Cause e pronto soccorso per mancanza di respiro da sforzo


La dispnea è una condizione associata a una violazione degli indicatori della respirazione: frequenza e profondità con la comparsa di una sensazione di carenza d'aria. La mancanza di respiro può essere di varia natura, inspiratoria, quando l'inspirazione è difficile, espiratoria (l'espirazione è difficile) e mista.

Il meccanismo di sviluppo: la mancanza di respiro è una manifestazione esterna di una mancanza di ossigeno agli organi e ai tessuti del corpo.

Una persona inizia a sentire una mancanza d'aria, la profondità e la frequenza di inspirazione ed espirazione cambiano gradualmente, la respirazione diventa più superficiale e frequente. Con l'aumento dell'ipossia, la frequenza aumenta.

Le cause dell'evento sono il desiderio del corpo di mantenere la costanza dell'ambiente interno. Con un aumento del carico sul corpo, si verifica un aumento del consumo di energia e ossigeno da parte dei tessuti. Un segnale di mancanza di ossigeno entra nel cervello, che ordina al centro respiratorio di aumentare l'attività per eliminare la carenza che si è verificata.

Il centro respiratorio migliora il lavoro dei polmoni e del cuore volto ad arricchire il corpo con l'ossigeno, che si esprime con segni esterni. In una persona sana, con l'esclusione di un aumento del carico, viene ripristinato entro 5-7 minuti.

La mancanza di respiro durante l'esercizio è normale e si verifica per diversi motivi. Con una maggiore attività fisica, soprattutto tra le persone che conducono uno stile di vita passivo:

  • camminare ad un ritmo elevato o per lunghe distanze,
  • salire le scale,
  • trasportare carichi pesanti,
  • jogging.

A riposo, lo stato ritorna rapidamente alla normalità. Questo problema è risolto semplicemente, una persona dovrebbe muoversi di più e fare sport, o sopportare la debolezza del suo corpo e attendere gravi disturbi che sorgono nel corpo durante l'ipodynamia. Un fenomeno normale può verificarsi anche durante lo stress psico-emotivo (stress).

Il fattore scatenante è il rilascio di adrenalina, che porta ad un aumento della frequenza cardiaca e alla saturazione di ossigeno dei polmoni. Con un cuore sano, tale mancanza di respiro non rappresenta una minaccia e scompare dopo che la persona si è calmata. Se c'è un problema nel funzionamento del sistema cardiaco, può aggravare la condizione compromessa.

Malattie e condizioni caratterizzate da mancanza di respiro

Sintomi ricorrenti frequenti o il suo verificarsi sullo sfondo della normale attività fisica è un motivo per contattare un istituto medico.

Malattie caratterizzate da disturbi respiratori:

  • patologia del sistema cardiovascolare,
  • malattie polmonari,
  • anemia,
  • reazione allergica,
  • disturbi ormonali,
  • processi infettivi acuti, accompagnati da un significativo aumento della temperatura,
  • obesità.

Oltre a malattie gravi, le seguenti condizioni possono causare dispnea:

  • stress psicologico (aumento dell'aggressività, risentimento, rabbia),
  • attacco di panico,
  • corpi estranei nel rinofaringe o altri disturbi nel passaggio dell'aria attraverso le vie aeree,
  • cambiamento delle condizioni climatiche,
  • abuso di tabacco e alcol.

La maggior parte delle persone ignora lievi cambiamenti nella respirazione, attribuibili alla fatica o al deterioramento dell'ambiente. All'ammissione al dipartimento, di solito ha un carattere persistente.

L'insufficienza respiratoria è sviluppata in forme gravi. Dovresti essere attento alla tua salute e in caso di violazioni sullo sfondo dell'attività abituale, identificare ed eliminare tempestivamente il fattore dannoso.

  1. Patologia del sistema cardiovascolare. I cambiamenti della respirazione si verificano prima su uno sforzo fisico intenso, con lo sviluppo di insufficienza cardiaca, anche a riposo. Una caratteristica distintiva della dispnea dell'eziologia cardiaca sarà la difficoltà di inspirazione, l'espirazione non causa disagio. Nei casi gravi di insufficienza cardiaca, i pazienti sono costretti a dormire semi-seduti o seduti, questa posizione facilita la respirazione. Ulteriori dati che indicano una causa cardiaca saranno edema, dolore toracico, una storia di infarto, cambiamenti identificati su un elettrocardiogramma.
  2. Insufficienza ventricolare sinistra acuta. La condizione provoca un aumento del carico sul cuore, malattie che contribuiscono a questo: ipertensione, aterosclerosi, difetti cardiaci. Il più delle volte si manifesta di notte, tipi di insufficienza ventricolare sinistra: asma cardiaco ed edema polmonare.
  3. Asma cardiaco. Sullo sfondo dell'attività fisica (nell'ultima fase, è possibile a riposo), il paziente sviluppa una grave mancanza di respiro, un attacco di soffocamento, accompagnato da un attacco di paura della morte. C'è una tosse, il triangolo naso-labiale diventa blu. Le vene del collo si gonfiano e dalla bocca appare la schiuma. Il paziente assume una posizione forzata, il polso accelera a 120 e oltre. La pressione all'inizio dell'attacco è alta, con un aumento dell'insufficienza respiratoria cade. È necessario chiamare un'ambulanza e fornire al paziente un attacco di aria fresca. Abbassare le gambe abbassa il flusso sanguigno al cuore, il che può aiutare a ridurre le convulsioni.
  4. Edema polmonare. È una complicazione dell'asma cardiaco. La dispnea grave è accompagnata dalla produzione di espettorato sieroso o sanguinante e schiumoso. Il respiro ribolle. Cambiamento nella coscienza del paziente. Una grave condizione pericolosa per la vita che richiede un'ambulanza, un team cardiaco o di rianimazione. Queste sono le condizioni più gravi di origine cardiaca, accompagnate da un attacco di soffocamento. L'assistenza non fornita in tempo può portare alla morte.
  5. Malattia ipertonica. Si verifica al culmine di un aumento della pressione sanguigna, dura da 10 a 30 minuti e scompare completamente con una diminuzione della pressione sanguigna. L'aiuto dovrebbe essere mirato a normalizzare la pressione.
  6. Infarto miocardico. L'infarto miocardico è accompagnato da un attacco di soffocamento che non risponde al trattamento. Può svilupparsi in edema polmonare. Se si sospetta questa condizione, è necessario garantire il riposo e chiamare un'équipe cardiologica di ambulanza.
  7. Malattia polmonare. La causa più comune di mancanza di respiro è l'asma bronchiale. Con un attacco asmatico, c'è difficoltà nell'espirazione a causa del broncospasmo. Respirando, rumoroso con respiro sibilante distante (sentito a distanza), il paziente assume una posizione forzata (ortopnea) seduto con un'enfasi sulle mani. Se l'attacco non può essere fermato rapidamente, lo stato asmatoide sviluppa una condizione che minaccia la vita umana.
  8. Anemia. Si verifica sullo sfondo di una diminuzione della capacità del sangue di trasportare ossigeno. Durante lo sforzo fisico, il corpo sperimenta una forte carenza di ossigeno, che viene compensata da un aumento della respirazione.
  9. Reazioni allergiche. L'agente allergico provoca uno spasmo o gonfiore della laringe (edema di Quincke) che impedisce all'aria di passare attraverso le vie. Una reazione allergica può essere espressa come lieve mancanza di respiro o un grave attacco di soffocamento, a seconda della reattività dell'organismo all'allergene ricevuto.
  10. Disturbi ormonali Gli ormoni regolano tutti i processi che si verificano nel corpo, in caso di violazione dello sfondo ormonale, si verifica un disturbo di tutti gli organi e sistemi. Insufficienza respiratoria sullo sfondo di disturbi ormonali, solo una condizione concomitante, i sintomi della malattia verranno alla ribalta.
  11. Processi infettivi. Le malattie infettive acute si verificano con un aumento della temperatura corporea e l'inizio della debolezza. Con qualsiasi lavoro fisico, il paziente sperimenterà un aumento della respirazione e della frequenza cardiaca. Con un'infezione del cuore o dei polmoni, la mancanza di respiro si sviluppa anche a riposo e diventa grave.
  12. Obesità. Con un aumento del peso corporeo, il cuore è costretto a lavorare in una modalità avanzata. Oltre al fatto che grandi volumi sono più difficili da fornire con la quantità necessaria di ossigeno, il grasso tende ad avvolgere il muscolo cardiaco, nei casi più gravi riempie il tessuto alveolare. Tutto questo è il motivo per lo sviluppo del quadro clinico dell'insufficienza respiratoria, nel tempo, anche con il minimo sforzo. Se hai difficoltà a respirare con il sovrappeso, dovresti praticare sport in modo tempestivo e iniziare a seguire una dieta terapeutica. In caso contrario, un ulteriore sviluppo porterà a gravi danni irreversibili agli organi.

La dispnea nei bambini durante l'esercizio fisico può essere normale se compare con uno sforzo significativo e si risolve rapidamente a riposo. Così è la manifestazione della malattia, se si verifica con un carico minimo o rimane a lungo in uno stato calmo.

Le cause più comuni di mancanza di respiro nei bambini sono:

  • laringite,
  • bronchite,
  • sviluppo cardiaco alterato,
  • anemia,
  • distonia vegetativa.

Nei bambini di età inferiore a un anno, la mancanza di respiro si verifica su qualsiasi malattia del sistema respiratorio e viene eliminata con il recupero. Dovresti diffidare di queste manifestazioni nei bambini. L'ipossia si sviluppa rapidamente in tenera età e può diventare una minaccia per la vita del bambino. Se viene rilevato un attacco, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza, soprattutto se la causa non è chiara..

Trattamento, assistenza e prevenzione

Imparare a respirare correttamente ed espandere il torace attraverso l'esercizio aiuterà a ridurre gli attacchi di respiro corto e ad alleviare i sintomi..

È necessario esercitare in un'area ben ventilata, in abiti larghi e in buona salute. Prima dell'esercizio, liberare il più possibile i polmoni e le vie nasali dal contenuto. Iniziamo ogni esercizio da 4 volte, aumentando gradualmente fino a 12.

Se l'esercizio ti dà disagio, dovresti eseguire la versione più leggera o rifiutarti di farlo, tornare all'esercizio posticipato dopo 3-4 sessioni. Per aumentare la ventilazione nella parte inferiore dei polmoni, puoi eseguire i seguenti esercizi:

SP seduto su una sedia, schiena gambe dritte unite, premere i piedi sul pavimento, le mani si trovano liberamente sulle ginocchia.

  1. Metti le mani sulle costole inferiori, come se le stringessi, espira lentamente, la testa e le spalle si inclinano, inspira fino alla posizione di partenza. Ripeti inclinato sull'altro lato.
  2. Espira con lo stomaco. La testa era abbassata sul petto e gradualmente si piegava sulle ginocchia. La schiena è rilassata, devi sentire le vertebre, prima il rachide cervicale si inclina, poi il torace. Quando inspiriamo, saliamo al PI.

SP sdraiato sulla schiena, piega le gambe alle ginocchia, premi saldamente i piedi sul pavimento.

  1. Durante l'espirazione, strappiamo il bacino dal pavimento. Trattenete il respiro, fissando il corpo in questa posizione per alcuni secondi. Espirazione lenta con ritorno alla posizione di partenza.
  2. Durante l'espirazione, tiriamo il ginocchio destro nel petto, durante l'espirazione torniamo al PI. Ripeti l'esercizio sulla gamba sinistra, su entrambe le gambe. La testa e le spalle sono arrotondate e sollevate durante l'inspirazione, il mento viene premuto contro il petto.

Si consiglia di terminare la lezione camminando in cerchio, accompagnato da un respiro calmo. Quando questo complesso non causa difficoltà, puoi scegliere un complesso più complesso aggiungendo esercizi vocali, respirazione con resistenza ed esercizi di respirazione dinamica. Per una selezione individuale del complesso si consiglia di rivolgersi ad un istruttore di ginnastica terapeutica.

La particolarità di fornire assistenza quando si verifica è che la mancanza di respiro è solo una manifestazione di una malattia. Non è la causa principale, pertanto è necessario fornire assistenza per eliminare la violazione primaria..

Se identifichi te stesso o i tuoi cari con sintomi minacciosi durante l'esercizio, dovresti consultare un terapista. Dopo l'esame iniziale, il medico, se necessario, farà riferimento a uno specialista ristretto per chiarire la diagnosi e prescrivere un trattamento efficace.

Specialisti ristretti che si occupano del trattamento della dispnea di varia origine:

  • cardiologo,
  • pneumologo,
  • neurologo,
  • oncologo.

Dopo un esame completo e l'identificazione della vera causa del disturbo respiratorio, il medico prescrive la terapia farmacologica.

Se si sviluppa un attacco di soffocamento, dovresti:

  • calma e fai sedere una persona,
  • sbottonare i vestiti stretti,
  • fornire aria fresca,
  • in violazione dell'eziologia cardiaca Nitrospray o nitroglicerina sotto la lingua,
  • con un attacco asmatico Salbutamol o Berotek.

Chiama un'ambulanza in caso di aumento dell'insufficienza respiratoria. Prima dell'arrivo della squadra dell'ambulanza, la persona deve essere sorvegliata.

Se la dispnea si verifica durante l'esercizio, dovresti: smettere di fumare, evitare lo stress, scegliere uno sport a tuo piacimento e farlo, trattare tutte le malattie in modo tempestivo e rafforzare l'immunità generale. Queste semplici misure possono aiutare a gestire la mancanza di respiro se si dispone di un trattamento adeguato. Se l'ipodynamia diventa la causa della mancanza di respiro, questi metodi saranno sufficienti per eliminare completamente la manifestazione della malattia.

Con una malattia grave, è necessario un trattamento e un mantenimento costanti del corpo con l'aiuto di esercizi speciali volti a ripristinare la normale respirazione e aumentare l'escursione del torace.

Cause di mancanza di respiro durante l'esercizio. Come distinguere la patologia dalla norma?

La mancanza di respiro è uno stato di insoddisfazione per il proprio respiro, che può essere una normale reazione alle condizioni che si sono manifestate, oppure il motivo sarà la presenza di una malattia. L'essenza di questo sintomo sintomatico è che la mancanza d'aria si fa sentire indipendentemente dai meccanismi adattativi o compensatori.

Nel caso della patogenesi, questo segno ha una colorazione negativa. Ciò è dovuto all'impossibilità di stabilire il controllo sul processo respiratorio. È importante capire quando la mancanza d'aria è la norma e quando la manifestazione clinica della malattia.

Sintomi

La mancanza di respiro si manifesta come un complesso dei seguenti sintomi:

  • mancanza di ossigeno;
  • senso di oppressione o pesantezza al petto;
  • vertigini, debolezza e nausea non sono esclusi;
  • il respiro accelera, l'ingresso diventa incompleto;
  • battito cardiaco e accelerazione del polso (leggi di più qui).

Nota. La mancanza di respiro in risposta all'esercizio fisico è normale. Dopo la cessazione dell'attività, la respirazione dovrebbe essere ripristinata rapidamente. Una situazione simile si sviluppa sotto stress. In altri casi, devi pensare a diagnosticare l'intero corpo..

Manifestazioni della norma

Dovrebbe essere chiaro che la mancanza di respiro è un meccanismo di compensazione per azioni o influenze esterne. In questo caso, la respirazione ritorna al suo stato originale non appena il fattore provocante viene rimosso..

In poche parole, è normale che la respirazione diventi più frequente quando:

  • qualsiasi attività fisica o attività;
  • esplosione emotiva, sia positiva che negativa;
  • con paura, ansia, ansia e così via.

Ciò è dovuto al fatto che l'acido urico si forma nei muscoli, il consumo di energia aumenta. Ciò richiede un maggiore apporto di ossigeno, la rimozione di anidride carbonica e prodotti metabolici dai tessuti..

Una situazione simile si verifica con un aumento ormonale: il corpo attiva tutti i sistemi del corpo, preparandolo per possibili eventi, ad esempio, la paura incoraggia una maggiore attenzione e prontezza a difendersi.

Importante. Si dovrebbe stare attenti se la mancanza di respiro si sviluppa in modo sproporzionato rispetto allo sforzo esercitato, ad esempio, quando si cammina, ci si china ea riposo. Sintomi simili sono tipici delle malattie cardiache o polmonari..

Possibili cause di mancanza di respiro

Se una persona nota una mancanza d'aria, questo è un segnale che richiede di prendere sul serio la propria salute. Le ragioni possono essere diverse, ma più spesso è tutto dovuto all'attività fisica e alle emozioni. Le condizioni patologiche con una clinica simile sono descritte nel video in questo articolo e sono indicate nella tabella seguente.

Tavolo. Malattie per le quali può esserci mancanza di respiro:

CausaCommento
Se lo scambio di gas è disturbato nei tessuti, il trasporto non viene fornito al livello appropriato nelle cellule, quindi si sviluppano processi ischemici e ipossici. Di conseguenza, il cuore inizia a lavorare più velocemente, si consuma, la respirazione accelera e la pressione sanguigna aumenta. I problemi respiratori possono essere aterosclerosi, ictus, infarto, anemia e altre gravi patologie.
La mancanza di aria può causare polmonite, enfisema, malattia polmonare ostruttiva cronica, asma bronchiale, cancro e altri problemi.
In questo caso, il cuore è costretto a pompare volumi di sangue molto grandi, un carico eccessivo cade su di esso e si consuma rapidamente. Di regola, le persone obese soffrono di malattie vascolari e diabete. L'attività fisica in questo caso provoca gravi attacchi di mancanza di respiro..
Nelle persone suscettibili all'anoressia o all'indebolimento a causa di una malattia, l'apparato muscolare è molto debole, il sangue è povero di globuli rossi, le cellule hanno un basso livello di lipidi a causa dei quali sperimentano una mancanza di energia.

Prevenzione

Non tutti i casi sono un segno di patologia. Forse il corpo è suscettibile all'inattività fisica, il tono muscolare è debole, quindi si sviluppa una reazione non del tutto normale dal sistema respiratorio all'attività fisica. I medici raccomandano di tenere traccia del proprio peso, condurre uno stile di vita sano, non fumare e almeno fare sport moderati..

Escursioni, jogging, nuoto, atletica e attività all'aperto sono utili. Tali misure non solo rafforzeranno i muscoli, alleneranno il sistema respiratorio, ma aumenteranno anche il livello di immunità, che è importante per mantenere la salute al giusto livello..

Si consiglia di visitare un medico una volta all'anno per una visita medica preventiva, anche se non ci sono reclami.

Le principali cause di mancanza di respiro

La mancanza di respiro è chiamata disturbi respiratori (ritmo, frequenza, profondità), in cui una persona non ha abbastanza aria o ha difficoltà a respirare.

Succede con tanti disturbi: malattie dei polmoni, cuore, disturbi del sistema nervoso autonomo o, anemia. La respirazione con mancanza di respiro è frequente, ma inadeguata, perché la persona non è in grado di fare un respiro profondo e avverte senso di oppressione al petto ad ogni respiro.

La mancanza di respiro non è la diagnosi stessa, ma solo un indicatore (segno) di una malattia. Nelle malattie cardiache, la mancanza di respiro è un sintomo importante, di cui parleremo di seguito..

Cos'è?

La mancanza di respiro o la dispnea (disturbo respiratorio) possono essere accompagnate da disturbi respiratori oggettivi (profondità, frequenza, ritmo) o solo sensazioni soggettive.

Secondo la definizione dell'accademico B.E. Votchal, la mancanza di respiro è, prima di tutto, la sensazione di un paziente, che lo costringe a limitare l'attività fisica o ad aumentare la respirazione.

Se i disturbi respiratori non causano sensazioni, questo termine non viene utilizzato e possiamo solo parlare di valutare la natura della violazione, ovvero la respirazione è difficile, superficiale, irregolare, eccessivamente profonda e intensificata. Tuttavia, la sofferenza e la reazione psicologica del paziente non diventano meno reali da questo..

Attualmente è accettata la definizione di dispnea proposta dalla società toracica (seno) degli Stati Uniti. In accordo con esso, la mancanza di respiro è un riflesso della percezione soggettiva del paziente del disagio respiratorio e include varie sensazioni di qualità che variano in intensità. Il suo sviluppo può causare reazioni fisiologiche e comportamentali secondarie ed essere dovuto all'interazione di fattori psicologici, fisiologici, sociali e ambientali.

Classificazione

Se la mancanza di respiro si manifesta durante l'esercizio, questa è la norma. Tuttavia, se un sintomo viene rilevato in uno stato di calma, è necessario consultare un medico. Per determinare la possibile eziologia della mancanza di respiro, il medico deve determinarne il tipo.

I medici distinguono tre tipi di dispnea:

  1. Stanza ispiratrice. Si manifesta in un respiro difficile e si forma sulla base di una diminuzione dell'apertura nella laringe, nella trachea e nei bronchi. Tipico per infezioni respiratorie acute nei bambini, difterite laringea, lesioni pleuriche e lesioni che causano la compressione dei bronchi.
  2. Espiratorio. Rivelato in un paziente con una espirazione difficile. Il fattore provocante per lo sviluppo di questa forma della malattia è una diminuzione dell'apertura nei piccoli bronchi. Il sintomo si manifesta nell'enfisema e nella broncopneumopatia cronica ostruttiva.
  3. Misto. La dispnea mista grave viene diagnosticata con malattia polmonare avanzata e insufficienza cardiaca.

Gravità della dispnea

A seconda dell'intensità dei sintomi, la mancanza di respiro è:

  • Grado 1 - si verifica quando si salgono le scale o in salita, nonché durante la corsa;
  • 2 gravità: la mancanza di respiro costringe il paziente a rallentare rispetto al ritmo di una persona sana;
  • 3 gradi di gravità: il paziente è costretto a fermarsi costantemente per riprendere fiato;
  • 4 gradi di gravità: una sensazione di mancanza d'aria preoccupa il paziente anche a riposo.

Se i disturbi respiratori si verificano solo durante un esercizio fisico sufficientemente intenso, parlano di gravità zero.

Fiato corto

Le principali cause di mancanza di respiro possono essere suddivise in 4 gruppi:

  1. Insufficienza respiratoria;
  2. Insufficienza cardiaca;
  3. Sindrome da iperventilazione (con distonia neurocircolatoria e nevrosi);
  4. Disturbi metabolici;
  5. Anemia.

Diamo uno sguardo più da vicino a ciascuno di questi tipi..

Dispnea cardiaca

La dispnea cardiaca è mancanza di respiro che si sviluppa a causa di patologie cardiache.

Di regola, la dispnea cardiaca è cronica. La mancanza di respiro con malattie cardiache è uno dei sintomi più importanti. In alcuni casi, a seconda del tipo di mancanza di respiro, durata, attività fisica, dopo la quale compare, si può giudicare lo stadio dell'insufficienza cardiaca. Di solito è caratterizzato da dispnea inspiratoria e frequenti attacchi di dispnea parossistica (ricorrente) notturna.

Le cause più comuni di dispnea cardiaca includono:

  • insufficienza cardiaca;
  • sindrome coronarica acuta;
  • difetti cardiaci;
  • cardiomiopatia;
  • miocardite;
  • pericardite;
  • emopericardio, tamponamento cardiaco.

Insufficienza cardiaca

L'insufficienza cardiaca è una patologia in cui il cuore, per determinati motivi, non è in grado di pompare il volume di sangue necessario per il normale metabolismo e il funzionamento degli organi e dei sistemi corporei.

Nella maggior parte dei casi, l'insufficienza cardiaca si sviluppa con condizioni patologiche come:

  • ipertensione arteriosa;
  • Cardiopatia ischemica (malattia coronarica);
  • pericardite costrittiva (infiammazione del pericardio, accompagnata dal suo indurimento e contrazione cardiaca compromessa);
  • cardiomiopatia restrittiva (infiammazione del muscolo cardiaco con diminuzione della sua estensibilità);
  • ipertensione polmonare (aumento della pressione sanguigna nell'arteria polmonare);
  • bradicardia (diminuzione della frequenza cardiaca) o tachicardia (aumento della frequenza cardiaca) di varie eziologie;
  • difetti cardiaci.

Il meccanismo di sviluppo della mancanza di respiro nell'insufficienza cardiaca è associato a una ridotta espulsione del sangue, che porta alla malnutrizione dei tessuti cerebrali, nonché alla congestione nei polmoni, quando le condizioni di ventilazione peggiorano e lo scambio di gas è compromesso.

Nelle prime fasi dell'insufficienza cardiaca, la mancanza di respiro può essere assente. Inoltre, con la progressione della patologia, la mancanza di respiro appare con forte sforzo, con carichi leggeri e anche a riposo.

Difetti cardiaci

Le malattie cardiache sono un cambiamento patologico nelle strutture del cuore che porta a un flusso sanguigno alterato. Il flusso sanguigno è disturbato sia nel cerchio grande che in quello piccolo della circolazione sanguigna. I difetti cardiaci possono essere congeniti e acquisiti. Possono riguardare le seguenti strutture: valvole, setti, vasi, pareti. I difetti cardiaci congeniti compaiono come risultato di varie anomalie genetiche, infezioni intrauterine. I difetti cardiaci acquisiti possono verificarsi sullo sfondo di endocardite infettiva (infiammazione del rivestimento interno del cuore), reumatismi, sifilide.

I difetti cardiaci includono le seguenti patologie:

  • un difetto del setto interventricolare è una malattia cardiaca acquisita, che è caratterizzata dalla presenza di un difetto in alcune parti del setto interventricolare, che si trova tra i ventricoli destro e sinistro del cuore;
  • finestra ovale aperta - un difetto nel setto interatriale, che si verifica a causa del fatto che la finestra ovale non si chiude, che è coinvolta nella circolazione sanguigna del feto;
  • condotto arterioso aperto (botall), che nel periodo prenatale collega l'aorta con l'arteria polmonare e deve chiudersi durante il primo giorno di vita;
  • coartazione dell'aorta - un difetto cardiaco, che si manifesta con un restringimento del lume dell'aorta e richiede un intervento chirurgico cardiaco;
  • l'insufficienza delle valvole cardiache è un tipo di difetto cardiaco in cui è impossibile chiudere completamente le valvole del cuore e si verifica l'inversione del flusso sanguigno;
  • la stenosi delle valvole cardiache è caratterizzata da restringimento o fusione dei lembi delle valvole e interruzione del normale flusso sanguigno.

Diverse forme di malattie cardiache hanno manifestazioni specifiche, ma ci sono anche sintomi generali caratteristici dei difetti..

I sintomi che sono più comuni con i difetti cardiaci sono:

  • dispnea;
  • cianosi della pelle;
  • pallore della pelle;
  • perdita di conoscenza;
  • ritardo nello sviluppo fisico;
  • mal di testa.

Naturalmente, la sola conoscenza delle manifestazioni cliniche non è sufficiente per stabilire una diagnosi corretta. Ciò richiede i risultati di studi strumentali, ovvero ultrasuoni (ultrasuoni) del cuore, radiografie degli organi del torace, tomografia computerizzata, risonanza magnetica, ecc..

I difetti cardiaci sono malattie in cui la condizione può essere alleviata con l'aiuto di metodi terapeutici, ma può essere completamente curata solo con l'aiuto della chirurgia..

Sindrome coronarica acuta

La sindrome coronarica acuta è un gruppo di sintomi e segni che suggeriscono un infarto miocardico o un'angina pectoris instabile. L'infarto miocardico è una malattia che si verifica a causa di uno squilibrio tra la richiesta di ossigeno del miocardio e l'apporto di ossigeno, che si traduce in necrosi di una parte del miocardio. L'angina instabile è un'esacerbazione della malattia coronarica che può portare a infarto miocardico o morte improvvisa. Queste due condizioni sono combinate in un'unica sindrome a causa del meccanismo patogenetico generale e della difficoltà di diagnosi differenziale tra loro all'inizio. La sindrome coronarica acuta si verifica con aterosclerosi e trombosi delle arterie coronarie, che non possono fornire al miocardio la quantità richiesta di ossigeno.

I sintomi della sindrome coronarica acuta sono considerati:

  • dolore al petto, che può irradiarsi anche alla spalla sinistra, al braccio sinistro, alla mascella inferiore; il dolore di solito dura più di 10 minuti;
  • mancanza di respiro, sensazione di mancanza di respiro;
  • una sensazione di pesantezza al petto;
  • sbiancamento della pelle;
  • svenimento.

Per distinguere tra queste due malattie (infarto miocardico e angina instabile), è necessario un ECG (elettrocardiogramma), nonché la nomina di un esame del sangue per le troponine cardiache. Le troponine sono proteine ​​che si trovano in grandi quantità nel muscolo cardiaco e sono coinvolte nel processo di contrazione muscolare. Sono considerati marker (tratti distintivi) di malattie cardiache e in particolare di danno miocardico.

Pronto soccorso per i sintomi della sindrome coronarica acuta: nitroglicerina per via sublinguale (sotto la lingua), sbottonare indumenti stretti che stringono il petto, fornire aria fresca e chiamare un'ambulanza.

Cardiomiopatia

La cardiomiopatia è una malattia caratterizzata da un danno al cuore e si manifesta con ipertrofia (un aumento del volume delle cellule del muscolo cardiaco) o dilatazione (un aumento del volume delle camere cardiache).

Esistono due tipi di cardiomiopatie:

  • primario (idiopatico), la cui causa è sconosciuta, ma si presume che possa essere malattie autoimmuni, fattori infettivi (virus), fattori genetici e di altro tipo;
  • secondario, che appare sullo sfondo di varie malattie (ipertensione, intossicazione, malattia coronarica, amiloidosi e altre malattie).

Le manifestazioni cliniche della cardiomiopatia, di regola, non sono patognomoniche (specifiche solo per questa malattia). Tuttavia, i sintomi indicano la possibile presenza di malattie cardiache, motivo per cui i pazienti spesso vanno dal medico..

Le manifestazioni più comuni di cardiomiopatia sono considerate:

  • fiato corto;
  • tosse;
  • sbiancamento della pelle;
  • aumento della fatica;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • vertigini.

Il decorso progressivo della cardiomiopatia può portare a una serie di gravi complicazioni che minacciano la vita del paziente. Le complicanze più comuni delle cardiomiopatie sono l'infarto del miocardio, l'insufficienza cardiaca, le aritmie.

Pericardite

La pericardite è una lesione infiammatoria del pericardio (sacco). Le cause della pericardite sono simili a quelle della miocardite. La pericardite si manifesta con dolore toracico prolungato (che, a differenza della sindrome coronarica acuta, non scompare quando si assume nitroglicerina), febbre e grave mancanza di respiro. Con la pericardite, a causa di alterazioni infiammatorie nella cavità pericardica, possono formarsi aderenze, che possono quindi crescere insieme, il che complica significativamente il lavoro del cuore.

Con la pericardite, la mancanza di respiro si forma spesso in posizione orizzontale. La mancanza di respiro con la pericardite è un sintomo costante e non scompare fino a quando la causa dell'evento non viene eliminata.

Miocardite

La miocardite è una lesione del miocardio (muscolo cardiaco) di natura prevalentemente infiammatoria. I sintomi della miocardite sono mancanza di respiro, dolore al petto, vertigini, debolezza.

Tra le cause della miocardite ci sono:

  • Le infezioni batteriche e virali più spesso di altre cause causano miocardite infettiva. Gli agenti causali più comuni della malattia sono i virus, vale a dire il virus Coxsackie, il virus del morbillo, il virus della rosolia.
  • Reumatismi, in cui la miocardite è una delle manifestazioni principali.
  • Malattie sistemiche come il lupus eritematoso sistemico, la vasculite (infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni) portano a danno miocardico.
  • L'assunzione di alcuni medicinali (antibiotici), vaccini, sieri può anche portare a miocardite.

La miocardite si manifesta solitamente con mancanza di respiro, affaticamento, debolezza, dolore al cuore. A volte la miocardite può essere asintomatica. Quindi la malattia può essere rilevata solo con l'aiuto di studi strumentali..
Al fine di prevenire l'insorgenza della miocardite, è necessario trattare tempestivamente le malattie infettive, riabilitare focolai cronici di infezioni (carie, tonsillite), prescrivere razionalmente farmaci, vaccini e sieri.

Tamponamento cardiaco

Il tamponamento cardiaco è una condizione patologica in cui il liquido si accumula nella cavità pericardica e l'emodinamica (movimento del sangue attraverso i vasi) è disturbata. Il fluido nella cavità pericardica comprime il cuore e limita i battiti cardiaci.

Il tamponamento cardiaco può manifestarsi sia in modo acuto (con trauma) che con malattie croniche (pericardite). Manifestato da una straziante mancanza di respiro, tachicardia e una diminuzione della pressione sanguigna. Il tamponamento cardiaco può causare insufficienza cardiaca acuta, shock. Questa patologia è molto pericolosa e può portare a una completa cessazione dell'attività cardiaca. Pertanto, un intervento medico tempestivo è della massima importanza. In caso di emergenza, vengono eseguite la puntura pericardica e la rimozione del fluido patologico.

Dispnea polmonare

La mancanza di respiro è un sintomo di quasi tutte le malattie dei polmoni e dei bronchi. Quando il tratto respiratorio è interessato, è associato alla difficoltà di passaggio dell'aria (in caso di inspirazione o espirazione). Nelle malattie polmonari, la mancanza di respiro si verifica a causa del fatto che l'ossigeno non può normalmente penetrare attraverso le pareti degli alveoli nel flusso sanguigno.

Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)

La BPCO è un termine generico che a volte viene confuso con la bronchite cronica, ma non è proprio la stessa cosa. Le malattie polmonari ostruttive croniche sono un gruppo indipendente di malattie che sono accompagnate da un restringimento del lume dei bronchi e si manifestano sotto forma di mancanza di respiro come sintomo principale.

La costante mancanza di respiro nella BPCO si verifica a causa del restringimento del lume delle vie aeree, che è causato dall'azione di sostanze nocive irritanti su di esse. Molto spesso, la malattia si manifesta nei forti fumatori e nelle persone impiegate in lavori pericolosi.

Nelle malattie polmonari ostruttive croniche, le seguenti caratteristiche sono caratteristiche:

  1. Il processo di restringimento dei bronchi è quasi irreversibile: può essere fermato e compensato con l'aiuto di farmaci, ma non può essere invertito.
  2. Il restringimento delle vie aeree e, di conseguenza, la mancanza di respiro, è in costante aumento.
  3. La mancanza di respiro è principalmente di natura espiratoria: sono colpiti piccoli bronchi e bronchioli. Pertanto, il paziente respira facilmente l'aria, ma la espira con difficoltà..
  4. La mancanza di respiro in questi pazienti è combinata con una tosse umida, durante la quale l'espettorato esce.

Se la mancanza di respiro è cronica e vi è il sospetto di BPCO, il terapista o il pneumologo prescrive un esame per il paziente, che include spirografia (valutazione della funzione respiratoria dei polmoni), radiografia del torace nelle proiezioni frontali e laterali e esame dell'espettorato.

Il trattamento della mancanza di respiro nella BPCO è difficile e richiede tempo. La malattia spesso porta alla disabilità e alla disabilità del paziente.

Bronchite

La mancanza di respiro è un sintomo caratteristico della bronchite, un'infezione infiammatoria dei bronchi. L'infiammazione può essere localizzata in un grande bronco, in quelli più piccoli e nei bronchioli, che passano direttamente nel tessuto polmonare (la malattia è chiamata bronchiolite).

La dispnea si verifica nella bronchite ostruttiva acuta e cronica. Il decorso ei sintomi di queste forme della malattia differiscono:

  1. La bronchite acuta ha tutti i segni di una malattia infettiva acuta. La temperatura corporea del paziente aumenta, c'è un naso che cola, mal di gola, tosse secca o umida, violazione delle condizioni generali. Il trattamento della mancanza di respiro con la bronchite prevede la nomina di farmaci antivirali e antibatterici, espettoranti, broncodilatatori (espandendo il lume dei bronchi).
  2. La bronchite cronica può portare a mancanza di respiro persistente o ai suoi episodi sotto forma di esacerbazioni. Questa malattia non è sempre causata da infezioni: è causata da un'irritazione prolungata dell'albero bronchiale con vari allergeni e sostanze chimiche nocive, fumo di tabacco. Il trattamento della bronchite cronica è solitamente a lungo termine.

Nella bronchite ostruttiva, la difficoltà di espirazione (dispnea espiratoria) è più comune. Ciò è causato da tre gruppi di motivi che il medico sta cercando di combattere durante il trattamento:

  • il rilascio di una grande quantità di muco viscoso: gli espettoranti aiutano a tirarlo fuori;
  • una reazione infiammatoria, a seguito della quale la parete del bronco si gonfia, restringendo il suo lume: questa condizione viene combattuta con l'aiuto di antinfiammatori,
  • farmaci antivirali e antimicrobici;
  • spasmo dei muscoli che compongono la parete bronchiale: contro questa condizione il medico prescrive broncodilatatori e farmaci antiallergici.

Polmonite

La polmonite è una malattia infettiva in cui si sviluppa un processo infiammatorio nel tessuto polmonare. Si verificano mancanza di respiro e altri sintomi, la cui gravità dipende dall'agente patogeno, dall'entità della lesione, dal coinvolgimento di uno o entrambi i polmoni nel processo.

La mancanza di respiro con la polmonite è combinata con altri sintomi:

  1. Di solito, la malattia inizia con un forte aumento della temperatura. Sembra una grave infezione virale respiratoria. Il paziente avverte un deterioramento delle condizioni generali.
  2. C'è una forte tosse, che porta al rilascio di una grande quantità di pus.
  3. La mancanza di respiro con la polmonite si nota fin dall'inizio della malattia, è di natura mista, cioè il paziente ha difficoltà a respirare dentro e fuori.
  4. Colore della pelle pallido, a volte grigio-bluastro.
  5. Dolore al petto, specialmente nel luogo in cui si trova il focus patologico.
  6. Nei casi più gravi, la polmonite è spesso complicata da insufficienza cardiaca, che porta ad un aumento della mancanza di respiro e alla comparsa di altri sintomi caratteristici.

Se si verifica una grave mancanza di respiro, tosse e altri sintomi di polmonite, è necessario consultare un medico il prima possibile. Se il trattamento non viene avviato nelle prime 8 ore, la prognosi per il paziente si sta notevolmente deteriorando, fino alla possibilità di morte. Il principale metodo diagnostico per la mancanza di respiro causata dalla polmonite è la RX torace. Sono prescritti farmaci antibatterici e altri.

Tumore polmonare

Il cancro del polmone è un tumore maligno che è asintomatico nelle prime fasi. All'inizio, il processo può essere rilevato solo per caso, durante una radiografia o una fluorografia. Successivamente, quando la neoplasia maligna raggiunge una dimensione sufficientemente grande, si verificano mancanza di respiro e altri sintomi:

  1. Tosse hacking frequente, che infastidisce il paziente quasi costantemente. In questo caso, l'espettorato esce in quantità molto piccole.
  2. L'emottisi è uno dei sintomi più comuni del cancro ai polmoni e della tubercolosi..
  3. Il dolore toracico si unisce alla mancanza di respiro e ad altri sintomi se il tumore cresce al di fuori dei polmoni e colpisce la parete toracica.
  4. Violazione delle condizioni generali del paziente, debolezza, letargia, perdita di peso e esaurimento completo.
  5. I tumori polmonari spesso metastatizzano ai linfonodi, ai nervi, agli organi interni, alle costole, allo sterno e alla colonna vertebrale. In questo caso, compaiono ulteriori sintomi e reclami..

La diagnosi delle cause della mancanza di respiro nei tumori maligni nelle prime fasi è abbastanza difficile. I metodi più informativi sono radiografia, tomografia computerizzata, esame dei marcatori tumorali nel sangue (sostanze speciali che si formano nel corpo in presenza di un tumore), esame citologico dell'espettorato, broncoscopia.

Il trattamento può includere chirurgia, citostatici, radioterapia e altri metodi più moderni..

Asma

L'asma bronchiale è una malattia allergica in cui c'è un processo infiammatorio nei bronchi, accompagnato da spasmi delle loro pareti e sviluppo di mancanza di respiro. Questa patologia è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  1. La mancanza di respiro nell'asma bronchiale si sviluppa sempre sotto forma di attacchi. Allo stesso tempo, è facile per il paziente inspirare aria ed è molto difficile espirarla (dispnea espiratoria). L'attacco di solito scompare dopo l'assunzione o l'inalazione di broncomimetici, medicinali che aiutano a rilassare la parete bronchiale ed espandere il suo lume.
  2. Con un attacco prolungato di mancanza di respiro, il dolore si verifica nella parte inferiore del torace, che è associato alla tensione del diaframma.
  3. Durante un attacco, c'è una tosse e una sensazione di congestione al petto. Allo stesso tempo, l'espettorato non viene praticamente rilasciato. È viscoso, vetroso, lascia in piccole quantità, di solito alla fine di un episodio di soffocamento.
  4. Mancanza di respiro e altri sintomi di asma bronchiale si verificano più spesso durante il contatto del paziente con alcuni allergeni: polline, peli di animali, polvere, ecc..
  5. Spesso si notano anche altre reazioni allergiche sotto forma di orticaria, eruzione cutanea, rinite allergica, ecc..
  6. La manifestazione più grave dell'asma bronchiale è il cosiddetto stato asmatico. Si sviluppa come un attacco normale, ma non viene fermato con l'aiuto di broncomimetici. A poco a poco, le condizioni del paziente peggiorano, al punto che cade in coma. Lo stato di asma è una condizione pericolosa per la vita che richiede cure mediche di emergenza.

Altre malattie polmonari

Esistono ancora un gran numero di patologie polmonari che sono meno comuni, ma possono anche portare a mancanza di respiro:

  1. Interruzione del processo di inalazione a seguito di danni ai muscoli respiratori (muscoli intercostali e diaframma) in caso di poliomielite, miastenia grave, paralisi.
  2. Violazione della forma del torace e compressione dei polmoni con scoliosi, malformazioni delle vertebre toraciche, spondilite anchilosante (spondilite anchilosante), ecc..
  3. La tubercolosi polmonare è una malattia infettiva specifica causata dal Mycobacterium tuberculosis.
  4. L'actinomicosi dei polmoni è una malattia fungina, che è principalmente causata da una significativa diminuzione dell'immunità.
  5. Lo pneumotorace è una condizione in cui si nota un danno al tessuto polmonare e l'aria entra nella cavità toracica dai polmoni. Il più comune pneumotorace spontaneo causato da infezioni e processi cronici nei polmoni.
  6. Enfisema: un gonfiore del tessuto polmonare che si verifica anche in alcune condizioni croniche.
  7. La silicosi è una malattia professionale associata alla deposizione di particelle di polvere nei polmoni e si manifesta sotto forma di mancanza di respiro e altri sintomi.
  8. Sarcoidosi - una malattia polmonare infettiva.

Mancanza di respiro con anemia

Le anemie sono un gruppo di malattie caratterizzate da cambiamenti nella composizione del sangue, vale a dire una diminuzione del contenuto di emoglobina ed eritrociti in esso. Poiché l'ossigeno viene trasportato dai polmoni direttamente agli organi e ai tessuti con l'aiuto dell'emoglobina, quindi con una diminuzione della sua quantità, il corpo inizia a sperimentare la carenza di ossigeno - ipossia. Naturalmente, sta cercando di compensare questa condizione, grosso modo, per pompare più ossigeno nel sangue, a seguito della quale la frequenza e la profondità dei respiri aumentano, cioè si verifica mancanza di respiro. Le anemie sono di diversi tipi e si verificano per diversi motivi:

  • con disturbi metabolici congeniti;
  • come sintomo di cancro, in particolare cancro del sangue;
  • insufficiente apporto di ferro dal cibo (nei vegetariani, per esempio);
  • sanguinamento cronico (con ulcera peptica, leiomioma uterino);
  • dopo recenti gravi malattie infettive o somatiche.

Oltre alla mancanza di respiro con anemia, il paziente lamenta:

  • grave debolezza, perdita di forza;
  • diminuzione della qualità del sonno, diminuzione dell'appetito;
  • vertigini, mal di testa, prestazioni ridotte, ridotta concentrazione, memoria.

Le persone con anemia sono caratterizzate da pallore della pelle, in alcuni tipi di malattia: la sua tinta gialla o ittero.

Non è difficile diagnosticare l'anemia: è sufficiente superare un esame del sangue generale. Con le modifiche in esso, indicanti l'anemia, per chiarire la diagnosi e identificare le cause della malattia, verranno assegnati una serie di altri esami, sia di laboratorio che strumentali. Il trattamento è prescritto da un ematologo.

Mancanza di respiro con disturbi nervosi

Fino al 75% dei pazienti con psichiatri e neuropatologi lamenta di tanto in tanto mancanza di respiro più o meno grave.

Tali pazienti sono disturbati dalla sensazione di mancanza d'aria, che è spesso accompagnata dalla paura della morte per soffocamento. I pazienti con dispnea psicogena sono per lo più persone sospettose con una psiche instabile e una tendenza all'ipocondria. La mancanza di respiro può svilupparsi in loro con stress o anche senza una ragione apparente. In alcuni casi, il cosiddetto. falsi attacchi di asma.

Una caratteristica specifica della dispnea negli stati nevrotici è la sua "comparsa di rumore" da parte del paziente. Respira forte e veloce, geme e geme, cercando di attirare l'attenzione.

Mancanza di respiro con malattie endocrine

I problemi respiratori sono spesso un sintomo indiretto della disfunzione tiroidea. Con la tireotossicosi - un aumento del livello di ormoni tiroidei - il metabolismo accelera, a seguito del quale tutti i tessuti e gli organi richiedono più ossigeno di prima. Il cuore potrebbe non essere in grado di sopportare l'aumento dello stress, con conseguente mancanza di respiro compensatorio.

La mancanza di ormoni tiroidei, tra le altre malattie, può portare a un eccesso di peso. Il deposito di grasso sugli organi interni, compreso il cuore, può avere un effetto estremamente negativo sulle sue funzioni..

La mancanza di respiro può anche indicare la presenza di diabete mellito nel paziente, in cui sono frequenti le patologie vascolari. Mancanza di nutrizione di organi e tessuti, compresa la fornitura di ossigeno, il corpo cerca di compensare con l'aiuto della respirazione forzata. La nefropatia diabetica in via di sviluppo non fa che aggravare la situazione, riempiendo il sangue di metaboliti tossici.

Mancanza di respiro nelle donne in gravidanza

Il volume totale del sangue circolante aumenta durante la gravidanza.

Il sistema respiratorio della donna deve fornire ossigeno a due organismi contemporaneamente: la futura mamma e il feto in via di sviluppo. Poiché l'utero aumenta di dimensioni in modo significativo, preme sul diaframma, riducendo in qualche modo l'escursione respiratoria. Questi cambiamenti causano mancanza di respiro in molte donne incinte. La frequenza respiratoria aumenta a 22-24 respiri al minuto e aumenta ulteriormente con lo stress emotivo o fisico.

La dispnea può progredire con la crescita del feto; inoltre, è aggravato dall'anemia, che si nota spesso nelle future mamme. Se la frequenza respiratoria supera i valori sopra indicati, questo è un motivo per mostrare una maggiore vigilanza e consultare il medico della clinica prenatale che guida la gravidanza.

Mancanza di respiro nei bambini

Molto spesso, la mancanza di respiro nei bambini si verifica con le seguenti condizioni patologiche:

  1. Bronchite virale e batterica, polmonite, asma bronchiale, allergie;
  2. Laringotracheite acuta stenosante, o falsa groppa (una caratteristica della struttura della laringe nei bambini è il suo piccolo lume, che, con alterazioni infiammatorie nella mucosa di questo organo, può portare a un'interruzione del passaggio dell'aria attraverso di essa; di solito si sviluppa una falsa groppa durante la notte - l'edema cresce nelle corde vocali, portando a pronunciato mancanza di respiro inspiratorio e soffocamento; in questa condizione, è necessario fornire al bambino un afflusso di aria fresca e chiamare immediatamente un'ambulanza);
  3. Sindrome da distress respiratorio di un neonato (spesso registrata in bambini prematuri le cui madri soffrono di diabete mellito, disturbi cardiovascolari, malattie dell'area genitale; ipossia intrauterina, asfissia contribuiscono ad essa; manifestata clinicamente da mancanza di respiro con una frequenza respiratoria di oltre 60 al minuto, una tinta blu della pelle e la loro pallore, si nota anche rigidità toracica; il trattamento dovrebbe essere iniziato il prima possibile - il metodo più moderno è l'introduzione di un surfattante polmonare nella trachea di un neonato nei primi minuti della sua vita);
  4. Difetti cardiaci congeniti (a seguito di disturbi dello sviluppo intrauterino, il bambino sviluppa messaggi patologici tra i principali vasi o cavità del cuore, portando alla miscelazione di sangue venoso e arterioso; di conseguenza, gli organi ei tessuti del corpo ricevono sangue che non è saturo di ossigeno e sperimenta l'ipossia; a seconda della gravità difetto indicato osservazione dinamica e / o trattamento chirurgico).

Cosa fare e come trattare?

Come abbiamo scoperto, il modo per sbarazzarsi della mancanza di respiro dipende interamente dalla sua causa. Ciascuna delle malattie che possono provocare difficoltà respiratorie richiede un approccio individuale, il superamento di determinati test e il superamento di vari esami. Se ritieni che oltre alla mancanza di respiro, qualcos'altro ti infastidisca, allora la terapia dovrebbe essere prescritta da un medico e solo da un medico - non c'è bisogno di auto-medicare! Se un attacco di mancanza di respiro ti prende di sorpresa, dovresti interrompere qualsiasi attività fisica. Se la condizione dura più di 10 minuti, è necessario chiamare un'ambulanza.

Esistono linee guida generali per prevenire la mancanza di respiro che chiunque può seguire..

  1. Prendi molta aria fresca, se possibile, evita di camminare vicino alle autostrade trafficate.
  2. Se conduci uno stile di vita sedentario, prova a cambiarlo: almeno dovresti dedicare 20 minuti al giorno a camminare a ritmo sostenuto. Puoi nuotare, uno degli sport più ricreativi.
  3. Cerca di formare una dieta corretta e rinuncia ai prodotti del tabacco: l'eccesso di cibo, come il fumo, contribuisce a problemi respiratori.
  4. Presta attenzione agli esercizi di respirazione: aiuterà a migliorare la salute e prevenire la mancanza di respiro.
  5. Se sei allergico, dovresti evitare il contatto con gli allergeni (polvere, peli di animali, polline), poiché causano broncospasmo. Un attimo di respiro aiuterà a prevenire che questi allergeni entrino nella tua casa. E coloro che soffrono di allergie alimentari dovrebbero attenersi a una dieta individuale..

È estremamente importante per il medico:

  • stabilire la causa della mancanza di respiro durante l'esercizio o la reazione emotiva;
  • comprensione e corretta interpretazione dei reclami del paziente;
  • chiarimento delle circostanze in cui si verifica questo sintomo;
  • la presenza di altri sintomi che accompagnano la mancanza di respiro.

Altrettanto importante è:

  • l'idea generale del paziente della mancanza di respiro stesso;
  • la sua comprensione del meccanismo della dispnea;
  • accesso tempestivo a un medico;
  • corretta descrizione dei sentimenti del paziente.

Pertanto, la mancanza di respiro è un complesso di sintomi inerente a condizioni fisiologiche e molte patologiche. L'esame dei pazienti deve essere individualizzato utilizzando tutte le tecniche disponibili che consentono di oggettivarlo al fine di scegliere il metodo di trattamento più razionale.


Articolo Successivo
Segni e trattamenti per il blocco dei vasi sanguigni nelle gambe