Neutropenia nei bambini. Trattamento della neutropenia nei bambini


La neutropenia nei bambini è una condizione emocromocitometrica strettamente correlata alla funzione immunitaria compromessa. Può passare inosservato fino al momento in cui provoca lo sviluppo di una grave infezione batteriologica.

le cause della neutropenia nei bambini sono diverse e vengono rilevate durante un esame del sangue clinico e altri studi aggiuntivi.

Descrizione e qualifiche

C'è un concetto generale: leucopenia, che significa una diminuzione del numero di globuli bianchi nel sangue. La neutropenia è un sottotipo di leucopenia associata a carenza di neutrofili. I neutrofili sono chiamati un tipo di globuli bianchi: queste cellule proteggono dai batteri che sono entrati nel sangue. Pertanto, i neutrofili e le difese generali del corpo sono strettamente correlati: meno neutrofili, più debole è l'immunità. Il corpo diventa più suscettibile alle infezioni e più difficile da affrontare.

A seconda dell'età, diversi indicatori dei risultati del test sono considerati neutropenia. Pertanto, nei bambini di età inferiore a un anno, la soglia inferiore della norma consentita è considerata pari a 1000 cellule / μL. Dopo un anno, il periodo di crescita attiva continua e il volume del sangue e la norma del numero di cellule aumentano. Pertanto, la neutropenia nei bambini di età superiore a un anno è considerata i risultati del test al di sotto della soglia di 1500 cellule / μL. Approssimativamente gli stessi indicatori sono considerati neutropenia negli adulti..

In termini di gravità, la neutropenia infantile può essere suddivisa in tre gruppi:

  • luce - fino a 1000 cellule / μl;
  • medio - fino a 500 cellule / μl;
  • grave: meno di 500 cellule / μL.

Nei bambini di età inferiore a un anno, gli indicatori della norma sono ridotti di un terzo.

Nella neutropenia grave, viene calcolato il numero totale di neutrofili, basofili ed eosinofili. Se questo numero è inferiore a 100, la condizione è chiamata agranulocitosi. Se la conta dei neutrofili è inferiore a 500, la condizione è chiamata neutropenia febbrile..

A seconda dell'inizio e della durata della malattia, la neutropenia è classificata:

  • Acuto: il numero di neutrofili diminuisce drasticamente per diversi giorni o addirittura ore.
  • Cronico: la malattia dura mesi o anni.
  • Transitorio o di passaggio: l'opposto di un decorso cronico. Questo termine è chiamato situazione in cui la neutropenia passa da sola - questo accade quando viene curata una malattia che ha causato una diminuzione del livello dei neutrofili. Nel tempo, il numero di neutrofili torna alla normalità.
  • Ciclico o familiare è un raro tipo di neutropenia che viene solitamente diagnosticato nei bambini di età inferiore a un anno ed è ereditato dai genitori con la stessa diagnosi. Se, senza una ragione apparente, il livello dei neutrofili è diminuito per un periodo da 3 a 10 giorni, quindi è tornato indipendentemente alla normalità e diminuito di nuovo, possiamo concludere che stiamo parlando di neutropenia ciclica.

C'è anche una diminuzione cronica della conta dei neutrofili entro due anni, che non richiede trattamento e non presenta manifestazioni sintomatiche - neutropenia benigna. Sembra perché il corpo del bambino ha bisogno di tempo per "sintonizzare" la sua immunità e di solito non è tipico dell'infanzia. Questa affermazione si applica solo a quei casi clinici in cui la ragione della diminuzione del livello di queste cellule immunitarie non era qualche altra malattia - infettiva o ereditaria. È la neutropenia benigna nei bambini che rappresenta la maggior parte dei casi di diminuzione del livello dei neutrofili..

Le ragioni

Se il numero di neutrofili è diminuito, si è verificata una delle due situazioni:

  • il processo di produzione di queste cellule nel midollo osseo viene interrotto;
  • il loro consumo è aumentato notevolmente, le cellule muoiono rapidamente e il loro volume non ha il tempo di riprendersi;

Ciò può accadere per motivi congeniti o acquisiti. Quelli acquisiti includono:

  • Le malattie infettive moderate e gravi sono una vera sfida per un sistema immunitario immaturo. I neutrofili proteggono il corpo, ma loro stessi muoiono. Di solito questo tipo di neutropenia è transitorio, cioè transitorio in natura, e i test vengono ripristinati entro una settimana.
  • Effetti collaterali di alcuni farmaci, come gli antibiotici.
  • Anemia aplastica: una malattia in cui il midollo osseo si esaurisce e, con essa, una diminuzione della produzione di cellule del sangue.
  • I processi infiammatori gravi trattengono i neutrofili intorno a se stessi, il che porta alla loro diminuzione nel sangue circolante.

nei bambini di età inferiore a un anno, la neutropenia si riscontra più spesso.

I disturbi congeniti sono molto meno comuni. Questa categoria include:

  • forma familiare ciclica;
  • Malattia di Costmann;
  • malattie da immunodeficienza congenita;
  • mielocaesia;
  • forma familiare;
  • anomalie fenotipiche.

Sebbene ci siano molte malattie a causa delle quali il livello di neutrofili può diminuire, spesso le cause rimangono sconosciute..

Sintomi

La patologia non può manifestarsi in alcun modo fino al momento dell'esposizione a un fattore provocante. Spesso viene rilevato durante un esame di routine di un bambino di età inferiore a un anno..

Se il livello di questo sottotipo di leucociti scende al di sotto di un livello critico, compaiono i seguenti sintomi:

  • la formazione di ulcere e infiammazioni in bocca;
  • debolezza;
  • aumento della temperatura;
  • diarrea;
  • tremore;
  • insufficienza cardiaca.

Tutti questi non sono sintomi specifici della neutropenia. Molto spesso, queste manifestazioni sono associate a un sistema immunitario indebolito. Se, sullo sfondo di un basso livello di neutrofili, il corpo deve affrontare una grave infezione, il decorso della malattia assume una svolta inaspettata: la formazione di pus.

Diagnostica

Lo scopo delle procedure diagnostiche non è solo quello di rilevare il livello di neutrofili nel sangue. Il compito principale è determinare la forma della malattia e il motivo per cui si è sviluppata. Questo disturbo può essere mesotimpanite o altra infiammazione di origine batterica. Sebbene il primo passo sia determinare i parametri del sangue, ciò è possibile grazie a un'analisi generale dettagliata.

Durante la diagnosi, le forme benigne, transitorie e cicliche sono differenziate

Dopodiché, il medico deve escludere la forma transitoria - per questo, l'analisi viene ripresa di nuovo dopo due settimane. Se i tassi sono ancora bassi, il medico cerca segni che escludano la forma benigna familiare:

  • infezioni nascoste;
  • patologie congenite;
  • fegato o milza ingrossati;
  • patologie congenite.

I genitori dovrebbero stare attenti: il numero assoluto di cellule è considerato il vero indicatore della malattia - sulla forma dei risultati sarà scritto in numeri con la designazione "k / μl". Le percentuali mostrano solo il rapporto tra neutrofili e altre cellule.

Se viene rilevata linfocitosi, è importante conoscere il livello di immunoglobulina per monitorare la neutropenia. Per la diagnosi differenziale, potrebbe essere necessaria una puntura del midollo osseo, per confermare le malattie congenite - test genetici che aiutano a stabilire perché i linfociti sono elevati in un bambino.

Trattamento e misure preventive

Prima di tutto, non devi andare nel panico e cercare di aumentare il livello dei neutrofili in tutti i modi possibili. Inoltre, sebbene esistano farmaci per questo, raramente vengono prescritti..

È severamente vietato trattare un bambino con neutropenia senza controllo medico. Questo non aiuterà e, dato che ogni farmaco ha effetti collaterali, può causare danni.

Prima di tutto, devi trovare la malattia che ha portato a un tale indicatore e iniziare a trattarla. Sulla base dei risultati degli esami di laboratorio, il medico determinerà la natura del decorso della malattia e deciderà dove è meglio eseguire il trattamento: a casa o in ospedale.

Nei casi più gravi, il paziente viene ricoverato in un reparto, dove vengono eseguite regolarmente misure di disinfezione. Se ciò non è necessario, il trattamento può essere effettuato a casa.

Per combattere la malattia e la sua causa, il medico può prescrivere farmaci:

  • antibiotici - particolarmente importanti in presenza di infezioni latenti;
  • vitamine: rafforzano le condizioni generali del paziente;
  • immunostimolanti: aumentano la resistenza del corpo.

Un numero ridotto di neutrofili può essere una patologia indipendente o una manifestazione di altre malattie. Non ha sintomi specifici e necessita di diagnosi di laboratorio. Il video aiuterà a capire cosa significa il termine neuropenia e che tipo di condizione del sangue è..

Neutropenia nei bambini

Tutti i contenuti di iLive vengono esaminati da esperti medici per garantire che siano il più accurati e concreti possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione delle fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Tieni presente che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili a tali studi.

Se ritieni che uno dei nostri contenuti sia inaccurato, obsoleto o altrimenti discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Le neutropenie si presentano come una sindrome o vengono diagnosticate come una malattia primaria dei leucociti neutrofili e / o dei loro precursori. Il criterio della neutropenia nei bambini di età superiore a un anno e negli adulti è una diminuzione del numero assoluto di neutrofili (pugnalati e segmentati) nel sangue periferico a 1,5 mila in 1 μl di sangue e inferiore, nei bambini del primo anno di vita - fino a 1.000 in 1 μl e inferiore.

Codice ICD-10

Cause di neutropenia nei bambini

Le cause della neutropenia sono divise in 3 gruppi principali..

  • Interruzione della produzione di neutrofili nel midollo osseo a causa di difetti nelle cellule progenitrici e / o nel microambiente o ridotta migrazione dei neutrofili nel letto periferico - principalmente neutropenia ereditaria e sindrome da neutropenia nell'anemia aplastica.
  • Violazione del rapporto tra cellule circolanti e pool parietale, accumulo di neutrofili nei focolai infiammatori - meccanismo di ridistribuzione.
  • Distruzione nel flusso sanguigno periferico e in vari organi da parte dei fagociti - neutropenia immunitaria e sindromi emofagocitiche, sequestro nelle infezioni, esposizione ad altri fattori.

Sono possibili combinazioni dei suddetti fattori eziologici. Le sindromi di neutropenia sono caratteristiche di molte malattie del sangue [leucemia acuta, anemia aplastica, sindrome mielodisplastica], tessuto connettivo, stati di immunodeficienza primaria, infezioni virali e alcune infezioni batteriche.

Neutropenia ciclica. Una malattia rara (1-2 casi per 1.000.000 di abitanti) a trasmissione autosomica recessiva. Le varianti familiari della neutropenia ciclica hanno un tipo di ereditarietà dominante e di solito debuttano nel primo anno di vita. I casi sporadici si verificano a qualsiasi età.

La neutropenia ciclica si basa su una disregolazione della granulopoiesi con un contenuto normale, anche aumentato, del fattore stimolante le colonie durante il periodo di recupero. In pazienti con neutropenia ciclica è stata descritta una mutazione del gene dell'elastasi dei neutrofili, ma in generale il meccanismo di sviluppo della neutropenia ciclica è eterogeneo..

Neutropenia cronica geneticamente determinata con rilascio ridotto di neutrofili dal midollo osseo (mielocachessia). Si presume una modalità di trasmissione autosomica recessiva. La neutropenia è causata da 2 difetti: accorciamento della vita dei neutrofili, loro apoptosi accelerata nel midollo osseo e diminuzione della chemiotassi. Inoltre, l'attività fagocitica dei granulociti è ridotta. I cambiamenti nel mielogramma sono tipici: il midollo osseo è normale o ipercellulare, la fila granulocitica è aumentata con un rapporto normale di elementi cellulari e una predominanza di cellule mature. Si osservano ipersegmentazione dei nuclei dei neutrofili segmentati del midollo osseo e vacuolizzazione del citoplasma, il numero di granuli in esso contenuti è ridotto. Nel sangue periferico - leuco e neutropenia in combinazione con monocitosi ed eosinofilia. Test pirogenico negativo.

Sintomi di neutropenia nei bambini

Il quadro clinico della neutropenia è principalmente dovuto alla gravità della neutropenia e il decorso della malattia dipende dalla sua causa e forma. La neutropenia lieve può essere asintomatica oppure i pazienti hanno frequenti infezioni virali acute e batteriche localizzate che rispondono bene al trattamento standard. Le forme moderate sono caratterizzate da frequenti recidive di infezioni purulente localizzate e infezioni virali respiratorie acute, infezioni ricorrenti del cavo orale (stomatiti, gengiviti, malattia parodontale). Potrebbe esserci un decorso asintomatico, ma con agranulocitosi. La neutropenia grave è caratterizzata da una condizione generale grave con intossicazione, febbre, frequenti infezioni batteriche e fungine gravi, lesioni necrotiche delle mucose, meno frequentemente della pelle, polmonite distruttiva, un alto rischio di sepsi e alta mortalità in caso di trattamento inadeguato.

I sintomi clinici della neutropenia cronica geneticamente determinata - infezioni batteriche localizzate ricorrenti, tra cui polmonite, stomatite ricorrente, gengivite - compaiono nel primo anno di vita. Sullo sfondo delle complicanze batteriche, si verifica la leucocitosi neutrofila, che dopo 2-3 giorni viene sostituita dalla leucopenia.

Diagnosi di neutropenia

La diagnosi di neutropenia si basa sui dati dell'anamnesi della malattia, sulla valutazione della storia familiare, sul quadro clinico e sugli indicatori dell'emogramma in dinamica. Ulteriori studi per diagnosticare l'eziologia e le forme di neutropenia includono:

  • esame del sangue clinico con conteggio del numero di piastrine 2-3 volte a settimana per 6 mesi;
  • esame del midollo osseo puntato nella neutropenia grave e moderata; secondo le indicazioni, vengono eseguiti test speciali (culturali, citogenetici, molecolari, ecc.).
  • determinazione del contenuto di immunoglobuline sieriche;
  • studio del titolo degli anticorpi antigranulociti nel siero sanguigno del paziente con la determinazione degli anticorpi antigranulociti alla membrana e al citoplasma dei neutrofili utilizzando anticorpi monoclonali - secondo le indicazioni (tipico delle forme associate al virus).

I criteri diagnostici generali per la neutropenia geneticamente determinata sono l'ereditarietà aggravata, un quadro clinico manifesto fin dai primi mesi di vita, la neutropenia costante o ciclica (neutrofili 0,2-1,0x10 9 / L) in combinazione con monocitosi e, nella metà dei casi, con eosinofilia nel sangue periferico. Non sono presenti anticorpi antigranulociti. I cambiamenti nel mielogramma sono determinati dalla forma della malattia. I metodi biologici molecolari possono rivelare un difetto genetico.

La diagnosi di neutropenia ciclica è documentata dai risultati degli esami del sangue 2-3 volte a settimana per 6 settimane, non è richiesto uno studio del mielogramma.

Neutropenia benigna: cause di sviluppo nei bambini e metodi di trattamento

La condizione patologica del corpo, che include la neutropenia benigna infantile, è caratterizzata da un forte calo del livello dei leucociti nel sangue del bambino. Queste sono cellule di un certo tipo: i neutrofili, che fanno parte del sistema immunitario e proteggono il corpo dai microbi dannosi. A volte questa diminuzione dei leucociti si verifica a causa di complicazioni nel corpo, ma succede che questa violazione sia una malattia. Sorgendo nella prima infanzia, più spesso fino a un anno di vita, dura diversi mesi e talvolta anni.

Sulla neutropenia nei bambini

La neutropenia nei bambini è una malattia del sangue. Durante questa malattia, il midollo osseo produce pochissimi neutrofili. Il contenuto quantitativo di neutrofili nel sangue dipende dall'età del bambino. Nei bambini che non hanno ancora raggiunto un anno di età, la neutropenia si verifica se il contenuto quantitativo di neutrofili nel sangue è inferiore a 1000 unità. in 1 ml di sangue. Il bambino diventa più grande e il contenuto quantitativo di neutrofili aumenta, è già di 1500 unità. in 1 ml di sangue. Se il livello dei neutrofili è inferiore a questo valore, nei bambini inizia una malattia come la neutropenia..
Nei bambini, la neutropenia si verifica a causa di un aumento della morte o di una ridotta produzione di neutrofili nel sangue. Ciò si verifica a causa dell'effetto negativo degli anticorpi sui leucociti. Molto spesso, questa condizione si osserva nei bambini in un momento in cui l'immunità del bambino è più indebolita.

Il numero di neutrofili nel corpo e l'immunità del bambino sono direttamente correlati (minore è il contenuto di neutrofili nel sangue, più l'immunità è indebolita, il bambino può facilmente essere infettato da numerose malattie). Il modo più semplice per contrarre l'infezione durante questo periodo sono le malattie batteriche o fungine. Un piccolo numero di neutrofili nel sangue del bambino praticamente non influenza l'insorgenza di malattie parassitarie o virali.

Classificazione della malattia

Esistono diverse forme di neutropenia congenita:

  1. Ciclico. Può svilupparsi nei neonati e negli anziani. Le ragioni esatte per il suo verificarsi sono sconosciute. Accompagnato da remissioni alternate ed esacerbazioni.
  2. Famiglia cronica benigna. Non causa complicazioni gravi, è relativamente facile da curare e talvolta può andare avanti senza sintomi. Si sviluppa per un lungo periodo di tempo. Il più delle volte si trova nei bambini di età compresa tra diversi mesi e due anni.
  3. Causato da malattie immunitarie congenite. La patologia è caratterizzata da un cambiamento nella forma dei neutrofili nel sangue periferico. Include agammaglobulinemia di Brugon, deficit selettivo di immunoglobulina A, disgenesia reticolare.
  4. Causato da anomalie fenotipiche. Si verifica con le sindromi di Bart, Shwachman-Diamond, Chediak-Higashi e altri.
  5. Ereditario. È accompagnato da un fallimento nella produzione di neutrofili a causa di una violazione della sintesi delle cellule progenitrici. Tali malattie includono la mielocachessia, in cui la produzione di leucociti rallenta.
  6. Sindrome leucocitaria di Lazy Miller - Difetto ereditario nella funzione dei granulociti neutrofili.
  7. Derivante da varie cosiddette malattie cumulative (glicogenosi, acidemia).

Sullo sfondo di altre malattie, si sviluppano forme acquisite:

  1. Autoimmune. I fattori immunitari sono molto comuni e presenti nella maggior parte dei pazienti. Il più delle volte si verifica dopo l'assunzione di Analgin e medicinali per il trattamento della tubercolosi. Inoltre è spesso combinato con dermatomiosite, artrite reumatoide e altri disturbi immunitari. Nella forma autoimmune, i neutrofili vengono attaccati dagli stessi anticorpi del corpo. La neutropenia benigna infantile si verifica spesso durante il periodo neonatale e può ripresentarsi. Passa da solo a un'età avanzata.
  2. Persistente. Si sviluppa con lesioni del midollo osseo. Ciò può essere causato da fattori meccanici, radiazioni e cancro..
  3. Contagioso. Accompagna varie malattie causate da virus, batteri e funghi. Ad esempio, SARS, influenza e così via. Di solito scompare dopo che la malattia è guarita. Se al paziente viene diagnosticata un'infezione da HIV, la neutropenia è più maligna..
  4. Medicinale. Può verificarsi con l'uso a lungo termine di determinati farmaci.
  5. Splenomegalico. Si verifica con iperfunzione e aumento delle dimensioni della milza, portando a una diminuzione del numero di cellule del sangue.
  6. Ipovitaminoso. Causato da una mancanza di vitamine del gruppo B, acido folico e rame.


Spesso la neutropenia si sviluppa sullo sfondo di patologie della milza

Cosa indica l'aumento del livello di neutrofili pugnalati nell'analisi del sangue:

Gravità

Esistono tre gradi di malattia:

  1. Leggero. Caratterizzato dalla presenza di più di 1.000 neutrofili per 1 μL di sangue.
  2. Media. Più pronunciato. Il sangue rileva da 500 a 1.000 neutrofili per 1 μl.
  3. Pesante. Estremamente pericoloso. I pazienti non hanno più di 500 neutrofili per 1 μL. Un altro nome è febbrile. Progredisce istantaneamente ed è accompagnato da febbre, bassa pressione sanguigna e brividi..

Esistono anche forme acute e croniche di neutropenia. Il primo si manifesta in un breve periodo di tempo, il secondo può svilupparsi per diversi anni, i suoi sintomi sono attenuati.

Sintomi di neutropenia nei bambini


I sintomi dipenderanno direttamente dalla malattia che è presente nel corpo del bambino durante la neutropenia. La gravità e la durata della malattia dipenderanno dalla forma della neutropenia e dalla sua causa..

Quando il sistema immunitario del bambino viene colpito durante la neutropenia e il corpo soffre dell'influenza negativa di numerose infezioni virali e batteri, compaiono ulcere sulle mucose, si può sviluppare polmonite e la temperatura aumenta notevolmente. Se queste complicazioni e malattie non vengono trattate, può svilupparsi uno shock tossico..

È importante sapere che con un piccolo numero di neutrofili (inferiore a 500 per 1 ml di sangue), può svilupparsi una forma molto grave della malattia, chiamata neutropenia febbrile..

Sintomi della neutropenia febbrile nei bambini:

  • Debolezza aumentata;
  • Un forte aumento della temperatura (più di 38 gradi);
  • Aumento della sudorazione;
  • Interruzione del normale funzionamento del cuore;
  • Tremore;
  • Frequenti infezioni orali (stomatite, malattia parodontale, gengivite);
  • Intossicazione espressa;
  • Frequenti infezioni fungine.

La diagnosi di neutropenia nei bambini deve essere fatta solo da un medico specialista altamente qualificato, perché questa condizione e l'insieme dei sintomi sono simili ai sintomi di altre malattie infiammatorie (polmonite) o avvelenamento del sangue.

Sintomi e segni

Poiché la neutropenia è causata dalla morte delle cellule del sangue responsabili della resistenza a batteri e infezioni, la malattia è accompagnata da un basso livello di immunità. Il bambino diventa particolarmente suscettibile alle malattie batteriche e fungine e il corpo reagisce male al trattamento prescritto.

Pertanto, molto spesso la neutropenia si esprime nei sintomi di alcune malattie che si sviluppano sullo sfondo. I sintomi possono variare da paziente a paziente. Può essere sia ARVI frequenti che malattie fungine progressive..

La neutropenia lieve può essere quasi asintomatica. In forma grave, è accompagnato da:

  • grave intossicazione del corpo del bambino,
  • alta temperatura,
  • aumento del rischio di polmonite e sepsi,
  • danno ai tessuti necrotici,
  • infezioni gravi.

La neutropenia grave rappresenta un grande rischio per la salute e la vita di un bambino e richiede cure mediche professionali. Un approccio sistematico alla diagnosi e al trattamento consente di influenzare i sintomi e rallentare lo sviluppo di comorbidità.

Cause di neutropenia nei bambini

Ci sono alcuni motivi per cui può verificarsi neutropenia.

Considera le principali cause di neutropenia nei bambini:

  • Un completo fallimento del rapporto e del numero di cellule circolanti e del pool parietale, nonché un gran numero e ristagno di neutrofili nel fuoco infiammatorio (ciò si verifica con neutropenia ridistributiva);
  • Un completo fallimento della produzione di neutrofili nel midollo osseo del bambino, a causa di un difetto e violazioni delle cellule precedenti, nonché del movimento dei neutrofili in uno stato periferico (ciò si verifica con anemia aplastica, sindrome da neutropenia e con tutti i tipi di neutropenia ereditaria);
  • Un cambiamento completo nella struttura dei neutrofili nel letto periferico (questo è visto nelle sindromi emofagocitiche, sequestro durante malattie infettive, durante la neutropenia immunitaria).

Inoltre, non è raro che un bambino abbia diversi motivi contemporaneamente, a causa dei quali si sviluppa la neutropenia..

Varie malattie possono causare neutropenia nei bambini, ad esempio malattie del sangue:

  • Anemia aplastica;
  • Leucemia acuta;
  • Sindrome mielodisplasica;
  • Sindrome di Schwachman-Daymond;

Malattie del tessuto connettivo o immunodeficienze:

  • Deficit immunologico variabile generale;
  • Agammaglobulinemia legata all'X;
  • Iper IgM legato all'X;

Così come alcune infezioni batteriche o virali.

  • Primario;
  • Secondario;
  • Acquisite;
  • Ereditario.

Le neutropenie primarie nei bambini si dividono in: neutropenie benigne ereditarie o deterministiche, croniche e immunitarie. Alcuni tipi di neutropenia sono completamente asintomatici, ma frequenti infezioni virali respiratorie acute e infezioni batteriche diranno al medico se il bambino ha neutropenia asintomatica.

Neutrofili

I neutrofili sono il più grande gruppo di leucociti. La loro funzione principale è la fagocitosi (digestione) di particelle estranee e il rilascio di varie sostanze..

La struttura dei neutrofili

Il neutrofilo è una grande cellula con un nucleo segmentato; ci sono granuli nel citoplasma che gli conferiscono un colore specifico. Circolano nel sangue per circa 7-10 ore, quindi migrano verso i tessuti (polmoni, fegato, midollo osseo, milza). Dopo 3 - 5 giorni muoiono.

La composizione dei granuli è di primaria importanza nell'azione dei neutrofili. Sono rappresentati principalmente dal contenuto di lisosomi. La varietà di granuli e le loro caratteristiche sono presentate nella tabella 1.

Tabella 1. Granuli di neutrofili.

GranuliSoddisfareScopo
Primario (azurofilico)Mieloperossidasi, idrolasi, lisozima, proteasiDistruzione dei batteri (fase lenta)
Secondario (specifico)Ossidasi, lattoferrina, fosfatasi alcalina, lisozimaDistruzione dei batteri (fase veloce)
TerziarioGelatinasiPromuove la migrazione
SecretoryFosfatasi alcalinaFornire interazione con il microambiente

Quando i neutrofili vengono attivati, i granuli secretori vengono rilasciati per primi. Quindi, durante la formazione di un fagosoma, vengono secreti primari e secondari, a seguito dei quali si verifica la distruzione di un agente estraneo..

I neutrofili sono i primi a migrare verso il sito dell'infiammazione e distruggere i microrganismi patogeni, ad esempio streptococchi o stafilococchi. Sono queste cellule responsabili della fase iniziale della difesa immunitaria del corpo in presenza di infezione..

I leucociti sono suddivisi in granulociti e agranulociti a seconda della presenza di granuli nelle cellule. I granulociti includono neutrofili, eosinofili e basofili. Ma poiché la maggior parte è costituita da neutrofili, il termine agranulocitosi è applicabile al loro basso numero..

quantità

Normalmente, il numero di neutrofili è del 50-80% del contenuto totale di leucociti nel sangue. Questo valore riflette il numero relativo di celle. Il numero assoluto di neutrofili è 1,7 - 7,5 * 10 * 9 / lo 1700-7500 in μl (microlitro). Il sangue può contenere anche cellule di diversa maturità, contraddistinte dalla struttura del nucleo:

  • maturo - segmentato - 47-72%;
  • giovane - pugnalata - 1 - 5%.

Quando si decodificano gli indicatori della formula dei leucociti, vale la pena prestare attenzione alla razza. Quindi, nei rappresentanti della razza negroide, il livello dei neutrofili è leggermente inferiore. La neutropenia è una condizione con un livello di neutrofili inferiore a 1,2 * 10 * 9 / L.

La comparsa nel sangue di giovani forme di neutrofili (promielociti, mielociti, metamielociti) è un segno di alterata maturazione cellulare. La predominanza delle forme giovani su quelle mature si riflette nella formula dei leucociti ed è chiamata spostamento a sinistra. Uno spostamento a destra è caratteristico di un aumento significativo del numero di forme mature di neutrofili..

Trattamento della neutropenia nei bambini

Il trattamento della neutropenia nei bambini dipenderà principalmente dalle ragioni per le quali appare. Il principale obiettivo medico del trattamento della neutropenia è rimuovere l'infezione che ha influenzato lo sviluppo e la progressione della malattia. Il luogo del trattamento (a casa o in ospedale) sarà determinato dal medico. Prenderà una decisione in base alla forma e alla gravità della malattia. Un fattore altrettanto importante è che è necessario normalizzare il sistema immunitario del bambino..

Per rafforzare il sistema immunitario, il medico di tuo figlio prescriverà farmaci immunostimolanti, vitamine o integratori alimentari. Se la forma della malattia è molto grave, il bambino è completamente isolato e la sterilità viene costantemente mantenuta e in questa stanza isolata vengono somministrate speciali radiazioni ultraviolette..

È importante sapere che il trattamento della neutropenia nei bambini nelle prime fasi sarà molto più efficace, quindi, se i sintomi di questa malattia compaiono nel tuo bambino, dovresti consultare urgentemente un medico esperto per trattare o escludere la neutropenia.

Manifestazioni di neutropenia

I sintomi della neutropenia possono essere molto diversi, ma insorgono tutti a causa di un'immunità insufficiente. Caratteristica:

  1. Lesioni ulcerative necrotiche del cavo orale;
  2. Cambiamenti della pelle;
  3. Processi infiammatori nei polmoni, nell'intestino e in altri organi interni;
  4. Febbre e altri sintomi di intossicazione;
  5. Setticemia e sepsi grave.

I cambiamenti nella mucosa orale sono forse il segno più frequente e caratteristico dell'agranulocitosi. Mal di gola, stomatite, gengivite sono accompagnate da infiammazione, dolore acuto, edema e ulcerazione della mucosa orale, che diventa rossa, si ricopre di un rivestimento bianco o giallo e può sanguinare. L'infiammazione in bocca è spesso provocata da flora e funghi opportunistici.

I pazienti con neutropenia sono spesso diagnosticati con polmonite, ascessi nei polmoni e infiammazione purulenta della pleura non sono rari, che si manifesta con febbre grave, debolezza, tosse, dolori al petto, respiro sibilante nei polmoni, rumore di attrito pleurico appare con la natura fibrinosa dell'infiammazione.

La sconfitta dell'intestino si riduce alla formazione di ulcere e alterazioni necrotiche. I pazienti lamentano dolore addominale, nausea, vomito, disturbi delle feci come diarrea o costipazione. Il principale pericolo di danno intestinale è la possibilità della sua perforazione con peritonite, che è caratterizzata da un'elevata mortalità.

L'agranulocitosi da farmaco spesso procede rapidamente: la temperatura sale rapidamente a numeri significativi, c'è mal di testa, dolore alle ossa e alle articolazioni e grave debolezza. Il periodo acuto di neutropenia da farmaco può richiedere solo pochi giorni, durante i quali si forma un'immagine di un processo settico generalizzato, quando l'infiammazione colpisce molti organi e persino sistemi.

Sulla pelle dei pazienti con neutropenia si riscontrano lesioni pustolose e foruncoli, a cui la temperatura sale a numeri elevati, raggiungendo i 40 gradi. Le lesioni non cicatrizzanti a lungo termine sono aggravate, la flora secondaria si unisce, si verifica la suppurazione.

Con una forma lieve di patologia, i sintomi possono essere assenti e solo le infezioni respiratorie frequenti che rispondono bene al trattamento diventano segni di problemi.

Con una moderata gravità della neutropenia, l'incidenza del raffreddore diventa più alta, si ripresentano forme localizzate di infezione batterica o fungina.

Grave neutropenia si verifica con estesi sintomi di infiammazione degli organi interni, febbre, setticemia.

Come viene trattata la NP negli adulti??

Non esiste un regime di trattamento specifico per la neutropenia, poiché i sintomi sono diversi per tutti e sono provocati da diverse malattie. La gravità della terapia dipende dalla categoria di età del paziente, dalla natura dei batteri che hanno provocato l'infiammazione e dalla salute generale del paziente..

Se la malattia progredisce in una forma lieve, il trattamento non è richiesto e le riacutizzazioni che a volte si verificano vengono trattate con gli stessi metodi del resto dei malati.

Quando si diagnostica una forma grave di neutropenia, è necessaria una supervisione medica costante, 24 ore al giorno, in modo che il ricovero non possa essere evitato.

Se il corpo è affetto da malattie di origine infettiva, vengono prescritti i seguenti gruppi di farmaci:

  • Antifungini,
  • Antivirale,
  • Antibatterico.

Il dosaggio nella fase del trattamento è significativamente più alto rispetto alla prevenzione della malattia.

Lo scopo di questo o quel farmaco dipende principalmente dalla reazione individuale del corpo alla tolleranza di questo o quel farmaco..

I principali metodi di terapia sono:

  • Antibiotici ad ampio spettro. Vengono utilizzati fino a quando il medico non determina ciò che è percepito meglio dal corpo. L'introduzione di tali farmaci è messa in vena.

Si discute di un miglioramento della condizione e di un farmaco efficacemente selezionato, in caso di miglioramento della salute del paziente, nei primi tre giorni dall'inizio del trattamento. Se non si osserva alcun progresso, la dose viene aumentata o viene utilizzata un'altra terapia,

Con la progressione della neutropenia da radiazioni o chemioterapia, vengono prescritti antibiotici fino a quando i livelli di NF nel sangue raggiungono almeno cinquecento neutrofili per microlitro di sangue:

  • I preparati del gruppo di fungicidi (amfotericina) vengono utilizzati se le lesioni fungine vengono aggiunte a malattie infettive, ma i fungicidi non vengono utilizzati per l'azione preventiva contro gli agenti fungini,
  • Farmaci stimolanti le colonie (Filgastrim). Sono usati per forme gravi di neutropenia, così come per i bambini con disturbi dell'immunità congenita.,
  • Vitamine (acido folico). Prescritto come terapia di supporto,
  • Glucocorticosteroidi. Sono prescritti quando si provoca neutropenia da malattie immunitarie,
  • Medicinali che migliorano i processi metabolici nel corpo (metiluracile, pentossil). Prescritto come terapia di supporto.

Nel caso di un gran numero di neutrofili deformati nelle cavità della milza, è probabile che venga rimosso, ma nelle forme gravi di neutropenia la chirurgia è controindicata.

Il trattamento cardinale consiste nella chirurgia, che consiste nel trapianto di midollo osseo.

Il metodo di trattamento più pericoloso, ma il più efficace.

Neutropenia: la presenza, il grado, le forme e il loro decorso, quando è pericoloso, come trattare

Quali sono i tassi di neutrofili nel sangue periferico del bambino?

dà le seguenti norme:

Le norme dei neutrofili nei bambini differiscono dalle norme degli adulti. Nei neonati di età compresa tra 2 settimane e 1 anno, il limite inferiore della normale conta dei neutrofili è di 1000 cellule / μL. Nei bambini di età superiore al primo anno di vita, come negli adulti, il limite inferiore è di 1500 cellule / μL.

Infezioni del tratto urinario (IVU) nei bambini. Informazioni per i genitori.

Cause di UTI. Fattori di rischio. Sintomi Diagnostica. Visivo...
Nei bambini di età inferiore a un anno, queste cifre sono inferiori di un terzo.

La causa più comune è la neutropenia benigna infantile. In questo caso, non è affatto pericoloso e scompare in diversi mesi o diversi anni. Di solito non si manifesta in alcun modo, il che significa che non richiede alcun trattamento, nessuna restrizione nella vita, dieta o

. Ma ne parleremo più avanti..

Meno comunemente, la neutropenia può essere causata da alcuni farmaci.

(in particolare il cloramfenicolo), i farmaci antipiretici (soprattutto l'analgin) e molti altri farmaci possono causare una diminuzione temporanea (per diversi mesi) del livello dei neutrofili. E, naturalmente, i farmaci usati per trattare i tumori maligni e / o i farmaci prescritti dopo il trapianto di organi spesso portano alla neutropenia..

Molto meno spesso: la neutropenia può essere un sintomo di malattie del sangue e richiede un trattamento attivo. Nei casi in cui la neutropenia è accompagnata da infezioni persistenti ricorrenti e / o il numero di neutrofili scende al di sotto di 500-100 cellule / μL, è necessario consultare un ematologo per escludere

Ragione principale

Gli esperti nominano due ragioni principali per lo sviluppo della neutropenia:

  1. Patologia cellulare. Come risultato di anomalie genetiche o fattori esterni nel midollo osseo, può verificarsi un malfunzionamento nel sistema di maturazione cellulare.
  2. Impatto negativo esterno.

Con un esame più dettagliato delle ragioni dell'incapacità del corpo di creare prontamente un sostituto per i neutrofili distrutti, ci sono:

  1. Infezioni del midollo osseo.
  2. Infezioni virali sotto forma di epatite virale, citomegalovirus, HIV.
  3. Gambero.
  4. Carenza acuta di acido folico e vitamina B12.
  5. Malattie congenite.
  6. Patologie autoimmuni. Questi includono il morbo di Crohn, l'artrite reumatoide, il lupus eritematoso sistemico.
  7. Tubercolosi.

Alcuni farmaci possono anche provocare neutropenia. Tra i più pericolosi ci sono i farmaci usati in psichiatria, antibiotici, farmaci per il trattamento di epilessia, psicosi, vomito e reazioni allergiche. Pericoloso a causa dei farmaci per la pressione sanguigna utilizzati per la chemioterapia e il trattamento dei danni al midollo osseo.

Come posso aiutare mio figlio, come accelerare l'aumento dei livelli di neutrofili?

Non c'è modo. Ovviamente ci sono farmaci che aumentano il numero di neutrofili, ma sono prescritti solo da un ematologo e solo per quelle malattie che tu ed io abbiamo chiamato il termine "molto meno spesso".

La neutropenia benigna autoimmune normale, o, diciamo, neutropenia ciclica, non richiede alcun trattamento. La neutropenia medicinale richiede solo il ritiro del farmaco che l'ha causata.

Le medicine non sono caramelle. Il medico presume che qualsiasi trattamento sia dannoso. Se il danno derivante dal trattamento è maggiore del danno derivante dalle tattiche in attesa, non viene prescritto alcun trattamento. La neutropenia benigna è un classico esempio. Pertanto, di solito aspettiamo e guardiamo, e questo è sufficiente, e tutto procede da solo..

Ora, se l'ematologo conferma che il bambino ha una grave malattia manifestata, ad esempio, dalla neutropenia,

, allora il trattamento specifico sarà giustificato, sarà inevitabile e per tutta la vita.

Sintomi

Per qualsiasi segno di malattia, non rischiare la salute del bambino - consulta un medico! Scegli tu stesso uno specialista o contatta il nostro helpdesk. I migliori medici di Mosca sono pronti ad accoglierti:

317 pediatri, 9 ematologi, 2 dei quali rispondono a domicilio.

Nella stragrande maggioranza dei casi, la condizione è asintomatica e viene rilevata per caso, come parte di un esame di routine, quando è impossibile determinare con precisione l'inizio del suo sviluppo o la causa.

Le patologie congenite si fanno sentire già durante il periodo neonatale. Un bambino può avere problemi respiratori, edema polmonare e malattie infiammatorie del cavo orale (stomatite, gengivite). Si nota la guarigione a lungo termine delle ferite, principalmente l'ombelicale. Questi sono sintomi aspecifici che possono indicare un'ampia varietà di malattie e patologie, quindi è necessario consultare un medico.

Trattare la neutropenia

È consuetudine trattare la patologia in base ai sintomi. Per i bambini di età inferiore a un anno, vengono scelti metodi parsimoniosi. Ma con un decorso grave della malattia, può anche essere prescritta una terapia intensiva. Per le forme lievi, il trattamento molto spesso non è richiesto.

Nelle forme gravi di neutropenia, è richiesto il ricovero del paziente. Gli vengono prescritte grandi dosi di farmaci antivirali, antibatterici e antifungini e monitora le dinamiche dello stato 24 ore su 24. Per la selezione del farmaco, vengono effettuati studi sulla sensibilità dell'agente patogeno ad esso. Durante questo periodo, il paziente viene iniettato per via endovenosa con antibiotici ad ampio spettro. L'efficacia del trattamento viene determinata entro 3 giorni. Durante questo periodo, le condizioni del paziente dovrebbero migliorare e stabilizzarsi..

Se l'agente patogeno è di natura fungina, la terapia antibatterica è combinata con fungicidi. Per l'immunodeficienza congenita, ai bambini con neutropenia può essere prescritto Filgrastim. Durante il periodo di trattamento, viene prestata particolare attenzione alla terapia di supporto, inclusi glucocorticosteroidi, vitamine e agenti che hanno un effetto benefico sulla rigenerazione e sui processi metabolici..

In una forma grave della malattia, uno specialista può raccomandare un metodo di trattamento radicale. Il trapianto di midollo osseo può anche essere indicato per la neutropenia ereditaria prima che diventi grave..

Sintomi dello sviluppo di questo tipo di carenza di leucociti

I sintomi della malattia dipendono dal grado di neutropenia. Se una diminuzione del numero di cellule leucocitarie non influisce sulla crescita e sullo sviluppo del bambino e altri componenti del sangue sono normali, ciò è dovuto all'immaturità fisiologica del midollo osseo.

Ma potrebbero esserci sintomi gravi che compaiono con un'immunità ridotta:

  • danno alla pelle;
  • ipertermia;
  • ulcere con elementi di necrosi sulla superficie mucosa del cavo orale;
  • infiammazione degli organi interni;
  • sindrome da intossicazione;
  • sviluppo della sepsi.

In presenza di una mancanza di neutrofili, la pelle si ricopre di pustole e bolle e si verifica un decadimento prolungato delle ferite. La temperatura corporea sale a numeri elevati.

Se compare l'agranulocitosi, la mucosa della bocca si infiamma e si sviluppano sensazioni spiacevoli. Sono accompagnati da gonfiore, ulcerazione, placca, dolore acuto.

A volte c'è un processo infiammatorio con ulcere e necrosi nell'intestino. Questa malattia può essere fatale a causa della perforazione intestinale e dello sviluppo di peritonite. Quando compare questa infiammazione, ci saranno feci sconvolte con costipazione e diarrea, oltre a nausea, vomito e forti dolori all'addome..

Per i bambini con questo tipo di malattia del sangue, l'incidenza della polmonite con lo sviluppo di infiammazione pleurica e ascessi è caratteristica. Questo è accompagnato dalla presenza di ipertermia, tosse, respiro sibilante nel paziente.

I sintomi di un tipo ereditario di neutropenia si verificano durante il primo mese di vita di un bambino. Si manifesterà come malattie infettive persistenti della pelle, del tratto digerente e degli organi respiratori. Per confermare questo tipo di malattia, è necessaria una storia familiare in cui si verificano casi di tale patologia..

Cause e tipi di neutropenia

La neutropenia può essere causata da effetti avversi esterni e dalla patologia delle cellule stesse, quando la loro maturazione nel midollo osseo è compromessa a causa di anomalie genetiche o altri motivi.

Con il rapido consumo di neutrofili, specialmente se combinato con una violazione della loro maturazione, in condizioni sfavorevoli, può verificarsi neutropenia acuta e le cellule diminuiranno a un livello critico in pochi giorni. In altri casi, i neutrofili diminuiscono gradualmente, per diversi mesi e persino anni, quindi parlano di neutropenia cronica.

A seconda del numero assoluto di leucociti neutrofili, la neutropenia è:

  • Gravità lieve: 1,0-1,5x109 cellule per litro di sangue;
  • Moderato - neutrofili 0,5-1,0x109 / l;
  • Grave: quando l'indicatore scende al di sotto di 500 in un microlitro di sangue.

Più grave è il grado di neutropenia assoluta, maggiore è la probabilità di complicazioni pericolose, che sono molto caratteristiche di una forma grave di patologia. In questo caso sono possibili sia la presenza di un processo infettivo e infiammatorio diffuso, sia la completa assenza di infiammazione in risposta a un microbo, che indica l'esaurimento finale del legame granulocitario di immunità..

Le ragioni della diminuzione dei neutrofili sono estremamente diverse. Questi includono:

  1. Mutazioni genetiche e malattie congenite - immunodeficienze congenite, agranulocitosi di natura genetica, condrodisplasia e discheratosi congenite, ecc.;
  2. Patologia acquisita, accompagnata da neutropenia come uno dei sintomi: lupus eritematoso sistemico, anemia aplastica, infezione da HIV, metastasi del cancro alle ossa, sepsi, tubercolosi;
  3. Esposizione a lungo termine alle radiazioni;
  4. L'uso di determinati farmaci (farmaci antinfiammatori non steroidei, diuretici, analgesici, ecc.);
  5. Distruzione autoimmune dei neutrofili.

Un neutrofilo vive in media 15 giorni, durante i quali ha il tempo di maturare nel midollo osseo, entrare nel flusso sanguigno e nei tessuti, realizzare il suo ruolo immunitario o degradarsi fisiologicamente. Le ragioni sopra elencate possono interrompere sia la maturazione delle cellule dai precursori sia il loro funzionamento alla periferia del sistema circolatorio e nei tessuti..

Sono stati identificati diversi tipi di neutropenia:

  • Autoimmune;
  • Medicinale;
  • Contagioso;
  • Febbrile;
  • Cronico benigno;
  • Ereditario (con alcune sindromi genetiche).

La neutropenia infettiva è spesso transitoria e accompagna le infezioni virali acute. Ad esempio, nei bambini piccoli, le malattie respiratorie di natura virale si verificano spesso con neutropenia a breve termine, che è associata al trasferimento dei neutrofili nel tessuto o "adesione" alle pareti dei vasi sanguigni. Dopo circa una settimana, tale neutropenia scompare da sola..

Una forma più grave di patologia è la neutropenia infettiva nell'infezione da HIV, la sepsi e altre lesioni infettive croniche, in cui non solo la maturazione dei neutrofili nel midollo osseo è compromessa, ma aumenta anche la loro distruzione nella periferia.

La neutropenia indotta da farmaci è più comunemente diagnosticata negli adulti. Si verifica a causa delle allergie, gli effetti tossici dei farmaci che si sviluppano quando vengono assunti dalle reazioni immunitarie. L'effetto della chemioterapia è leggermente diverso, non appartiene a questo tipo di neutropenia.

La neutropenia da farmaci immunitari è innescata dall'assunzione di antibiotici penicillinici, cefalosporine, cloramfenicolo, alcuni neurolettici, anticonvulsivanti, sulfonamidi. I suoi segni possono rimanere fino a una settimana, quindi l'emocromo torna gradualmente alla normalità..

Con l'uso di anticonvulsivanti si verificano reazioni allergiche e, di conseguenza, neutropenia. Tra i segni di allergia ai farmaci, oltre alla neutropenia, sono possibili eruzioni cutanee, epatite, nefrite, febbre. Se una reazione sotto forma di neutropenia è stata notata su qualsiasi farmaco, è pericoloso prescriverlo nuovamente, poiché può causare un'immunodeficienza profonda.

Le radiazioni e la chemioterapia provocano molto spesso la neutropenia, che è associata al loro effetto dannoso sulle cellule del midollo osseo giovani e in moltiplicazione. I neutrofili diminuiscono entro una settimana dall'introduzione di un citostatico e un indicatore basso può durare fino a un mese. Durante questo periodo, sii particolarmente consapevole del maggiore rischio di infezione..

La neutropenia immunitaria si sviluppa quando le proteine ​​(anticorpi) di un effetto distruttivo iniziano a formarsi contro i neutrofili. Questi possono essere autoanticorpi in altre malattie autoimmuni o produzione di anticorpi isolati contro i neutrofili in assenza di segni di un'altra patologia autoimmune. Questo tipo di neutropenia viene spesso diagnosticato nei bambini con immunodeficienze congenite..

La neutropenia benigna con alcuni farmaci o un'infezione virale acuta si risolve rapidamente e la conta delle cellule del sangue torna alla normalità. Un altro corpo: immunodeficienze gravi, radiazioni, in cui si può osservare un forte calo dei neutrofili e l'aggiunta di complicanze infettive.

Nei neonati, la neutropenia può essere causata dall'immunizzazione, quando gli anticorpi sono penetrati dal sangue della madre durante la gravidanza, o sta assumendo farmaci che potrebbero provocare la distruzione dei neutrofili del bambino nei primi giorni di vita. Inoltre, la ragione della diminuzione dei neutrofili può essere una patologia ereditaria: neutropenia periodica, che si manifesta nei primi mesi di vita e procede con esacerbazioni ogni tre mesi.

La neutropenia febbrile è un tipo di patologia che appare più spesso nel trattamento dei tumori del tessuto ematopoietico con citostatici, un po 'meno spesso è causata da radiazioni e chemioterapia di altre forme di oncopatologia.

La causa immediata della neutropenia febbrile è considerata un'infezione grave, che viene attivata dalla somministrazione di citostatici, una moltiplicazione intensiva di microrganismi si verifica in condizioni in cui il sistema immunitario è effettivamente soppresso.

Tra gli agenti causali della neutropenia febbrile ci sono quei microrganismi che non rappresentano una minaccia significativa per la maggior parte delle persone (streptococchi e stafilococchi, funghi candida, virus dell'herpes, ecc.), Ma in condizioni di carenza di neutrofili portano a gravi infezioni e morte del paziente. Il sintomo principale è un aumento brusco e molto rapido della temperatura, grave debolezza, brividi, segni vividi di intossicazione, ma a causa della mancanza di risposta immunitaria, il focus dell'infiammazione è estremamente difficile da rilevare, pertanto la diagnosi viene fatta escludendo tutte le altre cause di febbre improvvisa.

La neutropenia benigna è una condizione cronica dell'infanzia che dura non più di 2 anni senza alcun sintomo e non richiede alcun trattamento.

La diagnosi di neutropenia benigna si basa sulla rilevazione di una diminuzione dei neutrofili, mentre il resto dei componenti del sangue rimane entro i limiti normali. Il bambino cresce e si sviluppa correttamente e pediatri e immunologi attribuiscono questo fenomeno a segni di insufficiente maturità del midollo osseo.

Segni della malattia

Non ci sono segni specifici esterni nella patologia. Ma la progressione stabile di altre malattie suggerisce neutropenia. In presenza di questa patologia, qualsiasi infezione è pericolosa per la vita. Il sistema immunitario indebolito non è in grado di combattere gli attacchi di virus e batteri. In questo stato di una persona, nella maggior parte dei casi si sviluppa:

  • otite media, rinite, sinusite;
  • meningite;
  • bronchite, polmonite;
  • stomatite;
  • ulcere sulle mucose;
  • un forte aumento della temperatura corporea.

La forma grave della malattia provoca neutropenia febbrile. Si sviluppa rapidamente, accompagnato da tachicardia, che può portare a uno stato di shock o collasso del sistema cardiovascolare..

Per determinare le cause delle frequenti malattie infettive che tendono a sviluppare complicazioni, il medico deve studiare le urine e gli esami del sangue del paziente, familiarizzare con i dati della puntura del midollo osseo, l'esame a raggi X del torace e degli organi ENT. In questo modo è possibile rilevare la neutropenia..

Diagnostica

Lo studio principale volto a determinare il livello dei neutrofili è un esame del sangue clinico con una formula di leucociti. Se l'analisi viene eseguita "manualmente", ovvero il calcolo di tutti gli indicatori viene eseguito da un assistente di laboratorio utilizzando un microscopio, il numero assoluto di leucociti viene determinato e inserito nel modulo e il numero di basofili, eosinofili, mielociti, pugnalata, neutrofili segmentati e altri - il relativo.

È più conveniente quando l'analisi è stata eseguita utilizzando un autoanalizzatore. In questo caso, vengono calcolati automaticamente sia i valori assoluti che quelli relativi (percentuale)..

Con un grado moderato, granulocitopenia, anemia moderata, leucopenia vengono spesso rilevate, con agranulocitosi grave - pronunciata, trombocitopenia.

Per determinare la causa esatta della neutropenia, nonché la localizzazione del fuoco, sono necessari numerosi altri studi:

  • biopsia del midollo osseo seguita da mielogramma;
  • analisi con conteggio del titolo degli anticorpi antigranulociti al citoplasma dei neutrofili;
  • triplice emocoltura per la sterilità;
  • chimica del sangue;
  • Diagnostica PCR;
  • analisi per la determinazione degli anticorpi contro i virus dell'epatite (HBsAg, Anti-HAV-IgG, ecc.);
  • immunogramma;
  • ricerca citologica, microbiologica, culturale;
  • analisi delle feci per la rilevazione di enterobatteri patogeni.

La selezione dei metodi per l'esame del paziente viene effettuata in relazione alla malattia. Studi batteriologici su espettorato, urina, vomito o altri fluidi biologici di una persona, nonché raggi X dei polmoni, risonanza magnetica o TC di vari organi e così via.


Articolo Successivo
Farmaci vascolari per migliorare la circolazione nelle gambe