Neutrofili nei bambini: norma, tabella per età, deviazioni


Ogni genitore è obbligato a monitorare la salute del proprio figlio. E un esame del sangue generale è un assistente importante in questa difficile questione..

Dopo aver effettuato un esame del sangue, i risultati vengono interpretati e studiati da un medico. La presenza di indicatori normali indica la salute del corpo del bambino.

Se il medico scopre deviazioni dai valori usuali, ai genitori verrà chiesto di condurre ulteriori esami del bambino..

Cosa sono i neutrofili?

I neutrofili nel sangue sono un tipo di globuli bianchi: leucociti e granulociti. Essendo nel sangue, occupano circa il 75% del numero totale di globuli bianchi..

I granulociti neutrofili sono una componente molto significativa dei leucociti. Il loro numero sarà sicuramente fissato nell'emocromo dei leucociti ed è designato come neut.

Un indicatore del numero di neutrofili, che non supera l'intervallo stabilito, indica il corretto funzionamento del sistema immunitario del bambino. Protegge efficacemente il corpo del bambino da batteri e virus che vi entrano..

Che ruolo giocano i neutrofili??

La produzione di granulociti neutrofili avviene nel midollo osseo rosso. Questo organo svolge un ruolo importante nei processi di emoglobina e immunopoiesi..

La durata della vita dei neutrofili è breve (circa poche ore), quindi vengono regolarmente aggiornati.

Una caratteristica delle cellule di nuova formazione è la granulosità della loro struttura interna..

I granuli contengono sostanze antibatteriche, attraverso le quali le cellule del sangue forniscono le seguenti funzioni:

  • Proteggere il corpo dalla penetrazione di batteri, virus e infezioni.
  • Cattura e assorbimento di particelle estranee - fagocitosi.

Con il corretto svolgimento delle funzioni assegnate, il corpo umano ha una buona immunità. Se c'è un cambiamento nella concentrazione di neutrofili, possiamo parlare della presenza di qualsiasi malattia.

Indicatori normali

Le cellule che circolano nel sangue possono essere classificate come segue:

  • Neutrofili maturi - segmentati.
  • Neutrofili immaturi - stab.

Il nucleo delle cellule mature è diviso in segmenti (da cui il nome) e nelle cellule immature appare visivamente come solidi bastoncelli curvi.

Nel sangue di una persona sana, ci sono molte meno cellule giovani di quelle segmentate.

In un bambino che non soffre di alcuna malattia, il livello di cellule mature varia tra il 16-70%. L'indicatore esatto non cambia a seconda del sesso, ma è direttamente correlato all'età del bambino.

Tabella "Neutrofili nei bambini, la norma nell'analisi del sangue"

Neonati,

la prima settimana

Neonati,

la prima settimana

Minori di 13 anni

La norma dei neutrofili nel sangue nei bambini corrisponde agli indicatori per un adulto

EtàIl tasso di neutrofili maturi (segmentati)Il tasso di neutrofili immaturi (pugnalati)
45-80%dal 3 al 17%
45-80%1-3%
Bambini di età inferiore a 1 anno15-45%Dallo 0,5 all'1%
Bambini adolescenti (fino a 13 anni)35-62%1-5%
47-72%1-6%

Il numero massimo di neutrofili immaturi si trova solo nei neonati. Nel tempo, questi indicatori diminuiscono e il posto principale è dato alle celle segmentate.

Ciò accade perché solo i neutrofili maturi sono in grado di resistere alle particelle nocive dall'esterno. Un livello stabile di immunità è direttamente correlato al livello ottimale per l'età dei granulociti.

Deviazioni dai valori usuali

Ci sono casi in cui la norma dei neutrofili nei bambini viene superata o, al contrario, ridotta. Entrambe le condizioni hanno determinati sintomi, cause e conseguenze..

Valori crescenti

Il numero di granulociti nel sangue di un bambino che supera i parametri consentiti è irto di gravi conseguenze.

L'assenza di qualsiasi sintomo e un piccolo salto nei neutrofili indicano fattori come:

  1. Attività fisica eccessiva.
  2. Situazioni stressanti, sovraccarico.
  3. Perdita di sangue.

Di solito in tali situazioni, l'eccitazione non è giustificata..

È possibile giudicare la presenza della malattia con un grande salto nel livello dei neutrofili in un bambino dopo un anno. Il numero di granulociti superiore al solito indica lo sviluppo della neutrofilia nel bambino.

Le cause di questa malattia sono le seguenti:

  • Malattie del sangue maligne.
  • Ulcere trofiche.
  • Vaccinazioni.
  • Otite media, polmonite, tonsillite, sepsi, che si verificano in forma acuta.
  • Diabete.
  • Infiammazione dei tessuti purulenti.

I processi infiammatori sono direttamente correlati al livello dei neutrofili nel sangue: più è alto, più forte è l'infiammazione. Per alleviare la condizione, è necessario identificare immediatamente la causa della malattia e prescrivere una terapia appropriata..

Diminuzione dei valori dei neutrofili nel sangue periferico

Una diminuzione del livello dei neutrofili indica un deterioramento dello stato del sistema immunitario del corpo del bambino. Ciò si verifica a causa della produzione insufficiente di cellule del sangue, della loro rapida distruzione o della loro distribuzione errata. La sindrome clinica e di laboratorio risultante è chiamata neutropenia.

Le ragioni per lo sviluppo di questa patologia sono le seguenti:

  1. Disturbi del midollo osseo.
  2. Leucemia acuta.
  3. Drastica perdita di peso.
  4. Malattia fungina.
  5. SARS, epatite e altre malattie virali.
  6. Intossicazione.
  7. Irradiazione.
  8. Storia di shock anafilattico.
  9. Effetti collaterali di alcuni farmaci.

Non c'è motivo di preoccuparsi se, nonostante il basso livello di neutrofili, il bambino sta bene al di sotto di un anno. I livelli delle cellule del sangue tornano alla normalità quando il bambino raggiunge i tre anni.

Trattamento

Solo uno specialista è in grado di selezionare la terapia necessaria quando il livello dei neutrofili cambia. L'uso incontrollato indipendente di vari farmaci provocherà una forte diminuzione o aumento dell'indicatore a livelli critici.

Diminuzione degli indicatori

Con valori aumentati di granulociti, a un piccolo paziente, a seconda delle indicazioni, possono essere prescritti i seguenti farmaci:

  • Immunosoppressori e citostatici,
  • Antinfiammatorio.
  • Antivirale.
  • Antibatterico.

Si consiglia di eseguire:

  • Diete.
  • Misure di fisioterapia secondo le indicazioni,
  • Terapia fisica.

L'implementazione di una terapia complessa deve essere eseguita sotto la supervisione di esami del sangue.

Valori in aumento: cosa fare con la neutropenia?

La terapia con un basso livello di neutrofili è mirata principalmente ad aumentare l'immunità.

Questo aiuterà:

  • Assunzione di multivitaminici,
  • Dieta equilibrata migliorata.
  • Mancanza di stress, infezioni croniche - direzione preventiva.

A volte una diminuzione dei valori è accompagnata dallo sviluppo di stomatite, malattia parodontale, ecc. In questo caso, il bambino viene mostrato mentre sciacqua la bocca con farmaci antibatterici. Decotti e infusi di erbe officinali (erba di San Giovanni, camomilla, ecc.).

Dopo aver identificato la causa della neutropenia, il medico può prescrivere antibiotici per il bambino se viene diagnosticata un'infezione batterica. Per i casi più gravi, come il cancro del midollo osseo rosso, sono indicate le trasfusioni di sangue e il trattamento con farmaci chemioterapici.

Cosa significano i neutrofili elevati nei bambini??

Aumento dei livelli di neutrofili nel sangue di un bambino

I farmaci possono influenzare i livelli di neutrofili di un bambino

Il tasso di conta dei neutrofili varia a seconda dell'età del bambino. Nei neonati nei primi giorni, il rapporto dei neutrofili segmentati nell'intervallo del 50% -70% sarà la norma. Dall'età di sette giorni, il tasso scende al 35% -55%. Negli adolescenti, a partire dall'età di 14 anni, le cellule protettive nell'analisi del sangue dovrebbero essere comprese tra il 27% e il 47%. Una condizione in cui i neutrofili sono elevati è chiamata neutrofilia. Le ragioni del suo sviluppo, oltre alle malattie, possono essere anche l'avvelenamento e l'uso di una serie di medicinali..

Il compito dei neutrofili nel sangue umano è combattere virus e microrganismi patogeni che entrano nel flusso sanguigno, nonché distruggere vecchie cellule obsolete. Un aumento dell'indicatore indica lo sviluppo di una malattia o di un processo infiammatorio, che può essere sia ovvio che latente.

Un aumento del livello di queste cellule nel sangue indica il lavoro attivo del midollo osseo rosso, che produce i leucociti. Spesso, nelle malattie, si osserva un eccesso di neutrofili con una carenza di altri tipi di leucociti. Con un esame del sangue dettagliato, un bambino può mostrare non solo un eccesso di cellule protettive, ma anche segni del loro invecchiamento, che sono caratteristici dell'anemia o della leucemia; e quindi è necessario un ulteriore esame.

Cause di neutrofilia nei bambini

La penetrazione dell'infezione nel corpo può portare alla neutrofilia

Le ragioni dell'aumento dei neutrofili nel sangue sono suddivise in fisiologiche e patologiche. Se esposto a fattori naturali, lo spostamento avviene in modo insignificante e non richiede trattamento, poiché dopo un po 'la composizione del sangue ritorna alla normalità. Le cause naturali includono un forte stress emotivo o fisico e l'assunzione di cibo. Quando il livello dei neutrofili è fortemente elevato, ciò indica la presenza di fattori patologici, i principali dei quali sono i seguenti:

  • infiammazione acuta: il processo è possibile in qualsiasi localizzazione (polmonite, appendicite, artrite, infiammazione della pelle, ecc.) E viene eseguito un esame aggiuntivo per determinarlo con precisione;
  • processo batterico purulento, inclusa la formazione di un ascesso o flemmone dal momento in cui il processo inizia a svilupparsi, anche prima della formazione di un abbondante infiltrato purulento;
  • lesioni virali acute;
  • malattie fungine, nonché patologie provocate da protozoi;
  • processi associati alla formazione di tumori benigni e maligni;
  • ustioni che occupano aree significative del corpo;
  • forte intossicazione del corpo;
  • diabete;
  • sanguinamento acuto con grande perdita di sangue.

Durante il periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico, un aumento del livello di neutrofili nel sangue è normale.

Un cambiamento nella formula dei leucociti

La formula dei leucociti può spostarsi a destra oa sinistra

Uno spostamento nella formula a sinistra significa che si trova una sovrabbondanza di neutrofili giovani (dovrebbero essere assenti in un leucogramma normale) e pugnalati (giovani). Questo fenomeno è caratteristico delle condizioni in cui si osserva una grave intossicazione. Inoltre, una deviazione a sinistra si trova in un processo purulento, anemia, ustioni e leucemia. Una debole deviazione dalla norma è la risposta del corpo allo stress e alla forte attività fisica..

Lo spostamento a destra è un indicatore di un contenuto eccessivo di neutrofili segmentati, che sono cellule adulte. Il fenomeno si manifesta meno frequentemente del precedente e si nota più spesso con leucemia, policitemia e anemia.

È possibile determinare con precisione le ragioni della violazione del quadro ematico consente un esame completo del bambino. L'indicatore delle cellule protettive nel sangue è solo un segnale di un disturbo nel corpo, ma non può di per sé indicare una malattia specifica.

Sintomi con neutrofili elevati nei bambini

La neutrofilia acquisisce i segni di una malattia sottostante

Di solito, all'inizio il disturbo non è sintomatico. Le cellule compaiono principalmente quando il corpo è infettato da virus, batteri o funghi, ma ci vuole tempo per maturare. Passando in una forma attiva, i neutrofili iniziano a distruggere gli agenti patogeni. A causa del rilascio del prodotto del loro decadimento, si osserva la formazione di pus. Il sintomo principale del lavoro attivo di queste cellule protettive è un processo purulento di varia intensità. Ulteriori sintomi del disturbo sono anche mal di testa, debolezza, febbre. Con l'infiammazione dei polmoni, compaiono respiro sibilante, tosse, difficoltà respiratorie.

L'infiammazione interna si manifesta con lo sviluppo di una forte sindrome del dolore, che aiuta in gran parte nella diagnosi. Un aumento del livello di neutrofili nel sangue di per sé non è una malattia. Per questo motivo, i sintomi della condizione sono principalmente associati all'infiammazione in una o nell'altra parte del corpo..

Come identificare una conta dei neutrofili elevata

È necessario un esame emocromocitometrico completo per rilevare la non tiroide

Per determinare l'aumento del contenuto di neutrofili nel sangue, solo la sua analisi lo consente. Viene eseguito in direzione di un medico su base pianificata o di emergenza, che dipende dalle condizioni del bambino. Nei laboratori privati ​​è possibile sottoporsi ad analisi e ottenere dati senza rinvio e visitare un medico già in possesso di dati.

A seconda del metodo utilizzato nell'istituto medico, il sangue viene prelevato da una vena o da un dito. Il materiale viene prelevato a stomaco vuoto. Di norma, i risultati sono pronti entro 24 ore. Se la situazione è urgente, l'esame del sangue viene eseguito anche in una situazione in cui la persona ha già mangiato ei risultati sui parametri principali si ottengono in pochi minuti.

Minaccia di neutrofilia nei bambini

In caso di neutrofilia, il bambino dovrebbe essere esaminato da un medico

Il pericolo delle condizioni del bambino è associato a quale patologia ha causato un aumento della conta dei neutrofili. La maggior parte delle malattie richiede cure urgenti, senza le quali la vita è a rischio. All'inizio di molti disturbi, i cambiamenti nel sangue sono la manifestazione principale in assenza di altri sintomi, motivo per cui i genitori potrebbero non attribuire la dovuta importanza alle condizioni del bambino. Di conseguenza, rifiutando un ulteriore esame del bambino, corrono il rischio di portare la malattia a una forma grave, il cui trattamento sarà difficile..

Trattamento nei bambini

Il trattamento delle malattie del sangue con neutrofili elevati si riduce all'eliminazione della causa che ha causato il fenomeno. Se viene rilevata una deviazione dell'indicatore dalla norma, è necessario un esame completo per determinare la malattia e il suo ulteriore trattamento. In alcuni casi, è necessario un intervento chirurgico di emergenza o pianificato.

La presenza di anticorpi nel sangue è un indicatore informativo, che è quasi sempre determinato quando si esamina il sangue nei bambini con una visita medica pianificata. In altri casi, l'analisi viene eseguita secondo le indicazioni.

Cause e sintomi della neutropenia nei bambini

Funzioni dei neutrofili

I neutrofili sono cellule del sistema immunitario. Hanno diverse importanti funzioni biologiche per proteggere il corpo. Prima di tutto, questa è la fagocitosi: la cattura e la distruzione di particelle estranee, inclusi vari microrganismi patogeni o opportunisti. Di conseguenza, la cellula stessa muore. Se un gran numero di neutrofili è coinvolto nel processo di fagocitosi, si forma il pus. Contiene molte cellule morte del sistema immunitario e microrganismi.

È possibile identificare che un bambino ha bassi neutrofili utilizzando un esame del sangue clinico

I neutrofili sono granulociti. Ci sono granuli nel citoplasma, contengono vari composti biologicamente attivi con azione antimicrobica. A contatto con un agente estraneo, il contenuto dei granuli viene rilasciato, il che sopprime l'attività dei microrganismi e contribuisce alla loro morte.

I neutrofili sono anche coinvolti nella produzione di sostanze attive necessarie per la regolazione dell'immunità. Attivano la "morte programmata" di microrganismi estranei attivando determinati geni.

Tipi e indicatori normali

A seconda del grado di maturità, le cellule dei neutrofili sono suddivise in diversi tipi.

  • Neutrofili segmentati: cellule mature, il cui nucleo è diviso in più segmenti e il citoplasma contiene un gran numero di granuli con sostanze biologicamente attive.
  • I neutrofili di stabilizzazione sono una forma in fase di maturazione, i nuclei non sono ancora divisi in segmenti, hanno una forma allungata a forma di bastoncello. Il citoplasma contiene già granuli.
  • Neutrofili giovani: le singole cellule si trovano nel sangue periferico, poiché la maturazione avviene nel midollo osseo rosso. Il nucleo ha una forma ovale, non ci sono praticamente granuli nel citoplasma.

La determinazione del numero di neutrofili viene effettuata durante il calcolo della formula dei leucociti. Il risultato viene visualizzato come percentuale di vari tipi di cellule immunocompetenti rispetto al loro numero totale in un'unità di volume sanguigno.

Gli indicatori normali del numero di neutrofili segmentati dipendono dall'età del bambino:

  • il primo giorno dopo la nascita - 45-80%;
  • 1 mese - 15–45%;
  • sei mesi - 15–45%;
  • 1 anno - 15–45%;
  • 1-6 anni - 25-60%;
  • 7-12 anni: 35-65%;
  • 13-16 anni - 40-65%.

Anche il numero di neutrofili pugnalati non è un valore stabile, cambia con l'età del bambino:

  • il primo giorno dopo la nascita - 1-16%;
  • 1 mese - 0,5–4%;
  • semestre - 0,5–4%;
  • 1 anno - 0,5–4%;
  • 1-6 anni - 0,5-5%;
  • 7-12 anni - 0,5-5%;
  • 13-16 anni - 0,5-6%.

Una diminuzione del numero di neutrofili al di sotto dell'età normale è chiamata neutropenia. È assoluto, quando c'è una diminuzione del numero di tutte le cellule immunocompetenti e relativo, sullo sfondo di un aumento delle cellule linfocitarie.

Perché si sviluppa la neutropenia

Il numero di neutrofili diminuisce per i seguenti motivi:

  • una diminuzione dell'attività dei processi di formazione e maturazione nel midollo osseo rosso, in cui il numero di altre cellule immunocompetenti di solito diminuisce in parallelo. Questo meccanismo indica una patologia sistemica del sangue o l'esaurimento delle risorse sullo sfondo di un decorso grave della malattia;
  • ridistribuzione delle cellule - una diminuzione della quantità nel sangue è il risultato della transizione di una grande quantità nel tessuto sullo sfondo della formazione di un grosso fuoco della reazione infiammatoria con il successivo sviluppo di un processo purulento;
  • la morte cellulare è il risultato dello sviluppo di un processo purulento sotto forma di flemmone, in cui i tessuti trasudano di pus o un ascesso, che è una cavità limitata.

La morte di un gran numero di neutrofili è causata anche dalla loro distruzione da parte di altre cellule del sistema immunitario in presenza di modificazioni genetiche.

La comprensione dei meccanismi per ridurre il numero di neutrofili nei bambini è necessaria per la selezione delle misure terapeutiche ottimali.

Ragioni per una diminuzione del numero di neutrofili nei bambini

L'implementazione dei meccanismi per ridurre il numero di neutrofili nell'infanzia avviene per i seguenti motivi.

  • Anemia aplastica con ridotta formazione e maturazione di tutte le cellule del sangue nel midollo osseo rosso.
  • L'uso di alcuni farmaci che influenzano lo stato del sistema sanguigno e del midollo osseo rosso. Questi includono citostatici, farmaci antinfiammatori non steroidei e alcuni antibiotici. La probabilità di una diminuzione del numero di cellule immunocompetenti aumenta con l'uso prolungato di farmaci.
  • Una conseguenza dell'esposizione del bambino alle radiazioni: l'effetto delle radiazioni ionizzanti si riflette sullo stato funzionale del midollo osseo rosso e porta a una marcata diminuzione del numero di neutrofili.
  • Le leucemie e la sindrome mielodisplastica sono tumori che colpiscono il midollo osseo rosso e il sistema sanguigno. In questo caso, il numero di neutrofili può aumentare o diminuire, ma lo stato funzionale delle cellule ne risente sempre..
  • L'ingestione di alcune tossine nel corpo del bambino - mercurio, sali di metalli pesanti, arsenico, toluene portano all'interruzione della formazione e della maturazione delle cellule del sistema immunitario nel midollo osseo rosso.
  • Sviluppo di processi purulenti volumetrici di varia localizzazione nei tessuti.
  • Malattie infettive specifiche causate da alcuni funghi, microrganismi unicellulari protozoi, virus. Alcuni patogeni sotto forma di complicanze causano l'esaurimento del sistema immunitario con una diminuzione del numero di cellule corrispondenti.

Una relativa diminuzione del numero di neutrofili durante l'infanzia accompagna la patologia virale respiratoria acuta, in cui vi è un aumento assoluto del numero di linfociti.

La delucidazione dei fattori che hanno provocato una diminuzione del numero di neutrofili è necessaria per la nomina di un trattamento appropriato.

Quale diagnosi ti consente di determinare perché il bambino ha bassi neutrofili

Per sospettare una malattia che ha portato a una diminuzione del numero di neutrofili nel sangue del bambino, i sintomi corrispondenti lo consentono. L'origine infettiva della malattia è indicata da un aumento della temperatura, intossicazione generale. Con le malattie del sistema sanguigno, aumentano quasi tutti i gruppi di linfonodi periferici.

Le cause della neutropenia vengono chiarite durante l'esame, a volte è necessaria l'ecografia per la diagnosi

Per condurre una diagnosi affidabile, viene prescritto un esame, comprese varie tecniche:

  • analisi clinica del sangue e delle urine, dando un'idea della natura della malattia;
  • puntura del midollo osseo rosso con lo studio e il conteggio delle cellule al microscopio;
  • determinazione di laboratorio dei marker di un tumore del sangue benigno o maligno;
  • studi sierologici finalizzati all'identificazione di anticorpi specifici a patogeni di varie infezioni;
  • ricerca batteriologica con inoculo di materiale biologico su speciali terreni nutritivi;
  • esame ecografico di varie aree del corpo;
  • radiografia;
  • computer, imaging a risonanza magnetica.

Sulla base di tutti i risultati dell'esame diagnostico, viene determinata la natura e la localizzazione della patologia che ha portato a una diminuzione del numero di neutrofili. Questo ti permetterà di scegliere il trattamento ottimale.

Una diminuzione del numero di neutrofili nel sangue del bambino viene rilevata dopo un esame del sangue clinico esteso con il calcolo della formula dei leucociti. Questo studio è quasi sempre prescritto alla prima visita del paziente dal medico, indipendentemente dalla malattia. Allo stesso tempo, l'analisi identifica altri indicatori che aiutano nella diagnosi..

La norma dei neutrofili segmentati e pugnalati nei bambini: una tabella con una decodifica dei dati delle analisi del sangue

È molto importante monitorare la salute di tuo figlio con esami del sangue regolari. Tutti gli indicatori dovrebbero essere entro certi limiti, le deviazioni possono dire su processi infiammatori ancora impercettibili. Un ruolo speciale nel determinare la salute del bambino è svolto dai neutrofili, che sono un tipo di globuli bianchi. Queste cellule sono suddivise in diversi tipi e il significato di ciascuna di esse trasporta determinate informazioni..

La salute del bambino viene monitorata utilizzando un esame del sangue, il valore degli indicatori di cui i genitori devono sapere

Funzioni dei neutrofili

Tutti i neutrofili trovati nel sangue periferico sono divisi in tre gruppi. Ciascuno di essi è caratterizzato dal grado di maturità di queste particelle:

  1. Le cellule più giovani, chiamate mielociti o metamielociti.
  2. Le cellule di media maturità sono cellule pugnalate. Il loro nucleo non è diviso, è allungato e attorcigliato. I medici chiamano queste particelle bastoncini..
  3. Le cellule completamente mature sono segmentate. Questo nome indica che il nucleo delle cellule mature è segmentato.

I neutrofili aiutano il corpo a difendersi dalle infezioni. Il loro compito principale è catturare e assorbire particelle solide. Questa funzione è estremamente importante per il corpo e si chiama fagocitosi. Nel processo di assorbimento di una particella solida, i neutrofili muoiono, ma prima riescono a rilasciare una sostanza speciale. Questo composto attacca il corpo estraneo e attiva il processo infiammatorio. In questo modo, attirano altre cellule immunitarie sul sito di battaglia..

Come fare il test?

Il medico può richiedere un esame del sangue per determinare il numero di neutrofili se il bambino ha il sospetto di un'infezione batterica virale. I bambini dopo l'infezione da rotavirus, così come quelli con diagnosi di anemia, necessitano di tale ricerca. Inoltre, è possibile pianificare un esame del sangue dettagliato.

Il sangue per la ricerca viene prelevato da un dito. Affinché il risultato sia corretto, è necessario prenderlo, seguendo i consigli:

  1. Il sangue deve essere donato a stomaco vuoto. È noto che dopo colazione il numero di neutrofili può aumentare. Questa regola si applica anche ai bambini, puoi nutrire un bambino solo due ore prima del prelievo di sangue.
  2. Prima di fare l'analisi, non dovresti impegnarti attivamente nell'educazione fisica, è sufficiente fare un paio di esercizi leggeri. Se il bambino è arrabbiato per qualcosa o si trova in una situazione stressante, è meglio donare il sangue un'altra volta.
  3. Le temperature estreme possono anche influenzare negativamente i risultati della ricerca. Non dovresti andare immediatamente in ufficio dall'assistente di laboratorio dal freddo. È meglio sedersi con il bambino nel corridoio per 5-10 minuti prima di prelevare il sangue per livellare la differenza di temperatura e consentire al corpo di adattarsi.
È meglio fare il test al mattino prima di colazione in modo che i conteggi ematici siano i più accurati

Valori normali

Il conteggio dei neutrofili viene effettuato nel processo di elaborazione di una formula di leucociti. Il tecnico di laboratorio colorerà il campione e prenderà uno striscio. Quindi calcolerà il numero totale di queste celle, nonché il loro indicatore relativo. La prima opzione è meno significativa, la seconda è considerata la più importante ed è definita come la percentuale di “bastoncelli” e particelle segmentate nel volume totale dei leucociti. Prima di iniziare a decifrare i risultati della ricerca, dovresti scoprire i valori tabulari. La norma per i bambini dipende dall'età del paziente.

Età, mesi / anniFino a 1 mese1 mese - 1 anno1-13 anni
Il numero totale di neutrofili in un litro di sangue, * 10⁹1.5 - 81.8 - 8.52 - 6
Pugnalata,%3 - 170,5 - 40,7 - 5
Segmentato,%45 - 8015 - 4535 - 62

Come si può vedere dalla tabella, la percentuale di neutrofili differisce significativamente nei bambini fino a un mese dai bambini più grandi. Le cellule di media maturità - pugnalate - nella formula dei leucociti di un neonato possono occupare fino al 17%. Mentre dopo un mese il loro tasso sale al 4-5%.

Quando i neutrofili sono elevati

Se l'esame del sangue di un bambino mostra neutrofili alti, la condizione è chiamata neutrofilia e può essere dovuta a molti fattori. Ad esempio, se l'aumento è insignificante, è probabile che questa sia la reazione del corpo all'attività del bambino: correva o giocava allegramente prima di prendere il sangue. Quando i neutrofili sono aumentati in modo significativo, il medico consiglierà un esame. Malattie e altri fattori che possono causare un aumento dei neutrofili:

  • leucemia;
  • vaccinazione;
  • peritonite;
  • polmonite, otite media, sepsi, bronchite, tonsillite;
  • ustioni di terzo e quarto grado;
  • ascessi;
  • anemia emolitica;
  • diabete;
  • ulcere trofiche.
Se la conta ematica devia dalla norma, il medico prescrive un esame del bambino per identificare le ragioni della diminuzione dei neutrofili

Inoltre, i neutrofili possono essere aumentati sullo sfondo di una grave tosse che si è manifestata durante l'ARVI. Questo può indicare un'infezione batterica che dovrebbe essere trattata con antibiotici..

Gli esperti dicono che il grado di aumento del numero di queste cellule dipende dalla forza del processo infiammatorio. A questo proposito, con un aumento significativo del livello di neutrofili, dovresti provare a superare tutti gli esami prescritti dal medico in modo che possa fare una diagnosi il prima possibile. Di norma, il trattamento deve essere iniziato immediatamente..

A volte gli esami del sangue mostrano un cambiamento nella formula dei leucociti - quando il livello generale dei leucociti è normale e il numero di cellule segmentate è molto più alto del normale. Questa immagine è osservata in alcune malattie:

  • malattie infettive asintomatiche;
  • processi infiammatori in una forma acuta;
  • diversi tipi di tumori.

Nota che un bambino perfettamente sano può avere un livello maggiore di queste cellule. Si ritiene che un aumento dei neutrofili fino a 7-8 * 10⁹ / l sia moderato e possa indicare che il bambino si è ammalato di recente o ha fatto una colazione abbondante prima di prendere il sangue.

I neutrofili sono meno del normale

A volte ci sono casi in cui il numero di neutrofili è inferiore al normale. Questa condizione è chiamata neutropenia e indica una diminuzione dell'immunità. La neutropenia viene diagnosticata se il numero di neutrofili è inferiore a 1,6 * 10⁹ / L. Perché non ci sono abbastanza di queste cellule nel sangue del bambino? Ci possono essere diversi motivi per il fenomeno, tra cui:

  • i neutrofili vengono distrutti da soli;
  • queste particelle sono prodotte in quantità insufficienti;
  • distribuito irrazionalmente nel sangue.

Cosa può portare alla distruzione o alla produzione insufficiente di neutrofili? Di regola, questo risultato è dovuto a:

  • malattie virali: ARVI, morbillo, influenza, epatite, rosolia, scarlattina;
  • infezioni fungine;
  • condizione dopo shock anafilattico;
  • leucemia acuta (vedi anche: sintomi di leucemia linfoblastica acuta nei bambini);
  • intossicazione con composti chimici;
  • tireotossicosi;
  • le conseguenze delle radiazioni;
  • anemia di varie eziologie;
  • mancanza di vitamina B12 e acido folico;
  • neutropenia congenita - una malattia piuttosto rara.

Inoltre, il livello di neutofili nei bambini è influenzato dall'assunzione di alcuni farmaci. Ad esempio, glucocorticosteroidi, anticonvulsivanti e vari tipi di farmaci per il dolore possono ridurre il numero di queste cellule..

Una diminuzione dei neutrofili nel sangue può indicare la malattia di un bambino, come l'anemia

A volte nei bambini del primo anno di vita, il numero di neutrofili è ridotto, mentre una tale distribuzione delle cellule del sangue non influisce in alcun modo sullo stato di salute del bambino. Di solito, il pediatra consiglia di ripetere i test dopo un po '. Se i risultati rimangono gli stessi, è probabile che il medico diagnostichi la neutropenia benigna infantile. Ad oggi, le cause di questa malattia non sono note, ma non richiede trattamento. Di norma, il livello di queste particelle si normalizzerà da solo. Questo può accadere dall'età di un anno, o forse da 2. Tale bambino è registrato presso un gemmologo, immunologo e pediatra.

Formula leucocitaria. Come capirlo?

Solo uno specialista può interpretare correttamente i risultati di un leucogramma. Se le particelle segmentate predominano nella formula del sangue, parlano di uno spostamento a destra. Se le pugnalate sono ingrandite, a sinistra. Uno spostamento a sinistra, cioè la predominanza di particelle immature, può indicare una forma grave di infiammazione, nonché la presenza di un tumore. Uno spostamento a destra può indicare:

  • violazioni del fegato, dei reni;
  • malattia da radiazioni;
  • anemia.
La formula dei leucociti mostra la percentuale di diversi tipi di leucociti

Tuttavia, durante la decodifica dei risultati del test, il medico deve tenere conto di altri indicatori, considerandoli in modo completo. Ad esempio, bassi neutrofili in combinazione con alti linfociti possono indicare che la malattia sta già svanendo. Se i neutrofili e i linfociti sono bassi, o questi ultimi sono normali, ciò può significare che il bambino ha un processo cronico (si consiglia di leggere: il bambino ha alti linfociti nel sangue). Inoltre, ha un sistema immunitario indebolito, il che suggerisce che il paziente è spesso malato..

Cosa fare se l'analisi non è normale?

Oggi non ci sono modi semplici per cambiare il rapporto di alcune cellule della serie di leucociti nel sangue. Il medico dovrebbe scoprire i motivi della deviazione e provare a regolare la formula del sangue con metodi indiretti. Se la radice del problema sta nell'assunzione di farmaci, è necessario rimuoverli o sostituirli. A volte la situazione può essere migliorata mangiando cibi ricchi di vitamine del gruppo B (B9 e B12).

I neutrofili nel sangue del bambino potrebbero non corrispondere alla norma per vari motivi (per maggiori dettagli, vedere l'articolo: perché i neutrofili nel sangue del bambino sono abbassati?). Il risultato dell'analisi non può diventare il principale strumento diagnostico. Il medico deve valutare altri sintomi e i risultati degli esami per fare una diagnosi. Tuttavia, le deviazioni nella formula del sangue non dovrebbero essere ignorate, in modo da non perdere i primi segni di infiammazione o qualsiasi malattia..

I neutrofili sono abbassati in un bambino: cosa significa?

Ultimo aggiornamento 5 febbraio 2020 alle 18:04

Quando la conta ematica di un bambino cambia, questo dovrebbe allertare i genitori. In questo caso, è obbligatorio fare appello a un medico, poiché uno specialista può non solo determinare le ragioni di una diminuzione dei neutrofili, ma anche prescrivere un trattamento adeguato per la situazione. Deve essere chiaro che un basso livello di neutrofili nel sangue di un bambino indica un'immunità molto bassa, quindi è necessario agire con urgenza.

Cosa sono i neutrofili?

Il sangue contiene un certo insieme di cellule e ogni tipo di esse svolge la propria funzione. Ad esempio, i globuli rossi forniscono ossigeno, le piastrine prevengono il sanguinamento, i linfociti ei globuli bianchi proteggono il corpo da agenti patogeni infettivi. I neutrofili sono un tipo di globuli bianchi. Sono progettati per resistere alla penetrazione della flora fungina e batterica.

Esistono due tipi di neutrofili:

  1. Le cellule staminali sono cellule giovani immature che maturano nel tempo e acquisiscono un nucleo.
  2. Segmentato - questi sono i "guerrieri" del sistema immunitario, che distruggono i microrganismi dannosi.

Se si verifica un processo infettivo acuto nel corpo del bambino, i neutrofili segmentati aumentano sempre.

Il tasso di neutrofili nei bambini

Il numero di neutrofili nel sangue di una persona dipende dalla sua età.

  • fino a 1 anno - 16-45%;
  • 1-2 anni - 28-48%;
  • 2-4 anni - 32-55%;
  • 4-6 anni - 32-58%;
  • 6-8 anni - 38-60%;
  • 8-10 anni - 41-60%;
  • 10-16 anni - 43-60%;
  • oltre 16 anni - 47-72%.

Neutrofili ridotti nel sangue di un bambino

La neutropenia è accompagnata da un grave decorso di malattie provocate da un'infezione infettiva o fungina. Il sistema immunitario non risponderà correttamente agli agenti patogeni e quindi il bambino diventa più suscettibile alle infezioni batteriche, molto spesso ha stomatite e gengivite. Inoltre, sono possibili ritardi nello sviluppo psicofisico..

La neutropenia può essere lieve, moderata o grave. La patologia differisce in congenita e acquisita.

La patologia congenita può essere espressa nelle seguenti forme:

  1. Sindrome dei "leucociti pigri": un bambino fin dalla tenera età deve affrontare sistematicamente patologie infiammatorie.
  2. Neutropenia ciclica - la natura della patologia è ripetitiva e nella maggior parte dei casi è combinata con agranulocitosi - una diminuzione molto significativa o completa assenza di granulociti neutrofili.
  3. Sindrome di Kostman: non ci sono forme mature di neutrofili nel plasma sanguigno, i segni di patologia compaiono immediatamente dopo la nascita del bambino.
  4. Neutropenia benigna familiare. In questo caso, il quadro clinico della patologia è assente e non è richiesta alcuna terapia specifica..

Nel primo anno di vita, a un bambino viene spesso diagnosticata una forma cronica di neutropenia benigna: la composizione quantitativa delle cellule cambia in diversi periodi di tempo. La concentrazione di neutrofili può variare da bassa a normale. Nella maggior parte dei casi, all'età di 3 anni, questa violazione viene eliminata da sola. Per quanto riguarda la forma acquisita di patologia, è associata agli effetti di fattori biologici, fisici e chimici..

Cosa significa?

Un basso livello di neutrofili nel sangue di un bambino può indicare quanto segue:

  • il midollo osseo ha ridotto la loro produzione;
  • i neutrofili muoiono in gran numero;
  • hai una grave malattia;
  • diminuzione dell'immunità dovuta a problemi di salute: patologie fungine, rosolia, morbillo, epatite infettiva.

Sintomi

Il quadro clinico della riduzione dei neutrofili nel sangue del bambino dipende sicuramente dalla malattia che ha provocato questo processo, molto spesso puoi notare:

  • eruzione cutanea;
  • aumento della frequenza di infezioni virali;
  • febbre elevata o di basso grado;
  • mal di testa;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • patologie fungine;
  • ARVI frequente.

Se la neutropenia è grave, il bambino può avere febbre, intossicazione, polmonite distruttiva.

Importante! Se un bambino ha spesso sinusite, stomatite o aumento dei linfonodi, questo non può essere ignorato. Si ritiene che questi siano i primi segni che indicano lo sviluppo della neutropenia..

Le ragioni

Una diminuzione della concentrazione di neutrofili nel sangue del bambino può avere vari motivi: si tratta di malattie virali e fungine, disturbi nel funzionamento del midollo osseo, problemi con la ghiandola tiroidea. Inoltre, la morte dei neutrofili può essere innescata dall'uso prolungato di agenti antibatterici, farmaci per alleviare il dolore e così via. Come già accennato, la neutropenia, sebbene in rari casi, può ancora essere congenita: il midollo osseo non produce una quantità sufficiente di queste cellule del sangue. Inoltre, il numero di neutrofili diminuisce con anemia, avvelenamento chimico, shock anafilattico, forma acuta di leucemia.

La norma dei neutrofili nei bambini per età: segmentata, pugnalata. Motivi per sollevare, abbassare, cosa fare

Le norme per il contenuto di neutrofili in uno striscio di sangue sono un indicatore importante dello stato di salute di adulti e bambini e dipendono dall'età.

Tipi di neutrofili e loro funzioni

Nel sangue umano, oltre agli eritrociti (globuli rossi) macchiati di emoglobina, circolano diversi tipi di globuli "bianchi" - leucociti. Il "sangue bianco" è responsabile delle reazioni di difesa dell'organismo e della formazione dell'infiammazione. Il rapporto quantitativo di diversi tipi di leucociti nel sangue è chiamato formula dei leucociti ed è oggetto di diagnostica di routine e urgente.

Tra i leucociti nel sangue, i più numerosi sono i granulociti neutrofili (neutrofili, NEUT) - piccole cellule con contenuto granulare (granuli) che reagiscono alla colorazione di laboratorio con coloranti sia acidi che basici (alcalini). Queste cellule hanno preso il nome dalla capacità di percepire entrambi i tipi di pigmento..

Una persona è costantemente in contatto con un numero enorme di microrganismi invisibili all'occhio (batteri, virus, funghi, protozoi), densamente popolando non solo l'intero spazio circostante - aria, superfici di oggetti, cibo - ma anche il corpo stesso.

Ad esempio, questo:

  • tegumenti esterni;
  • cavità orale;
  • tratto respiratorio superiore;
  • tratto gastrointestinale;
  • condotti terminali dei genitali.

Una volta nel corpo o costantemente presente in esso, la microflora cerca di utilizzare il suo spazio e le sue risorse per la vita, l'alimentazione e la riproduzione, che possono portare a intossicazione, indebolimento e morte dell'organismo ospite. Per evitare che ciò accada, un complesso sistema di difesa è costantemente funzionante nel sangue e nei tessuti degli esseri superiori - l'immunità - rappresentato da leucociti e anticorpi.

I neutrofili sono responsabili del controllo ogni secondo e continuo di tutti i sistemi e organi e della distruzione di agenti estranei, nonché delle azioni primarie per eliminare l'infezione penetrata e l'induzione dell'infiammazione. Grazie al lavoro di questo "sistema di prima risposta" di immunità non specifica, una persona può esistere senza rilevare alcun segno di invasione di microrganismi e senza nemmeno accorgersi di questa lotta.

Con una diminuzione del pool di neutrofili nel sangue, si osservano i seguenti cambiamenti:

  • il corpo è più spesso esposto a infiammazioni acute e infezioni, raffreddori, infezioni fungine;
  • le infezioni acute di solito diventano protratte e croniche;
  • i medici spesso iniziano a diagnosticare infiammazioni croniche, sinusiti, stomatiti, polmoniti, foruncolosi, ulcere intestinali.

Nelle forme gravi di immunodeficienza neutrofila, una persona può vivere solo in una camera sterile isolata.

Funzioni dei neutrofili:

  1. La microfagocitosi è l'assorbimento di piccoli agenti esterni. I neutrofili possono riconoscere un agente patogeno, spostarsi verso di esso attraverso il flusso sanguigno e i tessuti, catturare e distruggere (o destabilizzare). 1 cellula neutrofila può assorbire fino a 30 unità batteriche.
  2. Chemiotassi. Assorbendo e distruggendo l'agente patogeno, il neutrofilo muore, rilasciando nell'ambiente fattori che attraggono nuovi neutrofili, stimolano la formazione di neutrofili nel midollo osseo e il rilascio di neutrofili immaturi dalla riserva del midollo osseo nel sangue, che si riflette nella formula dei leucociti da un aumento del numero di giovani forme di neutrofili ("spostamento a sinistra ").
  3. Induzione dell'infiammazione. Gli enzimi battericidi secreti dai neutrofili morti causano la morte di cellule e tessuti infetti e la formazione di fattori infiammatori (citochine), che innesca meccanismi di difesa secondari e attira nuovi neutrofili nel sito dell'infiammazione. I neutrofili morti e le cellule del tessuto infetto, così come le particelle patogene uccise, formano pus, il cui colore verdastro è spiegato dalla presenza di eme colorato con mieloperossidasi nei neutrofili, un potente battericida.
  4. Formazione di trappole a DNA extracellulare (netosi). I neutrofili del sangue muoiono periodicamente in modo programmato, espulsi nelle "reti" spaziali intercellulari dei loro filamenti di DNA nucleare, dotati di fattori di riconoscimento e distruzione dei patogeni che sono penetrati in quest'area. Se, durante la creazione di una trappola, non viene utilizzato il DNA nucleare, ma mitocondriale, il neutrofilo rimane vitale. A volte queste trappole a DNA diventano la fonte dell'attività patologica del sistema immunitario, causando condizioni autoimmuni (artrite reumatoide, lupus, trombosi e altri).
  5. Attivazione dell'antigene. Pertanto, i neutrofili svolgono un ruolo importante nell'implementazione dell'immunità primaria non specifica (reattiva a qualsiasi, inclusi stimoli estranei precedentemente sconosciuti) durante le infezioni acute. I neutrofili sono attivi principalmente contro batteri e funghi, sono debolmente attivi contro i virus e quasi non partecipano alla difesa contro i parassiti animali. Le reazioni antitumorali, specifiche e allergeniche, nonché la lotta contro le infezioni croniche dei neutrofili sono insignificanti.

A seconda del grado di maturità (e della capacità di svolgere funzioni protettive), si distinguono diversi tipi (fasi di sviluppo) di neutrofili.

Neutrofili immaturi nel midollo osseo:

  1. I mieloblasti sono cellule embrionali (staminali) di futuri granulociti, originate nel midollo osseo da cellule staminali comuni all'intero sistema circolatorio. Normalmente, queste cellule dovrebbero essere presenti solo nel midollo osseo, il principale organo ematopoietico di una persona. La comparsa di esplosioni nel sangue indica la leucemia - un processo maligno nel sangue (fino al 2% nella forma cronica e fino al 5% nella crisi).
  2. Promielociti - lo stadio di maturazione del nucleo mieloblasto, il cui citoplasma rimane nella sua infanzia, ma contiene già granuli con i principali enzimi battericidi.
  3. I mielociti neutrofili sono precursori dei neutrofili, differenziati da altre due forme di granulociti (eosinofili e basofili). Il periodo di divisione e formazione dei precursori allo stadio dei metamielociti dura circa 4 giorni.
  4. I metamielociti neutrofili (giovani) sono infine neutrofili differenziati e in maturazione. Il tempo di maturazione è solitamente di circa 5 giorni.

Promielociti, mielociti e metamielociti si distinguono per un grande nucleo non formato e un citoplasma immaturo, che contiene pochi granuli con enzimi e complessi funzionanti e non è in grado di svolgere funzioni protettive. Queste giovani cellule possono entrare nel flusso sanguigno in una quantità non superiore all'1% della proporzione totale di leucociti nella formula dei leucociti.

In caso di aumento dell'indicatore al 3-5%, indicano una delle seguenti condizioni possibili:

  • leucemia cronica (e altri tumori mieloproliferativi); man mano che la malattia progredisce, il numero di giovani neutrofili raggiunge il 10-25%;
  • metastasi del midollo osseo da tumori maligni dei reni, della ghiandola mammaria o della prostata;
  • sepsi;
  • grave infezione batterica, fungina o virale in stadi avanzati o esacerbazione di un'infezione cronica; processi infettivi asintomatici nei bambini;
  • gravidanza;
  • intossicazione grave di qualsiasi natura (sali infettivi, alcolici, di metalli pesanti e altri tipi);
  • radiazioni (inclusa la radioterapia);
  • chemioterapia;
  • ampia perdita di sangue;
  • avvelenamento, sovradosaggio o intolleranza con l'uso a lungo termine di determinati farmaci (anelgesici, immunomodulatori e altri);
  • stress emotivo o fisico eccessivo;
  • coma, shock;
  • spostamento acido-base.

Neutrofili del sangue periferico adulti:

  1. I neutrofili a bastoncello (in gergo medico - "bastoncini") - formavano corpi in maturazione con un nucleo a forma di cilindro ricurvo (bastoncini), che emergevano dalla pozza del midollo osseo nel sangue. Queste cellule hanno già la fornitura principale di reagenti attivi nel citoplasma, ma non possono resistere attivamente alle infezioni, alla fagocitosi e alle infiltrazioni nei tessuti. All'inizio dell'infezione, il numero di "bastoncelli" nel sangue aumenta bruscamente e quando il pool di cellule staminali del midollo osseo si esaurisce, diminuisce..
  2. I neutrofili segmentati ("segmenti") sono granulociti neutrofili a tutti gli effetti, completamente formati e maturati con un nucleo tirato in segmenti in grado di svolgere tutte le loro funzioni. Dopo diverse ore di libera circolazione nel flusso sanguigno, un neutrofilo maturo si attacca alla parete interna del vaso, formando un pool parietale - un gruppo di cellule relativamente immobili che, se necessario, possono staccarsi rapidamente dall'endotelio e migrare verso il fuoco o la ferita dell'infiammazione.

I movimenti interni dei neutrofili del sangue dal pool parietale al flusso sanguigno e viceversa sono indicati come "ridistribuzioni" e causano i cosiddetti cambiamenti di ridistribuzione nella formula dei leucociti, che sono una variante della norma fisiologica, ma possono essere la causa di un'interpretazione errata degli esami del sangue.

La ridistribuzione dei neutrofili si verifica non solo quando viene rilevata un'infezione o un'infiammazione, ma anche quando si verifica un brusco cambiamento della temperatura ambiente (specialmente dopo il passaggio da una stanza fredda a una calda), entro 2 ore dopo aver mangiato, dopo stress fisico o emotivo.

Con l'età, c'è una tendenza ad un aumento del pool parietale.

Dopo aver trascorso circa 6 giorni nel sangue, un neutrofilo maturo si infiltra nello spazio intercellulare del tessuto, dove in assenza di un patogeno vive per circa 2 giorni, quindi muore in modo programmato e viene assorbito da un altro tipo di leucociti del sangue - i monociti.

Se un neutrofilo rileva e neutralizza qualsiasi particella estranea, la sua durata si riduce. Il neutrofilo segmentato è l'unità di lavoro principale dell'immunità aspecifica, quindi questo tipo di cellula costituisce la base della formula dei leucociti di una persona di qualsiasi età.

Neutrofili nella formula dei leucociti

I neutrofili (la norma nei bambini per età diminuisce durante il primo anno di vita e aumenta fino all'età adulta) sono più indicativi sotto forma di una formula di leucociti (leucogramma). Il leucogramma è il rapporto tra diversi tipi di globuli "bianchi" nel corpo, che viene compilato contando le cellule di ciascun tipo nel campo visibile di uno striscio di sangue al microscopio.

I tipi di neutrofili nel leucogramma sono disposti in base al grado di maturità da sinistra a destra. Con un aumento del numero di cellule pugnalate o la comparsa di precursori (metamielociti, mielociti, promielociti e anche più esplosioni), si parla di uno "spostamento a sinistra", con valori ridotti di "bastoncelli" o la rilevazione di un gran numero di neutrofili segmentati con più di 5 segmenti - di uno "spostamento a destra".

Ciascuno di questi disturbi indica una deviazione dello stato di salute dalla norma o patologie significative..

Gli indici leucocitari sono espressi nelle seguenti unità:

  1. Assoluto (numero di cellule / particelle).
  2. Parente. Espresso in percentuale%.

I valori assoluti hanno valori identici nelle unità SI:

  • (numero) / l (esempio della norma negli adulti - 4.400.000.000);
  • (numero) * 10 9 / l - cellule in un litro di sangue (4.4);
  • cellule / l - cellule in un litro di sangue (4.400.000.000);
  • G / L - grammi per litro di sangue (4.4);
  • Gchast / L - grammi o particelle in un litro di sangue (4.4).

Misurato anche in unità di misura tradizionali:

  • (numero) * 10 3 / μl (1000 / μl) - cellule in un microlitro (μl) di sangue (4.4);
  • (numero) * 10 3 / mm 3 (1000 / mm 3) - cellule in un millimetro cubo di sangue (4.4);
  • c / μl - cellule in microlitro (4.4);
  • k / mm 3 - celle in un millimetro cubo (4.4);
  • cellule / μl - cellule in microlitro (4400);
  • celle / mm 3 - celle in un millimetro cubo (4400).

Il tasso di neutrofili nel sangue nei bambini per età: tabella

Nel sangue di un adulto (di età superiore a 13 anni), la presenza di tutti i tipi di leucociti nella quantità di 4-10 * 10 9 / l di sangue è considerata normale, di cui neutrofili - dal 48 all'80% (1,8 - 6,5 * 10 9 / l).

Per esempio:

  1. I giovani neutrofili (precursori) dovrebbero essere trovati in una quantità non superiore all'1-3%.
  2. Stab - dall'1 al 6%.
  3. La quota rimanente (45-72%) è occupata da neutrofili segmentati. La predominanza di neutrofili segmentati su altre cellule del sangue "bianco" indica uno stato di immunità "normale": la prontezza del corpo per una potenziale invasione di infezione, mancanza di dati su infezioni attuali o trasferite di recente (entro 2 settimane) e condizioni infiammatorie.

I neutrofili (la norma nei bambini per età è presentata nella tabella) mostrano rapporti diversi durante il periodo di crescita umana. Nei bambini sotto i 12 anni di età si verifica la formazione del sistema immunitario e il costante "allenamento" delle risposte immunitarie nelle malattie infettive; mentre c'è un'immagine diversa di un leucogramma normale.

I bambini nascono con un alto valore "adulto" di neutrofili segmentati nel sangue, che aumenta fino alla fine del primo giorno di vita, per poi diminuire drasticamente.

Questo fenomeno coincide con la dinamica opposta dei linfociti (valore basso - diminuzione - aumento), il fenomeno è chiamato "prima sovrapposizione" (l'intersezione delle curve sul grafico avviene nel 3-5 ° giorno di vita). All'età di 5-15 giorni, l'indicatore delle cellule segmentate rimane basso (diminuendo lentamente) e successivamente inizia a rapidamente (fino a un mese), per poi aumentare gradualmente.

Per circa 5-7 anni, questa situazione fisiologicamente naturale bassa nel legame neutrofilo si avvicina alla norma per gli adulti ("seconda sovrapposizione", che riflette una diminuzione simultanea del numero di linfociti, così come le cellule pugnalate).

La norma dei neutrofili nei bambini per età è indicata nella tabella dell'analisi del sangue generale.

In questo momento, pediatri e genitori notano una diminuzione della frequenza di raffreddori e intossicazioni alimentari - le manifestazioni cliniche più sorprendenti dello stato del sistema immunitario. In futuro, il tasso di neutrofili maturi continua a crescere e raggiunge i valori degli adulti entro i 12-14 anni.

Norme di età dei neutrofili nel leucogramma dei bambini:

EtàNeutrofili a bastoncello,%Neutrofili segmentati,%
Il primo giorno1-550-70
1-5 giorni1-535-55
5-15 giorni1-425-45
15 giorni - 1 mese1-515-30
1-12 mesi1-520-35
16 anni1-435-55
7-10 anni1-440-60
11-151-440-75

Come determinare il livello dei neutrofili: test e studi

Tutti i granulociti vengono esaminati in tre modi:

  • utilizzando un esame del sangue clinico;
  • in un esame del sangue biochimico;
  • biopsia del midollo osseo.

Analisi del sangue generale

Nella maggior parte delle situazioni pianificate e cliniche, per la diagnosi è sufficiente un esame del sangue generale, che viene prelevato da un dito. Poiché i globuli "bianchi" sono in grado di rispondere rapidamente alle normali fluttuazioni fisiologiche dello stato del corpo con spostamenti di ridistribuzione e del midollo osseo - da un cambiamento nel tasso di emopoiesi, è necessario seguire alcune regole di preparazione per la donazione del sangue.

Sono i seguenti:

  1. Fame. Prima di prelevare il sangue, è necessario astenersi dal mangiare e dal bere per 6 ore (bambini - 2 ore). Il cibo potenzia il lavoro delle cellule staminali e il rilascio del pool di midollo osseo, inoltre stimola l'attivazione dei neutrofili parietali "dormienti" contro la possibile invasione di agenti patogeni e tossine dal cibo.
  2. Dieta. Alcuni giorni prima della consegna dell'UAC dovrebbero essere esclusi dalla dieta: grassi; speziato; cibo in scatola; se possibile - prodotti con additivi alimentari. Tutti questi tipi di cibo mettono a dura prova il sistema immunitario. Anche i medicinali (specialmente quelli contenenti alcol) possono portare a forti cambiamenti nel leucogramma individuale standard.
  3. Riposo fisico. I carichi muscolari intensi (lavoro fisico, sport, giochi all'aperto) migliorano: la sintesi di nuovi neutrofili nel midollo osseo; causare il rilascio di giovani forme di cellule nel sangue; portare all'ispessimento del sangue; causare un aumento del flusso sanguigno, scaricando la piscina parietale nel flusso principale; è possibile che il sistema immunitario reagisca con un salto neutrofilo alla comparsa di prodotti di decomposizione dannosi nel sangue, che si osserva con un aumento del lavoro muscolare, specialmente nelle persone non addestrate.
  4. Stabilità dello stato emotivo. Stress acuto, emozioni di paura, gioia e tristezza, eventi improvvisi e notizie sono accompagnati da un'ondata di adrenalina e cortisolo, che, come con il carico muscolare, stimolano la neutrofilopoiesi e distorcono i risultati dello studio.
  5. Condizioni di temperatura regolari. Fluttuazioni temporanee dell'equilibrio leucocitario provocano bruschi cambiamenti della temperatura ambiente, ad esempio: passaggio da una stanza riscaldata a una fredda o da una stanza climatizzata a una strada calda; fare un bagno o una doccia calda; cambiare i vestiti in una stanza fresca; bambini impigliati. Tutto ciò può riflettersi anche nel leucogramma. Per equalizzare i valori, è necessario trascorrere circa 15 minuti in modalità uniforme.
  6. Nessun danno alla pelle. "Ringiovaniscono" la formula dei leucociti e possono mascherare processi infettivi e infiammatori nascosti nel corpo: ustioni; tagli; ferite; graffi; contusioni; interventi chirurgici; manipolazioni dentali; eczema e dermatite.
  7. Pausa dopo vaccinazioni e trasfusioni di sangue. Il periodo di attesa può variare da 1 a 4 settimane a seconda del tipo di vaccino.
  8. Il periodo premestruale e la metà del ciclo nelle ragazze possono causare non solo cambiamenti nei valori dei neutrofili maturi, ma anche la comparsa di forme giovani. Per l'affidabilità dei risultati dell'UAC, è meglio non donare il sangue una settimana prima dell'inizio delle mestruazioni e 4-5 giorni dopo la loro fine, e anche, se possibile, determinare il ciclo esatto - 2 giorni durante l'ovulazione.
  9. La seconda metà della gravidanza e del parto provocano uno "spostamento a sinistra" fino ai mielociti e alle esplosioni. Durante il parto, la funzione ematopoietica del midollo osseo e la produzione di tutti i tipi di leucociti in risposta alla comparsa dell'embrione aumentano e l'inizio della gravidanza e del parto è uno stato di stress del corpo, che porta a cambiamenti attivi nel sistema immunitario. Tuttavia, il tasso di forme immature, anche in questo caso, non supera il 3% e l'aumento della proporzione di forme di stabilizzazione è del 6%. Un aumento del numero di cellule segmentate è considerato naturale..

Chimica del sangue

I neutrofili (se la norma nei bambini per età ha forti deviazioni) richiedono uno studio più attento. L'LHC viene utilizzato per chiarire ed espandere i dati di diversi campioni di un esame del sangue generale con conservazione persistente delle deviazioni e soprattutto un forte "spostamento a sinistra".

Le regole per la preparazione per l'LHC sono simili alle raccomandazioni prima della consegna dell'UAC. Il sangue per l'analisi biochimica viene prelevato da una vena.

Biopsia del midollo osseo

È necessaria una biopsia con uno spostamento significativo stabile nel leucogramma, specialmente sul lato sinistro.

È necessario anche quando la norma per le forme giovani supera il 5%, quando non vi è alcuna indicazione nella storia di:

  • decorso grave di qualsiasi malattia infettiva;
  • intossicazione;
  • irradiazione;
  • uso a lungo termine di farmaci specifici;
  • perdita di sangue;
  • coma prolungato;
  • stress cronico;
  • acidosi e alcalosi causate da disturbi acuti o cronici degli organi interni e del metabolismo.

Un aumento del tasso di giovani neutrofili superiore al 10% di solito segnala patologie ematologiche maligne (malattie mieloproliferative) e una diminuzione al di sotto della norma - sulle anomalie cromosomiche nella sintesi delle cellule del sangue, la cui eziologia e stadio sono aiutati dal mielogramma e dall'analisi citogenetica della biopsia del midollo osseo.

Ulteriori fattori che aumentano la necessità di tale procedura sono:

  • la presenza di eritrocariociti nel sangue - globuli rossi dei globuli rossi;
  • la proporzione di piastrine superiore a 450 * 10 9 / l (trombocitosi);
  • alto contenuto di eosinofili (oltre il 5%) - un altro tipo di cellule granulari di sangue "bianco";
  • un aumento del numero di basofili (il terzo tipo di granulociti) di oltre l'1%;
  • fosfatasi alcalina bassa dei neutrofili;
  • manifestazioni cliniche di malattie mieloproliferative (perdita di peso, affaticamento, sanguinamento e trombosi, disturbi della coscienza, dolori articolari).

Una biopsia viene prescritta dopo un'analisi ponderata da uno specialista di tutti i dati dell'emocromo e dell'anamnesi e viene eseguita su base ambulatoriale o ospedaliera con anestesia locale (a volte con sedazione).

Localizzazione della raccolta del materiale:

  • negli adulti, il materiale viene prelevato dallo sterno;
  • i bambini hanno maggiori probabilità di avere una biopsia pelvica;
  • nei neonati, è più facile manipolare il calcagno, la tibia o il femore.

La procedura è abbastanza sicura e relativamente indolore, dura circa 3 minuti, non richiede un'attenta preparazione e un trattamento riparativo.

Deviazioni dalla norma

Il tasso di neutrofili nei bambini può variare leggermente con l'età. Le variazioni dei loro valori normali in unità assolute (in termini numerici) o relative (in percentuale) indicano lo stato generale del loro aumento o diminuzione. Più informativo è la formula estesa dei leucociti con o senza variazioni nella scala della maturità cellulare.

Quando i neutrofili sono elevati

Leucocitosi neutrofila (neutrofilia, neutrofilia) si osserva nelle seguenti condizioni:

  1. Infezioni acute di natura batterica, fungina o protozoica; infezioni causate da alcuni virus. La maggior parte dei patogeni non virali porta a un brusco salto nel pool di sangue neutrofilo all'inizio della malattia. In futuro, la funzione principale di combattere il patogeno viene trasferita ai linfociti e il numero di neutrofili diminuisce. Con un esito positivo della malattia, l'agente patogeno viene distrutto e il rapporto dei globuli bianchi torna alla normalità.
  2. Condizioni infiammatorie croniche e acute: artrite reumatoide; tiroidite; dermatite; peritonite; pancreatite; processi infiammatori purulenti.
  3. Tumori maligni del sistema circolatorio o metastasi al midollo osseo da altri organi.
  4. Infarto (necrosi ischemica) del miocardio, dei reni, dei polmoni e di altri organi.
  5. Periodo postoperatorio, parto, ustioni o lesioni. I primi giorni di recupero dopo le procedure chirurgiche sono accompagnati da neutrofilia naturale, quando il sistema immunitario rilascia cellule di riserva nel sangue in risposta a un trauma e il pool parietale migra verso il sito di intervento. Mantenere un tasso elevato in futuro non è auspicabile, poiché indica l'aggiunta di un'infezione.
  6. Intossicazione endogena (metabolica): con diabete mellito; con eclampsia di donne incinte; necrosi delle cellule del fegato; uremia.
  7. Stati fisiologici (transitori e non allarmanti): stress; stress fisico ed emotivo; cambio di regime di temperatura; sensazioni dolorose; metà e fine del ciclo mestruale; seconda metà della gravidanza.
  8. Morsi di animali velenosi e altre intossicazioni esogene: piombo; mercurio; preparati insetticidi; glicole etilenico.
  9. Assunzione di alcuni farmaci: corticosteroidi; acetilcolina; prodotti a base di eparina; glicosidi cardiaci.
  10. Perdita di sangue acuta.

Il corso normale di uno qualsiasi di questi disturbi è considerato un aumento di forme segmentate prevalentemente invariate e un leggero "spostamento a sinistra" con un aumento della proporzione di neutrofili pugnalati, che si osserva quando il corpo combatte con successo contro infezioni acute e infiammazioni non pericolose.

Le condizioni settiche purulente sono accompagnate da un aumento delle cellule prevalentemente pugnalate e dalla comparsa di metamielociti.

Dopo l'esaurimento del germoglio bianco (germogli staminali dei globuli bianchi nel midollo osseo), che si osserva con malattie infettive e purulente settiche prolungate con un decorso grave, anche stadi più giovani dei neutrofili (fino all'esplosione) si trovano nel leucogramma e gli eosinofili scompaiono.

Il "ringiovanimento" della formula (spostamento estremo a sinistra) può indicare processi maligni nel midollo osseo. L'inibizione della funzione ematopoietica del midollo osseo nelle intossicazioni endogene, infezioni gravi ea lungo termine è caratterizzata dalla comparsa di forme segmentate degenerative (alterate) sullo sfondo di un aumento del contenuto di cellule pugnalate.

Una diminuzione della loro proporzione, accompagnata da uno "spostamento a destra" con la distruzione del nucleo dei neutrofili segmentati, può indicare:

  • malattie renali e epatiche;
  • recupero dopo la trasfusione (trasfusione di sangue);
  • un certo numero di anemie maligne;
  • alcune rare mutazioni dei neutrofili in persone sane che non si manifestano clinicamente e non influiscono sulla salute.

Sintomi

Se la neutrofilia si manifesta con sintomi clinici, questi sono solitamente segni della malattia che ha causato questa condizione del leucogramma.

In generale, valori aumentati di granulociti neutrofili corrispondono ai seguenti fenomeni:

  • debolezza generale;
  • aumento della temperatura corporea;
  • vertigini; disturbi della vista e della coscienza;
  • dolore muscolare;
  • svenimento;
  • distrofia.

Trattamento farmacologico

Se la neutrofilia è causata da un'adeguata risposta del sistema immunitario all'invasione di un agente infettivo, non sono necessari metodi violenti per ridurre il numero di neutrofili.

Il trattamento in questo caso consiste in:

  • eliminazione della causa della neutrocitosi - l'introduzione di farmaci antibiotici, antielmintici, antivirali o antimicotici;
  • antistaminici;
  • farmaci antinfiammatori.

Le formazioni maligne richiedono un trattamento appropriato.

Di solito questo:

  • terapia ormonale;
  • radioterapia e chemioterapia;
  • trapianto di midollo osseo;
  • trasfusione.

Le conseguenze della neutrocitosi grave (osservata, ad esempio, nei tumori), come ridotta circolazione cerebrale, priapismo infantile e altri, richiedono un effetto direttamente sul volume dei neutrofili nel sangue. Per ridurre l'iperneutrocitosi, vengono utilizzati citostatici, terapia anticoagulante, leucocitoferesi.

Effetti

Nella maggior parte dei casi, la prognosi per la neutrofilia è favorevole: alla fine dell'infiammazione infettiva, e talvolta nella sua fase finale, il numero di neutrofili diminuisce da solo.

Se la leucocitosi neutrofila è causata da gravi disturbi del sistema ematopoietico, un eccesso di cellule granulari si deposita sulla parete interna dei vasi sanguigni e può portare al blocco dei piccoli capillari.

I neutrofili sono meno del normale

I neutrofili (la norma nei bambini per età non dovrebbe essere inferiore alla media) possono mostrare livelli estremamente bassi. La neutropenia (leucopenia neutrofila, agranulocitosi) è una diminuzione del numero normale di neutrofili nel leucogramma, che si osserva durante vari processi.

Per esempio:

  1. La maggior parte delle infezioni virali: influenza; varicella; morbillo; rosolia; polio; epatite; tipi di herpes 6 e 7). I neutrofili non sono specializzati nella lotta agli agenti virali e quando l'organismo viene colonizzato da questo tipo di patogeni muoiono molto rapidamente.
  2. Alcune infezioni batteriche altamente virulente in un decorso cronico; brucellosi; tifo; paratifo; tubercolosi; con immunodeficienza - infezioni croniche da streptococco e stafilococco, sepsi.
  3. Numerose malattie causate da protozoi (malaria, toxoplasmosi).
  4. Infezioni fungine di corso grave.
  5. Temperatura corporea elevata (oltre 38 ° C).
  6. Condizione dopo un'infezione. L'esaurimento della riserva neutrofila nel midollo osseo e del pool di granulociti nel sangue e nei tessuti è naturale per questo periodo e non è un segnale allarmante, ma indica un sistema immunitario indebolito e un aumentato rischio di reinfezione.
  7. Malattia da radiazioni, radioterapia.
  8. Anemie aplastiche - disturbi congeniti o acquisiti dell'emopoiesi nel midollo osseo.
  9. Avvelenamento con benzene, colorante all'anilina e alcune altre sostanze.
  10. Avitaminosi: B12 (cianocobalamina); B9 (acido folico); B1 (tiamina); rame; ghiandola.
  11. Leucemia acuta e altre sindromi mielodisplastiche.
  12. Shock anafilattico.
  13. Malattie reumatiche.
  14. Neutropenia indotta da farmaci a lungo termine: alcuni antibiotici; farmaci sulfa; citostatici; farmaci antinfiammatori non steroidei (analgesici e antispastici); farmaci antiepilettici; farmaci contro la tireotossicosi; medicinali usati per trattare il diabete mellito; farmaci antielmintici.

Sintomi

Il segno principale che consente al medico di sospettare la neutropenia sono le frequenti malattie respiratorie (più di 8 volte l'anno).

Con la progressione del deficit, al bambino vengono diagnosticati processi cronici:

  • tonsillite;
  • tonsillite;
  • otite media; lesioni cutanee pustolose.

Altri sintomi includono:

  • ingrossamento della milza;
  • linfonodi ingrossati;
  • debolezza generale.

Nei bambini con una carenza di neutrofili estremamente pronunciata (inferiore a 0,5 * 10 9 / l), quando il corpo incontra un rappresentante di una microflora patogena e persino della propria microflora o l'attivazione di un virus "dormiente" (ad esempio, virus dell'herpes o citomegalovirus), può svilupparsi febbre neutropenica (neutropenia febbrile) - una condizione pericolosa con sintomi pronunciati e in rapido sviluppo.

Sono i seguenti:

  • un forte deterioramento del benessere e la comparsa di debolezza;
  • la temperatura corporea supera i 38 ° C nell'intervallo da mezz'ora a diverse ore;
  • forti brividi e tremore;
  • "Versare" il sudore;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • un forte calo della pressione sanguigna fino a svenire.

Trattamento farmacologico

Il trattamento della neutropenia consiste nell'istituzione e nell'eliminazione fattibile del fattore di malattia.

La terapia di solito include:

  • terapia antibiotica;
  • farmaci ormonali;
  • agenti citostatici;
  • immunoglobulina (per la neutropenia autoimmune e febbrile).

Effetti

La neutropenia cronica di gravità da lieve a moderata si manifesta con infezioni batteriche e fungine spesso ricorrenti.

Una grave carenza porta a condizioni potenzialmente letali in cui il corpo non è in grado di far fronte anche a patogeni virulenti bassi senza una terapia potente e non sicura con corticosteroidi, antibiotici, fattori stimolanti le colonie e chirurgia del midollo osseo.

Prevenzione dei cambiamenti nei livelli di neutrofili

Le azioni preventive volte a stabilizzare il legame neutrofilo nel sangue coincidono con i principi generali del rafforzamento dell'immunità e vengono eseguite durante i periodi di remissione delle malattie infettive croniche.

Per esempio:

  • prendendo complessi vitaminici e minerali;
  • regolare attività fisica moderata o allenamento sportivo sotto la guida di un allenatore qualificato e sotto la supervisione di un immunologo o ematologo;
  • indurimento;
  • Nutrizione corretta;
  • evitare luoghi affollati durante i periodi di freddo stagionale;
  • rispetto dell'igiene.

Per proteggere il bambino da possibili malattie gravi e identificare tempestivamente le deviazioni nella sua salute, i genitori non dovrebbero ignorare metodi diagnostici così semplici e informativi come un esame del sangue clinico..

Dopo aver ricevuto il leucogramma del bambino, il medico osservante valuterà il contenuto dei neutrofili, li confronterà con le norme di età, redigerà un quadro clinico e, in caso di discrepanza, sarà in grado di prendere in anticipo le misure necessarie.

Autore dell'articolo: lyubov_a

Design dell'articolo: Oleg Lozinsky

Video sul tasso di neutrofili nei bambini

Cosa sono i neutrofili e di cosa sono responsabili:


Articolo Successivo
Cause di epilessia negli adulti