Microangiopatia del cervello (cerebrale): quali sono questi sintomi e prognosi di vita


La microangiopatia M del cervello è una lesione dei vasi più piccoli, capillari localizzati nelle strutture cerebrali. Si verificano cambiamenti patologici nelle pareti, restringimento o blocco completo dei vasi sanguigni.

La malattia non si manifesta finché il corpo è in grado di far fronte a disturbi del trofismo, nutrizione dei tessuti nervosi.

In alcuni casi, la catastrofe in avvicinamento non è evidente, perché la clinica è estremamente variabile. Dipende dalle caratteristiche individuali dell'organismo e dalla localizzazione del processo.

Di norma, la patologia colpisce tutti i capillari del cervello contemporaneamente, ma non nella stessa misura. Quando si valutano le condizioni di una persona, si trovano focolai individuali e più grandi. Ciò facilita la terapia mirata se è necessario un intervento chirurgico..

La correzione è principalmente farmacologica. Se inefficace, viene prescritta un'operazione.

Meccanismo di sviluppo

Si basa su diversi fattori provocatori. Si incontrano insieme o separatamente. È piuttosto una questione di fortuna. Ci sono 4 percorsi principali in totale:

  • Livelli costantemente alti di pressione sanguigna. Un cambiamento nella natura del flusso sanguigno attraverso i vasi principali porta alla stenosi (restringimento) delle arterie, una diminuzione della loro elasticità e una violazione riflessa del tono capillare..

Inoltre, i fattori negativi che provocano un aumento degli indicatori della pressione sanguigna (solitamente ormonali o tossici, quando si fuma, si beve alcolici) possono influenzare i piccoli vasi allo stesso modo..

Quindi il processo diventa complesso. L'intero cervello soffre. Un tale numero di fattori negativi avvicina l'ictus ogni giorno..

  • Incapacità di regolare il tono vascolare, cambiamento delle proprietà fisiche a causa dell'instabilità ormonale. Il diabete mellito è un esempio da manuale di un tale disturbo..

Senza trattamento, il corpo semplicemente non può fornire l'omeostasi (posizione di equilibrio). Da qui il cambiamento del tono dei capillari, anche delle arterie, delle vene.

A breve termine sorgono gravi complicazioni. I pazienti camminano costantemente sul bordo.

  • Funzionamento improprio del sistema immunitario. Di conseguenza, si sviluppa una sintesi attiva di complessi antigene-anticorpo, seguita dalla formazione di uno speciale conglomerato proteico: l'amiloide.

Questa sostanza si deposita sulle pareti dei vasi sanguigni e provoca cambiamenti degenerativi a lungo termine. Un meccanismo simile si applica agli autoimmuni. È considerato difficile in termini di correzione e pericoloso perché le prospettive sono confuse.

  • È possibile anche la deposizione di sali minerali sulle pareti dei capillari. Principalmente calcio. Questo è un meccanismo relativamente comune che si verifica nei bambini di età inferiore a un anno. Nello stesso periodo viene diagnosticato.

Nelle fasi iniziali, i sintomi non sono evidenti, poiché la progressione della salute si deteriora.

Oggettivamente, la clinica è rappresentata dalle manifestazioni di deficit neurologici aspecifici. Ci sono mal di testa, nausea, disorientamento nello spazio e altri che non possono essere legati a una specifica malattia.

Se la situazione non viene presa sotto controllo, le conseguenze sono disastrose. Ulteriore sviluppo di una carenza, ictus, disabilità o morte.

La tempistica di uno scenario negativo dall'inizio alla fine è diversa. Nella maggior parte dei pazienti, come risultato della compensazione del corpo, dell'adattamento del flusso sanguigno disturbato, si formano collaterali. Cioè, reti parallele aggiuntive di capillari, che non erano originariamente.

Se sono sufficientemente formati, le violazioni non saranno così evidenti e l '"ora X" arriverà più tardi. Quanto - nessuno dirà.

Classificazione

Il metodo principale di suddivisione si basa sui tipi di processo patologico, la sua origine..

Forma ipertensiva

Come suggerisce il nome, si sviluppa principalmente in pazienti con la stessa diagnosi. Ma non sempre. L'aumento sintomatico della pressione sanguigna sullo sfondo di altre malattie dà lo stesso effetto.

Più a lungo esiste la violazione, più alte sono le cifre del tonometro, più significativi sono i rischi.

Latentemente, il processo patologico è presente nella maggior parte dei pazienti, ma non viene diagnosticata l'intera gamma di situazioni, perché i medici sono impegnati a valutare le condizioni delle arterie ei capillari vengono lasciati incustoditi, il che è sbagliato.

Microangiopatia cerebrale di tipo amiloide

È associato all'accumulo di questa sostanza proteica nelle strutture dei capillari. Porta a un inizio abbastanza rapido di deficit neurologici.

Si verifica principalmente nei pazienti con più di 60 anni, che è associato allo stile di vita e alle malattie passate. Ma la deviazione non ha caratteristiche di sesso ed età.

Patologia autoimmune, richiede la correzione dell'attività funzionale delle difese dell'organismo.

Tipo lenticulostriatico

È associato alla deposizione di sali di calcio sulle pareti dei vasi sanguigni, cosa che normalmente non avviene. Il processo procede estremamente lentamente e quindi i sintomi compaiono in ritardo..

La malattia viene diagnosticata principalmente nei bambini. Secondo la ricerca, il disturbo si verifica in uno su sei nati. In Russia - il quarto.

Questa condizione non è sempre considerata una malattia. Si ritiene che stiamo parlando di una variante della norma fisiologica.

Se non ci sono sintomi e la natura del trofismo dei tessuti nervosi non viene modificata, questa è una caratteristica del corpo e non una patologia.

Forma diabetica

Uno dei più comuni. Si presenta come una complicazione del disturbo endocrino denominato. L'angiopatia diabetica è difficile, provoca disturbi critici del flusso sanguigno cerebrale, poiché anche le arterie sono colpite.

Se viene selezionato il corso corretto di trattamento, la condizione è sotto controllo parziale, la probabilità di conseguenze negative non è così alta. È anche possibile una correzione completa.

Ma l'efficacia delle misure e il risultato finale dipendono dal paziente stesso, dalla sua disponibilità a seguire le raccomandazioni di uno specialista e dalla disciplina.

Esistono anche classificazioni lungo il processo patologico. Quindi, l'angiopatia può essere con la presenza di focolai di gliosi (cicatrici, cicatrici) e senza di loro. La prima opzione è meno comune da una volta e mezza a due volte.

È possibile suddividere la patologia per il volume della lesione. Il tipo esteso è accompagnato dalla formazione di molte aree di funzione vascolare compromessa.

I singoli fuochi danno sintomi lenti, sono trattati molto meglio. Poiché la localizzazione è comprensibile, inoltre, puoi tracciare chiaramente le dinamiche del processo.

La tipizzazione viene utilizzata per descrivere la patologia nella documentazione e per sviluppare metodi terapeutici..

Sintomi

Il quadro clinico nelle fasi iniziali e anche avanzate è sfocato. Perché la microangiopatia non sempre porta a gravi disturbi del flusso sanguigno. Richiede tempo.

Inoltre, il corpo compensa il disturbo aumentando la quantità di nutrizione dovuta alla formazione di nuove reti capillari. I cosiddetti collaterali.

Non possono sostituire completamente le strutture funzionali, ma questo è sufficiente.

È inoltre necessario tenere conto del numero di fuochi, delle loro dimensioni, del tipo di microangiopatia stessa. Caratteristiche individuali dell'organismo. Una tale serie di fattori rende difficile portare la clinica a un denominatore comune..

Ci sono i seguenti segni, con intensità e gravità variabili e in tempi diversi:

  • Mal di testa. La gravità del disagio è diversa. Per natura, sta schiacciando, sparando, bruciando. Situato nei lobi frontali e temporali. È possibile una diversa disposizione. L'intensità aumenta dopo l'attività fisica, lo stress, il fumo. Consumo di caffè, alcol, cambiamenti nella zona climatica e quando esposti ad altri fattori negativi.

Dolore parossistico. Passano da soli dopo pochi minuti o ore. I farmaci aiutano ad eliminare il disagio più velocemente.

  • Vertigini. Incapacità di navigare normalmente nello spazio. Di solito a bassa intensità.
  • A causa di un flusso sanguigno insufficiente, il paziente diventa più sensibile ai fattori ambientali aggressivi. Cambiamenti del tempo, crisi vegetative-vascolari, aumenti della pressione sanguigna sullo sfondo di un nuovo regime di temperatura, ad esempio, quando ci si sposta in un'altra regione, zona climatica. Le donne sono molto più difficili da sperimentare la sindrome premestruale, ecc..
  • Nausea. Raramente vomito. Episodi singoli e anche allora non sempre.
  • C'è anche l'incapacità di controllare normalmente il proprio corpo. Debolezza agli arti, goffaggine, instabilità dell'andatura, fastidio muscolare, sensazione di pesantezza plumbea. Sono tutte parti di un tutto.
  • Fenomeni astenici. Una persona si sente costantemente stanca. Stanchezza, rapida stanchezza, sonnolenza, indipendentemente dall'ora del giorno. Tutti questi sono segni di un trofismo insufficiente dei tessuti cerebrali. Il cervello entra in modalità "economica" e non spende energia in modo così attivo.
  • Disturbi comportamentali. Aggressività, pianto, irritabilità senza una ragione apparente.
  • Pensiero e problemi cognitivi. Diminuzione della velocità e della produttività, distrazione, dimenticanza, deficit di attenzione, incapacità di concentrarsi sull'argomento.
  • Segni neurologici focali. Disturbi degli organi di senso, maggiore attività nervosa. Nei casi più gravi si osservano disturbi del linguaggio, il paziente non può eseguire operazioni aritmetiche, scrivere, leggere, ecc..

Questo non è così pronunciato come con un colpo, ma attira abbastanza attenzione. Segni simili sono possibili solo con danni cerebrali. Che tipo di piano - vascolare, tumorale, tossico o altro, devi capire rapidamente.

In rari casi, possono verificarsi svenimenti, sincope. Indicano una progressiva compromissione del flusso sanguigno cerebrale, evidenza a favore della gravità del processo. L'ictus è probabile nel prossimo futuro.

I sintomi non sono un criterio diagnostico affidabile. Tuttavia, devono essere presi in considerazione..

Le ragioni

I fattori di sviluppo sono diversi. Tra le possibili:

  • Processi infettivi gravi posticipati. Soprattutto che colpisce il cervello. È questo disturbo che spesso diventa il grilletto, il meccanismo scatenante dell'amiloidosi. L'immunità inizia a rispondere in modo inadeguato agli stimoli immaginari.
  • Patologia cardiovascolare. Già chiamato ipertensione o aumento sintomatico della pressione sanguigna.
  • Diabete. Il vero flagello dei pazienti con una tale diagnosi sono i problemi con vasi di vari calibri in tutto il corpo. Inoltre, è possibile anche l'influenza di altre malattie ormonali. Come le patologie della tiroide, le ghiandole surrenali.
  • Fumo, alcolismo. Cattive abitudini.
  • Anche attività fisica eccessiva.
  • Disturbi genetici.
  • Malfunzionamenti del sistema immunitario. Sullo sfondo di altri disturbi o come deviazione primaria, cosa che accade raramente.

La microangiopatia dei vasi cerebrali può essere polietiologica, cioè a causa di un gruppo di ragioni. Tutti loro vengono presi in considerazione per determinare le modalità del trattamento fondamentale..

Diagnostica

L'esame è compito dei neurologi. Se necessario, è coinvolto uno specialista in chirurgia vascolare.

L'elenco delle misure è sempre identico, con piccole deviazioni:

  • Interrogatorio orale del paziente. È necessario identificare i reclami, fare un elenco di sintomi. Ciò consentirà di determinare la direzione di ulteriori diagnosi..
  • Prendendo l'anamnesi. In particolare: processi infettivi trasferiti nel recente passato, patologie attuali e croniche, storia familiare di malattie, cattive abitudini.
  • Analisi del sangue generali e biochimiche.
  • Elettroencefalografia. Per determinare l'attività funzionale delle strutture cerebrali.
  • Risonanza magnetica o TC del cervello. È possibile condurre due studi contemporaneamente. Utilizzato per identificare la posizione, il numero di focolai, la gravità del disturbo.

È inoltre possibile eseguire la scansione Doppler e duplex. Per determinare la qualità del trofismo dei tessuti nervosi.

Trattamento

La terapia implica la risoluzione di tre problemi. Eliminare la causa principale, alleviare i sintomi, prevenire le complicazioni.

Esistono due metodi: conservativo o operativo. Nella stragrande maggioranza dei casi, è sufficiente l'uso di medicinali e, se necessario, la correzione dello stile di vita. Quali farmaci vengono prescritti?

Con ipertensione e aumento sintomatico della pressione:

  • Mezzi per abbassare la pressione sanguigna. Beta-bloccanti (Propranololo, Anaprilina, Metoprololo), ACE inibitori (perindopril in diverse varianti), Calcioantagonisti (Diltiazem o Verapamil), diuretici (Verospron, Ipotiazide), sono anche diuretici, anche farmaci ad azione centrale (Moxonidina).
  • Statine. Per correggere la concentrazione di colesterolo e altri lipidi nel sangue.

Inoltre, ai pazienti viene mostrata la correzione della dieta (grasso minimo e fino a 7 grammi di sale al giorno), un regime alimentare adeguato (1,3-1,8 litri o più, se necessario, tenendo conto delle raccomandazioni di uno specialista).

  • Basso livello di zucchero nel sangue, insulina se necessario.
  • Statine.

È anche possibile utilizzare farmaci per abbassare i livelli di pressione sanguigna..

La deposizione di sali di calcio non richiede sempre correzione. Non esiste un trattamento specializzato. Vengono utilizzati farmaci sintomatici.

Per quanto riguarda la forma amiloide:

  • Un acido nicotinico. Rimedio primario per violazione.
  • Immunosoppressori, glucocorticoidi (prednisolone e analoghi), citostatici secondo necessità. Ma questo è estremamente raro. Il compito di questi fondi è ridurre l'attività delle difese dell'organismo..

A tutte le categorie di pazienti viene mostrata la somministrazione sistematica di complessi vitaminici e minerali.

Fisioterapia, l'agopuntura si è dimostrata efficace.

La correzione chirurgica è raramente necessaria. Se ci sono chiari focolai di microangiopatia e c'è una malnutrizione critica dei tessuti nervosi in questa particolare area del cervello. Con una condizione aggiuntiva: i farmaci non aiutano.

Nessuna di queste tecniche nelle fasi successive può eliminare totalmente, completamente la violazione. Anche i focolai di gliosi e cicatrice non vanno da nessuna parte..

Tuttavia, ci sono tutte le possibilità di tenere sotto controllo il disturbo. Inoltre, il corpo, attraverso lo sviluppo di collaterali, se la caverà bene. Hai solo bisogno di sostenerlo.

Previsione

La prognosi per la vita è generalmente favorevole, anche negli stadi espressi di microangiopatia. Ma è necessaria una correzione. Non è necessario contare su un risultato positivo senza di esso..

Inoltre, i risultati dipendono dall'età del paziente, dal suo stato di salute. Più una persona è anziana e più diagnosi ha, più è difficile correggere la condizione..

Possibili complicazioni

Le conseguenze sono relativamente rare. Dal momento dello sviluppo della microangiopatia all'esito finale, gli anni passano. Tuttavia, non puoi rilassarti.

I possibili problemi includono:

  • Ictus. Violazione acuta della circolazione cerebrale. Provoca la morte dei tessuti nervosi. Grave disabilità con deficit neurologico. La morte di una persona è possibile e persino probabile.
  • Encefalopatia. Il processo è simile, ma finora non c'è stata distruzione delle strutture cerebrali.
  • Demenza vascolare. Demenza dovuta a malnutrizione cerebrale.

Le complicazioni si sviluppano spontaneamente. Il trattamento è l'unico modo per prevenirli..

Infine

La microangiopatia è un malfunzionamento di piccoli vasi, capillari. In particolare, il cervello soffre. La condizione è abbastanza difficile in termini di correzione, ma un approccio coscienzioso da parte del medico e del paziente stesso viene generosamente ricompensato.

Pertanto, non esitare a consultare se c'è almeno un sintomo che ricorda vagamente la micoangiopatia..

Manifestazioni e trattamento della microangiopatia cerebrale

La microangiopatia è una patologia caratterizzata da un danno alle piccole arterie che alimentano il cervello, che provoca un'interruzione dell'afflusso di sangue alle aree del tessuto cerebrale e varie interruzioni nel lavoro dell'intero organismo. La malattia è associata a un cambiamento nella struttura della parete vascolare e a un disturbo della regolazione nervosa del tono della muscolatura liscia vascolare.

Sullo sfondo dell'angiopatia dei vasi che scorrono nel cervello, si sviluppano encefalopatia discircolatoria e gliosi - il processo di morte neuronale seguito dalla sostituzione del tessuto nervoso con elementi gliali. La microangiopatia con focolai di gliosi nel cervello può portare a paralisi, perdita della parola, demenza e compromissione dell'attività intellettuale e mentale..

Definizione di patologia

La microangiopatia è una malattia che si verifica a causa di un danno permanente e irreversibile ai piccoli vasi situati nel cervello, che spesso indica una relazione diretta con la presenza di ipertensione arteriosa. Secondo le statistiche, oltre il 60% dei pazienti di età superiore ai 55 anni e oltre l'80% dei pazienti di età superiore agli 85 anni soffre di ipertensione arteriosa e delle conseguenze di questa patologia..

Prima di tutto, i valori di pressione sanguigna regolarmente alti influiscono negativamente sui vasi di piccolo diametro. Di conseguenza, il midollo bianco è danneggiato, lo spazio perivascolare si espande, si sviluppano infarti lacunari - un disturbo circolatorio acuto in un'area limitata alimentata da una piccola arteria penetrante.

La microangiopatia provoca cambiamenti degenerativi nei tessuti cerebrali, porta allo sviluppo di demenza vascolare, deterioramento delle funzioni cognitive e ictus. Esiste una comprovata stretta relazione tra angiopatia e condizioni di comorbidità - diabete mellito e disturbi metabolici che si verificano sullo sfondo di un danno cumulativo al sistema vascolare del cervello.

L'ipertensione arteriosa è correlata a patologie quali obesità, iperuricemia (aumento della concentrazione di acido urico nel plasma sanguigno), resistenza all'insulina, intolleranza al glucosio e alterato metabolismo dei lipidi. L'ialinosi (un tipo di distrofia proteica con formazione di sigilli nelle pareti dei vasi sanguigni), che si verifica sullo sfondo di aterosclerosi, diabete, ipertensione arteriosa, peggiora la struttura della parete vascolare.

Il tessuto delle pareti diventa denso, perde elasticità e flessibilità, il lume si restringe in modo significativo. La disfunzione endoteliale gioca un ruolo importante nella patogenesi dei disturbi discircolatori e dell'ictus. L'endotelio controlla il tono vascolare, influenzando il funzionamento del sistema di afflusso di sangue. Le cellule endoteliali, che costituiscono il tessuto delle pareti dei vasi sanguigni e dei capillari, sono normalmente in grado di produrre sostanze anti-aterosclerotiche, compreso l'ossido nitrico.

L'effetto angioprotettivo dell'ossido nitrico consiste nella vasodilatazione (rilassamento della muscolatura liscia della parete vascolare), inibizione dell'adesione (adesione, adesione) dei leucociti, soppressione dell'adesione e aggregazione (attaccamento) delle piastrine, proliferazione delle cellule del tessuto muscolare delle pareti. La sindrome da microangiopatia è una patologia del cervello che colpisce le proprietà reologiche del sangue e dell'emostasi, che si esprime in un aumento dell'attività aggregante delle piastrine.

Il processo patologico provoca lo sviluppo di trombosi, aterogenesi e processi infiammatori. Le piastrine svolgono un ruolo chiave negli eventi clinici dell'aterotrombosi. La malattia aterosclerotica in forma cronica può non manifestarsi con sintomi gravi, ma in caso di complicanze da trombosi porta ad attacchi ischemici transitori, ictus, infarto miocardico acuto, angina pectoris.

Tipi di microangiopatia

La microangiopatia periferica può colpire piccole arterie, vene e capillari situati nel cervello. Se sono colpiti vasi di grandi dimensioni, questa è una forma della malattia come la macroangiopatia. A seconda delle cause, della natura dei cambiamenti e delle caratteristiche del decorso della malattia, si distinguono i tipi: microangiopatia cerebrale, ipertensiva, lenticulostriatale, diabetica.

Cerebrale

La microangiopatia cerebrale del tessuto cerebrale è una forma della malattia caratterizzata da disfunzione endoteliale, che influisce negativamente sulla struttura e sul tono della parete vascolare. L'angiopatia cerebrale è accompagnata da una diminuzione della biodisponibilità dell'ossido nitrico, che porta ad una diminuzione delle funzioni protettive e danni ai piccoli vasi e capillari del cervello. La situazione peggiora sullo sfondo dello stress ossidativo (l'azione dei radicali liberi) - l'accumulo di ossigeno libero, che inattiva l'ossido nitrico.

Ipertensivo

La patologia si verifica a causa dell'ipertensione arteriosa. Durante un esame oftalmologico, vengono rilevati focolai di micro sanguinamento, un letto di arterie e vene tortuoso simile a un cavatappi (sintomo di Gvist).

Lenticulostriatale

Questa forma di patologia viene diagnosticata in ogni 6 neonati durante un esame di routine mediante neurosonografia. È considerato una variante della norma. Il bambino è sotto la supervisione di un neurologo. Spesso, dopo un ciclo di trattamento con farmaci che stimolano il trofismo del tessuto cerebrale e il metabolismo cellulare, si osservano la regressione dei cambiamenti distruttivi e il ripristino del normale afflusso di sangue..

Diabetico

Sullo sfondo della progressione del diabete si verificano cambiamenti distruttivi nella parete vascolare con conseguente disturbo del flusso sanguigno. Caratterizzato da ispessimento delle membrane basali, proliferazione del tessuto connettivo, seguita da restringimento del lume.

Sintomi

La diagnosi precoce dei sintomi della microangiopatia cerebrale e il successivo trattamento corretto possono prevenire lo sviluppo o rallentare la progressione della demenza. Spesso la patologia è asintomatica, soprattutto nelle fasi iniziali del corso. Prima di tutto, il medico presta attenzione al deterioramento dell'attività mentale e ai sintomi cerebrali aspecifici.

Un marker clinico precoce è l'ansia e i disturbi depressivi. Allo stesso tempo, i pazienti praticamente non si lamentano della tristezza, una sensazione di malinconia, uno stato d'animo triste. Sono più preoccupati per i sintomi somatici: astenia (debolezza muscolare, impotenza), appetito ridotto, aumento della fatica, disturbi del sonno. I segni di microangiopatia sono integrati da disturbi psico-emotivi.

Spesso, irritabilità e scontrosità sono attribuite a cambiamenti di personalità legati all'età. Nelle prime fasi si possono osservare lievi disturbi dell'attività motoria: rallentamento del passo, cambiamento dell'andatura, instabilità della posizione del corpo, spesso associata a vertigini. La progressione della patologia porta ad un aumento dei deficit cognitivi. Manifestazioni di microangiopatia grave e progressiva del tessuto cerebrale:

  • Deterioramento delle capacità cognitive: memoria, attività di pensiero, attenzione.
  • Demenza.
  • Disturbi mentali caratterizzati da stato emotivo alterato.
  • Disfunzione motoria (insufficienza piramidale - spasticità, paresi, paralisi).
  • Disturbi extrapiramidali (ipocinesia - limitazione dell'attività fisica con diminuzione del ritmo e della mobilità, parkinsonismo).
  • Disturbi cerebellari (compromissione della coordinazione motoria, stabilità, equilibrio, capacità motorie fini).
  • Malfunzionamenti del sistema autonomo (nausea, aumento della sudorazione, tachicardia, disturbi del ritmo cardiaco, alterazioni della pressione sanguigna).

La progressione della malattia provoca la disfunzione dello sfintere - da episodi di incontinenza urinaria a completa incontinenza urinaria ed episodi di incontinenza fecale. Compaiono disturbi pseudobulbari: disfagia (difficoltà a deglutire), disartria (pronuncia sfocata delle parole).

Cause di occorrenza

Le cause della malattia sono spesso associate a processi distruttivi legati all'età nei tessuti della parete vascolare. Fattori che influenzano lo sviluppo della patologia:

  1. Aterosclerosi vascolare.
  2. Ipertensione arteriosa.
  3. Diabete.
  4. Malfunzionamenti del sistema cardiovascolare.
  5. Lesioni alla testa.
  6. Malattie del sangue con disturbi della coagulazione.
  7. Predisposizione genetica.
  8. Età superiore ai 50 anni.

La necrosi fibrinoide, accompagnata da atrofia delle cellule del tessuto connettivo lasso, è una delle cause della patologia vascolare. Il tessuto connettivo perde la sua normale struttura con un caratteristico rilievo fibrillare. Diventa omogeneo, omogeneo. Il processo patologico si verifica a causa di depositi di fibrinogeno (proteine ​​del plasma sanguigno), che si trasforma in fibrina.

Diagnostica

La diagnosi di microangiopatia vascolare del cervello viene effettuata sulla base dell'anamnesi. Il medico determina i fattori di rischio associati alla patologia: sovrappeso, indice glicemico anormale, ipertensione arteriosa a lungo termine, malattie del sistema cardiovascolare. Un esame del sangue biochimico mostra il livello di glucosio e lipidi, caratteristiche della funzione renale. Per confermare la diagnosi, viene eseguito un esame strumentale con visualizzazione degli elementi del sistema di flusso sanguigno.

Una scansione MRI mostra cambiamenti distruttivi nei tessuti della parete vascolare delle piccole arterie. Le violazioni si manifestano con leucoencefalopatia (lesione diffusa del midollo bianco), infarto lacunare, presenza di focolai di microemorragie, alterazioni del tessuto atrofico. Metodi strumentali aggiuntivi: dopplerografia, elettrocardiogramma, elettroencefalogramma.

Trattamento della malattia

Il trattamento della microangiopatia cerebrale comprende misure volte a rallentare la progressione della malattia, ripristinare il flusso sanguigno e le funzioni cerebrali e prevenire lo sviluppo di condizioni acute. Programma terapeutico:

  1. Normalizzazione degli indicatori di pressione sanguigna.
  2. Regolazione del metabolismo dei lipidi e dei carboidrati in caso di loro violazione.
  3. Correzione del peso in eccesso.
  4. Lotta contro l'inattività fisica e le cattive abitudini (fumo, abuso di alcol).
  5. Una dieta povera di grassi animali e sale.

Vengono mostrati farmaci ipertensivi - principalmente antagonisti dei recettori dell'angiotensina e inibitori (sostanze che sopprimono, inibiscono il processo) di un enzima di conversione dell'angiotensina, che hanno effetti antinfiammatori e antiossidanti, aumentano la reattività dei piccoli vasi che scorrono nel cervello.

La metformina viene solitamente utilizzata per regolare l'iperglicemia e i farmaci del gruppo delle statine vengono utilizzati per abbassare i livelli di colesterolo. Per la prevenzione della trombosi, viene eseguita la terapia antipiastrinica, più spesso con il solo dipiridamolo e in combinazione con acido acetilsalicilico. Contemporaneamente all'assunzione di farmaci, vengono prescritte procedure di fisioterapia, esercizi terapeutici, massaggi.

Prevenzione

Per la prevenzione della patologia, i medici consigliano di condurre uno stile di vita attivo e mobile, praticare sport, mangiare cibi sani ricchi di fibre vegetali, acidi grassi polinsaturi, vitamine e antiossidanti.

La microangiopatia è un disturbo diffuso dell'afflusso di sangue alle regioni del cervello causato da alterazioni patologiche nelle pareti vascolari delle piccole arterie e delle arteriole. La progressione della patologia porta a demenza, ictus, paralisi. Un trattamento tempestivo e corretto rallenterà lo sviluppo della malattia.

Gliosi cerebrale: temere o non preoccuparsi?

Se la pelle è ferita, si formano cicatrici e cicatrici su di essa. Cicatrici simili possono formarsi nel cervello..

Parliamo di una patologia così comune come la gliosi con un radiologo, medico capo e direttore esecutivo di "MRI Expert Lipetsk" Volkova Oksana Egorovna.

- "La gliosi cerebrale è stata trovata alla risonanza magnetica", suona spaventoso. Oksana Egorovna, dicci cos'è la gliosi cerebrale?

Questa è la sostituzione dei neuroni morti con le cellule della neuroglia. Esistono diversi tipi di cellule nel cervello. Le cellule principali sono i neuroni, grazie ai quali avvengono i processi neuropsichici. Queste sono le stesse cellule che si dice "non ripristinate".

Un altro tipo sono le cellule gliali (neuroglia). La loro funzione è ausiliaria, sono coinvolti, in particolare, nei processi metabolici nel cervello.

Come sai, la natura detesta il vuoto. Pertanto, se i neuroni muoiono per un motivo o per l'altro, il loro posto viene preso dalle cellule della neuroglia. Si può tracciare qui un'analogia con il trauma alla pelle. Se il danno è abbastanza significativo, al suo posto si formerà una cicatrice. L'area della gliosi è anche una "cicatrice", "cicatrice", ma nel tessuto nervoso.

- La gliosi cerebrale è una malattia indipendente o una conseguenza di altre malattie?

Questa è una conseguenza di altre malattie.

- Quali sono le ragioni per lo sviluppo di focolai di gliosi del cervello?

Le cause della gliosi cerebrale sono diverse. È congenito e si sviluppa anche sullo sfondo di un gran numero di patologie cerebrali. I focolai più comuni di gliosi che compaiono in risposta a un disturbo vascolare. Ad esempio, c'era un blocco in una piccola nave. I neuroni nell'area del suo apporto di sangue sono morti e le cellule gliali hanno riempito il loro posto. C'è gliosi nell'ictus, infarto cerebrale, dopo l'emorragia.

SE LA LESIONE DELLA PELLE È GRANDE,
POI AL SUO POSTO SI FORMATO UN TAGLIO.
UNA TRAMA DI GLIOSI È ANCHE UN "RUBETTI",
"CICATRICE" MA NEL TESSUTO NERVOSO.

Può anche formarsi dopo lesioni, con malattie ereditarie (ad esempio, un disturbo abbastanza raro - sclerosi tuberosa), neuroinfezioni, dopo intervento chirurgico al cervello, avvelenamento (monossido di carbonio, metalli pesanti, farmaci); intorno ai tumori.

- Prima di preparare l'intervista, abbiamo studiato in modo particolare le richieste delle persone e abbiamo scoperto che insieme alla frase "gliosi del cervello", i russi stanno cercando di scoprire dai motori di ricerca se è pericolosa, mortale e sono persino interessati alle previsioni della vita. Quanto è pericolosa la gliosi cerebrale per la nostra salute?

Dipende dalla causa della gliosi e dalle conseguenze che può causare il focus stesso della gliosi..

Ad esempio, una persona ha un piccolo vaso ostruito e nel luogo della morte si è formato un centro di gliosi. Se tutto era limitato a questo e il sito stesso della gliosi si trova in un luogo "neutro", allora potrebbero non esserci conseguenze "qui e ora". D'altra parte, se vediamo un focolare così, anche "silenzioso", dobbiamo capire che è apparso lì per un motivo.

A volte anche un piccolo focolaio di gliosi, ma localizzato nel lobo temporale, può "dichiararsi", provocando la comparsa di crisi epilettiche. Oppure un sito di gliosi può interrompere la trasmissione degli impulsi dal cervello al midollo spinale, causando la paralisi di un arto.

Quindi, devi sempre cercare di andare a fondo della causa, poiché in alcuni casi la gliosi è una sorta di "faro", un segnale di avvertimento che qualcosa non va, anche se ora non disturba affatto una persona.

- Gliosi cerebrale e glioma cerebrale non sono la stessa cosa?

Assolutamente no. Il glioma è uno dei tumori cerebrali più comuni. La gliosi non ha nulla a che fare con i tumori.

- La gliosi non può svilupparsi in oncologia?

No. Può verificarsi con neoplasie cerebrali, ma come fenomeno parallelo, ad esempio sullo sfondo di una patologia vascolare concomitante.

- Quali sono i sintomi della gliosi cerebrale?

Il più vario - in base alle numerose patologie a causa delle quali si formano le aree di gliosi. Non ci sono sintomi specifici di gliosi.

LA GLIOSI AI TUMORI NON È NESSUNA CORRELAZIONE.
NON PUO 'CRESCERE IN ONCOLOGIA.

Possono verificarsi mal di testa, vertigini, instabilità dell'andatura, variabilità della pressione sanguigna, disturbi della memoria, attenzione, disturbi del sonno, riduzione delle prestazioni, deterioramento della vista, udito, convulsioni epilettiche e molti altri.

- Oksana Egorovna, è gliosi visibile alla risonanza magnetica?

Certamente. Inoltre, possiamo dire con una certa probabilità di che origine si tratta: vascolare, post-traumatico, postoperatorio, dopo infiammazione, con sclerosi multipla, ecc..

Leggi il materiale sull'argomento: Se una risonanza magnetica del cervello ha mostrato...

- In che modo la gliosi cerebrale può influire sulla qualità e sulla durata della vita di un paziente?

Dipende dalla malattia di base. Una cosa è la gliosi asintomatica dopo una lesione cerebrale traumatica minore, un'altra è una lesione nel lobo temporale che causa frequenti crisi epilettiche. Naturalmente, anche l'entità del danno al sistema nervoso e i disturbi causati da questo (ad esempio, con un ictus) sono importanti..

- I focolai gliali nel cervello richiedono un trattamento speciale?

E qui tutto dipende dalla patologia sottostante. Questo problema viene risolto individualmente dal medico curante.

- Che tipo di medico dovrebbe vedere il paziente se ha gliosi durante la diagnostica MRI del cervello??

A un neurologo, secondo indizi - a un neurochirurgo.

- Se, durante la risonanza magnetica, vengono rilevati focolai di gliosi nel cervello, tale paziente necessita di osservazione dinamica?

Sì. La sua frequenza dipende dalla causa che ha causato la comparsa della gliosi, dal numero e dalla dimensione dei fuochi, dal loro "comportamento" durante l'osservazione dinamica, ecc. Questi problemi vengono risolti dal medico curante e dal radiologo.

Potresti anche trovarlo utile:

Volkova Oksana Egorovna

Laureato alla Kursk State Medical University nel 1998.

Nel 1999 si è diplomata al tirocinio nella specialità "Terapia", nel 2012 - nella specialità "Radiologia".

Ha lavorato come radiologo presso la società MRT Expert Lipetsk.

Dal 2014 ricopre la carica di primario medico e direttore esecutivo..

Microangiopatia del cervello con presenza di focolai di gliosi: una descrizione delle cause e del trattamento

Cervello - Microangiopatia del cervello con focolai di gliosi: descrizione delle cause e trattamento

Microangiopatia del cervello con presenza di focolai di gliosi: descrizione delle cause e trattamento - Cervello

Questa malattia del cervello può essere presente in diverse malattie in diversi stadi. Molto spesso, la microangiopatia è equiparata a una complicanza del diabete mellito, alterata circolazione sanguigna negli arti inferiori o patologia nel cervello. Microangipatia del cervello con presenza di focolai di gliosi - che cos'è?

La microangiopatia è una malattia caratterizzata da una condizione patologica dei piccoli capillari. Con la microangiopatia, i capillari e parti delle pareti dei vasi sono colpiti, il che porta allo sviluppo di molte altre malattie (diabete, tumori, infezioni, ecc.). Esistono due tipi di malattia:

  • capillari renali;
  • vasi retinici.

L'inizio della malattia si verifica principalmente da una mancanza di circolazione sanguigna nel cervello e ha una forma cronica. L'ossigeno e il glucosio sono responsabili della circolazione del sangue nel cervello; in caso di malattia, c'è una notevole carenza di questi componenti.

Questa condizione porta a interruzioni delle prestazioni e dell'integrità delle piccole navi. Di conseguenza, tutto può portare a danni alla sostanza bianca del cervello..

La condizione patologica può essere suddivisa in due tipi:

  • il primo tipo passa con un aumento delle venule (si può osservare l'espansione delle pareti dei capillari);
  • il secondo tipo si verifica con un aumento del volume delle pareti delle arterie ialine.

I medici attribuiscono all'angiopatia una condizione in cui si verifica la deformazione nei capillari.

Ragioni per la formazione di microangiopatie cerebrali

La deformazione delle pareti dei vasi sanguigni può essere le seguenti ragioni:

  1. Trombosi. Nella trombosi, le pareti dei vasi sono di dimensioni molto piccole, c'è un lume di trombo. Per questo motivo, le cellule del sangue possono passare solo attraverso una delle file, il che porta a un cambiamento di forma. Vale la pena ricordare che qualsiasi violazione e patologia nel corpo può portare a coaguli di sangue e adesione degli eritrociti. Il risultato di tali violazioni sarà il blocco dei capillari e delle arteriole..
  2. Necrosi. Le cellule vascolari muoiono a causa della bassa circolazione sanguigna al cervello o degli effetti tossici sul corpo. L'ialinosi è la comparsa di proteine ​​(gliana) sulle pareti. Può apparire come conseguenza di disturbi digestivi e metabolici nei tessuti connettivi. Con una tale malattia, le pareti dei vasi sanguigni si decompongono gradualmente e si saturano di fibrine, così come altri componenti del plasma. Questo è tipico dell'ipertensione, del diabete e di altre malattie..
  3. Fibrosi. La struttura del tessuto fibroso viene sostituita. Può spesso essere trovato in varie reazioni infiammatorie.

Trattamento della microangiopatia cerebrale

I seguenti fattori possono favorire la microangiopatia con presenza di focolai di gliosi:

  • anomalie genetiche nella struttura delle pareti vascolari;
  • l'uso di sostanze tossiche (fumo, alcol, droghe, pesticidi);
  • coagulazione del sangue;
  • varie lesioni traumatiche;
  • infezione da infezioni che agiscono sui vasi sanguigni e sui capillari;
  • diabete mellito, malattia del sistema endocrino;
  • varie malattie cardiache;
  • malattie che colpiscono i vasi sanguigni;
  • l'impatto delle sostanze tossiche sul cervello e sul corpo;
  • caratteristiche della vecchiaia.

La manifestazione della malattia

Nelle fasi iniziali della microangiopatia non è stata rilevata alcuna manifestazione, quindi questo periodo molto spesso rimane completamente inosservato. Si possono osservare piccoli cambiamenti nella struttura dei vasi sanguigni, passando alla circolazione del sangue e ai piccoli vasi cerebrali vicini. Pertanto, si osserva che nella prima fase dello sviluppo della malattia non ci sono segni e la malattia è piuttosto difficile da riconoscere.

Dopo l'inizio dello sviluppo, dopo un certo periodo di tempo, un gran numero di neuroni inizia a morire, i vasi sono colpiti, il che porta a una bassa circolazione sanguigna e compaiono sintomi pronunciati:

  1. Mal di testa. Gli impulsi sono molto più forti e difficili da sopportare. I farmaci di solito non aiutano in questo caso..
  2. Disturbo vestibolare. Compaiono annebbiamento della coscienza, vertigini, nausea. Potrebbe esserci una compromissione nel coordinamento delle funzioni motorie.
  3. Sindrome aseno-nevrotica. Abbassare il background emotivo. Si manifestano irritabilità pronunciata, nevrosi, depressione, stato cadente. Cattivo sonno notturno.
  4. Ci possono essere insonnia notturna, debolezza diurna, affaticamento e voglie di sonno. C'è un costante stato di stanchezza.

Gli attuali focolai di stimolazione della microangiopatia cerebrale possono essere variati. Si manifestano con sintomi diversi a seconda del sito della lesione. Potrebbe esserci una violazione della sensibilità - completa e parziale (dolore e temperatura). Ci sono manifestazioni di encefalopatia.

Si può notare che la specificità dell'angiopatia cerebrale stessa non è molto diversa nella sua manifestazione. Malattie cerebrali completamente diverse possono manifestarsi con gli stessi sintomi..

Fuochi di gliosi

I focolai di gliosi sono la distruzione dei neuroni attraverso la proliferazione delle cellule gliali. I seguenti processi e malattie patologici possono stimolare la comparsa di focolai di gliosi:

  • sclerosi, sia multipla che tubercolare;
  • processi infiammatori;
  • manifestazioni epilettiche;
  • ipertensione.

Per identificare il focus della gliosi, è necessario eseguire la risonanza magnetica, in base ai suoi risultati, è possibile scoprire la dimensione e la posizione del focus. In alcuni casi, il tempo di formazione della gliosi.

Questa procedura consente al neuropatologo in un esame completo per determinare il risultato del quale è stato danneggiato il sistema nervoso centrale di questo focus..

Il focus della gliolisi potrebbe non manifestarsi affatto clinicamente, ma potrebbe essere scoperto accidentalmente durante un altro esame. Va notato che la conclusione finale di una risonanza magnetica non è una diagnosi, fornisce solo un motivo per sottoporsi a un esame completo o parziale da parte di un neuropatologo. Come risultato di qualsiasi ricerca, è necessario trattare la malattia identificata stessa e non il suo obiettivo.

Diagnosi della malattia

Poiché non c'è sintomatologia, può essere notato solo durante l'esame del cervello. Il processo di applicazione di vari metodi diagnostici (laboratorio, hardware e altri) è molto importante. Inoltre, il punto principale è un'anamnesi della malattia correttamente e correttamente raccolta. È possibile utilizzare metodi diagnostici aggiuntivi:

  1. Test del plasma sanguigno.
  2. EEG (encefalografia).
  3. TC, risonanza magnetica. Questi metodi consentono di raccogliere quante più informazioni possibili: determinano le aree e le dimensioni del fuoco della gliosi, le aree di ischemia, ci sono emorragie nel cervello, aiutano a combinare la diagnosi con gli ictus (oncologico, ischemico, emorragico).
  4. Consultazione con un oftalmologo specializzato.

Come prevenire un ictus cerebrale

Trattamento della malattia

Il trattamento è solitamente impostato per mirare alla patologia primaria. Questo può essere un compenso (ad esempio, diabete mellito), una diminuzione dei livelli di colesterolo.

Possono essere applicati anche i seguenti metodi:

  • l'uso di gruppi di nootropi che stimolano e migliorano il metabolismo;
  • terapia vitaminica;
  • sport attivi, terapia fisica.

Prognosi della malattia

La prognosi dipenderà dalle caratteristiche dell'età, ovvero da quando è iniziato il trattamento, quanto è interessata la microangiopatia, quali patologie sono presenti.

Microangiopatia del cervello con presenza di focolai di gliosi

Ciò può portare al fatto che i neuroni sani saranno sostituiti da focolai di gliosi. La malattia può colpire piccoli vasi, provocando così complicazioni, inclusa la morte.

La microangiopatia cerebrale del cervello, che è accompagnata da danni ai piccoli vasi sanguigni e ai loro rami nel cervello, è divisa in 2 tipi:

  • Uno di questi è caratterizzato da un ispessimento delle pareti delle arterie di natura ialina..
  • L'altro è caratterizzato dall'ispessimento delle pareti dei capillari.

In entrambi i casi, la microangiopatia del cervello è considerata il risultato di una costante mancanza di afflusso di sangue al cervello e che porta a pericolose lesioni della sua sostanza bianca - l'accumulo di fibre nervose che si estendono dai neuroni che formano condotti di filo.
Disturbi nel lavoro del cervello possono provocare la comparsa di:

  • Infarto lacunare. Una condizione che appare sullo sfondo dell'occlusione di uno dei rami penetranti dei vasi cerebrali;
  • Malattie non infiammatorie nel cervello, caratterizzate da lesioni cerebrali diffuse.

Forme della malattia

I disturbi nel lavoro dei più piccoli capillari che caratterizzano la microangiopatia sono inizialmente invisibili anche agli specialisti. Ciò rende difficile diagnosticare la patologia nelle prime fasi..

Nella microangiopatia si distinguono le seguenti forme:

    L'angiopatia amiloide cerebrale è comune


un ariete tra gli anziani. Le persone con sindrome di Alzheimer sono più suscettibili alla microangiopatia cerebrale. Durante questa forma della malattia, l'amiloide si forma sulle pareti sottili dei vasi sanguigni. L'amiloide è una sostanza formata da depositi di proteine ​​e polisaccaridi. La microangiopatia cerebrale è mal diagnosticata e ancora più difficile da trattare.

  • L'angiopatia lenticulostriatale si manifesta nei bambini e infatti non è nemmeno una malattia, ma una caratteristica della struttura del sistema di apporto sanguigno. Richiede l'osservazione del bambino da parte di un medico, ma se lo sviluppo e la crescita del bambino non sono disturbati, il trattamento di questa forma di microangiopatia non è necessario.
  • Microangiopatia diabetica. Questa forma della malattia si verifica nelle persone con diabete come una delle sue conseguenze..
  • Microangiopatia ipertensiva o vascolare. Si verifica a causa di disturbi circolatori causati dall'ipertensione. Tali pazienti devono controllare la pressione e non lasciarla salire troppo in alto..
  • Classificazione

    Il metodo principale di suddivisione si basa sui tipi di processo patologico, la sua origine..

    Forma ipertensiva

    Come suggerisce il nome, si sviluppa principalmente in pazienti con la stessa diagnosi. Ma non sempre. L'aumento sintomatico della pressione sanguigna sullo sfondo di altre malattie dà lo stesso effetto.

    Più a lungo esiste la violazione, più alte sono le cifre del tonometro, più significativi sono i rischi.

    Latentemente, il processo patologico è presente nella maggior parte dei pazienti, ma non viene diagnosticata l'intera gamma di situazioni, perché i medici sono impegnati a valutare le condizioni delle arterie ei capillari vengono lasciati incustoditi, il che è sbagliato.

    Microangiopatia cerebrale di tipo amiloide

    È associato all'accumulo di questa sostanza proteica nelle strutture dei capillari. Porta a un inizio abbastanza rapido di deficit neurologici.

    Si verifica principalmente nei pazienti con più di 60 anni, che è associato allo stile di vita e alle malattie passate. Ma la deviazione non ha caratteristiche di sesso ed età.

    Patologia autoimmune, richiede la correzione dell'attività funzionale delle difese dell'organismo.

    Tipo lenticulostriatico

    È associato alla deposizione di sali di calcio sulle pareti dei vasi sanguigni, cosa che normalmente non avviene. Il processo procede estremamente lentamente e quindi i sintomi compaiono in ritardo..

    La malattia viene diagnosticata principalmente nei bambini. Secondo la ricerca, il disturbo si verifica in uno su sei nati. In Russia - il quarto.

    Questa condizione non è sempre considerata una malattia. Si ritiene che stiamo parlando di una variante della norma fisiologica.

    Se non ci sono sintomi e la natura del trofismo dei tessuti nervosi non viene modificata, questa è una caratteristica del corpo e non una patologia.

    Forma diabetica

    Uno dei più comuni. Si presenta come una complicazione del disturbo endocrino denominato. L'angiopatia diabetica è difficile, provoca disturbi critici del flusso sanguigno cerebrale, poiché anche le arterie sono colpite.

    Se viene selezionato il corso corretto di trattamento, la condizione è sotto controllo parziale, la probabilità di conseguenze negative non è così alta. È anche possibile una correzione completa.

    Ma l'efficacia delle misure e il risultato finale dipendono dal paziente stesso, dalla sua disponibilità a seguire le raccomandazioni di uno specialista e dalla disciplina.

    Esistono anche classificazioni lungo il processo patologico. Quindi, l'angiopatia può essere con la presenza di focolai di gliosi (cicatrici, cicatrici) e senza di loro. La prima opzione è meno comune da una volta e mezza a due volte.

    È possibile suddividere la patologia per il volume della lesione. Il tipo esteso è accompagnato dalla formazione di molte aree di funzione vascolare compromessa.

    I singoli fuochi danno sintomi lenti, sono trattati molto meglio. Poiché la localizzazione è comprensibile, inoltre, puoi tracciare chiaramente le dinamiche del processo.

    La tipizzazione viene utilizzata per descrivere la patologia nella documentazione e per sviluppare metodi terapeutici..

    Cause della malattia

    Per cominciare, diamo uno sguardo più da vicino a quali cambiamenti si verificano nelle pareti dei piccoli capillari:

    1. Trombosi. Molti capillari nel cervello sono così sottili che le cellule del sangue li attraversano in una fila. I coaguli di sangue sono globuli rossi che si uniscono. I coaguli di sangue portano al blocco dei capillari.
    2. Necrosi: morte delle cellule vascolari a causa della circolazione ridotta o della presenza di tossine nel sangue.
    3. L'ialinosi è un accumulo di proteine ​​ialine sulle pareti dei capillari. L'ialina nasce a causa di un disturbo nel sistema metabolico, depositato nei capillari, inizia gradualmente a distruggerli. I pazienti con ipertensione, diabete, aterosclerosi e quelli che soffrono di malattie autoimmuni sono i più suscettibili alla ialinosi.
    4. Fibrosi: sostituzione della struttura dei capillari con tessuto fibroso. Si verifica in processi infiammatori.

    Le ragioni di questi cambiamenti sono:

    • anomalie delle strutture delle pareti dei capillari causate da cause genetiche;
    • fumare e bere;
    • disturbi nel sistema di coagulazione del sangue;
    • trauma;
    • malattie infettive che colpiscono i capillari;
    • malattie endocrine come il diabete mellito;
    • ipertensione e altri disturbi dell'attività cardiovascolare;
    • danno al corpo con tossine;
    • età.

    Prevenzione

    Per la prevenzione della patologia, i medici consigliano di condurre uno stile di vita attivo e mobile, praticare sport, mangiare cibi sani ricchi di fibre vegetali, acidi grassi polinsaturi, vitamine e antiossidanti.

    La microangiopatia è un disturbo diffuso dell'afflusso di sangue alle regioni del cervello causato da alterazioni patologiche nelle pareti vascolari delle piccole arterie e delle arteriole. La progressione della patologia porta a demenza, ictus, paralisi. Un trattamento tempestivo e corretto rallenterà lo sviluppo della malattia.

    Sintomi

    Nelle prime fasi, la malattia non si manifesta con sintomi. Quando la microangiopatia inizia a colpire i primi capillari, le parti del cervello fornite di sangue attraverso di loro passano all'alimentazione dai capillari vicini. Pertanto, la comparsa dei sintomi della malattia sarà la prova della patologia di un numero significativo di vasi..

    Sintomi della malattia:

    • Mal di testa. È piuttosto intenso e raramente viene soffocato dall'assunzione di antidolorifici..
    • Disturbi vestibolari. Possono verificarsi vertigini, problemi di coordinazione e confusione.
    • Sindrome astenoneurotica. Si manifesta in una maggiore irritabilità e depressione. Potresti avere problemi a dormire.
    • Di notte, il paziente può soffrire di insonnia e durante il giorno, al contrario, vuole costantemente dormire. C'è una ripartizione globale.
    • Manifestazioni focali di microangiopatia. Sono causati da una varietà di sintomi, a seconda del luogo in cui si è manifestato il fulcro della microangiopatia. Sono probabili cambiamenti nel dolore e nella temperatura.
    • L'encefalopatia è un disturbo nei tessuti del cervello. La manifestazione dell'encefalopatia può essere diversa. Qui puoi leggere informazioni sull'encefalopatia discircolatoria di grado 2.

    La sindrome da microangiopatia sembra non avere sintomi specifici. Gli stessi sintomi possono verificarsi con molti altri problemi cerebrali. Ciò significa che una diagnosi tempestiva e accurata è importante per combattere la malattia..

    Conseguenze e complicazioni

    La patologia capillare appartiene all'elenco delle malattie gravi, richiede l'uso di una terapia complessa. Se la terapia necessaria non viene utilizzata, le condizioni del paziente sono aggravate. I risultati di un trattamento di scarsa qualità: disabilità, morte.

    L'accesso intempestivo a uno specialista porta ai seguenti risultati: ictus, infarto, cecità, problemi ai reni.

    La diagnosi preliminare del disturbo, la sede dell'infiammazione e la deformazione vascolare possono ridurre le conseguenze della malattia. È impossibile eliminare completamente i sintomi della malattia, un trattamento adeguato consente di rallentare lo sviluppo della malattia, per evitare possibili complicazioni.

    Deterioramento delle capacità mentali.

    • difficoltà con l'apparato vocale, disturbi della memoria;
    • sclerosi multipla;
    • diminuzione della stabilità emotiva;
    • deterioramento della coordinazione dei movimenti, che si manifesta spesso quando si cammina;
    • interruzioni nell'attività degli organi interni;
    • deterioramento delle capacità mentali;
    • crisi ipertensive;
    • convulsioni neurologiche e paralisi degli arti.

    La gliosi cerebrale non può essere definita una patologia minore. Questa situazione richiede cure mediche immediate. La prognosi per tali pazienti dipenderà completamente dall'entità del processo di gliosi e dalle malattie che lo hanno causato. Spesso è sufficiente sottoporsi a un corso di terapia con un neurologo e la malattia si ritirerà. A volte, il trattamento può richiedere anni e non ci sarà alcun miglioramento.

    Sfortunatamente, i neonati soffrono di questo disturbo molto più fortemente degli adulti. La morte delle cellule nervose nei neonati progredisce rapidamente, portando alla morte del bambino. Durante gli esami di routine delle donne in gravidanza, con l'aiuto della diagnostica ecografica, è possibile identificare i cambiamenti gliali nel cervello fetale. In questo caso, viene sollevata la questione dell'interruzione della gravidanza..

    Diagnosi di microangiopatia

    Per raccogliere l'anamnesi e fare una diagnosi accurata, vengono svolte una serie di attività:

    1. vari esami del sangue, le informazioni più importanti ottenute da essi riguardano la coagulazione e lo spettro lipidico;
    2. elettrocardiogramma (ECG);

  • elettroencefalogramma (EEG);
  • dopplerografia dei capillari per determinare luoghi difficili da superare e altre discrepanze con la norma;
  • Inoltre, il paziente avrà bisogno di un viaggio da un oftalmologo per controllare il fondo per vasocostrizione e altre anomalie.

    Inoltre, i focolai di microangiopatia e la gravità della lesione vengono rivelati attraverso misure come:

    • Risonanza magnetica;
    • Scansione TC;
    • Metodo di risonanza magnetica.

    Trattamento

    • Le misure per il trattamento della microangiopatia devono essere attuate con un approccio integrato. Tutte le fasi del trattamento devono essere controllate da un medico. Prima di tutto, il medico determina il grado di danno vascolare, quindi prescrive i farmaci. Per i pazienti più anziani, il controllo dovrebbe essere ancora più attento. Nei pazienti che hanno superato la soglia dei 50 anni, la microangiopatia si sviluppa rapidamente.
    • Il primo e più importante compito, quando viene rilevata la microangiopatia, è ridurre la pressione. La presenza di ipertensione in un paziente peggiora molto rapidamente le condizioni del suo corpo. Nelle farmacie esiste una vasta selezione di farmaci per ridurre la pressione sanguigna, ma in caso di microangiopatia, il paziente deve consultare un medico e non intraprendere azioni indipendenti.
    • Con questa malattia, è imperativo migliorare la nutrizione cerebrale. I farmaci nootropici sono adatti a questo compito: Nootropil, Cerebrozilin, ecc. I farmaci con acido nicotinico nella composizione possono dare un buon effetto. Uno di questi farmaci è Picammilon.
    • Anche la riduzione della quantità di lipidi è un compito importante nel processo di trattamento. I fibrati e le statine aiutano a raggiungere questo obiettivo. Forse il medico prescriverà il farmaco Simvastatina.
    • La diminuzione dell'ossigeno nei neuroni del cervello accelererà la progressione della malattia. Per saturare il sistema cerebrale con sangue ossigenato, vengono prescritti antiipoxanti.
    • Inoltre, nel regime di trattamento saranno inclusi fluidificanti del sangue. L'aspirina e il trenal funzionano bene sul flusso sanguigno e prevengono i coaguli di sangue.
    • Durante il trattamento farmacologico, la fisioterapia, i massaggi e la piscina hanno anche un effetto benefico sul corpo..
    • Ci sono rari casi in cui il trattamento farmacologico non consente di ripristinare la pervietà vascolare, compensare la carenza circolatoria. In questi casi, il paziente necessita di un intervento chirurgico..

    Probabilmente, non c'è persona che non avrebbe incontrato la medicina tradizionale. Usando il trattamento con rimedi popolari nelle prime fasi della malattia, è del tutto possibile ottenere un risultato positivo..

    I rimedi popolari includono:

    1. Erbe che migliorano il metabolismo, normalizzano l'attività del sistema di apporto sanguigno. Solitamente prescritto: trifoglio, discoreim, cicuta e preparati a base di erbe già pronti venduti in farmacia
    2. Digiuno terapeutico, giorni di digiuno, dieta di cibi crudi. Combattere l'eccesso di peso migliora notevolmente il benessere del paziente.

    L'uso delle erbe porta ancora all'eliminazione dei sintomi e non a curare le zone colpite dalla gliosi. Senza eliminare le cause delle formazioni gliali, la malattia non può essere superata. Gli effetti di questi due farmaci tradizionali saranno evidenti, ma non a lungo termine. Pertanto, non dovresti fare affidamento sull'automedicazione, ma devi contattare uno specialista il prima possibile..

    Se sei in trattamento per microangiopatia o hai paura del suo verificarsi, sarà utile per prevenire questa malattia..

    Le misure preventive includono:

    • Uno stile di vita sano;
    • Rispetto di una dieta priva di sale;
    • Cerca di evitare lo stress e uno sforzo fisico significativo;
    • Abbandonare le dipendenze.

    Questi metodi di prevenzione semplici ma efficaci aiuteranno ad evitare non solo la microangiopatia, ma anche molte altre malattie associate ai vasi sanguigni..

    Terapia

    Se la causa della malattia è stabilita con precisione, il trattamento della microangiopatia è finalizzato alla sua eliminazione. La prognosi della patologia dipende in gran parte dalla prevenzione dell'ulteriore progressione delle lesioni vascolari. Nella pratica clinica, i farmaci per migliorare la circolazione cerebrale hanno trovato un uso diffuso. Esso:

    • La pentossifillina (Vasonit) è prescritta sia internamente che per via endovenosa. Ma si consiglia di iniziare il trattamento con compresse alla dose di 600 mg due volte al giorno;
    • La cinnarizina (Nimodipina, Diltiazem) rilassa la parete vascolare a causa di una diminuzione del contenuto di calcio nelle sue cellule. I farmaci vengono bevuti a 25-50 mg tre volte al giorno;
    • Halidor, i vantaggi del farmaco includono la stimolazione del flusso sanguigno nei vasi del cervello colpiti da ischemia. Prescritto 100 mg (una compressa) tre volte al giorno;
    • La nicergolina agisce sui recettori della parete vascolare, abbassando la pressione sanguigna. Il dosaggio per la somministrazione intramuscolare va da 4 a 8 mg al giorno, per la somministrazione orale - 10 mg tre volte al giorno.

    La terapia neurometabolica aumenta l'efficacia dei farmaci elencati. Vengono prescritti nootropi e adattogeni (Piracetam, Nootropil, Citicoline, ecc.). Il trattamento viene effettuato a partire dal processo diagnostico e per tutta la vita del paziente. Il corso viene ripetuto 2 - 3 volte all'anno per 1 - 2 mesi. Per ridurre la manifestazione dei sintomi della microangiopatia cerebrale nella sostanza bianca del cervello, è necessario aderire a una certa dieta.

    Dal menu, è necessario rimuovere i prodotti che contribuiscono alla progressione dell'aterosclerosi. Si tratta di carni grasse, pesce, fritture, strutto. Il consumo di carne dovrebbe essere limitato a 1 - 2 giorni alla settimana, possono essere organizzati giorni di digiuno. I medici raccomandano vivamente di smettere di fumare e alcol. Uno stile di vita sedentario dovrebbe essere gradualmente sostituito dall'attività fisica. Tuttavia, gli sport intensi (soprattutto con le piste) sono controindicati, le passeggiate, il jogging a ritmo lento sono più adatti.

    Pericolo di malattia

    La parte più pericolosa di questa malattia sono i focolai di gliosi. Cioè, quelle aree colpite in cui le cellule gliali hanno distrutto i neuroni nel cervello.

    All'incrocio dei capillari con focolai di gliosi, esiste la possibilità di una lacerazione del vaso, che porterà a un'emorragia sulla superficie del cervello o direttamente nel midollo. In una situazione del genere, le conseguenze sono disastrose. La persona morirà o diventerà disabile. Questa fase della malattia è chiamata microangiopatia discircolatoria..

    In questa fase, i sintomi più gravi sono:

    • Disturbi cognitivi (vuoti di memoria, indebolimento dell'attenzione, problemi di pensiero, persino raggiungimento della demenza);
    • Disturbi dell'umore;
    • Disturbi del movimento;
    • Disturbi pseudobulbari (difficoltà a mangiare, ingrossamento della voce, linguaggio lento, risate e pianti violenti);
    • Disturbi cerebellari (problemi di deambulazione e stabilità, movimento irregolare, linguaggio discontinuo);
    • Disturbi vestibolari e autonomici (nausea, vertigini, frequenti picchi di pressione);
    • Nelle fasi più avanzate si verificano disturbi pelvici (incontinenza urinaria e fecale).

    Inoltre, la vita del paziente, anche nelle prime fasi, diventa molto più difficile. È difficile condurre uno stile di vita a tutti gli effetti quando si ha costantemente mal di testa, si verificano vertigini, il corpo è debole, si verificano varie depressioni, ecc..

    Questa condizione fisica può essere semplicemente pericolosa a causa dell'elevata probabilità di lesioni. Pertanto, non dovresti soffrire, se hai sintomi simili, assicurati di consultare un medico.

    Prognosi della malattia

    La microangiopatia degenerativa del cervello varia da lesioni lievi che regrediscono dopo il trattamento a grave insufficienza cerebrale con esito fatale.

    Sfortunatamente, la microangiopatia è una malattia incurabile. Non è stato registrato un solo caso di guarigione di un tale paziente. È più facile fermare la malattia nei pazienti più giovani che nei pazienti più anziani. La diagnosi precoce della malattia contribuisce anche alla localizzazione dei focolai di gliosi..

    È importante ricordare: per evitare la disabilità o addirittura la morte, è necessario rispettare rigorosamente i requisiti degli specialisti. Se le condizioni stabilite dai medici sono soddisfatte, ogni paziente è in grado di fermare la malattia e ridurne le conseguenze.


    Articolo Successivo
    Cosa mostrano la creatinina e l'urea nel sangue?