Cause di debolezza accompagnate da vertigini


Debolezza e vertigini sono lontani da sintomi specifici. Accompagnano il corso di molte patologie e sorgono per ragioni naturali. Se questa condizione si verifica più spesso 1-2 volte al mese, è necessario visitare un medico. Dopo un esame approfondito, verrà stabilito un fattore che provoca un deterioramento del benessere. Se necessario, viene effettuato un trattamento, principalmente conservativo con l'uso di farmaci di vari gruppi clinici e farmacologici.

Le ragioni principali e i fattori provocatori

Capogiri frequenti, combinati con debolezza, letargia, apatia e rapida affaticabilità, si verificano per ragioni sia naturali che patologiche. Ma in ogni caso, questa condizione è pericolosa. Le vertigini sono una sensazione di incertezza nel determinare la propria posizione nello spazio. A una persona sembra che gli oggetti circostanti ruotino intorno a lui, il che porta a instabilità, perdita di equilibrio. E questo è irto di cadute pericolose, infortuni che minacciano non solo la salute ma anche la vita..

La debolezza è un compagno fedele e frequente delle vertigini. Di solito è sentito in tutto il corpo. Una persona non è in grado di far fronte alle faccende elementari in casa, è costretta a prendere un congedo per malattia sul lavoro. Se la debolezza si verifica solo in una parte particolare del corpo, questo è un segno sicuro dello sviluppo della patologia. Ad esempio, se un paziente lamenta l'impossibilità di tenere a lungo un oggetto con le dita, il medico sospetta una patologia neurogena o reumatica.

Naturale

Ci sono molte ragioni fisiologiche per debolezza e vertigini. Ad esempio, si notano durante le mestruazioni e durante la menopausa, con un'esposizione prolungata al calore o in una stanza soffocante con aria viziata. La mancanza di ossigeno altera la circolazione sanguigna: le gambe diventano imbottite, le dita tremano. E il surriscaldamento porta spesso alla perdita di coscienza..

Le cause naturali della debolezza, insieme alle vertigini, includono un eccesso di alcol nel corpo, così come la sindrome da astinenza causata da esso. Di regola, lo stato di salute migliora dopo l'eliminazione del fattore provocante..

Gravidanza

Vertigini costanti, stanchezza spesso perseguitano una donna durante la gravidanza. Durante questo periodo, il corpo è esposto a forti stress. Il background ormonale fluttua, il sistema circolatorio viene ricostruito, gli organi interni sono sotto pressione dall'utero in crescita. Le donne incinte soffrono di debolezza, vertigini, affaticamento nei seguenti casi:

  • a una pressione inizialmente bassa. Durante il trasporto di un bambino cade, quindi, le donne ipotoniche spesso non riescono nemmeno a fare una passeggiata;
  • con tossicosi. Non solo la nausea, che spesso sfocia nel vomito, è un sintomo caratteristico della tossicosi. A causa di una carenza di nutrienti, il lavoro di quasi tutti i sistemi vitali, compreso l'apparato vestibolare, viene interrotto. La donna è stordita, letargica e apatica..

Un altro motivo di vertigini e debolezza durante la gravidanza è la mancanza di micro e macro elementi essenziali nel corpo. Per la prevenzione della cattiva salute, i ginecologi prescrivono sempre ai pazienti complessi vitaminici e minerali bilanciati.

Apparato vestibolare debole

Molte persone nascono con un apparato vestibolare debole. Di norma, apprendono questa caratteristica in tenera età, ad esempio quando visitano un parco di divertimenti. Tutti i bambini percorrono la giostra senza conseguenze e sentono vertigini, nausea, punti neri e macchie colorate lampeggiare davanti ai loro occhi. Invecchiando, l'apparato vestibolare non viene rafforzato. Le condizioni di una persona possono peggiorare anche dopo aver preso un ascensore.

Per molte persone con un apparato vestibolare debole, è vietato viaggiare su piroscafi, barche e auto che si muovono molto agevolmente. Oppure è possibile viaggiare solo dopo aver assunto determinati farmaci.

Forte eccitazione, stress

Lo stress è un grande carico sul corpo di un adulto e di un bambino. La sua risposta è il rilascio di un'enorme quantità di adrenalina nella circolazione sistemica. Questo ormone mobilita una persona per contrastare i fattori negativi esterni e interni. Ma allo stesso tempo, esaurisce il corpo, in modo che lo stato in cui la testa gira e una grave debolezza interferisca con l'inizio del lavoro, è del tutto naturale.

Lo stato di salute spesso peggiora nelle persone che stanno vivendo acutamente anche situazioni di conflitto domestico. Si "finiscono" alla comparsa di problemi con il battito cardiaco e la pressione sanguigna. C'è sonnolenza, instabilità psicoemotiva e quando cerchi di alzarti bruscamente da una sedia, avverti forti capogiri. Questi segni si notano anche con la nevrastenia, uno stato patologico del sistema nervoso derivante dal suo esaurimento.

La debolezza e le vertigini possono segnalare lo sviluppo della depressione. Man mano che progredisce, la gravità di questi sintomi aumenta..

Mancanza di sonno, tensione mentale e fisica

Una condizione tipica per i maniaci del lavoro che dimenticano che ci sono solo 24 ore in un giorno. Risparmio di sonno, alimentazione irregolare, mancanza di riposo provocano carenza di ossigeno nelle cellule. Il corso regolare dei processi biochimici nel corpo viene interrotto, la funzione regolatrice del cervello si deteriora. Dopo 5-7 giorni di una maratona del genere, il maniaco del lavoro semplicemente non può alzarsi dal letto a causa del superlavoro.

Patologico

La perdita di energia e la rotazione degli oggetti davanti agli occhi indicano problemi circolatori, tipici di molte patologie acute e croniche. In questo modo, il corpo segnala i problemi che sono sorti che richiedono l'eliminazione immediata..

Osteocondrosi

Questo è il nome di una patologia degenerativa-distrofica che si verifica sullo sfondo della distruzione dei dischi intervertebrali. Disturbi dell'apparato vestibolare sono notati con localizzazione cervicale e cervico-toracica dell'osteocondrosi. Cosa causa questo:

  • la colonna vertebrale perde la sua stabilità a causa della distruzione dei rivestimenti cartilaginei;
  • vengono avviati i processi di formazione degli osteofiti: escrescenze ossee affilate che svolgono una funzione di supporto;
  • gli osteofiti comprimono l'arteria vertebrale, che alimenta il cervello con il sangue con l'ossigeno disciolto in esso.

I medici esperti, quando un paziente lamenta l'oscuramento degli occhi, debolezza e nausea, sospettano non problemi di stomaco, ma osteocondrosi cervicale. Le loro paure sono confermate dopo aver studiato i raggi X..

Per sbarazzarsi del malessere con l'osteocondrosi è possibile solo eseguendo un trattamento complesso. In caso di patologia del 3 ° grado di gravità, viene eseguita l'artroplastica - le escrescenze ossee sulle vertebre vengono completamente o parzialmente asportate.

Anemia da carenza di ferro

Una carenza fisiologica di ferro per il periodo della gravidanza diventa spesso un segno di patologia in altri casi. Con l'anemia, la concentrazione di emoglobina diminuisce, senza la quale i globuli rossi - eritrociti - non possono funzionare. La diminuzione dei livelli di ferro si traduce nella loro incapacità di trasportare ossigeno molecolare agli organi bersaglio. Si sviluppa uno stato di ipossia, manifestato dai seguenti sintomi:

  • attacchi di nausea;
  • vertigini con un forte aumento da una posizione seduta o sdraiata;
  • letargia, debolezza, sbalzi d'umore improvvisi.

Se la carenza di ferro persiste a lungo nel corpo, ciò influisce inevitabilmente sull'aspetto. La pelle diventa secca, grigia, flaccida, la crescita delle unghie rallenta, si nota una grave perdita di capelli.

Diabete

Con il diabete mellito, la produzione della propria insulina da parte delle isole di Langerhans viene interrotta o il suo assorbimento viene alterato. Una forte diminuzione o aumento del livello di glucosio nel sangue provoca un significativo deterioramento del benessere generale di una persona. Si osservano sudorazione, pelle pallida, vertigini, fino a svenimenti. Una persona soffre di sete, sonnolenza, perdita di forza, piccoli tremori delle dita.

Il diabete mellito non è ancora suscettibile di guarigione permanente. Il problema viene risolto dall'introduzione di insulina o dall'assunzione di farmaci che ne stimolano la produzione e il buon assorbimento..

Patologia cardiovascolare

La salute generale spesso peggiora nelle persone con ridotta funzionalità miocardica, cattive condizioni dei vasi sanguigni. Tutto ciò influisce negativamente sulla fornitura di ossigeno alle cellule cerebrali, quindi non è in grado di regolare completamente il funzionamento di tutti i sistemi vitali. Il deterioramento della vista, l'andatura instabile, la sensazione di testa vuota sono spesso accompagnati da tali malattie cardiovascolari:

  • aterosclerosi: danno sistemico alle arterie grandi e medie, che porta a disturbi emodinamici locali e generali;
  • insufficienza cardiaca - una condizione acuta o cronica causata da un indebolimento della contrattilità del miocardio e dalla congestione della circolazione;
  • angina pectoris - una delle forme di malattia ischemica, accompagnata da insufficienza acuta di afflusso di sangue al miocardio;
  • aritmie - una violazione della regolarità o della frequenza del normale ritmo cardiaco, conduzione del cuore.

La debolezza con vertigini è osservata con l'inibizione dell'ematopoiesi, preceduta da infarti e ictus. La pressione sanguigna può scendere o aumentare, tutto galleggia davanti agli occhi, l'acuità uditiva diminuisce.

Emicrania

L'emicrania è la forma primaria di mal di testa, che si manifesta con attacchi periodici di alta intensità. Possono essere provocati da un suono acuto o da un odore sgradevole, essendo al sole durante il giorno, superlavoro.

All'inizio, un attacco si verifica sempre all'improvviso, mettendo una persona a letto per diversi giorni. E poi riconosce già inequivocabilmente che presto sorgerà un forte mal di testa. Non solo il dolore provoca sofferenza, ma anche i sintomi che lo accompagnano:

  • visione offuscata;
  • mancanza di appetito, nausea da un odore di cibo;
  • valutazione inadeguata delle dimensioni degli oggetti intorno;
  • intorpidimento;
  • vertigini;
  • allucinazioni olfattive;
  • incapacità di concentrarsi e pronunciare parole.

È difficile per il paziente respirare profondamente, poiché ciò aumenta il dolore. Nell'infanzia, un attacco di emicrania è accompagnato da sonnolenza e dopo il sonno scompare. Gli adulti tollerano la patologia più difficile.

Infezioni

Debolezza e vertigini con infezioni urogenitali, intestinali e respiratorie acute sono sintomi frequenti concomitanti. Si verificano durante l'intossicazione alimentare, l'attivazione di microrganismi opportunisti e l'introduzione di batteri e virus patogeni, ad esempio i rotavirus. Una sensazione di stanchezza è anche caratteristica delle ricadute dell'herpes, anche sulle labbra..

Essendo penetrati nel corpo, gli agenti infettivi si moltiplicano rapidamente, rilasciando i prodotti della loro attività vitale nello spazio circostante. Dopo essere entrati nel sangue, compaiono i sintomi di intossicazione generale del corpo:

  • la temperatura aumenta;
  • c'è un annebbiamento degli occhi, una sensazione di visione doppia e oggetti sfocati;
  • ti senti molto stanco;
  • disturbato da attacchi di nausea e vomito.

Come risultato di una grave disidratazione del corpo, aumenta l'intensità delle vertigini. Una persona non può nemmeno alzarsi dal letto a causa della minaccia di uno squilibrio e di una caduta pericolosa.

Diagnostica

Se il paziente non è a conoscenza della causa della debolezza e dello svenimento, è consigliabile consultare un medico generico - terapista. Farà una diagnosi iniziale, tenendo conto dei reclami del paziente, dei dati dell'anamnesi e dell'esame esterno. Successivamente verranno effettuati studi strumentali, sempre indicati per le vertigini:

  • RM o TC;
  • ecografia;
  • radiografia;
  • angiografia;
  • scintigrafia;
  • veloergometria;
  • ECG.

In caso di disturbi endocrini, il medico prescriverà dei test per valutare il background ormonale. Se necessario, il biomateriale viene seminato in terreni nutritivi. In base al numero e all'aspetto delle colonie, vengono stabiliti il ​​tipo di agenti patogeni e la gravità del processo infettivo e infiammatorio. Dopo aver studiato i risultati dello studio, il terapeuta indirizzerà il paziente a un medico specialista per ulteriori terapie..

Primo soccorso

Se le vertigini e la debolezza non peggiorano troppo il benessere di una persona, non è necessario chiamare un'ambulanza. Devi solo assicurarti di programmare una visita dal medico nel prossimo futuro.

Quando la testa gira forte, la nausea è disturbata, seguita da vomito o ci sono dolori acuti nella regione del cuore, non puoi fare a meno dell'aiuto medico. Esiste la possibilità di sviluppare un ictus o un infarto, un'infezione intestinale acuta. Cosa fare per il primo soccorso:

  • adagiare la vittima, calmarsi, coprire con una coperta;
  • fornire un afflusso di aria fresca;
  • monitorare la condizione misurando il polso e la pressione ogni mezz'ora;
  • dagli un tè caldo dolce;
  • somministrare enterosorbenti se si sospetta avvelenamento: carbone attivo, Polyphepan, Polysorb, Smektu, Enterosgel.

Ma tutte queste attività dovrebbero essere svolte solo dopo aver chiamato la squadra dell'ambulanza. Il medico valuterà le condizioni della vittima, prescriverà un trattamento o ricovererà in ospedale.

Metodi di trattamento

Un approccio completo passo passo viene praticato per il trattamento di ciascuna patologia, manifestata da debolezza e vertigini. L'obiettivo del trattamento non è solo eliminare i sintomi, ma anche le cause della malattia. Se ancora non risponde alla terapia, vengono prese misure per ottenere una remissione stabile..

È necessario trattare la patologia diagnosticata con l'aiuto di farmaci in grado di eliminare i fattori che provocano un deterioramento del benessere. E per ridurre la gravità dei sintomi, vengono utilizzati i seguenti mezzi:

  • anticolinergici, che includono la scopolamina;
  • antistaminici: Loratadine, Cetrin, Tavegil;
  • antipsicotici, principalmente con meterazina;
  • benzodiazepine - Relanium, Seduxen, Sibazon;
  • antiemetici - Metoclopramide e il suo analogo straniero Cerucal.

Tra i farmaci per la debolezza, ai pazienti vengono prescritti complessi vitaminico-minerali Centrum, Vitrum, Complivit, Supradin, Multitabs. Gli ipotensivi sono prescritti tintura o compresse di Eleuterococco.

Come eliminare i sintomi di debolezza e vertigini

Debolezza e vertigini sono uno dei sintomi più comuni che i medici incontrano nei loro pazienti. Un capogiro (a volte insieme a nausea, letargia, mal di testa) può avere molte cause, ma nella maggior parte dei casi il problema è dovuto a una violazione dell'equilibrio e del sistema di movimento, un disturbo dell'attività cerebrale. Poiché il cervello dipende dalla fornitura di ossigeno e dal corretto ambiente interno, le cause della debolezza delle braccia e delle gambe, le vertigini includono anche malattie vascolari, malattie cardiache, una violazione dell'ambiente interno del corpo.

Azioni per vertigini e debolezza

Ci sono diverse opzioni su cosa fare in caso di vertigini (e la debolezza interferisce con il normale funzionamento), ma è meglio combinarle:

  • Siediti o sdraiati. Testa pesante, vertigini e debolezza di solito si verificano quando si è in piedi o in movimento.
  • Bere acqua. La stanchezza, la sensazione di malessere è spesso il risultato della disidratazione.
  • Mangia qualcosa di leggero. La debolezza generale, soprattutto con la fame, è causata da un basso livello di zucchero nel sangue, in particolare nei diabetici.
  • Concentrati su un punto specifico. Questo è il consiglio dei ballerini che possono prevenire vertigini, stanchezza, debolezza durante l'allenamento e le esibizioni concentrando lo sguardo su un luogo specifico..
  • Respira profondamente. Uno stato in cui si verifica la debolezza e la testa gira può essere un segno di ansia, ansia. In questi casi, una persona avverte mancanza di respiro, mancanza di respiro.
  • Evita le luci intense. Durante gli attacchi di debolezza e vertigini, cerca di evitare la luce intensa, anche da una TV o un laptop.
  • Esegui la manovra Epley. Questi sono gli esercizi per la testa e il collo, consigliati dai medici per i pazienti che lamentano debolezza, vertigini..

Importante! Guarda per altre manifestazioni. Con debolezza, vertigini, sonnolenza, le ragioni sono malattie più gravi. Gli attacchi frequenti o prolungati sono la ragione per visitare uno specialista.

Quando debolezza e vertigini non sono una patologia

Sentirsi stanchi, un po 'di vertigini o leggermente deboli sono normali. Tutti li incontrano. In genere, questi sintomi segnalano la necessità di riposo. Ma se malessere, sonnolenza, vertigini influenzano la vita quotidiana, dovresti cercare aiuto.

Chi è a rischio

Il problema colpisce più donne che uomini. Ciò è dovuto a vari motivi, in particolare ai cambiamenti nel ruolo delle donne, che ora comportano un doppio onere, sia sul lavoro che a casa. Inoltre, le donne sono più inclini al perfezionismo, ponendo maggiori richieste alla perfezione. Ciò porta a superlavoro, le cui manifestazioni includono irritabilità, perdita di appetito. L'assenza dei risultati "ideali" desiderati dell'attività provoca sentimenti di paura interiore, impotenza (come sbarazzarsi di questo è una questione di psicologia, si consiglia di consultare uno specialista in questa direzione).

Sebbene la sindrome da stanchezza cronica sia rara nei bambini, la sua frequenza aumenta in modo significativo durante l'adolescenza (intorno ai 15-18 anni).

È normale sentirsi storditi e deboli

Quando si parla di sintomi come debolezza, vertigini, stanchezza, ogni persona intende cose diverse. La fatica può significare sentimenti diversi. In alcune persone, si manifesta come sensazioni fisiche (pesantezza alla testa, vertigini), in altre, una diminuzione delle prestazioni mentali. Le persone spesso descrivono la stanchezza come vertigini, mal di testa, debolezza, spossatezza, sonnolenza, sensazione di mancanza di energia, malessere, disorientamento. I sintomi si avvertono in modo diverso: dalla sensazione di formicolio nel corpo, comune tra le persone sane, a sensazioni di irritabilità, frustrazione, deterioramento dell'umore, ansia. A volte le persone affaticate si sentono molto esauste ma in grado di svolgere la maggior parte delle loro attività. Altri perdono la capacità di fare anche il lavoro più leggero. Pertanto, se una sensazione di debolezza è normale dipende dalla sua manifestazione in una determinata persona..

Debolezza e vertigini come segni di malattia

Vertigini e debolezza sono segni comuni di affaticamento e non sono insoliti, soprattutto dopo una giornata intensa. Se la condizione torna alla normalità il giorno successivo, tutto è in ordine..

Se i sintomi sono frequenti, presenti quasi ogni giorno, può essere un sintomo di malattie sia fisiche che mentali, eccessivo sforzo fisico o mentale, insonnia, stress a lungo termine, effetti di tranquillanti, farmaci antitumorali, leucemia e farmaci per il linfoma. Inoltre, sintomi simili si verificano dopo l'anfetamina.

Spesso con lievi vertigini, le cause sono rappresentate da malattie infettive, cancro, diabete, malattie del sangue.

Ma più spesso questi segni accompagnano il moderno stile di vita esigente, pieno di fretta..

Cause di vertigini e debolezza nel corpo

Cause di improvvisa debolezza e vertigini:

  • la debolezza nei muscoli delle braccia e delle gambe è una conseguenza di un forte sforzo fisico (c'è anche un battito cardiaco accelerato);
  • lesioni al sistema locomotore;
  • ipotiroidismo;
  • infezioni;
  • Malattie autoimmuni;
  • malattie muscolari congenite;
  • malattie tumorali;
  • squilibrio ormonale;
  • anemia;
  • fibromialgia (malattia reumatoide cronica);
  • distrofia muscolare;
  • disturbo immunologico della conduzione nervosa.

Importante! Se soffri di debolezza senza una ragione ovvia, di cosa sta parlando il tuo problema, il tuo medico dovrebbe determinare.

Cronica mancanza di sonno

Con la mancanza cronica di sonno, la fase importante del sonno REM viene interrotta (aggiunge forza, ripristina i processi psicologici). Una persona che soffre di privazione del sonno ha costantemente vertigini, debolezza costante, mancanza di appetito o, al contrario, aumento dell'appetito, può svilupparsi depressione.

Stress cronico

Lo stress costante, la depressione, essendo un problema di maggiore regolazione nervosa, non limitato al livello dei singoli organi o muscoli, può manifestarsi con vari sintomi in diverse zone del corpo.

Le manifestazioni di stress e depressione sono diverse e possono verificarsi in quasi tutte le parti del corpo o dell'organo:

  • mal di testa;
  • nervosismo;
  • deterioramento della vista (nebulosa, "mosche" costanti);
  • tensione muscolare, più spesso nell'area dei muscoli masticatori;
  • sensazione di un nodo alla gola;
  • una sensazione di pressione al petto (una persona ha difficoltà a respirare);
  • mal di gola;
  • palpitazioni - tachicardia;
  • problemi digestivi (nausea, amarezza in bocca, flatulenza, diarrea o costipazione);
  • fatica;
  • brividi;
  • sudorazione eccessiva (iperidrosi);
  • disordini del sonno;
  • tremori degli arti (tremori alle braccia o alle gambe);
  • formicolio alle dita;
  • debolezza degli arti.

Anemia da carenza di ferro

La mancanza di globuli rossi - anemia - provoca pallore, deterioramento dell'apporto di ossigeno al cervello, che porta a una serie di difficoltà, tra cui debolezza degli arti, vertigini. Stiamo parlando della sindrome anemica.

Malattie infettive

Queste sono malattie comuni causate da microrganismi (batteri, virus, funghi, parassiti).

Malattie infettive che causano vertigini, indebolimento del corpo:

  • ascesso;
  • AIDS;
  • tonsillite (tonsillite): dopo la tonsillite, i sintomi persistono fino a una settimana;
  • botulismo;
  • tifo;
  • pertosse (tosse nera);
  • colera;
  • influenza;
  • CMV;
  • ebola;
  • febbre emorragica;
  • febbre dengue;
  • impetigine;
  • Mononucleosi infettiva;
  • encefalite;
  • candidosi;
  • leptospirosi;
  • Malattia di Lyme;
  • malaria;
  • Febbre di Marburg;
  • influenza suina;
  • salmonellosi;
  • morbillo;
  • intossicazione da stafilococco;
  • tetano;
  • toxoplasmosi;
  • tubercolosi;
  • infiammazione del cervello;
  • difterite;
  • ittero;
  • febbre gialla.

Malattie dell'apparato vestibolare

Le malattie o l'irritazione dell'equilibrio e del sistema di movimento sono il disturbo successivo che causa una condizione quando la testa gira, le mani tremano, si verifica instabilità quando si cammina (il paziente barcolla), dolori muscolari e mal di testa.

L'irritazione può causare:

  • infiammazione (infezioni dell'orecchio medio, infiammazione dell'orecchio interno);
  • gonfiore del nervo che trasporta le informazioni sull'equilibrio;
  • lesione;
  • alcol (diventa cattivo, in particolare, dopo un'abbuffata, cioè un uso prolungato di alcol);
  • La malattia di Meniere;
  • cinetosi.

Malattie neurologiche

Il sistema nervoso controlla tutti i processi nel corpo umano, compreso il cervello. Pertanto, le malattie neurologiche sono la ragione per cui la testa gira, appare la debolezza delle gambe; le vertigini possono essere accompagnate da secchezza delle fauci e altri sintomi neurologici.

Malattie dei vasi sanguigni, cuore

Questo gruppo include condizioni in cui i vasi non possono fornire abbastanza sangue e ossigeno al cervello. Debolezza e vertigini sono i segni tipici della malattia. Molto spesso parliamo di aterosclerosi delle arterie cerebrali, restringimento delle arterie vertebrali. Queste due arterie si adattano saldamente al rachide cervicale e si collegano all'arteria cerebrale che alimenta il tronco cerebrale e il cervelletto (meccanismi importanti per il mantenimento dell'equilibrio).

L'interruzione dell'apporto di ossigeno al cervello si verifica anche con un disturbo della pompa cardiaca. Quasi tutte le cause di insufficienza cardiaca possono influenzare il cervello.

La debolezza delle gambe e le vertigini sono segni di cardiomiopatia in altre malattie cardiache. Poiché il muscolo cardiaco non funziona correttamente, il sangue non è sufficientemente ossidato, quindi affaticamento..

Importante! Le malattie dei vasi sanguigni e del cuore sono ereditarie o causate da un'infezione.

Pressione sanguigna

Debolezza, affaticamento, vertigini sono associati a una deviazione degli indicatori della pressione sanguigna sia nel lato basso (ipotensione) che in quello alto (ipertensione).

Le seguenti manifestazioni di disturbi della pressione sanguigna:

  • aumento della sudorazione;
  • gonfiore alle gambe;
  • sangue dal naso;
  • mal di testa.

Lesioni cerebrali e malattie

Qualsiasi malattia del cervello può manifestarsi con vertigini, debolezza. Questi segni sono tipici di condizioni associate a edema cerebrale, aumento della pressione intracranica: trauma (commozione cerebrale), tumore, infiammazione, meningite, ictus, crisi epilettiche, ecc..

Gravidanza

Vertigini e stanchezza sono sintomi comuni nelle donne in gravidanza. Le vertigini nel 1 ° trimestre si verificano perché il corpo non ha ancora abbastanza sangue per il sistema circolatorio in rapida espansione. Nel 2 ° trimestre e fino a 40 settimane, uno svenimento improvviso può essere spiegato da un aumento della pressione uterina sui vasi.

La condizione durante la gravidanza è anche caratterizzata da nausea (a volte - non solo dopo la colazione, ma durante il giorno). Una donna vuole costantemente dormire, periodi di appetito “da lupo” si alternano a stati in cui non c'è appetito; è impossibile curare questo disagio, a volte l'assunzione di vitamine, calcio, magnesio aiuta (è consigliato anche se la nausea non è forte).

Vertigini durante la menopausa

La perimenopausa è la fase che dura circa 5 anni prima della menopausa (che di solito si verifica tra i 40 ei 50 anni). Le ovaie smettono lentamente di produrre l'ormone estrogeno, che controlla gli ormoni dello stress (cortisolo e adrenalina). La violazione del suo livello può causare affaticamento, ansia, tensione. Una donna ha mal di testa, l'andatura instabile interferisce con la normale deambulazione, braccia e gambe possono tremare leggermente.

Importante! Una condizione simile a volte si verifica prima dell'ovulazione (anche se molto raramente), al contrario, è dovuta a un forte aumento dei livelli di estrogeni.

Durante la menopausa, si verifica spesso una diminuzione del numero di globuli rossi, si sviluppa l'anemia, la causa dell'affaticamento. Le vampate di calore notturne possono disturbare il sonno, causando affaticamento durante il giorno.

Ipotiroidismo

Questa è una funzione insufficiente della ghiandola tiroidea, che produce tiroxina e triiodotironina, ormoni responsabili della regolazione del metabolismo..

Se la tiroide non funziona correttamente, il metabolismo rallenta e inizia la stanchezza.

Diabete

Vertigini con diabete, stanchezza, piedi di cotone, il più delle volte causati da fluttuazioni della glicemia. I sintomi possono persistere per settimane.

Medicinali

Vertigini e stanchezza sono una conseguenza dell'assunzione di immunosoppressori, che vengono prescritti, in particolare, dopo un'operazione di trapianto di organi per la sua migliore sopravvivenza..

Diagnostica debolezza e vertigini

A causa di una serie di possibili motivi, è necessario sottoporsi a un esame completo. Il paziente deve essere esaminato da un neurologo, sottoporsi a esami ECG, misurazione della pressione sanguigna.

Anche gli esami del sangue sono importanti. Determinano i seguenti indicatori:

  • livelli minerali;
  • parametri renali;
  • esami del fegato;
  • conta ematica;
  • CRP (processi infettivi nel corpo), ecc..

Se si sospetta una malattia del cervello, un disturbo dell'equilibrio e del sistema di movimento, vengono eseguiti metodi di imaging: esame TC, ecografia dell'arteria cervicale. Gli ultrasuoni vengono utilizzati anche per esaminare il muscolo cardiaco.

Se non esiste una causa chiara per i segni o se è presente una disabilità visiva, si consiglia di consultare un oftalmologo. Condurrà ulteriori ricerche sulla base dei risultati dei test di cui sopra..

Prime misure per forti capogiri e debolezza

Con grave debolezza e vertigini, le seguenti azioni aiutano:

  • calmati;
  • sedersi o sdraiarsi;
  • misurare la pressione sanguigna;
  • chiudi gli occhi, prova a concentrarti su un punto specifico;
  • se hai la bocca secca, bevi un bicchiere d'acqua.

Importante! Se i sintomi si combinano con disturbi del linguaggio, goffaggine degli arti, visione doppia, intorpidimento delle mani, dei piedi o altri problemi sensoriali, chiamare immediatamente un'ambulanza.!

Principi terapeutici di base per svenimenti e vertigini

Il primo passo è sempre determinare la causa principale della malattia e quindi trattarla. La terapia dovrebbe essere focalizzata principalmente sul fattore che ha causato i sintomi.

Medicinali e altri trattamenti

In base ai risultati della diagnosi, il medico consiglierà di assumere farmaci dai seguenti gruppi:

  • antidepressivi;
  • antipsicotici;
  • nootropici;
  • sedativi;
  • complessi vitaminici.

Psicoterapia

La psicoterapia aiuta a identificare fattori mentali e conflitti associati alla malattia. In alcuni casi, i sintomi riflettono una profonda insoddisfazione. I conflitti interni che sono penetrati nel subconscio possono portare all'esaurimento mentale e fisico. In questi casi, la psicoterapia è più efficace del trattamento farmacologico..

Fitobalneoterapia

Questo nome esotico nasconde la terapia termale a base di erbe. Non fornisce rilassamento per un corpo stanco, ma anche una purificazione della mente, dell'anima.

Rimedi di autoaiuto per debolezza e vertigini

Si consiglia una dieta ricca di proteine ​​del latte, carboidrati facilmente digeribili. La dieta dovrebbe includere:

  • uova;
  • Latticini;
  • verdure;
  • frutta;
  • noccioline;
  • germogli di grano;
  • miele;
  • lievito;
  • alga marina;
  • melassa (sciroppo di canna).

Bere succo di frutta fresca contenente vitamina C (arancia, pompelmo) per le vertigini aiuterà a ripristinare la naturale resistenza del corpo.

Prevenzione di vertigini e debolezza

Le basi della prevenzione sono il rispetto delle regole di uno stile di vita sano, ricchezza, movimento, rilevamento tempestivo e trattamento di eventuali malattie. In caso di progressione della malattia, la debolezza si manifesta nella muscolatura liscia, influenzando la respirazione, la digestione e la circolazione sanguigna. Non esiste una prevenzione efficace di alcune malattie. Tuttavia, il loro controllo è la misura principale per prevenire i sintomi di accompagnamento..

Quali problemi possono indicare debolezza e vertigini?

La debolezza e le vertigini improvvise o persistenti sono il risultato di stress psico-emotivo, fisico o malattia. Le crisi episodiche con cause ovvie non sono motivo di preoccupazione..

Ma se la tua testa è spesso vertigini, si osservano debolezza muscolare, impotenza, affaticamento, devi cercare un aiuto medico qualificato. In questo caso, sono probabili malattie del sistema cardiovascolare, endocrino o nervoso..

Inoltre, le vertigini sono il sintomo principale delle patologie dell'apparato vestibolare. Una tale condizione è inaccettabile ignorare e trattare una tale condizione. Il metodo di terapia dipende dal tipo, dalla gravità della malattia, dall'età e dalle caratteristiche individuali del paziente..

Sintomi

Le vertigini sono un sintomo soggettivo di varie malattie, di cui si lamenta la stragrande maggioranza dei pazienti con malattie fisiche e mentali..

Per riferimento. A seconda del motivo per cui la testa gira, questo fenomeno si divide in vero (vertigine) o non sistemico.

Nel primo caso, le vertigini sono una conseguenza della disfunzione, delle lesioni dell'analizzatore vestibolare e nel secondo dell'interruzione delle connessioni nervose tra i vari sistemi del corpo.

Di conseguenza, i sintomi sono diversi. La vertigine è caratterizzata come una rotazione immaginaria di oggetti attorno o del proprio corpo, instabilità del supporto, collasso. Sono accompagnati da nausea, vomito e disturbi della coordinazione di diversa gravità..

Le vertigini di tipo non sistemico si manifestano con stordimento, "mosche" o oscuramento degli occhi, debolezza improvvisa. I segni patologici possono apparire parossistici o essere osservati costantemente.

Nel secondo caso, il complesso dei sintomi di solito include:

  • debolezza degli arti, che si manifesta con tremori, instabilità dell'andatura, instabilità;
  • mal di testa di varia localizzazione, vertigini di natura sistemica o non sistemica;
  • oscuramento negli occhi, ronzio nelle orecchie, comparsa di "mosche" fluttuanti, nonché una sensazione simile all'intossicazione da alcol;
  • disturbi del sistema nervoso autonomo: battito cardiaco accelerato, aumento della sudorazione, arrossamento o pallore della pelle.

Per riferimento. Capogiri e debolezza improvvisi possono anche essere accompagnati da nausea, senso di paura irragionevole o paura di cadere.

Un costante peggioramento del benessere porta ad una diminuzione delle prestazioni, della qualità della vita in generale.

Debolezza e vertigini - cause

Senza una visita medica, è impossibile dare una risposta univoca alla domanda, debolezza alle gambe, vertigini e stanchezza sono i sintomi di quale malattia. Questa condizione può essere il risultato sia di stanchezza ordinaria che di gravi patologie..

Nel primo caso, il malessere si sviluppa sullo sfondo di un sovraccarico psico-emotivo (stress) o fisico. Per sbarazzarsi dei sintomi patologici, è sufficiente eliminare i fattori irritanti, stabilire un regime di riposo e lavoro e mangiare bene.

Leggi anche sull'argomento

Nel secondo, devi andare in una struttura medica e sottoporsi a un esame completo per scoprire perché la tua testa gira. Tuttavia, anche prima della visita dal medico, dalla combinazione di segni, si può fare un'ipotesi sulla causa del deterioramento.

Malattie del sistema cardiovascolare e del sangue

Le vertigini, di regola, si verificano sullo sfondo di una circolazione cerebrale insufficiente. La carenza di ossigeno porta all'ischemia del tessuto cerebrale, alla disfunzione dell'analizzatore vestibolare.

Per riferimento. La causa più comune di disturbi vascolari sono malattie come aterosclerosi, vene varicose, iper- o ipotensione arteriosa, diabete mellito. Spesso durante l'esame vengono rilevati anche tumori, infiammazioni e aneurismi vascolari..

L'anemia da carenza di ferro si manifesta anche con debolezza cronica, vertigini di vari gradi di intensità. I pazienti con bassi livelli di emoglobina lamentano sonnolenza, affaticamento e svenimenti improvvisi..

L'anemia è una delle diagnosi più comuni nelle donne in gravidanza. L'anemia durante la gravidanza può essere dovuta a malnutrizione, aumento della domanda di emoglobina da parte del corpo.

Disturbi vestibolari

Per riferimento. Debolezza alle gambe e alle braccia, le vertigini possono essere causate da una disfunzione dell'analizzatore vestibolare..

Consiste in un labirinto dell'orecchio interno e dei centri di controllo situati nel cervello. L'interruzione delle interconnessioni o lesioni organiche di queste strutture portano a patologie specifiche chiamate vestibolopatie..

A differenza dei disturbi vascolari, in cui le vertigini di solito diventano permanenti, le malattie dell'apparato vestibolare sono più spesso manifestate da attacchi.

Il complesso dei sintomi, di regola, include:

  • vertigini: sensazione di rotazione del corpo o degli oggetti intorno, perdita di orientamento;
  • perdita di equilibrio, che si esprime come barcollamento mentre si cammina o si sta in piedi, cadendo;
  • nausea, in casi particolarmente gravi, che si trasforma in vomito.

Tali sintomi sono caratteristici della malattia di Meniere, infiammazione del labirinto o del nervo vestibolare, vertigine posizionale parossistica benigna. Anche i processi patologici che interessano l'analizzatore uditivo causano danni all'udito e, al momento di un attacco, rumore o ronzio nelle orecchie.

Disturbi endocrini

Per riferimento. Il tono vascolare è regolato dal sistema nervoso autonomo, la trasmissione degli impulsi in cui viene effettuata a causa dell'azione degli ormoni-neurotrasmettitori.

Normalmente, questo meccanismo funziona senza intoppi, rispondendo adeguatamente a tutte le esigenze del corpo. Ma se l'equilibrio ormonale è disturbato, si verificano spasmi o rilassamento incontrollato della parete vascolare. Di conseguenza, i segnali vengono trasmessi peggio, la pressione aumenta o diminuisce, la circolazione cerebrale è compromessa, si verifica ischemia cerebrale.

Negli uomini, nelle donne, nei bambini, la causa di questa condizione può essere una malattia delle ghiandole endocrine: tiroide, ipofisi, ghiandole surrenali.

La debolezza e la sonnolenza provocano vertigini

Probabilmente, ogni persona almeno una volta nella sua vita ha sperimentato i suddetti sintomi: sonnolenza, vertigini e debolezza. L'intensità dei sintomi può variare entro limiti molto diversi e parlare della gravità della patologia che li causa.

Secondo studi statistici, fino al 30% della popolazione è soggetta a fattori di stress costanti, quali: stress neuropsichico, duro lavoro fisico, ambiente ed ecologia sfavorevoli, violazioni delle condizioni igieniche e sanitarie, componente sociale e altri. Tutti questi fattori sono le ragioni che portano allo sviluppo di malattie acute e croniche di vari sistemi di organi..

Questi sintomi non sono specifici e possono comparire in un'ampia varietà di condizioni patologiche e malattie. Sonnolenza e vertigini possono essere causati da quanto segue. Si trovano sia sotto forma di sindrome astenica che separatamente. Diamo un'occhiata più da vicino a ciascuno di essi. Ecco le malattie più comuni, nel quadro clinico di cui ci sono sintomi: sonnolenza, vertigini e debolezza.

Esistono un gran numero di malattie dell'apparato endocrino umano, ma malattie come:

Gli ormoni tiroidei Tirosina e Tirossina (altrimenti si chiamano T3 e T4) sono responsabili del metabolismo basale nel corpo umano. La loro influenza sull'omeostasi di tutti gli organi e sistemi è così grande che, con una deviazione minima dalle norme fisiologiche, porta alla comparsa di sintomi di debolezza e sonnolenza. Una condizione in cui la produzione di questi ormoni diminuisce è chiamata ipotiroidismo..

Un sintomo caratteristico e patognomonico dell'ipotiroidismo sarà il capogiro costante di varia intensità. L'intensità dei processi metabolici nei tessuti e nelle cellule è significativamente ridotta. Il che porta a una persistente mancanza di nutrizione. L'ipotrofia dei tessuti porta allo sviluppo di debolezza, sonnolenza e vertigini.

La malattia endocrina più comune. 21 ° secolo: il secolo dell'obesità e del diabete. Con questa malattia, la tolleranza del corpo e dei suoi tessuti al glucosio è compromessa. L'eccessivo grasso viscerale nell'obesità provoca una significativa diminuzione dei recettori di tutte le cellule del corpo per l'insulina e quindi l'iperglicemia.

L'insulina è un ormone del pancreas responsabile dell'assorbimento del glucosio da parte delle cellule, che è la principale sostanza energetica. I neuroni - le cellule cerebrali - sono particolarmente sensibili a una diminuzione del glucosio. Con l'iperglicemia, lo zucchero (glucosio) non può passare nelle cellule, il che significa che la loro nutrizione è ridotta. Cosa causa sintomi come: sonnolenza, vertigini e debolezza.

Una malattia associata a una violazione dell'attività funzionale del sangue. La funzione di trasportare l'ossigeno nel corpo è svolta dagli eritrociti - globuli rossi. Sono costituiti da emoglobina direttamente a cui si attaccano le molecole di ossigeno. L'anemia può essere causata da un disturbo dell'emoglobina, mentre la quantità di ossigeno nel sangue è molto inferiore.

Questa condizione è chiamata anemia da carenza di ferro. L'anemia da carenza di ferro si verifica a causa di un insufficiente apporto di alimenti contenenti ferro (pesce, carne e fegato) o per insufficiente assorbimento di quest'ultimo nel tratto gastrointestinale. Potrebbe anche esserci una diminuzione del numero di globuli rossi a causa di un'emorragia latente interna.

Diminuzione della pressione sanguigna al di sotto dei valori fisiologici - inferiore a 100 mm. rt. Arte. chiamato ipotensione e porta a sintomi di vertigini, debolezza e sonnolenza. La pressione ridotta può essere diversa in termini di intervallo di tempo: costante o periodica. Con l'ipotensione, il flusso sanguigno rallenta e un indicatore importante: l'ematocrito (responsabile della saturazione del sangue con eritrociti) diminuisce.

Come risultato di un ridotto ematocrito, una quantità insufficiente di ossigeno entra nel cervello, il che porta a una diminuzione della sua attività funzionale e provoca sintomi di sonnolenza e debolezza. È anche possibile l'aggiunta di nausea e vertigini. È possibile confermare che la pressione è stata ridotta misurando la pressione sanguigna con un tonometro.

Quasi il 100% della malnutrizione cerebrale si osserva nelle persone sopra i 50 anni in vari gradi di gravità. Porta all'interruzione della circolazione cerebrale; stile di vita improprio, cattiva alimentazione e fattori di stress, che sono stati menzionati sopra.

L'inizio dell'aterosclerosi e la deposizione di lipoproteine ​​nei vasi del cervello interrompono significativamente la sua attività, il che porta alla formazione di sintomi di vertigini, sonnolenza, debolezza. La gravità di questi sintomi dipende dal grado di disturbo della circolazione cerebrale e dalle capacità compensatorie del corpo. Spesso sono accompagnati da capacità cognitive compromesse, nervosismo e diminuzione dei meccanismi di adattamento del corpo a fattori ambientali esterni..

Molti farmaci hanno effetti collaterali associati a una diminuzione della vigilanza e dell'attività psicomotoria. La maggior parte dei farmaci influisce in un modo o nell'altro sulle prestazioni del cervello e provoca vertigini, sonnolenza e debolezza.

Tutti gli effetti collaterali si manifestano in modo molto individuale, quindi in alcune persone non compaiono affatto, mentre in altri l'uso di dosi già insignificanti di una sostanza farmacologica provoca evidenti disagi nella vita di tutti i giorni. Elenco dei farmaci più attivi che influenzano il sistema nervoso centrale:

  • Antistaminici;
  • Antipsicotici e tranquillanti;
  • Farmaci antipertensivi;
  • Contraccettivi orali combinati e farmaci ormonali;
  • Analgesici centrali.

Prima di utilizzare qualsiasi farmaco, assicurarsi di leggere le istruzioni e le controindicazioni. Consultare uno specialista per un consiglio e la nomina della terapia corretta.

Se soffri di russamento o sindrome da apnea ostruttiva del sonno, allora il corpo chiaramente non ha il tempo di riprendersi, spende gradualmente le riserve energetiche di riserva e porta a stanchezza cronica, manifestata da sintomi: debolezza, vertigini e sonnolenza. Se c'è una tale sintomatologia, vale la pena contattare uno specialista - un medico sonnologo. L'elettroencefalografia e gli studi sulla fase del sonno possono aiutare a individuare la causa esatta della disfunzione cerebrale.

Se compaiono sintomi di stanchezza, vertigini e sonnolenza, non auto-medicare, forse questi sintomi sono una manifestazione di una grave malattia. Contatta il tuo medico che condurrà una serie di studi speciali, diagnosi differenziale e determinerà la causa esatta di questi sintomi, il che significa che prescriverà il trattamento corretto e adeguato. Prenditi cura del tuo corpo e rimani in salute!

Quasi tutti conoscono sensazioni come debolezza, vertigini, sonnolenza e nausea. Possono sorgere a causa del faticoso processo di lavoro o di studio o per altri motivi..

Questi sintomi non sono sempre innocui. La loro presenza può indicare lo sviluppo di malattie piuttosto pericolose. Casi isolati o raramente ricorrenti di questi sintomi generalmente non causano disagio, ma quando i fenomeni sono regolari, vale la pena prestare attenzione.

Per riconoscere la causa di debolezza, sonnolenza, nausea, vertigini, stanchezza costante, mal di testa, è necessario conoscere i sintomi di alcune malattie.

La depressione può essere costante o verificarsi solo durante i cambiamenti meteorologici (durante la pioggia). Quando la pressione sanguigna scende, il cervello non riceve la quantità richiesta di ossigeno a causa di un insufficiente apporto di sangue. Oltre a letargia e sonnolenza, sono comuni mal di testa e nausea. L'ipotensione può essere accertata mediante misurazione sistematica della pressione sanguigna. Si consiglia di eseguire la procedura più volte durante la giornata..

Lesioni cerebrali

I veleni esterni e interni possono avvelenare il sistema nervoso centrale. In questo caso, si verifica l'intossicazione della corteccia cerebrale. Questo può portare a conseguenze irreversibili..

I sintomi in questo caso sono mal di testa, debolezza e nausea. A seconda della gravità della lesione, si verificano anche sonnolenza e letargia. La nausea può trasformarsi in vomito. Una sensazione di dolore durante la deglutizione, la costrizione delle pupille può indicare un danno cerebrale.

Commozioni cerebrali, contusioni e altre lesioni comportano disturbi circolatori, edema. Ogni area del cervello è responsabile di specifiche funzioni corporee. Con una lesione cerebrale traumatica, possono essere inflitti danni ai centri che svolgono i processi del battito cardiaco e della respirazione. Pertanto, se i sintomi si trovano sotto forma di mal di testa, debolezza, nausea, vomito, vertigini, sonnolenza, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza, poiché il conteggio va a pochi secondi.

Anemia da carenza di ferro. È caratterizzato da sonnolenza, debolezza costante, affaticamento e vertigini. Sono possibili perdita di capelli e distorsione del gusto. Tali sintomi si verificano quando la produzione di emoglobina viene interrotta, il che provoca una mancanza d'aria. Puoi determinare la malattia con precisione se doni il sangue per l'analisi. Se la diagnosi è confermata, viene prescritto un trattamento con una dieta speciale e ulteriori integratori ad alto contenuto di ferro.

Depressione. Quando la stabilità del background emotivo è disturbata, il corpo provoca una diminuzione dell'attività fisica e inibisce in relazione ai processi di pensiero. In una situazione difficile, il corpo cerca di calmarsi. In questo stato, arriva una sensazione di sonnolenza, stanchezza, debolezza. Spesso la causa è l'insonnia notturna o fuori servizio. Con la depressione, il dolore al cuore e frequenti mal di testa possono essere un altro sintomo. Il rilevamento tempestivo dei sintomi e il trattamento da parte di uno specialista ti salveranno da conseguenze irreversibili.

L'uso di droghe. Alcuni farmaci hanno un effetto collaterale sedativo. Sonnolenza, debolezza generale, affaticamento, vertigini e mal di testa possono essere effetti collaterali dall'uso:

  • tranquillanti e antipsicotici;
  • farmaci antiallergici;
  • contro l'ipertensione arteriosa;
  • abbassando i livelli di acido urico;
  • contraccettivi ormonali;
  • analgesici narcotici e non narcotici.

Se l'assunzione di farmaci influisce negativamente sulla qualità della vita e del lavoro, puoi chiedere al tuo farmacista o medico di raccomandare prodotti simili che hanno meno sedazione e non causano nausea grave..

Aumento della sonnolenza - informazioni di base

la sonnolenza è forse la più comune

sintomo. Il numero di malattie che provocano una grave sonnolenza è così grande che è semplicemente impossibile inserirle in questo articolo..

E questo non sorprende, poiché la sonnolenza è la prima manifestazione della depressione del sistema nervoso centrale e le cellule della corteccia cerebrale sono insolitamente sensibili agli effetti di fattori avversi esterni e interni..

Tuttavia, nonostante la non specificità, questo sintomo è di grande importanza nella diagnosi di molte condizioni patologiche..

Prima di tutto, si tratta di lesioni cerebrali diffuse gravi, quando un improvviso inizio di grave sonnolenza è il primo segnale allarmante di una catastrofe imminente. Stiamo parlando di patologie come:

  • lesione cerebrale traumatica (ematoma intracranico, edema cerebrale);
  • avvelenamento acuto (botulismo, avvelenamento da oppiacei);
  • grave intossicazione interna (coma renale ed epatico);
  • ipotermia (congelamento);
  • preeclampsia di donne in gravidanza con tossicosi tardiva.

Poiché l'aumento della sonnolenza si verifica in molte malattie, questo sintomo ha un valore diagnostico se considerato sullo sfondo della patologia (sonnolenza con tossicosi tardiva di donne in gravidanza, sonnolenza con lesione cerebrale traumatica) o / e in combinazione con altri sintomi (diagnosi della sindrome).

Quindi, la sonnolenza è uno dei segni importanti della sindrome astenica (esaurimento nervoso). In questo caso, è combinato con una maggiore stanchezza, irritabilità, pianto e una diminuzione delle capacità intellettuali..

L'aumento della sonnolenza in combinazione con mal di testa e vertigini è un segno di ipossia cerebrale. In questi casi, la mancanza di ossigeno può essere causata sia da ragioni esterne (stare in una stanza scarsamente ventilata) che interne (malattie dell'apparato respiratorio e cardiovascolare, sistemi sanguigni, avvelenamento con veleni che bloccano il trasporto di ossigeno alle cellule, ecc.).

La sindrome da intossicazione è caratterizzata da una combinazione di sonnolenza con esaurimento, mal di testa, nausea e vomito. La sindrome da intossicazione è tipica per intossicazioni esterne ed interne (avvelenamento con veleni o prodotti di scarto del corpo in caso di insufficienza renale ed epatica), nonché per malattie infettive (avvelenamento con tossine di microrganismi).

Molti esperti distinguono separatamente l'ipersonnia: una diminuzione patologica del tempo di veglia, accompagnata da grave sonnolenza. In questi casi, il tempo di sonno può raggiungere 12-14 ore o più. Questa sindrome è più tipica per alcune malattie mentali (schizofrenia, depressione endogena), patologie endocrine (ipotiroidismo, diabete mellito, obesità), lesioni delle strutture del tronco cerebrale.

Infine, è possibile osservare un aumento della sonnolenza in persone assolutamente sane con mancanza di sonno, aumento dello stress fisico, mentale ed emotivo, nonché durante i viaggi associati all'attraversamento dei fusi orari..

La condizione fisiologica è anche un aumento della sonnolenza nelle donne in gravidanza nel primo trimestre, così come la sonnolenza durante l'assunzione di farmaci, il cui effetto collaterale è la depressione del sistema nervoso (tranquillanti, neurolettici, farmaci antipertensivi, farmaci antiallergici, ecc.).

Molto spesso, la sonnolenza, combinata con stanchezza e debolezza costanti, si verifica con una patologia così comune come l'esaurimento nervoso (

In questi casi, la sonnolenza può essere associata sia a disturbi del sonno che a un aumento della stanchezza causato dall'esaurimento del sistema nervoso..

La base morfologica della cerebrastenia può essere un danno sia organico che funzionale al sistema nervoso centrale causato dalle seguenti condizioni:

  • malattie croniche gravi ea lungo termine;
  • digiuno alimentare (diete "trendy"; anoressia nervosa);
  • aumento dell'attività fisica che supera la norma fisiologica per una determinata persona;
  • stress nervoso (sindrome da stanchezza cronica, ecc.).

Stanchezza, debolezza e sonnolenza costanti con esaurimento nervoso sono combinati con altri sintomi di una violazione di un'attività nervosa superiore, come irritabilità, debolezza emotiva (pianto), diminuzione delle capacità intellettuali (disturbi della memoria, diminuzione delle prestazioni creative, ecc.).

Il quadro clinico dell'esaurimento nervoso è completato dai segni della malattia che ha portato allo sviluppo della cerebrastenia.

Il trattamento della sonnolenza con nevrastenia consiste, prima di tutto, nell'eliminazione della patologia che ha causato l'esaurimento del sistema nervoso, nonché in misure di rafforzamento generale.

Di solito vengono prescritti farmaci che migliorano la circolazione cerebrale e aumentano l'equilibrio energetico nelle cellule della corteccia cerebrale (Cavinton, Nootropil, ecc.).

La prognosi per la cerebrastenia è associata alla malattia che ha causato l'esaurimento nervoso. In caso di disturbi funzionali è sempre favorevole. Tuttavia, di regola, è richiesto un trattamento abbastanza a lungo termine..

La distonia vegetovascolare (neurocircolatoria) è descritta dai medici generici come un disturbo funzionale del sistema cardiovascolare, che si basa su molteplici disturbi sistemici della regolazione neuroendocrina.

Oggi la distonia vegetativo-vascolare è la malattia più comune del sistema cardiovascolare. Più spesso le donne di età giovane e matura sono ammalate.

Nella clinica della distonia vegetativa-vascolare, di regola, vengono alla ribalta sintomi e disturbi "cardiaci" del sistema nervoso centrale:

  • dolore nella regione del cuore;
  • palpitazioni;
  • labilità della pressione sanguigna con tendenza all'ipotensione o all'ipertensione;
  • vertigini;
  • mal di testa;
  • sonnolenza;
  • debolezza;
  • letargia;
  • irritabilità;
  • disturbi respiratori sotto forma di sensazione di mancanza d'aria (i cosiddetti "sospiri malinconici");
  • sudorazione eccessiva;
  • arti freddi e bagnati.

La distonia neurocircolatoria si riferisce a malattie polietiologiche, cioè è causata da un complesso di ragioni. Di norma, stiamo parlando dell'attuazione di una predisposizione ereditario-costituzionale sotto l'influenza di un complesso di fattori avversi: stress, uno stile di vita malsano (fumo, abuso di alcol, routine quotidiana impropria, inattività fisica), alcuni rischi professionali (vibrazioni, radiazioni ionizzanti).

Vertigini, debolezza e sonnolenza nella distonia vegetativo-vascolare hanno molteplici meccanismi di sviluppo: 1. L'impatto di fattori che hanno provocato lo sviluppo di distonia neurocircolatoria (fumo, stress, ecc.).

2. Cambiamenti neuroendocrini alla base della malattia.

3. Violazione della circolazione sanguigna (in realtà distonia) dei vasi cerebrali.

Il trattamento della sonnolenza con distonia vascolare vegetativa consiste nell'eliminare i fattori che hanno causato la patologia. La psicoterapia, le attività riparatrici, l'agopuntura sono di grande importanza..

Nei casi più gravi vengono prescritti farmaci che correggono l'attività del sistema nervoso autonomo e quindi eliminano i disturbi vascolari pronunciati (metoprololo, atenololo).

Maggiori informazioni sulla distonia vascolare vegetativa

Allo stesso tempo, si distinguono diverse fasi dello sviluppo dell'oppressione della coscienza: stupore, stupore e coma..

Sonnolenza quando lo stordimento della coscienza è combinato con sintomi come letargia, ridotta attenzione attiva, impoverimento delle espressioni facciali e della parola, alterato orientamento sul posto, tempo e sé.

I pazienti rispondono alle domande in monosillabi, a volte è richiesta la ripetizione, mentre vengono eseguiti solo i compiti più elementari. Spesso i pazienti sono in una specie di dormiveglia e aprono gli occhi solo quando si rivolgono direttamente a loro.

Lo stupore (ibernazione) è una condizione patologica in cui il paziente apre gli occhi solo in risposta a un effetto super forte (dolore, forte spinta), mentre si osserva una reazione di difesa coordinata (repulsione) o gemito. Il contatto vocale è impossibile, gli organi pelvici non sono controllati, ma i riflessi incondizionati e la deglutizione sono preservati.

In futuro, lo stupore si trasforma in coma (sonno profondo) - uno stato di incoscienza in cui non c'è reazione nemmeno a forti effetti del dolore.

Un sintomo come l'aumento della sonnolenza può essere particolarmente utile con lo sviluppo graduale di un coma. In tali casi, anche prima dello sviluppo dello stato di stordimento, i pazienti lamentano una forte sonnolenza, spesso associata a mal di testa, nausea e vertigini..

Un aumento della sonnolenza può essere un segno

sistema nervoso centrale da veleni esogeni (esterni) o endogeni (interni). In questi casi, di solito è combinato con sintomi come debolezza, nausea e mal di testa..

Il meccanismo di comparsa di questi sintomi è un danno tossico diretto alla corteccia cerebrale, che può variare di grado da disordini metabolici reversibili a morte cellulare massiva..

L'aumento della sonnolenza nell'avvelenamento acuto del sistema nervoso centrale è associato all'inibizione di una maggiore attività nervosa. Inoltre, anche i veleni che stimolano il sistema nervoso centrale (alcol), a una concentrazione sufficientemente alta, provocano un aumento della sonnolenza, che è un sintomo molto allarmante, poiché in futuro potrebbe svilupparsi un coma profondo..

L'avvelenamento esogeno acuto può essere causato da veleni chimici e vegetali, nonché da tossine di origine batterica (malattie infettive acute, intossicazione alimentare).

Oltre all'aumento della sonnolenza, la clinica per questo tipo di avvelenamento è completata da sintomi generali di intossicazione, come mal di testa, nausea, vomito, debolezza, letargia. Molte intossicazioni hanno sintomi caratteristici che aiutano a fare una diagnosi: un forte restringimento delle pupille con avvelenamento da oppiacei, difficoltà a deglutire e visione doppia negli occhi del botulismo, ecc..

L'aumento della sonnolenza, come presagio di un coma, è di grande importanza in patologie come il coma uremico (renale) ed epatico. Si sviluppano gradualmente, quindi una diagnosi tempestiva è di particolare importanza..

Il coma epatico si verifica in caso di grave danno epatico (cirrosi, epatite), quando la funzione di disintossicazione di questo principale laboratorio del corpo umano è drasticamente ridotta. La comparsa della sonnolenza è spesso preceduta dall'eccitazione motoria e del linguaggio.

Il coma uremico si sviluppa sullo sfondo di insufficienza renale acuta o cronica. Il meccanismo principale per lo sviluppo del coma renale è l'avvelenamento del corpo con i prodotti finali del metabolismo proteico sullo sfondo di una violazione dell'equilibrio idrico-elettrolitico.

Le cause dell'insufficienza renale cronica, di regola, sono una grave patologia renale (glomerulonefrite cronica, amiloidosi renale, anomalie congenite, ecc.). L'insufficienza renale acuta può essere causata sia da danno renale sia da patologia extrarenale acuta grave (ustioni, avvelenamento, shock, collasso, ecc.).

L'aumento della sonnolenza, come precursore dello sviluppo del coma renale, è spesso associato a mal di testa, nausea, vomito, visione offuscata e prurito, che sono sintomi di uremia (aumento del contenuto di prodotti tossici del metabolismo dell'azoto nel plasma sanguigno).

diversi fattori agiscono sul sistema nervoso centrale: lesione diretta (commozione cerebrale,

, distruzione del tessuto cerebrale con trauma aperto), ridotta circolazione sanguigna e circolazione del liquido cerebrospinale, disturbi secondari associati

La complicanza precoce più pericolosa della lesione cerebrale traumatica è l'aumento della pressione intracranica e l'edema cerebrale. La minaccia per la vita in questo caso è associata alla possibilità di danni secondari ai centri respiratori e vasomotori, che portano alla cessazione della respirazione e del battito cardiaco.

Va notato che le condizioni generali del paziente nelle prime ore dopo la lesione potrebbero non corrispondere alla gravità del danno cerebrale. Pertanto, tutte le vittime devono sottoporsi a un esame approfondito per gli ematomi intracranici. Inoltre, è necessario monitorare le condizioni generali del paziente..

Sintomi come nausea, vomito, vertigini e aumento della sonnolenza indicano una patologia grave, pertanto, se compaiono, è necessario cercare urgentemente un aiuto medico specializzato.

L'ipersonnia è una condizione patologica caratterizzata da un aumento del tempo di sonno (notte e giorno). Il rapporto tra tempo di sonno e veglia richiesto per il normale benessere è puramente individuale e varia entro limiti abbastanza ampi. Inoltre, questo rapporto dipende dall'età, dalla stagione, dall'occupazione e da molti altri fattori..

Pertanto, si può parlare di un aumento patologico del tempo di sonno nei casi in cui il sonno notturno prolungato è combinato con una maggiore sonnolenza diurna..

D'altra parte, l'ipersonnia si distingue dall'aumento della sonnolenza nelle sindromi asteniche, che spesso non sono accompagnate da un reale allungamento del tempo del sonno, nonché dai disturbi del sonno quando la sonnolenza diurna è combinata con l'insonnia notturna..

Le cause più comuni di ipersonnia sono le seguenti condizioni patologiche:

  • qualche malattia mentale (schizofrenia, depressione grave);
  • gravi patologie endocrine (diabete mellito, insufficiente funzione tiroidea);
  • insufficienza renale, epatica e multiorgano;
  • lesioni focali delle strutture del tronco cerebrale.

Inoltre, l'ipersonnia è caratteristica della sindrome di Pickwick. Questa patologia si verifica molto più spesso di quanto diagnosticato. La sindrome di Pickwick è caratterizzata da una triade di sintomi: obesità associata a disturbi endocrini, insufficienza respiratoria più o meno pronunciata e ipersonnia.

I pazienti (per lo più uomini di età compresa tra 30 e 50 anni) lamentano grave sonnolenza, disturbi respiratori di origine centrale (russare durante il sonno, che porta al risveglio; disturbi del ritmo respiratorio), mal di testa dopo il sonno.

Il trattamento della sonnolenza con ipersonnia consiste nel trattamento della malattia sottostante.

La grave sonnolenza durante il congelamento è associata a profondi disturbi metabolici nelle cellule della corteccia cerebrale..

il corpo porta ad una diminuzione della velocità di tutte le reazioni biochimiche, ridotto assorbimento di ossigeno e ipossia intracellulare.

L'arresto respiratorio si verifica quando la temperatura corporea scende a 15-20 gradi. Va notato che in tale stato l'intervallo di tempo tra la cessazione della respirazione e lo stato di morte biologica aumenta notevolmente, per cui sono stati registrati casi di salvataggio dei morti 20 o più minuti dopo l'inizio della morte clinica (permanenza in acqua ghiacciata). Pertanto, misure di rianimazione tempestive per l'ipotermia possono salvare in casi apparentemente senza speranza..

Spesso, una maggiore sonnolenza durante il congelamento è accompagnata da euforia, quando la vittima non può valutare correttamente le sue condizioni. Se si sospetta un raffreddamento generale, è necessario dare al paziente un tè caldo (l'alcol è controindicato, poiché ha un effetto deprimente sul sistema nervoso centrale) e inviarlo all'istituto medico più vicino.

La sonnolenza frequente è un sintomo costante di tali disturbi endocrini comuni nelle donne come

In questi casi, la sonnolenza costante è combinata con altri sintomi di esaurimento nervoso, come:

  • prostrazione;
  • irritabilità;
  • tendenza alla depressione;
  • debolezza emotiva (pianto);
  • diminuzione delle prestazioni mentali e fisiche;
  • deterioramento reversibile delle capacità intellettuali (diminuzione dell'apprendimento e capacità di pensiero creativo).

La sonnolenza costante con disturbi endocrini nelle donne è combinata con altri disturbi del sonno. Spesso, l'aumento della sonnolenza diurna è causato dall'insonnia notturna. A volte, durante una menopausa patologica, si sviluppa una grave depressione - in questi casi spesso si sviluppa l'ipersonnia.

Il trattamento della sonnolenza con disturbi endocrini consiste in misure riparatrici. In molti casi, la fitoterapia e la riflessologia hanno un buon effetto. Nella patologia grave è indicata la correzione ormonale..

La parola "depressione" significa letteralmente "depressione". Questa è una grave patologia mentale caratterizzata da una triade di sintomi:

1. Diminuzione generale del background emotivo.

2. Diminuzione dell'attività fisica.

3. Inibizione dei processi di pensiero.

La grave sonnolenza con depressione, a seconda della gravità della patologia, è combinata con altri disturbi del sonno. Quindi, con un lieve grado di depressione situazionale, cioè patologia causata da cause esterne (divorzio, perdita del lavoro, ecc.), L'aumento della sonnolenza durante il giorno è spesso causato dall'insonnia notturna.

Con le depressioni endogene (psicosi maniaco-depressiva, malinconia involutiva, ecc.), L'aumento della sonnolenza è un sintomo dell'ipersonnia ed è combinato con una forte diminuzione dell'attività motoria, della parola e mentale, che sono percepite esternamente come apatia.

Va notato che la sonnolenza può essere uno dei sintomi della depressione latente. In questi casi, i disturbi del sonno ricordano il regime del "gufo": veglia prolungata la sera e alzarsi tardi la mattina. Tuttavia, si richiama l'attenzione sulle lamentele dei pazienti secondo cui è estremamente difficile per loro alzarsi dal letto al mattino, anche quando hanno dormito a sufficienza. Inoltre, la depressione latente è particolarmente caratterizzata da un cattivo umore mattutino (la sera, lo sfondo emotivo migliora sempre un po '). L'aumento della sonnolenza in questi casi è anche tipico della prima metà della giornata..

Il trattamento per la sonnolenza nella depressione consiste nel trattare il disturbo sottostante. Nei casi lievi, la psicoterapia e le misure riparative sono molto efficaci, con una grave depressione, è indicata la terapia farmacologica.

Aumento della sonnolenza, letargia, debolezza, perdita di forza con depressione latente vengono spesso scambiati per sintomi di una malattia somatica. Inoltre, la depressione ha sintomi somatici, come aumento della frequenza cardiaca, palpitazioni, dolore nell'area del cuore, tendenza alla stitichezza, ecc. Pertanto, tali pazienti a volte vengono trattati a lungo e senza successo per malattie inesistenti.

Va notato che la depressione cronica è abbastanza difficile da rispondere alla terapia, quindi, se sospetti questa patologia, è meglio consultare uno specialista (psicologo o psichiatra).

Altro sulla depressione

La corteccia cerebrale è insolitamente sensibile alla mancanza di ossigeno, pertanto, l'ipossia grave causa gravi disturbi, fino al coma e alla morte. Allo stesso tempo, nel caso dello sviluppo fulmineo dell'ipossia (arresto respiratorio), la morte si verifica molto rapidamente (6-7 minuti dopo la completa cessazione dell'accesso all'ossigeno) e con un graduale aumento della carenza di ossigeno nel cervello, si osserva un quadro classico di un cambiamento nelle fasi di alterazione della coscienza (aumento della sonnolenza, stordimento, sopore, coma).

L'accesso dell'ossigeno alle cellule della corteccia cerebrale è fornito dall'attività combinata dei sistemi respiratorio, cardiovascolare e sanguigno.

L'aumento della sonnolenza, come presagio dello sviluppo di un coma, è di massima importanza nelle lesioni del sistema sanguigno, che sono caratterizzate da un graduale aumento dei sintomi dell'ipossia acuta.

L'avvelenamento da monossido di carbonio è un classico esempio. Il fatto è che le molecole di monossido di carbonio (CO) hanno una maggiore affinità per l'emoglobina umana e spostano gradualmente l'ossigeno, il che porta alla carenza di ossigeno. L'aumento della sonnolenza è l'unico sintomo della fase iniziale di avvelenamento grave. Spesso è combinato con forti mal di testa, nausea e vomito causati dall'effetto tossico della CO sulle cellule nervose..

L'ipossia cronica si sviluppa più spesso nelle malattie croniche gravi, come: 1. Lesioni vascolari del cervello (aterosclerosi).

2. Insufficienza respiratoria cronica.

3. Patologie del sangue croniche (anemia,

I sintomi dell'ipossia cronica sono aumento della stanchezza, letargia, debolezza, irritabilità, disturbi del sonno (sonnolenza durante il giorno e insonnia di notte) e diminuzione delle capacità intellettuali. Inoltre, a seconda del grado e della durata dell'ipossia, le lesioni delle cellule della corteccia cerebrale possono essere reversibili o irreversibili, fino allo sviluppo di una grave patologia organica (demenza aterosclerotica).

Esistono diversi gruppi di farmaci che hanno effetti collaterali di aumento della sonnolenza..

Prima di tutto, tali effetti collaterali sono posseduti da sostanze che hanno un effetto calmante sul sistema nervoso centrale: antipsicotici e tranquillanti..

Gli analgesici narcotici e il relativo farmaco antitosse codeina hanno un effetto simile..

L'aumento della sonnolenza è anche causato da una serie di farmaci usati per l'ipertensione arteriosa (clonidina, clonidina, amlodipina, ecc.)

Inoltre, una grave sonnolenza è un effetto collaterale di molti farmaci utilizzati nel trattamento delle malattie allergiche (i cosiddetti antistaminici, in particolare la difenidramina).

I beta-bloccanti (farmaci usati per varie malattie del sistema cardiovascolare) possono causare sia un aumento della sonnolenza che dell'insonnia.

La grave sonnolenza è un effetto collaterale dei farmaci che riducono l'acido urico (allopurinolo) ei lipidi plasmatici (atorvastatina).

Alcuni farmaci del gruppo degli analgesici non narcotici (Analgin, Amidopyrine) e H2-bloccanti utilizzati per l'ulcera gastrica (Ranitidine, Cimetidine, ecc.).

Infine, l'aumento della sonnolenza può essere uno spiacevole effetto collaterale quando si usano contraccettivi ormonali (pillole, iniezioni, cerotti, spirale). Questo effetto collaterale è piuttosto raro e appare già nei primi giorni di utilizzo del farmaco..

Naturalmente, se la sonnolenza è causata da questa o quella patologia, allora dovrebbe essere trattata prontamente e adeguatamente. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, l'aumento della sonnolenza durante il giorno è associato alla mancanza di sonno..

Il tasso medio di sonno è di 7-8 ore al giorno. Come mostrano le statistiche, la maggior parte delle persone moderne di età compresa tra i 20 ei 45 anni dorme molto meno..

La costante privazione del sonno influisce negativamente sul sistema nervoso, provocando l'esaurimento. Così, nel tempo, la sonnolenza assume una forma cronica, diventando un sintomo della malattia..

Va notato che per un riposo normale, non solo è necessario un sonno lungo, ma anche completo. Purtroppo i sondaggi hanno dimostrato che molte persone si considerano "gufi" e vanno a letto bene dopo mezzanotte. Nel frattempo, studi scientifici hanno dimostrato che, indipendentemente dai singoli bioritmi, è proprio il sonno fino a mezzanotte che ha il valore maggiore..

Inoltre, l'aria fresca e pulita e il silenzio sono essenziali per dormire bene. Non è consigliabile dormire con musica e TV: ciò influisce negativamente sulla qualità del sonno.

Sonnolenza durante la gravidanza Sonnolenza diurna costante durante la gravidanza nel primo trimestre

Sonnolenza durante

nel primo trimestre è un fenomeno fisiologico. Questa è una reazione individuale più o meno pronunciata a profondi cambiamenti endocrini nel corpo..

Le donne che lavorano a volte trovano estremamente difficile affrontare la sonnolenza sul lavoro. È altamente indesiderabile usare tè, caffè e, soprattutto, energia durante la gravidanza..

Per combattere la sonnolenza, gli esperti consigliano di provare a fare frequenti brevi pause dal lavoro. Gli esercizi di respirazione aiutano bene.

Nel secondo trimestre, il benessere generale delle donne in gravidanza migliora. Se una donna continua a lamentarsi di aumento della sonnolenza, letargia e debolezza, ciò potrebbe indicare una complicazione come

L'aumento della sonnolenza è un sintomo allarmante se si verifica sullo sfondo della tossicosi della tarda gravidanza, una patologia caratterizzata da una triade di sintomi:

2. Aumentato

3. Presenza di proteine ​​nelle urine.

L'emergere di grave sonnolenza con tossicosi tardiva delle donne in gravidanza può indicare lo sviluppo di una grave complicanza - eclampsia (convulsioni causate da danni cerebrali). Un segno particolarmente allarmante è una combinazione di aumento della sonnolenza con sintomi caratteristici come nausea, vomito, mal di testa, disturbi della vista.

Se sospetti una minaccia di eclampsia, devi cercare urgentemente l'aiuto di specialisti.

La sonnolenza grave è molto più comune nei bambini che negli adulti. Ciò è dovuto sia alla maggiore labilità del sistema nervoso centrale che alla maggiore sensibilità ai fattori avversi..

Pertanto, nei bambini, sonnolenza e letargia con malattie infettive appaiono prima e più luminose rispetto agli adulti e possono essere i primi segni della malattia, avvertimento di pericolo.

Inoltre, con improvvisa letargia e sonnolenza in un bambino, dovrebbero essere esclusi lesioni cerebrali traumatiche e avvelenamento.

Se l'aumento della sonnolenza non è così pronunciato, ma è di natura cronica, si dovrebbero sospettare prima di tutto le seguenti patologie:

  • malattie del sangue (anemia, leucemia);
  • malattie dell'apparato respiratorio (bronchiectasie, tubercolosi);
  • patologia del sistema cardiovascolare (difetti cardiaci);
  • malattie nervose (nevrastenia, distonia vegetativa-vascolare);
  • malattie del tratto gastrointestinale (invasioni elmintiche, epatite);
  • patologia endocrina (diabete mellito, ridotta funzionalità tiroidea).

Pertanto, l'elenco delle patologie che si verificano nei bambini con maggiore sonnolenza è piuttosto lungo, quindi è meglio chiedere aiuto a un medico e sottoporsi a un esame completo..

Esistono sedativi che non provocano sonnolenza?

L'aumento della sonnolenza è un cosiddetto effetto collaterale atteso quando si prescrivono farmaci che hanno un effetto calmante sul sistema nervoso. In altre parole, è quasi impossibile eliminare completamente tali effetti collaterali. Naturalmente, la gravità dell'effetto collaterale dipende dalla forza del farmaco..

Pertanto, i più sicuri in questo senso sono i tranquillanti "lievi", come Adaptol e Afobazol. Entrambi i farmaci sono indicati per le nevrosi, che sono accompagnate da una sensazione di paura, ansia. Allevia l'irritabilità, non ha un effetto ipnotico quando si osserva il dosaggio.

Tuttavia, se si ha una tendenza all'ipotensione (pressione sanguigna bassa), è necessario prestare particolare attenzione, poiché anche gli antidepressivi lievi possono abbassare la pressione sanguigna e quindi causare grave sonnolenza..

I sedativi a base di erbe (valeriana, motherwort) sono considerati sicuri se non si acquistano farmaci contenenti alcol. L'alcol etilico da solo deprime il sistema nervoso centrale e può avere un effetto ipnotico.

Tuttavia, quando si tratta di guidare un veicolo, è meglio valutare i pro ei contro, poiché tutti i farmaci anti-ansia possono rallentare la reazione.

Naturalmente, per evitare un attacco di sonnolenza durante la guida, dovresti dormire bene prima di un lungo viaggio. Inoltre, è necessario prendersi cura della pulizia dell'aria nella cabina, poiché l'ipossia provoca depressione del sistema nervoso centrale.

Se, nonostante tutte le precauzioni, avverti improvvisamente sonnolenza durante la guida, è meglio seguire questi suggerimenti: 1. Appena possibile, fermare l'auto sul marciapiede ed uscire dall'abitacolo. A volte è sufficiente camminare e prendere un po 'd'aria fresca per ottenere una spinta di vivacità. La ginnastica facile aiuta molti.

2. Lavati il ​​viso con un liquido freddo (la soda funziona particolarmente bene).

3. Se possibile, bevi tè o caffè caldo.

4. Di nuovo in salone, metti una musica rinvigorente.

5. Successivamente, fare brevi soste per evitare sonnolenza, poiché l'attacco potrebbe ripresentarsi e coglierti di sorpresa.

La sonnolenza patologica dopo aver mangiato succede con la cosiddetta sindrome da dumping - una malattia dell'operatore

. È causato dall'ingresso accelerato del cibo nel duodeno ed è accompagnato da sintomi come aumento della sudorazione, febbre,

, diminuzione della vista, vertigini fino a

L'aumento della sonnolenza dopo aver mangiato, non accompagnato da alcun disagio, è un fenomeno fisiologico. Dopo un pasto abbondante, il sangue scorre nello stomaco, quindi il flusso di ossigeno al cervello è in qualche modo ridotto. Una lieve ipossia può causare una piacevole sonnolenza.

Se una grave sonnolenza compare per la prima volta, è necessario escludere prima di tutto una malattia così comune come la distonia vegetativa-vascolare, in cui una maggiore sonnolenza dopo aver mangiato può essere associata a una violazione del tono vascolare.

Questa malattia è caratterizzata anche da altri sintomi di disregolazione del tono vascolare cerebrale, come: vertigini quando si passa dalla posizione orizzontale a quella verticale, aumento della meteosensibilità, labilità della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca.

Se l'aumento della sonnolenza dopo aver mangiato è associato a sintomi come aumento della stanchezza, irritabilità, pianto, allora stiamo parlando di astenia (esaurimento del sistema nervoso).

L'aumento della sonnolenza dopo aver mangiato in persone perfettamente sane può essere associato ai seguenti fattori: 1. Mancanza di sonno.

2. Mangiare troppo

3. Nervoso e fisico

In ogni caso, devi pensare alla routine quotidiana e mangiare più spesso in piccole porzioni..

La sonnolenza è uno degli effetti collaterali attesi degli antistaminici. Pertanto, non esistono farmaci assolutamente sicuri..

L'effetto meno sedativo è esercitato dal farmaco di ultima generazione loratadina (Claritin). Tuttavia, come hanno dimostrato studi recenti, questo farmaco provoca un aumento della sonnolenza nell'8% dei pazienti..

Sì forse. L'aumento della sonnolenza nel primo trimestre è una conseguenza di complessi cambiamenti ormonali nel corpo.

In genere, la sonnolenza può essere il primo e unico segno di gravidanza. Un ovulo fecondato, muovendosi lungo le tube di Falloppio, secerne sostanze speciali che attivano il sistema ipotalamo-ipofisario, il centro della regolazione neuroendocrina.

Quindi un aumento della sintesi della gonadotropina corionica (il cosiddetto ormone della gravidanza) si verifica già nella prima settimana dopo il concepimento. Allo stesso tempo, cioè anche prima del ritardo della successiva mestruazione, le donne sensibili ai cambiamenti ormonali possono sviluppare una maggiore sonnolenza..

Se ti senti sonnolento esclusivamente sul posto di lavoro, molto probabilmente è associato alle peculiarità della tua area di produzione, quindi, in questo caso, non hai bisogno di pillole per la sonnolenza, ma l'eliminazione delle cause che deprimono il sistema nervoso centrale.

Fattori predisponenti per la sonnolenza sul lavoro:

  • mancanza di ossigeno, che causa ipossia del cervello (stanza polverosa, soffocante, scarsamente ventilata);
  • miscela di sostanze tossiche nell'aria della stanza (comprese quelle che provengono dai materiali di finitura);
  • aumento del livello di rumore;
  • lavoro monotono.

Se possibile, cercare di eliminare i fattori dannosi, poiché una scarsa igiene sul lavoro non solo riduce la produttività e influisce negativamente sulla qualità del lavoro, ma può anche causare danni significativi alla salute.

Fare pause regolari dal lavoro, poiché l'impegno a lungo termine in un'attività è percepito come monotono e contribuisce ad aumentare la sonnolenza.

La sonnolenza costante può essere un sintomo di molte malattie. Pertanto, devono essere prese in considerazione combinazioni di sintomi. Se la sonnolenza è associata a sintomi di depressione, come cattivo umore, diminuzione dell'attività motoria e del linguaggio, soprattutto nelle ore mattutine, allora molto probabilmente stiamo parlando di depressione invernale causata da una mancanza stagionale dell '"ormone della felicità" -

Inoltre, dovrebbero essere escluse malattie che portano ad un aumento della meteosensibilità, principalmente distonia neurocircolatoria e ipotensione (bassa pressione sanguigna). In questi casi, oltre alla sonnolenza, ci sono segni come mal di testa, irritabilità, vertigini con un brusco cambiamento nella posizione del corpo.

Infine, l'aumento della sonnolenza in inverno può essere un sintomo di un sistema nervoso impoverito. La probabilità di sviluppare questa patologia nel periodo invernale aumenta, a causa dell'ipovitaminosi stagionale. La cerebrastenia è caratterizzata da un aumento della stanchezza, irritabilità, pianto e un ridotto background emotivo..

È necessaria una consultazione di persona con un medico per una diagnosi accurata. Le vitamine, ovviamente, avranno un effetto positivo su tutte le patologie di cui sopra, se assunte in combinazione con altre misure terapeutiche.

Uno stato letargico e spiacevole del corpo, una rapida affaticabilità, accompagnato da vertigini: questo è un evento frequente tra le persone. I reclami su questi sintomi possono essere ascoltati abbastanza spesso. Molti non capiscono perché provano nausea, debolezza e vertigini con sonnolenza, ma i motivi possono essere molto convincenti. Possono causare varie malattie che interferiscono notevolmente con il lavoro stabilizzato degli organi..

Questi sintomi possono accompagnare molti problemi, da lievi a molto gravi. Allora perché mi fa costantemente male la testa e voglio dormire?

Ci sono molte fonti di disturbi. Di solito sono divisi in due tipi: comuni e più rari..

Tumore al cervello

Il tumore è spesso causa di mal di testa, letargia e nausea. Si sente stanco Può essere maligno o benigno. Non c'è dolore prima di coricarsi. Si verificano in una persona durante il sonno (questa è la principale differenza rispetto all'emicrania) e scompaiono dopo il risveglio.

Di solito si manifesta sotto forma di pulsazioni e può verificarsi bruscamente con attacchi di tosse o un cambiamento nella posizione del corpo.

I sintomi di un tumore maligno vengono rilevati abbastanza rapidamente, quando un tumore benigno può crescere per un tempo molto lungo. Pertanto, se non viene avvertita in tempo, può entrare nella sua forma peggiore..

Nelle persone anziane, l'intero corpo o alcune delle sue parti è spesso paralizzato da questo disturbo.

Il dolore emicranico regolare è solitamente molto acuto, con forti pulsazioni alla fronte, agli occhi e alle tempie. Come hanno dimostrato gli scienziati, sono particolarmente pronunciati non durante, ma dopo il sonno e possono durare per diversi giorni..

Molto spesso, l'emicrania non viene da sola: è accompagnata da rapida stanchezza, affaticamento, nausea (e persino vomito), uno stato letargico.

Gli irritanti della malattia possono essere sia fattori esterni (luce intensa, suoni aspri, condizioni meteorologiche, stress, alcuni cibi) sia quelli emanati dai processi del corpo (disturbi ormonali, giorni "critici", gravidanza).

Sfortunatamente, gli scienziati non hanno ancora identificato le cause esatte e i metodi per affrontare l'emicrania..

Avvelenamento, alcol, farmaci a lungo termine o infortuni sul lavoro.

L'intossicazione è solitamente accompagnata da tutti i principali disturbi. Può essere la stanchezza e la sonnolenza che ne derivano, la perdita di un senso di equilibrio, di solito una persona si sente male, si avverte apatia. Il mal di testa in questo caso si manifesta attivamente nella parte posteriore della testa..

In questa situazione, è necessario uscire all'aria aperta, consumare molti liquidi, latte, farmaci in grado di rimuovere rapidamente dall'organismo le sostanze che lo inquinano. Se non c'è avvelenamento acuto, i sintomi scompariranno da soli.

Lavoro ininterrotto, carico di lavoro pesante porta a mal di testa, letargia e stanchezza.

Presenza di lieve lesione cerebrale traumatica

L'esatto opposto sarà mal di testa, sonnolenza o vertigini dopo una caduta, che è stata accompagnata da un colpo alla testa - qui stiamo parlando di una commozione cerebrale e della necessità di un ricovero urgente della vittima.

La lesione cerebrale traumatica può causare mal di testa, sonnolenza e sonnolenza e vertigini. A volte questi fenomeni sono accompagnati da vomito..

I disturbi mentali si manifestano come perdita di memoria almeno parziale o temporanea. Anche un caso del genere è considerato clinico e richiede un'attenzione immediata agli specialisti..

Mal di testa e sonnolenza, apatia, stress sono i fenomeni principali in questo caso..

Questo disturbo è solitamente accompagnato solo da un forte dolore alla testa. Allo stesso tempo, le medicine aiutano attivamente, ma non puoi usarle solo. Dovresti consultare un medico in tempo, altrimenti la situazione peggiorerà.

Con ridotta circolazione sanguigna, convulsioni, uno stato distratto, un costante desiderio di dormire, si osservano problemi di memoria, spesso una persona è malata.

Sonnolenza, mal di testa, letargia e debolezza si verificano con improvvisa ipotermia. Pertanto, questo motivo si manifesta principalmente nella stagione invernale. In questo caso, il dolore può essere a lungo termine e non regredire rapidamente..

Le fonti di tali fenomeni sono diverse e non si dovrebbe giudicare subito. È necessario comprendere i dettagli prima di arrivare a una conclusione anche superficiale..

Considerando le malattie che portano a tali disturbi, è necessario notare l'emicrania. Questa malattia è ancora poco conosciuta. Le donne sono più suscettibili ad esso, soprattutto se sono presenti disturbi ormonali.

Le emicranie sono difficili da trattare. Tuttavia, i farmaci e le tecniche moderne consentono di ridurre al minimo le sue manifestazioni.

La prossima malattia che può manifestarsi attraverso i sintomi menzionati è un tumore. Di solito produce un mal di testa pulsante durante la notte che non si avverte durante il giorno. Questo disturbo porta anche debolezza, vertigini e altri fenomeni correlati..

L'esame rivela la presenza di qualsiasi formazione nella testa. Quindi solo voler stare bene è una cattiva idea. È necessario farlo in modo tempestivo, anche prima che la malattia abbia acquisito un carattere maligno..

Debolezza, vertigini e problemi di memoria possono portare a una ridotta circolazione sanguigna nel cervello. La sonnolenza è sostituita dall'insonnia e anche il sonno normale non ripristina le forze.

Le malattie sopra menzionate danno sintomi di natura fisiologica. Durante l'esame vengono rilevati fenomeni patologici, che non devono essere rimandati..

L'ipersonnia si manifesta sotto forma di un forte desiderio di dormire, anche se hai già preso tempo. Forse il giorno prima hai avuto un sovraccarico psicologico o fisico o hai avuto notti insonni: questi sono i principali sintomi dell'ipersonnia, secondo cui ti senti assonnato.

Tuttavia, possiamo anche parlare di lesioni cerebrali e malattie mentali, infiammazioni. L'astenia è anche un tipo di disturbo quando il corpo ha bisogno di riprendersi dopo una malattia..

L'anemia dà sintomi simili. La mancanza di ossigeno necessario al cervello nella giusta quantità provoca sonnolenza e cefalea, e lo stesso accade con i fenomeni sclerotici quando i vasi si intasano e passa troppo poco sangue. Allo stesso tempo, l'udito e la vista si deteriorano, oltre alla sonnolenza, si possono osservare problemi motori..

Per alcune malattie, i sintomi sotto forma di mal di testa, sonnolenza, nausea e altri sono solo segni indiretti di natura secondaria, tuttavia, queste sfumature dovrebbero essere considerate, se non altro per completezza del quadro..

Quindi, con il diabete mellito, puoi spesso sentire lamentele da parte di persone su attacchi di mal di testa e debolezza. Tuttavia, questi segni diventano solo una piccola frazione dell'intero bouquet..

La sindrome da apnea, cioè l'interruzione della respirazione durante il sonno per un breve periodo, porta anche insonnia, sonnolenza diurna e mal di testa.

Anche le persone che soffrono di pressione alta e bassa hanno gli stessi problemi. Questo è abbastanza tipico per i periodi in cui esce dalla norma..

Fenomeni dolorosi di questo ordine portano depressione e stress. Le depressioni primaverili e autunnali sono tipiche di molte persone e durante questo periodo vogliono dormire molto, la capacità lavorativa diminuisce, possono verificarsi periodi di insonnia e mal di testa.

Stress a breve termine, lacrime, preoccupazioni: questo può anche causare insonnia e dolore nella zona della testa.

Sport, vitamine e talvolta l'aiuto di uno psicologo aiutano a far fronte a tali condizioni.

Meningite ed encefalite sono altre due malattie correlate che possono portare sintomi simili. In questo caso, si avvertirà una spremitura della testa, inizierà il vomito, forti dolori esplosivi e sonnolenza. Gli specialisti dovrebbero essere contattati il ​​prima possibile se i tuoi organi ti sono cari..

Un mal di testa può manifestarsi per motivi non gravi: da sbornia, stress a scuola o al lavoro, dall'influenza del tempo. Questi sintomi di solito scompaiono e non infastidiscono più le persone. Ma ci sono momenti in cui iniziano a mostrare segni di una grave malattia. Spesso questi sono:

  • un aspetto acuto di forte dolore;
  • la comparsa di un'aura insolita per il corpo: disturbi nel funzionamento degli organi di senso;
  • dolore continuo e in peggioramento;
  • il verificarsi di dolore acuto quando si cambia la posizione del corpo o vari carichi;
  • problemi di memoria;
  • cambiamento nella natura del dolore;
  • malessere acuto negli anziani di età superiore ai 50 anni.

Prima di iniziare ad affrontare tali sintomi, è necessario chiarire in dettaglio la causa del loro verificarsi. Se capisci perché hai una debolezza, un mal di testa, potresti aiutare te stesso da solo, usando medicinali o metodi di trattamento alternativi.

Ma se c'è almeno qualche dubbio, i sintomi sono acuti o ti perseguitano da diversi giorni, dovresti consultare immediatamente un medico.

Ha senso contattare un terapista che studierà i sintomi, prescriverà i test necessari per chiarire la causa delle manifestazioni e indirizzarti agli specialisti appropriati per il trattamento.

Se i risultati degli esami sono insufficienti, possono essere necessari ulteriori esami. Molto spesso, vengono affrontati dai neurologi, perché il mal di testa è di natura neurologica.

Nel processo di ulteriore trattamento, possono prendere parte endocrinologi, chirurghi e persino psichiatri, a seconda di quale delle cause dei sintomi è sospettata..

Per superare la tendenza al mal di testa, alla debolezza e alle stesse emicranie, alcuni semplici consigli aiuteranno.

  1. Sbarazzati delle cattive abitudini o inizia il tuo viaggio per sbarazzartene.
  2. Cammina e muoviti di più, fai esercizio, respira aria fresca.
  3. Rivedi la tua dieta, aggiungi prodotti freschi e sani, acquista un complesso vitaminico.
  4. Salta il caffè. Ma bevi molta acqua - almeno 2 litri al giorno.
  5. Crea il tuo programma giornaliero. La modalità aiuterà a risolvere molti problemi.
  6. Impara a dormire a sufficienza, crea tutte le condizioni per questo.

Mal di testa e apatia, vomito, sonnolenza, debolezza: questi sintomi in un complesso completo e incompleto possono indicare molti problemi nel corpo, sia minori che che richiedono un'attenzione immediata.

Pertanto, se sviluppi anche i sintomi più piccoli, consulta un medico..


Articolo Successivo
Compresse di Corvalol