Perché l'aterosclerosi è pericolosa??


Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Una malattia comune nelle persone in età matura - l'aterosclerosi - è caratterizzata dalla deposizione di lipidi (sostanze simili al grasso) e proteine ​​sulle pareti delle arterie, a seguito delle quali il diametro dei vasi si restringe. Tale restringimento delle arterie porta a un deterioramento dell'afflusso di sangue agli organi del corpo e successivamente i vasi colpiti subiscono processi distrofici e sclerotici..

Le donne soffrono di aterosclerosi meno spesso degli uomini e la malattia stessa si sviluppa, secondo le statistiche, 10-15 anni dopo rispetto agli uomini. I medici spiegano tali statistiche dalla differenza nello stile di vita di uomini e donne, e inoltre, gli ormoni estrogeni prodotti dalle appendici ovariche sono un fattore serio nella protezione delle donne contro l'aterosclerosi..

Le ragioni per lo sviluppo dell'aterosclerosi

1. Fattore ereditario: se i genitori soffrivano anche di aterosclerosi.
2. Dieta non correttamente bilanciata, quantità eccessiva di grassi nei prodotti consumati.
3. Stile di vita insufficientemente mobile, mancanza di attività fisica.
4. Stress psico-emotivo frequente.
5. Violazione del funzionamento dei vasi sanguigni a causa di precedenti malattie infettive.
6. Ipertensione (pressione sanguigna alta).
7. Fumo.

Malattie di accompagnamento

Se una persona è malata di diabete; se ha un processo metabolico disturbato nel corpo; se il funzionamento della ghiandola tiroidea è compromesso, l'aterosclerosi può iniziare a svilupparsi in giovane età e non nell'età adulta. I disturbi metabolici in questo caso sono un catalizzatore per lo sviluppo della malattia..

Fasi di sviluppo del processo di aterosclerosi

Nello sviluppo della malattia, vengono convenzionalmente distinti tre periodi principali, associati alla gravità del danno d'organo:

Il primo stadio è ischemico.
Il secondo stadio è trombonecrotico.
Il terzo stadio è sclerotico.

Ciascuna delle fasi descritte si manifesta con i sintomi corrispondenti..

1. La fase iniziale dell'aterosclerosi è caratterizzata da una carenza di afflusso di sangue agli organi, a seguito della quale i processi distrofici iniziano a svilupparsi nei vasi. Tuttavia, tutti questi cambiamenti funzionali in questa fase della malattia sono reversibili e non rappresentano una forte minaccia per la salute..

2. Lo stadio successivo è caratterizzato dal fatto che a causa di un progressivo disturbo del flusso sanguigno, i coaguli di sangue iniziano a formarsi nelle cavità dei vasi - trombi.
Il successivo deterioramento dell'afflusso di sangue porta alla formazione di focolai di necrosi nei vasi (la cosiddetta "necrosi").

3. Lo stadio sclerotico, l'ultimo, si verifica quando, a causa della necrosi negli organi colpiti, si formano connessioni cicatriziali. Queste cicatrici sono solitamente formate dal tessuto connettivo.

Il quadro clinico dell'aterosclerosi

I segni clinici della manifestazione della malattia sono determinati da quali vasi sono colpiti. Ecco perché la differenziazione della malattia in complessi di sintomi specifici è importante per una corretta diagnosi e trattamento: aterosclerosi aortica, aterosclerosi delle arterie cerebrali, aterosclerosi delle arterie coronarie e altri..

Con l'aterosclerosi aortica, il dolore molto spesso non si manifesta. Sebbene ci siano delle eccezioni: alcuni pazienti avvertono dolore dietro lo sterno (la cosiddetta "aortalgia"), che si estende alle braccia, al collo e alla parte superiore dell'addome. L'aortalgia ha un carattere pressante, dura parossistica, cambiando periodicamente la sua intensità. L'aterosclerosi aortica si verifica più spesso dell'aterosclerosi di altre zone vascolari.

L'aterosclerosi dei vasi della testa è più comune negli anziani. I cambiamenti legati all'età nella fisiologia dei vasi sanguigni in combinazione con l'aterosclerosi portano a un'ipossia costante (carenza di ossigeno nel cervello).

Sintomi generali tipici della privazione di ossigeno:

  • Diminuzione della memoria.
  • Diminuzione del livello di attenzione.
  • Diminuzione delle prestazioni.
  • Frequenti svenimenti.

A causa dell'insufficiente nutrizione dei vasi, iniziano i cambiamenti irreversibili del cervello (atrofia). I processi atrofici nel cervello possono portare alla demenza senile.

La chiusura del lume dei vasi cerebrali con placche aterosclerotiche è irta di ictus ischemico. Le pareti dei vasi sanguigni diventano fragili e anche il minimo aumento della pressione sanguigna può rompersi, quindi il sangue scorre fuori, penetra nel tessuto cerebrale e lo impregna di se stesso. Questo processo è chiamato ictus emorragico..

Un ictus si manifesta con i cosiddetti sintomi cerebrali: paralisi, paresi delle braccia, delle gambe, del viso (la paresi è una parziale perdita di mobilità che si verifica quando i centri motori del cervello sono disturbati). Discorso confuso, difficoltà a deglutire.

In alcuni casi, dopo un trattamento complesso, tutte le funzioni compromesse vengono ripristinate.

I pazienti con diagnosi di aterosclerosi dei vasi delle gambe presentano i seguenti disturbi di salute: debolezza alle gambe, quando si cammina - affaticamento, zoppia, piedi e dita dei piedi sono freddi al tatto. Con la progressione della patologia, possono formarsi ulcere trofiche e persino processi cancrenosi di necrosi delle dita.

Trattamento dell'aterosclerosi

L'aterosclerosi è una malattia grave, quindi il suo trattamento deve essere affrontato con tutta serietà. Il primo passo nel trattamento è influenzare i fattori di rischio esterni che hanno portato alla malattia. Normalizzazione della veglia e del regime di sonno, uno stile di vita mobile attivo, cessazione del fumo, alimentazione razionale: tali misure igieniche generali aiuteranno a prevenire l'ulteriore sviluppo della malattia.

La nutrizione razionale include la riduzione del contenuto calorico dei pasti, la riduzione del contenuto di grassi degli alimenti, evitando cibi contenenti colesterolo.
La regola generale della nutrizione per i pazienti: "Meno grassi, meno dolci, meno fritti, meno salati - più latte, frutta, verdura".

Parallelamente, il medico curante può prescrivere farmaci che inibiscono la sintesi del colesterolo nel corpo e farmaci che migliorano la circolazione sanguigna nel corpo.

Prevenzione dell'aterosclerosi

La prevenzione del processo aterosclerotico è ampia. Ciò include la normalizzazione del regime di riposo e il rifiuto della dipendenza dal fumo e la frequente esposizione all'aria e la lotta contro l'ipodynamia (attività corporea insufficiente).

È possibile effettuare la prevenzione dell'aterosclerosi con l'aiuto di rimedi popolari. L'apiterapia è particolarmente utile: un trattamento con veleno d'api. L'apiterapia ha un effetto sorprendente. È vero, ci sono alcune controindicazioni all'uso dell'apiterapia. In particolare, questo metodo non è assolutamente adatto a persone con allergie..
È periodicamente necessario essere osservati da un medico e sottoporsi a un ciclo di terapia riparativa e ipocolesterolemizzante.

Fasi di sviluppo dell'aterosclerosi vascolare

L'aterosclerosi è una ben nota malattia vascolare cronica. Con questa malattia, si verificano cambiamenti degenerativi nelle pareti dei vasi sanguigni a causa di disturbi nei processi metabolici e nel metabolismo dei lipidi. Un numero enorme di persone deve affrontare questo problema: oltre i 60 anni, oltre il 90% ha un certo grado di gravità dei processi aterosclerotici. A seconda dello stadio dell'aterosclerosi e della posizione di tali processi, può svilupparsi un intero complesso di complicazioni mortali: infarti, ictus, lesioni necrotiche degli arti, malattia coronarica e altre malattie cardiache.

L'inizio del processo aterosclerotico

Lo stadio iniziale dell'aterosclerosi è indicato in letteratura come periodo preclinico (asintomatico). In questo periodo si verificano disturbi metabolici: un aumento del livello di colesterolo, una violazione del rapporto tra la quantità di colesterolo e fosfolipidi. Sono le principali cause dello sviluppo dell'aterosclerosi. Tali momenti problematici possono essere volubili e alternarsi a frequenti remissioni. In questa fase non sono ancora presenti lesioni organiche nei vasi, non si è ancora verificata la formazione di placche e non compaiono sintomi clinici patognomonici. In questa fase, è possibile identificare le deviazioni negli indicatori dei processi metabolici solo da studi di laboratorio specializzati..

Fasi delle lesioni vascolari

L'aterosclerosi è caratterizzata da alterazioni patologiche nelle pareti delle arterie. Ci sono le seguenti fasi nello sviluppo dell'aterosclerosi vascolare:

La formazione di macchie lipidiche è il primo stadio della progressione della malattia, che è la saturazione delle pareti dei vasi arteriosi con composti lipidici. Un tale meccanismo di impregnazione si trova focale in alcune aree delle pareti arteriose. Esternamente, tali aree sembrano strisce di colore giallastro lungo l'intera lunghezza della nave. Non ci sono sintomi o altre anomalie visibili. Alcune patologie e malattie di fondo, ad esempio diabete mellito, ipertensione, eccesso di peso, possono catalizzare la formazione di placche.

La formazione di placche fibrose è la fase successiva nella progressione della malattia, in cui le aree descritte dei vasi danneggiati (macchie lipidiche) iniziano a infiammarsi. Il sistema immunitario reagisce a tale processo e nel focus vengono rilasciati mediatori dell'infiammazione. Una reazione così a lungo termine porta alla disintegrazione del grasso accumulato nel muro (si verifica la necrosi), nel luogo in cui inizia la sclerosi - cresce il tessuto connettivo. Di conseguenza, la formazione di una placca fibrosa si verifica con sporgenza nel lume del vaso, che, di fatto, determina il grado di stenosi e il flusso sanguigno alterato.

La formazione di una placca complicata è lo stadio finale della malattia, in cui compaiono complicazioni dovute a processi nella placca fibrosa. Questa fase è caratterizzata dalla comparsa dei sintomi della malattia..

Fasi di sviluppo dell'aterosclerosi a livello cellulare

Per scoprire quali cambiamenti prevalgono nelle cellule delle pareti vascolari, sono state effettuate osservazioni istologiche su frammenti dei vasi colpiti. Sulla base di loro, distinguono:

  1. Dolipid: aumento della permeabilità della parete vascolare e del suo ulteriore gonfiore. Le proteine ​​del sangue, le grandi molecole e i polisaccaridi vengono trattenuti nella lesione dell'arteria. Si verificano disturbi metabolici.
  2. Lipoidale. I cambiamenti metabolici si intensificano, si trovano strisce di grasso giallastro. In queste aree si formano focolai, saturi di colesterolo e cellule di schiuma. L'aterosclerosi dello stadio di lipoidosi si manifesta con il gonfiore di un frammento di una nave con cellule di xantoma.
  3. Liposclerosi: nei luoghi di infiltrazione progrediscono i processi infiammatori, che sono accompagnati dalla germinazione attiva delle fibre del tessuto connettivo nella parete arteriosa. I micro vasi si formano lungo la linea del bordo, fornendo alla placca grassi e proteine.
  4. Ateromatosi. In questa fase, la placca di colesterolo viene distrutta dalla sua parte centrale alla periferia. Nell'area di decomposizione, puoi vedere chiaramente i cristalli di colesterolo nella composizione dei composti organici. La composizione della placca è formata da molecole di grasso troppo cresciute, cellule di xantoma, circondate da tessuto connettivo. Nel gonfiore - ematoma.
  5. Stadio di ulcerazione. In questa fase dell'aterosclerosi, la placca viene distrutta e il suo contenuto viene rilasciato nel flusso sanguigno. L'erosione appare sullo strato muscolare liscio della parete vascolare, ha contorni irregolari. Le piastrine e altri elementi del sistema di coagulazione del sangue vengono inviati al difetto che appare. Innescano i processi di formazione del trombo parietale.
  6. Aterocalcinosi. Nella struttura del trombo formato, i sali di calcio vengono precipitati e depositati in questo punto focale dell'aterosclerosi. Inizia la calcificazione e la successiva crescita e ispessimento di questo sito del muro, provocando stenosi e disturbi circolatori.

Un caso particolare della malattia è l'aterosclerosi obliterante degli arti inferiori (OASNK). Con questa malattia vascolare, c'è una violazione del flusso sanguigno nelle sezioni inferiori. Ci sono quattro fasi a seconda dei sintomi dell'aterosclerosi. Nella prima fase, il dolore agli arti si fa sentire solo con uno sforzo fisico elevato. Nel 2 ° grado di progressione della malattia - quando si cammina per oltre duecento metri, nel 3 ° grado - fino a duecento metri. È importante ricordare quale fase dell'annullamento dell'aterosclerosi è caratterizzata dal dolore a riposo: il quarto. Sono permanenti e sono causati da processi ulcerativi nei tessuti della parete vascolare nei focolai di aterosclerosi..

Fasi che dipendono dalla focalizzazione della malattia

Per ogni localizzazione della malattia, si distinguono le loro fasi di sviluppo dell'aterosclerosi. Ora considereremo le nostre caratteristiche e differenze nell'aterosclerosi vascolare per ciascuna sezione del sistema cardiovascolare..

Aorta

L'aorta è un vaso del calibro più grande, ha un numero enorme di rami e fornisce sangue a quasi tutti gli organi vitali del corpo umano. I processi aterosclerotici predominano più spesso nell'aorta addominale che in quella toracica. Con questa posizione del focus, la classificazione delle fasi è la seguente:

  1. Primo. È caratterizzato da depositi di colesterolo che si accumulano nell'intima e formano gradualmente una macchia lipidica. La durata dello stadio non è limitata e dipende dall'aggressività dei fattori di rischio per l'aterosclerosi.
  2. Il secondo è la fibrosi. Si forma una placca aterosclerotica a causa della proliferazione del tessuto connettivo attorno all'infiltrazione dei lipidi.
  3. Il terzo è l'aterocalcinosi. Nel sito della lesione, i sali di calcio vengono rilasciati dalle masse trombotiche e precipitano, a seguito della quale la parete vascolare sporge nel lume e provoca il suo restringimento - stenosi.

Vasi cerebrali

I vasi che alimentano il cervello sono esposti all'aterosclerosi. In presenza di diverse aree di sviluppo della malattia, la diagnosi viene fatta di aterosclerosi multipla. Le fasi di sviluppo di questa forma di aterosclerosi sono le seguenti:

  1. Iniziale - manifestato da disturbi della memoria, insonnia, vertigini. Le lesioni vascolari sono minori.
  2. Compensativo: gli stessi sintomi della fase iniziale, ma la loro gravità è molto più forte. Inoltre, compaiono sbalzi d'umore e le prestazioni peggiorano. Le patologie nei vasi sono molto più forti.
  3. Scompensatorio: i sintomi sono costanti, la demenza si sviluppa, le funzioni cognitive diminuiscono, le capacità motorie sono compromesse, il livello di intelligenza diminuisce.

Vasi degli arti inferiori

Con la localizzazione del processo sulle gambe, si sviluppa l'aterosclerosi obliterante dei vasi degli arti inferiori. Nella medicina moderna viene proposta la seguente classificazione dei gradi del suo sviluppo:

  1. Iniziale. Dolore agli arti inferiori solo con un'elevata attività fisica.
  2. Fase intermedia. Il dolore si verifica quando si cammina per oltre duecento metri
  3. Critico. Camminare per più di cinquanta metri è difficile a causa della sindrome del dolore acuto.
  4. Fase complicata. Enormi focolai necrotici, specialmente sui piedi, a causa dei quali è impossibile calpestare l'arto malato.

Arterie coronarie del cuore

Le arterie coronarie (note anche come coronarie) effettuano l'afflusso di sangue interno al cuore stesso. A differenza di altre forme e localizzazioni, la loro sconfitta avviene più rapidamente. Ci sono tre fasi principali nello sviluppo dell'aterosclerosi in questo reparto:

  1. Primo. Le manifestazioni evidenti di aterosclerosi sono molto spesso assenti, ma alcuni cambiamenti nell'ECG possono già apparire: un leggero spostamento nell'intervallo S-E, specialmente dopo l'esercizio. La caratteristica principale di questa fase dell'aterosclerosi dell'arteria coronaria sono i processi distrofici nel muscolo cardiaco..
  2. Secondo. In letteratura veniva chiamata necrotica a causa della formazione di aree di necrosi del muscolo cardiaco con predominanza di processi degenerativi. Può essere complicato da un attacco cardiaco prolungato. Questa fase della malattia si distingue per i sintomi tipici. Sull'ECG, i cambiamenti nell'intervallo S-T e le onde T e Q sono già chiaramente visibili.
  3. Terzo. I medici specialisti spesso chiamano questa fase cardiosclerosi aterosclerotica. I focolai cicatriziali possono essere sia delimitati che diffusi in tutto il miocardio. Le sporgenze risultanti del miocardio possono sembrare esternamente aneurismi. I sintomi dello stadio sono piuttosto gravi: fibrillazione atriale, diminuzione della contrattilità, ristagno di sangue in entrambi i circoli circolatori, asma cardiaco, blocchi - senoatriale, interatriale, atrioventricolare, ecc. L'ECG mostra una marcata diminuzione costante della tensione e molti altri cambiamenti negativi.

Arterie renali

Le arterie renali sono solitamente a rischio nell'ostio o nelle aree adiacenti. Con l'aterosclerosi di queste arterie, le fasi di sviluppo della malattia sono le seguenti:

  1. Primo stadio. In letteratura viene definito "ischemico", caratterizzato da una diminuzione della pressione nelle arterie renali. I processi ischemici nei reni causano un aumento della pressione sanguigna e portano a ipertensione persistente (ipertensione arteriosa).
  2. Seconda fase. Manifestato da necrosi parenchimale e formazione di trombi nel sistema arterioso dei reni.
  3. Fase tre. È accompagnata da sintomi di nefrocirrosi, si sviluppa insufficienza renale, si possono osservare cambiamenti atipici nelle urine a causa della desolazione e della rottura dei singoli glomeruli.

L'aterosclerosi è una malattia sistemica che può colpire qualsiasi parte del sistema vascolare del corpo umano. Per la terapia e la prevenzione, è necessario monitorare regolarmente i livelli di colesterolo nel sangue, aderire a uno stile di vita sano e attivo e consultare tempestivamente specialisti specializzati.

Fasi di sviluppo dell'aterosclerosi

L'aterosclerosi è una malattia metabolica cronica. Nell'aterosclerosi, il metabolismo dei grassi e delle proteine ​​è disturbato, il tessuto connettivo cresce e i vasi sono danneggiati, in cui crescono le placche caratteristiche. Le fasi dell'aterosclerosi vengono diagnosticate per facilitare la comprensione della procedura di trattamento.

La diagnostica viene eseguita secondo parametri microbiologici. Sfortunatamente, la malattia vascolare, in particolare l'aterosclerosi, si manifesta nelle fasi avanzate, quando il trattamento è complicato da numerose complicazioni e dalla diffusione della malattia. Gli stadi avanzati dello sviluppo dell'aterosclerosi sono caratterizzati da un generale deterioramento del sistema cardiovascolare, infarti e ictus.

Nello sviluppo della malattia, il colesterolo alto gioca un ruolo, formando depositi di grasso e proteine ​​e placche dal tessuto fibroso nei vasi.

Come viene effettuato lo studio microbiologico degli stadi dell'aterosclerosi?

La morfogenesi dell'aterosclerosi è lo studio dei tessuti, dei vasi sanguigni e dei depositi nei vasi sanguigni. Le fasi della morfogenesi dell'aterosclerosi possono svilupparsi nel corso di decenni dalla crescita eccessiva di strisce di grasso e cambiamenti nel tessuto lipidico alla formazione di placche nei vasi con successiva distruzione di placche e blocco di vasi sanguigni e arterie.

Le malattie sistemiche possono svilupparsi rapidamente in assenza di lotte e con uno stile di vita malsano e sedentario.

  1. Lo stadio dolipidico dell'aterosclerosi è caratterizzato dall'accumulo di lipidi e composti proteici nella muscolatura liscia. Gli atleti che guadagnano rapidamente grasso e peso sui muscoli sviluppati quando interrompono temporaneamente l'allenamento dovrebbero avere molta familiarità con questo fenomeno. Le membrane intercellulari sono deformate, è possibile la formazione di coaguli di sangue molli, la produzione di collagene nel corpo cambia. Il tessuto muscolare perde gradualmente la sua elasticità. È in questa fase che devono essere compiuti i massimi sforzi per normalizzare lo stato del corpo. L'aterosclerosi di grado 1 può essere reversibile con uno stile di vita sano e il controllo nutrizionale.
  2. Lo stadio lipoide non si manifesta in alcun modo esternamente, tranne che per un aumento della quantità di tessuto connettivo. Il rapido aumento di peso è caratteristico, le cellule schiumose compaiono nei muscoli e nei tessuti connettivi.
  3. La liposclerosi è caratterizzata dalla formazione di placche fibrose a tutti gli effetti, in cui crescono i vasi sanguigni.
  4. L'ateromatosi è uno stadio di distruzione delle placche aterosclerotiche con la formazione di una massa granulare di colesterolo e acidi grassi. In questa fase, le ulcere aterosclerotiche iniziano ad apparire come risultato della distruzione vascolare. Non solo i vasi sono interessati, ma anche il tessuto muscolare, il tessuto connettivo. Come risultato dei cambiamenti, il sistema nervoso soffre. Nel cervello sono possibili emorragie, mancanza di apporto di ossigeno alle cellule cerebrali. Come risultato dell'aterosclerosi, è stata osservata la morte di aree significative del cervello.
  5. La fase successiva è la calcificazione, quando una placca dura e placche di calcio si formano sulle placche. I vasi perdono completamente la loro elasticità e diventano fragili. La forma dei vasi sanguigni è deformata. Le principali arterie, cuore e vasi escretori soffrono.

Come scoprire una tendenza all'aterosclerosi

Alcune persone felici mantengono condizioni fisiche eccellenti, elasticità vascolare e lucidità mentale nella vecchiaia. Ciò è dovuto a una buona eredità, una corretta alimentazione moderata e un esercizio leggero..

Eccessiva passione per lo sport o duro lavoro fisico, eccesso di cibo, cattive abitudini causano danni significativi al corpo, invisibili in gioventù, ma manifestati sotto forma di malattie complesse in età adulta.

I prerequisiti per lo sviluppo dell'aterosclerosi sono i seguenti fattori:

  • Stress, disturbi del sonno, lavoro notturno. Le malattie metaboliche si manifestano spesso su base nervosa;
  • Diabete mellito, disturbi metabolici, problemi alla tiroide, obesità o magrezza eccessiva;
  • Età anziana. Lo sviluppo delle prime fasi dell'aterosclerosi vascolare è caratterizzato da un'età di 40-45 anni;
  • Fumo. Le sostanze contenute nelle sigarette causano il vasospasmo, che è un prerequisito per lo sviluppo dell'aterosclerosi. L'uso di sostanze stupefacenti provoca anche vasospasmo, ma, sfortunatamente, i tossicodipendenti potrebbero non vivere per vedere lo sviluppo cronico della malattia vascolare sistemica. Sorgono altri problemi di salute più gravi;
  • Alcolismo. Bere alcol porta gradualmente a disturbi metabolici del corpo, che contribuisce allo sviluppo dell'aterosclerosi;
  • Appartenente al sesso maschile. L'aterosclerosi negli uomini si sviluppa più spesso che nelle donne e 10 anni prima.

L'aterosclerosi colpisce l'intero corpo ed è una malattia sistemica. Per il trattamento e la prevenzione delle malattie, è necessario controllare i livelli di colesterolo e prestare attenzione a uno stile di vita attivo. Il possesso della salute del ferro in giovane età, l'assenza di danni visibili da cattive abitudini diventa spesso un prerequisito per lo sviluppo di gravi malattie sistemiche, che si manifestano già in fasi successive..

Fasi di sviluppo dell'aterosclerosi

In senso medico, l'aterosclerosi è una condizione che porta a patologie nei vasi. Di solito colpiscono le arterie grandi e medie. I processi negativi si verificano a seguito della formazione di placche lipidiche. Ciò porta a una riduzione del flusso sanguigno, che provoca la comparsa di una varietà di patologie. L'aterosclerosi è caratterizzata dalla formazione di coaguli di colesterolo, che sono composti da tessuto adiposo e connettivo. Gli accumuli di grasso formati bloccano il lume vascolare e portano alla deformazione dell'aorta, che impedisce il flusso sanguigno e contribuisce al danno agli organi. Si sviluppano complicazioni: aneurismi, trombosi, embolia, calcificazione e altre patologie.

Caratteristiche della patologia, fattori di rischio

Ogni forma di aterosclerosi ha diversi stadi di sviluppo

Molto spesso, questa malattia colpisce i vasi coronarici, le arterie carotidi, i vasi del cervello, il mesentere, i reni, le gambe e le braccia. I primi sintomi della malattia vengono talvolta rilevati nei bambini di età inferiore ai 10 anni. In tali pazienti, a volte all'età di 25 anni, le macchie di grasso occupano quasi il 50% della superficie vascolare. Prima di tutto, i cambiamenti patologici influenzano gli strati interni dei vasi sanguigni. Ogni forma di aterosclerosi ha diversi stadi di sviluppo. Dipendono completamente dal grado di danno, dal luogo di formazione dei grappoli e da altre caratteristiche specifiche della malattia..

I principali fattori della malattia sono:

  • aterosclerosi dell'aorta - a volte il paziente non ha segni e reclami. Spesso scoprono la sua presenza dopo un esame. In alcuni casi, le lesioni vascolari portano allo sviluppo di ipertensione, a volte svenimenti e vertigini. I cambiamenti nell'aorta addominale possono manifestarsi come attacchi di dolore addominale. Questo di solito accade dopo aver mangiato. L'aterosclerosi aortica può essere complicata dallo sviluppo di un aneurisma;
  • con aterosclerosi dei vasi cerebrali, i pazienti lamentano frequenti capogiri, disturbi della memoria, distrazione dell'attenzione. Si notano spesso disturbi dell'udito, comparsa di tinnito. L'aterosclerosi dei vasi cerebrali è complicata dall'ictus;
  • con aterosclerosi delle gambe, i pazienti lamentano debolezza agli arti, dolore ai polpacci che appare durante la deambulazione e passa quando si ferma. Dita e piedi si raffreddano. Una complicazione è lo sviluppo di ulcere trofiche e cancrena;
  • se i vasi coronarici sono danneggiati, i pazienti notano la comparsa di sensazioni spiacevoli che si verificano nel cuore. Il pericolo principale è lo sviluppo di un infarto.

Le persone che fumano e abusano di alcol sono più suscettibili all'aterosclerosi. La patologia può svilupparsi con l'aumento della pressione sanguigna, quando i suoi indicatori superano i 140/90 mm. rt. Arte. Non è raro che la malattia compaia in persone che conducono uno stile di vita sedentario, sono in sovrappeso, con diabete, hanno una predisposizione ereditaria e hanno un'alta concentrazione di colesterolo nel corpo..

Fasi di sviluppo

Il primo stadio dell'aterosclerosi è caratterizzato dalla formazione di macchie di grasso

I cambiamenti caratteristici dell'aterosclerosi si verificano nelle pareti dei vasi sanguigni, il che contribuisce alla loro rapida distruzione. La malattia ha diverse fasi di sviluppo, che sono suddivise in base al grado di danno:

  • il primo stadio della malattia è caratterizzato dalla formazione di macchie di grasso. In questa fase, le pareti delle arterie si saturano di molecole grasse. In apparenza, le macchie di grasso sembrano strisce con una tinta giallastra che si estendono lungo l'arteria. Questa fase è caratterizzata da una completa assenza di sintomi. In questo caso, lo sviluppo della malattia è molto difficile da identificare. Una storia di ipertensione, sovrappeso e diabete mellito accelera la formazione di macchie di grasso;
  • liposclerosi - stadio 2 della patologia, la sua caratteristica principale è l'infiammazione delle macchie di grasso. Ciò contribuisce all'accumulo di cellule immunitarie in questi luoghi, cercando attivamente di liberare i vasi dalla microflora adiposa e patogena. Sotto l'influenza dell'infiammazione, i grassi si decompongono lentamente, le pareti dei vasi sanguigni iniziano a crescere con il tessuto connettivo. Questi processi stimolano la comparsa di un coagulo di colesterolo, che impedisce il flusso sanguigno, restringendo il lume delle arterie;
  • per l'ultimo stadio dell'aterosclerosi, è caratteristica la comparsa di una serie di gravi complicazioni sotto l'influenza della placca. I segni di patologia compaiono solo in questa fase. La placca si allarga e si indurisce, il calcio si accumula al suo interno. Man mano che la placca continua a crescere, l'apporto di sangue all'organo, che trasporta ossigeno e sostanze nutritive, viene interrotto e aumenta il rischio di intasamento dei vasi. Può essere causato da una chiusura completa del lume vascolare da un trombo o da un coagulo che si forma quando la placca si rompe. Il risultato è la necrosi dei tessuti dell'organo o dell'arto colpito, infarto, ictus o cancrena.

Anatomia patologica della malattia

Il primo stadio è caratterizzato da danni allo strato interno dell'arteria da parte delle lipoproteine

Lo sviluppo dell'aterosclerosi avviene in diverse fasi:

  • strisce o macchie di grasso che esternamente sembrano aree dipinte in giallo-grigio o giallo, che tendono a unirsi, piatte, contengono complessi lipidici;
  • coaguli di grasso più densi con forme arrotondate che sporgono dall'intima - placche aterosclerotiche. Di solito sono bianchi o leggermente giallastri con una consistenza irregolare. Le placche possono fondersi, fondendosi in una, il che porta a un restringimento ancora maggiore dell'arteria;
  • quando la degradazione dei grassi e dei complessi proteici inizia all'interno della placca, si forma l'ateroma. Una complicazione simile porta al fatto che la superficie della placca si copre di ulcere e collassa, si verifica un'emorragia e si formano coaguli di sangue. Tali processi portano al blocco dei vasi sanguigni e al danneggiamento dei tessuti dell'organo che riceve il sangue con l'aiuto dell'arteria interessata dalla patologia;
  • la calcificazione è lo stadio finale dell'aterosclerosi. È caratterizzato da depositi di sali di calcio all'interno della placca. Indurisce e deforma il vaso.

Vale la pena considerare le fasi della morfogenesi in modo più dettagliato:

  • iniziale - stadio dolipid. È caratterizzato da danni allo strato interno dell'arteria da parte delle lipoproteine. I glicosaminoglicani acidi si accumulano all'interno dell'intima;
  • il secondo stadio è caratterizzato dalla lipidosi. Durante questo periodo, i lipidi penetrano nelle pareti dei vasi sanguigni, che diventa la causa della loro infiltrazione. Il risultato è la formazione di macchie gialle piatte sulla superficie interna dei vasi. La patologia in questa fase è reversibile, la difficoltà sta nel fatto che la malattia è quasi impossibile da rilevare;
  • l'ateromatosi è il terzo stadio. È caratterizzato dalla formazione di placche, germinate dal tessuto connettivo. Ogni coagulo contiene detriti tissutali. Sporgono sopra le pareti, sporgendo nei vasi, provocando il restringimento delle arterie. Con un grado insufficiente di vasocostrizione, i sintomi della patologia potrebbero non apparire;
  • il quarto stadio è caratterizzato dalla rottura della placca. Questo di solito si verifica nell'ateromatosi, quando il rivestimento del coagulo diventa più sottile. Attraverso la superficie danneggiata della placca, i detriti tissutali entrano nel flusso sanguigno, questo porta alla trombosi arteriosa e alla comparsa di complicazioni - ictus, infarti e altre patologie;
  • a volte la placca non si rompe, si ispessisce e si indurisce, il che porta allo sviluppo di una forma cronica della malattia;
  • la calcificazione è l'ultimo stadio della malattia. I coaguli sclerosi sono ispessiti a causa dell'accumulo di sali di calcio.

Uno specialista con una qualifica sufficientemente elevata sarà in grado di rilevare l'aterosclerosi nelle fasi iniziali dello sviluppo, avendo assegnato una serie di studi per una corretta diagnosi.

Classificazione della malattia per localizzazione

Alcune deviazioni aiutano a identificare l'ECG

La malattia è classificata in base alla posizione dei cambiamenti patologici.

Lesione dell'arteria coronaria

Lo stadio iniziale è caratterizzato dal decorso dei processi trofici nel muscolo cardiaco e dall'assenza di sintomi evidenti. Il problema viene rilevato in base alla manifestazione della sindrome "angina pectoris". Alcune deviazioni aiutano a identificare l'ECG. Di solito diventano evidenti dopo l'esercizio. In questa fase, c'è una leggera diminuzione delle prestazioni, appare mancanza di respiro.

Il secondo stadio è chiamato necrotico, con esso osservato:

  • la formazione di alterazioni del tessuto necrotico e piccoli focolai di degenerazione. Tali condizioni non sono rare per l'aterosclerosi stenotica;
  • sviluppo dell'infarto miocardico, a volte è accompagnato da trombosi arteriosa;
  • attacco cardiaco ricorrente.

Sulla curva dell'elettrocardiogramma, è possibile vedere uno spostamento nell'intervallo ST e cambiamenti nelle onde Q e T. Inoltre, c'è una diminuzione della tensione e della dinamica attiva.

Lo sviluppo della cardiosclerosi aterosclerotica avviene in 3 fasi. È caratterizzato dalla formazione focale di tessuto cicatriziale. Tali lesioni spesso portano alla protrusione di muscoli che assomigliano ad aneurismi. Non di rado, in questa fase, compaiono fibrillazione atriale, insufficienza delle funzioni contrattili del cuore, sviluppo di asma cardiaco e vari blocchi. Si verificano stasi del sangue irreversibile o progressiva e altri guasti funzionali.

Malattia dell'arteria renale

Nella fase iniziale, l'aterosclerosi renale è chiamata ischemica. È caratterizzato da una diminuzione del flusso sanguigno nell'organo. Altre funzioni rimangono inalterate. L'ipertensione arteriosa è la principale complicanza di questa condizione.

Il secondo stadio è caratterizzato dallo sviluppo della trombosi delle arterie renali, che è accompagnata da processi necrotici nel parenchima.

Il terzo stadio è caratterizzato da sintomi di nefrocirrosi aterosclerotica. I segni indicano insufficienza renale, le letture di laboratorio delle urine possono cambiare.

Lesione degli arti inferiori

Il terzo stadio è caratterizzato da sclerosi e alterazioni trofiche nei tessuti.

Il primo stadio è accompagnato dalla comparsa di dolore che ricorda la claudicazione intermittente. Durante la cancellazione dell'aterosclerosi degli arti inferiori, c'è un polso nelle arterie periferiche. Appare pallore e freddezza della pelle. Gli arti possono diventare insensibili e meno funzionali.

Il secondo stadio è accompagnato dallo sviluppo di trombosi, quindi cambiamenti necrotici nei tessuti che interessano le aree periferiche: dita, mani o piedi, muscoli, pelle.

Il terzo stadio è caratterizzato da sclerosi e alterazioni trofiche nei tessuti. Appaiono in aree che sono a contatto con aree di necrosi.

Diagnosi della malattia

Il terapeuta fa una prima diagnosi della malattia. Questa procedura è standard e inclusa nell'indagine annuale. Durante l'esame, viene eseguita l'anamnesi, viene misurata la pressione sanguigna e vengono identificati i fattori di rischio. Inoltre, devi:

  • sondare le arterie;
  • determinare la concentrazione di colesterolo;
  • determinare i parametri lipidici e l'indice aterogenico;
  • fare una radiografia del torace.

Può essere assegnato anche un complesso di studi aggiuntivi:

  • ecocardiografia ed ecografia del miocardio e dell'aorta. Non è raro condurre stress test per ottenere un quadro più completo;
  • utilizzare metodi invasivi, che includono l'ecografia delle superfici vascolari, l'angiografia e la coronagrafia;
  • imaging ecografico - scansione duplex e triplex, che consente di valutare la qualità della circolazione sanguigna;
  • MRI: consente di studiare le pareti dei vasi sanguigni ed esaminare le placche formate.

Trattamento patologico: principi e dieta

L'assunzione giornaliera di proteine ​​non deve essere superiore a 1,5 grammi per chilogrammo di peso del paziente

Le misure terapeutiche per l'aterosclerosi sono sviluppate tenendo conto dei principi di base:

  • viene presa in considerazione la capacità di combattere la microflora patogena;
  • la terapia sostitutiva viene utilizzata secondo necessità;
  • normalizzazione dei livelli di colesterolo ed escrezione dei suoi metaboliti, limitando le fonti della sua penetrazione nel sangue;
  • agisce sulle cellule per ridurre la sintesi del colesterolo.

È necessario correggere lo stile di vita e la routine quotidiana, rivedere la dieta, ricorrere a una dieta che escluda gli alimenti che sono fonti di grassi. Quando cambi la dieta, assicurati di considerare:

  • i prodotti utilizzati non devono essere molto ricchi di calorie;
  • l'assunzione giornaliera di grassi non deve superare gli 80 grammi ei carboidrati non devono superare i 400 grammi;
  • l'assunzione giornaliera di proteine ​​non deve essere superiore a 1,5 grammi per chilogrammo di peso del paziente;
  • ridurre al minimo il consumo di alimenti contenenti carboidrati facilmente digeribili o grassi animali;
  • quando sviluppano una dieta, selezionano prodotti contenenti molto acido ascorbico, tocoferolo, niacina e rutina, piridossina. Le vitamine C e P sono necessarie per rafforzare le pareti dei vasi sanguigni, che impedisce al colesterolo di entrare nel sangue. Inoltre, la vitamina C aiuta ad accelerare la degradazione del colesterolo e lo rimuove dal corpo..

Quando si cura l'aterosclerosi, si dovrebbe dare la preferenza a carni magre e pesce, frutta e verdura fresca, farina d'avena e farina di grano saraceno, pane di crusca e ricotta a basso contenuto di grassi. Acqua minerale, prodotti a base di latte fermentato a basso contenuto di grassi, tè non dolce, succhi naturali preparati al momento sono ottimi come bevande. È necessario consumare oli vegetali in una quantità minima, non più di 40 grammi al giorno. Si possono mangiare solo due uova a settimana. Pasta, pane bianco, latte intero, agnello, manzo vanno consumati il ​​meno possibile.

È inoltre necessario escludere burro, margarina, tuorli d'uovo e grassi animali. È vietato mangiare carne grassa, frattaglie, salsicce, carne di anatre e oche, formaggi lavorati e di ricotta, panna, marmellata, marshmallow, cioccolato, marmellata, canditi. L'assunzione giornaliera di sale dovrebbe essere inferiore a 8 grammi.

Trattamento medico

La prognosi peggiora se si sono formate zone di necrosi, che accompagnano violazioni della circolazione sanguigna

Nell'aterosclerosi vengono utilizzati farmaci che correggono i processi metabolici, normalizzano la pressione sanguigna, gli indicatori lipidici ei farmaci per il diabete. I farmaci in conformità con gli obiettivi necessari sono divisi in 4 gruppi principali:

  • statine;
  • fibrati;
  • acido nicotinico e suoi derivati;
  • medicinali aggiuntivi.

In assenza di risultati da metodi di trattamento conservativi, ricorrono a metodi chirurgici per combattere la malattia. Vengono utilizzati quando la vita del paziente è minacciata. Lo specialista può prescrivere un'operazione aperta - endartectomia o chiusa - endovascolare. Può essere utilizzato anche l'innesto di bypass dell'arteria coronaria, che viene utilizzato per la patologia che colpisce i vasi cardiaci..

La prognosi peggiora se si sono formate zone di necrosi, che accompagnano violazioni della circolazione sanguigna. Se compaiono segni che indicano cambiamenti aterosclerotici nei vasi, è urgente sottoporsi a un esame e iniziare la terapia.

Sintomi, diagnosi e trattamento dell'aterosclerosi vascolare

L'aterosclerosi è una malattia che colpisce i vasi sanguigni e le arterie. È accompagnato dalla deposizione di placche di colesterolo che bloccano il lume del vaso. Il pericolo della malattia non è solo nella ridotta circolazione sanguigna, ma anche nelle complicazioni che si sviluppano in questo contesto, nonché in un lungo sviluppo asintomatico. Diagnosi, sintomi e trattamento dipendono dal tipo di aterosclerosi, dal grado di malattia vascolare e dall'età del paziente.

Teorie sull'aspetto della malattia

Esistono diverse teorie per lo sviluppo dell'aterosclerosi, ma tutte soddisfano due regole di base:

  • la violazione primaria che porta alla malattia è una violazione del metabolismo dei lipidi e la violazione dell'integrità della parete del vaso è già secondaria;
  • il danno al tessuto cellulare, connettivo e ad altre strutture della parete del vaso è l'anello principale nella patogenesi dell'aterosclerosi.

La teoria del colesterolo, sviluppata dal Dr. Anichnokov, suggerisce che lo sviluppo della malattia è causato da un eccesso di grasso e colesterolo. In futuro, il medico ha presentato un'altra teoria combinata dello sviluppo della malattia. In esso, il colesterolo è già considerato come un fattore che provoca cambiamenti vascolari aterosclerotici. Secondo la teoria combinata dell'aterosclerosi, la malattia si sviluppa a causa di:

  • disregolazione dei lipidi e del loro metabolismo;
  • fattori alimentari;
  • effetti emodinamici e altri effetti meccanici sui vasi sanguigni;
  • cambiamenti vascolari primari legati all'età e altri.

Le disposizioni principali della teoria combinata hanno costituito la base della teoria dell'infiltrazione combinata. Dice che la malattia si sta sviluppando incl. a causa della maggiore concentrazione di lipidi nel sangue. La teoria endoteliale esamina la presenza di aterosclerosi a causa del danno alle cellule endoteliali. Violazione del metabolismo lipidico in esso solo come condizione che contribuisce all'aterogenesi. La teoria monoclina dello sviluppo della malattia considera una placca aterosclerotica come un tumore benigno che appare come risultato dell'esposizione a virus e mutageni. La teoria della membrana è vicina al monoclino. Secondo lei, la polimerizzazione delle cellule muscolari lisce si verifica a causa dell'eccessiva assunzione di colesterolo..

La teoria autoimmune ha iniziato a svilupparsi rapidamente negli ultimi decenni. Le disposizioni della teoria affermano che il processo patologico è provocato da complessi autoimmuni, che includono le lipoproteine ​​come antigene.

Fattori di rischio

Ci sono molte ragioni per lo sviluppo dell'aterosclerosi. Il più comune di questi è la dislipedimia o livelli elevati di colesterolo totale nel sangue. L'ipertensione arteriosa può anche causare lo sviluppo di aterosclerosi attraverso meccanismi associati all'angiotensina II. Questa sostanza stimola le cellule endoteliali, i macrofagi e le pareti muscolari lisce vascolari a formare mediatori pro-aoenici. Il diabete mellito è classificato come fattore di rischio in quanto porta alla formazione di prodotti della glicolisi che aumentano la sintesi di citochine pro-infiammatorie nelle cellule endoteliali. Inoltre, nel diabete mellito, la quantità di lipoproteine ​​a bassa densità aumenta, il che aumenta la suscettibilità al danno aspecifico e all'ossidazione endoteliale. L'insufficienza renale cronica provoca lo sviluppo dell'aterosclerosi in diverse direzioni, incl. a causa di una maggiore resistenza all'insulina, diminuzione dei livelli di apoliproteina A-I e aumento dei livelli di proteina C-reattiva.

Oltre alle malattie, anche fattori come la malnutrizione, uno stile di vita sedentario, il fumo e l'abuso di alcol, i traumi, lo stress frequente e un clima psicologico negativo portano all'aterosclerosi. A seconda del tipo di malattia, anche l'ipotermia, l'aumento dello stress fisico o emotivo, le cattive condizioni ambientali, la mancanza cronica di vitamina D possono essere la causa..

La comparsa di alterazioni vascolari aterosclerotiche è anche influenzata dal sesso, dall'eredità e dall'età. I medici chiamano questi fattori immutabili. Il resto appartiene alla categoria dei parzialmente sfoderabili o sfoderabili, perchè se lo si desidera, una persona è in grado di cambiarli.

Classificazione dell'aterosclerosi

L'aterosclerosi secondo ICD 10 (Classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione) ha un codice I70 e include 5 diagnosi chiarificatrici. Questi includono l'aterosclerosi:

  • aorta;
  • arteria renale;
  • arterie degli arti;
  • altre arterie;
  • generalizzato e non specificato.

La diagnosi comprende anche: arteriolosclerosi, arteriosclerosi, malattia vascolare aterosclerotica.

Il codice separato ha:

  • aterosclerosi cerebrale (I67.2);
  • aterosclerosi coronarica (I25.1);
  • aterosclerosi polmonare (I27.0);
  • aterosclerosi mesenterica (K55.1).

Oltre a quella principale, ci sono molte altre classificazioni dell'aterosclerosi. Il primo classifica la malattia in base al tipo di placca. Le placche aterosclerotiche possono essere instabili e stabili. La stabilità dipende dalla struttura della placca, dalla sua configurazione e dimensione. Le placche instabili sono ricche di lipidi e le placche stabili sono ricche di collagene.

A seconda della localizzazione del processo infiammatorio, si distinguono diverse forme cliniche e morfologiche della malattia:

  • aterosclerosi delle arterie coronarie o cardiopatia ischemica, forma cardiaca;
  • aterosclerosi dell'aorta;
  • aterosclerosi dei vasi sanguigni del cervello o malattie cerebrovascolari, forma cerebrale;
  • aterosclerosi dei reni o forma renale;
  • aterosclerosi dei vasi sanguigni intestinali;
  • aterosclerosi dei vasi sanguigni degli arti inferiori.

A seconda dei segni morfologici, patogenetici ed eziologici, si distinguono:

  • arteriosclerosi metabolica o aterosclerosi;
  • ialinosi;
  • arteriolosclerosi infiammatoria;
  • arteriosclerosi allergica;
  • arteriosclerosi tossica;
  • calcificazione primaria.

Secondo le statistiche, l'aterosclerosi del cervello e dei vasi cardiaci è la forma più comune e diventa la causa di infarto, ictus e morte in oltre il 45% dei pazienti.

Sintomi

La malattia si manifesta a seconda dello stadio, del grado e della localizzazione delle lesioni vascolari. Nelle fasi iniziali dello sviluppo, il cambiamento nei vasi sanguigni è ancora insignificante, quindi le persone di solito attribuiscono i primi sintomi alla stanchezza e al superlavoro. Oltre ai segni generali della malattia, come mal di testa, aumento della stanchezza, vertigini, ogni tipo di aterosclerosi presenta anche sintomi specifici..

Manifestazione di aterosclerosi aortica

I segni di aterosclerosi aortica dipendono dal sito di vasocostrizione. Di solito, la patologia si manifesta sotto forma di dolore pressante o bruciante dietro lo sterno, che si irradia a entrambe le braccia, alla schiena, al collo e persino alla parte superiore dell'addome. Con lo stress emotivo o fisico, il dolore aumenta. Se l'arco aortico è interessato, si verifica uno svenimento.

L'aterosclerosi dell'aorta addominale si manifesta con freddezza e intorpidimento delle gambe, claudicatio intermittente, interruzione del tratto digestivo. Nelle fasi successive, le ulcere si sviluppano sugli arti inferiori e, con la malattia avanzata, la cancrena. L'aterosclerosi dell'aorta addominale e toracica può provocare lo sviluppo di un aneurisma.

Segni di aterosclerosi dei vasi mesenterici

L'aterosclerosi dei vasi mesenterici colpisce le pareti dei vasi della cavità addominale e causa la sindrome dell'ischemia mesenterica cronica. Il sintomo principale della malattia è il dolore, che:

  • appare 20 minuti dopo aver mangiato;
  • dura fino a 2 ore;
  • si abbassa senza assumere farmaci;
  • dà spesso all'ipocondrio destro;
  • quando si limita la quantità di assunzione di cibo, diminuisce.

Meno comunemente, la malattia è accompagnata da vomito. Un altro sintomo importante è la disfunzione intestinale. La progressiva perdita di peso parla anche della presenza della malattia..

Sintomi di malattia dell'arteria renale

I sintomi dell'aterosclerosi dipendono dal grado di occlusione o blocco dei vasi sanguigni, dalla sua natura (unilaterale o bilaterale), dalla durata dell'ischemia renale. La sconfitta di un'arteria spesso e richiede molto tempo senza sintomi gravi. L'occlusione completa è accompagnata da:

  • dolore doloroso costante nella parte bassa della schiena;
  • mal di stomaco;
  • condizione febbrile.

La forma cronica di stenosi può causare ipertensione arteriosa ed è pericolosa perché non risponde al trattamento con terapia antipertensiva combinata.

Segni di danni ai vasi cerebrali

Si manifesta l'aterosclerosi delle arterie e dei vasi sanguigni del cervello:

  • disturbi del sonno, ansia e problemi ad alzarsi la mattina;
  • mal di testa gravi e frequenti;
  • cambiamento nell'andatura e ridotta coordinazione dei movimenti;
  • disabilità visiva, fotopsie, tinnito;
  • irritabilità, pianto, apatia, depressione;
  • problemi di memoria;
  • asimmetria del viso.

I primi sintomi compaiono quando l'afflusso di sangue alle cellule cerebrali diminuisce del 15% o più. L'intensità dei sintomi aumenta con lo sviluppo della patologia.

Sintomi di aterosclerosi dell'arteria coronaria

L'aterosclerosi delle arterie coronarie o la sclerosi coronarica si manifesta con attacchi di dolore toracico che si verificano dopo uno sforzo emotivo e fisico, oltre a bruciore, disagio al petto e all'esofago.

Meno comunemente, l'aterosclerosi si sviluppa senza sintomi. Questa forma è la più pericolosa perché porta allo sviluppo di infarto miocardico e morte, anche con una buona salute generale.

Segni di lesioni vascolari degli arti inferiori

Lo sviluppo dell'aterosclerosi dei vasi delle gambe procede a lungo senza sintomi pronunciati. Il primo segnale allarmante è il dolore alle gambe dopo una lunga camminata. I principali segni di patologia includono:

  • limitazione della mobilità dell'arto colpito;
  • dolore muscolare (nelle fasi successive, anche a riposo);
  • claudicatio intermittente;
  • intorpidimento;
  • cambiamento nella forma delle unghie;
  • scolorimento della pelle della gamba colpita;
  • diminuzione della massa muscolare nella coscia e nella parte inferiore della gamba.

Nelle fasi successive, si osserva la comparsa di ulcere trofiche e cancrena. Lo stadio iniziale della malattia di solito colpisce solo un arto, ma nel tempo il processo diventa simmetrico.

Fasi di aterosclerosi

La malattia si sviluppa lentamente e dal momento in cui iniziano a formarsi le macchie lipidiche fino alla calcificazione, possono essere necessari diversi decenni. Meno spesso, l'aterosclerosi si sviluppa rapidamente e questa forma è la più pericolosa.

Il primo stadio è la formazione di macchie lipidiche. Le molecole di colesterolo passano dal flusso sanguigno sotto l'endotelio. Sullo strato successivo della parete del vaso (intima) si accumula il colesterolo, che inizia chimicamente a legarsi con le molecole della sostanza intermedia. Le macchie lipidiche possono verificarsi in persone di età diverse e anche nei bambini piccoli. Nella seconda fase, si verifica un accumulo più attivo di lipidi sulle pareti dei vasi sanguigni. Macrofagi e linfociti iniziano a spostarsi verso le macchie lipidiche, il che porta a una graduale proliferazione della placca.

Il terzo stadio dello sviluppo della malattia è caratterizzato da processi complessi: le cellule iniziano a secernere sostanze biologicamente attive che attraggono sempre più lipidi alla placca. L'esposizione a composti chimici provoca anche la divisione attiva delle cellule muscolari lisce e la proliferazione del tessuto connettivo. L'ultima fase dell'aterosclerosi è la calcificazione o la fibrosi. Il danno si verifica sulla superficie della placca, che provoca la formazione di piccoli coaguli di sangue. Le piastrine iniziano a secernere sostanze che attivano la produzione di cellule del tessuto connettivo. Il processo è accompagnato dall'accumulo di sali di calcio, che non solo chiudono rapidamente il lume del vaso, ma portano anche alla graduale crescita della placca nella parete vascolare. Potrebbe finire con un'emorragia.

Metodi di diagnosi delle malattie

I metodi diagnostici differiscono per le diverse categorie di pazienti. Nei pazienti con gravi sintomi di ischemia, l'entità e la posizione dell'occlusione vascolare vengono identificate utilizzando metodi diagnostici invasivi e non invasivi. I fattori di rischio di malattia aiutano a identificare:

  • storia medica e esame fisico completo;
  • studi sul profilo lipidico;
  • studi sulla concentrazione di glucosio nel sangue.

Se solo un letto vascolare è danneggiato, tutte le sue sezioni vengono necessariamente esaminate.

Vari metodi di imaging delle placche aterosclerotiche vengono utilizzati per:

  • valutazione della morfologia e delle caratteristiche della lesione (angiografia TC, angiografia RM, ecografia);
  • rilevamento di temperatura elevata in depositi aterosclerotici con infiammazione attiva (termografia, angioscopia);
  • identificazione di placche ricche di lipidi (elastografia).

Inoltre, vengono utilizzati anche tomografia ottica strato per strato, risonanza magnetica e immunoscintigrafia, imaging PET..

Gli esami del sangue di laboratorio e l'analisi dei lipidi sono obbligatori. Un profilo lipidico espanso includerà il colesterolo totale, ad es. colesterolo di tutte le lipoproteine ​​del sangue. Comprende anche dati su:

  • lipoproteine ​​a bassa densità;
  • apoliproteine ​​B;
  • lipoproteine ​​ad alta densità;
  • apoliproteine ​​A1;
  • trigliceridi;
  • proteina C-reattiva.

Gli studi di laboratorio includono anche la determinazione del polimorfismo del gene della sintasi endoteliale e del gene per i fattori di coagulazione V e II.

A seconda del tipo di malattia, vengono prescritti metodi diagnostici specifici. Se si sospetta una lesione dei vasi degli arti inferiori, vengono prescritti campioni e test per identificare il grado di vasocostrizione. La scansione duplex a colori dei vasi sanguigni e l'ecografia intravascolare sono spesso prescritte per sospetta aterosclerosi dei vasi del cervello e del cuore, nonché per determinare lo stato della parete aortica. La tomografia computerizzata a spirale viene utilizzata per studiare le condizioni delle arterie coronarie e la reografia viene utilizzata per monitorare il flusso sanguigno in vari organi..

Trattamento dell'aterosclerosi

Il trattamento è sempre selezionato individualmente in base all'età del paziente, alle condizioni generali, alla presenza di malattie di terze parti, al grado di lesioni vascolari. Il trattamento di solito consiste in:

  • cambiamenti nello stile di vita;
  • terapia farmacologica;
  • medicina tradizionale.

Nei casi difficili che minacciano la vita del paziente, vengono utilizzati metodi chirurgici di emergenza. L'aterosclerosi negli anziani viene quasi sempre trattata solo con farmaci e raccomandazioni per cambiamenti nella dieta e possibile attività fisica..

Cambiamento dello stile di vita

Il paziente non dovrebbe solo cambiare la dieta, ma anche abbandonare le cattive abitudini, aumentare l'attività fisica.

La dieta per l'aterosclerosi prevede:

  • ridurre o eliminare i grassi animali dalla dieta;
  • eliminazione dei grassi trans;
  • mangiare molta frutta, frutti di mare, verdura;
  • mangiare più fibre vegetali;
  • rifiuto di una grande quantità di spezie, sale.

Con l'obesità e il sovrappeso, devi anche controllare la quantità di calorie consumate. La presenza di diabete mellito o ipertensione richiede il monitoraggio dell'equilibrio del sale marino. La dieta per problemi cardiaci e renali dovrebbe essere concordata con un nutrizionista per determinare la quantità accettabile di acqua, sale, zucchero.

L'aumento dell'attività fisica riduce la probabilità di sviluppare complicazioni come infarto, ictus, diabete mellito. Lunghe passeggiate, esercizi aerobici, acquagym o nuoto, ciclismo, yoga hanno dimostrato di ridurre il peso e migliorare le condizioni dei vasi sanguigni..

Terapia farmacologica

La terapia farmacologica comprende farmaci antipiastrinici come l'aspirina e farmaci del gruppo delle teinopiridine. Le statine saranno prescritte a pazienti che presentano uno dei seguenti:

  • malattie cardiovascolari sintomatiche;
  • età da 40 a 75 anni con alterato metabolismo lipidico e diabete mellito;
  • età dai 40 ai 75 anni con presenza di diversi fattori di rischio per lo sviluppo di malattie cardiovascolari aterosclerotiche.

La terapia con statine si riferisce ad alta intensità, ma non viene utilizzata come terapia ipolipemizzante.

Insieme alle statine, vengono prescritti:

  • ACE inibitori;
  • bloccanti del recettore dell'angiotensina;
  • sequestranti degli acidi biliari;
  • fibrati;
  • prodotti a base di trigliceridi omega-3;
  • inibitori della proproteina convertasi, ecc..

Gli ACE-inibitori aiutano a prevenire l'effetto dell'angiotensina che porta alla disfunzione endoteliale e ai successivi processi infiammatori. Gli inibitori di PCSK9 appartengono a una nuova generazione di farmaci ipolipemizzanti e sono anticorpi monoclonali che riducono le lipoproteine ​​a bassa densità nel sangue fino al 70%. I farmaci del gruppo tiazolidinedione aiutano a controllare il lavoro dei geni pro-infiammatori, ma devono essere assunti sotto stretto controllo. L'uso a lungo termine provoca complicazioni coronariche.

Per la prevenzione e il trattamento dell'iperomocisteinemia, puoi assumere acido folico e preparati di acido nicotinico. Le vitamine B12 e B6 hanno anche un effetto positivo sull'abbassamento dei livelli di omocisteina, migliorano la nutrizione dei tessuti e aiutano a migliorare il funzionamento del sistema circolatorio..

Fibrati o derivati ​​dell'acido fibrico accelerano l'utilizzo dei grassi attivando la lipoproteina lipasi. Come risultato dell'assunzione di farmaci, non solo aumenta il tasso di ossidazione dei lipidi, ma anche il metabolismo del glucosio. I fibrati migliorano la nutrizione vascolare e prevengono la rottura della placca aterosclerotica.

Le formulazioni di trigliceridi Omega-3 hanno diversi effetti:

  • antinfiammatorio;
  • ipolipemizzante;
  • immunomodulante;
  • antipiastrinica;
  • anticoagulante.

Sono utilizzati attivamente sia nella terapia tradizionale che per la profilassi quando il colesterolo totale è elevato. L'uso regolare aiuta a ridurre il rischio di sviluppare complicanze dell'aterosclerosi come infarto e ictus.

Tutti i farmaci per l'aterosclerosi devono essere assunti continuamente e nel dosaggio prescritto dal medico..

Prevenzione delle malattie

La prevenzione primaria dell'aterosclerosi inizia con l'identificazione dei fattori dei disturbi del metabolismo lipidico e del rischio di sviluppare la malattia nel paziente. I mezzi di prevenzione primaria includono:

  • aumento dell'attività fisica;
  • aderenza a una corretta alimentazione;
  • smettere di fumare, bere alcolici;
  • trattamento della dislipidemia;
  • controllo del livello di pressione;
  • sbarazzarsi del peso in eccesso;
  • trattamento del diabete e dell'ipertensione (se presente).

È necessario escludere dalla dieta cibi contenenti una grande quantità di grassi animali, spezie, sale, conservanti. Più frutta e verdura fresca (almeno 400 g al giorno), frutti di mare, noci, pesce, miele, cereali vengono introdotti nel menu del giorno. Questi alimenti supportano la regolazione naturale dei livelli di zucchero nel sangue e di colesterolo, la perdita di peso e il benessere generale..

La prevenzione secondaria dell'aterosclerosi include l'uso di farmaci e cambiamenti dello stile di vita volti a ridurre il rischio di complicanze, ricadute e sviluppo di malattie con malattie cardiovascolari esistenti. Con diabete mellito, aneurisma aortico, aterosclerosi carotidea sintomatica, ecc. In termini di rischio equivalente, il rispetto delle condizioni di prevenzione secondaria è obbligatorio, da allora il rischio di sviluppare complicanze aumenta al 75%.

Complicazioni della malattia

Il principale pericolo di aterosclerosi sono le sue complicanze. A causa del ridotto apporto di sangue, i tessuti del corpo iniziano a ricevere meno ossigeno e sostanze nutritive, il che porta allo sviluppo di ischemia. L'ischemia prolungata provoca la morte cellulare e l'insufficienza d'organo.

Le complicanze più comuni della malattia includono:

  • cardiopatia ischemica;
  • infarto del miocardio (si verifica con danni alle arterie coronarie nel 95% dei casi);
  • attacco ischemico transitorio;
  • insufficienza mesenterica secondaria;
  • trombosi mesenterica;
  • aneurisma aortico;
  • cancrena intestinale;
  • fallimento renale cronico.

Un insufficiente apporto di sangue al cervello provoca lo sviluppo di:

  • deviazioni mentali (disturbi della memoria, disorientamento nel tempo e nello spazio, diminuzione dell'intelligenza, disturbi emotivi, ecc.);
  • infarto cerebrale;
  • ictus emorragico.

Le conseguenze di un ictus non sono solo disturbi mentali irreversibili, ma anche disabilità. L'aterosclerosi degli arti inferiori può portare a cancrena e perdita della gamba colpita.

L'aterosclerosi si riferisce a malattie croniche del sistema cardiovascolare, che è caratterizzato dalla deposizione di placche di colesterolo sulle pareti interne dei vasi sanguigni. Lo sviluppo della malattia può portare al blocco completo del lume del vaso e allo sviluppo di ischemia tissutale. Ci sono molte ragioni per la comparsa dell'aterosclerosi: è eredità, dieta scorretta, traumi e stress frequente. Se si sospetta aterosclerosi, vengono prescritti studi di laboratorio e strumentali per identificare il tipo di lesione, la dimensione e la natura delle placche e la tendenza a sviluppare complicanze. Il paziente può essere inoltre inviato per la consultazione con specialisti ristretti (oftalmologo, neurologo, cardiologo, ecc.) Dopo l'esame. Il trattamento della malattia è sempre complesso e consiste in cambiamenti nello stile di vita, terapia farmacologica e dieta costante..


Articolo Successivo
Cause e trattamento dell'emorragia oculare nei neonati