Vena gonfia sul pene


Le vene gonfie sul pene possono indicare problemi circolatori o disturbi più gravi. In un uomo sano, i vasi praticamente non risaltano sopra la superficie della pelle. Il plesso venoso del pene con flusso sanguigno normale è blu con un diametro di 2-4 mm. Ci sono molte vene sull'organo maschile che si intrecciano tra loro. La loro funzione è volta a garantire l'erezione, il normale deflusso di sangue saturo di anidride carbonica. Le vene gonfie richiedono cure mediche, poiché questo potrebbe essere il primo sintomo dello sviluppo delle vene varicose.

Condizione normale

Le vene sul pene dell'uomo sono praticamente invisibili in assenza di condizioni patologiche. I plessi venosi sono localizzati sotto l'epidermide e nelle aree profonde. Il sistema circolatorio nell'organo è piuttosto complesso, in cui tutte le vene sono intrecciate. I vasi profondi provengono dalla testa del pene e si trovano sotto la membrana connettiva. Successivamente, si osservano intrecciarsi con i corpi cavernosi del pene e confluire nel plesso vascolare, che si trovano vicino alla ghiandola prostatica. Per garantire un rapporto normale, è proprio questa copertura venosa profonda e densa che è necessaria. Il sangue venoso garantisce un apporto sufficiente di sostanze nutritive al pene e l'escrezione dei prodotti di scarto dalle cellule dei tessuti.

Quando è eretta, la vena diventa dura, il che è normale, ma il suo diametro non deve superare i 4 mm.

Cause di gonfiore delle vene sul pene

Gonfiore e infiammazione dei vasi del pene possono segnalare lo sviluppo di vene varicose. Una vena gonfia nel pene può essere associata a:

Il problema può manifestarsi se si assumono farmaci che stimolano la potenza per lungo tempo..

  • intervento chirurgico infruttuoso sull'organo maschile o complicanze postoperatorie;
  • Malattie trasmesse sessualmente;
  • deviazioni in cui il sistema urinario si infiamma e il deflusso di urina è disturbato;
  • patologia del sangue;
  • predisposizione congenita alle vene varicose;
  • astinenza prolungata dallo svuotamento della vescica;
  • uso a lungo termine di farmaci per stimolare la potenza;
  • assumere droghe per prolungare il sesso;
  • masturbazione frequente;
  • trauma del pene;
  • carichi aumentati, a causa dei quali la pressione aumenta;
  • stile di vita insufficientemente attivo;
  • abuso di bevande alcoliche, droghe, nicotina.

Le ragioni per la comparsa di una vena gonfia sul pene non sono sempre associate all'uso di droghe e unguenti per prolungare il sesso. Spesso, la violazione è associata a rapporti sessuali prolungati, in cui un uomo trattiene deliberatamente l'eiaculazione usando varie tecniche. Il sesso prolungato ha un effetto negativo sul sistema venoso-vascolare del pene.

Sintomi

Una persona può notare lo sviluppo della patologia dal fatto che sul pene sono apparse grandi vene. Assumono una tonalità viola e possono ferire alla palpazione. Sul pene si notano protuberanze, escrescenze e formazioni nodose di un colore viola-bluastro. Quando le vene profonde sono colpite, il colore delle eruzioni cutanee patologiche è bianco. Lo stadio iniziale della malattia non influisce in alcun modo sulla funzione sessuale di un uomo; raramente compaiono sensazioni di disagio durante l'intimità sessuale. Le grandi vene non rilevate in tempo portano ai seguenti sintomi:

  • La testa del pene fa male durante il rapporto.
  • C'è gonfiore dallo scroto, il gonfiore massimo si verifica sulla testa del pene.
  • Dolore, fastidioso all'inizio con l'erezione e presto in uno stato di calma.
  • Trombosi. Con un corso avanzato, i coaguli di sangue sono palpabili.
  • Ipersensibilità dei genitali.
  • Disfunzione erettile.

I problemi negli uomini con potenza con le vene varicose sono più probabilmente non fisiologici, ma psicologici. Con un'erezione, si verifica dolore, quindi il paziente cerca di prevenire questa condizione.

Come viene effettuata la diagnosi??

Se una vena del pene è gonfia e infiammata, è necessario consultare un dermatologo, un urologo o un chirurgo il prima possibile. Il medico esamina il capillare danneggiato e chiarisce i sintomi che infastidiscono il paziente. Dopo aver palpato la vena spessa nell'area del pene, verranno prescritte una serie di procedure diagnostiche. Per confermare la diagnosi, è necessario eseguire le seguenti procedure:

  • esame ecografico del plesso venoso del pene mediante Doppler;
  • flebografia con l'introduzione di una soluzione di contrasto nella nave danneggiata.

Un uomo deve assolutamente contattare uno specialista ed essere esaminato in questi casi:

  • La vena sul pene è gonfia, grande, viola e / o deformata.
  • Nodi venosi formati sotto la pelle.
  • C'è dolore e maggiore sensibilità del pene.
  • La pelle diventa blu o ha acquisito una tonalità viola intenso.
  • Compaiono sensazioni spiacevoli e dolorose durante il sesso.
Torna al sommario

Trattamento del disturbo

Se una vena del pene è gonfia, è necessario eseguire immediatamente la terapia per evitare complicazioni. Di norma, per un uomo sono prescritte misure conservative, inclusa l'assunzione di farmaci. Si consiglia di utilizzare contemporaneamente farmaci di azione locale e sistemica. Durante il trattamento, il paziente deve rifiutare i rapporti sessuali. La tabella contiene farmaci che aiutano con le vene varicose del pene:

Gruppo di farmaciNome
FANSIbuprofene
"Butadion"
"Nise"
Anticoagulanti locali"Lyoton"
"Venolife"
Unguento eparina
Flebotonica e sostanze angioprotettive"Troxevasin"
"Venoruton"
"Troxerutin"
Farmaci analgesici"Analgin"
"Baralgin"
"Ketorol"
Torna al sommario

Quando è richiesta la rimozione rapida?

Se non è possibile rimuovere le vene varicose nell'area del pene attraverso la terapia farmacologica, viene prescritta un'operazione. La chirurgia è necessaria anche se una nave sul pene scoppia o si sviluppa una trombosi. La flebectomia è necessaria per le frequenti ricadute delle vene varicose. L'operazione prevede l'escissione della nave danneggiata e la sua legatura. La durata dell'intervento chirurgico non supera un'ora, mentre le manipolazioni vengono eseguite in anestesia generale. Il periodo di recupero non richiede molto tempo e il paziente si sente sollevato dopo essere uscito dall'anestesia. Dopo l'operazione, sono necessari un corso di terapia e l'astinenza dai rapporti sessuali per 2 settimane.

Quanto è pericoloso?

Una vena gonfia non rilevata in tempo nell'area del pene minaccia di gravi complicazioni. Le conseguenze frequenti delle vene varicose includono:

  • trauma al plesso venoso ed emorragia interna;
  • coaguli di sangue sulla testa del pene;
  • lo sviluppo di un'ulcera trofica, che è spesso esacerbata.

Fisiologicamente, le vene varicose del pene non portano all'impotenza.

Prevenzione

È possibile evitare il gonfiore delle vene del pene se si vive una vita sessuale regolare e non debilitante. Vale la pena limitare l'uso di farmaci che ritardano l'eiaculazione. Le cattive abitudini influenzano negativamente il sistema venoso-arterioso, quindi sono escluse. Per la prevenzione, dovresti fare una doccia di contrasto, mangiare cibi ricchi di vitamine, micro e macroelementi.

Vene varicose del pene: cause, fasi, diagnosi e trattamento

L'organo genitale maschile è molto densamente punteggiato di vasi sanguigni, sia grandi che piccoli. Stiamo parlando di un numero enorme di capillari, vene, arterie e di un sistema di valvole complesse, queste ultime forniscono il flusso sanguigno e riempiono con esso il corpo cavernoso durante l'erezione, impedendone anche il deflusso fino a un certo punto.

In considerazione di un equipaggiamento così serio del pene con i vasi sanguigni, è abbastanza logico che questo organo sia suscettibile a una malattia chiamata vene varicose o vene varicose. Nonostante il fatto che questo organo sia raramente affetto da patologia, tali casi si verificano e quindi è importante sapere il più possibile sulla malattia.

Cosa sono le vene varicose del pene

Prima di parlare della forma specifica del processo patologico, è necessario capire cosa costituiscono le vene varicose in generale. Questo termine indica una malattia in cui si verificano una serie di cambiamenti patologici nelle vene:

  • Deformazione del letto venoso;
  • Allungamento della nave;
  • Assottigliamento della parete vascolare;
  • Formazione di noduli e ulcere trofiche.

Il principale fattore sfavorevole è che il sangue non circola bene lungo il letto venoso nella direzione opposta, interrompendo così il normale ciclo della circolazione sistemica.

A causa del fatto che il sangue non può tornare indietro completamente, si verifica un ristagno nelle vene, a causa del quale si verifica una violazione della circolazione sanguigna.

Con le vene varicose del pene, la funzione valvolare delle vene situate sul pene viene interrotta. Ciò porta a processi sanguigni stagnanti, a causa dei quali i vasi sono deformati, allungati, ecc. Naturalmente, questo problema non è solo estetico, ma anche funzionale, ma ne parleremo più avanti..

Cause delle vene varicose nel pene

L'eziologia delle vene varicose del pene è piuttosto ampia, poiché le cause ei fattori dello sviluppo della patologia sono diversi e non è sempre possibile identificarli in tempo. Tuttavia, capire cosa ha innescato la malattia può influire sul successo del trattamento..

Si possono distinguere i seguenti fattori patogenetici:

  • Lesioni al pene, così come alla zona inguinale, il rischio di sviluppare vene varicose è particolarmente alto in caso di danni alla testa.
  • Ritenzione urinaria forzata, quando un uomo soffre spesso, rimandando un viaggio in bagno. Ciò porta alla compressione, che influisce negativamente sulla condizione delle vene dell'organo genitale..
  • Predisposizione ereditaria - stiamo parlando di quei casi in cui i setti venosi sono deboli dalla nascita. Questa caratteristica genetica può farsi sentire a qualsiasi età..
  • Inclinazioni sessuali specifiche, in cui l'eiaculazione viene ritardata artificialmente durante il rapporto;
  • Impegno per la masturbazione.
  • Rapporti sessuali promiscui, soprattutto in caso di sviluppo di varie malattie di genesi infettiva o venerea.
  • Conduzione di operazioni chirurgiche non riuscite sui genitali o effetti collaterali, complicazioni dopo un intervento chirurgico di successo.
  • Malattie del sistema circolatorio che influiscono negativamente sulla circolazione sanguigna o sui vasi sanguigni.
  • Formazione di tumori cancerosi all'inguine, sia benigni che maligni.

Sintomi

Se parliamo dei normali parametri della struttura delle vene sul pene, dovrebbero essere solo leggermente visibili sotto lo strato cutaneo in uno stato non eretto (durante l'erezione, a causa dello stiramento della pelle e dell'allargamento degli organi, sono più chiaramente visibili). Inoltre, in entrambi i casi, lo spessore delle vene non deve superare i 4 millimetri..

Tenendo conto di questi dati, passiamo a considerare i sintomi della patologia:

  • Il primo segno clinico che appare già nelle fasi iniziali dello sviluppo sono i cambiamenti estetici nei vasi del pene. Le vene aumentano, diventano convesse, irregolari, compaiono noduli;
  • Nel tempo, la vasodilatazione è accompagnata dal verificarsi di sensazioni dolorose. Inizialmente, il dolore e il disagio si notano solo con l'erezione, ma in futuro tali sintomi sono presenti anche a riposo. Durante il rapporto, il dolore si intensifica;
  • C'è un cambiamento nel colore della pelle del pene, la pelle diventa iperemica (arrossamento significativo), soprattutto più vicino alla testa;
  • Oltre al gonfiore delle vene e alla formazione di noduli, i processi stagnanti possono essere accompagnati da gonfiore, in questo caso il pene si gonfia in alcuni punti, diventa asimmetrico;
  • Nelle fasi successive, le vene diventano tendinee, fortemente compattate alla palpazione, sono presenti coaguli di sangue. Se la patologia progredisce, possono essere visibili piccole emorragie..
  • Nelle fasi successive dello sviluppo delle vene varicose del pene, la pressione sui vasi aumenta così tanto che esiste una reale minaccia di rottura o sviluppo di trombosi. Inoltre, in tali situazioni, c'è un alto rischio di ematoma sottocutaneo..

Fasi della malattia e ricerca di aiuto

Tenendo conto del quadro clinico descritto, esiste una classificazione dello sviluppo del processo patologico.
Nella pratica clinica, ci sono diverse fasi delle vene varicose del pene:

  1. La prima fase è la più semplice, il dolore e le eventuali sensazioni spiacevoli sono assenti, si tratta esclusivamente di difetti estetici minori. Tuttavia, già in questa fase è importante preoccuparsi e chiedere aiuto a uno specialista, questo impedirà l'ulteriore progressione delle vene varicose ed eviterà gravi conseguenze;
  2. Il secondo stadio è caratterizzato da deformità più gravi, sul pene appare un gran numero di tubercoli di medie dimensioni, possono iniziare dolore e altre sensazioni spiacevoli. In questo caso, quando contatti un medico, puoi comunque evitare gravi conseguenze;
  3. Il terzo stadio è il più grave, le foche compaiono sul corpo e sulla testa del pene, la deformazione raggiunge i suoi valori massimi, così come la pressione. In questo caso, c'è un'alta probabilità di trombosi e grave emorragia..

Naturalmente, prima il paziente nota il problema e va dal medico per risolverlo, meno danni alla salute saranno causati dalla malattia. Solo un trattamento tempestivo salverà la salute degli uomini.

L'effetto delle vene varicose sulla vita sessuale

Prima di tutto, stiamo parlando del problema principale per ogni uomo: una diminuzione dell'erezione, che è provocata da una violazione della circolazione sanguigna. L'incapacità di raggiungere un'erezione influisce anche sullo stato psicologico del paziente..

Anche se stiamo parlando delle fasi iniziali della malattia, il fatto stesso dei cambiamenti estetici influisce negativamente sulla psiche maschile, a causa della quale il rappresentante del sesso più forte inizia a sentirsi insicuro, il che non solo influisce sulla sua salute mentale, ma influisce anche sulla capacità di raggiungere un'erezione o sulla durata del rapporto sessuale. atto.

Il sesso tradizionale con questa malattia è persino utile, ma è importante rispettare una serie di condizioni:

  1. Nessun ritardo nell'eiaculazione;
  2. Nessun lubrificante artificiale;
  3. È vietato interrompere il rapporto sessuale durante l'eiaculazione, utilizzando questo metodo come alternativa alla contraccezione;
  4. Se parliamo della vita sessuale di un uomo in generale, è molto importante abbandonare completamente la masturbazione..
L'effetto delle vene varicose sulla vita sessuale

  • Mezzi per alleviare rapidamente l'affaticamento delle gambe
  • Simulatori per vene varicose: benefici e rischi, è possibile esercitare sui simulatori
  • Vene varicose profonde degli arti inferiori: segni, sintomi, trattamento

Diagnostica

Per un trattamento completo delle vene varicose del pene, è necessario identificare con precisione il grado di progressione del processo patologico (per fare una diagnosi). Per questo, viene eseguita una diagnostica dettagliata, che consiste nelle seguenti attività:

  • Studio della storia del paziente;
  • Esame iniziale, inclusa la palpazione del pene, in alcuni casi anche l'induzione artificiale di un'erezione;
  • Ecografia Doppler - per valutare il processo di circolazione sanguigna e rilevare i coaguli di sangue;
  • Flebografia: il metodo prevede l'introduzione di un mezzo di contrasto nel letto vascolare, seguito da fluoroscopia. Tale esame consente di identificare il grado di deformazione dei vasi, nonché di determinare se le vene situate più in profondità sono interessate.

Sfortunatamente, anche con problemi evidenti, molti uomini non hanno fretta di vedere un medico e invano. Una diagnosi tempestiva consente di iniziare il trattamento prima che la malattia causi gravi danni alla salute.

Trattamento

I metodi di trattamento dipendono completamente da quanto è progredito il processo patologico, nonché dai dati ottenuti durante la diagnosi. Tuttavia, il metodo principale per trattare le vene varicose del pene è la terapia farmacologica, che include l'uso di farmaci dei seguenti gruppi:

  • Farmaci antinfiammatori;
  • Venotonics - progettato per alleviare l'insufficienza venosa;
  • Anticoagulanti, principalmente per uso esterno, che prevengono la coagulazione del sangue e la formazione di coaguli di sangue;
  • Flebotonica: consente di rafforzare le pareti vascolari e stimolare il deflusso della linfa;
  • Analgesici: analgesici necessari per eliminare le sensazioni dolorose.

Nota! Qualsiasi medicinale in una materia così delicata è prescritto esclusivamente da un medico che determina anche la durata della sua somministrazione e regola il dosaggio.

Oltre al trattamento farmacologico, ci sono molti altri metodi che vale la pena discutere in modo più dettagliato..

Uso di farmaci solo come indicato da un medico

Applicazione di sanguisughe

L'irudoterapia eseguita da un terapista esperto può produrre risultati davvero sorprendenti. Le sanguisughe vengono posizionate sulle aree problematiche e, oltre a succhiare il sangue, previene il ristagno del sangue. La saliva delle sanguisughe contiene irudina, una sostanza che riduce le proprietà della coagulazione del sangue e ha anche un effetto antinfiammatorio.

Hirudoterapia nel trattamento delle vene varicose del pene

Operazione

La soluzione del problema mediante intervento chirurgico è richiesta solo nel terzo stadio più grave dello sviluppo della malattia, soggetto a grave progressione della patologia e all'assenza di una risposta adeguata al trattamento conservativo. Durante l'operazione, il chirurgo esegue l'escissione vascolare. Il vantaggio è che l'operazione è facilmente trasferibile e il periodo di riabilitazione è di sole 2-3 settimane.

Prevenzione

È ovvio che è meglio non consentire affatto lo sviluppo della malattia piuttosto che affrontarla e le sue conseguenze. Per fare ciò, devi seguire una serie di semplici consigli:

  • Alimentazione corretta e nutriente;
  • Condurre uno stile di vita attivo e mobile;
  • Esclusione del sesso promiscuo;
  • Non è desiderabile essere coinvolti nella masturbazione o praticare interessi sessuali specifici.

Vene sui genitali negli uomini: norma e patologia, vene varicose, infiammazione

© Autore: Soldatenkov Ilya Vitalievich, medico generico, in particolare per SosudInfo.ru (sugli autori)

Negli uomini senza problemi di salute, le vene sul pene sono quasi invisibili. Non sporgono sopra la superficie della pelle, hanno l'aspetto di vene blu e un diametro di 2-4 mm. Ci sono molte più vene sul pene che arterie. Sono superficiali e profondi, intrecciati tra loro, partecipano al processo di erezione e assicurano il deflusso di sangue saturo di anidride carbonica.

I tronchi venosi iniziano alla testa del pene, passano attraverso i corpi spugnosi e fluiscono nel plesso venoso che circonda la prostata. Le vene del pene si dilatano quando un uomo è eccitato e desidera.

Le vene superficiali che sporgono sopra la superficie della pelle non sono una patologia se il loro diametro non supera i 4 mm. Altrimenti, parlano di vene varicose sul pene, una malattia che richiede un trattamento speciale.

Le vene dilatate sul pene sembrano antiestetiche e causano molti disagi al paziente. Si deformano, si allungano, sporgono sulla pelle, diventano densi, duri e assomigliano a protuberanze. Le vene sulla testa del pene si gonfiano e diventano chiaramente visibili. Le loro pareti diventano più sottili, si formano nodi e ulcere trofiche. Questi cambiamenti patologici sono più pronunciati durante l'erezione, quando la pressione sanguigna nei vasi aumenta. Con le vene varicose, l'aspetto, il colore e la densità delle vene cambiano. Sotto la pelle del pene compaiono escrescenze ruvide e in rapida crescita che hanno un aspetto spaventoso e ripugnante. Le vene ingrossate fanno male e portano molta sofferenza a un uomo.

Gli esperti associano le vene varicose dell'organo genitale all'uso di tecniche sessuali non tradizionali. Ad esempio, gli uomini ritardano l'eiaculazione mentre cercano di prolungare il rapporto..

Il trattamento delle vene varicose sul pene viene eseguito da flebologi e chirurghi vascolari dopo aver scoperto le cause della malattia.

posizione dei vasi venosi del pene

afflusso di sangue all'organo genitale maschile in uno stato normale ed eretto

Eziologia

I principali fattori eziologici delle vene varicose del pene:

  1. Colpi all'inguine, lesioni traumatiche al glande.
  2. Tumori degli organi pelvici.
  3. Sovradistensione della vescica.
  4. Complicazioni dopo operazioni su genitali, scroto, testicoli.
  5. Disfunzione del sistema di coagulazione del sangue.
  6. Infezioni sessuali che si sviluppano durante l'attività sessuale promiscua.
  7. Malattie infiammatorie del sistema genito-urinario, che interrompono il deflusso di sangue dal pene.
  8. Abuso di farmaci che stimolano l'erezione.
  9. Eiaculazione ritardata e erezione prolungata.
  10. Attriti a lungo termine.
  11. Disfunzione dell'apparato della valvola venosa.
  12. Varicocele.
  13. Tromboflebite degli arti inferiori.
  14. Predisposizione genetica.
  15. Eccessiva passione per l'auto-gratificazione: la masturbazione.
  16. Malattie ematologiche.
  17. Cattivo stile di vita, lavoro sedentario, mancanza di attività fisica.
  18. Abuso di alcol, tossicodipendenza.
  19. Avere chili in più.
  20. Carico bilanciato in modo errato durante l'allenamento fisico.
  21. Rischi sul lavoro - Sollevamento pesi.

Sintomi

Le vene varicose del pene non sono condizioni mortali o invalidanti, ma causano paura, vergogna e confusione negli uomini.

Il quadro clinico della patologia è costituito dai seguenti sintomi:

esempio di vene varicose del pene

  • Disagio e dolore che si verificano in modo intermittente o costante.
  • Formicolio e sensazione di bruciore durante il rapporto.
  • Vene gonfie nel pene.
  • Aumento del dolore durante il rapporto.
  • Ipersensibilità delle vene quando si tocca il pene.
  • La pelle dei genitali diventa viola o bluastra.
  • Noduli, protuberanze e noduli situati sotto la pelle del pene.
  • Vene alterate e sode al tatto.
  • Gonfiore della zona interessata.
  • Individuare le emorragie sulla pelle del pene.

Le vene allargate del pene fanno raramente male. Sembrano dossi in apparenza e non danno a un uomo problemi particolari. I pazienti vanno dal medico con lamentele sulla presenza di nodi sottocutanei che peggiorano l'aspetto del pene.

Per gli uomini con vene varicose genitali, gli esperti non vietano di fare sesso se non danneggia le vene infiammate. Ma se c'è disagio e dolore, il sesso dovrebbe essere abbandonato..

In assenza di un trattamento tempestivo e adeguato, la pressione sanguigna nelle vene aumenta il più possibile, il che può portare allo sviluppo di gravi conseguenze:

  • Vene rotte,
  • Trombosi venosa,
  • Formazione di un ematoma sottocutaneo o ulcera sul pene.

Queste patologie richiedono ai pazienti di contattare immediatamente un flebologo per assistenza medica, che aiuterà a sbarazzarsi di sintomi spiacevoli e tornare a una vita sessuale completa..

Le fasi principali della malattia:

  1. Mancanza di sintomi, comparsa di piccoli tubercoli sul pene.
  2. Deformazione dell'organo, aumento delle dimensioni e del numero dei tubercoli.
  3. Emorragia sottocutanea, comparsa di aree dure sulla testa del pene.

Diagnostica

La diagnosi della malattia inizia con un esame del pene, raccogliendo anamnesi e reclami dei pazienti. Dalle dimensioni delle vene e dal loro numero, il medico può assumere lo sviluppo di questa patologia. In rari casi, per confermare o negare la diagnosi, ai pazienti viene prescritto di sottoporsi a esame Doppler delle vene o flebografia con l'introduzione di un mezzo di contrasto.

Gli uomini dovrebbero visitare un flebologo o un urologo se hanno:

  • La vena sul pene era gonfia, è diventata grande, dura, blu, deformata,
  • I noduli venosi compaiono sotto la pelle,
  • Le vene diventano dolorose e ipersensibili,
  • La pelle del pene diventa bluastra o rosso scuro,
  • Dolore e sensazione di formicolio durante il rapporto.

Il medico esamina il pene e determina se sono presenti vene varicose. I pazienti spesso richiedono la consultazione con un urologo, un dermatologo o un chirurgo.

Trattamento

Il trattamento tradizionale delle vene varicose sul pene consiste nel prescrivere ai pazienti FANS, anticoagulanti locali e analgesici. Durante la terapia, gli esperti raccomandano vivamente agli uomini di rinunciare al sesso..

  1. Farmaci antinfiammatori non steroidei - "Ibuprofen", "Butadion", "Nise".
  2. Anticoagulanti locali - "Unguento eparina", "Lyoton", "Venolife".
  3. Flebotonica e angioprotettori - "Troxevasin", "Venoruton", "Troxerutin".
  4. Analgesici - "Analgin", "Baralgin", "Ketorol".

Nei casi più gravi, i flebologi eseguono una puntura venosa per rimuovere il sangue in eccesso dal pene.

Se la terapia conservativa non aiuta, passano all'intervento chirurgico. Il trattamento chirurgico delle vene varicose consiste nell'eseguire un'operazione che ha un breve periodo di riabilitazione. Gli uomini diventano sessualmente attivi due settimane dopo l'intervento. Le frequenti ricadute delle vene varicose sono un'indicazione assoluta per la flebectomia. La vena colpita viene asportata e legata.

L'Hirudoterapia è un trattamento con le sanguisughe che ha un effetto benefico sul sistema circolatorio. Attualmente, questo metodo sta guadagnando popolarità, ma la sua efficacia non è stata completamente dimostrata..

Prevenzione

Misure preventive per evitare tali problemi e rafforzare le condizioni generali del corpo:

  • Stimolazione del flusso sanguigno - automassaggio, doccia di contrasto,
  • Camminare a piedi nudi sull'acqua,
  • Vita sessuale regolare,
  • Nutrizione appropriata,
  • Assunzione di vitamine A, C ed E,
  • Rifiuto di farmaci che prolungano i rapporti sessuali,
  • Uso di contraccettivi in ​​assenza di un partner permanente,
  • Attenzione alle pratiche sessuali non tradizionali,
  • Indossare la biancheria intima giusta,
  • Attività sportive,
  • Evitare bagni caldi.

L'espansione delle vene sul pene non minaccia la vita del paziente, ma ha un effetto negativo sulla vita sessuale. Per evitare lo sviluppo di complicazioni pericolose, dovresti consultare un medico quando compaiono i primi segni di patologia..

Dilatazione delle vene del pene: una caratteristica del fenomeno

Oggi viviamo tutti in un campo di informazione aperto. Chiunque ha accesso a risposte a domande interessanti: basta contattare i motori di ricerca Internet. Ma, nonostante ciò, le malattie intime portano a uno stato confuso degli adulti. Dal nulla, c'è paura e senso di vergogna prima della necessaria visita medica. Le chimere create costringono uomini sani e sicuri di sé a "nascondere" il disturbo emergente a casa, aggravandone le manifestazioni. Da un improvviso "attacco" di vigliaccheria, non solo la qualità della vita del paziente soffre, ma anche i suoi cari sentono le conseguenze di tale comportamento.

Vene varicose nella zona genitale maschile

Le vene del pene svolgono un ruolo importante nel suo funzionamento. I vasi sani non hanno uno spessore superiore a 2-4 mm e hanno un'ombra leggera. Le vene varicose del pene sono una patologia rara caratterizzata da un cambiamento nel diametro delle vene. La malattia non è fatale o invalidante. Un trattamento corretto e tempestivo può eliminare per sempre i sintomi spiacevoli.

Patogenesi della malattia

Il meccanismo di origine e sviluppo delle vene varicose sul pene si verifica a causa dell'eccessiva tensione dei vasi sanguigni. Quando la condizione esterna (colore, densità delle vene) cambia, ciò può indicare la presenza di varie patologie. Ci sono una serie di ragioni che provocano le vene varicose nel pene:

  • Lesione alla zona inguinale, l'organo principale.
  • La presenza di tumori, varicocele.
  • Tromboflebite del piede e altre malattie che influenzano la circolazione sanguigna e lo stato del sistema vascolare.
  • Ritenzione urinaria frequente, che è irta di compressione prolungata.
  • Predisposizione genetica: i setti venosi deboli portano allo sviluppo di foche, danni ai tessuti.
  • Interventi chirurgici su pene, scroto e testicoli.
  • Rapporti sessuali caotici che portano a infiammazioni e infezioni.
  • L'autogratificazione frequente porta al ristagno del sangue nella pelvi.
  • La pratica del sesso non convenzionale che coinvolge l'eiaculazione ritardata.

Condizioni di sviluppo

È normale e salutare che le vene si ispessiscano e dilatino il pene durante l'eccitazione. Se questi sintomi sono presenti in uno stato di riposo sessuale o sono integrati da bruciore, prurito, questo è un chiaro segno delle vene varicose del pene. Il meccanismo di sviluppo della malattia è caratterizzato non solo dalla deformazione vascolare, ma anche dall'ispessimento dell'emalfa e da disturbi circolatori significativi. Alcuni fattori accelerano il decorso della malattia:

  • Consumo regolare di bevande alcoliche.
  • Inattività fisica - stile di vita "sedentario".
  • Aumento dell'attività fisica.
  • Grande massa muscolare nella zona della coscia (una conseguenza dell'eccessivo entusiasmo per il bodybuilding, il sollevamento pesi). Di conseguenza, la muscolatura restringe i vasi venosi.
  • Sovrappeso.
  • La presenza di malattie cardiovascolari.
  • Patologie del sistema sanguigno.
  • Abuso di mezzi per un rapido aumento di peso (steroidi, anestetici).


L'essenza delle vene varicose nel pene è uno scarso drenaggio dai canali. Il sovraffollamento dei vasi sanguigni porta alla deformazione delle loro pareti.

Gruppo di rischio

Spesso le vene varicose si manifestano sistematicamente, quindi le persone con vasi malsani delle gambe sono a rischio di malattie del pene. Le caratteristiche anatomiche congenite della struttura della vena cava inferiore contribuiscono all'espansione dei canali sanguigni nei genitali.

L'uso frequente di lubrificanti con anestetici o stimolanti per aumentare la durata del rapporto provoca anche lo sviluppo di patologie.

Complesso di sintomi a seconda dello stadio

Di solito, la progressione delle vene varicose del pene avviene in tre fasi. Questa tabella riflette le caratteristiche di ogni "passaggio":

Periodo di malattiaSintomi
1 ° stadioNessuna lamentela.
Le vene ingrossate sul pene sono evidenti (con un'erezione, le dimensioni aumentano).
2 °La comparsa di dolore durante il rapporto.
I vasi si atrofizzano ancora di più;
il trofismo della pelle è disturbato, il che provoca la sua infiammazione.
3 °Il disagio appare anche durante il riposo..
Piccole ulcere ed emorragie compaiono sulla superficie del pene.
Alla palpazione, i nodi di coaguli di sangue induriti vengono facilmente rilevati.
Rapporti molto dolorosi, erezione debole.

Conseguenza della patologia e della prognosi

Le vene varicose del pene non rappresentano una seria minaccia per la salute e la vita sessuale di un uomo. Ma lo sviluppo della malattia indica una violazione del sistema circolatorio nella zona inguinale. Se questo fatto viene ignorato, può portare a varicocele e infertilità. Inoltre, il deterioramento dell'aspetto dei genitali contribuisce allo sviluppo di problemi psicologici nel paziente..

Vita intima con vene varicose del pene

Gli esperti dicono che la normale vita sessuale non può portare alle vene varicose del pene. La moda delle tecniche sessuali orientali ha aumentato la percentuale di pazienti flebologi. Il ritardo arbitrario nell'eiaculazione, l'applicazione di agenti speciali sulla testa del pene, portano a cambiamenti irreversibili nella pelle del pene. Una vita intima moderata durante la malattia è possibile se il rapporto non causa dolore. Basta attenersi ad alcune regole:

  • Non puoi interrompere, ritardare deliberatamente il rapporto sessuale.
  • Non utilizzare lubrificanti e lubrificanti.
  • Devo fare a meno della masturbazione.
  • Escludere l'assunzione di farmaci per migliorare l'erezione.

Per una completa fiducia nelle tue azioni, dovresti consultare un medico qualificato.

Esame diagnostico del paziente

Come trattare le vene varicose del pene? Per risolvere il problema, dovresti contattare un flebologo. Potrebbe essere necessaria una visita aggiuntiva a un dermatologo, chirurgo, urologo. La determinazione della diagnosi viene eseguita come risultato delle seguenti fasi:

  • Ascoltando i reclami dei pazienti, prendendo l'anamnesi.
  • Ispezione visiva, possibilmente creazione artificiale di un'erezione per un esame più dettagliato.
  • L'ecografia Doppler esamina il flusso sanguigno nelle aree problematiche.
  • La flebografia con l'introduzione del contrasto viene eseguita quando c'è un'assunzione di vene varicose.
  • Se si sospetta una causa infettiva della malattia, vengono eseguiti esami del sangue, delle urine e dell'eiaculato.
  • La diagnosi differenziale viene eseguita per escludere la malattia di Peyronie e la linfangite sclerosante.

Inoltre, può essere necessaria un'analisi dello sperma per rilevare segni di diminuzione della fertilità..

Approcci terapeutici standard

Non esiste un trattamento specifico per le vene varicose del pene. I metodi di correzione applicati sono gli stessi di qualsiasi manifestazione del genere. Ad oggi, ci sono due metodi efficaci: intervento conservativo e operabile. Diamo uno sguardo più da vicino a ciascuno di essi..

Modo conservatore

Puoi curare questo disturbo con l'aiuto della terapia farmacologica. Presentiamo alla vostra attenzione un elenco approssimativo di medicinali:

Farmaci specificiEsempi diMetodo di esposizione
Farmaci antinfiammatori.Diclofenac,
"Naprossene".
Allevia gonfiori e arrossamenti dolorosi.
Analgesici."Spazmalgon", "Butadion".Elimina il dolore e il disagio.
Venotonic."Venoruton",
Detralex,
"Escuzan".
Aumenta il tono delle pareti dei vasi sanguigni.
Angioprotettori."Askorutina",
"Glivenola",
"Troxevasin".
Medicinali prescritti per malattie cardiovascolari.
Anticoagulanti"Unguento eparina",
"Lyoton".
Previene la formazione di coaguli di sangue.

Chirurgia

L'intervento chirurgico per le vene varicose del pene può essere eseguito in diversi modi, a seconda della prescrizione del medico. Ecco un elenco di procedure comuni:

  • Puntura: deflusso artificiale di un coagulo dalla vena colpita.
  • Flebectomia: rimozione di una nave problematica.
  • Legatura di canali dilatati.
  • Terapia laser: con l'aiuto della radiazione infrarossa, il sangue viene diluito e l'elasticità delle pareti è migliorata.
  • La trombectomia viene eseguita se è presente un coagulo di sangue. Il chirurgo esegue una piccola incisione attraverso la quale viene rimosso il coagulo. L'estrazione avviene utilizzando vari dispositivi: un catetere, una siringa o una soluzione speciale.
  • Legatura: rimozione di una parte della nave interessata. È prescritto in presenza di gravi deformazioni. Il processo operativo si svolge in anestesia locale. Il paziente può tornare a casa dopo 20 minuti.

Le possibilità della medicina tradizionale

Nella fase iniziale della malattia, puoi provare a essere trattato con rimedi erboristici o altri metodi popolari. Decotti di achillea, fiori di ippocastano, ortica alleviano perfettamente il dolore e aumentano il tono vascolare.

L'irudoterapia è un trattamento con le sanguisughe. Diversi pezzi sono disposti sulla zona malsana, che si attaccano alla pelle. La saliva, che contiene irudina, aiuta a ridurre la coagulazione del sangue. La durata della sessione è di 1 ora. Per un effetto positivo, è necessario sottoporsi a un corso di diverse procedure.

Suggerimenti preventivi

Per eliminare il rischio di contrarre le vene varicose del pene, gli esperti consigliano di attenersi ad alcune regole:

  • Stimola periodicamente il flusso sanguigno al pene con massaggi o docce di contrasto.
  • Seduto, non dovresti incrociare le gambe, poiché ciò provoca la compressione dei vasi sanguigni.
  • Evita i cibi pesanti che riducono il tono venoso.
  • Limitare l'assunzione di alcol, fumare.
  • Smetti di prendere farmaci forti.
  • Dai la preferenza alla biancheria intima larga realizzata con tessuti naturali.
  • Prendi la vitamina C..
  • Usa la contraccezione barriera senza un partner regolare.
  • Elimina lo stress emotivo e fisico eccessivo.

È necessario monitorare da vicino le condizioni dei genitali e, se ci sono segni allarmanti, non esitare a consultare un medico.

Riassumendo

"I veri uomini non piangono e non vanno dai dottori, per sciocchezze" - è giunto il momento di lasciare questo denso stereotipo nell'era Paleolitica. La salute dei ragazzi richiede la stessa attenzione delle condizioni del corpo femminile. Qualsiasi disprezzo per i sintomi dell'ansia non porterà a nulla di buono. "Se stesso" non si "dissolverà" e ritardare una visita dal medico può avere conseguenze irreversibili.

Vene gonfie sul pene: foto, descrizione di possibili malattie e metodi di trattamento

Il gonfiore di una vena del pene è un sintomo allarmante se non si attenua per molto tempo. L'allargamento prolungato e doloroso dei vasi dell'organo genitale parla di vene varicose. Questa patologia non può essere ignorata, altrimenti c'è il rischio di complicazioni pericolose.

Quadro clinico

Normalmente, il pene è pieno di vasi sanguigni dalla base alla testa. Le vene superficiali si vedono attraverso la pelle. Sono blu e hanno un diametro di 2-4 mm. Praticamente non sporgono sopra la superficie del pene. La condizione normale è il gonfiore vascolare durante l'eccitazione sessuale. Con l'erezione i corpi cavernosi aumentano, impediscono il deflusso del sangue. Per questo motivo, le vene sporgono sopra la pelle, diventano più luminose, ma il diametro rimane lo stesso. Quando l'eccitazione si attenua, tutto torna alla normalità..

Ai primi segni di vene varicose, i tubercoli sul pene sono costantemente presenti. All'inizio non causano disagio, ma nel tempo toccarli diventa doloroso. Durante il rapporto e lo sforzo fisico si verificano sensazioni di dolore, bruciore e formicolio. A poco a poco, il disagio fisico diventa permanente. I tessuti circostanti si gonfiano e si arrossano. Il colore del pene cambia in rosa acceso o rosso. I vasi sanguigni diventano viola o viola. Con l'eccitazione sessuale, si induriscono come la pietra. Le emorragie puntuali compaiono sotto forma di macchie di colore rosso, blu o viola.

Cause di patologia

Le vene varicose si allungano e si deformano i vasi sanguigni a causa del flusso sanguigno alterato e della stasi sanguigna. Se la vena sul pene si è ingrandita, dovresti pensare alla presenza di fattori provocatori. Le vene varicose nell'area genitale si verificano per i seguenti motivi:

  • lesione;
  • complicazione dopo l'intervento chirurgico sugli organi pelvici;
  • malattie infiammatorie posticipate del sistema genito-urinario;
  • la presenza di tumori nella piccola pelvi;
  • ritenzione urinaria frequente;
  • masturbazione frequente e prolungata;
  • eiaculazione ritardata;
  • abuso di stimolanti dell'erezione e farmaci che ritardano l'eiaculazione;
  • la presenza di vene varicose nei testicoli e negli arti inferiori;
  • stile di vita passivo;
  • cattive abitudini;
  • peso in eccesso;
  • attività fisica eccessiva;
  • debolezza congenita delle pareti venose.

Anche se sembra che non ci siano fattori provocatori, non fa male sottoporsi a una visita medica. Non sono escluse patologie latenti che l'uomo non conosce.

Vena gonfia sulla foto del pene

Pericolo di condizione

Il gonfiore delle vene del pene non è il fenomeno più sicuro. Il dolore costante riduce la qualità della vita. Disagio fisico, complessi e paure interferiscono con una normale vita sessuale. In casi difficili, è possibile una perdita temporanea della funzione erettile. Le vene varicose possono diffondersi ulteriormente nell'inguine e nei testicoli. Questo minaccia l'infertilità. Le pareti sottili dei vasi sanguigni si rompono, causando emorragie interne. Il blocco da parte di un coagulo di sangue porta alla cancrena. Una conseguenza comune della ridotta circolazione sanguigna è la formazione di ulcere trofiche sulla pelle..

Diagnostica

Se una vena del pene è gonfia, dovresti visitare un urologo o un flebologo. Il medico valuta la condizione visivamente e in base ai reclami. A volte viene eseguita l'imaging Doppler. Aiuta a valutare la gravità del danno venoso. Se si sospetta che nel processo siano coinvolti vasi localizzati in profondità, la flebografia viene prescritta con l'introduzione di un mezzo di contrasto. Se si sospetta un'infezione, sono necessari esami del sangue, striscio e sperma.

Trattamento

Non esiste un trattamento specifico per le vene ingrossate del pene. Non vengono utilizzati farmaci usati per alleviare i segni delle vene varicose agli arti inferiori.

Per alleviare il dolore, vengono utilizzati analgesici. Per eliminare l'infiammazione, è necessario assumere farmaci antinfiammatori non steroidei. Per emorragie puntiformi, gli anticoagulanti sono prescritti per uso esterno. Se gli unguenti non aiutano, il medico usa una puntura per rimuovere i coaguli di sangue. È anche necessario un rifiuto temporaneo dal sesso e dalla masturbazione. In alcuni casi, viene applicata una benda speciale e viene prescritta una biancheria intima speciale..

Con frequenti ricadute o se la terapia conservativa non porta il risultato desiderato, viene eseguita un'operazione. La flebectomia è un intervento chirurgico leggero con un breve tempo di recupero. La procedura consiste nell'asportazione e legatura della vena interessata. È anche necessario identificare la causa del problema e sbarazzarsene. Senza il trattamento delle malattie concomitanti e l'eliminazione dei fattori provocatori, il trattamento sarà inefficace.

Se una vena del pene è gonfia, è necessario fornire a te stesso riposo sessuale e riposo dall'attività fisica per un paio di giorni. Se i sintomi persistono, consultare un medico. Prima viene iniziato il trattamento, più facile ed efficace sarà.

Vene varicose del pene: cos'è questa malattia e come è pericolosa?

Le vene varicose sono una patologia caratterizzata da deformazione e allungamento delle vene, accompagnata da assottigliamento delle pareti venose, formazione di nodi e ulcere trofiche.

La forma più comune della malattia sono le vene varicose degli arti inferiori, ma a volte può colpire anche altri organi, in particolare il pene maschile.

Descrizione e meccanismi di sviluppo

Le vene del pene sono di grande importanza nel suo funzionamento, poiché sono direttamente coinvolte nel processo di erezione e sono necessarie per il deflusso del sangue dai tessuti interni.

Il pene maschile è un organo dotato di un gran numero di vene e arterie - per questo motivo, durante l'eccitazione sessuale, possono sporgere fortemente sopra la superficie della pelle..

Questo è normale, ma in un uomo sano, le vene ei vasi sanguigni hanno un diametro non superiore a 2-4 mm e una tinta blu chiaro..

Se l'aspetto, il colore o la densità delle vene cambiano in qualche modo, questo può essere il primo segno dello sviluppo di varie patologie, comprese le vene varicose del pene..

Il meccanismo del suo sviluppo è lo stesso che nel caso delle vene varicose degli arti inferiori: vene e vasi sanguigni sono deformati e allungati, il che può portare a conseguenze spiacevoli.

Cause e fattori di rischio

Le ragioni principali per lo sviluppo della patologia includono:

  • lesioni all'area inguinale e all'organo stesso, in particolare alla testa;
  • la presenza di tumori all'inguine, varicocele, tromboflebite degli arti inferiori e altre malattie che possono peggiorare la circolazione sanguigna e le condizioni dei vasi sanguigni e delle vene;
  • ritenzione urinaria frequente, che porta a una compressione prolungata, che ha un effetto negativo sulle vene del pene;
  • una predisposizione genetica (in alcuni uomini le vene del pene hanno setti deboli, che possono portare alla formazione di foche, vasodilatazione e danni ai tessuti);
  • interventi chirurgici eseguiti nell'area del pene, dello scroto e dei testicoli: le vene varicose possono essere una complicazione di tali operazioni;
  • rapporti sessuali promiscui che portano a infiammazioni e malattie infettive;
  • eccessiva passione per l'autocompiacimento: se tale attività diventa un'abitudine, può portare al ristagno di sangue negli organi pelvici;
  • l'uso di tecniche sessuali non tradizionali che comportano l'eiaculazione ritardata.

Fasi

Nelle prime fasi della malattia, gli uomini di solito non avvertono alcun sintomo: sul pene compaiono piccoli tubercoli e vene leggermente sporgenti, che molti pazienti scambiano per tendini.

Con lo sviluppo della malattia, i tubercoli diventano più grandi e l'organo inizia a deformarsi gradualmente. Successivamente sono possibili emorragie e la comparsa di aree indurite sotto la pelle, che di solito sono localizzate nella zona della testa.

Le vene varicose possono causare pericolose tromboflebiti. Scopri in anticipo tutti i rimedi popolari per la tromboflebite degli arti inferiori.

E sul pericolo di tromboflebite degli arti inferiori, leggi qui in questa pubblicazione.

Pericoli e complicazioni

Le vene varicose del pene non sono particolarmente pericolose per la salute del paziente e nemmeno per la sua vita sessuale, ma il fatto stesso del suo sviluppo dovrebbe allertare l'uomo. Parla di disturbi circolatori nel corpo e, in particolare, nella zona inguinale, che possono portare a varicocele e persino infertilità..

Inoltre, i cambiamenti nell'aspetto del pene possono portare a gravi problemi psicologici nel sesso più forte..

Sintomi

Il primo sintomo della malattia è una violazione dell'estetica dell'organo, caratterizzata dalla comparsa di noduli e tubercoli, il cui numero aumenta nel tempo..

Una foto delle vene varicose (o solo delle vene varicose) sul pene ti aiuterà a capire più accuratamente come sono i suoi sintomi:

Altri segni di vene varicose sul pene includono:

  • sensazioni di dolore, disagio e formicolio al pene, prima con l'erezione e poi in altre situazioni (ad esempio durante lo sforzo fisico);
  • bruciore e irritazione della pelle durante il rapporto sessuale a causa della secchezza della vagina della donna;
  • forte gonfiore delle vene sul pene: con l'erezione, diventano dense, ben definite, sporgono da sotto la pelle e assomigliano a tendini spessi in apparenza;
  • gonfiore della zona interessata;
  • cambiamenti nel colore della pelle del pene dal rosato al rosso porpora, così come il colore delle vene stesse: acquisiscono una tinta bluastra;
  • individuare emorragie e piccoli coaguli di sangue facilmente percepibili sotto la pelle.

Quando vedere un dottore?

Le malattie sessuali e le eventuali patologie associate alla funzione erettile rappresentano un grave trauma psicologico per gli uomini, e molti di loro cercano di risolvere il problema da soli o non prestano attenzione.

Questo può essere un grave errore, pertanto, per eventuali cambiamenti nelle vene del pene e disagio in quest'area, il paziente deve consultare immediatamente un flebologo. Inoltre, in questo caso, potrebbe essere necessario consultare un urologo, un dermatologo e un chirurgo..

Diagnostica

La diagnosi delle vene ingrossate del pene non è un problema particolare per gli specialisti. La diagnosi viene effettuata secondo il seguente algoritmo:

  • raccogliere anamnesi e ascoltare i reclami dei pazienti;
  • ispezione visiva delle aree problematiche (a volte, per completare il quadro, un uomo viene eretto artificialmente);
  • Ecografia Doppler, che consente di valutare il flusso sanguigno nelle aree interessate;
  • la flebografia con introduzione del mezzo di contrasto viene eseguita nei casi in cui vi è il rischio che le vene varicose abbiano colpito le vene interne.

Se si sospetta che la patologia sia una conseguenza di malattie infettive o infiammazioni, il paziente necessita di studi appropriati: esami del sangue, esami delle urine, eiaculato, ecc..

La diagnosi differenziale della malattia viene eseguita per escludere la malattia di Peyronie e la linfangite sclerosante, che hanno sintomi simili.

Trattamento

Non esistono metodi di trattamento specifici per questa patologia, inoltre, i farmaci che vengono utilizzati per trattare le vene varicose e la tromboflebite degli arti inferiori non sono raccomandati in questo caso.

Nelle fasi iniziali della malattia, puoi sbarazzartene con l'aiuto di rimedi popolari (ad esempio gel e unguenti preparati a base di erbe). Le vene che scoppiano vengono solitamente trattate con un unguento eparinico, ma se la procedura non dà alcun effetto entro 3 giorni, è meglio chiedere aiuto a uno specialista che forerà e rimuoverà il sangue in eccesso.

Nei casi in cui la malattia progredisce, al paziente viene prescritta una terapia conservativa, che prevede l'astensione dai rapporti sessuali e l'assunzione di farmaci, in particolare farmaci antinfiammatori non steroidei e anticoagulanti locali. Per ridurre il dolore, è possibile utilizzare analgesici non narcotici.

A volte l'irudoterapia viene utilizzata per trattare la malattia, cioè il trattamento con le sanguisughe, ma questo metodo è controverso e appartiene a metodi alternativi.

Se ci sono indicazioni appropriate (frequenti ricadute o inefficacia del trattamento conservativo), i pazienti possono essere sottoposti a un'operazione chiamata flebectomia, che prevede l'asportazione e la legatura delle vene varicose.

Appartiene a piccoli interventi chirurgici e viene eseguito da un chirurgo genitale. Il periodo di recupero dura circa due settimane: dopo questo periodo, un uomo può tornare a una vita sessuale completa.

Prevenzione

La prevenzione delle vene varicose del pene, come qualsiasi altra malattia simile, consiste nell'avere un'attività sessuale regolare (ma non eccessiva) con partner provati - il sesso normale non appartiene ai fattori di rischio per le vene varicose, ma, al contrario, rinforza i vasi sanguigni e migliora la circolazione sanguigna.

Quando si iniziano rapporti con donne sconosciute, è imperativo utilizzare contraccettivi e dispositivi di protezione individuale. I metodi sessuali non tradizionali dovrebbero essere trattati con grande cautela, specialmente quelli che prevedono l'uso di gel anestetici per prolungare il rapporto.

Per prevenire le vene varicose del pene, si consiglia agli uomini di indossare biancheria intima opportunamente selezionata, di non fare bagni troppo caldi, di non sedersi a gambe incrociate e di fare sport leggeri.

Le vene varicose del pene non rappresentano alcun rischio per la salute o la vita sessuale del paziente e le sue uniche complicazioni possono essere il disagio durante il sesso e il disagio psicologico per un uomo a causa di una violazione dell'aspetto estetico del pene.

Inoltre, la malattia parla di alterazione del flusso sanguigno, che può portare a patologie più gravi, quindi il paziente deve necessariamente consultare un medico e sottoporsi agli studi necessari..


Articolo Successivo
Pressione nei bambini: bassa, alta, normale. Tasso di pressione sanguigna nei bambini