Aumento o diminuzione del numero di neutrofili nelle analisi


Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Neutrofili e loro importanza nelle analisi: aumento e diminuzione del livello di neutrofili in un esame del sangue generale, negli strisci e nell'analisi dell'espettorato
I neutrofili sono cellule del sangue, che sono membri di un gruppo di leucociti che aiutano a proteggere il corpo umano da alcune infezioni. Il maggior numero di queste cellule del sangue circola nel sangue solo per poche ore, dopodiché penetrano negli organi e nei tessuti e forniscono loro la protezione necessaria contro le infezioni..

Queste cellule del sangue tendono anche a percepire "segnali di infiammazione". Non appena li prendono, si spostano immediatamente nelle aree infiammatorie. Può essere sia ferite che ferite, ustioni, ulcere e così via..
Se c'è una quantità maggiore di queste cellule del sangue nel sangue di una persona, allora un processo infiammatorio o un'infezione è sul viso.
Una diminuzione del livello di queste cellule può essere notata in presenza di alcune malattie parassitarie o virus nel corpo, nonché sullo sfondo dell'assunzione di determinati farmaci.

Neutrofili: cosa sono?

Il processo di maturazione dei granulociti neutrofili avviene direttamente nel midollo osseo, dopodiché entrano immediatamente nel flusso sanguigno ad una velocità di circa sette milioni al minuto. Rimangono nel sangue per non più di due giorni, dopodiché si spostano su tessuti e organi, proteggendoli da patologie infettive.
Il processo di distruzione dei vecchi neutrofili viene eseguito nei tessuti. Se parliamo del processo di maturazione di queste cellule, allora avviene esattamente in sei fasi, che si susseguono una dopo l'altra: mieloblasto, promielociti, mielociti, metamielociti, cellule pugnalate e segmentate. Tutte le forme di queste cellule, oltre alla cellula segmentale, sono considerate immature. Se nel corpo umano si sviluppa un'infiammazione o un'infezione, la velocità di rilascio dei neutrofili dal midollo osseo aumenta immediatamente. Di conseguenza, le cellule che non sono maturate fino alla fine entrano nel sangue umano. Il numero di queste cellule immature indica la presenza di un'infezione batterica. Inoltre, forniscono informazioni sull'attività di questa infezione nel corpo del paziente..

La funzione più importante assegnata ai neutrofili è uccidere i batteri. Nel caso dello sviluppo di una patologia infettiva acuta, il numero di queste cellule del sangue aumenta notevolmente. Va notato che queste cellule possono svolgere la loro funzione anche in quei tessuti che ricevono pochissimo ossigeno. Questi possono essere tessuti intrappolati sia dall'edema che dall'infiammazione..

All'inizio, queste cellule vengono rilevate, dopo di che i batteri, così come i prodotti di degradazione dei tessuti, vengono fagocitati. Dopo aver assorbito questi componenti, li distruggono attraverso i loro enzimi. Gli enzimi che vengono rilasciati al momento della disgregazione di queste cellule contribuiscono anche all'ammorbidimento dei tessuti circostanti. Di conseguenza, c'è un ascesso sul viso. In effetti, il pus nell'area delle aree colpite include esattamente gli stessi neutrofili, così come i loro resti.

La norma del contenuto di neutrofili nel sangue

Se una persona è completamente sana, allora nel suo sangue dovrebbe essere notato dall'1 al sei percento dei neutrofili pugnalati, cioè forme immature di queste cellule e dal quarantasette al settantadue percento dei neutrofili segmentati, cioè forme mature di queste cellule.

Il numero di queste cellule del sangue nel sangue di un bambino è determinato dalla sua età:

  • Il primo giorno, il sangue del bambino contiene dall'1 al diciassette percento di neutrofili pugnalati e dal quarantacinque all'ottanta percento di neutrofili segmentati.
  • Nei bambini di età inferiore ai dodici mesi: sesso: quattro per cento dei neutrofili pugnalati e dal quindici al quarantacinque per cento dei neutrofili segmentati.
  • Nei bambini di età compresa tra uno e dodici anni, il numero di neutrofili pugnalati è della metà - cinque percento e di neutrofili segmentati - venticinque - sessantadue percento.
  • All'età di tredici o quindici anni nel sangue di un bambino, ci sono rapporti sessuali: il sei per cento dei neutrofili pugnalati e il quarantacinque per cento dei neutrofili segmentati.

Durante la gravidanza, il numero normale di queste cellule è lo stesso degli adulti..

Aumento dei livelli di neutrofili nel sangue

Una quantità eccessiva di queste cellule del sangue può essere rilevata in qualsiasi processo infiammatorio acuto. Può essere sia sepsi che otite media, bronchite, polmonite, appendicite e così via. Soprattutto molti neutrofili possono essere rilevati nel caso dello sviluppo di qualsiasi patologia purulenta..
I neutrofili di stabilizzazione reagiscono particolarmente fortemente ai processi infiammatori e purulenti nel corpo. Di conseguenza, è il loro aumento nel sangue del paziente che viene chiamato in medicina uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra. Con lo sviluppo di disturbi infiammatori purulenti complessi, in cui c'è anche una forte intossicazione del corpo, è del tutto possibile identificare la granularità tossica e la vacuolizzazione del citoplasma dei neutrofili. A volte si nota un aumento del numero di queste cellule a causa di ictus, infarto miocardico, ulcere trofiche, sullo sfondo di ustioni estese e assunzione di farmaci. Anche le neoplasie maligne dei bronchi, del pancreas, dello stomaco e di alcuni altri organi possono causare un aumento significativo del numero di neutrofili..

Diminuzione del livello dei neutrofili nel sangue

Una diminuzione del numero di queste cellule del sangue può essere osservata in patologie virali come: epatite, influenza, rosolia, AIDS, morbillo, varicella. Lo stesso fenomeno si può osservare nel caso della toxoplasmosi o della malaria. È del tutto possibile ridurre il livello di neutrofili nel sangue e sullo sfondo dell'assunzione di farmaci anticonvulsivanti o analgesici, nonché di citostatici. Lo shock anafilattico e la radioterapia possono anche ridurre significativamente la conta dei granulociti neutrofili. Puoi saperne di più sull'aumento e la diminuzione del livello dei neutrofili consultando uno specialista in questo campo..

Autore: Pashkov M.K. Coordinatore del progetto sui contenuti.

Decodificare un esame del sangue per i neutrofili

L'analisi del sangue (clinica) generale contiene molti indicatori in base ai quali il medico valuta la salute del paziente. Un cambiamento nel valore di ciascuna di queste caratteristiche indica la possibilità di sviluppo di una particolare patologia nel corpo. Uno degli indicatori importanti di un esame del sangue generale dettagliato è il numero di neutrofili. Considera cosa significa questo indicatore e quali cambiamenti indicano nel numero di neutrofili nell'analisi del sangue.

Neutrofili nel sangue umano

I neutrofili sono il tipo più abbondante di leucociti del sangue (globuli bianchi che sono coinvolti nella formazione dell'immunità del corpo).

Queste cellule del sangue si formano nel midollo osseo rosso dalla linea granulocitica ematopoietica. I neutrofili appartengono ai globuli granulocitici, che contengono granulosità (granuli) nel loro citoplasma. Questi granuli di neutrofili contengono mieloperossidasi, lisozima, proteine ​​cationiche, idrolasi acide e neutre, collagenasi, lattoferrina, aminopeptidasi. Grazie a questo contenuto dei loro granuli, i neutrofili svolgono importanti funzioni nell'organismo. Penetrano dal sangue negli organi e nei tessuti del corpo e distruggono agenti patogeni, microrganismi estranei. La distruzione avviene per fagocitosi, cioè i neutrofili assorbono e digeriscono particelle estranee, dopo di che muoiono essi stessi.

Gli esperti distinguono sei fasi di maturazione dei neutrofili: mieloblasto, promielociti, metamielociti (cellula giovane), pugnalata, segmentata. I neutrofili segmentati sono cellule mature e contengono un nucleo diviso in segmenti. Tutte le altre forme sono immature (giovani). Nel sangue umano, ci sono neutrofili significativamente più segmentati rispetto alle cellule immature. In caso di infezione o processo infiammatorio nel corpo, il midollo osseo rilascia attivamente forme immature di neutrofili nel sangue. In base al numero di tali neutrofili in un esame del sangue, è possibile identificare la presenza di un processo infettivo nel corpo e stabilire l'attività del suo corso.

La maggior parte dei neutrofili (circa il 60%) si trova nel midollo osseo, poco meno del 40% di queste cellule si trova negli organi e nei tessuti e solo l'1% circa dei neutrofili circola nel sangue periferico degli esseri umani. Allo stesso tempo, secondo la decodifica dell'analisi del sangue per i neutrofili, normalmente nel sangue periferico dovrebbero essere contenute solo cellule segmentate e pugnalate.

Dopo aver lasciato il midollo osseo, le cellule dei neutrofili circolano nel sangue periferico per diverse ore. Il neutrofilo quindi migra nel tessuto. La sua durata nei tessuti è di 2-48 ore, a seconda della presenza di un processo infiammatorio. Determinato dai neutrofili in un esame del sangue generale durante il calcolo della formula dei leucociti (la percentuale di diversi tipi di leucociti rispetto al loro numero totale).

Decodificare un esame del sangue per i neutrofili

Norma

Il contenuto normale di neutrofili nell'analisi del sangue generale negli adulti è del 45-70% del contenuto totale di tutti i leucociti o 1,8-6,5 × 10 9 / L. Nei bambini, il tasso di neutrofili nel sangue dipende dall'età. In un bambino del primo anno di vita, è del 30-50% o 1,8-8,4 × 10 9 / l, fino a sette anni - 35-55% o 2,0-6,0 × 10 9 / l, fino a 12 anni - 40-60% o 2,2-6,5 × 10 9 / l.

Allo stesso tempo, nel numero totale di neutrofili, la norma per le forme segmentate è del 40-68%, per le forme pugnalate - 1-5%.

Valori aumentati

Un aumento del numero di neutrofili (neutrofilia) è una forma specifica di difesa dell'organismo contro le infezioni e lo sviluppo di un processo infiammatorio. Di solito la neutrofilia è combinata con leucocitosi (un aumento del numero di leucociti), mentre un aumento del numero di neutrofili pugnalati indica lo sviluppo di un'infezione batterica nel corpo.

Un leggero aumento del contenuto di neutrofili nel sangue si osserva con uno sforzo fisico eccessivo, un forte stress psico-emotivo, dopo un pasto abbondante, durante la gravidanza.

Ma un aumento significativo del numero di neutrofili in un esame del sangue può indicare lo sviluppo delle seguenti patologie:

  • processo infiammatorio moderato o localizzato (il livello di neutrofili nel sangue sale a 10,0 × 10 9 / l);
  • un ampio processo infiammatorio nel corpo (il livello di neutrofili nel sangue sale a 20,0 × 10 9 / l);
  • processo infiammatorio generalizzato, ad esempio, con sepsi di eziologia stafilococcica (il livello di neutrofili nel sangue sale a 40,0-60,0 × 10 9 / l);

La condizione in cui le forme immature di neutrofili compaiono nel sangue (mielociti, promielociti), il numero di coltellate e le forme giovani aumenta, è chiamata spostamento della formula dei leucociti a sinistra. Questa condizione si osserva in processi infettivi particolarmente gravi ed estesi, in particolare con infezioni purulente.

Valori ridotti

Una diminuzione dei neutrofili in un esame del sangue (neutropenia) indica una soppressione funzionale o organica dell'ematopoiesi nel midollo osseo. Un'altra causa di neutropenia può essere la distruzione attiva dei neutrofili sotto l'influenza di fattori tossici, anticorpi contro i leucociti, complessi immunitari circolanti. Di solito si osserva una diminuzione del livello dei neutrofili con un indebolimento dell'immunità del corpo.

Gli esperti distinguono tra neutropenia congenita, acquisita e inspiegabile. La neutropenia cronica benigna si riscontra spesso nei bambini di età inferiore a un anno. Questa condizione può normalmente essere presente nei bambini fino a due o tre anni, dopodiché questo emocromo dovrebbe essere normalizzato.

Molto spesso, si osserva una diminuzione dei neutrofili in un esame del sangue nelle seguenti malattie e condizioni:

  • malattie infettive virali (influenza, rosolia, morbillo);
  • infezioni batteriche (febbre tifoide, brucellosi, febbre paratifo);
  • malattie infettive da protozoi (toxoplasmosi, malaria);
  • malattie infettive da rickettsie (tifo);
  • malattie infiammatorie che sono gravi e acquisiscono il carattere di un processo infettivo generalizzato;
  • anemia aplastica e ipoplastica;
  • agranulocitosi (una forte diminuzione del numero di neutrofili nel sangue);
  • ipersplenismo (diminuzione del contenuto di leucociti, eritrociti, piastrine nel sangue a causa della loro distruzione o accumulo in una milza ingrossata);
  • radioterapia, esposizione alle radiazioni;
  • grave sottopeso, cachessia (estremo esaurimento del corpo);
  • prendendo alcuni farmaci (sulfamidici, citostatici, analgesici, cloramfenicolo, penicilline).

In alcuni casi, la diminuzione del numero di neutrofili è temporanea, di breve durata. Questa condizione, ad esempio, si osserva durante il corso della terapia antivirale. Questa neutropenia è reversibile e si risolve interrompendo il trattamento. Tuttavia, se una diminuzione del numero di neutrofili in un esame del sangue persiste per lungo tempo, ciò può indicare lo sviluppo di una malattia cronica del sistema ematopoietico. Inoltre, il rischio di malattie infettive aumenta se la bassa conta dei neutrofili persiste per più di tre giorni..

Neutrofili in un esame del sangue

I neutrofili sono il più grande gruppo di globuli bianchi che forniscono la difesa del corpo contro una varietà di infezioni. Questo tipo di globuli bianchi si forma nel midollo osseo. Penetrando nei tessuti del corpo umano, i neutrofili distruggono i microrganismi patogeni e estranei con il metodo della loro fagocitosi.

Cosa sono i neutrofili?

Ci sono sei fasi consecutive di maturazione dei neutrofili: mieloblasto, promielociti, mielociti, metamielociti (giovani), cellule pugnalate e segmentate. Le cellule mature sono neutrofili segmentati. Tutte le altre forme di queste cellule sono considerate immature (giovani). Nel sangue umano, i neutrofili segmentati sono molto più numerosi delle forme giovani. Se una persona si ammala di qualche tipo di malattia infettiva, il midollo osseo getta cellule immature nel sangue. In base al loro numero, i medici determinano la presenza di un'infezione batterica, nonché il grado della sua attività..

Neutrofili in un esame del sangue: decodifica

Quando si decodifica un esame del sangue per i neutrofili, si dovrebbe tenere conto del fatto che il tasso di queste cellule negli uomini e nelle donne è in realtà lo stesso. La fluttuazione nella norma dipende principalmente dall'età. Poiché le colonne "neutrofili" non esistono nella forma generale di analisi del sangue, la norma delle celle di cui sopra è considerata dai medici specialisti secondo le colonne "neutrofili pugnalati" e "neutrofili segmentati".

EtàIl tasso dei neutrofili
PugnaleSegmentato
AdultiDall'1 al 4%Dal 40 al 60%
Bambini dai 6 ai 12 anniDall'1 al 4%Dal 40 al 60%
Bambini dai 4 ai 5 anniDall'1 al 4%Dal 35 al 55%
Bambini dai 2 ai 12 mesiDall'1 al 5%Dal 45 al 65%
Bambini di età compresa tra 1 meseDall'1 al 5%Dal 17 al 30%
Bambini di 2 settimaneDall'1 al 4%Dal 27 al 47%
Bambini di età inferiore a 1 settimanaDall'1 al 5%Dal 35 al 55%
NeonatoDal 5 al 12%Dal 50 al 70%

Il tasso indipendente di neutrofili e la relazione tra cellule giovani e mature hanno valore diagnostico. Il rapporto tra i neutrofili è chiamato "shift".

La neutrofilia (neutrofilia) è un eccesso della norma dei neutrofili nel sangue. La neutrofilia è un riflesso della peculiare difesa del corpo contro infiammazioni e infezioni. Nella maggior parte dei casi, la neutrofilia è associata alla leucocitosi. Per l'infezione batterica, la neutrofilia con stabilizzazione è abbastanza tipica..

La neutropenia è una diminuzione della concentrazione di neutrofili nel sangue. Questa condizione indica la soppressione organica o funzionale dell'ematopoiesi o la distruzione attiva dei neutrofili. Si osserva una diminuzione del contenuto di queste cellule nel sangue con l'uso di alcuni farmaci e con infezioni virali. La neutropenia di solito indica una bassa immunità.

Le ragioni principali per l'aumento della concentrazione di neutrofili nell'analisi del sangue generale

Secondo gli esperti medici, la neutrofilia (un aumento del contenuto di neutrofili nel sangue) può essere osservata nelle seguenti situazioni:

  • Processi necrotici (ustioni estese, ictus, cancrena, infarto miocardico).
  • Infezioni batteriche acute accompagnate da processi infiammatori purulenti (infezioni ORL, tonsillite, ascessi, tubercolosi, pielonefrite acuta, appendicite, salpingite, polmonite, peritonite, sepsi, scarlattina, colera, ecc.).
  • Intossicazione (avvelenamento) con tossine batteriche senza l'infezione stessa.
  • Intossicazione che colpisce il midollo osseo (piombo, alcolico).
  • Tumore maligno.
  • Vaccinazioni recenti.
  • Malattia infettiva trasferita di recente.

Una variante del tasso di neutrofilia è:

  • Gravidanza.
  • Attività fisica posticipata.
  • Posticipato lo stress mentale.
  • Pranzo abbondante.
  • Neutrofilia moderata - fino a 10 * 10 9 / l.
  • Neutrofilia grave - da 10 a 20 * 10 9 / l.
  • Neutrofilia grave - da 20 a 60 * 10 9 / l.

Il grado di neutrofilia consente di determinare l'intensità della presunta malattia: maggiore è la conta dei neutrofili, più grave è la progressione della malattia.

Le ragioni principali per la diminuzione dei neutrofili nell'analisi del sangue

La diminuzione dei neutrofili in un esame del sangue (neutropenia) può indicare le seguenti condizioni patologiche:

  • Gravi malattie batteriche (brucellosi, tularemia, febbre paratifoide, tifo).
  • Gravi malattie virali caratterizzate da un aumento del numero di monociti e linfociti nel sangue (epatite, rosolia, morbillo, influenza).
  • La reazione del corpo a determinati farmaci (sulfonamidi, antidolorifici, immunosoppressori, interferone, ecc.).
  • Danno al midollo osseo causato da chemioterapia, radioterapia o esposizione alle radiazioni.
  • Anemia aplastica.
  • Leucemia.
  • Carenza di acido folico e vitamina B12.
  • Neutropenia lieve - da 1 a 1,5 * 10 9 / l.
  • Neutropenia moderata - da 0,5 a 1 * 10 9 / l.
  • Neutropenia grave - da 0 a 0,5 * 10 9 / l.

Attualmente esistono diverse patologie con neutropenia caratteristica:

  • Neutropenia benigna. Un numero piuttosto elevato di abitanti del nostro pianeta soffre di neutropenia cronica. In questo caso, tutti gli altri indicatori dell'analisi del sangue generale sono normali. Tali pazienti non hanno nemmeno il minimo reclamo. La neutropenia benigna è considerata una variante normale.
  • Neutropenia ciclica. Oggi, c'è una piccola percentuale di persone che ha un calo periodico dei neutrofili nel sangue per tutta la vita. Entro pochi giorni, i neutrofili scompaiono completamente dal sangue. Il loro posto è solitamente preso da eosinofili e monociti. Il resto del tempo, i neutrofili nell'analisi del sangue generale sono presenti senza alcuna deviazione.
  • Neutropenia di Kostman. Questa malattia è una malattia autosomica recessiva ereditaria congenita, in cui il bambino non ha neutrofili nel sangue. Tali pazienti hanno una grande tendenza a varie infezioni. La neutropenia di Kostman è una malattia molto grave con un tasso di mortalità infantile piuttosto elevato.

Qual è la norma dei neutrofili nel sangue umano e cosa indicano le deviazioni dalla norma?

I neutrofili cosa sono?

I neutrofili, o leucociti neutrofili, sono le sottospecie più numerose di globuli bianchi di leucociti. Essendo presenti nel sangue, i neutrofili svolgono una delle funzioni più importanti di protezione dell'organismo dagli effetti di batteri patogeni, virus e altri agenti nocivi..

I neutrofili rilevano un microrganismo patogeno, lo distruggono e poi muoiono.

Il livello di neutrofili nel sangue è determinato da un'analisi clinica dettagliata, che contiene informazioni su tutti i tipi di neutrofili.

Maturazione e classificazione dei neutrofili

Il ciclo vitale dei neutrofili consiste nella formazione e maturazione nel midollo osseo rosso. Dopo aver attraversato tutte le fasi della maturità, i neutrofili penetrano nelle pareti dei capillari nel sangue, dove rimangono da 8 a 48 ore. Inoltre, i neutrofili maturi entrano nei tessuti del corpo, fornendo protezione contro gli effetti degli agenti patogeni. Il processo di distruzione delle cellule avviene nei tessuti.

Cosa sono i neutrofili?

Fino alla completa maturazione, i neutrofili attraversano 6 fasi, in base alle quali le cellule sono classificate in:

  • Mieloblasti,
  • Promielociti,
  • Mielociti,
  • Metamielociti,
  • Pugnale,
  • Segmentato.

Fasi di sviluppo dei neutrofili

Tutte le forme cellulari, eccetto segmentate, sono considerate neutrofili funzionalmente immaturi..

Funzioni dei neutrofili

Quando batteri patogeni o altre sostanze nocive entrano nel corpo, i neutrofili li assorbono, li neutralizzano (fagocitosi) e poi muoiono.

Gli enzimi che vengono rilasciati durante la morte dei neutrofili ammorbidiscono i tessuti circostanti, determinando la formazione di pus al centro dell'infiammazione, costituito da leucociti distrutti, cellule di organi e tessuti danneggiati, microrganismi patogeni ed essudato infiammatorio.

Qual è la norma sui contenuti?

La quantità di neutrofili è misurata in unità assolute contenute in 1 litro di sangue e come percentuale del numero totale di globuli bianchi (leucociti).

Norma età (х 10 9 / l) Norma (%)

EtàTasso (x 10 9 / l)Vota (%)
fino a 1 anno1.5 - 8.516 - 45
1-2 anni28 - 48
3-4 anni32 - 55
5-6 anni1.5 - 8.032 - 58
7-8 anni38 - 60
9-10 anni1.8 - 8.041 - 60
11-16 anni43 - 60
più di 16 anni1.8 - 7.747 - 70

Quando si studia il sangue con una formula leucocitaria espansa, viene determinato il rapporto tra i tipi di neutrofili

mieloblasti, promielociti, mielociti (norma%)metamielociti (norma%)pugnalata (norma%)segmentato (norma%)
00-0,51-647 - 72

Una diminuzione del livello dei neutrofili è chiamata neutropenia (agranulocitosi), un aumento è chiamato neutrofilia (neutrofilia).

Per determinare il tipo di neutropenia e neutrofilia, utilizzare i dati dei valori di riferimento del rapporto tra i tipi di cellule.

Etàpugnalata (norma%)segmentato (norma%)
1-3 giorni3-1247 - 70
3-14 giorniquindici30-50
2 settimane-11 mesi.16 - 45
1-2 anni28 - 48
3-5 anni32 - 55
6-7 anni38 - 58
8 anni41 - 60
9-10 anni43 - 60
11-15 anni45 - 60
16 anni e più1350 - 70

Cosa indicano i cambiamenti nell'analisi?

Aumento dei livelli di neutrofili

Un aumento del livello dei neutrofili nel sangue è chiamato neutrofilia (neutrofilia).

Una deviazione dalla norma dei neutrofili segmentati può indicare le seguenti patologie e condizioni:

  • Malattie infettive,
  • Patologie degli arti inferiori,
  • Malattie oncologiche,
  • Disturbi funzionali del sistema urinario,
  • Malattie infiammatorie reumatoidi,
  • Aumento della glicemia.

Un eccesso della norma dei neutrofili pugnalati si verifica nelle malattie infettive e infiammatorie acute, che provocano un'accelerazione della penetrazione dei neutrofili immaturi nel flusso sanguigno.

Il numero di giovani neutrofili al di sopra del normale è una conseguenza di:

  • Polmonite,
  • Otite,
  • Pielonefrite,
  • Intervento chirurgico e periodo postoperatorio,
  • Dermatite,
  • Disturbi olistici della pelle,
  • Vari tipi di lesioni,
  • Ustioni termiche e chimiche,
  • Gotta,
  • Malattie reumatoidi,
  • Neoplasie maligne / benigne,
  • Anemia (si osserva polisegmentazione dei neutrofili),
  • Malattie autoimmuni,
  • Ampia perdita di sangue,
  • Fluttuazioni della temperatura ambiente,
  • Cambiamenti ormonali durante la gravidanza.

La deviazione dalla norma di pugnalare i neutrofili verso l'alto può essere causata da un eccessivo stress fisico o emotivo.

C'è anche un aumento dei neutrofili immaturi durante l'assunzione di alcuni farmaci, come:

  • Eparina
  • Corticosteroidi
  • Adrenalina
  • Medicinali contenenti la pianta digitale.

La neutrofilia dei bastoncelli si osserva con intossicazione da piombo, mercurio o insetticidi.

La crescita uniforme dei neutrofili pugnalati e segmentati si osserva quando:

  • Infiammazione purulenta localizzata (appendicite, infezioni del tratto respiratorio superiore, tonsillite, pielonefrite acuta, annessite, ecc.),
  • Infiammazione purulenta generalizzata (peritonite, scarlattina, sepsi, ecc.),
  • Processi necrotici (ictus, cancrena, attacchi di cuore, ecc.),
  • Decadimento di una neoplasia maligna,
  • L'ingestione di tossine batteriche nell'organismo, senza essere infettate dai batteri stessi (esempio: ingestione della tossina botulinica che si forma quando i batteri stessi muoiono).

La neutrofilia è classificata in base alla gravità:

energialivello dei neutrofili (x 10 9 / l)
moderarea 10
pronunciato10 - 20
pesante20-60

La neutrofilia è asintomatica e il più delle volte viene rilevata per caso.

Conta dei neutrofili diminuita

Una condizione in cui il numero di neutrofili nel sangue è inferiore al normale è chiamata neutropenia o agranulocitosi.

La classificazione della neutropenia si basa sul decorso della patologia:

  • Neutropenia cronica che dura più di 1 mese,
  • Neutropenia acuta, che si sviluppa da alcune ore a diversi giorni.

Lo spostamento neutrofilo a sinistra è diviso in gradi:

  • Leggero - 1-1,5 x 109 / l,
  • Medio - 0,5-1 x 109 / l
  • Pesante meno di 0,5 x 109 / L

Si distinguono i seguenti tipi di agranulocitosi:

  • Primaria, che si verifica più spesso nei pazienti di età compresa tra 6 e 18 mesi. L'agranulocitosi primaria è asintomatica. A volte si notano dolore di diversa localizzazione, sindrome della tosse, infiammazione dei tessuti gengivali, sanguinamento gengivale,
  • Secondario, il cui sviluppo si osserva principalmente negli adulti ed è associato alle patologie autoimmuni trasferite.
  • Assoluta, in via di sviluppo con pertosse, sepsi, febbre tifoide, leucemia acuta, mononucleosi infettiva,
  • Parente, si verifica in pazienti di età inferiore ai 12 anni ed è spiegato dalle caratteristiche fisiologiche di una persona,
  • Ciclico, caratterizzato dallo sviluppo periodico di malattie fungine o batteriche, la manifestazione di sintomi con una frequenza di 4-5 giorni ogni 3 settimane. Le manifestazioni cliniche di questa forma della malattia sono emicrania, febbre, infiammazione delle piccole articolazioni, mal di gola, tonsille.,
  • Autoimmune, in cui una diminuzione del livello di neutrofili è associata all'assunzione di alcuni farmaci. Si verifica spesso in pazienti con dermatomiosite, artrite reumatoide, malattie autoimmuni.
    Una diminuzione del livello delle cellule nel sangue è provocata dall'assunzione di analgin, farmaci anti-tubercolosi, immunosoppressori, citostatici. Inoltre, questo tipo di patologia si verifica con una terapia antibatterica prolungata con farmaci del gruppo delle penicilline..
  • Febbrile, che è la forma più pericolosa della malattia. La condizione è caratterizzata da un'improvvisa e rapida diminuzione del livello dei neutrofili a valori critici (inferiori a 0,5 x 109 / l).
    Lo sviluppo della patologia si osserva durante o immediatamente dopo la chemioterapia, che viene utilizzata per trattare il cancro. L'agranulocitosi febbrile indica la presenza di un'infezione nel corpo, il cui rilevamento tempestivo è spesso impossibile.
    Un piccolo numero di neutrofili nel sangue porta alla rapida diffusione dell'infezione nel corpo, che è spesso fatale. È caratterizzato da un forte aumento della temperatura a livelli subfebrilari, tachicardia, ipotensione, debolezza, sudorazione profusa,

Le ragioni della diminuzione del livello dei neutrofili sono:

  • Infezioni,
  • Processi infiammatori,
  • Assunzione di determinati farmaci,
  • Chemioterapia,
  • Processi patologici nel midollo spinale,
  • Mancanza di vitamine,
  • Eredità.

I sintomi della neutropenia includono:

  • Temperatura febbrile e subfebrile,
  • Ulcerazione delle mucose,
  • Polmonite,
  • Sinusite, sinusite, rinite,
  • Meningite.

I cambiamenti nella formula dei leucociti, compresi i cambiamenti nel livello dei neutrofili, indicano quasi sempre la presenza di una malattia nel corpo. Quando si rilevano cambiamenti neutrofili nell'analisi del sangue, è importante sottoporsi a un esame dettagliato e al trattamento necessario.

In caso di deviazioni dalla norma dei neutrofili nel sangue, è molto importante identificare la causa delle violazioni il prima possibile..

Per la diagnostica può essere utilizzato:

  • Radiografia del torace,
  • Esame a raggi X di organi ENT,
  • Analisi delle urine,
  • Analisi del sangue per l'HIV,
  • Puntura del midollo osseo.

Il trattamento della neutropenia e della neutrofilia è principalmente finalizzato al trattamento della malattia sottostante che ha causato una violazione del livello dei neutrofili nel sangue..

Neutrofili nel sangue

I neutrofili nel sangue sono i principali responsabili della protezione di organi interni, muscoli, ossa e altre strutture del corpo dall'attacco di agenti patogeni, che possono essere sia batteri che elementi virali, e forme unicellulari parassitarie di funghi.

Un'analisi del sangue capillare (prelevato dall'anulare) può fornire una valutazione oggettiva del contenuto quantitativo dei "soldati" del sistema immunitario. Grazie a questo studio, i medici hanno acquisito la capacità di identificare tempestivamente tutta una serie di malattie che possono causare danni significativi alla salute umana..

Un po 'sui neutrofili

Gli elementi neutrofili sono divisi in due tipi principali: pugnalati e segmentati. Il primo gruppo combina giovani cellule leucocitarie con un singolo nucleo, che esternamente ricorda un ramoscello leggermente piegato, un ferro di cavallo o una bacchetta ispessita. La stragrande maggioranza di tali componenti del sangue (oltre il 90%) si trova nelle sale del midollo osseo, in cui si è formato.

Lì, i giovani neutrofili aspettano il periodo di maturazione, quindi lasciano la loro "casa" per pattugliare il corpo, in attesa del prossimo tentativo di introdurre agenti patogeni. I granulociti segmentati sono strutture cellulari adulte dotate di un nucleolo già frammentato: sembra essere diviso da stretti istmi in più parti.

Questi globuli hanno funzioni estremamente importanti:

  • Movimento senza ostacoli e veloce attraverso il corpo. Il movimento attivo viene eseguito a causa della forma dell'ameba.
  • Chemiotassi. Ogni gabbia protettiva è dotata di uno speciale sensore che indica esattamente la posizione delle particelle estranee. Si tratta praticamente di navigatori microscopici.
  • Acquisizione di elementi dannosi. Senza complicazioni, i neutrofili aderiscono alla superficie dei patogeni e "si attraggono" su se stessi.
  • Fagocitosi. I granulociti catturano piccoli nemici con i loro pseudopodi con ulteriore assorbimento del contenuto.
  • Eliminazione del pericolo. A causa dell'attivazione degli enzimi, i neutrofili digeriscono i patogeni e allo stesso modo li "deminati".
  • La propria morte. Non appena la cellula leucocitaria esaurisce la sua risorsa, termina automaticamente la sua esistenza.
  • Assistenza post mortem. Dopo la morte effettiva, i neutrofili rilasciano finalmente citochine nell'ambiente, che successivamente hanno un effetto antibatterico..

Questo processo perfettamente studiato protegge regolarmente il corpo umano dagli effetti distruttivi e dalla morte. Se avviene l'introduzione di elementi nocivi attraverso barriere biologiche, i granulociti maturi entrano in battaglia per primi e, se necessario, arriva l'assistenza dal midollo osseo "al richiamo dei parenti" pugnalata ai leucociti.

Il numero di tali cellule nel sangue mostra lo stato del corpo, concentrando l'attenzione degli specialisti su infiammazione, necrosi, infezioni fungine, ecc. microscopio.

Quando viene eseguita l'analisi

Un esame del sangue per i neutrofili viene solitamente eseguito quando un paziente presenta sintomi strani e, a prima vista, inspiegabili. Alcuni segni appartengono a questo gruppo, quindi verranno elencati solo i più comuni:

  • Sospetto di avvelenamento con veleni o metalli pesanti.
  • Qualsiasi tipo di anemia.
  • Dolori doloranti localizzati nei muscoli, nelle ossa e nelle articolazioni.
  • Debolezza generale.
  • Tendenza a svenire.
  • Perdita di equilibrio.
  • Depressione prolungata associata a un'aggressività inspiegabile.
  • Aumenti regolari della temperatura corporea.
  • Eruzione cutanea sulla superficie della pelle.
  • La comparsa di ematomi non associati a danni meccanici.
  • Drastica perdita di peso.
  • Linfonodi ingrossati.
  • Palpitazioni.
  • Colore sospetto dell'urina.
  • Sonnolenza.
  • Vertigini.
  • Difficoltà a deglutire le funzioni.
  • Sete intensa che non può essere placata.

Se il medico curante sospetta che il paziente abbia necrosi tissutale o malattie infiammatorie, emette immediatamente un rinvio per un esame del sangue, che dovrebbe essere eseguito il prima possibile. La guarigione prolungata di graffi e piccoli tagli è una buona ragione per un test ematologico dei neutrofili.

Quali sono i tassi di neutrofili nel sangue?

Puoi conoscere il numero relativo di granulociti, solitamente indicato come percentuale di ciascuno dei suoi tipi, in questa tabella:

EtàContenuto di neutrofili (%)
PugnaleSegmentato
Il primo giorno0,5-1746-80
2-10 giorni0,5-726-56
11–0 giorni0,5-4,515–35
Fino a 1 anno1-517–46
2-6 anni1-530-59
7-9 anni1-539-60
10-12 anni1-543–62
13-15 anni1-545-65
sedici+1-646-72

Sia gli uomini che le donne hanno un numero uguale di cellule neutrofili, quindi non dipende dal sesso di una persona. Ora puoi studiare gli indicatori numerici che suggeriscono il conteggio dei granulociti in una certa quantità di sangue. I parametri assoluti sono riportati nella tabella:

EtàValori di riferimento dei neutrofili (× 10⁹)
Fino a 1 anno1.5-8.5
2-6 anni1.5-8.6
7-12 anni1.8-8.0
13-16 anni1.8-7.5
17+1.8-6.5

Per le donne in attesa di un bambino, il tasso può facilmente salire a 7-10 × 10⁹, che è la loro norma. Le seguenti abbreviazioni si trovano spesso nella carta intestata:

  • Granulociti relativi: neutrofili (rel), NE% e NEUT%.
  • Granulociti assoluti: neutrofili (rel), NE # e NEUT #.

È impossibile non menzionare che i leucociti neutrofili sono talvolta indicati sotto forma di 4 tipi, inclusi mielociti, giovani, bastoncelli e segmenti. Il contenuto degli ultimi due tipi è già stato discusso, quindi è necessario prestare attenzione ai primi valori. Questi elementi cellulari sono i primi tipi di neutrofili: si trovano esclusivamente nel midollo osseo rosso fino alla piena età adulta.

Pertanto, il loro numero è il seguente: mielociti - 0%, giovani - 0-1% (nei singoli casi, un piccolo eccesso non è considerato pericoloso). L'interpretazione qualitativa dei risultati delle analisi del sangue può essere eseguita solo da un medico competente. L'autodiagnosi è altamente indesiderabile.

Perché i granulociti sono elevati?

Un aumento dei granulociti è caratteristico di un numero considerevole di disturbi, tra cui:

  • Sepsi (avvelenamento del sangue).
  • Artrite reumatoide.
  • Attacco di cuore e ictus.
  • Encefalite trasmessa da zecche.
  • Ascariasis.
  • Allergia al cibo.
  • Ulcera allo stomaco.
  • Insufficienza renale.
  • Gotta.
  • Polmonite.
  • Psoriasi.
  • Orticaria.
  • Anemia.
  • Malattia di Wakez-Osler (crescita eccessiva di cellule del sangue - eritrociti).
  • Nefropatia (danno all'apparato glomerulare renale).

Le malattie fungine, ad esempio, la rubromicosi, la microsporia, così come la pitiriasi e la tigna, possono anche aumentare i neutrofili nel sangue. Le formazioni simili a un tumore nell'ultimo stadio spesso provocano neutrofilia. I neutrofili elevati si osservano anche nelle infiammazioni acute: pancreatite, appendicite, tromboflebite, otite media, meningite, colecistite, ecc..

Anche la scarlattina e la tonsillite (tonsillite) non fanno eccezione. Nelle persone che hanno subito ustioni gravi, un gran numero di granulociti sarà necessariamente rilevato negli esami del sangue. La neutrofilia infantile è talvolta associata a polipi nasali e dentizione dei primi denti.

Spesso questa condizione si osserva durante le mestruazioni, l'uso di droghe (istamina, eparina), la depressione. Lavorare in condizioni di duro lavoro influisce anche in modo significativo sui risultati della diagnostica ematologica. Inoltre, stiamo parlando di professioni associate all'attività mentale attiva e ad un aumento del livello di stress..

Cosa significa una diminuzione delle cellule leucocitarie?

La mancanza di neutrofili è caratteristica di tali malattie:

  • Tifo.
  • Herpes.
  • Morbillo.
  • Epatite virale.
  • Toxoplasmosi.
  • Cachessia (esaurimento estremo del corpo).
  • Sifilide.
  • Forte dipendenza da alcol.
  • Rosolia.
  • Paratifo (infezione da salmonella).
  • Emolisi (distruzione patologica volontaria dei globuli rossi).
  • Malattia da radiazioni.
  • Parotite (parotite).
  • Influenza.
  • Ipersplenismo (distruzione delle cellule del sangue da parte della milza).

Una parte significativa della collagenosi dal gruppo delle malattie autoimmuni porta a una diminuzione o quasi completa assenza di neutrofili - lupus eritematoso sistemico, dermatomiosite, sindrome di Kogan, aortoarterite aspecifica e simili.

La neutropenia è causata dall'uso di farmaci, che includono:

  • Antidepressivi.
  • Psicostimolanti.
  • FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei).
  • Diuretici (diuretici).
  • Analgesici.
  • Farmaci antitiroidei.

Un numero considerevole di casi di neutropenia può essere spiegato da una dieta squilibrata, una dipendenza da diete rigide, un'apparente carenza di vitamine del gruppo B e la radioterapia per combattere il cancro. Maggiori informazioni sul basso numero di granulociti in questo articolo..

Quali specialisti possono inviare per un esame del sangue generale

Un'analisi per i neutrofili può essere eseguita in direzione di un ematologo, pediatra, terapista, dermatologo, neurologo, oftalmologo, cardiologo, immunologo, narcologo. Lo stesso gruppo di medici comprende un oncologo, un otorinolaringoiatra (ORL), un endocrinologo, un flebologo specializzato in malattie venose e un pneumologo la cui competenza include disturbi del sistema respiratorio..

Se un particolare specialista scopre sintomi in un paziente che indicano malattie causate da funghi unicellulari, virus, tossine, batteri o vermi parassiti, solo allora invia la persona per l'esame ematologico. Quindi, se vengono identificate deviazioni appropriate negli organi del sistema urinario, riproduttivo e digerente, urologi, ginecologi, gastroenterologi, urologi e anche proctologi possono raccomandare di eseguire un esame del sangue generale..

Come evitare di ottenere un risultato falso?

È possibile evitare deviazioni non necessarie nella conta dei neutrofili se, 2-3 giorni prima della diagnosi:

  • Escludere completamente dalla dieta bevande alcoliche, energetiche e gassate.
  • Limitare l'accesso al cibo spazzatura: dolciumi, fast food, prodotti semilavorati, ecc..
  • Evita l'ipotermia.
  • Bere almeno 1,5 litri di acqua naturale al giorno.
  • Garantire un sonno regolare e adeguato.
  • Riduci al minimo il contatto con fonti di stress.
  • Smetti di concentrarti sulla danza, sullo sport e sull'allenamento della forza, preferendo una routine quotidiana misurata.

L'ulteriore utilizzo di farmaci dovrebbe essere discusso in anticipo con il medico. Se il paziente non è riuscito a ottenere un consulto con il proprio medico, dopo l'analisi è necessario informare lo specialista dell'elenco dei farmaci utilizzati al momento della preparazione.

Si consiglia di smettere di fumare 3-4 ore prima della procedura. È meglio recarsi in una struttura medica in anticipo per riprendere fiato e riscaldarsi (quando fuori fa freddo). Nel peggiore dei casi, anche queste "piccole cose" causeranno un'alta concentrazione di neutrofili.

Neutrofili: aumento e diminuzione dei livelli, cause e metodi di normalizzazione

I neutrofili sono globuli bianchi che sono vitali per il funzionamento del sistema immunitario contro i patogeni. Aiutano a combattere le infezioni e prevenire aumenti a lungo termine dell'infiammazione.

L'articolo si basa sui risultati di 54 studi scientifici

L'articolo cita autori come:

Tieni presente che i numeri tra parentesi (1, 2, 3, ecc.) Sono collegamenti cliccabili a studi di ricerca sottoposti a revisione paritaria. Puoi seguire questi collegamenti e controllare la fonte originale di informazioni per l'articolo.

p, blockquote 2,0,0,0,0 ->

Cosa sono i neutrofili?

I neutrofili, chiamati anche leucociti polimorfonucleati, sono globuli bianchi che proteggono il nostro corpo da infezioni batteriche, fungine e simili. (1) I neutrofili sono chiaramente visibili al microscopio come cellule con i caratteristici 2-5 lobi nel nucleo. (cinque)

p, blockquote 3,0,0,0,0 ->

I neutrofili costituiscono circa il 40-60% di tutti i globuli bianchi nel nostro corpo e sono le prime cellule immunitarie ad attivarsi quando si contrasta un'infezione batterica. (2) I neutrofili contengono granuli essenziali per l'azione antimicrobica. (1)

p, blockquote 4,0,0,0,0 ->

Il danno alle cellule del nostro corpo (da lesioni o infezioni) provoca la produzione di "chemochine" che attraggono i neutrofili nell'area interessata in un processo chiamato chemiotassi. I neutrofili ti sono noti in pratica, come il componente principale del pus di qualsiasi ferita.

p, blockquote 5,0,0,0,0 -> LEUCOCITI, NEUTROFILI E ALTRI CELLULE SANGUE SONO PRODOTTI ALL'INTERNO DELL'OSSO

Tuttavia, hanno una durata molto breve. I neutrofili vivono nel sangue per circa 8 ore e dopo questo periodo subiscono l'autodistruzione automatica in modo che l'infiammazione non si accumuli nel corpo. (2) Ma i nostri corpi producono circa 100 miliardi di queste cellule ogni giorno..

p, blockquote 6,0,0,0,0 ->

Dopo la maturazione e il rilascio dal midollo osseo, circa il 50% di queste cellule è presente lungo le pareti dei vasi sanguigni e l'altra metà si trova nei tessuti del corpo..

p, blockquote 7,0,0,0,0 ->

Funzioni dei neutrofili

Come altre cellule del sangue, i neutrofili sono prodotti nel midollo osseo. (2, 3) Costituiscono la maggior parte delle cellule del sangue prodotte dal midollo osseo. Sono i nostri "primi difensori", che svolgono il ruolo di prima linea di difesa contro gli organismi infettivi che entrano nel corpo.

p, blockquote 8,0,0,0,0 ->

I neutrofili compaiono prima nel sito di infezione e infiammazione. (1, 4) Attaccano gli organismi estranei "mangiandoli" attraverso un processo chiamato fagocitosi, o inghiottendoli in un processo chiamato endocitosi. Non appena un organismo estraneo si trova all'interno di un neutrofilo, viene "attaccato" con enzimi che portano alla distruzione del nemico. I neutrofili aiutano anche a regolare la risposta immunitaria complessiva. (cinque)

p, blockquote 9,0,0,0,0 -> In risposta a infezioni o infiammazioni, i neutrofili circolanti espellono molecole di superficie che facilitano la loro interazione con l'endotelio attivato. Durante l'infiammazione e l'infezione, i neutrofili rilasciano neurotrasmettitori che promuovono la successiva risposta immunitaria modulando la funzione adattativa delle cellule immunitarie. (fonte)

La rapida risposta dei neutrofili all'infezione li rende il primo gruppo di cellule immunitarie ad essere coinvolto nella risposta immunitaria a infezioni o lesioni. Producono agenti antimicrobici e proteasi (enzimi) che aiutano a degradare e uccidere i microbi. (cinque)

p, blockquote 10,0,0,0,0 ->

I neutrofili possono anche produrre citochine (CXCL2, CCL3, IL-6, TNF-alfa) per supportare la risposta infiammatoria del corpo alle infezioni. (5, 6)

p, blockquote 11,0,0,0,0 ->

Dopo aver finito di difendere il nostro corpo dagli agenti patogeni, alcuni neutrofili attivano i macrofagi (grandi globuli bianchi) per aiutare a rimuovere i germi ei neutrofili distrutti dal corpo. La durata limitata dei neutrofili aiuta a prevenire ulteriori danni ai tessuti e un'eccessiva infiammazione. (7)

p, blockquote 12,0,0,0,0 ->

Neutrofili, leucociti e sistema immunitario

Potresti essere confuso dalle informazioni se senti i medici su leucociti e neutrofili. Se i neutrofili sono solo un tipo di globuli bianchi, allora perché gli oncologi parlano sia di un basso numero di globuli bianchi che di un basso numero di neutrofili durante la chemioterapia (neutropenia indotta dalla chemioterapia)? La risposta è che una bassa conta dei neutrofili può essere la più pericolosa nella suscettibilità di una persona alle infezioni..

p, blockquote 13,0,0,0,0 ->

Tutti i globuli (globuli bianchi, globuli rossi e piastrine) si formano nel midollo osseo, un tessuto spugnoso nella regione centrale delle ossa come il femore. Nel midollo osseo, tutte queste cellule si presentano come un tipo di cellula nota come cellule staminali ematopoietiche.

p, blockquote 14,0,0,0,0 ->

Queste cellule staminali si differenziano quindi in diversi tipi di cellule in un processo noto come emopoiesi. Poiché queste cellule partono tutte da una cellula staminale comune, i processi che danneggiano il midollo osseo, come la chemioterapia, spesso colpiscono tutti i tipi di cellule del sangue. Questa si chiama soppressione del midollo osseo con la chemioterapia..

p, blockquote 15,0,0,0,0 ->

Oltre ai globuli rossi (globuli rossi) e alle piastrine, esistono diversi tipi di globuli bianchi. I globuli bianchi si sviluppano lungo due linee distinte. Le cellule staminali possono svilupparsi sia lungo la linea linfoide, con conseguente formazione finale di linfociti T e linfociti B, sia lungo la linea mieloide. Una cellula nella linea mieloide può svilupparsi in neutrofila, eosinofila, monocitica o basofila.

p, blockquote 16,0,0,0,0 ->

I neutrofili iniziano come mieloblasti, che maturano in promielociti, mielociti, metamielociti e quindi neutrofili maturi. (7)

p, blockquote 17,0,0,0,0 ->

Conta normale dei neutrofili

L'intervallo dei neutrofili sani è di circa 1,5 - 8 x 10 * 9 / L, o 1500 - 8000 cellule / microlitro. La normale conta dei neutrofili è solitamente compresa tra 2500 e 7500 neutrofili per microlitro. (2) I neutrofili possono normalmente essere leggermente più alti durante la gravidanza. (otto)

p, blockquote 18,0,0,0,0 ->

Il numero e la proporzione di leucociti nel flusso sanguigno cambiano nel corso della giornata, con l'età e altri eventi come la gravidanza. Sebbene l'intervallo normale vari leggermente da laboratorio a laboratorio, gli intervalli normali comunemente usati indicano conteggi dei neutrofili:

p, blockquote 19,0,0,0,0 ->

  • Neonato: 13.000 - 38.000 cellule / microlitro
  • Bambino di 2 settimane: 5.000 - 20.000 cellule / microlitro
  • Adulto: 4.500 - 11.000 cellule / microlitro
  • Donna incinta (terzo trimestre): 5.800 - 13.200 cellule / microlitro

Quando gli adulti (donne senza gravidanza) hanno un numero di globuli bianchi superiore a 11.000 cellule / microlitro (o 11 x 10 * 9 / L), si parla di leucocitosi, che è un aumento della conta dei globuli bianchi. La leucocitosi neutrofila si verifica quando una persona ha più di 7.000 neutrofili maturi in un microlitro del flusso sanguigno.

p, blockquote 20,0,0,0,0 ->

Neutropenia

Una conta dei neutrofili inferiore a 1500 cellule / microlitro è chiamata neutropenia, sebbene l'entità del declino sia importante. Il numero di neutrofili è inferiore a 1000 unità. è la condizione più grave e può comportare gravi rischi di sviluppare infezioni. (otto)

p, blockquote 21,0,1,0,0 ->

Livelli di neutropenia:

  • Neutropenia lieve: 1.000 - 1.500 cellule / microlitro o 1,0 - 1,5 x 10 * 9 / l
  • Neutropenia moderata: da 500 a 999 cellule / microlitro
  • Neutropenia grave: 200 - 499 cellule / microlitro
  • Neutropenia molto grave: inferiore a 200 cellule / microlitro

I cambiamenti minori nel livello dei globuli bianchi o neutrofili di solito non sono motivo di preoccupazione fintanto che sono temporanei. Un numero elevato di globuli bianchi spesso significa che il corpo sta rispondendo a infezioni, traumi o stress psicologico.

p, blockquote 22,0,0,0,0 ->

Aspetto dei neutrofili

Anche la comparsa dei neutrofili, o la loro "morfologia", può essere utile nella diagnosi delle malattie. Mentre un esame emocromocitometrico completo (CBC) determina il numero di leucociti, spesso viene eseguito uno striscio di sangue periferico per la morfologia per vedere le caratteristiche specifiche che possono essere presenti nei neutrofili. Ad esempio, la granulazione tossica può essere osservata nei neutrofili con infezioni gravi, neutrofili ipersegmentati (più di 5 lobi) possono essere osservati con carenza di vitamina B12 o carenza di folati, ecc..

p, blockquote 23,0,0,0,0 -> Sono stati studiati i meccanismi di insorgenza dei neutrofili durante l'infiammazione. Nei neutrofili attivati, i principali meccanismi responsabili dell'infiammazione sono il burst respiratorio, la degranulazione e la formazione di trappole extracellulari neutrofile (reti). Durante un'esplosione respiratoria, i neutrofili usano l'ossigeno per produrre specie reattive dell'ossigeno (ROS) come il superossido (O-2), il perossido di H2O2 o l'acido ipocloroso (HOCl) attivando la NADPH ossidasi (NOX2) e la mieloperossidasi (MPO). (fonte)

Neutrofili immaturi nel sangue

La maggior parte dei neutrofili nel nostro sangue sono neutrofili maturi. I neutrofili immaturi possono essere trovati in uno striscio di sangue se il corpo è sotto stress e c'è un forte bisogno di più neutrofili. Quando ciò accade, un numero maggiore di neutrofili immaturi può entrare nel flusso sanguigno dal midollo osseo prima di raggiungere la maturità..

p, blockquote 24,0,0,0,0 ->

Inoltre, può verificarsi un aumento della produzione di neutrofili immaturi in condizioni quali sindromi mielodisplastiche e leucemie come la leucemia promielocitica acuta. (12)

p, blockquote 25,0,0,0,0 ->

Conta dei neutrofili diminuita

Un singolo test che mostra una bassa conta dei neutrofili non è sufficiente per fare una diagnosi. Il medico interpreterà questo test in base alla sua storia medica e ad altri test e lo ripeterà se necessario. Un risultato leggermente basso potrebbe non avere rilevanza medica, poiché la conta dei neutrofili spesso cambia di giorno in giorno e differisce da persona a persona.

p, blockquote 26,0,0,0,0 ->

Livelli anormalmente bassi di neutrofili nel sangue (meno di 1,5 × 10 * 9 / L) che persistono per più di 6 mesi sono chiamati neutropenia. (9, 10) Tieni presente che una conta dei neutrofili inferiore a 2.500 cellule / microlitro può indicare un'iperfunzione del sistema immunitario in un'infezione o malattia autoimmune..

p, blockquote 27,0,0,0,0 ->

Cause di bassi livelli di neutrofili

Infezioni

Le infezioni batteriche e virali come il morbillo, il virus di Epstein-Barr, l'HIV, l'adenovirus, l'epatite e la sepsi sono cause comuni di bassa conta dei neutrofili. (11, 12, 13, 14, 15)

p, blockquote 28,0,0,0,0 ->

Malattie autoimmuni

Malattie autoimmuni come il lupus, l'artrite reumatoide, il morbo di Crohn e il diabete di tipo 1 possono ridurre il numero di neutrofili. (16, 17, 18, 19, 20)

p, blockquote 29,0,0,0,0 ->

Le persone con lupus hanno un aumento del tasso di morte delle cellule dei neutrofili (tramite apoptosi). Molte persone con questa condizione sviluppano neutropenia. (diciannove)

p, blockquote 30,0,0,0,0 ->

Carenza di minerali e vitamine

Le carenze di vitamina B9 (folato), vitamina B12 o rame possono interferire con la produzione di neutrofili nel midollo osseo. (21, 22, 23, 24)

p, blockquote 31,0,0,0,0 ->

Problemi al midollo osseo

Danni e malfunzionamenti del midollo osseo possono ridurre la produzione di cellule del sangue, inclusi i neutrofili. (25, 26, 27, 28)

p, blockquote 32,0,0,0,0 ->

Milza ingrossata

Una milza ingrossata può accelerare la distruzione di vari globuli, compresi i neutrofili. (28)

p, blockquote 33,0,0,0,0 ->

Alcuni tipi di cancro

Vari tumori sono stati associati a una conta dei neutrofili inferiore, specialmente quando i tumori metastatizzano e si infiltrano nel midollo osseo. (29) Il midollo osseo può anche essere assorbito dal tessuto cicatriziale (fibrosi) in malattie come la mielofibrosi. (13)

p, blockquote 34,0,0,0,0 ->

La radioterapia mirata al midollo osseo può ridurre il numero di neutrofili. (30, 31)

p, blockquote 35,0,0,0,0 ->

Alcuni medicinali

Diversi farmaci possono abbassare i livelli di neutrofili, inclusi antibiotici, farmaci antivirali, farmaci antinfiammatori, farmaci usati per trattare una ghiandola tiroidea iperattiva e farmaci per la chemioterapia. (32, 33, 34, 35)

p, blockquote 36,0,0,0,0 ->

Distruzione dei neutrofili già prodotti

I neutrofili che sono stati rilasciati dal midollo osseo e circolano nel corpo possono essere distrutti in molti modi diversi. Questo può accadere nelle malattie autoimmuni in cui vengono prodotti anticorpi contro i neutrofili e portano alla loro distruzione, come il lupus.

p, blockquote 37,0,0,0,0 ->

Mentre le infezioni di solito producono un numero elevato di neutrofili, le infezioni con alcuni virus e infezioni da rickettsia possono provocare una diminuzione della sopravvivenza dei neutrofili e un basso numero di neutrofili.

p, blockquote 38,0,0,0,0 ->

Disturbi genetici

Alcune malattie genetiche rare possono causare una bassa conta dei neutrofili, come la neutropenia cronica benigna e la neutropenia ciclica. (28, 36, 37, 38)

p, blockquote 39,0,0,0,0 ->

Questa rara condizione, nota come neutropenia ciclica, può essere genetica o acquisita ed è caratterizzata da periodi intermittenti di bassa conta dei globuli bianchi che fluttuano con la normale conta dei globuli bianchi. (13)

p, blockquote 40,0,0,0,0 ->

Altre malattie ed esposizioni che possono portare alla neutropenia

  • Anemia aplastica (p. Es., Nell'artrite psoriasica)
  • Esposizione alle radiazioni
  • Mielodisplasia (14)
  • Morbo di Addison (12)
  • Infezioni soppressive (sepsi)
  • Tifo
  • Reazioni ai farmaci: ad esempio, penicillina, ibuprofene e fenitoina
  • Iperglicemia (glicemia alta) (16)
  • Neutropenia di Kostman (colpisce i bambini piccoli)
  • Idiosincrasia (il che significa che nessuno sa con certezza perché la conta dei neutrofili è bassa)

p, blockquote 41,0,0,0,0 ->

Modi per aumentare i livelli di neutrofili

La cosa più importante è che interagisci con il tuo medico per conoscere le cause dei tuoi bassi livelli di neutrofili. E ottenere un appuntamento da un medico per curare la causa o la malattia sottostante. Il trattamento per la neutropenia dipenderà dalla causa del disturbo..

p, blockquote 42,1,0,0,0 ->

Procedure mediche per aiutare a ridurre gli effetti della neutropenia:

Fattore stimolante le colonie di granulociti (g-CSF): si tratta di una glicoproteina che stimola il midollo osseo a produrre neutrofili e altri granulociti per il rilascio nel flusso sanguigno. La variante più comunemente usata di g-CSF è un farmaco chiamato filgrastim.

p, blockquote 43,0,0,0,0 ->

Fattore stimolante le colonie di granulociti macrofagi (GM-CSF): una glicoproteina prodotta naturalmente ha un ruolo simile nello stimolare la produzione di neutrofili. I fattori vengono utilizzati per ripristinare la conta dei neutrofili dopo la chemioterapia.

p, blockquote 44,0,0,0,0 ->

Antibiotici: questi farmaci profilattici possono essere prescritti per ridurre le possibilità di sviluppare un'infezione da neutropenia. Sono spesso presi quando la conta dei neutrofili è più bassa..

p, blockquote 45,0,0,0,0 ->

Parla con il tuo medico degli ulteriori cambiamenti nello stile di vita elencati di seguito. Nessuno di questi comportamenti dovrebbe mai sostituire ciò che il medico consiglia o prescrive..

p, blockquote 46,0,0,0,0 ->

Cambiamenti nello stile di vita per aumentare la conta dei neutrofili:

Fare esercizio fisico, seguire una dieta sana, smettere di fumare e astenersi dall'alcol.

p, blockquote 47.0.0.0.0 ->

È importante seguire una dieta equilibrata che contenga una quantità sufficiente di vitamine B12 e folati, necessarie per la formazione dei globuli bianchi, compresi i neutrofili. (21, 22)

p, blockquote 48,0,0,0,0 ->

Un regolare esercizio fisico moderato può aiutare a migliorare la funzione e l'attività dei neutrofili. (39)

p, blockquote 49,0,0,0,0 ->

Quando la tua conta dei neutrofili è bassa, potresti essere più vulnerabile alle infezioni. Una buona igiene può ridurre il rischio di queste infezioni. (40)

p, blockquote 50,0,0,0,0 ->

Conta dei neutrofili elevata

Un risultato del test che mostra un numero leggermente aumentato di neutrofili potrebbe non essere di importanza medica, poiché questa cifra spesso cambia di giorno in giorno. Il medico interpreterà il test in base alla tua storia medica e ad altri test e lo ripeterà se necessario.

p, blockquote 51,0,0,0,0 ->

Livelli anormalmente alti di neutrofili nel sangue sono chiamati neutrofilia. (nove)

p, blockquote 52,0,0,0,0 ->

Cause di livelli elevati di neutrofili

Infezione e infiammazione

Le infezioni causate da batteri, funghi, virus e parassiti aumentano il numero di neutrofili. (9) Qualsiasi condizione infiammatoria aumenta anche il numero di neutrofili. (41, 42, 43)

p, blockquote 53,0,0,0,0 ->

Nei pazienti con appendicite infiammata, il numero di neutrofili è significativamente più alto del normale. Tuttavia, il numero di neutrofili non indica la gravità della malattia e non è abbastanza sensibile da essere un marker della malattia. (43)

p, blockquote 54,0,0,0,0 ->

Fumo

La ricerca mostra che il fumo aumenta il numero di neutrofili. (44) Il fumo è solitamente associato ad un aumento della conta dei globuli bianchi e alla neutrofilia (crescita del 25% di queste cellule), che può durare fino a 5 anni dopo aver smesso di fumare. L'esatto meccanismo della leucocitosi indotta dal fumo non è noto.

p, blockquote 55,0,0,0,0 ->

Stress psicologico

La risposta allo stress stimola i neutrofili, probabilmente attraverso una maggiore infiammazione. (45) La neutrofilia associata allo stress sembra essere associata alla ridistribuzione dei neutrofili dal pool marginale (che si trova negli organi del corpo) al pool circolante (nel sangue), probabilmente a causa di una diminuzione dell'adesione dei neutrofili al rilascio dell'ormone dello stress adrenalina.

p, blockquote 56,0,0,0,0 ->

Ottima attività fisica

Un'attività fisica intensa può aumentare il numero di neutrofili in un breve periodo di tempo. (46) La neutrofilia indotta dall'esercizio è probabilmente dovuta a una combinazione di livelli elevati di adrenalina plasmatica e gittata cardiaca alterata, con conseguente ridistribuzione dei neutrofili dal pool marginale al pool circolante..

p, blockquote 57,0,0,0,0 ->

Mancanza di sonno

La ricerca ha dimostrato che il sonno insufficiente (insonnia) aumenta il numero di neutrofili, aumentando il livello di infiammazione nel corpo. (47)

p, blockquote 58,0,0,0,0 ->

Danni ai tessuti del corpo

Il danno tissutale da trauma o intervento chirurgico aumenta il numero di neutrofili. (48, 49)

p, blockquote 59,0,0,0,0 ->

Depressione

Uno studio che ha misurato la conta dei neutrofili in 41 pazienti depressi ha scoperto che avevano una conta dei neutrofili più alta rispetto alle persone sane. (50)

p, blockquote 60,0,0,0,0 ->

Farmaci e tossine

Anche alcuni farmaci (glucocorticoidi, adrenalina, litio, ecc.) E avvelenamenti (piombo, mercurio, veleno per insetti, ecc.) Possono causare neutrofilia. (9, 51, 52, 53, 54)

p, blockquote 61,0,0,0,0 ->

Problemi al midollo osseo

Anomalie del midollo osseo come la leucemia possono aumentare la produzione di neutrofili. (55, 56)

p, blockquote 62,0,0,0,0 ->

Disturbi genetici

Una mutazione nel gene CSF3R promuove la formazione di neutrofili. Ciò può portare a una maggiore suscettibilità alla neutrofilia cronica ereditaria. (nove)

p, blockquote 63,0,0,1,0 ->

Obesità

Nell'obesità è stata osservata neutrofilia cronica lieve. Il tessuto adiposo è in grado di rilasciare citochine infiammatorie, creando uno stato di infiammazione a basso livello a lungo termine, manifestato da un aumento del livello di proteina C-reattiva.

p, blockquote 64,0,0,0,0 -> A) L'obesità è caratterizzata da un aumento del tessuto adiposo e dall'infiammazione cronica in cui gli adipociti secernono adipochine come il fattore di necrosi tumorale alfa (TNF-alfa), IL-6 e IL- 8, che sono associati ad una maggiore attività dei neutrofili periferici. C) Nei topi che seguono una dieta ricca di grassi (HFD), c'è un aumento nel reclutamento dei neutrofili nel tessuto adiposo e nell'attività dell'elastasi neutrofila (NE)

La leptina, un ormone prodotto dagli adipociti (cellule adipose), può agire sulla proteina di membrana CD34, con conseguente aumento della differenziazione dei neutrofili. Più recentemente, è stato scoperto che il tessuto adiposo viscerale cronicamente infiammato nell'obesità imita l'azione delle cellule progenitrici ematopoietiche di proliferare ed espandersi, inducendo sia neutrofilia che monocitosi attraverso la produzione della citochina IL-1β.

p, blockquote 65,0,0,0,0 ->

In una persona obesa con neutrofilia cronica lieve e nessun altro evidente problema di salute, si può presumere che le cellule adipose siano la causa dell'aumento del numero di neutrofili.

p, blockquote 66,0,0,0,0 ->

Effetti negativi di livelli elevati di neutrofili

Un'eccessiva attività dei neutrofili può aumentare il rilascio di agenti tossici per le cellule (citotossici) e attivare eccessivamente parti del sistema immunitario. In circostanze normali, questo aiuta a proteggere il tuo corpo da infezioni o lesioni. Tuttavia, il rilascio prolungato e non regolamentato di questi composti può danneggiare i tessuti del corpo. (57, 58)

p, blockquote 67,0,0,0,0 ->

Malattie del sistema cardiovascolare

La ricerca mostra che i neutrofili aumentano l'infiammazione della placca nelle arterie indurite (aterosclerosi). (59)

p, blockquote 68,0,0,0,0 ->

Dopo un infarto, i neutrofili eliminano le cellule morte e i detriti intorno all'area danneggiata del cuore. Dopo la morte dei neutrofili, i macrofagi rilasciano fattori di crescita che causano infiammazione e formazione di tessuti, che creano cicatrici nel cuore (fibrosi cardiaca). (60)

p, blockquote 69,0,0,0,0 ->

Un elevato rapporto tra neutrofili e linfociti (NLR) è un predittore di malattie cardiovascolari. È associato ad un aumentato rischio di battito cardiaco irregolare (aritmie) e morte nei pazienti sottoposti a trattamento per malattie cardiovascolari (intervento coronarico percutaneo) [61, 62].

p, blockquote 70,0,0,0,0 ->

Uno studio su 4.625 persone ha scoperto che una maggiore conta dei neutrofili era associata a un aumentato rischio di malattie cardiovascolari. (63) Risultati simili sono stati ottenuti in un altro studio con 4.860 uomini. (65)

p, blockquote 71,0,0,0,0 ->

In un altro studio su 18.558 persone, è stato scoperto che alti livelli di neutrofili aumentano il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari: ictus ischemico e infarto del miocardio. (64)

p, blockquote 72,0,0,0,0 ->

Gambero

In generale, i neutrofili possono svolgere un ruolo nel cancro, nella formazione di tumori e nella diffusione di metastasi ad altri siti del corpo. (66)

p, blockquote 73,0,0,0,0 ->

I neutrofili promuovono l'infiammazione rilasciando specie reattive dell'ossigeno (ROS). Gli studi dimostrano che sopprimono anche la risposta immunitaria antitumorale (stimolando il TGF-β a rilasciare iNOS o ARG1, che sopprime i linfociti T CD8 + citotossici che combattono le cellule tumorali). (66)

p, blockquote 74,0,0,0,0 -> I neutrofili contribuiscono al cancro. (fonte)

Il rapporto tra neutrofili e linfociti (NLR = neutrofili / linfociti) è un marker del sangue che gli scienziati hanno utilizzato per cercare di prevedere gli esiti di vari tumori (intestino, polmone, testa, collo, ovaio, ecc.). Numerosi studi hanno dimostrato che valori elevati di NLR sono associati a prognosi sfavorevole nel cancro del colon, del pancreas, dello stomaco e del polmone. (67, 68, 69, 70)

p, blockquote 75,0,0,0,0 ->

In una revisione di oltre 100 studi e 40.000 pazienti, un valore NLR maggiore di 4 è stato associato ai peggiori tassi di sopravvivenza globale al cancro. (71)

p, blockquote 76,0,0,0,0 ->

L'interpretazione del punteggio NLR dipende dal contesto clinico. Tuttavia, si può approssimativamente immaginare come si possa stimare questo indicatore:

p, blockquote 77,0,0,0,0 ->

  • I livelli normali di NLR sono nell'intervallo 1-3
  • Un NLR di 6-9 suggerisce uno stress infiammatorio moderato (p. Es., In un paziente con appendicite non complicata)
  • I pazienti gravemente malati spesso hanno NLR

9 o superiore (a volte raggiungendo valori prossimi a 100)

Modi per abbassare i livelli di neutrofili

La cosa più importante è che tu lavori con il tuo medico per scoprire la causa dei tuoi neutrofili elevati e iniziare il trattamento standard. Parla con il tuo medico dei cambiamenti dello stile di vita elencati di seguito. Ma non usare mai questi metodi invece di ciò che il medico consiglia o prescrive..

p, blockquote 78,0,0,0,0 ->

Lo stress aumenta il livello dei neutrofili. Ciò significa che evitare o gestire lo stress può aiutare a prevenire l'infiammazione cronica da stress. Usa la meditazione, lo yoga o il training autogeno. (45)

p, blockquote 79,0,0,0,0 ->

Assicurati di dormire bene (almeno 7-8 ore al giorno). La restrizione del sonno si traduce in un aumento dei livelli di neutrofili. (47)

p, blockquote 80,0,0,0,0 ->

Un idrosol ottenuto dai fiori della rosa damascena è tradizionalmente utilizzato per trattare vari problemi di salute, inclusi problemi della pelle come eritema, prurito e gonfiore. Questo idrosol (acqua di rose) può ridurre la patogenicità dei microbi e indebolire la stimolazione dei neutrofili, che sono coinvolti nelle reazioni infiammatorie. (51)

p, blockquote 81,0,0,0,0 ->

La curcumina ha migliorato l'apoptosi dei neutrofili e annullato il ritardo indotto dalla migrazione degli strati intermedi nell'apoptosi dei neutrofili. L'attivazione dei neutrofili è stata ridotta con il trattamento con curcumina, come evidenziato dalla diminuzione della migrazione e dal rilascio di mieloperossidasi. (52)

p, blockquote 82,0,0,0,0 ->

La quercetina e la vitexina (un glucoside dell'apigenina flavonoide) hanno un significativo effetto antinfiammatorio, riducendo l'attività dei neutrofili. Sia la quercetina che la vitexina hanno inibito in modo significativo la produzione di TNF-alfa, ossido nitrico (NO) e il rilascio di mieloperossidasi (MPO) nei neutrofili umani. (53)

p, blockquote 83,0,0,0,0 -> p, blockquote 84,0,0,0,1 ->

La naringenina, un flavonoide degli agrumi, ha proprietà antinfiammatorie. La somministrazione di naringenina a ratti con lesioni del midollo spinale ha protetto il loro midollo spinale dall'aumento dell'infiammazione. La naringenina ha soppresso l'attivazione dei neutrofili attraverso l'inibizione di miR-223. (54)


Articolo Successivo
Cosa dicono i monociti elevati in un adulto?