Mancanza di ossigeno nel sangue


7 minuti Autore: Lyubov Dobretsova 1231

  • Le principali cause di carenza di ossigeno
  • Forme di ipossia
  • Sintomi di carenza di ossigeno
  • Conseguenze pericolose dell'ipossia
  • Metodi di correzione medica
  • Metodi non farmacologici
  • Risultato
  • Video collegati

L'ossigeno (ossigenio, denominazione - O) è un gas vitale nell'aria, che non ha colore e odore. Il contenuto di ossigeno insufficiente negli organi e nei tessuti del corpo umano in medicina è chiamato ipossia..

Il livello normale di saturazione (saturazione dei vasi sanguigni di ossigenio) in un adulto è del 96-98%. Con una diminuzione degli indicatori, si sviluppa l'ipossiemia - una mancanza di ossigeno nel sangue. L'ipossiemia e l'ipossia sono in stretta correlazione.

La carenza di molecole di O nel sangue porta invariabilmente alla carenza di ossigeno di tutti gli organi e sistemi. Queste condizioni non appartengono a malattie indipendenti, ma sono processi patologici associati a malattie del cuore, del cervello, del sistema nervoso centrale, del sistema respiratorio, dei reni, del fegato, ecc..

Quando viene inalato, l'ossigeno dai polmoni entra nel flusso sanguigno, dove viene catturato dall'emoglobina, una proteina contenente ferro. Con l'aiuto dei globuli rossi (eritrociti), l'emoglobina ossigenata viene trasportata in tutto il corpo. Penetrando negli organi e nei tessuti, l'emoglobina cede l'ossigeno per garantire le loro funzioni vitali. Invece delle molecole di ossigenio, l'anidride carbonica è attaccata alla proteina contenente ferro.

I globuli rossi lo trasferiscono nella direzione opposta (ai polmoni) per un ulteriore utilizzo. Il fallimento del processo di scambio di gas nel corpo si verifica sotto l'influenza di fattori esogeni o endogeni. I primi includono influenze esterne che non dipendono da una persona, i secondi - disturbi che si verificano all'interno del corpo.

Le principali cause di carenza di ossigeno

Le cause esogene della carenza di ossigeno sono:

  • aria rarefatta nell'ambiente. Questo fenomeno è tipico delle regioni climatiche di alta montagna, locali non ventilati.
  • disidratazione (disidratazione) del corpo dovuta all'esposizione ad alte temperature (surriscaldamento), sullo sfondo di un insufficiente apporto di acqua.

Convenzionalmente, i fattori esogeni includono dipendenze e condizioni specifiche che causano una maggiore richiesta di ossigeno:

  • dipendenza da nicotina;
  • hobby per sport subacquei o alpinismo;
  • intenso allenamento sportivo e altri sovraccarichi fisici;
  • sovrappeso;
  • fame e cachessia (esaurimento del corpo);
  • condizioni di lavoro difficili (lavori in locali chiusi dall'accesso all'ambiente esterno con ventilazione artificiale insufficiente).

Le cause endogene della carenza di ossigeno sono associate a varie patologie dell'apparato respiratorio, del cuore, dei vasi sanguigni, del sistema circolatorio.

Sistema respiratorio

L'ipossiemia arteriosa accompagna malattie caratterizzate da ridotta ventilazione dei polmoni:

  • pneumosclerosi (sostituzione del parenchima polmonare con tessuto connettivo);
  • polmonite (polmonite);
  • pleurite (infiammazione della membrana polmonare);
  • ostruzione del sistema respiratorio (bronchi o polmoni) dovuta a malattie croniche (asma, bronchite, ecc.);
  • frattura o lividi gravi al torace.

Il sistema cardiovascolare

Le cause circolatorie della carenza di ossigeno sono:

  • difetto congenito del setto interventricolare del cuore, in cui si mescola sangue arterioso e venoso;
  • oppressione della capacità del miocardio di pompare sangue, altrimenti insufficienza cardiaca;
  • malattie infiammatorie del miocardio (miocardite, pericardite, endocardite);
  • Cardiopatia ischemica (malattia coronarica) e necrosi del sito miocardico (infarto);
  • infiammazione vascolare immunopatologica;
  • trombosi, tromboflebite, vene varicose, aterosclerosi.

Qualsiasi patologia cronica del cuore e dei vasi sanguigni può portare all'ipossia.

Sistema circolatorio

Una maggiore richiesta di ossigeno si verifica quando si perde la capacità dell'emoglobina di legarsi ai globuli rossi. L'ipossia emica può essere causata da malattie oncoematologiche (lesioni maligne del sangue e del sistema linfatico), sindrome ematologica, altrimenti anemia (basso contenuto di emoglobina nel sangue).

Separatamente, ci sono tipi di carenza di ossigeno notturni e tecnogenici. La variante notturna è l'apnea, un arresto temporaneo della respirazione causato da un eccessivo rilassamento della faringe dovuto al russare.

L'ipossia tecnogenica è il risultato di una lunga permanenza o residenza permanente in condizioni ambientali sfavorevoli (inquinamento artificiale dell'atmosfera con rifiuti industriali).

Forme di ipossia

In base al tasso di sviluppo, vengono classificate tre forme di ipossia:

  • cronico (può durare diversi anni);
  • acuto (fino a due ore);
  • fulmineo (si sviluppa entro tre minuti).

Se i farmaci non vengono presi in tempo, sotto l'influenza di stress neuropsicologico o fisico, una mancanza cronica di ossigeno può trasformarsi in una forma acuta di ipossia.

Sintomi di carenza di ossigeno

A seconda della gravità, i sintomi della mancanza di ossigeno sono generalmente suddivisi in due categorie (precoce e tardiva). La prima categoria comprende:

  • vertigini accompagnate da sindrome cefalica (mal di testa);
  • letargia, sonnolenza, ipoattività;
  • debolezza neuropsicologica (astenia);
  • aumento della frequenza cardiaca (tachicardia);
  • respirazione frequente e profonda;
  • pallore della pelle (spesso cianosi nell'area del triangolo naso-labiale).

L'ipossia cronica abbassa la pressione sanguigna (pressione sanguigna). Le manifestazioni tardive della carenza di ossigenio caratterizzano:

  • CFS (sindrome da stanchezza cronica);
  • disania (disturbi del sonno);
  • tachicardia stabile;
  • inadeguatezza psico-emotiva (ansia, apatia o aggressività);
  • contrazioni rapide e ritmiche delle fibre muscolari delle gambe e delle braccia (tremore);
  • dispnea;
  • accumulo di liquido nello spazio intercellulare degli arti inferiori (edema);
  • mancanza di coordinazione (atassia);
  • incontinenza (incontinenza urinaria);
  • nausea.

Le manifestazioni psicosomatiche dell'ipossia accompagnano i sintomi della malattia sottostante che ha provocato la carenza di ossigeno. Dai segni clinici e diagnostici di carenza di ossigeno, vengono isolati un contenuto di emoglobina anormale e un aumento del livello di eritrociti nell'analisi del sangue generale.

Conseguenze pericolose dell'ipossia

La fame prolungata di ossigeno provoca processi degenerativi nel cervello e nel sistema nervoso, portando a encefalopatia e demenza (demenza), un aumento del rischio di attacchi di cuore, ictus, edema polmonare, ipotensione, sindrome convulsiva. La carenza acuta di ossigeno è pericolosa per lo sviluppo di coma e morte.

Oltre all'ipossiemia fetale

La carenza di ossigeno in una donna durante il periodo perinatale merita un'attenzione speciale. L'ipossiemia nella futura mamma si riflette in un basso apporto di ossigeno al feto. La condizione è pericolosa:

  • ritardo dello sviluppo nel bambino;
  • fetopatia (patologia fetale);
  • parto prematuro;
  • distacco della placenta;
  • morte intrauterina di un bambino.

Metodi di correzione medica

Il trattamento della carenza di ossigeno è un insieme di misure volte principalmente ad eliminare la causa dell'ipossiemia. Se compaiono sintomi di mancanza di ossigeno, il medico deve regolare la terapia per la malattia sottostante. A seconda della patologia e delle caratteristiche del suo decorso, i pazienti possono essere assegnati:

  • fluidificanti del sangue;
  • regolatori dei processi redox;
  • complessi vitaminici e minerali;
  • farmaci di ferro;
  • medicinali che migliorano la circolazione sanguigna.

I farmaci cardiovascolari (cardiotonici) e i farmaci per le malattie polmonari vengono selezionati individualmente. Per aumentare la ventilazione dei polmoni, viene utilizzata l'ossigenoterapia:

  • inalazione (attraverso una maschera per l'ossigeno o un catetere nasale, attraverso un cuscino di ossigeno);
  • ossigenazione iperbarica mediante sessioni in camera a pressione;
  • non inalazione (somministrazione endovenosa di soluzione salina arricchita con perossido di idrogeno e ozono).

L'ipossiemia associata a disturbi ematopoietici viene trattata con trasfusione di sangue (trasfusione di sangue). L'ossigenoterapia e la trasfusione di sangue vengono eseguite in condizioni stazionarie.

Metodi non farmacologici

Per aumentare l'ossigeno nel sangue senza ricorrere ai farmaci, aiuta:

  • Attività fisica razionale. Quando si fanno esercizi fisici, il sangue è naturalmente saturo di molecole di ossigenio, il metabolismo è accelerato, il livello di pressione sanguigna è stabilizzato.
  • Attività all'aperto quotidiane. Per camminare, dovresti scegliere aree del parco situate lontano da imprese industriali, ferrovie e autostrade.
  • Yoga ed esercizi di respirazione. Consigliato per pazienti con disabilità. Esercizi speciali per la respirazione superficiale e profonda aumentano il tasso di scambio di gas.
  • Rispetto del regime di lavoro e riposo. Una persona che soffre di ipossia ha bisogno di dormire bene e sovraccarichi nervosi e fisici sono categoricamente controindicati..
  • L'uso della medicina tradizionale. A base di biancospino, foglie di betulla e mirtillo rosso, ginkgo biloba si preparano tisane dalle proprietà vasodilatatrici e antiossidanti.

Una condizione altrettanto importante per una normale concentrazione di ossigeno nel sangue è una dieta sana e un corretto regime di consumo. È necessario arricchire la dieta con verdura, frutta, erbe - come vitamine naturali, bere fino a due litri di acqua pulita (non gassata) al giorno.

Inoltre

Con lo sviluppo dell'ipossia acuta, una persona ha bisogno di cure mediche di emergenza, seguite da ricovero in ospedale. Prima dell'arrivo della squadra dell'ambulanza, è necessario fornire al paziente accesso all'aria fresca (allentare il colletto dei vestiti, aprire le finestre), misurare la frequenza cardiaca (polso). Se hai competenze mediche, se necessario, esegui la respirazione artificiale.

Risultato

La mancanza di ossigeno nel sangue può essere causata da:

  • la presenza di patologie croniche dell'apparato cardiovascolare, circolatorio e respiratorio;
  • sanguinamento abbondante;
  • condizioni sfavorevoli (clima alpino, lavoro in miniera);
  • stile di vita (dipendenza da nicotina, immersioni e alpinismo, attività fisica irrazionale, fame, ecc.).

Lo stato di carenza di ossigeno può essere acuto e cronico. Nel primo caso, il paziente è indicato per il ricovero urgente. Nell'ipossia acuta sussiste un grave rischio di soffocamento, coma, arresto cardiaco e morte..

Per aumentare l'ossigeno vengono utilizzati farmaci e procedure per la saturazione artificiale del sangue con molecole di ossigenio. Nella forma cronica di ipossia, vengono prescritti farmaci, terapia dietetica e terapia fisica. Esercizi di respirazione, passeggiate regolari nella cintura della foresta, lezioni di yoga, medicina tradizionale aiutano ad aumentare il livello di ossigeno.

Un eccesso di ossigeno nel sangue, così come la sua mancanza, è dannoso per la salute. L'avvelenamento da ossigeno può portare a un'eccessiva formazione di radicali liberi, che accelerano il processo di invecchiamento del corpo e attivano le cellule tumorali.

Fame di ossigeno

Autore del materiale

Descrizione

Ipossia: uno stato di carenza di ossigeno di organi e tessuti del corpo.

L'ipossia può essere a breve termine, in cui non danneggia il corpo, ma può persistere per un tempo piuttosto lungo, causando molti disturbi nel corpo. Con una carenza di ossigeno prolungata, possono verificarsi numerosi cambiamenti patologici pericolosi per il corpo umano, poiché si verifica la morte delle cellule cerebrali.

Si distinguono i seguenti motivi per lo sviluppo dell'ipossia:

  • ipossico (esogeno) - l'ipossia è associata a un ridotto contenuto di ossigeno nell'aria inalata. Spesso questo fenomeno si verifica in una stanza soffocante, non ventilata, in condizioni di alta montagna, ecc.;
  • respiratorio - l'ipossia si sviluppa a causa di una violazione del movimento dell'aria lungo il tratto respiratorio, ad esempio con soffocamento, broncospasmo, edema della mucosa bronchiale, edema polmonare, polmonite;
  • emico - l'ipossia è associata a una ridotta capacità di ossigeno del sangue, che, di regola, si verifica con avvelenamento da monossido di carbonio o anemia emolitica. In questo caso, il sangue perde la sua capacità di attaccare l'ossigeno all'emoglobina degli eritrociti;
  • circolatorio - l'ipossia si verifica a causa della presenza di insufficienza cardiovascolare;
  • sovraccarico - l'ipossia si sviluppa quando l'assorbimento di ossigeno da parte dei tessuti del corpo è compromesso. Spesso si verifica con un'attività fisica eccessiva, quando la necessità di ossigeno supera in modo significativo il suo flusso effettivo ai tessuti;
  • istotossico - l'ipossia si verifica a seguito di avvelenamento con sali di metalli pesanti, che bloccano gli enzimi coinvolti nella "respirazione dei tessuti". Di conseguenza, l'assorbimento di ossigeno da parte dei tessuti del corpo viene disturbato;
  • mista - l'ipossia si verifica a causa degli effetti di molti dei motivi sopra indicati.

La prognosi dipende dalla causa dell'ipossia e dal tempo delle cure mediche. Come sapete, nella successiva fame di ossigeno provoca nell'organismo alcuni processi irreversibili, più difficili da correggere. Per evitare ciò, si consiglia vivamente di cercare immediatamente aiuto da una struttura medica quando compaiono i primi sintomi..

Sintomi

I segni di ipossia sono vari e dipendono in gran parte dal grado della sua gravità. L'ipossia acuta si sviluppa in pochi minuti o ore dal momento dell'esposizione al fattore causale. Questa forma di ipossia ha un quadro clinico più pronunciato; in assenza di assistenza tempestiva, può portare allo sviluppo di conseguenze irreversibili per il corpo. A sua volta, l'ipossia cronica si sviluppa lentamente, per diversi mesi o addirittura anni. Di norma, durante questo periodo il corpo si adatta alle condizioni prevalenti, tuttavia, in seguito, si sviluppano anche conseguenze irreversibili..

Si distinguono i seguenti sintomi:

  • debolezza generale;
  • affaticabilità veloce;
  • mal di testa;
  • aumento della sonnolenza, principalmente durante il giorno;
  • vertigini periodiche;
  • diminuzione della concentrazione, disturbi della memoria;
  • pallore della pelle. Un'eccezione è l'avvelenamento da monossido di carbonio, in cui si osserva arrossamento della pelle;
  • un aumento della frequenza e della profondità della respirazione. La mancanza di respiro è generalmente mista. Quando il centro respiratorio è esaurito, la respirazione diventa rara e superficiale;
  • un aumento della frequenza cardiaca, con conseguente aumento della gittata cardiaca;
  • abbassamento della pressione sanguigna;
  • edema periferico delle gambe, che indica lo sviluppo di insufficienza cardiaca.

L'ipossia cronica porta a un cambiamento nella forma delle unghie e delle falangi distali delle dita. Le unghie acquisiscono una forma arrotondata e assomigliano a un "quadrante di orologio". Le falangi distali delle dita si ispessiscono, quindi, assomigliano a bacchette.

Diagnostica

Il modo più semplice per determinare l'ipossia è la pulsossimetria, un metodo non invasivo per determinare il grado di saturazione dell'ossigeno nel sangue. Il metodo di ricerca si basa sull'uso di varie proprietà dell'emoglobina ossigenata e deossigenata. Per misurare gli indicatori, il sensore è installato su un dito o sul lobo dell'orecchio. Dopo alcuni secondi, viene visualizzato il risultato della determinazione della saturazione di ossigeno nel sangue. Normalmente, questo indicatore non dovrebbe essere inferiore al 95%.

Vengono inoltre studiati la composizione del gas e l'equilibrio acido-base del sangue arterioso e venoso. Durante lo studio vengono determinati i seguenti indicatori dell'omeostasi del corpo: pressione parziale dell'ossigeno, pressione parziale dell'anidride carbonica, pH del sangue, stato del tampone carbonato e bicarbonato e simili..

Sulla base degli indicatori elencati, è possibile identificare la carenza di ossigeno del corpo. Tuttavia, per un trattamento efficace, è importante stabilire la causa dell'ipossia. Per questo, vengono inoltre studiati i parametri del sangue di laboratorio, vengono utilizzati metodi diagnostici strumentali (elettrocardiografia, radiografia del torace, esame ecografico del cuore, organi addominali, ecc.).

Trattamento

Le misure terapeutiche sono prescritte a seconda della causa dell'ipossia, volte a combattere la mancanza di ossigeno e correggere i disturbi che si verificano nel sistema di emostasi.

In alcuni casi, per combattere l'ipossia, è sufficiente camminare all'aria aperta o ventilare la stanza in cui si trova una persona che soffre di mancanza d'aria. Tuttavia, se l'ipossia è associata a malattie dei polmoni o del sistema cardiovascolare, sono necessarie misure più serie..

Varie apparecchiature per l'ossigeno vengono utilizzate secondo necessità, come maschere di ossigeno, sacche di ossigeno o cartucce di ossigeno. In alcuni casi, una persona deve essere collegata a un dispositivo di ventilazione meccanica (ALV). Il ventilatore fornisce una fornitura forzata di una miscela di gas ai polmoni, grazie alla quale il sangue è saturo di ossigeno e l'anidride carbonica viene rimossa dai polmoni.

Dei medicinali, possono essere utilizzati:

  • farmaci broncodilatatori;
  • antiipossanti;
  • analettici respiratori;
  • farmaci con effetto cardiotropico (ad esempio glicosidi cardiaci);
  • agenti antipiastrinici, anticoagulanti.

Se la causa dell'ipossia è l'avvelenamento del corpo, vengono introdotti antidoti speciali, la cui azione è volta ad indebolire o fermare completamente l'azione del veleno sul corpo umano. La scelta dell'antidoto dipende dalla natura dell'azione della sostanza che ha causato l'avvelenamento. L'efficacia dell'applicazione dipende dall'accuratezza della definizione di un antidoto adatto e dai tempi di cura..

In situazioni di emergenza, per eliminare l'ipossia acuta, vengono eseguiti interventi chirurgici.

Medicinali

Quando si sceglie un concentratore di ossigeno da utilizzare a casa, ovviamente, si presta attenzione al suo costo, affidabilità e comfort. Attualmente, la posizione di leader è occupata dai concentratori di ossigeno fabbricati in Germania. Questi dispositivi hanno una lunga durata, alta affidabilità, basso livello di rumorosità. Inoltre, i dispositivi fabbricati in Germania sono dotati di un sistema di filtrazione di alta qualità. L'unico inconveniente è il costo elevato, poiché non tutte le persone che hanno bisogno di un concentratore di ossigeno possono permettersi questo dispositivo. I concentratori di ossigeno fabbricati negli Stati Uniti non sono praticamente inferiori. Inoltre, questi dispositivi sono i più leggeri nella classe dei concentratori di ossigeno fissi, poiché il peso di alcuni modelli non supera i 14 kg. Altre opzioni di budget includono dispositivi sviluppati in Cina, il cui prezzo è molto più basso rispetto al resto. Grazie all'avvento delle macchine per ossigeno portatili, i concentrati di ossigeno fissi sono stati eliminati, poiché i dispositivi portatili possono essere utilizzati come fonte autonoma di ossigeno a casa, anche in caso di problemi con l'elettricità..

I farmaci broncodilatatori agiscono sul tono dei muscoli bronchiali, eliminando così il broncospasmo. Questi farmaci includono vari gruppi di farmaci con diversi meccanismi d'azione, tuttavia, l'effetto principale è quello di espandere il lume dei bronchi, migliorando così il flusso d'aria ai polmoni.

Gli antiossidanti migliorano l'utilizzo dell'ossigeno circolante nel corpo e ne riducono il bisogno, cioè aumentano la resistenza di organi e tessuti all'ipossia.

Gli analettici respiratori eccitano il centro respiratorio situato nel midollo allungato. Questi farmaci possono agire direttamente sui centri del midollo allungato o in modo riflessivo, eccitando i recettori colinergici H della zona del seno carotideo, a seguito del quale aumenta l'attività del centro respiratorio. Vale anche la pena notare che ci sono rappresentanti di analettici respiratori che eccitano il centro respiratorio direttamente e in modo riflessivo.

I glicosidi cardiaci vengono utilizzati per indebolire la contrattilità del miocardio, che successivamente porta allo scompenso dell'attività cardiaca. Questi farmaci normalizzano i processi metabolici e il metabolismo energetico nel muscolo cardiaco, aumentando così in modo significativo la funzione sistolica del miocardio. Di conseguenza, la gittata sistolica aumenta, la pressione sanguigna aumenta e il ritmo dell'attività cardiaca rallenta..

Gli agenti antipiastrinici impediscono l'aggregazione dei globuli rossi e delle piastrine, riducendo così la loro capacità di aderire e aderire all'endotelio dei vasi sanguigni. Inoltre, i rappresentanti di questo gruppo di farmaci sono in grado non solo di prevenire l'aggregazione, ma anche di provocare la disaggregazione di elementi del sangue già aggregati..

Gli anticoagulanti prevengono la formazione di trombi, riducono la crescita di coaguli di sangue già insorti e aumentano anche l'effetto sui coaguli di sangue di enzimi endogeni che promuovono la fibrinolisi (il processo di dissoluzione dei coaguli di sangue).

Rimedi popolari

Non ci sono medicine tradizionali che possono alleviare una persona dall'ipossia. Per iniziare le misure terapeutiche, è necessario stabilire la causa della mancanza di ossigeno. Solo un medico qualificato è coinvolto nel trattamento dell'ipossia, che prescrive la gamma di studi necessari. Ecco perché, quando compaiono i primi sintomi, dovresti immediatamente cercare aiuto da un istituto medico. L'automedicazione a casa è severamente vietata, poiché queste azioni possono portare ad un aggravamento del processo patologico. Inoltre, è importante ricordare che l'accesso anticipato a un istituto medico è la base per un esito positivo del trattamento..

Come sapete, esistono vari cocktail di ossigeno che, secondo i produttori, sono in grado di arricchire organi e tessuti con l'ossigeno. Tuttavia, non ci sono prove cliniche e mediche a sostegno di questa teoria. Molti chiederanno perché i benefici dei prodotti a base di ossigeno non sono stati dimostrati. In effetti, tutto è semplice: l'ossigeno viene assorbito esclusivamente nei polmoni, il corpo non può ricevere ossigeno attraverso lo stomaco e l'intestino..

Ossigeno insufficiente: perché e cosa può aiutare

Ipossia (traduzione letterale dal greco - "poco ossigeno") - uno stato di carenza di ossigeno dell'intero organismo e dei singoli organi e tessuti, causato da vari fattori esterni e interni.

Cause di carenza di ossigeno

Ci sono molte ragioni per la mancanza di ossigeno. Piuttosto condizionatamente, possono essere divisi in due grandi gruppi: esterno e interno.
Le ragioni esterne includono tutti i fattori che interrompono il flusso di ossigeno nel corpo umano:

  • Bassa saturazione di ossigeno nell'aria - a causa di un'ecologia sfavorevole (inquinamento da fumo, vapori di benzina e altri prodotti chimici); quando si rimane a lungo in una stanza angusta o sovraffollata e scarsamente ventilata; trovarsi in zone di alta montagna (inalazione di aria rarefatta); avvelenamento da monossido di carbonio.
  • Incapacità o ridotta presa d'aria - con asfissia (soffocamento) a causa di un corpo estraneo nelle vie aeree; quando si annega; a causa del restringimento del lume delle vie aeree con edema allergico (edema di Quincke), un tumore troppo cresciuto; paralisi dei muscoli respiratori (in caso di avvelenamento con sostanze stupefacenti, alcuni veleni e tossine).
  • Malattie acute e croniche (il più delle volte dal sistema broncopolmonare - bronchite ostruttiva, polmonite, asma bronchiale), che portano a una violazione del processo respiratorio.

Tra le cause interne dell'ipossia, si possono distinguere le seguenti:

  • Malattie croniche del sistema cardiovascolare, in cui vengono interrotti sia i processi di ossigenazione del sangue nei polmoni che i processi di consegna dell'ossigeno con sangue a organi e tessuti.
  • Anemie in cui la quantità di emoglobina, che è un vettore di ossigeno, diminuisce.
  • Perdita di sangue dovuta a traumi ed emorragie interne.
  • La discrepanza tra la domanda di ossigeno e il suo apporto - ad esempio, con un consumo di ossigeno significativo durante un duro lavoro fisico, in una malattia infettiva acuta - le cellule hanno bisogno di molto ossigeno per un lavoro e un recupero adeguati, ma il corpo non è in grado di fornirli.
  • Ipossia tissutale, che si sviluppa nei casi in cui i tessuti non possono assorbire l'ossigeno loro fornito. Questo si osserva in caso di interruzioni nel lavoro dei tessuti e degli enzimi cellulari in caso di avvelenamento con alcuni veleni.

Sintomi

I principali sintomi della fame di ossigeno sono:

  • aumento dell'eccitabilità del sistema nervoso, letargia, incapacità di svolgere compiti semplici, sbalzi d'umore, sviluppo di uno stato depressivo;
  • vertigini, nausea, vomito, svenimenti, convulsioni;
  • palpitazioni;
  • visione offuscata, oscurità negli occhi;
  • scolorimento della pelle;
  • disturbo fisico generale.

Diagnosi di ipossia

Oltre al caratteristico complesso di sintomi sopra descritto, vengono utilizzati metodi di ricerca strumentali e di laboratorio per diagnosticare l'ipossia..

  • La pulsossimetria è il modo più semplice per determinare l'ipossia. È sufficiente mettere un pulsossimetro al dito e dopo pochi secondi verrà determinata la saturazione (saturazione) del sangue con l'ossigeno. Normalmente, questa cifra non è inferiore al 95%.
  • Studio della composizione dei gas e dell'equilibrio acido-base del sangue arterioso e venoso. Questo tipo consente una valutazione quantitativa dei principali indicatori dell'omeostasi del corpo: la pressione parziale di ossigeno, anidride carbonica, pH - sangue, stato del tampone carbonato e bicarbonato, ecc..
  • Esame dei gas dell'aria espirata. Ad esempio capnografia, CO-metria, ecc..

Trattamento e prevenzione

Prevenire la carenza di ossigeno serve a prevenire condizioni e malattie che possono causare una mancanza di ossigeno. Per le persone sane, i mezzi di prevenzione sono la ventilazione regolare del lavoro e degli alloggi, la ventilazione obbligatoria della camera da letto prima di coricarsi, il controllo della ventilazione, le passeggiate all'aria fresca e ossigenata (sulla riva di un bacino idrico, nei parchi di pini e nelle foreste). Per i pazienti affetti da malattie croniche, per la prevenzione dell'ipossia, è necessario effettuare una terapia completa e adeguata.
Il trattamento dell'ipossia comporta la fornitura di ossigeno al corpo. Nei casi lievi, puoi limitarti a creare accesso all'aria fresca (aprire una finestra, slacciare gli indumenti stringendo). In casi gravi, potrebbe essere necessaria aria arricchita di ossigeno (attraverso sacche di ossigeno o installazioni fisse) e persino ventilazione meccanica. In caso di ipossia, che si è sviluppata su uno sfondo di ragioni note, vengono utilizzati farmaci speciali:

  • broncodilatatori per un attacco di asma bronchiale;
  • farmaci antiaritmici per aritmie;
  • trasfusione di sangue per perdita di sangue;
  • antidoti per avvelenamento;
  • preparati di ferro per l'anemia, ecc..

Per la prevenzione della carenza di ossigeno e nel trattamento complesso dell'ipossia lieve, è possibile utilizzare acqua arricchita di ossigeno. È indicato per elevate esigenze di ossigeno - per le persone impegnate in un lavoro mentale attivo o in un duro lavoro fisico; con inalazione prolungata di aria contaminata o povera di ossigeno (lavori in fabbrica, miniere, ecc.). Tuttavia, con l'ipossia già esistente, l'acqua arricchita di ossigeno non può sostituire altre misure terapeutiche..

Voci correlate:

  1. Disturbi dell'avversione sessualeAvversione sessuale - Questo disturbo è definito come persistente o.
  2. Argirosi o pelle bluL'argirosi è una persistente colorazione grigio-bluastra della pelle causata dalla deposizione in.
  3. Intorpidimento delle mani - pericoloso o no?Dita costantemente fredde, frequente sensazione di intorpidimento alle mani, soprattutto.
  4. Neuroma di Morton (dolore ai piedi)Il neuroma di Morton è una malattia abbastanza comune caratterizzata da un ispessimento della guaina nervosa.

Autore: Levio Meshi

Medico con 36 anni di esperienza. Blogger medico Levio Meshi. Revisione costante di argomenti scottanti in psichiatria, psicoterapia, dipendenze. Chirurgia, Oncologia e Terapia. Conversazioni con i principali medici. Recensioni di cliniche e dei loro medici. Materiali utili sull'automedicazione e sulla risoluzione dei problemi di salute. Visualizza tutte le voci di Levio Meshi

Fame di ossigeno del corpo

Articoli di esperti medici

  • Epidemiologia
  • Le ragioni
  • Fattori di rischio
  • Patogenesi
  • Sintomi
  • Le forme
  • Complicazioni e conseguenze
  • Diagnostica
  • Diagnosi differenziale
  • Trattamento
  • Chi contattare?
  • Prevenzione
  • Previsione

La fame di ossigeno o l'ipossia è una condizione in cui la produzione di energia del corpo non soddisfa i bisogni delle cellule dei tessuti. Ciò accade a causa della saturazione di ossigeno insufficiente di sangue, tessuti, polmoni. Di conseguenza, i tessuti nervosi reagiscono in modo più acuto alla sua mancanza: ipossia cerebrale, ma la carenza di ossigeno può essere osservata anche in altri organi..

Epidemiologia

La fame di ossigeno è insita in molte malattie, quindi è impossibile determinare le statistiche nella loro forma pura. Risiede nel numero di patologie specifiche.

Cause di carenza di ossigeno nel corpo

Ci sono molte ragioni che provocano uno stato del corpo completamente innocuo. Sono convenzionalmente suddivisi in esterni e interni. Quelli esterni più comuni sono:

  • debole saturazione di ossigeno dello spazio;
  • bloccare la presa d'aria;
  • varie malattie acute e croniche.

Tra le ragioni interne prevalgono:

  • perdita di sangue da lesioni;
  • anemia;
  • patologia cardiovascolare;
  • avvelenamento con veleni;
  • aumento del consumo di ossigeno in caso di duro lavoro fisico quando è impossibile fornirli.

Fattori di rischio

Per il primo gruppo di motivi, i fattori di rischio sono i seguenti:

  • soggiorno prolungato in una stanza angusta e non ventilata;
  • trovarsi in una zona montuosa ad alta quota sul livello del mare;
  • situazione ecologica sfavorevole;
  • avvelenamento da monossido di carbonio.

La sovrapposizione di ossigeno è possibile anche a causa dell'asfissia quando un corpo estraneo entra nelle vie aeree, il loro restringimento a causa di edema allergico, compressione meccanica, formazione di tumori e annegamento. L'asma bronchiale, la bronchite ostruttiva, la polmonite contribuiscono a questo..

Patogenesi

La fame di ossigeno è associata a violazioni delle reazioni metaboliche: l'accumulo di energia sotto forma di ATP (adenosina trifosfato), ottenuto durante l'ossidazione dei nutrienti, nei mitocondri delle cellule. La patogenesi dell'ipossia si basa sull'incapacità di fornire energia ai processi vitali a causa della mancanza della sua generazione.

Sintomi di fame di ossigeno del corpo

Le manifestazioni della carenza di ossigeno dipendono in gran parte dalle ragioni che le hanno causate, l'età della persona. I suoi primi segni si manifestano con una maggiore frequenza e approfondimento della respirazione, frequenti sbadigli. C'è una leggera euforia, eccitazione. Se l'ossigeno non compensa a lungo, sorgono nuovi sintomi:

  • mancanza di respiro, palpitazioni;
  • mal di testa, vertigini, diminuzione della capacità mentale;
  • disordini del sonno;
  • sudorazione, debolezza, sudorazione;
  • pallore e cianosi della pelle;
  • convulsioni.

Le forme

A seconda delle cause e del meccanismo di sviluppo della patologia, è diviso in diversi tipi:

  • carenza di ossigeno nei tessuti - associata a violazioni della loro capacità di assorbire ossigeno, squilibrio nei processi di ossidazione biologica e fosforilazione - importanti reazioni biochimiche. È osservato durante radiazione, avvelenamento con sali di metalli pesanti, monossido di carbonio;
  • carenza di ossigeno nel cervello - si sviluppa a seguito di un fallimento della circolazione cerebrale. L'ipossia acuta causa edema cerebrale, coma, alterazioni irreversibili nei tessuti nervosi, spesso morte. Il decorso cronico può durare anni e farsi sentire da stanchezza costante, bassa capacità lavorativa;
  • carenza di ossigeno nel cuore - meglio conosciuta come malattia ischemica. La violazione dell'afflusso di sangue all'organo nella maggior parte dei casi è associata all'aterosclerosi vascolare. Le placche di colesterolo si depositano sulle pareti, a causa delle quali il loro lume si riduce. Quando il diametro del vaso coronarico si riduce della metà, si verificano dolore al cuore e attacchi di angina - una sensazione di mancanza d'aria;
  • carenza di ossigeno nel sangue - una diminuzione dell'ossigeno nel suo volume. Spesso la ragione di ciò è un'emoglobina bassa (anemia) - una proteina che svolge la funzione di trasporto dell'ossigeno, così come l'idromia - un forte diradamento del sangue;
  • carenza di ossigeno nei vasi sanguigni - l'ipossia circolatoria si verifica con una diminuzione del volume sanguigno minuto a causa di attacchi di cuore e altri disturbi cardiaci, grande perdita di sangue;
  • carenza di ossigeno nei polmoni - l'ipossia respiratoria si verifica a causa di patologie degli organi respiratori, disfunzioni delle loro funzioni, ostacoli meccanici all'aspirazione d'aria, inclusa l'ingresso di corpi estranei. Il mancato scambio di gas dei polmoni porta ad una diminuzione della tensione di ossigeno nel sangue arterioso;
  • carenza di ossigeno della pelle - attraverso la pelle si verifica dall'1 al 2% dello scambio totale di gas nel corpo. L'ossigeno dell'aria penetra nei suoi pori, entra nei vasi sanguigni e l'anidride carbonica viene rimossa. Lo squilibrio dei processi respiratori provoca un deterioramento di tutte le funzioni cellulari, ha un effetto dannoso sullo stato dell'epidermide: contribuisce alla sua opacità, eruzioni cutanee, invecchiamento precoce;
  • la carenza di ossigeno nello sport - il sovraccarico, è associata a un forte stress fisico su un tessuto o un organo, quando una richiesta aggiuntiva di ossigeno appare bruscamente.
  • fumo di sigaretta e carenza di ossigeno: questi concetti sono correlati. Oltre alla sua funzione principale, i polmoni del fumatore devono anche far fronte alla nicotina e al fumo. Solo sbarazzarsi di una cattiva abitudine aumenterà la quantità di aria inalata.

Acuta fame di ossigeno

Il quadro clinico della malattia è caratterizzato da diverse forme. Uno di questi è fulmineo, si sviluppa a seguito dell'inalazione di gas chimici o della compressione della trachea.

La forma acuta non si verifica così rapidamente e si verifica con una forte diminuzione della pressione atmosferica, attacchi di cuore e ingestione di monossido di carbonio nel sistema respiratorio.

È accompagnato da una diminuzione della frequenza cardiaca, comparsa di mancanza di respiro, respirazione irregolare e disfunzione umana. In questo caso, l'inattività per 2-3 ore è fatale. Un esempio potrebbe essere la morte in un'auto chiusa con un motore acceso, in case con riscaldamento a stufa o quando il gas fuoriesce in cucina..

Fame cronica di ossigeno

Questo tipo di carenza di ossigeno è preceduto da una prolungata esposizione alla carenza di ossigeno. Si manifesta con eritrocitosi (un aumento degli eritrociti e dell'emoglobina nel sangue), interruzioni nel sistema vitale umano. Compaiono segni che assomigliano a intossicazione da alcol: letargia, nausea, vertigini, scarsa coordinazione, scarico spesso spontaneo di urina e feci.

La durata della fase cronica - da brevi periodi a diversi anni.

Perché la carenza di ossigeno è pericolosa e come affrontarla

Se hai mal di testa e il tuo cuore inizia improvvisamente a battere più velocemente del solito, questo potrebbe essere un segno di mancanza di ossigeno. Anche le persone che non hanno mai avuto problemi respiratori prima possono sviluppare questi sintomi..

Perché si verifica una carenza di ossigeno?

Il nostro corpo ha bisogno di ossigeno per funzionare correttamente. È distribuito in tutto il corpo con l'aiuto degli eritrociti: i globuli rossi sono saturi di questo elemento nei polmoni e quindi trasportati agli organi e ai tessuti. Quando il suo contenuto nel sangue diminuisce, si verifica ipossiemia. Può causare ipossia Ipossia e ipossiemia, una condizione in cui gli organi hanno urgente bisogno di ossigeno.

I residenti delle grandi città, dove tutto è dannoso per l'ambiente, sono a rischio di fame di ossigeno. Quando il carburante per auto brucia, nell'aria viene emesso monossido di carbonio, che si combina con l'emoglobina nel sangue, ostacola lo scambio di gas e cos'è l'ipossia? causare avvelenamento del corpo.

L'ipossiemia e l'ipossia possono comparire a causa di cause interne. L'ipossia e l'ipossiemia portano a queste condizioni anemia, problemi cardiaci, polmonite, asma, malattia polmonare ostruttiva cronica e apnea notturna.

Per chi la mancanza di ossigeno è particolarmente pericolosa:

  • Donne incinte. Durante la gravidanza, aumenta il carico sul sistema cardiovascolare della madre. Se una donna soffre di ipossia perinatale provoca anemia da carenza di ferro, malattie cardiache, bronchite o polmonite, non solo lei ma anche il feto manca di ossigeno. Questo può danneggiare il cervello del bambino o addirittura la morte. Circa un terzo dei decessi infantili è associato a ipossia perinatale con carenza di ossigeno durante la gravidanza.
  • Anziani. L'estate è un periodo particolarmente pericoloso per le persone anziane. Con il caldo, sono probabili esacerbazioni di malattie cardiache o polmonari e questo può portare all'ipossia.
  • Fumatori. Il fumo non colpisce solo i polmoni. I fumatori hanno meno ossigeno nel sangue dei fumatori, il che significa che il rischio di ipossia e ipossiemia aumenta anche nelle persone sane.
  • Bambini. I bambini che soffrono di infezioni respiratorie o difetti cardiaci congeniti sono inclini all'ipossia. I bambini prematuri sono a rischio: se ricevevano ventilazione meccanica, questo può portare allo sviluppo di displasia broncopolmonare e carenza di ossigeno.
  • Animali domestici. La mancanza di ossigeno nel sangue può verificarsi a causa di malattie dei polmoni e insufficienza cardiaca, dopo lesioni e operazioni con anestesia.
  • Persone che sperimentano un grande stress fisico e mentale. Lo stress o la depressione costanti possono 4 modi in cui la depressione può influenzare fisicamente il cervello e causare la mancanza di ossigeno nel corpo. Questo colpisce maggiormente il cervello: c'è il rischio che le sue cellule inizino a morire a poco a poco..

Come sapere se ti manca l'ossigeno

La carenza di ossigeno può essere segnalata da Panoramica e Tipi di ipossia in base ai seguenti sintomi:

  • mal di testa;
  • dispnea;
  • respirazione rapida;
  • battito cardiaco veloce o troppo raro;
  • ipertensione;
  • perdita di coordinazione;
  • sudorazione profusa;
  • decolorazione della pelle verso l'azzurro.

Un pulsossimetro può aiutarti a controllare se ti senti male a causa della mancanza di ossigeno. È un piccolo dispositivo simile a una molletta che conta la frequenza cardiaca e controlla la saturazione di ossigeno nel sangue..

Metti il ​​pulsossimetro sul dito e premi il pulsante di avvio. I risultati della misurazione appariranno sul display. Il livello normale di saturazione dell'ossigeno nel sangue è l'ipossiemia dal 95 al 100%. Se scende al di sotto, è necessario consultare urgentemente un medico.

Per riportare questo indicatore alla normalità, è necessario garantire il flusso di ossigeno dall'esterno. Ciò può essere fatto utilizzando concentratori di ossigeno: vengono offerti fisioterapia e ossigenoterapia per pazienti con disturbi respiratori e clearance mucociliare ridotta; applicare le raccomandazioni approvate dal XIII Congresso Nazionale dei Medici per il trattamento dei pazienti con disturbi respiratori.

Come funziona un concentratore di ossigeno

Un concentratore di ossigeno è un dispositivo utilizzato per trattare o prevenire la carenza di ossigeno. L'aria nel concentratore passa attraverso il filtro, quindi entra a turno in due colonne di zeolite.

La zeolite è un minerale naturale che intrappola le molecole di azoto. Il risultato è una miscela d'aria con un contenuto di ossigeno del 90%. Passa attraverso l'umidificatore e raggiunge l'utente.

Il concentratore funziona silenziosamente: il livello di rumore non supera i 45 dB - questo può essere paragonato al volume di una normale conversazione o ai suoni emessi da un frigorifero. A differenza delle bombole di ossigeno ingombranti e infiammabili, il concentratore è facile da usare. Non ha bisogno di essere riempito, devi solo cambiare regolarmente l'acqua nell'umidificatore.

Come scegliere un hub per la tua casa

Prestazione

Se si intende utilizzare un concentratore per la profilassi, sono adatti i modelli che erogano 1 litro di ossigeno al minuto. Di norma, tali dispositivi sono piuttosto compatti: sono di dimensioni paragonabili a un microonde convenzionale..

Accessori inclusi

Affinché il concentratore possa essere utilizzato per la prevenzione e il trattamento da tutti i membri della famiglia, è necessario includere un diffusore, una cannula nasale e una maschera in silicone.

Un diffusore è un dispositivo simile a un auricolare del computer con un microfono che si attacca alla testa. Ne hai bisogno per usare il concentratore di carenza di ossigeno.

Una cannula nasale è utile se c'è una carenza acuta di ossigeno. I tubi vengono inseriti direttamente nelle narici, attraverso le quali l'ossigeno entra nel tratto respiratorio e non si dissipa lungo il percorso. Invece di una cannula, puoi usare una maschera in silicone in modo che l'ossigeno fluisca immediatamente attraverso il naso e la gola.

Equipaggiamento opzionale

I concentratori vengono utilizzati non solo per l'inalazione: possono essere utilizzati per preparare cocktail di ossigeno a casa, come nei centri fitness e nei sanatori. Per fare questo, hai bisogno di un cocktail, un contenitore speciale che si collega all'hub.

Per fare un cocktail, è necessario mescolare in un cocktail una base secca di albume, pectina e zucchero con un liquido: acqua, infuso di erbe o bevanda alla frutta. Il concentratore inietta una miscela d'aria nel cocktail e l'uscita è una schiuma rigogliosa e densa.

I cocktail di ossigeno possono L'efficacia dei cocktail di ossigeno nelle malattie dell'apparato digerente e respiratorio nei bambini aiuta a rafforzare il sistema immunitario. Danno una sensazione di pienezza e sopprimono l'appetito, quindi possono essere consumati da persone che vogliono perdere peso..

Vita utile e garanzia

Un concentratore di ossigeno è un dispositivo piuttosto costoso, ma durerà a lungo, quindi avrà il tempo di giustificarne il prezzo. I modelli "armati" sono progettati per funzionare per 10 anni e la garanzia è valida per tre anni.

“Armed” ha una propria produzione, quindi i prezzi sono inferiori a quelli dei concorrenti. Puoi trovare dispositivi Armed in quasi tutti i negozi in cui vengono venduti concentratori di ossigeno e, se acquistati da rivenditori ufficiali, la consegna in tutta la Russia sarà gratuita.

Ci sono controindicazioni. Prima dell'uso, è necessario leggere le istruzioni per l'uso e consultare un medico.

5 segni e sintomi di mancanza di ossigeno nel sangue

La respirazione è un'azione involontaria del nostro corpo, che ne siamo consapevoli o meno. I nostri corpi hanno bisogno di ossigeno per sopravvivere, non solo per respirare, ma anche per far circolare l'ossigeno attraverso il nostro sangue a tutti i nostri organi vitali, le nostre cellule e i tessuti del nostro corpo.

Quando non c'è abbastanza ossigeno nel nostro sangue, si parla di ipossiemia..

"L'ipossiemia può essere acuta, manifestarsi improvvisamente a causa di un'emergenza o cronica, manifestarsi nel tempo a causa di una condizione di salute a lungo termine come la BPCO", aggiunge Deborah.

5 segni di mancanza di ossigeno nel sangue

1. Debolezza e vertigini

Debolezza o vertigini sono segni comuni di bassi livelli di ossigeno nel sangue. Le persone che non hanno abbastanza ossigeno nel sangue spesso scoprono che ciò accade quotidianamente, durante qualsiasi livello di luce o attività..

Il medico di famiglia Dr. D. Lyubov afferma: “Il muscolo può bruciare carburante senza ossigeno per un periodo di tempo limitato, ma non può essere mantenuto indefinitamente. Pertanto, livelli di ossigeno cronicamente bassi causeranno debolezza muscolare. Sarebbe insolito che bassi livelli di ossigeno causassero debolezza muscolare come unico sintomo; ci si dovrebbe aspettare mancanza di respiro. "

Poiché il sangue trasporta l'ossigeno in tutto il corpo, stancarsi rapidamente o avere le vertigini è un segno che il sangue non contiene abbastanza ossigeno.

2. Stanchezza

La stanchezza cronica è il segno principale che il tuo corpo non riceve abbastanza ossigeno. Esistono diversi tipi di fatica. Ma la stanchezza associata all'ipossiemia è cronica e infinita.

Secondo un articolo di Healthline, dal punto di vista medico, il dottor Graham Rogers: “Senza un adeguato scambio di gas, il tuo corpo non può ottenere l'ossigeno di cui ha bisogno. Nel tempo, svilupperai una mancanza di ossigeno nel sangue chiamata ipossia. Quando il tuo corpo è a corto di ossigeno, ti senti stanco. La fatica si manifesta più velocemente quando i tuoi polmoni non riescono a inspirare ed espirare correttamente "..

Le persone spesso riferiscono di sentirsi svuotate durante il giorno e nessuna quantità di sonno aiuta. Stancarsi più velocemente di altri, o più velocemente di quanto sei abituato, è anche un segno che non c'è abbastanza ossigeno nel sangue..

3. Battito cardiaco accelerato

I sentimenti di ansia sono spesso classificati come un cuore che batte veloce. Questo è un segno che il tuo cuore sta lavorando ed è difficile per lui ottenere ossigeno in tutti i luoghi. Se non hai mai avuto sintomi di ansia prima e il tuo corpo inizia a mostrare un battito cardiaco accelerato senza altri sintomi di ansia, ciò potrebbe essere dovuto a bassi livelli di ossigeno nel sangue.

4. Mancanza di respiro

Naturalmente, una mancanza di ossigeno significa che avrai problemi a respirare. Quando hai difficoltà a respirare e ad aspirare ossigeno, hai difficoltà a ricevere abbastanza ossigeno nel sangue. Le persone che non hanno ossigeno nel sangue riferiscono anche di non respirare a sufficienza, indipendentemente dal fatto che stiano facendo attività faticose o meno..

5. Mal di testa e confusione

Molte persone hanno mal di testa e possono variare in gravità. Il mal di testa di per sé non è un segno allarmante di mancanza di ossigeno nel sangue. Ma se combinato con confusione, vertigini e mancanza di coordinazione, il mal di testa può essere un segno che il tuo corpo non sta facendo circolare la quantità di ossigeno di cui ha bisogno..

“Il tuo cervello ha bisogno di una certa quantità di flusso sanguigno e ossigeno per funzionare in modo efficace e per farci sentire sani. E se questo meccanismo è danneggiato, il tuo cervello conosce altri modi per creare la pressione necessaria ", afferma il dott. Patrick M tedesco

Quando il tuo sangue manca di ossigeno, può essere difficile concentrarsi e coordinare il tuo corpo, causando mal di testa e confusione.

“Senza abbastanza ossigeno nei polmoni, gli organi non possono funzionare correttamente. Di conseguenza, le tossine si accumulano nel flusso sanguigno e causano mal di testa vascolare. Questo perché bassi livelli di ossigeno innescano la dilatazione dei vasi sanguigni e provocano l'emicrania ", afferma il dott. Mark Wiley..

La mancanza di ossigeno nel sangue può essere preoccupante perché spesso è causata o causata da altre malattie o disturbi. Fortunatamente, consultare un medico può aiutare a capire come trattare al meglio il problema..

Come viene trattata l'ipossia??

Test

Andare dal medico e fare degli esami per determinare la quantità di ossigeno presente nel sangue è il primo passo per trattare il problema. Il medico eseguirà una serie di test per scoprire quanto ossigeno è presente nel sangue e quindi verificherà le cause comuni di bassi livelli di ossigeno. Il medico curerà quindi questi problemi, qualunque essi siano. Ad esempio, il tuo cuore potrebbe aver bisogno di aiuto per pompare correttamente e potrebbe aver bisogno di farmaci per migliorare la circolazione dell'ossigeno..

Maschera d'ossigeno

L'ipossiemia, che non è molto grave, può essere trattata con una maschera per ossigeno portatile. È un tubo sottile con due fori separati che si trovano appena dentro le narici. Pomperà ossigeno nel tuo corpo e consentirà a più ossigeno di circolare nel sangue. È un trattamento a breve termine che viene utilizzato per aumentare i livelli di ossigeno.

Uso regolare di ossigeno

Quando i livelli di ossigeno nel sangue sono gravemente bassi, un medico prescriverà spesso l'uso di ossigeno regolare ea lungo termine. A seconda della gravità dei livelli di ossigeno nel sangue, il medico può prescrivere di utilizzare l'ossigeno quotidianamente, di notte o in modo intermittente durante il giorno..

Pensieri finali

Se sei preoccupato per i sintomi di bassi livelli di ossigeno nel sangue, è meglio fissare un appuntamento con il tuo medico e fare i test necessari per assicurarti che tutto funzioni correttamente. Bassi livelli di ossigeno possono causare altri rischi per la salute, quindi rilevarli e trattarli il prima possibile è la migliore linea d'azione.

Se trovi un errore, seleziona una parte di testo e premi Ctrl + Invio.


Articolo Successivo
Tromboflebite della mano: cause, sintomi, trattamento