Ridotta tolleranza al glucosio


La ridotta tolleranza al glucosio (IGT) è una forma di diabete latente, caratterizzata dall'assenza di segni clinici di diabete con un inadeguato aumento dei livelli di zucchero nel sangue e una lenta diminuzione della glicemia sotto l'influenza di vari motivi (di solito dopo aver mangiato). Questa è una condizione ad alto rischio per lo sviluppo di un diabete mellito clinicamente significativo in futuro. Inoltre, le persone con ridotta tolleranza al glucosio tendono ad avere comorbidità più gravi..

Il rilevamento tempestivo di una tale violazione del metabolismo dei carboidrati consente di adottare misure per evitare lo sviluppo del diabete mellito o, almeno, ritardarne significativamente l'insorgenza. La diagnosi è semplice, basta un test di tolleranza al glucosio orale.

Sinonimi: prediabete, diabete asintomatico, diabete subclinico, diabete latente, diabete latente.

Nell'edizione 10 della classificazione internazionale delle malattie (ICD-10), la malattia ha un codice R73.0.

Cause e fattori di rischio

L'origine del disturbo metabolico dei carboidrati si riflette nella classificazione del diabete mellito pubblicata dall'Organizzazione mondiale della sanità nel 1999. La tolleranza al glucosio può essere ridotta per i seguenti motivi:

Disfunzione delle cellule β (cellule del pancreas che producono insulina);

· Violazione dell'assorbimento di insulina;

· Distruzione geneticamente determinata di beta-cellule;

Insulino-resistenza geneticamente determinata.

Sindrome di Itsenko-Cushing, tireotossicosi, feocromocitoma, acromegalia, ecc..

BMI (indice di massa corporea) ≥ 25 kg / m2

· Virus di Epstein-Barr;

Virus della parotite.

Farmaci diabetogeni e altre sostanze chimiche

Glucocorticoidi, agonisti dei recettori α-adrenergici, tiazidi, α-interferone, pentamidina, ecc..

Sindromi genetiche e cromosomiche accompagnate da ridotta tolleranza al glucosio

Sindrome di Down, Shereshevsky-Turner, Lawrence-Moon, Wolfram, corea di Huntington, ecc..

Malattie dell'apparato pancreatico esocrino

Pancreatite, fibrosi cistica, alcune neoplasie.

I fattori che contribuiscono allo sviluppo del prediabete sono molti e vari. Questi includono:

  • sovrappeso;
  • una storia familiare di diabete mellito;
  • stile di vita sedentario;
  • età superiore ai 45 anni;
  • ipertensione arteriosa;
  • deviazioni dalla norma nel contenuto di colesterolo HDL nel sangue;
  • alti livelli di trigliceridi nel sangue;
  • alcuni disturbi metabolici (gotta, iperuricemia, aterosclerosi, sindrome metabolica);
  • malattie croniche del fegato, dei reni, del sistema cardiovascolare;
  • foruncolosi;
  • malattia parodontale;
  • una storia di diabete gestazionale;
  • aborto spontaneo, gravidanza che si è conclusa con nati morti, parto prematuro, storia di feto eccessivamente grande;
  • forte stress, interventi chirurgici importanti, storia di grave malattia.

Tutte le persone con queste condizioni dovrebbero sottoporsi a un regolare test di tolleranza al glucosio..

Sintomi

Non ci sono manifestazioni cliniche di ridotta tolleranza al glucosio - è per questo motivo che è chiamato diabete asintomatico o subclinico. La condizione può essere rilevata solo eseguendo un test di tolleranza al glucosio come parte di un esame preventivo o di un esame diagnostico per un altro motivo.

Tuttavia, gli esperti tendono a considerare alcuni segni come potenzialmente indicativi di un possibile deterioramento della tolleranza al glucosio, in particolare:

  • suscettibilità alle malattie della pelle (foruncolosi, infezioni fungine, piodermite, prurito), alopecia:
  • gengive sanguinanti, malattia parodontale;
  • disbiosi intestinale, sindrome dell'intestino irritabile, disfunzione pancreatica;
  • disturbi del ciclo mestruale nelle donne, disfunzione sessuale negli uomini, candidosi del sistema genito-urinario;
  • angioneuropatia, retinopatia, endoarterite obliterante.

Caratteristiche di ridotta tolleranza al glucosio nei bambini

Nonostante il fatto che nei bambini e negli adolescenti, una ridotta tolleranza al glucosio di solito si sviluppi sotto l'influenza di un fattore di stress e sia transitoria, essa, confermata per evitare un risultato falso positivo, indica la presenza di diabete mellito di tipo 1 (diabete giovanile, insulino-dipendente). In questo caso, la ridotta tolleranza al glucosio è considerata non come prediabete, ma come una fase nello sviluppo del diabete mellito di tipo 1, che precede la sua manifestazione. A differenza del diabete latente negli adulti, nei bambini il prediabete è irreversibile e richiede un monitoraggio costante dei livelli di glucosio nel sangue per iniziare la terapia insulinica in modo tempestivo..

Diagnostica

Il metodo per diagnosticare la tolleranza al glucosio alterata è un test speciale per la tolleranza al glucosio, poiché il normale test che determina il livello di glucosio nel sangue non devierà dalla norma nella fase del pre-diabete. Il test di tolleranza al glucosio è un metodo sicuro, economico ma altamente informativo..

Durante il test, viene determinata l'adeguatezza della secrezione di insulina endogena, che si manifesta nella capacità del corpo di mantenere normali livelli di glucosio nel sangue sotto un carico stressante di bere glucosio.

Controindicazioni al test di tolleranza al glucosio

  • il livello di glucosio nel sangue è superiore alla soglia diagnostica del diabete mellito (7 mmol / l);
  • il livello di glucosio in qualsiasi momento della giornata, indipendentemente dall'assunzione di cibo, corrisponde a 11,1 mmol / le superiore;
  • intervento chirurgico recente, infarto miocardico;
  • periodo postpartum.

Preparazione al test

Per tre giorni prima dello studio, il paziente deve attenersi alla sua attività fisica abituale e una dieta che includa almeno 150 g di carboidrati al giorno. L'ultimo pasto dovrebbe avvenire entro e non oltre 12 ore prima dell'inizio del test. 15 minuti prima dell'inizio del test e per tutta la sua durata, il paziente deve essere in uno stato di riposo fisico. Questo non dovrebbe essere preceduto da stress, sovraccarico fisico o malattia..

Test

Durante il test, il paziente deve essere calmo, sedersi comodamente o sdraiarsi.

Il test viene eseguito al mattino a stomaco vuoto..

Un campione di sangue viene prelevato da un dito (sangue capillare). Subito dopo viene somministrata al paziente una soluzione di glucosio (75 g di glucosio secco in 250 ml di acqua) da bere, a cui vengono talvolta aggiunte alcune gocce di succo di limone o soluzione di acido citrico per evitare nausea e altre sensazioni spiacevoli. La quantità esatta di glucosio viene calcolata sulla base di 50 g / m2 di superficie corporea, ma non più di 75 g per gli adulti, con obesità - al ritmo di 1 g / kg di peso corporeo, ma non più di 100 g. La quantità di glucosio per bambini e adolescenti è 1,75 g / kg di peso corporeo, ma non più di 75 g.

Dopo aver consumato glucosio a stomaco vuoto, il sangue capillare viene prelevato dopo 30, 60, 90, 120 minuti. Durante un esame preventivo, il test può essere eseguito con un metodo semplificato, quando viene eseguito il primo prelievo di sangue, come nella versione classica, prima del carico di glucosio, e il secondo e l'ultimo - dopo 120 minuti.

Interpretazione dei risultati del campione

Normalmente, i livelli di glucosio nel sangue aumentano immediatamente dopo un carico di glucosio e poi diminuiscono rapidamente. Il livello di glucosio iniziale dovrebbe essere inferiore a 5,5 mmol / L, dopo 30, 60 e 90 minuti non dovrebbe superare 11,1 mmol / L e dopo 120 minuti dovrebbe essere inferiore a 7,8 mmol / L.

Se la glicemia a digiuno supera 5,5 mmol / L, ma inferiore a 6,1 mmol / L e dopo 120 minuti è compresa tra 7,8-11,1 mmol / L, viene diagnosticata una ridotta tolleranza al glucosio.

Se la glicemia a digiuno supera 6,1 mmol / L e 120 minuti dopo un carico di glucosio ≥ 11,1 mmol / L, viene diagnosticato il diabete.

Se il livello di glucosio nel sangue a digiuno è compreso tra 5,6-6,0 mmol / l, parlano di una violazione della glicemia a digiuno, questa condizione indica il rischio esistente di sviluppare il diabete mellito.

Nelle persone di età superiore a 60 anni, 0,1 mmol / l viene aggiunto ai livelli di glucosio nel sangue ottenuti ogni 10 anni.

Citazione: Studi condotti da endocrinologi stranieri mostrano che il 10% delle persone di età pari o superiore a 60 anni ha una ridotta tolleranza al glucosio..

Diagnostica aggiuntiva

Un criterio diagnostico ausiliario per confermare la diagnosi di ridotta tolleranza al glucosio o diabete mellito è la determinazione del livello di glucosio nelle urine raccolte dopo il carico di glucosio.

Un altro metodo ausiliario è la misurazione dell'emoglobina glicata (HbA1c), un indicatore indiretto della concentrazione media di glucosio nel sangue per un lungo periodo. Normalmente, l'indice HbA1c è del 4-6%. Allo stesso tempo, il rilevamento di livelli elevati di HbA1c in persone senza manifestazioni cliniche di diabete mellito richiede un'analisi dei livelli di glucosio nel sangue e un test di tolleranza al glucosio..

Trattamento della ridotta tolleranza al glucosio

Nella fase del pre-diabete, per normalizzare il metabolismo dei carboidrati disturbato, è sufficiente correggere lo stile di vita, che però non dovrebbe essere temporaneo, ma permanente..

Dieta

Il trattamento principale per la ridotta tolleranza al glucosio è la dieta. I suoi principi di base:

  1. Ridurre il contenuto di grassi nella dieta a 40-50 g al giorno.
  2. Ridurre l'assunzione di sale a un massimo di 6 g al giorno.
  3. Ridurre il consumo di carboidrati semplici (farina bianca e prodotti di pasticceria, pasticceria, zucchero, miele).
  4. Assunzione giornaliera di piccole quantità di carboidrati complessi (prodotti a base di farina integrale, patate, cereali esclusa la semola), distribuiti uniformemente su più pasti.
  5. Preferenza per una dieta a base di latticini (verdure fresche e cotte, frutta e bacche, latticini e prodotti a base di latte fermentato dovrebbero essere inclusi nella dieta quotidiana). I prodotti lattiero-caseari fermentati, oltre al valore nutritivo, contribuiscono alla prevenzione della disbiosi intestinale, spesso accompagnata da disturbi del metabolismo dei carboidrati.
  6. Rifiuto di bevande alcoliche.
  7. Dieta frazionata: 5-6 pasti al giorno in piccole porzioni, osservando intervalli di tempo uguali tra i pasti.
  8. Nell'obesità, il contenuto calorico giornaliero (determinato individualmente, tenendo conto del sesso, dell'età, del tipo di attività) del cibo deve essere ridotto di 200-300 kcal fino a raggiungere il peso corporeo normale.

Altre raccomandazioni

  1. Smettere di fumare e altre cattive abitudini.
  2. Evitare l'ipodynamia, aumentare l'attività fisica. Richiede un'attività fisica quotidiana senza superlavoro.
  3. Monitoraggio regolare dei livelli di zucchero nel sangue.
  4. Normalizzazione del regime di lavoro e riposo, sonno notturno completo.
  5. Rifiuto di lavori fisici pesanti, turni notturni.
  6. Osservazione da parte di un endocrinologo con un esame annuale, che include un test di tolleranza al glucosio e determinazione di HbA1c.

Possibili complicazioni e conseguenze

La principale complicanza della ridotta tolleranza al glucosio è lo sviluppo del diabete mellito con tutte le conseguenze che questa malattia porta..

Previsione

Secondo le statistiche mediche disponibili, 10 anni dopo il rilevamento di una ridotta tolleranza al glucosio in un terzo dei pazienti, i livelli di zucchero nel sangue tornano alla normalità, in un terzo rimangono allo stesso livello e un altro terzo sviluppa il diabete mellito clinicamente espresso. L'ottimismo della prognosi dipende da quanto seriamente il paziente prende le raccomandazioni mediche per correggere il suo stile di vita.

Prevenzione

Una misura per prevenire lo sviluppo di uno stato prediabetico è, prima di tutto, mantenere uno stile di vita sano, che implica una corretta alimentazione, un'attività fisica regolare e sufficiente, lavoro e riposo normali, resistenza allo stress..

La prevenzione secondaria include il rilevamento tempestivo dei disturbi del metabolismo dei carboidrati (esami preventivi regolari) e misure per eliminarli, inclusa la registrazione presso un endocrinologo.

video

Offriamo per la visualizzazione di un video sull'argomento dell'articolo.

Si può curare la ridotta tolleranza al glucosio (IGT)?

Home / SOVRAPPESO / Complicazioni / Può curare la tolleranza al glucosio alterata (IGT)

Saluti ai lettori abituali del blog e agli astanti! Sai qual è la prima campana nella violazione del metabolismo dei carboidrati molto prima dello sviluppo del diabete??

La ridotta tolleranza al glucosio (IGT) e la glicemia a digiuno sono prediabete e ora imparerai le cause, i sintomi, il trattamento e la prognosi e se può essere curato.

Dopo aver studiato il materiale dell'articolo, capirai molto e, soprattutto, apparirà un obiettivo a cui devi sforzarti.

Cos'è il prediabete e come trattarlo

Qualsiasi malattia ha il suo inizio, quando non ci sono ancora segni visibili, ma i cambiamenti patologici sono già in corso. Allo stesso modo, il diabete mellito ha un tale stato quando è appena stato pianificato e quando qualcosa può essere fatto. Questa condizione è chiamata tolleranza al glucosio ridotta o, nella gente comune, prediabete..

Causa del prediabete

Determiniamo prima chi ha questa condizione: negli adulti (donne o uomini) o nei bambini. Quali sono le cause del prediabete più spesso? Con diabete di tipo 1 o di tipo 2?

Questo termine è usato per indicare una violazione del metabolismo dei carboidrati negli adulti con diabete mellito di tipo 2, così come nei bambini obesi che sono a rischio di contrarre il diabete di tipo 2. E tutto perché questo tipo di diabete si sviluppa piuttosto lentamente e si può ancora sospettare che qualcosa non andasse nel tempo e prevenire la malattia, e c'è anche una connessione tra l'inizio del prediabete e l'insulino-resistenza di questi pazienti.
Con il tipo 1, tutto accade quasi istantaneamente, in pochi giorni o settimane una persona sviluppa una totale mancanza dell'ormone insulina, che porta alla chetoacidosi, che è molto difficile da perdere. Con il tipo 1, non c'è mai una vera resistenza all'insulina all'inizio..

Penso che ti sia diventato chiaro che il concetto di prediabete si riferisce alla formazione del diabete mellito di tipo 2, che a sua volta è associato ad un aumento del contenuto di insulina nel sangue e insensibilità tissutale ad esso, cioè si sviluppa tolleranza al glucosio assorbito.

Sintomi del prediabete nelle donne e negli uomini

La violazione della tolleranza al glucosio (IGT) non si manifesta clinicamente in alcun modo, il che è irto di qualche pericolo. Cosa minaccia e come determinare la violazione della tolleranza al glucosio?

La ridotta tolleranza al glucosio è un termine complesso e non del tutto chiaro per un uomo comune della strada. In questo articolo cercherò di parlarvi di questa condizione e dei principali rischi nell'identificarla in un linguaggio semplice e accessibile..

Il termine ridotta tolleranza al glucosio (IGT), in termini semplici, significa una diminuzione dell'assorbimento di zucchero nel sangue da parte dei tessuti del corpo per determinati motivi, ma il diabete mellito non si è ancora sviluppato.

Questa condizione era precedentemente considerata una delle fasi del diabete. Oggi il prediabete è isolato come una malattia separata e viene diagnosticato di conseguenza, che è codificato come R 73.0 secondo ICD 10. Questa malattia è uno dei componenti di una malattia così grave come la sindrome metabolica. In qualche modo scriverò un articolo separato su questa sindrome, quindi iscriviti agli aggiornamenti del blog per non perdere.

Molti medici e pazienti sottovalutano la ridotta tolleranza al glucosio e non osservano i pazienti in dinamica, mentre sono già iniziati i cambiamenti nel metabolismo dei carboidrati, che possono portare alle prime manifestazioni di diabete mellito e quindi a complicazioni. E puoi evitarlo sapendo come.

Una ridotta tolleranza al glucosio è un compagno frequente di una malattia come l'obesità, poiché esiste resistenza all'insulina (insensibilità all'insulina), che porta anche a un assorbimento ridotto del glucosio da parte del corpo.

Trattamento per il prediabete

Per i più impazienti, ho deciso di rompere il filo logico del pensiero e scrivere prima sul trattamento della ridotta tolleranza, poi scoprirete chi dovremmo esaminare per i disturbi dei carboidrati e quali sono i criteri diagnostici per il prediabete in termini di zucchero nel sangue.
Quindi, il trattamento consiste di tre componenti:

  • regolazione della nutrizione
  • aumento dell'attività fisica
  • terapia ipoglicemica (opzionale)

Nutrizione e dieta per il prediabete
Nell'ambito di questo articolo, non sarò in grado di darti un menu dettagliato per una settimana, ma sono pronto a darti consigli dietetici generali, utilizzando i quali comporrai una dieta individuale per te stesso.

Ho descritto una dieta più corretta per il diabete mellito di tipo 2 nell'articolo "Dieta per prediabete e diabete mellito di tipo 2: promemoria e menu". Segui il link per saperne di più su come mangiare con questa condizione.

Ricorda che la causa di tutti i problemi sono gli alti livelli di insulina e l'insensibilità dei tessuti. Per risolvere il problema, dobbiamo rimuovere la causa, cioè alti livelli di insulina. E cosa stimola il pancreas a produrre molto di questo ormone? Certamente, cibi a base di carboidrati!

Ecco una ricetta di base: rimuovi tutti gli alimenti ad alto e medio indice glicemico dalla tua vecchia dieta. Cosa significa l'indice glicemico, ho detto nell'articolo "L'indice glicemico negli alimenti". Evita i carboidrati molto alti in alcuni alimenti: le maltodestrine. Aumenta lo zucchero nel sangue più forte e più velocemente del glucosio.
Ma non è tutto. Insieme all'indice glicemico, c'è anche l'indice di insulina. Mostra quanto un particolare prodotto aumenta i livelli di insulina. Ad esempio, un prodotto può avere un indice glicemico basso ma livelli di insulina elevati. Questi prodotti includono tutti i latticini. Consiglio di rimuoverli dalla dieta..

Cosa resta allora? I seguenti gruppi di prodotti sono a tua disposizione:

  • carne, pollame, pesce
  • uova
  • quasi tutte le verdure
  • alcuni frutti e bacche
  • Noci e semi
  • verdi
  • prodotti da forno e dessert a basso contenuto di carboidrati

Mi affretto a rassicurarti, non ti atterrai a una dieta del genere per tutta la vita. Una volta che il tuo peso, l'insulina e lo zucchero nel sangue sono tornati alla normalità, puoi espandere delicatamente la tua dieta. Ma se un prodotto ti fa aumentare i livelli di glucosio nel sangue, dovresti eliminarlo completamente..
Alcune persone mi chiedono: "Perché non dovresti mangiare cibi piccanti con prediabete?" Questo divieto non è giustificato, a meno che questo piatto piccante non contenga carboidrati. Mangia per la salute!
Attività fisica per prediabete
Il secondo trattamento più importante è l'attività fisica. Questo non significa che ora devi arare come i cavalli in palestra, soprattutto perché non l'hai mai fatto. Devi aumentare gradualmente l'intensità e la velocità, adattandoti ai tuoi sentimenti.

Non appena senti che il carico precedente è diventato piccolo per te, puoi aumentare il ritmo. Per la prima volta, per accelerare il metabolismo, sono sufficienti una camminata veloce nella foresta o nel parco, sono sufficienti semplici esercizi con il proprio peso (squat, flessioni, esercizi addominali, "plank", ecc.) All'inizio è sufficiente impegnarsi in non più di 1 ora, ma non meno di 30 minuti. Le lezioni dovrebbero essere tenute tutti i giorni feriali, ma è possibile senza giorni di riposo.
Quindi puoi andare in un club sportivo e allenarti in modo più professionale con i pesi. Consiglio di assumere prima un coach per creare un programma di formazione individuale per te..
Farmaci a basso contenuto di zucchero nel sangue per il prediabete
In alcuni casi, i medici aggiungono farmaci ipoglicemizzanti al regime di trattamento generale. Per questa categoria di pazienti i più adatti sono i farmaci del gruppo metformina (Siofor, glucophage, ecc.)

Tuttavia, non mi piace prescrivere farmaci in anticipo, ma tutto perché con la loro prescrizione la motivazione di una persona a lavorare sulla sua dieta e phi diminuisce. carichi. Il subconscio pensa che la medicina farà tutto da sola. Ecco perché queste persone spesso scompaiono dal punto di vista del medico..
Trattamento di NTG con rimedi popolari
Qui è dove vaga la fantasia popolare! Puoi provare qualsiasi metodo, l'importante è non danneggiare la tua salute, ma non dimenticare che il trattamento principale per te è la correzione nutrizionale e un aumento dell'attività fisica. I rimedi popolari non hanno nulla a che fare con la medicina, e quindi lascerò la questione della scelta di un metodo di trattamento a cittadini più competenti.

Gruppi di rischio per RTN

La diagnosi di ridotta tolleranza al glucosio viene eseguita non per tutti, ma per alcune categorie di persone che sono inclini a sviluppare questa malattia.

Di seguito sono riportati i fattori che richiedono una diagnosi:

  1. la presenza di parenti con diabete mellito della prima linea di relazione
  2. sovrappeso (BMI> 27 kg / m2)
  3. una storia di diabete gestazionale (diabete durante la gravidanza)
  4. feto di grandi dimensioni (oltre 4,5 kg) o natimortalità
  5. la presenza di ipertensione (con pressione sanguigna> 140/90 mm Hg)
  6. livelli elevati di trigliceridi nel sangue (> 2,8 mmol / L)
  7. livello di lipoproteine ​​ad alta densità inferiore a 35 mg / dl
  8. malattia parodontale cronica e foruncolosi
  9. ipoglicemia spontanea (un forte calo di zucchero nel sangue)
  10. assunzione di farmaci diabetogeni (diuretici, estrogeni, glucocorticoidi)
  11. età superiore ai 45 anni

Criteri per una ridotta tolleranza al glucosio

Nel mio precedente articolo, ho scritto sui normali livelli di zucchero nel sangue. Ecco questo articolo "I livelli di zucchero nel sangue sono normali". Ora voglio sottolineare i criteri per i livelli di zucchero con ridotta tolleranza al glucosio.

Per fare questa diagnosi, è necessario dimostrarlo e questo viene fatto utilizzando il cosiddetto test di tolleranza al glucosio. Questo test viene eseguito in una clinica o in un laboratorio a pagamento. Per il test ti serviranno 75 grammi di glucosio puro in polvere e una fetta di limone, se lo desideri, per cogliere lo sgradevole sapore zuccherino del glucosio.

Prima dello studio, per 3 giorni, è necessario mangiare come al solito con un contenuto di carboidrati sufficiente, oltre ad aderire al solito ritmo di attività fisica. Si consiglia di evitare situazioni stressanti prima dello studio e di non fumare, questo può distorcere i risultati. Hai bisogno di dormire bene e rifiutare l'analisi se sei appena tornato dal turno di notte.

Vieni in laboratorio a stomaco vuoto (almeno 10 ore di fame) e doni il sangue per lo zucchero, dopodiché ti viene somministrata una bevanda di glucosio in polvere diluito in acqua calda (altrimenti non si scioglierà) e il tempo viene annotato. Dopodiché devi sederti tranquillamente per 2 ore nel corridoio (se vai a fare una passeggiata lungo i corridoi, sulle scale o per strada, il risultato sarà errato).

Soprattutto, il test dovrebbe essere eseguito in un ambiente calmo e senza attività fisica. Durante queste due ore, il tuo sangue verrà prelevato per l'analisi due volte (1 e 2 ore dopo il glucosio che bevi). Secondo le ultime raccomandazioni, 1 recinzione è sufficiente dopo 2 ore.

È tutto. Questa semplice procedura è stata completata con successo, e ora non resta che attendere i risultati. I risultati sono generalmente pronti lo stesso giorno dopo pranzo o immediatamente il giorno successivo.

Indicatori di prediabete

Di seguito viene visualizzata una tabella che mostra i criteri diagnostici per il pre-diabete (immagine cliccabile).

Prognosi del prediabete o cosa fare dopo

I tuoi parametri sono corretti?

Mi congratulo con te, ora puoi essere libero per un anno, ma ricordati di lavorare sui fattori di rischio che sicuramente hai, visto che sei stato inviato a questa analisi. Ma dopo un anno, se i fattori di rischio non vengono eliminati, sarà necessario ripetere questo test.

I tuoi parametri corrispondono alla diagnosi "tolleranza al glucosio alterata"

Allora è il momento di prendere misure decisive, altrimenti il ​​diabete non è lontano. In primo luogo, è necessario rimuovere tutti i fattori di rischio che contribuiscono a questa malattia, in secondo luogo, iniziare a monitorare la dieta (ridurre o rifiutare i carboidrati leggeri, cibi eccessivamente grassi, alcol) e, in terzo luogo, iniziare regolarmente sport ricreativi..

In alcuni casi, la perdita di peso può richiedere farmaci che alleviano la resistenza all'insulina, come la metformina cloridrato. Per quanto tempo prendere la metformina per il prediabete è deciso solo dal medico alla reception.

Esiste un collegamento tra prediabete e cancro

C'è un'ipotesi su Internet sul legame tra cancro e prediabete. Quanto è vero questo? In verità, c'è un nocciolo razionale in questa affermazione. Poiché una ridotta tolleranza al glucosio si verifica nelle persone in sovrappeso e il fatto che le persone obese abbiano maggiori probabilità di essere inclini al cancro è un fatto indiscutibile e provato.
Quindi è necessario combattere inizialmente con l'eccesso di peso, quindi il prediabete scomparirà e un alto rischio di oncopatologia.

Prediabete e gravidanza

Durante la gravidanza, soprattutto nel secondo trimestre, la tolleranza al glucosio normalmente aumenta. Questo processo è fisiologico e delicato, se la donna era completamente sana prima del concepimento e non aveva un eccesso di peso. Ma se una donna era inizialmente completa e aveva un'eredità per il diabete mellito di tipo 2, allora con un maggior grado di probabilità potrebbe svilupparsi una compromissione patologica della tolleranza al glucosio, che può facilmente trasformarsi in diabete mellito gestazionale.
La diagnosi dei disturbi dei carboidrati nelle donne in gravidanza viene eseguita allo stesso modo delle donne non in gravidanza, ma i criteri di valutazione saranno diversi. Poiché l'argomento del diabete e del pre-diabete nelle donne in gravidanza è molto ampio e non rientrerà più in questo articolo, ho deciso di dedicarvi un tempo separato. Iscriviti agli aggiornamenti del blog e non perdere molte altre informazioni utili sul diabete.

Infine, voglio dire che il futuro del paziente a cui è stata riscontrata una ridotta tolleranza al glucosio è completamente nelle sue mani. Questa condizione viene curata con successo cambiando il solito stile di vita in uno sano. Nell'articolo "Il diabete può essere curato?" Ne ho già scritto. Eliminando questo problema, eviterai l'insorgenza di una malattia più grave: il diabete mellito, che ne vale la pena. Non è questo?

Nel prossimo articolo, voglio parlare delle principali cause del diabete nelle donne e negli uomini. Conoscendo questi motivi, puoi influenzare il destino e prevenire la malattia.

Su questo ti saluto. Iscriviti per ricevere nuovi articoli via e-mail e fai clic sui pulsanti dei social media proprio sotto l'articolo.

Con calore e cura, l'endocrinologo Dilyara Ilgizovna Lebedeva

Con calore e cura, l'endocrinologo Dilyara Ilgizovna Lebedeva

Perché la ridotta tolleranza al glucosio è pericolosa??

A volte capita che una patologia si sia già sviluppata nel corpo e la persona non lo sospetta nemmeno. Una ridotta tolleranza al glucosio è proprio un caso del genere.

Il paziente ancora non si sente male, non avverte alcun sintomo, ma già a metà strada verso una malattia così grave come il diabete. Che cos'è?

Cause della malattia

IGT (ridotta tolleranza al glucosio) ha il proprio codice ICD 10 - R 73.0, ma non è una malattia indipendente. Questa patologia è una frequente compagna dell'obesità e uno dei sintomi della sindrome metabolica. Il disturbo è caratterizzato da una variazione della quantità di zucchero nel plasma sanguigno, che supera i valori consentiti, ma non raggiunge ancora l'iperglicemia.

Ciò accade a causa del fallimento dei processi di assorbimento del glucosio nelle cellule degli organi a causa dell'insufficiente sensibilità dei recettori cellulari all'insulina.

Questa condizione è anche chiamata prediabete e, se non trattata, una persona con IGT prima o poi dovrà affrontare una diagnosi di diabete mellito di tipo 2..

Il disturbo si riscontra a qualsiasi età, anche nei bambini e nella maggior parte dei pazienti vengono registrati diversi gradi di obesità. L'eccesso di peso è spesso accompagnato da una diminuzione della sensibilità dei recettori cellulari all'insulina.

Inoltre, i seguenti fattori possono provocare NVT:

  1. Bassa attività fisica. Uno stile di vita passivo, combinato con il sovrappeso, porta a una ridotta circolazione sanguigna, che a sua volta causa problemi al cuore e al sistema vascolare e influisce sul metabolismo dei carboidrati.
  2. Trattamento con farmaci ormonali. Questi farmaci riducono la risposta cellulare all'insulina.
  3. Predisposizione genetica. Il gene mutato influenza la sensibilità del recettore o la funzionalità ormonale. Questo gene è ereditato, il che spiega il rilevamento di una violazione della tolleranza durante l'infanzia. Pertanto, se i genitori hanno problemi con il metabolismo dei carboidrati, il bambino ha un alto rischio di sviluppare NTG..

È necessario sottoporsi a un esame del sangue per la tolleranza in questi casi:

  • gravidanza con un grande feto;
  • la nascita di un bambino grande o nato morto in precedenti gravidanze;
  • ipertensione;
  • prendendo diuretici;
  • patologia pancreatica;
  • basso contenuto di lipoproteine ​​nel plasma sanguigno;
  • la presenza della sindrome di Cushing;
  • persone dopo i 45-50 anni;
  • alti livelli di trigliceridi;
  • attacchi ipoglicemici.

Sintomi di patologia

La diagnosi di patologia è difficile a causa dell'assenza di sintomi gravi. È più probabile che la RTN venga rilevata dagli esami del sangue durante una visita medica per un'altra condizione medica.

In alcuni casi, quando la condizione patologica progredisce, i pazienti prestano attenzione alle seguenti manifestazioni:

  • l'appetito aumenta in modo significativo, soprattutto di notte;
  • appare una grande sete che si secca in bocca;
  • la frequenza e la quantità di minzione aumenta;
  • si verificano attacchi di emicrania;
  • vertigini dopo aver mangiato, la temperatura aumenta;
  • la capacità lavorativa diminuisce a causa dell'aumento della fatica, si avverte debolezza;
  • la digestione è disturbata.

Come risultato del fatto che i pazienti non prestano attenzione a tali segni e non si affrettano a vedere un medico, la capacità di correggere i disturbi endocrini nelle prime fasi è drasticamente ridotta. Ma la probabilità di sviluppare un diabete incurabile, al contrario, aumenta.

Mancanza di trattamento tempestivo, la patologia continua a progredire. Il glucosio, accumulandosi nel plasma, inizia a influenzare la composizione del sangue, aumentandone l'acidità.

Allo stesso tempo, come risultato dell'interazione dello zucchero con i componenti del sangue, la sua densità cambia. Ciò porta a una ridotta circolazione sanguigna, a seguito della quale si sviluppano malattie del cuore e dei vasi sanguigni..

I disturbi del metabolismo dei carboidrati non passano senza lasciare traccia per altri sistemi del corpo. Reni, fegato, organi digestivi sono danneggiati. Ebbene, la finale della tolleranza al glucosio compromessa incontrollata è il diabete.

Metodi diagnostici

Se si sospetta NTG, il paziente viene indirizzato per un appuntamento di consultazione con un endocrinologo. Lo specialista raccoglie informazioni sullo stile di vita e le abitudini del paziente, chiarisce i reclami, la presenza di malattie concomitanti, nonché i casi di disturbi endocrini tra i parenti.

Il passaggio successivo consiste nel programmare i test:

  • biochimica del sangue;
  • analisi del sangue clinico generale;
  • analisi delle urine per il contenuto di acido urico, zucchero e colesterolo.

Il principale test diagnostico è un test di tolleranza.

Prima del test è necessario soddisfare una serie di condizioni:

  • l'ultimo pasto prima della donazione del sangue dovrebbe essere 8-10 ore prima dello studio;
  • il sovraccarico nervoso e fisico dovrebbe essere evitato;
  • non bere alcolici per tre giorni prima del test;
  • vietato fumare il giorno dello studio;
  • non donare sangue per virus e raffreddori o dopo un recente intervento chirurgico.

Il test viene eseguito come segue:

  • il prelievo di sangue per il test viene effettuato a stomaco vuoto;
  • al paziente viene somministrata una soluzione di glucosio da bere o la soluzione viene somministrata per via endovenosa;
  • dopo 1-1,5 ore, il test del sangue viene ripetuto.

La violazione è confermata con tali indicatori di glucosio:

  • sangue prelevato a stomaco vuoto - più di 5,5 e meno di 6 mmol / l;
  • sangue prelevato 1,5 ore dopo il carico di carboidrati - più di 7,5 e meno di 11,2 mmol / l.

Trattamento della RTN

Cosa fare se NVT è confermato?

In genere, le linee guida cliniche sono le seguenti:

  • monitorare regolarmente i livelli di zucchero nel sangue;
  • monitorare le letture della pressione sanguigna;
  • aumentare l'attività fisica;
  • dieta per ottenere la perdita di peso.

Inoltre, possono essere prescritti farmaci per ridurre l'appetito e accelerare la disgregazione delle cellule adipose.

L'importanza di una corretta alimentazione

Aderire ai principi di una corretta alimentazione è utile anche per una persona completamente sana, e in un paziente con una violazione del metabolismo dei carboidrati, cambiare la dieta è il punto principale del processo di trattamento e l'aderenza alla dieta dovrebbe diventare uno stile di vita.

Le regole dietetiche sono le seguenti:

  1. Assunzione di cibo frazionata. Devi mangiare più spesso, almeno 5 volte al giorno e in piccole porzioni. L'ultimo spuntino dovrebbe essere un paio d'ore prima di andare a letto..
  2. Bere da 1,5 a 2 litri di acqua pulita al giorno. Aiuta a fluidificare il sangue, ridurre il gonfiore e accelerare il metabolismo.
  3. Escluso dall'uso di prodotti di panetteria di farina di grano tenero, così come dolci con crema, dolci e caramelle.
  4. Limita al minimo il consumo di verdure amidacee e bevande alcoliche.
  5. Aumenta la quantità di verdure ricche di fibre. Sono ammessi anche legumi, erbe aromatiche e frutta non zuccherata.
  6. Riduci l'assunzione di sale e spezie nella dieta.
  7. Zucchero sostitutivo per dolcificanti naturali, il miele è consentito in quantità limitate.
  8. Evita cibi e cibi con un'alta percentuale di grassi nel menu.
  9. Sono ammessi latticini magri e latticini fermentati, pesce e carne magra.
  10. I prodotti del pane dovrebbero essere fatti con farina integrale o di segale o con l'aggiunta di crusca.
  11. Di cereali, dare la preferenza a orzo, grano saraceno, riso integrale.
  12. Riduci in modo significativo la pasta ad alto contenuto di carboidrati, il semolino, la farina d'avena, il riso raffinato.

Evita la fame e l'eccesso di cibo, così come i cibi ipocalorici. L'apporto calorico giornaliero dovrebbe essere compreso tra 1600 e 2000 kcal, dove i carboidrati complessi rappresentano il 50%, i grassi circa il 30% e il 20% per i prodotti proteici. Se c'è una malattia renale, la quantità di proteine ​​diminuisce.

Esercizio fisico

Un altro punto importante della terapia è l'attività fisica. Per perdere peso, è necessario provocare un intenso dispendio di energia, inoltre, aiuterà a ridurre i livelli di zucchero..

L'esercizio fisico regolare accelera i processi metabolici, migliora la circolazione sanguigna, rafforza le pareti vascolari e il muscolo cardiaco. Previene lo sviluppo di aterosclerosi e malattie cardiache..

L'obiettivo principale dell'attività fisica dovrebbe essere l'esercizio aerobico. Portano ad un aumento della frequenza cardiaca, a seguito del quale viene accelerata la rottura delle cellule adipose.

Per le persone che soffrono di ipertensione e patologie del sistema cardiovascolare, gli esercizi a bassa intensità sono più adatti. Passeggiate senza fretta, nuoto, esercizi semplici, cioè tutto ciò che non porta ad un aumento della pressione e mancanza di respiro o dolore al cuore.

Per le persone sane, devi scegliere corsi più intensivi. Adatto per correre, saltare la corda, andare in bicicletta, pattinare sul ghiaccio o sciare, ballare, sport di squadra. La serie di esercizi fisici dovrebbe essere progettata in modo tale che la maggior parte dell'allenamento sia accompagnato da attività aerobica.

La condizione principale è la regolarità delle lezioni. È meglio dedicare 30-60 minuti alle attività sportive al giorno piuttosto che fare due o tre ore una volta alla settimana.

È importante monitorare il tuo benessere. La comparsa di vertigini, nausea, sensazioni dolorose, segni di ipertensione dovrebbero essere un segnale per ridurre l'intensità del carico.

Terapia farmacologica

In assenza di risultati dalla dieta e dall'esercizio fisico, si raccomanda il trattamento farmacologico.

Possono essere prescritti i seguenti farmaci:

  • Glucophage - abbassa la concentrazione di zucchero e previene l'assorbimento dei carboidrati, dà un effetto eccellente in combinazione con l'alimentazione dietetica;
  • Metformina - riduce l'appetito e i livelli di zucchero, inibisce l'assorbimento dei carboidrati e la produzione di insulina;
  • Acarbose - abbassa i livelli di glucosio;
  • Siofor: influisce sulla produzione di insulina e concentrazione di zucchero, rallenta la scomposizione dei composti di carboidrati

Se necessario, vengono prescritti farmaci per normalizzare la pressione sanguigna e ripristinare la funzione cardiaca.

  • visitare un medico quando compaiono i primi sintomi dello sviluppo della patologia;
  • fare un test di tolleranza al glucosio ogni sei mesi;
  • in presenza di malattia dell'ovaio policistico e se viene rilevato il diabete gestazionale, è necessario eseguire regolarmente un esame del sangue per lo zucchero;
  • escludere l'uso di bevande alcoliche e il fumo;
  • aderire alle regole della nutrizione dietetica;
  • riservare del tempo per un'attività fisica regolare;
  • controlla il tuo peso, se necessario, sbarazzati dei chili in più;
  • non auto-medicare - tutti i farmaci devono essere assunti solo come indicato da un medico.

Video sul prediabete e su come trattarlo:

I cambiamenti che sono sorti sotto l'influenza di disturbi del metabolismo dei carboidrati, con l'inizio tempestivo del trattamento e il rispetto di tutte le prescrizioni del medico, sono abbastanza suscettibili di correzione. Altrimenti, il rischio di sviluppare il diabete è notevolmente aumentato..

Ridotta tolleranza al glucosio

Questa condizione è chiamata "ridotta tolleranza al glucosio". È pericoloso non solo per lo sviluppo di una clinica per il diabete in futuro, ma anche per il fatto che le persone con ridotta tolleranza al glucosio sono inclini a un decorso più grave di varie malattie..

Nel frattempo, una predisposizione al diabete mellito di tipo 2 può essere rilevata 5-10 anni prima del momento in cui la ridotta tolleranza al glucosio si trasforma in una malattia. In questo caso, è possibile evitare la malattia o ritardarne lo sviluppo con l'aiuto di misure abbastanza semplici di natura farmacologica e non farmacologica..

Per la diagnosi, è sufficiente condurre un test di tolleranza al glucosio. Aiuta a identificare i problemi in un momento in cui un test di zucchero nel sangue di routine mostra ancora anomalie. Le indicazioni per lo studio sono le stesse del test della glicemia (link all'articolo corrispondente), ma con particolare attenzione alle persone con anamnesi familiare di diabete di tipo 2 e alle donne con sospetta gravidanza diabetica.

Tecnica di prova

Innanzitutto, viene prelevato un campione di sangue a digiuno se il livello di glucosio è superiore al normale (6,7 mmol / L), il test non viene eseguito. Quando il glucosio rientra nell'intervallo normale, al soggetto viene somministrato un bicchiere (250 ml) di acqua in cui si sciolgono 75 g di glucosio (è possibile con l'aggiunta di una piccola quantità di acido citrico per sopprimere la nausea) e vengono prelevati diversi campioni di sangue ad intervalli di 30, 60, 90 e 120 minuti.

Funzionalità di ricerca

A causa del fatto che il corpo reagisce a stress, malattia, assunzione di cibo e altri fattori modificando il livello di zucchero nel sangue, per ottenere un risultato affidabile, è necessario seguire alcune regole.

Per un test di tolleranza al glucosio, è necessario seguire la dieta abituale (senza fronzoli e digiuno) per almeno tre giorni prima del test, la quantità di attività fisica deve corrispondere al normale ritmo di vita.

Lo studio viene svolto al mattino a digiuno (l'ultimo pasto in 10-14 ore), mentre per la stessa quantità di tempo non si può fumare e bere altro che acqua. Immediatamente prima del prelievo di sangue, è necessario escludere procedure mediche e farmaci, di solito vengono annullati il ​​giorno prima del test.

Il sangue viene prelevato stando seduti o sdraiati; la stanza non deve essere fredda o calda. Puoi fumare, mangiare, bere, impegnarti in lavori fisici solo dopo che il test è completo.

Se prima dello studio dovevi essere nervoso, hai avuto recentemente una grave malattia, un'operazione o un'infezione cronica è peggiorata, è meglio rimandare lo studio. Il risultato sbagliato può essere nelle donne dopo il parto o durante le mestruazioni, così come con patologie del fegato e del sistema endocrino, basso contenuto di potassio o malattie che impediscono l'assorbimento del glucosio.

Interpretazione dei risultati

In una persona sana, i livelli di glucosio nel sangue aumentano e poi diminuiscono rapidamente. Con una ridotta tolleranza al glucosio, i livelli di zucchero sono al di sopra del normale, ma al di sotto dei valori diabetici.

Normalmente, a stomaco vuoto, il livello di glucosio nel sangue dovrebbe essere inferiore a 5,5 mmol / L, nell'intervallo 30-90 minuti dopo il carico di glucosio - inferiore a 11,1 mmol / L, e dopo due ore non superiore a 7,8 mmol / L.

Se i valori della glicemia a digiuno sono inferiori a 6,7 ​​mmol / L, nell'intervallo di 30-90 minuti dopo il carico di glucosio, al di sopra del normale, ma al di sotto di 11,1 mmol / L e dopo due ore non scendono al di sotto di 7,8 mmol / L, si parla di una violazione tolleranza al glucosio.

Se il livello di zucchero nell'intervallo di 30-90 minuti dopo il carico di glucosio è superiore a 11,1 mmol / L e dopo 2 ore non torna alla normalità, è necessario un ulteriore esame per il diabete.

Il diabete o la ridotta tolleranza al glucosio sono determinati se almeno due test eseguiti in giorni diversi mostrano livelli elevati di glucosio nel sangue.

Cos'è la tolleranza al glucosio, qual è il pericolo di una violazione e come trattare un fallimento metabolico

Il glucosio è un carboidrato semplice di cui nessuna cellula del corpo può fare a meno. Questa è una sostanza che gli fornisce l'energia necessaria per la vita. Il modo in cui il corpo usa il glucosio può essere scoperto dalla tolleranza.

La tolleranza al glucosio è la capacità del corpo di metabolizzare una sostanza dal cibo in arrivo in modo che non ce ne sia in eccesso. La ridotta tolleranza al glucosio (IGT) è un segnale allarmante di una possibile predisposizione al diabete o ad altri processi patologici nel corpo. È importante diagnosticare una tale condizione in tempo per prevenire la minaccia dello sviluppo di violazioni..

La necessità di definire RTN

Gli studi hanno dimostrato che quando è stata riscontrata una violazione della tolleranza nel 30% dei pazienti, questa condizione si è sviluppata nel diabete di tipo 2. Un terzo dei pazienti riesce a normalizzare i processi metabolici. Pertanto, l'importanza dei test per NTG è che possono identificare il rischio di sviluppare il diabete e prevenirne la progressione. In precedenza, la NTG era chiamata condizione pre-diabetica. Oggi questo termine non viene quasi mai utilizzato..

Indicazioni per un test di tolleranza al glucosio:

  • diagnosi di diabete,
  • obesità,
  • malattia ipertonica,
  • la presenza di diabete nei parenti.

I test vengono eseguiti se la glicosuria è stata rilevata accidentalmente, l'iperglicemia durante la misurazione del glucosio nel sangue e ci sono anche sintomi di diabete con un normale zucchero nel sangue.

Scopri la norma della tireoglobulina dopo la rimozione della ghiandola tiroidea e la necessità di un'analisi.

Leggi come trattare una cisti ovarica con i farmaci a questo indirizzo.

Test di tolleranza al glucosio

Un test di tolleranza al glucosio aiuta a confermare o smentire NTG. Innanzitutto, il sangue viene prelevato dal soggetto a stomaco vuoto. Dopodiché, dovrebbe bere glucosio diluito in acqua (75 g per 1-1,5 tazze). Se il test viene eseguito su persone obese, il calcolo del glucosio è il seguente: 1 g per 1 kg di peso (ma non più di 100 g). Dopo 2 ore, il prelievo di sangue viene ripetuto. Durante questo periodo, non dovresti essere esposto ad attività fisica, sbalzi di temperatura, non mangiare o bere alcolici.

Se una persona è sana, entro 20-60 minuti il ​​livello di glucosio aumenta rapidamente a causa del suo assorbimento nell'intestino. Dopo il rilascio dell'insulina, la concentrazione di zucchero nel sangue inizia a diminuire. Dovrebbe scendere al livello iniziale in 1,5-2 ore. Tra 2,5 e 3 ore, lo zucchero scende al livello originale. In caso di violazione, il livello di glucosio dopo il tempo richiesto non si stabilizza al basale.

Prepararsi per il test

Affinché i risultati dei campioni siano più affidabili, prima di eseguire un esame del sangue per la tolleranza al glucosio, il paziente deve prima sottoporsi a un determinato addestramento:

  • Attenersi a una dieta normale per diversi giorni prima dell'analisi (almeno 130-150 carboidrati al giorno).
  • Osserva un'attività fisica moderata il giorno prima. Un esercizio fisico eccessivo può aumentare il contenuto di zucchero.
  • Puoi prendere il cibo entro e non oltre 10-12 ore prima del test.
  • Astenersi dall'alcol per 3 giorni prima del test e dal fumo per 3 ore.
  • Interrompere l'assunzione di farmaci che possono distorcere i risultati del test (ormoni, caffeina, morfina, diuretici e altri).
  • Informare il medico della presenza di problemi endocrini esistenti (sindrome di Cushing, ipertiroidismo), se il paziente ne è a conoscenza.
  • È meglio posticipare l'analisi se il giorno prima si sono verificati forti effetti stressanti, con esacerbazione di processi infiammatori, epatite e cirrosi epatica, durante le mestruazioni.

In una nota! Se ci sono disfunzioni del tratto gastrointestinale, il glucosio viene somministrato per via endovenosa.

Cause e sintomi di deviazioni degli indicatori

La RTN è una condizione caratterizzata da un leggero aumento di una sostanza nel sangue. Secondo la classificazione internazionale delle malattie codice di stato ICD 10 R73.0.

La concentrazione di glucosio dovrebbe essere 3,3-5,5 mmol / L. Quando si esegue un test di tolleranza al glucosio, i valori normali dopo aver bevuto una soluzione dolce dovrebbero essere fino a 7,8 mmol / l. Possiamo parlare di NTG quando i numeri sono 7,8-11 mmol / l.

L'assorbimento dei carboidrati può deteriorarsi per vari motivi:

  • predisposizione ereditaria,
  • sovrappeso,
  • ipodynamia,
  • malattie gastrointestinali,
  • violazione della sintesi dell'insulina da parte del pancreas,
  • La malattia di Itsenko-Cushing,
  • tiroidite,
  • aterosclerosi,
  • malattia del fegato,
  • ipotiroidismo,
  • gotta,
  • prendendo alcuni farmaci,
  • età dai 50 anni.

NTG può verificarsi nelle donne in gravidanza. Ciò è dovuto al fatto che la placenta svolge la funzione di sintetizzare sostanze ormonali che riducono la resistenza dei tessuti all'insulina. Circa il 3% delle donne in gravidanza soffre di diabete gestazionale. Di norma, questo fenomeno è temporaneo e dopo il parto la quantità di glucosio si stabilizza..

Come puoi abbassare lo zucchero nel sangue a casa senza droghe? Abbiamo una risposta!

Leggi le cause del basso livello di progesterone durante la gravidanza e i metodi per correggere gli indicatori a questo indirizzo.

Segui il link https://fr-dc.ru/zabolevaniya/diabet/insulinorezistentnost.html e scopri come prepararti per un test di insulino-resistenza e cosa mostrano i risultati del test.

Nella fase iniziale, una maggiore tolleranza al glucosio potrebbe non apparire in alcun modo. È possibile identificare una violazione durante un'analisi del sangue di laboratorio. A poco a poco, la patologia progredisce e si manifesta con sintomi caratteristici:

  • pelle secca,
  • prurito nella zona genitale,
  • ferite lunghe in via di guarigione,
  • aumento della minzione,
  • sete intensa,
  • diminuzione del desiderio sessuale,
  • appetito alterato,
  • fallimento del ciclo mestruale nelle donne,
  • danno vascolare,
  • visione offuscata.

Anche in assenza di sintomi di violazione, con un'alta percentuale del rischio di sviluppare il diabete, è necessario donare il sangue di volta in volta per la tolleranza al glucosio.

Trattamenti efficaci

Di norma, NTG prevede la correzione dello stile di vita e della nutrizione senza l'uso di droghe. La convenienza dell'uso di farmaci è determinata dal medico, in base al decorso clinico della patologia.

Raccomandazioni per stabilizzare la tolleranza al glucosio:

  • mangiare porzioni frazionalmente piccole, il cibo non dovrebbe essere ricco di calorie,
  • ridurre la quantità di carboidrati semplici nella dieta, grassi animali,
  • con l'obesità, stabilizzare il peso a valori normali,
  • osservare un regime di bere abbondante,
  • aumentare la quantità di frutta e verdura (ad eccezione di uva, banane).

È imperativo integrare una corretta alimentazione con un'attività fisica moderata. Se vengono identificate malattie concomitanti che contribuiscono alla RTN, devono essere trattate.

Se il paziente rispetta tutte le raccomandazioni per l'alimentazione e l'attività fisica e non ci sono dinamiche positive, è possibile prescrivere farmaci per stabilizzare la condizione:

  • tiazolidinedioni,
  • prodotti di sulfonilurea,
  • derivati ​​della metformina.

La tolleranza al glucosio è un indicatore che consente la diagnosi precoce dei disturbi del metabolismo dei carboidrati. Con NTG, il 30% dei pazienti riesce a stabilizzare completamente il livello di zucchero. Ma ricorda che il rischio di sviluppare il diabete potrebbe persistere in futuro. È importante controllare costantemente la glicemia, mangiare bene e muoversi di più..

Una ridotta tolleranza al glucosio indica un rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 o la sindrome metabolica. L'esecuzione di un test di tolleranza al glucosio consente di identificare le persone che in futuro potrebbero soffrire di gravi malattie, di dare raccomandazioni in anticipo per prevenirle. Scopri di più su questo dopo aver visto il seguente video:


Articolo Successivo
Idrocefalo del cervello in un adulto: cause, sintomi, trattamento