VES (in base ai risultati dell'ECG delle 24 ore):

Classe Caratteristica dei battiti prematuri ventricolari
0Le abbreviazioni straordinarie non vengono registrate
1Meno di 30 extrasistoli singoli in 60 minuti durante il giorno
2Più di 30 extrasistoli singoli durante ogni ora di monitoraggio
3Ci sono contrazioni straordinarie che si verificano in diversi focolai di eccitazione (polimorfici)
4ACi sono due extrasistoli di fila che emanano da un fuoco di eccitazione (monomorfico)
4BSono presenti extrasistoli polimorfici accoppiati
cinqueCi sono 3-5 VES polimorfe che passano in un sorso, è possibile la registrazione della tachicardia ventricolare parossistica

Secondo la classificazione di Laun, la classe 1 è una condizione non pericolosa, piuttosto considerata come un disturbo funzionale senza disturbi della circolazione e segni clinici. A partire dal grado 2, i battiti prematuri ventricolari hanno una prognosi sfavorevole, essendo associati a un aumentato rischio di sviluppare fibrillazione e arresto cardiaco.

Gradazione degli extrasistoli per luogo, tempo e frequenza di occorrenza

Esiste una classificazione dell'extrasistole ventricolare in base al luogo di origine degli impulsi e al numero di focolai di eccitazione:

  • gli extrasistoli che emanano da un fuoco sono chiamati monotopici;
  • Gli ZhES, originati da diversi fuochi, sono politopici;
  • l'extrasistole è ventricolare destro;
  • extrasistole ventricolare sinistro.

Al momento dell'occorrenza, gli extrasistoli ventricolari sono divisi in precoci (registrati all'inizio della diastole), interpolati, che appaiono nel mezzo tra due battiti e tardi, che si presentano alla fine della diastole.

Le prime contrazioni straordinarie sulla base dell'ECG sono chiamate "R su T" (sovrapposizione di due denti uno sopra l'altro). Sono causati da cambiamenti organici nel miocardio. Secondo Lown, questo tipo di extrasistole ventricolare è classificato di grado 5.

In cardiologia esiste il concetto di una "norma" giornaliera statistica di VES con la loro buona tolleranza. Una tale norma è assente per le prime extrasistoli - non dovrebbe esistere affatto. Medio o interpolato: questa è la parte più grande del LES (fino all'80%).

Il suo indicatore normale medio è considerato fino a 200 contrazioni straordinarie al giorno. Le extrasistoli tardive sono quasi sovrapposte alla successiva contrazione normale. La loro quantità giornaliera ammissibile è fino a 700. Oggi, la comunità medica utilizza la classificazione R.J..

Myerburg, che riflette la forma e la frequenza degli extrasistoli ventricolari:

Per frequenza Per morfologia
1meno di 1 in 60 minuti - raro;UNSolitario da un focolare
21-9 all'ora - poco frequente;BIsolato da diversi fuochi
310-30 all'ora - moderatamente frequente;CAccoppiato
431-60 all'ora - frequente;DTachicardia ventricolare instabile
cinquepiù di 60 l'ora - molto frequente.ETachicardia ventricolare persistente

Classificazione delle opzioni VES

In alcuni casi, i ritmi ectopici si verificano a intervalli regolari. Questo è un disturbo persistente chiamato allorritmia. Il rapporto tra extrasistoli e il numero di contrazioni successive è classificato:

  • bigeminia: la comparsa di extrasistoli dopo ogni contrazione regolare (rapporto 1: 1);
  • trigeminia - ogni due contrazioni normali (1: 2);
  • quadrigeminia - dopo ogni tre contrazioni normali (1: 3);
  • verso: due extrasistoli accoppiati;
  • tachicardia ventricolare instabile (o breve periodo di tachicardia ventricolare) - tre o più extrasistoli consecutivi.

Le alloritmie caratterizzano lo stato post-infarto, si verificano con difetti valvolari e alterazioni cicatriziali nel muscolo cardiaco. In assenza di difetti organici del miocardio, una possibile causa può essere la distonia vegetativa-vascolare..

Classificazione predittiva dei battiti prematuri ventricolari

La classificazione predittiva dei VEB è importante per valutare il rischio di sviluppare altre malattie cardiache e il loro esito:

Criteri di valutazione VEB benigno VEB potenzialmente maligno VEB maligno
Morte cardiaca improvvisaA basso rischioRischio da basso a moderatoAlto rischio
Danno cardiaco organicoNo
Volume di eiezione ventricolare sinistroNormaleModeratamente ridottoSignificativamente ridotto
Frequenza LESMinoreModerareSignificativo
ZhES accoppiatoNo
Tachicardia ventricolare persistenteNoNo
Disturbi emodinamiciNoModerareEspresso
Segni cliniciBattito cardiaco rilevato durante l'esame di routineBattito cardiaco rilevato durante l'esame di routinePalpitazioni, storia di perdita di coscienza a breve termine o arresto cardiaco

L'extrasistole ventricolare benigna in assenza di cambiamenti organici nel miocardio non minaccia la vita del paziente.

Il trattamento di una forma potenzialmente maligna e maligna di VEB ha lo scopo di prevenire lo sviluppo di aritmie gravi che causano morte coronarica improvvisa.

Secondo le statistiche mediche, forme pericolose per la vita di extrasistole ventricolare sono osservate nelle persone sopra i 50 anni e il rischio di complicanze aumenta con l'età..

Classificazione di extrasistole

Qualsiasi extrasistole è caratterizzata da molti parametri, pertanto, più di 10 sezioni si distinguono nella classificazione completa degli extrasistoli. In pratica ne usano solo alcuni, che riflettono al meglio il decorso della malattia..

Tipi di extrasistole

1. Per localizzazione:

  • Seno.
  • Atriale.
  • Atrioventricolare.
  • Ventricolare.

2. Tempo di comparsa in diastole:

  • Presto.
  • Media.
  • In ritardo.
  • Raro (fino a 5 / min).
  • Media (6-15 / min).
  • Frequente (più di 15 / min).

5. Per frequenza:

  • Sporadico (casuale).
  • Alloritmico - sistematico - bigeminia, trigeminia, ecc..

6. Conducendo:

  • Rientro di un impulso dal meccanismo di rientro.
  • Blocco della detenzione.
  • Condotta anormale.
  • Organico.
  • Tossico.
  • Funzionale.

8. In base al numero di fonti:

A volte si verifica la cosiddetta extrasistole ventricolare interpolata - è caratterizzata dall'assenza di una pausa compensatoria, cioè il periodo dopo l'extrasistole, quando il cuore ripristina il suo stato elettrofisiologico.

Di grande importanza è stata la classificazione dell'extrasistole secondo Lown e la sua modifica secondo Ryan.

Classificazione di Lown dell'extrasistole

La creazione di una classificazione bassa dei battiti prematuri ventricolari è un passo importante nella storia dell'aritmologia. Utilizzando la classificazione nella pratica clinica, il medico può valutare adeguatamente la gravità della malattia in ciascun paziente. Il fatto è che la VES è una patologia comune e si verifica in più del 50% delle persone..

In alcuni di essi, la malattia ha un decorso benigno e non minaccia lo stato di salute, ma altri soffrono di una forma maligna e ciò richiede un trattamento e un monitoraggio costante del paziente..

La funzione principale della classificazione dell'extrasistole ventricolare secondo Lown è quella di distinguere la patologia maligna da quella benigna.

I gradi di extrasistole ventricolare Lown comprendono cinque classi:

1. Battiti prematuri ventricolari monomorfi con una frequenza inferiore a 30 all'ora.

2. VES monomorfo con una frequenza di oltre 30 all'ora.

3. Battiti prematuri ventricolari politopici.

4. La quarta classe è divisa in due sottoclassi:

  • ZhES accoppiato.
  • 3 o più VEB di fila - tachicardia ventricolare.

5. VES per tipo R su T. ES viene assegnata alla quinta classe quando l'onda R cade sui primi 4/5 dell'onda T.

La classificazione Lown VEB è stata utilizzata da cardiologi, cardiochirurghi e altri medici da molti anni. Introdotto nel 1971 per opera di B. Lown e M.

Wolf, la classificazione, come sembrava allora, sarebbe diventata un supporto affidabile per i medici nella diagnosi e nel trattamento della VES. E così è successo: fino ad ora, dopo diversi decenni, i medici sono guidati principalmente da questa classificazione e dalla sua versione modificata di M. Ryan.

Da quel momento, i ricercatori non sono stati in grado di creare una gradazione più pratica e informativa di LES..

Tuttavia, sono stati fatti ripetutamente tentativi di introdurre qualcosa di nuovo. Ad esempio, la già citata modifica di M. Ryan, nonché la classificazione degli extrasistoli per frequenza e forma da R. J. Myerburg.

Classificazione di Ryan di extrasistole

La modifica ha apportato modifiche alla classe 4A, 4B e 5 dei battiti ventricolari prematuri secondo Lown. La classificazione è completamente simile a questa.

1. Extrasistole ventricolare di 1 grado secondo Ryan - monotopica, rara - con una frequenza inferiore a 30 all'ora.

2. Extrasistole ventricolare di 2 gradi secondo Ryan - monotopica, frequente - con una frequenza di oltre 30 all'ora.

3. Ekstrasistole ventricolare 3 gradi secondo Ryan - Polytopic VES.

4. La quarta classe è divisa in due sottoclassi:

  • Battiti prematuri ventricolari 4a secondo Ryan - VES monomorfico accoppiato.
  • Ryan di grado 4b battiti prematuri ventricolari - battiti prematuri politopici accoppiati.

5. Extrasistole ventricolare 5 gradi secondo Ryan - tachicardia ventricolare - tre o più VES di seguito.

Battiti prematuri ventricolari - classificazione di R. J. Myerburg

La classificazione di Myerburg divide le aritmie ventricolari in base alla forma e alla frequenza della VES.

Divisione di frequenza:

  1. Raro: meno di un ES all'ora.
  2. Raro: da uno a nove ES all'ora.
  3. Frequenza moderata: da 10 a 30 all'ora.
  4. ES frequente - da 31 a 60 all'ora.
  5. Molto frequente - più di 60 all'ora.

Divisione per modulo:

  1. Singolo, monotopico.
  2. Singolo, politopico.
  3. Doppio.
  4. Tachicardia ventricolare di durata inferiore a 30 secondi.
  5. Tachicardia ventricolare che dura più di 30 secondi.
  6. R. J. Meyerburg ha pubblicato la sua classificazione nel 1984, 13 anni dopo B. Lown. Viene anche utilizzato attivamente, ma significativamente meno di quanto sopra.

Classificazione di extrasistole di J. T. Bigger

Di per sé, la diagnosi di VES non dice nulla sulle condizioni del paziente. Le informazioni sulla patologia concomitante e sui cambiamenti organici nel cuore sono molto più importanti. Per valutare la probabilità di complicanze, J. T. Bigger ha proposto la propria versione della classificazione, sulla base della quale si può concludere che il decorso è maligno..

Nella classificazione di J. T. Bigger, ZhES viene valutato in base a una serie di criteri:

  • manifestazioni cliniche;
  • Frequenza VES;
  • la presenza di una cicatrice o segni di ipertrofia;
  • la presenza di tachicardia persistente (che dura più di 30 secondi) o instabile (meno di 30 secondi);
  • frazione di eiezione ventricolare sinistra;
  • cambiamenti strutturali nel cuore;
  • influenza sull'emodinamica.

VES maligna con manifestazioni cliniche gravi (palpitazioni, svenimenti), presenza di cicatrici, ipertrofia o altre lesioni strutturali, frazione di eiezione ventricolare sinistra significativamente ridotta (meno del 30%), alta frequenza di VES, con presenza di tachicardia ventricolare persistente o instabile, effetto lieve o pronunciato sull'emodinamica.

VES potenzialmente maligna: sintomaticamente debole, si verifica sullo sfondo di cicatrici, ipertrofia o altri cambiamenti strutturali, accompagnati da una frazione di eiezione ventricolare sinistra leggermente ridotta (30-55%). La frequenza della VES - può essere alta o moderata, la tachicardia ventricolare è instabile o assente, l'emodinamica soffre leggermente.

VES benigna: clinicamente non manifestata, patologie strutturali del cuore assenti, frazione di eiezione conservata (più del 55%), frequenza di ES è bassa, tachicardia ventricolare non registrata, emodinamica non ne risente.

I criteri dell'extrasistole di J. T. Bigger danno un'idea del rischio di morte improvvisa, la complicanza più formidabile della tachicardia ventricolare.

Quindi, in un decorso benigno, il rischio di morte improvvisa è considerato molto basso, con un decorso potenzialmente maligno - basso o moderato, e un decorso maligno di VEB è accompagnato da un alto rischio di sviluppare morte improvvisa..

La morte improvvisa si riferisce alla transizione della VES alla tachicardia ventricolare e quindi alla fibrillazione atriale. Con lo sviluppo della fibrillazione atriale, una persona entra in uno stato di morte clinica.

Se non si avvia la rianimazione entro pochi minuti (soprattutto, la defibrillazione con un defibrillatore automatico), la morte clinica diventerà biologica e diventerà impossibile riportare in vita la persona..


Articolo Successivo
Neutrofili abbassati in un bambino: cosa significa?