Come viene eseguita l'operazione per rimuovere il varicocele?


Quando viene rilevato il varicocele, la chirurgia è il metodo più efficace per trattare questa condizione patologica. Questa è l'unica terapia che ti consente di ottenere il pieno recupero..

L'intervento chirurgico è facilmente tollerato dall'organismo e raramente porta allo sviluppo di complicanze.

È necessario un intervento chirurgico per eliminare il varicocele.

Brevemente sulla preparazione per l'intervento chirurgico

La preparazione per l'intervento chirurgico inizia 10 giorni prima.

Innanzitutto, al paziente vengono prescritti i seguenti studi:

  • fluorografia o radiografia dei polmoni;
  • elettrocardiogramma;
  • esami generali del sangue e delle urine;
  • Ultrasuoni dello scroto;
  • determinazione del fattore Rh;
  • test per i livelli di testosterone;
  • spermogramma;
  • test per HIV, epatite B e C;
  • flebografia, ecc..

Nella maggior parte dei casi, l'operazione viene eseguita in anestesia generale. Pertanto, è necessaria la ricerca per identificare possibili reazioni allergiche ai farmaci utilizzati durante l'intervento..

Se una persona ha malattie croniche, potrebbe aver bisogno di consultare specialisti ristretti.

Prima dell'operazione, è necessario determinare il livello di testosterone nel corpo dell'uomo.

Metodi di chirurgia del varicocele

Nella pratica medica, vengono utilizzati tipi di operazioni invasive e minimamente invasive per eliminare il varicocele di 1-4 ° grado.

Gli interventi chirurgici moderni sono più richiesti, tra cui laparoscopia, cauterizzazione laser, ecc..

Dopo di loro, il recupero è più veloce, ma spesso devi pagare per loro.

Gli interventi chirurgici addominali, che comportano il rischio di danni e complicazioni ai testicoli, sono per lo più eseguiti gratuitamente.

Dopo tale trattamento, un uomo ha bisogno di tempo per riprendersi..

Intervento aperto

Esistono diverse opzioni per la chirurgia a cielo aperto. Il modo più antico per eliminare il varicocele è l'operazione Ivanissevich. L'indicazione è il decorso grave della malattia. La tecnica di questa operazione è semplice..

Innanzitutto, viene praticata un'incisione da 3,5 a 5 cm per accedere all'area interessata.

In futuro, le vene danneggiate vengono rimosse nell'apertura e legate. La durata dell'intervento dipende dall'incuria della patologia. Nella maggior parte dei casi, si allena da 30 minuti a 1 ora..

L'operazione può essere eseguita da uomini di qualsiasi età. I suoi aspetti positivi includono l'alta disponibilità, così come la capacità di eseguire in anestesia locale..

Tra gli svantaggi c'è un lungo periodo di riabilitazione, che può richiedere 1 mese. Inoltre, circa il 40% dei pazienti sperimenta successivamente una recidiva della malattia..

Varicocele secondo Marmar

La chirurgia aperta include il trattamento chirurgico del varicocele secondo Marmar.

Questo metodo può anche essere chiamato varicocelectomia subinguinale. La procedura è considerata più sicura ed efficace.

Per accedere all'area interessata si pratica un'incisione di circa 1,5 cm e si seziona il tessuto al microscopio. Il chirurgo può esaminare anche piccoli rami dei vasi e rimuoverli rapidamente.

Chirurgia di Marmar per varicocele.

Durante l'operazione, quasi nessuna terminazione nervosa è danneggiata. I vantaggi del metodo includono una bassa invasività, un breve periodo di recupero e un basso rischio di complicanze..

Dopo aver esaminato le foto prima e dopo l'operazione, si può notare che la cicatrice residua è pressoché invisibile. Gli svantaggi di questo metodo di trattamento includono l'impossibilità del suo utilizzo nel 3 ° e 4 ° grado della malattia.

La tecnica Palomo è anche un intervento chirurgico aperto. Si tratta di eseguire un'incisione fino a 5 cm nella zona addominale. Attraverso questo foro, lo specialista colpisce la parte ghiandolare dei tessuti e già nella parte posteriore del peritoneo viene eseguita la legatura delle vene dilatate.

Gli aspetti positivi di questa metodica sono la possibilità di accesso diretto ai fasci venosi e una bassa percentuale di recidive.

L'operazione dura circa 1-1,5 ore e richiede l'uso dell'anestesia generale.

L'accesso ai tessuti colpiti avviene attraverso un'ampia incisione, quindi ci vuole molto tempo per il pieno recupero.

Tecnica laparoscopica

Il metodo di terapia laparoscopico è considerato il più moderno. Prevede l'esecuzione di piccole forature attraverso le quali vengono portati nella zona operata gli strumenti necessari alla manipolazione. Così come un endoscopio dotato di telecamera, con la quale viene visualizzato sul monitor il video dell'area trattata.

Le staffe sono installate in luoghi danneggiati. La procedura dura non più di 15-40 minuti. Tale operazione endoscopica per varicocele viene eseguita in anestesia generale..

I vantaggi del metodo includono:

  • basso rischio di emorragia interna;
  • recupero veloce;
  • rari casi di ricaduta;
  • basso rischio di complicazioni, ecc..
La chirurgia laparoscopica è usata per trattare il varicocele.

La chirurgia laparoscopica per varicocele è controindicata in presenza di formazioni tumorali, patologie acute del tratto gastrointestinale e aderenze.

Cauterizzazione con un laser

Il trattamento laser per il varicocele non comporta il taglio del tessuto per accedere ai vasi sanguigni dilatati. La procedura viene eseguita con un endoscopio intravascolare, la cui fotocamera aiuta a trovare rapidamente l'area interessata e coagularla.

Ciò fa sì che le vene trattate vengano tagliate dal flusso sanguigno generale. La manipolazione viene eseguita sotto controllo a raggi X..

I pazienti sono preoccupati per quanto tempo rimanere in clinica dopo l'intervento: l'operazione viene eseguita in anestesia locale e dopo 30 minuti si può tornare a casa.

Applicazione della scleroterapia

Il metodo di scleroterapia prevede l'introduzione di una sostanza speciale nelle vene dilatate, progettata per incollare le loro pareti.

Questo metodo è sempre meno utilizzato nel trattamento del varicocele, perché spesso ha un effetto a breve termine.

Recupero e riabilitazione

La durata del periodo di recupero dipende dal metodo di trattamento chirurgico. Con la chirurgia a cielo aperto, il paziente può rimanere in ospedale fino a 10 giorni.

L'ulteriore terapia a casa dura fino a 4 settimane.

In questo momento, devi evitare lo stress, ma allo stesso tempo camminare ogni giorno. È necessario assumere un multivitaminico e seguire una dieta delicata.

In alcuni casi, vengono prescritti lassativi lievi per prevenire la stitichezza. Durante il periodo di guarigione, è necessario mantenere l'igiene e indossare una benda.

Caratteristiche negli adolescenti

Le raccomandazioni generali per la riabilitazione dopo il trattamento chirurgico del varicocele per gli adolescenti sono identiche a quelle sviluppate per gli adulti.

Tuttavia, per ridurre il rischio di ricomparsa della patologia, i giovani pazienti devono rinunciare a uno sforzo fisico intenso per almeno 3 mesi fino a quando i tessuti non sono completamente guariti..

Complicazioni postoperatorie

La conseguenza più comune di un'operazione eseguita in modo errato è una ricaduta della malattia..

Le potenziali complicanze della chirurgia includono:

  • dolore neurologico
  • processi infiammatori
  • linfostasi
  • e idrocele.

Confronto dei metodi di rimozione del varicocele

Il varicocele può essere trattato solo con una delle tecniche chirurgiche esistenti. La convinzione diffusa che si possa sbarazzarsi della malattia a casa è infondata. Suggerimenti su come indossare biancheria intima aderente, ridurre l'esercizio fisico e assumere farmaci possono aiutare ad alleviare alcuni dei sintomi, ma non la malattia stessa. L'allargamento irreversibile delle vene del cordone spermatico può essere curato solo con un intervento chirurgico. Ritardare la chirurgia può portare a infertilità e altre conseguenze del varicocele.

La chirurgia è necessaria per tutti i pazienti con varicocele??

I medici raccomandano un intervento chirurgico se sono presenti i seguenti sintomi e problemi:

  • Infertilità con spermatogenesi ridotta (sulla base dei risultati dello spermatogramma)
  • La comparsa del dolore
  • In caso di recidiva della malattia
  • Per prevenire lo sviluppo di ipotrofia o atrofia testicolare
  • Difetto cosmetico (in rari casi con varicocele pronunciato).

L'indicazione più comune per la chirurgia è l'infertilità (circa il 40% degli uomini con diagnosi di infertilità soffre di varicocele). L'intervento chirurgico in questo caso è prescritto indipendentemente dal grado di sviluppo della malattia dei vasi venosi. A volte il trattamento viene eseguito durante l'adolescenza per evitare questo problema..

L'operazione per rimuovere le vene dilatate del cordone spermatico appartiene alla categoria dei semplici e sicuri. Tuttavia, negli ultimi anni, molti medici sono sempre più inclini alla prematura di tale prevenzione e credono che sia sufficiente, dopo la diagnosi, visitare un urologo ogni sei mesi per monitorare la progressione della malattia. In caso di rapido sviluppo del varicocele, deterioramento dello spermatogramma e comparsa di sintomi dolorosi, il medico prescriverà un trattamento chirurgico.

La sindrome del dolore indica l'inizio di possibili processi infiammatori e la comparsa di microtrombi. Il grado di sviluppo del varicocele può influenzare la loro intensità e il disagio generale..

Quali tipi di tecniche chirurgiche vengono utilizzate nel trattamento?

L'operazione viene eseguita con l'obiettivo di attraversare i vasi venosi dilatati, coinvolti nel riflusso del sangue. Recentemente, i seguenti metodi sono stati utilizzati principalmente per trattare il varicocele:

Metodo tradizionale di accesso aperto (metodo Ivanissevich e Palomo)

L'operazione di Ivanissevich è un metodo di trattamento efficace generalmente riconosciuto in qualsiasi fase del varicocele e prevede la legatura delle vene testicolari interessate a livello retroperitoneale. Durante l'operazione, il chirurgo esegue una piccola incisione (4-5 centimetri) nella regione iliaca sinistra e lega i vasi malati.

Il metodo di Palomo è essenzialmente identico al metodo operativo di Ivanissevich. La differenza tra loro sta nella scelta del sito di incisione, che si trova più in alto a Palomo.

Metodo microchirurgico (Marmara)

La tecnica Marmara prevede una piccola incisione nella pelle (circa 2-3 centimetri) all'uscita del funicolo spermatico. L'intervento viene eseguito con l'ausilio di strumenti speciali e un microscopio, che consente di eseguire in modo più accurato le medicazioni senza toccare l'arteria, i nervi ei vasi linfatici vicini. I medici danno a questa tecnica le recensioni più positive, poiché il grado di lesione e il tasso di ricaduta sono i più bassi..

Metodo endoscopico (laparoscopico)

Questo metodo è applicabile in qualsiasi fase della malattia. Il trattamento si basa sull'eliminazione del problema bloccando il flusso sanguigno attraverso le vene del testicolo. Vengono praticate tre forature nella pelle (nell'ombelico e nelle regioni iliache destra e sinistra) per inserire la videocamera e gli strumenti necessari. Ciò consente di esaminare l'intera vena sotto ingrandimento (6-10 volte), evidenziare le aree interessate, posizionare staffe in titanio sui suoi rami e attraversare i vasi.

Embolizzazione

Un metodo come l'embolizzazione si basa sull'introduzione di una sostanza o spirale nella vena interessata, che ne ostruisce il lume. La procedura viene eseguita attraverso una puntura nella vena femorale sul lato destro, dove viene posizionato un catetere da 1 mm sulla vena renale sinistra.

Scleroterapia

Il metodo consiste nell'introduzione di una sostanza sclerosante nella vena testicolare, che blocca il lume del vaso e impedisce al sangue di fluire al testicolo. Questo metodo di trattamento è spesso prescritto per i pazienti con condizioni mediche o nei casi in cui altri metodi non sono applicabili. Un catetere viene inserito attraverso una piccola incisione e i vasi vengono esaminati con un mezzo di contrasto radiopaco. In base all'immagine ottenuta, nelle aree interessate viene iniettato uno sclerosante che salda il lume della vena.

Analisi comparativa dei metodi di trattamento

I dettagli e i dettagli che sono di maggiore preoccupazione per i pazienti sono riassunti di seguito e aiutano a identificare i punti di forza e gli effetti collaterali dei trattamenti proposti:

Tipo e nome dell'operazioneDurata dell'interventoVantaggi del metodoSvantaggi e possibili complicazioniMetodo di successo
Accesso aperto (di Ivanissevich e Palomo)20-40 minutiOperazione semplice e rapida, il metodo di trattamento più collaudato ed economicoLa possibilità di recidiva (10-25%), idropisia della membrana testicolare (7%), legatura dell'arteria testicolare (50%), ospedale (recupero 1-2 settimane)50-75%
Metodo microchirurgico (Marmara)40 minutiAlto livello di sicurezza, non necessita di ricovero (2-3 giorni), tasso di recidiva più basso (0,5-1%), nessuna complicanzaTempi di intervento più lunghi e costi più elevati95-98%
Endoscopica40-60 minutiLesioni minime, conservazione dell'arteria testicolare, prevenzione dell'atrofia testicolare, recupero rapido (1-2 giorni)La possibilità di ricaduta (5-15%) a causa dell'inaccessibilità di alcune vene con questo metodo, idropisia dei testicoli (10%) e altre possibili complicanze85-90%
Embolizzazione60 minutiNessuna incisione, conservazione dell'arteria testicolare, prevenzione dell'atrofia testicolare, recupero rapido (1 giorno)Possibilità di recidiva (10-15% per unilaterale e 30-49% per varicocele bilaterale), possibile danno alla vena testicolare e sviluppo di trombosi60-80%
Scleroterapia60 minutiNon necessita di ricovero in ospedaleLa possibilità di recidiva (10%), caratteristiche anatomiche dei vasi80%

Possibili complicazioni dopo il trattamento chirurgico

Le conseguenze associate alla chirurgia sono direttamente correlate al metodo di trattamento scelto. I moderni metodi di eliminazione delle vene varicose consentono di ridurre al minimo la loro manifestazione, ma il paziente non è ancora completamente assicurato contro di loro.

I problemi postoperatori più comuni includono:

Linfostasi

La legatura e il danno ai vasi linfatici portano a gonfiore dello scroto e dolore in quest'area, che scompare entro due settimane. Una benda speciale consente di ridurre rapidamente il gonfiore.

Dolore postoperatorio

Le sensazioni dolorose dopo l'intervento chirurgico di solito scompaiono rapidamente. Circa il 3-5% dei pazienti può soffrire di dolore prolungato nella zona dei testicoli, che si manifesta a lungo (anche diversi anni).

Ipotrofia o atrofia testicolare

Questa è una delle complicanze più difficili e rare (circa l'1% dei pazienti) che può apparire a causa della legatura involontaria dell'arteria spermatica e portare a una diminuzione del volume del testicolo e persino alla sua atrofia. Questo problema viene eliminato dal metodo dell'intervento microchirurgico..

Hydrocele

L'idropisia del testicolo si verifica nello 0,5-9% degli uomini che hanno subito un intervento chirurgico e il più delle volte si manifesta 6 mesi o 2 anni dopo il trattamento. La causa principale del problema è l'intersezione dei linfonodi. Di conseguenza, il liquido inizia ad accumularsi nelle membrane del testicolo. L'idrocele di solito va via da solo nel tempo.

Possibilità di varicocele ricorrente

La ricomparsa della malattia è possibile se il deflusso di sangue venoso persiste nella vena testicolare, il deflusso di sangue non è stato completamente interrotto o si sono sviluppati vasi venosi aggiuntivi.

La percentuale di insorgenza secondaria del varicocele dipende direttamente dal metodo di trattamento ed è in media del 10-40%. Si ritiene che la possibilità di ricaduta sia maggiore se l'operazione per rimuovere il varicocele è stata eseguita nella prima infanzia. Dato che l'efficacia del trattamento diminuisce con il progredire della malattia, il paziente deve essere regolarmente visitato da un medico. Questo approccio ti aiuterà a scegliere il momento ottimale per l'intervento chirurgico..

La prevenzione delle ricadute è possibile nella fase di esame prima dell'intervento chirurgico e la scelta di un metodo di trattamento che consenta di esaminare in dettaglio il lume della vena.

Confronto tra diversi tipi di interventi chirurgici contro il varicocele: pro e contro

Le vene varicose sono una malattia che si sviluppa gradualmente e, se non trattata, può portare molti problemi.

Sfortunatamente, l'assicurazione contro questa malattia è problematica..

Con l'età, può apparire in:

  • quelli che siedono molto;
  • quelli che stanno molto (ad esempio, dietro la macchina);
  • chi è in sovrappeso e così via.

Le vene dilatate nelle gambe sono molto cattive, ma ci sono vene varicose e non solo nelle gambe. E il nome di queste "altre" vene varicose è "varicocele". In effetti, è anche un ingrossamento delle vene, ma già formante il plesso aciniforme del testicolo.

La malattia viene trattata con un intervento chirurgico, di cui esistono diversi tipi.

Varicocele: tipi di operazioni

  • L'operazione di Ivanissevich per varicocele;
  • Palomo;
  • Marmara;
  • chirurgia laser per varicocele;
  • endovascolare;
  • endoscopico (laparoscopico);
  • microchirurgia.
  • Laparoscopia;
  • operazioni microchirurgiche;
  • operazione di assicurazione medica obbligatoria gratuita;
  • confronto tra diversi tipi di operazioni, i loro pro e contro, nonché il costo approssimativo.

Ivanissevich

Questa operazione viene eseguita con qualsiasi grado di sviluppo della malattia e viene eseguita in anestesia locale. È considerato uno dei primi interventi per curare il varicocele, è inefficace e traumatico.

Si basa sull'accesso aperto alla cavità addominale inferiore per identificare e legare le vene che sono dirette verso il testicolo a livello della regione addominale.

Prima dell'operazione vengono esaminate le condizioni del paziente. Vengono eseguiti esami del sangue, esami delle urine e un cardiogramma.

Dopo l'esame, viene eseguita l'anestesia locale e un'incisione della parete addominale nella regione iliaca sinistra a livello della colonna iliaca antero-superiore parallela al decorso del canale inguinale. L'incisione viene eseguita non più di 5 cm.

Nello spazio addominale viene isolata una vena testicolare, che viene mobilizzata in una piccola area, legata e incrociata tra due legature. Lo stesso deve essere fatto con tutti i rami della vena testicolare..

La ferita viene cucita saldamente e viene applicata una benda sterile.

Dopo l'operazione, il dolore è possibile, per il sollievo di cui sono prescritti antidolorifici. Per escludere lo sviluppo di malattie infettive, vengono prescritti antibiotici.

Diversi giorni dopo la manipolazione sulla zona scrotale, è necessario indossare una benda di sostegno per ridurre la tensione del cordone spermatico e il disagio.

Le suture vengono rimosse dopo 8-9 giorni. Nei primi giorni è necessario limitare l'attività fisica. Nei prossimi sei mesi non è consentita alcuna attività fisica.

Complicazioni come idropisia, sanguinamento sono rare.

Palomo

Viene eseguito quasi allo stesso modo dell'operazione Ivanissevich. Palomo suggerì di sollevare leggermente il sito di incisione e di renderlo sopra il canale inguinale all'uscita dal plesso venoso testicolare e di legare la vena insieme all'arteria testicolare. L'ulteriore esecuzione della procedura è identica all'operazione secondo Ivanissevich.

Secondo l'operazione Palomo varicocele, il rischio di recidiva è inferiore rispetto al metodo Ivanissevich - 25% contro 40%, ma anche con questo metodo non è possibile identificare tutti i possibili rami di deflusso venoso patologico, che porta a possibili ricadute.

Uno svantaggio significativo del metodo è l'obiettivo di ridurre al minimo il rischio di recidiva, per la quale viene legata anche l'arteria testicolare interna, riducendo così il flusso sanguigno al testicolo. Dato il diametro di una tale arteria è di soli 0,5-1 mm, il suo danno porta all'atrofia testicolare.

Marmara

Questa operazione non richiede la penetrazione nella cavità addominale, quindi è molto più efficace del metodo di Ivanissevich e Palomo. Ha poche ricadute e complicanze postoperatorie. Assolutamente indolore e meno traumatico. Più del 90% di successo e risolve completamente il problema con la malattia. Sono necessari almeno 40 minuti per il completamento..

Prima dell'operazione, al paziente viene somministrato un ECG, esami del sangue e delle urine. Quindi viene praticata una piccola incisione nei tessuti molli - non più di 3 cm nell'area dell'uscita del funicolo spermatico con una rientranza dalla base del fallo di 1 cm.

Utilizzando strumenti microchirurgici, il chirurgo trova il funicolo spermatico e utilizza un microscopio per legare le sue vene.

L'ingrandimento ottico di tutte le strutture del funicolo spermatico aiuta nella legatura accurata delle vene senza danneggiare i nervi, i vasi linfatici e le arterie.

Dopo il completamento, gli strumenti vengono rimossi e il foro viene cucito. La cucitura rimane invisibile. Il paziente si riprende rapidamente e non ha bisogno di ricovero, ma è necessaria la supervisione medica per diverse ore. La riabilitazione del paziente dura 2 giorni.

Per diversi giorni dopo l'operazione, dovrai astenersi dal sollevamento pesi, dallo sport e da un'attività fisica intensa.

Registrazione video dell'avanzamento dell'operazione:

Trattamento laser varicocele

Il tipo più moderno di chirurgia per varicocele al momento. Il laser agisce sui tessuti in modo preciso e senza sangue e richiede solo l'anestesia locale. Il laser favorisce la coagulazione della circolazione sanguigna.

Il tessuto circostante non è praticamente danneggiato. La procedura richiede 20 minuti. Dopo l'operazione, puoi lasciare l'ospedale entro 20 minuti. Il recupero del paziente procede senza complicazioni.

Chirurgia endovascolare

Questo è un trattamento relativamente nuovo per il varicocele - blocco endovascolare (intravascolare) della vena spermatica sinistra. Questo metodo è simile a quello chirurgico in termini di efficienza: il chirurgo lega la vena dall'esterno e il chirurgo endovascolare la trombizza dall'interno. Il risultato finale dell'operazione è lo stesso.

Durante questa operazione, viene eseguita una puntura in una grande vena o collo femorale. Attraverso questa vena, un farmaco sclerosante o un tappo speciale viene iniettato con un catetere (prima attraverso il rene e poi attraverso la vena spermatica) e la vena testicolare viene bloccata. L'introduzione del farmaco è accompagnata da un moderato dolore nella zona inguinale.

In caso di cambiamenti pronunciati, una spirale metallica viene installata nella vena, che ostruisce la vena dall'interno..

Dopo l'operazione, il paziente ha bisogno di riposare a letto per 2-3 ore. Dopodiché, può lasciare l'ospedale..

Per evitare l'erosione di un nuovo coagulo di sangue nella vena spermatica, è necessario limitare l'attività fisica per 1 mese..

Con lo stesso risultato finale, l'intervento endovascolare presenta una serie di vantaggi rispetto all'intervento chirurgico convenzionale:

  • non è richiesta l'anestesia generale, non rimangono cicatrici sulla pelle;
  • non è richiesto il ricovero in ospedale, nella stragrande maggioranza dei casi viene eseguito in regime ambulatoriale;
  • come risultato di uno studio preliminare di contrasto, vengono rivelati ulteriori rami venosi, che consente loro di trombare e quindi escludere ricadute di varicocele;
  • uno studio di contrasto rivela la patologia della vena renale: in questo caso, questo intervento è controindicato, è necessaria un'operazione completamente diversa;
  • escluso danno al funicolo spermatico che passa vicino alla vena;
  • l'efficacia del metodo è simile all'efficacia della manipolazione aperta con metà della percentuale di recidive.

Svantaggi:

  • durante l'operazione, il progresso del catetere viene monitorato ai raggi X, quindi l'area genitale riceve una certa dose di radiazioni;
  • sono possibili ricadute frequenti.

Procedura endoscopica (laparoscopica)

Lo scopo dell'operazione è lo stesso dei metodi di Marmar, Ivanissevich e Palomo: legatura e resezione della vena testicolare. Ma la procedura viene eseguita con l'uso della tecnologia endoscopica, che evita perdite di sangue, complicazioni e riduce i traumi ai tessuti.

L'operazione viene eseguita in anestesia generale. Basato sul blocco completo della vena testicolare dopo di che il flusso sanguigno attraverso la vena è impossibile.

Innanzitutto, un tubo insufflatore viene inserito attraverso una delle forature per riempire di gas le regioni retroperitoneale e preperitoneale.

La videocamera trasmette al monitor un'immagine ingrandita dell'area operativa illuminata, su cui il chirurgo può navigare, evidenziando l'arteria e le vene del testicolo da sotto il peritoneo, dopodiché imporrà parentesi in titanio sulle vene del testicolo o le legherà con un filo chirurgico, e taglierà i vasi tra le parentesi.

Dopo l'operazione, il paziente può lasciare l'ospedale il terzo giorno.

La procedura endoscopica consente la cura simultanea del varicocele bilaterale. Tutte le altre operazioni vengono eseguite separatamente per ciascun lato.

Abbastanza efficace, poco traumatico. Viene eseguito in anestesia generale. Le recidive dopo l'intervento chirurgico sono molto rare. È fatto per forti dolori allo scroto o malattie asintomatiche..

Registra il processo di manipolazione:

Microchirurgia

L'operazione non è traumatica e ha un rapido periodo di recupero. È indicato per forti dolori allo scroto o per un brusco cambiamento nelle letture dello spermogramma. Può essere eseguito per varicocele di qualsiasi grado.

Prima della procedura, il paziente viene sottoposto a un esame standard (sangue, urina, cardiogramma).

L'essenza dell'operazione è ripristinare il flusso sanguigno attraverso la vena testicolare dal testicolo. Nel processo, la vena testicolare viene trapiantata nell'epigastrica.

Nell'addome inferiore viene praticata un'incisione di 5-6 cm, il canale inguinale viene aperto a strati e la vena testicolare interessata viene introdotta nella ferita per tutta la sua lunghezza. Allo stesso tempo, una sezione della vena epigastrica viene isolata dal plesso venoso e suturata al posto del testicolare. La ferita viene suturata.

Gli svantaggi dell'operazione sono la possibilità di sanguinamento, complicazioni infettive, danni ai nervi del canale inguinale.

Qual è la migliore operazione per il varicocele negli uomini?

Esistono sempre più nuovi metodi di trattamento chirurgico del varicocele, che consentono un trattamento con un rischio minimo di complicanze e ricadute della malattia. Ma la cosa principale nel trattamento non è solo il metodo stesso, ma anche un chirurgo responsabile ed esperto, altrimenti il ​​trattamento, anche secondo il metodo più moderno, non darà risultati speciali..

Oggi, la chirurgia laser e della Marmara sono considerati uno dei metodi migliori e più moderni per il trattamento del varicocele, poiché sono poco traumatici e riducono al minimo il rischio di complicanze e ricadute..

Operazione per varicocele: quali tipi di operazioni esistono e come vengono eseguite?

Il varicocele è una malattia in cui le vene del testicolo e del cordone spermatico si dilatano. Per molto tempo, la malattia può essere asintomatica ed essere rilevata solo dopo una visita medica preventiva.

Molto raramente, in presenza di varicocele, un uomo può provare sensazioni spiacevoli nello scroto (dolore sordo e pressante), spesso insorgenti dopo un rapporto, uno sforzo fisico o una lunga posizione statica. Il dolore regolare può verificarsi principalmente nella fase 3 della malattia.

Nel 2% dei casi, c'è un varicocele destro o bilaterale, nel 98% - lato sinistro.

Il grado di varicocele varia a seconda dell'intensità della dilatazione venosa.

Varicocele subclinico: le vene testicolari non sono rilevabili alla palpazione, il varicocele può essere rilevato solo sulla base dei risultati ecografici.

  • Grado 1: le vene dilatate possono essere percepite solo con le mani in posizione eretta.
  • Grado 2: il varicocele può essere facilmente rilevato alla palpazione in qualsiasi posizione del corpo.
  • Grado 3: un esame visivo è sufficiente per rilevare vene dilatate.

Nella maggior parte dei casi, il varicocele progredisce rapidamente e, raggiunto uno stadio specifico, si arresta nello sviluppo.

Il varicocele del primo stadio e subclinico non necessita di trattamento. Per eliminare i fenomeni negativi, è sufficiente eliminare i processi stagnanti localizzati negli organi pelvici.

L'elenco di tali misure include evitare il consumo di alcol, normalizzazione delle feci, vita sessuale regolare, stress fisico equilibrato..

Tali azioni elementari possono ridurre le vene dilatate e impedire la progressione della malattia..

Le persone anziane la cui malattia è congelata in una fase iniziale trarranno beneficio dall'indossare un sospensore.

Durante il secondo grado di varicocele, se la malattia è dolorosa, è necessario un intervento chirurgico.

Il varicocele può portare ad altri problemi più spiacevoli, come l'infertilità.

Questa è la diagnosi nel 40% degli uomini affetti da varicocele. Il fatto è che le vene dilatate contribuiscono ad un aumento della temperatura nello scroto, e questo porta a disturbi nella morfologia, motilità degli spermatozoi e nel loro numero.

In generale, i sintomi del varicocele e le sue conseguenze possono manifestarsi in modi diversi. Alcuni uomini possono avere figli e non essere consapevoli della presenza della malattia per tutta la vita, in altri il varicocele può far sentire infertile o doloroso.

Il varicocele può essere completamente curato solo con un intervento chirurgico. L'operazione è obbligatoria se il paziente prevede di avere figli in futuro, ha un'atrofia o un cambiamento nella consistenza del testicolo, o il paziente è preoccupato per il forte dolore causato dal varicocele.

Si consiglia di eseguire l'operazione solo in caso di specifica necessità. Se non ci sono indicazioni per un intervento chirurgico, è possibile rinunciare al trattamento senza intervento chirurgico..

Scopri come viene eseguito il taglio laser, forse questo ti aiuterà a decidere un passaggio importante.

Scopri qui i metodi di trattamento della fimosi.

Operazione per varicocele: tipi, tipi, metodi, metodi (come si fa?)

L'essenza di tutti i tipi di operazioni è l'eliminazione delle aree interessate delle vene. Le operazioni differiscono tra loro nel modo in cui vengono eseguite, nel grado di lesione, nell'efficacia e nelle probabili complicazioni..

Operazioni tradizionali

Esistono 3 tipi di intervento chirurgico tradizionale - secondo Ivanissevich, Marmar e Palomo.

L'operazione di Ivanissevich

L'operazione viene eseguita in anestesia locale. Nella parte sinistra della regione iliaca viene praticata un'incisione lunga fino a 5 cm, che raggiunge in profondità le pareti del canale inguinale, in cui passano le vene e il cordone spermatico. Le vene rilevate vengono incrociate e la ferita viene suturata.

Lo scopo dell'operazione è legare assolutamente tutte le vene in un'unica procedura. Esiste un alto grado di rischio che uno o più vasi sanguigni vengano persi, il che può portare alla recidiva della malattia.

L'operazione per rimuovere il varicocele testicolare secondo Ivanissevich è riconosciuta come la più traumatica, il periodo di recupero dopo può essere di circa 3 settimane.

Operazione Marmara

Tra le operazioni chirurgiche, è riconosciuto come il più efficace. Durante l'operazione, le vene del cordone spermatico vengono drogate attraverso l'accesso inguinale.

L'operazione ha diversi vantaggi:

  • minima invasività, poiché la lunghezza dell'incisione è di 2-3 cm, può essere paragonata alla laparoscopica;
  • recupero postoperatorio in breve tempo;
  • il numero minimo di manifestazioni ripetute della malattia e delle complicanze;
  • alto effetto cosmetico. La sutura (cicatrice) dopo tale operazione per trattare il varicocele è piccola e si trova al di sotto del livello di indossare biancheria intima.

Durante l'operazione chirurgica, l'arteria testicolare è principalmente localizzata, dopo di che c'è una localizzazione sequenziale di tutte le vene grandi e piccole del funicolo spermatico.

Operazione Palomo

Questa procedura è una versione migliorata dell'operazione Ivanissevich. La differenza è che il sito di incisione è più alto rispetto al primo caso. La vena è legata nel tessuto retroperitoneale.

Chirurgia laparoscopica (endoscopica)

Metodo di trattamento minimamente invasivo e moderno.

Durante l'operazione vengono praticate forature con un diametro fino a 5 mm nella parete addominale anteriore, nella quale verranno successivamente inseriti strumenti e un laparoscopio.

Nel corso della chirurgia laparoscopica per il varicocele, le vene e l'arteria del testicolo vengono isolate e alle prime vengono applicate parentesi graffe in titanio o legate con un filo chirurgico.

Questa operazione viene eseguita in anestesia generale. Sorprendentemente, l'operazione stessa per rimuovere il varicocele può richiedere circa 15-40 minuti. La durata dell'intervento può variare.

Durante l'operazione, sulla base dell'immagine fornita dal laparoscopio, il medico individua e seziona la vena testicolare. Dopo questa operazione, il paziente deve trascorrere un massimo di due giorni in clinica. Al momento, la laparoscopia è considerata il metodo più efficace per il trattamento del varicocele, poiché i dispositivi consentono di esaminare l'intera lunghezza della vena testicolare.

Rivascolarizzazione microchirurgica

Il risultato di questa operazione è la normalizzazione del flusso sanguigno nella vena testicolare. La chirurgia viene eseguita utilizzando l'anestesia generale.

L'incisione viene praticata nell'addome inferiore (5 cm), la vena testicolare viene portata nella ferita per tutta la sua lunghezza dal punto in cui scorre nella vena renale al testicolo. In parallelo, viene isolata una sezione della vena epigastrica. La vena testicolare viene rimossa completamente, al posto di essa l'epigastrico.

Chirurgia endovascolare a raggi X.

L'intervento chirurgico viene eseguito sotto controllo a raggi X..

Un catetere viene inserito nel corpo mediante una puntura nella vena femorale, che eroga un farmaco sclerosante nella vena testicolare che ostruisce la vena testicolare.

Una delle operazioni meno efficaci - dopo di essa c'è una grande enorme probabilità di ricaduta.

Raccomandazioni generali dopo l'intervento chirurgico

Gli uomini che hanno subito un intervento chirurgico per rimuovere il varicocele dovranno astenersi dal rapporto sessuale per tre settimane. Per qualche tempo dopo l'intervento chirurgico per il trattamento del varicocele, durante il sesso possono verificarsi sensazioni dolorose o spiacevoli.

Si consiglia di evitare l'attività fisica e sportiva nel mese successivo alla tradizionale chirurgia per rimuovere il varicocele. Dopo la chirurgia endovascolare o endoscopica, sarà possibile iniziare l'attività fisica molto prima.

La chirurgia per il varicocele viene eseguita con uguale successo a qualsiasi età, sia nei bambini, soprattutto nell'adolescenza, sia negli adulti, ma l'età consigliata è di almeno 9 anni.

Nelle fasi successive del varicocele, c'è un'alta probabilità di sviluppare infertilità e disfunzione erettile..

Per quanto riguarda l'alimentazione, si consiglia di seguire una dieta moderata per tutto il periodo del periodo riabilitativo successivo all'intervento per rimuovere il varicocele.

Dopo 3 mesi dall'operazione, è necessario effettuare un'analisi: uno spermogramma. Se i risultati del test sono scarsi, viene prescritto un andrologo per ripristinare la fertilità dopo l'intervento chirurgico per rimuovere il varicocele.

Periodo postoperatorio: come riabilitare e quali possono essere le conseguenze (complicanze) dopo l'intervento?

La domanda è: cosa si può e si deve fare dopo l'operazione? Se un uomo ha subito un intervento chirurgico per rimuovere un varicocele, possono insorgere varie complicazioni e la più comune è l'idropisia testicolare. In questo caso, si verifica un accumulo di liquido sieroso tra ciascuna delle membrane testicolari..

Il verificarsi di idropisia è facilitato da una violazione della circolazione sanguigna nel testicolo, causata da un intervento chirurgico. Dopo un po 'di tempo, si forma un deflusso collaterale venoso nel sistema riproduttivo maschile, consentendo al sangue di fluire attraverso altre vene dello scroto.

Possono verificarsi complicazioni se sei sessualmente attivo nelle prime settimane dopo l'intervento. Fino al termine del processo di riabilitazione dopo il varicocele curato dall'operazione, si dovrebbe astenersi dal fare sesso con un partner e dalla masturbazione: queste sono le restrizioni.

Si sconsiglia inoltre di bere bevande alcoliche durante il periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico al varicocele: possono causare un sovraccarico dei reni, che comporterà conseguenze negative fino a una ricaduta.

C'è anche il rischio di una ricaduta anche se si seguono tutte le regole della riabilitazione. Fondamentalmente, la causa della ricaduta è una vite o un ramo mancato dal chirurgo. Inoltre, dopo un'operazione non riuscita, danni all'arteria iliaca, un processo infettivo nella ferita, sanguinamento, ipertrofia, atrofia o azoospermia del testicolo.

Dopo l'intervento chirurgico al varicocele, può verificarsi dolore ai testicoli, ma nel 90% dei casi scompare rapidamente. Nel caso in cui il dolore non si fermi, dovresti consultare il tuo medico.

Scopri quali gradi di varicocele vengono trattati in modo non operatorio.

E qui puoi imparare tutto sui tipi di fimosi.

Chirurgia del varicocele: prima e dopo. Foto, conseguenze

Quando un uomo si sta preparando per un'operazione imminente per il varicocele, è naturale che la domanda su come eliminare la malattia sia rilevante per lui. Quando si sceglie, è necessario tenere conto di un numero abbastanza elevato di fattori, che vanno dalle capacità finanziarie e terminano con piccoli dettagli tecnici di funzionamento.

Ma, forse, il criterio più importante con cui si dovrebbero giudicare i vantaggi di un tipo di trattamento rispetto a un altro è l'efficacia con una bassa probabilità di complicanze o ricadute. Quando si elimina un disturbo, è preferibile l'endoscopia: la chirurgia del varicocele sarà più utile nel caso di una forma bilaterale della malattia, per i pazienti con eccesso di peso, in presenza di un'ernia inguinale, nonché per quegli uomini che hanno ripetutamente subito una correzione chirurgica.


Chirurgo al lavoro

Abbastanza spesso, i pazienti stessi insistono sulla laparoscopia, un altro nome per la tecnica endoscopica per sbarazzarsi delle vene varicose. Per valutare i vantaggi e gli svantaggi dell'endoscopia, è necessario comprendere chiaramente gli aspetti principali di questa malattia, comprendere i principi del trattamento in base alle cause dell'evento, tenere conto dei metodi più comunemente usati per eliminare la malattia.

Questo articolo è dedicato alla descrizione del trattamento endoscopico del varicocele, tenendo conto della moderna pratica chirurgica. Il lettore troverà da sé tutto ciò che c'è da sapere sulla laparoscopia: preparazione per l'intervento chirurgico, tecnica, consigli per la riabilitazione e altri punti importanti.

Cos'è il varicocele

Il sistema riproduttivo maschile produce, immagazzina e trasporta lo sperma. Lo scroto è un sacco ricoperto di pelle che contiene le ghiandole sessuali maschili, i testicoli che producono sperma e testosterone.
Dai testicoli parte il cosiddetto funicolo spermatico, in cui passano: i dotti deferenti, i vasi linfatici, i nervi e, naturalmente, le arterie e le vene che trasportano il sangue alle ghiandole riproduttive. Un'anomalia venosa nello scroto può portare al varicocele, un allargamento delle vene del funicolo spermatico.

A causa della debolezza patologica dell'apparato valvolare delle vene, attraverso di esse si verifica un flusso inverso di sangue. In particolare, le vene del plesso plesso, che sono progettate per raffreddare il sangue prima che entri nei testicoli.

Dopotutto, la temperatura dei testicoli è normalmente di diversi gradi inferiore alla temperatura corporea. Solo in queste condizioni si può produrre sperma sano..


Varicocele - espansione patologica delle vene del funicolo spermatico

Un varicocele nello scroto è, infatti, molto simile alle vene varicose nelle gambe. La categoria di età preferita della malattia è costituita da ragazzi e giovani uomini dai 15 ai 25 anni..

Forme e fasi

Possibili complicazioni

Con l'endoscopia, il verificarsi di complicanze postoperatorie è praticamente escluso, poiché tutte le manipolazioni avvengono sotto ingrandimento e sono monitorate sul monitor. Esiste una probabilità trascurabile di danni ai vasi linfatici piccoli e quasi trasparenti. In caso di violazione del drenaggio linfatico, si sviluppa l'idropisia del testicolo (idrocele).

La ricaduta è più probabile, ma i rischi sono trascurabili (2%). Ciò può accadere a causa della visualizzazione insufficiente delle vene in caso di varicocele sciolto, quando non si trovano tutti i vasi infiammati..

Cause e fattori di rischio

Le cause del varicocele sono spesso citate come flusso sanguigno lento e cattivo funzionamento delle valvole delle vene, a causa del quale il sangue scorre in parte nella direzione opposta e si verifica il gonfiore dei vasi venosi. Inoltre, i grandi vasi venosi che si spostano dai testicoli al cuore si ramificano in modo diverso sui lati sinistro e destro..

E a sinistra, è necessaria più pressione affinché il sangue fluisca attraverso le vene fino al cuore. A volte i linfonodi ingrossati o altre escrescenze anomale dietro l'addome (tumori) bloccano il flusso sanguigno.

E questo porta a un improvviso gonfiore dello scroto, che è spesso doloroso. Come con qualsiasi organo, la circolazione ridotta può alla fine portare a una mancanza o diminuzione della funzione..

Le vene varicose scrotali sono una patologia congenita o acquisita degli organi genitali. La violazione della struttura e della funzionalità delle vene testicolari e renali porta alla formazione di un plesso venoso ingrandito di dimensioni, simile a un mazzo.

L'aspetto del varicocele è spiegato dal fatto che le valvole situate nelle vene non funzionano correttamente. Il risultato è un flusso inverso di sangue nelle vene, che porta al loro trabocco e alla successiva espansione..

Prevenzione

Poiché la malattia ha una base genetica, non esistono misure preventive, il cui utilizzo eviterebbe la manifestazione di cause congenite di varicocele. Ma va ricordato che le cause primarie compaiono spesso dopo l'inizio di quelle secondarie che le provocano. Pertanto, è importante escludere i fattori che causano un aumento della pressione nel peritoneo inferiore e nelle vene degli organi pelvici..

Questi includono:

  • sollevamento pesi;
  • attività fisica regolare;
  • bodybuilding, pompaggio della stampa, ciclismo e sport equestri, intensi o di lunga durata;
  • malattie accompagnate da tosse prolungata, diarrea cronica, costipazione e altri.

Importante. Se il varicocele ha un'eziologia secondaria, è necessario eseguire una diagnostica aggiuntiva del corpo, poiché la VVV dello scroto può essere il risultato di un'altra malattia, ad esempio un tumore di un organo vicino.


La tosse prolungata porta ad un aumento della pressione nelle vene testicolari

Classificazione

I sintomi del varicocele testicolare dipenderanno dallo stadio di sviluppo della malattia. Esistono diversi tipi di classificazione.

Classificazione standard

  • Grado zero Nella prima fase, non ci sono cambiamenti nel plesso venoso del lobo. L'uomo avverte solo un leggero fastidio allo scroto, che associa ad altre cause. In questa fase del varicocele, la palpazione non dà nulla, le vene non sono palpabili. La malattia può rimanere in questo stato per molto tempo e nei ragazzi smetterà di svilupparsi del tutto. Il varicocele può comparire nella prima fase dopo ipotermia, trauma alla cavità addominale o allo scroto, stress costante e diminuzione delle difese del corpo.
  • Primo grado Nella seconda fase del varicocele, i sintomi non sono molto diversi. Solo dopo un attento esame dello scroto si può notare il gonfiore delle vene sul lato dolente. Allo stesso tempo, la temperatura nei testicoli aumenta leggermente, la fornitura di nutrienti e ossigeno è limitata, il che influisce sul numero e sulla qualità dello sperma.
  • Secondo grado Nella seconda fase compare il dolore neurologico, aggravato dall'afflusso di sangue alle vene varicose. Lo scroto con il lato interessato si allarga, sulla pelle si vede già chiaramente il disegno delle vene dilatate con nodi simili a un grappolo d'uva. Puoi vedere questo sintomo del varicocele negli uomini nella foto. C'è un forte disagio, soprattutto nella stagione calda, la sera, durante il sesso e l'attività fisica intensa, posizione statica prolungata. In questo momento, il dolore durante il sesso diventa la ragione per rifiutarlo. Tuttavia, gli uomini tendono a incolpare una diminuzione della potenza per questo..
  • Terzo grado Questa fase è considerata avanzata e l'ultima. Come capire che hai il varicocele in questa fase? In questo momento, il paziente avverte dolori continui di taglio, trazione o pressione nello scroto. Il testicolo dolorante si incurva fortemente, lo scroto sul lato dolorante si gonfia e il testicolo stesso si atrofizza. In qualsiasi posizione, è possibile vedere facilmente l'andamento sinuoso ei contorni delle vene varicose del plesso uviforme.

Che aspetto hanno le vene varicose testicolari negli uomini in questa fase e i suoi sintomi sono mostrati nella foto.

Classificazione di Lopatkin

Le vene varicose scrotali sono una malattia comune. Al fine di escludere l'infertilità maschile, gli uomini vengono controllati fin dalla tenera età per la presenza di varicocele testicolare. Questa malattia può svilupparsi sia nell'infanzia che nell'adolescenza, nell'età adulta e nella vecchiaia. In ogni caso, la malattia ha una natura individuale del corso.

L'insidiosità delle vene varicose scrotali sta nel fatto che le fasi iniziali del suo sviluppo sono asintomatiche. Molti uomini convivono con il varicocele, inconsapevoli di esso e sono sorpresi dalla diagnosi quando viene testato per l'infertilità maschile.

Quanti gradi di varicocele?

Nella pratica medica, gli specialisti sono guidati da diversi tipi di scale che determinano lo stadio (grado) della malattia..

Secondo la classificazione dell'Organizzazione mondiale della sanità, il varicocele attraversa tre fasi di sviluppo:

  • 1 grado - caratterizzato dall'assenza di segni visivi della malattia, le vene cambiano di diametro, ma la patologia fisiologica non è palpabile alla palpazione;
  • 2 gradi - le vene malate non sono visibili, ma la patologia è determinata alla palpazione;
  • Grado 3 - il varicocele è chiaramente visualizzato e riconosciuto da un cambiamento nelle dimensioni dello scroto, un cambiamento nella sua proporzionalità e formazioni uviformi all'interno dello scroto.

Secondo la classificazione di Isakov Yu. F. (1977), anche il varicocele attraversa tre fasi del suo sviluppo:

  • 1 grado: è impossibile diagnosticare visivamente la malattia, quando si palpa lo scroto, i cambiamenti patologici nelle vene non vengono rilevati;
  • 2 gradi: la malattia viene riconosciuta visivamente, mentre i testicoli non cambiano di dimensioni, mantenendo la loro costituzione originale;
  • Grado 3: sullo sfondo della determinazione visiva del varicocele, viene diagnosticato un cambiamento nella struttura dei testicoli, viene rilevata la loro atrofia.

La classificazione moderna aggiornata riconosce quattro fasi della malattia:

  • 1 grado - chiamate vene varicose latenti possono essere diagnosticate mediante esame ecografico dei genitali;
  • 2 gradi: uno stadio semi nascosto, la malattia è visivamente visibile quando l'uomo è in piedi o durante uno sforzo fisico;
  • 3 gradi: il varicocele viene diagnosticato in qualsiasi posizione, le vene varicose causano dolore nell'area testicolare, c'è un cambiamento nelle dimensioni dello scroto;
  • Grado 4: il varicocele è visualizzato chiaramente, accompagnato da una sindrome del dolore frequente con un aumento dello scroto.

La malattia può passare da uno stadio all'altro per diversi anni..

Varicocele: gradi, foto

Puoi considerare visivamente la transizione del varicocele da 1 a 2 gradi nella foto 1 sotto, che indica piccoli cambiamenti nella struttura dello scroto.

La transizione del varicocele da 2 a 3 gradi è più pronunciata, come si può vedere nella foto 2.

Varicocele 4 gradi, la foto 3 lo mostra chiaramente, può essere determinato dalla formazione di grappoli all'interno dello scroto, mentre si crea il suo aspetto antiestetico.

La diagnosi di varicocele di secondo grado dà già motivo di pensare al trattamento immediato della malattia.

Tipi di varicocele

Secondo B.L. Coolsaet (1980) il varicocele appartiene a un tipo specifico di manifestazione, basato su criteri emodinamici per la violazione dei vasi venosi dello scroto:

  • il primo tipo di malattia: viene diagnosticata una violazione del flusso sanguigno dalla vena renale al testicolare;
  • il secondo tipo di disturbo - c'è una violazione del flusso sanguigno dalla vena iliaca al testicolare;
  • il terzo tipo di varicocele è misto, combinando il primo e il secondo tipo.

A seconda del lato dello scroto malato, ci sono:

  • varicocele del testicolo destro;
  • varicocele del testicolo sinistro;
  • varicocele bilaterale.

A loro volta, le vene varicose a sinistra vengono diagnosticate come:

  • varicocele a sinistra di 1 grado;
  • varicocele di 2 gradi a sinistra;
  • vene varicose del lato sinistro del 3 ° grado;
  • varicocele del testicolo sinistro, grado 4;
  • grado subclinico delle vene varicose scrotali del lato sinistro.

Le vene varicose nell'area del testicolo destro sono osservate a causa delle peculiarità della struttura anatomica degli organi genitali maschili molto meno spesso della sinistra. Durante la diagnosi, gli specialisti riconoscono anche quattro fasi di sviluppo.

Anche nella pratica medica, gli esperti, a seconda della causa che provoca la malattia, distinguono:

  • varicocele primario (idiopatico) (anomalie congenite);
  • varicocele secondario (sintomatico) (complicanze associate a fattori ereditari ed esterni).

È possibile curare il varicocele?

È impossibile curare le vene varicose scrotali con metodi di trattamento conservativi. Le prescrizioni di farmaci rimandano solo la necessità di un intervento chirurgico.

Con varicocele di 1 grado (foto 4), l'operazione non viene eseguita. Inoltre, non vi è alcun motivo per un intervento chirurgico con il decorso del varicocele di grado 2.

L'operazione per varicocele di grado 3 è opportuna (foto 5). In questa fase della malattia della vena scrotale, i cambiamenti nella direzione del flusso sanguigno sono fondamentali. Prima vengono rilevate le vene varicose, maggiori sono le possibilità di un completo recupero..

La malattia si sviluppa in quattro fasi:

  1. Nella prima fase, le vene varicose non sono visibili all'esterno e possono essere rilevate solo con Doppler o ultrasuoni.
  2. Il secondo stadio è caratterizzato da una maggiore dimensione delle vene, che può essere determinata dal tatto stando in piedi.
  3. Nella terza fase, le vene sono già dilatate a tal punto da poter essere facilmente percepite in qualsiasi posizione.
  4. Nella quarta fase, le vene dilatate sono visibili ad occhio nudo.

Misure preventive

Ogni uomo dovrebbe ricordarsi della prevenzione. Prevenire il varicocele bilaterale è più facile che affrontare il problema. Vale la pena considerarlo attentamente per coloro che sono a rischio: hanno problemi con i vasi sanguigni.

Misure per prevenire l'ipertensione venosa dei testicoli:

  • attività fisica minima;
  • trattamento adeguato delle malattie pelviche;
  • distribuzione del tempo per dormire e riposare;
  • smettere di fumare, alcol;
  • una corretta alimentazione equilibrata, che garantirà l'apporto di sostanze e vitamine importanti al corpo;
  • sesso regolare;
  • prevenzione di diarrea e costipazione.

Gli uomini che hanno problemi con i vasi sanguigni o una predisposizione genetica alla malattia dovrebbero essere esaminati da un urologo e andrologo due volte l'anno. Se necessario, consultare un chirurgo vascolare. Prima si inizia il trattamento, maggiore sarà il successo. Al primo sospetto, è necessario contattare uno specialista.

Varicocele: segni (sintomi) negli uomini

Il primo stadio della malattia della vena scrotale procede senza effetti collaterali. L'uomo non avverte disagio, dolore nell'area testicolare, funzione erettile non disturbata, esame visivo e palpazione dello scroto non indicano alcun cambiamento particolare nella struttura e nella forma esterna degli organi genitali maschili.

Spesso, solo l'esame ecografico consente di stabilire la patologia in via di sviluppo del flusso sanguigno dei genitali..

Il secondo stadio del varicocele è riconosciuto dal lume debolmente espresso delle vene attraverso la pelle dello scroto. Con il secondo grado di varicocele testicolare, i sintomi sono i seguenti: le vene possono sporgere in posizione eretta o durante lo sforzo fisico, un uomo può sentire un leggero dolore alla trazione nella zona testicolare. Allo stesso tempo, lo scroto non cambia le sue dimensioni, la costituzione dei testicoli non viene violata.

Il terzo stadio della malattia è determinato dall'occhio nudo, la dimensione dello scroto può essere aumentata, non solo si osserva un aumento delle sue dimensioni, ma anche la deformazione della forma. I testicoli sono circondati da una maglia uviforme venosa, ma la loro dimensione e struttura non vengono modificate.

Il quarto stadio del varicocele è chiaramente determinato, la dimensione dello scroto viene ingrandita, la forma dello scroto viene modificata, la palpazione dei testicoli determina il loro stato atrofico, come evidenziato da una riduzione delle loro dimensioni.

Nella pratica medica, le vene varicose sul lato sinistro dello scroto sono più comuni. Con il varicocele a destra, i sintomi sono meno pronunciati.

La malattia varicosa dello scroto è una conseguenza dell'eredità, dello stile di vita malsano, dell'attività professionale, dei disturbi dello stato psico-emotivo di un uomo. In molti casi, gli uomini ignorano i segni del varicocele..

I sintomi (le foto sono fornite di seguito) indicano direttamente l'inadeguatezza della salute sessuale di un uomo. Se vengono rilevati tali cambiamenti nello scroto e nel dolore, dovresti cercare aiuto da urologi, proctologi e chirurghi..

Diagnostica ecografica delle vene varicose scrotali

Come curare le vene varicose nello scroto?

Vale la pena ricordare che qualsiasi malattia dovrebbe essere trattata in modo completo. Se viene trovato un varicocele bilaterale, la cui foto è presentata sul sito, non puoi auto-medicare. Questo può solo peggiorare la situazione. Solo l'intervento medico aiuterà a evitare conseguenze negative.

Il varicocele a destra, le cui cause sono piuttosto diverse, può svilupparsi anche in un bambino. La cosa principale è iniziare a trattare in tempo in modo che la malattia non passi alla fase successiva e non porti a conseguenze indesiderabili. Uno stile di vita attivo aiuterà a ridurre il rischio di sviluppare questo disturbo..

Secondo le statistiche, tra le malattie maschili del XXI secolo, il varicocele bilaterale è uno dei primi nel numero di casi. Questa patologia è abbastanza innocua, ad eccezione di una: priva il sesso più forte della capacità di avere figli. Ciò è dimostrato dagli studi iniziati nel 19 ° secolo. I moderni uroandrologi confermano la dipendenza dello sviluppo dell'infertilità maschile dal grado di danno alle vene testicolari da parte delle vene varicose.

Sintomi del varicocele

Le vene varicose scrotali sono una malattia complicata. Molti uomini convivono con questa diagnosi, ignari che mina la loro "salute maschile", perché spesso il varicocele testicolare viene rilevato dai medici nel corso del terzo o quarto grado della malattia.

Il periodo di recupero postoperatorio dura circa tre settimane. Durante questo periodo, puoi osservare:

  • leggero dolore al sito della cucitura;
  • sigilli e scolorimento della pelle lungo la cucitura;
  • selezione di secrezioni trasparenti dall'incisione operativa.

All'inizio del suo sviluppo, il varicocele procede quasi senza sintomi. Il varicocele può essere identificato dal dolore al testicolo e allo scroto, che si intensificherà con il progredire della malattia.

Come si sviluppa la malattia

La medicina ha una notevole esperienza nella cura dei disturbi. Poiché la malattia è a più stadi, è consuetudine aderire alla seguente classificazione:

  1. Primo grado. I vasi dilatati non possono essere rilevati dalla palpazione. È possibile determinare l'insorgenza della malattia chiedendo al paziente di fare un respiro profondo, quindi espirare, trattenendo il respiro per un po '. Un esame ecografico può individuare le vene dilatate nello scroto.
  2. Secondo grado. I vasi varicosi possono essere identificati con la palpazione. Per comodità di esame, il paziente giace sul divano. Alla palpazione, i vasi dilatati si trovano abbastanza facilmente. In questo caso, i parametri del testicolo non cambiano, lo scroto aumenta. Il paziente è preoccupato per il dolore durante l'esercizio, il rapporto.
  3. Terzo grado. I vasi si gonfiano e sono visibili attraverso la pelle dello scroto. Questo processo è accompagnato da un dolore significativo. I segni esterni sono dovuti a tali manifestazioni: il testicolo è ridotto, lo scroto è ingrandito, si osservano il suo gonfiore e cambiamenti nella qualità della pelle.

Vivendo un carico pesante, le navi si allungano. Le vene che circondano il testicolo destro si allargano e iniziano ad avvolgerlo. Questo cuscino di sangue porta ad un indebolimento delle prestazioni termoregolatrici dello scroto quando il testicolo smette di raffreddarsi. Allo stesso tempo, non è necessaria la temperatura per la formazione di cellule germinali maschili, la spermatogenesi viene soppressa. Pertanto, il varicocele del testicolo destro provoca infertilità maschile..

Evidenziamo i principali fattori di infertilità:

  • temperatura testicolare alta, non adatta alla produzione di sperma;
  • il ritorno di particelle biologicamente attive dai reni al testicolo;
  • basso contenuto di ossigeno nel testicolo;
  • accumulo di sostanze tossiche nella membrana del tessuto del testicolo, danneggiandone la struttura.

Diverse manifestazioni dei sintomi del varicocele sono caratteristiche per ogni grado della malattia.

Il medico presta attenzione ai seguenti punti:

  • dolore nella zona inguinale;
  • letture negative dello spermogramma;
  • deformità esterne dei genitali;
  • diminuzione della produzione di ormoni sessuali maschili.

Diagnosi di varicocele

L'urologo fa la diagnosi principalmente sulla base di un esame fisico. Se la protrusione serpentina è piuttosto grande, un esame visivo e una palpazione normale sono sufficienti per il medico..

Ma quando il paziente è sospettato dello stadio iniziale del varicocele, l'urologo esegue il cosiddetto test di Valsalva. Per questo si chiede al paziente di alzarsi in piedi, fare un respiro profondo con lo “stomaco” e, trattenendo l'aria, sdraiarsi sul lettino mentre il medico palpa lo scroto.

Nella posizione verticale del corpo, aumenta l'allargamento delle varici, in posizione orizzontale, le vene diminuiscono di volume (caduta). Questo è un segno di varicocele..


La diagnosi di varicocele nella fase iniziale viene eseguita utilizzando la manovra di Valsalva

Se l'esame obiettivo è ancora inconcludente, sarà necessaria un'ecografia dello scroto. Un segno di varicocele sugli ultrasuoni è la larghezza delle vene del plesso di oltre 3 millimetri.

Se c'è il sospetto di qualsiasi tipo di tumore che possa comprimere il cordone spermatico, il varicocele deve essere differenziato da una possibile neoplasia, per la quale è prescritto in aggiunta uno degli studi di imaging: RM o TC.

Per chiarire le cause dell'infertilità, viene eseguita un'analisi speciale: uno spermogramma.

Spermogramma: analisi dell'eiaculato per determinare la capacità di concepire di un uomo.

Si consiglia agli uomini di astenersi alcuni giorni prima di prendere uno spermogramma:

  • dall'attività sessuale;
  • bevande alcoliche;
  • surriscaldamento sotto forma di andare a saune o bagni.

Questi fattori influenzano la motilità degli spermatozoi e possono portare a imprecisioni nei risultati del test..

Per fare la corretta diagnosi delle vene varicose dello scroto, uno specialista ha bisogno di un quadro completo della salute di un uomo, che può essere ottenuto mettendo insieme i risultati degli esami di laboratorio e dell'esame strumentale approfondito di un paziente con denunce di un certo disagio nell'area genitale.

Esame del paziente

Spesso, gli uomini si rivolgono a uno specialista per chiedere aiuto nella terza o quarta fase della progressione della malattia. L'esame visivo degli organi genitali maschili è accompagnato dalla palpazione dello scroto.

Lo specialista determina con la palpazione la dimensione dei testicoli, la loro struttura - densa o morbida. In questa fase dell'esame, è importante determinare quanto le vene sono dilatate e quanto è probabile l'atrofia testicolare..

Ricerca di laboratorio

Le analisi delle urine e del sangue consentono di controllare il background ormonale di un uomo, l'utilità dei reni, la presenza di un'immunità sana. Le deviazioni dalla norma di questi fattori contribuiscono alla determinazione dello sviluppo di patologie dei plessi venosi dello scroto..

Approfondimento

Uno studio più dettagliato della salute delle vene consente di determinare il metodo di ulteriore terapia. Un quadro completo della malattia delle vene varicose venose può essere ottenuto solo con un esame completo:

  • esecuzione di flebotesttikulografia e flebografia renale anterograda;
  • determinare la dimensione dei testicoli usando un orchidometro;
  • misurare la temperatura basale nello scroto;
  • eseguire uno spermogramma;
  • condurre test ormonali;
  • superamento del test MAR.

Una diagnosi approfondita degli organi genitali maschili è consigliabile in caso di evidente infertilità maschile, sensazione sistematica di dolore sordo, pesantezza allo scroto. Nel corso della ricerca sanitaria emerge una certa situazione clinica che richiede un approccio competente..

Varicocele: diagnosi ecografica

Grazie a metodi migliorati di diagnostica medica, è diventato possibile identificare il varicocele in qualsiasi fase dello sviluppo. Il metodo più efficace per fare la diagnosi corretta delle vene varicose dello scroto è un esame ecografico dei genitali maschili..

La tecnica dell'ecografia testicolare consente di assicurarsi che la diagnosi di varicocele sia corretta, che è indicata dalla palpazione, oltre a procedere senza alcun sintomo..

Indipendentemente dal grado di varicocele, la diagnostica ecografica rivela le minime deviazioni dal normale funzionamento del sistema riproduttivo maschile. Questo metodo è di importanza universale, perché consente di valutare appieno le prestazioni degli organi riproduttivi nell'aggregato..

Contenuti del protocollo ecografico

Utilizzando gli ultrasuoni durante il rilevamento del varicocele, gli esperti rifiutano l'espansione delle vene scrotali o confermano la diagnosi. Quindi, in base ai risultati del rilevamento del varicocele, il protocollo ecografico riflette i seguenti dati:

  • la dimensione dei testicoli (viene indicato il fatto del loro aumento, diminuzione o norma);
  • la dimensione delle appendici (la loro struttura, forma sono studiate, vengono identificati focolai di infiammazione e patologie fisiologiche e anomalie, l'enfasi principale è sul controllo delle teste delle appendici);
  • la natura del contorno (si valuta la circonferenza visibile dei testicoli, può essere perfettamente piatto, interrotto, visto chiaramente o vagamente);
  • cambiamenti nella struttura dei tessuti dei testicoli e dell'epididimo (determinati dal grado aumentato, diminuito e normale della condizione);
  • identificate formazioni patologiche nello scroto (vengono determinate dimensioni, forma, pattern vascolare).

Avendo ricevuto le costanti di cui sopra durante l'esame del corpo per la presenza di varicocele, uno specialista in ecografia fa una conclusione fondata, che è la base per una decisione da parte del medico curante se inviare un paziente per un intervento chirurgico o meno.

Classificazione del varicocele (fasi mediante ultrasuoni)

La diagnostica ecografica visualizza chiaramente il varicocele 2, 3, 4 fasi di sviluppo. La procedura consente di valutare la completezza del flusso sanguigno nell'area genitale. Un obiettivo importante è l'identificazione delle aree venose problematiche.

Nel secondo e terzo grado della malattia, l'ecografia consente di visualizzare i testicoli senza alterazioni patologiche, mentre le vene sono un plesso denso simile a una spugna.

Al quarto stadio, l'ecografia rivela l'atrofia strutturale dei testicoli, destra o sinistra. Inoltre, quando si eseguono gli ultrasuoni, vengono rilevate malattie concomitanti degli organi genitali maschili: idropisia del testicolo, orchite, neoplasie cistiche.

Come viene rilevato il varicocele sugli ultrasuoni: una descrizione della procedura

L'esame dello scroto viene eseguito da un ecografo che applica un sensore di alta qualità all'organo. Prima di eseguirlo, i genitali vengono lubrificati con un gel speciale..

La procedura è indolore, ma a volte durante un'ecografia dello scroto con varicocele, il paziente può lamentarsi di disagio. Questa situazione è possibile con una forma avanzata della malattia, quando viene eseguita l'ecografia per confermare l'atrofia testicolare..

L'ecografia dello scroto non dura più di mezz'ora. I genitali maschili vengono esaminati sia in posizione eretta che in posizione supina, di lato e addominale. Una proiezione versatile permette di non perdere un solo segno della malattia, che si fa sentire modificando la forma e le dimensioni degli organi genitali interni.

La preparazione per l'esame ultravioletto dello scroto consiste nell'eseguire procedure igieniche. I bambini e gli adolescenti richiedono un contenuto informativo speciale prima della ricerca.

La diagnostica professionale del varicocele su una macchina ad ultrasuoni a Rostov viene eseguita in un centro diagnostico specializzato. Qui il paziente può sottoporsi a un esame completo.

Solo un complesso di misure diagnostiche consente di valutare appieno i fattori di rischio per complicanze in presenza di vene varicose dello scroto, per identificare le aree più problematiche ed eliminarle con l'aiuto del trattamento strumentale.

Diagnosticare questa malattia è abbastanza facile. All'esame di un flebologo, vengono determinati la storia della malattia, la durata dei sintomi e la probabilità di lesioni alla regione lombare.

In alcuni casi, il medico determina le vene dilatate già dall'esame visivo del paziente o dalla palpazione dell'area malata. A volte il testicolo affetto da vene varicose diventa di dimensioni inferiori, la sua elasticità è ridotta.

La palpazione viene eseguita in diverse posizioni del paziente: in piedi, sdraiato e anche sotto sforzo.

Se le vene non vengono rilevate in posizione eretta o in tensione, è molto probabile che le vene varicose siano nella fase 1 dello sviluppo.

Se le vene sono visibili ad occhio nudo, possiamo parlare di stadi più gravi della malattia.

Per escludere la presenza di tumori, è obbligatorio un esame ecografico dello spazio retroperitoneale e dei reni. Se si sospetta una trombosi vascolare, viene eseguita una TC o una RM.

Come metodi diagnostici aggiuntivi, possono essere prescritti l'ecografia dello scroto, la termografia, la termometria o l'ecografia Doppler. Talvolta viene eseguita la venografia renale-testicolare o la flebografia testicolare per determinare il corretto corso del trattamento..

Se è stata presa una decisione chirurgica, di solito è indicata la venografia anterograda. Viene eseguito non solo prima dell'operazione, ma anche durante essa, nonché dopo il trattamento chirurgico..

Medici urologi

Tyltu Viktor Semenovich

Candidato di Scienze Mediche, urologo della più alta categoria di qualificazione

Recensioni dei pazienti

Galina Harutyunyan 7 luglio 2020 I miei cari ed io esprimiamo la nostra infinita gratitudine a Tylt Viktor Semenovich per gli eccellenti risultati del trattamento, che può essere giustamente definito un sogno che si avvera. Grazie, dottore, per esserci e aiutare le persone con le tue abilità e talento. Per la gioia dei pazienti e dei loro parenti, non sei solo un medico meraviglioso, ma anche una persona molto piacevole con cui parlare. Possano tutti i vostri sforzi professionali essere accompagnati dal successo e da ogni tipo di benessere! Tutti i più brillanti della tua vita e buona fortuna per il tuo hobby preferito! Ulteriore
Yana A. 5 luglio 2020 Ti proponiamo di familiarizzare con: Come viene eseguita l'operazione di un idrocele (idropisia del testicolo) negli adulti e nei bambini? Idropisia del testicolo negli uomini: trattamento chirurgico, conseguenze e riabilitazione

Ero all'appuntamento del dottore Tyltu Viktor Semyonovich e sono stato molto contento. Non è un segreto che molti vanno dai medici con un Internet ben letto, il che infastidisce i medici che vengono a vedere. Ma Victor Semyonovich, prima di tutto, è un uomo con la lettera maiuscola! Ho ascoltato attentamente, mi sono calmato, ho decifrato le analisi, ho letto le immagini e spiegato tutto con voce calma, uniforme. Vero professionista! Se necessario, contatterò sicuramente questo medico in particolare. E te lo consiglio! Ulteriore

Korotkina G.E. 1 dicembre 2020 Dal profondo del mio cuore, voglio ringraziare l'urologo Viktor Semenovich Tylta per la sua abilità, conoscenza, esperienza e cordialità nei confronti dei pazienti. Un ringraziamento speciale da tutta la nostra famiglia (io e due bambini) per il loro aiuto nel risolvere un gravissimo problema di salute con mio marito. Con il tuo aiuto, Viktor Semenovich, siamo riusciti a fornire a mio marito assistenza medica in tempo! Consiglio a tutti questo dottore! Ulteriore

Kirill 13 giugno 2020 Persona calma e piacevole. Non nomina superfluo, parla sul caso. Ottimo specialista.

Shkurenkov Evgeniy Ivanovich 28 aprile 2020 Voglio ringraziare Viktor Semyonovich per la sua attenzione e l'alta professionalità. Una persona molto simpatica. Ha subito conquistato. Durante il consulto, ho subito avuto il desiderio di eseguire un'operazione su di lui. Tutto andò bene. Grazie a Viktor Semyonovich per il suo ottimismo e professionalità. Un ringraziamento speciale al personale di sala operatoria e all'infermiera. Ulteriore

Mikhail Obodinsky 8 marzo 2020 Viktor Semyonovich ha eseguito un'operazione sulla mia ernia inguinale nel gennaio 2020. Non è stata un'esperienza piacevole, ma ora va tutto bene. Ci è voluto circa un mese e mezzo, tutto è guarito e non fa più male. Mi piaceva molto come medico: atteggiamento attento, approccio professionale. Ulteriore

Trattamento del varicocele

Si ritiene che i ragazzi con un testicolo sinistro più piccolo abbiano un rischio maggiore di problemi di fertilità man mano che invecchiano.

Con il problema dell'infertilità, gli uomini dovrebbero contattare un urologo-andrologo: questo medico si occupa di questioni relative alle funzioni sessuali e riproduttive esclusivamente tra i rappresentanti della metà forte.

Terapia farmacologica

Non esistono farmaci specifici per il trattamento o la prevenzione del varicocele. Per il dolore, se ce ne sono, i seguenti rimedi aiuteranno:

  • Ibuprofene;
  • Acetaminofene (paracetamolo).

Intervento chirurgico

L'unico trattamento per il varicocele è la chirurgia. È consigliabile se i vasi sanguigni non dormono, aumenta l'intensità dell'aumento delle vene.

Per gli uomini in età matura con bambini, l'operazione viene eseguita solo in quei casi in cui:

  • la malattia è dolorosa;
  • il funzionamento del sistema genito-urinario è interrotto;
  • è impossibile adempiere alla funzione riproduttiva;
  • c'è un difetto estetico nei genitali maschili.

Quando il varicocele viene rilevato nell'infanzia e nell'adolescenza, l'intervento chirurgico è obbligatorio per prevenire l'infertilità maschile in futuro. Il recupero del corpo dopo l'intervento chirurgico in giovane età è stabile e senza complicazioni.

Trattamento del varicocele

Prima di eseguire l'operazione, molti si chiedono se sia possibile ripristinare completamente la salute della vena dopo il varicocele. La storia medica di molti pazienti indica che le vene dei testicoli sono escluse dal flusso sanguigno generale del corpo..

Con l'aiuto di manipolazioni chirurgiche, i medici bloccano il lume delle vene malate, quindi il sangue non si muove attraverso di esse, il flusso viene trasferito alle vene superficiali.

Nella pratica medica, i chirurghi ricorrono a diversi tipi di intervento chirurgico in ogni caso specifico, questi sono:

  • operazione aperta;
  • ritaglio laparoscopico di vene con vene varicose;
  • Operazione Marmar da mini accesso;
  • rivascolarizzazione testicolare.

La rimozione chirurgica del varicocele (le vene vengono portate a riposo) dura da una a due ore. Dopo l'operazione, un adolescente o un uomo adulto viene sottoposto a un corso di terapia riabilitativa di dieci giorni.

La terapia terapeutica delle vene varicose degli organi genitali maschili è ridotta al trattamento conservativo e all'intervento chirurgico. La loro efficacia dipende dalla complessità del decorso della malattia, dal suo grado e dalla salute generale dell'uomo..

Poiché il varicocele può essere una patologia secondaria con tumori nella piccola pelvi e nello spazio retroperitoneale, sono necessari l'ecografia e l'ecografia Doppler. Per chiarire il grado di compromissione della spermatogenesi, viene prescritta un'analisi dello spermogramma. Il trattamento del varicocele viene eseguito solo chirurgicamente. Le misure conservative (indossare una benda) non risolvono i problemi.

Indicazioni per la chirurgia

  • forte dolore al testicolo;
  • difetto estetico;
  • arresto della crescita testicolare durante la pubertà;
  • violazione della spermatogenesi, che può portare alla sterilità.

Ci sono operazioni in cui vengono asportati i vasi colpiti del funicolo spermatico. La vena viene ligata e rimossa in anestesia locale. Questo tipo di intervento chirurgico viene utilizzato per i cambiamenti gravi nelle vene (varicocele di grado 3).

Conseguenze dell'operazione

Alcune complicazioni dopo la chirurgia del varicocele possono essere considerate la norma, in particolare:

  • Gonfiore dei tessuti attorno alla cucitura;
  • Isolamento dell'icore (liquido trasparente rosato) dalla cucitura;
  • La presenza di ematomi attorno alla cucitura;
  • Colore della pelle rosso-cremisi;

Alcuni segni richiedono un'attenzione immediata, vale a dire

  • Aumento della temperatura corporea, che è il sintomo principale;
  • Dolore o gonfiore, nonché un aumento delle dimensioni dell'ematoma;
  • Scarico giallo nella zona della cucitura, accompagnato da un odore sgradevole;
  • Sensibilità ridotta o persa nella parte interna della coscia (segno di danno ai nervi).

È elementare! Per tornare e moltiplicare la potenza, hai bisogno di ogni sera.

Ma ci sono complicazioni dopo l'intervento che non compaiono immediatamente:

  • Idrocele (idropisia del testicolo). Non c'è fuoriuscita di liquido nella zona inguinale. Il fluido si accumula tra la membrana e il testicolo ed è spesso visibile solo con un esame ecografico. Se questo non crea disagio e non si manifesta clinicamente, il ripristino del deflusso linfatico può avvenire spontaneamente e non sarà necessario un intervento chirurgico ripetuto. Ma se il tuo testicolo è notevolmente aumentato, le conseguenze possono essere eliminate solo con l'aiuto di una seconda operazione, che mira a ripristinare il deflusso linfatico;
  • Ipotrofia delle ghiandole sessuali: una diminuzione delle dimensioni della ghiandola sessuale e una violazione della sua funzione. Con un intervento chirurgico eseguito correttamente, entro tre mesi il funzionamento delle gonadi viene ripristinato completamente;
  • L'atrofia testicolare si verifica in caso di un'operazione eseguita in modo errato. Tuttavia, questi casi sono molto rari. Segni di atrofia: dopo l'intervento chirurgico, il testicolo sinistro fa male, la spermatogenesi è compromessa e il testicolo si riduce di dimensioni;
  • Ricaduta del varicocele, ritorno alla diagnosi precedentemente fatta (aumento delle dimensioni dopo l'intervento chirurgico). Molto spesso si verifica con la chirurgia a cielo aperto. Se il medico ha scelto correttamente il tipo di operazione e le sue qualifiche sono di alto livello, il recupero dopo l'intervento chirurgico al varicocele avverrà senza conseguenze negative..

Tuttavia, non è meno importante nel processo di recupero, l'aderenza al riposo a letto e le raccomandazioni postoperatorie:

  • Assunzione di farmaci prescritti dal medico;
  • Indossare una benda di supporto per ripristinare la normale circolazione sanguigna nello scroto;
  • Camminata quotidiana, necessaria per ripristinare la normale circolazione sanguigna nel corpo nel suo complesso;
  • Cambiando la dieta, aumentando la quantità di frutta e verdura, perché il periodo postoperatorio è accompagnato da stitichezza;
  • Arricchire la dieta con vitamine e minerali;
  • Pur mantenendo il dolore e il disagio nell'area della cucitura, è necessario eseguire un impacco freddo secco per 15-20 minuti.

Periodo postoperatorio

Il recupero del paziente dopo l'intervento dipende principalmente dal tipo di intervento chirurgico. Il varicocele unilaterale (testicolo sinistro o destro) è più comune. Le operazioni più traumatiche sono intracavitarie, secondo il metodo Palomo o Ivanissevich, in cui vengono asportate le vene del testicolo. Con misure così radicali, la riabilitazione è la più lunga: fino a 2 settimane.

Un metodo molto più avanzato è la varicocelectomia Marmar microchirurgica. Questo è un intervento minimamente invasivo con un minimo rischio di complicanze e recidiva della patologia..

Il paziente più spesso ritorna alla vita normale dopo 2-3 giorni. La chirurgia endovascolare a raggi X viene utilizzata raramente con un periodo di riabilitazione di 1-3 giorni.

Tuttavia, ogni caso è diverso. Anche l'età è essenziale: più anziano è il paziente con varicocele, più lungo è il periodo di recupero..

Nei primi 2-3 giorni del periodo postoperatorio, è importante rimanere a letto. Il riposo completo può ridurre significativamente la probabilità di complicanze e ricadute della malattia. Per prevenire l'edema testicolare, si consiglia di indossare un supporto (benda per sostenere lo scroto), modellando la biancheria intima.

Dopo la dimissione dall'ospedale, il trattamento di un paziente con varicocele rimosso continua in regime ambulatoriale. L'urologo sovrintende al corso di riabilitazione, che fornisce raccomandazioni sull'assunzione di farmaci antinfiammatori, sul regime di attività sessuale, sull'attività fisica e sulla dieta. Il recupero della funzione testicolare viene verificato mediante analisi dello sperma.

Un paziente con un varicocele operato deve essere sottoposto a controllo medico tre volte:

  • 1 mese dopo la guarigione dei testicoli;
  • sei mesi dopo;
  • dopo 1,5 anni.

Cosa non fare dopo l'intervento chirurgico

Le controindicazioni durante l'intero periodo di recupero includono:

  • contatto sessuale;
  • sollevamento pesi;
  • tenta di defecare e urinare;
  • praticare sport, utilizzando simulatori;
  • fare bagni caldi, visitare un bagno, una sauna, una piscina (è possibile lavarsi sotto la doccia solo 2-3 giorni dopo il trattamento chirurgico del varicocele).

Inoltre, ci sono restrizioni che devono essere osservate per almeno 1 mese. Se compaiono complicazioni, il medico può prolungarne la durata fino a sei mesi. Consigliato:

  • evitare situazioni che causano un'erezione;
  • non bere bevande alcoliche, soprattutto quelle forti;
  • rinunciare alle spezie piccanti;
  • evitare un'attività fisica intensa.

Vita sessuale

L'eliminazione del varicocele non compromette la potenza maschile. La potenziale perdita di erezione non è altro che un mito.

Per qualche tempo durante il rapporto, sono possibili sensazioni dolorose, dopo l'intervento chirurgico per rimuovere il varicocele, questa è considerata una variante normale. Tuttavia, questo fenomeno scompare presto. Solo 2-3 settimane è necessario astenersi dal sesso. La produzione di sperma viene completamente ripristinata 2,5 mesi dopo l'eliminazione del varicocele.

Cibo

Quando segui una dieta, dovresti mangiare cibi leggeri e nutrienti ricchi di vitamine. I cibi piccanti e grassi fanno male agli organi pelvici.

La stitichezza non dovrebbe essere consentita, quindi è preferibile mangiare verdura fresca, frutta ricca di fibre, cibi in forma liquida o frullata. È meglio escludere completamente l'alcol dopo un'operazione per rimuovere il varicocele, perché a causa del suo effetto disidratante, spesso causa anche stitichezza..

I carichi gradualmente crescenti vengono risolti previo accordo con il medico circa 1 mese dopo la dimissione dall'ospedale. Tuttavia, l'esercizio non dovrebbe essere associato a un'eccessiva tensione muscolare..

Con il varicocele azionato, è inaccettabile sollevare manubri pesanti, pesi, bilancieri. Forza e sport collettivi, bodybuilding sono esclusi fino al completo recupero.

Camminare all'aria aperta, camminare senza fretta è utile.

Con un intervento chirurgico adeguato e tutte le condizioni sono soddisfatte durante il recupero, raramente si osservano conseguenze negative. A volte, dopo l'operazione del varicocele, compaiono piccole deviazioni dalla norma, che presto scompaiono senza aiuto medico..

Ad esempio, potresti avere un leggero capogiro. Non aver paura se:

  • il testicolo è leggermente gonfio;
  • a volte preoccupato per il dolore o il fastidio nella zona inguinale;
  • la pelle intorno alla cucitura diventa rossa;
  • icore scorre dalla ferita;
  • lo scroto diventa denso.

Le complicazioni gravi includono:

  • un forte aumento della temperatura;
  • sanguinamento;
  • infezione della ferita;
  • forte gonfiore dello scroto, idropisia del testicolo;
  • ricaduta del varicocele immediatamente dopo l'intervento chirurgico o diversi anni dopo (se i frammenti di vene danneggiati non sono stati completamente rimossi e il flusso sanguigno è rimasto in essi);
  • infertilità maschile.

Idropisia del testicolo

Alexey, 20 anni, Volgodonsk

Per molto tempo non ho voluto essere operato, ma il dolore si è intensificato così tanto che era impossibile sopportarlo. Un paio di giorni dopo essere stato dimesso, mi sono dimenticato del varicocele, mi sono sentito bene e ho deciso di ripristinare la mia forma atletica. E invano: la cucitura dopo l'operazione si è infiammata, ha iniziato a marcire.

Semyon, 28 anni, Tula

Suggerimenti per la riabilitazione

Poiché lo strato muscolo-aponeurotico è minimamente danneggiato, la riabilitazione dopo l'endoscopia non dura a lungo, come per le restrizioni anche sull'attività fisica. Tuttavia, ci sono alcune istruzioni che devono essere seguite..

Per eliminare inizialmente il dolore, sarà sufficiente l'uso di analgesici semplici (non narcotici). Un paio d'ore dopo la fine dell'anestesia, è permesso bere, puoi mangiare nel tardo pomeriggio.

Durante la degenza ospedaliera è consigliato il riposo a letto, ma sono consentite la deambulazione e un'attività fisica minima dopo 2-3 ore. Se non ci sono complicazioni, il giorno successivo il paziente lascia la clinica.

Si consiglia di limitare l'attività fisica il più a lungo possibile. È importante non sollevare pesi nella prima settimana. Puoi fare sesso già il quarto giorno, se c'è dolore, allora dovresti aspettare. Il recupero completo avviene in 20-30 giorni.

Si consiglia di abbandonare le cattive abitudini durante il periodo di recupero, consumare cibi sani e ricchi di vitamine, camminare di più all'aria aperta.

Controindicazioni e stile di vita con varicocele

Con varicocele pronunciato, non è consigliabile visitare la sauna, il bagno e persino fare bagni caldi. Il carico termico influenzerà il peggioramento del decorso della malattia.


Le alte temperature della sauna possono peggiorare il grado di vene varicose scrotali

Non è sempre chiaro ai pazienti se necessitano di un intervento chirurgico per il varicocele. La necessità o meno di un intervento deve essere determinata dal medico curante, in base alla negligenza del processo patologico, alla probabilità di complicanze, nonché alla salute generale e all'età del paziente..

Le indicazioni per la terapia radicale sono le seguenti:

  • Nel processo di formazione dello sperma, il medico ha notato alcune violazioni. In particolare, tali deviazioni sono dovute al fatto che non c'è abbastanza sperma nel volume di una porzione di eiaculato, la loro attività è ridotta e ci sono particelle di sangue o pus. In questa situazione, non dovrebbe esserci una domanda sul varicocele, se è necessario operare, la risposta è sicuramente positiva.
  • Il paziente lamenta la presenza di sensazioni dolorose. Questo tipo di disagio si manifesta nel secondo o terzo stadio della patologia, dapprima leggermente, ma poi aumenta, ad esempio, mentre si cammina o dopo uno sforzo fisico.
  • L'uomo non è soddisfatto dell'aspetto dello scroto. Anche qui non si pone più la questione se sia necessario un intervento chirurgico per il varicocele..
  • Il testicolo colpito diminuisce di dimensioni. Spesso la malattia è localizzata sul lato sinistro dello scroto, quindi è questo testicolo che perde le sue dimensioni normali ed è necessario un intervento chirurgico.

Quando viene diagnosticato il varicocele, spetta anche al medico decidere se un'operazione è necessaria per coloro che non presentano i sintomi descritti, ma nella maggior parte dei casi lo specialista consiglia di effettuare tale trattamento..

Indicazioni per la chirurgia

Le indicazioni per la chirurgia sono:

  • violazioni della spermogenesi rivelate durante lo spermogramma;
  • la presenza di dolore costante all'inguine e allo scroto;
  • deterioramento dopo trattamento conservativo o chirurgico;
  • infertilità, casi di congelamento fetale;
  • cambiamenti atrofici in uno o due testicoli;
  • mancanza di effetto dal trattamento farmacologico.

Molti metodi di trattamento chirurgico (oltre 120) consentono di scegliere quello più efficace per ogni singolo caso. La maggior parte degli uomini è preoccupata per la domanda: è possibile avere figli con varicocele bilaterale. Dopo l'operazione, la spermatogenesi migliora e l'infertilità viene curata. Dopo 2-3 mesi, la qualità dello sperma, la motilità e il numero di spermatozoi sono normalizzati e la funzione riproduttiva è completamente stabilizzata.

Terapia radicale ↑

Si ritiene che le malattie minori possano essere curate con successo con pillole o rimedi popolari, ma è necessario sapere che in questo caso l'unico metodo affidabile è la chirurgia del varicocele. Se un uomo non avverte sensazioni dolorose e, a causa dell'età o per altri motivi, non ha intenzione di diventare padre, tale trattamento non è necessario e si raccomanda solo di evitare una maggiore attività fisica e di sottoporsi regolarmente a visite mediche.

L'intervento chirurgico è indicato per:

  • Costante forte dolore ai testicoli;
  • Sottosviluppo del testicolo;
  • Infertilità maschile a causa di una diminuzione della qualità dello spermogramma;
  • Difetti estetici dei testicoli.

Inoltre, i medici affermano che il trattamento chirurgico deve necessariamente essere eseguito nell'adolescenza, poiché il ristagno del sangue causato dalla malattia provoca danni irreversibili al tessuto epiteliale dei testicoli, dove si verifica la spermatogenesi, e in futuro l'infertilità sarà estremamente difficile da curare.

Oggi vengono praticati diversi tipi di rimozione chirurgica del varicocele, con i quali ti presenteremo.


Articolo Successivo
Beta-bloccanti: un elenco di farmaci non selettivi e cardioselettivi, meccanismo d'azione e controindicazioni