Violazione del ritmo e della conduzione del cuore


Tutti i contenuti di iLive vengono esaminati da esperti medici per garantire che siano il più accurati e concreti possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione delle fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Tieni presente che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili a tali studi.

Se ritieni che uno dei nostri contenuti sia inaccurato, obsoleto o altrimenti discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Normalmente, il cuore batte in un ritmo regolare e coordinato. Questo processo è fornito dalla generazione e conduzione di impulsi elettrici da parte dei miociti, che hanno proprietà elettrofisiologiche uniche, che porta a una contrazione organizzata dell'intero miocardio. Aritmie e disturbi della conduzione si verificano a causa di disturbi nella formazione o conduzione di questi impulsi (o entrambi).

Qualsiasi malattia cardiaca, comprese le anomalie congenite della sua struttura (ad esempio, ulteriori vie AV) o funzioni (ad esempio, patologia ereditaria dei canali ionici), può portare a disturbi del ritmo. I fattori eziologici sistemici includono disturbi elettrolitici (principalmente ipopotassiemia e ipomagnesiemia), ipossia, disturbi ormonali (come ipotiroidismo e tireotossicosi), esposizione a droghe e tossine (in particolare alcol e caffeina).

Codice ICD-10

Anatomia e fisiologia del ritmo cardiaco e disturbi della conduzione

Alla confluenza della vena cava superiore nella parte laterale superiore dell'atrio destro, c'è un accumulo di cellule che genera un impulso elettrico iniziale che assicura ogni battito cardiaco. Si chiama nodo del seno (SA) o nodo del seno. L'impulso elettrico emanato da queste cellule pacemaker stimola le cellule recettive, portando all'attivazione di aree del miocardio nella sequenza appropriata. L'impulso viene condotto attraverso gli atri al nodo atrioventricolare (AV) attraverso le vie internodali di conduzione più attive e i miociti atriali aspecifici. Il nodo AV si trova sul lato destro del setto interatriale. Ha una bassa conducibilità, quindi rallenta la conduzione dell'impulso. Il tempo dell'impulso attraverso il nodo AV dipende dalla frequenza cardiaca, è regolato dalla propria attività e dall'influenza delle catecolamine circolanti, che consente di aumentare la gittata cardiaca in base al ritmo atriale.

Gli atri sono isolati elettricamente dai ventricoli dall'anello fibroso, ad eccezione del setto anteriore. In questo punto, il fascio di His (che è una continuazione del nodo AV) entra nella parte superiore del setto interventricolare, dove è diviso in gambe sinistra e destra, che terminano con fibre di Purkinje. La gamba destra conduce un impulso alla parte anteriore e apicale dell'endocardio ventricolare destro. La gamba sinistra corre lungo il lato sinistro del setto interventricolare. I rami anteriore e posteriore del ramo del fascio sinistro stimolano la parte sinistra del setto interventricolare (la prima parte del ventricolo, che deve ricevere un impulso elettrico). Pertanto, il setto interventricolare si depolarizza da sinistra a destra, il che porta all'attivazione quasi simultanea di entrambi i ventricoli dalla superficie endocardica attraverso la parete ventricolare all'epicardio.

Elettrofisiologia del ritmo cardiaco e disturbi della conduzione

Il trasporto degli ioni attraverso la membrana dei miociti è regolato da speciali canali ionici che effettuano la depolarizzazione ciclica e la ripolarizzazione della cellula, chiamata potenziale d'azione. Il potenziale d'azione di un miocita funzionante inizia con la depolarizzazione cellulare da un potenziale transmembrana diastolico di -90 mV a un potenziale di circa -50 mV. A livello di questo potenziale di soglia, si aprono canali del sodio veloci Na + -dipendenti, che porta a una rapida depolarizzazione a causa del rapido deflusso di ioni sodio lungo il gradiente di concentrazione. I canali veloci del sodio vengono rapidamente inattivati ​​e l'efflusso di sodio si interrompe, ma altri canali ionici dipendenti dal tempo e dalla carica si aprono, consentendo al calcio di entrare nella cellula attraverso i canali del calcio lenti (stato di depolarizzazione) e al potassio di uscire attraverso i canali del potassio (stato di ripolarizzazione). Inizialmente, entrambi questi processi sono bilanciati e forniscono un potenziale transmembrana positivo, che prolunga il plateau del potenziale d'azione. Durante questa fase, il calcio che entra nella cellula è responsabile dell'interazione elettromeccanica e della contrazione del miocita. Infine, l'apporto di calcio si interrompe e il flusso di potassio aumenta, il che porta a una rapida ripolarizzazione della cellula e al suo ritorno al potenziale di riposo transmembrana (-90 mV). Essendo in uno stato di depolarizzazione, la cellula è resistente (refrattaria) al successivo episodio di depolarizzazione; all'inizio la depolarizzazione è impossibile (un periodo di refrattarietà assoluta, ma dopo la ripolarizzazione parziale (ma non completa) è possibile la successiva depolarizzazione, sebbene proceda lentamente (un periodo di refrattarietà relativa).

Esistono due tipi principali di tessuto nel cuore. I tessuti con canali veloci (miociti funzionanti degli atri e dei ventricoli, sistema His-Purkinje) contengono un gran numero di canali del sodio veloci. Il loro potenziale d'azione è caratterizzato da una rara o completa assenza di depolarizzazione diastolica spontanea (e, di conseguenza, un'attività pacemaker molto bassa), un tasso molto elevato di depolarizzazione iniziale (e quindi un'elevata capacità di contrarsi rapidamente) e una bassa refrattarietà alla ripolarizzazione (alla luce di ciò, un breve periodo refrattario e la capacità di condurre impulsi ripetitivi ad alta frequenza). I tessuti con canali lenti (nodi SP e AV) contengono un piccolo numero di canali del sodio veloci. Il loro potenziale d'azione è caratterizzato da una più rapida depolarizzazione diastolica spontanea (e, di conseguenza, più pronunciata attività del pacemaker), una lenta depolarizzazione iniziale (e quindi una bassa capacità di contrarsi) e una bassa refrattarietà, che è ritardata dalla ripolarizzazione (e, di conseguenza, un lungo periodo refrattario e l'incapacità di condurre impulsi frequenti) ).

Normalmente, il nodo SP ha la più alta frequenza di depolarizzazione diastolica spontanea, quindi le sue cellule generano un potenziale d'azione spontaneo a una frequenza più alta rispetto ad altri tessuti. Per questo motivo, il nodo SP funge da tessuto dominante con la funzione di automatismo (pacemaker) nel cuore normale. Se il nodo SP non genera impulsi, il tessuto con un livello di automatismo inferiore, solitamente il nodo AV, assume la funzione di pacemaker. La stimolazione simpatica aumenta la frequenza di eccitazione del tessuto del pacemaker, mentre la stimolazione parasimpatica la inibisce.

Ritmo cardiaco normale

La frequenza cardiaca, che si manifesta sotto l'influenza del nodo SP, a riposo negli adulti è di 60-100 al minuto. Una minore incidenza (bradicardia sinusale) può verificarsi nei giovani, soprattutto sportivi, e durante il sonno. Un ritmo più frequente (tachicardia sinusale) si verifica durante l'esercizio, la malattia o lo stress emotivo dovuto all'esposizione al sistema nervoso simpatico e alle catecolamine circolanti. Normalmente, ci sono forti fluttuazioni della frequenza cardiaca con la frequenza cardiaca più bassa al mattino presto, prima di svegliarsi. È inoltre normale avere un leggero aumento della frequenza cardiaca durante l'inspirazione e una diminuzione durante l'espirazione (aritmia respiratoria); ciò è dovuto a un cambiamento nel tono del nervo vago, che si riscontra spesso nei giovani sani. Con l'età, questi cambiamenti diminuiscono, ma non scompaiono affatto. L'assoluta correttezza del ritmo sinusale è patologica e si manifesta in pazienti con denervazione autonoma (ad esempio, in grave diabete mellito) o in grave insufficienza cardiaca.

Fondamentalmente, l'attività elettrica del cuore viene visualizzata sull'elettrocardiogramma, sebbene la depolarizzazione dei nodi CA, AV e del sistema His-Purkinje non coinvolga abbastanza tessuto per essere chiaramente visibile. L'onda P riflette la depolarizzazione dell'atrio, la depolarizzazione del complesso QRS dei ventricoli e l'onda riflette la ripolarizzazione dei ventricoli. L'intervallo PR (dall'inizio dell'onda P all'inizio del complesso QRS) riflette il tempo dall'inizio dell'attivazione atriale all'inizio dell'attivazione ventricolare. La maggior parte di questo intervallo riflette un rallentamento della conduzione degli impulsi attraverso il nodo AV. L'intervallo R-R (l'intervallo tra due complessi R) è un indicatore del ritmo dei ventricoli. L'intervallo (dall'inizio del complesso alla fine dell'onda R) riflette la durata della ripolarizzazione ventricolare. Normalmente, la durata dell'intervallo è leggermente più lunga nelle donne e si allunga anche quando il ritmo rallenta. L'intervallo cambia (QTk) a seconda della frequenza cardiaca.

Fisiopatologia delle aritmie cardiache e disturbi della conduzione

I disturbi del ritmo sono il risultato di disturbi della formazione degli impulsi, della conduzione degli impulsi o di entrambi. Le bradiaritmie si verificano a causa di una diminuzione dell'attività del pacemaker interno o del blocco della conduzione, principalmente a livello del nodo AV e del sistema His-Purkinje. La maggior parte delle tachiaritmie sono dovute al meccanismo di rientro, alcune sono il risultato di un aumento del normale automatismo o di meccanismi patologici di automatismo.

Rientro: la circolazione di un impulso in due percorsi non collegati con diverse caratteristiche di conducibilità e periodi refrattari. In determinate circostanze, solitamente create da una contrazione prematura, la sindrome da rientro si traduce in una circolazione prolungata di un'onda di eccitazione attivata, che causa tachiaritmia. Normalmente, il rientro è impedito dalla refrattarietà dei tessuti dopo la stimolazione. Allo stesso tempo, tre stati contribuiscono allo sviluppo del rientro:

  • abbreviare il periodo di refrattarietà dei tessuti (ad esempio, a causa della stimolazione simpatica);
  • allungando il percorso dell'impulso (anche con ipertrofia o presenza di percorsi aggiuntivi);
  • rallentamento della conduzione degli impulsi (ad esempio, con ischemia).

Sintomi del ritmo cardiaco e disturbi della conduzione

Le aritmie e le anomalie della conduzione possono essere asintomatiche o causare palpitazioni, sintomi di disturbi emodinamici (p. Es., Mancanza di respiro, fastidio al torace, sensazione di testa vuota o svenimento) o arresto cardiaco. A volte si verifica poliuria a causa del rilascio di peptide natriuretico atriale durante tachicardia sopraventricolare prolungata (SVT).

Ritmo cardiaco e disturbi della conduzione

Disturbi del ritmo cardiaco.

Il cuore è caratterizzato dal fatto che produce da sé scatti ritmici per la sua attività regolare (automazione del cuore)

In circostanze normali, si verificano allarmi nel nodo CA (ritmo sinusale fisiologico), in condizioni patologiche (eterotropo) vengono sostituiti centri di automazione
per la diagnosi delle aritmie cardiache è l'ECG più importante

Caratteristiche specifiche delle cellule cardiache:

  • automazione: la capacità di creare ansia

Conduttività: capacità di conversione

Irritabilità: la capacità di rispondere a uno stimolo

  • Refrattarietà: dopo l'attivazione, la cellula rimane inalterata per un po 'di tempo
  • Creazione e guida del battito cardiaco:

    • SA (senoatriale) - nella parte superiore dell'atrio destro alla bocca della vena cava superiore, regolazione delle innervazioni adrenergiche e colinergiche

    Collegamenti atriali intermodali

    AV - nodo (atrioventricolare) - con un aumento della frequenza di attivazione atriale, il nodo di controllo rallenta, tutti hanno trasferito la fine dell'attivazione atriale (importante nel flutter atriale e ventricolare), regolazione dell'innervazione adrenergica e colinergica

    La spalla destra e sinistra di Tavar

  • Purkenova vlachna
  • Allarme in luoghi con la propria automazione

    • Ritmo sinusale - nodo SA 60-90 / min.
    • Ritmo di junt - nodo AV, il suo volume è 40-60 / min. (pacemaker secondario)
    • Ritmo idioventricolare - distale dalla biforcazione del suo fascio alla fibra di Purkin 30-40 / min. (misuratore di ritmo terziario)

    Eziopatogenesi

    • I disturbi del ritmo cardiaco hanno un'eziopatogenesi diversa, funzionali sono quelli che non mostrano un'origine organica (nelle persone con un sistema nervoso autonomo labile e instabile), ma anche nelle persone che sono sane dopo molto caffè (caffeina), dopo aver fumato...
    • la maggior parte delle aritmie ha una causa organica (insufficienza cardiaca ICHS e restringimento della valvola a doppio cieco), interruzione degli elettroliti (carenza o eccesso di potassio), ghiandola tiroidea ingrossata, sovradosaggio di dialisi e suoi farmaci

  • Si verificano disturbi del ritmo cardiaco (aritmia, aritmia):
  • Se lo sviluppo dell'ansia è disturbato

  • Se controllo a impulsi (blocchi di blocco)
  • Se disturbato crea ansia e portarli allo stesso tempo
  • (automazione anormale = eccitazione nel sistema cellulare e nelle cellule, attività indotta = elettroliti causati da attività anormale, reinnesto = rotazione dell'anatomia elettrica in un circuito anatomico o funzionale)
  • Cause di un attacco di cuore

    • ICHS, IM - cicatrice, aneurisma, difetti delle valvole (dilatazione cardiaca), cardiomiopatia
    • Malattie infiammatorie (miocardite, pericardite), ipertrofia, malformazioni congenite, malattie infiltrative, tumori

  • Iatrogeni (cardiochirurgia, ablazione con radiofrequenza)
  • Cause extracardiache

    • Disturbi dell'ambiente interno, endocrino (PV, surrene), sistema nervoso autonomo (sincope neurocardioblastica)
    • Sepsi, ipotermia, coinvolgimento del sistema nervoso centrale, iatrogeni (beta-bloccanti della digitale, calcio antagonisti, antiaritmici)

    Manifestazioni cliniche di aritmie

    • Molto individuale, può essere soggettivamente completamente silenzioso e può essere catturato solo per caso su un ECG

  • Palpitazioni (battito cardiaco anormale, palpitazioni), mancanza di respiro e angina pectoris (carico insufficiente sull'arteria coronaria)
  • segni di flusso sanguigno insufficiente al cervello (sensazione di debolezza, visione offuscata, vertigini)
  • Svenimento (perdita di coscienza a breve e breve termine) durante il blocco completo degli impulsi

  • Morte improvvisa (cosiddette aritmie maligne)
    • (Complesso PQRST), frequenza 60-100 / min, ogni complesso QRS è preceduto da un'onda P, intervallo PQ normale (120-200 ms), lunghezza QRS normale (

    Bradicardia

    • frequenze inferiori a 60 / min (inferiori a 50 / min)
    • fisiologico in determinate circostanze (i giovani sono atleti, sonno, bradicardia respiratoria)

    Sintomi

    • Palpitazioni, mancanza di respiro (sindrome da affaticamento), parossismo LAS = sincope (breve caduta nella coscienza autunnale, asistolia ventricolare a breve termine o tachicardia)
    • Collaterale (necessità di RCP)

    Diagnosi

    • ECG (riposo, Holter, telemetria)
    • Stress test, massaggio della carotide, test HUT, test elettrofisiologico, test farmacologici

    Trattamento

    • Trattamento farmacologico Atropina 0,5 mg EV, infusione di isoprenalina EV

  • non farmacologico - stimolazione cardiaca temporanea o permanente, in cui la frequenza cardiaca è di 3 secondi, l'individuo sta svenendo (stato neurogenico)
  • Stimolazione

    è un metodo per curare i ritmi cardiaci lenti, la cui essenza è la stimolazione ritmica ripetuta del cuore utilizzando una corrente continua a bassa intensità fornita al cuore da un elettrodo da una fonte esterna

  • Temporaneo (temporaneamente per 14 giorni, punteggiatura sottoclasse)
  • costanti (stimolazione atriale a raggi X, bicamerali X monocamerali) hanno diverse modalità di funzionamento (causate da telecamere vietate dagli atri, possibilità di cambiare la frequenza, attività del paziente...)
  • Impulsi di allarme

    • Bradicardia sinusale - ritmo sinusale lento

  • Sindrome del seno malato (sindrome del seno malato) - colpisce non solo il nodo SA, ma anche il sistema di conduzione negli atri (cuore SA e blocco, parossismi della fibrillazione atriale - dopo una pausa)
  • Sindrome dell'arteria carotide
  • Disturbi delle ondulazioni

    • Blocco SA

  • Blocco AV I.st. (estensione dell'intervallo PQ di 0,20 secondi), II. st. (Mobitz I = periodo di Wenckebach, prolungamento graduale della PQ fino alla caduta del QRS, Mobitz II = PQ costante senza valore PRS QRS), III. Santo (onde P senza trasmissione alle camere, frequenza ventricolare completamente indipendente, QRS ampio)
  • QRS estremo> 0,12 ms (KBLTR - attivazione ventricolare destra ritardata, KBPTR - attivazione ventricolare sinistra ritardata, LAH - QRS II, III negativo, LPH - insolito, QRS II, III positivo)
  • tachicardia

    Sopraventricolare o ventricolare

  • frequenza cardiaca superiore a 90 / min, la tachicardia sinusale è solitamente la risposta del corpo all'attività fisica) e stress patologicamente causato da febbre, ipertiroidismo, ipovolemia, anemia, insufficienza cardiaca ed embolia polmonare
  • Diagnosi

    • ECG (riposo, Holter, telemetria)
    • Stress test, massaggio della carotide, test HUT, test elettrofisiologico, test farmacologici

    Tachicardia sinusale

    Trattamento

    • beta-bloccanti (Betaloc), verapamil

    Extrasistoli sopraventricolari

    • origine da qualche parte nella regione sopraventricolare c'è un'onda P di varie forme, QRS - sottile

  • Clinicamente significativo e trattabile solo quando sorgono problemi clinici
  • Fibrillazione atriale

    • Le aritmie cardiache più frequenti, patologia dei depositi eterotopici atriali

    Attività caotica irregolare dell'atrio (starnuti), assenza di onde P, di regola, risposta ventricolare irregolare

    parossistica X permanente X permanente

  • Le camere vengono rimosse rapidamente e in modo irregolare, sono meno efficienti, il sangue non scorre verso la periferia durante tale estensione del ventricolo sinistro e il cosiddetto deficit degli impulsi periferici (la differenza tra la frequenza misurata nel cuore e nella periferia)
  • Sintomi

    • O asintomatici o palpitazioni, mancanza di respiro, insufficienza cardiaca, CMP

  • Le complicanze includono il rischio di tromboembolia (con la scomparsa delle contrazioni atriali) e il deterioramento dei parametri emodinamici
  • Trattamento

    • Recupero della frequenza cardiaca (Prolekofen, Rytmonorm, Cordarone, Sedacoron) iv

    Controllo della frequenza ventricolare (beta-bloccanti, digitalis verapamil e profilassi tromboembolica (Warfarin, INR 2-4), acido acetilsalicilico

    Cardioversione (versione elettrica) da anestesista 250-350 J, fino a 24 ore (o 48 ore) dalla germinazione, se più vecchio, il paziente deve prima essere warfarized correttamente

  • Ablazione con radiofrequenza ("labirinto")
  • Flutter atriale

    • frequenza atriale 240-340 / min

    tipiche onde P ("a dente di sega"), trasmissione alle camere bloccate nelle camere 2: 1, 3: 1, 4: 1 ➫ regolarità

  • Flutter sbloccante 1: 1 - condizione acuta (antiaritmici + catecolamine)
  • Trattamento

    • cardioversione elettrica 50J con quasi il 100% di successo

  • I farmaci vengono somministrati come beta-bloccanti della digitale e calcio-antagonisti
  • AVNRT e AVRT

    • affitto nella catena del nodo AV, frequenza 150-200 / min con insorgenza improvvisa e interruzione improvvisa

    Trattamento

    • Manovre vaginali, adenosina, beta bloccanti (Betaloc), verapamil

  • Ablazione con radiofrequenza
  • Tachicardia ventricolare

    • KES (extrasistoli ventricolari) - isolati (monomorfi e polimorfi) e associati (giganti, trigenine, coupé, triplette)
    • Tachicardia ventricolare - rapida velocità di concentrazione depolarizzante nelle camere cardiache (battiti ventricolari prematuri rapidamente ripetitivi)
    • Fibrillazione della camera: le prime extrasistoli sull'onda T della contrazione precedente sono potenzialmente pericolose

    Sintomi

    • Palpitazioni, pressione toracica, debolezza, nausea, angina concomitante, svenimento

  • Con fibrillazione ventricolare inconscia, morte improvvisa circolatoria
  • Trattamento

    • Tachicardia KES e beta-bloccanti (Sedacoron, Cordarone, Rytmonorm)
    • Fibrillazione ventricolare, defibrillazione precoce, antiaritmici (mezocaina, Cordarone), stimolazione cardiaca temporanea, rivascolarizzazione (interventistica, cardiochirurgia)

    Farmaci usati per le aritmie

    • gli antiaritmici sono sostanze i cui effetti possono essere utilizzati per trattare ritmi cardiaci irregolari, composizione chimica e meccanismo d'azione, rappresentano un gruppo disomogeneo di farmaci

    Procainamide

    è utilizzato per la fibrillazione atriale e nelle tachiaritmie ventricolari, le controindicazioni sono blocco AV e flutter

      Apo - Procainamide - t.D., Amp., Ha controindicazioni simili

  • Rythmodan - capsule, amp. (Disopiramide)
  • Trimecaina e lidocaina

    gli anestetici locali sono usati solo per le aritmie ventricolari

      Mesocaina 1%, 2% - Ampere. Niente adrenalina

  • Per le aritmie indotte dalle cifre, viene utilizzata l'epinutina antiepilettica
  • Amiodarone

    utilizzato per aritmie sopraventricolari e ventricolari in cui non sono stati utilizzati farmaci antiaritmici generali
    ha una serie di effetti indesiderati (compromissione della vista durante la deposizione corneale, sensibilità della pelle alle radiazioni, disturbo del LES, neuropatia, disturbi del sistema nervoso centrale)

    • Cordarone - tbl., Amp.
    • Sedakoron - T. D., Amp.

    Propafenone

    indicato per aritmie ventricolari e tachicardia, soprattutto dopo un infarto

    • Rytmonorm - amp dragee.
    • Prolekofen - tbl., Amp.

    Verapamil

    • È usato nella tachicardia sopraventricolare e nelle tachiaritmie

  • Isoptin - dragee, amp.
  • Beta - simpaticolitico

    influenzare l'attività cardiaca sopprimendo gli effetti simpatici, riducendo la frequenza cardiaca e la frequenza cardiaca (anche la frequenza cardiaca) ed esacerbando la gestione dell'ansia attraverso il sistema di transfert
    Allo stesso tempo, agisce anche contro le aritmie e ha un effetto benefico sul trattamento dell'AR
    gli effetti collaterali includono bradicardia e bassa pressione sanguigna, possono peggiorare l'insufficienza cardiaca, possono aumentare lo zucchero nel sangue

    • Trimepranol - tbl., Inj.
    • Tenormin - tbl., Inj.
    • Vasokardin - t.
    • Betaloc - tbl., Inj.
    • Concor - TBL.

    Foxglove cardiotonic

    • glicosidi di acidi grassi vegetali sono utilizzati per aumentare la frequenza cardiaca insufficienza cardiaca e nel trattamento e prevenzione delle aritmie sopraventricolari

  • Digossina - tl., Ampere gocce.
  • Ritmo cardiaco e conduzione anormali

    Le violazioni del ritmo cardiaco e della conduzione sono chiamate aritmie e blocchi e sono condizioni in cui la frequenza cardiaca supera il normale o si abbassa, la conduttività degli impulsi cambia. Inoltre, il ritmo potrebbe diventare irregolare. L'aritmia e il blocco sono patologie pericolose che possono essere fatali. Ecco perché dovresti monitorare costantemente lo stato del tuo corpo e consultare un medico in modo tempestivo..

    Cause della malattia

    Possono verificarsi disturbi del ritmo cardiaco e della conduzione a causa di caratteristiche fisiologiche e patologie cardiache. La tachicardia sinusale, ad esempio, si sviluppa durante lo stress fisico ed emotivo. La bradiaritmia respiratoria è normale. Il pericolo è rappresentato dalla fibrillazione atriale e dal flutter. Di solito si sviluppano sullo sfondo di malattie del sistema cardiovascolare..

    Di norma, le violazioni del ritmo cardiaco e della conduzione si verificano quando:

    cardiopatia ischemica;

    Tali malattie non cardiache possono anche portare a patologie, come:

    I fattori di rischio per lo sviluppo della patologia includono:

    fumo e abuso di alcol;

    malattie concomitanti (principalmente del sistema endocrino).

    Tipi di disturbi della conduzione

    Tutte le patologie sono divise in due gruppi:

    Cambiamenti nel ritmo (aritmie). Tali patologie possono essere espresse sotto forma di fibrillazione atriale, tachicardia, bradiaritmia, tachicardia ventricolare, ecc..

    Blocco diretto. Alcuni esperti li distinguono in una categoria separata di patologie. I blocchi sono suddivisi in senoauricolare, intraatriale, atrioventricolare e intraventricolare.

    Entrambi i tipi di condizioni sono ugualmente pericolosi.

    Sintomi di patologia

    I sintomi clinici si manifestano in modi diversi. In alcuni pazienti, la patologia viene diagnosticata solo durante un ECG, mentre altri mostrano segni pronunciati di disturbi.

    Le patologie sono caratterizzate da:

    battito cardiaco accelerato o accelerato;

    sensazione di fiato corto;

    cambiamenti nella pressione sanguigna;

    Eventuali patologie sono pericolose perché quando si verificano, la circolazione sanguigna è disturbata. Di conseguenza, organi e tessuti non ricevono la quantità richiesta di ossigeno e sostanze nutritive. È importante prestare attenzione a ogni sintomo e condividerlo con il proprio medico. Ciò gli consentirà di determinare con precisione la malattia che hai e iniziare un trattamento adeguato il prima possibile..

    La patologia porta allo sviluppo di diverse complicazioni. Esso:

    Crollo. Questa condizione è caratterizzata da un forte calo della pressione sanguigna, pallore della pelle e debolezza..

    Shock aritmogeno. Si verifica con una forte diminuzione del flusso sanguigno. Il paziente perde conoscenza, diventa pallido, il battito cardiaco diventa raro e la pressione scende sotto i 60 mm Hg. st.

    Ictus ischemico. Questa patologia si verifica sullo sfondo di una maggiore formazione di trombi. L'ictus è caratterizzato da cambiamenti del linguaggio, instabilità dell'andatura, paralisi degli arti.

    Embolia polmonare (EP). Questa patologia si sviluppa quando l'arteria polmonare è ostruita da un trombo e si manifesta con mancanza di respiro e soffocamento, scolorimento blu del viso, del collo e del torace..

    Infarto miocardico acuto. La patologia si sviluppa a causa del fatto che le arterie non possono fornire il flusso sanguigno necessario al cuore. Di conseguenza, si verifica una carenza di ossigeno nei tessuti. Un'area di necrosi si forma sul cuore. Un attacco di cuore si manifesta con un dolore acuto dietro lo sterno.

    Asistolia (arresto cardiaco). Questa condizione si sviluppa con la fibrillazione ventricolare, quando i vasi non ricevono la quantità di sangue richiesta..

    Tutte queste condizioni possono portare alla morte del paziente..

    Diagnostica

    La base dell'esame per sospetta patologia è l'ECG. Durante lo studio, il medico scopre i principali segni di una particolare condizione. Le extrasistoli si manifestano con complessi ventricolari alterati, parossismo di tachicardia - a brevi intervalli tra di noi, ecc. Non cercare di interpretare da soli i risultati dell'ECG. Affida la procedura a un cardiologo.

    L'ECG non è l'unico esame con cui viene diagnosticata la patologia.

    Monitoraggio giornaliero di ECG e pressione sanguigna.

    Test da sforzo.

    Esame elettrofisiologico transesofageo.

    Ultrasuoni del cuore, ecc..

    Tutte le tecniche diagnostiche hanno lo scopo di rilevare deviazioni dal normale ritmo cardiaco e correggere blocchi parziali o completi. Inoltre, il paziente può essere indirizzato per un esame, che consente di valutare la pervietà di vari vasi..

    Trattamento

    Il trattamento delle patologie viene sempre effettuato in modo completo. La scelta a favore di una particolare tecnica è determinata da:

    le sue caratteristiche individuali;

    malattie concomitanti esistenti.

    Quando viene rilevata una malattia coronarica, i pazienti ricevono:

    fluidificanti del sangue;

    agenti che abbassano il colesterolo.

    Per l'ipertensione, vengono prescritti farmaci per abbassare la pressione sanguigna.

    Nell'insufficienza cronica sono necessari diuretici e glicosidi.

    Se viene rilevato un difetto cardiaco, è possibile eseguire la correzione chirurgica.

    La cura urgente per i pazienti è la somministrazione di farmaci che ripristinano la frequenza cardiaca.

    Se viene identificata la causa esatta della patologia e l'inefficacia dei farmaci, il medico può raccomandare di eseguire un'operazione. Di regola, ha lo scopo di installare un pacemaker. Un tale dispositivo non cura la malattia, ma consente di fermare efficacemente le convulsioni e ridurre il rischio di morte..

    È possibile eseguire anche altre operazioni. Solo il tuo cardiologo te ne parlerà. Gli interventi chirurgici vengono eseguiti solo nei casi avanzati, quando i sintomi non possono essere eliminati in altri modi.

    Nella nostra clinica a Mosca viene eseguita una terapia complessa delle patologie del sistema cardiovascolare. Medici esperti possono rilevare tutti i segni di malattie, identificare i fattori che contribuiscono al loro sviluppo e complicanze. La terapia è sempre adeguata e allo stesso tempo eseguita al miglior prezzo. Il costo dei servizi è indicato sul sito. Anche i nostri specialisti annunceranno i prezzi. Il medico nominerà il costo esatto della terapia dopo l'esame e la selezione di tattiche e metodi adeguati..

    Prevenzione

    La prevenzione delle patologie del sistema cardiovascolare è finalizzata a:

    aderenza al sonno e veglia;

    eliminazione dei rischi di situazioni stressanti;

    cambiamento dello stile di vita con il rifiuto delle cattive abitudini.

    È utile un'attività fisica moderata (principalmente procedure idriche). Per prevenire le aritmie, è molto importante seguire una dieta. Il cibo esclude cibi salati, grassi e piccanti, caffè e tè forte. Non lasciarti trasportare dal liquido. Devi bere 1-2 litri di acqua al giorno. È anche importante arricchire la dieta con vitamine e minerali..

    Con una predisposizione genetica alle patologie, con una loro storia, è molto importante visitare regolarmente un cardiologo e sottoporsi a un esame completo. Assicurati di includere nel programma studi come:

    analisi del sangue generale;

    ECG sotto stress.

    L'esame non richiederà molto tempo, ma preverrà lo sviluppo di patologie e il verificarsi di complicazioni.

    Vantaggi della clinica

    Multidisciplinare e lavoro di squadra di medici di varie specializzazioni.

    Fedele politica dei prezzi.

    Atteggiamento attento verso tutti i pazienti.

    Opportunità per sondaggi completi regolari.

    Disponibilità di tecniche e programmi terapeutici comprovati.

    Contattaci! Ti garantiamo che non sprecherai i tuoi soldi con noi. Li investi nella tua salute!

    Il nostro centro medico offre la più ampia gamma di servizi. Puoi sempre contattarci per quanto riguarda il trattamento delle malattie in cardiologia. Siamo pronti a fornirti servizi per il trattamento dell'angina pectoris instabile e il trattamento dell'aterosclerosi non stenotica.

    Violazione del ritmo del cuore

    Una frequenza cardiaca normale è una frequenza cardiaca compresa tra 60 e 80 battiti al minuto. In questo caso, gli intervalli tra gli impulsi devono essere gli stessi. Tuttavia, spesso, sullo sfondo di vari disturbi nel corpo, si verificano interruzioni nella frequenza dei ritmi. Le manifestazioni cliniche della patologia dipendono dalla gravità e dalla forma della malattia..

    Il complesso medico e diagnostico "Clinica ABC" propone di sottoporsi a procedure di misurazione che determinano la frequenza dei ritmi cardiaci. Allo stesso tempo, nel nostro centro vengono utilizzate solo tecnologie avanzate per determinare la patologia. Applichiamo metodi di trattamento moderni con un approccio individuale a ciascun paziente.

    Classificazione

    L'aritmia è un disturbo del ritmo cardiaco pericoloso causato da irregolarità nella sequenza di frequenza della contrattilità miocardica. La malattia è divisa in diversi tipi secondo la classificazione proposta da Zhuravleva e Kushakovsky..

    Tipi di processo patologico:

    Cambiamenti nell'eccitabilità del miocardio.

    Disturbi dell'eccitabilità e della conduzione.

    Violazione della funzione eccitatoria.

    Lo sviluppo della malattia si verifica per vari motivi, provocando questo o quel tipo di patologia. Il disturbo del ritmo cardiaco più complesso è la parasistole.

    Cause di disturbi del ritmo cardiaco

    Per stabilire la causa esatta, è necessario passare attraverso una serie di studi. Una volta stabilita la causa, il trattamento del disturbo del ritmo cardiaco sarà più efficace..

    Fattori endogeni

    Tra i fattori endogeni, le malattie croniche del sistema cardiovascolare rappresentano il pericolo maggiore. Nei pazienti di età superiore ai 40 anni, l'aterosclerosi è un fattore predisponente..

    malattie del sistema nervoso centrale;

    interruzioni nei processi metabolici - ipo o iperkaliemia;

    patologie della ghiandola tiroidea, che provocano disturbi ormonali nel corpo;

    presenza di neoplasie, cancro.

    Inoltre, la causa dello sviluppo della malattia può essere interruzioni nel lavoro di altri organi interni..

    Fattori esogeni

    Le varie influenze esterne possono diventare i fattori provocatori di patologia..

    età dopo i 40 anni;

    attività fisica eccessiva;

    abuso di alcol, fumo;

    consumo eccessivo di caffè o droghe - anestetici.

    In assenza di una causa, la malattia è classificata come idiopatica - causata da disturbi nei regimi di lavoro e di riposo, uno stile di vita sedentario o sovrappeso.

    Malattie in cui si verificano disturbi del ritmo

    Le violazioni possono svilupparsi sullo sfondo di malattie come aterosclerosi, anomalie congenite nella struttura, miocardite, a seguito di un precedente infarto, con insufficienza cardiaca.

    La causa della malattia può anche essere alterazioni distrofiche nel miocardio, varie forme di cardiomiopatia, feocromocitomi, ipertensione arteriosa.

    Miocardite

    La malattia si verifica sullo sfondo di processi infiammatori nel miocardio. La violazione si verifica a causa di sostanze tossiche rilasciate dalla microflora patogena.

    Infarto miocardico

    La violazione del ritmo è facilitata da focolai necrotici che si sono manifestati sullo sfondo di un precedente infarto. Inoltre, il grado di manifestazioni cliniche dipende dall'area della lesione..

    Feocromocitoma

    I feocromocitomi, formazioni tumorali che producono una grande quantità di adrenalina o norepinefrina, possono servire allo sviluppo di aritmie..

    La condizione è accompagnata da un aumento della pressione, che provoca interruzioni del ritmo cardiaco. Ricovero e trattamento necessari per ridurre la pressione sanguigna.

    Manifestazioni di disturbi del ritmo cardiaco

    I sintomi delle violazioni dipendono direttamente dalla forma della malattia. In alcuni casi, la malattia è asintomatica, il che presenta una certa difficoltà nel fare una diagnosi.

    Blocco atrioventricolare

    La condizione è caratterizzata da uno squilibrio tra i ventricoli e gli atri. In questo caso, la frequenza cardiaca va da 25 a 45 battiti al minuto..

    Il processo è accompagnato dallo sviluppo di mancanza di respiro, occhi offuscati, debolezza generale nel corpo, vertigini o svenimento.

    Fibrillazione atriale (sfarfallio)

    Il disturbo del ritmo cardiaco più comune e persistente. La frequenza delle contrazioni miocardiche può raggiungere i 600 battiti al minuto.

    I sintomi si sviluppano gradualmente, a partire da debolezza generale, palpitazioni cardiache. In futuro, si sviluppa il dolore nella regione retrosternale, si instaura una sensazione di paura, c'è una mancanza d'aria.

    Sindrome del seno malato

    La condizione è caratterizzata da fallimenti nella conduzione dell'impulso nel nodo del seno e dalla sua ulteriore distribuzione negli atri.

    In questo caso, ci sono brevi intervalli nel lavoro del cuore. Nei casi più difficili, il processo porta a frequenti svenimenti..

    Extrasistole

    Le extrasistoli sono contrazioni straordinarie del miocardio. Gli episodi ripetitivi portano a un battito cardiaco forte con piccole pause tra i battiti.

    Diagnosi di patologia

    La diagnostica include tipi di ricerca sia di laboratorio che strumentali. Il trattamento delle aritmie cardiache viene selezionato in base alla forma del disturbo identificato durante l'esame.

    Analisi del sangue

    Vengono effettuati studi per determinare il livello dei leucociti nel sangue, nonché per studiare la velocità di sedimentazione degli eritrociti. Un esame del sangue biochimico consente di studiare la composizione elettrolitica della linfa, poiché i disturbi nell'equilibrio di potassio e magnesio possono provocare malattie.

    Profilo lipidico

    Questa diagnosi di disturbi del ritmo cardiaco ha lo scopo di studiare lo stato della parete vascolare. Allo stesso tempo, viene prestata particolare attenzione alla densità dei lipidi e al livello di colesterolo dannoso..

    ECG (elettrocardiografia)

    Questo metodo diagnostico è uno dei principali. La procedura consente di identificare eventuali anomalie nel miocardio. In questo caso vengono studiate la fonte del ritmo, la frequenza cardiaca, la presenza di contrazioni straordinarie del miocardio, la fibrillazione o il flutter dei ventricoli e degli atri.

    Holter ECG

    Il montaggio quotidiano consente di monitorare il lavoro del miocardio in vari stati del paziente: al momento della veglia, del sonno, durante l'attività fisica o il riposo. Per registrare l'attività e gli indicatori, il paziente deve tenere un diario speciale.

    Monitoraggio degli eventi

    Lo studio viene effettuato utilizzando un piccolo dispositivo portatile. La procedura viene eseguita per vari disturbi del sistema cardiovascolare. Tutte le informazioni vengono trasmesse per telefono utilizzando un sensore speciale.

    Prova del tapis roulant

    Il paziente viene monitorato attraverso l'esercizio fisico eseguito su un tapis roulant. Con lo sviluppo del disagio durante la procedura di ricerca, fermarsi e analizzare i dati ottenuti.

    Test di inclinazione

    La procedura è una variazione rispetto al test precedente. In questo caso, il paziente viene fissato con cinghie e trasferito in posizione verticale.

    La diagnostica consente di determinare il livello di pressione sanguigna, i cambiamenti negli indicatori registrati sull'ECG e di valutare l'attività cerebrale.

    Ecocardiografia (ecocardiografia)

    La diagnostica ha lo scopo di valutare lo stato delle strutture del cuore, la velocità del flusso sanguigno, la pressione nei vasi. In alcuni casi, la procedura consente di identificare anche violazioni minori.

    Metodo di ricerca elettrofisiologica

    Il metodo di ricerca consiste nell'introduzione di un tubo speciale attraverso la cavità nasale nell'esofago. Se non è possibile, la procedura viene eseguita per via endovenosa utilizzando un trasduttore. In questo caso, lo specialista invia un piccolo impulso di scarica al sensore e provoca aritmia.

    Ecografia tiroidea

    La diagnostica viene eseguita al fine di determinare i processi patologici che si verificano nella ghiandola tiroidea. Con funzione ridotta, ci sono segni di bradicardia, con funzione aumentata - extrasistoli o tachicardia.

    Trattamento dei disturbi del ritmo cardiaco

    Le cause, i sintomi e il trattamento delle aritmie cardiache dipendono dalla forma del processo patologico e richiedono una terapia immediata per evitare lo sviluppo di complicanze.

    Metodo farmacologico

    I farmaci vengono selezionati in base agli esami effettuati.

    Gruppi di medicinali:

    Stabilizzazione della membrana: lidocaina, chinidina.

    Bloccanti dei canali del potassio - Amiodarone.

    Calcio-antagonisti - Verapamil.

    Se necessario, possono essere prescritti farmaci aggiuntivi. Tuttavia, i fondi vengono selezionati tenendo conto della mancanza di interazioni farmacologiche.

    Trattamento non farmacologico

    In assenza di un effetto terapeutico da farmaci o in casi gravi, viene prescritto un trattamento chirurgico.

    Il più comune ed efficace è l'installazione di vari dispositivi che aiutano a stabilire la funzione dei ritmi cardiaci..

    I disturbi del ritmo cardiaco sopraventricolare richiedono cardioversione: l'uso di basse scariche di corrente elettrica. Tuttavia, va tenuto presente che la procedura è controindicata nelle forme di aritmia atriale.

    Può essere utilizzato anche un driver artificiale. Il metodo si basa sull'inserimento sottocutaneo del dispositivo.

    L'ablazione viene utilizzata per i focolai identificati della malattia. In questo caso, viene installato un catetere speciale, la cui azione è volta ad eliminare i focolai di patologia.

    Complicazioni del ritmo cardiaco irregolare

    In assenza di terapia, la malattia può portare a gravi conseguenze e menomazioni. Le complicanze più comuni sono l'infarto del miocardio, l'ictus e la fibrillazione ventricolare.

    Nei casi più gravi, la patologia può portare alla morte causata da arresto cardiaco improvviso.

    Previsione

    Nelle prime fasi dello sviluppo della malattia e con una terapia tempestiva, la prognosi è favorevole.

    Il Centro medico per i disturbi del ritmo cardiaco a Mosca offre di sottoporsi a una serie di procedure diagnostiche per determinare la presenza della malattia. Gli specialisti prenderanno tutte le misurazioni necessarie e prescriveranno il trattamento appropriato. È possibile fissare un appuntamento ai numeri indicati.

    Violazione del ritmo e della conduzione del cuore

    Istruzione superiore:

    Kabardino-Balkarian State University dal nome H.M. Berbekova, Facoltà di Medicina (KBSU)

    Livello di istruzione - Specialista

    Istruzione aggiuntiva:

    "Cardiologia"

    GOU "Istituto per la formazione avanzata dei medici" del Ministero della salute e dello sviluppo sociale della Chuvashia

    Il lavoro del cuore determina lo stato dell'intero organismo. L'apporto ininterrotto e completo di ossigeno e sostanze nutritive a ciascuna delle sue cellule dipende da come funziona ritmicamente la nostra "pompa" interna. Per vari motivi, l'organo si guasta. La violazione del ritmo e della conduzione influisce negativamente sull'emodinamica. Tutti gli organi e i sistemi sono interessati e, prima di tutto, il cervello.

    Sistema di conduzione cardiaca

    Il sistema di conduzione del cuore è responsabile del battito cardiaco ritmico. Ha un automatismo, che è fornito dal pacemaker principale: il nodo del seno. Le sue cellule (pacemaker) producono impulsi elettrici che divergono lungo cellule miocardiche fortemente innervate - miociti - verso il nodo atrioventricolare situato tra l'atrio destro e il ventricolo. Inoltre, l'impulso si diffonde a tutte le parti del cuore. Questa proprietà del miocardio garantisce il lavoro sincrono dell'organo e il ritmo delle contrazioni..

    Il sistema di conduzione cardiaca è costituito da due sezioni. Sinoatrial (seno-atriale) è costituito da un nodo del seno che genera eccitazione, tre fasci conduttivi e un tratto che collega il nodo con l'atrio sinistro. L'atrioventricolare (atrioventricolare) comprende il nodo omonimo, che è il pacemaker di secondo ordine, il fascio di His, che propaga un impulso ai ventricoli e alle fibre di Purkinje, trasmettendo eccitazione e informazioni sulla necessità di contrarre le cellule muscolari dei ventricoli.

    La normale conducibilità dipende dallo stato del miocardio, dall'equilibrio nel sangue delle sostanze-mediatori della divisione simpatica e parasimpatica dell'ANS, dal livello degli ormoni prodotti dalle ghiandole surrenali e dalla concentrazione di potassio nel sangue..

    Il nodo del seno invia da 60 a 90 impulsi al minuto: questo è il normale ritmo cardiaco. Il suo rallentamento o accelerazione è chiamato aritmia. Il lavoro coordinato di tutti i sistemi fa sì che il cuore risponda ai bisogni immediati del corpo. Con lo stress fisico o emotivo, il suo bisogno di ossigeno aumenta e il cuore inizia a battere più velocemente (tachicardia), distillando un volume maggiore di sangue per unità di tempo. Una diminuzione di questo bisogno, ad esempio, durante il sonno, provoca un rallentamento del battito cardiaco (bradicardia). Tali cambiamenti nel ritmo sono chiamati fisiologici e sono considerati una variante della norma..

    Disturbi del ritmo

    Qualsiasi deviazione dal normale battito cardiaco è chiamata aritmia. Si sviluppa a seguito di patologie organiche del cuore o come conseguenza o sintomo di altre malattie. Tipi di aritmie:

    • aritmie sinusali (bradicardia e tachicardia);
    • extrasistole: l'aspetto di un colpo in più tra due successivi;
    • tachicardia parossistica, che combina flutter e fibrillazione dei ventricoli e atri e fibrillazione atriale.

    Cause di disturbi del ritmo

    Le aritmie organiche si basano su lesioni ischemiche o infiammatorie, nonché cambiamenti morfologici nel tessuto muscolare del cuore, derivanti da:

    • difetti cardiaci;
    • cardiomiopatie;
    • cardiopatia ischemica;
    • embolia polmonare;
    • pericardite;
    • ipertensione;
    • insufficienza cardiaca.

    Le aritmie funzionali, a loro volta, sono suddivise in diversi gruppi:

    Gruppo aritmiaLe ragioni
    Neurogenico, si sviluppa a seguito di un aumento del tono della divisione simpatica del sistema nervoso autonomo (ANS)- fatica;
    - stress mentale e fisico;
    - abuso di caffè, alcol o fumo;
    - nevrosi;
    - tireotossicosi;
    - infezioni accompagnate da uno stato febbrile;
    - intossicazione;
    - sindrome premestruale
    Vago-dipendente, quando viene attivata la divisione parasimpatica dell'ANSMalattie che aumentano l'attività del vago (nervo vago)
    DiselettrolitaSquilibrio elettrolitico: eccesso o mancanza di potassio, magnesio, sodio, calcio nel miocardio e nel sangue
    MeccanicoTrauma toracico, scossa elettrica
    IdiopaticoCause non identificate, predisposizione ereditaria

    Le aritmie sono associate a ridotta automatismo, eccitabilità e conduzione del muscolo cardiaco.

    Disturbi della conduzione

    Un'ostruzione nei percorsi causa disturbi della conduzione o blocco cardiaco. Ciò si verifica quando il tessuto miocardico cambia lungo il percorso di eccitazione, rallenta la velocità di conduzione lungo l'area patologicamente alterata, l'impulso entra nell'area interessata con il suo successivo blocco. Di conseguenza, la frequenza e la forza delle contrazioni cardiache vengono interrotte, la sequenza di contrazione degli atri e dei ventricoli cambia..

    In medicina, si distinguono due concetti: il rallentamento della conduzione e la sua violazione. Cosa significa questo? La decelerazione è un episodio di blocco di grado 1 che si verifica. La conclusione "violazione di conduzione" è data con segni di elettrocardiogramma di blocco di 2 e 3 gradi. Nel sito del blocco ci sono senoatriale, intraatriale e atrioventricolare.

    Con il blocco senoatriale, la conduzione degli impulsi agli atri è disturbata e sono eccitati con ritardo. Ciò accade sia nelle persone sane che nei pazienti con danno miocardico organico. Il rallentamento della conduzione dell'impulso intra-atriale minaccia lo sviluppo della fibrillazione atriale.

    Il blocco atrioventricolare 1 e 2 gradi è l'inibizione della trasmissione dell'eccitazione dagli atri ai ventricoli. Un blocco AV grave blocca completamente la trasmissione dell'impulso ai ventricoli e iniziano a contrarsi indipendentemente dagli atri. Con il blocco intraventricolare, la funzione conduttiva del ramo del fascio, che trasmette un segnale al ventricolo destro o sinistro, è parzialmente interrotta o interrotta.

    Cause di disturbi della conduzione

    Le cause dei disturbi della conduzione si dividono in diversi gruppi: cardiaci, non cardiaci, medicinali, idiopatici ed elettroliti. Il cuore è associato a cambiamenti organici nel miocardio:

    • ischemia di aree del miocardio con ulteriore cicatrizzazione del tessuto;
    • infiammazione del muscolo cardiaco;
    • danno autoimmune al tessuto cardiaco;
    • interventi chirurgici;
    • cardiomiopatia;
    • ipertensione.

    Le cause extracardiache sono distonia vegetativa-vascolare, malattie respiratorie (bronchite, asma bronchiale), anemia, disturbi endocrini (diabete mellito, malattie della tiroide e delle ghiandole surrenali). Per ragioni medicinali includono l'assunzione incontrollata di diuretici, glicosidi cardiaci e farmaci antiaritmici. Le cause dei disturbi della conduzione idiopatica vengono stabilite durante l'esame..

    Sintomi e segni

    Il grado iniziale di aritmia o blocco si presenta raramente con sintomi che portano una persona a consultare un medico. Occasionali battiti cardiaci forti o interruzioni intermittenti sono generalmente percepiti come casuali. Sintomi che indicano una violazione significativa della conduzione e del ritmo cardiaco:

    • Interruzioni frequenti che causano fastidio al torace
    • vertigini, che indicano una diminuzione dell'afflusso di sangue al cervello;
    • diminuzione della frequenza cardiaca a 50 o meno battiti al minuto;
    • gonfiore delle gambe, mancanza di respiro, dolore al petto - sintomi di blocco atriale causato da una malattia causale;
    • Il blocco AV di grado 3 può essere accompagnato da svenimento (sindrome MAC), sudorazione fredda, grave debolezza, bradicardia significativa (meno di 40 ictus).
    • mancanza di respiro, dolore al cuore e aumento della frequenza cardiaca da 100 a 200 battiti accompagnano la tachicardia patologica;
    • battito cardiaco caotico, tremori, sudorazione, paura, aumento della minzione durante un attacco di fibrillazione atriale.

    Segni di un attacco in avvicinamento - cambiamenti nella carnagione (arrossamento o comparsa di una sfumatura bluastra), pupille dilatate, incapacità di sentire il polso nelle arterie carotidi e sulle mani, respiro raro e profondo. Una persona che cammina può cadere improvvisamente. In caso di decorso grave, compaiono convulsioni, possibilmente minzione involontaria.

    Diagnostica

    La diagnosi di conduzione cardiaca e aritmie inizia con un'anamnesi e un esame obiettivo. I reclami del paziente sui sintomi che non si verificano in un complesso, ma separatamente, vengono sistematizzati dal medico durante un'indagine mirata del paziente. L'esame obiettivo include necessariamente la misurazione della pressione sanguigna, l'auscultazione, la misurazione del polso. I risultati dell'esame possono presumibilmente indicare solo patologia. La diagnostica strumentale aiuta a stabilire la relazione tra sintomi e ritmo:

    Tipo di esameCosa mostra
    ECG normale e in derivazioni speciali- rapporto tra frequenza atriale e ventricolare
    - tipo e localizzazione dell'aritmia
    Monitoraggio ECG giornaliero (Holter)la dinamica dei cambiamenti nell'aritmia a seconda del lavoro quotidiano svolto, dell'assunzione di farmaci, dello stress mentale
    Ecografia cardiacacondizione e funzionalità degli organi
    CHPECG- disturbi del ritmo latente
    - focolai patologici di eccitazione
    - vie aggiuntive di conduzione degli impulsi nel muscolo cardiaco
    Test da sforzo (cyclette ergometria e altri)chiarisce la natura e la possibile connessione con la patologia coronarica

    I test farmacologici vengono utilizzati per chiarire la natura dell'aritmia. La genesi della conduzione cardiaca e dei disturbi del ritmo viene chiarita con l'aiuto di test di laboratorio per il contenuto di elettroliti nel sangue, il livello di ormoni tiroidei e catecolamine.

    Trattamento

    Il trattamento di aritmie e blocchi nelle fasi iniziali viene eseguito se si verifica una grave reazione del paziente ai loro sintomi. Allo stesso tempo, le cause organiche sono differenziate dall'influenza del nervo vago sulla conduzione e sul ritmo del cuore. Per questo, viene eseguito un test di atropina. Se, sotto l'azione di un farmaco che riduce l'attività del parasimpatico NS, la conduttività viene ripristinata (guarda l'ECG), al paziente viene prescritto un farmaco a base di belladonna (Bellaspon, Zelenin gocce).

    In caso di rilevamento di cambiamenti organici nel miocardio di diversa origine (infiammatori, ischemici e altri), fallimenti ormonali e metabolici, la selezione dei farmaci viene effettuata in base alla caratteristica patogenetica, tra cui:

    • agenti antibatterici e antinfiammatori;
    • beta-bloccanti;
    • bloccanti dei canali del calcio;
    • mezzi per risolvere i coaguli di sangue e ridurre la coagulazione del sangue;
    • farmaci antipertensivi.

    Oltre ai farmaci, vengono prescritte una dieta delicata e l'assunzione di vitamine. In casi difficili, quando non è possibile ripristinare la conduttività con metodi di trattamento conservativi, viene prescritto un trattamento chirurgico. È indicato anche nel decorso maligno della malattia. Per ripristinare il ritmo e la conduzione, viene installato un pacemaker.


    Articolo Successivo
    Il colesterolo è la norma nelle donne