Microangiopatia del cervello: che cos'è, tipi di malattia, sintomi e trattamento


Non esiste un singolo organo nel corpo umano che funzioni senza ossigeno e sostanze nutritive trasportate dal sangue. Ciò è particolarmente vero per il cuore e il cervello umani, poiché i processi metabolici che si verificano in essi sono abbastanza veloci. Ma succede che l'erogazione di ossigeno viene interrotta, poiché i piccoli vasi forniscono loro male organi e tessuti del corpo. Questa anomalia può apparire in qualsiasi organo, ma la più pericolosa è la microangiopatia del cervello, che cos'è, considereremo di seguito.

Descrizione

La microangiopatia del cervello è una malattia in cui si verificano danni ai piccoli vasi e ai capillari, responsabili del corso dei processi metabolici. In questo caso, si osserva una ridotta circolazione sanguigna nel cervello. Nella maggior parte dei casi, questa patologia si sviluppa sullo sfondo di altri disturbi, ad esempio diabete mellito, tumori e infezioni. La circolazione sanguigna insufficiente nel cervello, che è cronica, è caratterizzata da una mancanza di glucosio e ossigeno per un lungo periodo di tempo, che porta alla patologia della struttura e dell'attività dei piccoli vasi cerebrali, a causa della quale la sostanza bianca è interessata. I medici definiscono la microangiopatia una condizione caratterizzata dall'espansione e dall'ispessimento delle pareti dei capillari. La malattia è considerata grave e può essere fatale.

Le ragioni

La microangiopatia si osserva solitamente in presenza di altre patologie, come cancro, diabete, emolisi o infezioni. In questo caso, i vasi del cervello soffrono. Si sviluppa per i seguenti quattro motivi:

  1. La presenza di trombosi, a seguito della quale il normale flusso sanguigno viene interrotto a causa della comparsa di coaguli di sangue nei vasi.
  2. Formazione di necrosi cellulare e tissutale.
  3. La comparsa di ialinosi, che è l'accumulo di ialino nel corpo.
  4. Sviluppo di gonfiore fibrinoide, che porta alla distruzione del tessuto connettivo.

Abbastanza spesso, la microangiopatia del cervello (che cos'è, lo sappiamo) è una complicazione del diabete mellito, che una persona ha un periodo di tempo molto lungo. Qui, i capillari dei reni, dei nervi e degli occhi sono danneggiati. In questo caso, si osserva un ispessimento delle membrane capillari nei vasi, si formano coaguli di sangue nel microcircolo e venule, ialinosi, aneurismi capillari.

Fattori di rischio

La circolazione nel cervello, che porta alla microangiopatia, non viene compromessa rapidamente. Questo è preceduto da un lungo processo, che è associato a tali fattori:

  • patologie genetiche che causano una violazione del tono vascolare;
  • malattie associate alla coagulazione del sangue;
  • infezioni e lesioni;
  • fumare e bere alcolici;
  • età superiore ai cinquanta anni;
  • malattie endocrine e malattie del cuore e dei vasi sanguigni, ipertensione;
  • condizioni di lavoro dannose e duro lavoro.

Le forme

A seconda di molti segni, la microangiopatia del cervello si divide in quattro forme:

  1. Microangiopatia cerebrale del cervello - si sviluppa negli anziani ed è associata a una violazione della deposizione di proteine. Questo disturbo non viene diagnosticato e praticamente non risponde al trattamento farmacologico..
  2. La microangiopatia lenticulostriatale è osservata nei bambini, quindi il bambino deve essere costantemente osservato nelle dinamiche. Si ritiene che questa forma della malattia sia un tipo speciale di afflusso di sangue, quindi non richiede trattamento se non si osservano anomalie mentali e fisiche.
  3. L'angiopatia diabetica è comune nelle persone con diabete. Questa malattia richiede il trattamento del disturbo sottostante, poiché è in costante progresso.
  4. Microangiopatia vascolare ipertensiva del cervello - osservata nelle persone con ipertensione arteriosa, quindi si raccomanda di evitare cambiamenti nella pressione sanguigna.

A seconda della forma della malattia, la patologia può portare a varie conseguenze negative, quindi è importante cercare aiuto quando compaiono i primi sintomi..

Sintomi

La microangiopatia del cervello (che cos'è, descritta sopra) ha molti segni di manifestazione. Il paziente ha un disturbo della memoria, debolezza e mal di testa compaiono senza motivo, si verifica un annebbiamento della coscienza. Ciò è dovuto al ridotto flusso sanguigno nei capillari e nei vasi sanguigni del cervello. Nei vasi vengono attivati ​​i processi ossidativi dei lipidi, si formano i radicali liberi che contribuiscono alla distruzione delle cellule cerebrali.

I sintomi si sviluppano molto lentamente, quindi quasi sempre una persona reagisce alla malattia con un ritardo. Prima di tutto, il flusso sanguigno cerebrale alterato porta a debolezza e affaticamento rapido. Quindi compaiono mal di testa che non scompaiono dopo l'assunzione di farmaci. Quindi si verificano disturbi del sonno, compaiono distrazioni e disattenzione, il pensiero diventa rigido. I pazienti hanno una sindrome aseno-nevrotica caratterizzata da irritabilità e tendenza alla depressione. Quindi compaiono i sintomi focali: una persona ha un'andatura traballante, un disturbo della coordinazione del movimento e della convergenza, una diversa dimensione delle pupille, ecc..

I segni di microangiopatia includono visione offuscata, sanguinamento dal naso e dallo stomaco, dolore durante la deambulazione, fastidio alle gambe, pelle secca e desquamata dei piedi e sangue nelle urine. L'emorragia interna tra le meningi o nella sostanza bianca è di grande pericolo.

Diagnostica

La microangiopatia del cervello, quello che è, lo sappiamo già, viene diagnosticata tramite la risonanza nucleare magnetica, che consente di studiare il tessuto cerebrale e la rete vascolare. Con un disturbo, saranno visibili ipoplasia arteriosa, focolai di attacchi cardiaci silenziosi, emorragie microscopiche e ipoperfusione cerebrale. I medici moderni chiamano microangiopatia encefalopatia disculatoria. Spesso per la diagnosi vengono utilizzati l'ecografia MRI e Doppler, che consente di determinare anomalie nei vasi. Un metodo di ricerca aggiuntivo è un esame del sangue, raggi X e TC.

Trattamento

La microangiopatia del cervello viene trattata in modo completo. Prima di tutto, vengono prescritti farmaci che normalizzano la pressione sanguigna ed eliminano anche i segni di mancanza di ossigeno nei tessuti cerebrali. Viene eseguita la correzione dei livelli lipidici, mentre vengono prescritte statine, fibrati, acidi biliari, ecc. Per aiutare il cervello a nutrirsi meglio di ossigeno, i medici prescrivono farmaci nootropici e niacina. L'intervento chirurgico per questa malattia viene eseguito in rari casi, solo quando non è possibile ripristinare i vasi sanguigni con i farmaci e il deficit circolatorio non può essere compensato dalle vie del flusso sanguigno laterale. Insieme al trattamento farmacologico, ai pazienti viene prescritto un massaggio, una piscina, questo aiuta a migliorare le loro condizioni. Ma i focolai di gliosi non scompaiono, nel tempo il loro numero aumenta..

Previsione

La prognosi peggiora se il paziente ha ipertensione. In questo caso, i sintomi compaiono molto rapidamente con il progredire della malattia. Negli anziani, i vasi del cervello hanno un tono debole, quindi la malattia progredisce ancora più velocemente. Nei bambini, la prognosi può essere positiva se non ci sono anomalie nello sviluppo mentale o fisico..

Spesso, la microangiopatia del cervello porta a encefalopatia di varia gravità o ad ictus. Se non inizi a trattare la malattia nelle prime fasi, le condizioni del paziente peggioreranno, il che porterà alla disabilità e quindi alla morte. La malattia non può essere completamente curata. I focolai di gliosi nel cervello non possono essere completamente eliminati, ma la loro formazione può essere rallentata.

Prevenzione

Ai fini della prevenzione, è necessario monitorare la pressione sanguigna, per prevenire le sue cadute. Il rischio di sviluppare patologie vascolari può essere ridotto prevenendo le malattie vascolari. I medici consigliano di svolgere un'attività fisica con moderazione, per evitare il superlavoro. Devi condurre uno stile di vita sano, scegliere la dieta giusta, evitare situazioni stressanti.

Microangiopatia del cervello: che cos'è? Come viene trattata?

Microangiopatia del cervello. Cos'è? Un disturbo cerebrale dovuto a un insufficiente apporto di sangue danneggia i neuroni e compromette l'attività intellettuale Di seguito sono riportate ulteriori informazioni su questo argomento..

Il principio dello sviluppo della malattia

La patogenesi si basa su un cambiamento nelle proprietà del sangue, aumenta la probabilità di coaguli di sangue e le strutture delle pareti dei vasi della testa. Questa condizione è causata da fattori fisiologici o disturbi che si verificano con un deterioramento del metabolismo. Il cervello riceve i nutrienti attraverso le arterie centrali, che vengono rimossi alla base dal basso. Quindi i vasi si ramificano e penetrano nei neuroni. Per questo motivo, un cambiamento nelle proprietà del microcircolo diventa la causa della complessa distruzione del corpo..

I neuroni e la neuroglia sono considerati i componenti costitutivi dei tessuti nervosi. Queste sono cellule con una struttura speciale. I loro processi si piegano in fibre, lungo le quali viene trasportato un impulso nervoso. I neuroglia sono responsabili della funzione del fluido intercellulare, fornendo le condizioni adeguate per la formazione e la propagazione dell'impulso.

La microangiopatia cerebrale del cervello causa carenza di ossigeno, che si traduce nella morte dei neuroni. Al loro posto compaiono le neuroglia. Questo processo è chiamato gliosi. In uno stato normale, tali elementi sagomati costituiscono il 40% del sistema nervoso. La neuroglia non supporta gli impulsi così come i neuroni. Per questo motivo, i focolai di gliosi compromettono il funzionamento del sistema nervoso centrale..

Le ragioni

Ci vuole molto tempo per sviluppare focolai di gliosi e sovrapporre i lumi dei vasi sanguigni. Pertanto, la malattia si sviluppa lentamente.

La malattia si sviluppa a causa dell'azione di tali fattori:

  • Uso di tabacco e alcol.
  • Ferita alla testa.
  • Disturbi che contribuiscono al sangue denso.
  • Processi infettivi.
  • Problemi al sistema endocrino, diabete.
  • Problemi ai reni e al fegato.
  • Disturbi del cancro.
  • Trasformazioni genetiche della formazione della parete vascolare.
  • Vecchiaia.

La distruzione di piccoli vasi appare con necrosi dei tessuti, mancanza di composti proteici, aumento della permeabilità cellulare, danni alle membrane protettive di arterie e vene. L'angiopatia dei vasi cerebrali si manifesta nella formazione di coaguli di sangue. La malattia è suddivisa in 3 sottocategorie.

Cerebrale amiloide: compare quando le proteine ​​si depositano sulle pareti delle arterie. Tipico per i cittadini anziani. La varietà lentiulostriate si manifesta spesso nei bambini. I medici dicono che questa è una condizione normale, ma il bambino deve essere sotto la regolare supervisione di uno specialista.

La forma diabetica cresce gradualmente. Il tipo ipertensivo è caratteristico dei pazienti che soffrono di ipertensione arteriosa da molto tempo. Tutte le forme della malattia sono caratterizzate da un'alta concentrazione di glicoproteine. Le pareti dei capillari diventano quindi più spesse. L'intensità dello sviluppo dei processi metabolici sta peggiorando significativamente.

Quadro clinico

La manifestazione di tali sintomi è dovuta alla ridotta circolazione sanguigna nei piccoli vasi. Per questo motivo vengono prodotti componenti che provocano danni al tessuto cerebrale. Poiché la sindrome dell'angiopatia del cervello si verifica lentamente, i pazienti non pensano alla presenza della malattia. Pertanto, gli specialisti si trovano spesso di fronte a forme avanzate della malattia. I pazienti hanno un mal di testa così forte che gli analgesici non aiutano..

Presto compare la sindrome aseno-nevrotica, che è caratterizzata da: costanti cambiamenti dell'umore, insonnia, affaticamento, deterioramento della capacità lavorativa. La malattia spesso porta alla depressione. Nelle fasi successive, appare la dimenticanza, l'incapacità di concentrarsi. La posizione delle lesioni determina i sintomi concomitanti:

  • La coordinazione dei movimenti si deteriora.
  • Gocce visive.
  • Il diametro della pupilla cambia.
  • Appare la polineurite autonomica.
  • Deterioramento della termoregolazione.
  • Il paziente non risponde bene al dolore.
  • Aneurisma negli occhi.
  • Costantemente sanguinante dal naso.
  • Dolore quando si cammina.
  • La pelle dei piedi si sta desquamando.
  • Sangue nelle urine.

Forma diabetica della malattia

La microangiopatia diabetica è una manifestazione complessa del diabete. Il pericolo sta nel fatto che la malattia colpisce la forza dei tessuti e la rimozione di sostanze tossiche dal corpo. Se la malattia non viene identificata in tempo e il paziente non viene curato, le arterie e le vene diventeranno ancora più sottili. Promuove l'ipossia tissutale.

Questa forma è caratterizzata da:

  • Nefropatia. La sindrome scompare in 1/3 dei pazienti con diabete mellito. È caratterizzato da ridotta funzionalità renale e gonfiore..
  • L'angioretinopatia diabetica si verifica quando sono presenti lesioni vascolari che aiutano a fornire sangue alla retina.
  • La microangiopatia sulle gambe, contribuisce a problemi di afflusso di sangue, la nutrizione dei tessuti peggiora. Si fanno più danni ai piedi. A volte il problema si estende alla parte inferiore delle gambe, alle articolazioni del ginocchio, ai fianchi.

In primo luogo, i pazienti avvertono dolore alle gambe e la stanchezza accelera. Inizialmente, il dolore si manifesta moderatamente, man mano che la malattia progredisce, diventa più difficile sopportare. Sente bruciore o intorpidimento alle gambe. La dimensione della caviglia si espande. In disturbi clinici complessi, si formano ulcere sulla pelle che non guariscono per molto tempo.

Diagnostica

Per raccogliere l'anamnesi e diagnosticare, vengono eseguite le seguenti procedure: esami del sangue, ECG, EEG, ecografia Doppler per identificare aree difficili e altre anomalie. Il paziente viene indirizzato a un oftalmologo per controllare il fondo per vasocostrizione e altre anomalie. Le fonti di microangiopatia e la complessità della lesione sono determinate dalle seguenti misure: MRI, TC, risonanza nucleare.

Questi metodi di indagine ti consentono di identificare:

  • Luoghi fragili delle pareti vascolari.
  • Determinazione delle aree di disturbi circolatori.
  • Luoghi di sviluppo della gliosi.
  • Emorragia capillare.
  • Allargamento dello spazio perivascolare.

Procedure di guarigione

La microangiopatia del cervello viene trattata con metodi complessi. Tutte le fasi sono necessariamente controllate da specialisti. Prima di tutto, viene stabilito il grado di danno vascolare, dopo di che vengono prescritti farmaci. I pazienti anziani richiedono maggiore attenzione poiché sviluppano la malattia più velocemente.

Se viene rilevata microangiopatia, la pressione deve essere ridotta. L'ipertensione nei pazienti contribuisce al rapido deterioramento della salute. Nelle farmacie esiste una piccola selezione di farmaci per ridurre la pressione sanguigna. Con lo sviluppo della malattia, il paziente dovrà consultare un medico e non agire da solo.

È necessaria una fornitura aggiuntiva del cervello con sostanze utili. Per questo vengono utilizzati farmaci nootropici. Un effetto positivo può essere ottenuto dai farmaci contenenti acido nicotinico. Il più efficace è Picammillion.

La riduzione dei lipidi viene praticata anche nel trattamento della microagniopatia. I fibrati e le statine possono ottenere questo effetto. I medici prescrivono spesso la simvastatina.

Una diminuzione della quantità di ossigeno nei neuroni influenzerà l'intensità dello sviluppo della patologia. Affinché la composizione del sangue abbia un effetto benefico, è necessario consumare antiossidanti. I fluidificanti del sangue sono inclusi nel regime di trattamento. Fisioterapia, massaggi regolari e bagni in piscina hanno un effetto benefico sul corpo.

Ci sono rare situazioni in cui il trattamento farmacologico non consente di ripristinare la pervietà di vene e arterie, per compensare la carenza di circolazione sanguigna. In tali situazioni, le condizioni del paziente richiedono un intervento chirurgico..

Medicina tradizionale:

  • Decotti alle erbe che stimolano i processi metabolici, migliorano la circolazione sanguigna. L'elenco delle piante utili comprende: trifoglio, cicuta, preparati a base di erbe della farmacia.
  • Digiuno, cibo crudo. Perdere peso per migliorare il benessere.

L'uso di farmaci consente di eliminare i sintomi negativi, i tessuti danneggiati dalla gliosi non vengono trattati. Se non affronti le cause di queste formazioni, la patologia non può essere eliminata. I benefici di tale medicina tradizionale sono duraturi, ma non troppo evidenti. Pertanto, non è necessario fare affidamento sull'automedicazione, dovrai consultare un medico il prima possibile.

Le procedure chirurgiche vengono eseguite in rare situazioni. Sono considerate le indicazioni per la conduzione: difficoltà con il ripristino della pervietà vascolare, problemi con l'afflusso di sangue. L'irudoterapia si riferisce a modi alternativi per eliminare la malattia. Un metodo di trattamento non convenzionale è stato utilizzato per molto tempo. Oggi viene utilizzato con successo per eliminare molti disturbi..

La bevanda ha il seguente effetto sull'organismo: effetto trombolitico, rigenerante, analgesico, ipotensivo. Questo metodo di trattamento dà un risultato positivo, non ci sono controindicazioni, è sicuro.

I componenti attivi contenuti nella saliva della sanguisuga hanno un effetto generale sul corpo, stabilizzano la circolazione sanguigna e il metabolismo, il livello di glucosio diminuisce e stabilizza la microcircolazione nei capillari. I pazienti con patologia vascolare devono sottoporsi a herudoterapia due volte l'anno.

Farmaco

Con un'accurata determinazione della causa della patologia, la microangiopatia del cervello verrà eliminata dopo la selezione di una tecnica terapeutica. La prognosi della malattia è dovuta alla prevenzione del successivo sviluppo del danno arterioso. Nel quadro clinico, i farmaci sono ampiamente utilizzati per migliorare la circolazione sanguigna nella testa:

  • La pentossifillina sotto forma di compresse e iniezioni viene utilizzata 2 volte al giorno, a partire dalla dose minima.
  • La cinnarizina rilassa la parete arteriosa, riduce la quantità di calcio negli elementi formati. Consumato 3 volte al giorno.
  • Halidor migliora il flusso sanguigno nelle arterie della testa, preso 3 volte al giorno.
  • La nacergolina colpisce i recettori e le pareti vascolari, stabilizza la pressione sanguigna.

Il dosaggio deve essere determinato solo da uno specialista, la scelta indipendente di un medicinale e la preparazione di un ciclo di trattamento sono pericolosi per la salute.

Possibili conseguenze

La patologia capillare appartiene all'elenco delle malattie gravi, richiede l'uso di una terapia complessa. Se la terapia necessaria non viene utilizzata, le condizioni del paziente sono aggravate. I risultati di un trattamento di scarsa qualità: disabilità, morte.

La diagnosi preliminare del disturbo, la sede dell'infiammazione e la deformazione vascolare possono ridurre le conseguenze della malattia. È impossibile eliminare completamente i sintomi della malattia, un trattamento adeguato consente di rallentare lo sviluppo della malattia, per evitare possibili complicazioni.

Azioni preventive

Le seguenti misure preventive sono raccomandate per i pazienti:

  • Fare frequenti visite dal medico, eseguire procedure.
  • Segui le raccomandazioni dietetiche.
  • Non fumare, non bere.
  • Misura regolarmente la pressione sanguigna, esegui esami del sangue e controlla i livelli di glucosio.
  • Praticare sport. Stai all'aperto il più spesso possibile.

Microangiopatia: cause, segni, sintomi, trattamento

La microangiopatia è una condizione patologica in cui sono interessati i capillari, piccoli vasi responsabili dei processi metabolici. Fondamentalmente, questa condizione è concomitante con alcune malattie, come diabete, infezioni e tumori. Le varietà di questa condizione includono una malattia dei capillari renali e dei vasi della retina..

Il termine microangiopatia stessa deriva dalle parole "micro" - piccolo, "angio" - una nave e "patologia" - patologia. In altre parole, la microangiopatia è una malattia che colpisce piccoli vasi e capillari. La microangiopatia del cervello ha origine da un'insufficienza circolatoria cronica nel cervello. L'ossigeno e il glucosio sono responsabili del normale flusso sanguigno cerebrale. Con la microangiopatia, si può notare una carenza a lungo termine di queste sostanze, questo porta a un'interruzione della struttura e del funzionamento dei piccoli vasi del cervello e, di conseguenza, del danno alla sostanza bianca.

Condizionalmente, questo stato può essere diviso in due tipi:

  • con espansione delle venule e ispessimento delle pareti dei capillari;
  • con un ispessimento delle pareti delle arterie di natura ialina.

Gli esperti si riferiscono alla microangiopatia come a una condizione caratterizzata da cambiamenti nei capillari..

Cause della malattia

Nel sistema vascolare, la microangiopatia si sviluppa sullo sfondo di altre malattie. Può essere oncologia, diabete mellito, infezioni, malattie del fegato o emolisi, una condizione in cui i globuli rossi vengono distrutti e l'emoglobina viene scollegata da essi. Fondamentalmente, questa condizione è attribuita alle conseguenze di tali malattie e condizioni del corpo:

  • trombosi - interruzione del normale flusso sanguigno a causa della formazione di coaguli di sangue che interferiscono con il flusso sanguigno;
  • necrosi: morte di cellule e tessuti del corpo;
  • ialinosi - la deposizione di ialina nei tessuti del corpo - uno dei tipi di distrofia proteica;
  • gonfiore fibrinoide - aumento della permeabilità vascolare e di conseguenza - distruzione irreversibile del tessuto connettivo.

Molto spesso parlando di microangiopatia, significano una complicazione del diabete mellito a lungo termine. In questa condizione, i capillari dei reni (nefropatia), i nervi (polineuropatia) e l'occhio (retinopatia) sono colpiti. I seguenti cambiamenti avvengono nei vasi: la membrana basale dei capillari si ispessisce, si verifica la formazione di trombi nella microvascolarizzazione, polifferenza del peritelio e dell'endotelio, ialinosi delle pareti arteriole, compaiono aneurismi capillari, le venule si espandono e subiscono trombosi.

Le cause dell'angiopatia sono i disturbi metabolici, il cui ruolo principale è svolto da:

  • glicosilazione delle proteine ​​e, di conseguenza, ipossia tissutale associata ad un eccesso di emoglobina glicosilata;
  • disfunzione endoteliale, diminuzione della produzione di ossido nitrico, antitrombina, prostaciclina, aumento del contenuto di endotelina e trombossano. Di conseguenza, aumenta lo spasmo dei vasi e l'aggregazione delle piastrine;
  • la sintesi proteica diminuisce;
  • si attiva il sistema renina-angiotensivo;
  • l'ossidazione del glucosio dalla via del sorbitolo è migliorata;
  • la perossidazione lipidica è attivata;

L'aumento della produzione di fattori di crescita da parte dell'endotelio è associato a un'eccessiva sintesi di glicoproteine, collagene e un aumento dello spessore della membrana basale dei capillari. La causa della microangiopatia può essere anche rosolia, morbillo, traumi, intossicazione del corpo, fumo, dipendenza da alcol, duro lavoro, che indebolisce il corpo, ipertensione, così come l'età avanzata.

Qual è la manifestazione della malattia

La microangiopatia del cervello ha una serie di sintomi: il paziente nota sempre più disturbi della memoria, annebbiamento della coscienza, spesso debolezza senza causa e mal di testa. Ciò si verifica a causa di una ridotta circolazione sanguigna nei capillari nell'area del cervello. A causa del danno alle pareti dei piccoli vasi, in essi vengono attivati ​​i processi ossidativi dei lipidi, compaiono i radicali liberi, che hanno un effetto distruttivo sulle cellule cerebrali.

Poiché lo sviluppo dei sintomi avviene molto lentamente, il paziente non può sempre reagire in tempo e andare dal medico. In primo luogo, appare la debolezza, una persona si stanca rapidamente con il suo solito lavoro. Un sintomo caratteristico di questa malattia è il frequente mal di testa, che è quasi impossibile alleviare assumendo farmaci antidolorifici convenzionali. Nel tempo, il sonno è disturbato: di notte il paziente soffre di insonnia e durante il giorno appare sonnolenza.

Con l'ulteriore sviluppo della malattia, appare la distrazione, il paziente diventa smemorato e disattento. La rigidità del pensiero e la debole capacità di fissazione sono caratteristiche. Questi sintomi sono uniti da sintomi focali. Può includere un'andatura traballante, altri disturbi della coordinazione del movimento, disturbo della convergenza, diversi diametri della pupilla e altri riflessi patologici.

Inoltre, i sintomi della microangiopatia sono: deterioramento delle funzioni visive, aneurismi agli occhi, frequenti epistassi, sanguinamento dello stomaco, dolore quando si cammina nella zona del polpaccio, fastidio alle gambe a riposo, desquamazione della pelle dei piedi, secchezza, coaguli di sangue nelle urine.

Diagnostica

Nella diagnosi di microangiopatia del cervello, il metodo della risonanza magneto-nucleare si è dimostrato bene. Questo metodo consente di esaminare il tessuto cerebrale stesso e la rete vascolare. Con questa malattia sono visibili segni di ipoplasia arteriosa. I focolai di infarti (cosiddetti muti), che portano all'occlusione vascolare, così come le emorragie microscopiche, l'ipoperfusione del cervello sono ben visualizzati.

La microangiopatia cerebrale è definita dagli specialisti moderni come encefalopatia discircolatoria. Quando si esamina il cervello utilizzando la risonanza magnetica, i seguenti segni di questa malattia sono evidenti: atrofia cerebrale, emorragie microscopiche, leucoaraiosi, infarti lacunari, espansione degli spazi perivascolari.

Per rilevare anomalie nei vasi, restringimento del lume o blocco, viene utilizzato il metodo degli ultrasuoni Doppler. Inoltre, per ottenere un quadro generale della malattia, viene eseguito un esame del sangue, mediante il quale è possibile determinare il cambiamento nelle sue proprietà reologiche, un cambiamento nella forma delle cellule del sangue, i livelli di colesterolo e altri importanti indicatori.

Trattamento

Il trattamento della microangiopatia del cervello viene effettuato in modo complesso. Prima di tutto, il medico deve selezionare i farmaci appropriati affinché il paziente normalizzi la pressione sanguigna. Per eliminare i segni di mancanza di ossigeno nei tessuti cerebrali, vengono presi antiipossici, ad esempio Emoxipina. La correzione dei livelli lipidici gioca un ruolo importante. Poiché i farmaci per abbassare i livelli di lipidi sono le statine, i sequestranti degli acidi biliari, i fibrati. Tra questi, i più comuni sono Atorvastatina, Rosuvastatina, Simvastatina.

Per migliorare la nutrizione del cervello, vengono utilizzati nootropi: Piracetam, Cerebrolysin, Nootropil, Encephabol. Con l'aiuto di preparati di acido nicotinico, la circolazione sanguigna è migliorata: Picammilon, Xanthinol nicotinate.

La prognosi della malattia peggiora in presenza di ipertensione nel paziente, nel qual caso i sintomi progrediscono piuttosto rapidamente. Anche l'età è importante: nelle persone anziane, la malattia progredisce più velocemente.

Glioblastoma del cervello

Emicrania nelle donne

Le cause della microangiopatia

Ci vuole molto tempo per lo sviluppo di focolai di gliosi e la completa sovrapposizione dei lumi vascolari, quindi possiamo presumere che la malattia sia caratterizzata da uno sviluppo lento. I seguenti fattori contribuiscono all'inizio del processo patologico:

  • alcolismo e fumo;
  • trauma cranico;
  • malattie del sistema circolatorio, che portano ad un aumento della coagulazione del sangue;
  • infezioni croniche;
  • disturbi endocrini, in particolare diabete mellito;
  • compromissione della funzionalità epatica e renale;
  • malattie oncologiche;
  • anomalie genetiche nella struttura delle pareti dei vasi sanguigni;
  • età avanzata;
  • esaurimento del corpo.

La lesione di piccoli vasi può verificarsi con necrosi dei tessuti, carenza di proteine, aumento della permeabilità delle pareti vascolari, violazione dell'integrità delle membrane protettive dei vasi sanguigni. La microangiopatia ischemica si sviluppa quando il lume dei vasi sanguigni è bloccato da coaguli di sangue. La malattia è classificata in 4 tipi. La forma cerebrale amiloide si verifica quando la proteina si deposita sulle pareti dei vasi sanguigni. È tipico degli anziani. La specie lenticulostriatale, invece, colpisce più spesso i bambini. Gli esperti considerano questa condizione una variante della norma, ma il bambino dovrebbe essere sotto la costante supervisione del medico curante.

La microangiopatia diabetica si sviluppa nella forma scompensata del diabete mellito. I sintomi della malattia sono progressivi. Il tipo ipertensivo è tipico per i pazienti che soffrono di ipertensione arteriosa da molto tempo. Qualsiasi forma di malattia è caratterizzata dalla produzione di maggiori quantità di glicoproteine ​​e collagene, che porta all'ispessimento delle pareti dei capillari. Questo aiuta a ridurre la velocità dei processi metabolici, la cessazione della nutrizione dei tessuti in alcune parti del cervello e la formazione di focolai di gliosi.

Il quadro clinico della malattia

I principali segni di microangiopatia sono mal di testa, disturbi della memoria, debolezza generale e coscienza offuscata..

La comparsa di tali sintomi è associata a una ridotta circolazione sanguigna nei piccoli vasi, a causa della quale vengono prodotte sostanze che distruggono il tessuto cerebrale. A causa del lento sviluppo della microangiopatia, il paziente non è a lungo consapevole della presenza della malattia. Pertanto, i medici si trovano più spesso di fronte a forme avanzate di patologia. Nelle prime fasi, una persona inizia a stancarsi rapidamente mentre fa il solito lavoro. Questo sintomo è accompagnato da un forte mal di testa che non può essere controllato con analgesici standard..

Nel tempo si sviluppa la sindrome astenico-nevrotica, caratterizzata da frequenti sbalzi d'umore, insonnia, stanchezza cronica e prestazioni ridotte. La malattia porta spesso alla formazione di disturbi depressivi. Nelle fasi successive della microangiopatia, una persona diventa smemorata, distratta e le capacità intellettuali soffrono. La natura dei sintomi di accompagnamento dipende dalla posizione delle lesioni. Questa può essere una violazione della coordinazione del movimento, una diminuzione dell'acuità visiva, un cambiamento nelle dimensioni degli alunni. Può svilupparsi la sindrome da polineurite autonomica, in cui la termoregolazione è compromessa, non c'è risposta al dolore.

La microangiopatia è accompagnata da disturbi della coagulazione del sangue, motivo per cui nelle fasi successive della malattia si verificano spesso emorragie nasali e gastrointestinali, ematuria ed emorragie sottocutanee. La condizione più pericolosa è l'ictus emorragico - emorragia nel tessuto cerebrale.

Diagnosi e trattamento della malattia

Prima di fare una diagnosi finale, è necessario escludere altre malattie con sintomi simili..

L'esame inizia con la raccolta dell'anamnesi e degli esami di laboratorio: analisi del sangue generali e biochimiche, determinazione della sua composizione lipidica, coagulogramma. L'ecografia Doppler consente di valutare lo stato dei vasi sanguigni, rilevare la presenza di coaguli di sangue e altre anomalie. L'elettroencefalografia viene utilizzata per rilevare anomalie nel cervello. Un esame oftalmologico rivela cambiamenti nello stato del fondo. La microangiopatia del cervello è un'indicazione per la RM e la TC. Queste procedure diagnostiche consentono di studiare il grado di alterazioni patologiche nel tessuto cerebrale e nelle pareti vascolari, per rilevare focolai di gliosi e allargamento delle grandi arterie. Sono anche usati per rilevare l'ictus emorragico..

Il trattamento della malattia prevede un approccio integrato, la terapia conservativa è volta ad eliminare la causa della microangiopatia e ad alleviare i suoi sintomi principali. Nel diabete mellito, vengono prescritti farmaci per normalizzare i livelli di glucosio nel sangue. È necessario assumere farmaci che aiutano ad abbassare la pressione sanguigna e mantenerla entro limiti normali. Gli antiossidanti sono prescritti in presenza di segni pronunciati di carenza di ossigeno..

Il corso del trattamento include l'uso di farmaci che abbassano il livello dei lipidi, migliorano l'afflusso di sangue ai tessuti cerebrali e rafforzano le pareti dei vasi sanguigni. Vengono prescritti anche agenti antipiastrinici e antiossidanti. I farmaci possono essere combinati con terapia fisica, agopuntura, esercizi speciali, massaggi e nuoto. Il trattamento complesso aiuta a migliorare le condizioni generali del corpo, aumentare la conduttività nelle aree del cervello colpite ed eliminare i sintomi della malattia.

Le forme avanzate della malattia vengono trattate chirurgicamente. L'automedicazione per la microangiopatia cerebrale è severamente vietata. La selezione dei tipi e dei dosaggi dei farmaci è possibile solo sulla base dei risultati dei test. Questa malattia è considerata pericolosa per la salute e la vita umana. Se non trattata, può portare a disabilità e morte. La diagnosi precoce dei cambiamenti patologici nei vasi del cervello e l'individuazione di focolai di gliosi consentono di evitare lo sviluppo di gravi complicanze. Il pieno recupero dalla microangiopatia non si verifica, tuttavia, è del tutto possibile sospendere lo sviluppo della malattia. È necessario assumere tutti i farmaci prescritti dal medico, seguire tutte le sue raccomandazioni, sottoporsi a esami regolari e curare malattie croniche.

Le cause della microangiopatia

Ci vuole molto tempo per lo sviluppo di focolai di gliosi e la completa sovrapposizione dei lumi vascolari, quindi possiamo presumere che la malattia sia caratterizzata da uno sviluppo lento. I seguenti fattori contribuiscono all'inizio del processo patologico:

  • alcolismo e fumo;
  • trauma cranico;
  • malattie del sistema circolatorio, che portano ad un aumento della coagulazione del sangue;
  • infezioni croniche;
  • disturbi endocrini, in particolare diabete mellito;
  • compromissione della funzionalità epatica e renale;
  • malattie oncologiche;
  • anomalie genetiche nella struttura delle pareti dei vasi sanguigni;
  • età avanzata;
  • esaurimento del corpo.

La lesione di piccoli vasi può verificarsi con necrosi dei tessuti, carenza di proteine, aumento della permeabilità delle pareti vascolari, violazione dell'integrità delle membrane protettive dei vasi sanguigni. La microangiopatia ischemica si sviluppa quando il lume dei vasi sanguigni è bloccato da coaguli di sangue. La malattia è classificata in 4 tipi. La forma cerebrale amiloide si verifica quando la proteina si deposita sulle pareti dei vasi sanguigni. È tipico degli anziani. La specie lenticulostriatale, invece, colpisce più spesso i bambini. Gli esperti considerano questa condizione una variante della norma, ma il bambino dovrebbe essere sotto la costante supervisione del medico curante.

La microangiopatia diabetica si sviluppa nella forma scompensata del diabete mellito. I sintomi della malattia sono progressivi. Il tipo ipertensivo è tipico per i pazienti che soffrono di ipertensione arteriosa da molto tempo. Qualsiasi forma di malattia è caratterizzata dalla produzione di maggiori quantità di glicoproteine ​​e collagene, che porta all'ispessimento delle pareti dei capillari. Questo aiuta a ridurre la velocità dei processi metabolici, la cessazione della nutrizione dei tessuti in alcune parti del cervello e la formazione di focolai di gliosi.

Il quadro clinico della malattia

I principali segni di microangiopatia sono mal di testa, disturbi della memoria, debolezza generale e coscienza offuscata..

La comparsa di tali sintomi è associata a una ridotta circolazione sanguigna nei piccoli vasi, a causa della quale vengono prodotte sostanze che distruggono il tessuto cerebrale. A causa del lento sviluppo della microangiopatia, il paziente non è a lungo consapevole della presenza della malattia. Pertanto, i medici si trovano più spesso di fronte a forme avanzate di patologia. Nelle prime fasi, una persona inizia a stancarsi rapidamente mentre fa il solito lavoro. Questo sintomo è accompagnato da un forte mal di testa che non può essere controllato con analgesici standard..

Nel tempo si sviluppa la sindrome astenico-nevrotica, caratterizzata da frequenti sbalzi d'umore, insonnia, stanchezza cronica e prestazioni ridotte. La malattia porta spesso alla formazione di disturbi depressivi. Nelle fasi successive della microangiopatia, una persona diventa smemorata, distratta e le capacità intellettuali soffrono. La natura dei sintomi di accompagnamento dipende dalla posizione delle lesioni. Questa può essere una violazione della coordinazione del movimento, una diminuzione dell'acuità visiva, un cambiamento nelle dimensioni degli alunni. Può svilupparsi la sindrome da polineurite autonomica, in cui la termoregolazione è compromessa, non c'è risposta al dolore.

La microangiopatia è accompagnata da disturbi della coagulazione del sangue, motivo per cui nelle fasi successive della malattia si verificano spesso emorragie nasali e gastrointestinali, ematuria ed emorragie sottocutanee. La condizione più pericolosa è l'ictus emorragico - emorragia nel tessuto cerebrale.

Diagnosi e trattamento della malattia

Prima di fare una diagnosi finale, è necessario escludere altre malattie con sintomi simili..

L'esame inizia con la raccolta dell'anamnesi e degli esami di laboratorio: analisi del sangue generali e biochimiche, determinazione della sua composizione lipidica, coagulogramma. L'ecografia Doppler consente di valutare lo stato dei vasi sanguigni, rilevare la presenza di coaguli di sangue e altre anomalie. L'elettroencefalografia viene utilizzata per rilevare anomalie nel cervello. Un esame oftalmologico rivela cambiamenti nello stato del fondo. La microangiopatia del cervello è un'indicazione per la RM e la TC. Queste procedure diagnostiche consentono di studiare il grado di alterazioni patologiche nel tessuto cerebrale e nelle pareti vascolari, per rilevare focolai di gliosi e allargamento delle grandi arterie. Sono anche usati per rilevare l'ictus emorragico..

Il trattamento della malattia prevede un approccio integrato, la terapia conservativa è volta ad eliminare la causa della microangiopatia e ad alleviare i suoi sintomi principali. Nel diabete mellito, vengono prescritti farmaci per normalizzare i livelli di glucosio nel sangue. È necessario assumere farmaci che aiutano ad abbassare la pressione sanguigna e mantenerla entro limiti normali. Gli antiossidanti sono prescritti in presenza di segni pronunciati di carenza di ossigeno..

Il corso del trattamento include l'uso di farmaci che abbassano il livello dei lipidi, migliorano l'afflusso di sangue ai tessuti cerebrali e rafforzano le pareti dei vasi sanguigni. Vengono prescritti anche agenti antipiastrinici e antiossidanti. I farmaci possono essere combinati con terapia fisica, agopuntura, esercizi speciali, massaggi e nuoto. Il trattamento complesso aiuta a migliorare le condizioni generali del corpo, aumentare la conduttività nelle aree del cervello colpite ed eliminare i sintomi della malattia.

Le forme avanzate della malattia vengono trattate chirurgicamente. L'automedicazione per la microangiopatia cerebrale è severamente vietata. La selezione dei tipi e dei dosaggi dei farmaci è possibile solo sulla base dei risultati dei test. Questa malattia è considerata pericolosa per la salute e la vita umana. Se non trattata, può portare a disabilità e morte. La diagnosi precoce dei cambiamenti patologici nei vasi del cervello e l'individuazione di focolai di gliosi consentono di evitare lo sviluppo di gravi complicanze. Il pieno recupero dalla microangiopatia non si verifica, tuttavia, è del tutto possibile sospendere lo sviluppo della malattia. È necessario assumere tutti i farmaci prescritti dal medico, seguire tutte le sue raccomandazioni, sottoporsi a esami regolari e curare malattie croniche.

Fasi nello sviluppo del processo patologico

La microangiopatia del cervello è considerata una patologia abbastanza comune, che è caratterizzata da un tono alterato, dalla struttura delle pareti dei vasi sanguigni e dei capillari direttamente in questo organo. Di conseguenza, il paziente ha un processo metabolico disturbato del tessuto cerebrale.

Più la malattia progredisce, minore diventa l'elasticità della parete vascolare, si verifica l'ispessimento e la riduzione del lume vascolare. Questo può portare all'ostruzione di piccoli vasi per un flusso sanguigno intenso. Di conseguenza, i neuroni del cervello soffrono di una mancanza di flusso sanguigno, ossigeno e glucosio..

Dopo che i vasi si indeboliscono, iniziano a rompersi, il che può provocare un'emorragia subaracnoidea. Se non c'è flusso sanguigno, c'è una morte locale dei neuroni, sostituzione dei fuochi con gliosi, cicatrici.

Cause e malattie provocatorie

La sindrome della microangiopatia del cervello può svilupparsi sullo sfondo di altre patologie. La violazione si verifica a causa di tali malattie e condizioni del corpo umano:

  1. Trombosi. Il flusso sanguigno è compromesso a causa della formazione di coaguli.
  2. Necrosi. Si verifica la morte di cellule e tessuti.
  3. Ialinosi. Si verifica la deposizione ialina.
  4. Gonfiore fibrinoide. La permeabilità dei vasi aumenta e, di conseguenza, si osserva la distruzione del tessuto connettivo.

Inoltre, la microangiopatia del cervello può essere provocata da:

  • anomalia della struttura della parete del vaso;
  • fumare;
  • l'uso di bevande alcoliche;
  • scarsa coagulazione del sangue;
  • trauma;
  • malattie infettive che influenzano negativamente lo stato dei vasi sanguigni;
  • malattie del sistema endocrino;
  • ipertensione;
  • malattie del sistema cardiovascolare;
  • sostanze tossiche;
  • età avanzata.

Non uniti dal cervello

Nella medicina moderna esistono diversi tipi di microangiopatia:

  1. Microangiopatia cerebrale. Il processo patologico è osservato direttamente nel cervello. È caratterizzato da una compromissione a lungo termine del flusso sanguigno cerebrale, che si verifica sullo sfondo dell'aterosclerosi o dell'ipertensione. Presenta sintomi di encefalopatia, ischemia e infarto lacunare, che portano al danneggiamento della materia grigia. I segni della malattia si verificano nelle fasi successive, aiutando a distinguerla da altri disturbi cerebrali.
  2. Diabetico. Si verifica a causa di livelli di glucosio persistentemente elevati. Di conseguenza, si verificano danni ai piccoli vasi che forniscono flusso sanguigno agli organi interni. Esistono diverse forme cliniche di questo tipo di patologia..
  3. Lesione nella zona delle gambe. Il paziente ha una lesione dei capillari degli arti inferiori. È caratterizzato da un flusso sanguigno lento, un'alterazione della nutrizione dei tessuti e una lesione di alcune parti delle gambe. Se l'immunità è ridotta, la patologia inizia a progredire..
  4. Microangiopatia del fegato. Il paziente presenta alterazioni della parete vascolare, alterata coagulazione del sangue e rallentamento del flusso sanguigno. Di conseguenza, si formano coaguli di sangue, aumenta la viscosità del sangue e vengono attivate le piastrine..

Quadro clinico

Nella fase iniziale, la microangiopatia cerebrale è asintomatica, quindi la sua diagnosi è complicata. Questo processo patologico può manifestarsi in una serie di sintomi:

  • compromissione della memoria;
  • la coscienza diventa torbida;
  • debolezza senza causa del corpo;
  • mal di testa frequenti e intensi.

Questi disturbi si verificano a causa dello scarso flusso sanguigno nei capillari del cervello. Lo sviluppo dei sintomi avviene gradualmente. Innanzitutto, c'è una debolezza irragionevole, che può essere accompagnata da un mal di testa.

In questa situazione, gli analgesici non hanno l'effetto positivo desiderato. Quindi gradualmente il paziente inizia a soffrire di insonnia di notte e durante il giorno - sonnolenza..

Dopo che la malattia inizia a progredire, il paziente diventa distratto, smemorato e disattento. Il processo di pensiero è disturbato. Parallelamente, ci sono segni focali di microangiopatia del cervello:

  • andatura traballante;
  • compromissione della coordinazione del movimento;
  • disturbo della convergenza;
  • il diametro delle pupille è completamente diverso;
  • altri riflessi patologici.

Diagnostica e assistenza medica

Durante la diagnosi, viene eseguita la risonanza magnetica, che aiuta a esaminare il tessuto cerebrale e la sua rete vascolare. Se il paziente sviluppa questa patologia, i segni di ipoplasia arteriosa sono chiaramente visibili. Sono anche visibili focolai di infarto.

È imperativo che il paziente si sottoponga a ecografia Doppler. Parallelamente viene eseguito un esame del sangue.

Il trattamento della microangiopatia del cervello viene effettuato in un complesso.

  • senza fallo, al paziente vengono prescritti farmaci che normalizzano la pressione sanguigna;
  • per eliminare la mancanza di ossigeno nei tessuti cerebrali, è necessario assumere antiipossici;
  • per abbassare i livelli lipidici è necessario assumere statine, sequestranti;
  • i nootropi sono usati per migliorare la nutrizione del cervello e i farmaci a base di acido nicotinico migliorano il flusso sanguigno.

Vale la pena considerare il fatto che un trattamento tempestivo aiuta a fermare lo sviluppo della malattia. Questo è importante nella vecchiaia, poiché in questo caso il processo patologico è accelerato.

Dettagli sul trattamento delle malattie vascolari del cervello:

Conseguenze e prevenzione

La prognosi per questa diagnosi dipenderà in gran parte dalla fascia di età del paziente, dall'entità della lesione, dalle malattie concomitanti e dalla tempestività della terapia. Se ignori lo sviluppo della malattia, potrebbe svilupparsi un'insufficienza cerebrale, che porterà alla morte..

La salute dell'intero organismo dipende dallo stato dei vasi. Anche se si osservano piccoli cambiamenti o disturbi, sorgeranno patologie che potrebbero essere incurabili. Pertanto, vale la pena prestare attenzione non solo al trattamento correttamente selezionato, ma alle misure preventive, che includono:

  • uno stile di vita sano;
  • una corretta ed equilibrata alimentazione, si consiglia di seguire una dieta priva di sale;
  • eliminazione di situazioni stressanti e attività fisica intensa;
  • rifiuto delle cattive abitudini;
  • lavoro adeguatamente strutturato e modalità di riposo.

Le misure di cui sopra sono semplici e, se le aderisci, puoi evitare molti problemi con i vasi sanguigni..

Vale la pena ricordare che la microangiopatia cerebrale del cervello è una malattia grave che deve essere trattata immediatamente. Prima viene prescritta la terapia, più è probabile che eviti complicazioni..

Qual è la ragione del gonfiore delle gambe

Il gonfiore delle gambe si manifesta a qualsiasi età e può essere un segno secondario di molte patologie, non solo direttamente correlate a malattie cardiovascolari. In alcuni casi, questa è una reazione del tutto normale del corpo. I seguenti motivi provocano gonfiore:

  • caldo estivo o permanenza prolungata;
  • camminare con scarpe scomode;
  • lavorare in posizione seduta;
  • l'abitudine di "torcere" le gambe;
  • guida costante.

Temperature elevate, stanchezza e stress inutile fanno il loro lavoro. Una quantità eccessiva di liquido si accumula nei tessuti, che fuoriesce dal sangue attraverso le pareti dei vasi e non può essere espulsa rapidamente. Quindi le gambe saranno aiutate sollevandole sopra il livello del corpo, riposo, un bagno fresco e un leggero massaggio. Ho già sollevato l'argomento della cura del tallone e ho condiviso ricette per i bagni per alleviare i piedi stanchi.

Devi capire che l'edema può essere un sintomo di malattie gravi e richiede una rapida visita dal medico. La localizzazione e il grado di gonfiore alle gambe variano a seconda delle cause delle complicanze, della durata del decorso e delle possibilità di risarcimento da parte del corpo. I classici colpevoli del gonfiore sono le malattie del sistema cardiovascolare e delle vie urinarie, reazioni a farmaci, farmaci, cosmetici non riusciti, allergie a determinati alimenti. Dai uno sguardo all'elenco delle cause dell'edema da me preparato per trovare una cura adeguata..

  1. Se c'è gonfiore di entrambe le caviglie, la sensazione di soffocamento, la pesantezza al petto non dà riposo, quindi è più logico sospettare un'insufficienza cardiaca.
  2. Un gonfiore di una gamba con dolore durante la flessione e il raddrizzamento del piede, che si è verificato dopo un infortunio, ci parla di un tendine allungato.
  3. Il gonfiore delle gambe durante la gravidanza è diffuso e considerato quasi normale, a causa di aumento di peso o tossicosi. Lungo la strada, le donne lamentano vertigini e mal di testa. In ogni caso, tali sintomi dovrebbero essere monitorati da un medico che "guida" la donna incinta.
  4. Il gonfiore delle caviglie può verificarsi la sera dopo lunghe passeggiate o in piedi. In questi casi, si avvertono debolezza e debolezza generali. Le gambe non solo si gonfiano, ma si sentono troppo pesanti e richiedono un buon riposo. Ma se registri altri sintomi, come sensibilità della pelle al tatto, crampi e dolore ai polpacci, allora, di regola, questo è un segnale dell'inizio delle vene varicose..
  5. Molte malattie renali portano a un metabolismo dei liquidi alterato nel corpo e quindi influenzano direttamente il gonfiore delle gambe. I cambiamenti negativi sono associati alla difficoltà di rimuovere l'acqua, che inizia ad accumularsi nei tessuti. Il gonfiore dell'intero viso è causato dalla glomerulonefrite, che a volte è una complicazione di un'infezione delle vie respiratorie superiori. Quando una persona soffre di sindrome nefrosica, l'intero corpo si gonfia. La maggior parte dei disturbi renali si manifesta in modo insidioso e si manifesta solo con un cambiamento nel ritmo quotidiano della minzione e nella quantità di urina. Pertanto, al primo sospetto, è necessario superare una visita medica in modo tempestivo..
  6. Il gonfiore causato dalla malattia della tiroide persiste a lungo dopo che la causa sottostante è guarita. Proprio come nell'esempio sopra, le palpebre si gonfiano, ma inoltre, la vista può essere compromessa, appare l'irritazione delle mucose degli occhi. È richiesto l'aiuto di un oftalmologo.
  7. Prima dell'inizio delle mestruazioni, molte donne sperimentano vari disturbi. La maggior parte di loro è responsabile delle fluttuazioni dei livelli ormonali, in particolare degli estrogeni. Uno dei problemi più fastidiosi è la ritenzione idrica nel corpo, che può portare alla formazione di edema autoregolante. Inoltre, potrebbero esserci sintomi premestruali comuni come mal di testa, indigestione, affaticamento e diminuzione della libido..
  8. Il diabete porta allo sviluppo di microangiopatia diabetica (danni ai piccoli vasi). L'essenza di questi cambiamenti è un aumento della permeabilità capillare e dei disturbi del sistema nervoso. Il risultato è l'ipossia della pelle e del tessuto sottocutaneo. Il gonfiore si verifica più comunemente intorno alla caviglia e all'avampiede. Devi anche visitare regolarmente un medico qui..
  9. Vale la pena stare attenti se si verificano gonfiore alle caviglie insieme al dolore. Il dolore ai muscoli del polpaccio suggerisce un disturbo del microcircolo. Il gonfiore può causare congestione del sangue e insufficienza venosa, che inizialmente possono essere meno evidenti. Si accumula la sera, ma scompare in posizione supina dopo un riposo notturno. A volte i sintomi sono accompagnati da scolorimento della pelle.

Come metterti alla prova e ridurre il gonfiore

Quando la gamba è molto gonfia, non può essere persa, ma cosa succede se i sintomi sono sottili? Per rilevare un leggero gonfiore, eseguire il seguente controllo di base. Premere con decisione sulla pelle con il dito vicino alla tibia per lasciare un'ammaccatura. Guardando la stampa, guarda quanto velocemente scompare. Se il sentiero dura un tempo innaturalmente lungo, diventa chiaro che la gamba è gonfia e deve essere trattata.

Per sbarazzarsi dell'edema alle gambe, è necessario diagnosticare e trattare accuratamente la malattia sottostante. Ma prima che la terapia inizi a dare i suoi frutti, puoi provare ad alleviare la tua condizione:

  • dovresti evitare calze e scarpe strette che impediscono il libero flusso sanguigno;
  • ridurre l'assunzione di sale (accumula acqua);
  • prendere (dopo un indispensabile consulto con un medico) diuretici;
  • le persone anziane dovrebbero camminare più spesso e ripetere esercizi di tono muscolare leggero;
  • evitare i bagni caldi in quanto le alte temperature tendono a ristagnare il sangue.

I disturbi associati all'edema delle gambe possono essere trattati con gel contenenti estratti di ippocastano e arnica. I farmaci orali come la diosmina, che riduce la permeabilità dei vasi sanguigni, sono adatti per il trattamento. Ricorda la regola principale: non appena noti che qualcosa non va, vai immediatamente in clinica per un consulto e tieni la situazione sotto controllo. Non auto-medicare se c'è il minimo dubbio sull'origine dei sintomi!

Blackout della memoria: perdita temporanea oa lungo termine dei ricordi di qualsiasi evento, chiamata amnesia nella letteratura medica.

Il cervello è adatto ad accumulare e immagazzinare informazioni per lungo tempo, riproducendole involontariamente, ad esempio, riconoscendo oggetti, eventi e immagini senza alcuno sforzo, o volontariamente quando si presenta la necessità di richiamo. L'oblio è anche una funzione naturale del cervello, il fallimento può essere completo e parziale, quando un ricordo può essere riprodotto non in una copia esatta o completamente.

Quando l'informazione accumulata è difficile da riprodurre, il processo di richiamo inizia quando emergono le “immagini laterali” associate all'oggetto, ma la memoria sintetizzata non sarà una copia esatta di ciò che non è stato ricordato. L'incapacità di riprodurre le informazioni accumulate è l'amnesia.

Nella maggior parte dei casi, i vuoti di memoria non sono globali, si riferiscono alla vita di tutti i giorni, ma se il fallimento è diventato troppo frequente e anche quotidiano, allora è necessario consultare un medico, perché indica un problema nell'attività del sistema nervoso centrale. Il neurologo della clinica "Medicina 24/7" effettuerà gli esami necessari e prescriverà un trattamento correttivo.

Tipi di blackout

L'amnesia è sempre spontanea, una persona non ci pensa e non può avviarla di sua spontanea volontà. Nella maggior parte dei casi si tratta di una condizione temporanea, tuttavia la sua durata è molto variabile: da alcuni minuti a diversi anni. Di regola i ricordi tornano, a partire dal più vecchio, quindi il dimenticato dal vecchio riguarda il prossimo futuro, ma l'infanzia e l'adolescenza sono ben ricordate.

  • Classificazione dell'amnesia

Quando è impossibile ricordare gli eventi prima dell'inizio del periodo di dimenticanza - questa è un'amnesia retrograda, non ricordata dopo lo sviluppo dell'amnesia - anterograda. Entrambe queste specie possono coesistere nello stesso cervello. Potresti non ricordare eventi della tua vita personale, ma puoi riprodurre accuratamente eventi sociali e questa sarà amnesia dissociativa.

Cos'è la disfunzione erettile?

Disfunzione erettile * (impotenza) - una malattia associata allo stato di erezione, durante la quale il pene dell'uomo perde la sua fermezza, volume, a causa della quale il rapporto sessuale è impossibile.

Ogni 5 uomini su 100 persone di età compresa tra i 30 ei 55 anni ha questo problema. Ogni 2 uomini sopra i 40 hanno lamentele almeno una volta nella vita.


Articolo Successivo
Tutta la verità sul tè del monastero