Cosa sono i linfociti in un esame del sangue e di cosa sono responsabili?


Un esame del sangue clinico è il metodo più comune e accessibile di diagnostica di laboratorio, che consente di valutare oggettivamente il lavoro delle funzioni di formazione del sangue, coagulazione e respiratoria. Inoltre, i risultati dello studio possono essere utilizzati per giudicare lo stato del sistema immunitario. Linfociti (LYM) - un tipo di leucociti, cellule specifiche che proteggono il corpo dall'ambiente esterno.

Cos'è LYM in un esame del sangue

I linfociti sono cellule del sangue che, essendo un sottotipo di leucociti, svolgono una funzione immunitaria. Queste cellule sono estremamente importanti, perché hanno una sorta di memoria: una volta confrontati con un agente estraneo (batteri, virus), i linfociti saranno in grado di rispondere alla sua ri-penetrazione anche dopo decine di anni. Questa proprietà garantisce l'efficacia delle vaccinazioni, che oggi possono prevenire una serie di malattie pericolose..

Inoltre, la seconda importante proprietà dei linfociti è la loro attività immunitaria contro i processi proliferativi (prevenire lo sviluppo di cellule tumorali).

Cosa sono i linfociti - video

Decodificare i risultati e la velocità dei linfociti

I linfociti sono un tipo di globuli bianchi, pertanto, a seguito dell'analisi, vengono presentati due indicatori: il numero assoluto di LYM e il loro numero come percentuale del volume totale di globuli bianchi.

Va ricordato che la norma dei linfociti per adulti e bambini è diversa, inoltre, durante il periodo di crescita nei bambini, il numero di queste cellule immunitarie cambia in modo significativo.

Il numero di linfociti può cambiare anche in una persona sana a causa di una serie di motivi. Fattori che possono influenzare le prestazioni:

  1. Gravidanza. Durante questo periodo, si può osservare una diminuzione del numero di linfociti come manifestazione di una reazione protettiva nei confronti del bambino. Il fatto è che il feto è percepito dal corpo della donna come alieno, poiché ha un proprio set di geni, che differisce da quello della madre. In condizioni normali, il sistema immunitario reagirebbe immediatamente, eliminando le cellule estranee, ma la natura si è occupata della conservazione del bambino.
  2. Attività fisica, stress. Questi sono i fattori che portano all'attivazione delle difese dell'organismo, quindi il numero di linfociti può essere aumentato.
  3. L'assunzione di cibo. Dopo aver mangiato, il numero di linfociti aumenta leggermente, quindi si consiglia di eseguire un esame emocromocitometrico completo a stomaco vuoto.
  4. Mestruazioni. Potrebbe esserci un aumento dei linfociti durante le mestruazioni.

Indicatori normali in bambini e adulti - tabella

EtàIndicatori relativi,%Indicatori assoluti, * 109 / l
Neonato15–351-4.5
5 ° giorno45-501.5-7
6 mesi60-654-10.5
1 anno60-654-10.5
2 anni60-654-10.5
4-9 anni40–451.5-7
10-17 anni30-501.5-6
18-65 anni19–351-4.5
oltre i 65 anni19–351-4.5

Livello LYM elevato

Linfocitosi: aumento del livello dei linfociti nel sangue (> 4,5 * 10 9 / l).

La linfocitosi è assoluta, quando aumenta solo il numero di linfociti, e anche relativo - un cambiamento nella percentuale di globuli bianchi, in cui i linfociti, sebbene rientrino nella norma di età, tuttavia, sullo sfondo di una diminuzione di altre frazioni di leucociti (neutrofili), il loro numero prevale.

La linfocitosi può essere reattiva (aumentata dall'infiammazione) o maligna (causata dalla divisione cellulare incontrollata).

  • infezioni virali (mononucleosi infettiva, citomegalovirus, morbillo, varicella, rosolia, epatite, pertosse);
  • infezioni batteriche (tubercolosi, sifilide, brucellosi);
  • infezioni da protozoi (toxoplasmosi);
  • malattie autoimmuni (reumatismi);
  • asma bronchiale;
  • ipertiroidismo;
  • avvelenamento acuto (arsenico, piombo);
  • l'uso di determinati farmaci (farmaci antiepilettici, analgesici);
  • processi oncologici (leucemia linfocitica cronica, leucemia linfoblastica acuta);
  • splenectomia (rimozione della milza).

Diminuzione del livello dei linfociti nell'analisi del sangue

La linfopenia è una diminuzione del numero di linfociti nel sangue (meno di 1,5 * 10 9 cellule per litro).

Se la linfocitosi è considerata una normale risposta immunitaria agli agenti estranei, la linfopenia è una risposta inadeguata ai cambiamenti nel corpo, il che indica un malfunzionamento del sistema immunitario.

Le ragioni principali per la diminuzione dei linfociti:

  • infezioni virali estenuanti gravi;
  • stati di immunodeficienza (HIV, AIDS);
  • anemia aplastica (inibizione dell'emopoiesi nel midollo osseo);
  • malattie oncologiche (linfogranulomatosi);
  • l'uso di corticosteroidi per lungo tempo;
  • radioterapia, chemioterapia.

Certo, è impossibile fare una diagnosi definitiva basata solo sul cambiamento del numero di linfociti. Una deviazione dalla norma può indicare sia infezioni virali lievi che processi maligni gravi, motivo per cui questo indicatore nell'analisi generale è molto prezioso nella diagnosi precoce del cancro del sangue. Pertanto, per eventuali modifiche al numero, è necessario consultare immediatamente un medico e condurre ulteriori ricerche..

Lym nell'analisi del sangue

8 minuti Autore: Lyubov Dobretsova 1119

  • caratteristiche generali
  • Linfociti negli esami del sangue
  • Motivi dell'aumento
  • Analisi di decodifica
  • conclusioni
  • Video collegati

I risultati di un esame del sangue generale possono dire molto sulla salute di una persona. Pertanto, vengono sempre eseguiti per varie malattie e con sospetto di loro. Particolarmente indicativo per questo è la determinazione del numero di linfociti nel sangue. Questi sono globuli bianchi responsabili dell'immunità umana, quindi il loro numero varia a seconda delle varie malattie. Questa condizione indica che il corpo sta combattendo l'infezione, ma può anche essere un segno di patologie più gravi..

caratteristiche generali

I linfociti sono globuli bianchi, un tipo di globuli bianchi. Appartengono agli agranulociti, poiché non hanno granulosità. La maggior parte di queste cellule sono prodotte nel midollo osseo e nel timo, alcune contengono linfa e milza. Oltre ai linfociti, i leucociti includono anche neutrofili, basofili, eosinofili e monociti. La maggior parte di queste cellule muore dopo l'incontro con agenti estranei, solo i linfociti possono agire molte volte, fornendo all'organismo una protezione immunitaria a lungo termine.

Le funzioni dei linfociti nel corpo sono molto importanti, ma impercettibili, quindi senza sapere di cosa sono responsabili queste cellule, potresti pensare che non siano necessarie. I linfociti regolano il lavoro di varie cellule e svolgono funzioni protettive. Sono questi globuli bianchi che forniscono l'immunità del corpo producendo anticorpi e distruggendo le cellule estranee. Proteggono il resto delle cellule del corpo dagli effetti di funghi, parassiti, virus e batteri.

Esistono tre tipi di linfociti, a seconda delle funzioni che svolgono:

  1. I linfociti B cercano sostanze estranee nel corpo e garantiscono la produzione di anticorpi contro di loro, il loro numero dovrebbe essere circa il 20% del contenuto totale di linfociti;
  2. I linfociti T distruggono le sostanze estranee, contengono fino al 70% del volume totale dei globuli bianchi;
  3. Le cellule NK normalizzano il lavoro di altre cellule e riconoscono le cellule tumorali; si trovano nel sangue circa il 20%.

Linfociti negli esami del sangue

Un esame del sangue generale è prescritto per la diagnosi di molte malattie, poiché aiuta a capire come funziona il corpo e quali deviazioni ci sono nel suo lavoro. Quando i suoi risultati vengono decifrati, il numero di leucociti viene spesso visualizzato come percentuale. Questo è un indicatore relativo: la cosiddetta formula dei leucociti. Quando l'aumento del numero di globuli bianchi è assoluto, il numero di tutti i globuli bianchi aumenta. Se il numero di linfociti aumenta solo, si tratta di una linfocitosi relativa. Di solito, la loro percentuale aumenta a causa di una diminuzione del numero di altri leucociti, principalmente neutrofili. Questa condizione del sangue è chiamata leucopenia..

La norma dei linfociti nel sangue negli uomini e nelle donne è solitamente la stessa. Costituisce dal 20 al 40% di tutte le cellule del sangue. I bambini e gli adolescenti dovrebbero avere più globuli bianchi. Il numero di linfociti dipende dall'età e varia dal 30 al 70%. La maggior parte dei linfociti dovrebbe essere contenuta nel sangue dei bambini di età inferiore ai 2 anni - fino al 60-70%. Aumenta ancora di più nei primi giorni di vita, così come a 4-5 anni di età, quando il sistema ematopoietico viene ricostruito. Dopo 9 anni, gli indicatori si stanno gradualmente avvicinando alle norme degli adulti.

Di solito, una condizione patologica durante la decodifica delle analisi è la linfocitosi, un aumento del livello di linfa nel sangue. Ma a volte queste cifre possono essere abbassate. Ciò accade con patologie del midollo osseo o gravi malattie virali. Tali emocromi possono anche essere causati da insufficienza renale o cardiaca, immunodeficienza grave o assunzione di determinati farmaci che sopprimono il sistema immunitario..

Quando il livello dei linfociti nel sangue è elevato, raramente si manifesta con segni esterni. Questa condizione è osservata nelle malattie infettive e nei tumori cancerosi. Pertanto, non ci sono sintomi specifici. Ma la linfocitosi può essere latente. Molto spesso, questa patologia è indicata da un aumento dei linfonodi e della milza. Ma questo può essere compreso anche dalla presenza di tali sintomi:

  • perdita di peso inspiegabile;
  • raffreddori frequenti;
  • pallore della pelle;
  • temperatura subfebrilare;
  • aumento della fatica;
  • linfonodi ingrossati;
  • disturbi del sonno;
  • frequenti reazioni allergiche;
  • indigestione.

La corretta interpretazione dei risultati delle analisi del sangue aiuterà a fare una diagnosi accurata. Tale analisi viene presa dal dito e, sotto forma di risultati, la percentuale di linfociti è solitamente indicata di fronte alla loro designazione latina: linfa o linfa.

Motivi dell'aumento

Un aumento del numero di linfa in un esame del sangue è la linfocitosi. Può essere reattivo quando è causato da un'infezione. In questo caso, la linfocitosi è temporanea e scompare dopo la distruzione di cellule estranee. Se il paziente ha una proliferazione maligna del tessuto linfoide, questa è linfocitosi maligna.

Questa condizione non è specifica. Indica la presenza di processi patologici nel corpo e funge da segnale per la necessità di ulteriori esami. Di solito, un aumento del livello dei globuli bianchi significa che il meccanismo dell'emopoiesi è interrotto nel corpo o che ci sono molte cellule estranee.

Ci sono una serie di ragioni per cui il numero di linfociti negli esami del sangue aumenta. Molto spesso si tratta di varie malattie infettive. Inoltre, questa condizione è una reazione del sistema immunitario del corpo a cellule estranee. Tali risultati del test si osservano nelle malattie virali e batteriche:

  • SARS, influenza;
  • herpes;
  • parotite;
  • varicella;
  • morbillo, rosolia, pertosse;
  • Epatite virale;
  • infezione da adenovirus;
  • tubercolosi;
  • sifilide;
  • clamidia;
  • toxoplasmosi.

Di solito, un aumento del livello dei linfociti indica la presenza di malattie virali, poiché la maggior parte dei batteri viene distrutta da altri tipi di globuli bianchi. Inoltre, tali risultati del test possono essere osservati non solo durante la malattia stessa, ma anche qualche tempo dopo il recupero.

Spesso i linfociti negli esami del sangue indicano malattie più gravi. Questi sono tumori maligni, patologie del sistema ematopoietico o tessuto linfoide. Inoltre, questa condizione si verifica nelle patologie autoimmuni, quando l'immunità del corpo attacca le proprie cellule. Ciò può anche essere causato da un'interruzione del sistema endocrino..

Molto spesso, la linfocitosi si verifica con le seguenti malattie:

  • linfogranulomatosi;
  • leucemia acuta e cronica;
  • linfoma;
  • sarcoma;
  • mieloma multiplo;
  • lupus eritematoso sistemico;
  • artrite reumatoide;
  • Morbo di Crohn;
  • ipertiroidismo;
  • reumatismi;
  • acromegalia;
  • AIDS;
  • danni da radiazioni al corpo.

Ma non sempre un aumento del numero di linfociti nel sangue è prova di gravi patologie. A volte può essere una condizione temporanea associata a piccole interruzioni nel corpo. Possono essere causati da una maggiore attività fisica o da forti stress, traumi o interventi chirurgici, soprattutto dopo la rimozione della milza. La linfocitosi può essere temporaneamente osservata in caso di avvelenamento con metalli pesanti, veleni o tossine, quando si usano bevande alcoliche o droghe, fumo a lungo termine o assunzione di determinati farmaci. Di solito questi sono quelli che portano alla soppressione dell'immunità, ma a volte questa condizione può essere associata all'uso di analgesici convenzionali.

Nelle donne, questa condizione si verifica spesso prima delle mestruazioni, con disturbi ormonali o con ipofunzione ovarica. La gravidanza di solito porta ad una diminuzione del livello dei linfociti in modo che non danneggino il bambino, ma nelle fasi iniziali potrebbe esserci un aumento. Anche l'aderenza prolungata a diete, dieta malsana, digiuno, carenza di vitamina B12 o mangiare cibi ricchi di carboidrati può causare linfocitosi temporanea.

Analisi di decodifica

Il livello dei linfociti nel sangue mostra lo stato del sistema immunitario del corpo. Di solito, uno specialista è coinvolto nella decodifica delle analisi, poiché l'accuratezza della diagnosi dipende anche da altri indicatori. Quando si effettua una diagnosi, è necessario tenere conto del numero totale di leucociti, nonché del numero di globuli rossi e della velocità di sedimentazione degli eritrociti..

Ad esempio, un aumento dei linfociti con un numero ridotto di neutrofili significa che c'è un'infezione virale o un processo infiammatorio cronico nel corpo. Ciò accade anche quando si sviluppano neoplasie maligne, tubercolosi o ipertiroidismo. Risultati simili si osservano anche con l'infezione da HIV..

Se viene rilevata una tale immagine del sangue, di solito significa che il corpo sta combattendo attivamente l'infezione. Ma una diminuzione del numero di neutrofili in un adulto può essere osservata con anemia, carenza di vitamine, nonché dopo la chemioterapia o l'esposizione radiologica..

Un aumento simultaneo del numero di linfociti e monociti indica molto spesso la presenza di un'infezione virale. Questo accade con morbillo, varicella, influenza, rosolia, herpes. La leucemia leucocitaria cronica è indicata da una diminuzione simultanea del livello di eritrociti e piastrine con un aumento dei linfociti. In questo caso, il livello dei linfociti aumenta molto fortemente - 5-6 volte. Ma un leggero aumento simultaneo dei globuli bianchi e degli eritrociti può essere osservato con l'inalazione prolungata del fumo di tabacco nei fumatori attivi e persino passivi.

Di solito si riscontra la linfocitosi assoluta - allo stesso tempo aumenta il numero di tutti i globuli bianchi. Se il numero di leucociti rimane invariato e aumentano solo i linfociti, ciò può indicare gravi malattie infettive, ad esempio la febbre tifoide. Inoltre, a volte si trovano globuli bianchi atipici. Questo può anche essere un segno diagnostico. Questo accade con toxoplasmosi, varicella, epatite, polmonite grave, mononucleosi infettiva.

La linfocitosi stessa non è pericolosa e non richiede trattamento. Ma questa condizione aiuta a diagnosticare e scegliere un metodo di terapia per la malattia sottostante. Il compito di tale trattamento dovrebbe essere quello di fornire ai linfociti condizioni normali per combattere le infezioni. Pertanto, oltre ai farmaci antibatterici o antivirali, vengono prescritti agenti per rafforzare il sistema immunitario..

Un caso più grave è un aumento del numero di linfociti dovuto alla rottura del midollo osseo oa causa di tumori maligni del sistema ematopoietico. In questo caso, i linfociti non torneranno alla normalità da soli, è necessario un trattamento speciale.

conclusioni

Un aumento del livello dei linfociti nelle malattie infettive è un processo naturale. L'immagine del sangue tornerà alla normalità da sola dopo il recupero. Ma se una tale condizione viene rilevata senza manifestazioni visibili della malattia, questo dovrebbe essere il motivo per un ulteriore esame. Il terapista si occupa della decodifica degli esami del sangue, prescrive le cure necessarie o si rivolge a specialisti.

Decodificare LYM in un esame del sangue

Certo, non vale la pena fare una diagnosi e prescrivere un medicinale basato sulla conta dei linfociti (LYM) nel sangue. Ma sapere cosa significa una tale designazione in un esame del sangue come LYM, e cosa dice, è desiderabile per ogni adulto.

Indici leucocitari

Tra i parametri che descrivono le principali popolazioni di leucociti (WBC), gli indicatori di numerose popolazioni cellulari hanno il maggior valore diagnostico. In un esame del sangue, questi includono granulociti (GRAN, GRA, GR) e linfociti (LYMPH, LYM).

Il gruppo dei granulociti è rappresentato principalmente dai neutrofili. Eosinofili e basofili, che contengono anche granuli citoplasmatici nella cellula e appartengono ai granulociti, si trovano nel sangue in piccole quantità.

A causa della scarsità di basofili ed eosinofili, tutte le proprietà del GRA, come parte integrante dell'immunità cellulare, sono principalmente determinate dai neutrofili..

Piccole popolazioni di leucociti sono combinate in un gruppo o, come viene anche chiamato, una miscela di leucociti. Quando viene contata in un analizzatore ematologico, tale combinazione combinata di eosinofili, monociti e basofili è designata MID o MIX..

Gli indicatori MID%, GRA%, LYM% sono indicati nella decodifica dell'analisi del sangue come percentuale del numero totale di leucociti e in cifre assolute (#), che riflettono quante cellule della popolazione sono contenute in un volume unitario di plasma sanguigno.

Normalmente, il numero assoluto MID # è 0,2 - 0,8 * 10 9 / l. L'indicatore percentuale o relativo della miscela di popolazioni cellulari di eosinofili, basofili, monociti MID% è compreso tra 5% e 10%.

Gli indicatori MID sono determinati principalmente dal contenuto di monociti nel sangue (MON). La concentrazione di monociti in una persona sana è superiore al livello di basofili ed eosinofili.

Per confronto, le norme nell'UAC (emocromo generale):

  • basofili - BASO% - 0-1%, BASO # - fino a 0,09 * 10 9 / l;
  • eosinofili - EOS% - fino al 5%, EOS # - fino a 0,3 * 10 9 / l;
  • monociti - MON% - 2-9%, MON # - 0,09 - 0,6 * 10 9 / l.

Ciò suggerisce che con l'aumento di MON aumenta gli esami del sangue e un valore come MID. E quando BASO o EOS si alza o si abbassa, l'indicatore MID cambia poco.

La concentrazione di GRAN% nell'analisi del sangue è del 45-72% dei leucociti totali. Quantità assoluta di GR - 1.2 - 6.8 * 10 9 / l.

Il contenuto di GRA nel sangue può essere calcolato dai risultati del test utilizzando la formula WBC - LY - MON, dove WBC sta per leucociti, come LY per linfociti e MON per monociti.

Diminuzione dei granulociti con un lungo decorso di malattie infettive causate da batteri, virus dell'AIDS, morbillo, influenza, rosolia. Anemia, radioterapia, malaria possono causare una diminuzione dei granulociti.

I valori GRAN sono aumentati nel sangue con un aumento della conta dei leucociti neutrofili, che può essere letto in una pagina separata del sito.

Tasso di linfociti

Il sottogruppo dei globuli bianchi dei linfociti è molto vario per composizione e funzione. I linfociti sono prodotti e differenziati nella milza, nel timo, nel midollo osseo, nei linfonodi.

La popolazione dei linfociti è alla base del legame cellulare del sistema immunitario, è suddivisa in linfociti B, linfociti T, cellule NK-natural killer.

Di fronte a un batterio o ad antigeni estranei, sono i primi a reagire all'invasione delle cellule NK, che sono in grado di distruggere le cellule distruggendone la parete cellulare.

I linfociti T contrastano l'infezione con linfociti killer citotossici, che prevengono la diffusione dell'infezione.

L'attivazione dei linfociti B innesca la trasformazione di una parte di questa popolazione cellulare in plasmacellule che producono anticorpi contro le proteine ​​dell'antigene estraneo.

Nell'UAC, durante il conteggio, viene emesso il risultato sommato di tutti i tipi di linfociti, senza dividerli in frazioni separate.

Le norme dei linfociti nel sangue negli adulti (sia donne che uomini) sono nell'analisi che decifrano:

  • LYM # - valori assoluti di linfociti 1.2 - 3 * 10 9 / l;
  • LYM% - i valori relativi dei linfociti dal numero totale di leucociti sono del 25-40%.

Quando i linfociti superano i 4 * 10 9 / l, questa condizione è chiamata linfocitosi. La deviazione dei linfociti dalla norma, in cui gli indicatori LYM sono inferiori a 0,8 * 10 9 /, è chiamata linfopenia.

Spiegazione degli indicatori LYM

La conta dei linfociti viene presa in considerazione quando si valuta lo stato del sistema immunitario. I linfociti elevati si trovano nel CBC anche in persone sane se la combinazione di altre frazioni leucocitarie è disturbata nel sangue.

Ciò significa che quando si interpretano i conteggi dei linfociti, è necessario prendere in considerazione non solo un valore come LYM% o LYM #, ma anche gli indicatori GRAN nell'analisi del sangue, nonché le popolazioni MID.

Il LYM diminuisce più spesso con un aumento del numero di neutrofili, a causa del quale la proporzione di altre popolazioni, come linfociti e MID, nei leucociti totali diminuisce.

I linfociti sono aumentati

Si osservano conte linfocitarie elevate in malattie che aumentano la reattività del sistema immunitario. Tali malattie, prima di tutto, includono malattie infettive, tumori, processi infiammatori e autoimmuni.

La linfocitosi si osserva anche in alcune condizioni fisiologiche che non sono associate a patologie degli organi interni, dell'immunità o del sistema sanguigno. Questo aumento non correlato alla malattia del LYM si riscontra nei fumatori.

Un aumento della conta linfocitaria nell'UCK si verifica durante lo stress fisico e psico-emotivo, nelle donne durante le mestruazioni.

I risultati dell'analisi possono essere riflessi anche da un'intensa eccitazione sperimentata alla vigilia di un esame del sangue o di una rapida salita su per le scale fino alla sala delle procedure per un test..

Un aumento del LYM può essere innescato dall'assunzione di farmaci che causano una diminuzione dei neutrofili, portando così ad un aumento del conteggio relativo dei linfociti.

La ragione di un moderato aumento di LYM potrebbe essere:

  • malattie virali - morbillo, mononucleosi infettiva, varicella, infezione da citomegalovirus, rosolia;
  • tubercolosi;
  • asma bronchiale;
  • pertosse;
  • epatite;
  • sifilide;
  • brucellosi;
  • ipertiroidismo;
  • malattie autoimmuni - reumatismi;
  • splenectomia.

I LYM sono notevolmente aumentati in caso di malattie:

  • leucemia a cellule ciliate;
  • leucemia linfatica cronica;
  • linfosarcoma.

I tassi più alti dell'80-90% nella decodifica dell'analisi del sangue LYM% raggiunge con la leucemia linfocitica. Durante l'intensificazione dei sintomi di questa malattia maligna, il numero di leucociti può raggiungere 200 * 10 9 / l con una norma fino a 9 * 10 9 / l.

Con un aumento significativo di LYM, l'analisi deve essere ripetuta per escludere un possibile errore. Con un aumento ripetuto del numero di linfociti nell'analisi del sangue, il medico prescrive ulteriori studi per identificare la causa della patologia.

È anche necessario prestare attenzione, dopo aver ricevuto un bianco UAC, quali linfociti sono elevati nella decodifica dell'analisi del sangue - LYM% (relativo) o LYM # (assoluto).

Se, ad esempio, LYM% nell'analisi è del 50%, che è superiore al normale, e i leucociti totali sono 5 * 10 9 / l, il LYM # assoluto viene calcolato moltiplicando 5 * 10 9 / l per 50% e dividendo per 100%.

Il risultato è 2,5 * 10 9 / l. Un tale valore nell'analisi del sangue è abbastanza coerente con l'intervallo della norma dell'indicatore LY assoluto, e questo suggerisce che non si dovrebbero immaginare malattie terribili e non ci si dovrebbe preoccupare.

I linfociti sono abbassati

Quanto segue può causare una diminuzione dei linfociti:

  • malattie infettive acute;
  • anemia aplastica;
  • stati di immunodeficienza;
  • linfogranulomatosi;
  • prendendo corticosteroidi, antipsicotici, citostatici.

I linfociti diminuiscono durante la gravidanza. Durante questo periodo, il sistema immunitario della donna svolge il compito più difficile..

L'immunità durante la gravidanza non dovrebbe solo svolgere efficacemente le sue funzioni di base, ma anche prevenire il rigetto fetale. La difficoltà è che nel feto metà del set cromosomico è ottenuto dal padre e, quindi, il sistema immunitario della madre lo percepisce come estraneo.

Per evitare il rigetto fetale, l'immunità specifica di cui sono responsabili i linfociti diminuisce durante la gravidanza.

Tuttavia, il bambino non rimane indifeso. Aumenta l'attività della risposta immunitaria aspecifica, di cui sono responsabili macrofagi e monociti, che compensa l'attività insufficiente dei linfociti.

Stato di immunodeficienza

Quando LYM è inferiore a 1,5 * 10 9 / l, si sviluppano segni di una diminuzione dell'attività del sistema immunitario. Ciò provoca lo sviluppo di immunodeficienza, che si manifesta con cambiamenti nell'analisi del sangue, mentre il GR diminuisce a 0,75 * 10 9 / l, e anche un valore come WBC diminuisce a 1 * 10 9 / l.

Lo stato di immunodeficienza è caratterizzato da una diminuzione dei livelli ematici di immunoglobuline, per la cui produzione è responsabile un sottogruppo di linfociti B. I rappresentanti di questa popolazione cellulare sono chiamati plasmacellule o plasmacellule.

Queste cellule sono responsabili della produzione di anticorpi nelle malattie infettive, motivo per cui il loro contenuto nel sangue subito dopo la malattia aumenta. Normalmente, 2 settimane dopo il recupero dalla malattia, le plasmacellule nel sangue non dovrebbero esserlo.

Diminuzione relativa dei linfociti

Nel decodificare l'analisi con una relativa diminuzione dei linfociti, si dovrebbe prestare attenzione al valore dell'indicatore assoluto LYM. Non è sempre indicato nel modulo di analisi, in questo caso può essere calcolato in modo indipendente.

Quindi, con l'eritremia, insieme ad un aumento di eritrociti, emoglobina e leucociti, l'indicatore relativo dei linfociti si abbassa. Con questa malattia del sangue, il LYM% può diminuire fino all'11% o anche meno.

Se, ad esempio, LYM% è del 15% con leucociti totali 12 * 10 9 / l, gli indicatori assoluti LYM # vengono calcolati moltiplicando il 15% per 12 * 10 9 / l, quindi dividendo per 100%.

Il valore ottenuto dei linfociti è 1,8 * 10 9 / l, che rientra nell'intervallo normale.

Una diminuzione dei linfociti non si verifica sempre durante i processi maligni nel corpo. Una bassa percentuale di LYM si trova, ad esempio, nella polmonite batterica.

In questo caso, a causa dell'aumento dei neutrofili causato dall'invasione di batteri, il contenuto relativo di linfociti nel sangue diminuisce. I LYM relativi sono ridotti in caso di difterite grave, morbillo, scarlattina.

In ogni caso, durante la decodifica di un esame del sangue, il medico tiene conto di tutti i fattori che influenzano il cambiamento degli indicatori relativi e assoluti dei leucociti, li confronta con il valore di eritrociti, emoglobina, piastrine.

Esame del sangue, norme e deviazioni in esso dell'indicatore LYM? Ragioni dell'aumento o della diminuzione dell'indice

Il LYM nell'analisi del sangue è un indicatore generale di uno studio clinico che stima la conta linfocitaria assoluta. I linfociti (LYM) sono un tipo di globuli bianchi che aiutano il sistema immunitario del corpo a identificare e combattere i fattori patogeni (virus, batteri o funghi).

  1. Come funziona il sistema immunitario e cosa sono i linfociti?
  2. Indicazioni per un esame del sangue LYM
  3. Decodifica degli esami del sangue per LYM: cosa significa l'indicatore?
  4. Cause dell'aumento dell'indice LYM negli esami del sangue
  5. Ragioni per l'indicatore LYM abbassato
  6. Cosa fare se il numero di linfociti nel sangue è superiore al normale?
  7. Cosa fare se il numero di linfociti nel sangue è inferiore al normale?

Come funziona il sistema immunitario e cosa sono i linfociti?

I due tipi predominanti di linfociti secreti nel midollo osseo sono i linfociti B e i linfociti T. Un antigene è una sostanza estranea (virus o batterio). Quando l'antigene entra nel corpo, le cellule B secernono anticorpi che si attaccano ad esso. Le cellule T riconoscono le sostanze estranee dagli anticorpi e le distruggono.

Esistono due tipi di sistemi immunitari. Il primo è l'immunità innata, che consiste in proteine ​​e cellule che sono costantemente presenti nel corpo umano. Viene acquisito il secondo tipo, costituito da cellule B e T. Quando gli antigeni bypassano il primo sistema di difesa, sono coinvolti i linfociti B e T. Se il sistema immunitario è indebolito, i linfociti non possono funzionare normalmente. A volte il sistema immunitario attacca e distrugge i tessuti sani perché non è in grado di distinguere tra antigeni e cellule sane. Questo disturbo è comunemente chiamato autoimmune..

Attenzione! Il sistema linfatico è rappresentato da vari organi: milza, tonsille e linfonodi. Protegge il corpo da infezioni di varie eziologie. Circa il 25% dei nuovi linfociti rimane nel midollo osseo e diventa cellule B. Il restante 75% viene trasportato nel timo e diventa linfociti T. I linfociti B e T “lavorano insieme” per fornire una protezione efficace contro i patogeni infettivi.

Indicazioni per un esame del sangue LYM

Se il paziente ha un'infezione o un'intossicazione del sangue, la conta totale dei linfociti (linfa) aumenta. Se si sospetta una conta linfocitaria anormale, il medico ordinerà un test LYM per calcolare quanti linfociti ci sono nel flusso sanguigno. Una conta linfocitaria troppo alta o bassa è un segno di malattia.

Per l'esame, il sangue viene prelevato dalla mano del paziente nell'ambulatorio del medico. Quindi il materiale biologico viene inviato al laboratorio. Il tempo di attesa per i risultati CBC varia a seconda dell'istituto..

Ci sono una serie di fattori che influenzano i risultati di un'analisi LYM:

  • Infezione recente.
  • Chemioterapia.
  • Radioterapia.
  • Terapia steroidea.
  • HIV.
  • Ha subito un intervento invasivo di recente.
  • Gravidanza.
  • Grave stress.

Potrebbero esserci altre indicazioni a discrezione del medico curante. Di solito questo esame fa parte di un esame del sangue clinico generale..

Decodifica degli esami del sangue per LYM: cosa significa l'indicatore?

I laboratori hanno diversi modi per misurare i risultati degli esami del sangue. I risultati variano in base al sesso, all'età e all'eredità.

Intervalli approssimativi dei valori LYM normali:

  • Nelle donne, 700-4000 (0,8-5,0) linfociti / μl,
  • Negli uomini, 800-5000 linfociti per μl,
  • I bambini hanno 4000-10000 linfociti per μl.

Cause dell'aumento dell'indice LYM negli esami del sangue

La linfocitosi si verifica dopo un'infezione. In alcuni casi, alti livelli di linfociti indicano una malattia grave:

  • Mononucleosi.
  • Adenovirus.
  • Epatite.
  • Influenza.
  • Tubercolosi.
  • Toxoplasmosi.
  • Citomegalovirus.
  • Brucellosi.
  • Vasculite.
  • Leucemia linfatica acuta.
  • Leucemia linfocitica cronica.
  • HIV.

Importante! Non autodiagnosticare e decifrare gli indicatori LYM con l'aiuto del medico. Potrebbero essere necessari ulteriori esami per chiarire il motivo dell'aumento dell'indicatore.

Ragioni per l'indicatore LYM abbassato

Un basso numero di linfociti, chiamato linfocitopenia, è dovuto a quanto segue:

  • Il corpo non è in grado di sintetizzare una quantità sufficiente di linfociti.
  • Le cellule vengono distrutte più velocemente di quanto vengono sintetizzate dal midollo osseo.

La linfocitopenia indica la presenza di malattie di varie eziologie. Alcuni di loro, come l'influenza, non sono pericolosi per la maggior parte delle persone. Tuttavia, una bassa percentuale di linfociti aumenta la probabilità di infezione da agenti patogeni infettivi e il verificarsi di complicanze..

Altre condizioni che causano la linfocitopenia:

  • Malnutrizione.
  • Lupus sistemico.
  • Alcuni tipi di cancro, tra cui anemia linfocitica, linfoma e malattia di Hodgkin.
  • Steroidi.
  • Radioterapia.
  • Farmaci chemioterapici.
  • Disturbi ereditari: sindrome di Wiskott-Aldrich e sindrome di Dee-George.

Cosa fare se il numero di linfociti nel sangue è superiore al normale?

Il primo passo è determinare perché la conta dei linfociti è aumentata in un adulto o in un bambino. Prima di seguire le raccomandazioni, consultare il proprio medico per scoprire la vera causa del disturbo. La linfocitosi si verifica a seguito di gravi malattie del sistema ematopoietico e quindi necessita di terapia farmacologica.

Raccomandazioni per aiutare a ridurre i livelli di LYM nel sangue:

  1. Le infezioni causano infiammazioni nel corpo, quindi assicurati di aggiungere abbastanza cibi antinfiammatori alla tua dieta. Gli acidi grassi insaturi Omega-3 presenti nel salmone, nel merluzzo e nello sgombro sono le migliori fonti di sostanze antinfiammatorie.
  2. Evita i cibi zuccherini perché tendono ad "intensificare" l'infiammazione nel corpo. Mangia cibi a basso indice glicemico invece dei dolci: fragole, mele o banane.
  3. Aumenta l'assunzione di vitamina C, che si trova nei peperoni, nel limone e nei mirtilli. La vitamina C è un importante composto chimico che migliora lo stato funzionale del sistema immunitario.
  4. Incorpora un leggero esercizio aerobico nella tua routine quotidiana per rafforzare il tuo sistema immunitario e cardiovascolare. Sono adatte passeggiate giornaliere a una velocità di 5 km / h.
  5. Molte persone soffrono di carenza di vitamina D. La vitamina D è essenziale per la salute delle ossa e riduce il rischio di disturbi cardiovascolari. Puoi assumere la tua dose giornaliera di vitamina D camminando al sole.
  6. Dormi almeno 8 ore al giorno. Lo stress eccessivo derivante dalla privazione del sonno peggiorerà il sistema immunitario.

Cosa fare se il numero di linfociti nel sangue è inferiore al normale?

Se il LYM è basso, aggiungi più alimenti contenenti proteine ​​alla dieta. I linfociti hanno bisogno di amminoacidi per funzionare correttamente e mantenere il sistema immunitario. Gli amminoacidi proteici sono parzialmente responsabili della produzione di cellule B..

Suggerimenti per aumentare il livello dei linfociti nel sangue:

  1. L'assunzione giornaliera raccomandata di proteine ​​è di 0,8 grammi per chilogrammo di peso corporeo. Usa questi parametri per calcolare il tuo fabbisogno giornaliero di proteine. Un adulto che pesa 80 kg deve assumere 64 grammi di proteine ​​pure al giorno. Fonti proteiche: pollame, pesce, fagioli, carne magra, latte e formaggio.
  2. Evita i cibi ricchi di grassi. Gli studi hanno dimostrato che i cibi ricchi di lipidi rendono i linfociti "più spessi" e rendono più difficile il loro corretto funzionamento. Si consiglia di aggiungere alla dieta cibi a basso contenuto di grassi: pesce, manzo, yogurt, frutta e verdura.
  3. Bevi tè verde ogni giorno. Le catechine nel tè verde aiutano i linfociti a svolgere il lavoro più velocemente. Il tè verde contiene L-teanina, che aumenta la resistenza del corpo agli agenti patogeni infettivi.
  4. Bere molta acqua. L'acqua accelera l'eliminazione dei prodotti di scarto dal corpo, che potrebbero influenzare il numero di globuli bianchi nel corpo. È importante placare la sete in tempo per rimanere in buona salute. Una persona dovrebbe bere da 8 a 12 bicchieri d'acqua ogni giorno..

Consigli! Se il numero di linfociti nel sangue è ridotto a causa di condizioni patologiche, è necessario consultare un medico sull'adeguatezza delle misure di cui sopra. I bassi indici LYM causati da patologie del corpo richiedono una terapia farmacologica.


Articolo Successivo
Bloccanti adrenergici (alfa e beta bloccanti): un elenco di farmaci e classificazione, meccanismo d'azione (selettivo, non selettivo, ecc.), Indicazioni per l'uso, effetti collaterali e controindicazioni