Cosa mostra una risonanza magnetica del cervello e come viene eseguita?


La risonanza magnetica viene utilizzata per ottenere dati sullo stato del cervello, dei suoi vasi, della ghiandola pituitaria, delle orbite degli occhi e dei seni. L'uso della risonanza magnetica della testa, a differenza della TC, non implica l'uso dei raggi X..

L'apparato su cui viene effettuata la ricerca utilizza un magnete e onde radio in combinazione con un computer, necessario per analizzare i dati ricevuti.

  • determina le strutture patologiche del cervello
  • aiuta a identificare le cause del dolore alla testa, problemi ai tessuti del cervello e dei vasi sanguigni
  • rileva anomalie nella cavità nasofaringea, nell'area delle orbite oculari.

Cosa mostra una risonanza magnetica della testa??

Il cervello è un organo importante del sistema nervoso centrale. Il suo lavoro a tutti gli effetti è la chiave per la vita sicura di una persona.

Deve essere effettuato da quelle persone che:

  • ha mal di testa per un lungo periodo;
  • con valori aumentati di alcuni ormoni;
  • sono in sovrappeso;
  • patologie nel lavoro delle ghiandole surrenali e della ghiandola tiroidea.

Quando un paziente lamenta problemi agli occhi (perdita di elasticità muscolare, danni ai nervi ottici, ecc.), Viene eseguito un esame delle orbite oculari.

Inoltre, la risonanza magnetica viene eseguita quando si riceve una lesione: craniocerebrale, un corpo estraneo entra negli occhi. In questo caso, la risonanza magnetica mostrerà quali strutture del cranio, del muschio della testa o delle orbite oculari sono danneggiate..

Se il medico sospetta un sospetto blocco nei vasi del cervello, viene prescritto uno studio delle arterie e delle vene. In caso di fastidio al cavo orale, in caso di morso disturbato, viene prescritta una risonanza magnetica dell'articolazione temporo-mandibolare.

Indicazioni generali per la conduzione:

  • malattie infiammatorie (di natura infettiva);
  • emicrania, svenimento;
  • rumore nelle orecchie;
  • diminuzione della vigilanza;
  • disturbi circolatori;
  • neoplasie del cervello (tumori);
  • sanguinamento dal naso di natura persistente;
  • violazione della coordinazione del movimento;
  • diminuzione della sensibilità;
  • disturbi psicosomatici.

È un modo affidabile per studiare possibili patologie cerebrali..

Che aspetto ha una risonanza magnetica per l'emicrania?

La risonanza magnetica per l'emicrania viene eseguita quando una persona si lamenta di mal di testa regolari.

Lo studio si basa sul seguente algoritmo: scansione del cervello, quindi del suo letto vascolare e del sistema vascolare cervicale. Per ulteriori informazioni, può essere eseguita l'angiografia dei vasi del collo.

Sulle immagini ottenute, l'emicrania si presenta come focolai multipli di origine ischemica con alterata circolazione sanguigna.

Immagine MRI per ictus

La procedura di risonanza magnetica ti consente di scoprire se una persona ha avuto un ictus cerebrale o meno. Una foto scattata su un tomografo mostrerà vasi danneggiati e alcune tracce di emorragia nella variante emorragica o aree di ischemia nell'ictus ischemico.

Com'è una risonanza magnetica del cervello?

Poiché la procedura di tomografia è lunga, richiede un appuntamento per ridurre le code e i disagi per il paziente. L'esame viene effettuato in cliniche che dispongono delle attrezzature necessarie e medici qualificati che interpretano i risultati dell'esame.

Il paziente si sdraia su un tavolo retrattile dell'apparato e riceve le cuffie per ridurre il livello di rumore durante la procedura.

In caso di claustrofobia, vertigini e altri sintomi, il paziente deve premere un pulsante speciale all'interno della cabina per completare lo studio. Nei pazienti con claustrofobia, è accettabile uno scanner TC a circuito aperto.

Se il medico prescrive l'introduzione dell'anestesia per le persone che soffrono di paura dello spazio limitato o non possono essere immobili per molto tempo, prima della scansione è necessario:

  • Rifiuta il cibo 8 ore prima dell'anestesia (per i bambini - 4 ore);
  • Rifiuta di bere alcolici due giorni prima della procedura;
  • Smetti di bere liquidi (acqua, tè, succhi) in 2 ore.

Per una differenziazione più chiara di tumori e metastasi, la risonanza magnetica viene eseguita utilizzando il contrasto.

Preparazione per la ricerca

Quando si esegue un sondaggio, è necessario osservare una serie di regole:

  • È necessario rimuovere tutti gli oggetti metallici dal corpo (gioielli, orologi, protesi), poiché vengono attratti da un magnete e si riscaldano durante l'esame. Oggetti estranei in metallo possono ferire il paziente o danneggiare un dispositivo costoso.
  • Cerca di calmarti per non disturbare l'immagine ottenuta durante lo studio.

Durata della procedura

Il tempo dura circa 20 minuti, il risultato è disponibile in 20-30 minuti. Dopo aver ricevuto una serie di immagini, vengono trasferite a uno specialista che le decrittografa. I risultati degli esami sono ora più spesso registrati su un disco o un'unità flash, in rari casi su nastro.

Con i risultati ottenuti, il paziente si rivolge al medico che ha ordinato l'esame.

Come viene eseguita la risonanza magnetica del cervello per i bambini?

Se è necessario eseguire una risonanza magnetica della testa del bambino, i genitori dovrebbero essere con il bambino durante la procedura. Mamma o papà calmano e infondono tranquillità.

Se il bambino è irrequieto, si muove tutto il tempo, potrebbe essere necessaria l'introduzione di farmaci sedativi per garantire l'immobilità del bambino.

Decodificare i risultati

Dopo aver completato la procedura, il paziente riceve un risultato dettagliato, che viene fornito per la decodifica al medico curante. È la decodifica della risonanza magnetica del cervello che è la fonte di informazioni affidabili sulla presenza o l'assenza di processi patologici in questo organo..

Con questi risultati decrittografati, il medico può inviare il paziente per un esame aggiuntivo, dopo di che viene effettuata una diagnosi finale e viene prescritto un ciclo di trattamento per la malattia identificata.

La decodifica dei risultati sarà disponibile urgentemente nell'ora successiva, programmata - il giorno successivo all'esame. Avvisare il paziente per telefono o tramite SMS.

Controindicazioni

Controindicazioni alla risonanza magnetica del cervello:

  • La presenza nel corpo del paziente di impianti elettronici dell'orecchio medio, grandi impianti metallici;
  • Clip posizionate sui vasi del cervello;
  • Apparecchio Elizarov installato, che fissa varie parti delle ossa sugli arti;
  • Sovrappeso (oltre 120 kg), vita del paziente ampia.
  • paura di spazi ristretti;
  • l'inizio della gravidanza (1 trimestre);
  • disturbi mentali nel paziente;
  • grave insufficienza cardiaca;
  • incapacità di rimanere fermo;
  • la presenza di mezzi di barriera di protezione contro gravidanze indesiderate (dispositivo intrauterino).

Se dopo una risonanza magnetica hai mal di testa, devi informarne uno specialista per identificare le cause di questa condizione.

Costo della risonanza magnetica

Il costo della procedura è determinato dalla complessità della scansione eseguita, nonché dall'apparato su cui viene eseguita.

Quanto costa la procedura dipende dalle caratteristiche individuali del cliente, dal prestigio della clinica, dal numero di recensioni positive dei pazienti.

Il costo approssimativo dell'esame, a seconda della regione del cervello:

Dipartimento del cervello da esaminarePrezzo, strofina.
Esame generale4200
Arterie4000
Vene4000
Ghiandola pituitaria (con contrasto aggiuntivo)4600
Orbite dell'occhio e nervi ottici4400
Seni nasali4400
Articolazioni temporomandibolari6200
Cervello insieme all'esame arterioso7500

Un costo simile dell'esame è associato a un apparato tecnologicamente complesso per la conduzione, il lavoro del personale professionale delle cliniche.

Come prepararsi adeguatamente per una risonanza magnetica cerebrale ?

MRI del cervello con contrasto: indicazioni e controindicazioni

Qual è la differenza tra TC e MRI del cervello?

Perché fa clic nella testa quando si cammina?

Tassi di VES negli uomini e nelle donne in un esame del sangue

Come viene eseguita una risonanza magnetica cerebrale?

La risonanza magnetica (MRI) del cervello è una procedura che consente di vedere le strutture del cervello e identificare varie malattie. È innocuo, sicuro, indolore e atraumatico, ma allo stesso tempo altamente informativo.

Su cosa si basa la risonanza magnetica del cervello

L'effetto diagnostico della risonanza magnetica del cervello si basa sulla risonanza magnetica nucleare. In risposta alla potente radiazione generata dal generatore, i nuclei di idrogeno atomico contenuti nei tessuti si allineano lungo le linee di forza del campo elettromagnetico e iniziano a vibrare. Ogni atomo diventa come un mini-yula rotante, emettendo onde di energia.

Diverse strutture emettono diverse quantità di energia - alcune la danno più intensamente, mentre altre - più deboli. La differenza viene registrata da un dispositivo che scatta immagini (sezioni) in diverse proiezioni.

Per questo, il paziente viene posizionato all'interno di un tomografo, in cui i generatori mantengono un campo elettromagnetico ad alta frequenza. Speciali emettitori radio generano impulsi e le bobine registrano l'energia inviata dalla vibrazione degli atomi.

Le immagini slice risultanti vengono combinate utilizzando uno speciale programma per computer in una matrice tridimensionale, in cui le aree malsane scure o chiare vengono visualizzate su uno sfondo grigio.

Vantaggi della risonanza magnetica rispetto ad altri metodi

Un esame MRI fornisce risultati molto più accurati rispetto ai raggi X, all'ecoencefalografia (EchoEG), agli ultrasuoni e ad altre opzioni diagnostiche. Consente di ottenere la massima quantità di dati sui tumori esistenti, malattie, cambiamenti post-traumatici e post-ictus. A differenza della TC e dei raggi X, in questo caso il corpo non viene irradiato.

Sulle immagini finite, vengono visualizzati solo i tessuti molli. Le ossa del cranio non sono visibili, quindi non interferiscono con l'analisi e la decodifica.

Il mezzo di contrasto utilizzato per la diagnostica MRI ha molte meno probabilità di causare reazioni allergiche rispetto ai mezzi di contrasto per raggi X usati per i raggi X.

Com'è la procedura

Il paziente si toglie tutti i gioielli in metallo ed estrae le protesi rimovibili contenenti metallo.

Il paziente viene posto su un tavolo mobile e fissato con cinture speciali. Questa misura è necessaria, poiché ci vorrà molto tempo per giacere all'interno del tomografo, rimanendo immobile..

Sulla testa viene messo un dispositivo dotato di fili che trasmettono e ricevono segnali radio. L'attrezzatura è abbastanza rumorosa e noiosa con clic e fischi costanti. Pertanto, le orecchie del paziente sono protette con tappi per le orecchie. Successivamente, il tavolo entra nel dispositivo e lo specialista si siede al computer, che analizza ed elabora i dati trasmessi..

La tecnica scatta foto, la cui qualità dipende dalle caratteristiche di un particolare scanner MRI. Più sottili sono i tagli visivi realizzati dall'attrezzatura, più accurate saranno le immagini finali. La durata della diagnosi è di 20-30 minuti e, quando si utilizza il contrasto, fino a un'ora.

Dopo la diagnostica MRI, puoi tornare immediatamente alla tua vita abituale. Non si verificano effetti collaterali successivamente e durante l'esame MRI, ad eccezione di un'allergia estremamente rara ai sali di gadolinio.

Le immagini finite vengono consegnate alle mani stampate o registrate su un supporto magnetico - disco o scheda flash. Possibilità di invio a e-mail con notifica SMS.

Tipi di risonanza magnetica del cervello

  • Standard - fatto senza l'introduzione di soluzioni contrastanti, ma allo stesso tempo fornisce una quantità sufficiente di informazioni.
  • Al contrario, prima di iniettare in vena preparati contenenti sali di gadolinio - acidi gadopentetici e gadoterici, Omniscan, Magnevist, ecc. Queste soluzioni penetrano nel flusso sanguigno e, una volta nei raggi di un tomografo RM, illuminano il "quadro" risultante. Allo stesso tempo, le aree modificate diventano meglio visibili, il che semplifica la decodifica. La tecnica è più spesso utilizzata per identificare anomalie vascolari, sclerosi multipla e formazioni tumorali. La dose di mezzo di contrasto viene selezionata individualmente, tenendo conto del peso.
  • Angiografia RM: viene eseguita per valutare lo stato dei vasi sanguigni in caso di aterosclerosi, aneurismi, coaguli di sangue e condizioni pre-ictus. Realizzato con gadolinio a contrasto per mostrare in dettaglio i problemi di flusso sanguigno.
  • Risonanza magnetica della ghiandola pituitaria - un'appendice, che è una ghiandola endocrina. La ghiandola pituitaria secerne gli ormoni responsabili della funzione riproduttiva, del metabolismo dei tessuti e della regolazione della crescita umana. L'esame è prescritto per sospetto adenoma, un tumore benigno che causa dolore simile all'emicrania, disturbi ormonali, gigantismo, infertilità, obesità e disfunzione sessuale. Lo stesso metodo rivela formazioni ipofisarie maligne con sintomi simili e accompagnate da un pronunciato deterioramento della salute..

Formazione

La procedura MRI non richiede una preparazione speciale, quindi viene eseguita in qualsiasi momento della giornata. Se è prevista l'anestesia, la sera è consentita solo una cena leggera e al mattino non si dovrebbe fare colazione e nemmeno bere acqua, in modo da non provocare vomito post-anestetico..

Indicazioni per l'anestesia generale alla risonanza magnetica

La sedazione endovenosa o inalatoria è necessaria solo per i pazienti che non sono in grado di mantenere il corpo immobile per lungo tempo. Principali indicazioni per l'anestesia generale:

  • La claustrofobia è una paura degli spazi chiusi. Tali pazienti, essendo all'interno dell'apparato, sperimentano il panico, che influisce negativamente sulla loro salute e rende impossibile la diagnostica MRI..
  • Disturbi mentali accompagnati da comportamenti imprevedibili e alta eccitabilità.
  • Movimenti involontari della testa incontrollati (oscillazioni, tremori, tic).
  • Epilessia e altri tipi di prontezza convulsiva e convulsioni: l'anestesia viene somministrata solo per via endovenosa a causa del rischio di provocare un attacco convulsivo.
  • Prima infanzia. I bambini piccoli non possono stare fermi a lungo in uno scanner MRI, quindi viene mostrata l'anestesia con maschera leggera.
  • Sindrome da dolore grave, in cui la permanenza prolungata in una posizione provoca disagio, crampi, dolore e spasmi.

Indicazioni per la risonanza magnetica per immagini del cervello

  • Neoplasie o loro metastasi. La diagnostica è prescritta per dolori persistenti simili all'emicrania, perdita improvvisa della vista e dell'udito, allucinazioni uditive, olfattive e visive, attacchi di confusione, disturbi improvvisi della lettura e della scrittura, spesso associati all'oncopatologia.
  • Epilessia e altre malattie che si manifestano come svenimenti, confusione e convulsioni.
  • Sospetta cavità cistica singola o multipla piena di liquido, sanguinolenta o altro.
  • Possibile presenza di parassiti (cisticerco ed echinococco) trasportati lungo il letto vascolare con flusso sanguigno all'interno della testa.
  • Infiammazioni - meningite, encefalite, aracnoidite, mielite. Infezioni causate da infezioni: morbillo, herpes, tubercolosi, toxoplasmosi, encefalite trasmessa da zecche.
  • Riabilitazione dopo ictus, trauma cranico e intervento chirurgico. Con l'aiuto della risonanza magnetica, il medico valuta l'efficacia del trattamento e prevede i risultati a lungo termine.
  • La probabilità di sviluppare la sclerosi multipla, il morbo di Alzheimer e altri processi degenerativi.
  • I bambini vengono esaminati per patologie congenite e idrocefalo.

Con tutte queste malattie, la vita e la salute dipendono direttamente da una diagnosi tempestiva. Pertanto, al minimo sospetto di disturbi cerebrali in te stesso o in un bambino, devi venire in clinica ed essere esaminato.

Cosa mostrano i risultati

L'esame MRI, specialmente con l'aumento del contrasto, rivela numerosi processi patologici. Sigilli, cavità cistiche, ematomi (accumuli di sangue) sono visti in dettaglio nelle sezioni. Vengono assegnati cicatrici, parassiti e loro cisti, focolai di degenerazione, sclerosi e infiammazione.

Vengono diagnosticate alterazioni vascolari, manifestate da ridotta pervietà, restringimento o dilatazione dei vasi sanguigni, comparsa di aneurismi (rigonfiamento delle pareti) e trombosi.

Viene determinato il grado di danno tissutale nelle lesioni cerebrali traumatiche, ictus emorragici e ischemici. Le aree colpite appaiono più chiare e sono visibili anche con piccole dimensioni e scarsi sintomi neurologici.

Vengono determinate malformazioni congenite: sottosviluppo e ipertrofia dell'organo, giroscopi piccoli e posizionati in modo errato, cisti, oloproencefalia - assenza di divisione in emisferi. Viene rivelato l'idrocefalo: l'accumulo di liquido nei ventricoli, che, con questa anomalia, è notevolmente aumentato.

Le aree patologiche e le neoplasie sembrano macchie scure o chiare di varie dimensioni e forme che si stagliano su uno sfondo grigiastro. I sigilli oncologici, specialmente quelli maligni, hanno bordi sfocati e irregolari e zone circostanti di necrosi.

Si consiglia di sottoporsi periodicamente alla diagnostica MRI per tutti coloro che sono stati trattati per oncopatologie di qualsiasi localizzazione. Rileva le metastasi, che di solito accompagnano la recidiva del cancro.

Quante volte può essere eseguita una risonanza magnetica cerebrale

Poiché la diagnostica MRI non è accompagnata da esposizione alle radiazioni, può essere eseguita indefinitamente senza il minimo rischio. Pertanto, se il medico ha inviato un secondo studio, non dovresti preoccuparti. Ciò non causerà conseguenze negative per il corpo..

Controindicazioni

  • Pacemaker installati e altri dispositivi elettronici che non funzionano correttamente a causa del campo elettromagnetico circostante.
  • Protesi fisse con elementi metallici in bocca, corone contenenti metallo, apparecchi ortodontici e altre costruzioni ortodontiche. Il metallo in essi contenuto viene riscaldato da una calamita e si deteriora, danneggiando il tessuto circostante.
  • Inchiostro metallico tatuato sulla pelle. Il calore degli elettromagneti può causare ustioni in queste aree. In assenza di informazioni sui pigmenti. usato quando si applica un tatuaggio, è meglio non rischiare e fare una TC, un'ecografia o una radiografia. L'esame è vietato anche per qualsiasi piercing metallico che non può essere rimosso.
  • Uno studio MRI con mezzo di contrasto non viene eseguito durante la gravidanza e se i mezzi di contrasto sono intolleranti. Tale esame non è prescritto per gravi patologie renali che complicano l'escrezione di gadolinio..

La risonanza magnetica è una procedura sicura e altamente informativa che rileva patologie nelle prime fasi. Pertanto, in caso di fenomeni simili all'emicrania, compromissione della coordinazione, forte diminuzione dell'udito e della vista, svenimenti, progressivo deterioramento della memoria, è imperativo andare in clinica ed essere esaminati. Il prezzo della diagnostica RM è basso e abbastanza abbordabile per moscoviti e residenti nella regione di Mosca.

MRI del cervello

Il cervello umano è l'organo più difficile da studiare e diagnosticare una malattia. Ma con lo sviluppo e il miglioramento della risonanza magnetica, è diventato molto più facile esaminare questa parte del corpo umano. La risonanza magnetica del cervello è una procedura popolare e piuttosto informativa che aiuta a identificare eventuali irregolarità nel lavoro di questo organo..

Nonostante il fatto che la risonanza magnetica per immagini sia ora ampiamente ascoltata, questa procedura solleva molte domande nei pazienti: risonanza magnetica della testa - che cos'è? Perché una risonanza magnetica del cervello? Come viene eseguita questa procedura e cosa mostra?

L'essenza della manipolazione

La risonanza magnetica per immagini del cervello è una diagnosi moderna che fornisce informazioni utili massime sullo stato del tessuto cerebrale senza interferire con le sue strutture. Tale risonanza magnetica della testa viene eseguita su un tomografo. Questo è un dispositivo speciale che crea un forte campo magnetico che mantiene uno stato di magnetismo stabile nel corpo del paziente..

I segnali radio emessi dal corpo del paziente vengono trasmessi alle apparecchiature informatiche e lo specialista può visualizzare una visualizzazione dettagliata di alta qualità dell'organo esaminato. I tomografi moderni consentono di ottenere un'immagine su qualsiasi piano, mentre il paziente è in una posizione. Durante una risonanza magnetica del cervello, le ossa del cranio non rovineranno l'immagine, poiché non brillano e non si sovrappongono.

Durante la manipolazione, il radiologo può regolare in modo indipendente la frequenza desiderata sull'unità MRI per dettagliare gli oggetti di studio. Pertanto, la risonanza magnetica della testa consente di vedere formazioni nasali, deformità nella cavità orale e problemi ai canali uditivi..

Tipi e modalità di risonanza magnetica

Comprendendo la domanda su cosa sia una risonanza magnetica cerebrale, un paziente può trovarsi di fronte a una certa classificazione. Per aumentare l'efficienza, sono state sviluppate alcune modalità di esecuzione della tomografia magnetica:

  • Uno studio standard consente di identificare masse benigne e maligne, nonché aree con la diminuzione più pronunciata del flusso sanguigno.
  • L'angiografia a risonanza magnetica consente di valutare l'anatomia dei vasi sanguigni e le caratteristiche funzionali del flusso sanguigno.
  • La Trattografia fornisce immagini pesate in diffusione. Grazie a ciò è possibile esaminare i tratti della materia bianca del cervello, riconoscerne la direzione, identificare spostamenti o deformazioni, valutarne l'integrità.
  • La risonanza magnetica in perfusione consente di valutare il flusso sanguigno anche nei vasi sanguigni più piccoli. Inoltre, questo metodo mostra non solo la quantità di sangue, ma anche il tempo necessario.
  • La risonanza magnetica funzionale viene eseguita per misurare i cambiamenti nel flusso sanguigno innescati dall'attività neuronale. Il processo determina l'attivazione di una certa area del cervello sullo sfondo del suo normale funzionamento sotto l'influenza di fattori fisici o condizioni patologiche.

Inoltre, esistono 2 tipi principali di risonanza magnetica cerebrale, con e senza miglioramento del contrasto. La priorità è il primo tipo, che fornisce una diagnosi completa. L'esecuzione della risonanza magnetica senza contrasto è appropriata solo se la procedura di risonanza magnetica del cervello viene eseguita a scopo profilattico o se ci sono controindicazioni alla sua introduzione.

Indicazioni

I pazienti sono spesso interessati al motivo per cui viene eseguita una risonanza magnetica del cervello e quali condizioni e malattie può rilevare tale esame? In effetti, uno studio del cervello rivela molte delle sue gravi malattie e disturbi..

La risonanza magnetica della testa e del collo può essere prescritta per le seguenti condizioni:

  • frequenti mal di testa e vertigini;
  • perdita dell'udito, sensazione di suono in una o entrambe le orecchie in assenza di una fonte sonora esterna;
  • stordimento;
  • i primi segni di un ictus;
  • intorpidimento e debolezza delle braccia e delle gambe;
  • contrazioni rapide e ritmiche dei muscoli del tronco o degli arti;
  • diminuzione della memoria e della concentrazione, disturbi del linguaggio, una chiara diminuzione dell'intelligenza;
  • violazione del ritmo cardiaco;
  • ipertensione persistente;
  • compromissione della coordinazione dei movimenti e svenimenti;
  • deficit visivo;
  • distonia vascolare;
  • Sindrome dell'affaticamento cronico;
  • disordini mentali.

Inoltre, la risonanza magnetica della testa viene eseguita per esaminare gli occhi, le orecchie, i nervi uditivi e ottici, diagnosticare malattie della ghiandola pituitaria e rilevare le cause di edema, ascessi o infezioni. Se i pazienti hanno una predisposizione ereditaria a ictus o infarto, devono sottoporsi a una risonanza magnetica della testa ogni 2 anni.

Indicazioni per la risonanza magnetica utilizzando il contrasto:

  • Sospetto di un carcinoma infettivo, infiammatorio o. I tessuti danneggiati tendono ad accumulare bene il mezzo di contrasto.
  • Tumore maligno. Con l'aumento del contrasto, i bordi del tumore e la sua struttura sono meglio visibili.
  • Dopo un intervento chirurgico al cervello. La risonanza magnetica con mezzo di contrasto aiuta a valutare la qualità della rimozione del tumore ed esclude la comparsa di nuove lesioni.
  • Cerca metastasi cerebrali. Il miglioramento del contrasto aumenta la probabilità di rilevare la diffusione di cellule tumorali dal sito di origine (tumore primario) ad altre parti e organi del corpo del paziente.
  • Valutazione dell'attività del processo di sclerosi multipla. Aiuta a determinare i metodi di trattamento..

Ciò che mostra la risonanza magnetica del cervello non può essere espresso in poche parole. Nel processo, è possibile rilevare una neoplasia, un processo infiammatorio, un danno selettivo alla guaina mielinica, una circolazione cerebrale compromessa (ictus), una patologia della struttura dei vasi cerebrali e manifestazioni gerontologiche. Con l'aiuto della risonanza magnetica, viene diagnosticata la maggior parte delle malattie del cervello. E viene eseguito anche per chiarire i risultati della ricerca ottenuta durante altri esami o per monitorare il decorso delle malattie in dinamica.

Controindicazioni

A prima vista, la diagnostica MRI è considerata assolutamente sicura, ma è possibile farlo per tutti i pazienti in modo indiscriminato? No, la risonanza magnetica viene eseguita tenendo conto delle controindicazioni assolute e relative esistenti. Il medico non può ammettere il paziente alla procedura in questi casi:

  • valvole cardiache artificiali;
  • stent coronarici;
  • pacemaker, driver della frequenza cardiaca artificiale;
  • pompe per insulina;
  • impianto cocleare;
  • protesi ossiculari;
  • elettrosmulazione del nervo vago;
  • lenti intraoculari;
  • fermagli metallici dopo l'intervento chirurgico al cervello e ai vasi sanguigni;
  • impianti metallici;
  • portare un bambino nel primo trimestre.

Controindicazioni relative alla risonanza magnetica: condizione generale grave del paziente, epilessia, schizofrenia (solo accompagnata), incapacità del paziente di rimanere immobile sullo sfondo di sindrome del dolore o malattie neurologiche, paura di uno spazio ristretto.

Esecuzione della procedura

Non ci sono differenze fondamentali nel modo in cui viene eseguita una risonanza magnetica cerebrale dalle prestazioni standard di questo esame. Il paziente si toglie i vestiti e qualsiasi oggetto estraneo (gioielli, protesi rimovibili, occhiali). Il paziente giace supino su un tavolo mobile, dove viene fissato con cinture speciali. Un "elmo" viene messo sulla testa. Il tavolo mobile è posizionato nel tunnel del tomografo e il radiologo si trova sul posto di lavoro davanti ai monitor nella stanza accanto..

L'aumento del contrasto può essere effettuato in 2 modi. Il farmaco viene somministrato una volta per via endovenosa appena prima della scansione (0,2 mg / 1 kg di peso corporeo del paziente). Oppure viene iniettato per via endovenosa utilizzando un erogatore speciale. Ai pazienti con una psiche mobile ea chiunque ne faccia richiesta vengono somministrati sedativi. Durante il processo di scansione, il paziente sarà disturbato dal rumore, quindi potrà utilizzare i tappi per le orecchie.

Il paziente deve essere immobilizzato il più possibile per una media di 60 minuti e cooperare chiaramente con il diagnostico se impartisce comandi. Al termine della procedura, la decrittazione primaria può essere ottenuta entro 20 minuti. Una conclusione più dettagliata può essere preparata per 1-3 giorni..

La risonanza magnetica del cervello, dei vasi della testa e del rachide cervicale viene eseguita in molte cliniche e ci sono molte ragioni per questo. Ciò che mostra la risonanza magnetica della testa viene inserito nel protocollo di studio, indicando la forma, le dimensioni e le condizioni di tutte le strutture diagnosticate. Dopo la decrittazione, il radiologo lo consegna al paziente e ad esso è allegato anche un film con immagini o una versione del tomogramma registrata su un supporto elettronico.

Solo il medico curante, non il diagnostico, può trarre una conclusione sul significato di ciò che rileva la risonanza magnetica e anche scegliere la tattica del trattamento. Pertanto, i risultati dello studio devono essere trasferiti a lui.

Decodificare i risultati

Nella descrizione di una risonanza magnetica, il radiologo determina un cervello sano o la presenza di patologie. Ciò che un cervello sano può mostrare è descritto come segue:

  • Tutte le strutture del cervello sono sviluppate correttamente, il grado di intensità del segnale di risonanza rientra nei limiti normali.
  • Le cavità del liquido cerebrospinale si sviluppano correttamente senza restringersi o espandersi.
  • Gli spazi a fessura nel guscio esterno dei vasi cerebrali, così come la cavità tra la pia madre e l'aracnoide, non sono espansi. I solchi e le pieghe della corteccia cerebrale sono normali.
  • Le strutture anatomiche del cervello sono di dimensioni normali senza spostamento.
  • Non è presente la sindrome della "sella turca vuota", nell'appendice cerebrale inferiore non sono state riscontrate patologie.
  • Non ci sono segni di patologia nelle ossa del cranio che contengono il bulbo oculare e le sue appendici, nei seni e nel padiglione auricolare.
  • Il tessuto cerebrale non ha cambiamenti locali e diffusi.
  • Il contrasto riempie uniformemente la rete vascolare del cervello.

Non vale la pena analizzare i risultati dopo aver subito la procedura da soli, poiché alcuni tipi di deviazioni possono essere rilevati anche in persone sane, ma non hanno un significato clinico importante..

Recensioni dei pazienti

Leggere in teoria come va la diagnostica va bene, ma scoprire il feedback di chi l'ha già provato è molto più interessante.

La risonanza magnetica è un potente strumento che diagnostica con precisione e consente una diagnosi corretta e completa. Il radiologo del centro diagnostico può decifrare la risonanza magnetica del cervello, ma formulare un'opinione sulla risonanza magnetica e solo il medico curante dovrebbe prescrivere il trattamento.

Come viene eseguita una risonanza magnetica cerebrale: cosa mostra

La risonanza magnetica è un moderno metodo diagnostico che aiuta a ottenere sezioni di tessuto strato per strato, indispensabile nella diagnosi di molte malattie.

La risonanza magnetica del cervello rivela non solo neoplasie patologiche, ma visualizza anche aree di ischemia, aree di cambiamenti nel tessuto cerebrale e determina anche anomalie vascolari.

La modalità angiografica potenziata dal contrasto rileva coaguli di sangue, costrizioni anatomiche e protrusioni aneurismatiche.

  1. Cos'è la risonanza magnetica del cervello e dei vasi sanguigni
  2. Quando programmare una risonanza magnetica
  3. Controindicazioni
  4. Preparazione per una risonanza magnetica del cervello
  5. Come è l'esame
  6. Come vengono decrittografati i dati
  7. Cosa si può vedere su una risonanza magnetica
  8. Costo diagnostico
  9. Ulteriore esame del cervello
  10. Recensioni dei pazienti
  11. video

Cos'è la risonanza magnetica del cervello e dei vasi sanguigni

L'angiografia a risonanza aiuta a identificare le anomalie dei grandi vasi: arterie vertebrali e carotidi, vasi del circolo di Willis. Può essere eseguito sia con l'introduzione del contrasto, sia senza di esso..

L'esame con mezzo di contrasto rivela aneurismi vascolari. L'accumulo di mezzo di contrasto indica processi attivi: oncopatologia e crescita del fuoco, sclerosi multipla.

Quando programmare una risonanza magnetica

La risonanza magnetica della testa è prescritta in caso di sintomi neurologici o per rilevare cambiamenti dinamici nelle malattie cerebrali croniche.

Indicazioni per la diagnostica:

  • trauma cranico aperto o chiuso, inclusi commozione cerebrale, contusioni;
  • ictus emorragico e ischemico;
  • incidente cerebrovascolare transitorio;
  • svenimenti frequenti, specialmente con mal di testa;
  • tumori, neoplasie;
  • disturbi endocrini nella patologia ipofisaria (sindrome metabolica);
  • Morbo di Alzheimer e altre patologie degenerative;
  • parossismi emicranici, frequenti mal di testa;
  • sclerosi multipla;
  • anomalie e patologie dello sviluppo del cervello;
  • paralisi cerebrale;
  • patologia vascolare, comprese lesioni aterosclerotiche delle arterie cerebrali;
  • sindrome epilettica;
  • violazioni dell'apparato vestibolare;
  • Morbo di Parkinson e altre lesioni nucleari;
  • compromissione della memoria;
  • diminuzione della sensibilità: tattile, udito, olfattivo, vista;
  • infiammazione del cervello (encefalite) e / o delle membrane (meningite) di varie eziologie;
  • intervento chirurgico (osservazione dinamica prima e dopo l'intervento).

Per rilevare i disturbi vascolari, è preferibile l'angiografia MRI, le neoplasie e i segni di sclerosi multipla richiedono un contrasto obbligatorio.

Gli studi sul cervello sono spesso necessari per la ricerca diagnostica della causa dei sintomi neurologici acuti: neurite e nevralgia dei nervi cranici, anisocoria (diversi diametri pupillari), atrofia del nervo ottico e alterazioni del fondo oculare durante l'esame oftalmologico, asimmetria facciale.

Controindicazioni

Panoramica La risonanza magnetica del cervello è completamente sicura, poiché la diagnostica utilizza radiazioni magnetiche innocue per il corpo umano.

Tuttavia, poiché il dispositivo è un enorme magnete, l'esame può essere pericoloso per le seguenti categorie di persone:

  • persone con impianti metallici (placche nel cranio, ossa tubolari, articolazioni);
  • pazienti con pacemaker in metallo;
  • pazienti tatuati che usavano inchiostri metallici nelle loro vernici;
  • diabetici con pompe per insulina cucite;
  • clip e reti installate durante l'intervento chirurgico sui vasi cerebrali affetti da aterosclerosi;
  • eventuali corpi estranei di natura metallica all'interno del corpo umano.

Queste controindicazioni sono associate alle principali proprietà del magnete, di attirare a sé corpi metallici.

Ciò può portare all'interruzione del pacemaker e del microinfusore con l'interruzione del loro lavoro, lo spostamento di clip e reti con recidiva dei sintomi, danni alla parete vascolare e formazione di sanguinamento intracranico..

Ci sono controindicazioni all'introduzione del contrasto. La sostanza somministrata per via endovenosa viene escreta dai reni, pertanto, per le persone con malattie del sistema urinario, specialmente con insufficienza renale, tale diagnosi è categoricamente controindicata..

Anche la tomografia della testa non è raccomandata per le donne in gravidanza, poiché le conseguenze per il feto sono poco conosciute e imprevedibili..

Bisogna fare attenzione a diagnosticare le persone con claustrofobia e malattie mentali. Ha a che fare con come sta andando la ricerca..

Preparazione per una risonanza magnetica del cervello

Non è richiesta alcuna formazione speciale. Può esser effettuato su indizi urgenti dopo un trauma cranico. La diagnostica di routine viene eseguita su appuntamento.

La preparazione richiede uno studio con mezzo di contrasto. Le principali complicanze della diagnosi sono una reazione allergica al farmaco iniettato, pertanto, prima dello studio, a volte viene eseguito un test di sensibilità al contrasto.

La diagnostica è vietata anche per le persone con insufficienza renale, poiché la sostanza viene escreta dal corpo dal sistema urinario..

Alcuni centri diagnostici richiedono un esame del sangue della creatinina dal paziente prima della somministrazione del contrasto..

Immediatamente prima della diagnosi, è necessario rimuovere gioielli (catene, orecchini, fermagli), protesi dentali in metallo, poiché possono distorcere i risultati e interrompere il funzionamento del dispositivo.

Come è l'esame

Durante la diagnosi, il paziente viene portato all'interno del dispositivo sul tavolo, che bussa rumorosamente durante la procedura.

Quanto dura una risonanza magnetica? Il tempo richiesto per la risonanza magnetica senza contrasto è di circa 15 minuti, con contrasto - il doppio del tempo, pertanto si raccomanda che tali pazienti siano preventivamente sedati (calmati).

  • Tipo aperto. Il vantaggio di un tomografo aperto è l'assenza di una telecamera in cui viene portato il paziente. Con l'aiuto della diagnostica aperta, vengono effettuati studi su qualsiasi categoria di persone: non c'è limite di peso, i pazienti con claustrofobia si sentono molto più facilmente.
  • Tipo chiuso. Il paziente viene portato all'interno dell'apparato sul tavolo. Lo studio è più accurato, poiché non vi è alcun rischio di artefatti.

Prima di uno studio di contrasto, si sconsiglia al paziente di mangiare 2-3 ore prima della diagnosi, poiché aumenta il rischio di sviluppare reazioni autonome, che si manifesta sotto forma di nausea, mal di testa dopo lo studio. Innanzitutto, viene eseguita una scansione nativa, quindi viene iniettato il contrasto per via endovenosa, le immagini vengono scattate a 2-3 minuti nella fase arteriosa del passaggio del contrasto.

Dopo l'esame, il paziente lascia la cabina, i risultati diventano noti 0,5-3 ore dopo l'analisi da parte del medico.

Come vengono decrittografati i dati

La decodifica dei risultati viene effettuata sulla base di un confronto tra la norma e i dati ottenuti durante lo studio del cervello. Cominciano a valutare i risultati già durante la diagnosi, quando le fette vengono alternativamente visualizzate sullo schermo.

Dopo la diagnosi, la valutazione dei risultati e la descrizione delle immagini dura non più di tre ore, trascorse le quali il paziente riceve una stampa con la conclusione e una selezione di immagini.

In un'immagine possono essere presenti fino a 40 sezioni. Gratuitamente, al paziente può essere fornito un esame completo in formato elettronico su supporto disco o inviato via e-mail.

Gli studi vengono archiviati nella memoria del dispositivo e possono essere recuperati su richiesta di parenti o pazienti.

Cosa si può vedere su una risonanza magnetica

Cosa mostra una risonanza magnetica del cervello??

La decodifica indica la presenza o l'assenza di masse, aree ischemiche della corteccia cerebrale, focolai di emorragia. Utilizzando i programmi, vengono calcolate le dimensioni del sistema ventricolare, l'espansione delle fessure interemisferiche e degli spazi intratecali.

Sulla risonanza magnetica puoi vedere:

  • cisti;
  • idrocefalo;
  • ascessi;
  • sinusite (oscuramento delle aree dei seni);
  • ematomi;
  • violazione dell'integrità delle strutture ossee in caso di lesione traumatica;
  • tumori;
  • focolai di sclerosi e distruzione del tessuto cerebrale. Un tumore al cervello

La risonanza magnetica integrata non è solo lo studio della struttura anatomica del cervello, ma anche la risonanza magnetica funzionale (fMRI).

In questo caso, grazie alla capacità del tomografo di tracciare i protoni, il dispositivo registra focolai attivi di materia grigia, in cui si verificano processi patologici. La ricerca sull'informatività è paragonabile all'encefalografia.

Costo diagnostico

La ricerca è una delle più costose. Il prezzo di una normale scansione varia da 2,5-4 mila rubli.

L'introduzione di un mezzo di contrasto raddoppia il costo. La risonanza magnetica con angiografia senza l'introduzione di un mezzo di contrasto richiede una migliore elaborazione del computer e attrezzature più accurate, quindi il costo della diagnostica a volte supera gli 8 mila rubli.

Il riesame nei centri privati ​​viene spesso effettuato con uno sconto del 50%. La diagnostica TC del cervello costa la metà, ma l'informatività della risonanza magnetica è innegabilmente più alta.

Ulteriore esame del cervello

Esistono alternative alla risonanza magnetica:

  • Scansione TC del cervello. Lo studio è meno informativo e più dannoso, poiché utilizza fasci ionizzanti a raggi X, che visualizzano principalmente le strutture ossee. Il miglioramento del contrasto viene eseguito per studiare il cervello.
  • EEG. Un encefalogramma rivela cambiamenti nell'attività elettrica di parti del cervello, che è particolarmente informativo per crisi epilettiche, crescita di focolai di cancro, danni alle strutture corticali, disturbi della memoria.
  • Potenziali evocati. Vengono rilevati disturbi dell'innervazione cranica. Vengono esaminati i nervi ottici e uditivi.

Recensioni dei pazienti

Lo studio ha ricevuto molte recensioni positive da parte dei pazienti. La diagnosi è indolore, il tempo necessario per la sua attuazione non è superiore a 30 minuti, mentre le informazioni ottenute durante lo studio sono estremamente informative e necessarie per fare una diagnosi, determinando le tattiche di ulteriore trattamento.

L'unico inconveniente della ricerca è il suo costo. Le procedure gratuite vengono eseguite nelle istituzioni governative su base pianificata su appuntamento, che a volte si estende per mesi.

La risonanza magnetica del cervello è uno studio importante necessario per fare una diagnosi definitiva della maggior parte delle patologie neurologiche e determinare le tattiche di ulteriore gestione del paziente.

La diagnosi è indolore e non invasiva, ma il costo è elevato. Spesso è necessario un ulteriore miglioramento del contrasto dopo la normale scansione.

Quando viene eseguita e cosa mostra una risonanza magnetica del cervello?

Il cervello umano è un organo complesso difficile da studiare e diagnosticare. Allo stesso tempo, è l'organo più importante del corpo umano, responsabile del lavoro di altri importanti sistemi..

La risonanza magnetica è uno dei metodi più efficaci per studiare il cervello e identificare varie patologie in esso. Questo studio è assegnato non solo a pazienti adulti, ma anche a bambini piccoli. Rispetto ad altre diagnosi, questo metodo è considerato il più sicuro per i bambini..

Cosa mostra una risonanza magnetica, chi può farlo e chi no, come prepararsi e come vengono decifrati i risultati - lo diremo ulteriormente.

Cos'è

La risonanza magnetica è un esame non invasivo che utilizza un campo magnetico ad alta frequenza, basato sullo scatto di un'immagine con un'immagine dettagliata del cervello. I raggi X non vengono utilizzati nella risonanza magnetica del cervello. Questa tecnica aiuta a identificare tumori, aneurismi, patologie nel sistema vascolare e nervoso.

Inoltre, lo studio aiuta a determinare il grado di attività della corteccia. La risonanza magnetica cerebrale può essere eseguita con o senza un mezzo di contrasto. Il contrasto aumenta la differenza tra i tessuti, il che consente di identificare anche le patologie più piccole. È usato raramente a causa del rischio di reazioni allergiche..

I vantaggi della tecnica

La tomografia della testa presenta i seguenti vantaggi:

  • non c'è dolore e non è necessario introdurre oggetti non necessari nel corpo del paziente;
  • una persona non è esposta a radiazioni ionizzanti;
  • l'immagine finita è molto chiara, anche se i tessuti si trovano a profondità diverse;
  • dopo la procedura, il paziente non ha bisogno di riprendersi;
  • un esame completo della testa e della colonna vertebrale superiore viene eseguito come indicato dal medico. Valuta l'attività funzionale del cervello o un'area separata di esso e aiuta anche a identificare i centri cerebrali. Questi dati sono necessari per non danneggiare la parte funzionale del cervello durante l'intervento chirurgico;
  • vengono esaminate quelle parti del cervello chiuse dalle strutture ossee. Altri metodi diagnostici non possono farlo;
  • la tecnica è molto istruttiva e aiuta a dare un quadro completo del sistema vascolare anche senza l'introduzione di un mezzo di contrasto;
  • aiuta a rilevare i tumori in una fase iniziale della loro formazione.

Perché viene effettuato l'esame?

La risonanza magnetica del cervello è considerata il metodo diagnostico più sensibile.

Aiuta a identificare in una fase precoce la presenza di cambiamenti nei tessuti molli e connettivi del rivestimento del cervello: cambiamenti dovuti a incidenti stradali, processi infiammatori, disturbi del sistema nervoso centrale.

Questa diagnosi è progettata per studiare tutte le strutture e parti del cervello: cervelletto, ghiandola pituitaria, parti visive del lobo occipitale, ventricoli cerebrali, parti responsabili della memoria e del pensiero.

Prima dell'esame, il paziente deve essere testato. Secondo loro, viene determinata l'ulteriore tattica dell'esame diagnostico. Ad esempio, se un paziente ha un livello elevato dell'ormone prolattina, gli viene diagnosticato il cervelletto.

Cosa può mostrare una risonanza magnetica? Questa diagnosi rivela la presenza di:

  • Tumori nel cervello. Possono essere benigni, maligni. La tecnica aiuta non solo a trovare la formazione di un tumore, ma anche a monitorarne la crescita, l'andamento del trattamento o il processo di guarigione del paziente dopo l'intervento..
  • Ictus ischemico e infarti cerebrali. L'immagine consente di determinare la zona della lesione ischemica, lo stadio del suo sviluppo, la formazione di edema, la densità dei tessuti interessati, la presenza di necrosi nel tessuto cerebrale.
  • Sclerosi multipla. L'immagine mostrerà le lesioni della guaina mielinica delle fibre nervose. Inoltre, la diagnostica aiuta a studiare il grado della loro distribuzione, stadio, efficacia della terapia..
  • Disturbi mentali che sono esogeni ed endogeni. Tali patologie possono essere ereditarie, derivanti da lesioni cerebrali traumatiche e come conseguenza dello sviluppo di un'infezione virale, avvelenamento tossico. Questa tecnica determina la presenza di differenze funzionali in diverse parti del cervello, disturbi strutturali nel cervello. Grazie a questo, solo la risonanza magnetica può rilevare una malattia come la schizofrenia.
  • Malattie della corteccia cerebrale. Questo dovrebbe includere l'Alzheimer, il morbo di Parkinson. La diagnostica consente di determinare la densità della materia grigia e bianca, l'atrofia cerebrale della corteccia e la subcorteccia del cervello.
  • Lesioni associate a lesioni precedenti. La diagnostica determina la presenza di danni nei vasi, le conseguenze inflitte al cervello. Inoltre, viene determinata la comparsa dei primi segni di IRR..

La risonanza magnetica della testa per i bambini è prescritta per:

  • lo sviluppo di processi infettivi intrauterini e dopo trauma, trauma cranico, commozione cerebrale;
  • disturbi dello sviluppo, ipossia, ischemia;
  • la comparsa dei primi segni di una malattia come la sclerosi multipla;
  • crisi epilettiche ed emorragia cerebrale;
  • aumento della pressione intracranica;
  • la comparsa di cisti, tumori nel cervello e sospetto di essi;
  • cambiamenti nel lavoro della ghiandola pituitaria o presenza di malattie pericolose in esso;
  • interruzione dell'orecchio interno, forte deterioramento dell'udito e dell'attività visiva.

Pertanto, la risonanza magnetica consente di studiare lo stato di tutte le strutture del cervello, per identificare la causa dei frequenti mal di testa del bambino..

Ricorda che i problemi nel cervello a volte causano lo sviluppo dell'autismo in un bambino, quindi questa tecnica è utilizzata molto attivamente in neurologia..

Ci sono differenze tra la risonanza magnetica e la TC del cervello

Una risonanza magnetica del cervello è diversa da altre procedure diagnostiche come la TC. Ha le seguenti caratteristiche:

  • Lo studio si svolge in più proiezioni, quindi ha un grande potenziale.
  • Aiuta a vedere la patologia nelle prime fasi del suo sviluppo. Ad esempio, la progressione dell'ictus ischemico utilizzando la risonanza magnetica può essere rilevata dopo 2-3 ore.
  • Identifica anomalie cerebrali minori nella sclerosi multipla.
  • Viene utilizzato per esaminare quelle parti del cervello che non possono essere studiate utilizzando la tomografia computerizzata: cervelletto, tronco cerebrale.

Indicazioni per

Viene eseguito un esame del cervello per fare una diagnosi o per chiarirla se si sospetta lo sviluppo di gravi patologie.

La risonanza magnetica della testa viene utilizzata dai medici quando:

  • malattie e anomalie nei vasi del cervello;
  • lividi e ferite alla testa, accompagnati da emorragie interne;
  • tumori alla testa e al nodo cerebellare-pontino;
  • problemi con l'attività uditiva e visiva;
  • malattie infettive nel sistema nervoso centrale. Ciò include lo sviluppo di meningite, ascessi, infezione da HIV;
  • condizioni parossistiche;
  • anomalie nei vasi del cervello. Questa categoria include lo sviluppo di aneurismi, trombosi;
  • epilessia e adenoma ipofisario;
  • sclerosi multipla e sinusite;
  • patologie alla base del cranio;
  • malattie neurodegenerative.

Inoltre, tale esame viene eseguito prima o dopo l'intervento chirurgico..

Inoltre, la risonanza magnetica del cervello è prescritta per i pazienti che lamentano:

  • mal di testa, emicrania, vertigini, svenimento. Spesso si verificano quando la dinamica del CSF è compromessa;
  • rumore nei canali uditivi;
  • sanguinamento dalla cavità nasale;
  • un forte deterioramento della memoria e una diminuzione della concentrazione;
  • violazione della sensibilità e coordinazione dei movimenti;
  • disordini mentali.

Controindicazioni per l'uso

I medici notano che le controindicazioni per questa diagnosi possono essere relative o assolute. Se un paziente ha controindicazioni relative, ciò indica che non è desiderabile per lui eseguire la diagnostica. Viene eseguito quando ci sono ragioni serie per questo..

Le indicazioni assolute sono quelle in presenza delle quali è severamente vietata la diagnostica MRI..

Queste indicazioni sono se il paziente ha:

  • pacemaker, neurostimolatori;
  • impianto cocleare, protesi dell'orecchio interno, pompe per insulina;
  • impianti ferromagnetici ed elettronici nell'orecchio medio;
  • protesi nelle valvole del cuore;
  • grandi impianti metallici, frammenti ferromagnetici;
  • Apparato di Ilizarov.

L'elenco delle indicazioni relative a questa diagnosi è il seguente:

  • tremore e incapacità di una persona di trattenere il respiro a lungo durante vari esami;
  • protesi dentarie, apparecchi ortodontici, filtri cava, stent;
  • bypass con innesto dell'arteria coronaria;
  • una clip installata dopo la rimozione della cistifellea;
  • insufficienza cardiaca;
  • gravidanza;
  • dolori in cui una persona non è in grado di rimanere immobile per molto tempo;
  • claustrofobia e monitoraggio fisiologico.

Formazione

Inizialmente, il medico determina se verrà eseguita una scansione MRI con o senza contrasto. Tutte le procedure per la preparazione dello studio dipendono da questa decisione. Se la diagnosi viene eseguita con l'introduzione di un mezzo di contrasto, si consiglia al paziente di rifiutare completamente l'assunzione di cibo e liquidi 5 ore prima della procedura. Immediatamente prima della procedura, il paziente deve togliersi tutti i gioielli e gli accessori, gli orologi da polso.

Ricorda che se il paziente è in una posizione, questo dovrebbe essere segnalato allo specialista prima della diagnosi.

È inoltre necessario segnalare la presenza di malattie croniche e reazioni allergiche a determinati farmaci, claustrofobia.

Se la procedura viene eseguita per un bambino, non è consigliabile che mangi o beva 3 ore prima dell'esame. Se gli viene iniettato un mezzo di contrasto o un'anestesia, l'esame viene eseguito a stomaco vuoto. Prima della procedura, il bambino deve essere mostrato a un anestesista che verificherà se ha una reazione allergica al farmaco iniettato.

Caratteristiche della procedura

Se la risonanza magnetica del cervello viene eseguita con l'introduzione di un mezzo di contrasto, la diagnosi richiederà più tempo.

Fasi del sondaggio:

  1. Il paziente si toglie i vestiti e tutti gli oggetti che contengono linguette di metallo.
  2. Quindi si sdraia su un tavolo mobile. Di solito è sdraiato sulla schiena..
  3. Gli viene quindi somministrato un mezzo di contrasto per via endovenosa. Viene introdotto utilizzando un catetere speciale o manualmente.
  4. Se il paziente non può essere immobile per molto tempo, prende un sedativo.
  5. Le braccia e le gambe sono fissate al tavolo con cinghie. I rulli sono posizionati sotto la testa. Molto spesso vengono utilizzati per i bambini, poiché non possono essere fermi per molto tempo..
  6. Il tavolo inizia a muoversi e viene diretto all'interno della capsula del tomografo. Il medico deve lasciare la stanza in cui si trova il paziente. Controlla la procedura da una stanza speciale. Ciò è dovuto al fatto che i raggi che vengono emessi durante la diagnosi possono essere pericolosi per la salute di una persona che è costantemente presente nella stanza..
  7. La procedura è completamente sicura e indolore. Durante questo, il paziente praticamente non sente nulla..
  8. Durante la diagnosi, il paziente sente un leggero crepitio meccanico dal funzionamento del dispositivo. Potrebbe avvertire una leggera sensazione di formicolio al sito di iniezione..
  9. La durata della procedura è di 1 ora. Per tutto questo tempo, il paziente deve essere immobile. Ciò renderà i risultati più accurati..

Caratteristiche dell'esame dei bambini

È molto difficile per un bambino di qualsiasi età rimanere immobile per molto tempo. A questo proposito, una tomografia del cervello viene eseguita in anestesia farmacologica: viene somministrato propofol.

Se il bambino ha più di 5 anni, gli viene somministrato un sedativo. Prima della procedura, gli parlano e si sintonizzano con lei.

Durante l'esame, al bambino possono essere mostrati cartoni animati e giocattoli. Attualmente, i tomografi aperti stanno diventando sempre più popolari, in cui solo la testa del bambino può entrare nella capsula ei genitori sono nelle vicinanze e gli tengono la mano..

Il bambino deve visitare il bagno prima della procedura. Tutti i dispositivi elettronici e gli oggetti contenenti parti metalliche devono essere portati via da lui. Quindi viene trasformato in abiti speciali. Entrando nella stanza, il bambino dovrebbe essere presentato al dispositivo e dato ad ascoltare come funziona.

La diagnostica può essere eseguita solo quando il bambino si è calmato e acconsente all'esame.

Decrittografia dei dati ricevuti

I risultati vengono decodificati immediatamente dopo la diagnosi. Il radiologo guarda le foto. La decrittografia richiede circa 30 minuti. I risultati dell'analisi vengono rilasciati al paziente o forniti al medico curante.

Cosa mostrerà una scansione MRI? La decrittografia contiene informazioni su:

  • velocità del flusso sanguigno;
  • fluido nel canale del midollo spinale;
  • il grado di diffusione tissutale;
  • attività della corteccia cerebrale durante l'influenza di vari stimoli.

Può mal di testa dopo la diagnosi

Se una persona dopo la diagnosi ha malessere, debolezza, nausea, vomito, vertigini e disorientamento nello spazio, questo è normale. Questa reazione si verifica nelle persone:

  • con maggiore sensibilità;
  • in caso di violazione delle regole della procedura;
  • se sono presenti oggetti metallici sul corpo del paziente o sui suoi vestiti.

Di solito, il disagio scompare da solo, ma se i sintomi non scompaiono per molto tempo, il paziente deve consultare un medico.

Pertanto, la risonanza magnetica del cervello è più vantaggiosa che dannosa. Non può portare alla comparsa di mal di testa e altri dolori in una persona. Aiuterà solo il medico a determinare la natura del dolore che si verifica e fare una diagnosi. Attualmente, questo esame è prescritto per quasi tutti i pazienti che lamentano disagio nella zona della testa..


Articolo Successivo
Quali farmaci vengono solitamente prescritti per trattare i pazienti dopo un infarto miocardico