Placche nell'arteria carotide: trattamento, sintomi


Una diminuzione cronica dell'elasticità e della forza dei vasi sanguigni è considerata una delle malattie più pericolose. Spesso è possibile diagnosticare l'aterosclerosi solo nella fase in cui sono già evidenti problemi di afflusso di sangue e fornitura di ossigeno sufficiente al cuore e al cervello. Ciò accade quando il lume dei vasi si restringe della metà o più. La deposizione della placca è la principale causa di cardiopatia ischemica, ictus o infarto.

Secondo l'OMS, le placche di colesterolo nei vasi sanguigni possono comparire a qualsiasi età. L'aterosclerosi - la comparsa di depositi di grasso sulle pareti dei vasi sanguigni - colpisce il 10% dei bambini sotto i quindici anni, il 30% degli adulti e l'80% degli anziani.

Sintomi

Complesse misure diagnostiche per determinare le placche nell'arteria carotide (aterosclerosi) si basano sulla storia e sui reclami del paziente. Nelle prime fasi dello sviluppo della malattia, i sintomi possono apparire lievi o simili ad altre patologie. Questo è il motivo per cui il paziente stesso e persino il medico curante potrebbero non immaginare nemmeno che l'aterosclerosi si sviluppi fino a quando l'afflusso di sangue al cervello non è significativamente disturbato.

La carenza di ossigeno nel tessuto cerebrale è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • emicrania;
  • insonnia;
  • diminuzione delle prestazioni;
  • problemi di memoria;
  • disturbi del linguaggio;
  • difficoltà a concentrarsi;
  • una sensazione di pesantezza alla testa, come con un raffreddore;
  • rumore nelle orecchie;
  • improvviso oscuramento degli occhi;
  • aumento della fatica fisica e mentale.

I precursori di un ictus possono essere un'improvvisa debolezza o intorpidimento, di solito su un lato del corpo, linguaggio confuso, ridotta coordinazione dei movimenti, cecità improvvisa in un occhio. Per uno qualsiasi di questi sintomi, dovresti consultare immediatamente il medico. Questa condizione è chiamata attacco ischemico transitorio e può durare da diverse decine di minuti a un giorno. La conseguenza più pericolosa del TIA, derivante da una significativa diminuzione del lume dell'arteria carotide, dal distacco della placca aterosclerotica nell'arteria carotide e dal blocco di piccoli vasi o flusso sanguigno, può essere un ictus. Un danno cerebrale più esteso rischia di diventare irreversibile.

Cause di aterosclerosi

Normalmente, le arterie sono lisce, elastiche e distensibili, il che garantisce un normale afflusso di sangue al cervello. Le arterie trasportano ossigeno e altri nutrienti attraverso il sangue alla corteccia cerebrale. In assenza di un normale apporto di sangue, la corteccia cerebrale umana è molto sensibile alla mancanza di ossigeno.

Nel tempo, le arterie possono restringersi e fragili a causa del costante accumulo di depositi di grasso - placche sulle loro pareti. Nell'arteria carotide, tali depositi di grasso che si accumulano in luoghi di microtrauma sono chiamati aterosclerosi. Quando le dimensioni e il numero di placche aumentano, il lume libero dei vasi si restringe, il che limita significativamente il flusso sanguigno alla corteccia cerebrale..

Le placche sono formate da macchie di grasso non sciolte. All'interno di vasi sani, i depositi non si manterranno, quindi lo sviluppo della malattia è possibile con debolezza delle pareti, microtraumi o scioltezza. Quando la placca aderisce alla parete del vaso, si indurisce e cresce gradualmente. Nel tempo, l'accumulo riempie il lume libero del vaso.

Le principali cause della formazione della placca sono:

  • dipendenza da nicotina e abuso di alcol;
  • alcune malattie del sistema endocrino;
  • essere sovrappeso;
  • violazione del metabolismo dei carboidrati, diabete del primo e del secondo tipo nella storia;
  • ipertensione del cuore e dei vasi sanguigni;
  • dieta impropria (satura di colesterolo cattivo, grassi animali e refrattari);
  • bassa attività fisica;
  • alcune infezioni virali e batteriche;
  • stress frequente e aumento dell'ansia.

Le ampie statistiche sullo sviluppo dell'aterosclerosi sono spiegate dal fatto che la maggior parte della popolazione adulta rientra nelle suddette ragioni..

Fattori di rischio

Esistono anche gruppi a rischio. Nei pazienti appartenenti ad almeno uno di essi, il rischio di sviluppare aterosclerosi vascolare è significativamente più alto. I fattori di rischio sono:

  1. Età. Più una persona invecchia, minore è l'elasticità dei vasi sanguigni a causa della bassa produzione di collagene.
  2. Aumento della pressione sanguigna Una pressione eccessiva sulle pareti dei vasi sanguigni può portare a microtraumi e diminuzione dell'elasticità.
  3. Diabete. Con questa malattia, la capacità del corpo di abbattere LDL e glucosio è significativamente ridotta..
  4. Eredità sfavorevole. Il rischio di deposizione di placche di colesterolo nei vasi sanguigni aumenta se i parenti hanno avuto casi di aterosclerosi o malattia coronarica.

Il motivo per l'osservazione regolare da parte di uno specialista è l'appartenenza a un gruppo a rischio e l'impatto di diversi fattori provocatori contemporaneamente. In caso contrario, c'è un alto rischio di condizioni critiche..

Possibili complicazioni

La complicanza più grave dell'insufficiente afflusso di sangue alla corteccia cerebrale è l'ictus. I medici stanno considerando varie opzioni per lo sviluppo di una condizione critica nell'aterosclerosi:

  1. Violazione dell'afflusso di sangue al cervello. Il lume libero delle arterie può essere così ristretto che il normale apporto di sangue al cervello diventa impossibile..
  2. Rottura della placca di colesterolo. Parte dell'accumulo può staccarsi e entrare in vasi più piccoli con il sangue, bloccandoli.
  3. Blocco del flusso sanguigno a causa di un coagulo. Alcune placche si rompono e quindi il corpo invia piastrine nell'area danneggiata. Le piastrine formano un coagulo di sangue che può bloccare o rallentare il flusso sanguigno.

Un ictus può portare a gravi conseguenze per il normale funzionamento del cervello. In alcuni casi, una malattia critica può essere fatale.

Diagnostica

I metodi principali per diagnosticare i depositi di colesterolo sulle pareti delle arterie e dei vasi comprendono la raccolta dei reclami dei pazienti, la diagnostica ecografica, la TC, l'angiografia RM e l'angiografia cerebrale. L'auscultazione delle arterie è obbligatoria, il che consente di scoprire se ci sono restringimenti nei vasi.

È possibile determinare approssimativamente il grado di danno vascolare semplicemente misurando la pressione sanguigna. Questa informazione sarà necessaria anche al medico quando svilupperà un ciclo di trattamento per la placca di colesterolo nell'arteria carotide al fine di prescrivere correttamente il dosaggio dei farmaci..

Un metodo diagnostico molto efficace è l'ecografia Doppler, che consente di rilevare la placca, se presente. Un medico esperto sarà anche in grado di stimare approssimativamente la loro dimensione e composizione (può essere grasso, colesterolo, placca calcificata nell'arteria carotide; il trattamento può differire a seconda del tipo di depositi).

La tomografia computerizzata e l'angiografia sono metodi più accurati e informativi per la diagnosi dell'aterosclerosi. Durante lo studio, un mezzo di contrasto viene iniettato nel vaso e quindi l'area viene illuminata con i raggi X. Durante la procedura, il medico può determinare l'entità del danno, ma questo metodo strumentale è pericoloso con il rischio di rottura della placca, quindi è usato raramente..

La risonanza magnetica consente di ottenere le stesse informazioni senza la necessità di iniettare un mezzo di contrasto ed esporre il paziente ai raggi X..

Terapie

A seconda della complessità della lesione dell'arteria con depositi di grasso, viene prescritto un ciclo di trattamento. Le placche nell'arteria carotide vengono trattate con un metodo conservativo (cioè farmaci), correzione della dieta e della dieta, stile di vita e radicalmente (intervento chirurgico). La ricerca tempestiva di assistenza medica eviterà le pericolose conseguenze di una diminuzione del lume vascolare. Un adeguato trattamento precoce delle placche aterosclerotiche nell'arteria carotide può essere eliminato senza intervento chirurgico.

Cambiamento dello stile di vita

La prima cosa che un medico consiglia per ridurre l'effetto negativo dei depositi sulla permeabilità vascolare e rallentare la progressione della malattia è cambiare lo stile di vita. In particolare, l'insieme delle misure necessarie comprende la misurazione regolare della pressione sanguigna con l'inserimento dei risultati in un diario speciale, i cambiamenti nella dieta e nella dieta, il controllo su altre malattie croniche, il controllo dei livelli di zucchero nel diabete e nel colesterolo.

Si consiglia di saturare la dieta con cibi a basso contenuto di colesterolo e sale. Puoi mangiare cereali, verdura e frutta, pesce bollito, olio di girasole, piante di sfumature rosso-rosse (biancospino, cenere di montagna, tanaceto, viburno). Per la perdita di peso, che è un compagno frequente dell'aterosclerosi, è meglio usare diete ipocaloriche e praticare attivamente sport. Dovresti anche rinunciare alle cattive abitudini. Il trattamento completo delle placche carotidee è impossibile senza la correzione dello stile di vita.

Trattamento farmacologico

Il farmaco è chiamato un metodo conservativo dai medici. I farmaci che vengono prescritti ai pazienti per il trattamento delle placche aterosclerotiche nell'arteria carotide aiutano a ridurre i lipidi nel sangue e normalizzare i livelli di colesterolo. Inoltre, l'effetto del farmaco consente di fissare le dimensioni della placca allo stesso livello e prevenirne l'ulteriore aumento..

Di solito, terapisti e cardiologi prescrivono farmaci dei seguenti gruppi:

  1. Diluenti del sangue che prevengono la formazione di coaguli di sangue. Può essere prescritto (indipendentemente dai sintomi specifici) per il trattamento delle placche sull'arteria carotide "Aspirina", "Cardiomagnet" o "Acido acetilsalicilico". Inoltre, tali farmaci sono spesso raccomandati ai pazienti anziani, anche dai terapisti, poiché il sangue si ispessisce con l'età..
  2. Farmaci antipertensivi per abbassare la pressione sanguigna. Per il trattamento delle placche nell'arteria carotide, di regola vengono utilizzati farmaci di diversi gruppi. Questi sono calcio-antagonisti (ad esempio, "Verapamil") e bloccanti dell'angiotensina ("Fozicard", "Renipril").
  3. Statine per abbassare il colesterolo. Nel trattamento delle placche dell'arteria carotide vengono utilizzati "Atorvastatina" e "Cardiostatina".
  4. Medicinali che rafforzano le pareti vascolari e ne aumentano l'elasticità. Molto spesso, i medici prescrivono "Piracetam", "Asparkam", "Riboxin" o "Ascorutin".
  5. Gli analgesici sono prescritti secondo necessità. Di regola viene prescritto "paracetamolo" o "ibuprofene".

Tutti i medicinali elencati sono prescritti dal corso, devono essere assunti costantemente e non di tanto in tanto.

Ricette popolari

I rimedi popolari per il trattamento delle placche dell'arteria carotide riguardano principalmente la dieta. Ad esempio, i consigli popolari raccomandano di mangiare un chilogrammo e mezzo di ciliegie mature al giorno con diversi bicchieri di latte. Si consiglia inoltre di consumare più melanzane, ribes nero, succo di zucca crudo, angurie, tè verde. Fegato e reni, spratti, tè nero, uova e cioccolato dovrebbero essere limitati. I grassi animali devono essere sostituiti con olio vegetale.

Per trattare la placca di colesterolo nell'arteria carotide con rimedi popolari, puoi usare una tintura di un fodero. Due cucchiai di semi devono essere versati con la vodka. Lasciare fermentare la composizione per due settimane, scuotendo periodicamente il contenitore. È necessario prendere la tintura rigorosamente goccia a goccia, perché la pianta è velenosa. Il primo giorno, è necessario iniziare a prendere con una goccia diluita in 50 ml di acqua tiepida. Bere tre volte al giorno 30 minuti prima dei pasti. A poco a poco, la dose deve essere aumentata a 15 gocce..

Un altro modo di trattamento alternativo per le placche delle arterie carotidi è il succo di cipolla con il miele. Aggiungere la stessa quantità di miele naturale a un bicchiere di succo di cipolla. È necessario prendere la composizione un cucchiaio tre volte al giorno mezz'ora prima dei pasti.

Molto efficace anche per eliminare i sintomi e trattare le placche sulla tintura dell'arteria carotide di biancospino, lofant tibetano, dioscorea caucasica. Puoi prenderli in diversi modi:

  1. Versare un cucchiaio di lofant con un bicchiere di acqua bollente e far bollire a fuoco basso per 10 minuti. Dopo la composizione, lasciate fermentare, filtrate con una garza o un colino e aggiungete un cucchiaino di miele. Prendi due cucchiai tre volte al giorno. Il corso dura un mese, quindi è necessaria una settimana di pausa, dopodiché è possibile ripetere il trattamento secondo lo stesso schema.
  2. Mescolare due parti di lofant con una parte di biancospino e una parte di melissa. Versare sopra un bicchiere di acqua bollente e lasciare agire per 30-40 minuti. Devi bere l'infuso in un terzo di bicchiere tre volte al giorno, mezz'ora prima dei pasti. Il corso della terapia è di un mese, dopo una settimana di pausa, puoi ripetere il trattamento altre tre o quattro volte.
  3. Versare mezzo cucchiaino di dioscorea caucasica con un bicchiere di acqua bollente e mettere a bagnomaria per 15-20 minuti. Quindi prendi il brodo filtrato un cucchiaio tre volte al giorno dopo i pasti. Il corso del trattamento e le pause sono le stesse della composizione precedente.

Intervento chirurgico

Con un ampio restringimento del lume libero dei vasi, può essere prescritto un trattamento chirurgico. La chirurgia per una placca sull'arteria carotide consente di rimuovere le escrescenze e ripristinare il diametro della nave. I pazienti vengono sottoposti a endoarteriectomia carotidea (attraverso una piccola incisione, il chirurgo rimuove la crescita che blocca il flusso sanguigno) o angioplastica e stenting (il chirurgo espande artificialmente l'arteria installando uno stent speciale; questa operazione è consigliata se il paziente ha malattie concomitanti o aree problematiche si trovano in un punto difficile da raggiungere dove è pericoloso eseguire un'operazione standard). L'angioplastica e lo stenting sono un nuovo metodo, quindi i risultati dell'operazione in futuro sono ancora poco studiati.

Cause e sintomi dell'aterosclerosi carotidea - trattamento della malattia

L'aterosclerosi delle arterie carotidi è una pericolosa malattia patologica dei grandi vasi accoppiati della testa. Questi sono i vasi più grandi e importanti che forniscono afflusso di sangue al cervello e a tutte le sue parti. Il verificarsi di lesioni aterosclerotiche dell'arteria carotide si verifica a causa di depositi di grasso sulla superficie interna della nave.

Che cos'è: aterosclerosi delle arterie carotidi, perché appare, quali sono i sintomi e come trattare una tale malattia?

Cause e tipi di aterosclerosi arteriosa

L'aterosclerosi è una malattia vascolare cronica derivante da depositi di grasso sulla loro superficie interna. Tutti i depositi si formano sotto forma di placche di colesterolo, seguite da sclerosi (proliferazione dei tessuti connettivi) e calcificazione.

Come risultato di tali processi, il lume della nave si restringe, fino al loro completo blocco. Processi simili si verificano sulla superficie interna delle arterie carotidi..

Da quanto sopra, possiamo concludere che l'aterosclerosi delle arterie carotidi interne è una malattia molto pericolosa. Se c'è un blocco dei vasi sanguigni, il sangue cesserà di fluire al cervello, il che può portare a ischemia, morte dei tessuti nervosi, ictus e morte.

In alcuni casi, non è possibile bloccare i vasi sanguigni, ma staccare una placca di colesterolo, che seguirà il flusso sanguigno fino al cervello. Le conseguenze in questo caso sono simili a quelle precedenti..

Oggi non esiste un'unica teoria che indichi un'ovvia causa della malattia. Su numerosi siti è possibile visualizzare l'indicazione di motivi quali età, fumo, obesità, ipertensione, ecc. In realtà, queste non sono le ragioni: questi sono fattori di rischio che possono aggravare la malattia..

Le placche di colesterolo nell'arteria carotide si formano come risultato di:

  • Violazione del metabolismo lipidico: un gran numero di lipoproteine ​​è infiltrato nelle pareti vascolari, il che porta all'aterosclerosi;
  • La teoria del perossido sottolinea la violazione del metabolismo antiossidante;
  • La teoria ormonale suggerisce che anche una grande quantità di ormoni gonadotropici, che stimolano la sintesi del colesterolo, possa essere la causa;
  • Reazione autoimmune: gli scienziati ritengono che la reazione dei leucociti e di altri macrofagi sulle pareti vascolari possa portare all'aterosclerosi.

Nonostante la varietà di teorie, la causa più comune nella pratica è una violazione del metabolismo dei lipidi, a seguito della quale il livello di colesterolo nel sangue aumenta, il che influisce negativamente sulla condizione delle pareti interne delle arterie carotidi..

Varietà di aterosclerosi carotidea

Il quadro clinico determina il tipo di malattia. Secondo la codificazione ICD-10, è consuetudine distinguere i seguenti tipi (forme) di lesioni aterosclerotiche delle arterie carotidi:

  • Forma non stenosante. In questo caso, il lume del vaso è bloccato non più del 50%. In questo caso, viene utilizzato un trattamento conservativo, in alcuni casi è possibile un intervento chirurgico..
  • Forma stenosante. Questa forma è caratterizzata da una sovrapposizione del lume di oltre il 50%. C'è una chiara deformazione delle arterie, il trattamento delle placche di colesterolo nell'arteria carotide richiede un trattamento farmacologico a lungo termine o, se indicato, un intervento chirurgico.
  • Forma multifocale. In questo caso, l'emodinamica del corpo e, in particolare, il cervello è gravemente compromessa. I metodi di trattamento dipendono direttamente dalle condizioni del paziente, dalle indicazioni e dai risultati di uno studio diagnostico.

Nella maggior parte dei casi, il trattamento delle placche dell'arteria carotide consiste in un'operazione che consentirà di eliminare i depositi aterosclerotici in modo rapido e sicuro, con adeguata professionalità..

Sintomi dell'aterosclerosi carotidea

Il quadro sintomatico della malattia ha una morfologia complessa e non si esprime nelle fasi iniziali. Di norma, il paziente ipotizza la presenza di patologia dopo una serie dei seguenti sintomi:

  • Sensazione di intorpidimento - si manifesta sul lato affetto dalla malattia, caratterizzato da una breve durata nelle fasi iniziali e durata nelle successive, con una forte sovrapposizione del lume del vaso;
  • A causa della sovrapposizione del lume, possono verificarsi disturbi nel funzionamento del cervello, in particolare funzioni cognitive compromesse;
  • Debolezza cronica e prestazioni ridotte. A causa del fatto che la placca di colesterolo blocca il lume della nave, l'ipossia (carenza di ossigeno) inizia in una persona. Il cervello entra in una modalità di ridotto consumo di risorse, che dà costante affaticamento, una significativa diminuzione dell'attività fisica e mentale;
  • Cecità temporanea - si verifica molto raramente, nelle prime fasi praticamente non si verifica. Se presente, indica l'inizio di uno stato pre-corsa.

Si noti che questi sintomi possono indicare altre malattie - non sono "fari" che parlano specificamente della presenza di aterosclerosi dell'arteria carotide. Pertanto, per chiarire la diagnosi finale, è necessario condurre studi appropriati e superare i test..

Diagnostica e trattamento

La diagnosi della malattia consiste nell'eseguire procedure speciali volte a studiare lo stato dei vasi sanguigni e le prestazioni del cervello. Oltre ai test generali, il paziente deve sottoporsi a angiografia, risonanza magnetica del cervello, ecografia dell'arteria carotide, auscultazione delle arterie, TC. Sulla base dei risultati diagnostici, il medico sarà in grado di determinare lo stato esatto delle arterie e lo stadio della malattia e, in base alla storia, sarà in grado di prescrivere l'uno o l'altro metodo di trattamento.

Da quanto sopra, possiamo concludere: il trattamento delle placche nell'arteria carotide con rimedi popolari non è solo privo di significato, ma anche pericoloso. Questa è una malattia che non può essere eliminata con impacchi, cataplasmi o tinture fatte in casa. Inoltre non ha senso iniziare tale trattamento: prima è necessario determinare se esiste o se il paziente soffre di un'altra malattia.

Il trattamento dell'aterosclerosi delle arterie carotidi viene effettuato come segue:

  • Risparmiare metodi di trattamento. Ciò include una dieta speciale, esercizio fisico (fisioterapia), un ritmo di vita calmo.
  • Farmaco. Viene utilizzato se il metodo precedente non ha dato risultati o ci sono indicazioni per questo metodo di trattamento. La diagnostica differenziata consente di determinare con precisione quali farmaci devono essere assunti dal paziente.
  • Intervento chirurgico. Viene utilizzato se è necessario un trattamento urgente e se ci sono indicazioni basate sulla diagnostica. Attualmente viene utilizzata una varietà di tecniche chirurgiche: trombolisi, trattamento con un laser speciale, endoarteriectomia, angioplastica o stent. Ogni tecnica ha le sue caratteristiche, durata, richiede diverse abilità e professionalità dei chirurghi.

Si noti che il trattamento delle placche nell'arteria carotide viene effettuato tenendo conto dell'eliminazione della causa principale della comparsa di tali depositi sui vasi. Se le placche sono state eliminate, ma la causa del loro aspetto rimane, sarà necessario un nuovo trattamento. Ecco perché anche in caso di intervento chirurgico vengono prescritte diete speciali ed esercizi di fisioterapia come misure preventive..

Cos'è l'aterosclerosi carotidea e come trattarla

Prerequisiti per lo sviluppo della malattia

L'aterosclerosi è un blocco dei vasi sanguigni da parte di coaguli di sangue costituiti da colesterolo, altri lipidi e tessuto connettivo. La malattia è sempre accompagnata da disfunzioni dei vasi sanguigni, tono insufficiente. Il pericolo sta nel fatto che il danno all'arteria carotide si verifica quando la malattia è già gravemente trascurata..

I vasi si ramificano e si piegano innumerevoli volte. Per garantire il flusso sanguigno, le loro pareti devono essere pulite e lisce. Con disturbi metabolici come il diabete o l'obesità, il flusso sanguigno anche attraverso vasi sani è difficile. Il fumo e il consumo frequente di alcol disidratano il corpo, compromettendo ulteriormente la qualità della circolazione sanguigna.

Tradizionalmente, a rischio sono le persone che soffrono delle seguenti condizioni patologiche:

  • ipertensione;
  • aneurisma di navi di qualsiasi tipo;
  • insufficienza venosa;
  • fumo e alcolismo;
  • diabete e sovrappeso;
  • colesterolo alto.

L'aterosclerosi delle arterie carotidi è una malattia che si sviluppa negli anni e non presenta sintomi pronunciati. Nella vecchiaia, quando la diagnosi viene fatta più spesso, ha già acquisito una forma cronica. Una condizione come l'aterosclerosi precoce è un evento estremamente raro. Si verifica sullo sfondo di una predisposizione genetica o di reazioni autoimmuni. Per questo motivo la malattia è difficile da curare..

Le placche possono essere stabili o instabili. Il secondo è più comune ed è accompagnato dalla formazione di crepe nelle pareti dei vasi sanguigni. Il microtrauma si verifica sullo sfondo di malattie concomitanti e grave stress. Nell'area delle aree colpite si formano coaguli di sangue e il tessuto connettivo prolifera. Il lume dei vasi si restringe ancora di più, c'è il rischio che i coaguli di sangue si rompano e li portino nei piccoli vasi del cervello. Di conseguenza, al paziente viene diagnosticato un ictus ischemico esteso..

Trattamento dell'aterosclerosi delle arterie carotidi

Il criterio principale per la corretta terapia dell'aterosclerosi è la sua complessità. Il trattamento deve essere selezionato rigorosamente individualmente dal medico curante e influenzare non solo direttamente il processo patologico, ma anche l'intera vita del paziente.

  • Terapia farmacologica tradizionale. I principali farmaci utilizzati nell'aterosclerosi delle arterie carotidi sono statine e fibrati. Consentono non solo di ridurre il livello di colesterolo cattivo, ma aiutano anche a pulire le pareti delle arterie carotidi dai depositi di lipidi..
  • Terapia dietetica e modifica dello stile di vita. Una volta che a un paziente viene diagnosticata l'aterosclerosi, deve riconsiderare fondamentalmente il suo stile di vita e la sua dieta. Una dieta quotidiana basata su una dieta ipocolesterolemizzante è composta da cibi a basso contenuto di grassi ricchi di vitamine e fibre. Si raccomanda attività fisica dosata, terapia fisica, massaggi, sono esclusi l'ipodynamia e un regime sedentario. È necessario rinunciare alle cattive abitudini.
  • Trattamento con rimedi popolari. Molte ricette e metodi di medicina alternativa, insieme a trattamenti di base, possono aiutare a rafforzare la salute generale del corpo e migliorare il processo metabolico..
  • Intervento chirurgico. L'intervento sull'arteria carotide e altri metodi simili di trattamento invasivo sono indicati in assenza di un effetto terapeutico da farmaci e in grave abbandono dell'aterosclerosi.

L'aterosclerosi carotidea è molto più facile da prevenire che cercare di curarla per anni. Le basi della prevenzione sono una corretta alimentazione, una piccola quantità di stress, controllo del peso e attività fisica, esami regolari da parte del medico curante. Ai primi sospetti o anche ai sintomi lievi, non dovresti auto-medicare - dovresti contattare immediatamente uno specialista.

Sintomi di aterosclerosi

Nel processo di deposizione di colesterolo nel lume della nave si formano placche. La parete del vaso è molto elastica, quindi si gonfia verso l'esterno per compensare il restringimento del lume. Poiché l'aterosclerosi colpisce spesso le arterie interne, questi sintomi di solito non sono visibili..

La principale manifestazione che caratterizza la lesione delle arterie carotidi sono gli attacchi ischemici. Si manifestano con formicolio, prurito o intorpidimento degli arti a sinistra oa destra. La desensibilizzazione della pelle del viso, del collo, delle spalle e del torace è un altro sintomo evidente. Questi stati durano da alcuni minuti a un giorno, quindi scompaiono senza lasciare traccia. Possono essere quasi invisibili o possono essere accompagnati da mal di testa, debolezza e nausea. Questi segni sono precursori di ictus e la ricerca di cure mediche dovrebbe essere tempestiva..

L'aterosclerosi delle arterie carotidi, i cui sintomi compaiono esternamente, è considerata cronica. Colpisce non solo le arterie che riforniscono il cervello, ma anche altri vasi. A seconda della localizzazione, l'aterosclerosi può manifestarsi con i seguenti sintomi:

  • attacco ischemico transitorio - con danni all'arteria carotide;
  • forti mal di testa, brividi, debolezza degli arti - con aterosclerosi delle arterie periferiche;
  • qualsiasi forma di ischemia è il primo segno dello sviluppo dell'aterosclerosi di tutti i tipi;
  • mal di testa, disturbi visivi, dolore agli occhi - con aterosclerosi dei vasi della colonna vertebrale.

Chirurgia

Se i metodi di terapia conservativa si sono rivelati inefficaci nella lotta contro l'aterosclerosi, la questione dell'uso di metodi chirurgici di influenza viene risolta. L'operazione viene eseguita in uno dei seguenti modi: endoarteriectomia carotidea, angioplastica con palloncino, stenting. L'endoarteriectomia carotidea è una pulizia operativa della parete interna del vaso dalla placca aterosclerotica.

Le indicazioni per questo tipo di intervento sono le seguenti situazioni cliniche:

  • sovrapposizione del lume del vaso da parte della placca aterosclerotica di oltre il 50%;
  • una storia di colpi ripetuti;
  • aterosclerosi delle arterie carotidi in combinazione con ipertensione.

Nonostante la sua efficacia, tale operazione ha controindicazioni: infarto miocardico "fresco" o ictus, angina pectoris instabile, ipertensione non controllabile con farmaci, insufficienza cardiaca acuta, insufficienza circolatoria, morbo di Alzheimer, cancro grave. Su richiesta del paziente e secondo le indicazioni, l'operazione viene eseguita in anestesia locale o in anestesia generale.

Viene praticata una piccola incisione nel sito di formazione della placca e rimossa. Successivamente, la nave viene cucita insieme o viene applicata una toppa. L'angioplastica con palloncino viene eseguita in caso di restringimento significativo del lume vascolare, quando è bloccato più del 75% del diametro. Questa condizione è pericolosa per lo sviluppo di una grave ischemia. Questo è un tipo di intervento chirurgico senza sangue, durante il quale viene eliminata la stenosi arteriosa introducendo un palloncino nel vaso.

Sotto il controllo di una macchina a raggi X, un filo guida viene inserito nel vaso danneggiato attraverso una puntura nell'arteria femorale. Si sposta con attenzione sul sito di restringimento e, dopo aver raggiunto quest'area, viene scattata una foto, in base alla quale viene valutato il grado di stenosi e viene presa una decisione sull'ulteriore corso dell'operazione.

Attraverso la stessa puntura, viene introdotto un conduttore con un palloncino in cui viene pompata l'aria. A causa di ciò, si espande e aumenta il lume della nave. L'operazione viene eseguita in anestesia locale e il paziente è sveglio. Lo stenting dell'arteria carotide consente di ripristinare la pervietà del letto e prevenire l'ictus ischemico. Questo intervento minimamente invasivo viene eseguito nei seguenti casi:

  • restringimento del lume dei vasi sanguigni di oltre il 60%;
  • impossibilità di eseguire endoarteriectomia;
  • un aumento dei sintomi di ictus;
  • intolleranza all'anestesia generale;
  • dopo un intervento chirurgico al collo.

L'operazione viene eseguita in più fasi. Innanzitutto, viene eseguita l'angioplastica, che allarga l'area ristretta dell'arteria. Per questo, un catetere con un palloncino viene inserito attraverso l'arteria femorale o brachiale e avanzato al sito della lesione. Il palloncino viene quindi gonfiato e allarga il lume del vaso. Un filtro a forma di ombrello è installato vicino alla costrizione.

È di natura temporanea e ha lo scopo di intrappolare i coaguli di sangue e le particelle di placca che si staccano durante l'operazione in modo che non vadano con il flusso sanguigno ad altre parti dell'arteria. La fase successiva dell'operazione è l'installazione dello stent. Questa è una struttura di una struttura a nido d'ape, è inserita nell'arteria in una forma piegata e si apre all'interno del vaso. Di conseguenza, la placca si restringe e le pareti dell'arteria si espandono. Questo stato persiste per sempre.

Di conseguenza, il flusso sanguigno disturbato viene ripristinato e la circolazione cerebrale migliora. Dopo lo stent, il catetere con palloncino e filtro viene rimosso. Ciascuno dei tipi considerati di intervento chirurgico per l'aterosclerosi dell'arteria carotide presenta alcune complicazioni. Dopo una valutazione individuale della probabilità del loro sviluppo e in conformità con le indicazioni, viene decisa la questione dell'uso di uno specifico.


Lo stent è un metodo efficace per il trattamento chirurgico dell'aterosclerosi

Arterie vertebrali bloccate

Le malattie vascolari non sono locali, colpiscono l'intero corpo. L'aterosclerosi delle arterie vertebrali si verifica in tutti coloro che soffrono di lesioni delle arterie carotidi. Si manifesta in modo specifico ed è espresso dai seguenti sintomi:

  • mal di testa come l'emicrania;
  • occasionale deficit visivo e uditivo;
  • dolore agli occhi;
  • compromissione della coordinazione dei movimenti, tremore;
  • aritmia, angina.

La sconfitta delle arterie carotidi interne è caratterizzata da dolori frequenti e di lunga durata. Possono non essere forti, ma a causa della loro natura cronica, esauriscono notevolmente il paziente. Poiché il mal di testa è raramente associato a un blocco dei vasi sanguigni, si cerca di alleviarlo con analgesici. Naturalmente, questo metodo non aiuta, ma il sollievo arriva da solo. In effetti, il dolore scompare solo quando il flusso sanguigno viene ripristinato..

L'aterosclerosi è una malattia sistemica. Per questo motivo vengono diagnosticate contemporaneamente lesioni delle arterie vertebrali e interne. In alcuni casi, è difficile differenziare l'aterosclerosi delle arterie e la loro compressione. Gli spostamenti vertebrali, le fratture da compressione e le forme avanzate di osteocondrosi sono accompagnate da sintomi simili.

Complicazioni

Se la malattia non viene curata, tali complicazioni sono possibili:

  • Insufficienza della circolazione cerebrale. Con un grave blocco dell'arteria carotide, il cervello non riceve la nutrizione necessaria - questo influisce sull'equilibrio fisico e mentale.
  • Rottura / distacco della placca. Se la placca, o parte di essa, si stacca, può entrare nelle arterie più strette, il cervello, e bloccarle completamente. L'area corrispondente del cervello morirà, mancando di nutrizione - questo porterà a un ictus.
  • Trombosi. Se, dopo la rottura della placca, si forma un'irregolarità sulla superficie dell'arteria, le piastrine vengono inviate in questo punto dal corpo: esse, coagulandosi e connettendosi tra loro, formano un coagulo che ostruisce l'arteria. Di conseguenza - un ictus.

Diagnostica

La diagnosi di aterosclerosi viene effettuata con metodi specifici. In alcuni casi, la formazione di placche è accompagnata dalla loro calcificazione. Tuttavia, tali patologie sono le più facili da diagnosticare e sono considerate le più pericolose. Le lesioni di grandi vasi possono essere rilevate utilizzando gli ultrasuoni.

Le placche si formano in alcuni punti: nelle forche e nelle aree delle curve. Un medico esperto, sapendo dove cercare la patologia, trova rapidamente una nave deformata. L'arteria, all'interno della quale è contenuta la placca aterosclerotica, ha caratteristiche esterne caratteristiche. Secondo la struttura, le pareti di tale nave sono più sciolte, la loro capacità contrattile è compromessa. Un esame ecografico mostrerà i contorni sfocati con cui il medico determina la presenza di placca. Il tipo di placca e le sue dimensioni, così come il diametro del lume del vaso, non possono essere considerati.

La risonanza magnetica consente di esaminare in dettaglio la struttura del vaso e la forma delle placche. La violazione del flusso sanguigno è chiaramente visibile nelle immagini, quindi la loro posizione è determinata con precisione. La risonanza magnetica è il più sicuro di tutti i metodi diagnostici di alta precisione.

L'esame con un mezzo di contrasto radiopaco è ora sempre meno comune. Si chiama angiografia e può determinare con precisione la dimensione e la posizione della placca. Sostanza: un marker può provocare il distacco di un coagulo di sangue, che è mortale nei casi più gravi. La diagnostica utilizzando i raggi X non è auspicabile, ha un impatto negativo sulla salute. Questo metodo è usato estremamente raramente oggi..

È possibile diagnosticare l'aterosclerosi in base ai risultati dei test e all'assunzione di anamnesi. I metodi accurati vengono utilizzati solo quando la malattia è in corso e vi è il rischio di blocco completo della nave. La localizzazione della targa viene rilevata per monitorarla e in caso di risoluzione del problema dell'operazione.

Principali fattori eziologici

La ragione principale per lo sviluppo dell'aterosclerosi è un aumento a lungo termine dei livelli di colesterolo nel sangue a causa di disturbi del metabolismo dei lipidi. Cosa potrebbe causare un tale fallimento? Esistono numerosi fattori di rischio:

  • Una storia di abitudini negative: fumo di tabacco, abuso di alcol. In questo caso, lo sviluppo dell'aterosclerosi può essere provocato da un frequente e improvviso cambiamento di pressione sotto l'influenza di queste cattive abitudini. L'elasticità e il tono delle arterie diminuiscono, perdono il loro margine di sicurezza e quindi è più facile che il colesterolo si depositi nel loro endotelio..
  • Ipertensione o episodi di ipertensione.
  • Dieta scorretta e squilibrata con predominanza di cibi grassi con grassi animali.
  • Stile di vita sedentario, inattività fisica.
  • Condizioni stressanti frequenti
  • Malattie di fondo - diabete, ipertensione, ecc..
  • Età. Numerosi studi dimostrano che con l'età, soprattutto dopo i 50 anni, il rischio di aterosclerosi delle arterie di qualsiasi località aumenta notevolmente. Ciò è dovuto all'usura dei vasi sanguigni legata all'età, a una diminuzione del loro tono ed elasticità, nonché a cambiamenti ormonali.
  • Eredità pesata. L'aterosclerosi è una malattia geneticamente determinata. Alle persone i cui parenti soffrivano di questa patologia vascolare viene mostrato un esame preventivo più approfondito e frequente..

La diagnosi di "aterosclerosi delle arterie carotidi" viene effettuata sulla base di numerosi studi diagnostici strumentali e di laboratorio. Quando si contatta uno specialista competente, raccoglie meticolosamente l'anamnesi, conduce un esame obiettivo e visualizza la struttura e le condizioni delle arterie mediante ultrasuoni a contrasto. È necessario prendere un profilo lipidico per determinare il livello di colesterolo e la selezione del trattamento appropriato.

Se la procedura ecografica non è sufficiente, può essere prescritta una scansione TC / MRI. Con il loro aiuto, puoi vedere le arterie e le vene più piccole, le caratteristiche del flusso sanguigno e guardare nei rami vascolari più distanti. In rari casi, può essere prescritta una tecnica invasiva chiamata angiografia. È usato raramente a causa del pericolo di danni alla placca ateromatosa, ma tuttavia questa procedura fornisce i risultati diagnostici più accurati e dettagliati..

Ci sono diversi motivi per la lesione delle arterie carotidi. I seguenti fattori sono coinvolti nello sviluppo dell'aterosclerosi:

  • maschio;
  • fumo passivo e attivo di sigarette e narghilè;
  • età avanzata;
  • ipertensione;
  • obesità;
  • malattie endocrine;
  • nutrizione impropria;
  • infezione da citomegalovirus;
  • mancanza di attività fisica;
  • dislipidemia.

Questa malattia si sviluppa spesso nelle persone che non mangiano correttamente. Di grande importanza è l'abuso di cibi ricchi di lipidi animali e carboidrati semplici. Carni e pesce grassi, maionese, patatine, burro, panna acida, pasticcini, pasticcini, panini e tuorlo d'uovo influenzano negativamente le condizioni delle arterie carotidi. L'eccesso nel menu di questi prodotti è un fattore di rischio per lo sviluppo dell'aterosclerosi.

La nicotina e il catrame, contenuti nel fumo di tabacco, hanno un effetto negativo sui vasi. In tenera età, l'aterosclerosi può essere una conseguenza dell'ipodynamia. I giovani si muovono molto poco, preferiscono guidare l'auto, sedersi a lungo al computer e alla TV. Tutto ciò porta all'obesità e ai disturbi metabolici..

Meno spesso le persone che praticano sport soffrono di aterosclerosi. L'ipertensione è un fattore di rischio. Danneggia le pareti delle arterie e rende più facile saturare l'endotelio di grasso. Il tasso di incidenza aumenta con l'età. Il motivo è il naturale processo di invecchiamento del corpo. Fattori come ereditarietà, dislipidemia e danni alla parete vascolare svolgono il ruolo più importante nello sviluppo dell'aterosclerosi delle arterie carotidi..

Il meccanismo di formazione delle placche aterosclerotiche è molto complesso. Ci sono 3 fasi di sviluppo di questa patologia. Si basa sulla deposizione di lipidi aterogenici sul rivestimento interno delle arterie carotidi. Questi ultimi includono LDL e VLDL. Le lipoproteine ​​ad alta densità hanno un effetto benefico sui vasi sanguigni. Quando il rapporto tra LDL e HDL cambia verso il primo, si formano macchie di grasso sulle pareti.

Si sviluppa l'aterosclerosi. Nella fase 1, vengono depositate le lipoproteine ​​aterogene. Ciò è facilitato da danni alla parete arteriosa e da una diminuzione della velocità del flusso sanguigno. Le macchie lipidiche non interferiscono con il flusso sanguigno nei vasi. Sono visibili al microscopio. Se il trattamento non viene eseguito, si sviluppa la fase 2. Si chiama liposclerosi.

Il tessuto connettivo cresce nelle aree di deposizione di grasso. Le placche iniziano a formarsi. Sono morbidi e si dissolvono bene. In questa fase, c'è il rischio di sviluppare un'embolia grassa. Anche lo stato della parete vascolare cambia. Diventa meno elastico. Si formano vari difetti, il che aggrava ulteriormente la situazione.

I coaguli di sangue si formano spesso in questa fase. Lo stadio 3 della malattia è chiamato aterocalcinosi. I cambiamenti diventano irreversibili. Le medicine non possono più dissolvere le placche, poiché queste ultime diventano dense..

Il motivo è la deposizione di sali di calcio. Le placche aumentano di dimensioni, riducendo il lume delle arterie carotidi. Questo porta al loro restringimento. Esiste il rischio di occlusione, che può causare ictus ischemico e cecità.

L'aterosclerosi è una malattia vascolare cronica derivante da depositi di grasso sulla loro superficie interna. Tutti i depositi si formano sotto forma di placche di colesterolo, seguite da sclerosi (proliferazione dei tessuti connettivi) e calcificazione.

Come risultato di tali processi, il lume della nave si restringe, fino al loro completo blocco. Processi simili si verificano sulla superficie interna delle arterie carotidi..

Da quanto sopra, possiamo concludere che l'aterosclerosi delle arterie carotidi interne è una malattia molto pericolosa. Se c'è un blocco dei vasi sanguigni, il sangue cesserà di fluire al cervello, il che può portare a ischemia, morte dei tessuti nervosi, ictus e morte.

In alcuni casi, non è possibile bloccare i vasi sanguigni, ma staccare una placca di colesterolo, che seguirà il flusso sanguigno fino al cervello. Le conseguenze in questo caso sono simili a quelle precedenti..

Oggi non esiste un'unica teoria che indichi un'ovvia causa della malattia. Su numerosi siti è possibile visualizzare l'indicazione di motivi quali età, fumo, obesità, ipertensione, ecc. In effetti, non sono questi i motivi: sono fattori di rischio che possono aggravare la malattia.

Le placche di colesterolo nell'arteria carotide si formano come risultato di:

  • Violazione del metabolismo lipidico: un gran numero di lipoproteine ​​è infiltrato nelle pareti vascolari, il che porta all'aterosclerosi;
  • La teoria del perossido sottolinea la violazione del metabolismo antiossidante;
  • La teoria ormonale suggerisce che anche una grande quantità di ormoni gonadotropici, che stimolano la sintesi del colesterolo, possa essere la causa;
  • Reazione autoimmune: gli scienziati ritengono che la reazione dei leucociti e di altri macrofagi sulle pareti vascolari possa portare all'aterosclerosi.

Nonostante la varietà di teorie, la causa più comune nella pratica è una violazione del metabolismo dei lipidi, a seguito della quale il livello di colesterolo nel sangue aumenta, il che influisce negativamente sulla condizione delle pareti interne delle arterie carotidi..

Il quadro clinico determina il tipo di malattia. Secondo la codificazione ICD-10, è consuetudine distinguere i seguenti tipi (forme) di lesioni aterosclerotiche delle arterie carotidi:

  • Forma non stenosante. In questo caso, il lume del vaso è bloccato non più del 50%. In questo caso, viene utilizzato un trattamento conservativo, in alcuni casi è possibile un intervento chirurgico..
  • Forma stenosante. Questa forma è caratterizzata da una sovrapposizione del lume di oltre il 50%. C'è una chiara deformazione delle arterie, il trattamento delle placche di colesterolo nell'arteria carotide richiede un trattamento farmacologico a lungo termine o, se indicato, un intervento chirurgico.
  • Forma multifocale. In questo caso, l'emodinamica del corpo e, in particolare, il cervello è gravemente compromessa. I metodi di trattamento dipendono direttamente dalle condizioni del paziente, dalle indicazioni e dai risultati di uno studio diagnostico.

Nella maggior parte dei casi, il trattamento delle placche dell'arteria carotide consiste in un'operazione che consentirà di eliminare i depositi aterosclerotici in modo rapido e sicuro, con adeguata professionalità..

In un corpo normalmente sviluppato, il lavoro delle arterie carotidi è ininterrotto. L'accumulo di placche aterosclerotiche, a causa del quale si verifica il restringimento del lume, si verifica a causa di:

  • Ipertensione arteriosa.
  • Malfunzionamenti degli organi di secrezione interna.
  • Patologie del metabolismo dei grassi. Soprattutto spesso la patologia è osservata nelle persone obese..
  • Nutrizione impropria.
  • Eredità sfavorevole.
  • Cattive abitudini (fumo e alcol).
  • Stile di vita sedentario.
  • Patologie infettive posticipate.
  • Disturbi del sistema immunitario.
  • Aumento dei livelli di colesterolo. Lo sviluppo della malattia è favorito dal colesterolo "cattivo" e dai trigliceridi.
  • Diabete mellito. Questa malattia influisce negativamente sul metabolismo dei lipidi: il corpo non affronta bene l'elaborazione dei grassi.

Di norma, il corpo è influenzato dagli effetti complessi dei fattori di cui sopra: due, tre o più. Di conseguenza, la probabilità di sviluppare ASA aumenta ancora di più..

Terapie

A seconda della gravità della malattia, viene utilizzato un trattamento medico o chirurgico. Per correggere il lavoro dei vasi sanguigni e migliorare la composizione del sangue, vengono utilizzati i farmaci dei seguenti gruppi.

  1. Farmaci per abbassare il colesterolo. Alcuni possono legare gli acidi grassi nell'intestino, interferendo con il loro assorbimento. Un altro gruppo di farmaci agisce direttamente sulla composizione del sangue. Ad esempio, l'acido nicotinico regola il rapporto tra colesterolo "cattivo" e "buono" a favore di quest'ultimo.
  2. Farmaci che migliorano l'afflusso di sangue ai tessuti. Questo gruppo include stimolanti della rigenerazione e vitamine. Ripristinano il metabolismo nelle pareti dei vasi sanguigni, migliorano il tono e la capacità di recupero.
  3. Gli anticoagulanti sono farmaci che prevengono la formazione di coaguli di sangue. Il trattamento anticoagulante deve essere eseguito solo sotto la supervisione di un medico. Anche l'aspirina banale in caso di aterosclerosi avanzata può portare a gravi conseguenze. Tra questi, profuse emorragie interne o separazione di coaguli di sangue. Se assunti in modo controllato, questi farmaci possono prevenire la trombosi. Con la vasocostrizione, l'afflusso di sangue agli organi è ostacolato e gli anticoagulanti risolvono questo problema..
  4. Preparati per ripristinare l'elasticità dei vasi sanguigni - gruppi vitaminici a base di acido ascorbico. Sono progettati per migliorare la dinamica e la permeabilità vascolare.
  5. Vitamine del gruppo B: ripristina l'innervazione dei vasi sanguigni, migliora il loro tono. I tessuti nell'aterosclerosi soffrono di mancanza di ossigeno e sostanze nutritive. La tiamina e altre vitamine del gruppo B accelerano i processi metabolici, livellando questa carenza.
  6. I calcio antagonisti sono farmaci che prevengono l'accumulo di questo minerale nelle pareti dei vasi sanguigni. Una grande quantità di carbonati lo rende duro e non elastico, provoca microfessure.

Il trattamento dell'aterosclerosi con le pillole da solo non è efficace; l'approccio deve essere completo. Oltre ai farmaci, al paziente viene prescritta una dieta speciale e molto rigorosa. Usano i metodi di fisioterapia e riflessologia, nonché esercizi di fisioterapia. La perdita di peso è anche un prerequisito per combattere con successo le malattie..

Prevenzione delle malattie

L'alimentazione e lo stile di vita sono riconosciuti da tutti, nessuno escluso, i medici come la causa principale dello sviluppo dell'aterosclerosi. Questa malattia si sviluppa in quelle persone che sono caratterizzate da congestione: edema, osteocondrosi. I pazienti con diagnosi di aterosclerosi nel 95% dei casi sono in sovrappeso e obesità di II - III grado. Cambiare la dieta e la qualità del cibo è il primo e principale metodo di prevenzione.

La dieta non è l'unico modo per lottare per la tua salute. L'esercizio fisico regolare non solo previene la malattia, ma accelera anche significativamente il recupero. Le lezioni non devono essere intense, la regolarità è molto più importante. Quando i muscoli vengono allenati, il loro tono aumenta. Ogni muscolo inizia a funzionare come un piccolo cuore, aiutando a pompare il sangue attraverso il corpo. Elimina la congestione, riduce il peso, migliora l'afflusso di sangue al cervello e ad altri organi.

Lo sport dovrebbe essere iniziato sotto la supervisione di un fisioterapista. Le persone in sovrappeso senza allenamento possono ferire le articolazioni. Il programma di terapia fisica dovrebbe consistere in due tipi di carico: aerobico e funzionale. L'intensità del primo dovrebbe essere aumentata gradualmente con l'aumentare della resistenza e con la perdita di peso.

L'aterosclerosi è curabile, ma la sfida più grande è cambiare il regime. Cambiare le abitudini è difficile, ma è l'unico modo per ritrovare la salute.

Placca aterosclerotica nell'arteria carotide: cause e trattamento

Prerequisiti per lo sviluppo della malattia

L'aterosclerosi è un blocco dei vasi sanguigni da parte di coaguli di sangue costituiti da colesterolo, altri lipidi e tessuto connettivo. La malattia è sempre accompagnata da disfunzioni dei vasi sanguigni, tono insufficiente. Il pericolo sta nel fatto che il danno all'arteria carotide si verifica quando la malattia è già gravemente trascurata..

I vasi si ramificano e si piegano innumerevoli volte. Per garantire il flusso sanguigno, le loro pareti devono essere pulite e lisce. Con disturbi metabolici come il diabete o l'obesità, il flusso sanguigno anche attraverso vasi sani è difficile. Il fumo e il consumo frequente di alcol disidratano il corpo, compromettendo ulteriormente la qualità della circolazione sanguigna.

Tradizionalmente, a rischio sono le persone che soffrono delle seguenti condizioni patologiche:

  • ipertensione;
  • aneurisma di navi di qualsiasi tipo;
  • insufficienza venosa;
  • fumo e alcolismo;
  • diabete e sovrappeso;
  • colesterolo alto.

L'aterosclerosi delle arterie carotidi è una malattia che si sviluppa negli anni e non presenta sintomi pronunciati. Nella vecchiaia, quando la diagnosi viene fatta più spesso, ha già acquisito una forma cronica. Una condizione come l'aterosclerosi precoce è un evento estremamente raro. Si verifica sullo sfondo di una predisposizione genetica o di reazioni autoimmuni. Per questo motivo la malattia è difficile da curare..

Le placche possono essere stabili o instabili. Il secondo è più comune ed è accompagnato dalla formazione di crepe nelle pareti dei vasi sanguigni. Il microtrauma si verifica sullo sfondo di malattie concomitanti e grave stress. Nell'area delle aree colpite si formano coaguli di sangue e il tessuto connettivo prolifera. Il lume dei vasi si restringe ancora di più, c'è il rischio che i coaguli di sangue si rompano e li portino nei piccoli vasi del cervello. Di conseguenza, al paziente viene diagnosticato un ictus ischemico esteso..

Trattamento farmacologico

Dopo aver diagnosticato questa malattia, il medico curante prescrive una terapia farmacologica complessa. Il trattamento comprende i seguenti farmaci:

  1. Aspirina e cardiomagnete. Aiutano a fluidificare il sangue denso e ridurre il rischio di infarto.
  2. Per migliorare la permeabilità del sangue attraverso le arterie, vengono prescritti i seguenti farmaci: actovegin, courantil.
  3. Per normalizzare lo stato psico-emotivo del paziente, vengono prescritti farmaci sedativi. Se il paziente ha una grave depressione, gli vengono attribuiti ipnotici e antidepressivi ad ampio spettro (spazmalgon).

L'aterosclerosi non stenotica delle arterie carotidi e delle arterie brachiocefaliche può essere ben trattata con la fisioterapia. Questi includono:

  • idroterapia;
  • massaggio ai piedi;
  • bagni carbonici;
  • bagni di ossigeno;
  • fisioterapia.

Chirurgia

Il trattamento chirurgico viene eseguito quando la terapia farmacologica non ha dato i risultati attesi e le condizioni del paziente continuano a peggiorare. La chirurgia endovascolare viene eseguita come intervento chirurgico. Il suo compito è eseguire lo stent del vaso colpito (occluso).

Se l'arteria (vaso) è gravemente bloccata, parte di essa viene rimossa. Al suo posto viene installata una protesi artificiale. Se l'area remota non è grande, la nave viene suturata.

Trattamento preventivo

Al fine di prevenire lo sviluppo di questa malattia o migliorare le tue condizioni nelle prime fasi della malattia, dovresti aderire alle seguenti raccomandazioni:

  1. Abbandona le cattive abitudini (alcol, fumo).
  2. Impegnati regolarmente in esercizi di fisioterapia. Le persone sane possono praticare yoga, danza, nuoto e altre attività fisiche. Queste attività avranno un effetto benefico sulla permeabilità del sangue nei vasi..
  3. Evita di mangiare troppo.
  4. Limita lo stress e i carichi pesanti il ​​più possibile.
  5. Dormire adeguatamente (si consiglia di riposare anche durante il giorno).
  6. Le persone malate devono seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni del medico.
  7. Eliminare o almeno limitare l'assunzione di sale.
  8. Limitare il consumo di zucchero e prodotti dolciari (torte, dolci, pasticcini, ecc.).
  9. Rifiutare cibi fritti e cibi che contengono una grande quantità di grassi animali (burro, strutto, fegato, agnello).
  10. La base della dieta dovrebbe essere verdura, frutta e cereali..
  11. Non più di tre volte alla settimana, una persona malata dovrebbe mangiare pollame bollito, pesce (al vapore o bollito), alghe e albumi.
  12. Autorizzato a usare yogurt magro, kefir e ricotta.
  13. Quando si verificano i primi sintomi della malattia, una persona dovrebbe consultare un medico per non iniziare la sua condizione.
  • casa
  • Aterosclerosi

Sintomi di aterosclerosi

Nel processo di deposizione di colesterolo nel lume della nave si formano placche. La parete del vaso è molto elastica, quindi si gonfia verso l'esterno per compensare il restringimento del lume. Poiché l'aterosclerosi colpisce spesso le arterie interne, questi sintomi di solito non sono visibili..

La principale manifestazione che caratterizza la lesione delle arterie carotidi sono gli attacchi ischemici. Si manifestano con formicolio, prurito o intorpidimento degli arti a sinistra oa destra. La desensibilizzazione della pelle del viso, del collo, delle spalle e del torace è un altro sintomo evidente. Questi stati durano da alcuni minuti a un giorno, quindi scompaiono senza lasciare traccia. Possono essere quasi invisibili o possono essere accompagnati da mal di testa, debolezza e nausea. Questi segni sono precursori di ictus e la ricerca di cure mediche dovrebbe essere tempestiva..

L'aterosclerosi delle arterie carotidi, i cui sintomi compaiono esternamente, è considerata cronica. Colpisce non solo le arterie che riforniscono il cervello, ma anche altri vasi. A seconda della localizzazione, l'aterosclerosi può manifestarsi con i seguenti sintomi:

  • attacco ischemico transitorio - con danni all'arteria carotide;
  • forti mal di testa, brividi, debolezza degli arti - con aterosclerosi delle arterie periferiche;
  • qualsiasi forma di ischemia è il primo segno dello sviluppo dell'aterosclerosi di tutti i tipi;
  • mal di testa, disturbi visivi, dolore agli occhi - con aterosclerosi dei vasi della colonna vertebrale.

Intervento chirurgico per rimuovere le placche di colesterolo sul collo

L'intervento chirurgico (operazione) per rimuovere le placche di colesterolo nei vasi del collo è prescritto quando i metodi di trattamento medici non hanno portato (o non possono) un effetto, o se la malattia sottostante ha portato a complicazioni. La chirurgia per rimuovere la placca dal colesterolo sul collo non porta al completo recupero, perché non viene eliminata la causa della malattia, ma la sua conseguenza.

L'intervento chirurgico per rimuovere la placca dal colesterolo nell'arteria carotide è chiamato innesto di bypass dell'arteria carotide. La nomina della procedura, così come la determinazione dei possibili rischi per la salute e la vita del paziente, viene eseguita dal chirurgo, dal cardiochirurgo e dal chirurgo vascolare. Come risultato dell'operazione, la pervietà dei vasi sanguigni viene ripristinata, ad es. viene eseguita la rivascolarizzazione.

Un'alternativa alla chirurgia per rimuovere la placca di colesterolo nell'arteria carotide è lo stent dei vasi sanguigni: si tratta di una procedura poco traumatica in cui è installato uno stent nell'arteria che espande il lume del vaso e speciali filtri a membrana. Le membrane filtrano il sangue dai microtrombi, ma non interferiscono con la circolazione sanguigna nel cervello.

Arterie vertebrali bloccate

Le malattie vascolari non sono locali, colpiscono l'intero corpo. L'aterosclerosi delle arterie vertebrali si verifica in tutti coloro che soffrono di lesioni delle arterie carotidi. Si manifesta in modo specifico ed è espresso dai seguenti sintomi:

  • mal di testa come l'emicrania;
  • occasionale deficit visivo e uditivo;
  • dolore agli occhi;
  • compromissione della coordinazione dei movimenti, tremore;
  • aritmia, angina.

La sconfitta delle arterie carotidi interne è caratterizzata da dolori frequenti e di lunga durata. Possono non essere forti, ma a causa della loro natura cronica, esauriscono notevolmente il paziente. Poiché il mal di testa è raramente associato a un blocco dei vasi sanguigni, si cerca di alleviarlo con analgesici. Naturalmente, questo metodo non aiuta, ma il sollievo arriva da solo. In effetti, il dolore scompare solo quando il flusso sanguigno viene ripristinato..

L'aterosclerosi è una malattia sistemica. Per questo motivo vengono diagnosticate contemporaneamente lesioni delle arterie vertebrali e interne. In alcuni casi, è difficile differenziare l'aterosclerosi delle arterie e la loro compressione. Gli spostamenti vertebrali, le fratture da compressione e le forme avanzate di osteocondrosi sono accompagnate da sintomi simili.

Diagnostica

La diagnosi di aterosclerosi viene effettuata con metodi specifici. In alcuni casi, la formazione di placche è accompagnata dalla loro calcificazione. Tuttavia, tali patologie sono le più facili da diagnosticare e sono considerate le più pericolose. Le lesioni di grandi vasi possono essere rilevate utilizzando gli ultrasuoni.

Le placche si formano in alcuni punti: nelle forche e nelle aree delle curve. Un medico esperto, sapendo dove cercare la patologia, trova rapidamente una nave deformata. L'arteria, all'interno della quale è contenuta la placca aterosclerotica, ha caratteristiche esterne caratteristiche. Secondo la struttura, le pareti di tale nave sono più sciolte, la loro capacità contrattile è compromessa. Un esame ecografico mostrerà i contorni sfocati con cui il medico determina la presenza di placca. Il tipo di placca e le sue dimensioni, così come il diametro del lume del vaso, non possono essere considerati.

La risonanza magnetica consente di esaminare in dettaglio la struttura del vaso e la forma delle placche. La violazione del flusso sanguigno è chiaramente visibile nelle immagini, quindi la loro posizione è determinata con precisione. La risonanza magnetica è il più sicuro di tutti i metodi diagnostici di alta precisione.

L'esame con un mezzo di contrasto radiopaco è ora sempre meno comune. Si chiama angiografia e può determinare con precisione la dimensione e la posizione della placca. Sostanza: un marker può provocare il distacco di un coagulo di sangue, che è mortale nei casi più gravi. La diagnostica utilizzando i raggi X non è auspicabile, ha un impatto negativo sulla salute. Questo metodo è usato estremamente raramente oggi..

È possibile diagnosticare l'aterosclerosi in base ai risultati dei test e all'assunzione di anamnesi. I metodi accurati vengono utilizzati solo quando la malattia è in corso e vi è il rischio di blocco completo della nave. La localizzazione della targa viene rilevata per monitorarla e in caso di risoluzione del problema dell'operazione.

Come rimuovere le placche di colesterolo dall'arteria carotide

La decisione su come rimuovere al meglio le placche di colesterolo sui vasi del collo e dell'arteria carotide viene presa sulla base dei risultati dell'esame di un cardiologo, oftalmologo, neurologo, nefrologo e chirurgo vascolare. Sono prescritti test da sforzo, ECG, coronografia, ecografia dell'aorta e dei vasi cardiaci, angiografia. La scansione duplex e triplex consente di valutare il flusso sanguigno nell'arteria carotide. Potrebbe anche essere necessaria una risonanza magnetica per visualizzare i vasi e le placche al loro interno.

Per rimuovere le placche di colesterolo nei vasi del rachide cervicale, un cambiamento dello stile di vita, verrà prescritta una terapia con farmaci.

Potrebbe essere necessario rinunciare ad alcune delle tue abitudini:

L'alcol in grandi quantità aumenta il colesterolo nel sangue

Il caffè naturale influisce sul colesterolo

Puoi mangiare uova con colesterolo alto fino a 3 pezzi a settimana

Dieta per placche di colesterolo nelle arterie carotidi

La dieta per le placche di colesterolo nei vasi del collo è di natura preventiva e prevede il rigetto di cibi grassi (il grasso animale è alla base del "materiale da costruzione" per la formazione del colesterolo endogeno), alimenti con colesterolo alto (esogeno). Inoltre, nella dieta si assume una grande quantità di cibo vegetale (almeno 400 grammi o in aggiunta alla fibra pura - solubile e insolubile - fino a 30 g).

Efficace anche: olio di semi di lino e semi di lino, acidi omega-3 e, in misura minore, omega-6 (presenti nei pesci d'acqua fredda e nell'olio di pesce). La vitamina C, l'aglio (oli essenziali) non hanno mostrato alcun effetto significativo contro i depositi aterosclerotici, ma sono efficaci contro l'infiammazione, che spesso è la causa principale dei danni ai vasi sanguigni e quindi della formazione della placca.

Recensioni di rimedi popolari per il colesterolo

Aglio per l'aterosclerosi

Come sbarazzarsi delle placche di colesterolo con rimedi popolari

L'aspirina aiuta contro la formazione della placca di colesterolo?

Le proprietà stabilizzanti sono possedute da farmaci come statine, fibrati, acido nicotinico e sequer di acidi biliari: questi farmaci non sono in grado di distruggere i depositi aterosclerotici, ma possono rallentare o sopprimere la formazione di nuovi depositi.

Terapie

A seconda della gravità della malattia, viene utilizzato un trattamento medico o chirurgico. Per correggere il lavoro dei vasi sanguigni e migliorare la composizione del sangue, vengono utilizzati i farmaci dei seguenti gruppi.

  1. Farmaci per abbassare il colesterolo. Alcuni possono legare gli acidi grassi nell'intestino, interferendo con il loro assorbimento. Un altro gruppo di farmaci agisce direttamente sulla composizione del sangue. Ad esempio, l'acido nicotinico regola il rapporto tra colesterolo "cattivo" e "buono" a favore di quest'ultimo.
  2. Farmaci che migliorano l'afflusso di sangue ai tessuti. Questo gruppo include stimolanti della rigenerazione e vitamine. Ripristinano il metabolismo nelle pareti dei vasi sanguigni, migliorano il tono e la capacità di recupero.
  3. Gli anticoagulanti sono farmaci che prevengono la formazione di coaguli di sangue. Il trattamento anticoagulante deve essere eseguito solo sotto la supervisione di un medico. Anche l'aspirina banale in caso di aterosclerosi avanzata può portare a gravi conseguenze. Tra questi, profuse emorragie interne o separazione di coaguli di sangue. Se assunti in modo controllato, questi farmaci possono prevenire la trombosi. Con la vasocostrizione, l'afflusso di sangue agli organi è ostacolato e gli anticoagulanti risolvono questo problema..
  4. Preparati per ripristinare l'elasticità dei vasi sanguigni - gruppi vitaminici a base di acido ascorbico. Sono progettati per migliorare la dinamica e la permeabilità vascolare.
  5. Vitamine del gruppo B: ripristina l'innervazione dei vasi sanguigni, migliora il loro tono. I tessuti nell'aterosclerosi soffrono di mancanza di ossigeno e sostanze nutritive. La tiamina e altre vitamine del gruppo B accelerano i processi metabolici, livellando questa carenza.
  6. I calcio antagonisti sono farmaci che prevengono l'accumulo di questo minerale nelle pareti dei vasi sanguigni. Una grande quantità di carbonati lo rende duro e non elastico, provoca microfessure.

Il trattamento dell'aterosclerosi con le pillole da solo non è efficace; l'approccio deve essere completo. Oltre ai farmaci, al paziente viene prescritta una dieta speciale e molto rigorosa. Usano i metodi di fisioterapia e riflessologia, nonché esercizi di fisioterapia. La perdita di peso è anche un prerequisito per combattere con successo le malattie..

Prevenzione delle malattie

L'alimentazione e lo stile di vita sono riconosciuti da tutti, nessuno escluso, i medici come la causa principale dello sviluppo dell'aterosclerosi. Questa malattia si sviluppa in quelle persone che sono caratterizzate da congestione: edema, osteocondrosi. I pazienti con diagnosi di aterosclerosi nel 95% dei casi sono in sovrappeso e obesità di II - III grado. Cambiare la dieta e la qualità del cibo è il primo e principale metodo di prevenzione.

La dieta non è l'unico modo per lottare per la tua salute. L'esercizio fisico regolare non solo previene la malattia, ma accelera anche significativamente il recupero. Le lezioni non devono essere intense, la regolarità è molto più importante. Quando i muscoli vengono allenati, il loro tono aumenta. Ogni muscolo inizia a funzionare come un piccolo cuore, aiutando a pompare il sangue attraverso il corpo. Elimina la congestione, riduce il peso, migliora l'afflusso di sangue al cervello e ad altri organi.

Lo sport dovrebbe essere iniziato sotto la supervisione di un fisioterapista. Le persone in sovrappeso senza allenamento possono ferire le articolazioni. Il programma di terapia fisica dovrebbe consistere in due tipi di carico: aerobico e funzionale. L'intensità del primo dovrebbe essere aumentata gradualmente con l'aumentare della resistenza e con la perdita di peso.

L'aterosclerosi è curabile, ma la sfida più grande è cambiare il regime. Cambiare le abitudini è difficile, ma è l'unico modo per ritrovare la salute.


Articolo Successivo
Idrocefalo del cervello in un adulto