Perché non c'è abbastanza aria quando si respira e si sbadiglia


Spesso c'è uno stato in cui si desidera fare un respiro profondo, ma per qualche motivo qualcosa limita questa possibilità, questo provoca ansia in una persona, panico e aggrava ulteriormente la condizione. Perché è impossibile fare un respiro completo? Questo è abbastanza comune e non è sempre causato dalla malattia..

Nell'uomo ci sono tre ritmi di respirazione: automatica (eipnea), superficiale (ipopnea) e profonda (iperpnea). Fisiologicamente, questi tre tipi di respirazione sono dovuti al fatto che il pieno riempimento dei polmoni (inspirazione completa, inspirazione profonda) è necessario per il corpo solo in caso di mancanza di ossigeno nel corpo, e in particolare nel cervello, che regola la nostra respirazione. Il cervello è un controllore quantitativo della saturazione di ossigeno nel sangue. Quando il livello di ossigeno nel sangue diminuisce, il cervello invia un segnale e la persona fa un respiro profondo di riflesso.

In uno stato di calma, una persona respira automaticamente e in un respiro automatico, circa 400-500 ml di aria entrano nei polmoni: questo volume è sufficiente per il buon funzionamento di tutti i sistemi corporei. Con un respiro profondo, fino a 2000 ml di aria entrano nei polmoni. E con la respirazione superficiale, meno di 400 ml di aria possono entrare nei polmoni.

Tutti i ritmi respiratori sono direttamente correlati alla velocità del respiro (frequenza delle inspirazioni) e al lavoro del corsetto muscolare del torace e del muscolo diaframmatico (respirazione toracica e respirazione diaframmatica). Oltre al sistema nervoso centrale, una persona sana può regolare la propria respirazione e, in determinate circostanze, è in grado di cambiare modalità di respirazione o schemi di respirazione (torace e diaframmatica).

Negli uomini e nei neonati, la respirazione diaframmatica è predominante. Le donne sono più a loro agio con la respirazione toracica o mista. Ciò è dovuto alle specificità dell'anatomia e della fisiologia del corpo femminile, quando durante la gravidanza non è possibile respirare utilizzando il diaframma, e il corpo ha sviluppato in anticipo la capacità della donna di respirare involontariamente con il “seno”. I maschi che non hanno un allenamento sportivo (respirazione toracica) passano dalla respirazione diaframmatica alla respirazione toracica nei casi in cui mangiano troppo (uno stomaco pieno limita il lavoro dei muscoli diaframmatici e rende difficile respirare con lo "stomaco"), provano disagio nell'addome (ad esempio, nell'intestino ) o non sono in grado di effettuare un'inalazione diaframmatica a causa di eccessivi depositi di grasso nella regione peritoneale.

La velocità della respirazione e la profondità dei respiri possono modificare il volume d'aria che entra nei polmoni, che è ciò che il corpo usa in modo riflessivo quando si verificano situazioni che impediscono la respirazione automatica: entra in una respirazione profonda e rara o passa a una respirazione superficiale e frequente. Si tratta di metodi di respirazione compensativa, considerati patologici, in quanto segnalano l'incapacità del corpo di lavorare in modalità di respirazione automatica (respirazione normale).

Esistono numerose condizioni dolorose che costringono una persona a passare alla respirazione toracica: suture postoperatorie nell'addome; dolore all'addome causato da flatulenza, disturbi intestinali; dolore alla colonna lombare (compreso il pizzicamento delle terminazioni nervose nella colonna vertebrale); ascite; dolore nell'area dei muscoli del diaframma (ad esempio, allungamento eccessivo a causa del carico superfisico sul diaframma); dolore ai muscoli addominali (sport o qualsiasi sovraccarico fisico); dolore dovuto alle aderenze intestinali; dolore ai reni, alla vescica, alle ovaie e ad altri organi interni sotto il diaframma. Ciò è dovuto al fatto che la respirazione diaframmatica è associata alla deflessione del diaframma verso il basso e alla creazione di spazio nella cavità toracica per l'espansione dei polmoni. Il diaframma inizia a premere sugli organi interni della regione addominale e della piccola pelvi (ispessisce i tessuti), il che provoca dolore e raddrizzamento riflesso dei muscoli del diaframma, che impedirà ai polmoni di occupare il volume richiesto nel torace. In questo caso, il corpo passa in modo riflessivo all'inalazione toracica.

Esistono anche una serie di condizioni che interferiscono con la respirazione attraverso il torace e costringono una persona a passare con la forza alla respirazione diaframmatica. Questo può accadere con miosite dei muscoli intercostali, nevralgia dei muscoli intercostali, con stiramento eccessivo dei muscoli pettorali dopo un allenamento intenso, con osteocondrosi del rachide toracico e cervicale (causa sindrome del dolore), con malattie o disturbi del muscolo cardiaco (inclusa angina pectoris), con lesioni o anomalie corsetto osseo della colonna vertebrale toracica (curvatura delle costole, fusione impropria delle costole dopo un infortunio), con sovraffollamento dello stomaco e dell'intestino, con spasmo riflesso dei muscoli intercostali coinvolti nella funzione respiratoria.

Un respiro profondo (respiro completo) una persona fa meccanicamente un metodo di respirazione toracica, in cui sono coinvolti i muscoli pettorali respiratori - i muscoli intercostali. Questi muscoli si contraggono, consentendo ai polmoni di raddrizzarsi - aumentare il volume e quindi rilassarsi, rendendo possibile un'espirazione passiva (a proposito, l'espirazione è sempre un movimento passivo dei polmoni, che vengono premuti dai muscoli del torace e del diaframma, è impossibile espirare forzatamente senza inspirare - è possibile espirare a intermittenza, fermandosi con la forza, trattenendo il respiro).

È quasi impossibile fare un respiro profondo in modo diaframmatico: i muscoli pettorali parteciperanno in qualche modo a un respiro profondo forzato. Solo un allenamento specializzato nella respirazione diaframmatica può aiutare a fare un respiro completo usando il diaframma. Pertanto, inconsciamente, una persona fa un respiro completo nel metodo di respirazione del torace. E in uno stato in cui un respiro profondo non è completo, inizia a provare a fare un respiro profondo di nuovo, e ancora, e ancora...

Con tentativi falliti, una persona sviluppa una tensione nervosa, inviando segnali al cervello che c'è una mancanza di aria (più precisamente, ossigeno), che in realtà non c'è. Poiché il sistema nervoso centrale controlla la composizione del sangue e non risponde agli impulsi nervosi dello stato di panico di una persona, non attiva il centro respiratorio nel cervello e non invia un segnale per fare un respiro completo - in altre parole, non consente a una persona di fare un respiro completo forzato in modo che il sangue non sia saturo di ossigeno. che è anche pericoloso e può provocare, ad esempio, svenimenti per un eccesso di ossigeno nel cervello. Questa condizione, quando una persona cerca di fare un respiro profondo con la forza e il sistema nervoso centrale non gli consente di farlo, è chiamata iperventilazione dei polmoni..

Ma la tensione nervosa derivante dall'incapacità di inspirare profondamente con la forza viene trasmessa anche ai centri che controllano la produzione di adrenalina, che viene rilasciata nel sangue e fa contrarre più velocemente il muscolo cardiaco, aumentando così la pressione sanguigna e provocando il flusso sanguigno al cervello e l'eccessiva saturazione di ossigeno cerebrale, che può reagire disabilitando alcune funzioni, e in particolare causare la perdita di coscienza, ma non ti permetterà di fare un respiro profondo. Ecco perché molto spesso le persone, in uno stato in cui è impossibile fare un respiro profondo, diventano nervose e perdono conoscenza. Riprendi i sensi e inizia a respirare normalmente automaticamente e senza pensare alla profondità dell'inalazione.

Per non svenire con un respiro profondo senza successo e ripristinare semplicemente la respirazione, ha senso interrompere con la forza i tentativi di respirazione profonda o creare i prerequisiti per la normalizzazione della respirazione - la sua transizione a una modalità normale automatica. Esistono diversi modi per ripristinare la respirazione automatica e uscire dallo stato di iperventilazione:

  • Respirare in una borsa consente di creare un'atmosfera saturata di anidride carbonica e costringere il cervello a regolare la respirazione per ricevere una porzione di ossigeno - per fare un respiro completo.
  • La respirazione forzata lenta e superficiale da parte del diaframma consente di creare una situazione in cui l'aria entrerà in piccole porzioni e durante la normale espirazione la velocità del flusso sarà maggiore dell'assunzione e gradualmente l'iperventilazione si fermerà e il cervello avrà bisogno di una nuova porzione di ossigeno, che ti permetterà di fare un respiro completo.
  • Invece di fare ripetutamente un respiro pieno impossibile, è necessario fare esercizi fisici vigorosi che costringano i muscoli a consumare energia e aumentare la circolazione sanguigna, che a sua volta causerà il naturale bisogno di ossigeno del corpo e costringerà il sistema nervoso centrale a dare un impulso al centro respiratorio per rendere la respirazione profonda.

Lo stato di iperventilazione dei polmoni può svilupparsi in momenti completamente estranei alla malattia. Quindi la ragione dell'incapacità di fare un respiro profondo può essere un lungo passatempo sedentario e un improvviso desiderio di fare un respiro profondo per raddrizzare petto e polmoni. Spesso un fenomeno simile si verifica quando una persona riposa passivamente e vuole respirare aria fresca, per la quale prende un respiro profondo forzato, che alla fine non funziona. A volte è impossibile fare un respiro profondo mentre si è a letto a lungo. Ma il più delle volte è la tensione nervosa latente e la vita sedentaria nel complesso che creano i prerequisiti per lo sviluppo di attacchi di iperventilazione dei polmoni.

Le situazioni trascurate, quando una persona ha spesso uno stato di iperventilazione a causa di una tensione nervosa latente, che lui stesso non associa a disturbi del ritmo respiratorio, vengono trattate con farmaci - prendendo sedativi e antidepressivi. Dal momento che sono loro che alleviano lo stress interno, eliminano lo stress nascosto e ti permettono di sbarazzarti degli attacchi di iperventilazione che visitano regolarmente una persona.

Cos'è la mancanza di respiro psicogena con nevrosi, VSD e come sbarazzarsene?


I reclami di mancanza di respiro con nevrosi e VSD, che non è altro che una manifestazione corporea della stessa nevrosi, sono uno dei più comuni tra tutti i sintomi fisici dei disturbi d'ansia.

Ciò non sorprende, poiché la respirazione è la prima cosa che cambia sulla base di un sistema nervoso. E la paura del soffocamento è la più profonda e insita in una persona.

Manifestazioni di dispnea nervosa

I sintomi della mancanza di respiro psicogena includono:

  • la sensazione di respirare (di solito non ce ne accorgiamo);
  • sensazione di fiato corto;
  • sentendo che è difficile respirare, non è possibile fare un respiro pieno e catturare abbastanza aria con esso;
  • la necessità di sbuffare e boccheggiare;
  • pensieri che dovresti sforzarti di respirare, e se dimentichi di farlo, la respirazione si fermerà immediatamente;
  • sbadigli frequenti;
  • mancanza di respiro, come dopo aver corso, ma completamente di punto in bianco senza motivo apparente.

Tutti questi sintomi possono manifestarsi allo stesso tempo o sostituirsi a vicenda. E solo uno o due di loro possono prevalere.

A volte i problemi respiratori sorgono su una base chiaramente nervosa, cioè chiaramente associata a qualche evento stressante nella vita. E a volte arrivano come dal nulla.

Possono infastidire tutto il giorno. E possono verificarsi solo in determinate ore. Possono visitare tutti i giorni. E può apparire solo occasionalmente.

Una volta affannosa la respirazione con VSD si manifesta separatamente dagli altri sintomi della malattia e una volta li integra.

Per alcune persone, il vento alla moda che soffia in faccia provoca la sensazione di difficoltà a respirare..

Tuttavia, è estremamente improbabile che troverai qualcosa. Se avessi una patologia che ha causato problemi respiratori reali, lo avresti saputo da molto tempo. Solo mancanza di respiro con nevrosi, il VSD è il sintomo che non trova mai conferma medica, salvo l'istituzione della stessa diagnosi - distonia vegetativa-vascolare.

Cause di occorrenza

Iperventilazione

La prima causa di mancanza di respiro con VSD. Poiché la distonia vegetativo-vascolare è semplicemente un riflesso corporeo di stress e ansia costanti, le persone che soffrono di questa afflizione spesso forzano la respirazione. Senza nemmeno accorgersene. Dopotutto, si preparano costantemente a correre o ad attaccare. Anche se può sembrare loro che questo sia completamente sbagliato.

Tuttavia è così. Pertanto, il loro corpo introduce più ossigeno del necessario. Ed emette più anidride carbonica di quanto dovrebbe. Dopotutto, si sta preparando per il lavoro muscolare attivo. Che alla fine non lo è. Pertanto, si sviluppa uno stato di iperventilazione, che è spesso avvertito da una persona come mancanza d'aria, mancanza di respiro.

Trattenendo il respiro

Abbastanza spesso, diventa difficile respirare con VSD semplicemente perché una persona non respira. Alcuni nevrotici, che sono sicuri di avere malattie cardiache e / o polmonari, sviluppano un tipo di respirazione "dolce": iniziano a respirare molto superficialmente. A loro sembra che in questo modo riducano al minimo il carico sui sistemi malati del corpo..

Naturalmente, l'effetto di tale comportamento "parsimonioso" è l'opposto di quanto ci si aspettava. Appare mancanza di respiro, sensazione di mancanza di respiro. E come possono non apparire se una persona trattiene costantemente il respiro?

Sovraccarico dei muscoli respiratori

Può essere difficile respirare con VSD perché i muscoli respiratori sono troppo tesi. Come tutti gli altri muscoli scheletrici.

Alcuni tendono anche specificamente i muscoli addominali. Quindi sembra loro che il cuore non stia battendo così velocemente e la respirazione non sia così profonda. Ed è presumibilmente sicuro.

Ovviamente, tale sovraccarico dei muscoli del torace, dell'addome e della schiena non rappresenta alcuna minaccia per la vita o la salute. Ma soggettivamente può essere percepito come difficoltà nell'esecuzione dei movimenti respiratori.

Secchezza delle mucose del tratto respiratorio superiore

Può essere difficile respirare dai nervi perché la mucosa nasale si secca. L'essiccazione è associata a uno spasmo dei capillari della mucosa, che si sviluppa su uno sfondo di stress..

Ancora una volta, un tale spasmo non minaccia la vita in alcun modo, ma può far aprire la bocca al nevrotico e iniziare a sbuffare come se stesse correndo o soffrisse di un forte raffreddore..

Non solo la mucosa nasale può seccarsi, ma anche la gola. E questo spesso diventa la causa di una tosse su base nervosa..

Battito cardiaco

La mancanza di respiro con nevrosi si verifica spesso sullo sfondo di un aumento del battito cardiaco, che, a sua volta, è direttamente correlato allo stato di ansia in cui si trova la persona.

Più forte è il polso, più veloce è la respirazione. Questa è la norma.

Paura, sospettosità e ipersensibilità

E quindi, la ragione principale dei problemi con la respirazione su base nervosa è la sospettosità (monitoraggio costante del proprio benessere) e la paura quando qualcosa diventa "sbagliato" con lo stato del corpo.

Molto spesso, un attacco di paura del soffocamento, che si sviluppa in un attacco di panico, si sviluppa come segue:

  • la persona è nervosa;
  • ha cambiamenti naturali nella respirazione, che provocano lo sviluppo di "mancanza di respiro";
  • seguito dalla paura;
  • e dopo la paura, ulteriore aumento dei sintomi;
  • aumento della paura, panico, ecc..

È così che si verifica un attacco acuto di mancanza di respiro psicogeno, che spesso si trasforma in un attacco di panico..

Allo stesso tempo, anche i problemi respiratori con VSD possono essere cronici. In questo caso, il panico acuto non si sviluppa. Ma una persona pensa costantemente che sia difficile per lui respirare, non c'è abbastanza aria, ora soffocerà, ecc..

Sullo sfondo di tali pensieri, che portano a un'eccitazione nervosa cronica, si verifica dispnea psicogena cronica. Dal momento che il nevrotico è sempre preoccupato, ascolta se stesso, e quindi costantemente "soffoca".

Pensiero irrazionale di un must

Quindi, le persone che hanno il respiro corto con la nevrosi pensano costantemente di soffocare. Questi pensieri sono invadenti. La sospettosità è alta.

Tuttavia, oltre a questi pensieri, hanno anche un pensiero irrazionale dell'obbligo, che in questo caso li convince che:

  • dovrebbe sempre respirare in modo assolutamente uniforme;
  • potrebbero non voler improvvisamente fare un respiro profondo;
  • non dovrebbero respirare più velocemente;
  • non dovrebbe seccare il naso, ecc..

Ma l'uomo non è un robot. Il funzionamento dei suoi organi interni cambia costantemente leggermente. E questa è la norma.

Tutte le persone sulla Terra "soffocano" di tanto in tanto. Semplicemente non si spaventano. Non prestargli attenzione.

Guarda il primo selezionatore. Si siede e scrive le prime lettere della sua vita. La bocca è aperta. Sbuffa con tensione.

Un soldato in una situazione del genere deciderebbe immediatamente che è difficile per lui respirare, non c'è abbastanza aria, ecc. Ma il primo selezionatore non si accorge di "soffocare". Non se ne accorge perché non ci sono pensieri irrazionali nella sua testa che non dovrebbe sbuffare. E se sbuffa, allora questa è la fine.

Ci sono tali pensieri nella testa del nevrotico. Pertanto, considera un normale cambiamento della respirazione causato dalla tensione nervosa come un sintomo di una grave malattia. Impaurito. E si parte...

Come sbarazzarsi di?

Il trattamento della dispnea con VSD può essere suddiviso in due parti. Questa è un'ambulanza. E - completa l'eliminazione del problema.

Come alleviare rapidamente un sintomo?

Per prima cosa, cerca di rendere il tuo respiro più regolare e uniforme. Se sei in iperventilazione, devi respirare meno profondamente. Se c'è un ritardo, prima di fare respiri più profondi. Poiché soggettivamente questi due stati non sono sempre facili da distinguere, prova questo schema:

  • fare un respiro abbastanza profondo, ma non eccessivo;
  • conta fino a 4 e solo dopo quell'espirazione (completamente, non c'è bisogno di “risparmiarti);
  • conta di nuovo fino a 4 e fai di nuovo un respiro profondo, ecc..

Questo modello di respirazione può aiutare con l'iperventilazione e l'insufficienza respiratoria..

  1. Se trovi difficoltà a respirare a causa del blocco muscolare, contrai (molto duramente) i muscoli addominali e dorsali e mantieni la tensione per 10 secondi. Allora rilassati. Ripeti altre 2 volte.
  2. Se senti che tutte le mucose sono secche, inumidiscile con acqua..

Una piacevole passeggiata aiuta a ripristinare il normale ritmo respiratorio. Ma solo se al momento non provi paure agorafobiche. Così come un esercizio leggero. Ma ancora una volta, solo se non hai paura di loro, non pensare che l'attività fisica possa causare danni irreparabili al tuo corpo malato.

Vera cura

Il sollievo dal sintomo della mancanza di respiro con VSD è utile per il sollievo momentaneo della condizione. Ma non aiuta in alcun modo a sbarazzarsi della nevrosi in linea di principio. Pertanto, indipendentemente da come si tenta di respirare in modo uniforme ea spese, non importa quanto siano rilassati i muscoli, la mancanza di respiro psicogena tornerà comunque. O essere sostituito da altri sintomi.

Pertanto, se vuoi smettere di soffocare una volta per tutte, devi lavorare con la tua nevrosi, e non con le sue manifestazioni corporee, chiamate VSD..

Una vera cura per la nevrosi in tutti i suoi aspetti richiede l'aiuto di uno psicoterapeuta che pratica la terapia cognitivo-comportamentale. Poiché tale trattamento non è disponibile per tutte le persone, puoi iniziare a lavorare con i tuoi pensieri irrazionali da solo..

È impossibile descrivere la pratica della terapia cognitivo-comportamentale in un articolo sul sito. Per questo numero è dedicato a immensi volumi di informazione scientifica. Tuttavia, puoi delineare brevemente il principio del lavoro direttamente con i sintomi della paura del soffocamento, mancanza di respiro psicogena.

Lavora sui tuoi sintomi in questo modo.

  • Prendi un foglio di carta e una penna. Necessariamente così - nessun dispositivo elettronico.
  • Annota in dettaglio tutti i pensieri irrazionali che hai riguardo al tuo respiro. Scrivi in ​​dettaglio e in modo leggibile ciò che pensi veramente.

Quindi dirigi e scrivi:

Credo che il mio respiro debba essere sempre perfettamente uniforme. Se non è perfettamente piatto, sto morendo..

Credo che se ho il naso secco e apro la bocca, allora sono gravemente malato e ora morirò di soffocamento.

Penso che se faccio qualche respiro "extra", allora ho una grave malattia cardiaca o una patologia dell'apparato respiratorio.

Quindi scrivi tutto in dettaglio. Non perdere nulla. Avrai molti pensieri. Non 1 o 2. Se non puoi scrivere più di 1, non li stai cercando bene. Ti nascondi da te stesso.

  • Quindi, su un altro foglio di carta, scrivi anche in dettaglio e in dettaglio la confutazione di ogni tuo pensiero irrazionale..

Pensiero: credo che il mio respiro debba essere sempre perfettamente uniforme. Se non è perfettamente piatto, sto morendo..

Correzione: perché ho deciso che avrei dovuto respirare, come un robot, sempre lo stesso in modo uniforme? Qualcuno delle persone nel mondo respira così? Ma a meno che qualcuno che è in terapia intensiva sulla ventilazione artificiale. E non è un dato di fatto. Non stavo sbuffando quando correvo a scuola o scrivevo il mio test di matematica? E che sono morto per questo ansimare? Allora perché ho deciso che sarei morto per lui adesso?

E così via, così via.

Scrivi in ​​dettaglio. Non essere pigro. È nel tuo migliore interesse. Prova a scrivere quante più confutazioni possibili per ogni pensiero irrazionale. Non uno.

Puoi stare certo che dopo aver elaborato attentamente tutti i tuoi pensieri irrazionali sulla respirazione, ti sentirai meglio. Tuttavia, è improbabile che uno di questi studi sia sufficiente. Molto probabilmente dovrà essere ripetuto più volte..

È difficile fare un respiro completo con l'osteocondrosi

La difficoltà di respirazione è uno dei segni di un complicato decorso dell'osteocondrosi. Una sensazione di inalazione incompleta, mancanza di respiro si verifica con il progredire della malattia, ma più spesso - quando si è formata una protrusione o un'ernia del disco.

Sintomi simili possono indicare altre patologie: malattie dei polmoni o del sistema cardiovascolare. Solo un medico può determinare la causa esatta del loro aspetto e scegliere il trattamento giusto..

Il meccanismo della mancanza di respiro nell'osteocondrosi

La colonna vertebrale è composta da 32-33 vertebre: 24 di esse sono mobili e formano le regioni cervicale, toracica e lombare. Tutti sono collegati in serie da legamenti, faccette articolari e dischi intervertebrali..

Ogni vertebra ha un corpo e un arco con processi spinosi che si estendono da esso. Quando uniti insieme, formano il canale spinale. Contiene il midollo spinale, le vene e le arterie. Attraverso le aperture trasversali laterali delle vertebre, i vasi sanguigni e le terminazioni nervose che si estendono dal midollo spinale escono dal canale spinale. Situati lungo la colonna vertebrale, penetrano in tutti i tessuti e gli organi del corpo, assicurandone l'afflusso di sangue e il corretto funzionamento..

Con l'osteocondrosi, i dischi intervertebrali vengono distrutti: la loro altezza ed elasticità diminuiscono. Ciò porta ad un aumento del carico sulla colonna vertebrale, allo spostamento delle sue vertebre verso le strutture paravertebrali e alla formazione di escrescenze ossee su di esse. Quando si muovono, irritano le radici spinali, i vasi sanguigni: il flusso di sangue e ossigeno ai tessuti, la trasmissione degli impulsi dal midollo spinale al cervello si deteriora.

Se l'osteocondrosi non viene trattata, nel tempo si formano protrusione o ernia del disco intervertebrale, articolazioni, legamenti e muscoli sono coinvolti in processi distruttivi e appare la mobilità patologica delle vertebre. Ciò porta alla spremitura dei vasi sanguigni e delle radici nervose: si verifica un dolore intenso, disturbi nel lavoro degli organi interni. La natura dei disturbi vascolari e neurologici dipende dalla localizzazione dei processi patologici nella colonna vertebrale.

Perché è difficile fare un respiro completo con l'osteocondrosi?

La difficoltà a respirare può essere un segno di osteocondrosi sia toracica che cervicale.

Se i dischi collassano tra 1-4 vertebre toraciche, il nervo frenico, le radici spinali, responsabili dell'innervazione dei sistemi respiratorio, digerente e cardiovascolare, vengono violati: il dolore appare con la respirazione profonda, il funzionamento dei polmoni, del cuore e dello stomaco è disturbato.

Con l'osteocondrosi cervicale, anche le radici nervose vengono pizzicate. Ma l'incapacità di fare un respiro completo nella patologia di questa parte della colonna vertebrale è spiegata dalla compressione dell'arteria vertebrale: attraverso di essa il sangue scorre alle parti posteriori del cervello. La costante mancanza di ossigeno e sostanze nutritive nel tessuto cerebrale diventa motivo dell'inibizione del centro respiratorio e della trasmissione di impulsi patologici ai muscoli del diaframma. La manifestazione esterna di tali processi è: mancanza di respiro e sensazione di mancanza d'aria, respiro frequente ma non profondo.

Caratteristiche della manifestazione di mancanza di respiro

Con l'osteocondrosi cervicale, una sensazione di inalazione incompleta, mancanza di respiro si verifica sia a riposo che con poca attività fisica, sia di giorno che di notte. Durante il sonno, la mancanza d'aria si manifesta sotto forma di russamento, arresto respiratorio a breve termine. Il sonno del paziente diventa intermittente. Al mattino si sveglia stanco e sopraffatto.

Con l'osteocondrosi toracica, è difficile fare un respiro profondo a causa della comparsa di dolore tra le scapole. Quando il nervo intercostale viene pizzicato durante l'inalazione, il dolore lancinante si verifica nelle costole. La loro intensità aumenta camminando, piegandosi, girando il busto, ruotando le braccia, starnutendo e tossendo. A causa della sindrome del dolore pronunciata con tensione dei muscoli intercostali, la respirazione diventa frequente, ma superficiale.

Sintomi associati

I disturbi respiratori si manifestano con il progredire dell'osteocondrosi e sono accompagnati da altri sintomi.

Segni di patologia del rachide cervicale:

  • Mal di testa;
  • Vertigini;
  • Svenimento;
  • Tachicardia;
  • Compromissione della coordinazione dei movimenti;
  • Dolore, scricchiolio quando il collo si piega;
  • Problemi di udito e vista;
  • Intorpidimento, formicolio alle dita;
  • Sonnolenza aumentata;
  • Azzurro delle punte delle dita, pelle intorno alle labbra.

Un altro possibile sintomo dell'osteocondrosi cervicale è il frequente sbadiglio: questa è la reazione del corpo alla mancanza di ossigeno nei tessuti cerebrali.

Puoi sospettare la presenza di osteocondrosi toracica dai seguenti segni:

  • Rigidità dei movimenti nella regione toracica;
  • Ridurre il volume delle curve laterali;
  • Dolore, sensazione di un nodo alla gola e un corpo estraneo nei polmoni;
  • Dolore al cuore;
  • Diminuzione della capacità di lavorare.

Con l'osteocondrosi, la sensazione della presenza di un corpo estraneo nel tratto respiratorio costringe il paziente a tossire con un respiro profondo. Nelle prime fasi dell'osteocondrosi, la tosse è secca, parossistica. Man mano che i processi patologici progrediscono, si bagna. Si nota la comparsa di raucedine nella voce, sindrome cardialgica.

Possibili conseguenze

La mancanza prolungata di aria nell'osteocondrosi porta a una grave ipossia del cervello e degli organi interni, alla morte delle cellule cerebrali. Ciò può causare lo sviluppo di vere patologie dell'apparato respiratorio e cardiovascolare: bronchite, polmonite, insufficienza cardiaca, asma.

Come controllare il sistema respiratorio

Per controllare le condizioni dei polmoni, per escludere la loro patologia, ci sono diversi test:

  1. "Test Shtange". Ci accovacciamo, facciamo un respiro profondo ed espiriamo, tratteniamo il respiro per 40 secondi (se possibile).
  2. Accendiamo una candela, ci allontaniamo da essa a una distanza di 70-80 cm, inspiriamo. Mentre espiriamo, proviamo a spegnere il fuoco.
  3. Facciamo qualche squat, scendiamo e subito saliamo le scale.
  4. Inspiriamo il più profondamente possibile, proviamo a gonfiare il palloncino con una sola espirazione.

Se, durante l'esecuzione dei test, compare tosse, dolore al petto o alla colonna vertebrale, aumenta la sensazione di mancanza d'aria, è difficile fare un respiro completo, questo indica la presenza di disfunzione polmonare. Per una diagnosi accurata, è necessario consultare un medico.

Pronto soccorso per mancanza di respiro

Per eliminare la mancanza di respiro, una sensazione di inalazione incompleta con osteocondrosi, puoi fare quanto segue:

  1. Vie aeree libere, finestre aperte per aria fresca.
  2. Vai fuori.
  3. Inalazione a base di olio essenziale di eucalipto, menta o agrumi, decotto di patate o bucce di cipolla.
  4. Fai un pediluvio con decotti alle erbe o senape in polvere.
  5. Utilizzare un inalatore, assumere farmaci per gli asmatici (consentito come ultima risorsa e solo dopo aver consultato un medico).

Tutte queste misure aiutano a ripristinare il ritmo e la profondità della respirazione, ma alleviano solo temporaneamente i sintomi dell'osteocondrosi. Per eliminare completamente la mancanza di respiro, ripristinare la capacità di fare un respiro profondo, è necessario trattare in modo completo la colonna vertebrale.

Diagnostica

Le manifestazioni cliniche dell'osteocondrosi toracica e cervicale assomigliano a malattie del cuore, dei vasi sanguigni e dei polmoni e alle patologie cerebrali. Per determinare correttamente il motivo per cui è difficile fare un respiro completo, è necessaria una diagnosi differenziale. Primo appuntamento:

  • Analisi del sangue;
  • Fluorografia;
  • Ultrasuoni del muscolo cardiaco;
  • Elettroencefalografia;
  • Elettrocardiogramma.

Se, durante queste procedure diagnostiche, la patologia degli organi interni, il cervello non viene rilevata, si consiglia un esame completo della colonna vertebrale toracica e cervicale..

Metodo di diagnosi dell'osteocondrosiRisultati della ricerca per confermare la relazione tra la sensazione di ispirazione incompleta e patologia spinale
raggi XSpostamento delle vertebre, presenza di escrescenze ossee su di esse
Diminuzione dell'altezza dei dischi intervertebrali
Restringimento a forma di cuneo dello spazio tra le vertebre toraciche
TC o risonanza magneticaCompressione di terminazioni nervose, vasi nella regione cervicale o toracica da parte di osteofiti, disco distrutto o ernia
Instabilità delle vertebre
MielografiaCompressione di radici, vasi, rivestimento del midollo spinale

Se necessario, viene eseguito un ulteriore esame neurologico. Aiuta a localizzare e valutare il grado di disturbi motori e sensoriali.

Come trattare in modo efficace

Proponiamo di prestare attenzione a un corso utile che ha aiutato un numero enorme di persone con osteocondrosi della regione toracica a migliorare la loro qualità di vita.

L'autore del corso è un medico esperto (informazioni dettagliate cliccando sul link sottostante), che lavora alla preparazione di una corretta alimentazione per l'osteocondrosi da quasi 10 anni, pensa ai complessi di esercizi e lo condivide con le persone. Centinaia di persone hanno sperimentato l'effetto dei suoi corsi e le sono state grate. Provalo anche tu, tutti i dettagli nel link sottostante. E poiché siamo partner, offriamo uno speciale coupon SALE30, che offre uno sconto del 30% quando si ordina un corso!

Metodi per il trattamento della mancanza di respiro con osteocondrosi

Quando la causa dell'inalazione difettosa è l'osteocondrosi, la terapia deve mirare a ridurre la compressione delle radici nervose e dei vasi del rachide toracico o cervicale. Vengono prescritti farmaci e non farmaci.

Terapia farmacologica

L'uso di medicinali è raccomandato nel periodo acuto del decorso dell'osteocondrosi. La terapia farmacologica aiuta:

  • Fermare i sintomi della malattia;
  • Normalizza la respirazione;
  • Accelera il flusso di sangue e ossigeno ai tessuti del cervello, agli organi interni;
  • Rallenta la progressione dei processi degenerativi nella colonna vertebrale.

Il trattamento farmacologico della dispnea con osteocondrosi prevede l'uso di farmaci per uso topico, somministrazione orale o somministrazione intramuscolare.

Un gruppo di farmaci prescritti per il trattamento della mancanza di respiro nell'osteocondrosiNome depositatoProprietà
Rilassanti muscolariMidocalmAllevia lo spasmo muscolare
Baclofen
Tolperisone
Migliorare la circolazione sanguignaPiracetamAllevia il dolore, normalizzo il flusso di sangue ossigenato al petto e al cervello
Thiocetam
CondroprotettoriCondroossidoRipristina il tessuto cartilagineo, prevenirne l'ulteriore distruzione
Glucosamina
Antifiammatori non steroideiDiclofenacRiduce il gonfiore dei tessuti, allevia l'infiammazione, riduce il dolore
Nimesulide
Meloxicam
Agenti neuroprotettiviCerebrolysinMigliora il metabolismo e la circolazione sanguigna nel cervello, aumenta la resistenza dei suoi tessuti all'ipossia
Actovegin

Con gravi disturbi respiratori, la terapia può essere integrata con farmaci anti-asma. Il sollievo dagli attacchi d'asma viene effettuato con blocchi di adrenalina.

Trattamento non farmacologico

La terapia non farmacologica per la mancanza di respiro nell'osteocondrosi viene prescritta dopo che i principali sintomi della malattia sono stati rimossi. Include:

  • Procedure di fisioterapia (magnetoterapia, fonoforesi) - aiutano a ridurre la pressione sulle radici e sui vasi sanguigni, per normalizzare il tono muscolare;
  • Ginnastica correttiva - allevia la tensione statica della colonna vertebrale, accelera la circolazione sanguigna, pulisce e libera le vie aeree, migliora la ventilazione dei polmoni;
  • Massaggio: rilassa i muscoli e ripristina il loro trofismo, stimola l'apporto di sostanze nutritive alle ossa, ai tessuti cartilaginei della colonna vertebrale.

Uno dei metodi ausiliari più efficaci per il trattamento della mancanza di respiro nell'osteocondrosi sono gli esercizi di fisioterapia. Gli esercizi volti ad allenare i muscoli del collo, del torace e della cintura della spalla hanno un buon effetto:

  1. Mentre inspiri, gira lentamente la testa a destra, poi a sinistra. Mentre espiriamo, appoggiamo il mento sul petto. Ripeti 5-10 volte.
  2. Diventiamo. Teniamo le gambe unite, le mani lungo il corpo. Inspirando, solleva gli arti superiori, espirando - piegati all'indietro. Abbassiamo le braccia, ci pieghiamo in avanti (inspirando), giriamo la schiena e abbassiamo le spalle e la testa (mentre espiriamo). Fai l'esercizio fino a 10 volte.
  3. Gettiamo indietro la testa, guardiamo il soffitto. Lo incliniamo lentamente di lato, cercando di toccare la spalla con l'orecchio. Ripeti 5-8 volte.
  4. Ci sediamo su una sedia con lo schienale, appoggiati. Ci pieghiamo all'indietro, indugiamo per qualche secondo. Piegati in avanti e torna alla posizione di partenza. Lo facciamo 5 volte..

Raccomandazioni per la prevenzione

La prevenzione della mancanza di respiro nell'osteocondrosi consiste nell'escludere fattori che provocano l'ipossia tissutale, l'interruzione dei sistemi respiratorio e cardiovascolare e la progressione dei processi patologici nella colonna vertebrale. Consigliato:

  1. Stare all'aperto più spesso.
  2. Limita il più possibile l'uso di bevande alcoliche, smetti di fumare.
  3. Esegui esercizi quotidiani per allenare la colonna vertebrale cervicale e toracica.
  4. Nuoto, esercizi di respirazione, yoga.
  5. Dormi su un letto ortopedico.
  6. Evita un'attività fisica eccessiva.
  7. Controlla il peso corporeo.
  8. Rafforza l'immunità con farmaci e metodi popolari.
  9. Inalazione, aromaterapia con oli essenziali.

Ci sono molte ragioni per cui è difficile fare un respiro completo. Un sintomo simile è uno dei segni di osteocondrosi cervicale o toracica, malattie dei polmoni e del cuore e talvolta patologie del cervello. È difficile determinare in modo indipendente la causa della respirazione insufficiente e della mancanza di respiro. Solo un medico può fare la diagnosi corretta, scegliere un trattamento efficace.

Perché non riesco a fare un respiro completo, perché è difficile per me sospirare e sbadigliare?

Distonia respiratoria

Quasi ogni persona con distonia prima o poi avverte una mancanza di ossigeno nel corpo, provocando il desiderio di accelerare il processo di inspirazione ed espirazione o di sbadigliare il più possibile. Alcune persone non attribuiscono alcuna importanza a questo sintomo, mentre altri semplicemente si fissano su manifestazioni respiratorie simili..

I sintomi della distonia che si verificano con patologie respiratorie sono solitamente chiamati sindrome respiratoria..

Perché le persone con distonia si preoccupano così tanto dei problemi respiratori? Sospettosità e maggiore ansia, fanno presumere di avere malattie pericolose, tra cui asma, cancro ai polmoni o malattie del sistema cardiovascolare.

Più una persona si preoccupa di sbadigli e attacchi di asma, più spesso si verificano e più difficile passano. Per superare il problema, si dovrebbe imparare che le sue radici non risiedono nelle patologie somatiche, ma nelle esperienze emotive..

Perché non riesci a respirare profondamente?

Le cause della mancanza di respiro possono essere sia fisiologiche che puramente psicologiche. Vale anche la pena considerare l'influenza dell'ambiente..

Ora su questo in ordine. Perché è difficile respirare?

  1. Aumento dell'attività fisica. Nel caso delle solite cose per noi: salire al quinto piano, portare borse con la spesa a casa, andare a un allenamento in palestra, il corpo può reagire con l'apparenza di mancanza di respiro, che non rappresenta alcun pericolo per esso. Ma se il carico aumenta, si verifica una carenza di ossigeno e diventa più difficile respirare. Non fatevi prendere dal panico se la mancanza di respiro scompare rapidamente e non provoca sensazioni dolorose. Hai solo bisogno di riposarti un po 'e prendere una boccata d'aria fresca.
  2. Malattie polmonari. Ci sono diverse malattie in cui sarà difficile per una persona respirare, ecco le più comuni..
  • Asma: durante il periodo acuto, le vie aeree si infiammano e si restringono, con conseguente mancanza di respiro, respiro sibilante e sensazione di oppressione al petto.
  • Infiammazione dei polmoni - un'infezione che si sta sviluppando attivamente nell'organo, causando tosse, sensazioni dolorose durante l'inalazione, mancanza di respiro, nonché un aumento della temperatura corporea, aumento della sudorazione e affaticamento.
  • Ipertensione polmonare. La malattia è accompagnata dall'indurimento delle pareti delle arterie polmonari su uno sfondo di alta pressione, che causa respiro sibilante e tosse, i pazienti lamentano anche che è difficile per loro inspirare ed espirare profondamente.

Tali condizioni richiedono cure mediche immediate..

  • Malattie del sistema cardiovascolare. Se inizi a notare che la mancanza di respiro appare sempre più spesso e ti supera anche dopo il solito sforzo fisico per più di sei mesi, devi consultare un medico e sottoporsi a un esame. Questo sintomo indica che il cuore sta cercando di portare ossigeno agli organi attraverso il sangue. Tutto ciò può indicare lo sviluppo dell'angina pectoris, che colpisce più spesso gli uomini sopra i 40 anni e le donne che hanno già 55 anni..
  • Stress e ansia. Succede che in una situazione in cui una persona sta vivendo un forte stress emotivo, diventa difficile per lui respirare. Alcuni pazienti si lamentano addirittura di poter inalare solo attraverso la bocca. In effetti, queste storie sono molto comuni..

Una sensazione di oppressione al petto, respiro accelerato, mancanza di respiro accompagnano situazioni depressive e stressanti perché il sistema nervoso si presta a uno stress eccessivo, che, a sua volta, aumenta il consumo di ossigeno e può portare a spasmi dei muscoli respiratori. Cosa fare in questi casi? Per normalizzare la condizione, è sufficiente calmarsi e iniziare a respirare lentamente e profondamente..

Fatica cronica. Se tutto è in ordine con il cuore, allora vale la pena fare un esame del sangue per vedere il livello di emoglobina. Se è notevolmente abbassato, e oltre al "respiro pesante", si aggiungono sintomi come debolezza generale, stanchezza rapida, pallore e frequenti capogiri, ciò può indicare la presenza di sindrome da stanchezza cronica.

Fisiologicamente, questo processo è abbastanza semplice da capire: quando il livello di emoglobina diminuisce, gli organi non ricevono una parte significativa di ossigeno, che colpisce il pallore esterno della pelle. Per lo stesso motivo, una persona si sente costantemente depressa e stanca..

Per sbarazzarsi di questa condizione, il medico prescriverà farmaci per aumentare l'emoglobina..

  • Problemi vascolari. A volte la mancanza di respiro può anche indicare disturbi circolatori nei vasi del cervello. In questo caso, è necessaria una consultazione con un neurologo. Di norma, ai pazienti con tali disturbi viene diagnosticata una maggiore pressione intracranica o vasospasmo cerebrale..
  • Difficile respirare attraverso il naso. La causa dei problemi con la respirazione nasale può risiedere nelle caratteristiche fisiologiche della struttura dei passaggi nasali o nella curvatura del setto. Solo la chirurgia può aiutare in questo caso..

Il rischio di problemi all'apparato respiratorio aumenta in caso di esacerbazione di malattie croniche, stress emotivo costante, allergie e persino obesità. Per trovare la vera causa di questa condizione, è necessario consultare un medico in tempo. Monitora la tua salute e sottoponiti a esami regolari.

Lo sbadiglio rappresenta una reazione fisiologica dell'organismo, che cerca di sopperire alla mancanza di ossigeno, che, con un respiro attivo e sufficientemente profondo, viene forzato nel circolo sanguigno, garantendo così la saturazione dei tessuti cerebrali. La sensazione di mancanza d'aria può avere molte ragioni che contribuiscono alla sua formazione, ed è per uscire da questo stato che il corpo reagisce con il desiderio di sbadigliare.

Varietà di mancanza di respiro e altri dati sulla malattia

La dispnea, o linguaggio non medico - mancanza di respiro, è una malattia accompagnata da una sensazione di mancanza d'aria. In caso di problemi cardiaci, l'insorgenza della mancanza di respiro inizia durante lo sforzo fisico nelle prime fasi, e se la situazione peggiora gradualmente senza trattamento, anche in un relativo stato di riposo.

Ciò è particolarmente evidente in una posizione orizzontale, che costringe il paziente a stare costantemente seduto.

Blocco meccanicoAnemiaMalattia ischemicaTrauma cranico
La natura della mancanza di respiroMistoMistoÈ difficile inspirare, respirare con suoni gorgogliantiRespirazione mista e aritmica
Quando sorgeQuando si verifica il blocco da corpo estraneoDopo un po 'dall'inizio dell'osservazioneMolto spesso di notteDopo un po 'di tempo dall'infortunio
Durata, attualeInsorgenza improvvisa immediata di mancanza di respiroCorso graduale a lungo termineSotto forma di convulsioni che durano da un paio di minuti a diverse oreA seconda del grado di danno cerebrale
AspettoA seconda della gravità della difficoltà respiratoriaPelle pallida, crepe agli angoli della bocca, capelli e unghie fragili, pelle seccaMani e piedi bluastri, freddi al tatto, possibile gonfiore su addome, gambe, gonfiore delle vene del colloSono possibili convulsioni e paralisi
PosizioneQualunqueQualunqueMezzo seduto o con le gambe abbassateQualunque
EspettoratoAssenteAssenteCatarro forteAssente
Condizioni associateNel caso in cui un corpo estraneo fosse presente per più di un giorno, può iniziare l'infiammazioneDifficoltà a deglutire cibo secco, stitichezzaMalattie cardiacheTrauma e perdita di coscienza
EtàMolto spesso bambiniQualunqueAnziani e di mezza etàMolto spesso medio e giovane

Manifestando attacchi di grave mancanza di respiro più spesso di notte, la deviazione può essere una manifestazione di asma cardiaco. In questo caso, la respirazione diventa difficile e questo è un indicatore di dispnea inspiratoria. Un tipo espiratorio di mancanza di respiro è quando, al contrario, è difficile espirare l'aria.

Ciò accade a causa del restringimento del lume nei piccoli bronchi o in caso di perdita di elasticità nei tessuti dei polmoni. La dispnea cerebrale diretta si manifesta a causa dell'irritazione del centro respiratorio, che può verificarsi a seguito di tumori ed emorragie.

Difficoltà o respiro accelerato

A seconda della frequenza respiratoria, possono esserci 2 tipi di mancanza di respiro:

bradipnea - movimenti respiratori al minuto 12 o meno, si verifica a causa di danni al cervello o alle sue membrane, quando l'ipossia continua per lungo tempo, che può essere accompagnata da diabete mellito e coma diabetico;

  • tachipnea: la respirazione è superficiale e rapida (più di 20 movimenti respiratori al minuto), accompagnata da malattie del sangue, anemia o febbre.
  • Il criterio principale per cui la mancanza di respiro è patologica è che si verifica durante una situazione normale e carichi leggeri, quando non c'erano precedenti.

    Cosa può causare sbadigli o mancanza di respiro?

    Cause fisiologiche

    1. Sbadigli frequenti e mancanza d'aria si verificano quando c'è una mancanza di ossigeno nella stanza, è troppo soffocante. Per sbarazzarsi della sensazione spiacevole, è necessario ventilare la stanza..
    2. Anche gli indumenti stretti possono scatenare questa condizione. Alla ricerca della bellezza, molti preferiscono vestiti che stringono molto forte il diaframma e il petto..
    3. Cattiva forma fisica. Se una persona si esercita raramente, conduce uno stile di vita sedentario, al minimo sforzo può provare il disagio descritto.
    4. Sovrappeso. Un problema abbastanza comune che porta a mancanza di respiro, sbadigli frequenti, manifestazioni abbastanza significative e frequenti di mancanza di ossigeno. La normalizzazione del peso allevierà il disagio.

    Ragioni mediche

    La mancanza di respiro, la mancanza d'aria e lo sbadiglio possono provocare malattie certe e talvolta molto gravi:

    • Malfunzionamento del sistema vascolare, distonia vascolare. Questa malattia è molto comune, formata sullo sfondo di un sovraccarico nervoso. C'è una sensazione costante di qualche tipo di ansia, compaiono paure, si verificano attacchi di panico incontrollato.
    • Anemia. C'è una carenza di ferro abbastanza significativa nel corpo. Nel processo di sviluppo della malattia, al paziente sembra che non ci sia abbastanza aria tutto il tempo (anche con la respirazione normale), la persona inizia a sbadigliare costantemente, fa respiri lunghi e profondi.
    • Malattie dei polmoni o dei bronchi. Si tratta di asma, pleurite, polmonite, bronchite, ecc. Con un certo decorso di una particolare malattia, spesso si manifesta come sintomo una sensazione di mancanza d'aria.
    • Problemi respiratori. Spesso, la manifestazione del disagio si basa sul fatto che il naso e le vie aeree sono ostruite dal muco.
    • Varie malattie cardiache. Se i sintomi descritti sono combinati con una pressione costante al petto, dovresti consultare immediatamente un medico, poiché è possibile che stiamo parlando di patologie gravi che richiedono un trattamento chirurgico.
    • Con tromboembolia polmonare. I coaguli di sangue strappati spesso bloccano l'arteria e causano la morte di parte del polmone..

    Psicogeno

    Qui è imperativo dire dello stress, che diventa la base per lo sviluppo di numerose malattie..

    Sbadigliare sotto stress è considerato un riflesso incondizionato. Si forma uno spasmo capillare e il cuore inizia a battere più volte più velocemente, provocando una scarica di adrenalina. Questa diventa la base per l'aumento della pressione del gruppo sanguigno. I respiri profondi impediscono al cervello di conseguenze distruttive, cioè si forma una certa funzione compensatoria.

    Come minaccia la mancanza di respiro

    L'ipossia è uno stato di mancanza di ossigeno nel corpo. L'ipossia dovrebbe essere separata dal suo caso speciale: l'ipossiemia. Questo è il nome della mancanza di questa sostanza nel sangue. L'ipossiemia comporta sempre ipossia, ma l'ipossia non è sempre accompagnata da ipossiemia.

    Tra i principali tipi di ipossia, va notato:

    • respiratorio,
    • circolatorio,
    • anemico,
    • tossico,
    • tessuto,
    • trasbordo.

    Con l'ipossia causata da problemi respiratori, c'è una certa diminuzione della quantità di O2 che entra nel sangue dai polmoni. Uno stato di ipossia respiratoria può verificarsi a causa della mancanza di gas nell'aria oa causa di una ridotta funzionalità polmonare. Le cause dell'ipossia circolatoria sono i disturbi circolatori..

    L'ipossia anemica si verifica quando c'è una mancanza di sangue nel corpo o il sangue non può svolgere la sua funzione respiratoria. L'ipossia tossica è una condizione causata da una ridotta erogazione di O2 ai tessuti a causa della presenza di sostanze tossiche nel corpo. Con l'ipossia da sovraccarico, il corpo non è in grado di aumentare l'apporto di O2 in condizioni di carico maggiore. L'ipossia tissutale è causata dall'incapacità degli organi di assorbire l'ossigeno. Questa situazione è tipica, ad esempio, dell'avvelenamento.

    Con l'ipossia di tipo misto, le sue varie varietà possono essere osservate contemporaneamente.

    Prima di tutto, un organo così importante come il cervello soffre di carenza di O2. Segni che indicano questo:

    • sonnolenza,
    • dolore sordo alla testa,
    • pensiero lento,
    • vertigini,
    • sbadigli frequenti,
    • irritabilità.

    Una grave ipossia può portare a conseguenze irreversibili come danni a vari organi e morte dei neuroni nel cervello, che a loro volta minaccia il coma, l'edema cerebrale e la morte..

    Eziologia

    In quasi tutti i casi, gli attacchi di mancanza d'aria sono causati da due condizioni:

    • ipossia - mentre il contenuto di ossigeno nei tessuti diminuisce;
    • ipossiemia - caratterizzata da un calo dei livelli di ossigeno nel sangue.

    I provocatori di tali violazioni sono presentati:

    • debolezza del cuore - in questo contesto, si sviluppa la congestione nei polmoni;
    • insufficienza polmonare o respiratoria - questa, a sua volta, si sviluppa sullo sfondo del collasso o dell'infiammazione del polmone, della sclerosi del tessuto polmonare e delle lesioni tumorali di questo organo, dello spasmo dei bronchi e della difficoltà respiratoria;
    • anemia e altre malattie del sangue;
    • insufficienza cardiaca congestizia;
    • asma cardiaco;
    • embolia polmonare;
    • cardiopatia ischemica;
    • pneumotorace spontaneo;
    • asma bronchiale;
    • ingresso di un oggetto estraneo nel tratto respiratorio;
    • attacchi di panico, che possono essere osservati con nevrosi o VSD;
    • distonia vegetativa;
    • neurite del nervo intercostale, che può verificarsi con il decorso dell'herpes;
    • fratture delle costole;
    • forma grave di bronchite;
    • reazioni allergiche - vale la pena notare che con le allergie, la mancanza di aria funge da sintomo principale;
    • polmonite;
    • osteocondrosi - il più delle volte c'è una mancanza di aria nell'osteocondrosi cervicale;
    • malattie della tiroide.

    L'asma bronchiale è una possibile causa di mancanza d'aria

    Cause meno pericolose del sintomo principale sono:

    • la presenza di peso corporeo in eccesso in una persona;
    • forma fisica insufficiente, chiamata anche disallenamento. Allo stesso tempo, la mancanza di respiro è una manifestazione del tutto normale e non rappresenta una minaccia per la salute o la vita umana;
    • periodo di gravidanza;
    • cattiva ecologia;
    • brusco cambiamento climatico;
    • il corso della prima mestruazione nelle ragazze giovani - in alcuni casi, il corpo femminile reagisce a tali cambiamenti nel corpo con una sensazione periodica di mancanza d'aria;
    • conversazioni mentre si mangia.

    La mancanza di aria durante il sonno oa riposo può essere causata da:

    • l'influenza di un forte stress;
    • dipendenza da cattive abitudini, in particolare dal fumo di sigaretta prima di coricarsi;
    • attività fisica eccessivamente elevata precedentemente trasferita;
    • forti esperienze emotive vissute da una persona al momento.

    Tuttavia, se una condizione simile è accompagnata da altre manifestazioni cliniche, molto probabilmente la ragione è nascosta in un disturbo che può minacciare la salute e la vita..

    Possibili cause della malattia

    Spesso una persona può sentire: "Sto soffocando, come se fosse una pietra nei miei polmoni". In buona salute, una tale situazione non dovrebbe essere in un normale stato di riposo o in caso di sforzo leggero. Le ragioni della mancanza di ossigeno possono essere molto diverse:

      forti sentimenti e stress;

  • malattia polmonare;
  • malattie del sistema cardiovascolare;
  • ipodynamia;
  • compressione delle pareti nello sterno;
  • obesità;
  • dipendenze come il fumo e l'abuso di alcol;
  • ernia;
  • brusco cambiamento di ambiente.
  • Nonostante un elenco così lungo di possibili ragioni per cui può essere difficile respirare, il tensioattivo è quasi sempre al centro del problema. Se consideriamo dal punto di vista fisiologico, questa è la membrana grassa delle pareti interne degli alveoli.

    L'alveolo è una cavità vescicolare nei polmoni ed è coinvolto nell'atto respiratorio. Quindi, se tutto è in ordine con il tensioattivo, eventuali malattie ai polmoni e alla respirazione si rifletteranno in modo minimo..

    Pertanto, se vediamo persone nel trasporto, pallide e in uno stato di testa leggera, molto probabilmente il tutto è anche nel tensioattivo. Quando una persona nota dietro di sé: "Sbadiglio troppo spesso", la sostanza viene prodotta in modo errato..

    sfondo

    Così ho iniziato a sentire la prima sensazione di mancanza d'aria da bambino.

    È stata una sensazione fugace, o semplicemente non mi sono concentrato su di essa. A scuola sono andato alla sezione sportiva (boxe) per tre anni, anche se non mi è mai piaciuto

    Dopo la scuola, sono andato al college e ho iniziato una vita indipendente. A quel tempo, potevo assolutamente bere tranquillamente il tè nero più forte, nonostante il fatto che ora la reazione del mio corpo al tè o al caffè nero forte sarebbe stata la stessa: mancanza di aria, battito cardiaco.

    Un giorno la mia vita è cambiata radicalmente: ho deciso di lasciare il college e allo stesso tempo ho trovato un lavoro che mi ha permesso di partire per viaggiare. Era completamente isolata, ben pagata. Inizialmente non avevo intenzione di viaggiare, ma mi è stato offerto di vivere nelle Filippine in un condominio, poiché è stato preso un contatto per un contratto di locazione più lungo.

    Circa un anno prima, ho iniziato ad avere problemi di pressione: per me è sempre molto alta (160/100 era il minimo medio). A volte ho sopportato abbastanza il caldo e un giorno sono quasi svenuto per strada. Ero proprio alla "croce rossa" quando sono andato lì per diagnosticare il problema. Lì mi è stata diagnosticata l'ipertensione e il VSD, mi hanno prescritto pillole per abbassare la pressione sanguigna e mi hanno mandato a casa. E ho guidato con la sensazione di non riuscire a fare un respiro profondo..

    Sinceramente non prendo pillole e dal momento della vita indipendente non ho mai preso una sola pillola per il mal di testa o per abbassare la temperatura. Il massimo è gocce per la tosse. Per lo stesso motivo, non sono andato come molte persone usano i cosiddetti "VVD" - antidepressivi, tranquillanti. Sì, forse questo è un modo più semplice per nascondere i sintomi, ma il nocciolo della questione è che non cura assolutamente. Inoltre, credo che questo aggravi notevolmente il problema..

    Quindi, sono andato a vivere nelle Filippine. Un paio di mesi prima del viaggio, ho iniziato a mangiare molto, nonostante io stesso fossi piuttosto magro. Ciò è accaduto sullo sfondo dello stress, anche se volevo davvero fare un viaggio e non ho avuto paura, almeno consapevolmente. Non ho fumato in quel momento. Arrivando nelle Filippine, ho dovuto affrontare un caldo anormale e la mancanza di aria condizionata nell'appartamento. In generale, le mie idee sulla vita lì erano un po 'diverse, ma in realtà non era tutto così male. Tranne il condizionatore d'aria, ovviamente.


    Angolo "paradiso" nelle Filippine

    Sono arrivato in aereo con il mio gatto e ho iniziato ad avere problemi. Una conversazione separata su come ho volato attraverso Hong Kong, e lì in quarantena e un gatto, in linea di principio, non poteva essere trasportato lì. Ho dovuto cercare un rifugio temporaneo per lei a Mosca. In generale, ho dovuto trasferirmi in un'altra casa e ho acceso le sigarette. Poi la mia pressione e le sigarette si sono fatte sentire. Ma non è tutto... C'è un ingegnere energetico nelle Filippine chiamato Lipovitan. Viene utilizzato principalmente per rimanere svegli durante la guida ed è una cosa difficile. È stata la bevanda energetica che ha aggiunto il suo effetto alle sigarette - a causa della mancanza d'aria, la mia testa girava così tanto che ho pensato che sarei svenuto (penso sempre così).


    Lo stesso gatto che è stato lasciato a Mosca per un po 'e poi spedito come "pacco" nelle Filippine

    È difficile capire cosa fosse: iperventilazione o, al contrario, mancanza di ossigeno. Una cosa era chiara: era qualcosa di malsano e il mio corpo lo interpretava esattamente come se non potessi fare un respiro profondo. Lì, nelle Filippine, ho sviluppato dolori nella zona delle spalle e sotto, anche se questo non era mai successo prima. È così che ho conosciuto l'osteocondrosi. Ho iniziato ad andare attivamente ai massaggi, anche se, mi sembra, hanno solo peggiorato la situazione. Forse ho solo preso un raffreddore ai muscoli, dato che andavo molto spesso in bicicletta..

    Quindi, dopo l'incidente con l'energico "lipovitan", il caldo e le sigarette, la situazione con mancanza di respiro ha cominciato a ripetersi molto più spesso. Ho trovato difficile respirare dopo caffè, tè e qualsiasi bevanda contenente caffeina. Inoltre, c'è stata una mancanza d'aria proprio durante un sospiro. Quindi, dopo l'incidente con la stessa energia, il mio corpo ha iniziato a reagire molto bruscamente a tutti i tipi di "irritanti". Potrei iniziare a soffocare anche bevendo cola (c'è caffeina).

    Dopo quell'incidente, sono andato a vivere in Thailandia e ho vissuto lì per due anni. Lavoravo in un'azienda locale, guadagnavo abbastanza, ma il problema della mancanza d'aria mi accompagnava ancora. Una volta che mi sentivo molto male, c'era una sensazione di vertigini e debolezza. E ovviamente la mia mancanza d'aria preferita era proprio lì. Mi sono rivolto a medici (thailandesi, intendiamoci) in una clinica retribuita abbastanza rispettata. Lì mi è stato detto che il problema è lo stress e che ho bisogno di rilassarmi e massaggiare intorno alle spalle..


    Sbarazzati dello stress, diciamo?

    Segni della malattia

    Eppure, i sintomi neurologici aiutano a distinguere la sindrome da iperventilazione da un'altra malattia. La nevrosi delle vie respiratorie, oltre ai problemi respiratori insiti in questa particolare malattia, presenta sintomi comuni a tutte le nevrosi:

    • disturbi del sistema cardiovascolare (aritmia, polso rapido, dolore cardiaco);
    • sintomi spiacevoli dal sistema digestivo (appetito e digestione alterati, costipazione, dolore addominale, eruttazione, bocca secca);
    • i disturbi del sistema nervoso possono manifestarsi in mal di testa, vertigini, svenimenti;
    • tremori agli arti, dolore muscolare;
    • sintomi psicologici (ansia, attacchi di panico, disturbi del sonno, riduzione delle prestazioni, debolezza, occasionale bassa temperatura).

    E, naturalmente, la nevrosi delle vie respiratorie ha sintomi inerenti a questa particolare diagnosi: una sensazione di mancanza d'aria, incapacità di fare un respiro completo, mancanza di respiro, sbadigli e sospiri ossessivi, tosse secca frequente, singhiozzo nevrotico.

    La caratteristica principale di questa malattia sono gli attacchi periodici. Molto spesso, si verificano a seguito di una forte diminuzione della concentrazione di anidride carbonica nel sangue. Paradossalmente, il paziente stesso sente il contrario, per così dire, una mancanza d'aria. Durante il corso dell'attacco, la respirazione del paziente è superficiale, frequente, si trasforma in una breve interruzione della respirazione e quindi in una serie di respiri convulsi profondi. Tali sintomi causano il panico in una persona e, in futuro, la malattia viene risolta a causa del fatto che il paziente sta aspettando con orrore i prossimi possibili attacchi.

    La sindrome da iperventilazione può manifestarsi in due forme: acuta e cronica. La forma acuta ricorda un attacco di panico: c'è paura della morte per soffocamento e mancanza d'aria, incapacità di respirare profondamente. La forma cronica della malattia non appare immediatamente, i sintomi crescono gradualmente, la malattia può durare per un lungo periodo di tempo.

    Problemi respiratori

    La comparsa di sbadigli con carenza di aria inalata può essere provocata da gravi disturbi nella funzionalità delle strutture respiratorie. Questi includono le seguenti malattie:

    1. Asma per tipo bronchiale.
    2. Processo tumorale nei polmoni.
    3. Bronchiectasie.
    4. Infezione bronchiale.
    5. Edema polmonare.

    Inoltre, i reumatismi, la mancanza di mobilità e il sovrappeso, nonché le cause psicosomatiche, influenzano la formazione di mancanza di respiro e sbadigli. Questo spettro di malattie con la presenza del tratto in questione comprende i disturbi patologici più comuni e frequentemente rilevati..

    Come sbarazzarsi di?

    È impossibile liberarsi dello sbadiglio, poiché si tratta di una normale reazione del corpo all'iperventilazione causata da stress, panico, ansia costante.

    Pertanto, devi combattere non con il desiderio di sbadigliare, ma con la tua ansia. Cioè, per trattare un disturbo nevrotico. Tuttavia, questo trattamento può richiedere anni. Pertanto, se per qualche motivo vuoi rendere gli sbadigli meno frequenti, devi ridurre il livello di iperventilazione..

    Per fare questo, puoi eseguire esercizi di respirazione speciali. Oppure respira in un cuscino o in un sacchetto di carta (nel palmo della mano se l'attacco è avvenuto in un luogo pubblico). Puoi lavare con acqua fredda. Respira per 4 (inspira - conta fino a 4, espira - conta fino a 4, inspira - conta fino a 4...).

    E, cosa più importante, devi smettere di pensare a cosa dice spesso lo sbadiglio sulla tua salute, di quale malattia è un sintomo e come sbarazzartene. Non parla di niente. Solo che sei nervoso. E più pensi che, da quando sbadigli, il motivo sia una malattia grave, più spesso sbadigli, e, quindi, diventi ancora più nervoso, sbadigliando ancora più spesso....

    Categorie

    AllergologAnesteziolog-reanimatologVenerologGastroenterologGematologGenetikGinekologGomeopatDermatologDetsky ginekologDetsky nevrologDetsky urologDetsky hirurgDetsky endokrinologDietologImmunologInfektsionistKardiologKosmetologLogopedLorMammologMeditsinsky yuristNarkologNevropatologNeyrohirurgNefrologNutritsiologOnkologOnkourologOrtoped-travmatologOftalmologPediatrPlastichesky hirurgProktologPsihiatrPsihologPulmonologRevmatologRentgenologSeksolog-AndrologStomatologTerapevtUrologFarmatsevtFitoterapevtFlebologHirurgEndokrinolog

    Cause di mancanza d'aria negli adulti

    La mancanza di respiro è un sintomo di diverse malattie. Inoltre, le malattie che si manifestano in questo modo possono influenzare diversi sistemi corporei. Se visualizzi un elenco generale di motivi per i quali è difficile respirare, includerà violazioni nel lavoro:

    • polmoni;
    • cuori;
    • cervello;
    • sistema ematopoietico.

    Le aree interessate non sono limitate all'elenco sopra. Ci sono spesso casi in cui il sintomo "aria insufficiente" è provocato da un generale deterioramento delle condizioni del corpo dovuto a uno stile di vita dannoso.

    Polmonare

    La sensazione di insufficiente apporto di ossigeno in una grande percentuale di casi ha origine nelle malattie polmonari. Ciò è particolarmente evidente quando il carico fisico aumenta. A causa dell'aumento del volume di anidride carbonica emessa, il cervello dà un comando per un lavoro più intenso degli organi respiratori.

    Se quest'ultimo non può funzionare nella modalità desiderata a causa della patologia esistente, appare la dispnea (mancanza di respiro). In situazioni in cui la malattia è in una fase avanzata, potrebbe non esserci abbastanza aria anche in assenza di stress.

    Le malattie polmonari che causano carenza d'aria possono essere attribuite a uno dei due gruppi, vale a dire:

    • alla ristrutturazione;
    • ostruttivo.

    Nel primo caso, c'è una limitazione delle dimensioni dei polmoni. Gli alveoli non possono riempirsi completamente di ossigeno e raddrizzarsi. Per questo motivo, c'è una sensazione di inalazione incompleta e non c'è abbastanza aria..

    Il secondo caso include malattie che portano a un restringimento delle vie respiratorie (come l'asma bronchiale). Con una tale diagnosi, il paziente richiede seri sforzi per espirare.

    Cardiaco

    I disturbi nel normale funzionamento del cuore, sia congeniti che acquisiti, influenzano il funzionamento del sistema respiratorio. Le principali cause cardiache di mancanza di respiro negli adulti sono:

    • insufficienza cardiaca;
    • tachicardia;
    • infarto miocardico;
    • malattia ischemica;
    • ipertensione.

    In tutte queste malattie e condizioni acute, si verifica una simile cascata di disturbi. Il fatto è che le cellule del sangue, che si muovono attraverso i vasi a causa del lavoro del cuore, sono coinvolte nel trasporto di ossigeno che entra nei polmoni. Se il paziente ha un'insufficienza cardiaca o una malattia ischemica (o altre patologie), l'organo non può funzionare completamente. Di conseguenza, l'accumulo di liquido nei polmoni e l'interruzione del loro lavoro.

    Improvvisi picchi di pressione causano il fallimento anche di un cuore sano. Incapace di far fronte all'aumento del flusso sanguigno, inoltre, non consente di trasportare tutto l'ossigeno fornito.

    Cerebrale

    Dato che tutti i comandi per il normale funzionamento del corpo sono dati dal cervello, non sorprende che i fallimenti nel suo lavoro possano portare al fatto che "non c'è abbastanza aria". L'elenco principale delle violazioni include:

    • la ferita ricevuta;
    • ha avuto un ictus;
    • tumore in crescita;
    • encefalite;
    • distonia vegetativa-vascolare (VVD).

    La maggior parte delle malattie elencate sono condizioni acute. Pertanto, a seconda della gravità della malattia, le difficoltà respiratorie possono essere così gravi che il paziente dovrà essere collegato a un ventilatore.

    Con la distonia vegetativa, i pazienti, di regola, notano una sensazione di nodo alla gola e respiro accelerato. La difficoltà a respirare l'aria durante l'inalazione è particolarmente acuta durante la tensione nervosa (subire shock, stress mentale e altri). L'effetto opposto di una mancanza di ossigeno nel VSD è l'iperventilazione dei polmoni, quando i movimenti respiratori vengono eseguiti così spesso che il contenuto di anidride carbonica nel corpo diminuisce in modo critico.

    Ematologico

    La principale causa ematogena della mancanza di respiro durante la respirazione è l'anemia (anemia). A causa di una violazione del livello di eritrociti ed emoglobina, le cellule del sangue non possono trasportare completamente l'ossigeno in arrivo. C'è una sensazione di inspirazione incompleta (vuoi costantemente fare un respiro profondo), il corpo non è saturato correttamente. In questo contesto, si osserva anche quanto segue:

    • mal di testa;
    • vertigini;
    • perdita di concentrazione;
    • indebolimento della memoria;
    • deterioramento della forma fisica.

    Altri

    Oltre a quanto sopra, ci sono molti altri motivi per cui un adulto non ha abbastanza aria durante la respirazione. Uno di questi è un grave livido o frattura del torace: il dolore acuto che si verifica durante l'inalazione non consente di riempire completamente i polmoni. Inoltre, un sintomo simile può essere causato da:

    • diabete mellito;
    • stile di vita sbagliato (sovrappeso, scarsa attività fisica);
    • la reazione del corpo a un forte allergene;
    • un'ustione della mucosa delle vie respiratorie.

    Articolo Successivo
    Cos'è il ROE? Qual è la norma per età negli uomini e nelle donne