Sintomi di cardiopatia ischemica


La cardiopatia ischemica (IHD) è un gruppo di patologie cardiache, che si basano, prima di tutto, sulla discrepanza tra la quantità di ossigeno necessaria al muscolo cardiaco per un lavoro ininterrotto a tutti gli effetti e la quantità di ossigeno che gli viene fornita. In tutte le forme di malattia ischemica, c'è una violazione dell'afflusso di sangue al miocardio sullo sfondo di spasmi o cambiamenti nel lume delle arterie coronarie.

La cardiopatia ischemica oggi nel mondo soffre dal 6% al 15% circa della popolazione di diversi paesi. Questa patologia è la prima nell'elenco delle cause di morte degli abitanti del pianeta. Rappresenta circa il 35% dei decessi per malattie cardiovascolari.

Fattori di rischio di CHD

Per ammalarsi di malattia ischemica, è sufficiente avere un tipo di flusso sanguigno nel cuore che non soddisferà i suoi bisogni metabolici, in cui si accumuleranno i prodotti metabolici sottoossidati o si indebolirà significativamente la contrattilità del miocardio. I rischi di contrarre questa condizione sono maggiori, più stretto è il lume delle arterie cardiache e la gittata cardiaca meno produttiva.

  • Gli uomini (a causa delle peculiarità del background ormonale) hanno maggiori probabilità di sviluppare una malattia coronarica rispetto alle donne, gli anziani hanno maggiori probabilità di soffrire di questa malattia rispetto ai giovani. Dopo l'inizio della menopausa I rischi di uomini e donne si equalizzano dopo l'inizio dell'ultima menopausa.
  • Disturbo del metabolismo lipidico (accumulo di LDL, diminuzione di HDL), che porta all'aterosclerosi delle arterie coronarie - il principale rischio nello sviluppo dell'ischemia cardiaca.
  • Ipertensione arteriosa, sindrome metabolica, diabete mellito e obesità addominale aumentano il rischio di malattia coronarica.
  • Fumatori e alcolisti hanno maggiori probabilità di soffrire di ischemia miocardica.
  • Anche uno stile di vita sedentario è considerato un fattore di rischio.

Opzioni di sviluppo IHD

  • Angina pectoris - c'è angina da sforzo (prima volta o stabile), angina instabile, angina vasospastica
  • Morte coronarica improvvisa
  • Infarto miocardico
  • Cardiosclerosi postinfartuale
  • Disturbi del ritmo cardiaco
  • Insufficienza cardiaca

Quali sono i dolori con la malattia coronarica??

Questa è la manifestazione più caratteristica dell'intero gruppo di malattie. Il dolore nasce come risposta dei tessuti all'accumulo di prodotti metabolici sottoossidati e all'innesco di una cascata di mediatori infiammatori. La versione classica del dolore nella malattia coronarica è un attacco di angina pectoris. La durata di un attacco doloroso con angina da sforzo stabile non supera i quindici minuti. Il dolore di un carattere compressivo, meno spesso pressante si verifica nella proiezione del cuore (dolore nella parte sinistra del torace) o dietro lo sterno (vedi cause del dolore nel cuore).

Angina stabile

L'insorgenza del dolore nell'angina da sforzo stabile è associata a:

  • l'attività fisica, cioè il dolore si verifica durante l'esercizio e dopo la sua conclusione svanisce gradualmente
  • il dolore può essere innescato dal fumo
  • stress psico-emotivo
  • episodio di alcol
  • a volte anche un aumento della temperatura
  • fuori al freddo
  • o mangiare troppo

L'intensità del dolore nell'angina pectoris oscilla tra moderata e abbastanza intensa, ma non raggiunge il grado di insopportabile. Il dolore può essere dato all'area della scapola sinistra e sotto di essa, alla mano sinistra oa più dita della mano sinistra.Vi è anche un riflesso del dolore cardiaco nella metà sinistra della mascella inferiore. Irradiazione rara - alla mano destra.

Il dolore può essere eliminato interrompendo l'attività fisica o assumendo nitroglicerina in compresse, gocce o spray (se sei intollerante ai nitrati, puoi usare Sydnopharm - Molsidomin alla dose di 2 mg, cioè una compressa). A volte il dolore a tutti gli effetti è sostituito da una sensazione di intorpidimento al petto o intorpidimento del mignolo e dell'anulare della mano sinistra.

Per l'angina stabile, viene utilizzata una classificazione, che dipende dalla frequenza degli attacchi e dalle condizioni per il loro verificarsi. A seconda della classe, vengono selezionate le tattiche di gestione della malattia e del supporto farmacologico.

  • 1 classe funzionale - convulsioni con carichi che superano la normale intensità o durata. Elevata resistenza al carico.
  • Classe 2 - Dolore con carichi normali medi (quando si cammina per più di 500 m, quando si sale sopra un piano). I rischi di un attacco all'attività non fisica sono alti.
  • Classe 3 - L'attività fisica abituale è limitata. Il dolore appare quando si cammina per più di 500 m, quando si sale un piano.
  • Grado 4 - Le convulsioni sono provocate da uno sforzo minimo, le attività quotidiane e la cura di sé sono limitate. Sono tipici l'angina pectoris a riposo e gli attacchi di dolore quando si cambia la posizione del corpo (quando si va a letto). È impossibile camminare anche 100 m.

Angina instabile

Angina progressiva - L'angina instabile è caratterizzata da una diminuzione costante della resistenza allo stress e da una diminuzione costante della soglia di carico che provoca dolore. Allo stesso tempo, aumenta il numero di attacchi di dolore a settimana, giorno e la loro gravità e durata..

Angina a riposo - Anche l'angina a riposo è considerata instabile, quando non esiste una relazione chiara tra l'inizio di un attacco di dolore e l'attività fisica, un attacco di dolore dura più di 15 minuti, ma non porta alla necrosi del muscolo cardiaco. Ciò include anche il dolore anginoso che si è manifestato per la prima volta o dopo un lungo intervallo interictale. Entro un mese, una tale variante dell'angina pectoris sarà considerata l'angina pectoris di prima insorgenza. Poiché l'angina pectoris instabile è un'opzione intermedia tra angina da sforzo stabile e infarto miocardico, qualsiasi episodio di esso richiede la ricerca immediata di assistenza medica qualificata, diagnostica aggiuntiva (ECG) e terapia adeguata.

Anche l'angina pectoris variante sullo sfondo dello spasmo dei vasi coronarici (angina di Prinzmetal) non è associata all'attività fisica e spesso dà dolore nelle prime ore del mattino.

Postinfarto - Un'altra variante dell'angina instabile, caratterizzata dalla ripresa o dalla comparsa di attacchi di dolore anginoso nel periodo da giorni a 8 settimane dopo l'infarto miocardico. Può essere innescato da un'attività fisica precoce o da un supporto farmacologico inadeguato..

Infarto miocardico acuto

La manifestazione principale e più frequente è anche una sindrome del dolore simile all'angina pectoris, ma caratterizzata da una maggiore gravità delle sensazioni dolorose (dalla pressione e dalla spremitura al bruciore), nonché dalla durata e dalla mancanza di sollievo sullo sfondo dell'assunzione di nitrati. Abbastanza spesso, il dolore è completato da:

  • paura della morte
  • sintomi vegetativi come sudorazione, vertigini
  • nausea, vomito, dolore addominale.

Questi ultimi sono caratteristici della forma addominale di un infarto, che può procedere sotto le spoglie di problemi gastrointestinali. Spesso, un attacco di cuore è completato da un collasso o da uno shock doloroso in cui il paziente diventa pallido, grigio e perde conoscenza.

Con una variante cerebrale di un attacco di cuore, sono i disturbi della circolazione cerebrale con perdita di coscienza che precedono il dolore al petto.

Da segnalare anche la forma indolore dell'infarto miocardico, in cui il paziente non avverte dolore e talvolta soffre di necrosi del muscolo cardiaco “sulle gambe”. Questo tipo di infarto è spesso tipico degli anziani con grave indurimento spontaneo dei vasi cardiaci e per i pazienti che bevono. Allo stesso tempo, vengono evidenziati disturbi del ritmo cardiaco o collasso vascolare..

Diagnosi differenziale di infarto:

  • L'ECG rimane la base per la diagnosi differenziale di infarto miocardico acuto e attacco di angina prolungato (della durata di 20-30 minuti).
  • In condizioni domestiche, vale la pena concentrarsi sull'efficacia della nitroglicerina. Quindi, in caso di spremitura nella zona del cuore con o senza irradiazione, puoi mettere una compressa di nitroglicerina sotto la lingua o spruzzarla con uno spray (Nitromint) una volta o utilizzare Molsidomin (Korvaton, Sidnopharm). Se il dolore persiste entro cinque minuti, la procedura viene ripetuta. Dopo aver atteso altri cinque minuti, prendono la terza pillola e chiamano l'ambulanza, poiché si tratta già di un attacco prolungato di angina pectoris e, forse, di un infarto.

Un infarto è la morte del muscolo cardiaco sullo sfondo della trombosi (o restringimento) di una nave coronarica. Pertanto, il sangue non scorre per la posizione del trombo e il dolore non può essere completamente fermato dalla ridistribuzione del sangue tra gli strati del miocardio, che è data dai nitrati. Con un attacco di cuore, la sindrome del dolore viene rimossa solo dalla neuroleptoanalgesia (una combinazione di un anestetico e un neurolettico).

Dolore con ritmo cardiaco irregolare

Sono in gran parte dovuti alla natura dei disturbi e alla gravità dei disturbi circolatori nei vasi coronarici (e quindi all'apporto di ossigeno al muscolo cardiaco).

  • Rari extrasistoli singoli sono percepiti come un battito cardiaco straordinario con il suo successivo sbiadimento, per così dire, e un ulteriore ripristino dei normali battiti cardiaci.
  • Le extrasistoli frequenti, raddoppiate (bigimenie) o triplicate (trigimenie), possono già provocare dolori lancinanti, tiranti, doloranti o addirittura lancinanti. Questi ultimi parlano sempre di disturbo alimentare miocardico.
  • La tachicardia parossistica provoca non solo un aumento della frequenza cardiaca e del polso superiore a 100, ma anche spiacevoli dolori pressanti dietro lo sterno o nel cuore.
  • La fibrillazione atriale dà un cambiamento spasmodico irregolare nei battiti cardiaci. Una sensazione di mancanza di respiro, dolore al petto di un personaggio pressante o costrittivo, paura della morte, vertigini, possono essere accompagnati da perdita di coscienza.

Spesso i disturbi del ritmo accompagnano l'infarto del miocardio e sono la sua complicazione. Pertanto, qualsiasi attacco di angina prolungato accompagnato da disturbi del ritmo cardiaco richiede una chiamata in ambulanza.

Oltre ai disturbi del ritmo nel programma IHD, possono verificarsi con miocardiopatie, miocardite, malattie endocrine e disidratazione. Se il paziente ha meno di 30 anni, vale sempre la pena cercare cause alternative di malattia coronarica. Pertanto, in presenza di disturbi del ritmo, viene sempre mostrato il monitoraggio Holter dell'ECG, ECHO-KS. Alle persone sopra i 45 anni viene spesso prescritta la risonanza magnetica che va di moda oggi..

Soffermandosi sui disturbi del ritmo, vale la pena notare che i singoli extrasistoli o rari extrasistoli (fino a 200 al giorno secondo i risultati del monitoraggio ECG giornaliero), nonostante l'abbondanza di sensazioni spiacevoli che li accompagnano, non richiedono trattamento farmacologico e non minacciano il flusso sanguigno e disturbi della nutrizione degli organi e tessuti.

Dispnea

La mancanza di respiro è un sintomo sentito come una mancanza d'aria, l'incapacità di fare un respiro abbastanza profondo e completo. Questo tipo di dispnea è chiamato inspiratorio (al contrario della dispnea espiratoria polmonare con espirazione difficile). La mancanza di respiro indica sempre un certo grado di insufficienza cardiaca..

  • La mancanza di respiro come equivalente del dolore anginoso viene spesso confusa con manifestazioni di insufficienza circolatoria. Tale mancanza di respiro non è accompagnata da un reale accorciamento dell'atto respiratorio. Viene interrotto quando i fattori che provocano un attacco di angina vengono eliminati ed è suscettibile alla nitroglicerina.
  • La mancanza di respiro con infarto miocardico è una conseguenza dei disturbi circolatori acuti. Una parte morta del muscolo cardiaco riduce la capacità del miocardio di contrarsi e spingere il sangue che ristagna nei polmoni. Il plasma suda nel tessuto polmonare, l'edema polmonare si sviluppa nel tipo interstiziale o alveolare. Oltre alla sensazione di mancanza d'aria e mancanza di respiro, compare la respirazione rauca, che gorgoglia e si sente a distanza, sul battito cardiaco, il sudore freddo. Con l'edema alveolare, dalla bocca appare una quantità significativa di schiuma rosata.
  • Insufficienza cardiaca acuta - se, sullo sfondo di un attacco prolungato di intenso dolore retrosternale, oltre alla mancanza di respiro e una sensazione di mancanza d'aria in una persona, le vene del collo sono gonfiate, il triangolo naso-labiale e gli arti diventano blu, la pulsazione appare nell'epigastrio - una tale complicazione di un attacco di cuore come insufficienza acuta del ventricolo destro del cuore.
  • L'insufficienza cardiaca cronica si manifesta con mancanza di respiro con debolezza del cuore destro. In questo caso, la mancanza di respiro è combinata con episodi di tosse con scarso espettorato. Il paziente deve dormire su un cuscino più alto o persino assumere una posizione seduta forzata. I pazienti hanno la pelle bluastra pallida, la punta delle dita bluastra, un triangolo naso-labiale. La mancanza di respiro può essere seguita da un episodio di soffocamento.

Edema

Anche un segno di insufficienza cardiaca acuta o cronica. Sorgono acutamente con un attacco di cuore, cronicamente - con aritmie cardiache, cardiosclerosi postinfartuale. L'edema più tipico con ristagno nella circolazione sistemica sullo sfondo della debolezza del ventricolo sinistro del cuore.

  • Innanzitutto, c'è un piede pastoso, che viene sostituito da edema di cento e gambe, e con la progressione del processo e dei fianchi.
  • In futuro, i genitali, la parete addominale anteriore si gonfiano. Può anche svilupparsi un edema massiccio chiamato anasarca..
  • Un rapido aumento del peso corporeo (giornaliero) indica un edema nascosto situato nel tessuto adiposo degli organi interni.
  • Il gonfiore dei reni porta ad una diminuzione della produzione di urina.
  • Sullo sfondo dell'edema, il fegato diventa grande e denso, sporge da sotto l'arco costale e può ferire durante lo sforzo.
  • Il gonfiore aumenta nel pomeriggio, difficile da trattare isolato con diuretici.
  • L'aumento del ristagno di sangue può creare difficoltà con la circolazione cerebrale, che porta a disturbi della memoria, del pensiero e del sonno.

Lo scompenso cardiaco è suddiviso in classi funzionali che consentono di valutare la resistenza allo stress, scegliere la terapia e fare una prognosi per il futuro..

  • 1 classe funzionale ti consente di sopportare tutto il volume dei normali carichi, l'aumento del carico si manifesta con mancanza di respiro.
  • Il grado 2 dà respiro corto o palpitazioni solo durante lo sforzo (non ci sono manifestazioni a riposo).
  • Grado 3: comparsa di manifestazioni con stress minimo e loro assenza a riposo.
  • Il grado 4 dà sintomi a riposo.

Disturbi della coscienza nell'IHD

Si va da:

  • leggero capogiro e oscuramento degli occhi (varie forme di aritmie e attacchi cardiaci prolungati)
  • a gravi disturbi della circolazione cerebrale (insufficienza cardiaca e infarto del miocardio) con perdita di coscienza.

Più piccola è la frazione di eiezione ventricolare sinistra, più lunga è la privazione di ossigeno del cervello, peggiore è la sua condizione e peggiore è la prognosi. Con una pressione sistolica inferiore a 60 mm Hg. il normale apporto di ossigeno al cervello si interrompe e la persona perde conoscenza.

Vari disturbi del ritmo (sindrome del seno malato, blocco atrioventricolare, tachicardia ventricolare, fibrillazione ventricolare, sindrome di Wolff-Parkinson-White) possono causare sincope.

Tra i fatti interessanti, vale la pena notare che il fascino per la nitroglicerina senza indicazioni e il suo utilizzo per qualsiasi dolore lancinante dietro lo sterno può portare a svenimenti indotti da farmaci, oltre a causare forti mal di testa (i cui veri "nuclei" vengono rimossi con validol).

Oltre ai disturbi della coscienza, l'ischemia della corteccia è accompagnata da:

  • disturbi del sonno (difficoltà ad addormentarsi, profondità del sonno insufficiente, risvegli precoci)
  • problemi di apprendimento
  • disturbi mentali, il più sorprendente dei quali è una travolgente sensazione di paura, che si osserva nell'infarto miocardico acuto o in un attacco di fibrillazione atriale.

Un disturbo terminale della coscienza può essere considerato morte clinica con morte coronarica improvvisa, che, se la rianimazione non ha successo, può portare alla morte biologica..

Pertanto, le manifestazioni della malattia coronarica sono diverse, ma non uniche per le sue diverse forme. Pertanto, è così importante durante il loro sviluppo contattare un cardiologo per una diagnostica più dettagliata e, se si sviluppano condizioni pericolose per la vita, chiamare immediatamente un'ambulanza..

Come trattare la mancanza di respiro nell'insufficienza cardiaca?

Data di pubblicazione dell'articolo: 25.06.2018

Data di aggiornamento dell'articolo: 6.06.2019

La mancanza di respiro con insufficienza cardiaca è un sintomo caratteristico di questa patologia..

È un segno di gravi disturbi del sistema circolatorio, che rappresentano un pericolo per la vita umana a causa dell'alto rischio di complicanze..

In questo articolo, considereremo in dettaglio le caratteristiche dell'aspetto della dispnea cardiaca e le possibili opzioni per la sua terapia..

Ragioni per l'aspetto

Il meccanismo di sviluppo della mancanza di respiro è dovuto alla stretta relazione tra il funzionamento dei sistemi cardiaco e polmonare..

La sua patogenesi è determinata da una diminuzione del volume di sangue che scorre dal ventricolo sinistro nell'aorta, che provoca una lenta circolazione sanguigna nei polmoni, provoca una violazione dello scambio di gas negli alveoli.

Nell'insufficienza cardiaca, il cuore non è in grado di mantenere il normale metabolismo dell'ossigeno. La mancanza di capacità di ventilazione nei polmoni crea un terreno fertile per il rapido sviluppo della fame di ossigeno (ipossia). Il nostro cervello, in risposta a una minaccia, cerca di compensare la situazione attivando il lavoro degli organi respiratori, aumentando la frequenza dei movimenti del diaframma.

Il paziente inizia a fare respiri ed espirazioni frequenti e brevi, cercando di ripristinare la mancanza di ossigeno. In una persona con un cuore sano, questo meccanismo dovrebbe equalizzare lo scambio di gas, ma nei "nuclei" si osserva la situazione opposta.

L'insufficienza cardiaca si manifesta in una diminuzione della contrattilità ventricolare. Se la patologia colpisce il ventricolo sinistro, si verificano violazioni nella circolazione polmonare, se il ventricolo destro, quindi nella circolazione sistemica.

Nel tempo, la patologia assume una forma combinata, sottoponendo entrambi i ventricoli a cambiamenti patologici, e va in uno stadio cronico (CHF - insufficienza cardiaca cronica).

La dispnea respiratoria (dispnea) con insufficienza cardiaca può verificarsi per una serie di motivi:

  • aumento prolungato della pressione (ipertensione arteriosa);
  • mancanza di ossigeno fornito al muscolo cardiaco (malattia coronarica - cardiopatia ischemica);
  • difetti nella struttura del cuore, delle sue valvole e dei grandi vasi (malattie cardiache, malattie valvolari, aneurisma cronico, stenosi mitralica, insufficienza della valvola mitrale);
  • danno al muscolo cardiaco di origine infiammatoria (miocardite);
  • un aumento dello spessore (ipertrofia) delle pareti e dell'espansione (dilatazione) delle cavità del cuore (ad esempio, con cardiomiopatia ischemica).

Tipi di mancanza di respiro

La mancanza di respiro può essere di due tipi: fisiologica e patologica.

La mancanza di respiro fisiologica è la risposta naturale del corpo all'esercizio. In una persona sana, scompare dopo un paio di minuti di riposo..

La mancanza di respiro patologico è caratterizzata dal fatto che è osservata anche in assenza di qualsiasi attività motoria.

È classificato nelle seguenti tipologie:

  1. Inspiratorio: una persona ha difficoltà a respirare. Questo tipo di respiro corto può essere causato da insufficienza cardiaca (chiamata dispnea cardiaca), una diminuzione della pervietà della trachea, dei bronchi o della laringe a causa del loro restringimento patologico. Questa condizione si verifica a causa di edema delle mucose delle vie aeree, infiammazione della pleura - anomalie nella struttura del sistema respiratorio, ingresso di un oggetto estraneo nel tratto respiratorio, ecc..
  2. Espiratorio: è difficile per una persona espirare. Questa mancanza di respiro è causata da malattie che sono accompagnate da un restringimento del diametro delle aperture dei bronchioli (piccoli bronchi). Ad esempio, asma, bronchite, malattia polmonare ostruttiva cronica, bronchiolite e altri.
  3. Misto - si manifesta in difficoltà e inspirazione ed espirazione, viene rilevato in forme gravi di malattie cardiopolmonari, come insufficienza respiratoria acuta e CHF.

Il grado di mancanza di respiro e i suoi sintomi

La gravità della mancanza di respiro dipenderà dallo stadio dell'insufficienza cardiaca.

Il grado di mancanza di respiro è determinato in base ai sintomi:

  1. Grado zero: la mancanza di respiro si verifica solo con un intenso esercizio fisico, il ripristino della normale respirazione avviene dopo un breve riposo (mancanza di respiro fisiologico).
  2. Il primo grado (iniziale) è una lieve mancanza di respiro. La dispnea si verifica con l'attività fisica come salire le scale, camminare a ritmo sostenuto, esercizio fisico intenso.
  3. Il secondo grado (medio) - difficoltà di respirazione si verifica durante il normale stress motorio quotidiano e domestico, mentre cammina, il paziente è costretto a fare soste periodiche. Una persona sente di muoversi più lentamente di altre, quando cerca di accelerare, sente di non avere abbastanza aria.
  4. Il terzo grado (grave): la deambulazione regolare provoca un disagio significativo, sono necessarie frequenti soste per ripristinare la respirazione (ogni 2-3 minuti). Il paziente avverte una costante sensazione di superlavoro e affaticamento, la pelle acquisisce una tinta bluastra, c'è un pronunciato gonfiore nella parte inferiore della gamba.
  5. Quarto grado (estremamente grave): la respirazione è difficile anche a riposo, l'attività fisica minima è accompagnata da una sensazione di soffocamento. La persona risulta non essere in grado di uscire in strada, vestirsi in modo indipendente. Il paziente perde la capacità di lavorare, poiché anche un leggero carico può causare un'esacerbazione. C'è una significativa diminuzione della qualità del sonno, stare in posizione orizzontale peggiora la condizione, quindi i pazienti sono costretti a dormire in posizione reclinata o seduti (ortopnea).

Differenze tra dispnea cardiaca e polmonare

La dispnea cardiaca ha una serie di caratteristiche caratteristiche:

  • si manifesta durante l'esecuzione di azioni abituali quotidiane;
  • la diminuzione dell'attività fisica porta a una diminuzione della gravità dei sintomi;
  • è caratterizzato da difficoltà d'inalazione, in forme gravi di insufficienza cardiaca - su inspirazione ed espirazione;
  • le condizioni del paziente peggiorano quando si trova su una superficie orizzontale;
  • palpitazioni cardiache, sensazione di freddo agli arti, colorazione bluastra del naso, delle labbra, delle dita delle mani e dei piedi;
  • c'è gonfiore alla caviglia;
  • nelle fasi iniziali dell'insufficienza non c'è espettorato durante la tosse (tosse "secca").

La causa della mancanza di respiro, oltre alle malattie cardiovascolari, sono anche le malattie dei bronchi e dei polmoni. I sintomi specifici della dispnea polmonare dipenderanno dal tipo di patologia e dalla sua gravità..

Una causa comune di dispnea polmonare è una violazione della normale pervietà dei bronchi a causa del loro spasmo, edema o riempimento con secrezione liquida secreta dal tratto respiratorio (espettorato).

Presenta le seguenti caratteristiche distintive:

  • la mancanza di respiro può avere diversi gradi di manifestazione: un giorno può non essere, dall'altro anzi si intensifica, fino a una sensazione di mancanza d'aria;
  • ha una forma espiratoria (durante l'espirazione si avverte difficoltà a respirare);
  • durante l'espirazione, sul collo del paziente compaiono vene gonfie;
  • tosse "umida", accompagnata da secrezione di espettorato;
  • essendo nelle vicinanze, espirando, si sente un sibilo secco con un fischio.

La principale differenza tra dispnea polmonare e dispnea cardiaca è che il paziente può tollerare di essere in posizione orizzontale senza peggiorare la salute, gli arti rimangono caldi, non c'è gonfiore alle gambe.

Pronto soccorso per un attacco

Le cure di emergenza dovrebbero essere avviate chiamando un'ambulanza.

Prima dell'arrivo dei medici, intraprendere le seguenti azioni che possono alleviare le condizioni del paziente:

  1. Se le finestre sono chiuse nella stanza, aprile prima per fornire aria fresca..
  2. Chiedere al paziente di sedersi, perché con la dispnea cardiaca, sdraiarsi provocherà un aumento dei sintomi e un peggioramento delle condizioni generali. I piedi del paziente devono rimanere sul pavimento..
  3. Aiuta a sciogliere i vestiti, rimuovere gli accessori che limitano il torace e l'addome (slaccia i pulsanti superiori, rimuovi la cintura, ecc.).
  4. Se il paziente ha mani e piedi freddi, provare a riscaldarli con una piastra elettrica o qualsiasi altro contenitore con acqua calda.
  5. Inspirare con una sacca di ossigeno, se disponibile (disponibile presso farmacie e negozi di forniture mediche). Disinfettare il boccaglio, assicurarsi che il paziente inali la miscela ossigeno-aria attraverso la bocca ed espiri attraverso il naso. La procedura viene eseguita entro 7-10 minuti, dopodiché è possibile fare una breve pausa (10 minuti) e ripetere nuovamente la procedura.
  6. Dare al paziente due compresse: nitroglicerina (per il riassorbimento) e furosemide. Per normalizzare la pressione sanguigna, puoi somministrare un farmaco antipertensivo (anaprilina, carvedilolo, cardiophyte).

In caso di emergenza, è importante essere in grado di distinguere i sintomi della dispnea cardiaca e della tosse cardiaca da un attacco polmonare. La tattica di fornire assistenza in questi due casi sarà diversa..

Con la patologia cardiaca, il paziente inizia a tossire forte e spesso, mentre avverte dolore a destra sotto la costola. La natura della tosse è secca, soffocante, durante gli attacchi acuti può essere accompagnata da secrezioni sanguinolente e aumento del battito cardiaco. Per alleviare la tosse, vengono prescritti mucolitici con effetto narcotico - Codeina, Codipront, Hydrocodone o altri farmaci antitosse - Glaucin, Libeksin, Sinekod.

Le azioni dei medici dell'ambulanza mirano a fermare un attacco di dispnea cardiaca con l'aiuto di farmaci, ossigeno e la tecnica di applicare i lacci emostatici venosi. La dopamina viene somministrata per migliorare temporaneamente la funzione cardiaca.

E anche al paziente vengono prescritti diuretici, il loro uso riduce il gonfiore e normalizza la pressione sanguigna. Per prevenire lo sviluppo di edema polmonare, gli operatori sanitari eseguono lacci emostatici venosi sulle gambe e sul braccio destro. La corretta esecuzione di questa manipolazione riduce il carico sul cuore, poiché consente di rimuovere fino a 2 litri di sangue dalla circolazione polmonare. In casi particolarmente difficili, viene eseguita l'inalazione di ossigeno.

Metodi di trattamento

Il trattamento dovrebbe essere mirato principalmente ad eliminare la causa della mancanza di respiro, in questo caso, l'insufficienza cardiaca.

Prima di prescrivere un regime di trattamento, il medico deve inviare il paziente per un esame completo, tra cui: esame del sangue, elettrocardiografia, esame ecografico del sistema cardiovascolare, radiografia del torace.

I risultati ottenuti dovrebbero diventare la base per la scelta delle tattiche del trattamento combinato..

Terapia farmacologica

Il trattamento della dispnea nell'insufficienza cardiaca con farmaci influisce sulla causa sottostante. Inoltre, la terapia farmacologica ha lo scopo di migliorare il funzionamento del cuore e ridurre il carico su di esso..

I principali gruppi di farmaci prescritti:

  1. Glicosidi cardiaci: aumentano la resistenza del cuore, prevengono lo sviluppo di aritmie, migliorano la tolleranza all'esercizio (digossina, gitossina, adonizide).
  2. Beta-bloccanti: prevengono lo sviluppo di alterazioni patologiche nel cuore, eliminano la tachicardia, riducono l'instabilità elettrica nel miocardio (Atenololo, Concor, Metoprololo).
  3. ACE-inibitori: prevengono lo sviluppo di CHF se usati nella fase iniziale dello sviluppo della malattia, espandono le arterie e migliorano la circolazione sanguigna (Captopril, Enalapril, Lisinopril).
  4. Farmaci diuretici: aiutano a rimuovere i liquidi in eccesso dal corpo, riducono i processi edematosi e stagnanti (Lasix, Furosemide, Britomar).
  5. Metilxantine - come profilassi per ripetuti attacchi di soffocamento e aumento del tono dei muscoli respiratori (Eufillin, Teofillina, Eufilong).
  6. Vasodilatatori: favoriscono il rilassamento delle pareti dei vasi sanguigni, hanno un pronunciato effetto vasodilatatore, migliorano la nutrizione dei tessuti (nitroglicerina, Molsidomin, Isosorbide mononitrato).
  7. Anticoagulanti e agenti antipiastrinici - riducono la viscosità del sangue, prevengono la formazione di coaguli di sangue (Curantil, Cardiomagnyl, Eparina, Fraxiparin, Warfarin, Aspirina).

Spray e aerosol

In caso di cardiopatia ischemica, insufficienza cardiaca acuta o attacco di angina pectoris, gli aerosol per l'irrorazione sublinguale sono i più efficaci, ad esempio Nitrospray, Nitromint, Izomint spray.

Questi farmaci appartengono al gruppo farmacologico dei nitrati. Il loro utilizzo sotto forma di inalatore aerosol o spray riduce significativamente il tempo di inizio dell'effetto terapeutico ed è di soli 30 secondi.

I nitrati migliorano il flusso sanguigno coronarico grazie alla rapida vasodilatazione, riducono il carico sulle pareti dei ventricoli del cuore, hanno un effetto positivo sulla capacità elettrica del miocardio.

Operazione

Alcune condizioni che causano insufficienza cardiaca possono essere trattate con un intervento chirurgico.

Per questo, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • protesi plastiche e valvolari;
  • chirurgia ricostruttiva del ventricolo sinistro (ricostruzione geometrica, resezione, cardiomioplastica, ecc.);
  • installazione di un pacemaker;
  • eliminazione dei difetti congeniti dei setti interventricolari, interatriali e altri difetti cardiaci congeniti;
  • il trapianto di cuore da donatore viene utilizzato come ultima risorsa.

Cosa si può fare a casa?

È del tutto possibile affrontare la mancanza di respiro da soli a casa se affronti questo problema in modo sistematico e intenzionale.

È importante seguire una dieta, normalizzare il peso, limitare la quantità di liquidi e sale consumati.

Quando si migliora la salute sullo sfondo del trattamento farmacologico, è imperativo mantenere un'attività fisica moderata, impegnarsi in esercizi di respirazione ed esercizi di fisioterapia.

Ginnastica respiratoria e altri esercizi

La ginnastica respiratoria è un insieme di esercizi volti ad aumentare il volume polmonare e migliorare lo scambio di gas nei tessuti. La sua regolare implementazione può prevenire la progressione dei disturbi respiratori, migliorare l'afflusso di sangue al muscolo cardiaco.

La capacità di respirare correttamente è una parte importante per prevenire lo sviluppo della mancanza di respiro.

Esempi di alcuni esercizi di respirazione:

  1. Espira profondamente dalla bocca, fai un respiro profondo dal naso. Espira di nuovo profondamente attraverso la bocca e attira lo stomaco trattenendo il respiro. Conta fino a 10. Quindi inspira dalla bocca in modo che l'aria riempia la cavità addominale. Senza espirare l'aria dall'addome, aspirala e conta di nuovo fino a 10.
  2. Posizione di partenza: seduto o in piedi, piega le braccia all'altezza dei gomiti, alza i palmi. Stringi i pugni 8-10 volte e fai respiri brevi e intensi allo stesso tempo. Allunga le braccia e abbassale per 5-10 secondi. Ripeti l'esercizio 15-20 volte.

I muscoli del collo, delle spalle e dei muscoli addominali sono attivamente coinvolti nei movimenti respiratori..

Lo sviluppo di queste zone è anche in grado di normalizzare i processi di ventilazione dei polmoni e migliorare l'apporto di ossigeno ai tessuti degli organi interni..

Per fare ciò, puoi usare i seguenti esercizi:

  1. Assumi una comoda posizione seduta con le gambe e le braccia completamente rilassate. Fai un respiro breve e solleva le spalle verso l'alto, contraendo il più possibile i muscoli della parte superiore del busto. Trattenere il respiro per un paio di secondi, mentre espiri, abbassa le spalle e rilassale. Fai 10 ripetizioni.
  2. Posizione di partenza: sdraiato sul pavimento, gambe piegate alle ginocchia, piedi sul pavimento. Mentre espiri, stringi i muscoli addominali e solleva il bacino in modo che la schiena sia leggermente sollevata dal pavimento. Mentre inspiri, prendi la posizione di partenza. Il numero di ripetizioni - 5-15 volte, a seconda di come ti senti.

Rimedi popolari

La medicina tradizionale viene spesso utilizzata per prevenire attacchi di dispnea cardiaca. Sono davvero in grado di alleviare temporaneamente la respirazione del paziente..

Il loro punto di forza è che i rimedi popolari non hanno praticamente effetti collaterali e controindicazioni, poiché contengono ingredienti naturali..

Limone e aglio

Per prepararlo, devi macinare 7-10 limoni e lo stesso numero di teste d'aglio, mescolare la pappa risultante con un chilogrammo di miele. Il prodotto risultante deve essere infuso per 2-3 giorni, dopodiché prenderlo 30 minuti prima del pasto principale, qualche cucchiaino.

Tintura di aloe

Uno dei rimedi semplici ed economici che prevengono efficacemente gli attacchi di tosse cardiaca con mancanza di respiro è un'infusione di foglie di aloe nella vodka. Il prodotto va messo in infusione per almeno 10 giorni in un luogo buio, dopodiché si può assumere un cucchiaino alla volta con il miele. Dopo 10-15 minuti dall'assunzione, si consiglia di bere una tazza di tè caldo.

Tintura di mughetto

Un infuso di mughetto di maggio insieme a valeriana, semi di aneto e menta lenisce non solo il sistema nervoso, ma è anche un efficace rimedio per i disturbi miocardici. Per prepararlo occorre mescolare un cucchiaino di fiori di mughetto di maggio, due cucchiaini di aneto e semi di menta, tre cucchiaini di valeriana. Versare il composto risultante con un litro di acqua bollente, coprire, lasciare fermentare per un'ora. Dopo che l'infuso si è raffreddato, filtrarlo e assumere 50 grammi almeno 3 volte al giorno..

Tra le altre erbe che aiutano a sbarazzarsi della malattia, si possono distinguere: motherwort, foglie di mirtillo rosso, radice di liquirizia, achillea.

Dieta

I principi generali della nutrizione per i pazienti con insufficienza cardiaca consistono nel controllare la quantità di cloruro di sodio e liquidi consumati. Assunzione giornaliera raccomandata di sale - fino a 2 grammi, liquido - fino a 500 ml. Il sale può essere sostituito con spezie che hanno un effetto benefico sulla funzione cardiaca: cardamomo, noce moscata.

I pasti dovrebbero essere variati ed equilibrati. Il menù del giorno dovrebbe includere carne magra, pesce di mare, verdure, frutta e frutta secca.

Il divieto include prodotti grassi, salati, affumicati, semilavorati, alcol, prodotti dolci e farinacei.

Il fumo è un'abitudine che tutti i pazienti che soffrono di malattie cardiovascolari dovrebbero eliminare in primo luogo.

Possibili complicazioni

Un attacco di dispnea cardiaca è complicazioni pericolose che sorgono se il suo sviluppo non viene prevenuto in tempo.

Lo stato di asfissia acuta può provocare i seguenti disturbi potenzialmente letali:

  • ristagno di sangue nella circolazione polmonare (asma cardiaco);
  • blocco dell'arteria polmonare o dei suoi rami con un embolo (embolia polmonare);
  • arresto del flusso sanguigno coronarico (forma asmatica di infarto miocardico);
  • violazione del deflusso di sangue e linfa nella circolazione polmonare e la loro penetrazione negli alveoli polmonari (edema polmonare).

Previsione

La prognosi per il trattamento della mancanza di respiro dipenderà dalla forma dell'insufficienza cardiaca, dal suo stadio e dall'età della persona. Molto spesso, il suo stesso aspetto segnala già che il corpo sta lavorando al limite delle sue capacità..

L'insufficienza cardiaca è una condizione difficile da trattare, nelle ultime fasi è curabile solo con trapianto di cuore.

È piuttosto difficile per gli anziani sottoporsi a tali operazioni sul cuore, quindi la prognosi è più favorevole nei casi di rilevamento e trattamento della patologia in giovane età..

La prognosi del recupero dopo il trattamento chirurgico è influenzata dallo stile di vita di una persona, dall'aderenza al corso della terapia farmacologica e dal passaggio tempestivo degli esami periodici.

Mancanza di respiro nell'insufficienza cardiaca, che è complicata dalla malattia sottostante

L'insufficienza cardiaca è sempre accompagnata da mancanza di respiro. Anche una persona sana sperimenta mancanza di respiro dopo uno sforzo intenso..

Ma in questi casi, passa rapidamente, essendo una reazione fisiologica e non una patologia. Ma con l'insufficienza cardiaca, le cose sono diverse. Anche un piccolo carico porta seri disagi.

Vediamo in cosa consiste il farmaco e il trattamento alternativo, come sbarazzarsi della mancanza di respiro, cosa prendere e come curare uno dei sintomi dell'insufficienza cardiaca, quali farmaci e farmaci vengono utilizzati in questo caso.

Cause di malattie cardiache

Se il cuore non riesce a sopportare lo stress, si verifica mancanza di respiro. Nei vasi dei polmoni, il flusso sanguigno rallenta e la pressione nelle arterie aumenta, a seguito della quale si verifica uno spasmo delle arteriole. Naturalmente, lo scambio di gas è interrotto.

Organi e tessuti iniziano a sperimentare la carenza di ossigeno. I segnali vengono inviati al cervello e il sistema respiratorio viene attivato, rendendo i respiri profondi e frequenti.

Puoi descrivere in modo più dettagliato lo schema per lo sviluppo della mancanza di respiro nelle malattie cardiache:

  • Se le parti sinistre del cuore sono interessate, il volume della gittata cardiaca diminuisce e si forma il ristagno di sangue nei polmoni..
  • Le manifestazioni congestizie interrompono lo scambio di gas delle vie respiratorie, il che causa un fallimento della loro ventilazione.
  • Per normalizzare la respirazione, il corpo aumenta la profondità e la frequenza dei respiri. Ecco come si sviluppa la mancanza di respiro.

Quasi tutte le patologie cardiovascolari sono accompagnate da vari tipi di mancanza di respiro:

    Negli anziani, la mancanza di aria si manifesta in ischemia e ipertensione arteriosa..

E poiché esiste una correlazione tra ipertensione e sovrappeso, nei pazienti obesi con pressione sanguigna costantemente alta, la mancanza di respiro è presente non solo durante lo sforzo, ma anche a riposo, e anche di notte.

Il sonno di queste persone è inquietante e spesso interrotto dall'apnea..

  • L'infarto miocardico e la sua variante asmatica hanno tutti i segni di insufficienza ventricolare sinistra del cuore. Respirazione rauca con mancanza di respiro e persino soffocamento.
  • Tutte le malattie cardiache croniche sono accompagnate da mancanza di respiro notturna.
  • Molta sofferenza è causata dall'asma cardiaco.
  • L'edema polmonare è molto pericoloso e può portare alla morte..
  • Il tromboembolismo, che causa insufficienza respiratoria, generalmente non può esistere senza respiro corto e soffocamento.
  • Come determinare che la mancanza di respiro è il cuore? Questa mancanza di respiro ha sintomi specifici che devi conoscere:

    • L'inalazione è molto difficile.
    • Sorge e si intensifica sotto qualsiasi carico.
    • Aspetto in posizione supina. La posizione orizzontale fa lavorare il cuore di più. Se ti siedi, la respirazione è normalizzata..
    Questa patologia può trasformarsi in una fase grave: edema polmonare. Appare una forte debolezza, il respiro diventa pesante, le labbra diventano blu e inizia il panico. Allo stesso tempo, i metodi noti per sbarazzarsi della mancanza di respiro non aiutano..

    Terapia farmacologica

    Come alleviare le convulsioni e come trattare la mancanza di respiro nell'insufficienza cardiaca, quali pillole sono prescritte dagli specialisti per questo? Per eliminarlo, dovresti agire sulla causa, che è l'insufficienza cardiaca..

    È indispensabile condurre una diagnosi approfondita per aiutare a trovare la causa principale della malattia: ipertensione, malattia coronarica o cardiopatia congenita.

    Il trattamento è lungo e talvolta per tutta la vita, poiché a causa dell'irreversibilità, le violazioni esistenti non possono essere eliminate. I disturbi cardiaci diminuiranno se trattati in modo completo.

    Sono prescritti i seguenti farmaci:

    • Glicosidi. La digossina, Korglikon ha un effetto cardiotonico. Elimina la tachicardia.
    • Inibitori. Quinapril, Ramipril, Trandolapril ripristinano i vasi sanguigni e dilatano le arterie.
    • Diuretici. Britomir, Furosemide rimuovono l'edema e riducono il carico sul cuore.
    • Vasodilatatori. Isoket, nitroglicerina, minoxidil normalizzano il tono vascolare.
    • Beta-bloccanti. Carvedipol, Metopropol, Celipropol eliminano l'aritmia e la privazione di ossigeno.
    • Anticoagulanti. Warfarin, Arikstra, Syncumar prevengono la formazione di coaguli di sangue e fluidificano il sangue.
    • Statine. Lipostat, Anvistat, Zokor abbassano il colesterolo e prevengono la formazione di placche.
    • Farmaci antitrombotici. Cardiomagnet, Aspirin Cardio, Curantil agiscono così come gli anticoagulanti.

    Se il trattamento medico per la mancanza di respiro nell'insufficienza cardiaca è inefficace, si raccomanda un intervento chirurgico:

    • Elimina la malattia delle valvole.
    • Installazione di un pacemaker.
    • Trapianto ventricolare.
    • Cornice che avvolge il cuore.
    • Trapianto di cuore.

    Rimedi popolari per la malattia

    I pazienti spesso cercano di essere trattati con rimedi popolari. Questo è molto diffuso in quanto l'insufficienza respiratoria può durare anni, essere dolorosa e con una marcata diminuzione della qualità della vita..

    Le erbe medicinali agiscono secondo il principio delle droghe sintetiche, ma sono quasi innocue e senza effetti collaterali.

    Poiché la maggior parte dei preparati farmaceutici sono realizzati sulla base delle proprietà medicinali delle piante, perché non provare a preparare la medicina a casa.

    Ma prima di bere qualcosa per mancanza di respiro e insufficienza cardiaca, dovresti assolutamente consultare il tuo medico..

    Alcuni rimedi casalinghi aiutano (temporaneamente):

    • Radici di liquirizia, menta e achillea sono ottime per la medicina fai da te.
    • Le foglie di aloe, infuse con la vodka, eliminano rapidamente tosse e mancanza di respiro. Prendete un cucchiaino di infuso, poi un cucchiaio di miele e, dopo una pausa di dieci minuti, bevete un bicchiere di tè. Il motivo rimane, la malattia continua a progredire e devi ancora iniziare il trattamento tradizionale. L'assistenza medica è indispensabile.
    • L'erba di mirtillo aiuta bene, che viene prodotta e bevuta come il tè.
    • Puoi sbarazzarti della dispnea cardiaca con l'aiuto della tintura di motherwort.
    Purtroppo, le ricette della medicina tradizionale aiutano solo all'inizio e non dovresti fare affidamento su di esse.

    È possibile curare

    Non esiste ancora un regime di trattamento universale per la malattia. La terapia dipenderà dal disturbo sottostante. Ma come rimuovere la mancanza di respiro nell'insufficienza cardiaca con attacchi acuti e gravi?

    I medici prescrivono:

    • Farmaci ansiolitici. Modificando la percezione del paziente di questo sintomo, riduce l'angoscia respiratoria.
    • Ossigeno. È indicato per i pazienti con insufficienza cardiaca che hanno fiato corto ea riposo, e anche durante il sonno.
    • Assistenza respiratoria. Ventilazione dei polmoni con maschere speciali.

    Ma questi sono metodi di trattamento ausiliari e il trattamento principale viene effettuato nel campo delle patologie cardiache..

    Cosa fare in caso di emergenza

    In caso di grave attacco, le azioni necessarie vengono prese prima dell'arrivo di un'ambulanza:

    1. Il paziente deve essere in posizione semi-seduta.
    2. Sbottonare gli indumenti stretti e fornire aria fresca.
    3. Sotto la lingua Nitroglicerina (non più di due compresse, con una pausa di 7 minuti).
    4. Si consiglia al paziente di assumere un farmaco antipertensivo.

    Suggerimenti utili

    L'assunzione di farmaci non è sufficiente per eliminare il sintomo. Dovresti intensificare la tua vita, rispondere correttamente allo stress, seguire una dieta e attività fisica. Si raccomanda al paziente:

    • Rifiutare dalle cattive abitudini.
    • Passeggiate frequenti, preferibilmente in un parco o in un bosco.
    • Elimina le attività che provocano mancanza di respiro.
    • L'abbigliamento non deve ostacolare il movimento.

  • Le medicine dovrebbero essere in un posto ben visibile (nessuno è garantito contro i disordini).
  • La testata del letto dovrebbe essere sollevata di 40 gradi.
  • Mangiare piccoli pasti.
  • Richiede una dieta ipocalorica con sale da tavola limitato.
  • Controllo quotidiano della pressione.
  • Cosa non è permesso:

    • Prendi dei farmaci per la ritenzione idrica.
    • Cambia i dosaggi.
    • Ignora la routine quotidiana assegnata.
    • Dormi meno di 8 ore.
    • Resta a lungo in una stanza soffocante.
    Spesso il paziente soffre di mancanza di respiro per una malattia polmonare o come conseguenza del fumo a lungo termine.

    Ciò ritarda la diagnosi e posticipa l'inizio tempestivo della terapia necessaria. L'esecuzione di insufficienza cardiaca minaccia di una patologia pericolosa: edema polmonare.

    Malattia coronarica

    Descrizione

    La cardiopatia ischemica è una malattia in cui l'afflusso di sangue di una persona al miocardio viene interrotto a causa di patologie delle arterie coronarie.

    L'IHD è una malattia abbastanza comune. Ecco perché, probabilmente, quasi tutti immaginano che tipo di malattia sia. È una delle principali cause di morte della popolazione, nonché perdita di capacità lavorativa. È per questo motivo che i medici moderni prestano così tanta attenzione a questa malattia..

    Nei paesi europei, l'IHD e l'ictus cerebrale rappresentano circa il 90% di tutte le patologie del cuore e dei vasi sanguigni. È la malattia coronarica che rappresenta il 30% di tutti i decessi. La cardiopatia ischemica è presente nel 30% delle donne e nel 50% degli uomini. Questa differenza è spiegata da alcune caratteristiche del background ormonale (gli ormoni sessuali femminili prevengono l'aterosclerosi vascolare). Tuttavia, se consideriamo che durante la menopausa lo sfondo ormonale di una donna cambia, aumenta anche il rischio di sviluppare una malattia coronarica..

    Eziologia e patogenesi della cardiopatia ischemica

    Tra i principali fattori che causano la malattia coronarica ci sono:

    • aterosclerosi dei vasi coronarici. Molto spesso, il processo patologico colpisce il ramo anteriore dei vasi dell'arteria coronaria sinistra. In casi più rari, la malattia colpisce il ramo destro delle arterie;
    • spasmo delle arterie coronarie, che cambia la loro reattività e aumenta la loro sensibilità a vari fattori avversi;
    • varie malattie delle arterie coronarie.

    Il meccanismo stesso dello sviluppo della cardiopatia ischemica risiede nel fatto che i vasi non possono fornire completamente il sangue al miocardio e, di conseguenza, ossigeno, sostanze nutritive.

    Questo fenomeno si sviluppa per i seguenti motivi:

    • danno alle arterie coronarie, con conseguente alterazione della circolazione sanguigna;
    • aumentare il carico sul cuore per soddisfare i suoi bisogni metabolici;
    • una combinazione di patologie vascolari e disturbi metabolici. In condizioni normali, i vasi coronarici umani possono aumentare fino a 5 volte, in modo che più sangue affluisca al miocardio.

    Fattori di rischio per la malattia coronarica

    Molti fattori possono causare lo sviluppo della malattia coronarica. E mentre alcuni di loro possono ancora essere influenzati, altri non possono essere eliminati..

    Fattori fatali. Questi includono razza, età di una persona, predisposizione genetica e sesso. Quindi, ad esempio, gli africani hanno molte meno probabilità di ammalarsi di questa malattia rispetto agli europei (specialmente quelli che vivono nella parte settentrionale della terraferma). Il rischio di sviluppare una malattia coronarica è significativamente aumentato nelle persone la cui famiglia aveva parenti deceduti per infarto miocardico prima dei 55 anni.

    Fattori rimovibili. Nonostante il fatto che una persona non possa cambiare razza ed età, può comunque eliminare altri fattori e quindi ridurre il rischio di patologia. Spesso sono interconnessi, cioè eliminando uno di essi, gli altri possono essere eliminati allo stesso modo. Ad esempio, ridurre l'assunzione di cibi grassi porterà a una diminuzione della quantità di colesterolo nel sangue, che porterà alla perdita di peso e, di conseguenza, alla pressione sanguigna più bassa. Tutto questo combinato può ridurre significativamente il rischio di malattia coronarica..

    • l'obesità si manifesta come una quantità eccessiva di tessuto adiposo nel corpo. Secondo le statistiche, 1/2 delle persone sopra i 45 anni è in sovrappeso. Di regola, l'obesità è causata da ragioni nutrizionali. Cioè, il peso di una persona aumenta in modo significativo a causa del consumo di cibi ipercalorici in eccesso, nonché di una diminuzione dell'attività fisica;
    • il fumo è una delle cause più comuni di malattia coronarica. Inoltre, l'impatto negativo di una cattiva abitudine sul corpo è notevolmente migliorato se combinato con un aumento del colesterolo nel sangue. Secondo una ricerca di scienziati, il fumo può ridurre la vita di una persona di 7 anni. Ciò è dovuto al fatto che questa cattiva abitudine riduce il livello di ossigeno nel sangue. Provoca vasospasmo e quindi aumenta la pressione sanguigna;
    • il diabete mellito è uno dei fattori di rischio più pericolosi per la malattia coronarica. I diabetici hanno molte volte più probabilità di avere una malattia coronarica rispetto ad altri. Spesso hanno una diminuzione del flusso sanguigno coronarico e sono molto più difficili da tollerare l'infarto miocardico. Inoltre, i medici dicono che quasi tutti i pazienti con debito di zucchero, in cui la durata della malattia è di 10 o più anni, hanno una forma grave di aterosclerosi vascolare - le cause dello sviluppo della malattia coronarica. L'infarto miocardico è la principale causa di morte nei diabetici;
    • lo stress mentale può anche causare una malattia coronarica. Ciò è dovuto al fatto che durante lo stress, il cuore lavora più velocemente, a seguito del quale la pressione nei vasi aumenta e la fornitura di ossigeno e vitamine al cuore si deteriora;
    • la scarsa attività fisica è un'ode ai problemi più importanti dell'umanità nel 21 ° secolo. Dopotutto, spesso porta al verificarsi di varie malattie del cuore e dei vasi sanguigni, inclusa la cardiopatia ischemica. È stato notato che gli uomini sotto i 40-50 anni che sono impegnati nel lavoro mentale hanno 5 volte più probabilità di avere una malattia coronarica. Il rischio di sviluppare la malattia è anche notevolmente aumentato negli atleti che vanno in pensione e smettono di fare sport;
    • l'ipertensione può anche causare problemi al cuore e ai vasi sanguigni. È più probabile che un aumento del volume del ventricolo sinistro del cuore e l'ipertensione siano fatali;
    • aumento della coagulazione del sangue. Il blocco dei vasi sanguigni con coaguli di sangue spesso termina con un infarto e disturbi circolatori, causando la formazione di placche aterosclerotiche nei vasi.

    Varietà della malattia

    La IHD differisce da altre malattie in un numero enorme di sintomi, che a volte differiscono leggermente a seconda di cosa ha causato la malattia. Inoltre, le opinioni dei medici sul meccanismo di sviluppo del processo patologico cambiano di volta in volta. Ciò è dovuto al fatto che ogni anno i cardiologi apprendono sempre più fatti su questa malattia..

    La classificazione dell'IHD è molto difficile ed è quasi impossibile stabilirla correttamente, poiché abbastanza spesso vari tipi di IHD sono combinati tra loro e passano spontaneamente da una forma all'altra. Tuttavia, è ancora disponibile una classificazione speciale della malattia coronarica.

    Quindi, i medici distinguono 2 forme del decorso della malattia:

    • cardiopatia ischemica acuta. È accompagnato da disturbi circolatori acuti ed è spesso causa di morte istantanea;
    • cardiopatia ischemica cronica. È combinato con fastidio al torace, alcuni tipi di aritmie e problemi cardiaci. Inoltre, tutti questi sintomi spiacevoli possono essere presenti contemporaneamente o separatamente..

    Infarto miocardico

    L'infarto miocardico è una grave malattia cardiaca che porta a un decorso prolungato di angina pectoris. Con questa malattia, a causa di un insufficiente afflusso di sangue al cuore, si formano aree di necrosi.

    La causa più comune di infarto miocardico è il blocco dei vasi sanguigni da placche aterosclerotiche o coaguli di sangue.

    Se il paziente ha un blocco completo della nave, di conseguenza sviluppa un attacco cardiaco focale. Con questo tipo di infarto, i pazienti ne hanno uno, ma un'area molto ampia di necrosi. Se l'intasamento dei vasi non si è verificato completamente, i focolai di necrosi sul cuore saranno piccoli, ma ce ne saranno molti.

    Non trattare in nessun caso un attacco di cuore con rimedi popolari. La terapia di questa patologia dovrebbe essere affrontata solo da un medico..

    Morte improvvisa

    Questo è il tipo più grave e più pericoloso di malattia coronarica. In questo caso, il paziente si sente abbastanza normale per tutto il tempo, dopodiché improvvisamente il suo cuore si ferma..

    La morte improvvisa per malattia coronarica può verificarsi anche se la persona è seduta con calma o addirittura addormentata. Con questa forma di malattia coronarica, la percentuale di decessi è la più alta, poiché si sviluppa bruscamente e, di regola, fuori dall'ospedale.

    Cardiopatia ischemica asintomatica

    Questa forma di malattia coronarica differisce dalle altre per la completa assenza di dolore e molti altri sintomi spiacevoli. Questo è il motivo per cui la malattia viene solitamente rilevata in ritardo o per niente. Di conseguenza, i pazienti spesso muoiono. Solo un cardiologo esperto può diagnosticare la malattia coronarica asintomatica dopo aver condotto numerosi studi..

    È importante dire che con l'accesso tempestivo a un medico, questa forma di malattia coronarica può essere trattata.

    Cardiosclerosi postinfartuale

    Questa forma di malattia coronarica è presente nelle persone che in passato hanno avuto un infarto del miocardio. Con esso compaiono cicatrici ruvide sui muscoli cardiaci interessati, che possono essere di diverse dimensioni e presenti in quantità diverse..

    Aritmia

    L'aritmia è una combinazione di varie patologie del sistema cardiovascolare, che porta a irregolarità nel ritmo del cuore. Molto spesso l'aritmia si sviluppa a seguito di danni a varie parti del cuore, malattie della sfera endocrina e alcune patologie neurologiche.

    Sport per la cardiopatia ischemica

    Alcuni pazienti, dopo la diagnosi di malattia coronarica, sono interessati a sapere se possono praticare sport?

    Bisogno! L'attività fisica leggera con malattia coronarica è la componente principale nel trattamento di questa patologia.

    Attraverso lo sport, i pazienti possono rafforzare i muscoli del cuore, i vasi sanguigni e migliorare la circolazione sanguigna. Per ottenere i massimi risultati, si consiglia di praticare sport per diversi anni. Molto spesso in questo caso, i medici raccomandano di camminare e nuotare..

    Sintomi

    La cardiopatia ischemica, i cui sintomi sono molto diversi, è al primo posto tra le principali cause di morte e disabilità nelle persone in età lavorativa. E sebbene questi indicatori stiano gradualmente diminuendo ogni anno, ciò è dovuto solo al rilevamento tempestivo della malattia e a un trattamento adeguato..

    Differenze di sesso nei pazienti con malattia coronarica

    I segni della malattia ischemica negli uomini e nelle donne non hanno differenze di genere (sesso) e dipendono solo dalla forma della malattia stessa. Cioè: dolore, mancanza di respiro, interruzioni appaiono le stesse. Le differenze sono associate all'età, ai tipi di patologia e alle esperienze soggettive. Sebbene ci siano ovviamente delle eccezioni.

    I sintomi della malattia coronarica negli uomini vengono rilevati per la prima volta dopo i 55 anni. È stato notato che la loro prima manifestazione di cardiopatia ischemica è l'infarto del miocardio, nel gentil sesso - angina pectoris. Inoltre, quest'ultimo sviluppa più spesso la sindrome X..

    I sintomi della malattia coronarica nelle donne si verificano di età superiore ai 65 anni. Ciò è dovuto alle caratteristiche fisiologiche, vale a dire alle proprietà protettive degli estrogeni - ormoni sessuali femminili. Solo dopo l'inizio della menopausa e la loro forte diminuzione i vasi sono suscettibili al processo aterosclerotico - la causa principale della cardiopatia ischemica.

    Le donne sono anche più inclini allo sviluppo di reazioni isterico del tipo di varie fobie e attacchi di panico, che assomigliano alla patologia cardiovascolare nella clinica. A questo proposito, sono necessari una raccolta storica più approfondita e un approccio speciale alla sua valutazione e interpretazione.

    Caratteristiche cliniche delle varietà di cardiopatia ischemica

    L'IHD è costituito da 9 forme cliniche acute e croniche. E in ogni caso ci saranno le sue differenze caratteristiche nei sintomi..

    Morte coronarica improvvisa

    La morte coronarica improvvisa si manifesta con l'arresto cardiaco. Esternamente, la persona perde immediatamente conoscenza. Inoltre, non ci sono praticamente precursori di esso..

    Tra la "salute completa", una persona muore se le tecniche di rianimazione (compressioni toraciche, ventilazione polmonare artificiale o defibrillatore) sono inefficaci.

    Infarto miocardico

    Il dolore nella cardiopatia ischemica è più tipico per l'infarto miocardico e l'angina da sforzo. Esiste una tipica sindrome del dolore con lo sviluppo di queste patologie. Già durante il colloquio al letto del paziente, è possibile fare una diagnosi preliminare con un'alta percentuale di fiducia.

    Il dolore o il disagio ha le seguenti diverse caratteristiche distintive:

    • Localizzazione (il punto in cui fa male) - il più delle volte dietro lo sterno, dall'addome superiore alla mascella inferiore sulla linea mediana. L'area del cuore non fa male. Se il dolore c'è, bisogna cercare un'altra patologia. Siti insoliti sono denti, spazio interscapolare e spalle, polsi e dita (di solito sul lato sinistro).
    • Carattere: da una sensazione di pesantezza e disagio alla pressione e al bruciore insopportabile.
    • Durata: più di 15 minuti. A volte dura fino a diversi giorni e la sua intensità aumenta.
    • Il collegamento con il carico è diretto. In genere, il paziente ha recentemente o al momento dell'inizio del lavoro fisico o ha subito un forte stress emotivo. Si verifica anche dopo un pasto pesante o dopo essere uscito all'aria fredda.
    • La reazione ai nitrati è negativa. Il dolore o il disagio non scompaiono anche con grandi dosi di nitroglicerina o suoi analoghi se assunti sotto la lingua.

    Anche debolezza, sudorazione profusa e calo della pressione sanguigna sono segni comuni..

    I sintomi dell'infarto miocardico e della malattia coronarica, in generale, sono peculiari, a volte con la loro completa assenza nelle fasi iniziali dello sviluppo, e dipendono dalla posizione e dai parametri del punto focale dei cardiomiociti morti.

    Le forme atipiche di infarto sono:

    • dispnea; sensazione che non c'è abbastanza aria, tosse (con asma)
    • capogiri, perdita di coscienza, oscuramento degli occhi (con collassoide)
    • disturbi del linguaggio, paresi o debolezza passeggera degli arti (con cerebrale)
    • dolore addominale, nausea, diarrea, vomito (con gastralgico)
    • palpitazioni e interruzioni (con aritmica)
    • la comparsa di edema delle gambe, un aumento del fegato e dell'addome dovuto all'accumulo di liquido in esso (con edematoso)
    • debolezza, sudorazione (con oligosintomatici)
    • combinato - può combinare segni di forme diverse

    Angina da sforzo

    Con questo tipo di cardiopatia ischemica, il dolore è anche il sintomo più comune. È simile a quelli in un attacco di cuore, ma presenta differenze che indicano direttamente la diagnosi di angina pectoris..

    La localizzazione e la sua natura possono essere le stesse, tuttavia, c'è una reazione positiva ai nitrati: dolore o fastidio al petto immediatamente o entro 2-3 minuti scompare quando la nitroglicerina oi suoi analoghi vengono presi sotto la lingua. Inoltre di solito scompare dopo la fine del caricamento..

    Nel periodo interictale e quando non ci sono effetti provocatori, non ci sono altri sintomi.

    Cardiosclerosi postinfartuale

    La diagnosi specificata viene effettuata 28 giorni dopo l'inizio dell'infarto miocardico e si manifesta con sintomi generali caratteristici della clinica dell'insufficienza cardiaca. Questi includono mancanza di respiro durante lo sforzo, interruzioni e palpitazioni, gonfiore delle gambe, nonché debolezza, sudorazione. In caso di sindrome dolorosa, non si può escludere lo sviluppo di un attacco cardiaco ripetuto o ricorrente, che richiede la ricerca immediata di aiuto.

    Aritmie e blocchi

    Questa forma di cardiopatia ischemica si riferisce a quella cronica, dove il polso nella cardiopatia ischemica è il suo segno caratteristico e indicativo.

    La sensazione di un battito cardiaco accelerato o lento, "dissolvenza" e interruzioni nel suo lavoro sono i principali sintomi della malattia coronarica in questo caso.

    Inoltre, una sensazione di mancanza d'aria appare con un aumento del polso e della frequenza cardiaca sullo sfondo della forma tachiaritmica della cardiopatia ischemica.

    Può anche essere disturbato da disturbi aspecifici di malessere generale, sudorazione.

    Insufficienza cardiaca cronica

    Il gonfiore con malattia coronarica (come sintomo) appare con lo sviluppo della debolezza del muscolo cardiaco. È primario o è considerato una conseguenza di forme acute di malattia coronarica (dopo un infarto).

    La sindrome da ritenzione di liquidi inizia con la comparsa di edema simmetrico in entrambe le gambe la sera. Questo li distingue dall'edema renale che compare sul viso e al mattino, nonché dall'edema nell'insufficienza venosa cronica, quando solo una gamba si gonfia più spesso..

    Con la progressione della malattia, l'edema può aumentare e raggiungere la parete addominale anteriore.

    Con CHF, il paziente sviluppa affaticamento, grave debolezza. La normale attività fisica diventa un peso.

    La mancanza di respiro nella malattia coronarica si verifica anche in caso di grave insufficienza cardiaca (asma cardiaco). Si intensifica quando si è sdraiati, quindi, per facilitare la respirazione, molti pazienti dormono con la testa sollevata (posizionando 2-3 cuscini sotto la testa).

    Inoltre, la CHF è caratterizzata da segni di una malattia sottostante che ha portato allo sviluppo della debolezza del muscolo cardiaco..

    Forme speciali di cardiopatia ischemica

    Questi includono angina pectoris vasospastica e refrattaria, sindrome dell'X cardiaco. I sintomi sono simili al quadro clinico dell'angina da sforzo normale, tuttavia, sono associati i fenomeni di vasospasmo periferico, nonché una reazione negativa al trattamento standard dell'angina pectoris.

    L'ischemia miocardica indolore viene rilevata solo con metodi di esame aggiuntivi. Non ci sono dolori tipici (come in altre forme di malattia coronarica).

    Se trovi una clinica simile per la malattia, si consiglia di contattare immediatamente uno specialista.

    Un medico di famiglia, un terapista e un cardiologo aiuteranno in questa materia. Pertanto, non dovresti posticipare una visita dal medico e auto-medicare, assumendo tu stesso alcuni farmaci o usando metodi popolari su consiglio di parenti o vicini.

    Solo una diagnosi e un trattamento tempestivi della cardiopatia ischemica possono prolungare la vita del paziente.

    Diagnostica

    La diagnosi di cardiopatia ischemica (IHD) è necessaria per determinare la forma esatta della malattia, poiché il termine stesso combina diverse patologie in un gruppo. Ciò è necessario per determinare le ulteriori tattiche di gestione del paziente, poiché il trattamento dipende direttamente dall'istituzione tempestiva della diagnosi corretta..

    L'esame comprende la raccolta di reclami, anamnesi, esame generale, metodi di laboratorio e strumentali.

    Come sospettare una cardiopatia ischemica?

    La diagnosi preliminare viene stabilita durante l'esame iniziale del paziente da parte di un medico o cardiologo. Questi specialisti sanno come diagnosticare la malattia coronarica.

    Oltre ai sintomi caratteristici e ai reclami presentati al paziente, già all'esame, possono essere rilevati segni di malattia coronarica.

    Nella patologia acuta, che include infarto miocardico, un attacco di angina pectoris o un'improvvisa violazione del ritmo cardiaco, le condizioni del paziente possono essere estremamente gravi fino alla perdita di coscienza. In questo caso, i suoi assistenti vengono intervistati..

    Durante l'esame, un'attenzione particolare è rivolta all'esame del sistema cardiovascolare.

    Pallore o cianosi della pelle, gonfiore delle gambe e delle gambe possono essere segni di malattia coronarica.

    Nella regione del cuore, le deformità congenite o acquisite del torace possono essere determinate come gobba cardiaca.

    Con la percussione di confine, l'ottusità cardiaca può essere spostata. Durante l'auscultazione si possono sentire ulteriori rumori e interruzioni.

    Il polso nella malattia coronarica può essere rallentato o veloce (a seconda della forma della malattia). Cioè, non è molto indicativo..

    La pressione sanguigna con ipertensione concomitante può essere aumentata. Con lo sviluppo dell'insufficienza cardiaca acuta, ad esempio, sullo sfondo dell'infarto miocardico, la pressione, al contrario, può essere ridotta.

    Metodi di ricerca di laboratorio

    I test per la malattia coronarica possono aiutare a fare la diagnosi corretta. Valutare l'analisi generale e i marker biochimici del sangue.

    L'emocromo completo riflette le caratteristiche quantitative di globuli rossi, emoglobina, conta leucocitaria e velocità di eritrosedimentazione (ESR).

    L'indicazione principale per questa analisi è l'identificazione di patologie concomitanti, che possono imitare o distorcere i principali sintomi delle malattie cardiovascolari.

    Con un infarto miocardico esteso, sono possibili leucocitosi e accelerazione della VES nei primi giorni. Riflettono i processi di necrosi (decadimento) del muscolo cardiaco.

    I risultati del test vengono interpretati in base all'età della malattia.

    Un esame generale delle urine, un test della glicemia e parametri biochimici della funzione renale vengono valutati al fine di identificare le malattie metaboliche di base e il diabete mellito..

    La diagnosi di cardiopatia ischemica, vale a dire infarto del miocardio, può essere confermata con grande certezza dopo aver testato il sangue per gli enzimi. Questi includono:

    • CPK (creatinfosfochinasi),
    • ACaT (aspatrato aminotransferasi),
    • ALaT (alanina aminotransferasi).

    Normalmente sono presenti nel sangue in quantità insignificanti, poiché sono principalmente sostanze intracellulari. Con la distruzione acuta dei cardiomiociti a seguito di infarto miocardico, si osserva il loro rilascio di massa nel flusso sanguigno, che si riflette nell'analisi biochimica sotto forma di un aumento della loro concentrazione al di sopra delle norme accettate.

    Un tale aumento può essere associato non solo a un infarto. Altre cause comuni includono malattie del fegato, grave insufficienza cardiaca o anomalie dei muscoli scheletrici.

    Un indicatore importante è anche la rilevazione nel sangue delle troponine, componenti proteiche del muscolo cardiaco. La loro identificazione è più specifica solo nelle prime ore di morte delle cellule miocardiche. Il prelievo di sangue per questo indicatore non ha senso con un attacco di cuore di due-tre giorni già sviluppato.

    Un esame del sangue elettrolitico misura i livelli di potassio e sodio. La loro concentrazione influenza il ritmo delle contrazioni cardiache e può causare aritmie..

    E, naturalmente, un passo importante per stabilire la diagnosi di cardiopatia ischemica è la determinazione dello spettro lipidico del sangue.

    La concentrazione del colesterolo totale e delle sue frazioni riflette la predisposizione di una persona allo sviluppo dell'aterosclerosi, che è il fattore principale nello sviluppo di tale patologia del sistema cardiovascolare come la cardiopatia ischemica.

    Diagnosi di cardiopatia ischemica mediante metodi strumentali.

    Le principali procedure che consentono di determinare con elevata certezza la diagnosi di IHD in un paziente includono:

    • Elettrocardiografia (ECG)
    • Angiografia coronarica (CAG)
    • Monitoraggio ECG Holter
    • Test funzionali
    • Ecocardiografia

    Inoltre, i pazienti vengono sottoposti a una radiografia del torace per escludere patologie dell'apparato respiratorio.

    Elettrocardiografia

    Lo studio principale, che viene condotto principalmente con il sospetto di forme acute di una tale patologia come la cardiopatia ischemica - ECG.

    È una procedura per catturare e registrare i campi bioelettrici del cuore. Lo studio richiede attrezzature speciali sotto forma di elettrocardiografo ed elettrodi. Il primo è un ricevitore con un elemento di scrittura (appositamente regolato per la tensione) e carta millimetrata. E sul petto e su tutti gli arti vengono applicati elettrodi speciali, come piastre con fili. Come risultato della conduzione di segnali elettrici dal muscolo cardiaco all'elettrocardiografo, le curve a forma di denti vengono disegnate su una pellicola millimetrica - una rappresentazione grafica delle contrazioni di varie parti del cuore - atri e ventricoli. Con tutte le forme di cardiopatia ischemica sull'ECG, si osserva un'immagine particolare.

    Nell'infarto acuto di diverse localizzazioni, la più caratteristica è la comparsa di un'onda Q patologica o un'elevazione del segmento ST sopra l'isolina nelle derivazioni corrispondenti. Nella fase di cicatrizzazione, questi cambiamenti possono scomparire completamente..

    Con l'angina pectoris al momento di un attacco, è anche possibile correggere cambiamenti ischemici simili che passano senza lasciare traccia dopo che l'episodio è stato interrotto.

    Con una forma aritmica di cardiopatia ischemica, i disturbi del ritmo possono essere rilevati con contrazioni cardiache sia rare (bradistole) che rapide (tachiaritmia). Possono anche comparire contrazioni straordinarie: extrasistoli.

    Nello scompenso cardiaco correlato alla malattia coronarica cronica, sull'ECG è possibile vedere l'allungamento dei segmenti principali e dei complessi ventricolari deformati a causa di un rallentamento della conduzione degli impulsi o ipertrofia (ingrossamento) delle camere.

    L'interpretazione dei risultati ottenuti viene eseguita da medici di diagnostica funzionale.

    Ma anche in presenza di cambiamenti patologici sul film, è necessaria una valutazione completa dei dati ottenuti in collaborazione con la clinica e altri metodi di ricerca..

    Poiché ci sono frequenti casi di sovradiagnosi della malattia.

    Angiografia

    Si riferisce al gold standard per la diagnosi della malattia coronarica. Grazie a lui, è possibile valutare visivamente il grado di restringimento del lume dei vasi sanguigni del cuore utilizzando un mezzo di contrasto introdotto lì.

    Lo studio stesso è registrato da una serie di raggi X..

    Spesso, l'angiografia coronarica diagnostica si trasforma in trattamento, quando uno stent (tubo a maglia cava) viene immediatamente posizionato nell'area del vaso ristretto per espandere il lume e migliorare il flusso sanguigno coronarico.

    Monitoraggio ECG Holter

    È una registrazione ECG a lungo termine (da diverse ore a 7 giorni), poiché un singolo ECG potrebbe non avere il tempo di registrare la patologia.

    Viene eseguito principalmente per pazienti con aritmie cardiache complesse, episodi dolorosi notturni nel cuore, nonché con diagnosi poco chiara o per il monitoraggio del trattamento al fine di correggerla.

    Il design del dispositivo è simile a un elettrocardiografo, ma solo più portatile e al posto della carta c'è uno speciale nastro magnetico per la registrazione.

    Il parere è rilasciato anche da un diagnostico funzionale.

    Carica campioni

    Effettuato con l'ausilio di tapis roulant o cyclette, oltre a un test di camminata di 6 minuti.

    La necessità di tali test è dovuta al fatto che alcune forme di cardiopatia ischemica si manifestano clinicamente solo con lo sforzo fisico. È in questo momento che si sviluppa l'ischemia (mancanza di ossigeno) del miocardio a causa della discrepanza tra le esigenze del muscolo cardiaco e la quantità di sangue fornita attraverso i vasi ristretti..

    Questa funzione cardiaca alterata viene registrata sull'ECG.

    L'indicazione per il test è anche la necessità di chiarire la diagnosi, la forma e la gravità della malattia coronarica, la selezione e il controllo dell'efficacia del trattamento.

    La tecnica è associata ad un certo rischio, quindi, è necessariamente eseguita solo in presenza di un medico specialista che sa come condurre la rianimazione cardiaca.

    Il test si interrompe immediatamente quando la salute del soggetto peggiora o quando compaiono gravi anomalie sull'ECG.

    Ecocardiografia

    Consente di valutare visivamente in tempo reale le dimensioni delle camere e lo spessore delle pareti del cuore, la contrattilità (frazione di eiezione) di varie parti del miocardio, nonché la presenza di ulteriori formazioni (trombo, tumore) nella cavità atriale o ventricolare.

    Viene eseguito utilizzando uno speciale dispositivo a ultrasuoni da un diagnostico.

    Nello studio è possibile vedere chiaramente il lavoro dell'apparato cardiaco e valvolare, nonché osservare il ritmo e la frequenza delle contrazioni.

    È più indicato nelle forme croniche di cardiopatia ischemica, cioè nell'insufficienza cardiaca e nella formazione di un aneurisma nel periodo post-infarto.

    I segni di malattia coronarica negli uomini e nelle donne sono praticamente gli stessi. Tuttavia, nel primo caso, la malattia si manifesta in età precoce. Sfortunatamente, IHD "diventa costantemente più giovane". Pertanto, al minimo sospetto, è necessaria un'attenzione medica urgente. Una diagnosi tempestiva può non solo salvare vite umane, ma anche prevenire gravi complicazioni. Ciò migliorerà la prognosi, la qualità della vita e il benessere in futuro..

    Trattamento

    La diagnosi di ischemia a volte suona come una frase, perché, purtroppo, questa malattia è incurabile e lascia un'impronta spiacevole sulla vita del paziente. Pertanto, alla domanda se sia possibile curare la malattia coronarica, qualsiasi cardiologo darà una risposta negativa. Ma allo stesso tempo, in questo caso, non si può fare a meno dei farmaci, poiché il trattamento correttamente selezionato della malattia coronarica in combinazione con uno stile di vita sano aiuterà a prolungare significativamente la vita del paziente, evitare gravi complicazioni e alleviare il decorso dell'ischemia.

    Regole per il trattamento della malattia coronarica

    Come evitare la malattia coronarica? Per combattere con successo l'ischemia ed evitare il suo sviluppo, è necessario seguire una serie di regole importanti:

    • Controllo della pressione sanguigna. Non dovrebbe essere consentito un aumento brusco e prolungato della pressione sanguigna. Per il monitoraggio, è necessario misurare in modo indipendente la pressione su base giornaliera, in modo che, se aumenta, è possibile adottare misure tempestive. Normalmente, la pressione non dovrebbe superare le 140-90 unità.
    • Mangiare sano. La prima cosa che un medico farà dopo aver diagnosticato una malattia coronarica è prescrivere una dieta a basso contenuto di colesterolo. La dieta e l'elenco dei prodotti raccomandati e vietati sono selezionati individualmente, in base alla gravità della malattia, all'età del paziente e alle sue caratteristiche individuali.
    • Controllo dei livelli di colesterolo. Un esame del sangue per i livelli di colesterolo viene eseguito regolarmente come indicato dal medico. In caso di deviazioni dalla norma, il trattamento farmacologico e la nutrizione vengono adeguati. In questo caso, la quantità totale di colesterolo nel sangue non deve superare i 5 mmol / l. Parte di questo volume è il colesterolo ad alta densità, considerato utile e necessario. Dovrebbe essere almeno 1 mmol / l. Il resto della massa viene assegnato al colesterolo dannoso a bassa densità. Ma allo stesso tempo, non dovrebbe essere superiore a 3 mmol / l. Per capire come trattare la malattia coronarica, è necessario capire a quale livello di colesterolo è entrato il paziente e controllare questo livello durante l'intero processo terapeutico..
    • Rispetto dei modelli di sonno. Affinché il cuore funzioni in un ambiente confortevole, è impossibile sovraccaricare il corpo, compresi i disturbi del sonno. Devi andare a letto contemporaneamente: la più comoda per il tuo orologio biologico. È inoltre necessario dormire almeno 7 e non più di 10 ore al giorno. Le deviazioni da questa norma al lato maggiore o minore influenzano negativamente il lavoro del muscolo cardiaco.
    • Aria fresca. È molto importante non permettere la fame di ossigeno del corpo. Se possibile, è necessario dedicare 30-40 minuti al giorno a camminare all'aria aperta. Se camminare o camminare a lungo è controindicato nella riabilitazione di pazienti con malattia coronarica, e il paziente non è in grado di camminare spesso e per molto tempo per strada, è imperativo ventilare la stanza ogni giorno dopo il risveglio e prima di andare a letto. Ciò avrà un effetto benefico sulla qualità del sonno, oltre a consentire la saturazione del sangue con sufficiente ossigeno..
    • Rifiuto delle cattive abitudini. Dovresti dimenticare le cattive abitudini come bere e fumare. Intossicano il corpo, cambiano in peggio la composizione del sangue e riducono il muscolo cardiaco..

    Queste regole devono essere osservate non solo nel trattamento, ma anche per la prevenzione della malattia coronarica..

    Medicinali per il trattamento della malattia coronarica

    Con la cardiopatia ischemica, la terapia viene eseguita principalmente con i farmaci. Per questo, viene utilizzato un complesso di diversi gruppi di farmaci, come ACE inibitori (Enapril, Lisinopril), beta-bloccanti (Anaprilina), nitrati (Nitroglicerina), statine (Atorvastatina), agenti antipiastrinici (Aspirina), anticoagulanti (Warfarin). In combinazione, questi farmaci aiutano a mantenere la pressione sanguigna in uno stato normale, alleviare gli attacchi di cuore, mantenere la viscosità del sangue in una forma assottigliata, ridurre il livello di colesterolo cattivo a bassa densità e prevenire la formazione di coaguli di sangue. Tale aiuto per la malattia coronarica può aiutare a evitare trattamenti e complicazioni più radicali..

    Oltre a questi farmaci, ai pazienti vengono spesso prescritti vari complessi multivitaminici per sostenere l'organismo e il sistema immunitario, farmaci antinfiammatori non steroidei, antiipossici, diuretici. Questi farmaci sono prescritti per migliorare l'efficacia della terapia complessa..

    Non dimenticare il trattamento con rimedi popolari ed erbe. Esiste un gran numero di piante in grado di fornire un effetto ausiliario. Ad esempio, biancospino, aglio, rafano, valeriana e motherwort. Il biancospino influisce favorevolmente sul cuore e sulla composizione del sangue, l'aglio è un agente antinfiammatorio, il rafano migliora la circolazione sanguigna, la valeriana e l'erba madre aiutano a normalizzare la pressione sanguigna con l'ipertensione concomitante.

    I farmaci sopra descritti sono una combinazione di agenti per il trattamento della malattia coronarica. Metodi specifici di trattamento, farmaci e il loro dosaggio devono essere prescritti direttamente dal medico curante dopo tutti i test necessari. La cardiopatia ischemica può essere curata? Non al momento. Ma il corpo deve essere sostenuto e le complicazioni evitate. Con questo tipo di malattia, è impossibile auto-medicare e un trattamento incontrollato, poiché questo è irto di gravi complicazioni e persino della probabilità di morte..

    Trattamento chirurgico della malattia coronarica

    Se altri metodi sono inefficaci, viene utilizzato il trattamento chirurgico della malattia coronarica. È una procedura difficile e pericolosa caratterizzata da una riabilitazione a lungo termine. Con la cardiopatia ischemica, la chirurgia di bypass viene eseguita in caso di infarto. Per la cardiopatia ischemica, la chirurgia è a volte l'unica opzione (se viene identificato un alto rischio di complicanze).

    Dopo l'intervento chirurgico di bypass, viene garantito un flusso sanguigno elevato al cuore a causa della formazione di un nuovo canale, che riduce il carico sui vasi interessati. Ad esempio, se la malattia coronarica è dovuta alla trombosi dell'arteria coronaria, viene eseguito un intervento chirurgico di bypass. Di conseguenza, il lume necessario per il flusso sanguigno aumenta e l'afflusso di sangue al muscolo cardiaco torna alla normalità..

    La chirurgia di bypass di solito comporta una riabilitazione a lungo termine: almeno 6 mesi. Durante questo periodo è necessario:

    • Limitare l'attività fisica;
    • Non sollevare pesi;
    • Evita lo stress e lo stress emotivo;
    • Segui una dieta a basso contenuto di colesterolo;
    • Non bere alcolici;
    • Smettere di fumare.

    La durata del funzionamento degli shunt è di circa 6 anni. Dopo che sono usurati, è possibile programmare un nuovo intervento per la sostituzione. Il movimento del paziente non deve essere limitato immediatamente dopo l'intervento chirurgico. Le prime settimane è necessario fare ginnastica leggera, impastando le articolazioni delle mani, dei piedi e del collo. Devi anche camminare. Si consiglia di camminare almeno 50 metri al giorno (a seconda di come ci si sente). Questo aiuterà a prevenire complicazioni come la polmonite causata dalla ritenzione di liquidi nei bronchi..

    L'attività fisica dovrebbe essere limitata dopo la dimissione dall'ospedale. Ma questo non significa che non devi affatto muoverti. Di solito, prima della dimissione, il medico esamina il corpo per essere pronto per un'ulteriore vita e fornisce raccomandazioni su una serie di esercizi che possono aiutare in questo caso. Devi anche camminare ogni giorno. La distanza deve essere calcolata individualmente in modo da non sovraccaricare il corpo. Le passeggiate all'aperto dovrebbero essere un rito quotidiano.

    Una persona normodotata che ha subito un intervento chirurgico di bypass potrebbe dover cambiare attività. Per aumentare la durata della valvola, non stressare troppo il cuore. Se il lavoro ha richiesto molta forza ed energia, è associato a stress frequenti o sforzi fisici, allora deve essere cambiato in un tipo di attività più delicato.

    Quindi, nel trattamento della malattia coronarica, molto spesso puoi farlo con un farmaco e mantenere uno stile di vita sano. Questo dovrebbe essere fatto sotto la diretta supervisione di un medico. In caso di rischio di infarto o altre complicazioni, viene prescritta un'operazione che (grazie a uno shunt impiantato) aiuterà a migliorare l'afflusso di sangue al cuore e influenzerà favorevolmente la qualità della vita.

    Medicinali

    La farmacoterapia della cardiopatia ischemica persegue una riduzione della gravità dei sintomi e della mortalità, nonché un miglioramento della qualità della vita e della prognosi della malattia..

    Oltre agli agenti anti-ischemici, ciò si ottiene regolando l'alimentazione, lo stile di vita, l'attività fisica e, in caso di grave restringimento delle arterie coronarie, la rivascolarizzazione con ripristino della pervietà del vaso affetto da aterosclerosi. Il trattamento con rimedi popolari non ha basi di prove e, probabilmente, può essere efficace solo nella fase di prevenzione della patologia.

    I farmaci per la cardiopatia ischemica sono suddivisi in diversi gruppi in base al meccanismo d'azione. Loro includono:

    • nitrati,
    • beta-bloccanti,
    • ACE inibitori,
    • statine,
    • agenti antipiastrinici,
    • calcioantagonisti,
    • diuretici,
    • antiaritmici,
    • citoprotettori.

    Cosa prendere con la malattia coronarica, solo uno specialista qualificato consiglia dopo aver eseguito metodi diagnostici e stabilito una diagnosi.

    Nitrati

    Un gruppo di farmaci che aiutano ad alleviare il sintomo principale della cardiopatia ischemica - il dolore - con angina pectoris. Il meccanismo d'azione antianginoso si basa sul rilascio di ossido nitrico, che dilata i vasi sanguigni, compreso il cuore. A causa di ciò, più sangue con ossigeno e sostanze nutritive inizia a fluire al cuore, eliminando la carenza che si è verificata e il dolore scompare. Si riferisce alla terapia sintomatica, non influenza la causa e la prognosi della malattia.

    L'intero gruppo è diviso in farmaci a breve e lunga durata d'azione. I primi includono nitroglicerina, nitrosorbide, erinit. Sono adatti per arrestare un attacco ischemico grazie al loro effetto a rapida insorgenza. Per dolori anginosi improvvisi o per prevenirli (profilassi), vengono presi sotto la lingua (sotto forma di spray e compresse). Ma la loro azione è anche fugace e termina entro poche ore..

    Prolungati (a lunga durata d'azione) includono isosorbide di- e mononitrato (pectrol, monocinque). Usato come farmaci per la prevenzione degli attacchi di dolore per l'angina pectoris stabile due volte al giorno.

    I principali effetti collaterali sono lo sviluppo di resistenza (dipendenza), forti mal di testa e un forte calo della pressione dovuto all'espansione dei vasi sanguigni. Pertanto, sono il mezzo di scelta per frequenti episodi dolorosi di angina pectoris sullo sfondo di ipertensione con numeri di pressione alta. Non raccomandato per l'uso in pazienti con pressione sanguigna inferiore a 110/70 mm Hg.

    Il problema della dipendenza viene risolto assumendo farmaci in corsi con alternanza di "riposo" da essi. Il regime è prescritto dal medico curante.

    Beta-bloccanti

    I medicinali per il trattamento della malattia coronarica comprendono anche un gruppo di beta-bloccanti. Influisce sulle previsioni. Per meccanismo d'azione, differiscono dai nitrati, poiché influenzano direttamente il lavoro del muscolo cardiaco. L'effetto è associato all'effetto sui recettori delle cellule, che riducono la frequenza cardiaca e la loro forza. Il miocardio inizia a lavorare meno intensamente, il carico diminuisce e successivamente la necessità di ossigeno diminuisce..

    Le compresse per la cardiopatia ischemica di questo gruppo sono ampiamente utilizzate per il trattamento delle aritmie, riducendo l'eccitabilità delle cellule e bloccando la conduzione degli impulsi.

    Le immobilizzazioni includono metoprololo, bisoprololo, carvedilolo, propranololo, atenololo, nebivololo e altri.

    Tra le principali indicazioni per l'uso vi sono l'infarto del miocardio, la cardiosclerosi postinfartuale, l'angina pectoris, l'insufficienza cardiaca cronica e la forma aritmica della cardiopatia ischemica.

    Questi farmaci per il trattamento della malattia coronarica sono controindicati in caso di asma bronchiale e BPCO, bradicardia (polso raro inferiore a 60 battiti al minuto), ipotensione (valori di pressione arteriosa inferiori a 90/60 mm Hg), anche sullo sfondo di collasso o shock cardiogeno, atrioventricolare blocchi di 2-3 gradi (quando la conduzione di un impulso elettrico attraverso il miocardio è disturbata) e intolleranza individuale. Non raccomandato per bambini sotto i 18 anni di età (nessuno studio clinico), durante la gravidanza e l'allattamento.

    Le reazioni avverse più comuni, oltre alle allergie, includono una diminuzione della frequenza cardiaca inferiore a 56 battiti al minuto, un forte calo della pressione sanguigna, broncospasmo e disfunzione del sistema riproduttivo.

    Tutti i trattamenti della malattia coronarica richiedono un approccio individuale, i farmaci e le dosi sono quindi selezionati in base alle indicazioni e controindicazioni.

    ACE inibitori

    Questi includono enalapril, perindopril, ramipril, lisinopril, fosinopril, captopril, ecc..

    L'indicazione principale per la malattia coronarica è l'insufficienza cardiaca cronica, sebbene i fondi siano farmaci di prima linea per il trattamento dell'ipertensione. È stato dimostrato che i farmaci hanno la proprietà di rimodellare le camere cardiache, riducendo il grado di ipertrofia (ispessimento) del miocardio. Hanno un effetto positivo sulla prognosi, riducendo la percentuale di mortalità per infarto e scompenso di CHF, soprattutto sullo sfondo della disfunzione miocardica ventricolare sinistra.

    Controindicato in caso di intolleranza individuale, stenosi bilaterale (restringimento) delle arterie renali, aumento del potassio nel sangue, nonché durante la gravidanza e l'allattamento.

    I principali effetti collaterali sono una forte diminuzione della pressione sanguigna, tosse secca. Qual è un'indicazione per sostituirli con un gruppo di sartani con un meccanismo simile (valsartan, telmisartan).

    Le dosi e il regime di dosaggio vengono selezionati individualmente in base ai parametri della pressione sanguigna, a partire dalle dosi iniziali.

    Statine

    Considerando il motivo dello sviluppo della malattia coronarica, che nell'80% dei casi è nella lesione delle arterie dal processo aterosclerotico, vengono prescritti farmaci ipolipemizzanti per ridurre e stabilizzare le placche di colesterolo. I farmaci di scelta sono le statine. Questi includono atorvastatina, rosuvastatina, simvastatina.

    Mostrato con un profilo lipidico alterato: livello di colesterolo totale superiore a 4,5 mmol / l, livelli di lipoproteine ​​a bassa densità superiori a 1,8 mmol / l.

    Ridurre la concentrazione delle frazioni lipidiche per effetto sul fegato, ovvero per il blocco della HMG-CoA reduttasi, responsabile dell'ulteriore formazione di colesterolo.

    Effetti collaterali: iperenzimemia di ALaT e ASaT (enzimi interni delle cellule epatiche), miopatia, allergie.

    Controindicato in malattie epatiche e renali, miopatie, gravidanza, allattamento, intolleranze individuali e bambini.

    Si prendono una volta al giorno. Il dosaggio iniziale abituale è di 20 mg, con un aumento graduale fino a ottenere il livello lipidico desiderato sotto il controllo degli enzimi del sangue.

    Assunzione del farmaco, a condizione che si raggiunga il livello corretto di colesterolo e delle sue frazioni, per tutta la vita.

    Antipiastrinici e anticoagulanti

    Sono utilizzati per la prevenzione delle complicanze vascolari come la trombosi delle arterie coronarie e il diradamento del sangue. Questi includono l'aspirina e i suoi analoghi (Thrombo Ass, Cardiomagnet), così come il clopidogrel. Indicato per tutte le forme di cardiopatia ischemica. La dose giornaliera ottimale di aspirina è di 75-150 mg. Controindicato ad alto rischio di sanguinamento.

    Calcio antagonisti

    Sono rappresentati da due varietà infragruppo: farmaci diidropiridina (nifedipina, amlodipina) e non diidropiridina (verapamil, diltiazem). Questi ultimi sono usati per il trattamento della malattia coronarica.

    L'effetto principale si ottiene grazie all'effetto sui canali del calcio intracellulare, a causa dei quali si osserva vasodilatazione, nonché una diminuzione della frequenza cardiaca.

    Le reazioni avverse più comuni sono gonfiore alle gambe, mal di testa.

    I farmaci sono controindicati in ipotensione, blocco intracardiaco, grave insufficienza cardiaca.

    Diuretico

    Aiuta a rimuovere il fluido in eccesso dal corpo, riducendo così il volume del sangue circolante nei vasi e riducendo il carico sul muscolo cardiaco.

    Esistono diuretici dell'ansa (furasemide, torasemide) e tiazidici (indapamide, ipotiazide).

    Ce ne sono diverse forme: pillole e iniezioni. Con la malattia ischemica, è usato per trattare forme come l'insufficienza cardiaca cronica con sindrome edematosa.

    Controindicato in ipotensione grave, coma, ipovolemia (disidratazione), bassi livelli di potassio e sodio nel sangue, bambini sotto i 3 anni di età, durante la gravidanza e l'allattamento, nonché in caso di intolleranza individuale.

    Tra le reazioni collaterali, le più comuni sono vertigini con diminuzione della pressione, crampi muscolari alle gambe, allergie.

    Antiaritmici

    Il gruppo comprende un'ampia varietà di farmaci, inclusi beta bloccanti e calcio antagonisti.

    Preparati di potassio, cordarone, lidocaina, glicosidi cardiaci. Questo è un elenco incompleto di farmaci con attività antiaritmica..

    Panangin, asparkam e altri agenti contenenti potassio sono indicati come supporto aggiuntivo per il miocardio dopo un infarto o in caso di insufficienza cardiaca, migliorando il metabolismo dei cardiomiociti.

    Controindicato in iperpotassio e magnesio, shock cardiogeno, insufficienza renale.

    Cordaron è prescritto per i disturbi del ritmo sopraventricolare e ventricolare, specialmente dopo un infarto, come prevenzione della morte aritmica improvvisa.

    Controindicato nelle malattie della tiroide, blocco cardiaco, gravidanza, allattamento, intolleranza allo iodio.

    La lidocaina può essere utilizzata nello sviluppo della sindrome aritmica in pazienti con infarto miocardico nel periodo acuto. Controindicato in caso di blocco cardiaco, shock cardiogeno.

    I glicosidi cardiaci sono prescritti per vari disturbi del ritmo e insufficienza cardiaca congestizia. Controindicato nei blocchi atrioventricolari. Esiste un pericolo nel loro sovradosaggio e nella comparsa di sintomi di intossicazione glicosidica sotto forma di comparsa di aritmie ventricolari specifiche e blocchi AV.

    Citoprotettori

    Trimetazidina, mexicor, mildronate e altri farmaci di questo gruppo hanno effetti antianginosi e metabolici e proteggono anche le cellule del miocardio dalla mancanza di ossigeno. Prescritto come terapia di supporto per qualsiasi forma di cardiopatia ischemica, inclusa la progressione dell'angina pectoris o nella fase acuta dell'infarto miocardico.

    Controindicato in caso di intolleranza individuale, nonché donne in gravidanza e in allattamento per mancanza di dati clinici sul loro utilizzo in queste categorie di pazienti.

    Nonostante lo sviluppo della moderna industria farmaceutica e la creazione regolare di nuovi farmaci per la malattia coronarica e altre patologie, non è stato ancora trovato alcun mezzo per eliminare completamente l'aterosclerosi e le sue complicanze..

    Rimedi popolari

    La IHD richiede una terapia per tutta la vita e uno stile di vita sano. Nella complessa terapia di questa malattia, i rimedi popolari sono ampiamente usati. Ci sono molte erbe e piante che hanno un effetto benefico su cuore e arterie, aumentano la circolazione sanguigna, abbassano i livelli di colesterolo e la viscosità del sangue. Ecco i rimedi popolari più popolari per la fitoterapia per la malattia coronarica:

    Biancospino

    Il trattamento tradizionale della cardiopatia ischemica è impensabile senza biancospino. Questa erba è ottima per rafforzare il muscolo cardiaco, aiutare ad abbassare la pressione sanguigna e ridurre la frequenza cardiaca. Dovrebbe essere preso con cautela, poiché la pressione può scendere molto.

    Tè alle bacche di biancospino. I frutti vengono solitamente raccolti durante la stagione di maturazione ed essiccati. Il tè fatto con questi frutti può essere bevuto tutto l'anno. Per questo l'art. versare 450 ml di acqua bollente su un cucchiaio di bacche secche e lasciare in infusione per 15 minuti. Dividi la porzione ricevuta in 2 dosi con una differenza di almeno 6 ore.

    Decotto a base di biancospino con rosa canina e motherwort. 100 gr. frutti di rosa canina e biancospino e 50 gr. Versare le erbe di motherwort con un litro d'acqua, portare a ebollizione per 7 minuti. Dopo di che, il brodo deve essere raffreddato, passato attraverso un panno o una garza e preso mezzo bicchiere al mattino a stomaco vuoto..

    La radice di questa pianta migliora la circolazione sanguigna e l'afflusso di sangue agli organi interni, che è molto importante per i pazienti con malattia coronarica. Il trattamento con rimedi popolari a base di rafano è utile ed efficace, ma non è consigliabile utilizzarlo per via orale per le malattie gastrointestinali.

    Inalazione di rafano. Versare un cucchiaio di rafano appena grattugiato con acqua bollente e inalare per 15 minuti.

    Rafano con miele. Mescolare accuratamente 100 gr. rafano e la stessa quantità di miele e mangiare al mattino dopo i pasti per 1,5 cucchiaini, puoi bere acqua o tè. Tale trattamento deve essere eseguito in modo intermittente. Non è consigliabile utilizzare la miscela per più di un mese; durante il trattamento, è necessario fare una pausa di almeno 3 settimane tra i corsi.

    aglio

    L'aglio ha anche un effetto benefico sul processo di circolazione sanguigna, inoltre, ferma l'infiammazione e promuove il sollievo dal dolore durante gli attacchi. Il trattamento della cardiopatia ischemica con metodi popolari prevede l'uso di aglio crudo. Si consiglia di aggiungerlo a piatti pronti o di mangiare uno spicchio al giorno durante i pasti..

    I rimedi popolari per la cardiopatia ischemica sono molto efficaci, ma non dovresti auto-medicare senza la conoscenza del medico. L'uso di questa o quella ricetta deve essere coordinato con essa per evitare complicazioni..


    Articolo Successivo
    Trattamento della pancreatite con rimedi popolari