Neutrofili segmentati


I neutrofili segmentati sono il gruppo più grande di leucociti. Il sangue di una persona sana contiene il 50-70% di tutti i globuli bianchi. I granuli sono presenti nel citoplasma, quindi sono chiamati granulociti neutrofili o leucociti granulari. Differiscono dai basofili e dagli eosinofili, che hanno anche inclusioni nella cellula, nella capacità di percepire i coloranti.

I neutrofili sono divisi in due gruppi in base alla forma del nucleo. Leucociti immaturi - pugnalate - precursori di segmentati, sono contenuti in una quantità compresa tra l'1 e il 6% del numero totale di globuli bianchi. La comparsa di costrizioni nei loro nuclei significa una transizione verso una forma matura.

Funzioni

I neutrofili pungenti e segmentati proteggono il corpo dalle infezioni, principalmente batteriche e fungine. Sono in grado di migrare al di fuori del flusso sanguigno al centro dell'infiammazione, assorbire i microrganismi, distruggerli con l'aiuto di enzimi.

Questa capacità dei leucociti è chiamata fagocitosi, che si verifica:

  • completato;
  • incompiuto.

Quando la fagocitosi è completata, il microbo viene completamente digerito all'interno del neutrofilo e i suoi resti vengono espulsi dalla cellula. Quando incompleto, il leucocita muore insieme ai frammenti di microrganismi e viene escreto sotto forma di secrezione purulenta. Un neutrofilo segmentato può digerire fino a 30 batteri.

Le membrane dei neutrofili segmentati possono facilmente cambiare forma, formando sporgenze, con l'aiuto delle quali il leucocita si sposta nel sito di introduzione del microrganismo. Il neutrofilo sceglie la direzione del movimento, concentrandosi sulle sostanze chimiche secrete dai tessuti danneggiati. Questo modo di spostarsi si chiama chemiotassi..

Oltre alla fagocitosi, i granulociti segmentati svolgono le seguenti funzioni:

  • battericida: rilasciano sostanze che uccidono i batteri;
  • ha un effetto sul sistema di coagulazione del sangue;
  • influenzare la temperatura corporea;
  • gioca un ruolo importante nella regolazione dell'intensità dell'infiammazione, attivazione dell'immunità.

Norme

Il numero di neutrofili nell'analisi del sangue viene calcolato dall'assistente di laboratorio. Devi contare almeno 100 celle. Gli analizzatori automatici contano fino a 2.000 oggetti neutrofili nel sangue di un bambino o di un adulto, ma si verificano errori nel determinare la forma del nucleo: il numero di granulociti segmentati e pugnalati non è calcolato esattamente.

Spesso è necessario determinare non il relativo, in percentuale, ma il numero assoluto di leucociti. Nell'analisi del sangue in un adulto, i neutrofili segmentati sono normali - 50-70% e pugnalati - 1-6%.

In numeri assoluti (abbreviati come "abs"), il numero di neutrofili per litro di sangue è:

  • addominali segmentati. - 2,5 - 5,5x10⁹ ml / l;
  • pugnalata addominali. - 0,05 - 0,3x10⁹ ml / l.

Il numero di leucociti nelle donne è lo stesso degli uomini. Il contenuto di neutrofili in un bambino è caratterizzato dalla presenza di forme immature. I neutrofili segmentati in un bambino di età inferiore a un anno sono ridotti. I dati sul numero di linfociti nei bambini sono mostrati nella tabella:

Nei bambini di età inferiore a un anno

Nei bambini da 1 a 13 anni

Formula leucocitaria

Un esame del sangue generale mostra non solo il numero di neutrofili, ma anche il rapporto tra le forme mature - segmentate e immature - pugnalate. Il leucogramma riflette le informazioni in sequenza da sinistra a destra: prima indica il numero di granulociti pugnalati, quindi segmentato. Pertanto, un aumento del numero di forme giovani di leucociti è chiamato spostamento della formula dei leucociti a sinistra e un aumento di quelle mature è chiamato spostamento a destra..

Un aumento del numero di neutrofili acerbi e pugnalati indica la mobilitazione delle difese del corpo. Con una grave infezione, nel sangue compaiono un'estrema tensione dell'immunità, metamielociti, promielociti. Nelle persone sane, si trovano nel midollo osseo, ma non si trovano nel sangue. Il loro aspetto è un segnale di allarme, la necessità di cure mediche.

Lo spostamento della formula dei leucociti a sinistra è una conseguenza delle seguenti condizioni patologiche:

  • infiammazione acuta;
  • infezioni purulente;
  • grande perdita di sangue;
  • avvelenamento esogeno.

Uno spostamento nella formula dei leucociti a destra è un aumento dei neutrofili segmentati maturi. Prove di inibizione della leucopoiesi: formazione di giovani forme di leucociti, diminuzione della funzione riproduttiva del midollo osseo.

  • gravi malattie degli organi interni, che procedono a lungo con grave intossicazione;
  • insufficienza renale, epatica;
  • anemia aplastica;
  • tumore maligno;
  • malattia da radiazioni;
  • chemioterapia per il cancro.

Uno spostamento nella formula dei leucociti a sinistra oa destra appare nelle prime fasi della malattia. Un segnale allarmante è la tensione delle difese del corpo nella lotta contro una grave patologia. La sua diagnosi precoce è una condizione importante per un trattamento efficace e tempestivo..

Cambiamenti nella composizione numerica dei neutrofili segmentati

Quando si studiano i risultati di un esame del sangue generale, viene preso in considerazione il numero di leucociti. Un aumento del numero di neutrofili segmentati superiore al 75% - neutrofilia, numeri bassi - neutropenia. Questi valori sono un'importante caratteristica diagnostica. Un aumento del numero di leucociti può essere un fenomeno fisiologico - durante la gravidanza, dopo l'esercizio.

In assenza di uno spostamento nella formula dei leucociti, la neutrofilia è accompagnata da un aumento dei neutrofili segmentati e pugnalati.

  • processi batterici e purulenti;
  • malattie infiammatorie degli organi interni;
  • la presenza di estesi focolai di necrosi in cancrena, attacchi di cuore, ulcere trofiche;
  • patologia renale nel diabete;
  • tumori.

La neutrofilia può essere una conseguenza della vaccinazione, del trattamento con ormoni, anticoagulanti.

Una diminuzione dei neutrofili segmentati nel sangue si verifica con le seguenti malattie:

  • infezioni batteriche - tubercolosi, febbre paratifoide;
  • malattie virali - epatite B e C, influenza, scarlattina, morbillo;
  • rickettsiosi: toxoplasmosi, malaria;
  • agranulocitosi;
  • effetti collaterali di analgesici, alcuni antibiotici;
  • anemia ipoplastica;
  • Radiazione ionizzante.

La neutrofilia e i neutrofili al di sotto della norma sono una conseguenza di processi patologici, pertanto richiedono un attento esame. Dal grado di cambiamento nella composizione quantitativa dei leucociti, si può giudicare la gravità della malattia. La terapia della neutrofilia segmentata e della neutropenia deve essere eseguita dopo aver chiarito la causa e diagnosticato la malattia sottostante.

I cambiamenti nel numero di leucociti nella patologia degli organi interni, un aumento o una diminuzione del loro numero, sono un sintomo e un segno diagnostico importante che non richiede un trattamento speciale. L'eccezione è la patologia del midollo osseo: leucemia, ematoblastosi, esame e terapia dei quali vengono eseguiti in istituzioni oncologiche specializzate.

Neutrofili nel sangue

I neutrofili nel sangue sono i principali responsabili della protezione di organi interni, muscoli, ossa e altre strutture del corpo dall'attacco di agenti patogeni, che possono essere sia batteri che elementi virali, e forme unicellulari parassitarie di funghi.

Un'analisi del sangue capillare (prelevato dall'anulare) può fornire una valutazione oggettiva del contenuto quantitativo dei "soldati" del sistema immunitario. Grazie a questo studio, i medici hanno acquisito la capacità di identificare tempestivamente tutta una serie di malattie che possono causare danni significativi alla salute umana..

Un po 'sui neutrofili

Gli elementi neutrofili sono divisi in due tipi principali: pugnalati e segmentati. Il primo gruppo combina giovani cellule leucocitarie con un singolo nucleo, che esternamente ricorda un ramoscello leggermente piegato, un ferro di cavallo o una bacchetta ispessita. La stragrande maggioranza di tali componenti del sangue (oltre il 90%) si trova nelle sale del midollo osseo, in cui si è formato.

Lì, i giovani neutrofili aspettano il periodo di maturazione, quindi lasciano la loro "casa" per pattugliare il corpo, in attesa del prossimo tentativo di introdurre agenti patogeni. I granulociti segmentati sono strutture cellulari adulte dotate di un nucleolo già frammentato: sembra essere diviso da stretti istmi in più parti.

Questi globuli hanno funzioni estremamente importanti:

  • Movimento senza ostacoli e veloce attraverso il corpo. Il movimento attivo viene eseguito a causa della forma dell'ameba.
  • Chemiotassi. Ogni gabbia protettiva è dotata di uno speciale sensore che indica esattamente la posizione delle particelle estranee. Si tratta praticamente di navigatori microscopici.
  • Acquisizione di elementi dannosi. Senza complicazioni, i neutrofili aderiscono alla superficie dei patogeni e "si attraggono" su se stessi.
  • Fagocitosi. I granulociti catturano piccoli nemici con i loro pseudopodi con ulteriore assorbimento del contenuto.
  • Eliminazione del pericolo. A causa dell'attivazione degli enzimi, i neutrofili digeriscono i patogeni e allo stesso modo li "deminati".
  • La propria morte. Non appena la cellula leucocitaria esaurisce la sua risorsa, termina automaticamente la sua esistenza.
  • Assistenza post mortem. Dopo la morte effettiva, i neutrofili rilasciano finalmente citochine nell'ambiente, che successivamente hanno un effetto antibatterico..

Questo processo perfettamente studiato protegge regolarmente il corpo umano dagli effetti distruttivi e dalla morte. Se avviene l'introduzione di elementi nocivi attraverso barriere biologiche, i granulociti maturi entrano in battaglia per primi e, se necessario, arriva l'assistenza dal midollo osseo "al richiamo dei parenti" pugnalata ai leucociti.

Il numero di tali cellule nel sangue mostra lo stato del corpo, concentrando l'attenzione degli specialisti su infiammazione, necrosi, infezioni fungine, ecc. microscopio.

Quando viene eseguita l'analisi

Un esame del sangue per i neutrofili viene solitamente eseguito quando un paziente presenta sintomi strani e, a prima vista, inspiegabili. Alcuni segni appartengono a questo gruppo, quindi verranno elencati solo i più comuni:

  • Sospetto di avvelenamento con veleni o metalli pesanti.
  • Qualsiasi tipo di anemia.
  • Dolori doloranti localizzati nei muscoli, nelle ossa e nelle articolazioni.
  • Debolezza generale.
  • Tendenza a svenire.
  • Perdita di equilibrio.
  • Depressione prolungata associata a un'aggressività inspiegabile.
  • Aumenti regolari della temperatura corporea.
  • Eruzione cutanea sulla superficie della pelle.
  • La comparsa di ematomi non associati a danni meccanici.
  • Drastica perdita di peso.
  • Linfonodi ingrossati.
  • Palpitazioni.
  • Colore sospetto dell'urina.
  • Sonnolenza.
  • Vertigini.
  • Difficoltà a deglutire le funzioni.
  • Sete intensa che non può essere placata.

Se il medico curante sospetta che il paziente abbia necrosi tissutale o malattie infiammatorie, emette immediatamente un rinvio per un esame del sangue, che dovrebbe essere eseguito il prima possibile. La guarigione prolungata di graffi e piccoli tagli è una buona ragione per un test ematologico dei neutrofili.

Quali sono i tassi di neutrofili nel sangue?

Puoi conoscere il numero relativo di granulociti, solitamente indicato come percentuale di ciascuno dei suoi tipi, in questa tabella:

EtàContenuto di neutrofili (%)
PugnaleSegmentato
Il primo giorno0,5-1746-80
2-10 giorni0,5-726-56
11–0 giorni0,5-4,515–35
Fino a 1 anno1-517–46
2-6 anni1-530-59
7-9 anni1-539-60
10-12 anni1-543–62
13-15 anni1-545-65
sedici+1-646-72

Sia gli uomini che le donne hanno un numero uguale di cellule neutrofili, quindi non dipende dal sesso di una persona. Ora puoi studiare gli indicatori numerici che suggeriscono il conteggio dei granulociti in una certa quantità di sangue. I parametri assoluti sono riportati nella tabella:

EtàValori di riferimento dei neutrofili (× 10⁹)
Fino a 1 anno1.5-8.5
2-6 anni1.5-8.6
7-12 anni1.8-8.0
13-16 anni1.8-7.5
17+1.8-6.5

Per le donne in attesa di un bambino, il tasso può facilmente salire a 7-10 × 10⁹, che è la loro norma. Le seguenti abbreviazioni si trovano spesso nella carta intestata:

  • Granulociti relativi: neutrofili (rel), NE% e NEUT%.
  • Granulociti assoluti: neutrofili (rel), NE # e NEUT #.

È impossibile non menzionare che i leucociti neutrofili sono talvolta indicati sotto forma di 4 tipi, inclusi mielociti, giovani, bastoncelli e segmenti. Il contenuto degli ultimi due tipi è già stato discusso, quindi è necessario prestare attenzione ai primi valori. Questi elementi cellulari sono i primi tipi di neutrofili: si trovano esclusivamente nel midollo osseo rosso fino alla piena età adulta.

Pertanto, il loro numero è il seguente: mielociti - 0%, giovani - 0-1% (nei singoli casi, un piccolo eccesso non è considerato pericoloso). L'interpretazione qualitativa dei risultati delle analisi del sangue può essere eseguita solo da un medico competente. L'autodiagnosi è altamente indesiderabile.

Perché i granulociti sono elevati?

Un aumento dei granulociti è caratteristico di un numero considerevole di disturbi, tra cui:

  • Sepsi (avvelenamento del sangue).
  • Artrite reumatoide.
  • Attacco di cuore e ictus.
  • Encefalite trasmessa da zecche.
  • Ascariasis.
  • Allergia al cibo.
  • Ulcera allo stomaco.
  • Insufficienza renale.
  • Gotta.
  • Polmonite.
  • Psoriasi.
  • Orticaria.
  • Anemia.
  • Malattia di Wakez-Osler (crescita eccessiva di cellule del sangue - eritrociti).
  • Nefropatia (danno all'apparato glomerulare renale).

Le malattie fungine, ad esempio, la rubromicosi, la microsporia, così come la pitiriasi e la tigna, possono anche aumentare i neutrofili nel sangue. Le formazioni simili a un tumore nell'ultimo stadio spesso provocano neutrofilia. I neutrofili elevati si osservano anche nelle infiammazioni acute: pancreatite, appendicite, tromboflebite, otite media, meningite, colecistite, ecc..

Anche la scarlattina e la tonsillite (tonsillite) non fanno eccezione. Nelle persone che hanno subito ustioni gravi, un gran numero di granulociti sarà necessariamente rilevato negli esami del sangue. La neutrofilia infantile è talvolta associata a polipi nasali e dentizione dei primi denti.

Spesso questa condizione si osserva durante le mestruazioni, l'uso di droghe (istamina, eparina), la depressione. Lavorare in condizioni di duro lavoro influisce anche in modo significativo sui risultati della diagnostica ematologica. Inoltre, stiamo parlando di professioni associate all'attività mentale attiva e ad un aumento del livello di stress..

Cosa significa una diminuzione delle cellule leucocitarie?

La mancanza di neutrofili è caratteristica di tali malattie:

  • Tifo.
  • Herpes.
  • Morbillo.
  • Epatite virale.
  • Toxoplasmosi.
  • Cachessia (esaurimento estremo del corpo).
  • Sifilide.
  • Forte dipendenza da alcol.
  • Rosolia.
  • Paratifo (infezione da salmonella).
  • Emolisi (distruzione patologica volontaria dei globuli rossi).
  • Malattia da radiazioni.
  • Parotite (parotite).
  • Influenza.
  • Ipersplenismo (distruzione delle cellule del sangue da parte della milza).

Una parte significativa della collagenosi dal gruppo delle malattie autoimmuni porta a una diminuzione o quasi completa assenza di neutrofili - lupus eritematoso sistemico, dermatomiosite, sindrome di Kogan, aortoarterite aspecifica e simili.

La neutropenia è causata dall'uso di farmaci, che includono:

  • Antidepressivi.
  • Psicostimolanti.
  • FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei).
  • Diuretici (diuretici).
  • Analgesici.
  • Farmaci antitiroidei.

Un numero considerevole di casi di neutropenia può essere spiegato da una dieta squilibrata, una dipendenza da diete rigide, un'apparente carenza di vitamine del gruppo B e la radioterapia per combattere il cancro. Maggiori informazioni sul basso numero di granulociti in questo articolo..

Quali specialisti possono inviare per un esame del sangue generale

Un'analisi per i neutrofili può essere eseguita in direzione di un ematologo, pediatra, terapista, dermatologo, neurologo, oftalmologo, cardiologo, immunologo, narcologo. Lo stesso gruppo di medici comprende un oncologo, un otorinolaringoiatra (ORL), un endocrinologo, un flebologo specializzato in malattie venose e un pneumologo la cui competenza include disturbi del sistema respiratorio..

Se un particolare specialista scopre sintomi in un paziente che indicano malattie causate da funghi unicellulari, virus, tossine, batteri o vermi parassiti, solo allora invia la persona per l'esame ematologico. Quindi, se vengono identificate deviazioni appropriate negli organi del sistema urinario, riproduttivo e digerente, urologi, ginecologi, gastroenterologi, urologi e anche proctologi possono raccomandare di eseguire un esame del sangue generale..

Come evitare di ottenere un risultato falso?

È possibile evitare deviazioni non necessarie nella conta dei neutrofili se, 2-3 giorni prima della diagnosi:

  • Escludere completamente dalla dieta bevande alcoliche, energetiche e gassate.
  • Limitare l'accesso al cibo spazzatura: dolciumi, fast food, prodotti semilavorati, ecc..
  • Evita l'ipotermia.
  • Bere almeno 1,5 litri di acqua naturale al giorno.
  • Garantire un sonno regolare e adeguato.
  • Riduci al minimo il contatto con fonti di stress.
  • Smetti di concentrarti sulla danza, sullo sport e sull'allenamento della forza, preferendo una routine quotidiana misurata.

L'ulteriore utilizzo di farmaci dovrebbe essere discusso in anticipo con il medico. Se il paziente non è riuscito a ottenere un consulto con il proprio medico, dopo l'analisi è necessario informare lo specialista dell'elenco dei farmaci utilizzati al momento della preparazione.

Si consiglia di smettere di fumare 3-4 ore prima della procedura. È meglio recarsi in una struttura medica in anticipo per riprendere fiato e riscaldarsi (quando fuori fa freddo). Nel peggiore dei casi, anche queste "piccole cose" causeranno un'alta concentrazione di neutrofili.

Seguiamo la norma dei neutrofili segmentati e pugnalati

Per contenuto · Pubblicato il 07/01/2015 · Aggiornato il 17/10/2018

Contenuto di questo articolo:

Il maggior numero tra tutti i leucociti sono i neutrofili. La loro funzione è pesante e responsabile: distruggono i batteri patogeni nei tessuti e nel sangue umani, per i quali pagano con la loro "vita". Il tasso di neutrofili nel sangue nei bambini, nelle donne e negli uomini può essere aumentato o diminuito ed è comune. Un cambiamento nel numero di tali cellule può indicare una malattia in corso nel corpo. Di grande importanza è anche il rapporto tra corpi di diversa "età" (stadio di sviluppo) all'interno del gruppo dei neutrofili. Scopriamo la loro classificazione.

Classificazione

In totale, sono note 6 fasi di sviluppo dei neutrofili. Ma solo le cellule di quattro stadi possono essere nel sangue di una persona - parliamone. La sequenza delle fasi di sviluppo è la seguente:

  1. Mieloblasti;
  2. Promielociti;
  3. Mielociti;
  4. Metamielociti;
  5. Pugnalata;
  6. Neutrofili segmentati.

Non tutte queste cellule sono nel sangue allo stesso tempo in proporzioni uguali, quindi un cambiamento nel loro rapporto serve come un criterio importante per la diagnosi delle malattie e il fenomeno stesso è stato chiamato in medicina

Come funzionano i neutrofili

Quando gli agenti patogeni entrano nel sangue o nei tessuti, le cellule dei neutrofili segmentati iniziano ad assorbirli e decomporli. Questi processi sono chiamati rispettivamente fagocitosi e lisi. Dopo la distruzione dell'agente patogeno, la cellula stessa muore. Se tutti i corpi segmentati maturi sono morti e l'organismo patogeno non è stato ancora sconfitto, allora i neutrofili pugnalati entrano in battaglia. E se il loro numero non è sufficiente per vincere, vengono in soccorso i metamielociti, seguiti dai mielociti. I primi quattro gruppi di cellule in condizioni di salute normale sono assenti nel sangue e compaiono nei risultati del test solo in caso di malattia grave.

Un cambiamento nella formula dei leucociti

Viene utilizzato per controllare il rapporto dei neutrofili per gruppo di età (stadio di sviluppo). Se i corpi segmentati o pugnalati sono al di sotto del normale, parlano di uno spostamento nella formula dei leucociti a sinistra. Se il contenuto di cellule giovani (mielociti e metamielociti) è inferiore, si verifica uno spostamento nella conta ematica dei leucociti a destra.

Livello normale

Normalmente, negli uomini e nelle donne, il livello dei globuli bianchi del gruppo dei neutrofili non differisce in modo significativo. Il numero di tali corpi varia solo a seconda dell'età della persona (nei bambini e negli adulti, il loro numero sarà diverso).

Per la diagnosi, i neutrofili pugnalati e segmentati vengono contati separatamente. L'indicatore è espresso in percentuale.

Neutrofili a bastoncello

Nelle donne adulte, il tasso di neutrofili varia dall'1 al 4 percento. Gli stessi indicatori sono tipici per gli uomini. Nei bambini di varie età, la percentuale di cellule pugnalate rientra nei seguenti limiti:

Età del bambinoSoddisfare,%
Nei bambini della prima settimana di vita1-5
Nei bambini da 1 a 2 settimane1-4
Nei bambini fino a un mese1-5
Nei bambini di età inferiore a un anno1-5
Nei bambini sotto i 6 anni di età1-4

Neutrofili segmentati

I confini della normale percentuale di cellule segmentate negli uomini e nelle donne adulti vanno da 40 a 60.

Indicatori normali di segmentato nei bambini:

EtàSoddisfare,%
Nei neonati50-70
La prima settimana35-55
1-2 settimane27-47
Da 2 settimane a 1 mese17-30
Nei bambini di età inferiore a un anno45-65
Fino a 5 anni35-55
Dopo 6 anni40-60

In entrambi i gruppi di cellule, al raggiungimento dei 6 anni, gli indicatori non cambiano e sono uguali a quelli degli uomini e delle donne adulti.

Aumento dei livelli di neutrofili

Una situazione in cui i neutrofili sono al di sopra del normale è chiamata neutrofilia o neutrofilia. Le ragioni di questa condizione possono essere le seguenti:

  • Infezione batterica con segni di suppurazione e infiammazione (con un focus localizzato - appendicite, ascesso, polmonite, tonsillite, tubercolosi, danno agli organi ENT, pielonefrite acuta, salpingite e altri; con infezione estesa - sepsi, colera, scarlattina o peritonite);
  • Fenomeni necrotici: ictus, ustioni, infarto;
  • Intossicazione da alcol o piombo (la tossina può essere qualsiasi tossina che colpisce il midollo osseo);
  • Intossicazione da prodotti dell'attività batterica anche in assenza di batteri vivi (tossine del botulismo nei prodotti in scatola);
  • Cancro con l'inizio della decomposizione dei tessuti.

È noto che per qualche tempo dopo una precedente malattia, il livello dei neutrofili può essere leggermente elevato. Questo fenomeno può essere osservato anche con una malattia non trattata..

Gradi di neutrofilia

Il contenuto di tutti i gruppi di neutrofili nel sangue deve essere sommato e la quantità assoluta di cellule deve essere correlata al numero totale di leucociti. Il risultato sarà in miliardi di cellule neutrofili per 1 litro di sangue:

La neutrofilia moderata viene diagnosticata quando il numero di tali cellule è fino a 10 miliardi.
La neutrofilia grave viene diagnosticata con un numero di cellule compreso tra 10 e 20 miliardi.
Con il numero di neutrofili da 20 a 60 miliardi, si parla di neutrofilia grave.

In base al grado di neutrofilia, vengono determinati la gravità della malattia attuale e lo stadio del suo sviluppo (se possibile). Più alti sono i neutrofili e più avanzata è la neutrofilia, più esteso è il danno al corpo.

Neutrofilia come variante della norma

Nelle donne in gravidanza è possibile una neutrofilia moderata (fino a 10 miliardi per litro di sangue). Inoltre, un aumento del livello può essere osservato con alcune influenze esterne:

  • Ricca colazione;
  • Stress psicologico;
  • Stress da esercizio.

Indicatori al di sotto dei valori normali

Se i neutrofili sono al di sotto dei valori normali, parlano di neutropenia. Le cause più comuni di questa condizione sono:

  • Un numero molto elevato di organismi patogeni o prodotti della loro attività vitale - le cellule sono morte nella lotta contro di loro;
  • Esaurimento del sistema ematopoietico e incapacità di produrre un numero normale di cellule;
  • Distruzione cellulare da malattie del sangue.

Nel contesto di malattie in cui il numero di neutrofili è inferiore al normale, l'elenco è simile a questo:

  • Gravi lesioni batteriche estese (febbre paratifoide, tifo, brucellosi, tularemia);
  • Lesioni virali in cui i neutrofili sono al di sotto del normale con un aumento simultaneo del numero di altre cellule di leucociti - linfociti e monociti (rosolia, epatite, influenza, morbillo);
  • Reazione all'uso di farmaci (analgesici, immunosoppressori, assunzione di interferone - una causa comune di una situazione in cui i neutrofili sono al di sotto del normale);
  • Esposizione alle radiazioni;
  • Radioterapia;
  • Chemioterapia;
  • Leucemia del sangue;
  • Anemia;
  • Mancanza di acido folico o vitamina B12.

Gradi di neutropenia

Come nel caso della neutrofilia, una situazione in cui il numero di neutrofili è inferiore al normale ha la sua gravità:

  1. La neutropenia lieve si verifica quando il conteggio delle cellule varia da 1 a 1,5 miliardi;
  2. La neutropenia moderata viene diagnosticata con una dimensione corporea compresa tra 0,5 e 1 miliardo;
  3. La forma grave si osserva quando il numero di cellule diminuisce al di sotto di 0,5 miliardi e finché non sono completamente assenti nel sangue.

Situazioni particolari di neutropenia

A volte la neutropenia può anche essere osservata con uno stato di salute generale normale e l'assenza di malattie batteriche o virali. Esistono tre tipi:

  1. Neutropenia benigna;
  2. Neutropenia ciclica;
  3. La neutropenia di Kostman.

Neutropenia benigna

In alcuni casi, si può osservare una diminuzione del livello dei neutrofili in un quarto della popolazione. Questa situazione si riferisce a una caratteristica fisiologica e con tutti gli altri normali emocromi e altre analisi non porta effetti negativi sulla salute. Quando si decodificano altri indicatori, questa caratteristica deve essere presa in considerazione..

Neutropenia ciclica

Tra un piccolo numero di persone, esiste una patologia in cui, dopo determinati intervalli, il numero di neutrofili scende quasi alla loro completa scomparsa (questa situazione si osserva entro uno o più giorni e da sola si normalizza in seguito). La frequenza di un tale fenomeno può essere diversa: da una a due settimane a diversi mesi..

La neutropenia di Kostman

Questo fenomeno è una malattia genetica, a causa della quale i neutrofili non vengono prodotti affatto nel midollo osseo. La neutropenia di Kostman è ereditata. A causa della mancanza di protezione contro gli agenti batterici, una persona del genere inizia spesso ad ammalarsi: ascessi, polmonite e altre malattie di natura batterica. I bambini con questa deviazione spesso muoiono nel primo anno di vita. A causa del successivo adattamento del corpo stesso del bambino, aumenta il numero di monociti ed eosinofili nei bambini sopravvissuti, a causa del quale le funzioni protettive del bambino praticamente non differiscono da una persona assolutamente sana.

Eliminazione delle deviazioni dalla norma

Se viene rilevato un aumento o una diminuzione del numero di neutrofili nel sangue o un cambiamento nella loro percentuale, è necessario adottare misure urgenti per normalizzare questo indicatore. Non esiste una cura specifica per la neutropenia o la neutrofilia. È possibile influenzare il numero di tali cellule solo indirettamente - per determinare e curare la vera causa di questo fenomeno, cioè una malattia specifica, per la lotta contro la quale il corpo consuma eccessivamente i neutrofili.

Se il motivo del cambiamento nella formula dei leucociti era l'assunzione di farmaci, allora devono essere annullati e sostituiti con altri. Se il motivo risiede nello squilibrio nell'assunzione o nell'assimilazione dei nutrienti, è necessario normalizzare la loro assunzione il prima possibile: aderire a una dieta speciale, assumere ulteriori complessi vitaminici o minerali.

Qual è la norma dei neutrofili nel sangue umano e cosa indicano le deviazioni dalla norma?

I neutrofili cosa sono?

I neutrofili, o leucociti neutrofili, sono le sottospecie più numerose di globuli bianchi di leucociti. Essendo presenti nel sangue, i neutrofili svolgono una delle funzioni più importanti di protezione dell'organismo dagli effetti di batteri patogeni, virus e altri agenti nocivi..

I neutrofili rilevano un microrganismo patogeno, lo distruggono e poi muoiono.

Il livello di neutrofili nel sangue è determinato da un'analisi clinica dettagliata, che contiene informazioni su tutti i tipi di neutrofili.

Maturazione e classificazione dei neutrofili

Il ciclo vitale dei neutrofili consiste nella formazione e maturazione nel midollo osseo rosso. Dopo aver attraversato tutte le fasi della maturità, i neutrofili penetrano nelle pareti dei capillari nel sangue, dove rimangono da 8 a 48 ore. Inoltre, i neutrofili maturi entrano nei tessuti del corpo, fornendo protezione contro gli effetti degli agenti patogeni. Il processo di distruzione delle cellule avviene nei tessuti.

Cosa sono i neutrofili?

Fino alla completa maturazione, i neutrofili attraversano 6 fasi, in base alle quali le cellule sono classificate in:

  • Mieloblasti,
  • Promielociti,
  • Mielociti,
  • Metamielociti,
  • Pugnale,
  • Segmentato.

Fasi di sviluppo dei neutrofili

Tutte le forme cellulari, eccetto segmentate, sono considerate neutrofili funzionalmente immaturi..

Funzioni dei neutrofili

Quando batteri patogeni o altre sostanze nocive entrano nel corpo, i neutrofili li assorbono, li neutralizzano (fagocitosi) e poi muoiono.

Gli enzimi che vengono rilasciati durante la morte dei neutrofili ammorbidiscono i tessuti circostanti, determinando la formazione di pus al centro dell'infiammazione, costituito da leucociti distrutti, cellule di organi e tessuti danneggiati, microrganismi patogeni ed essudato infiammatorio.

Qual è la norma sui contenuti?

La quantità di neutrofili è misurata in unità assolute contenute in 1 litro di sangue e come percentuale del numero totale di globuli bianchi (leucociti).

Norma età (х 10 9 / l) Norma (%)

EtàTasso (x 10 9 / l)Vota (%)
fino a 1 anno1.5 - 8.516 - 45
1-2 anni28 - 48
3-4 anni32 - 55
5-6 anni1.5 - 8.032 - 58
7-8 anni38 - 60
9-10 anni1.8 - 8.041 - 60
11-16 anni43 - 60
più di 16 anni1.8 - 7.747 - 70

Quando si studia il sangue con una formula leucocitaria espansa, viene determinato il rapporto tra i tipi di neutrofili

mieloblasti, promielociti, mielociti (norma%)metamielociti (norma%)pugnalata (norma%)segmentato (norma%)
00-0,51-647 - 72

Una diminuzione del livello dei neutrofili è chiamata neutropenia (agranulocitosi), un aumento è chiamato neutrofilia (neutrofilia).

Per determinare il tipo di neutropenia e neutrofilia, utilizzare i dati dei valori di riferimento del rapporto tra i tipi di cellule.

Etàpugnalata (norma%)segmentato (norma%)
1-3 giorni3-1247 - 70
3-14 giorniquindici30-50
2 settimane-11 mesi.16 - 45
1-2 anni28 - 48
3-5 anni32 - 55
6-7 anni38 - 58
8 anni41 - 60
9-10 anni43 - 60
11-15 anni45 - 60
16 anni e più1350 - 70

Cosa indicano i cambiamenti nell'analisi?

Aumento dei livelli di neutrofili

Un aumento del livello dei neutrofili nel sangue è chiamato neutrofilia (neutrofilia).

Una deviazione dalla norma dei neutrofili segmentati può indicare le seguenti patologie e condizioni:

  • Malattie infettive,
  • Patologie degli arti inferiori,
  • Malattie oncologiche,
  • Disturbi funzionali del sistema urinario,
  • Malattie infiammatorie reumatoidi,
  • Aumento della glicemia.

Un eccesso della norma dei neutrofili pugnalati si verifica nelle malattie infettive e infiammatorie acute, che provocano un'accelerazione della penetrazione dei neutrofili immaturi nel flusso sanguigno.

Il numero di giovani neutrofili al di sopra del normale è una conseguenza di:

  • Polmonite,
  • Otite,
  • Pielonefrite,
  • Intervento chirurgico e periodo postoperatorio,
  • Dermatite,
  • Disturbi olistici della pelle,
  • Vari tipi di lesioni,
  • Ustioni termiche e chimiche,
  • Gotta,
  • Malattie reumatoidi,
  • Neoplasie maligne / benigne,
  • Anemia (si osserva polisegmentazione dei neutrofili),
  • Malattie autoimmuni,
  • Ampia perdita di sangue,
  • Fluttuazioni della temperatura ambiente,
  • Cambiamenti ormonali durante la gravidanza.

La deviazione dalla norma di pugnalare i neutrofili verso l'alto può essere causata da un eccessivo stress fisico o emotivo.

C'è anche un aumento dei neutrofili immaturi durante l'assunzione di alcuni farmaci, come:

  • Eparina
  • Corticosteroidi
  • Adrenalina
  • Medicinali contenenti la pianta digitale.

La neutrofilia dei bastoncelli si osserva con intossicazione da piombo, mercurio o insetticidi.

La crescita uniforme dei neutrofili pugnalati e segmentati si osserva quando:

  • Infiammazione purulenta localizzata (appendicite, infezioni del tratto respiratorio superiore, tonsillite, pielonefrite acuta, annessite, ecc.),
  • Infiammazione purulenta generalizzata (peritonite, scarlattina, sepsi, ecc.),
  • Processi necrotici (ictus, cancrena, attacchi di cuore, ecc.),
  • Decadimento di una neoplasia maligna,
  • L'ingestione di tossine batteriche nell'organismo, senza essere infettate dai batteri stessi (esempio: ingestione della tossina botulinica che si forma quando i batteri stessi muoiono).

La neutrofilia è classificata in base alla gravità:

energialivello dei neutrofili (x 10 9 / l)
moderarea 10
pronunciato10 - 20
pesante20-60

La neutrofilia è asintomatica e il più delle volte viene rilevata per caso.

Conta dei neutrofili diminuita

Una condizione in cui il numero di neutrofili nel sangue è inferiore al normale è chiamata neutropenia o agranulocitosi.

La classificazione della neutropenia si basa sul decorso della patologia:

  • Neutropenia cronica che dura più di 1 mese,
  • Neutropenia acuta, che si sviluppa da alcune ore a diversi giorni.

Lo spostamento neutrofilo a sinistra è diviso in gradi:

  • Leggero - 1-1,5 x 109 / l,
  • Medio - 0,5-1 x 109 / l
  • Pesante meno di 0,5 x 109 / L

Si distinguono i seguenti tipi di agranulocitosi:

  • Primaria, che si verifica più spesso nei pazienti di età compresa tra 6 e 18 mesi. L'agranulocitosi primaria è asintomatica. A volte si notano dolore di diversa localizzazione, sindrome della tosse, infiammazione dei tessuti gengivali, sanguinamento gengivale,
  • Secondario, il cui sviluppo si osserva principalmente negli adulti ed è associato alle patologie autoimmuni trasferite.
  • Assoluta, in via di sviluppo con pertosse, sepsi, febbre tifoide, leucemia acuta, mononucleosi infettiva,
  • Parente, si verifica in pazienti di età inferiore ai 12 anni ed è spiegato dalle caratteristiche fisiologiche di una persona,
  • Ciclico, caratterizzato dallo sviluppo periodico di malattie fungine o batteriche, la manifestazione di sintomi con una frequenza di 4-5 giorni ogni 3 settimane. Le manifestazioni cliniche di questa forma della malattia sono emicrania, febbre, infiammazione delle piccole articolazioni, mal di gola, tonsille.,
  • Autoimmune, in cui una diminuzione del livello di neutrofili è associata all'assunzione di alcuni farmaci. Si verifica spesso in pazienti con dermatomiosite, artrite reumatoide, malattie autoimmuni.
    Una diminuzione del livello delle cellule nel sangue è provocata dall'assunzione di analgin, farmaci anti-tubercolosi, immunosoppressori, citostatici. Inoltre, questo tipo di patologia si verifica con una terapia antibatterica prolungata con farmaci del gruppo delle penicilline..
  • Febbrile, che è la forma più pericolosa della malattia. La condizione è caratterizzata da un'improvvisa e rapida diminuzione del livello dei neutrofili a valori critici (inferiori a 0,5 x 109 / l).
    Lo sviluppo della patologia si osserva durante o immediatamente dopo la chemioterapia, che viene utilizzata per trattare il cancro. L'agranulocitosi febbrile indica la presenza di un'infezione nel corpo, il cui rilevamento tempestivo è spesso impossibile.
    Un piccolo numero di neutrofili nel sangue porta alla rapida diffusione dell'infezione nel corpo, che è spesso fatale. È caratterizzato da un forte aumento della temperatura a livelli subfebrilari, tachicardia, ipotensione, debolezza, sudorazione profusa,

Le ragioni della diminuzione del livello dei neutrofili sono:

  • Infezioni,
  • Processi infiammatori,
  • Assunzione di determinati farmaci,
  • Chemioterapia,
  • Processi patologici nel midollo spinale,
  • Mancanza di vitamine,
  • Eredità.

I sintomi della neutropenia includono:

  • Temperatura febbrile e subfebrile,
  • Ulcerazione delle mucose,
  • Polmonite,
  • Sinusite, sinusite, rinite,
  • Meningite.

I cambiamenti nella formula dei leucociti, compresi i cambiamenti nel livello dei neutrofili, indicano quasi sempre la presenza di una malattia nel corpo. Quando si rilevano cambiamenti neutrofili nell'analisi del sangue, è importante sottoporsi a un esame dettagliato e al trattamento necessario.

In caso di deviazioni dalla norma dei neutrofili nel sangue, è molto importante identificare la causa delle violazioni il prima possibile..

Per la diagnostica può essere utilizzato:

  • Radiografia del torace,
  • Esame a raggi X di organi ENT,
  • Analisi delle urine,
  • Analisi del sangue per l'HIV,
  • Puntura del midollo osseo.

Il trattamento della neutropenia e della neutrofilia è principalmente finalizzato al trattamento della malattia sottostante che ha causato una violazione del livello dei neutrofili nel sangue..

Decodificare un esame del sangue per i neutrofili

L'analisi del sangue (clinica) generale contiene molti indicatori in base ai quali il medico valuta la salute del paziente. Un cambiamento nel valore di ciascuna di queste caratteristiche indica la possibilità di sviluppo di una particolare patologia nel corpo. Uno degli indicatori importanti di un esame del sangue generale dettagliato è il numero di neutrofili. Considera cosa significa questo indicatore e quali cambiamenti indicano nel numero di neutrofili nell'analisi del sangue.

Neutrofili nel sangue umano

I neutrofili sono il tipo più abbondante di leucociti del sangue (globuli bianchi che sono coinvolti nella formazione dell'immunità del corpo).

Queste cellule del sangue si formano nel midollo osseo rosso dalla linea granulocitica ematopoietica. I neutrofili appartengono ai globuli granulocitici, che contengono granulosità (granuli) nel loro citoplasma. Questi granuli di neutrofili contengono mieloperossidasi, lisozima, proteine ​​cationiche, idrolasi acide e neutre, collagenasi, lattoferrina, aminopeptidasi. Grazie a questo contenuto dei loro granuli, i neutrofili svolgono importanti funzioni nell'organismo. Penetrano dal sangue negli organi e nei tessuti del corpo e distruggono agenti patogeni, microrganismi estranei. La distruzione avviene per fagocitosi, cioè i neutrofili assorbono e digeriscono particelle estranee, dopo di che muoiono essi stessi.

Gli esperti distinguono sei fasi di maturazione dei neutrofili: mieloblasto, promielociti, metamielociti (cellula giovane), pugnalata, segmentata. I neutrofili segmentati sono cellule mature e contengono un nucleo diviso in segmenti. Tutte le altre forme sono immature (giovani). Nel sangue umano, ci sono neutrofili significativamente più segmentati rispetto alle cellule immature. In caso di infezione o processo infiammatorio nel corpo, il midollo osseo rilascia attivamente forme immature di neutrofili nel sangue. In base al numero di tali neutrofili in un esame del sangue, è possibile identificare la presenza di un processo infettivo nel corpo e stabilire l'attività del suo corso.

La maggior parte dei neutrofili (circa il 60%) si trova nel midollo osseo, poco meno del 40% di queste cellule si trova negli organi e nei tessuti e solo l'1% circa dei neutrofili circola nel sangue periferico degli esseri umani. Allo stesso tempo, secondo la decodifica dell'analisi del sangue per i neutrofili, normalmente nel sangue periferico dovrebbero essere contenute solo cellule segmentate e pugnalate.

Dopo aver lasciato il midollo osseo, le cellule dei neutrofili circolano nel sangue periferico per diverse ore. Il neutrofilo quindi migra nel tessuto. La sua durata nei tessuti è di 2-48 ore, a seconda della presenza di un processo infiammatorio. Determinato dai neutrofili in un esame del sangue generale durante il calcolo della formula dei leucociti (la percentuale di diversi tipi di leucociti rispetto al loro numero totale).

Decodificare un esame del sangue per i neutrofili

Norma

Il contenuto normale di neutrofili nell'analisi del sangue generale negli adulti è del 45-70% del contenuto totale di tutti i leucociti o 1,8-6,5 × 10 9 / L. Nei bambini, il tasso di neutrofili nel sangue dipende dall'età. In un bambino del primo anno di vita, è del 30-50% o 1,8-8,4 × 10 9 / l, fino a sette anni - 35-55% o 2,0-6,0 × 10 9 / l, fino a 12 anni - 40-60% o 2,2-6,5 × 10 9 / l.

Allo stesso tempo, nel numero totale di neutrofili, la norma per le forme segmentate è del 40-68%, per le forme pugnalate - 1-5%.

Valori aumentati

Un aumento del numero di neutrofili (neutrofilia) è una forma specifica di difesa dell'organismo contro le infezioni e lo sviluppo di un processo infiammatorio. Di solito la neutrofilia è combinata con leucocitosi (un aumento del numero di leucociti), mentre un aumento del numero di neutrofili pugnalati indica lo sviluppo di un'infezione batterica nel corpo.

Un leggero aumento del contenuto di neutrofili nel sangue si osserva con uno sforzo fisico eccessivo, un forte stress psico-emotivo, dopo un pasto abbondante, durante la gravidanza.

Ma un aumento significativo del numero di neutrofili in un esame del sangue può indicare lo sviluppo delle seguenti patologie:

  • processo infiammatorio moderato o localizzato (il livello di neutrofili nel sangue sale a 10,0 × 10 9 / l);
  • un ampio processo infiammatorio nel corpo (il livello di neutrofili nel sangue sale a 20,0 × 10 9 / l);
  • processo infiammatorio generalizzato, ad esempio, con sepsi di eziologia stafilococcica (il livello di neutrofili nel sangue sale a 40,0-60,0 × 10 9 / l);

La condizione in cui le forme immature di neutrofili compaiono nel sangue (mielociti, promielociti), il numero di coltellate e le forme giovani aumenta, è chiamata spostamento della formula dei leucociti a sinistra. Questa condizione si osserva in processi infettivi particolarmente gravi ed estesi, in particolare con infezioni purulente.

Valori ridotti

Una diminuzione dei neutrofili in un esame del sangue (neutropenia) indica una soppressione funzionale o organica dell'ematopoiesi nel midollo osseo. Un'altra causa di neutropenia può essere la distruzione attiva dei neutrofili sotto l'influenza di fattori tossici, anticorpi contro i leucociti, complessi immunitari circolanti. Di solito si osserva una diminuzione del livello dei neutrofili con un indebolimento dell'immunità del corpo.

Gli esperti distinguono tra neutropenia congenita, acquisita e inspiegabile. La neutropenia cronica benigna si riscontra spesso nei bambini di età inferiore a un anno. Questa condizione può normalmente essere presente nei bambini fino a due o tre anni, dopodiché questo emocromo dovrebbe essere normalizzato.

Molto spesso, si osserva una diminuzione dei neutrofili in un esame del sangue nelle seguenti malattie e condizioni:

  • malattie infettive virali (influenza, rosolia, morbillo);
  • infezioni batteriche (febbre tifoide, brucellosi, febbre paratifo);
  • malattie infettive da protozoi (toxoplasmosi, malaria);
  • malattie infettive da rickettsie (tifo);
  • malattie infiammatorie che sono gravi e acquisiscono il carattere di un processo infettivo generalizzato;
  • anemia aplastica e ipoplastica;
  • agranulocitosi (una forte diminuzione del numero di neutrofili nel sangue);
  • ipersplenismo (diminuzione del contenuto di leucociti, eritrociti, piastrine nel sangue a causa della loro distruzione o accumulo in una milza ingrossata);
  • radioterapia, esposizione alle radiazioni;
  • grave sottopeso, cachessia (estremo esaurimento del corpo);
  • prendendo alcuni farmaci (sulfamidici, citostatici, analgesici, cloramfenicolo, penicilline).

In alcuni casi, la diminuzione del numero di neutrofili è temporanea, di breve durata. Questa condizione, ad esempio, si osserva durante il corso della terapia antivirale. Questa neutropenia è reversibile e si risolve interrompendo il trattamento. Tuttavia, se una diminuzione del numero di neutrofili in un esame del sangue persiste per lungo tempo, ciò può indicare lo sviluppo di una malattia cronica del sistema ematopoietico. Inoltre, il rischio di malattie infettive aumenta se la bassa conta dei neutrofili persiste per più di tre giorni..


Articolo Successivo
Cosa sono i seromucoidi ea cosa servono nel sangue?