Disturbi cerebrali


Il cervello è l'organo più importante del nostro corpo. Si parla raramente delle malattie che lo colpiscono. Tuttavia, i disturbi nel funzionamento del cervello colpiscono l'intero corpo, il che spesso porta alla disabilità e persino alla morte..

1. Aneurisma cerebrale

Un aneurisma cerebrale è solitamente asintomatico. La malattia si manifesta all'improvviso a causa di un aneurisma rotto. Alcuni pazienti lamentano mal di testa per diversi giorni o settimane prima dell'emorragia, ma non hanno alcuna caratteristica caratteristica che consenta di prevedere il verificarsi di sanguinamento. Un forte mal di testa si manifesta all'improvviso, in circostanze che suggeriscono una connessione con un aumento della pressione sanguigna, ad esempio con l'esercizio, la tosse, l'emozione. Il mal di testa peggiora ad ogni movimento. Già dall'inizio è accompagnato da nausea e vomito, è possibile la perdita di coscienza.

2. Morbo di Alzheimer

Questo è un disturbo del sistema nervoso che si verifica più spesso nelle persone sopra i 65 anni. All'inizio, la malattia può manifestarsi come una memoria a breve termine compromessa. A volte compaiono disturbi dell'umore: il paziente è depresso o aggressivo. In un periodo successivo, il paziente mostra già evidenti disturbi della memoria, sia a breve che a lungo termine. Spesso quando esce di casa, una persona non è in grado di ritrovare la via del ritorno. I sintomi di ansia, depressione si intensificano, si verificano allucinazioni. Il paziente smette di prendersi cura di se stesso.

3. Ictus

Un ictus può assumere la forma di emorragia (ictus emorragico) o ischemia (ictus ischemico). I sintomi della malattia dipendono dalla posizione e dall'entità del danno cerebrale. Molto spesso si tratta di paralisi, perdita della capacità di comprendere gli altri e parlare. Una delle cause di un ictus è una ridotta circolazione sanguigna nel cervello. Fattori di rischio per ictus: fumo, malattie cardiache, obesità e diabete.

4. Morbo di Parkinson

Questa malattia del sistema nervoso centrale colpisce spesso gli uomini. L'età media dei pazienti con malattia di Parkinson è di 58 anni.

I sintomi compaiono gradualmente, a volte per diversi anni. All'inizio si tratta di segni aspecifici: affaticamento, debolezza, rapida affaticabilità, qualche imbarazzo nei movimenti. Spesso tali segni sono attribuiti all'età o alle malattie reumatiche. Tuttavia, dopo un po ', i sintomi peggiorano, come squilibrio o difficoltà nello svolgere attività semplici come alzarsi da una sedia o alzarsi dal letto.

I principali segni della malattia di Parkinson sono il rallentamento generale dei movimenti, la flessione in avanti del tronco, i tremori delle braccia (meno spesso delle gambe o della testa), problemi con l'inizio del movimento, difficoltà nello svolgimento delle attività quotidiane. La malattia di Parkinson è causata dalla morte delle cellule nervose nella parte del cervello chiamata substantia nigra. Fino ad ora non è stata trovata una cura efficace per questa malattia, puoi solo alleviare i sintomi..

5. Cancro al cervello

Nel caso di un tumore al cervello, si verificano i seguenti sintomi: mal di testa grave e in aumento, soprattutto al mattino, che scompare dopo il vomito, squilibrio, coscienza, convulsioni.

Una procedura che determina un'ulteriore diagnostica: esame del fondo e dell'EEG, ovvero uno studio dell'attività elettrica del cervello. Se i risultati di questi studi sono sfavorevoli, è necessario eseguire una tomografia computerizzata o una risonanza magnetica per confermare o escludere un tumore al cervello..

6. Sclerosi laterale amiotrofica

Questa malattia colpisce spesso gli uomini e porta a danni ai motoneuroni, interruzione graduale della funzione muscolare e loro atrofia. Ad oggi, non è stato identificato il motivo per cui le persone iniziano ad ammalarsi di sclerosi laterale amiotrofica. Le mutazioni genetiche rappresentano solo il 5-10% dei casi.

I primi sintomi sono problemi con il controllo dei muscoli delle braccia, poi delle gambe. Con il progredire della malattia, i pazienti hanno sempre meno controllo sui muscoli. La malattia è incurabile e la morte si verifica a causa dell'indebolimento dei muscoli respiratori.

7. Meningite

La causa più comune di meningite sono le infezioni da meningococco. Molto spesso, i bambini sotto i 5 anni sono colpiti. Secondo gruppo di rischio - adolescenti e giovani.

I sintomi della meningite variano. Di solito la malattia inizia con una febbre improvvisa, a volte è presente vomito. Dopo 4-6 ore, c'è un miglioramento temporaneo, ma poi le condizioni cliniche peggiorano. A seconda della forma della meningite, compaiono i sintomi: mal di testa, convulsioni, febbre alta, alterazione della coscienza o sintomi di sepsi, caratterizzata da un'eruzione emorragica che colpisce più spesso le gambe.

8. Sclerosi multipla

Questo è il disturbo più comune del sistema nervoso periferico. La sclerosi multipla si verifica più spesso sotto forma di ricadute e remissioni, ad es. scomparsa totale o parziale dei sintomi tra le successive ricadute della malattia.

Le cause della malattia non sono completamente comprese. La comparsa di una specifica reazione infiammatoria nella sostanza bianca del cervello e del midollo spinale porta alla distruzione della guaina mielinica delle fibre nervose. Questo processo è chiamato demielinizzazione e si verifica in varie parti del cervello e del midollo spinale. Le fibre nervose private della mielina non possono condurre impulsi, compaiono sintomi neurologici: squilibrio, vertigini, tendenza a cadere.

9. Malattia di Huntington

La causa della malattia è un difetto genetico. La malattia di solito inizia intorno ai 40 anni. La corea, un disturbo caratterizzato da movimenti irregolari, a scatti e irregolari, è inizialmente limitato a pochi gruppi muscolari e provoca ansia persistente.

Nelle fasi successive della malattia si verificano disturbi del linguaggio, problemi di deglutizione, disturbi cognitivi ed emotivi. La malattia di Huntington è in realtà incurabile. La terapia si basa esclusivamente sull'alleviare i sintomi.

10. Encefalite trasmessa da zecche

L'encefalite da zecche è causata da un virus che entra nel corpo umano dopo una puntura di zecca. La malattia è solitamente bifasica. Dopo un periodo di incubazione asintomatico, cioè diversi giorni dopo l'infezione, compaiono sintomi aspecifici sotto forma di febbre, debolezza, malessere generale e mal di testa. A volte in questa fase la malattia finisce.

Tuttavia, in alcuni casi, a causa dell'infiammazione del sistema nervoso centrale, si verifica una seconda fase. La malattia si manifesta come un mal di testa molto forte, febbre alta, vomito e disorientamento. Questo può portare alla morte o a conseguenze neurologiche permanenti..

Le più comuni malattie del cervello

Il cervello è l'organo principale del sistema nervoso centrale. Consiste di un gran numero di neuroni interconnessi da connessioni sinaptiche. Sono loro che formano gli impulsi che controllano il lavoro dell'intero organismo..

Tuttavia, alcune malattie possono interrompere il funzionamento del cervello, quindi si verifica un malfunzionamento in tutto il corpo. Considera le malattie cerebrali più comuni secondo ICD-10.

Cause di malattie

All'inizio, quasi tutte le malattie del cervello procedono senza sintomi visibili, quindi possono essere identificate nelle ultime fasi, quando non è più possibile aiutare una persona.

Le ragioni per lo sviluppo di tali patologie possono risiedere in:

  1. Malattie infettive come l'AIDS, la rabbia, ecc..
  2. Trauma cranico.
  3. Esposizione a sostanze chimiche nocive sul corpo umano.
  4. Radiazioni radioattive.
  5. Cattive abitudini (alcol, fumo, tossicodipendenza).
  6. Dieta squilibrata.

Aneurisma vascolare

Questa malattia della testa è un grande pericolo per la vita umana. Nel processo del suo sviluppo, c'è una perdita di elasticità dei vasi del cervello, a causa della quale possono rompersi. E questo diventa la causa di un'emorragia cerebrale..

La patologia può manifestarsi a causa di un difetto ereditario o acquisito nelle pareti di un'arteria o di una vena. Il pericolo particolare della malattia è che nelle fasi iniziali e fino alla rottura, non si manifesta in alcun modo. Se si verifica una pausa, è molto difficile salvare una persona, quindi è molto importante monitorare la propria salute e sottoporsi a esami regolari. Questa patologia del cervello ha un carattere crescente di sintomi. Tra i principali ci sono:

  • emicrania;
  • sentirsi debole anche con uno sforzo leggero;
  • vomito, nausea;
  • reazione negativa al rumore e alla luce;
  • disturbo del linguaggio;
  • intorpidimento di qualsiasi parte del corpo;
  • paresi e gonfiore;
  • deficit visivo.

Se compaiono tali sintomi, consultare immediatamente un medico. Se la diagnosi indica la presenza di un aneurisma, il metodo di trattamento più efficace sarà la chirurgia. Questa operazione rafforzerà i vasi e bloccherà il collo dell'aneurisma..

Aterosclerosi

È una neoplasia (placca) nei vasi del cervello, che blocca il flusso di sangue al suo interno e, di conseguenza, causa carenza di ossigeno nei neuroni.

All'inizio è molto difficile identificare la malattia, quindi si rivolgono a un medico in un secondo momento. A questo punto, i coaguli di sangue si sono già formati nei vasi, alcune parti del cervello hanno subito necrosi, sono comparse le cisti e l'attività dell'intero organo è stata interrotta.

Le ragioni per lo sviluppo dell'aterosclerosi sono:

  • colesterolo alto nel sangue;
  • ipertensione;
  • la presenza di malattie croniche (problemi alla tiroide, diabete mellito, ecc.).

Molto spesso, questi problemi cerebrali si verificano in età avanzata. Puoi capire lo sviluppo di questa malattia dai seguenti segni:

  1. Mal di testa frequenti e strazianti.
  2. Sentimenti di ansia, paura.
  3. Acufene costante.
  4. Nervosismo.
  5. Sconfitta organica, cioè diminuzione dell'attenzione, sentimenti di depressione, apatia.
  6. Insonnia.
  7. Frequenti svenimenti.
  8. Diminuzione delle prestazioni.

Per il trattamento dell'aterosclerosi vengono prescritti farmaci che:

  1. Limita l'assunzione di colesterolo nel corpo.
  2. Rafforza la capacità del corpo di eliminare il colesterolo.
  3. Riduci i sintomi della malattia.
  4. Normalizza il metabolismo dei grassi nel corpo.
  5. Migliora la condizione delle pareti dei vasi sanguigni.
  6. Normalizza il flusso sanguigno del corpo.

È anche molto importante seguire misure preventive in modo che la malattia del cervello non si ripresenti. Ciò include: alimentazione corretta ed equilibrata, rifiuto delle cattive abitudini ed educazione fisica.

Ictus

Questa malattia dei vasi cerebrali è la più comune. Spesso porta alla morte o alla disabilità. La patologia si manifesta con una violazione della circolazione sanguigna nel cervello. L'ictus è di due tipi: ischemico ed emorragico.

Il primo tipo è caratterizzato dal blocco dei vasi sanguigni, a seguito del quale la circolazione cerebrale è compromessa e in quest'area si verifica la morte cellulare. In un ictus emorragico, il vaso si rompe, provocando un'emorragia cerebrale. Molto spesso, si verifica ictus ischemico, che si verifica principalmente nelle persone di età superiore ai 60 anni.

Fattori predisponenti per lo sviluppo della patologia sono malattie croniche come il diabete mellito, problemi del ritmo cardiaco, ecc..

Nonostante il fatto che l'ictus emorragico sia meno comune, è più pericoloso per l'uomo. Le persone con ipertensione arteriosa o aterosclerosi sono a maggior rischio.

Esistono due tipi di segni della malattia:

  1. Cerebrale generale:
  • disturbi del sonno;
  • perdita di conoscenza;
  • problema uditivo;
  • frequenti attacchi di mal di testa;
  • un attacco di nausea, vomito;
  • sudorazione profusa;
  • bocca secca persistente;
  • palpitazioni.
  1. I segni focali dipendono dalla parte del cervello interessata. Se è lei la responsabile del movimento, la persona sviluppa debolezza nei muscoli, paralisi degli arti e così via. Anche le aree responsabili dell'udito, della vista, dell'olfatto possono essere interessate, rispettivamente, le loro funzioni saranno compromesse.

Emicrania

È caratterizzato da frequenti attacchi di mal di testa, che si verificano a causa di spasmi dei vasi cerebrali. Gli antidolorifici convenzionali non aiuteranno qui, hai bisogno della giusta terapia..

Spesso, l'emicrania si forma su un lato della testa, accompagnata da attacchi di nausea e persino vomito. Per curare questo disturbo, è necessario sottoporsi a una serie di esami e solo dopo il medico prescriverà un trattamento. A volte è necessario un elenco di farmaci per eliminare un grave attacco di dolore..

Encefalopatia

Questa malattia si sviluppa a causa di una cattiva circolazione del sangue nel cervello. Ciò può accadere a causa dell'aterosclerosi o dell'ipertensione del paziente. Inoltre, una malattia del cervello può svilupparsi a causa dell'osteocondrosi, in cui i dischi vertebrali sono deformati. Sono loro che spremono le arterie attraverso le quali avviene l'afflusso di sangue al cervello..

I sintomi della malattia sono di natura neurologica. L'insorgenza di questa malattia della testa è associata alla normale irritabilità, debolezza e disturbi del sonno del paziente. Successivamente, si sviluppa la depressione, un comportamento aggressivo senza una ragione apparente. Quindi c'è un netto cambiamento da una maggiore eccitabilità all'apatia. Il paziente soffre di forti mal di testa e disturbi del linguaggio.

La mancanza di un trattamento adeguato per l'encefalopatia porta a malattie difficili da trattare, come l'ictus o l'epilessia.

Encefalopatia alcolica

Questo tipo di encefalopatia si verifica sullo sfondo del consumo frequente di bevande alcoliche. Nel processo del suo sviluppo, si verificano danni al cervello e morte cellulare. La malattia può manifestarsi in due forme:

  1. Psicologico: la memoria, l'attenzione, l'intelligenza del paziente diminuiscono. Disturbato da frequenti sbalzi d'umore, appare irritabilità, aggressività.
  2. Patologico: una violazione dell'attività motoria e della sensibilità. Possono verificarsi convulsioni o paralisi di qualsiasi parte del corpo.

Per un trattamento efficace, sono necessari terapia intensiva, astinenza da alcol e una corretta alimentazione. Nei casi avanzati, il trattamento è abbastanza lungo, mentre i sintomi possono persistere anche dopo un completo rifiuto dell'alcol.

Ipertensione intracranica

Questa anomalia indica lo sviluppo di una grave patologia del cervello (cisti, tumore, ecc.). I sintomi più comuni delle neoplasie cerebrali, compreso il cancro, sono:

  • attacchi di mal di testa;
  • carnagione bluastra;
  • lume della rete vascolare sul corpo;
  • attacchi di nausea e vomito;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • sensibilità alle intemperie.

Prima di iniziare il trattamento, è necessario identificare le cause della malattia, in base alla quale viene prescritta la terapia, inclusa una dieta appositamente selezionata, farmaci e l'attuazione di esercizi speciali. Se il caso viene trascurato, si consiglia un intervento chirurgico.

Malformazione

Questa patologia della testa è di natura congenita, a causa della quale la struttura del sistema circolatorio viene interrotta. Le cause più importanti della malattia sono: predisposizione ereditaria e danno fetale durante la gravidanza.

La malattia si manifesta solo quando l'ossigeno smette di fluire nel tessuto cerebrale, a causa del quale non può funzionare correttamente. Come trattamento, viene utilizzato solo un intervento chirurgico, in cui l'area danneggiata viene rimossa o il suo afflusso di sangue viene interrotto.

Disturbi transitori nel cervello

Questi sono disturbi a breve termine del cervello, che sono accompagnati da segni focali e cerebrali. Una caratteristica di tali disturbi è la rapida scomparsa dei sintomi. Le ragioni di tali patologie sono le seguenti:

  • piccole emorragie;
  • vasocostrizione;
  • lo stadio iniziale della trombosi;
  • microembolia.

I sintomi della patologia dipendono dal luogo della loro localizzazione:

  1. Nell'arteria carotide - il paziente ha attacchi di nausea, vomito, confusione.
  2. Nell'arteria carotide interna, da cui parte l'arteria orbitale, la vista è compromessa, il che può portare alla cecità.
  3. Nella regione vertebro-basilare - manifestato da acufene costante, vertigini e altri disturbi.

Prima di iniziare il trattamento per una malattia, è necessario diagnosticare correttamente. Per questo, vengono esaminati i grandi vasi della testa e del collo..

Il morbo di Alzheimer

Una malattia in rapido sviluppo in cui inizia una produzione eccessiva di una proteina anormale nel cervello, a causa della quale le cellule nervose muoiono. All'inizio, il corretto funzionamento di organi e tessuti del corpo viene interrotto e dopo che una persona muore.

Come le suddette malattie cerebrali, l'Alzheimer è difficile da diagnosticare in anticipo. I sintomi iniziali sono accompagnati da distrazione, leggera perdita di memoria. A poco a poco, i segni aumentano, l'attività mentale diminuisce, diventa difficile navigare nello spazio e nel tempo, costanti sbalzi d'umore tormentano, che si sviluppano in apatia.

Dopo un certo periodo di tempo, il paziente smette di comprendere il significato delle sue azioni, non può prendersi cura di se stesso. È perseguitato da una sensazione di paura, panico e talvolta aggressività, dopodiché tutto cambia in pacificazione. Nella fase finale della malattia, il paziente smette di riconoscere il suo ambiente, la parola è compromessa, non può muoversi e controllare i suoi bisogni.

Una diagnosi accurata può essere fatta solo dopo la morte, durante lo studio della struttura del cervello.

In medicina, non esistono tali tipi di farmaci che aiuterebbero a sbarazzarsi di questa malattia o ad alleviarne il decorso. Durante lo sviluppo dell'Alzheimer, è necessario assumere farmaci volti ad aumentare la circolazione sanguigna nel cervello e il metabolismo cerebrale..

Tumore al cervello

Questo è un processo patologico, a seguito del quale si verifica una divisione accelerata delle cellule del cervello stesso, delle sue ghiandole, membrane, vasi sanguigni e nervi che si estendono da esso. Il tumore può essere di due tipi: benigno e maligno.

I principali sintomi di un tumore maligno:

  1. Gravi mal di testa che ti danno fastidio nella fase iniziale dello sviluppo della malattia. Più il cancro progredisce, più diventa doloroso..
  2. Vomito.
  3. Compromissione della memoria.
  4. Disordini mentali.
  5. Paralisi.
  6. Ipersensibilità al caldo e al freddo.
  7. Disabilità visiva, pupille di diverse dimensioni.

Per quanto riguarda una neoplasia benigna, i sintomi compaiono quando il tumore raggiunge grandi dimensioni e comprime le strutture cerebrali adiacenti. Nelle fasi iniziali, c'è un leggero mal di testa e vertigini, nei casi più avanzati i sintomi appaiono simili ai segni di una neoplasia maligna.

Se la malattia non viene riconosciuta in tempo, è possibile uno spostamento delle strutture cerebrali e un'interruzione del suo lavoro. Nelle prime fasi dello sviluppo, il tumore può essere rimosso e, nei casi avanzati, viene eseguito un trattamento palliativo, che supporta le funzioni vitali del corpo. La maggior parte dei tumori cerebrali maligni sono incurabili e dopo un po 'una persona muore.

Epilessia

L'epilessia è un disturbo neurologico cronico caratterizzato da una predisposizione alle convulsioni. La ragione di ciò è l'interruzione dell'attività bioelettrica del cervello. La patologia può interessare l'intero cervello o parte di esso.

Le persone di qualsiasi età sono suscettibili all'epilessia; lesioni alla testa, ischemia cerebrale, alcolismo, ecc. Possono diventare fattori predisponenti. Nei bambini, questa malattia del cervello non ha una causa specifica e si sviluppa come epilessia primaria.

Un sintomo della malattia è un attacco epilettico (convulsioni), che può essere:

  1. Generalizzato. Colpisce due emisferi del cervello.
  2. Locale. Il lavoro di una certa parte di un emisfero è interrotto.

Sequestro generalizzato

Una grande crisi generalizzata è il tipo più comune di epilessia ed è associata alla perdita di coscienza. Sembra così: il corpo umano è in uno stato di tensione e si piega in un arco, la testa viene gettata indietro e gli arti sono raddrizzati. Il respiro del paziente si ferma, la pelle diventa bluastra. Questa fase può durare fino a 1 minuto, dopodiché la respirazione si normalizza e iniziano i crampi alla testa e agli arti. Una persona non si controlla, può mordersi la lingua o alleviare se stessa. Dopo un po 'riprende conoscenza.

I bambini possono sviluppare convulsioni minori quando il bambino non risponde all'ambiente, gli occhi si congelano e le palpebre si contraggono. In tal caso, la perdita di coscienza e le convulsioni non sono tipiche..

Attacchi locali

Si dividono nelle seguenti tipologie:

  1. Semplice, in cui una persona non perde conoscenza, ma alcune parti del corpo sono insensibili, convulsioni, tremori.
  2. Difficile: il paziente non capisce cosa sta succedendo, possono comparire allucinazioni.

Quando una persona ha un attacco epilettico, la cosa più importante è non lasciarlo cadere e battere la testa, oltre a mordersi la lingua. È meglio alzare leggermente la testa e adagiare il paziente su un fianco.

Per prevenire una tale condizione, è necessario escludere fattori provocatori come stress frequente, cattive abitudini, ecc. Richiede un trattamento terapeutico costante, l'assunzione di farmaci e la supervisione di un medico.

Idrocefalo

Questa malattia è caratterizzata da un eccessivo accumulo di liquido cerebrospinale nel cervello. L'idrocefalo si manifesta con aumento della pressione intracranica, mal di testa, sensazione di oppressione agli occhi, ipertensione, disturbi mentali, convulsioni, ecc. La causa dello sviluppo della malattia risiede nella rottura del sistema del liquido cerebrospinale. Questa patologia può manifestarsi a qualsiasi età, ma i bambini ne sono più spesso colpiti, in particolare i neonati prematuri.

Tra le cause della malattia si possono anche distinguere: infezioni intrauterine, traumi alla nascita, encefaliti, traumi craniocerebrali, disturbi vascolari, ecc..

La malattia può essere identificata dai seguenti segni:

  1. Mal di testa.
  2. Nausea e vomito.
  3. Sensazione di costrizione negli occhi.
  4. Vertigini.
  5. Rumore nelle orecchie.
  6. Visione ridotta.

Malattie del midollo osseo

Fondamentalmente, questo tipo di malattia colpisce le cellule staminali e interrompe il loro lavoro, il che porta a:

  1. La discrepanza tra il loro numero. Ci sono molte cellule di un tipo nel corpo, mentre altre non sono sufficienti.
  2. Aspettativa di vita diversa.
  3. Processi patologici in loro.

Tutto ciò diventa la causa dell'interruzione del lavoro degli organi interni e porta allo sviluppo di tali malattie:

  1. Leucemia: in questo caso viene prodotta una quantità eccessiva di globuli bianchi, che sopprimono la produzione del resto, rendendo così il corpo vulnerabile alle infezioni. Adulti e bambini diventano suscettibili a vari tipi di malattie virali e infettive, sanguinamento e anemia. Hanno anche ingrossamento della milza, linfonodi e lividi cutanei..
  2. Mieloma: il picco principale dell'incidenza si verifica all'età dopo i 40 anni. Tali neoplasie sono suddivise in:
  • Mielodisplastica: questa sindrome è caratterizzata dalla formazione di cellule anormali. In questo caso, ci sono meno cellule sane e non possono far fronte a virus, infezioni e sanguinamento..
  • Mieloproliferativo - caratterizzato dalla produzione di cellule immature che non possono funzionare correttamente.
  1. Anemia - è di due tipi: carenza di ferro e aplastica. Nel primo caso c'è una carenza di ferro, in cui il midollo osseo produce globuli rossi che non possono svolgere le loro funzioni. E nel secondo caso, la malattia si sviluppa a causa dell'esposizione chimica o alle radiazioni, nonché con una predisposizione genetica.

Quando vedere un dottore

Se hai i seguenti sintomi, dovresti consultare immediatamente un medico:

  • qualsiasi trauma al cranio, commozioni cerebrali, ecc.
  • il tono della parte occipitale della testa, la coscienza nebbiosa, uno stato di febbre;
  • mal di testa gravi e improvvisi;
  • intorpidimento degli arti, letargia;
  • incapacità di concentrarsi, ricorda;
  • convulsioni con perdita di coscienza;
  • deterioramento della vista;
  • fontanella sporgente nei bambini.

Diagnostica

Una diagnosi corretta può essere fatta solo dopo aver eseguito misure diagnostiche che aiuteranno a identificare il tipo e il grado della malattia. Per questo, viene eseguito:

  1. RM e TC.
  2. Elettroencefalografia.
  3. raggi X.
  4. Angiografia.
  5. Radiografia.
  6. Analisi del sangue.

Qualsiasi malattia del cervello richiede maggiore attenzione, perché la vita umana dipende dal suo corretto funzionamento. In questi casi, non puoi auto-medicare, perché ciò aggraverà solo le condizioni del paziente. Per il trattamento delle patologie cerebrali, è meglio cercare l'aiuto di specialisti qualificati: un neurologo, neurochirurgo o oncologo.

Malattie del cervello umano: sintomi e segni, diagnosi, metodi di trattamento e prevenzione

Grazie al lavoro del cervello, l'interazione di tutti gli organi e sistemi viene eseguita senza intoppi e senza interruzioni. Ciò è dovuto al funzionamento dei neuroni che, a causa della comunicazione sinaptica, forniscono impulsi nervosi ai tessuti. Le malattie del cervello causano l'interruzione dell'attività dell'intero organismo. Le patologie di questo organo sono caratterizzate da eventuali anomalie in cui i suoi tessuti sono interessati dall'interno o dall'esterno. Di conseguenza, il lavoro dei neuroni viene interrotto, il che porta a un cambiamento nella personalità e nel carattere di una persona e, nei casi più gravi, persino alla morte..

Cosa sono le malattie del cervello

Questo è un ampio gruppo di malattie, principalmente associate a danni al sistema nervoso centrale, sebbene questa categoria di malattie possa includere anche processi oncologici, anomalie nello sviluppo del cervello e il suo trauma. I disturbi di questo organo sono ugualmente comuni tra uomini e donne, adulti e bambini. Solo alcune malattie sono tipiche di una certa età. Alcuni di loro vengono diagnosticati durante il periodo neonatale, ad esempio l'idrocefalo o il ritardo della crescita intrauterina. Le patologie acquisite sono più spesso diagnosticate nella popolazione adulta..

Elenco delle malattie

Il lavoro quotidiano del cervello è coordinazione e controllo dei movimenti, generazione della parola, concentrazione dell'attenzione, memorizzazione dei fatti, ecc. Questo organo controlla il lavoro dell'intero organismo, quindi, con le sue malattie, compaiono una varietà di sintomi, sebbene il principale sia il mal di testa. A seconda della fonte di sviluppo, le malattie del cervello sono suddivise nei seguenti gruppi:

  • neoplasie - meningioma, glioma;
  • infezioni - tubercoloma, neurosifilide, meningite;
  • lesioni - ferite da arma da fuoco, colpi, contusioni;
  • patologie vascolari - ictus, distonia vascolare;
  • malattie immunitarie - sclerosi multipla;
  • invasioni parassitarie - cisticercosi;
  • patologie ereditarie - malattia di Recklinghausen.

Molte malattie non sono ancora del tutto comprese, sebbene possano essere rilevate in una fase iniziale grazie ai moderni metodi diagnostici. Tra le malattie cerebrali più comuni ci sono le seguenti:

  • Encefalopatia. Può essere congenito o acquisito. In quest'ultimo caso, i cambiamenti distrofici nel tessuto cerebrale sono associati a infezioni, traumi, alcolismo, malattie vascolari.
  • Il morbo di Alzheimer. Causato da un danno alla corteccia cerebrale, che porta a disturbi neuropsicologici e grave compromissione dell'intelligenza.
  • Aneurisma dell'aorta e dei vasi cerebrali. Si forma a seguito della loro espansione, a causa della quale si forma un sacco pieno di sangue. Può rompersi e causare sanguinamento nella cavità cranica..
  • Ictus. È una violazione della circolazione cerebrale associata ad ipertensione, blocco dei vasi sanguigni da placche aterosclerotiche, anemia aplastica o altre malattie del sangue.
  • Morbo di Parkinson. Questa è una lesione selettiva dei neuroni cerebrali che colpisce le persone anziane di età compresa tra 60 e 65 anni..
  • Distonia vegetovascolare. Associato a insufficiente afflusso di sangue al cervello e restringimento del lume vascolare.
  • Demenza. Un'altra malattia comune nelle persone anziane. Nei giovani, si verifica con lesioni cerebrali traumatiche (TBI) o ictus. La malattia è una diminuzione delle prestazioni mentali.
  • Tumori. Sono benigni e maligni. La crescita eccessiva del tessuto cerebrale porta ad un aumento della pressione intracranica.
  • Epilessia. Nella maggior parte dei pazienti è congenito, ma può svilupparsi dopo un trauma cranico. La malattia si manifesta con un attacco in cui una persona cade con un forte pianto. Il paziente ha schiuma alla bocca, respiro rauco, si sviluppano convulsioni.

Le ragioni

Molte malattie del cervello sono ereditarie e quindi non possono essere curate. Le anomalie genetiche vengono trasmesse da un padre o da una madre a un figlio maschio. Per questo motivo, se uno dei coniugi ha una malattia cerebrale, si consiglia di non avere figli o di dare alla luce solo una femmina. Il resto delle patologie di questo organo possono svilupparsi sotto l'influenza dei seguenti fattori di rischio:

  • malattie infettive come rabbia o HIV;
  • patologie specifiche come la sifilide, l'AIDS;
  • vasculite;
  • lesioni al collo o alla testa;
  • ipertensione;
  • aterosclerosi delle arterie;
  • azioni di radiazioni radioattive ed elettromagnetiche;
  • fumo, abuso di alcol;
  • malnutrizione, malnutrizione;
  • esposizione a sostanze chimiche;
  • uso di droga.

Sintomi

Il quadro clinico è determinato dal tipo e dalla posizione del danno cerebrale. Un sintomo comune di danno a questo organo è il mal di testa. Ha un carattere diverso: acuto o dolorante, spremitura o scoppio, continuo o temporaneo. La presenza di una malattia del cervello può essere sospettata dai segni del seguente elenco:

  • convulsioni;
  • svenimento;
  • cambiamento di odore;
  • difficoltà a concentrarsi;
  • compromissione dell'udito, della vista;
  • rigonfiamento;
  • problemi di memoria;
  • sbalzi d'umore;
  • debolezza muscolare;
  • deviazioni di comportamento;
  • tono muscolare occipitale;
  • perdita di appetito;
  • intorpidimento degli arti;
  • nausea mattutina;
  • violazione dell'equilibrio e del coordinamento;
  • difficoltà a concentrarsi.

Encefalopatia alcolica

Questa è una delle varietà di psicosi alcoliche. La malattia si sviluppa a causa del regolare abuso di bevande alcoliche, che porta alla morte dei neuroni - cellule cerebrali. L'encefalopatia alcolica è caratterizzata da molti sintomi diversi, ma i principali sono i disturbi mentali, come:

  • problemi di sonno sotto forma di incubi, sonnolenza diurna, incubi;
  • perdita di memoria, deterioramento dell'intelligenza;
  • irritabilità;
  • cambiamenti nello sfondo emotivo sotto forma di attacchi di rabbia;
  • allucinazioni;
  • ansia.

Sullo sfondo di questi sintomi, si osserva un disturbo digestivo, che è accompagnato da nausea, vomito, diarrea e malessere. Il paziente ha un'avversione per il cibo ricco di proteine ​​e grassi e una generale diminuzione dell'appetito. Tra i segni neurologici e cardialgici nei pazienti con encefalopatia alcolica, si osservano i seguenti sintomi:

  • convulsioni;
  • forte tremore degli arti;
  • paralisi di qualsiasi parte del corpo;
  • rigidità dei movimenti;
  • aumento della sudorazione;
  • brividi;
  • tachicardia.

Il morbo di Alzheimer

Questa patologia è una forma di demenza, in cui si sviluppano cambiamenti cardinali nel carattere di una persona. La malattia è una malattia neurodegenerativa incurabile che può portare al completo degrado della personalità. Tra tutti i tipi di demenza senile, la malattia di Alzheimer viene prima. Funziona in modo diverso per ogni persona. La patologia si sviluppa gradualmente, nell'arco di 10-13 anni e non a un certo punto. Nella fase iniziale, il paziente potrebbe non essere nemmeno consapevole della sua situazione..

Il morbo di Alzheimer può essere sospettato dal disorientamento nello spazio, quando una persona anziana può dimenticare la strada familiare per il negozio o anche per la propria casa. Le caratteristiche comuni includono anche:

  • distrazione, dimenticanza;
  • difficoltà a comprendere le frasi dette dall'interlocutore;
  • diminuzione della vitalità;
  • agitazione mentale;
  • perdita di interesse per gli eventi circostanti;
  • irritabilità, aggressività immotivata, instabilità dell'umore;

Gli scienziati si stanno ancora chiedendo quale sia la causa di questa malattia. I fattori di rischio sono l'età superiore ai 65 anni, il sesso femminile e la predisposizione genetica. Nell'ultima fase, la malattia causa i seguenti sintomi:

  • perdita di abilità quotidiane;
  • il movimento è difficile, una persona potrebbe anche non alzarsi e muoversi;
  • amnesia: il paziente non riconosce i membri della famiglia;
  • minzione spontanea;
  • disturbo del linguaggio che diventa incomprensibile.

Ictus cerebrale

Questa malattia è una conseguenza di una violazione dell'afflusso di sangue al cervello, che causa danni ai suoi tessuti. Oggi, l'ictus è comune a tutte le età, quindi può verificarsi anche nelle persone sotto i 30 anni. I fattori di rischio per lo sviluppo di questa malattia sono l'aterosclerosi vascolare e l'ipertensione. A seconda della natura del corso, un ictus è:

  • Ischemico. In questo caso, si osserva carenza di ossigeno, che si forma dalla sospensione o dalla completa cessazione del flusso sanguigno in una parte separata del cervello. Un tale ictus si verifica più spesso in un sogno, accompagnato da intorpidimento della mano, guancia, disturbi del linguaggio, aumento del rombo nelle orecchie, letargia, nausea.
  • Emorragico. È un'emorragia cerebrale dovuta a un vaso sanguigno rotto in un contesto di forte stress o stress emotivo. L'ictus emorragico provoca paralisi degli arti su un lato del corpo, disturbi del linguaggio, passività per l'ambiente, svenimenti, vomito.

Distonia vegetovascolare

In medicina, l'abbreviazione VSD sta per distonia vegetativa. Questa diagnosi è ancora controversa, poiché include un gran numero di sintomi diversi e non ha una causa specifica. Circa l'80% della popolazione adulta e il 25% dei bambini soffre di VSD. Nelle donne, si verifica più spesso a causa della maggiore emotività. Le cause della distonia vascolare vegetativa sono i seguenti fattori:

  • fumo, alcol;
  • cambiamento climatico;
  • eredità;
  • trauma cranico;
  • osteocondrosi cervicale;
  • disturbi ormonali;
  • nutrizione impropria;
  • stress psico-emotivo.

I sintomi della distonia vegetativa-vascolare sono estremamente diversi. I sintomi della malattia si manifestano in quasi tutti i sistemi del corpo.

  • picchi di pressione sanguigna;
  • sensibilità ai cambiamenti meteorologici;
  • mal di testa;
  • nausea;
  • difficoltà di adattamento all'attività fisica;
  • mancanza di ossigeno, cercando di inalare più aria;
  • angoscia;
  • attacchi di panico, fobie, depressione, sospettosità;
  • aritmia;
  • sbalzi d'umore;
  • vertigini;
  • insonnia, debolezza, affaticamento;
  • violazioni della termoregolazione, aumento della sudorazione, vampate di calore;
  • ipocondria.

Demenza

Questo è il nome della demenza acquisita, che è accompagnata da una diminuzione persistente dell'attività mentale con la perdita di conoscenze acquisite in precedenza e abilità pratiche. Questa patologia del cervello è tipica degli anziani. Oltre alla perdita di competenze esistenti, i pazienti hanno difficoltà ad assimilare nuove informazioni. La demenza può essere associata all'Alzheimer o al Parkinson. In una fase iniziale, la patologia si manifesta con i seguenti sintomi:

  • deterioramento dell'umore;
  • aggressione;
  • apatia per tutto.

In futuro, la malattia porta a disturbi del linguaggio, perdita di memoria, allucinazioni. Una persona in questa fase della malattia è sicura che tutto sia in ordine con lui, corre costantemente per andare da qualche parte, confonde i lati destro e sinistro, non può nominare gli oggetti. Il paziente può smettere di lavarsi e prendersi cura di se stesso. La demenza grave si manifesta come segue:

  • è difficile per il paziente riconoscere i parenti;
  • c'è una completa perdita di orientamento nel tempo e nello spazio;
  • una persona ha bisogno di cure costanti, poiché non può mangiare se stesso ed eseguire semplici procedure igieniche.

Un tumore al cervello

Questa patologia è la più pericolosa tra le malattie del cervello. In una fase iniziale, i tumori sono difficili da diagnosticare. In generale, rappresentano la proliferazione patologica delle cellule mutate, provocata da un aumento della pressione intracranica. I segni caratteristici di un tumore sono i seguenti sintomi:

  • attacchi di mal di testa mattutino;
  • deviazioni psichiche;
  • convulsioni;
  • vomito;
  • paresi di un arto.

Se il tumore è localizzato nella parte frontale della testa, il paziente ha aumentato il nervosismo e l'aggressività irragionevole. Inoltre, ha difficoltà mentali. I tumori nella regione temporale sono accompagnati da attacchi di panico, depressione, disturbi della memoria. Il paziente ha un'andatura ubriaca, problemi di vista, linguaggio confuso.

Diagnostica

Le lesioni cerebrali sono molto pericolose, quindi richiedono sicuramente un aiuto qualificato da parte dei medici. I medici devono essere consultati immediatamente con i seguenti sintomi:

  • coscienza confusa;
  • mal di testa acuto improvviso;
  • gravi lesioni al cranio;
  • comparsa inaspettata di discorsi trascinati, intorpidimento degli arti, letargia;
  • incapacità di concentrarsi;
  • convulsioni convulsive con perdita di coscienza;
  • visione offuscata improvvisa.

Sulla base di questi sintomi, il medico può sospettare un malfunzionamento del cervello. Dopo aver esaminato il paziente e raccolto l'anamnesi, lo specialista prescriverà le seguenti procedure:

  1. Analisi del sangue generale. Rivela la rapidità della sedimentazione degli eritrociti, la quantità di emoglobina, che aiuta a confermare la presenza di anomalie nel corpo.
  2. Computer e risonanza magnetica. Queste procedure registrano anche i più piccoli cambiamenti nell'area di interesse: traumi, anomalie strutturali, tumori, anomalie dello sviluppo, emorragie, aneurismi.
  3. Elettroencefalografia. Questo metodo di ricerca aiuta a ottenere informazioni sul lavoro del cervello, sullo stato delle fibre nervose e sul sistema circolatorio..
  4. Radiografia del cranio.
  5. Angiografia. Questa procedura è sia invasiva che dolorosa. Un mezzo di contrasto viene iniettato nell'arteria femorale. Questo aiuta a studiare i vasi del cervello in base al grado e alla sequenza del loro riempimento. L'angiografia può aiutare a chiarire e confermare l'aneurisma o la malformazione.
  6. Puntura spinale. Indicato per danni infettivi al sistema nervoso.
  7. Biopsia cerebrale. La procedura è necessaria se si sospetta il cancro. Aiuta a identificare le neoplasie maligne.

Trattamento

Le malattie cerebrali sono particolarmente difficili da trattare. Per prendere una decisione su un regime terapeutico, i medici spesso convocano un consulto e, per alcune procedure o un'operazione, chiedono persino il permesso al paziente stesso o ai suoi parenti. Se la malattia è di natura batterica, il trattamento prevede l'assunzione o la somministrazione endovenosa di antibiotici, farmaci antinfiammatori, vitamine. Il regime terapeutico dipende direttamente dalla malattia. Le principali patologie del cervello hanno i seguenti principi di trattamento:

  1. Il morbo di Alzheimer. Questa è una malattia incurabile, quindi la terapia contro di essa aiuta solo a fermare la morte delle cellule cerebrali negli anziani. Per questo, al paziente vengono prescritti farmaci speciali che rallentano il processo di morte neuronale..
  2. Ictus. Il trattamento per questa malattia ha lo scopo di ripristinare la circolazione sanguigna e arricchire il cervello con l'ossigeno. Per questo, vengono prescritti farmaci che normalizzano il lavoro del sistema cardiovascolare e stimolano il corretto funzionamento dei centri cerebrali..
  3. Distonia vegetovascolare. A un paziente con una tale diagnosi viene mostrato uno stile di vita sano, una dieta, un'attività fisica adeguata, fisioterapia e procedure idriche. Da farmaci, vengono prescritti tranquillanti, fitopreparati, antidepressivi.
  4. Un tumore al cervello. Viene trattato principalmente con la chirurgia. Se l'operazione non può essere eseguita, al paziente vengono prescritti chemioterapia e radioterapia. Il metodo specifico di trattamento è determinato dall'età del paziente, dal tipo di tumore e dalla sua posizione. Alcuni pazienti devono sottoporsi a tutti e tre i tipi di queste procedure.
  5. Epilessia. Richiede l'uso per tutta la vita di anticonvulsivanti, rispetto della dieta e un regime di stress fisico e mentale fattibile.
  6. Leucemia acuta. Con una tale malattia, i medici si sforzano di ottenere la remissione del paziente. Per questo, viene eseguito un trapianto di midollo osseo. Nella leucemia cronica, solo la terapia farmacologica che sostiene il corpo è efficace.

video

Trovato un errore nel testo?
Selezionalo, premi Ctrl + Invio e sistemeremo tutto!


Articolo Successivo
Sintomi e conseguenze di un piccolo infarto miocardico focale