Può la tua testa girare dai nervi e come sbarazzarsi di vertigini psicogene?


Le vertigini psicogene nella letteratura medica sono descritte come un complesso di sensazioni che hanno un carattere indefinito e derivano da un esaurimento emotivo. A volte questa manifestazione è chiamata immaginaria. Ciò è dovuto al fatto che le prestazioni dell'apparato vestibolare non sono disturbate, come accade con le vere vertigini..

Nonostante il fatto che la causa della malattia siano problemi emotivi, i sintomi aggiuntivi che compaiono sono abbastanza reali: aumento della frequenza cardiaca, comparsa di sudorazione e mancanza di respiro, rumore nelle orecchie e mal di testa.

  • Il meccanismo di sviluppo e manifestazione
  • Sintomi e diagnostica
  • Trattamento e prognosi

Il meccanismo di sviluppo e manifestazione

Ci sono molte ragioni per cui si sviluppa la patologia. Possono essere suddivisi nei seguenti gruppi:

  • sfondo;
  • impassibile;
  • emotivo.

Caratteristiche cliniche delle vertigini psicogene

L'ultimo elemento della lista dovrebbe includere tutti i motivi che impoveriscono il sistema antistress del cervello. Questi stessi fattori contribuiscono ad aumentare i livelli di ansia e vertigini nella depressione. Tra questi dovrebbero essere evidenziati:

  1. Situazioni di vita altamente traumatiche per la psiche. Questi includono la morte di parenti o il divorzio..
  2. Stress cronico, ad esempio, con frequenti sforzi fisici intensi. Un aumento del carico di lavoro, un lungo processo di produzione con la necessità di straordinari, frequenti turni notturni, responsabilità per le persone in un luogo di lavoro traumatico o una vita personale instabile portano allo stress.

Cadute frequenti in situazioni frustranti in cui i desideri non coincidono con le possibilità disponibili. Tali circostanze possono essere considerate un fattore traumatico per la psiche..

Nei pensieri del paziente stesso, questo motivo non ha molta importanza, tuttavia, l'insoddisfazione dei desideri per lungo tempo provoca emozioni negative. Una persona inconsciamente si riferisce a se stessa come un fallimento..

  1. Vertigine posizionale benigna o neuronite vestibolare recentemente trattate.
  2. Gravi patologie trasferite nel recente passato. Questi possono essere tumori maligni oncologici, interventi chirurgici che catturano un vasto "campo", infarti o ictus.

Dopo aver trovato una persona in tali stati, la sua "mente subconscia" ricorda l'episodio in cui si sono verificati i capogiri durante la nevrosi (ad esempio). E poi, con nuovo stress, il cervello "ricorda" la situazione acuta vissuta.

È anche possibile che a livello subconscio ci sia un'aspettativa di qualche tipo di malessere o la manifestazione di sintomi negativi. Non appena accade qualcosa del genere, il "subconscio" ricorda immediatamente la situazione negativa e compaiono le vertigini psicogene..

Le cause di fondo possono essere patologie che si verificano in una forma compensata:

  • attacchi di emicrania;
  • danno ai vasi del cervello (encefalopatia discircolatoria);
  • encefalopatia residua (una malattia del cervello derivante dalla morte delle cellule del SNC).

Con queste malattie, il livello di ansia aumenta in modo significativo. Anche la presenza stessa di tali patologie è stress cronico. Con loro, a livello subconscio, si forma il pensiero che le vertigini si manifesteranno ancora.

Alcuni promemoria: gli stimoli possono provocare vertigini psicogeni. Possono essere, ad esempio, spazi vuoti o mobili ribaltati, trovarsi in una situazione che è già stata incontrata e un ricordo sgradevole di ciò è rimasto nel subconscio: una folla di persone intorno, una stanza soffocante o essere a una riunione. Inoltre, la malattia manca di segni oggettivi di patologia organica..

Sintomi e diagnostica

Le vertigini dopo lo stress possono manifestarsi in qualsiasi forma. Un tale sintomo si verifica secondo un certo sistema o non sistemicamente, costantemente o con una certa periodicità, le sensazioni sono fortemente espresse o deboli. La manifestazione può svilupparsi in qualsiasi momento.

Può essere provocato da un cambiamento nella posizione del corpo. In questo caso, il livello di pressione sanguigna non ha molta importanza. La durata di un attacco è di diversi secondi, ma ci sono casi registrati in cui è durato per decine di mesi.

A causa di una tale varietà di manifestazioni, è difficile separare queste vertigini da altre cause che causano un sintomo in altre malattie. Pertanto, è importante conoscere le caratteristiche distintive del sintomo..

Le vertigini psicogene sono accompagnate dalle seguenti manifestazioni:

  1. C'è un rumore nella testa. Va notato che una tale manifestazione è piuttosto rara. Inoltre, è caratterizzato dall'assenza di un'andatura traballante. Il livello dell'udito non diminuisce.
  2. C'è una sensazione di mancanza d'aria, appare il sudore freddo, aumenta l'ansia.
  3. C'è una concentrazione involontaria dell'attenzione solo sulle vertigini.
  4. L'umore assume uno sfondo negativo, sorge l'irritabilità.
  5. Le prestazioni sono notevolmente ridotte, la fatica aumenta.
  6. L'appetito sta subendo cambiamenti significativi. O è completamente assente o la persona vuole davvero mangiare.
  7. L'attività sessuale in alcuni casi è notevolmente ridotta e talvolta notevolmente aumentata.

Le vertigini psicogene si verificano spontaneamente. Quando viene intervistato da un medico, il paziente spesso indica che la sua testa gira dopo essere stato nervoso. Il sintomo si manifesta sia in dinamica (quando si cammina) che in una posizione eretta statica.

Va ricordato che i pazienti con patologie congenite dell'apparato vestibolare sono più suscettibili alla comparsa di un tale sintomo. Con qualsiasi trauma, paura sperimentata o esplosione emotiva, possono provare vertigini. Questo sintomo si manifesta proprio "dai nervi".

Per iniziare il trattamento, è necessaria una diagnosi, che consiste in due fasi:

Diagnosi negativa. Consiste nell'esclusione di altre cause di vertigini, manifestate su base nervosa (origine neurologica) a causa di prestazioni alterate dell'apparato vestibolare, patologie di origine somatica (corporea) associate a lipotimia (svenimento).

Questa diagnosi richiede un esame approfondito. Spesso sono coinvolti un otorinolaringoiatra e un cardiologo. Parallelamente è in corso uno scrupoloso studio paraclinico.

  • Diagnosi positiva. In questa fase vengono identificati i disturbi nevrotici associati allo stress..
  • Il disturbo emotivo più comunemente identificato è il disturbo d'ansia e il disturbo ansioso-depressivo. Fino al 30% dei casi di vertigini è associato a una sensazione emergente di ansia. Allo stesso tempo, un disturbo nevrotico basato solo su questo segno è raro..

    Le vertigini sono comuni con la depressione. I sintomi di queste condizioni sono abbastanza simili. Rimanere a lungo in uno stato ansioso finisce inevitabilmente con un disturbo depressivo. È lui che deve essere curato in futuro..

    Trattamento e prognosi

    A seconda di quali sono i sintomi aggiuntivi e il trattamento può essere regolato in un modo specifico. Quando si cura un tale disturbo, le consultazioni di uno psicoterapeuta, nonché di un neurologo, sono di particolare importanza, che ti diranno come sbarazzarti della malattia..

    Il trattamento del capogiro psicogeno allo stadio attuale di sviluppo della medicina viene effettuato in modo complesso. Vengono utilizzati sia farmaci che metodi non farmacologici. Sono questi ultimi ad essere prioritari.

    Terapia farmacologica per vertigini psicogene

    Nella fase iniziale della terapia farmacologica, si ritiene sufficiente prescrivere sedativi leggeri. Gli adattogeni aiutano ad alleviare lo stress. Viene anche prescritta la terapia vitaminica. I complessi dovrebbero contenere prevalentemente vitamine C, A. Sono una fonte di adattogeni che aumentano la resistenza del corpo alle influenze dannose.

    Anche i farmaci nootropici (che influenzano positivamente le funzioni cerebrali superiori) (Piracetam, Glycine) aiutano a sbarazzarsi delle vertigini psicogene. Aiutano a fornire alle cellule cerebrali non solo ossigeno, ma anche glucosio..

    La base della terapia è la normalizzazione dello stato mentale ed emotivo del paziente, che consente di combattere con successo le vertigini. Per questo vengono utilizzate ginnastica vestibolare e respiratoria e psicoterapia..

    Poiché le vertigini si verificano più spesso dopo che siamo nervosi, il paziente deve conoscere le regole per evitare tali situazioni. Di non poca importanza è la spiegazione al paziente che il "colpevole" della manifestazione dei segni della malattia è il subconscio della persona stessa.

    In generale, la prognosi per il trattamento della malattia è favorevole. Le vertigini psicogene non rappresentano una minaccia per la vita del paziente. Ma dovrebbe essere chiaro che una tale malattia richiede una maggiore attenzione a se stessa. Una diagnosi incompleta e un trattamento inadeguato portano a una diminuzione degli indicatori di qualità della vita del paziente.

    Il processo può diventare cronico. Se la testa gira una volta, non c'è motivo per una visita urgente dal medico. Tuttavia, con un sintomo persistente, questo deve essere fatto senza fallo. La salute mentale è tanto importante quanto fisiologica.

    Perché la testa gira e fa male durante la nevrosi??

    Le vertigini con nevrosi sono una condizione tipica caratteristica dei pazienti che soffrono di disturbi psicogeni. È difficile da diagnosticare a causa di sintomi poco chiari, poiché i segni clinici della malattia in questo caso sono molto spesso assenti. Gli esami di laboratorio e strumentali non rivelano anomalie strutturali nel corpo, ma il paziente lamenta mal di testa, debolezza o perdita periodica di coscienza.

    Le cause di vertigini con nevrosi

    Ci sono diversi motivi per cui si verificano attacchi di vertigini e mal di testa su uno sfondo di nevrastenia. Il principale fattore che provoca questa condizione è l'esaurimento del sistema nervoso dovuto a un sovraccarico fisico o mentale prolungato:

    • duro lavoro fisico;
    • intensa attività mentale;
    • mancanza di riposo adeguato;
    • situazioni stressanti;
    • conflitti frequenti con gli altri;
    • depressione cronica;
    • mancanza di sonno;
    • tragedie personali.

    Meno comunemente, le cause delle vertigini nelle nevrosi sono malattie somatiche (corporee) o intossicazione cronica del corpo.

    Come trattare le vertigini con la nevrosi

    Il trattamento delle condizioni nevrotiche viene effettuato da uno psicoterapeuta o neurologo. Il loro compito è determinare la natura delle vertigini, diagnosticare ed escludere malattie somatiche che possono portare a una condizione patologica. Per questo, possono essere prescritte ulteriori consultazioni di altri specialisti: terapista, chirurgo, oftalmologo, ginecologo, urologo, ecc..

    La condizione principale per una terapia produttiva è l'eliminazione del fattore che ha causato l'esaurimento nervoso o fisico. Poiché le vertigini spesso accompagnano il mal di testa con nevrosi, disturbi nel lavoro del sistema cardiovascolare, disturbi dispeptici, il trattamento farmacologico viene utilizzato nelle fasi iniziali.

    La terapia primaria ha lo scopo di ridurre il numero e la gravità degli attacchi:

    1. Se le cause delle vertigini psicogene sono fobie o attacchi di panico, vengono prescritti tranquillanti (clordiazepossido, nitrazepam), che eliminano i sentimenti di ansia e paura, rilassano i muscoli e livellano lo stato emotivo.
    2. In caso di condizioni depressive, vengono mostrati antidepressivi del gruppo di inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (Setralin, Citalopram, Paroxetina), consentendo a una persona di tornare alla tranquillità e al gusto per la vita.
    3. In tutti i casi si tengono corsi di psicoterapia, durante i quali il medico insegna al paziente le tecniche per alleviare le tensioni nervose e muscolari, e adeguate modalità di risposta ai fattori irritanti. Lo specialista convince il paziente che non esiste un reale pericolo di vertigini per la salute e lo motiva a svolgere lavori per cambiare la sua visione del mondo. Se le sedute psicoterapeutiche non portano l'effetto desiderato, vengono utilizzate tecniche di ipnosi che consentono di "tirare fuori" i fattori psicotraumatici dalle profondità del subconscio.

    A un paziente con vertigini, sviluppato su base nervosa, può essere prescritto un corso di fisioterapia (massaggio, riflessoterapia, aromaterapia), che aiuta ad eliminare il dolore e il rumore alla testa, alleviare lo stress fisico e migliorare l'umore. Inoltre, si consiglia a una persona di bere tè e caffè forti e vengono prescritti farmaci aggiuntivi che hanno un effetto tonico (ginseng, vite di magnolia cinese).

    Prevenzione

    Le principali misure preventive per il verificarsi di vertigini, dolore e tensione alla testa con nevrosi sono:

    • rispetto del regime di attività fisica e riposo;
    • lungo sonno;
    • l'assenza di fattori traumatici (o una risposta adeguata ad essi);
    • passaggio tempestivo da attività monotona ad attiva;
    • l'uso di pratiche rilassanti.

    A volte è importante disconnettersi completamente dal lavoro noioso, dedicare del tempo al tuo hobby preferito o alla comunicazione con i tuoi cari. Viaggi, viaggi al mare, nuove impressioni, conoscenze e l'assenza di una routine quotidiana aiutano a prevenire lo sviluppo di una nevrosi in avvicinamento, non peggiore dei farmaci.

    Vertigini dai nervi: come lo stress influisce sul corpo

    Lo stato in cui, dopo un'esperienza nervosa, un conflitto sul lavoro o uno scandalo familiare, la testa inizia a girare, accompagna non solo le persone anziane. I giovani la affrontano sempre più spesso. Questa sindrome ha diversi motivi di cui una persona potrebbe non essere a conoscenza..

    Ma prima di considerarli, è necessario capire cos'è questo stato e perché si verifica. Chi non ha cavalcato su un'altalena, su una giostra durante l'infanzia o non ha giocato ruotando attorno al proprio asse? Lo stato che si verificava ogni volta dopo queste azioni non può essere definito piacevole. Tutto galleggia davanti ai tuoi occhi, c'è una dolorosa sensazione di nausea e incertezza sulla tua stessa stabilità. Questa condizione è chiamata vertigini. È controllato da un organo piccolo ma molto importante..

    Qual è l'apparato vestibolare

    È un organo piccolo ma piuttosto complesso situato approssimativamente al centro della testa, una delle parti del sistema uditivo - nell'orecchio interno..

    La base dell'apparato vestibolare è costituita da sacche sferiche ed ellittiche, contengono cupole, le cui sommità sono rappresentate da un accumulo di cristalli di sali di calcio. Dall'alto, le cellule ciliate, collegate alle terminazioni delle fibre nervose, divergono a cupola.

    Quando una persona inclina la testa o cambia la posizione del corpo, anche le cellule ciliate a cui sono attaccate le terminazioni nervose cambiano la loro posizione. Le fibre nervose ricevono un segnale corrispondente, che viene trasmesso alle strutture visive, alle regioni spinali e cervicali. E l'intero sistema nervoso coordina la posizione modificata della testa o del collo. Con rapidi cambiamenti nella direzione del corpo, le cellule ciliate iniziano a correre, i segnali dalle terminazioni nervose si perdono. Di conseguenza, l'equilibrio dell'apparato vestibolare è disturbato, la persona ha le vertigini.

    Qui, ovviamente, sorge la domanda del lettore: se l'apparato vestibolare è responsabile della posizione del corpo, perché, quando sono nervoso, mi gira la testa??

    La risposta breve è che sotto l'influenza dello stress, si verifica la trasmissione inversa dei segnali dalle terminazioni nervose. Le fibre nervose costringono i complessi delle cellule ciliate raccolte nelle sacche a reagire cambiando la loro posizione. Ti fa venire le vertigini. Ma è per questo che si verifica un tale fallimento, proviamo a capirlo.

    Distonia vegetovascolare

    La distonia vegetovascolare, il suo altro nome è distonia neurocircolatoria, è una patologia sintomatica associata allo stato del sistema nervoso. La maggior parte dei sintomi appare, come si suol dire, su base nervosa, a causa dello stress. Per i pazienti con VSD, lo stress è un catalizzatore per una condizione dolorosa. Provano i seguenti sintomi in assenza di disturbi visibili nel sistema cardiovascolare:

    • confusione di coscienza;
    • vaghezza dello spazio circostante, ridotta chiarezza della vista;
    • vertigini;
    • mal di testa;
    • angoscia.

    Poiché il VSD è riconosciuto non come uno stato fisico, ma come uno psicosomatico, si consiglia di trattarlo in modo completo da uno psicoterapeuta e un neurologo. Con questa patologia, le vertigini sono immaginarie o false, quindi i farmaci per la distonia neurocircolatoria vengono presi in casi estremi. È probabile che uno psicoterapeuta consigli l'aromaterapia sedativa o l'ipnosi.

    Quando senti di avere le vertigini, prova a sederti o ad appoggiarti a un muro, a un albero, nel caso svenissi, in modo da non crollare da un'altezza della tua stessa crescita e non rimanere paralizzato.

    Come mostra la pratica, gli antidepressivi per nevrosi e VSD danno un sollievo temporaneo, ma rendono una persona schiava di questi farmaci. Anche la psicoterapia non è sempre in grado di aiutare. Molto dipende dallo psicoterapeuta, dalla sua prontezza o, al contrario, dalla sua riluttanza e riluttanza a curarti.

    Preparati al fatto che gli psicoterapeuti cercheranno di intimidirti e costringerti a comprare un corso, un integratore alimentare nuovo. Proveranno persino ad applicare la PNL (programmazione neurolinguistica umana) a te. Non appena senti che stanno cercando di strapparti dei soldi, vattene. Non ci sarà alcun senso da tale trattamento.

    Rilascio di cortisolo

    Tutto lo stress è accompagnato dal rilascio di cortisolo nel sangue. Per le persone sane, passa inosservato, gli altri lo percepiscono dolorosamente. È l'aumento del cortisolo dopo il fastidio e l'eccitazione che fa battere più spesso il cuore, porta alla vasocostrizione e aumenta la pressione sanguigna. A causa di ciò, il metabolismo e l'equilibrio di altri ormoni vengono interrotti. Il cortisolo mantiene il sistema nervoso in allerta.

    Ma il corpo non è pronto per lavorare sodo. Ha bisogno di una pausa. Soprattutto, la calma e la tranquillità aiuteranno a ridurre il cortisolo. Buon umore, piacere, stimola la produzione di endorfine e serotonina, che a loro volta sopprimono l'ormone dello stress.

    Ipertensione arteriosa

    In un paziente affetto da ipertensione arteriosa, stress, ansia, uno stato nervoso teso provocano un forte aumento della pressione sanguigna. Ciò è in parte dovuto al rilascio di cortisolo e adrenalina, che porta alla vasocostrizione..

    Vertigini e dolore nella parte posteriore della testa possono essere causati da ipertensione primaria (essenziale), una malattia associata all'ipertensione. Lo stress aggrava solo la situazione, portando le vertigini del paziente alla nausea.

    Il paziente è in grado di aiutare se stesso nella lotta contro lo stress e le loro conseguenze, tra cui ipertensione, vertigini, mosche davanti agli occhi? Per questo hai bisogno di:

    • trovare il tempo per incontrarsi con gli amici;
    • regolare l'alimentazione, privilegiando i prodotti proteici magri (pollame, pesce di mare e di fiume), frutta e verdura;
    • impara a dire "no" quando cercano di caricarti di lavoro extra, obblighi;
    • rinunciare all'alcol e al fumo. Queste abitudini di dipendenza non risolvono il problema e causano danni significativi alla salute..

    L'attività fisica di media intensità (allenamento cardio) servirà anche come misura preventiva nella lotta contro l'ipertensione..

    Osteocondrosi

    L'osteocondrosi può provocare vertigini, poiché sulle articolazioni vertebrali si formano escrescenze ossee, osteofiti, spostamento delle vertebre. I muscoli reagiscono a situazioni stressanti con tensione, spasmi. La tensione muscolare preme sull'arteria vertebrale che trasporta il sangue al cervello. Quindi, insufficiente apporto di ossigeno al cervello, vertigini. Quindi, lo stress aggrava il decorso dell'osteocondrosi.

    E se la causa principale dello stress non viene eliminata, la malattia inizierà a progredire e le vertigini diventeranno una condizione permanente del paziente, lo stato di salute peggiorerà.

    Un altro motivo di vertigine nell'osteocondrosi, aggravato dallo stress, è che le fibre nervose passano vicino alle vertebre cervicali, strettamente connesse con l'apparato vestibolare e dando falsi segnali.

    Il corpo umano è un unico sistema equilibrato in cui tutti gli organi, i sistemi nervoso ed endocrino sono strettamente interconnessi tra loro. Pertanto, i fattori menzionati e le ragioni per cui si verificano vertigini dopo ansia e ansia dovrebbero essere considerati non separatamente, ma in combinazione..

    Non auto-medicare in queste circostanze. Anche le lezioni di fitness, gli allenamenti cardio devono essere coordinati con un medico per non sovraccaricare i vasi sanguigni e il cuore..

    Prevenzione dello stress

    Se noti che lo stress provoca vertigini, tachicardia, picchi di pressione, l'unica via d'uscita da questa situazione è eliminare la causa dello stato di stress.

    Se possibile, evita di comunicare con persone che ti rendono ansioso, ti portano a un esaurimento nervoso. Oppure, come ultima risorsa, ridurre al minimo questa comunicazione..

    Cammina all'aria aperta più spesso. L'escursionismo ha un effetto rinforzante sul cuore e sui vasi sanguigni, l'aria fresca guarirà il sistema nervoso. I raggi del sole stimoleranno la produzione dell'ormone della gioia: la serotonina. Impara a goderti la vita, cerca di vedere il positivo anche dove sembra assente.

    Vertigini psicogene: trattamento domiciliare

    Cos'è questa patologia

    Cominciamo definendo la vertigine. Questa condizione è chiamata vertigine. La sensazione di rotazione o movimento involontario del proprio corpo nello spazio o di oggetti rispetto al proprio corpo è considerata vertigini. Allo stesso tempo, una persona perde stabilità, equilibrio, si ha la sensazione che la terra se ne vada da sotto i suoi piedi.
    Vertigo è classificato nei seguenti gruppi:

    • Centrale. Causa di malattia o lesione cerebrale.
    • Periferica. Causato da un danno al nervo vestibolare o all'orecchio interno.
    • Sistemico. La causa di un malfunzionamento in uno qualsiasi dei sistemi: visivo, vestibolare, muscolare.
    • Non sistemico. Le cause sono neurogeniche.

    Le vertigini psicogene dovrebbero essere attribuite al quarto gruppo. Appare a causa di disturbi mentali e nevrotici. Ciò è particolarmente osservato durante un periodo di forte eccitazione o dopo di esso. Un sinonimo in medicina è considerato "vertigine fobicamente posturale", cioè a seconda della posizione verticale del corpo.

    Le vertigini psicogene hanno le sue caratteristiche:

    • Non ha consistenza.
    • Deviazioni occasionali e errate possono comparire entro pochi secondi.
    • Una sensazione di disturbo della stabilità per 2-3 secondi.
    • Sorge in modo imprevisto, ma possono essere presenti fattori provocatori.
    • Tutti i reclami sono associati a vertigini, che si verificano quando si cammina o si sta in piedi.
    • Può essere combinato con altri tipi di disturbi. Le vertigini psicogene saranno secondarie.
    • I segni clinici e paraclinici di patologia organica non sono osservati.
    • Sensazioni di ansia o stati di ansia depressiva accompagnano le vertigini, ma questi fattori possono essere assenti.

    Le vertigini di natura psicogena nella fase di sviluppo hanno diversi segni:

    • Diminuzione dell'efficienza, aumento della fatica.
    • L'umore peggiora, l'irritabilità aumenta.
    • L'appetito scompare o aumenta bruscamente.
    • L'attività sessuale può diminuire o aumentare drasticamente.

    Coloro che hanno avuto capogiri psicogeni, i pazienti descrivono i sintomi come segue:

    • L'acufene appare senza perdita dell'udito.
    • Nebbia in testa.
    • Sensazione di instabilità, ma l'andatura non è influenzata.
    • L'attenzione è completamente focalizzata sul rumore e sulle vertigini.
    • C'è una maggiore ansia.
    • Manca l'aria.
    • Dolce freddo.
    • Pensiero poco chiaro, confuso.

    Questi sintomi sono comuni negli attacchi di panico. Puoi anche aggiungere alcuni sintomi caratteristici:

    • Palpitazioni.
    • Arto tremante, sono possibili brividi.
    • "Formicazione.
    • Paura irrazionale di un disastro imminente.
    • Gambe "imbottite".

    Anche i ricordi di una situazione traumatica possono causare questa condizione..

    Le vertigini psicogene non sono causate da un disturbo dell'apparato vestibolare, sebbene i sintomi siano molto simili.

    Va notato che le manifestazioni di questi disturbi possono essere definite psicogene solo se il paziente riconosce la connessione con la causa.

    Segni caratteristici

    Ci sono segni per riconoscere un tale disturbo. I seguenti sintomi possono indicare vertigini di natura psicogena:


    Sensazione di ansia;

  • Sensazione di rumore alla testa e instabilità nello spazio, che tuttavia non influisce sull'acuità uditiva e non influisce sull'andatura;
  • Violazione dello stato mentale, a causa della quale tutti i pensieri e l'attenzione di una persona sono concentrati solo sulle proprie vertigini e rumori nella testa;
  • Il sudore freddo esce e c'è una sensazione di mancanza d'aria;
  • Qualsiasi oggetto in questione diventa torbido;
  • La capacità lavorativa diminuisce, c'è una sensazione di eccessivo affaticamento;
  • L'umore cala, la persona cade nella malinconia;
  • L'appetito cambia drasticamente: o scompare completamente o si acuisce a tal punto che una persona avrà un desiderio incontrollabile di mangiare tutto;
  • Cambiamenti nell'attività sessuale che possono diminuire o aumentare.
  • I pazienti spesso descrivono gli episodi di questo disturbo come una sorta di confusione mentale o strane vertigini all'interno della testa, che ricordano uno stato di intossicazione. Molto spesso, uno qualsiasi di questi sintomi è spontaneo e talvolta i pazienti ne presentano una serie diversa. È anche caratteristico che sono spesso esacerbati se una persona sta in piedi per molto tempo o quando cammina per lunghe distanze..

    Un'altra manifestazione di svenimento psicogeno è il graduale sviluppo di una sindrome depressiva. Quindi, non è più uno stato depressivo accompagnato da un aumento delle vertigini, ma il capogiro stesso assume la forma di uno dei sintomi di un disturbo depressivo. Spesso acquista intensità in uno spazio vuoto o scarsamente popolato, in spazi ristretti e sulle scale..

    Vertigini con depressione e stress

    Le vertigini possono verificarsi per vari motivi: disturbi nervosi, disturbi somatici, squilibrio ormonale, disturbi del cervello, malattie spinali. Un posto speciale è occupato dalle vertigini psicogene, che appaiono a causa di disturbi emotivi.

    Le vertigini psicosomatiche sono un complesso di sintomi sotto forma di:

    • vertigini;
    • sentimenti di intossicazione;
    • ansia;
    • tensione;
    • oscuramento davanti agli occhi;
    • perdita di equilibrio;
    • tinnito;
    • sensazione di rotazione degli oggetti circostanti;
    • mancanza di ossigeno;
    • ansia crescente, grave nervosismo.

    I sintomi di solito si verificano spontaneamente, ma di solito una persona inizia a notare che una determinata situazione è la causa (ad esempio, la paura di uno spazio ristretto o quando una persona inizia a essere in mezzo alla folla).

    Quasi sempre, la vertigine con depressione è accompagnata da iperventilazione, spasmi muscolari, tachicardia, che indica la sua natura vegetativa.

    Vertigini psicogene: cause, diagnosi, trattamento

    Le vertigini psicogene nella letteratura medica sono descritte come un complesso di sensazioni che hanno un carattere indefinito e derivano da un esaurimento emotivo. A volte questa manifestazione è chiamata immaginaria. Ciò è dovuto al fatto che le prestazioni dell'apparato vestibolare non sono disturbate, come accade con le vere vertigini..

    Nonostante il fatto che la causa della malattia siano problemi emotivi, i sintomi aggiuntivi che compaiono sono abbastanza reali: aumento della frequenza cardiaca, comparsa di sudorazione e mancanza di respiro, rumore nelle orecchie e mal di testa.

    Caratteristiche cliniche delle vertigini psicogene

    L'ultimo elemento della lista dovrebbe includere tutti i motivi che impoveriscono il sistema antistress del cervello. Questi stessi fattori contribuiscono ad aumentare i livelli di ansia e vertigini nella depressione. Tra questi dovrebbero essere evidenziati:

    1. Situazioni di vita altamente traumatiche per la psiche. Questi includono la morte di parenti o il divorzio..
    2. Stress cronico, ad esempio, con frequenti sforzi fisici intensi. Un aumento del carico di lavoro, un lungo processo di produzione con la necessità di straordinari, frequenti turni notturni, responsabilità per le persone in un luogo di lavoro traumatico o una vita personale instabile portano allo stress.

    Cadute frequenti in situazioni frustranti in cui i desideri non coincidono con le possibilità disponibili. Tali circostanze possono essere considerate un fattore traumatico per la psiche..

    Nei pensieri del paziente stesso, questo motivo non ha molta importanza, tuttavia, l'insoddisfazione dei desideri per lungo tempo provoca emozioni negative. Una persona inconsciamente si riferisce a se stessa come un fallimento..

    1. Vertigine posizionale benigna o neuronite vestibolare recentemente trattate.
    2. Gravi patologie trasferite nel recente passato. Questi possono essere tumori maligni oncologici, interventi chirurgici che catturano un vasto "campo", infarti o ictus.

    Dopo aver trovato una persona in tali stati, la sua "mente subconscia" ricorda l'episodio in cui si sono verificati i capogiri durante la nevrosi (ad esempio). E poi, con nuovo stress, il cervello "ricorda" la situazione acuta vissuta.

    È anche possibile che a livello subconscio ci sia un'aspettativa di qualche tipo di malessere o la manifestazione di sintomi negativi. Non appena accade qualcosa del genere, il "subconscio" ricorda immediatamente la situazione negativa e compaiono le vertigini psicogene..

    Le cause di fondo possono essere patologie che si verificano in una forma compensata:

    • attacchi di emicrania;
    • danno ai vasi del cervello (encefalopatia discircolatoria);
    • encefalopatia residua (una malattia del cervello derivante dalla morte delle cellule del SNC).

    Con queste malattie, il livello di ansia aumenta in modo significativo. Anche la presenza stessa di tali patologie è stress cronico. Con loro, a livello subconscio, si forma il pensiero che le vertigini si manifesteranno ancora.

    Alcuni promemoria: gli stimoli possono provocare vertigini psicogeni. Possono essere, ad esempio, spazi vuoti o mobili ribaltati, trovarsi in una situazione che è già stata incontrata e un ricordo sgradevole di ciò è rimasto nel subconscio: una folla di persone intorno, una stanza soffocante o essere a una riunione. Inoltre, la malattia manca di segni oggettivi di patologia organica..

    Le vertigini dopo lo stress possono manifestarsi in qualsiasi forma. Un tale sintomo si verifica secondo un certo sistema o non sistemicamente, costantemente o con una certa periodicità, le sensazioni sono fortemente espresse o deboli. La manifestazione può svilupparsi in qualsiasi momento.

    Può essere provocato da un cambiamento nella posizione del corpo. In questo caso, il livello di pressione sanguigna non ha molta importanza. La durata di un attacco è di diversi secondi, ma ci sono casi registrati in cui è durato per decine di mesi.

    A causa di una tale varietà di manifestazioni, è difficile separare queste vertigini da altre cause che causano un sintomo in altre malattie. Pertanto, è importante conoscere le caratteristiche distintive del sintomo..

    Le vertigini psicogene sono accompagnate dalle seguenti manifestazioni:

    1. C'è un rumore nella testa. Va notato che una tale manifestazione è piuttosto rara. Inoltre, è caratterizzato dall'assenza di un'andatura traballante. Il livello dell'udito non diminuisce.
    2. C'è una sensazione di mancanza d'aria, appare il sudore freddo, aumenta l'ansia.
    3. C'è una concentrazione involontaria dell'attenzione solo sulle vertigini.
    4. L'umore assume uno sfondo negativo, sorge l'irritabilità.
    5. Le prestazioni sono notevolmente ridotte, la fatica aumenta.
    6. L'appetito sta subendo cambiamenti significativi. O è completamente assente o la persona vuole davvero mangiare.
    7. L'attività sessuale in alcuni casi è notevolmente ridotta e talvolta notevolmente aumentata.

    Le vertigini psicogene si verificano spontaneamente. Quando viene intervistato da un medico, il paziente spesso indica che la sua testa gira dopo essere stato nervoso. Il sintomo si manifesta sia in dinamica (quando si cammina) che in una posizione eretta statica.

    Va ricordato che i pazienti con patologie congenite dell'apparato vestibolare sono più suscettibili alla comparsa di un tale sintomo. Con qualsiasi trauma, paura sperimentata o esplosione emotiva, possono provare vertigini. Questo sintomo si manifesta proprio "dai nervi".

    Diagnosi negativa. Consiste nell'esclusione di altre cause di vertigini, manifestate su base nervosa (origine neurologica) a causa di prestazioni alterate dell'apparato vestibolare, patologie di origine somatica (corporea) associate a lipotimia (svenimento).

    Questa diagnosi richiede un esame approfondito. Spesso sono coinvolti un otorinolaringoiatra e un cardiologo. Parallelamente è in corso uno scrupoloso studio paraclinico.

    • Diagnosi positiva. In questa fase vengono identificati i disturbi nevrotici associati allo stress..

    Il disturbo emotivo più comunemente identificato è il disturbo d'ansia e il disturbo ansioso-depressivo. Fino al 30% dei casi di vertigini è associato a una sensazione emergente di ansia. Allo stesso tempo, un disturbo nevrotico basato solo su questo segno è raro..

    Le vertigini sono comuni con la depressione. I sintomi di queste condizioni sono abbastanza simili. Rimanere a lungo in uno stato ansioso finisce inevitabilmente con un disturbo depressivo. È lui che deve essere curato in futuro..

    Trattamento e prognosi

    A seconda di quali sono i sintomi aggiuntivi e il trattamento può essere regolato in un modo specifico. Quando si cura un tale disturbo, le consultazioni di uno psicoterapeuta, nonché di un neurologo, sono di particolare importanza, che ti diranno come sbarazzarti della malattia..

    Il trattamento del capogiro psicogeno allo stadio attuale di sviluppo della medicina viene effettuato in modo complesso. Vengono utilizzati sia farmaci che metodi non farmacologici. Sono questi ultimi ad essere prioritari.

    Terapia farmacologica per vertigini psicogene

    Nella fase iniziale della terapia farmacologica, si ritiene sufficiente prescrivere sedativi leggeri. Gli adattogeni aiutano ad alleviare lo stress. Viene anche prescritta la terapia vitaminica. I complessi dovrebbero contenere prevalentemente vitamine C, A. Sono una fonte di adattogeni che aumentano la resistenza del corpo alle influenze dannose.

    Anche i farmaci nootropici (che influenzano positivamente le funzioni cerebrali superiori) (Piracetam, Glycine) aiutano a sbarazzarsi delle vertigini psicogene. Aiutano a fornire alle cellule cerebrali non solo ossigeno, ma anche glucosio..

    La base della terapia è la normalizzazione dello stato mentale ed emotivo del paziente, che consente di combattere con successo le vertigini. Per questo vengono utilizzate ginnastica vestibolare e respiratoria e psicoterapia..

    Poiché le vertigini si verificano più spesso dopo che siamo nervosi, il paziente deve conoscere le regole per evitare tali situazioni. Di non poca importanza è la spiegazione al paziente che il "colpevole" della manifestazione dei segni della malattia è il subconscio della persona stessa.

    In generale, la prognosi per il trattamento della malattia è favorevole. Le vertigini psicogene non rappresentano una minaccia per la vita del paziente. Ma dovrebbe essere chiaro che una tale malattia richiede una maggiore attenzione a se stessa. Una diagnosi incompleta e un trattamento inadeguato portano a una diminuzione degli indicatori di qualità della vita del paziente.

    Il processo può diventare cronico. Se la testa gira una volta, non c'è motivo per una visita urgente dal medico. Tuttavia, con un sintomo persistente, questo deve essere fatto senza fallo. La salute mentale è tanto importante quanto fisiologica.

    Le vertigini sono uno dei sintomi più comuni in varie condizioni di salute neurologica e mentale. Le vertigini con nevrosi in ogni persona possono manifestarsi in modi diversi. Questo sintomo non può essere ignorato e trattato, poiché prima di tutto segnala possibili malfunzionamenti nel funzionamento del sistema nervoso centrale..

    I sintomi più comuni di vertigini nella distonia vegetativa-vascolare e nella nevrosi sono:

  • mi sento confuso;
  • sensazione di irrealtà di ciò che sta accadendo, che è accompagnata da una "nebbia" nella testa;
  • perdita di chiarezza della vista e offuscamento degli oggetti circostanti.
  • Ulteriori sintomi che spesso accompagnano le vertigini con VSD sono:

    • aumento della pressione sanguigna;
    • sentimenti inspiegabili di paura e ansia;
    • palpitazioni;
    • dolore al petto;
    • mani tremanti;
    • mancanza di respiro (sensazione di mancanza di respiro);
    • apatia.

    Le vertigini di solito si verificano in convulsioni. A volte può essere associato a determinate situazioni e sorgere a casa, al lavoro, in luoghi pubblici, ecc. L'improvvisa comparsa di vertigini è spesso molto fastidiosa. Allo stesso tempo, una persona sentirà una tensione costante, aspettandosi con paura nuovi attacchi..

    Accade spesso che dopo il primo attacco, una persona abbia così paura del secondo che lui stesso lo provoca. Allo stesso tempo, è sempre preoccupato e si carica. In questo caso, si consiglia di mantenere la calma e invece di aspettare le vertigini, cercare di distrarsi dai pensieri negativi..

    Cos'è la nevrosi?

    Come si manifesta la vertigine neurogena e perché??

    La vertigine psicogena è spesso accompagnata da una sensazione di "cadere nell'abisso". Prima di un attacco, i pazienti possono sperimentare mosche nere davanti ai loro occhi e una forte sensazione di ansia. I pazienti possono sentire come se l'ambiente si muovesse avanti e indietro, sebbene la loro posizione non cambi. L'ansia può esacerbare notevolmente questa condizione..

    I principali segni di vertigini psicogeni:

    • una sensazione di instabilità e instabilità dell'andatura;
    • sudorazione eccessiva;
    • nausea;
    • paura;
    • ansia.

    La vertigine psicogena più comune si verifica nelle donne sopra i 30 anni. Se i sintomi delle vertigini neurogene assomigliano ad attacchi di panico (battito cardiaco accelerato, aumento della sudorazione, tremori, paura incontrollabile o mancanza di respiro), ciò può indicare un disturbo d'ansia.

    Se la testa gira a lungo, il flusso del sonno è disturbato, ci sono mal di testa o sonnolenza, questo può essere un segno di un grave disturbo depressivo o nevrotico..

    Spesso i pazienti con questo tipo di vertigini lamentano un'eccessiva sonnolenza diurna dopo lo stress. Una serie di altre malattie, come le malattie dei nervi o il diabete mellito, potrebbero essere alla base di questo. Alcuni medicinali possono causare la sindrome delle vertigini come effetto collaterale.

    La sensazione di sonnolenza con vertigini psicogeni può essere un segno di depressione o nevrosi.

    Mal di testa e stanchezza

    Se affaticamento o mal di testa si verificano insieme a vertigini neurogene, è urgente consultare un medico. Entrambi i sintomi possono essere segni di ictus ischemico..

    Un'altra causa di mal di testa può essere la tensione muscolare del collo, degli occhi o della fronte. Lo stress può anche derivare da situazioni di vita stressanti e avere conseguenze a lungo termine. Se lo stress dura più a lungo, può portare a una cattiva postura e causare problemi alla schiena cronici.

    Ipertonicità dei muscoli del collo

    I cambiamenti muscolari del collo possono causare vertigini. Ad esempio, se alcuni muscoli sono troppo corti, non sono in grado di regolare adeguatamente la posizione della testa. Informazioni errate che raggiungono il cervello dai muscoli possono causare un attacco di vertigini gravi.

    Inoltre, un'eccessiva tensione delle cellule muscolari può portare a vertigini psicogene. Lo stress cronico è uno dei fattori nello sviluppo dell'ipertonia muscolare e, di conseguenza, delle vertigini.

    Pressione sanguigna

    L'ipertensione persistente, varie malattie cardiache o persino l'anemia possono portare a vertigini in determinate condizioni mentali.

    Le vertigini psicogene causate dall'ansia possono accelerare il battito cardiaco e aumentare la pressione sanguigna. Con la tachicardia, l'alta pressione, aumenta la richiesta di ossigeno nel miocardio e nel cervello. Il restringimento del lume vascolare può causare ischemia, che provoca un attacco di vertigini. Anche durante un attacco, i pazienti possono manifestare iperidrosi degli arti e debolezza..

    Vertigini con VSD: manifestazioni, diagnosi e trattamento

    Un posto speciale è occupato dalle vertigini psicogene, quelle che appaiono come risultato di disturbi emotivi.

    Considera i sintomi e il trattamento di questo problema.

    Classificazione

    • vertigini benigne parossistiche - al primo posto per frequenza;
    • vertigini psicogeni - appare in risposta all'ansia;
    • emicrania basilare - un forte attacco di mal di testa;
    • Malattia di Meniere: una maggiore quantità di liquido dell'orecchio interno;
    • neuronite vestibolare.

    Le vertigini psicogene sono al secondo posto, quindi l'influenza del background emotivo di una persona sulla sua salute non dovrebbe essere sottovalutata.

    Se noti di essere in costante stress o di avere un lungo periodo di apatia, dovresti disconnetterti dagli affari correnti, prenderti del tempo per te stesso e ripristinare il tuo stato d'animo prima che dia conseguenze negative.

    Motivi di sviluppo

    La causa della comparsa di vertigini psicogene è sempre una violazione dello stato mentale ed emotivo di una persona.

    Forti esperienze quotidiane, uno stato di tensione, fino alla depressione, paura sperimentata o perdita di una persona cara: tutti questi fattori provocano vertigini e, in presenza di problemi fisiologici congeniti, i disturbi d'ansia serviranno da impulso per lo sviluppo della malattia.

    In presenza di disturbo di panico o fobia, il capogiro psicogeno è uno dei sintomi. Appaiono in risposta alla paura del paziente della possibilità di ripetizione di attacchi di panico..

    Nella fase iniziale dell'inizio degli stati di ansia, la famiglia e le persone care possono fornire un grande supporto..

    Non essere lasciato solo con le tue preoccupazioni, condividi i tuoi problemi e, forse, non solo ti calmeranno, ma ti aiuteranno anche a trovare una via d'uscita da una situazione eccitante..

    Sintomi

    Le vertigini psicogene sono un complesso di sensazioni vaghe che possono manifestarsi:

    • intossicazione, svenimento;
    • preoccupazione per piccole cose, una strana sensazione di tensione;
    • oscuramento o velo davanti agli occhi;
    • una sensazione di perdita di equilibrio e paura di cadere;
    • percezione alterata degli oggetti circostanti;
    • sensazione di movimento, rumore nella testa;
    • mancanza d'aria;
    • ansia crescente.

    I sintomi di solito compaiono spontaneamente, ma nel tempo una persona inizia a notare che una situazione simile (ad esempio, una folla) o lo stesso tipo di stimolo (uno spazio chiuso, metropolitana, scala, ponte) è la causa.

    Quasi sempre, un disturbo psicogeno è accompagnato da un disturbo in altri sistemi (sindrome da iperventilazione, spasmi muscolari, tachicardia), che indica la sua natura vegetativa. Questo è il segno clinico con il quale i medici distinguono una causa psicogena dalle altre..

    Una persona che soffre di questo problema ha una catena di processi correlati. L'ansia emotiva emergente provoca lo sviluppo della depressione e la depressione aumenta ulteriormente la sensazione di ansia. In questo caso, il sistema nervoso somatico è influenzato per immaginario e inventato dalla persona stessa, compaiono capogiri e vertigini.

    Le vertigini possono essere un caso isolato o una manifestazione permanente di una malattia. Analizza la tua condizione - a cosa potrebbe essere correlata?

    Le vertigini possono essere psicogene o causate da qualsiasi patologia. Prima di decidere cosa fare in caso di vertigini, cerca di capire la causa del problema..

    I rimedi casalinghi e le medicine per la gestione del mal di testa sono elencati qui.

    Alla domanda su come trattare le vertigini psicogene, è necessario contattare un terapista, che farà quindi riferimento a specialisti ristretti:

    • Otorinolaringoiatra.
    • A un neurologo.
    • Cardiologo.
    • Psichiatra.

    Per scoprire i motivi, gli specialisti possono prescrivere i seguenti tipi di esame:

    • Tomografia computerizzata del cervello. Consente di riconoscere anomalie nella struttura del cervello.
    • Ultrasuoni di grandi arterie e vasi sanguigni che forniscono afflusso di sangue al cervello.
    • Esame radiografico del cranio e del rachide cervicale.
    • Analisi del sangue generale e biochimica. Determinazione della glicemia.
    • Test di equilibrio richiesti.
    • Audiografia.
    • Definizione di nistagmo.

    Nella fase iniziale della diagnosi delle vertigini psicogene, il medico deve escludere tutte le possibili cause associate alla perdita di equilibrio.

    • Danni all'apparato vestibolare.
    • Malattie in cui uno dei sintomi è perdita di coscienza, svenimento.
    • Malattie di natura neurologica, che sono accompagnate da disturbi della deambulazione, equilibrio.

    Gli esami di cui sopra aiuteranno a trovare la vera causa..

    Nella seconda fase, viene eseguita la diagnostica dei disturbi nevrotici che sono sorti a causa dello stress trasferito. Come abbiamo scoperto in precedenza, le cause più comuni sono gli attacchi di panico e il disturbo ansioso-depressivo. Verrà discusso ulteriormente come sbarazzarsi delle vertigini psicogene..

    Tipi di vertigini

    Esistono 5 tipi principali di vertigini a seconda della causa e delle caratteristiche dell'evento:

    1. Vestibolare: associato all'irritazione del nervo vestibolare-cocleare o dei canali semicircolari dell'orecchio medio. Si manifesta in una forma rotazionale (destra - sinistra) e lineare (avanti - indietro).
    2. Lipotimico: una condizione che si sviluppa prima di svenire e con una forte diminuzione dei livelli di glucosio. Si manifesta come una sensazione di svenimento, nebbia, spesso finisce in una caduta.
    3. Posturale: accade negli anziani, è accompagnato da instabilità durante la deambulazione, si manifesta sullo sfondo dell'inadeguatezza di molti analizzatori: visivo, uditivo e altri.
    4. Cervicogenico - con lesioni del rachide cervicale, quando c'è dolore e mobilità limitata nel collo.
    5. Psicogeno o psicofisiologico - si manifesta con nevrosi e disturbi borderline di personalità. È questo tipo di vertigini che è un segno caratteristico di VSD..

    Le vertigini psicogene hanno le sue caratteristiche distintive caratteristiche. Si verifica al culmine delle esperienze di ansia e paura, diventando una componente di un attacco di panico. La sindrome da iperventilazione contribuisce a questo, quando una persona inizia a respirare profondamente e spesso, il che porta a una mancanza di ossigeno.

    Molto spesso, le vertigini diventano un'espressione fisica della paura, che si manifesta solo in determinate situazioni: quando si viaggia con i mezzi pubblici, in negozi specifici, si passa un ponte, ci si trova in una grande folla di persone (a una mostra o a un concerto) o in una stanza vuota.

    Ti senti costantemente stanco, depresso e irritabile? Scopri uno strumento che non è disponibile in farmacia, ma che viene utilizzato da tutte le star! Per rafforzare il sistema nervoso, semplicemente.

    Tipi di vertigini

    Le cause di vertigini con nevrosi

    Secondo i ricercatori che studiano la psicosomatica delle vertigini, questo fenomeno è più comune nelle persone soggette ad attacchi di panico (attacchi di ansia grave). Molto spesso, le vertigini psicogene si verificano su base nervosa. Inoltre, ci sono molti fattori che possono provocarlo. Ad esempio, può essere stanchezza cronica, ansia costante per la tua salute o le condizioni dei tuoi cari e persino un sonno inadeguato..


    La natura stessa delle vertigini ha una funzione protettiva per il corpo umano. Il sintomo riduce l'acuità visiva, quindi psicologicamente una persona è protetta dallo stress e da un ambiente sfavorevole.

    Nonostante l'apparente innocuità di una tale reazione del corpo per la salute umana, le vertigini sono molto pericolose, poiché da un attacco improvviso può perdere conoscenza. Inoltre, lo stress costante metterà un carico pesante non solo sul sistema nervoso, ma anche sul sistema cardiovascolare, provocando così l'insorgenza di angina pectoris, aritmie e altre malattie..

    Le vertigini dopo lo stress spesso si manifestano all'improvviso. Di regola, una forte tensione nervosa o paura porta a questo. Spesso il sintomo è accompagnato da grave debolezza e oscuramento degli occhi. Ciò è dovuto principalmente a un improvviso calo della pressione sanguigna. In questo caso, il sistema nervoso semplicemente non può far fronte al carico imposto su di esso, quindi, per una frazione di secondo, cessa di funzionare normalmente.

    Un'altra causa di vertigini è la depressione prolungata. In questo stato, l'intero corpo umano subisce un forte stress, anche se non lo mostra esternamente.

    Oltre alle vertigini, le persone depresse possono sviluppare malattie come ulcere gastriche, pancreatite ed emicrania. La depressione può anche esacerbare malattie croniche e portare a dolori muscolari e articolari persistenti..

    L'ultima ragione che può provocare vertigini con VSD è la sindrome da iperventilazione (aumento della respirazione). È accompagnato da ansia, in cui una persona inizia a inalare aria inconsciamente e vigorosamente. Per questo motivo, il suo sangue è saturo di ossigeno, il che porta all'ipocapnia (mancanza di anidride carbonica nel corpo). In questo stato possono svilupparsi capogiri, svenimenti o persino perdita di coscienza..

    Rimedi popolari

    Come sappiamo, la priorità è la terapia senza l'uso di farmaci, inclusa una malattia come le vertigini psicogene. Il trattamento con rimedi popolari in questi casi è sempre stato popolare. Diamo un nome ad alcuni di loro.

    • Aromaterapia. Utile olio di ginepro, arancia.
    • Infuso di origano. Versare 0,5 litri di acqua bollente in 2 cucchiai di erbe. Lascia fermentare.
    • Infuso di lavanda. 1 cucchiaio in un bicchiere di acqua bollente.
    • Tè allo zenzero.
    • Mangia il melograno più spesso.

    Si consiglia di bere gli infusi mezz'ora prima dei pasti e durante tutta la giornata. I rimedi popolari non danno un risultato rapido, quindi la terapia dovrebbe essere lunga.


    Articolo Successivo
    Diabete