Diagnosi e trattamento dell'insufficienza della valvola polmonare


Consiste di un anello fibroso e di un setto, a cui sono attaccati 3 foglioline. A causa della sua posizione, è chiamata valvola polmonare..

Quando il ventricolo destro si contrae, la pressione sanguigna si accumula e il lume si apre nell'arteria polmonare. Nella fase di rilassamento, l'arteria viene chiusa automaticamente e quindi è impossibile che il sangue rifluisca nel tronco polmonare.

Grazie al CLA, viene fornito un flusso sanguigno unidirezionale al cuore. Le patologie del CLA più comuni sono la sua insufficienza e stenosi. Tali condizioni sono equiparate a difetti cardiaci..

Sintomi

Il paziente può notare l'effetto negativo sia della malattia stessa che delle sue complicanze, ma molto spesso i sintomi indicano proprio l'insufficienza della valvola arteriosa polmonare. La malattia si manifesta soprattutto se è presente ipertensione polmonare (aumento della pressione dei vasi polmonari). Altrimenti, il paziente potrebbe anche non sapere di avere una malattia così grave..

L'insufficienza della valvola arteriosa polmonare di 1 ° grado si manifesta come segue:

  • debolezza generale a causa del flusso sanguigno alterato;
  • dispnea;
  • tachicardia;
  • lieve cianosi della pelle.

Quindi ogni fase aggiunge sempre più sintomi. L'edema appare sulle gambe a causa del ristagno di sangue, la quantità di liquido nella cavità addominale aumenta, il che porta alla comparsa di un addome grande e denso, quindi il fegato si ingrandisce completamente.

Cause e fattori di rischio per lo sviluppo

I seguenti motivi possono influenzare l'aumento della pressione nelle arterie polmonari:

Gruppo di fattoriProvatoProbabile
Medicinali e tossineAminorexAnfetamine
Olio di colzaL-triptofano
Fenfluramina
Dexfenfluramina
Medico e demograficoFemminaGravidanza
Ipertensione
MalattieInfezione da HIVMalattie del fegato con sostituzione di cellule con tessuto connettivo

Tipi di insufficienza

Questa patologia è suddivisa in diverse sottospecie. Dipende dall'origine della malattia e dalla natura del suo decorso.

Al momento dell'occorrenza (o per origine) si distinguono:

  1. insufficienza congenita;
  2. acquisito (di solito a causa dell'azione di infezioni, tumori, traumi).

Per la natura del corso, l'insufficienza può essere:

  1. acuto (quando un difetto cardiaco si manifesta quasi immediatamente dopo la nascita, poiché sono interessate diverse valvole e setti);
  2. cronico (la malattia si manifesta solo dopo pochi anni).

Ci sono altre classificazioni. Il fallimento è organico (quando è causato da una patologia nella struttura della valvola) o funzionale (quando il deflusso di sangue nel cuore è causato dall'espansione del tronco dell'arteria o delle cavità cardiache).

Disturbi emodinamici

A causa del flusso inverso patologico di sangue dal tronco polmonare, quando il cuore si rilassa, il ventricolo destro con la contrazione successiva subisce un grande carico. A causa del prolungato sovraccarico del muscolo cardiaco, aumenta di volume. L'ipertrofia ventricolare destra si sviluppa gradualmente. Il rimodellamento del cuore fa sì che venga pompato meno sangue attraverso i polmoni.

Il volume del miocardio del ventricolo destro aumenta, creando ulteriori costrizioni per il normale flusso sanguigno, che contribuisce ulteriormente ad un aumento della carenza di ossigeno.

A poco a poco, il cuore diventa incapace di far fronte al carico complessivo. C'è un'espansione di tutte le sue camere, una diminuzione della contrattilità. Questi cambiamenti determinano il quadro clinico del difetto..

Cause di occorrenza

È importante che i genitori, così come le persone potenzialmente malate, conoscano le cause della malattia, perché in tal caso può essere prevenuta o preparata mentalmente per essa.

  1. Insufficienza congenita. La malattia è piuttosto rara e appare solo a causa dell'esposizione a fattori avversi durante la gravidanza. Questo può essere un eccesso di radiazioni, raggi X, infezioni gravi. Inoltre, l'insufficienza valvolare può verificarsi attraverso un meccanismo determinato geneticamente. Di regola, in questo caso, la malattia si manifesta come segue:
  • sottosviluppo congenito della valvola (riduzione delle dimensioni delle sue valvole o loro assenza);
  • Sindrome di Marfan (malattia del tessuto connettivo), in cui l'arteria polmonare è notevolmente ingrandita;
  • degenerazione mixomatosa dei lembi valvolari (quando il loro spessore è aumentato, ma la densità è ridotta);
  • allargamento del tronco polmonare per ragioni sconosciute.
  1. Carenza organica acquisita. Questa malattia può manifestarsi a qualsiasi età, anche da adulto, come complicazione di una serie di malattie: reumatismi, endocardite infettiva, sifilide, malattia da carcinoide, conseguenze di traumi toracici e interventi chirurgici sulla valvola polmonare.
  1. Compromissione funzionale acquisita. Questa patologia si verifica molto meno spesso, poiché si verifica sullo sfondo di malattie polmonari protratte, che portano a vasodilatazione patologica, oa causa dell'ipertensione polmonare causata da altri fattori (ad esempio, la presenza di stenosi mitralica).

Classificazione della patologia

L'ipertensione polmonare è una malattia primaria e indipendente solo in 6 casi per 1 milione di abitanti; questa forma include una forma irragionevole ed ereditaria della malattia.
In altri casi, i cambiamenti nel letto vascolare dei polmoni sono associati a qualsiasi patologia primaria di un organo o di un sistema di organi.

Su questa base, è stata creata una classificazione clinica dell'aumento della pressione nel sistema arterioso polmonare:

Gruppo principaleSottogruppi della malattia
Ipertensione arteriosa polmonareIdiopatica o nessuna causa primaria
Familiare (causato da mutazioni in alcuni geni)
Associato o associato a:
  • deposizione vascolare di collagene (lupus eritematoso sistemico, sclerodermia);
  • difetti cardiaci congeniti;
  • ipertensione epatica;
  • Infezione da HIV;
  • danno da farmaci o tossici;
  • malattie della tiroide;
  • Malattia di Gosher (deposizione di glucocerebroside nei tessuti);
  • Malattia di Randu-Osler;
  • malattia da accumulo di glicogeno;
  • patologie della struttura della molecola di emoglobina (emoglobinopatia);
  • rimozione della milza;
  • malattie accompagnate da una maggiore attività del midollo osseo rosso (mieloproliferativo).
Associato a grandi lesioni di capillari e vene:
  • malattia veno-occlusiva polmonare (coaguli di sangue nel sistema venoso dei polmoni),
  • emangiomatosi capillare polmonare (proliferazione del tessuto di piccoli vasi con formazione di formazioni benigne - emangiomi).
Ipertensione polmonare persistente (a lungo termine) del neonato
Ipertensione polmonare associata a danni al cuore sinistroLesione ventricolare sinistra
Lesione della valvola ventricolare sinistra
Ipertensione associata a malattie dell'apparato respiratorio e / o mancanza di ossigeno nel sangueDisturbo dello sviluppo polmonare (forme ereditarie e congenite di sottosviluppo)
Alpino (associato a bassa pressione atmosferica in montagna)
Anomalie respiratorie durante il sonno (sindrome da apnea notturna)
Disfunzione degli alveoli - le principali unità attive del tessuto polmonare
Broncopneumopatia cronica ostruttiva
Danni allo spazio intercellulare del tessuto polmonare (interstizio) - infiammazione, proliferazione del tessuto connettivo
Ipertensione polmonare associata a tromboembolia o emboliaBlocco dei rami terminali delle arterie polmonari
Sovrapposizione del lume dei rami iniziali dei vasi
Trombosi senza coagulo:
  • masse tumorali;
  • parassiti;
  • corpi stranieri.
Forme misteSarcoidosi - formazione di granulomi del tessuto connettivo nel tessuto polmonare
Istiocitosi - formazione nei polmoni di focolai di accumulo di istiociti
Linfangiomatosi - tumori benigni dei vasi linfatici
Compressione dei vasi polmonari dall'esterno:
  • ingrossamento dei linfonodi intratoracici (linfoadenopatia);
  • infiammazione del mediastino (mediastinite).

Un aumento della pressione nel sistema circolatorio dei polmoni a causa di una violazione della struttura del cuore è notato per i difetti associati allo scarico di sangue arterioso nel sistema venoso: difetti nei setti tra atri e ventricoli, dotto arterioso pervio.

Metodi diagnostici

Una fase importante nel trattamento di questa malattia è la sua diagnosi. Quindi, è necessario non solo stabilire la presenza di insufficienza, ma anche scoprire quale forma e gravità ha. La diagnostica viene eseguita in più fasi:

  • raccogliere un'anamnesi della malattia, risolvendo tutti i reclami relativi a questo problema (edema, mancanza di respiro, palpitazioni, ecc.);
  • prendere una storia di vita per stabilire la causa della malattia;
  • esame del paziente (il medico presta attenzione ai segni esterni della malattia: cianosi, acrocianosi, aumento dell'addome, secrezione delle vene del collo, espansione del cuore a destra, gonfiore delle gambe, rumore durante la diastole);
  • analisi delle urine e del sangue per confermare l'infiammazione;
  • analisi del sangue biochimica per colesterolo, creatinina e altri indicatori;
  • analisi immunologica per rilevare gli anticorpi a possibili agenti causali di infezione che hanno causato patologia cardiaca;
  • ECG;
  • fonocardiografia (analisi del soffio cardiaco);
  • L'ecocardiografia (ecografia del cuore) è un metodo diagnostico selettivo che consente di stabilire con precisione la presenza di un difetto. È anche possibile studiare con una sonda Doppler;
  • altri metodi (radiografia del torace, TC spirale, cateterismo cardiaco, ecc.).

ECG per insufficienza della valvola aortica

Un complesso di metodi diagnostici è importante non solo per stabilire la presenza di una malattia, ma per raccogliere maggiori informazioni su di essa. Dopotutto, il trattamento può essere eseguito chirurgicamente e quando si prepara un'operazione è importante tenere conto di tutti i fattori che possono influire sul suo successo..

Diagnosi di insufficienza della valvola polmonare

La malattia viene diagnosticata da uno specialista in cardiologia. Per stabilire e confermare la diagnosi, il medico analizza i reclami del paziente, raccoglie dati anamnestici, esegue un esame fisico e un'auscultazione, quindi prescrive ulteriori esami. In genere vengono eseguite la fonocardiografia, l'elettrocardiografia, l'ecocardiografia con ecografia Doppler, la radiografia, la flebografia, il cateterismo cardiaco e l'angiopolmonografia. Inoltre, devono essere esclusi il rigurgito aortico e l'ingrossamento dell'arteria polmonare idiopatica..

Approcci terapeutici

A seconda dello stadio della malattia (1, 2, 3, ecc.) E delle cause della sua insorgenza, il trattamento può essere farmacologico o chirurgico. Prima di tutto, eliminano le cause dell'insufficienza (sbarazzarsi dell'infezione, eliminare il liquido accumulato nei polmoni, ecc.). Quindi, se necessario, vengono prescritti farmaci:

  • inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (riportano la pressione alla normalità, eliminano l'aritmia, normalizzano la funzione cardiaca, dilatano i vasi sanguigni);
  • antagonisti del recettore dell'angiotensina 2 (usati se i primi non funzionano o sono controindicati);
  • nitrati (come la nitroglicerina, che dilata le arterie e le vene, abbassando così la pressione in esse);
  • diuretici (eliminare il liquido accumulato nel corpo, alleviare il gonfiore).

Se è necessario eliminare sintomi speciali di fallimento (ad esempio, aritmia, insufficienza ventricolare), vengono prescritti anche farmaci per curarli.

Se è necessario un intervento chirurgico (di regola, è necessario se ci sono problemi pronunciati con la valvola, che comportano gravi disturbi emodinamici), viene eseguita una delle seguenti operazioni:

  • plastica (riducendo lo spessore del tronco dell'arteria polmonare);
  • sostituzione della valvola (vengono utilizzati sostituti naturali o artificiali);
  • trapianto di cuore e polmone (se il cuore è già gravemente compromesso ei polmoni hanno ipertensione polmonare alta persistente).

Inoltre, è necessario un intervento chirurgico se, oltre al difetto della valvola polmonare, ci sono altri problemi (ad esempio, un difetto del setto atriale o interventricolare). Quindi eliminano tutti i problemi contemporaneamente.

Dopo l'operazione, il trattamento non finisce. È necessario monitorare il paziente. Se viene installata una protesi meccanica, vengono costantemente assunti anticoagulanti indiretti, se biologici, entro 1-3 mesi. E solo dopo la chirurgia plastica, la terapia farmacologica non è richiesta.

Anatomia della valvola polmonare

La valvola polmonare si apre durante la sistole per consentire al sangue di fluire attraverso se stessa e si chiude durante la diastole. Composto da 3 ante semilunari: fascia destra, sinistra e anteriore.
I foglietti sono attaccati all'anello fibroso. Una valvola separa il tronco polmonare dal ventricolo destro del cuore.

Durante il normale funzionamento, la valvola polmonare è completamente chiusa durante la diastole, cioè durante il rilassamento dei muscoli cardiaci. Se le alette della valvola si chiudono e si aprono in modo sincrono e stretto, la valvola polmonare è normale..

L'arteria polmonare è l'arteria che trasporta il sangue venoso dai polmoni al cuore, nel suo ventricolo destro. È nel ventricolo destro che inizia il piccolo cerchio di circolazione sanguigna.

Il cuore è un organo cavo, la maggior parte del quale è il miocardio, costituito da miociti e pacemaker. Il muscolo cardiaco forma un "sacco" con quattro cavità: due atri e due ventricoli. La cavità atriale destra riceve il sangue venoso che scorre ad essa dalla circolazione sistemica e lo dirige attraverso il tratto di efflusso atrioventricolare al ventricolo. La sua parete è sottile, solo circa 3-4 mm, e la pressione nella cavità è molto più bassa che nel ventricolo sinistro (LV).

Gli atri del cuore si riempiono di sangue al momento della diastole ventricolare, quindi il sangue entra indipendentemente nei ventricoli, sebbene alla fine del riempimento diastolico si verifichi ancora una leggera sistole atriale. In una frazione di secondo, nella sistole ventricolare, questo sangue sarà diretto al tronco polmonare e all'aorta.

Possibili complicazioni e prognosi

Se l'operazione non viene eseguita, possono svilupparsi molte complicazioni. Questo è un deterioramento del lavoro del ventricolo destro e lo sviluppo della patologia della valvola tricuspide nel tempo e l'insorgenza di embolia polmonare, endocardite infettiva, aritmia e altri problemi. Una visita tempestiva a un medico ti consentirà di evitare conseguenze così gravi e l'operazione annullerà completamente i possibili rischi.

Ma in casi speciali, le complicazioni sono possibili anche dopo l'intervento chirurgico e i pazienti devono tenerne conto. Di regola, le malattie sono le seguenti:

  • embolia polmonare;
  • endocardite infettiva;
  • trombosi della protesi;
  • fistole paravalvulari;
  • distruzione o calcificazione della protesi.

Quali previsioni può dare un medico a un paziente con questa insufficienza? Dipende dalla gravità del difetto, da come reagisce il corpo e anche in quale fase della malattia. Quindi, se i sintomi dell'insufficienza congenita sono comparsi fin dai primi giorni, il bambino di solito muore, anche se viene eseguito un intervento chirurgico. Se il difetto è isolato (cioè senza stratificare altre patologie cardiache), praticamente non si manifesta, puoi conviverci per molto tempo e senza problemi particolari.

Sintomi di insufficienza della valvola polmonare

Il quadro clinico della forma congenita della malattia appare quasi immediatamente ed è espresso da disturbi respiratori, insufficienza ventricolare destra. Il guasto secondario isolato può essere latente per molto tempo. Con il progredire della patologia, la patologia inizia a manifestarsi come debolezza, sonnolenza, palpitazioni, colore bluastro della pelle e delle mucose visibili, attacchi di mancanza di respiro, dolore al cuore, edema periferico, tachicardia persistente, idrotorace, ascite e cirrosi cardiaca del fegato. Possono verificarsi aritmie negli adulti. Nel tempo possono svilupparsi aneurisma polmonare ed embolia polmonare.

Insufficienza della valvola polmonare

L'insufficienza della valvola dell'arteria polmonare è un difetto cardiaco in cui si verifica un movimento inverso del sangue dall'arteria polmonare (il vaso che porta il sangue ai polmoni) nel ventricolo destro durante il rilassamento dei ventricoli del cuore a causa della chiusura incompleta delle sue valvole. L'insufficienza della valvola polmonare isolata (cioè nessun altro difetto cardiaco) è estremamente rara.

  • Uomini
  • Donne
  • Bambini
  • Incinta
  • Promozioni
  • Sintomi
  • Le forme
  • Le ragioni
  • Diagnostica
  • Trattamento
  • Complicazioni e conseguenze
  • Prevenzione

Sintomi di insufficienza della valvola polmonare

  • I sintomi sono principalmente dovuti alla malattia sottostante, la causa dell'insufficienza della valvola arteriosa polmonare.
  • I sintomi sono generalmente assenti nell'insufficienza della valvola polmonare senza ipertensione polmonare (aumento della pressione nelle arterie dei polmoni).
  • Il ristagno di sangue in tutti gli organi si sviluppa quando si verifica l'ipertensione polmonare a causa del sovraccarico e dell'espansione del ventricolo destro.
  • Manifestazioni dell'effettiva insufficienza della valvola arteriosa polmonare.
    • Un battito cardiaco accelerato si verifica come reazione di difesa per ridurre l'intervallo tra le contrazioni dei ventricoli del cuore e, quindi, ridurre il tempo di ritorno del sangue dall'arteria polmonare al ventricolo destro.
    • Debolezza generale e prestazioni ridotte, associate a una ridotta distribuzione del sangue nel corpo.
    • La mancanza di respiro (respirazione rapida) si sviluppa a causa di una ridotta ossigenazione del sangue, così come quando la trachea e i bronchi (vie aeree) sono compressi da arterie polmonari dilatate.
    • La cianosi (cianosi) della pelle appare a causa di una violazione dell'ossigenazione del sangue.
    • Con una diminuzione della forza contrattile del ventricolo destro, il ristagno di sangue si sviluppa nella circolazione sistemica (cioè in tutti gli organi eccetto i polmoni) con la comparsa di:
      • gonfiore alle gambe,
      • un aumento dell'addome dovuto alla comparsa di liquido libero in esso,
      • gravità nella parte superiore dell'addome a destra a causa di un ingrossamento del fegato.

I pazienti si sentono meglio in posizione prona e peggiorano quando si girano sulla schiena.

Le forme

A seconda del momento di insorgenza della malattia, viene isolata l'insufficienza congenita e acquisita della valvola arteriosa polmonare.

  • L'insufficienza congenita della valvola dell'arteria polmonare si verifica a seguito dell'esposizione al corpo di una donna incinta di fattori avversi (ad esempio, esposizione a radiazioni o raggi X, infezione, ecc.) O è ereditata da uno dei genitori.
  • L'insufficienza della valvola polmonare acquisita si verifica a seguito dell'esposizione a fattori avversi (p. Es., Malattie infettive, traumi, tumori) sul corpo adulto.
  • Nel corso dell'insufficienza congenita della valvola arteriosa polmonare, ci sono:
    • Insufficienza acuta della valvola arteriosa polmonare - i segni di malattie cardiache compaiono durante i primi mesi e anni di vita, principalmente a causa della presenza di danni simultanei ad altre valvole e setti del cuore;
    • insufficienza cronica della valvola polmonare - i segni di malattie cardiache compaiono anni dopo la nascita.

A seconda della causa dello sviluppo della malattia, si distingue l'insufficienza organica e funzionale della valvola arteriosa polmonare.

  • Insufficienza organica della valvola arteriosa polmonare (il riflusso di sangue dall'arteria polmonare al ventricolo destro è associato a un danno diretto alla valvola stessa, che non chiude completamente il lume dell'arteria polmonare durante il rilassamento dei ventricoli del cuore).
  • Insufficienza funzionale o relativa della valvola arteriosa polmonare - il flusso inverso di sangue dall'arteria polmonare al ventricolo destro si verifica con una valvola arteriosa polmonare normale ed è associato a:
    • espansione dell'arteria polmonare;
    • allargamento del ventricolo destro.

Le ragioni

  • L'insufficienza della valvola polmonare congenita è rara. Si verifica a seguito di fattori avversi che influenzano il corpo della donna incinta (ad esempio, esposizione a radiazioni o raggi X, infezione, ecc.) O è ereditato da uno dei genitori. Varianti di insufficienza della valvola polmonare congenita:
    • difetto congenito (assenza o diminuzione delle dimensioni di uno, due o tutti e tre i lembi) della valvola polmonare;
    • espansione dell'arteria polmonare nella sindrome di Marfan (malattia ereditaria del tessuto connettivo con danni a vari organi);
    • dilatazione (espansione) idiopatica (cioè per ragioni sconosciute) del tronco (parte iniziale) dell'arteria polmonare;
    • la degenerazione mixomatosa (un aumento dello spessore e una diminuzione della densità dei lembi valvolari) si verifica nell'ambito della sindrome da displasia del tessuto connettivo (disturbi congeniti della sintesi proteica, in cui ci sono disturbi nella formazione di collagene ed elastina - proteine ​​che formano lo scheletro degli organi interni).
  • L'insufficienza organica acquisita (associata a cambiamenti nei lembi della valvola) della valvola polmonare può verificarsi per i seguenti motivi.
    • Reumatismi (malattia infiammatoria sistemica (cioè con la sconfitta di vari organi e sistemi del corpo) con un danno cardiaco predominante).
    • Endocardite infettiva (una malattia infiammatoria del rivestimento interno del cuore).
    • Sifilide (malattia infettiva cronica sistemica venerea (cioè trasmessa sessualmente) con lesioni della pelle, delle mucose, degli organi interni, delle ossa, del sistema nervoso, causate da treponema pallidum - un batterio speciale). Dopo 5 o più anni dalla comparsa della sifilide, negli organi interni compaiono noduli speciali, contenenti treponema pallido e tessuti densi circostanti. Questi noduli compaiono anche nell'arteria polmonare, danneggiandone la parete e la valvola..
    • Malattia carcinoide o sindrome carcinoide (danno a vari organi a causa della presenza di carcinoide nel corpo). Un carcinoide è un piccolo tumore più spesso localizzato nell'intestino tenue o crasso. Il tumore produce sostanze attive, che vengono introdotte nella metà destra del cuore dal flusso sanguigno, danneggiando l'endocardio (rivestimento interno del cuore). Uscendo dal ventricolo destro con il flusso sanguigno, queste sostanze entrano nei vasi dei polmoni, dove vengono distrutte e non raggiungono il cuore sinistro. Nella malattia carcinoide, la valvola polmonare può essere fissata permanentemente in una posizione semiaperta.
    • Lesione toracica chiusa con la rottura dei lembi della valvola polmonare.
    • Trattamento chirurgico della stenosi (restringimento) della valvola polmonare.
  • L'insufficienza della valvola polmonare acquisita o funzionale (cioè non associata a cambiamenti nelle cuspidi della valvola) può verificarsi per i seguenti motivi:
    • allargamento del ventricolo destro con espansione del tronco dell'arteria polmonare e anello fibroso della valvola (un anello denso all'interno delle pareti del cuore a cui sono attaccati i lembi della valvola) con ipertensione polmonare a lungo termine (aumento della pressione nelle arterie dei polmoni), ad esempio, con stenosi mitralica (restringimento dell'apertura atrioventricolare sinistra ) e così via.;
    • malattia polmonare a lungo termine.

Un cardiologo aiuterà a curare la malattia

Diagnostica

  • Analisi dell'anamnesi della malattia e dei reclami: da quanto tempo sono comparse palpitazioni, debolezza generale, mancanza di respiro, edema, con cui il paziente associa il loro verificarsi.
  • Analisi della storia della vita. Si scopre di cosa erano malati il ​​paziente ei suoi parenti stretti, chi era il paziente di professione (se aveva contatti con agenti infettivi), se c'erano malattie infettive. L'anamnesi può contenere indicazioni di reumatismi (malattie infiammatorie sistemiche (cioè con danni a vari organi e sistemi del corpo) con danno cardiaco predominante), sifilide (malattie infettive sistemiche croniche (cioè a trasmissione sessuale) con danni alla pelle, alle mucose, organi, ossa, sistema nervoso, causato da treponema pallido - un batterio speciale), trauma toracico, tumori.
  • Esame fisico. All'esame si può notare cianosi (cianosi di tutto il corpo) o acrocianosi (cianosi di parti sporgenti del corpo - punta del naso, orecchie, labbra), gonfiore delle gambe, aumento dell'addome dovuto alla comparsa di liquido libero in esso. È possibile il gonfiore delle vene cervicali e la loro pulsazione (contrazione simultanea ai battiti cardiaci). Alla palpazione (sondaggio), viene determinata la pulsazione sopra la superficie del cuore. Con la percussione (toccando), l'espansione del cuore a destra è determinata aumentando il ventricolo destro. L'auscultazione (ascolto) del cuore rivela un soffio in diastole (il periodo di rilassamento dei ventricoli del cuore) sopra l'arteria polmonare, cioè nell'area di attacco della seconda costola allo sterno (osso centrale della parte anteriore del torace) a sinistra. Il rumore aumenta con l'ispirazione.
  • Analisi del sangue e delle urine. Viene eseguito per identificare il processo infiammatorio e le malattie concomitanti.
  • Chimica del sangue. Il livello di colesterolo (sostanza simile al grasso), zucchero e proteine ​​totali del sangue, creatinina (prodotto di degradazione delle proteine), acido urico (prodotto di degradazione delle purine - sostanze dal nucleo cellulare) è determinato per identificare danni d'organo concomitanti.
  • Analisi del sangue immunologico. Viene determinato il contenuto di anticorpi contro i microrganismi e il muscolo cardiaco (proteine ​​speciali prodotte dall'organismo che possono distruggere sostanze estranee o cellule del proprio corpo) e il livello della proteina C-reattiva (una proteina il cui livello aumenta nel sangue con qualsiasi infiammazione). Inoltre, viene determinato il contenuto di anticorpi contro il treponema pallido, l'agente microbico della sifilide.
  • Studio elettrocardiografico (ECG): consente di valutare il ritmo del battito cardiaco, la presenza di aritmie cardiache (ad esempio contrazioni cardiache premature), le dimensioni del cuore e il suo sovraccarico. Per l'insufficienza della valvola polmonare, la più caratteristica è l'identificazione sull'ECG di un aumento del ventricolo destro con il suo sovraccarico, una violazione della conduzione di un impulso elettrico lungo la gamba destra del fascio His (parte delle vie intraventricolari del cuore).
  • Un fonocardiogramma (un metodo per analizzare i soffi cardiaci) in caso di insufficienza della valvola arteriosa polmonare dimostra la presenza di rumore diastolico (cioè durante il rilassamento dei ventricoli del cuore) nella proiezione della valvola arteriosa polmonare.
  • L'ecocardiografia (EchoCG - esame ecografico (US) del cuore) è il metodo principale per determinare lo stato della valvola arteriosa polmonare. Viene misurato il diametro dell'arteria polmonare, i lembi della sua valvola vengono studiati per i cambiamenti nella loro forma (ad esempio, il restringimento dei lembi o la presenza di rotture in essi), la chiusura allentata durante il rilassamento dei ventricoli del cuore, la presenza di vegetazione (strutture aggiuntive sui lembi valvolari). Inoltre, con l'ecocardiografia, vengono valutate la dimensione delle cavità del cuore e lo spessore delle sue pareti, la condizione delle altre valvole cardiache, l'ispessimento dell'endocardio (rivestimento interno del cuore), la presenza di liquido nel pericardio (sacco pericardico). L'ecocardiografia Doppler (esame ecografico del movimento del sangue attraverso i vasi e le camere del cuore) rivela un flusso inverso di sangue dall'arteria polmonare al ventricolo destro durante il rilassamento dei ventricoli, nonché fluttuazioni della pressione nell'arteria polmonare.
  • Radiografia del torace: valuta le dimensioni e la posizione del cuore, i cambiamenti nella configurazione del cuore (protrusione dell'ombra del cuore nella proiezione dell'arteria polmonare e del ventricolo destro). L'esame a raggi X può anche determinare l'espansione delle radici dei polmoni (un complesso di strutture che collegano i polmoni con altri organi) e la loro pulsazione (contrazione simultanea ai battiti cardiaci) - "danza delle radici dei polmoni" con lo sviluppo dell'ipertensione polmonare (aumento della pressione nelle arterie dei polmoni).
  • La tomografia computerizzata a spirale (SCT) - un metodo basato sull'acquisizione di una serie di raggi X a diverse profondità e la risonanza magnetica (MRI) - un metodo basato sull'allineamento di catene d'acqua quando il corpo è esposto a forti magneti - consente di ottenere un'immagine accurata del cuore.
  • L'angiografia coronarica con ventricolografia è un metodo in cui un contrasto (colorante) viene iniettato nei propri vasi e cavità del cuore, che consente di ottenere un'immagine accurata di essi, nonché di valutare il movimento del flusso sanguigno.
  • Il cateterismo delle cavità cardiache è un metodo diagnostico basato sull'introduzione di cateteri (strumenti medici a forma di tubo) nelle cavità cardiache e sulla misurazione della pressione in varie parti del cuore. In caso di insufficienza della valvola arteriosa polmonare, viene determinata una diminuzione della pressione nell'arteria polmonare con pressione normale o aumentata nel ventricolo destro in diastole (periodo di rilassamento dei ventricoli).
  • Condurre test con somministrazione endovenosa di farmaci del gruppo aminofillina (espandendo le vie aeree e i vasi sanguigni dei polmoni, aumentando la forza delle contrazioni cardiache) e campioni con inalazione di una miscela di gas arricchita con ossigeno, consente di valutare la reversibilità dell'ipertensione polmonare.

Trattamento dell'insufficienza della valvola polmonare

  • Trattamento della malattia di base - cause dell'insufficienza della valvola polmonare.
  • Non viene eseguito alcun trattamento farmacologico.
  • Il trattamento conservativo (cioè senza intervento chirurgico) viene eseguito per rallentare il danno al ventricolo destro. Vengono utilizzati farmaci dei seguenti gruppi:
    • inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE) - farmaci che normalizzano la pressione sanguigna, dilatano i vasi sanguigni, migliorano le condizioni del cuore, dei vasi sanguigni e dei reni);
    • antagonisti del recettore dell'angiotensina 2 - un gruppo di farmaci simili nel meccanismo d'azione agli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina, usati per l'intolleranza agli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina;
    • i nitrati (sali di acido nitrico) dilatano i vasi sanguigni, riducono la pressione nelle arterie polmonari;
    • i diuretici (diuretici) rimuovono il fluido in eccesso dal corpo.
  • Un trattamento speciale è indicato per le complicanze dell'insufficienza della valvola polmonare (ad esempio, trattamento dell'insufficienza cardiaca, disturbi del ritmo cardiaco, ecc.).
  • Il trattamento chirurgico viene eseguito in caso di insufficienza grave o grave della valvola dell'arteria polmonare con una violazione significativa del normale flusso sanguigno. Tipi di operazioni.
    • Chirurgia plastica (cioè normalizzazione del flusso sanguigno attraverso l'arteria polmonare preservando la propria valvola) - sutura del tronco allargato (parte iniziale) dell'arteria polmonare.
    • La sostituzione della valvola polmonare viene eseguita in caso di cambiamenti grossolani nelle sue cuspidi o nelle strutture subvalvolari, nonché in caso di inefficacia della riparazione della valvola eseguita in precedenza. Vengono utilizzati due tipi di protesi:
      • protesi biologiche (realizzate con tessuti animali) - utilizzate nei bambini e nelle donne che stanno pianificando una gravidanza;
      • in tutti gli altri casi vengono utilizzate valvole meccaniche (realizzate con speciali leghe metalliche medicali).
    • Il trapianto (trapianto) di un blocco cuore-polmone viene eseguito con una significativa violazione della struttura del proprio cuore con una marcata diminuzione della sua contrattilità, ipertensione polmonare alta (aumento della pressione nei vasi dei polmoni) e presenza di organi donatori.
  • La correzione chirurgica simultanea di diversi difetti, ad esempio, la sutura di un difetto del setto interventricolare e il restringimento del tronco dell'arteria polmonare, viene eseguita a causa del fatto che l'insufficienza della valvola dell'arteria polmonare si verifica prevalentemente in combinazione con altri difetti cardiaci
  • Gestione postoperatoria. Dopo l'impianto (impianto) di una protesi meccanica, i pazienti necessitano dell'assunzione costante di farmaci dal gruppo degli anticoagulanti indiretti (farmaci che riducono la coagulazione del sangue bloccando la sintesi del fegato delle sostanze necessarie alla coagulazione). Dopo l'impianto di una protesi biologica, la terapia anticoagulante viene eseguita per un breve periodo (1-3 mesi). La terapia anticoagulante non viene eseguita dopo la riparazione della valvola.

Complicazioni e conseguenze

  • Complicazioni dell'insufficienza della valvola polmonare:
    • Una diminuzione della contrattilità del ventricolo destro con lo sviluppo di insufficienza della valvola tricuspide (valvola tricuspide tra l'atrio sinistro e il ventricolo sinistro) si verifica con insufficienza prolungata della valvola arteriosa polmonare;
    • tromboembolia dell'arteria polmonare (chiusura da un trombo - un coagulo di sangue - il lume dell'arteria polmonare e il trombo si è formato in un altro punto e portato dal flusso sanguigno) - può verificarsi quando un trombo si stacca dalla valvola dell'arteria polmonare;
    • endocardite infettiva secondaria (infiammazione del rivestimento interno del cuore con danni alle sue valvole in un paziente con un difetto cardiaco esistente);
    • disturbi del ritmo cardiaco si verificano a causa di cambiamenti nel normale movimento di un impulso elettrico nel cuore.
  • I pazienti operati per insufficienza della valvola polmonare possono sviluppare complicazioni specifiche:
    • Tromboembolia dell'arteria polmonare (chiusura da un trombo - un coagulo di sangue - il lume dell'arteria polmonare e il trombo si è formato in un altro punto e portato dal flusso sanguigno). Un coagulo di sangue in tali pazienti si forma nell'area di intervento (ad esempio, sulle cuspidi di una valvola artificiale o sulle suture durante la riparazione della valvola);
    • endocardite infettiva (infiammazione del rivestimento interno del cuore);
    • fistole paravalvolari (eruzione di una parte delle suture che tengono la valvola cardiaca artificiale con l'aspetto di flusso sanguigno dietro la valvola);
    • trombosi della protesi (formazione di coaguli di sangue nell'area della protesi valvolare, che interrompe il normale flusso sanguigno);
    • distruzione di una protesi biologica (costituita da vasi animali) con necessità di una seconda operazione;
    • calcificazione di una protesi biologica (deposizione di sali di calcio in una valvola cardiaca artificiale costituita da tessuti animali. Porta ad un indurimento della valvola e compromissione della sua mobilità).
  • La prognosi dell'insufficienza valvolare polmonare dipende dalla gravità della malattia sottostante che ha formato il dato difetto cardiaco, nonché dalla gravità del difetto valvolare, dallo stato del miocardio (muscolo cardiaco) e dalla presenza di altri difetti cardiaci. In generale, la prognosi è determinata dai disturbi dell'emodinamica intra ed extracardiaca (movimento sanguigno).
  • Con insufficienza della valvola arteriosa polmonare, manifestata fin dai primi giorni di vita, la mortalità è estremamente alta anche con un trattamento chirurgico tempestivo.
  • Con un'insufficienza della valvola polmonare isolata (cioè in assenza di altri difetti cardiaci) o quando combinato con un moderato restringimento dell'arteria polmonare, i pazienti vivono per molti anni senza disagio.

Prevenzione dell'insufficienza della valvola polmonare

  • Prevenzione primaria dell'insufficienza della valvola polmonare (cioè prima della formazione di questo difetto cardiaco).
    • Prevenzione di malattie accompagnate da danni all'apparato valvolare del cuore, ad es. reumatismi (malattia infiammatoria sistemica (cioè con danni a vari organi e sistemi del corpo) con danno cardiaco predominante), endocardite infettiva (malattia infiammatoria del rivestimento interno del cuore), ecc..
    • In presenza di malattie accompagnate da danni all'apparato valvolare del cuore, la formazione di un difetto cardiaco può essere prevenuta con un trattamento efficace precoce.
    • Indurimento del corpo (dall'infanzia).
    • Trattamento di focolai di infezione cronica:
      • nella tonsillite cronica (infiammazione delle tonsille) - rimozione chirurgica delle tonsille;
      • con carie dentale (formazione di carie sotto l'influenza di microrganismi) - riempimento di cavità), ecc..
  • La prevenzione secondaria (cioè nelle persone con insufficienza della valvola polmonare formata) ha lo scopo di prevenire la progressione del danno all'apparato valvolare del cuore e le violazioni della funzione di pompaggio del cuore.
    • Trattamento conservativo (cioè senza intervento chirurgico) in pazienti con insufficienza della valvola polmonare. Vengono utilizzati i seguenti farmaci:
      • diuretici (diuretici) - rimuovono il liquido in eccesso dal corpo;
      • inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE) - inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE) - farmaci che normalizzano la pressione sanguigna, dilatano i vasi sanguigni, migliorano le condizioni del cuore, dei vasi sanguigni e dei reni);
      • nitrati (sali di acido nitrico) - dilatano i vasi sanguigni, migliorano il flusso sanguigno, riducono la pressione nei vasi dei polmoni.
    • La prevenzione delle recidive di reumatismi viene effettuata utilizzando:
      • terapia antibiotica (uso di farmaci del gruppo di antibiotici - inibendo la crescita di microrganismi),
      • indurimento,
      • trattamento di focolai di infezione cronica.

INFORMAZIONI DI CONOSCENZA

È necessaria la consultazione con un medico

  • Autori

Linee guida cliniche nazionali della Società scientifica di cardiologia tutta russa. Mosca, 2010.592 s.
Gorbachenkov A.A., Pozdnyakov Yu.M. Difetti cardiaci valvolari: mitrale, aortica, insufficienza cardiaca. M.: GEOTAR-Media, 2007.
Makolkin V.I. Difetti cardiaci acquisiti. 4a edizione. M.: GEOTAR-Media, 2008.
Manuale di cardiologia ambulatoriale. Sotto. ed. Yu.N. Belenkova, R.G. Oganov. M.: GEOTAR-Media, 2006. P.199–222.
Guida alla cardiologia. Libro di testo in 3 volumi. Ed. G.I. Storozhakova, A.A. Gorbachenkov. M.: GEOTAR-Media, 2008.
Shostak N.A., Anichkov D.A., Klimenko A.A. Difetti cardiaci acquisiti. Nel libro: Cardiology: a national guide. Ed. Yu.N. Belenkova, R.G. Oganov. M.: GEOTAR-Media, 20 "Cardiologia pediatrica" ​​ed. J. Hoffman, Mosca, 2006.

Cosa fare con l'insufficienza della valvola polmonare?

  • Scegli il cardiologo medico giusto
  • Fai il test
  • Ottieni un regime di trattamento dal tuo medico
  • Segui tutti i consigli

Insufficienza della valvola polmonare (rigurgito)

L'insufficienza della valvola polmonare è anche nota come rigurgito. In molte fonti moderne, il termine "fallimento" in relazione alle valvole cardiache è sempre più sostituito dal concetto di rigurgito. Questa malattia è piuttosto rara e può procedere senza sintomi particolari..

In alcuni casi, può verificarsi mancanza di respiro, come durante la normale camminata o un leggero esercizio. Spesso i pazienti non prestano attenzione a tali sintomi, il che aggrava lo sviluppo della malattia. Se si verificano sintomi più gravi, come dolore sistematico al petto, collo, spalle, gonfiore e altri sintomi spiacevoli, consultare il medico..

Diagramma di insufficienza della valvola polmonare (rigurgito). Fattori di rischio

Figura 1. Insufficienza della valvola polmonare

I fattori di rischio per l'insufficienza della valvola polmonare sono:

  • difetti cardiaci congeniti;
  • malattie cardiache infettive (ad esempio, endocardite causata da streptococchi, stafilococchi);
  • ipertensione polmonare;
  • cardiopatia carcinoide;
  • malattie croniche del tessuto connettivo;
  • malattie reumatiche, febbre reumatica;
  • obesità, aterosclerosi.

Cause di insufficienza della valvola polmonare

Le principali cause di insufficienza della valvola polmonare sono le seguenti:

  • ipertensione polmonare primaria;
  • ipertensione secondaria;
  • Tetrade di Fallot;
  • endocardite infettiva;
  • malattie reumatiche (la cardiopatia reumatica colpisce in modo distruttivo tutti i tipi di valvole e tessuto cardiaco);
  • tumori cancerosi del cuore o dei vasi sanguigni, dei polmoni, del tratto gastrointestinale;
  • prendendo farmaci.

Ulteriori motivi sono:

  • Sindrome di Takayasu;
  • Sindrome di Marfan (malattia congenita del tessuto connettivo);
  • artrite;
  • reumatismi;
  • sifilide;
  • disturbi acquisiti che alterano la morfologia della valvola cardiaca, come traumi durante il cateterismo, complicazioni dopo valvuloplastica con palloncino, sostituzione o riparazione della valvola.

Sintomi di rigurgito / insufficienza della valvola polmonare

La maggior parte dei pazienti con rigurgito / insufficienza polmonare da lieve a moderata non presenta alcun sintomo. Possono condurre una vita normale. I pazienti con uno sviluppo più grave della carenza possono manifestare i seguenti sintomi:

  • fatica;
  • mancanza di respiro, specialmente con lo sforzo;
  • dolore al petto;
  • palpitazioni;
  • fegato ingrossato;
  • svenimento;
  • mancanza di resistenza durante l'esercizio;
  • allungamento del ventricolo destro;
  • edema periferico;
  • soffi cardiaci diastolici;
  • gonfiore;
  • ascite secondaria.

Opzioni di trattamento per l'insufficienza della valvola polmonare

In caso di grave insufficienza valvolare, è necessaria la sostituzione chirurgica della valvola.

La sostituzione viene effettuata utilizzando valvole biologiche (donatore umano, suino).

Anche i pazienti con aritmie vengono sottoposti a crioablazione ventricolare. Questa procedura comporta la correzione dello squilibrio elettrico nel cuore che causa l'aritmia.

L'insufficienza della valvola polmonare richiede un trattamento serio, poiché il ventricolo destro di solito si adatta al sovraccarico a causa della bassa pressione. Un massiccio sovraccarico del ventricolo destro porta alla deformità del cuore e, in ultima analisi, all'insufficienza cardiaca.

Se l'insufficienza valvolare è accompagnata da ipertensione polmonare, il trattamento deve essere iniziato il prima possibile. Senza trattamento, questa malattia concomitante può causare tromboembolia, stenosi mitralica.

Una moderata insufficienza della valvola polmonare non richiede un trattamento chirurgico. È sufficiente l'osservazione sistematica da parte di un medico e un ecocardiogramma ogni sei mesi / anno.

Basato su materiali:
Wikimedia Foundation, Inc.
© 2016 American Heart Association, Inc.
Xiushui (Mike) Ren, MD; Capo redattore: Richard A Lange, MD, MBA.
© 2008-16 Specialisti del cuore dei bambini.
© 2016 Autorità per gli ospedali e le cliniche dell'Università del Wisconsin.

Insufficienza della valvola polmonare

Insufficienza della valvola polmonare: tipi, cause, sintomi, diagnosi, trattamento e prevenzione

L'insufficienza della valvola polmonare è uno dei difetti del difetto cardiaco in cui la valvola non chiude completamente l'apertura dell'arteria polmonare durante la diastole, che porta al deflusso del sangue dall'arteria al ventricolo.

Varietà

Al momento, gli esperti distinguono due tipi di patologia:

  • congenito - si sviluppa a causa dell'influenza di vari fattori avversi sul corpo di una donna incinta;
  • acquisito - si sviluppa quando esposto a fattori avversi sul corpo di un adulto.
  • La forma congenita di questo difetto, a seconda del decorso della malattia, è:
  • acuto: la malattia si manifesta nella prima vita del bambino;
  • cronico: i primi sintomi della malattia possono comparire nell'ennesimo numero di anni dopo la nascita.

Inoltre, la forma congenita della malattia ha le seguenti varietà:

  • difetto congenito, che si manifesta in una diminuzione delle dimensioni o assenza di una, due o tre cuspidi valvolari;
  • Sindrome di Marfan;
  • dilatazione idiopatica;
  • degenerazione mixomatosa: aumento dello spessore e diminuzione della densità dei lembi valvolari, che si trovano nella sindrome da displasia del tessuto connettivo (la sintesi proteica è compromessa con la formazione di strutture anormali di elastina e collagene).

Le ragioni

Le ragioni che contribuiscono allo sviluppo di questo difetto cardiaco dipendono dal tipo di malattia.

La formazione di insufficienza congenita di questa valvola si verifica quando il corpo di una donna incinta è influenzato da:

  • esposizione a radiazioni o raggi X;
  • varie infezioni;
  • eredità.

Le ragioni per la formazione di carenza organica acquisita:

  • reumatismi;
  • sifilide;
  • endocardite infettiva;
  • sindrome carcinoide;
  • infortunio al torace chiuso;
  • trattamento chirurgico del restringimento valvolare (stenosi).

Ragioni per la formazione di compromissione funzionale acquisita:

  • allargamento del ventricolo destro;
  • la formazione di un anello fibroso attorno alla valvola;
  • la presenza di ipertensione polmonare a lungo termine;
  • stenosi mitralica.

Sintomi

Il quadro clinico è dovuto allo sviluppo di disturbi nel quadro patologico e nell'emodinamica.

I sintomi che sono caratteristici di questo difetto:

  • espansione del ventricolo destro;
  • battito cardiaco accelerato;
  • debolezza generale;
  • la capacità lavorativa diminuisce;
  • appare mancanza di respiro;
  • si sviluppa cianosi (cianosi) della pelle;
  • gonfiore degli arti inferiori;
  • sanguinamento dal naso;
  • tosse persistente e secca;
  • emottisi;
  • sonnolenza;
  • le dita, spesso, sono simili alle bacchette;
  • ingrossamento dell'addome;
  • una sensazione di pesantezza, soprattutto nella parte superiore dell'addome;
  • ingrossamento del fegato.

Se non trattata, si sviluppano embolia polmonare e aneurisma polmonare..

Diagnostica

La diagnosi è difficile a causa della somiglianza del quadro clinico con altri difetti del muscolo cardiaco. Il medico deve differenziare chiaramente i sintomi dell'insufficienza della valvola polmonare da insufficienza aortica, dotto arterioso pervio, stenosi mitralica. Se hai questo difetto, devi fissare un appuntamento con un cardiologo. Durante la diagnosi è necessaria la consultazione di un cardiochirurgo.

Per fare la diagnosi corretta, il medico condurrà i seguenti tipi di esami:

  • esame fisico;
  • analisi delle urine e del sangue (generale e biochimica), analisi del sangue immunologico;
  • elettrocardiografia;
  • fonocardiogramma;
  • ecocardiografia;
  • ecocardiografia doppler;
  • radiografia del torace;
  • tomografia computerizzata a spirale;
  • angiografia coronarica;
  • ventricolografia.

Trattamento

L'eliminazione di questo difetto cardiaco viene effettuata solo mediante intervento chirurgico (trapianto e protesi). Il trattamento medico conservativo viene effettuato solo con l'obiettivo di ridurre l'insufficienza cardiaca. Prevede la nomina dei seguenti farmaci:

  • inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina;
  • antagonisti del recettore dell'angiotensina 2;
  • nitrati e diuretici.

Prevenzione

  • prevenzione dello sviluppo di disturbi che portano a una violazione;
  • trattamento tempestivo delle infezioni.

Sintomi e segni di insufficienza della valvola polmonare

L'insufficienza della valvola polmonare è una malattia in cui l'elemento specificato non ha la capacità di chiudersi completamente. Ciò fa sì che il sangue rifluisca dall'arteria polmonare mentre il muscolo cardiaco si rilassa. La malattia è accompagnata da debolezza, mancanza di respiro, tachicardia, cianosi della pelle e altri sintomi pericolosi..

L'ECG, l'ecografia del cuore, la flebografia giugulare, l'angiopolmonografia e altri metodi di analisi accurati e altamente complessi consentono di identificare i problemi della valvola polmonare..

È estremamente importante trattare questa malattia, perché causa insufficienza cardiaca ventricolare destra e può persino causare endocardite infettiva..

Di norma, il trattamento farmacologico non viene praticato, ma viene utilizzata la sostituzione della valvola polmonare.

Sintomi

Il paziente può notare l'effetto negativo sia della malattia stessa che delle sue complicanze, ma molto spesso i sintomi indicano proprio l'insufficienza della valvola arteriosa polmonare. La malattia si manifesta soprattutto se è presente ipertensione polmonare (aumento della pressione dei vasi polmonari). Altrimenti, il paziente potrebbe anche non sapere di avere una malattia così grave..

L'insufficienza della valvola arteriosa polmonare di 1 ° grado si manifesta come segue:

  • debolezza generale a causa del flusso sanguigno alterato;
  • dispnea;
  • tachicardia;
  • lieve cianosi della pelle.

Quindi ogni fase aggiunge sempre più sintomi. L'edema appare sulle gambe a causa del ristagno di sangue, la quantità di liquido nella cavità addominale aumenta, il che porta alla comparsa di un addome grande e denso, quindi il fegato si ingrandisce completamente.

Quadro clinico [| ]

Con difetti valvolari minimamente espressi, la malattia può non manifestarsi clinicamente. Con lo scompenso, una clinica di disturbi emodinamici appare nella circolazione polmonare o grande. I più comuni sono mancanza di respiro da sforzo, cianosi della pelle, edema, palpitazioni, dolore al cuore, tosse.

Manifestazioni cliniche di insufficienza della valvola mitrale. [| ]

Vedi anche: prolasso della valvola mitrale

Soggettivamente

- non ci sono reclami nella fase di compensazione, con una diminuzione della funzione contrattile del ventricolo sinistro e un aumento della pressione nella circolazione polmonare, compaiono reclami su:

  • mancanza di respiro, prima con l'esercizio e poi a riposo
  • battito cardiaco
  • dolore nella regione del cuore ischemico (a causa dello sviluppo ritardato dei collaterali coronarici con ipertrofia miocardica)
  • tosse secca

Con un aumento dei sintomi di insufficienza ventricolare destra, appare edema sulle gambe, dolore nell'ipocondrio destro (a causa di un aumento del fegato e stiramento della sua capsula).

  1. esame: acrocianosi, gonfiore delle vene del collo
  2. palpazione: impulso apicale diffuso potenziato, spostato a sinistra e spesso verso il basso nel V o VI spazio intercostale; gobba cardiaca (con ipertrofia ventricolare destra e dilatazione)
  3. percussione: espansione della relativa ottusità del cuore, prima a sinistra, in alto, e poi a destra.
  4. auscultazione: io tono all'apice del cuore è indebolito o assente (poiché non c'è "periodo di valvole chiuse"); soffio sistolico all'apice, che si diffonde lungo le costole V e VI sotto l'ascella e fino alla punta di Botkin e diminuisce alla fine della sistole (si verifica a causa del passaggio del sangue dal ventricolo sinistro all'atrio sinistro attraverso uno stretto spazio tra i lembi valvolari); accento del II tono sopra l'arteria polmonare e la sua scissione (dovuta alla rapida chiusura delle valvole all'aumentare della pressione).
  5. caratteristiche del polso e della pressione sanguigna: non ci sono cambiamenti caratteristici.

Manifestazioni cliniche della stenosi mitralica [| ]

Articolo principale: stenosi della valvola mitrale

Soggettivamente

  • mancanza di respiro all'inizio con sforzo fisico, poi a riposo; con un forte aumento della pressione nella circolazione polmonare, può comparire l'asma cardiaco
  • tosse secca o con una piccola quantità di espettorato mucoso
  • raucedine (sintomo di Ortner)
  • emottisi (i siderofagi compaiono nell'espettorato - "cellule di difetti cardiaci")
  • dolore al cuore, palpitazioni, interruzioni; spesso si sviluppa fibrillazione atriale
  • debolezza, aumento della fatica (poiché la fissazione del volume minuto è caratteristica - l'assenza di un adeguato aumento del volume minuto del cuore durante l'esercizio)
  1. esame: sullo sfondo della pelle pallida si manifesta un rossore "mitralico" violaceo nettamente definito delle guance con cianosi delle labbra e della punta del naso (facies mitralis); aumento della pulsazione epigastrica del ventricolo destro ("battito cardiaco"); assenza o indebolimento dell'impulso apicale (poiché il ventricolo sinistro non è aumentato di volume ed è spostato da un ventricolo destro ipertrofico)
  2. palpazione: alla palpazione dell'apice del cuore, soprattutto dopo uno sforzo fisico nella posizione sul lato sinistro durante l'espirazione - tremore diastolico ("fusa di gatto" - dovuto alle fluttuazioni del sangue quando passa attraverso l'apertura mitrale ristretta); un sintomo dei due martelli di Nesterov - se metti la mano con il palmo sull'apice, e con le dita sulla zona del II spazio intercostale a sinistra dello sterno, allora il tono di battito di I è sentito dal palmo come il primo "martello", e il tono di II accentuato è sentito dalle dita come il secondo "martello"; gobba di cuore.
  3. percussione: spostamento dei confini di ottusità relativa del cuore verso l'alto (a causa dell'ipertrofia dell'atrio sinistro) e verso destra (a causa dell'espansione del ventricolo destro), mentre i confini dell'ottusità cardiaca assoluta aumentano più del relativo (poiché a causa dell'espansione del ventricolo destro, il cuore, spingendo i bordi dei polmoni a parte, preme contro la parete toracica con la sua metà allargata destra).
  4. auscultazione: aumento (sbattimento) tono sopra l'apice del cuore (in diastole il ventricolo sinistro non è sufficientemente pieno di sangue e si contrae rapidamente); un III tono aggiuntivo all'apice (il tono di apertura della valvola mitrale; associato a un forte movimento dei lembi della valvola mitrale all'inizio della diastole); Tono + II tono + clic di apertura della valvola mitrale - ritmo a tre membri all'apice del cuore - ri; soffio diastolico all'apice del cuore che si manifesta in diversi periodi di diastole: soffio protodiastolico - si verifica all'inizio della diastole, è associato al movimento del sangue attraverso l'apertura ristretta a causa della differenza di pressione nell'atrio e nel ventricolo; timbro decrescente, basso brontolio (equivalente palpatorio - "fusa di gatto"), si sente in uno spazio ristretto, meglio dopo lo sforzo fisico, sul lato sinistro, all'espirazione, non eseguito.
  5. soffio presistolico - si verifica alla fine della diastole a causa della sistole atriale attiva; ha un carattere crescente, scompare con la fibrillazione atriale
  • caratteristiche del polso e della pressione sanguigna: polso diverso (sintomo di Popov) - il polso dell'arteria radiale sinistra è più debole di quello destro a causa della compressione dell'arteria succlavia sinistra da parte di un atrio sinistro allargato; La pressione arteriosa tende a diminuire a causa della ridotta gittata cardiaca.

    Il quadro clinico della stenosi aortica [| ]

    Articolo principale: stenosi della valvola aortica

    Vedi anche: cardiopatia aortica

    Soggettivamente

    - è asintomatico per lungo tempo, i principali disturbi compaiono quando l'apertura aortica si restringe di 2/3 della norma (meno di 0,75 cm2):

    • dolore costrittivo dietro lo sterno durante lo sforzo (diminuzione della circolazione coronarica).
    • vertigini, svenimenti (deterioramento della circolazione cerebrale);

    Inoltre, con una diminuzione della funzione contrattile del ventricolo sinistro, ci sono: attacchi di asma cardiaco; mancanza di respiro a riposo; aumento della fatica (a causa della mancanza di un adeguato aumento del volume minuto del cuore durante l'esercizio). Quando si verifica un ristagno nella circolazione sistemica, i pazienti lamentano: gonfiore degli arti inferiori; dolore nell'ipocondrio destro (associato a ingrossamento del fegato e stiramento della capsula).

    1. esame: pallore della pelle (dovuto al vasospasmo dei vasi cutanei come reazione a una piccola gittata cardiaca), acrocianosi (con scompenso), edema degli arti inferiori, gonfiore delle vene cervicali, pronunciato impulso apicale.
    2. palpazione: palpata da un impulso apicale diffuso "alto" resistente, spostato verso il basso (VI spazio intercostale) e verso sinistra (fino alla linea ascellare anteriore); alla punta di Botkin e specialmente nel secondo spazio intercostale a destra dello sterno (sopra l'aorta), spesso si determina il tremore sistolico ("fusa di gatto"), derivante dal vortice di sangue che passa attraverso l'apertura aortica ristretta.
    3. percussione: espansione del bordo sinistro della relativa ottusità del cuore, aumento delle dimensioni del diametro del cuore (configurazione aortica del cuore).
    4. auscultazione: il primo tono è indebolito (a causa di una lenta contrazione del ventricolo sinistro e dell'allungamento della sistole), il secondo tono è indebolito sopra l'aorta (e con l'immobilità dei lembi della valvola aortica fusa, può scomparire completamente); un soffio sistolico ruvido, crescente decrescente con l'epicentro sopra l'aorta, viene effettuato sulle arterie carotidi, amplificato ascoltando il paziente sul lato destro trattenendo il respiro durante l'espirazione.
    5. caratteristiche del polso e della pressione sanguigna: il polso è piccolo, lento e raro (il sangue scorre nell'aorta lentamente e in quantità minori); pressione arteriosa sistolica diminuita, diastolica normale o aumentata, pressione del polso diminuita.

    Il quadro clinico dell'insufficienza aortica [| ]

    Articolo principale: cardiopatia aortica

    Soggettivamente

    - nella fase di compensazione del difetto, lo stato di salute generale è soddisfacente, solo a volte i pazienti avvertono palpitazioni (dovute a tachicardia compensatoria) e pulsazioni dietro lo sterno (a causa del movimento di un aumento del volume sanguigno dal ventricolo sinistro all'aorta e alla schiena), con scompenso dei reclami su:

    • dolore nell'area del cuore dell'angina pectoris, scarsamente o disaccoppiato dalla nitroglicerina (a causa di relativa insufficienza coronarica dovuta a ipertrofia miocardica, deterioramento del riempimento sanguigno delle arterie coronarie con bassa pressione diastolica nell'aorta e dovuto alla compressione degli strati subendocardici da eccesso di volume sanguigno)
    • capogiri, tendenza a svenire (associati a malnutrizione cerebrale)
    • mancanza di respiro, prima durante l'esercizio e poi a riposo (appare con una diminuzione della funzione contrattile del ventricolo sinistro)
    • gonfiore, pesantezza e dolore nell'ipocondrio destro (con lo sviluppo di insufficienza ventricolare destra)
    1. esame: pallore della pelle (causato da una bassa circolazione sanguigna nel sistema arterioso durante la diastole); pulsazione delle arterie periferiche - carotide ("danza delle carotidi"), succlavia, brachiale, temporale; scuotimento ritmico della testa, sincrono con il polso (sintomo di Musset); cambiamento ritmico nel colore del letto ungueale e delle labbra con leggera pressione con vetro trasparente sulla mucosa delle labbra, all'estremità dell'unghia, il cosiddetto polso capillare (sintomo di Quincke).
    2. palpazione: l'impulso apicale è determinato nel sesto, a volte nel settimo spazio intercostale, verso l'esterno dalla linea medioclavicolare, diffuso, rinforzato, elevante, a cupola.
    3. percussione: il confine dell'ottusità cardiaca relativa è spostato verso il basso e verso sinistra, la dimensione del diametro del cuore e la larghezza del fascio vascolare sono aumentate (configurazione aortica).
    4. auscultazione: il tono all'apice del cuore è indebolito (le cuspidi della valvola mitrale collassano con un'ampiezza minore a causa del trabocco del ventricolo sinistro con il sangue, la pressione nella cavità del ventricolo sinistro aumenta lentamente in assenza di periodi di valvole chiuse); II tono sull'aorta con difetto reumatico è indebolito, con sifilitico e aterosclerotico - sonoro, a volte intensificato e persino con una sfumatura metallica; soffi: soffio organico - soffio protodiastolico soffio soffice sopra l'aorta, condotto all'apice del cuore; con difetto reumatico, questo rumore non è grossolano, si sente meglio nel punto Botkin-Erb, con difetto sifilitico, il rumore è più grossolano, si sente meglio nel secondo spazio intercostale a destra
    5. soffi funzionali: soffio sistolico all'apice (relativa insufficienza della valvola mitrale con ampia espansione del ventricolo sinistro); Soffio diastolico e presistolico di Flint (il flusso inverso di sangue durante la diastole dall'aorta al ventricolo si verifica con una forza considerevole e spinge il lembo della valvola mitrale, che crea una stenosi funzionale dell'orifizio mitrale, e durante la diastole, si crea un'ostruzione del flusso sanguigno dall'atrio sinistro al ventricolo).

    Sull'arteria femorale si sente un doppio tono Traube (a seguito delle oscillazioni della parete del vaso durante la sistole e durante la diastole) e un doppio soffio Vinogradov-Durozier (il primo soffio stenotico è causato dal flusso sanguigno attraverso il vaso ristretto dallo stetoscopio; il secondo è l'accelerazione del flusso sanguigno di ritorno verso il cuore durante tempo di diastole).

    1. caratteristica del polso e della pressione sanguigna: il polso è veloce, alto, grande (a causa dell'elevata pressione del polso e dell'aumento del volume sanguigno che entra nell'aorta durante la sistole); la pressione sanguigna sistolica aumenta, la pressione sanguigna diastolica diminuisce, la pressione del polso aumenta.

    Tipi di insufficienza

    Questa patologia è suddivisa in diverse sottospecie. Dipende dall'origine della malattia e dalla natura del suo decorso.

    Al momento dell'occorrenza (o per origine) si distinguono:

    1. insufficienza congenita;
    2. acquisito (di solito a causa dell'azione di infezioni, tumori, traumi).

    Per la natura del corso, l'insufficienza può essere:

    1. acuto (quando un difetto cardiaco si manifesta quasi immediatamente dopo la nascita, poiché sono interessate diverse valvole e setti);
    2. cronico (la malattia si manifesta solo dopo pochi anni).

    Ci sono altre classificazioni. Il fallimento è organico (quando è causato da una patologia nella struttura della valvola) o funzionale (quando il deflusso di sangue nel cuore è causato dall'espansione del tronco dell'arteria o delle cavità cardiache).

    Cause di occorrenza

    È importante che i genitori, così come le persone potenzialmente malate, conoscano le cause della malattia, perché in tal caso può essere prevenuta o preparata mentalmente per essa.

    1. Insufficienza congenita. La malattia è piuttosto rara e appare solo a causa dell'esposizione a fattori avversi durante la gravidanza. Questo può essere un eccesso di radiazioni, raggi X, infezioni gravi. Inoltre, l'insufficienza valvolare può verificarsi attraverso un meccanismo determinato geneticamente. Di regola, in questo caso, la malattia si manifesta come segue:
    • sottosviluppo congenito della valvola (riduzione delle dimensioni delle sue valvole o loro assenza);
    • Sindrome di Marfan (malattia del tessuto connettivo), in cui l'arteria polmonare è notevolmente ingrandita;
    • degenerazione mixomatosa dei lembi valvolari (quando il loro spessore è aumentato, ma la densità è ridotta);
    • allargamento del tronco polmonare per ragioni sconosciute.
    1. Carenza organica acquisita. Questa malattia può manifestarsi a qualsiasi età, anche da adulto, come complicazione di una serie di malattie: reumatismi, endocardite infettiva, sifilide, malattia da carcinoide, conseguenze di traumi toracici e interventi chirurgici sulla valvola polmonare.
    1. Compromissione funzionale acquisita. Questa patologia si verifica molto meno spesso, poiché si verifica sullo sfondo di malattie polmonari protratte, che portano a vasodilatazione patologica, oa causa dell'ipertensione polmonare causata da altri fattori (ad esempio, la presenza di stenosi mitralica).

    Com'è l'operazione di protesi?

    L'operazione è affidata a quelle persone a cui è stata diagnosticata una malattia della valvola polmonare subcompensata o scompensata. A giudicare dalla situazione, il medico decide se mantenere la valvola o inserirne una nuova. Le valvole artificiali sono sia meccaniche che biologiche. Tuttavia, la durata del biologico è di soli 15 anni, quindi l'operazione deve essere ripetuta. Pertanto, ai giovani viene immediatamente data una meccanica.

    Per quelle persone che hanno subito un ictus o un infarto miocardico, la chirurgia è controindicata. È inoltre vietato eseguire un'operazione così grave per i diabetici..

    Prima dell'operazione per 12 ore al paziente è vietato mangiare e tutti i farmaci vengono annullati. Alla vigilia, a una persona viene offerto di bere un sedativo in modo che non si prepari a cattivi pensieri e non abbia paura. Dopotutto, l'operazione viene eseguita a cuore aperto e in questo momento la sua funzione viene eseguita da una macchina cuore-polmone. Ma il rischio, grazie alle capacità affinate e al lavoro di squadra di specialisti, è minimo.

    Dopo l'operazione, il paziente deve sottoporsi a un corso di riabilitazione. Il programma del corso prevede solitamente esercizi di fisioterapia e speciali esercizi di respirazione.

    Metodi diagnostici

    Una fase importante nel trattamento di questa malattia è la sua diagnosi. Quindi, è necessario non solo stabilire la presenza di insufficienza, ma anche scoprire quale forma e gravità ha. La diagnostica viene eseguita in più fasi:

    • raccogliere un'anamnesi della malattia, risolvendo tutti i reclami relativi a questo problema (edema, mancanza di respiro, palpitazioni, ecc.);
    • prendere una storia di vita per stabilire la causa della malattia;
    • esame del paziente (il medico presta attenzione ai segni esterni della malattia: cianosi, acrocianosi, aumento dell'addome, secrezione delle vene del collo, espansione del cuore a destra, gonfiore delle gambe, rumore durante la diastole);
    • analisi delle urine e del sangue per confermare l'infiammazione;
    • analisi del sangue biochimica per colesterolo, creatinina e altri indicatori;
    • analisi immunologica per rilevare gli anticorpi a possibili agenti causali di infezione che hanno causato patologia cardiaca;
    • ECG;
    • fonocardiografia (analisi del soffio cardiaco);
    • L'ecocardiografia (ecografia del cuore) è un metodo diagnostico selettivo che consente di stabilire con precisione la presenza di un difetto. È anche possibile studiare con una sonda Doppler;
    • altri metodi (radiografia del torace, TC spirale, cateterismo cardiaco, ecc.).

    ECG per insufficienza della valvola aortica

    Un complesso di metodi diagnostici è importante non solo per stabilire la presenza di una malattia, ma per raccogliere maggiori informazioni su di essa. Dopotutto, il trattamento può essere eseguito chirurgicamente e quando si prepara un'operazione è importante tenere conto di tutti i fattori che possono influire sul suo successo..

    Diagnostica

    All'esame obiettivo di pazienti con insufficienza della valvola arteriosa polmonare, vengono palpate pulsazioni del ventricolo destro, tremore diastolico; c'è un aumento della componente polmonare del tono II, un soffio diastolico decrescente.

    La fonocardiografia registra un soffio diastolico precoce, che si attenua gradualmente, nell'area dell'arteria polmonare. I dati dell'ECG indicano ipertrofia e sovraccarico del cuore destro. L'ecocardiografia con imaging Doppler mostra segni di rigurgito diastolico dall'arteria polmonare al ventricolo destro. A volte vengono determinati vegetazione sulla valvola, stenosi, espansione dell'anello fibroso dell'arteria polmonare, prolasso del setto interventricolare nella cavità del ventricolo sinistro.

    La radiografia del torace è caratterizzata da rigonfiamento dell'arco dell'arteria polmonare, aumento del pattern vascolare dei polmoni, segni di dilatazione del cuore destro. I risultati della flebografia giugulare nell'insufficienza della valvola polmonare indicano la presenza di rigurgito tricuspide come conseguenza dell'insufficienza ventricolare destra. Quando si sondano le camere del cuore, vengono determinati un aumento della CVP e della pressione diastolica finale nel ventricolo destro. L'angiopolmonografia dimostra la presenza di rigurgito, come evidenziato dal flusso di contrasto durante la sua diastole dall'arteria polmonare al ventricolo destro. Durante la diagnosi, è necessario escludere l'insufficienza aortica, l'espansione idiopatica dell'arteria polmonare.

    Come fa il medico a diagnosticare, quali test e procedure saranno richiesti? Il cardiologo, infatti, utilizza un programma standard per l'esame del cuore e dei suoi difetti. Non può fare una diagnosi solo sulla base dei reclami del paziente. Ha bisogno di oggettivare, poi concretizzare il problema, scoprire a che punto è la malattia.

    La ricerca viene svolta come segue:

    • radiografia del torace;
    • ECG ed echoECG;
    • cateterizzazione delle cavità;
    • test di laboratorio;
    • angiopolmonografia a contrasto.

    Inoltre, il medico cerca altri segni, come il gonfiore delle vene del collo. All'auscultazione, a volte si sente del rumore; il medico può determinare la durata di questi rumori e può fare un'ipotesi sulla loro natura. Tuttavia, la sua ipotesi deve ancora essere confermata utilizzando le procedure elencate. Se la valvola polmonare funziona normalmente e non si sente alcun rumore anomalo, non sono necessarie procedure.

    Le donne incinte ricevono un'ecografia speciale per scoprire se esiste il rischio di patologie cardiache nel feto.

    Approcci terapeutici

    A seconda dello stadio della malattia (1, 2, 3, ecc.) E delle cause della sua insorgenza, il trattamento può essere farmacologico o chirurgico. Prima di tutto, eliminano le cause dell'insufficienza (sbarazzarsi dell'infezione, eliminare il liquido accumulato nei polmoni, ecc.). Quindi, se necessario, vengono prescritti farmaci:

    • inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (riportano la pressione alla normalità, eliminano l'aritmia, normalizzano la funzione cardiaca, dilatano i vasi sanguigni);
    • antagonisti del recettore dell'angiotensina 2 (usati se i primi non funzionano o sono controindicati);
    • nitrati (come la nitroglicerina, che dilata le arterie e le vene, abbassando così la pressione in esse);
    • diuretici (eliminare il liquido accumulato nel corpo, alleviare il gonfiore).

    Se è necessario eliminare sintomi speciali di fallimento (ad esempio, aritmia, insufficienza ventricolare), vengono prescritti anche farmaci per curarli.

    Se è necessario un intervento chirurgico (di regola, è necessario se ci sono problemi pronunciati con la valvola, che comportano gravi disturbi emodinamici), viene eseguita una delle seguenti operazioni:

    • plastica (riducendo lo spessore del tronco dell'arteria polmonare);
    • sostituzione della valvola (vengono utilizzati sostituti naturali o artificiali);
    • trapianto di cuore e polmone (se il cuore è già gravemente compromesso ei polmoni hanno ipertensione polmonare alta persistente).

    Inoltre, è necessario un intervento chirurgico se, oltre al difetto della valvola polmonare, ci sono altri problemi (ad esempio, un difetto del setto atriale o interventricolare). Quindi eliminano tutti i problemi contemporaneamente.

    Dopo l'operazione, il trattamento non finisce. È necessario monitorare il paziente. Se viene installata una protesi meccanica, vengono costantemente assunti anticoagulanti indiretti, se biologici, entro 1-3 mesi. E solo dopo la chirurgia plastica, la terapia farmacologica non è richiesta.

    Cause, sintomi, complicanze e principali metodi di trattamento della stenosi mitralica

    La migliore prevenzione in ogni momento dal malfunzionamento delle valvole è mantenere uno stile di vita sano. Nessun integratore vitaminico o "formule d'oro" della giovinezza aiuterà a mantenere la salute se una persona fuma fin dalla giovane età e non segue un regime di sonno e veglia.

    Il cuore umano è un organo molto vulnerabile. Il fumo e l'alcol gli fanno danni irreparabili. E un altro fattore per la salute del cuore: una persona è progettata per muoversi. A qualsiasi età, dovrebbe fare sport, ma con moderazione. Anche i carichi pesanti per il bene dei risultati sono dannosi..

    Le donne durante la gravidanza dovrebbero evitare vari fattori mutageni e non dovrebbero assumere farmaci senza consultare il proprio medico. Molti farmaci in utero possono portare a difetti della valvola polmonare.

    Il trattamento medico per l'insufficienza della valvola polmonare aiuta a ridurre l'insufficienza cardiaca: a questo scopo vengono utilizzati dilatatori venosi e diuretici. Il danno organico della valvola richiede una profilassi antibiotica per l'endocardite batterica.

    In assenza di disturbi emodinamici, la correzione chirurgica cardiaca dell'insufficienza della valvola polmonare non è indicata. Gli interventi palliativi (restringimento del tronco polmonare, applicazione di anastomosi polmonare sistemico, ecc.) Possono essere eseguiti nei bambini con insufficienza congenita della valvola arteriosa polmonare. La chirurgia radicale per correggere l'insufficienza comprende la sostituzione della valvola arteriosa polmonare con una protesi biologica o meccanica e l'eliminazione dei concomitanti difetti cardiaci congeniti.

    Il periodo postoperatorio può essere complicato dallo sviluppo di EP, endocardite infettiva secondaria, degenerazione delle protesi biologiche, che richiedono una reprotesi.

    La prognosi per l'insufficienza della valvola polmonare può variare. Le forme acute di difetto, che si manifestano fin dai primi giorni di vita, richiedono un intervento chirurgico precoce e sono accompagnate da un'elevata mortalità. Con un'insufficienza isolata della valvola arteriosa polmonare, il difetto rimane compensato per lungo tempo e i pazienti vivono fino a 40-57 anni.

    Quando si conduce una gravidanza in donne con insufficienza della valvola polmonare, è necessario prevenire l'ipossia fetale e il parto prematuro. Le donne incinte richiedono il monitoraggio ecografico della circolazione sanguigna uteroplacentare, l'osservazione di un ostetrico-ginecologo, cardiologo, terapista, cardiochirurgo.

    La prevenzione dell'insufficienza secondaria della valvola arteriosa polmonare si riduce alla prevenzione di endocardite batterica, aterosclerosi, sifilide, malattie polmonari croniche, complicanze iatrogene durante l'intervento chirurgico al cuore. Prevenzione dell'insufficienza della valvola polmonare primaria - lo stesso che con altri CHD.

    Possibili complicazioni e prognosi

    Se l'operazione non viene eseguita, possono svilupparsi molte complicazioni. Questo è un deterioramento del lavoro del ventricolo destro e lo sviluppo della patologia della valvola tricuspide nel tempo e l'insorgenza di embolia polmonare, endocardite infettiva, aritmia e altri problemi. Una visita tempestiva a un medico ti consentirà di evitare conseguenze così gravi e l'operazione annullerà completamente i possibili rischi.

    Ma in casi speciali, le complicazioni sono possibili anche dopo l'intervento chirurgico e i pazienti devono tenerne conto. Di regola, le malattie sono le seguenti:

    • embolia polmonare;
    • endocardite infettiva;
    • trombosi della protesi;
    • fistole paravalvulari;
    • distruzione o calcificazione della protesi.

    Quali previsioni può dare un medico a un paziente con questa insufficienza? Dipende dalla gravità del difetto, da come reagisce il corpo e anche in quale fase della malattia. Quindi, se i sintomi dell'insufficienza congenita sono comparsi fin dai primi giorni, il bambino di solito muore, anche se viene eseguito un intervento chirurgico. Se il difetto è isolato (cioè senza stratificare altre patologie cardiache), praticamente non si manifesta, puoi conviverci per molto tempo e senza problemi particolari.

    Stenosi dell'arteria polmonare

    La stenosi (restringimento) dell'arteria polmonare può essere causata da un'ostruzione valvolare, subvalvolare o periferica isolata e si verifica anche in concomitanza con difetti cardiaci congeniti più gravi.

    La stenosi dell'arteria polmonare con una valvola isolata si verifica nell'8-12% dei casi di difetti cardiaci congeniti nei bambini. La stenosi sottovalvolare può portare a un'arteria a forma di imbuto e si riscontra spesso nei bambini con una valvola polmonare normale. Questa condizione potrebbe essere dovuta alla tetrade di Fallot..

    Il restringimento periferico dell'arteria polmonare può portare a un'ostruzione a livello dell'arteria polmonare principale, nell'area della biforcazione o nei rami più distali (distanti). In alcuni punti, la pervietà è ostruita, ma la stenosi può essere causata da altre anomalie cardiache congenite, ad esempio un difetto nel setto interventricolare o un condotto arterioso aperto, ecc..

    La stenosi può essere diagnosticata durante lo sviluppo intrauterino o subito dopo la nascita. Il restringimento critico dell'arteria polmonare è considerato potenzialmente pericoloso per i neonati.

    Un'immagine ecografica del cuore durante la gravidanza può mostrare una stenosi valvolare isolata a causa di un ispessimento anormale o della valvola bicuspide. Inoltre, con l'aiuto degli ultrasuoni, il medico può rilevare la stenosi causata dall'infezione da rosolia durante lo sviluppo intrauterino o accompagnata da altre anomalie congenite, ad esempio la tetralogia di Fallot o la sindrome di Noonan.

    Nei neonati, la condizione viene solitamente diagnosticata dalla presenza di soffi sistolici durante l'ascolto dei polmoni con un fonendoscopio.

    Sintomi e diagnosi della stenosi dell'arteria polmonare

    I sintomi della stenosi dipendono dalla gravità della patologia. Una forma lieve può essere asintomatica, una forma più grave di patologia può causare i seguenti sintomi:

    • dispnea
    • dolore al petto
    • svenimento durante lo sforzo
    • svenimento senza causa

    Si sentono lievi soffi sistolici polmonari quando il bambino è sdraiato, ma tali suoni possono essere uditi anche in bambini sani e possono essere associati a cambiamenti fisiologici nel sistema respiratorio.

    La diagnosi di stenosi dell'arteria polmonare può consistere nelle seguenti procedure:

    • ecocardiografia: consente di confermare la presenza di un difetto valvolare;
    • ECG - mostra la presenza di ipertrofia ventricolare, atrio destro e altre anomalie nella fisiologia del cuore;
    • l'angiografia consente di confermare la diagnosi ed è spesso prescritta a bambini con più anomalie cardiache;
    • una radiografia del torace consente al medico di identificare l'allargamento del ventricolo destro e dell'atrio.

    Trattamento della stenosi dell'arteria polmonare

    Il trattamento iniziale per la cardiopatia critica in un neonato comprende la rianimazione generale e farmaci per dilatare il dotto arterioso. In assenza di sintomi di patologia e la pressione sanguigna nel ventricolo destro è inferiore a 60 mm Hg. Arte. il bambino viene visitato da un cardiologo ogni 1-2 anni. Questi esami di routine includono ECG, ecocardiografia e radiografia del torace..

    Con l'endocardite infettiva, il trattamento chirurgico viene eseguito:

    • in caso di sintomi e pressione sanguigna nel ventricolo superiore a 60 mm Hg. Arte. Il cateterismo cardiaco viene eseguito utilizzando una valvotomia, che porta all'eliminazione dell'insufficienza della valvola polmonare. Se la procedura non risolve il problema, è necessaria una sostituzione della valvola polmonare;
    • l'impianto della valvola polmonare percutanea è un'alternativa alla correzione chirurgica della valvola e alla sostituzione della disfunzione ventricolare destra;
    • L'angioplastica con palloncino dell'arteria polmonare, con o senza posizionamento di uno stent metallico espandibile, può essere utilizzata per trattare la patologia.

  • Articolo Successivo
    Segni ECG di LVH