Arresto cardiaco


Il blocco cardiaco è una patologia associata a una ridotta conduzione degli impulsi da parte del sistema cardiaco. Per comprendere il meccanismo di insorgenza di questa patologia, è necessario conoscere bene l'anatomia del cuore, nonché il suo sistema di impulsi, ma in parole semplici puoi chiamare il processo di blocco: una violazione della conduzione degli impulsi cardiaci in diverse parti del cuore. Spesso la malattia procede senza sintomi, quindi, solo con un ECG è possibile stabilire disturbi della conduzione degli impulsi.

Le ragioni

Gli impulsi elettrici generati in alcune parti del cuore fanno funzionare questo organo. In uno stato normale, l'impulso ha origine nel nodo del seno e quindi, lungo il sistema di vie, si diffonde a diverse parti dell'organo, compreso l'innervazione degli atri, che pompano sangue attraverso l'organo. Da lì, gli impulsi vengono immessi nei ventricoli cardiaci e quindi nel nodo atrioventricolare, da dove divergono su tutta la superficie dell'organo. La violazione del movimento di questi impulsi in una delle aree è chiamata blocco cardiaco.

Tali disturbi patologici possono comparire in varie malattie cardiache, ad esempio angina pectoris e miocardite, cardiosclerosi e infarto miocardico. Inoltre, la ragione per lo sviluppo del blocco cardiaco può essere un aumento del carico sul muscolo cardiaco a causa di una maggiore attività fisica. E lo sviluppo di questa patologia è spesso causato dall'assunzione incontrollata di alcuni farmaci, ad esempio gli antidolorifici. Anche l'ipertrofia ventricolare è una causa comune di blocco cardiaco. Distinguono anche un fattore ereditario nello sviluppo di questa patologia e, talvolta, anche nell'utero, il bambino sviluppa questo disturbo.

Nota che c'è un blocco cardiaco completo e incompleto. Dicono di incompleto quando il movimento degli impulsi lungo il sistema di conduzione non si ferma completamente, ma rallenta solo e vengono prodotti con minore intensità. Quando si verifica un blocco completo del cuore, uno dei nodi dell'impulso smette di funzionare e il nodo sottostante assume il carico su se stesso, quindi il cuore non smette di funzionare, perché la mancanza di conduzione è di natura compensatoria. È vero, tale lavoro compensativo logora il cuore e, senza ricevere cure, una persona potrebbe presto affrontare lo sviluppo di insufficienza cardiaca..

Altre cause di blocco cardiaco sono:

  • malattie infettive;
  • intossicazione del corpo;
  • overdose di droga.

È possibile comprendere appieno le cause della patologia solo dopo un esame completo del paziente..

Classificazione

Ad oggi, esiste una classificazione estesa di tale patologia come il blocco cardiaco. In particolare, la malattia è di diversi tipi a seconda della posizione della localizzazione:

  • sinoauricolare;
  • ventricolare;
  • blocco all'interno degli atri;
  • antrioventricolare;
  • blocco delle gambe di Hiss.

La patologia è anche classificata in base alla forza dello sviluppo e secondo questo criterio possono esserci tre gradi. Al primo grado, gli impulsi all'organo continuano a passare, ma con un ritardo. Nel secondo grado, gli impulsi si interrompono parzialmente e nel terzo grado una certa area del muscolo cardiaco cessa completamente di essere innervata.

Il tipo più pericoloso di blocco cardiaco è il blocco ventricolare completo, in cui il numero di impulsi al minuto è ridotto a 30 o meno, mentre in una persona sana questa cifra è 60-80. Se l'intervallo tra gli impulsi che sorgono nei ventricoli aumenta, la persona perde conoscenza, inizia ad avere convulsioni ed è del tutto possibile che in questo caso questa patologia causi la sua morte.

Inoltre, questa condizione patologica è permanente e transitoria, cioè, nel primo caso, il disturbo dell'impulso è irreversibile e nel secondo sorge o scompare e il cuore funziona normalmente. Entrambi i tipi di patologia sono chiaramente visibili sull'ECG, quindi è l'ECG il principale criterio diagnostico per il blocco cardiaco.

Sintomi

Per descrivere più accuratamente i sintomi di questa condizione patologica, è necessario considerare le sue varietà più comuni. Una patologia comune è il blocco del cuore destro. Molto spesso, questo fenomeno si verifica sullo sfondo di altre patologie cardiache, ad esempio ipertensione, difetti cardiaci e cardiosclerosi.

Di solito questo tipo si osserva negli uomini di età compresa tra 40 anni ei suoi sintomi sono caratterizzati da alcuni indicatori ECG, poiché non esiste una clinica di patologia.

Il blocco cardiaco del lato sinistro viene solitamente diagnosticato nelle persone anziane. In tutta onestà, va detto che questo tipo di blocco cardiaco è meno comune di altri. Il blocco della gamba sinistra si verifica nelle persone di età superiore ai 50 anni nel 9% di tutti i blocchi. Spesso la patologia è accompagnata da infarto miocardico, aggravando i segni della malattia sottostante. In particolare, i sintomi della patologia sono i seguenti:

  • reclami di dolore al petto;
  • sensazione di panico;
  • debolezza;
  • sudore freddo e viscido.

Con l'ECG diagnostico, vengono determinati i segni di infarto miocardico.

Il blocco ventricolare sinistro è una patologia grave che può portare alla morte. In questa malattia si distinguono tre gradi e, in base al tipo di corso, tali blocchi sono acuti, transitori e cronici. La clinica di una tale patologia come il blocco ventricolare sinistro del cuore può essere asintomatica, con il rilevamento della malattia solo con l'aiuto di un ECG, e possono anche svilupparsi segni specifici, ad esempio svenimento, sviluppo di insufficienza cardiaca e coronarica.

Altri tipi di blocco sono meno comuni, ma sono caratterizzati dalle stesse manifestazioni cliniche. È importante capire che questa malattia può aggravare il decorso della cardiopatia sottostante, fino allo sviluppo di insufficienza cardiaca e all'arresto dell'organo. Pertanto, i segni ei sintomi di questa malattia non possono essere ignorati, perché la salute e la vita di una persona dipendono da una visita tempestiva da un medico..

Diagnostica e trattamento

Come è stato detto più volte sopra, il principale valore diagnostico nel determinare questa malattia appartiene all'ECG. Tuttavia, un tale studio consente di vedere il blocco solo al momento della manipolazione e, poiché può arrivare, è necessario il monitoraggio Holter per determinarlo. Inoltre, l'ecocardiografia può confermare la diagnosi..

Il trattamento di questa patologia può essere di due tipi:

  • farmaco;
  • chirurgico.

Il trattamento medico prevede la nomina di farmaci antiaritmici a pazienti con questa malattia cardiaca (corrispondente al suo tipo di patologia e al suo grado). Con un blocco completo e gravi disturbi del ritmo, il trattamento prevede la somministrazione di dopamina a pazienti sotto controllo ECG. Invece della dopamina, il trattamento consente l'uso dell'adrenalina: la scelta del farmaco dipende dalla salute del paziente.

Se la patologia si è sviluppata sullo sfondo dell'infarto miocardico, il trattamento prevede necessariamente l'introduzione di antagonisti dell'adenosina.

Con un blocco completo e in caso di complicanze come edema polmonare, insufficienza cardiaca e altre condizioni pericolose per la vita, è indicata la stimolazione cardiaca, consistente nell'installazione di conduttori del ritmo artificiale che normalizzano la conduzione degli impulsi. Le conseguenze di questa patologia possono essere molto diverse: dalla lieve debolezza alla morte. Tutto dipende dal tipo, dal grado di patologia e dallo stato del corpo del paziente (se ha altre gravi malattie cardiache).

Cos'è il blocco cardiaco e come trattarlo?

Il cuore è l'organo più importante della vita umana. Le malattie del sistema cardiovascolare sono considerate le più pericolose. In questo articolo, parleremo del blocco cardiaco in parole semplici..

Un cuore umano sano batte da 60 a 100 volte al minuto. Un battito cardiaco è una contrazione dei muscoli cardiaci, che fa circolare il sangue in tutto il corpo..

Ogni contrazione del muscolo cardiaco è controllata da segnali elettrici che viaggiano dagli atri, o camere superiori del cuore, ai ventricoli o alle camere inferiori..

Anche il cambiamento degli impulsi che durano solo una frazione di secondo può causare un blocco cardiaco.

Progettato da Freepik

A volte questa condizione rende difficile pompare il sangue attraverso il sistema circolatorio, quindi i muscoli e gli organi, incluso il cervello, non ricevono abbastanza ossigeno per funzionare correttamente.

Tipi di blocco cardiaco

Esistono tre tipi di blocco cardiaco.

Un blocco di primo grado include lievi irregolarità nel ritmo cardiaco. Questo è il tipo meno grave di blocco cardiaco e di solito non richiede trattamento..

Il blocco di secondo grado si verifica quando alcuni segnali elettrici non raggiungono il cuore, provocando un battito cardiaco intermittente. Iniziano le vertigini. In questo stato, i ventricoli potrebbero non contrarsi, poiché l'impulso atriale non li raggiunge. Il paziente potrebbe aver bisogno di un pacemaker.

Un terzo grado, o blocco cardiaco completo, è quando i segnali elettrici non viaggiano tra le camere superiore e inferiore del cuore. Tipico per le persone con malattie cardiache preesistenti. Senza un pacemaker, il rischio di infarto è molto più alto.

Trattamento del blocco cardiaco

I pazienti con blocco cardiaco di secondo o terzo grado possono richiedere un pacemaker.

Se una persona con blocco del ramo sinistro ha un attacco di cuore, può essere somministrata una terapia di riperfusione per ripristinare il flusso sanguigno attraverso le arterie bloccate.

Questo può essere fatto utilizzando l'enzima streptochinasi per sciogliere i coaguli di sangue e aumentare il flusso sanguigno al cuore. Tuttavia, i farmaci anti-coagulazione aumentano il rischio di sanguinamento..

Arresto cardiaco

Informazione Generale

In parole semplici, il blocco cardiaco è una violazione della conduzione degli impulsi nervosi lungo i percorsi.

Il sistema di conduzione cardiaca è rappresentato da diverse strutture:

  • Seno o nodo senoauricolare. È un pacemaker, è in esso che vengono generati gli impulsi che determinano la frequenza cardiaca. Situato nell'atrio destro.
  • Nodo atrioventricolare. Trasmette gli impulsi dal pacemaker alle strutture sottostanti.
  • Bundle di His. Gli impulsi passano lungo le gambe di questo fascio al ventricolo destro e sinistro attraverso le strutture più piccole: le fibre di Purkinje.

Patogenesi

Il lavoro del sistema di conduzione cardiaca dipende da diversi fattori:

  • Rifornimento di sangue miocardico. Con l'ischemia, si verifica uno spostamento dell'equilibrio acido-base, che provoca un rallentamento della conduzione neuromuscolare.
  • Lo stato del sistema nervoso simpatico e parasimpatico. Il mediatore simpatico Norepinefrina accelera la conduzione degli impulsi, mentre il mediatore parasimpatico Acetilcolina.
  • Ipo e iperkaliemia.
  • Sfondo ormonale.

Sotto l'influenza di fattori che modificano l'intensità del sistema di conduzione cardiaca e con lo sviluppo di condizioni patologiche, si sviluppano vari disturbi, chiamati blocchi cardiaci.

Classificazione

I Blocco senoauricolare (senoatriale, CA). Viene registrato un rallentamento o una completa cessazione della conduzione di un impulso elettrico che va dal nodo del seno attraverso la connessione senoatriale. Clinicamente, è quasi asintomatico, si possono notare vertigini, sensazioni di interruzioni nel lavoro del cuore, svenimenti.

II Blocco atriale (intra-atriale). Si manifesta in una violazione della conduzione degli impulsi lungo i percorsi nell'atrio. È asintomatico. Sull'ECG vengono registrati la divisione e un aumento della durata dell'onda P (più di 0,11 s). Non viene eseguita alcuna terapia specifica.

III Blocco atrioventricolare, atrioventricolare. È caratterizzato da un rallentamento o dalla cessazione degli impulsi dagli atri ai ventricoli.

Gradi di blocco cardiaco:

  • 1 grado. Clinicamente non si manifesta in alcun modo, è caratterizzato da un rallentamento della conduzione degli impulsi dagli atri ai ventricoli, che viene registrato sull'ECG come estensione dell'intervallo PQ per più di 0,2 secondi.
  • 2 ° grado. È diviso in 2 tipologie. I pazienti possono avvertire pause nel lavoro del cuore sotto forma di oscuramento degli occhi, vertigini. Con la perdita di diversi complessi ventricolari consecutivi, i sintomi clinici aumentano. Mobitz I o blocco prossimale. L'ECG mostra un graduale aumento dell'intervallo PQ con periodi di Samoilov-Wenckebach (perdita del complesso ventricolare). Il complesso QRS stesso non viene modificato. Mobitz II o blocco distale. Sull'ECG, i complessi QRS cadono in modo casuale o regolare, l'intervallo PQ non viene allungato.
  • Grado 3 (blocco cardiaco completo). Gli impulsi ventricolari non vengono eseguiti. Tuttavia, nei ventricoli stessi, si forma un focus eterotopico del ritmo idioventricolare.

Il blocco AV di 1 grado non richiede un trattamento aspecifico, ma si consiglia di sottoporsi a esami periodici. Con il blocco AV II-Mobitz I, l'atropina viene somministrata per via sottocutanea o endovenosa, 0,6 mg 2-3 volte al giorno. Con blocco AV completo e blocco AV II-Mobitz II, è indicato l'impianto di un pacemaker.

IV Blocco dei rami del fascio His (Blocco intraventricolare). Possono essere interessati uno, due o tre rami, che corrispondono alle forme mono, bi e trifascicolari. Clinicamente, il blocco del suo fascio non si manifesta in alcun modo.

  • Blocco intraventricolare del ramo destro del fascio. Blocco di branca destro completo - Complesso QRS per più di 0,12 secondi, Blocco di branca del fascio destro incompleto - meno di 0,12 secondi. Le conseguenze sono minori. Il blocco incompleto non si manifesta in modo sintomatico.
  • Blocco di branca sinistro. Il blocco di branca sinistro completo è caratterizzato da un allargamento del QRS per più di 0,12 secondi e il blocco di branca sinistro incompleto è inferiore a 0,12 secondi. Il blocco incompleto o parziale non si manifesta sintomaticamente.

Blocco locale dei rami terminali (locale, arborizzazione, perifocale, aspecifico, focale). Questo sottotipo è spesso causato da una lesione acuta chiamata infarto miocardico. Il blocco focale è caratterizzato dalla presenza di un "blocco di danno" acuto, rappresentato da cardiomiociti necrotici. La necrosi interferisce con il passaggio dell'impulso lungo i percorsi.

Le ragioni

Tutte le cause dei blocchi cardiaci sono suddivise in diversi gruppi a seconda del meccanismo principale del loro sviluppo..

Funzionale. Tali blocchi sono causati da una disregolazione e possono essere attivati ​​da:

  • disturbi neuroendocrini;
  • interruzioni vegetative;
  • sovraccarico psico-emotivo;
  • interruzioni disadattive.

Il blocco può essere causato in modo riflessivo quando:

Tossico. I blocchi si formano dopo l'avvelenamento con sali di metalli pesanti, sostanze narcotiche, bevande alcoliche, nonché in caso di sovradosaggio di medicinali (glicosidi cardiaci, antibiotici, diuretici). Questo gruppo comprende anche l'intossicazione endogena, che si sviluppa con lesioni infettive e malattie oncologiche..

Cambiamenti dell'elettrolito.

Cambiamenti nei livelli ormonali durante la gravidanza, con ipotiroidismo, tireotossicosi, durante la pubertà e durante la menopausa.

Disturbi congeniti nella struttura delle vie cardiache e nella conduzione degli impulsi (calcificazione idiopatica, preeccitazione ventricolare, sindrome del QT corto e breve).

Meccanico. Si verificano dopo manipolazioni mediche e diagnostiche sul cuore, dopo un trauma.

Cause idiopatiche di blocco cardiaco.

Sintomi di blocco cardiaco

I principali segni che indicano una violazione della conduzione cardiaca:

  • una sensazione di interruzioni nel lavoro del cuore;
  • sensazione di "dissolvenza", arresto cardiaco;
  • condizioni di svenimento ricorrenti;
  • battito cardiaco lento;
  • pallore e cianosi della pelle;
  • attacchi di dolore al petto.

Sintomi del blocco cardiaco completo

Clinicamente si manifesta in un aumento della gravità dell'insufficienza cardiaca durante l'attività fisica, che è associata a una bassa frequenza cardiaca. Il blocco cardiaco incompleto durante la transizione al completamento è caratterizzato da:

  • perdita di conoscenza;
  • grave mancanza di respiro;
  • incapacità di determinare il polso;
  • convulsioni;
  • mancanza di suoni cardiaci;
  • minzione involontaria, defecazione.

L'attacco può terminare in 1-2 minuti con la comparsa di un ritmo idioventricolare. Se il blocco dura 3-4 minuti, si verifica la morte del paziente.

Diagnostica, ECG per blocco cardiaco

Blocco SA

L'ECG registra la perdita dei singoli complessi cardiaci (QRS e onde P), mentre la pausa tra due onde R-R adiacenti è raddoppiata rispetto al solito intervallo. In caso di manifestazioni cliniche, l'atropina viene iniettata per via sottocutanea o endovenosa a 0,6-2,0 mg 2-3 volte al giorno. È possibile utilizzare Isoprenaline 2,5-5,0 mg fino a 3-4 volte al giorno.

Blocco AV completo

  • alternanza uniforme di complessi atriali;
  • Le onde P non hanno nulla a che fare con i complessi QRS;
  • Le onde P possono sovrapporsi al QRS ventricolare;
  • il ritmo dei ventricoli è corretto.

Blocco di branca destro ECG

  • i complessi QRS sono a forma di M sotto forma di RsR nelle derivazioni V1 e V2;
  • c'è una depressione del segmento ST nelle derivazioni del torace destro;
  • L'onda T è bifase o negativa;
  • l'onda S è allargata e dentellata nelle derivazioni I, aVL, V5 e V6;
  • asse elettrico deviato a destra (variabile).

Blocco di branca sinistro

  • I complessi QRS sono presentati sotto forma di RsR, o all'onda R, l'apice è espanso e diviso. Blocco intraventricolare sinistro completo - QRS maggiore di 0,12 s.
  • È presente una depressione del segmento ST nelle derivazioni del torace sinistro.
  • Onda T negativa o bifase.
  • I complessi ventricolari sono allargati, deformati e presentati come rS, QS nelle derivazioni V1, V2, III e aVF.
  • Deviazione dell'asse elettrico a sinistra.

Come trattare il blocco cardiaco?

La medicina offre due direzioni nel trattamento del blocco cardiaco:

  • sintomatico;
  • terapia della malattia sottostante che ha provocato disturbi del ritmo.
  • evitando la caffeina;
  • correzione dello schema di assunzione di farmaci che influenzano i percorsi;
  • eliminazione delle influenze stressanti e psico-emotive.

Arresto cardiaco

Blocco cardiaco - disturbi della conduzione degli impulsi nervosi lungo il sistema di conduzione del cuore.

Il sistema di conduzione del cuore è rappresentato da una combinazione di diverse strutture:

  • nodo senoauricolare o sinusale (pacemaker), in cui vengono generati gli impulsi nervosi che determinano la frequenza cardiaca;
  • nodo atrioventricolare, che trasmette gli impulsi dal pacemaker situato nell'atrio destro alle strutture sottostanti;
  • un fascio di His, lungo le cui gambe gli impulsi nervosi si propagano nei tessuti dei ventricoli destro e sinistro attraverso le strutture più piccole che sono a diretto contatto con il miocardio contrattile - fibre di Purkinje.

Il funzionamento del sistema di conduzione cardiaca dipende da diversi fattori:

  • l'attività dei collegamenti simpatico e parasimpatico del sistema nervoso periferico (il mediatore parasimpatico acetilcolina rallenta la velocità di conduzione dell'impulso e la norepinefrina simpatica accelera);
  • il grado di riempimento del sangue miocardico (con ischemia, si sviluppa uno spostamento dell'equilibrio acido-base, che porta a un rallentamento della conduzione);
  • background ormonale;
  • ipo o iperkaliemia (accelera o rallenta la velocità di conduzione dell'impulso, rispettivamente).

Quando compaiono condizioni patologiche o cambiamenti nei fattori che influenzano l'intensità del lavoro del sistema di conduzione cardiaca, si sviluppano tutti i tipi di disturbi, designati come blocchi.

A lungo termine, un pacemaker portatile è un metodo salvavita.

Cause e fattori di rischio

Secondo il meccanismo principale, tutte le cause dei blocchi cardiaci sono suddivise in diversi gruppi:

  • causato da disregolazione (funzionale). Possono manifestarsi con stress psicoemotivo, disturbi del sistema nervoso autonomo, disturbi neuroendocrini, interruzioni del disadattamento o essere associati a influenze riflesse (gastrite, ulcera peptica o calcoli biliari, colica renale, pancreatite, ernia intervertebrale, embolia nel sistema dell'arteria polmonare, cavità toracica, trauma craniocerebrale, processi neoplastici nel cervello, ecc.);
  • organico, associato a danni al muscolo cardiaco sullo sfondo di cardiopatia ischemica, ipertensione, insufficienza cardiaca, difetti valvolari congeniti o acquisiti, miocardite, pericardite, distrofia miocardica;
  • tossico, che si verifica sullo sfondo di avvelenamento con sali di metalli pesanti, alcol, sostanze stupefacenti, nicotina, con un sovradosaggio di alcuni farmaci (simpaticomimetici, glicosidi cardiaci, diuretici, la maggior parte dei farmaci psicotropi, alcuni farmaci antiaritmici e antibiotici), a seguito di intossicazione endogena in caso di cancro, infettivo processi, uremia;
  • turni elettrolitici;
  • disturbi ormonali (periodi puberali, premenopausali e menopausali, tireotossicosi, ipotiroidismo, gravidanza);
  • patologie congenite della struttura del sistema conduttivo (calcificazione idiopatica) e conduzione degli impulsi nervosi (sindromi del QT lungo e breve, preeccitazione ventricolare);
  • meccanico - danno durante procedure diagnostiche o terapeutiche sul cuore, trauma;
  • idiopatico (eziologia inspiegabile).

Forme della malattia

La violazione della conduzione di un impulso nervoso attraverso il sistema può verificarsi in qualsiasi parte di esso: tra il nodo del seno e il miocardio atriale, all'interno degli atri, tra gli atri ei ventricoli, nonché nel fascio di His (comprese le gambe e le fibre di Purkinje).

A seconda del livello al quale si è verificato il disturbo della conduzione, i blocchi cardiaci sono i seguenti:

  • senoauricolare (il blocco del polso si trova tra il nodo del seno e il miocardio atriale);
  • atriale (blocco del fascio di Bachmann);
  • atrioventricolare (incapacità totale o parziale dell'impulso di diffondersi dai tessuti dell'atrio ai ventricoli);
  • Il suo blocco del fascio (intraventricolare).

Il blocco può essere incompleto, quando il passaggio di un impulso nervoso è difficile o lento e completo. Nel caso di un blocco completo, l'attività delle parti superiore e inferiore del cuore è dissociata a causa della cessazione della propagazione traslazionale dell'eccitazione dagli atri ai ventricoli.

In base al grado di stabilità dei disturbi della conduzione, si distinguono due forme:

  • costante;
  • intermittente (transitorio), in cui i tipi completi e incompleti sono spesso combinati.

Il grado di blocco senoauricolare:

  1. Rallentando la formazione degli impulsi nel nodo del seno o rallentando la loro conduzione agli atri.
  2. Conduzione parziale degli impulsi dal nodo del seno, che porta alla perdita delle contrazioni degli atri e dei ventricoli (tipi I e II).
  3. Mancanza di eccitazione sia degli atri che dei ventricoli.

Attualmente, viene diagnosticato solo l'II grado, poiché i gradi rimanenti non sono diagnosticati in modo affidabile.

Con il trattamento tempestivo della malattia sottostante e il monitoraggio sistematico delle condizioni del paziente, la prognosi per il grado di blocco I è favorevole.

I gradi di blocco atrioventricolare (blocco AV):

  1. Decelerazione della conduzione atrioventricolare.
  2. Contrazione dei ventricoli sotto l'influenza di impulsi individuali, poiché alcuni impulsi cadono.
  3. Blocco trasversale completo, separazione dell'attività degli atri e dei ventricoli.

Esistono tipi Mobitz-I e Mobitz-II di II grado di blocco atrioventricolare:

  • Mobitz-I (blocco AV di 2 ° grado con periodi di Wenckebach-Samoilov) - allungamento graduale dell'intervallo PQ fino a quando l'onda del polso scompare completamente;
  • Mobitz-II - intervallo PQ costante, mentre non tutti gli impulsi raggiungono i ventricoli, in alcuni casi viene eseguito ogni secondo impulso, in altri - ogni terzo, ecc. Prognosticamente sfavorevole, spesso presagio di blocco trasversale completo.

Sintomi

I principali sintomi dei disturbi della conduzione cardiaca:

  • polso aritmico;
  • una sensazione di sbiadimento dell'attività cardiaca, interruzioni nel lavoro del cuore;
  • attacchi di dolore al petto o nella parte sinistra del petto;
  • episodi di svenimento;
  • pallore, colorazione cianotica della pelle;
  • battito cardiaco lento (nei casi gravi - fino a 20 battiti / min).

Il blocco atrioventricolare completo si manifesta con i sintomi caratteristici:

  • pallore improvviso che si trasforma in cianosi;
  • perdita di conoscenza;
  • mancanza di polso;
  • incapacità di determinare la pressione sanguigna durante un attacco;
  • convulsioni;
  • possibile minzione involontaria, defecazione.

La prognosi dei blocchi completi è individuale, a seconda della gravità della patologia concomitante, della natura della lesione del sistema di conduzione.

L'attacco del blocco AV completo di solito termina in 1-2 minuti; se il ritmo non viene ripristinato entro 3-4 minuti, la morte è possibile.

Diagnostica

Metodi per diagnosticare il blocco cardiaco:

  • ricerca fisica;
  • ECG;
  • monitoraggio ECG giornaliero;
  • esame ECG transesofageo.

Trattamento

Il trattamento dei disturbi della conduzione viene effettuato in due direzioni (eliminazione della malattia sottostante che ha causato disturbi del ritmo e trattamento sintomatico):

  • metodi non farmacologici (riduzione del consumo di nicotina, caffeina, eliminazione di influenze psicoemotive stressanti, correzione dell'assunzione di farmaci che possono provocare un'interruzione nel funzionamento del sistema di conduzione);
  • farmaci antiaritmici;
  • antiossidanti, antiossidanti;
  • farmaci metabolici;
  • agenti antipiastrinici;
  • statine (ipolipemizzanti);
  • farmaci antipertensivi, cardiotonici, farmaci antianginosi (su richiesta).

Con l'inefficacia della terapia farmacologica, il trattamento chirurgico è indicato con l'installazione di un pacemaker artificiale (pacemaker).

Possibili complicazioni e conseguenze

Le complicanze del blocco cardiaco possono essere:

  • progressione dei disturbi della conduzione;
  • insufficienza cardiaca;
  • disturbi del ritmo potenzialmente letali;
  • arresto cardiaco, morte cardiaca improvvisa;
  • complicanze tromboemboliche;
  • ictus ischemico;
  • infarto miocardico.

La violazione della conduzione di un impulso nervoso attraverso il sistema (blocco cardiaco) può verificarsi in qualsiasi parte di esso: tra il nodo del seno e il miocardio atriale, all'interno degli atri, tra gli atri ei ventricoli e anche nel fascio di His (comprese le gambe e le fibre di Purkinje).

Previsione

Con il trattamento tempestivo della malattia sottostante e il monitoraggio sistematico delle condizioni del paziente, la prognosi per il grado di blocco I è favorevole.

La prognosi dei blocchi completi è individuale, a seconda della gravità della patologia concomitante, della natura della lesione del sistema di conduzione.

A lungo termine, un pacemaker portatile è un metodo salvavita.

Cos'è il blocco cardiaco: tipi e gradi, cause e sintomi, metodi di trattamento e previsioni di vita

Un blocco cardiaco è una violazione della conduzione di un impulso elettrico dal nodo del seno lungo le gambe del suo ai tessuti cardiaci.

La violazione della conduzione cardiaca è una variante clinicamente pericolosa delle deviazioni nel lavoro di un organo muscolare. A seconda del sito di sviluppo del processo patologico, si verificano alcuni sintomi.

Di solito il quadro clinico è scarso fino a un certo punto, poiché i disturbi anatomici aumentano, si verifica un cambiamento nel complesso dei sintomi, la sua complicanza.

Indipendentemente dai segni oggettivi, il grado di minaccia è sempre aggravato, poiché il blocco sta gradualmente aumentando. Il segnale viene effettuato sempre peggio, la contrattilità miocardica cade su una scala catastrofica.

Il risultato naturale dello sviluppo del processo è l'arresto cardiaco; nelle fasi precedenti, sono possibili deviazioni organiche difficili da correggere.

La situazione è complicata da problemi diagnostici. Quindi, nelle prime fasi, le deviazioni nella conduzione dei nodi del cuore e dei suoi fasci possono essere rilevate solo con l'aiuto di tecniche invasive, inclusa l'opzione di elettrocardiografia, EPI e altri..

Le prospettive per una cura completa dipendono dal momento di inizio della terapia, dal grado di disturbi organici e dalla localizzazione del sito..

Meccanismo di sviluppo

Per capire cos'è un blocco, è necessario fare riferimento alle informazioni anatomiche.

Il cuore è un organo autonomo. Le sue cellule, i cardiomiociti, sono capaci di contrazioni ed eccitazioni spontanee..

La comparsa di un impulso elettrico si verifica in una struttura speciale: il nodo del seno. È responsabile della generazione del segnale.

Più avanti lungo le fibre nervose, note anche come fasci di His, l'impulso elettrico viaggia ulteriormente, provocando l'eccitazione di tutte le altre fibre muscolari. Questo è un processo ciclico, continua costantemente con piccole interruzioni..

In parole semplici, il blocco cardiaco è una violazione del movimento di un segnale elettrico dal nodo del seno alle strutture cardiache. Da qui il cambiamento nell'intensità della contrazione, forse la sua completa assenza. Questa è già una complicazione letale.

Con il progredire della malattia, sorgono disturbi organici, incluso l'allargamento del cuore come meccanismo compensatorio. È possibile anche la cardiodistrofia. Recupero sotto la supervisione di un cardiologo.

Tipi di blocchi

La classificazione viene effettuata secondo diversi criteri.

Sulla base della localizzazione del processo patologico, chiamano:

  • Varietà prossimale (nodo atrioventricolare).
  • Tipo distale. Di seguito la struttura anatomica specificata.

A seconda della sintomatologia:

  • Dumb.
  • Con un quadro clinico pronunciato.

Dalla natura del flusso:

  • Acuto.
  • Parossistica o parossistica.
  • Cronico.

Una delle classificazioni chiave si basa su criteri come la posizione esatta del processo..

Blocco AB. Il nodo atrioventricolare è esposto. Descrizione completa in questo articolo.

Violazione della conduttività del suo tronco. All'inizio della struttura.

Infine, è possibile coinvolgere nel processo singole gambe o fasci. Maggiori informazioni sul blocco della gamba destra qui, sinistra - qui.

Più basse sono le deviazioni localizzate, peggiore è il decorso e, di conseguenza, la prognosi.

Gradi di blocco

Ci sono 4 fasi principali del processo patologico. In alcune classificazioni si parla di 3 gradi, il secondo è suddiviso in modo più frazionato in Mobts 1 e Mobts 2.

  • 1 grado. Questo è il primo, facile passaggio. È caratterizzato da deviazioni minime nel lavoro delle strutture cardiache. Il volume della produzione di sangue non è disturbato, la contrattilità è in ordine. Sull'elettrocardiografia si riscontrano cambiamenti minimi, succede che non lo sono affatto. Nessun sintomo ancora, è probabile la guarigione. È importante sottoporsi al trattamento in modo tempestivo sotto la supervisione di uno specialista. L'osservazione dinamica è mostrata, se necessario, il ricovero in un ospedale specializzato.
  • 2 ° grado. Determinato da un quadro clinico moderatamente pronunciato. La conducibilità è disturbata, il che dà anomalie tipiche da parte dell'elettrocardiografia. I sintomi non si verificano sempre, il che complica anche la diagnosi tempestiva. È ancora possibile una cura completa, ma esiste già il rischio di formazione di un difetto persistente da parte delle strutture cardiache.
  • 3 gradi. Espresso. I sintomi sono chiaramente visibili anche al paziente stesso, il periodo di recupero è lungo e non è necessario attendere il completo successo. Molteplici disturbi cardiaci, complicazioni fatali sono probabili anche con un trattamento tempestivo. Terapia mista.
  • 4 gradi. Terminale. È simile al terzo, ma il disturbo della conduzione è ancora più pronunciato. Da qui il maggior rischio di fermare il lavoro di un organo muscolare e di morire. È quasi inevitabile.

A seconda della localizzazione del processo, le stesse fasi del blocco cardiaco procedono in modo diverso..

Con il coinvolgimento dei ventricoli, soprattutto di sinistra, fin dai primi giorni le manifestazioni saranno minacciose. Come extrasistole, tachicardia parossistica, fibrillazione. Tali pazienti dovrebbero essere gestiti in un ospedale, sotto la piena supervisione dei medici..

Esistono altri modi per suddividere in base alla localizzazione:

  • Blocco atriale. Il corso è relativamente sfavorevole, il restauro è conservativo. Il trattamento sotto la supervisione di un cardiologo, se necessario, coinvolge specialisti esterni. Di solito il processo interessa più fibre His contemporaneamente, da qui l'alta probabilità di conseguenze.
  • Intra-atriale. Perdite più facili.

Infine, è possibile la suddivisione in base al numero di filiali coinvolte. Sulla base di questo criterio, chiamano:

  • Blocco singolo incompleto (1 raggio coinvolto).
  • Doppio incompleto (2 raggi bloccati).
  • Blocco completo (tre raggi). La varietà più pericolosa.

Le ragioni

I fattori di sviluppo hanno sempre un'origine patologica. Non c'è bisogno di cercare momenti naturali.

Blocchi acuti

  • Difetti cardiaci e vascolari congeniti e acquisiti. Appaiono durante l'infanzia o l'adolescenza, man mano che invecchiano. Soprattutto durante la pubertà. Queste sono solitamente condizioni pericolose per la vita, molte delle quali non compaiono affatto fino al momento in cui si fa tardi. La varietà classica è il rigurgito aortico.

La stenosi della valvola mitrale e le sindromi associate è leggermente meno comune. Diagnostica sotto la supervisione di un cardiologo, nonché medici di specialità correlate. È estremamente difficile prevedere le conseguenze in anticipo, calcolare i rischi. L'osservazione dinamica viene mostrata 1-2 volte l'anno.

  • La sconfitta del nodo atrioventricolare di qualsiasi origine. Di solito parliamo di lesioni al petto. Meno spesso su operazioni o procedure diagnostiche sul cuore. I fattori iatrogeni (medici) testimoniano a favore di basse qualifiche del personale, questo è un fenomeno relativamente comune. Pertanto, attenzione e responsabilità dovrebbero essere dimostrate nella scelta di una clinica e di un medico. In genere, inizia un blocco AB. Scorre in modo relativamente benigno, c'è abbastanza tempo per il trattamento e la diagnosi. Nella fase acuta è richiesto il ricovero in un ospedale cardiologico.
  • I processi di distruzione delle fibre del suo fascio. Un raro evento clinico. Non è praticamente soggetto a recupero, richiede un monitoraggio costante e una terapia di supporto. Possibili metodi chirurgici di assistenza.
  • Cardiopatia. Interruzione della normale attività funzionale delle strutture muscolari. Si sviluppa come una patologia secondaria, cioè non viene portata dal nulla, è causata da altri processi. È caratterizzato da distrofia miocardica completa o parziale, incapacità di ridurre adeguatamente e pompare ulteriormente il sangue. Quindi, disfunzione emodinamica, ischemia, ipossia di tessuti e sistemi, insufficienza multiorgano e possibile morte.
Attenzione:

Il blocco ventricolare sinistro è la variante clinica più probabile della cardiopatia e la più pericolosa. Il movimento del sangue in un grande cerchio è disturbato.

  • Attacco di cuore. Acuto indebolimento del trofismo (nutrizione) del muscolo cardiaco. Si verifica sullo sfondo dell'insufficienza coronarica, quando le arterie non sono in grado di alimentare normalmente le proprie strutture. Da qui la morte dei cardiomiociti, la disabilità. Nessuno riesce a evitare un simile scenario. La domanda è la gravità delle conseguenze.
  • Cardiosclerosi. Va di pari passo con il fenomeno precedente. Consiste nel sostituire i tessuti funzionali con tessuti cicatriziali e connettivi. Maggiore è l'area soggetta a trasformazione, più significative sono le violazioni dell'organo.
  • Vomito. In una tale situazione, il cambiamento nella normale attività è il risultato di un riflesso. Nei pazienti con cardiopatia ischemica sono possibili insufficienza, arresto cardiaco e morte. Ma questo è un evento raro.
  • Uso incontrollato o improprio di preparati a base di glicosidi, farmaci psicotropi, forti antidolorifici narcotici e alcuni altri.

Transitorio

  • Miocardite. O infiammazione del muscolo cardiaco. Ha un processo infettivo, meno spesso autoimmune. Forse la distruzione totale degli atri, quindi saranno necessarie protesi.
  • Attacco di cuore.
  • Ictus.

Permanente

  • Violazione della produzione di ormoni tiroidei. Il cosiddetto ipotiroidismo. Il trattamento viene effettuato con metodi di sostituzione. Supervisionato da un team di specialisti. A causa della carenza di T3, T4 e TSH, la stimolazione ormonale delle strutture cardiache è compromessa. Il blocco è una delle opzioni cliniche.
  • Diabete. Deviazione generalizzata del funzionamento dell'intero organismo. Come risultato di una diminuzione del volume della produzione di insulina o della sensibilità dei tessuti ad essa. Una cura completa è impossibile. Terapia di supporto e sintomatica.
  • Apnea. Cessazione della respirazione notturna. Con un decorso prolungato della sindrome, si verifica un blocco cardiaco stabile. Sono necessari metodi di terapia complessi, l'eliminazione dei disturbi dello scambio di gas.
  • Attacco cardiaco posticipato con cardiosclerosi.

Quadro clinico

Le manifestazioni sono determinate dalla localizzazione del processo e dal grado di blocco.

I sintomi approssimativi assomigliano a questo:

  • Dolore al petto. Indipendentemente dall'attività fisica. Come risultato di cambiamenti nella circolazione sanguigna nelle strutture cardiache.
  • Violazione del ritmo normale del tipo di accelerazione, decelerazione. Sono possibili altre opzioni. Sembra una scossa, un urto acuto o uno sbattere.
  • Sonnolenza, debolezza, incapacità di lavorare normalmente durante il giorno.
  • Irritabilità, anomalie mentali.
  • Dispnea. Prima con l'attività fisica, poi a riposo.
  • Cefalalgia o mal di testa.
  • Vertigine.
  • Violazione dell'orientamento nello spazio.
  • Disfunzione visiva. Nel campo visivo compaiono cerchi, macchie, mosche, linee, fotopsie.
  • Instabilità della pressione arteriosa. Salti acuti.

Le prime due fasi del processo patologico procedono senza un quadro clinico pronunciato. Diagnosi - ECG accidentale Find.

I sintomi compaiono solo nella fase 3-4. L'intensità è maggiore, minore è la localizzazione del blocco.

Esistono varianti fisiologiche del fenomeno insito nei lavoratori manuali o negli atleti. Questo è circa il 5% della massa totale dei casi.

Quindi non c'è nessuna clinica, sebbene siano presenti segni oggettivi. Le situazioni devono essere valutate caso per caso.

Diagnostica

La gestione delle persone con sospetti problemi cardiaci è compito del cardiologo. Al fine di identificare l'origine del processo, possono essere coinvolti medici di terze parti, uno specialista in disturbi ormonali o patologie del sistema nervoso.

  • Interrogatorio orale del paziente, raccolta di anamnesi. Oggettivare i sintomi, da un lato, dall'altro, per determinare la presunta origine del processo.
  • Misurazione della pressione sanguigna, frequenza cardiaca.
  • Monitoraggio giornaliero. Utilizzando un tonometro automatico.
  • Elettrocardiografia. Con l'introduzione di una sonda speciale e la valutazione della conducibilità dei suoi fasci. Il blocco cardiaco sull'ECG è difficile da rilevare, i segni specifici non sono sufficienti. Hai bisogno di verifica in altri modi.
  • ECHO-KG. Imaging ecografico.
  • EFI. Tecnica del profilo.

Come parte della diagnostica estesa, vengono mostrati esami del sangue (generale, ormonale, biochimica), TC o RM, coronografia. Tutto è deciso a discrezione di medici specialisti.

Segni ECG

Non sono specifici. Tra le manifestazioni comuni:

  • Allargamento del complesso QRS.
  • Prima comparsa dell'onda P..
  • Aumento della frequenza cardiaca.

Ci sono altri punti, poiché ci sono molti tipi e gradi di blocchi. Sono tutti valutati nel sistema.

Metodi di trattamento

La terapia viene eseguita in modo completo. La base è l'effetto della droga. Meno comunemente, è richiesto il recupero chirurgico.

  • Antipertensivi con pressione sanguigna instabile.
  • Antiaritmico. Per violazioni del cuore.
  • Stimolanti a base di Adrenalina e Atropina per la soppressione dell'attività cardiaca.

Non ci sono molte opzioni. I glicosidi sono rigorosamente controindicati.

Gli attacchi affilati sono fermati da metodi electrophysiological.

Le fasi cliniche avanzate vengono eliminate solo chirurgicamente. È in corso l'impianto di un pacemaker permanente. Ultima risorsa.

L'uso di ricette popolari è inefficace. È una perdita di tempo prezioso ed energia.

I primi cambiamenti nello stile di vita possono aiutare.

  • Smettere di dipendenze (fumare, bere).
  • Normalizzazione dell'attività fisica. Sullo sfondo del blocco, non dovrebbero esserci carichi eccessivi. Questo è pericoloso e può provocare un arresto cardiaco. Basta camminare.
  • Dormi 8 ore a notte o poco più.
  • Sale non più di 7 grammi al giorno. Non è consentita l'esclusione totale.
  • Evitare lo stress.
  • L'uso di complessi vitaminici e minerali.
  • Vitaminizzazione della dieta. Più frutta, verdura, proteine, evitando cibi grassi, fritti, snack e fast food.

Nelle fasi iniziali, viene mostrata l'osservazione dinamica, mentre il processo progredisce, viene prescritto il trattamento. Il blocco cardiaco di grado 1 è il momento migliore per iniziare il recupero. Possibilmente regressione spontanea del fenomeno.

Stime predittive

Dipende dallo stadio e dalla velocità di progressione. Nelle fasi iniziali, anche nel caso delle specie fisiologiche, l'esito è favorevole. La cura completa si verifica nel 98% delle situazioni. A volte il recupero non è affatto richiesto, tutto si ferma da solo.

Altre opzioni sono più difficili. Senza trattamento, a partire dalla seconda fase, la probabilità di un risultato letale si avvicina al 15-20% in futuro..

Inoltre, la percentuale aumenta di 5-15 ogni fase. Sullo sfondo della terapia in corso, i risultati sono migliori.

La prognosi per mantenere la capacità di lavorare è variabile, allo stadio 1 buona, poi sfavorevole.

Possibili complicazioni

  • Insufficienza cardiaca. Risultato molto probabile. Improvvisa, senza una ragione apparente, la rianimazione è improbabile.
  • Attacco di cuore. Necrosi dei cardiomiociti seguita dalla sostituzione dei tessuti con tessuto cicatriziale.
  • Shock cardiogenico. Un forte calo della pressione sanguigna e della produzione di sangue. La mortalità è massima ed è vicina al 90-100%. Con una buona dose di fortuna, la sopravvivenza è possibile, ma non per molto. La ricaduta si verifica nei futuri 2-3 anni.
  • Condizioni di svenimento. Sorgono spontaneamente, nel momento più incerto. Possibili lesioni. Portare pericolo di morte quando si attraversa la strada, guidando un veicolo.
  • Demenza vascolare. Simile all'Alzheimer, sebbene con una prognosi migliore. Determinato immediatamente, diagnostica richiesta.
  • Ictus. Violazione acuta del trofismo delle strutture cerebrali. Termina con un deficit neurologico di varia gravità. Questa condizione raramente scompare senza conseguenze..

Il risultato di tali fenomeni è molto spesso lo stesso: la morte del paziente.

Infine

Il blocco cardiaco è un rallentamento o una cessazione della conduzione di un impulso elettrico dal nodo del seno ai tessuti cardiaci.

Il risultato è prima una violazione della contrattilità d'organo, poi difetti anatomici, deformità come miopatia, insufficienza multiorgano.

Trattamento sotto la supervisione di specialisti specializzati nel primo periodo. L'inizio tempestivo della terapia migliora significativamente la prognosi.

Cause, sintomi e trattamento del blocco cardiaco

Il blocco cardiaco è una violazione del suo lavoro, che è associato al lento passaggio dell'impulso. Il blocco può svilupparsi in qualsiasi parte dell'organo dove il segnale non passa. Il che porta a una violazione del passaggio dell'impulso?

Le ragioni

In base alla forza dello sviluppo della patologia, si distinguono tre gradi di blocco. Il blocco cardiaco di grado 1, di regola, non si manifesta in alcun modo. In alcuni casi, è considerato la norma. Questa forma di blocco viene spesso diagnosticata negli adolescenti, nei bambini, nelle persone con distonia vascolare vegetativa, prolasso della valvola mitrale o altre patologie dello sviluppo cardiaco..

Il blocco cardiaco di 2 gradi si verifica con lesioni organiche dei suoi tessuti. Le patologie che sono accompagnate da processi infiammatori o cicatriziali nel miocardio includono:

  • miocardite;
  • cardiomiopatia;
  • cardiosclerosi;
  • attacco cardiaco acuto;
  • difetti cardiaci;
  • ipertensione arteriosa.

La miocardite è un processo infiammatorio del muscolo cardiaco. Infezioni virali, infezioni batteriche e malattie autoimmuni possono causare infiammazioni. Le cause del blocco possono essere associate a un cambiamento patologico nella struttura del cuore. La cardiomiopatia può svilupparsi con aumento della pressione cardiaca, squilibrio ormonale, malattia coronarica, uso eccessivo di alcol o droghe.

La passabilità degli impulsi è compromessa a causa della cicatrizzazione del tessuto muscolare, che è coinvolto nell'area dell'infiammazione. Tali cambiamenti patologici si verificano dopo infarto miocardico, difetti cardiaci congeniti o acquisiti. La causa della ridotta conduzione dell'impulso può essere l'uso di beta-bloccanti o glicosidi cardiaci.

Sintomi

  1. Il blocco di 1 grado è dovuto al passaggio degli impulsi, ma questi processi sono piuttosto deboli. L'altezza dei denti cambia sul cardiogramma. I sintomi del blocco di primo grado non sono espressi. I cambiamenti patologici vengono solitamente diagnosticati come una malattia minore in altre malattie cardiache. Spesso, una violazione della conduzione del cuore appare dopo un infarto, un aumento del tono delle terminazioni del nervo vago o miocardite. Se il cardiogramma ha mostrato un blocco di 1 grado, i cambiamenti patologici non possono essere ignorati, poiché possono portare allo sviluppo di complicanze.
  2. Se non sono state prese le misure necessarie, il blocco passa alla fase successiva di sviluppo. A 2 gradi di patologia, gli impulsi entrano parzialmente nei ventricoli. Sul cardiogramma, diventano evidenti periodi di decelerazione e momenti di contrazioni ventricolari. Con una violazione della conduzione del cuore di secondo grado, i sintomi sono lievi. I pazienti lamentano dolore al petto, vertigini, bassa pressione cardiaca e debolezza. Il blocco cardiaco può verificarsi in persone che sono professionalmente coinvolte nello sport. Il blocco cardiaco può essere rilevato utilizzando un elettrocardiogramma. Per ottenere un quadro clinico completo, viene eseguito un ulteriore esame strumentale.
  3. 3 gradi di non conduzione dell'impulso è un blocco cardiaco completo. Il segnale non viene condotto completamente, l'atrio e i ventricoli iniziano a contrarsi indipendentemente l'uno dall'altro. I pazienti con blocco di grado 3 avvertono dolore al petto, affaticamento, letargia, mancanza di respiro, nausea, vomito e completa disabilità. Ai sintomi si aggiungono un ritmo cardiaco disturbato e un polso debole. Se non fornisci assistenza medica in modo tempestivo, il paziente sviluppa convulsioni che portano alla morte..

Il blocco cardiaco completo può essere congenito o acquisito. Il fattore eziologico della forma acquisita di blocco è associato a malattie cardiache, febbre acuta e disturbi metabolici.

Il blocco ventricolare destro può essere tragico. Se il blocco è stato causato da un'embolia polmonare o da un attacco di infarto, la prognosi è infausta. Se questo è un blocco del ventricolo sinistro del cuore, le sue conseguenze sono meno pericolose. In questo caso, l'impulso passa al cuore in modo indiretto con un ritardo..

Blocco gambe

Il blocco intraventricolare può verificarsi quando c'è una violazione della pervietà in una delle gambe del fascio di His o quando le fibre terminali di Purkinje sono danneggiate. Nel primo caso, la gamba destra o sinistra è completamente distrutta. L'impulso passa lungo la gamba preservata attraverso il setto interventricolare fino all'altro ventricolo.

La sconfitta della gamba destra viene diagnosticata raramente. Spesso sul cardiogramma si osserva una lesione della gamba sinistra, perché è quella che si nutre dall'arteria coronaria ed è più incline al processo aterosclerotico. Secondo le statistiche mediche, la sconfitta del ramo sinistro del fascio è più spesso osservata nella metà maschile in età adulta. Tuttavia, il blocco cardiaco del lato sinistro può derivare da infezioni o reumatismi infantili..

Quando si esegue un elettrocardiogramma, si osservano cambiamenti nella direzione dell'onda T e espansione dei complessi ventricolari. Un blocco di branca può essere completo, incompleto, a breve termine o permanente.

Trattamento

Il blocco cardiaco viene trattato in base al grado del suo sviluppo. Un blocco di primo grado non richiede un trattamento speciale. Un paziente con una tale diagnosi dovrebbe essere registrato da un cardiologo e regolarmente esaminato. Il trattamento del blocco viene eseguito solo nelle fasi 2 e 3.

La tattica per trattare il blocco dipende dalla gravità e dalla causa principale. Pertanto, se il blocco cardiaco è stato provocato da farmaci, è necessario annullarli completamente o ridurre il dosaggio..

  1. Se la causa del blocco era una malattia cardiaca, al paziente viene prescritto un ciclo di farmaci adrenostimolanti.
  2. Nel corso cronico del blocco, i medici prescrivono Corinfar o Belloid.
  3. Per eliminare gli attacchi acuti, al paziente vengono prescritti Izadrin e Atropine. Vasodilatatori e diuretici sono prescritti per l'insufficienza cardiaca congestizia.
  4. Se il blocco cardiaco è provocato da distonia vascolare o anomalie cardiache, il trattamento viene eseguito con glicosidi cardiaci e beta-bloccanti. Questi farmaci includono atenololo, anaprilina, digossina e strofantina.
  5. Con l'aumento della pressione cardiaca, al paziente vengono prescritti farmaci antipertensivi. Se un paziente ha un blocco accompagnato da malattia coronarica, i medici prescrivono farmaci antianginosi.
  6. Nel trattare le conseguenze del blocco cardiaco, il medico prescrive farmaci come Riboxin, Enalapril, Trimetazidine e Mildronate. Il dosaggio e il corso del trattamento sono determinati dal medico curante in base ai risultati dell'esame.

Se la terapia farmacologica non funziona, il blocco viene trattato chirurgicamente. L'essenza dell'intervento chirurgico è che il paziente viene installato con un pacemaker. Questa procedura viene eseguita in anestesia locale. Durante l'operazione, il medico inserisce uno speciale tubo di plastica con cui è installato l'elettrodo.

L'operazione viene eseguita sotto controllo a raggi X. Il medico inserisce un elettrodo nel ventricolo. Tale procedura viene eseguita anche con un raro ritmo di contrazioni ventricolari con frequente perdita di coscienza..

Terapia tradizionale

Il trattamento del blocco con ricette popolari ridurrà i sintomi della patologia e migliorerà il benessere. Prima di utilizzare metodi popolari, è necessario consultare il proprio medico..

  1. Un decotto a base di radici di valeriana aiuterà a ripristinare la frequenza cardiaca. Per preparare la ricetta, dovrai macinare i rizomi di valeriana. 1,5 cucchiaini. Versare 150 ml di acqua sulle radici. Posizionare il contenitore con il contenuto sul fornello e far bollire il brodo per 10-15 minuti a fuoco basso. Il brodo finito può essere filtrato attraverso una garza piegata in più strati. Devi bere il brodo 3-4 volte al giorno, 50 g.
  2. Con il blocco cardiaco, un decotto a base di melissa aiuta bene. Per cucinare, è necessario versare 500 ml di acqua bollente 1,5 cucchiai. l. erba secca. Metti il ​​contenuto a fuoco e porta a ebollizione il brodo. Assumere il prodotto 3 volte al giorno per ½ tazza.
  3. Un decotto di biancospino aiuterà a ridurre il dolore al petto. Versare 250 ml di acqua bollente 1/2 cucchiaio. l. frutto di biancospino. Mettere il contenitore a bagnomaria e cuocere a fuoco lento il brodo per 7-10 minuti. Assumere il prodotto prima dei pasti per 1/3 di tazza.
  4. Per il blocco cardiaco, puoi preparare una medicina con mele e cipolle. Per preparare il prodotto, avrai bisogno di una cipolla media e 1 mela verde media. Passare la cipolla e la mela al tritacarne. Mescola bene la miscela. La pappa che ne risulta è il fabbisogno giornaliero. Dividi in 2-3 dosi. Dovresti mangiare la medicina durante il giorno prima di mangiare..
  5. Macina 1 cucchiaio. l. foglie di menta e versare 250-300 ml di acqua bollente sulla miscela di erbe. Lasciare l'infuso sotto un coperchio chiuso per 30-50 minuti. Filtrare l'infuso finito attraverso un setaccio. Bevi piccoli sorsi durante la giornata.

Articolo Successivo
NDC per tipo cardiaco che cos'è