EEG del cervello a un bambino: indicazioni e decodifica degli indicatori


Tutte le informazioni che circolano tra le diverse parti del cervello vengono trasmesse sotto forma di impulsi elettrici. Studiando l'attività di questo processo utilizzando l'EEG del cervello del bambino, i neurofisiologi analizzano la psico-parola e lo sviluppo psicomotorio, diagnosticano convulsioni, convulsioni, disturbi psicoemotivi nei bambini. Nella clinica di neurologia dell'ospedale Yusupov, l'EEG viene eseguito utilizzando moderni dispositivi digitali di ultima generazione.

La procedura viene eseguita da neurologi-neurofisiologi, candidati di scienze mediche. I medici di diagnostica funzionale hanno seguito una formazione specifica nei principali centri neurologici nazionali ed europei. La decodifica EEG viene eseguita utilizzando un programma per computer. Ciò consente di visualizzare i risultati sotto forma di tabelle, grafici, isolare e analizzare aree anomale dell'elettroencefalogramma. La clinica accetta pazienti di 18 anni+.

Indicazioni

Le indicazioni per l'EEG del cervello nei bambini sono:

  • Sonno irrequieto;
  • Convulsioni;
  • Frequenti mal di testa mattina o sera;
  • Instabilità della pressione sanguigna;
  • Ripetuta perdita di coscienza;
  • Crisi epilettiche.

L'EEG cerebrale nei neonati e negli adolescenti consente di diagnosticare convulsioni e convulsioni di origine cerebrale, valutare l'efficacia del trattamento delle prime forme di epilessia, selezionare anticonvulsivanti e il loro dosaggio nei bambini nei primi anni di vita. Lo studio è in corso per valutare la corretta maturazione dell'attività bioelettrica del cervello nei bambini del primo anno di vita. L'EEG permette di chiarire le ragioni del ritardo nello sviluppo psicomotorio, psicomotorio, disturbi psicoemotivi.

Per i bambini più grandi, lo studio viene effettuato in presenza delle seguenti indicazioni:

  • Trauma cranico;
  • Malattie infettive e neoplasie del cervello;
  • Perdita di conoscenza;
  • Frequenti mal di testa;
  • Disturbi del sonno;
  • Camminare e parlare nel sonno, apnea notturna;
  • Tumori e altre malattie del cervello;
  • Irritabilità, irascibilità;
  • Pressione sanguigna instabile.

L'encefalografia consente di diagnosticare malattie come encefalopatia, paralisi cerebrale, disfunzione cerebrale e autonomica minima nei bambini. La procedura può aiutare un neurologo pediatrico a determinare le cause e la gravità delle patologie in caso di problemi di memoria e attenzione, ritardo nel linguaggio e sviluppo motorio. L'EEG viene eseguito per i bambini iperattivi, gli scolari che lamentano un aumento della fatica.

L'EEG consente di stabilire la causa di sbalzi d'umore eccessivi in ​​un bambino, aggressività, comportamento inappropriato. La procedura viene eseguita per deviazioni nello sviluppo mentale e del linguaggio del bambino, inclusi balbuzie, movimenti ossessivi ed eccessivi, tic, paura. I neurologi pediatrici raccomandano di condurre uno studio EEG per monitorare lo sviluppo del sistema nervoso centrale di un bambino clinicamente sano.

Preparare il bambino

Un comportamento calmo e rilassato è una condizione importante per condurre l'EEG nei bambini. Il giorno della procedura con il bambino, devi giocare ai giochi all'aperto. Nel pomeriggio, è meglio proporre attività tranquille per il bambino. È necessario escludere la visione della TV, l'utilizzo di giochi per computer e programmi che eccitano il sistema nervoso. Invece della TV, è meglio trascorrere del tempo nel parco, lontano da un'eccessiva attività emotiva. È necessario limitare l'assunzione di liquidi del bambino.

Il bambino dovrebbe lavarsi accuratamente i capelli con lo shampoo per bambini e rimuovere tutti i gioielli di metallo. Alla vigilia dell'esame, cioccolato, tè e Coca-Cola sono esclusi dalla dieta dei bambini. Dovresti limitare la quantità di dolce, salato. Prima di esaminare il bambino, devi nutrirlo deliziosamente in modo che non sia capriccioso durante la procedura.

Se il bambino è allattato al seno, la madre deve estrarre il latte in anticipo e portarlo con sé. Per i bambini alimentati con alimenti che sostituiscono il latte materno, i genitori portano gli alimenti per neonati alla clinica di neurologia. È importante condurre la corretta preparazione psicologica del bambino. A volte la vista di un camice bianco, un cappello con elettrodi provoca emozioni negative nei bambini. Al bambino dovrebbe essere detto che giocherà come un astronauta o, indossando un cappello, diventerà un supereroe.

Come viene eseguito l'EEG per un bambino di 2 anni? A volte ci sono difficoltà con la procedura per i bambini di due anni a causa della loro maggiore mobilità. Affinché i risultati dello studio siano corretti, è necessario calmare il bambino, raccoglierlo, leggere una fiaba. Come fare un EEG per un bambino iperattivo? Urla, isterismo, uno stato di eccitazione del bambino possono distorcere i risultati dell'EEG. I genitori devono distrarre il bambino e il medico dovrebbe provare a registrare rapidamente gli indicatori dell'attività bioelettrica cerebrale.

Come viene svolta la ricerca per i bambini?

L'EEG del cervello del bambino può essere eseguito indipendentemente dall'età e dal sesso. Questo è uno studio sicuro e indolore. La procedura non richiede l'introduzione di farmaci nel corpo del bambino o il passaggio di elettricità attraverso il corpo. Lo studio non rappresenta il minimo pericolo per il corpo.

Durante l'EEG, neonati e bambini del primo anno di vita sono in braccio alla madre o su un fasciatoio. Un cappello viene messo sulla testa del bambino, che può essere fatto di tessuto sottile o flagelli di gomma. Quindi gli elettrodi vengono posizionati sotto il cappuccio e i fili sono collegati ad essi. Gli elettrodi vengono inumiditi con una soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%, acqua o gel. Altri elettrodi inattivi vengono installati sulle orecchie del bambino mediante clip morbide.

A volte l'area della testa sotto l'elettrodo viene pulita dal grasso con una soluzione alcolica. Tutte le soluzioni e i gel sono assolutamente innocui, possono essere facilmente rimossi con una salvietta bagnata o lavati via con acqua. Durante l'esame stesso, è importante che la testa del bambino non si inclini in avanti. I biopotenziali registrati e amplificati del cervello del bambino vengono visualizzati sul monitor e registrati su supporto elettronico. La procedura EEG nei bambini richiede circa 20 minuti.

Per i bambini di età compresa tra 1-3 anni, l'EEG può essere eseguito da svegli in posizione seduta. Il bambino si siede comodamente su una sedia o in braccio alla mamma. Il medico della diagnostica funzionale invita il bambino a eseguire vari comandi, conduce test psicologici. Al bambino viene chiesto di chiudere e aprire gli occhi. Ai bambini di età superiore ai tre anni viene offerto di "far saltare in aria il pallone". Ecco come viene eseguito un test di iperventilazione. Ti consente di identificare l'epilessia latente e altri disturbi. Tutti questi e altri test non causano disagio ai bambini e sono spesso eseguiti con calma dai bambini..

La durata dell'EEG durante un esame di routine è di circa 15-20 minuti. La procedura include la registrazione della "curva di fondo" e dell'EEG in vari stati funzionali. Se necessario, utilizzare un record di monitoraggio a lungo termine.

Il protocollo di ricerca standard include:

  • Test di apertura degli occhi;
  • Iperventilazione di tre minuti;
  • Fotostimolazione a una frequenza di 2 e 10 Hz.

Questi test vengono eseguiti per tutti i bambini esaminati, indipendentemente dalla diagnosi presunta. Se necessario, la fotostimolazione viene eseguita a frequenze fino a 20 Hz. In casi speciali, il medico offre al bambino di stringere le maniglie in un pugno, applica stimoli sonori. I bambini più grandi vengono sottoposti a test psicologici. I bambini adorano il processo a occhi chiusi. Viene eseguito per tre secondi con intervalli tra campioni successivi da 5 a 10 secondi. Se necessario, ripetere la procedura. I neurofisiologi ritengono che l'apertura degli occhi caratterizzi il passaggio dal riposo all'attività e la chiusura degli occhi caratterizzi il passaggio al riposo.

Quando si esegue un test con iperventilazione, il diagnostico funzionale chiede al bambino di respirare respiri ed espirazioni rari e profondi per 2-3 minuti. Questo test viene eseguito su bambini di età superiore a tre anni, spesso sotto forma di gioco. Il medico chiede al bambino di "soffiare sulla candela" o "far saltare in aria la palla". Questa tecnica consente di diagnosticare l'epilessia latente nei bambini, prevedendo un attacco. Con l'aiuto dell'iperventilazione, vengono rilevati infiammazione intracerebrale del cervello o meningi, neoplasie, stress cronico e superlavoro e disfunzione del sistema nervoso centrale. Il neurofisiologo determina la presenza e la localizzazione dei disturbi, la loro durata dopo la fine dell'iperventilazione.

La fotostimolazione (stimolazione ritmica leggera) nei bambini viene effettuata utilizzando una speciale lampadina che riproduce brevi lampi luminosi ritmici di luce. Il bambino li vede direttamente di fronte a lui con gli occhi chiusi. Questo studio non causa disagio ai bambini. Come risultato della fotostimolazione, sull'EEG compaiono risposte ritmiche di gravità variabile, che ripetono in frequenza il ritmo dei lampi luminosi. Con l'aiuto della ricerca, i neurofisiologi valutano la correttezza dello sviluppo del cervello nei bambini, scoprono il grado di ritardo nel linguaggio e lo sviluppo psicomotorio.

La fotostimolazione può rivelare la presenza di attività epilettica in un bambino, tuttavia, senza conferma clinica, la diagnosi non è stabilita. Nei bambini di età inferiore a un anno, a causa delle peculiarità del normale sviluppo del cervello durante questo periodo, la presenza di attività specifica nell'EEG, che ricorda l'epilettico, è una norma fisiologica legata all'età. In casi speciali, la clinica di neurologia utilizza test speciali con adattamento al buio, con privazione del sonno parziale o totale, nonché video EEG articolare e monitoraggio elettrocardiografico, ricerca durante il sonno notturno.

Cosa mostra l'elettroencefalografia?

L'elettroencefalografia registra l'attività bioelettrica del cervello utilizzando strumenti altamente sensibili. I sensori sono fissati sulla testa del bambino. Il risultato viene visualizzato sul monitor di un computer, registrato su un supporto di memorizzazione elettronico e quindi stampato come immagine grafica: un elettroencefalogramma.

Durante la procedura, il neurofisiologo invita i bambini ad aprire e chiudere gli occhi in modo giocoso, a respirare profondamente. Lampi di luce e suoni sono spesso usati durante la ricerca. La scelta dei campioni, così come la durata dello studio, è determinata dal medico della diagnostica funzionale..

Il monitoraggio video EEG è prescritto per i bambini se è necessario registrare attacchi di ansia o altre condizioni non standard del bambino al fine di identificare le loro cause. Per questo, la registrazione audio e la registrazione video vengono eseguite anche durante la procedura EEG. L'EEG del sonno viene eseguito dai bambini per diagnosticare l'epilessia, poiché durante il sonno l'attività epilettica sull'EEG nei bambini viene rilevata molte volte meglio che durante la veglia.

Sulla base dei risultati dell'EEG, il medico diagnostico funzionale fa una conclusione sull'attività bioelettrica del cervello. La diagnosi clinica viene stabilita da un neurologo pediatrico, tenendo conto del quadro clinico della malattia, dei dati EEG e di altri metodi di neuroimaging. Attualmente non esiste un concetto di età normale nei bambini. Il cervello di ogni bambino si sviluppa individualmente. La conclusione finale è fatta dai neurofisiologi dopo l'osservazione dinamica del paziente usando l'EEG. Pertanto, i genitori devono memorizzare i risultati di ogni studio..

Analisi dell'attività elettrica

Dato che l'ospedale di Yusupov è dotato di moderni dispositivi EEG digitali, i neurofisiologi analizzano l'attività elettrica a un livello qualitativamente nuovo. L'elettroencefalogramma viene registrato su carta, ma allo stesso tempo registrato su supporto digitale. I moderni metodi di elaborazione informatica dell'elettroencefalogramma consentono ai medici di diagnostica funzionale di eseguire:

  • Analisi spettrale EEG;
  • Analisi dettagliata dei fenomeni EEG;
  • Visualizza qualsiasi parte della curva in una vista ingrandita;
  • Eseguire la sua analisi ampiezza-frequenza;
  • Presentare i dati ricevuti sotto forma di mappe, grafici, diagrammi.

I genitori ricevono una conclusione sui risultati dell'EEG del bambino il secondo giorno. In futuro, viene fornito a un neurologo pediatrico. Stabilire la diagnosi finale è di competenza del medico curante.

Dinamica legata all'età dell'ELETTROENCEFALOGRAMMA da bambini

L'elettroencefalogramma di un neonato allo stato di veglia ha un carattere polimorfico con una predominanza di oscillazioni lente con una frequenza di 1-3 al secondo, non supera i 20 μV in ampiezza. Entro due o tre mesi nei bambini, l'ampiezza dei biopotenziali aumenta, l'attività ritmica appare con una frequenza di 4-6 al secondo nelle regioni centrale e occipitale. La formazione del focus dell'attività ritmica nelle aree occipitali della corteccia si verifica contemporaneamente alla comparsa della fissazione dello sguardo nel bambino.

All'età di quattro mesi, si formano 2 focolai di attività ritmica con una frequenza di 6-8 / s nei bambini nelle regioni occipitale e centrale. Sono i precursori del ritmo alfa e del ritmo rolandico, che possono essere individuati sull'EEG entro sei mesi. L'attività delta e theta diffusa nei neonati non è un indicatore di uno stato patologico del cervello.

Nei bambini di età superiore a quattro mesi, con emozioni positive in entrambi gli emisferi, l'attività theta viene registrata con un'ampiezza fino a 150-200 µV. Nei bambini, la cui età va da uno a tre anni, in uno stato di calma veglia nelle regioni occipitali, viene rivelato un ritmo alfa. La sua frequenza varia da 6 a 9 al secondo. Predomina in ampiezza nell'emisfero destro ed è depresso con la stimolazione della luce. L'attività ritmica della stessa gamma di frequenze nelle regioni centrali corrisponde al ritmo di Roland. Le fluttuazioni delta e theta sono espresse in modo diffuso, più stabili - nelle aree centrali.

Nei bambini di età inferiore ai tre anni, l'attività delle aree frontali della corteccia è significativamente ridotta rispetto alle parti posteriori degli emisferi. Le onde theta sono spesso registrate sotto forma di gruppi di oscillazioni ritmiche di elevata ampiezza che prevalgono nelle regioni centrali e riflettono l'alta attività delle strutture subcorticali e del tronco cerebrale. A volte i bambini di questa età hanno una maggiore attività beta a una frequenza di 18-25 al secondo. Nelle parti posteriori degli emisferi vengono rilevati anche gruppi di oscillazioni ritmiche lente, la cui frequenza è compresa tra 2,5 e 4,5 al secondo. Esse, insieme ai potenziali polifase, tendono ad aumentare durante la prima decade di vita. Nei bambini di due e tre anni, la reazione di attivazione della corteccia durante la stimolazione della luce e del suono è caratterizzata dall'inibizione del ritmo alfa e dall'aumento dell'attività delta e theta su questo sfondo..

Tipi di ELETTROENCEFALOGRAMMA da bambini

I tipi di EEG cerebrale dei bambini dipendono dalla regolarità del ritmo alfa, la cui frequenza varia da 6,5 ​​a 9,5 al secondo e l'ampiezza varia da 30 a 100 μV, la gravità delle oscillazioni theta e delta. Le varianti EEG estreme nei bambini sono caratterizzate dalla predominanza di un ritmo alfa regolare ("soprannaturale") o dalla sua completa assenza nei casi della cosiddetta curva polimorfica. In questo caso, sull'EEG vengono registrate singole oscillazioni alfa in combinazione con onde lente delta e theta. Tutti i tipi di attività elettrica nel cervello possono manifestarsi come asimmetria transitoria..

In un certo numero di casi, scoppi fusiformi sincroni di oscillazioni di ampiezza elevata della gamma theta sono registrati nelle regioni parieto-centrali di entrambi gli emisferi. Nelle regioni anteriori degli emisferi cerebrali, l'ampiezza delle oscillazioni teta ritmiche aumenta. Cresce con una reazione di orientamento. Nel 70% dei bambini in questa fascia di età, i potenziali polifase compaiono sotto forma di rare fluttuazioni.

Nel 40% dei bambini di 3-5 anni, le onde lente ritmiche si rivelano nelle parti posteriori degli emisferi, spesso manifestate con asimmetria. Durante l'iperventilazione, alcuni bambini di 4-6 anni hanno fluttuazioni lente e diffuse. Le onde ritmiche lente nelle regioni occipitale-parietali vengono spesso rilevate durante l'iperventilazione e subiscono una regressione 30-40 s dopo la fine del test. Difficile distinguersi dall'attività epilettica.

Nei bambini di 7-9 anni di età, si verifica un'ulteriore maturazione della corteccia cerebrale, il ritmo alfa diventa più frequente. Si manifesta con una frequenza di 7,5-10,5 al secondo. La frequenza del ritmo alfa aumenta più velocemente nelle ragazze. La sua ampiezza massima viene rilevata a 9 anni. Sull'elettroencefalogramma di bambini di 7-9 anni, si possono vedere lampi a forma di fuso ad alta ampiezza di oscillazioni theta, che prevalgono nelle regioni centrali. Sono associati alla crescente attività del talamo..

Nella metà dei bambini di età compresa tra 7 e 9 anni, viene rivelata la reazione di attivazione caratteristica degli adulti e la reazione di assimilazione del ritmo si sposta verso le alte frequenze degli intervalli alfa e beta. La massima gravità dei cambiamenti reattivi nell'EEG durante l'iperventilazione è osservata all'età di 9 anni. È caratterizzato da un aumento dell'attività theta e delta generalizzata o da un ritmo lento e di ampiezza elevata che prevale negli emisferi posteriori..

All'età di 10 anni, termina la formazione del ritmo corticale principale. Un ritmo alfa stabile viene rilevato nel 50% dei bambini. Le oscillazioni theta di bassa ampiezza sono spesso mostrate nell'EEG di bambini di questa età. All'età di 12 anni, sull'EEG dei bambini si notano i seguenti cambiamenti:

  • Il ritmo alfa è stabilizzato;
  • La gravità dei potenziali polifase diminuisce;
  • Le esplosioni bilaterali di scariche nelle aree sensomotorie scompaiono.

Negli adolescenti di 13-15 anni, il ritmo alfa domina in tutte le aree della corteccia. Dopo 13 anni, la reazione all'iperventilazione diventa meno pronunciata. All'età di 15 anni, i potenziali polifase scompaiono, la gravità delle onde lente nelle regioni centrali della corteccia diminuisce. L'EEG delle ragazze "matura" 1-2 anni più velocemente dei ragazzi.

Durante la pubertà, in un certo numero di casi, compaiono deviazioni regressive dell'EEG dei bambini con un aumento dell'attività theta e un rallentamento nella formazione di un ritmo alfa ad alta frequenza. Una caratteristica di questo periodo di età è una diminuzione della soglia di prontezza epilettica del cervello.

Decodifica EEG nei bambini

Le informazioni ottenute durante l'EEG con l'aiuto di sensori vengono convertite in formato digitale e trasmesse al computer del neurofisiologo. Un programma speciale responsabile dell'organizzazione dei grafici dei diagrammi di dati. I medici di diagnostica funzionale li decifrano utilizzando la tecnologia del computer e manualmente. In questo caso, i risultati EEG sono più affidabili..

I bambini non hanno una norma di età EEG. Il medico della diagnostica funzionale fa una conclusione sull'attività del cervello del bambino. La diagnosi finale di un bambino viene stabilita da un neurologo pediatrico sulla base dei risultati dell'EEG e di altri metodi di neuroimaging, confrontandoli con il quadro clinico delle condizioni del bambino.

È consuetudine distinguere i seguenti ritmi principali di attività elettrica su un ELETTROENCEFALOGRAMMA da bambini: ritmo alfa, beta e theta. Il ritmo alfa viene registrato in uno stato di assoluto riposo, quando il bambino giace con gli occhi chiusi e non fa nulla. Quando si forma un focus di attività elettrica anormale, è possibile rilevare la patologia. Nel caso dell'epilessia generalizzata, l'attività cerebrale patologica può iniziare in un'area e diffondersi al resto..

Il ritmo beta viene rilevato con la massima concentrazione di attenzione. La presenza di onde veloci sull'EEG indica l'intenso lavoro del cervello del bambino. Cambiamenti patologici sull'EEG quando decifrati nei bambini possono indicare condizioni depressive, nevrosi, deterioramento cognitivo, commozione cerebrale o infiammazione del cervello.

Il ritmo theta è uno dei ritmi principali dell'EEG normale nei bambini sani di 2-8 anni. È una forma d'onda di bassa ampiezza. La fonte principale di tale segnale proviene dall'ippocampo. Il ritmo theta indica l'imperfezione dell'adattamento sociale. La comparsa di tali indicatori nei bambini più grandi può indicare un ritardo nello sviluppo mentale del bambino, psicosi e possibile demenza..

Durante la decifrazione dell'EEG nei bambini, i neurofisiologi valutano la sincronicità dei potenziali elettrici in entrambi gli emisferi. La sincronizzazione alterata indica la presenza di un fuoco elettricamente attivo patologico. Può essere formato da un tumore, un focolaio epilettico. Gli aneurismi possono comprimere le strutture cerebrali e causare potenziali bioelettrici anormali. La registrazione dei modelli è una parte importante della ricerca. Possono essere epilettici, che indica la presenza di un focus, ed epilettiformi. I modelli di figlio singolo sono considerati una variante della norma.

Monitoraggio EEG video per bambini

Il monitoraggio video EEG è uno studio durante il quale viene eseguita una registrazione sincrona a lungo termine di un elettroencefalogramma, dati audio e video sull'attività motoria e comportamentale del paziente. Lo studio dura diverse ore con la registrazione obbligatoria del sonno. Il monitoraggio EEG del sonno notturno consente di ottenere informazioni che non sono disponibili durante lo studio diurno. I risultati possono indicare una varietà di disturbi neurologici, inclusa l'epilessia.

L'ospedale Yusupov è dotato di moderne apparecchiature per la registrazione dei biopotenziali del cervello del paziente. La procedura diagnostica viene eseguita da neuroscienziati e neurofisiologi. Ciò consente ai pazienti non solo di essere esaminati, ma anche di ricevere consigli dai principali specialisti nel campo delle malattie del sistema nervoso centrale. La clinica accetta pazienti di età superiore ai 18 anni.

Indicazioni per il monitoraggio EEG per i bambini

Monitoraggio video EEG: registrazione sincrona a lungo termine del video del paziente e del suo EEG. Nella clinica neurologica dell'ospedale Yusupov, i medici di diagnostica funzionale conducono il monitoraggio video EEG di varia durata e complessità. La ricerca viene effettuata su moderne attrezzature dei principali produttori mondiali.

Il monitoraggio video EEG diurno per i bambini viene eseguito per 4 ore al fine di controllare l'efficacia del trattamento, per monitorare lo sviluppo psicologico. Il monitoraggio EEG video notturno per un bambino viene eseguito per 10 ore. Consente di determinare i potenziali bioelettrici del cervello durante il sonno notturno, per identificare le crisi che non vengono registrate durante lo studio diurno.

Il monitoraggio EEG video notturno per un bambino viene eseguito per diagnosticare condizioni parossistiche (convulsioni). Lo studio consente di determinare il tipo di crisi e la forma di epilessia. Questo è importante per la nomina di una terapia adeguata. I pazienti con epilessia che sono riusciti a ottenere una remissione stabile ricevono un monitoraggio EEG video ogni anno per monitorare le loro condizioni. Per i bambini selezionati per la terapia farmacologica e le dosi dei farmaci, lo studio viene condotto 1 volta in 3-6 mesi.

Il monitoraggio EEG video notturno per i bambini viene eseguito anche ai fini della diagnosi differenziale dei disturbi epilettici e non epilettici. La registrazione video consente di valutare l'immagine dell'attacco e le sue manifestazioni specifiche. Allo stesso tempo, la registrazione EEG dell'episodio dimostra o confuta la sua natura epilettica, permette al neurofisiologo di vedere da quale parte della corteccia cerebrale emana il parossismo. Lo studio EEG a lungo termine include la registrazione dei biopotenziali cerebrali in vari stati funzionali:

  • Veglia attiva e passiva;
  • Veglia durante i carichi funzionali;
  • Durante il sonno.

La durata dello studio EEG aumenta il suo contenuto informativo. La differenza tra il monitoraggio EEG di routine e il monitoraggio EEG video risiede negli obiettivi, negli obiettivi e nelle differenze tecniche degli studi. L'EEG di routine è un metodo rapido tecnicamente semplice che consente l'esame preliminare di un paziente con convulsioni. EEG del sonno notturno nei bambini: uno studio lungo, laborioso, ma più informativo.

Il monitoraggio EEG è prescritto per i bambini in presenza delle seguenti indicazioni:

  • Un singolo attacco convulso;
  • Convulsioni di origine sconosciuta, che richiedono un chiarimento della loro natura epilettica;
  • Monitoraggio dell'efficacia della terapia antiepilettica;
  • Diagnostica dei parossismi psicogeni non epilettici e delle encefalopatie epilettiche;
  • Esame preoperatorio di pazienti con epilessia.

Non ci sono controindicazioni al monitoraggio video EEG per bambini. I pediatri consigliano di eseguire un monitoraggio EEG video diurno o notturno per un bambino che non dorme bene, parla o cammina in sogno e soffre di diuresi notturna. Lo studio è indicato per bambini con disturbi comportamentali, bambini aggressivi e capricciosi. Chiarimento tempestivo del motivo di questo comportamento, farmaci adeguati e assistenza psicologica aiutano a evitare problemi in futuro.

Varietà di monitoraggio EEG

Esistono i seguenti tipi di video di monitoraggio EEG:

  • Monitoraggio EEG video di 1 ora della durata di 1 ora;
  • Il monitoraggio video EEG diurno per 4 ore viene utilizzato per monitorare l'efficacia del trattamento, l'esame dei bambini piccoli;
  • Il monitoraggio EEG video notturno per 10 ore include la registrazione del sonno e delle crisi notturne;
  • Ricerca quotidiana e di più giorni.

Grazie alla disponibilità di attrezzature moderne, stanze a tenuta di luce insonorizzate appositamente attrezzate, reparti confortevoli per studi EEG a lungo termine, i neurofisiologi dell'ospedale Yusupov conducono tutti i tipi di monitoraggio EEG.

Preparare il bambino

Affinché i risultati del monitoraggio EEG video siano corretti, i bambini sono preparati per la ricerca. Il bambino deve essere fisicamente sano. Il bambino alla vigilia della procedura la sera dovrebbe lavarsi accuratamente la testa con lo shampoo per bambini per mantenere i capelli puliti. La presenza di sudore e grasso sul cuoio capelluto interferisce con l'EEG.

Il bambino dovrebbe essere messo a letto prima e cresciuto al mattino. Devi portare con te il pigiama preferito del tuo bambino. Ciò porterà l'ambiente più vicino a casa e aiuterà il bambino ad addormentarsi rapidamente..

Affinché l'aspetto del cappello che i medici mettono sulla testa dei bambini durante l'EEG, non provochi una sensazione di paura, al bambino viene detto che interpreterà astronauti o supereroi. Ai bambini a partire dai tre anni è necessario insegnare a respirare profondamente a casa. Questo sarà necessario durante il test. La mamma deve concordare con il medico curante se il bambino deve assumere farmaci il giorno della procedura o meno.

Prima di esaminare il bambino, devi nutrire, devi portare l'acqua con te. Se il neonato è allattato al seno, la madre deve estrarre e portare con sé il latte materno. Per i bambini più grandi, prendi un biberon di pappe. Se il bambino ha precedentemente eseguito un EEG, i risultati dello studio dovrebbero essere portati con te. Durante il giorno giocano tranquilli con il bambino, leggono libri e non lasciano che si addormentino. La privazione del sonno (privazione) consente al bambino di addormentarsi più velocemente durante la procedura. Il monitoraggio EEG per i bambini viene effettuato solo in presenza di adulti che accompagnano il bambino durante lo studio.

Metodologia di ricerca

Il monitoraggio video EEG viene effettuato nella clinica di neurologia. Ciò è dovuto agli elevati requisiti per il supporto tecnico dello studio, alla necessità di schermare le apparecchiature da interferenze di rete, atmosferiche e tecniche, alla necessità di una messa a terra di alta qualità delle apparecchiature. La durata della procedura dipende dalla frequenza degli attacchi e dall'età del piccolo paziente..

I piccoli sono tra le braccia della madre ei bambini più grandi sono adagiati sul divano. Sulla testa del bambino viene applicato uno speciale cappuccio dotato di elettrodi. La loro superficie interna è pre-lubrificata con un gel idrosolubile, che al termine della procedura può essere facilmente lavato via con acqua o salviettine umidificate. Gli elettrodi sono collegati a un dispositivo di amplificazione. Le informazioni lette vengono trasmesse al monitor di un computer, che si trova nella sala del personale. Viene visualizzato come curve. I risultati della ricerca vengono registrati su supporto elettronico.

Le informazioni video vengono registrate in modo sincrono da due videocamere. La registrazione audio viene eseguita contemporaneamente. Il neurofisiologo confronta i dati EEG, la videosorveglianza e le registrazioni audio e conclude. Alla fine della procedura, l'elettroencefalogramma viene stampato su nastro di carta. Contemporaneamente alla conclusione, ai genitori viene consegnato un CD con informazioni audio e video..

Il monitoraggio video EEG per i bambini include l'uso di metodi di "provocazione" delle convulsioni. Questi includono test funzionali:

  • Fotostimolazione ritmica;
  • Test di iperventilazione (respirazione profonda forzata);
  • Privazione del sonno (riduzione del sonno pianificata prima dello studio):
  • In alcuni casi, ritiro del farmaco.

L'intero corso dello studio è monitorato in tempo reale da un neurologo. Se viene eseguito un EEG su un bambino che ha avuto crisi epilettiche, durante la procedura è presente un anestesista che, in caso di situazione non standard durante i test funzionali, fornisce al bambino assistenza di emergenza.

È possibile effettuare un monitoraggio EEG o video EEG per un bambino a un prezzo conveniente chiamando l'ospedale Yusupov. La ricerca è svolta da importanti neurologi-neurofisiologi, candidati di scienze mediche. I risultati dell'EEG, interpretati in modo ambiguo, vengono discussi in una riunione del consiglio di esperti. Professori, medici della massima categoria interpretano collegialmente i risultati dell'elettroencefalografia.

Cosa mostra l'EEG del cervello nei bambini?

L'organo centrale del sistema nervoso è responsabile della totalità del lavoro dell'intero organismo. I cambiamenti nelle strutture cerebrali in un bambino sono segnalati da mal di testa e una diminuzione delle prestazioni del corpo. È possibile identificare patologie utilizzando l'EEG del cervello, che mostra nei bambini diversi malfunzionamenti del sistema nervoso centrale e l'attività dei campi architettonici corticali.

Essenza del metodo

Elettroencefalografia: registrazione dell'attività elettrica del cervello. In pediatria si è affermato come metodo diagnostico innocuo e sicuro. Che cos'è un EEG del cervello nei bambini è la capacità di registrare su carta anche impulsi di attività minori nelle strutture corticali.

Questo metodo analizza l'energia nelle strutture cerebrali in millisecondi e fornisce informazioni accurate in un breve periodo di tempo. Il dispositivo EEG registra gli impulsi tramite elettrodi posizionati sulla testa del paziente e fornisce i dati registrando su carta o visualizza le informazioni su un computer.

Indicazioni per

L'elettroencefalogramma è un metodo altamente efficace e indolore per la diagnosi di patologie cerebrali nei bambini con disturbi dell'organo centrale del sistema nervoso o causati da traumi.

La procedura EEG è prescritta da un neuropatologo sulla base di reclami e secondo indicazioni mediche per patologie delle strutture cerebrali:

  • Svenimento;
  • Mal di testa;
  • Pressione sanguigna instabile;
  • Storia del trauma cranico;
  • Disturbi del sonno;
  • Pianto irragionevole;
  • Enuresi notturna;
  • Balbuzie;
  • Scoppi di aggressività;
  • Compromissione cognitiva (diminuzione della memoria, concentrazione dell'attenzione);
  • Sindrome convulsiva (senza ipertermia);
  • Lesioni infiammatorie del rivestimento del cervello (meningite);
  • Idrocefalo nei neonati;
  • ZRR (sviluppo del linguaggio ritardato);
  • ZPR (ritardo mentale);
  • Valutazione della dinamica dopo interventi strumentali;
  • Crisi epilettiche;
  • Paralisi cerebrale.

La diagnostica EEG nella pratica pediatrica non ha limiti di età, il che consente di valutare l'effetto dell'anestesia durante operazioni complesse sul cervello e mostra il grado di maturità neuronale in un bambino. La procedura è controindicata in presenza di ferite aperte sul cranio o suture..

Preparazione del bambino

L'EEG per i bambini di età inferiore a un anno viene eseguito in condizioni di completo riposo (sonno), quando il bambino è completamente rilassato, al fine di ottenere un risultato di ricerca affidabile. Per i bambini più grandi, i risultati vengono registrati in stato di veglia.

Per ridurre l'attività del bambino, è possibile prescrivere sedativi secondo le indicazioni del medico.

Preparazione per la diagnostica:

  1. Pulizia della testa dal sebo (condurre l'igiene della testa con un detergente alla vigilia dello studio);
  2. Dai da mangiare a neonati e bambini mezz'ora prima della procedura;
  3. Rimuovere oggetti di metallo (orecchini, catena);
  4. L'assunzione di anticonvulsivanti dovrebbe essere sospesa tre giorni prima dell'EEG del cervello;
  5. Il giorno della diagnosi, escludere cibi e bevande che stimolano il sistema nervoso centrale (cioccolato, tè, bevande energetiche con caffeina).

L'EEG del cervello non viene eseguito in caso di malattie virali acute o presenza di tosse, che distorce i risultati.

I bambini di età superiore a tre anni devono essere preparati psicologicamente a casa (i genitori spiegano l'essenza della procedura).

Inizio procedura

Lo studio con il metodo EEG nei bambini viene effettuato in più fasi. La procedura stessa viene eseguita in una stanza buia e insonorizzata. I neonati vengono posti sul fasciatoio o sono in braccio ai genitori. Pazienti anziani: su un divano, seduti o sdraiati.

Per leggere l'attività cerebrale, la testa viene lubrificata con un gel conduttore e viene indossato un casco a rete, con gli elettrodi posizionati su di esso. L'elettroencefalografo riceve i segnali attraverso i tubi - conduttori collegati agli elettrodi sul casco. Il dispositivo è collegato a terra e le clip sono installate sui lobi delle orecchie che bloccano la conduzione della corrente..

La durata della procedura è di circa 30 minuti, durante i quali è vietato girare o inclinare la testa.

Caratteristiche dello studio

Questo metodo di ricerca è considerato una tecnica altamente efficace per chiarire i processi patologici nel cervello e consente di diagnosticare con precisione.

  1. Valutazione del periodo di veglia e sonno;
  2. Le dinamiche della terapia;
  3. Localizzazione del fuoco infiammatorio;
  4. Identificazione di cambiamenti patologici.

La registrazione dei risultati dell'EEG del bambino è possibile sia a riposo che con vari test:

  • Registrazione dei risultati in uno stato di sonno (curva di fondo degli impulsi dei neuroni cerebrali);
  • Attivazione delle strutture cerebrali durante il passaggio da uno stato di riposo a una modalità di attività (il diagnostico a intervalli prestabiliti dice quando è necessario aprire e chiudere gli occhi);
  • Applicazione del test - iperventilazione (il paziente, al comando del diagnostico, inspira ed espira profondamente). Questo test è in grado di rilevare neoplasie e segni epilettici latenti;
  • Diagnostica mediante fotostimolazione (di fronte al bambino, una lampada viene accesa con un ritmo predeterminato per accendersi e spegnersi, gli occhi vengono chiusi durante il test). Questo test valuta la risposta a uno stimolo in caso di disturbi dello sviluppo mentale e del linguaggio. Viene anche usato per l'epilessia e la sindrome convulsiva.

Per gli adolescenti, sono possibili test aggiuntivi con l'uso di test psicologici durante l'EEG e l'aggiunta di comandi diagnostici.

L'elettroencefalogramma del cervello nei bambini può essere eseguito diagnosticando gli impulsi durante la notte o con il metodo della privazione del sonno notturno (al bambino non è permesso dormire a lungo, con ulteriore registrazione dell'attività cerebrale durante il riposo), ma questo test è raramente prescritto.

Analisi dei risultati

La decifrazione dei dati EEG del cervello viene eseguita da un neuropatologo, con ulteriore specificazione della diagnosi. I risultati sono valutati nel set totale dei risultati ottenuti (tipo di onde, stimolo applicato, natura della patologia, attività bioelettrica).

Inoltre, quando si decodificano gli indicatori, le caratteristiche dell'età del bambino vengono prese in considerazione quando il cervello viene esaminato.

Ritmi cerebrali EEG:

  • Alpha è una frequenza da 8 a 14 Hz. Il superamento di questo indicatore viene diagnosticato con disturbi vascolari e le conseguenze dopo varie lesioni del cranio. Una diminuzione del ritmo è caratteristica delle nevrosi, con demenza, l'attività del ritmo non viene affatto visualizzata;
  • Beta è un'ampiezza da 2 a 5 μV. Il superamento degli standard viene interpretato come una contusione o una lesione cerebrale minore, un aumento significativo degli indicatori viene diagnosticato con un ritardo nello sviluppo. Una diminuzione dell'ampiezza è caratterizzata durante il corso del processo infiammatorio nelle strutture cerebrali;
  • Delta - è determinato in una fase inattiva (sonno profondo o in coma). L'attività di questa frequenza durante la veglia indica la presenza di una neoplasia nelle strutture del cervello;
  • Theta - l'ampiezza del ritmo entro i limiti normativi - 45 μV. Fissare un ritmo al di sopra del normale in un'area separata del cervello suggerisce un grave disturbo del sistema nervoso centrale.

La combinazione di un aumento del theta e del delta - ritmo sono segni di disturbi circolatori. Per i bambini sotto gli 8 anni, la presenza di questa onda è una variante della norma. Nei pazienti di una fascia di età più avanzata, questo indicatore caratterizza la demenza.

L'attività bioelettrica (BEA) del cervello sull'elettroencefalogramma viene normalmente visualizzata come indicatore sincrono e ritmico. L'insufficienza del ritmo è un sintomo dell'epilessia..

Il segnale mediano (M-ECHO) consente normalmente pulsazioni entro il 30%, superando la percentuale di pulsazioni viene diagnosticato idrocefalo cerebrale (accumulo di liquidi). Lo spostamento di parti del cervello è consentito entro 1 - 2 mm.

La presenza di picchi acuti nei risultati EEG, che differiscono dal ritmo di fondo a riposo, caratterizzano l'epilessia o la presenza di epiattività nel cervello (assenza di sintomi della malattia).

L'EEG del cervello è ampiamente utilizzato in pediatria, consentendo il monitoraggio dopo aver subito una terapia medica o un intervento chirurgico. Lo studio consente di valutare tutte le parti del cervello attraverso la grande fontanella aperta nei bambini di età inferiore a 1 anno. Questo metodo è assolutamente innocuo e può essere prescritto ripetutamente a scopo diagnostico..

Cosa mostra l'EEG del cervello nei bambini? Norme e cause delle deviazioni

L'elettroencefalografia è uno dei metodi più comuni per diagnosticare lo stato del cervello del bambino, che, insieme a TC e RM, è considerato abbastanza efficace e accurato. Imparerai cosa mostrano tali diagnostica, come decifrare i dati e quali sono le ragioni delle deviazioni dalla norma, da questo articolo..

Cos'è l'EEG e cosa mostra?

L'abbreviazione EEG sta per "elettroencefalografia". È un metodo per registrare i minimi impulsi elettrici attivi della corteccia cerebrale. Questa diagnosi è molto sensibile, consente di registrare segni di attività anche non in un secondo, ma in un millisecondo. Nessun altro studio sulla funzione cerebrale fornisce informazioni così accurate per un periodo di tempo..

Per stabilire cambiamenti morfologici, presenza di cisti e tumori, caratteristiche dello sviluppo del corpo del cervello e del tessuto cerebrale, vengono utilizzati altri strumenti di monitoraggio video, ad esempio neurosonografia per bambini fino a 1,5-2 anni, risonanza magnetica, TC per bambini di età superiore. Ma per rispondere alla domanda su come funziona il cervello, come reagisce a stimoli esterni ed interni, a un cambiamento della situazione, solo un elettroencefalogramma della testa può.

I processi elettrici nei neuroni in generale e nel cervello in particolare iniziarono a essere studiati alla fine del XIX secolo. Scienziati in vari paesi del mondo erano impegnati in questo, ma il contributo più grande è stato dato dal fisiologo russo I. Sechenov. La prima registrazione EEG è stata ottenuta in Germania nel 1928.

Oggi, l'EEG è una procedura abbastanza di routine, utilizzata anche in piccole cliniche e cliniche per la diagnosi e il trattamento. Viene eseguito su un'apparecchiatura speciale chiamata elettroencefalogramma. Il dispositivo è collegato al paziente tramite elettrodi. I risultati possono essere registrati sia su nastro di carta che su un computer automaticamente. La procedura è indolore e innocua. Allo stesso tempo, è molto istruttivo: i potenziali dell'attività elettrica del cervello cambiano invariabilmente in presenza di questa o quella patologia..

Con l'aiuto dell'EEG, è possibile diagnosticare varie lesioni, malattie mentali, il metodo si è diffuso nel monitoraggio del sonno notturno.

Indicazioni per

L'EEG non è incluso nell'elenco degli studi di screening obbligatori per i bambini di qualsiasi età. Ciò significa che si accetta di effettuare una tale diagnosi solo per determinate indicazioni mediche in presenza di determinati reclami dei pazienti. Il metodo viene assegnato nei seguenti casi:

  • con frequenti attacchi di mal di testa, vertigini;
  • in presenza di casi di perdita di coscienza;
  • se il bambino ha una storia di convulsioni;
  • con sospetto trauma al cranio e al cervello;
  • se sospetti una paralisi cerebrale infantile o per monitorare la dinamica della condizione con paralisi cerebrale precedentemente diagnosticata;
  • in violazione dei riflessi, altre condizioni neurologiche che persistono a lungo e rispondono male alla terapia;
  • con disturbi del sonno in un bambino;
  • se sospetti un disturbo mentale;
  • come diagnosi preparatoria prima della chirurgia cerebrale;
  • con linguaggio ritardato, sviluppo mentale, emotivo e fisico.

Nell'infanzia, viene eseguito un EEG per valutare il grado di immaturità del cervello. L'EEG viene eseguito per determinare il grado di azione dell'anestesia in interventi chirurgici gravi e prolungati.

Alcune caratteristiche del comportamento dei bambini nel primo anno di vita possono anche essere la base per la nomina di un EEG.

Il pianto regolare e prolungato, i disturbi del sonno sono ottime ragioni per diagnosticare i potenziali degli impulsi elettrici dei neuroni, soprattutto se la neurosonografia o la risonanza magnetica non mostrano anomalie nello sviluppo del cervello in quanto tale.

Controindicazioni

Ci sono pochissime controindicazioni a tale diagnosi. Non viene eseguito solo se ci sono ferite fresche sulla testa di un piccolo paziente, se vengono imposte suture chirurgiche. A volte la diagnosi viene negata a causa di un forte naso che cola o di una tosse frequente debilitante.

In tutti gli altri casi, l'EEG può essere eseguito se il medico curante insiste su di esso..

I bambini piccoli vengono tentati di eseguire la procedura diagnostica in uno stato di sonno, quando sono più calmi..

L'esame è dannoso??

Questa domanda è una delle più urgenti per i genitori. Poiché l'essenza stessa del metodo non è chiara a tutte le madri, l'EEG come fenomeno è invaso da voci e speculazioni nella vastità dei forum femminili. Non ci sono due risposte alla domanda sulla nocività dello studio: l'EEG è completamente innocuo, poiché gli elettrodi e l'apparato non hanno alcun effetto stimolante sul cervello: registrano solo impulsi.

Puoi fare un EEG per un bambino a qualsiasi età, in qualsiasi condizione e tutte le volte che è necessario. La diagnostica multipla non è vietata, non ci sono restrizioni.

Un altro problema è che per garantire la capacità di stare seduti in immobilità per un po 'di tempo, ai bambini piccoli e molto mobili possono essere prescritti sedativi. Qui la decisione viene presa da un medico che sa esattamente come calcolare il dosaggio richiesto in modo che il bambino non faccia male..

Preparazione del bambino

Se il bambino è programmato per l'elettroencefalografia, è imperativo prepararlo adeguatamente per l'esame..

È meglio venire all'esame con una testa pulita, poiché i sensori saranno installati sul cuoio capelluto. Per fare questo, il giorno prima, è sufficiente eseguire le consuete procedure igieniche e lavare i capelli del bambino con lo shampoo per bambini..

Il bambino deve essere nutrito appena prima di posizionare gli elettrodi per 15-20 minuti. È meglio ottenere un addormentamento naturale: un bambino ben nutrito dormirà più calmo e più a lungo, il medico sarà in grado di registrare tutti gli indicatori necessari. Pertanto, per i bambini, portare con sé in ospedale un biberon di latte artificiale o latte materno estratto..

È meglio programmare un esame insieme al medico curante per il tempo in cui, secondo la routine quotidiana personale del bambino, cade su un pisolino.

Per i bambini più grandi, l'EEG viene eseguito da svegli. Per ottenere risultati accurati, il bambino deve comportarsi con calma, seguire tutte le richieste del medico. Per raggiungere questa tranquillità, i genitori devono fare un po 'di preparazione psicologica con largo anticipo. Se dici in anticipo quale gioco interessante è avanti, il bambino sarà più concentrato. Puoi promettere a un bambino che per pochi minuti diventerà un vero viaggiatore spaziale o un supereroe.

È chiaro che il bambino non sarà in grado di concentrare la sua attenzione su ciò che sta accadendo per troppo tempo, soprattutto se ha 2-3 anni. Pertanto, dovresti portare un libro, un giocattolo con te in clinica, qualcosa che sia interessante per il bambino e possa almeno catturare brevemente la sua attenzione..

Affinché il bambino non si spaventi fin dai primi minuti, devi prepararlo per ciò che accadrà. Scegli un vecchio cappello a casa e gioca ad "astronauta" con tuo figlio. Mettiti un cappello in testa, imita il rumore di un walkie-talkie in un casco, sibila e dai al tuo cosmoeroe i comandi che il medico darà in realtà su un EEG: apri e chiudi gli occhi, fai lo stesso, solo al rallentatore, respira profondamente e superficialmente, ecc. Di seguito vi diremo di più sulle fasi dell'esame..

Se il tuo bambino assume regolarmente farmaci come prescritto dal medico curante, non è necessario annullarne l'assunzione prima dell'elettroencefalografia. Ma assicurati di dire al medico prima della diagnosi, quali farmaci e in quale dosaggio sono stati presi dal bambino negli ultimi due giorni.

Prima di entrare in ufficio, togli il cappello al bambino. È imperativo rimuovere forcine per capelli, elastici, cerchietti dalle ragazze e rimuovere gli orecchini dalle orecchie, se presenti. È meglio lasciare tutti questi articoli per la bellezza e l'attrattiva a casa inizialmente, andando all'EEG, in modo da non perdere qualcosa di valore durante l'esame..

Come viene eseguita la procedura: fasi principali

La procedura EEG viene eseguita in più fasi, che sia i genitori che il piccolo paziente devono conoscere in anticipo per prepararsi adeguatamente. Per cominciare, una sala per l'elettroencefalografia non è affatto come una normale sala medica. Questa è una stanza insonorizzata e buia. La stanza stessa è solitamente piccola..

In esso è installato un divano, sul quale verrà offerto al bambino di essere ospitato. Il bambino viene posto su un fasciatoio, disponibile anche in ufficio.

Si propone di indossare uno speciale "casco" sulla testa: un panno o un berretto di gomma con elettrodi fissi. Su alcuni cappucci, il medico installa manualmente gli elettrodi necessari nel numero richiesto. Gli elettrodi sono collegati all'elettroencefalografo per mezzo di tubi conduttori sottili e morbidi.

Gli elettrodi vengono inumiditi con soluzione salina o un gel speciale. Ciò è necessario per una migliore aderenza dell'elettrodo alla testa del bambino, in modo che non si formi uno spazio d'aria tra la pelle e il sensore che riceve i segnali. L'apparecchiatura deve essere collegata a terra. Le clip non conduttive sono attaccate alle orecchie del bambino nell'area dei lobi.

La durata dello studio è in media di 15-20 minuti. Per tutto questo tempo, il bambino dovrebbe essere il più calmo possibile..

Si consiglia di prendere i bambini in braccio: in questo caso, la madre prende il posto sul divano. Un bambino più grande si siede sul divano, mezzo seduto.

I test in arrivo dipendono dall'età del piccolo paziente. Più grande è il bambino, più difficili saranno i compiti. La procedura di routine standard prevede diverse opzioni per il bloccaggio dei potenziali elettrici.

  • Innanzitutto, viene registrata la curva di fondo: questa linea sul grafico risultante mostrerà gli impulsi dei neuroni del cervello a riposo.
  • Quindi viene controllata la reazione del cervello al passaggio dal riposo all'attività e alla prontezza al lavoro. Per questo, al bambino viene chiesto di aprire e chiudere gli occhi a un ritmo diverso, che il medico imposta con i suoi comandi..
  • La terza fase è controllare il funzionamento del cervello in uno stato di cosiddetta iperventilazione. Per questo, al bambino viene chiesto di fare respiri profondi ed espirare con una frequenza stabilita dal medico. Al comando "inspira" viene preso un respiro, al comando "espira" il bambino espira. Questa fase consente di identificare i segni di epilessia, neoplasie che hanno portato a una ridotta funzionalità cerebrale.
  • La quarta fase prevede l'uso della fotostimolazione. I potenziali continuano a essere registrati, ma il medico accende e spegne una speciale lampadina con una certa frequenza davanti agli occhi chiusi del paziente. Tale test consente di stabilire alcune caratteristiche dello sviluppo sia mentale che del linguaggio, nonché una tendenza all'epilessia e alle sindromi convulsive..
  • I passaggi aggiuntivi vengono utilizzati principalmente per i bambini più grandi. Includono vari comandi del medico: dal serrare e aprire le dita in pugni alla risposta ai test psicologici, se il bambino ha un'età in cui le risposte e la comprensione sono possibili in linea di principio..

I genitori potrebbero non preoccuparsi: più di quanto il bambino possa e possa fare, non gli sarà richiesto. Se non riesce a far fronte a qualcosa, gli verrà semplicemente assegnato un altro compito..

Standard e interpretazione dei risultati

L'elettroencefalogramma, che si ottiene come risultato della registrazione automatica dei potenziali, è un misterioso accumulo di curve, onde, sinusoidi e linee spezzate, che sono completamente impossibili da capire da soli, senza essere uno specialista. Anche i medici di altre specialità, ad esempio un chirurgo o un ORL, non capiranno mai cosa viene mostrato nei grafici. L'elaborazione dei risultati richiede da alcune ore a diversi giorni. Di solito - circa un giorno.

Il concetto stesso di "norma" in relazione all'EEG non è del tutto corretto. Il fatto è che ci sono molte opzioni per le norme. Ogni dettaglio è importante qui: la frequenza di ripetizione dell'anomalia, la sua connessione con gli stimoli, le dinamiche. In due bambini sani che non hanno problemi con il funzionamento del sistema nervoso centrale e patologie cerebrali, i grafici risultanti appariranno diversi.

Gli indicatori sono classificati in base al tipo di onde, l'attività bioelettrica e altri parametri sono valutati separatamente. I genitori non hanno bisogno di interpretare nulla, poiché la conclusione fornisce una descrizione dei risultati della ricerca e fornisce alcune raccomandazioni. Diamo un'occhiata a diverse opzioni per le conclusioni in modo più dettagliato..

Cosa indica l'attività epilettiforme??

Se la conclusione contiene un termine così difficile per la comprensione, significa che nell'elettroencefalogramma prevalgono picchi acuti, che differiscono in modo significativo dal ritmo di fondo, che viene registrato a riposo. Questo è più spesso il caso di un bambino con epilessia. Ma la presenza di picchi acuti ed EFA nella conclusione non è sempre un segno di epilessia. A volte parliamo di attività epica senza convulsioni, e quindi i genitori possono essere molto sorpresi, perché convulsioni e convulsioni in un bambino potrebbero non essersi mai verificate.

I medici tendono a credere che l'EEG rifletta schemi che appaiono anche se il bambino ha semplicemente una predisposizione genetica all'epilessia. La rilevazione dell'attività epilettiforme non significa che il bambino sarà necessariamente diagnosticato di conseguenza. Ma questo fatto indica necessariamente la necessità di una nuova indagine. La diagnosi potrebbe non essere confermata o potrebbe ricevere conferma.

I bambini con epilessia richiedono un approccio speciale, un trattamento appropriato e tempestivo da parte di un neurologo, e quindi non vale la pena ignorare la comparsa di EFA in carcere.

Tipi e norme di ritmo

Per decifrare i risultati, i ritmi sono di particolare importanza. Ce ne sono solo quattro:

  • alfa;
  • beta:
  • delta;
  • theta.

Ciascuno di questi ritmi ha le proprie norme e le possibili fluttuazioni nei valori normativi. Affinché i genitori possano orientarsi meglio nell'encefalogramma cerebrale ricevuto sulle loro mani, proveremo a parlare il più semplicemente possibile del complesso.

Il ritmo alfa è chiamato ritmo di sottofondo di base che viene registrato a riposo ea riposo. La presenza di questo tipo di ritmo è caratteristica di tutte le persone sane. Se non c'è, parlano dell'asimmetria degli emisferi, che è facilmente diagnosticabile mediante ultrasuoni o risonanza magnetica. Questo ritmo domina quando il bambino è al buio, in silenzio. Se in questo momento lo stimolo è acceso, viene applicata luce, suono, il ritmo alfa può diminuire o scomparire. A riposo, torna di nuovo. Questi sono i valori normali. Nell'epilessia, ad esempio, è possibile registrare sull'EEG episodi spontanei di un'esplosione di ritmo alfa.

Se la conclusione indica la frequenza alfa di 8-14 Hz (25-95 μV), non devi preoccuparti: il bambino è sano. Deviazioni del ritmo alfa possono essere osservate se sono registrate nel lobo frontale, se c'è una significativa diffusione di frequenza. Una frequenza troppo alta, superiore a 14 Hz, può essere un segno di disturbi vascolari nel cervello, precedenti traumi al cranio e al cervello. Gli indicatori sottostimati possono indicare un ritardo nello sviluppo mentale. Se il bambino ha la demenza, il ritmo potrebbe non essere registrato affatto.

Il ritmo beta viene registrato e modificato durante i periodi di attività cerebrale. In un bambino sano, la conclusione indicherà valori di ampiezza di 2-5 μV, questo tipo di onda verrà registrato nel lobo frontale del cervello. Se i valori sono più alti del normale, il medico può sospettare una commozione cerebrale o una contusione cerebrale e, in caso di diminuzione patologica, un processo infiammatorio delle meningi o dei tessuti, ad esempio meningite o encefalite. Le onde beta con un'ampiezza di 40-50 μV durante l'infanzia possono indicare un notevole ritardo nello sviluppo di un bambino.

Il ritmo delta si fa sentire durante il sonno profondo, così come nei pazienti che sono in coma. Il rilevamento di un tale ritmo durante la veglia può indicare il fatto dello sviluppo del tumore..

Il ritmo theta è anche caratteristico delle persone che dormono. Se viene rilevato in un'ampiezza superiore a 45 μV in diversi lobi del cervello, stiamo parlando di gravi disturbi del sistema nervoso centrale. In alcuni casi, i bambini di età inferiore agli 8 anni possono avere un tale ritmo, ma nei bambini più grandi è spesso un segno di sottosviluppo, demenza. Un aumento simultaneo di delta e theta può indicare una violazione della circolazione cerebrale.

Tutti i tipi di onde costituiscono la base per la registrazione dell'attività bioelettrica del cervello. Se è indicato che BEA è ritmico, non c'è motivo di eccitazione. BEA relativamente ritmico indica frequenti mal di testa.

L'attività diffusa non indica patologia se non ci sono altre deviazioni. Ma con condizioni depressive, un bambino può avere un BEA ridotto.

Violazioni frequenti e possibili diagnosi

Sulla base del solo EEG, nessuno diagnosticherà un bambino. Questi studi possono richiedere la conferma o la confutazione utilizzando altri metodi, inclusi MRI, TC, ecografia. I risultati dell'elettroencefalografia possono solo suggerire che un bambino ha una cisti porencefalica, attività epilettica senza convulsioni, attività parossistica, tumori, anomalie mentali.

Considera cosa possono intendere i medici indicando determinate patologie nella conclusione EEG.

  • Se è indicato che viene rilevata una disfunzione delle parti centrali del cervello, si dovrebbe presumere che il bambino abbia appena avuto stress, che non abbia dormito abbastanza, sia spesso nervoso, e quindi avrà abbastanza lezioni con uno psicologo, creando un ambiente favorevole in famiglia, riducendo lo stress psicologico e blandi sedativi origine vegetale. Non è considerata una malattia.
  • Se l'elettroencefalogramma dice che è stata rilevata l'asimmetria interemisferica, questo non è sempre un segno di patologia nell'infanzia. Al bambino verrà consigliata l'osservazione dinamica da parte di un neurologo.
  • Anche i cambiamenti diffusi nel ritmo alfa in custodia possono essere una variante normale. Al bambino vengono prescritti test aggiuntivi.
  • Più pericoloso è il rilevamento di un focus di attività patologica, che nella maggior parte dei casi indica lo sviluppo di epilessia o una maggiore tendenza alle convulsioni.
  • La dicitura "irritazione delle strutture cerebrali" parla di ridotta circolazione sanguigna nel cervello, presenza di lesioni traumatiche dopo colpi, cadute e alta pressione intracranica.
  • L'individuazione di parossismi può essere un segno di epilessia nella fase iniziale, ma non è sempre così. Più spesso, l'individuazione di parossismi indica una tendenza, forse ereditaria, alle crisi epilettiche. Il tono aumentato di sincronizzare le strutture non può essere considerato affatto una patologia. Ma secondo la pratica consolidata, il bambino viene ancora inviato per essere osservato da un neurologo.

La presenza di scariche attive è un segnale di avvertimento. Il bambino deve essere esaminato per tumori e neoplasie.

Solo un medico può dare una risposta esatta alla domanda se tutto sia in ordine con il bambino. I tentativi di trarre conclusioni da soli possono portare i genitori in una tale giungla, dalla quale è molto difficile trovare una via d'uscita ragionevole e logica..

Quando danno un'opinione?

I genitori possono avere un'opinione sulle loro mani con una descrizione dei risultati in circa un giorno. In alcuni casi, il tempo può essere aumentato: dipende dall'impiego del medico e dalla priorità in una particolare istituzione medica.

Recensioni

Secondo le madri, condurre un EEG per i bambini richiede nervi di ferro da parte dei genitori. Per prima cosa devi preparare il bambino, quindi assicurarti che si comporti adeguatamente e quindi attendere con ansia i risultati. La domanda di sottoporsi a diagnosi a casa ha una sola risposta: questo è possibile solo quando al bambino viene mostrato il monitoraggio del sonno notturno. Tali servizi non sono inclusi nell'elenco previsto dalla polizza di assicurazione medica obbligatoria, pertanto sono a pagamento e non sono forniti da tutte le cliniche..

Abbastanza spesso, secondo le madri, il motivo principale per la nomina della diagnostica è la mancanza di linguaggio parlato a 1,5-2 anni e oltre. A proposito, raramente si riscontrano anomalie grossolane, ma poche persone se ne vanno con la diagnosi "sana" (nel senso di essere completamente sani). Se non ci sono deviazioni, i risultati EEG indicano ancora "immaturità del cervello" o un'altra condizione che è considerata una norma assoluta durante l'infanzia e non necessita di trattamento.

Per ulteriori informazioni sulla procedura EEG del cervello nei bambini, vedere il seguente video.

revisore medico, specialista in psicosomatica, madre di 4 figli


Articolo Successivo
Quale dovrebbe essere l'indicatore ALT nel sangue