Violazione del flusso sanguigno di grado 1b durante la gravidanza


Placenta - si forma nell'utero dopo la gravidanza. È necessario per collegare il corpo della madre e del bambino con una circolazione sanguigna. Con l'aiuto della placenta, il feto riceve ossigeno, nutrienti necessari per lo sviluppo e la formazione degli organi. Nella direzione opposta, le sostanze non necessarie formate a seguito di processi biochimici vengono rimosse.

Il flusso sanguigno uteroplacentare alterato causa una condizione chiamata insufficienza placentare. Questo porta alla morte fetale, aborto spontaneo.

Un esame ecografico obbligatorio per tre volte viene eseguito entro 36 settimane. Ti consente di identificare tempestivamente la violazione, sviluppare un piano per la gestione della gravidanza e del parto, prescrivere un trattamento, prevenire la morte e lo sviluppo anormale del bambino.

I requisiti moderni di ostetrici e ginecologi mirano a esaminare le donne in gravidanza utilizzando metodi sicuri per valutare il flusso sanguigno uteroplacentare in volume.

Come funziona la circolazione sanguigna tra madre e feto?

Il sistema circolatorio madre-feto si basa su strutture anatomiche come la placenta, le arterie ombelicali, le vene.

Il sangue scorre alla placenta attraverso le arterie uterine. La struttura delle loro pareti è caratterizzata dalla presenza di uno strato muscolare che può contrarsi e bloccare il lume. Prima della gravidanza, questo meccanismo aiuta a ridurre la perdita di sangue durante le mestruazioni..

A 4-5 settimane dal consolidamento dell'ovulo fecondato (processo di gestazione), lo strato muscolare scompare. Il flusso sanguigno alla placenta non dipende più dalla contrazione vascolare. E entro la sedicesima settimana, le arterie si trasformano per una circolazione sanguigna costante. Questo risulta essere pericoloso quando si verifica il sanguinamento, poiché è impossibile fermarlo riducendo il lume vascolare.

Qui, a livello delle celle:

  • scambio tra l'organismo materno e il flusso sanguigno fetale;
  • ci sono due flussi diretti versatili;
  • le sostanze necessarie vengono trasferite (diffusione).

Un'altra parte della circolazione generale è fornita dai vasi del cordone ombelicale (normalmente ci sono 2 arterie e una vena). Il volume principale di sangue scorre attraverso le arterie fino al feto, attraverso la vena scorre verso la placenta.

La violazione del flusso sanguigno fetale-placentare è più difficile per il bambino in via di sviluppo. Crea le condizioni per una previsione insoddisfacente della costruzione di organi e sistemi interni, la nascita di un bambino sano.

Quali sono i motivi che possono interrompere il flusso sanguigno tra la madre, la placenta e il feto?

Le cause dei disturbi del sistema circolatorio tra il corpo della madre e il feto (insufficienza feto-placentare) sono ben note. Alcuni dei fattori si formano solo durante la gravidanza. L'altro dipende dalla salute generale della donna..

La patologia della gravidanza include:

  • Basso attaccamento della placenta (dicono gli ostetrici - presentazione, "placentazione") - le parti inferiori dell'utero sono caratterizzate da uno strato muscolare più sottile. Non viene fornito abbastanza sangue al feto attraverso di esso. Una situazione simile si sviluppa nel caso di presentazione nell'area della cicatrice postoperatoria (ad esempio, da un taglio cesareo).
  • Tossicosi tardiva - accompagnata da danni ai piccoli vasi dell'utero, la complicazione è la violazione più frequente del flusso sanguigno.
  • Anemia: un basso livello di emoglobina provoca un'accelerazione compensatoria del battito cardiaco, un aumento del flusso sanguigno attraverso le arterie uterine per compensare la mancanza di ossigeno. La circolazione cambia anche nel circolo uteroplacentare.
  • Incompatibilità Rhesus tra il sangue della madre e il feto: si verifica un conflitto immunitario con lo sviluppo della malattia emolitica del bambino, l'anemia. La stessa situazione è possibile quando si trasfonde sangue di diversi tipi da un donatore.
  • Lo stress sui reni dovuto alla tossicosi può causare un aumento della pressione sanguigna. Aiuta a cambiare il flusso sanguigno.
  • La patologia delle arterie ombelicali viene rilevata raramente. Se è presente una sola arteria ombelicale, il flusso sanguigno è insufficiente per il feto.
  • Gravidanza multipla: la placenta è ingrandita e richiede una maggiore nutrizione. A volte il flusso sanguigno si sposta da un feto all'altro.

Tali cambiamenti sono chiamati sindrome da fetotrasfusione. Il donatore ha meno peso corporeo. E il destinatario ha un carico maggiore sul cuore in via di sviluppo. Entrambi i bambini hanno problemi.

Tra le malattie, le donne sono le più pericolose:

  • Infezioni acute durante la gravidanza: gli agenti patogeni possono penetrare nella barriera placentare e distruggere il sistema vascolare.
  • Malformazioni dell'utero: la più significativa è l'utero "a due corna". C'è una partizione all'interno della cavità, che la divide in 2 parti. La gravidanza è possibile solo in uno di loro. La principale violazione non è il fattore di pressione (la cavità ha la capacità di allungarsi sufficientemente), ma la mancanza di comunicazione tra le arterie uterine, lo sviluppo insufficiente della rete vascolare, l'ipossia placentare.
  • Endometriosi: cambiamenti nel rivestimento interno dell'utero, si verificano dopo malattie infiammatorie (comprese infezioni genitali), aborti frequenti, curettage diagnostico. Uno dei motivi è il fumo e l'alcol.
  • Tumore uterino: se una donna ha anche un piccolo fibroma (tumore benigno), la gravidanza stimola la crescita dei nodi. Prendono una parte del flusso sanguigno e il flusso sanguigno fetale viene "derubato". L'insufficienza dipende direttamente dalle dimensioni del tumore.
  • Diabete mellito - colpisce le pareti dei vasi sanguigni, spesso si verifica in una donna con fattori di rischio durante la gravidanza.

Ciò che minaccia il feto con insufficiente apporto di sangue placentare?

Tutte le violazioni sia della natura uteroplacentare che fetale-placentare portano alla carenza di ossigeno del feto (ipossia). Le complicazioni sono causate da questo stesso meccanismo:

  • la formazione degli organi interni del feto è disturbata, c'è una mancanza di massa, questo è chiamato "ritardo della crescita intrauterina";
  • il cuore reagisce con contrazioni rapide (tachicardia) o aritmie, bradicardia;
  • la composizione degli elettroliti e l'equilibrio acido-base sono disturbati;
  • il funzionamento del sistema endocrino è interrotto, il feto ha uno squilibrio ormonale;
  • non si formano depositi di grasso.

Le complicazioni più gravi sono la morte fetale, la minaccia di interruzione della gravidanza.

Tipi di disturbi del flusso sanguigno nella placenta

Distinguere tra insufficienza fetoplacentare (tra feto e placenta) e uteroplacentare.

L'ipossia fetoplacentare può procedere come:

  1. Insufficienza acuta - si verifica durante qualsiasi periodo di gravidanza e durante i dolori del travaglio. Provoca distacco prematuro della placenta, trombosi vascolare, infarto nella zona della placenta, emorragia. Capace di provocare la morte di un bambino.
  2. Cronico: si verifica più spesso, si sviluppa dal secondo trimestre, ma si manifesta solo nel terzo. I cambiamenti nella placenta sono nella natura dell'invecchiamento precoce, la fibrina si deposita sulla superficie dei villi. La permeabilità è drasticamente ridotta, il che provoca l'ipossia fetale.

Sullo sfondo dello sviluppo dell'insufficienza placentare cronica, si possono distinguere le fasi:

  • compensazione: il corso è favorevole, poiché i meccanismi protettivi del corpo della madre vengono attivati ​​e compensano il bambino per la mancanza di nutrizione, il trattamento è efficace, il bambino nasce in tempo, sano;
  • subcompensazione - l'organismo materno non è in grado di compensare completamente l'afflusso di sangue "non redditizio" al feto, è necessario un trattamento completo, il bambino può nascere con complicazioni, è in ritardo nello sviluppo;
  • scompenso: la patologia si sviluppa rapidamente, i meccanismi di compensazione non sono sufficienti, il feto ha alterato l'attività cardiaca, è possibile la morte intrauterina;
  • stadio critico - caratterizzato da pronunciati cambiamenti strutturali nella placenta, che interrompono le sue funzioni, la terapia non può cambiare lo stato del feto, la morte è inevitabile.

Il grado di alterazione del flusso sanguigno

In una violazione articolare del flusso sanguigno fetoplacentare e uteroplacentare, si distinguono 3 gradi.

I - i cambiamenti sono compensati, non minacciano il feto, cattura solo il flusso sanguigno uteroplacentare, il bambino si sviluppa normalmente. A seconda del livello di modifiche, ci sono:

  • grado Ia - il disturbo del flusso sanguigno uteroplacentare è limitato a una delle arterie uterine, tutti i parametri emodinamici sono stabili, entro limiti normali;
  • grado Ib - il flusso sanguigno è compromesso a livello di comunicazione tra il feto e la placenta a causa dei vasi del cordone ombelicale, abbastanza sangue scorre attraverso le arterie uterine.

Se non sono stati rilevati piccoli cambiamenti nel primo stadio e la donna non ha ricevuto cure, dopo 3-4 settimane si verificano violazioni di secondo grado.

II - il flusso sanguigno nelle arterie uterine e ombelicali cambia.

III - gli indicatori sono critici, è possibile invertire il flusso sanguigno nelle arterie.

Come viene effettuata la diagnosi??

Con l'ausilio dell'ecografia Doppler è possibile esaminare il flusso sanguigno attraverso le arterie e le vene, per ottenere un'immagine grafica a colori, per misurare i parametri dell'emodinamica fetale.

Questo gioca un ruolo significativo nel predire il corso della gravidanza, crea le condizioni per prendere decisioni sulle misure terapeutiche..

I metodi diagnostici indiretti includono:

  • tomografia computerizzata,
  • Ultrasuoni.

I metodi consentono di identificare una mancanza di massa fetale, un malessere della placenta. Questi segni possono essere la prova dello sviluppo dell'ipossia..

Cosa sente la madre e il medico determina durante l'esame?

L'ipossia stimola l'attività motoria fetale.

A un appuntamento con un ostetrico-ginecologo, il medico ascolta il battito cardiaco fetale, presta attenzione all'alta frequenza, aritmia o bradicardia. Ciò richiede un rinvio per un esame Doppler..

Trattamento dei disturbi

Stabilire il grado di alterazione del flusso sanguigno uteroplacentare è necessario per la scelta delle tattiche di gestione della gravidanza.

  • Si ritiene che sia possibile mantenere una gravidanza di primo grado (aeb), anche il trattamento aiuterà.
  • Il secondo grado è considerato borderline, richiede un monitoraggio costante, l'efficacia del trattamento è improbabile.
  • Nel terzo grado, è richiesta la consegna urgente con metodi chirurgici.

Le possibilità di terapia sono rivolte a tutti i collegamenti della patologia:

  • per migliorare la microcircolazione, utilizzare pentossifillina, Actovegin;
  • Stabizol, Venofundin, Infukol (sintetizzati sulla base di una soluzione di amidi, sono in grado di trattenere il fluido nei vasi) sono utilizzati per supportare una bassa velocità di flusso sanguigno e pressione nei vasi;
  • farmaci vasodilatatori come Euphyllin, No-shpy eliminano lo spasmo delle arterie medie e piccole;
  • riducendo il tono dell'utero, è possibile influenzare il vasospasmo, ridurre il grado di ipossia, utilizzare magnesia solfato, Magne B6, Ginipral;
  • gli antiossidanti eliminano gli effetti dell'ipossia, distruggono i prodotti di decadimento, prescrivono il tocoferolo, una combinazione di vitamina E e acido ascorbico, Hofitol;
  • Essentiale ha un effetto protettivo aumentando il livello di fosfolipidi benefici nel sangue, migliorando la funzionalità epatica;
  • Curantil è prescritto durante la gravidanza sullo sfondo dei fibromi uterini, è stato stabilito un effetto positivo sulla microcircolazione e la prevenzione della formazione di trombi.

Nella pratica degli ostetrici continua ad essere utilizzata la cocarbossilasi, che i cardiologi hanno abbandonato. Ma i ginecologi considerano il farmaco efficace per ripristinare la respirazione dei tessuti..

Previsione e conseguenze

Per gli studi statistici, viene utilizzato un indicatore come "mortalità perinatale". Include tutti i decessi verificatisi nel feto dalla 22a settimana di gestazione e tra i neonati nella prima settimana di vita. Si ritiene che rifletta pienamente l'influenza del fattore della gravidanza e del parto. Il calcolo si basa su 1000 bambini nati.

Attualmente, il 13,3% dei bambini muore a causa del secondo grado di compromissione della circolazione sanguigna uteroplacentare, nel terzo - fino al 47%. Un taglio cesareo tempestivo può ridurre la mortalità.

È necessaria una terapia intensiva:

  • 35,5% dei neonati con il primo grado;
  • 45,5% - dal secondo;
  • 88,2% - dal terzo.

Le conseguenze della conservazione e del trattamento dei bambini nati in condizioni di ipossia patologica non sono chiare. Pediatri e psichiatri sottolineano il suo effetto incondizionato sullo sviluppo fisico e mentale.

Solo specialisti esperti possono diagnosticare e trattare condizioni associate a una violazione della barriera uteroplacentare. Non puoi assumere farmaci da solo o utilizzare i consigli di persone con poca istruzione. La situazione può diventare critica non solo per il feto, ma anche per la donna.

Interruzione del flusso sanguigno fetale-placentare e ospedalizzazione

Una settimana fa, mi è stato diagnosticato un disturbo del flusso sanguigno fetale-placentare di 1B grado. (prima di allora, il Doppler veniva eseguito solo a 30-31 settimane, tutto era normale). Entrambi i medici (il dottore nello ZhK e l'ospedale di maternità, che sto per partorire) hanno offerto il ricovero.
Per quanto ne so (aperto Internet) il grado 1B è trattato con Actovegin e non è pericoloso. Prendo le compresse di Actovegin.

Per favore dimmi chissà - oggettivamente - c'è bisogno di ricovero prenatale?

Non voglio nemmeno sentire i consigli della serie "se dicono, è necessario". Ero in ospedale, so che colpo alla mia psiche + ero in ospedale - sono entrato in patologia - ho visto abbastanza. Insomma, non c'è voglia di litigare con i massimalisti. ma le opinioni degli esperti sono assolutamente necessarie! Saranno interessanti esattamente gli argomenti ben fondati delle persone che si sono imbattute in questa diagnosi. Grazie a tutti!

Cosa fare se la circolazione sanguigna tra la futura mamma e il bambino è compromessa: trattamento e misure preventive

Dopo la fecondazione dell'uovo e lo sviluppo dell'embrione, la placenta si forma nell'utero, collegando il bambino e la madre con un unico sistema circolatorio. Attraverso di esso, il feto riceve ossigeno e sostanze nutritive necessarie per la formazione e la crescita. Viene anche utilizzato per rimuovere sostanze non necessarie che si formano dopo varie reazioni biochimiche..

Caratteristiche della circolazione sanguigna tra madre e figlio durante la gravidanza

La violazione del flusso sanguigno della placenta provoca una mancanza di nutrizione e ossigeno nel bambino e diventa la causa della sua morte. Lo stato del flusso sanguigno placentare-uterino richiede molta attenzione durante la gravidanza. Per valutare le sue condizioni, vengono eseguite diagnosi di routine, vengono prese misure preventive e terapeutiche.

Il lavoro di circolazione sanguigna tra madre e bambino si basa sul funzionamento dell'arteria ombelicale, delle vene e della placenta. Le arterie uterine sono in grado di contrarsi, bloccando il flusso sanguigno a causa dello spessore dello strato muscolare che hanno. Questa struttura dell'arteria uterina ha lo scopo di ridurre la perdita di sangue durante le mestruazioni..

In 4-5 settimane di gravidanza durante la gestazione dell'uovo, lo strato muscolare nelle arterie scompare sotto l'influenza degli ormoni. A 16 settimane, c'è un'altra trasformazione delle arterie, durante la quale si aprono per riempirsi costantemente di sangue..

Le arterie sono:

  • collegamento di due flussi di direzioni diverse;
  • diffusione di sostanze necessarie alla crescita del bambino;
  • arricchimento del flusso sanguigno fetale con ossigeno e sostanze nutritive apportate dalla circolazione materna.

Parte del lavoro di circolazione sanguigna cade sulle arterie e sulle vene del cordone ombelicale. Il sangue scorre attraverso le arterie al bambino e attraverso la vena ritorna alla placenta. La violazione del flusso sanguigno fetale-placentare porta all'inibizione della crescita degli organi del bambino, rappresenta una minaccia per la sua salute.

Perché la circolazione sanguigna può essere compromessa

Motivi per insufficienza placentare (violazione della circolazione sanguigna tra madre e figlio):

  1. Bassa placentazione (attaccamento della placenta alla parete delle parti inferiori dell'utero o "presentazione"). Il sottile strato muscolare dell'utero inferiore non è in grado di fornire un sufficiente apporto di sangue al feto. Se non c'è migrazione della placenta (avanzamento nella parte superiore dell'utero), la situazione minaccia l'aggravamento della patologia.
  2. Tossicosi tardiva delle donne in gravidanza. Colpisce i piccoli vasi dell'utero, che interrompe i processi di circolazione sanguigna.
  3. Riduzione dei livelli di emoglobina o anemia. Questa condizione provoca un battito cardiaco accelerato nella madre, alterando la normale circolazione nel circolo uteroplacentare..
  4. Incompatibilità dei fattori Rh nel sangue di madre e bambino, che causa anemia nel feto e conflitto immunitario.
  5. Ipertensione nella madre a causa di problemi cardiaci, formazione di gonfiore, stress.
  6. Anomalie dell'arteria ombelicale, come avere una sola arteria ombelicale.
  7. Gravidanze multiple che richiedono più nutrienti.

Alcune malattie della madre contribuiscono alla diffusione della patologia, in particolare:

  • Infezioni acute, i cui agenti patogeni sono in grado di entrare nella placenta;
  • Malattia dell'utero (utero "a due corna", che ha un setto nel mezzo, che lo divide in due metà). Lo sviluppo del feto avviene in uno solo di essi. La minaccia è rappresentata dal fattore di spremere il feto in crescita e dal disturbo del flusso sanguigno che lo raggiunge. In tali situazioni, c'è spesso una violazione del flusso sanguigno uteroplacentare a sinistra del grado 1a oa destra..
  • Diabete. Colpisce le pareti dei vasi dell'utero.
  • Deviazioni dell'epitelio uterino (endometriosi).
  • Tumori uterini. La dimensione di un tumore benigno (fibroma) determina quanto il feto soffrirà di insufficiente afflusso di sangue. Più grandi sono i fibromi, maggiore è il rischio di fallimento. I cambiamenti ormonali innescati dalla gravidanza stimolano la crescita delle neoplasie. La presenza di questa malattia richiede un monitoraggio costante dell'afflusso di sangue uterino..

Possibili conseguenze

Gravi anomalie nel flusso sanguigno placentare portano a malformazioni fetali e mortalità. L'insufficienza circolatoria è suddivisa in più fasi. Le più pericolose sono le deviazioni del secondo e terzo grado..

La risposta alla domanda se sia pericoloso è la statistica della mortalità perinatale, secondo la quale la patologia del flusso sanguigno di 2 ° grado è la causa della morte del 13% dei bambini di età superiore alle 22 settimane. La terza fase provoca la morte nel 48% dei casi. La terapia tempestiva e il parto urgente con taglio cesareo aiutano a ridurre questi tassi..

Lo sviluppo di un bambino in condizioni di insufficienza placentare si riflette nel suo stato fisico e mentale nel periodo postnatale.

Qual è il pericolo per il nascituro

Il principale pericolo di insufficienza placentare per le briciole in crescita è l'ipossia.

Le conseguenze di una mancanza di ossigeno:

  • mancanza di peso del bambino (ritardo della crescita intrauterina);
  • violazione della formazione degli organi interni;
  • fallimento nell'equilibrio acido-base e nella composizione degli elettroliti;
  • sviluppo di squilibri ormonali e interruzioni del sistema ormonale;
  • mancanza di "depositi di grasso".

Grave deviazione del flusso sanguigno placentare e disfunzione della placenta minacciano la morte del bambino, comportano l'interruzione della gravidanza.

Il grado di alterazione del flusso sanguigno

Ci sono tre fasi di deviazione della circolazione sanguigna tra il bambino e la madre dalla norma:

I - i cambiamenti in questa fase non rappresentano una seria minaccia per il bambino e sono compensati, cioè c'è una deviazione del flusso sanguigno arterioso con un flusso sanguigno conservato nei vasi del cordone ombelicale e viceversa. Il bambino si sta sviluppando normalmente. La fase è divisa in due tipi di modifiche che hanno un proprio codice:

1a grado: i problemi interessano solo un'arteria, gli indicatori dello sviluppo del bambino sono normali.

1c grado: si nota una deviazione del flusso sanguigno dalla norma nei vasi del cordone ombelicale. Un tipo di inattività fisica in cui le arterie dell'utero funzionano normalmente. In questo canale si nota una normale quantità di sangue..

Se problemi minori nell'approvvigionamento di cibo e ossigeno al feto non sono stati individuati in tempo e non ha ricevuto la terapia necessaria, dopo un mese la donna incinta può sviluppare deviazioni dell'emodinamica placentare-uterino di secondo grado.

II - la compromissione del flusso sanguigno colpisce le arterie ombelicali e uterine.

III - deterioramento critico della circolazione sanguigna nel circolo uteroplacentare, rischio di inversione del flusso sanguigno nelle arterie, sanguinamento placentare.

Una tale classificazione delle deviazioni emodinamiche durante la gravidanza, stabilita dall'ICD, consente di valutare con precisione lo stato del flusso sanguigno e di fare una prognosi per il trattamento e il parto imminente..

Metodi diagnostici

Per identificare la violazione dei processi metabolici tra il bambino e la madre, vengono utilizzati diversi tipi di diagnostica per determinare la natura dei problemi e il loro grado..

I metodi diagnostici includono:

  • un esame del sangue per il livello di gonadotropina corionica, estrogeni e progesterone;
  • ecografia;
  • cardiotocografia (CTG);
  • dopplerometria.

L'ecografia Doppler consente la diagnosi e la determinazione più accurate del grado di violazione. Questo metodo corregge anche piccole deviazioni dalla norma ed è completamente sicuro per una donna incinta e il suo bambino. I risultati dell'ecografia Doppler consentono agli specialisti di prevedere l'ulteriore decorso di portare un feto, di scegliere le tattiche terapeutiche necessarie. Sullo schermo del dispositivo è possibile vedere un'immagine grafica a colori dei flussi sanguigni.

La diagnostica ecografica consente di determinare la corrispondenza della dimensione delle briciole e lo sviluppo degli organi alla sua età. Pianificato nel processo di gestazione, viene eseguito tre volte in un periodo di 12, 20 e 32 settimane. Questo metodo consentirà, senza danni al bambino e alla madre, di valutare la conformità della sua dimensione coccigeo-parietale con l'età gestazionale, nonché lo sviluppo dei suoi organi interni, l'emodinamica placentare.

La cardiotocografia consente di ascoltare il battito cardiaco del bambino, valutare la frequenza cardiaca, la variabilità della frequenza basale. I dati registrati dal dispositivo vengono confrontati con la tabella. Secondo la tabella dei risultati di CTG, viene assegnato un punto. Lo sviluppo normale del bambino corrisponde a 8-10 punti di cardiotocografia.

La diagnostica viene eseguita in modo pianificato, è categoricamente sconsigliato alle donne incinte di perderlo.

I segni di una violazione possono essere notati dalla stessa donna incinta, ma spesso parlano di una fase grave della patologia. Una diminuzione o un aumento dell'attività dei movimenti del bambino può allertare la futura mamma. All'esame di un ostetrico-ginecologo, il medico rileva un rapido battito cardiaco fetale. Un segnale allarmante di incoerenza tra le dimensioni dell'addome e l'effettiva età gestazionale (ad eccezione dei casi causati dalla struttura del corpo della donna).

Trattamento dei disturbi

Le tattiche di trattamento sono determinate dal grado di patologia stabilito utilizzando metodi diagnostici. È possibile preservare la gravidanza e livellare la minaccia per il feto negli stadi ia - iv. I problemi di flusso sanguigno placentare di grado 1 b rispondono alla terapia. Non vi è alcuna minaccia per la salute e il normale sviluppo del bambino. Il feedback sui risultati della terapia per questa patologia parla di miglioramento, dinamiche positive generali, esclusione della probabilità di passaggio al secondo grado.

Il secondo grado di deviazione richiede un monitoraggio costante delle condizioni del bambino. La terapia su di esso è considerata inefficace.

La terza fase della disfunzione richiede un intervento chirurgico urgente.

La terapia patologica ha lo scopo di mantenere la pressione nei vasi, normalizzare il flusso sanguigno, ridurre il tono dell'utero, stabilizzare lo stato psico-emotivo della madre e normalizzare il lavoro del sistema cardiovascolare.

Terapia farmacologica:

  1. Per migliorare il flusso sanguigno, aiutano i farmaci sintetizzati dagli amidi, in grado di trattenere il fluido nei vasi. Questi includono Infukol, Stabizol.
  2. Actovegin e Pentoxifylline migliorano i processi di microcircolazione.
  3. Farmaci che alleviano lo spasmo (Nosh-Pa) dei vasi sanguigni, eliminano l'ipertonicità dell'utero, facilitando i processi di microcircolazione.
  4. Per ridurre il grado di ipossia, le donne assumono Mange B6, solfato di magnesio.
  5. La vitamina E, il tocoferolo aiutano ad eliminare le conseguenze della carenza di ossigeno per il bambino. Aiutano a rimuovere i prodotti di decomposizione dopo l'ipossia, a migliorare le condizioni delle briciole.
  6. Se la causa della patologia sono i fibromi uterini, viene prescritto Curantil, che riduce la probabilità di coaguli di sangue e ha un effetto positivo sull'emodinamica.
  7. La cocarbossilasi viene utilizzata per ripristinare la respirazione dei tessuti.

Il corso del trattamento viene eseguito due volte. La prima terapia viene prescritta al momento del rilevamento della patologia, seguita da un periodo da trentadue a trentaquattro settimane. Se il disturbo emodinamico è grave, in questo momento l'ostetrico-ginecologo determina il tempo e il metodo di consegna. Il parto naturale è indicato per una donna incinta solo con problemi emodinamici di primo grado. In altri casi, si consiglia il parto urgente o programmato con taglio cesareo, a seconda della gravità delle deviazioni.

Se viene rilevato lo stadio 2-3 della patologia, la terapia farmacologica conservativa non viene eseguita. Il trattamento chirurgico viene eseguito alla consegna. All'età del feto fino a 32 settimane, gli esperti valutano la sua vitalità e le sue condizioni. Il neonato viene posto in un'incubatrice, dove neonatologi e altri specialisti monitorano le sue condizioni e l'ulteriore sviluppo.

Tutte le decisioni su come migliorare l'emodinamica con l'aiuto di farmaci vengono prese dal medico. L'assunzione incontrollata indipendente di farmaci minaccia l'ulteriore sviluppo della patologia e l'interruzione della gravidanza.

Cosa fare per prevenire la patologia: misure preventive

La migliore misura preventiva della patologia emodinamica tra il corpo della madre e il bambino in via di sviluppo è l'aderenza ai principi di uno stile di vita sano. Le cattive abitudini che una donna aveva prima del concepimento devono essere completamente abbandonate..

Un fattore importante per il sano sviluppo del bambino è la corretta alimentazione equilibrata della madre, l'uso di alimenti ricchi di vitamine e minerali, nonché oligoelementi che migliorano il funzionamento del sistema cardiovascolare.

Una donna incinta ha bisogno di monitorare la quantità di liquidi che utilizza, ed è anche attenta al suo stato di salute, per assicurarsi che non ci siano edemi alle estremità, gestosi.

L'esecuzione di semplici esercizi ginnici aiuterà a mantenere il benessere e il funzionamento ottimale di tutti i sistemi corporei della futura mamma.

Ciò che conta nella prevenzione della patologia è la velocità con cui una donna aumenta di peso durante la gravidanza. Dovrebbe corrispondere al peso iniziale della donna prima del concepimento, alla struttura del suo corpo e alla durata della gravidanza. Non è desiderabile superare la norma..

La più importante di tutte le misure preventive è considerata la registrazione tempestiva, eseguendo tutti i metodi di ricerca diagnostica pianificati per rilevare anomalie nell'afflusso di sangue del bambino, nonché tattiche corrette tempestivamente per monitorare la gravidanza e il parto.

Conclusione

Lo stato del flusso sanguigno nella placenta e nel cordone ombelicale durante la gestazione è soggetto a monitoraggio obbligatorio da parte dell'ostetrico-ginecologo che osserva la gravidanza.

La futura mamma deve essere sensibile a qualsiasi cambiamento nelle sue condizioni e attività motoria del bambino, per non ignorare la diagnostica pianificata e aderire alle tattiche di trattamento prescritte dallo specialista se ha problemi di stadio 1b con l'afflusso di sangue placentare. Un atteggiamento positivo della madre e l'adesione ai suoi principi di uno stile di vita sano giocano un ruolo importante nella risoluzione della situazione..


Articolo Successivo
Aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori: cause, trattamento, chirurgia, rimedi popolari, prognosi