Assistenza di emergenza per l'asma cardiaco


L'asma cardiaco è un complesso di manifestazioni sintomatiche che possono agire come una malattia indipendente o essere il risultato di un'altra pericolosa patologia. I sintomi dell'asma cardiaco richiedono cure urgenti, perché rappresentano una minaccia immediata per la vita del paziente.

Il nostro articolo ti dirà come si manifesta la patologia, da quali malattie può essere causata e, soprattutto, come salvare vite umane riconoscendo una condizione pericolosa nel tempo e applicando correttamente l'algoritmo di primo soccorso.

Relazioni causali

L'asma cardiaco è inteso come cambiamenti funzionali nel lavoro del miocardio ventricolare sinistro. Queste deviazioni sono associate a sangue stagnante nella circolazione polmonare. La patologia può trasformarsi in edema polmonare. Inoltre, il suo verificarsi può essere quasi istantaneo, che è sempre il risultato di una morte rapida..

Un attacco accompagna sempre il soffocamento. Il cuore funziona in una modalità avanzata, a causa della quale si sviluppa la tachicardia, gli indicatori della pressione sanguigna diastolica aumentano in modo significativo. A causa di una grave carenza d'aria, il paziente va nel panico, ha paura di una possibile morte. Gli attacchi di panico peggiorano ancora di più la situazione: una forte tosse di tipo secco aumenta la sensazione di soffocamento, la pelle di una persona diventa blu, inizia a soffocare.

I fattori che causano l'asma cardiaco possono essere approssimativamente suddivisi in 2 gruppi:

  1. Collegato al cuore;
  2. Non correlato all'attività cardiaca.

I motivi principali che causano una condizione cardiologica pericolosa sono patologie cardiache causate da una violazione del cuore sinistro. Questi includono le seguenti patologie:

  • Forma acuta di insufficienza cardiaca ventricolare sinistra;
  • Forma cronica di insufficienza cardiaca ventricolare sinistra;
  • Indicatori di pressione sanguigna costantemente alta;
  • Infarto miocardico;
  • Difetti cardiaci capaci di scompenso;
  • Fibrillazione atriale;
  • Tumore cardiaco intracavitario.

Ci sono fattori che causano cambiamenti patologici nell'attività cardiaca e polmonare che non sono correlati al lavoro del cuore. Tra i motivi del suo aspetto ci sono le seguenti malattie:

  • Malattie di natura infettiva;
  • Patologia renale;
  • Cambiamenti nella circolazione sanguigna del cervello di natura acuta.

È anche necessario notare condizioni che, non essendo la causa dell'insorgenza della patologia, provocano il suo aspetto:

  • Attività fisica eccessiva che non corrisponde al livello di allenamento di una persona;
  • Crisi psicologica, forte stress o stress emotivo;
  • Ipervolemia derivante da una quantità eccessiva di liquido iniettato per via endovenosa, che è comparsa durante la febbre o la gravidanza;
  • Dieta scorretta, che si riduce a mangiare cibi grassi e pesanti prima di coricarsi;
  • Bere molti liquidi prima di andare a letto.

Sintomi tipici

Poiché un attacco è una conseguenza di un carico eccessivo sulla circolazione polmonare, si manifesta sotto forma di un rapido aumento della pressione sanguigna. I suoi tassi costantemente elevati influenzano un miglioramento significativo della permeabilità delle pareti vascolari, quindi il plasma inizia ad entrare attivamente nel tessuto polmonare. Di conseguenza, a causa del deterioramento dello scambio di gas naturale tra gli alveoli e il flusso sanguigno, la ventilazione dei polmoni peggiora. Questa circostanza provoca lo sviluppo del loro edema..

I sintomi di un attacco di asma cardiaco iniziano a segnalare "problemi" nel corpo 2-3 giorni prima che inizi. Elenchiamo i segni a cui devi prestare particolare attenzione:

  • Dispnea;
  • Una sensazione di oppressione al petto;
  • Tosse secca dopo il minimo esercizio o cercando di sdraiarsi.

Gli attacchi iniziano sempre in modo imprevisto, il più delle volte di notte quando la persona dorme. Ciò è dovuto al fatto che in posizione supina la regolazione adrenergica è indebolita, il che aumenta il carico sul piccolo cerchio del movimento sanguigno. Durante il giorno può verificarsi un attacco. In questo caso, l'attività fisica o lo stato instabile psico-emotivo diventerà il suo provocatore..

Un inizio improvviso di un attacco si manifesta come segue:

  • Una persona si sveglia dal fatto che non ha abbastanza aria, è difficile respirare;
  • La mancanza di respiro aumenta rapidamente;
  • Appare una tosse secca e forte, che dopo poco tempo sarà accompagnata dallo scarico di espettorato incolore;
  • Il paziente cerca di alzarsi o sedersi il più rapidamente possibile, perché in posizione sdraiata soffoca;
  • L'attività respiratoria avviene attraverso la bocca;
  • La vittima ha difficoltà a parlare;
  • È agitato, ansioso, ha una forte paura della morte..

I sintomi esterni pronunciati includono i seguenti segni:

  • La pelle del viso (triangolo naso-labiale) e delle falangi delle dita diventa blu;
  • Battito cardiaco forte;
  • Il valore della pressione diastolica è notevolmente superato, che scende bruscamente dopo poco tempo senza interrompere l'attacco.

Le manifestazioni cardiache asmatiche possono passare senza cambiare gli indicatori della pressione sanguigna.

La durata dei disturbi patologici può variare da 15 minuti a 2-3 ore, a seconda della malattia che li ha causati.

Se l'attacco passa senza interruzione per molto tempo, i sintomi sono più pronunciati:

  • La pelle diventa grigia;
  • Le vene si gonfiano sul collo del paziente;
  • Il sudore freddo appare sul corpo e sul viso;
  • L'impulso filamentoso è accompagnato da una forte diminuzione degli indicatori della pressione sanguigna;
  • La persona si sente incapace di fare qualsiasi movimento.

La durata del passaggio dallo stato di asma cardiaco all'edema polmonare dipende dalla gravità della patologia che ha provocato l'attacco. Il suo sviluppo può essere fulmineo o graduale.

Il fatto che il tessuto polmonare abbia iniziato a gonfiarsi è indicato dai seguenti sintomi:

  • La tosse diventa umida;
  • Durante esso, espettorato schiumoso abbondante, pieno di sangue, inizia a partire;
  • È chiaramente udibile un respiro sibilante su tutta la superficie polmonare;
  • Le pupille si dilatano;
  • Il paziente può essere solo in posizione seduta, abbassando le gambe (posizione ortopnea);
  • Forti capogiri;
  • Nausea, che può essere accompagnata da vomito;
  • Perdita di conoscenza;
  • Possibile manifestazione di sindrome convulsiva.

La sensazione di soffocamento, quando il paziente non ha abbastanza aria, è accompagnata da un'altra patologia: l'asma bronchiale. Tuttavia, manifestazioni simili negli asmatici hanno un contenuto leggermente diverso: hanno sempre il broncospasmo al centro della malattia e la produzione di espettorato quando la tosse è insignificante.

Recentemente, la diagnosi di patologia mista è diventata più frequente..

Fermare un attacco acuto di asma cardiaco è possibile solo con l'aiuto di farmaci. Tuttavia, attraverso il primo soccorso, è possibile supportare il lavoro dei sistemi vitali di una persona, prevenendo la morte della vittima prima dell'arrivo del personale medico..

L'importanza delle azioni pre-mediche

L'essenza del primo soccorso per l'asma cardiaco consiste in una chiamata immediata a una struttura medica di emergenza con una descrizione preliminare dei sintomi, nonché nel mantenimento delle funzioni vitali del corpo della vittima.

Immediatamente dopo aver chiamato i medici, è necessario misurare la pressione sanguigna del paziente, poiché le tue ulteriori azioni dipenderanno dalle sue letture. Successivamente, devi agire nella seguente sequenza:

  1. Fornire un flusso d'aria libero nella stanza in cui si trova il paziente.
  2. Rimuovere o slacciare tutti gli elementi pressanti dei suoi vestiti.
  3. Si consiglia di fornire al paziente una posizione seduta: può respirare solo in questo modo.
  4. Se gli indicatori della pressione sanguigna non sono scesi al di sotto del segno di 100 mm Hg. Art., Viene mostrata la nitroglicerina. Alla vittima viene somministrata una pillola sotto la lingua o viene iniettata una dose di farmaco se è sotto forma di aerosol. Ricorda che la nitroglicerina può essere utilizzata non più di 2 volte. Allo stesso tempo, ogni 5 minuti, monitorare i parametri arteriosi, poiché è necessario ridurre lentamente la pressione.
  5. Se la nitroglicerina non è disponibile, si può prendere validol.
  6. Di solito 10-15 minuti dopo l'assunzione dei farmaci sono sufficienti per far sentire meglio il paziente. Quindi procedere alle azioni che riducono il volume del sangue circolante nel piccolo flusso sanguigno sistemico.
  7. L'applicazione di un laccio emostatico su 2 gambe e un braccio. Se non c'è un elastico speciale, puoi usare una benda elastica o una calza di nylon. Sul braccio viene realizzato un laccio emostatico, facendo un passo indietro di 10 cm dalla spalla, sulle gambe - 15 cm dall'area dell'inguine. Ricorda di non stringere il dispositivo su un corpo nudo. Assicurati di mettere un qualche tipo di tessuto sotto di esso. La durata della presenza del laccio emostatico sugli arti non deve superare i 20 minuti. Se entro questo momento l'assistenza medica non arriva in tempo, i dispositivi vengono rimossi, gli arti possono riposare per 5 minuti e quindi vengono applicati nuovamente. Inoltre, è necessario monitorare attentamente che durante la sua imposizione non si formi la stenosi (una condizione in cui i vasi vengono pizzicati). Con la corretta applicazione del laccio emostatico, la pulsazione sarà chiaramente udibile appena sotto il punto in cui si trova e la pelle acquisirà un colore viola-blu.
  8. Se hai paura di lavorare da solo con il laccio emostatico, puoi fare un pediluvio caldo alla senape. Questi fondi eliminano il colossale carico sul cuore e riducono il volume del sangue circolante. Tuttavia, si ritiene che i pediluvi siano meno efficaci dei lacci emostatici..

Ricorda che dopo aver eliminato un attacco di asma cardiaco, devi scoprire la causa che lo ha causato. Senza un trattamento adeguato, potrebbe ripresentarsi. Pertanto, non puoi rifiutare un viaggio in un istituto medico, anche se tutti i sintomi sono passati dall'arrivo dei medici..

Assistenza del personale medico

I medici che sono arrivati ​​sulla scena continueranno a fermare l'attacco, se non è stato possibile farlo prima della loro comparsa. Le cure di emergenza per l'asma cardiaco consistono nella somministrazione di farmaci:

  • Una soluzione di strophanthin o korglikon viene iniettata per via endovenosa;
  • L'eufillina deve essere iniettata lentamente in vena, ma solo se non ci sono controindicazioni: bassa pressione, polso rapido, tachicardia parossistica;
  • L'inalazione di ossigeno, che richiede molto tempo e viene ripetuta se necessario;
  • L'introduzione della morfina è indicata con una pronunciata eccitazione del centro respiratorio;
  • Con una congestione fissa nei polmoni, viene utilizzata un'iniezione venosa di soluzione di furosemide.

Il resto del trattamento è prescritto dopo lo studio, che rivelerà la malattia e il suo posto nella classificazione dell'insorgenza dell'asma cardiaco.

Tecniche diagnostiche

I metodi diagnostici per fare una diagnosi corretta sono molto importanti per non confondere l'asma cardiaco con patologie non meno pericolose, ma altre. Le seguenti tecniche diagnostiche vengono utilizzate per confermare la diagnosi:

  • Misurazione di indicatori di pressione sanguigna;
  • Toccando il petto nella zona sopra i polmoni;
  • Ascolto dei polmoni, che consente di rilevare la presenza di respiro sibilante, indicando l'insorgenza di edema polmonare;
  • Ascoltare i suoni del cuore, che in presenza di respiro sibilante polmonare sarà appena udibile;
  • La comparsa di suoni cardiaci aggiuntivi che sono assenti in una persona sana;
  • Contando il numero di battiti al minuto.

Il medico deve condurre studi sull'hardware che confermeranno o negheranno la diagnosi preliminare:

  • ECG;
  • Ecocardiografia;
  • Scansione duplex ad ultrasuoni;
  • Radiografia in 3 proiezioni.

Sulla base dell'esame, verrà prescritto un trattamento adeguato, dopodiché è necessario consultare un cardiologo. Supervisionerà il corso terapeutico principale e formulerà prescrizioni intermedie di farmaci in modo che l'attacco non si ripresenti.

Specificità delle misure preventive

È difficile prevedere come finirà un attacco di asma cardiaco, poiché il suo esito dipenderà interamente dalla patologia che lo ha causato. Nel caso del fattore "cardiaco", la prognosi è spesso sfavorevole. Tuttavia, la stretta aderenza alle prescrizioni mediche, la terapia farmacologica correttamente selezionata, il regime quotidiano e l'alimentazione consentono ai pazienti, dopo un attacco esperto, non solo di evitare la manifestazione di nuove condizioni gravi, ma anche di raggiungere una salute soddisfacente e persistente..

La prevenzione degli attacchi di asma cardiaco è la ricerca tempestiva di assistenza medica in presenza di malattie cardiovascolari, nonché il rigoroso rispetto delle prescrizioni mediche sotto forma di assunzione regolare di farmaci prescritti.

È importante fare passeggiate quotidiane all'aria aperta, assegnando correttamente le ore di riposo e lavoro. E un'attività fisica delicata aiuterà a migliorare la circolazione sanguigna, il benessere e l'umore..

Asma cardiaco: sintomi, aiuto con un attacco


L'asma (asma greco - dispnea) in medicina è chiamato un attacco di mancanza di respiro che si verifica improvvisamente e periodicamente ricorrente. Le cause della dispnea parossistica possono essere diverse, ma molto spesso questo termine è usato in relazione all'asma bronchiale (come malattia indipendente) e all'asma cardiaco (come sindrome in varie malattie del sistema cardiovascolare).

Il meccanismo di sviluppo dell'asma cardiaco

Il nostro cuore è una pompa. È diviso in due metà: sinistra e destra. Ogni metà ha un atrio e un ventricolo, comunicanti tra loro e separati da valvole.

Il sangue proveniente dai polmoni (dalla circolazione polmonare) entra nell'atrio sinistro, da lì - al ventricolo sinistro, che è la camera più potente del nostro cuore. Spinge il sangue nell'aorta e poi attraversa un ampio circolo di circolazione sanguigna a tutti gli organi e tessuti del nostro corpo.

La contrazione del ventricolo sinistro per espellere una porzione di sangue è chiamata sistole. Dopo la contrazione, il muscolo cardiaco si rilassa (diastole), la camera è di nuovo pronta a ricevere un'altra porzione di sangue dall'atrio.

Nelle situazioni in cui il ventricolo sinistro non può spingere fuori tutto il sangue, si accumula in esso e, di conseguenza, in diastole, può già prelevare dall'atrio meno sangue del necessario. La pressione diastolica si accumula in esso e in una reazione a catena cresce anche nell'atrio, nelle vene polmonari e nei capillari. Ma poiché il volume del sangue rimane costante, deve andare da qualche parte. La parte liquida del sangue (plasma) dovuta all'aumento della pressione filtra attraverso la parete dei capillari polmonari ed entra nel tessuto interstiziale che circonda i piccoli bronchi e alveoli.

In un certo periodo di tempo, il liquido si accumula così tanto da schiacciare i piccoli bronchi, provocando il loro edema. La conseguenza di ciò è un attacco di soffocamento..

Pertanto, un attacco di asma cardiaco è una sindrome di insufficienza ventricolare sinistra o insufficienza atriale sinistra (meno comunemente). È anche sinonimo di edema polmonare interstiziale. Con la progressione della patologia, può trasformarsi in edema alveolare, quando il fluido suda nella cavità alveolare. Allo stesso tempo, il soffocamento aumenta e senza trattamento questa condizione può portare alla morte..

Quindi, tre principali meccanismi patogenetici portano all'asma cardiaco:

  • Debolezza del muscolo cardiaco.
  • Aumento della resistenza all'uscita del ventricolo sinistro.
  • Sovraccarico delle camere di sinistra con volume di sangue in eccesso.

Cause di asma cardiaco

L'asma cardiaco non è una diagnosi indipendente, ma una sindrome che può essere associata a varie malattie cardiache. Tutte queste malattie hanno i loro sintomi, la loro patogenesi, le loro fasi del corso. Ma in un momento non molto meraviglioso, hanno un peggioramento simile per tutti: insufficienza acuta del cuore sinistro, che porta a un attacco di soffocamento.

Considera le principali malattie che possono portare a questo.

  • Infarto miocardico acuto. Come sapete, un attacco di cuore è la morte di una parte del muscolo cardiaco. Una parte del miocardio è semplicemente disattivata dal lavoro e non può svolgere la sua funzione di pompaggio. Pertanto, oltre al dolore e al calo della pressione, un infarto può manifestarsi anche come asma cardiaco. Esiste anche una forma atipica di infarto miocardico - asmatico, che si manifesta solo per soffocamento.
  • Cicatrice postinfartuale. Non solo un nuovo attacco di cuore, ma anche uno precedentemente trasferito può causare una forte diminuzione della gittata cardiaca.
  • Cardiomiopatia alcolica. Si verifica la distrofia del muscolo cardiaco, le camere del cuore si allungano e non si contraggono con la forza adeguata.
  • Miocardite. Anche l'infiammazione del muscolo cardiaco di varia origine porta al suo indebolimento.
  • Stenosi della valvola aortica. Difetto valvolare, più spesso dopo aver sofferto di reumatismi. Il restringimento dell'apertura che porta all'aorta porta al fatto che il ventricolo sinistro è costretto a superare una grande resistenza e lavorare al limite. Allo stesso tempo, le sue pareti si ispessiscono, ma a un certo momento non riesce ancora a far fronte al suo lavoro.
  • Malattia ipertonica. Il meccanismo di sviluppo dell'asma cardiaco in questa patologia è simile al punto precedente: aumento della pressione nell'aorta, ipertrofia del muscolo cardiaco, insufficienza ventricolare sinistra. L'insufficienza acuta si manifesta con un brusco salto di pressione (crisi ipertensiva).
  • Insufficienza della valvola mitrale. Questo difetto è caratterizzato dal fatto che la valvola tra l'atrio sinistro e il ventricolo non si chiude completamente durante la sistole. Il sangue continua a fluire nel ventricolo, interrompendo il suo normale funzionamento. Il volume del sangue aumenta, la pressione nell'atrio sinistro aumenta. Inoltre - tutto nello stesso cerchio (piccolo).
  • Stenosi mitralica. Qui il meccanismo è un po 'diverso, e riguarda principalmente l'atrio: a causa del restringimento dell'apertura mitrale, l'atrio non può pompare nel ventricolo tutto il sangue in esso accumulato.
  • Disturbi del ritmo cardiaco. Varie tachicardie, aritmie portano al fatto che il lavoro coordinato delle camere cardiache viene interrotto, il volume di sangue pompato durante il ciclo cardiaco diminuisce. La pressione diastolica nel ventricolo sinistro aumenta, quindi il meccanismo è lo stesso.
  • Tumori o coaguli di sangue nelle camere del cuore. Non è una causa così comune, ma l'asma cardiaco può comparire per la prima volta.
  • Insufficienza renale acuta o cronica. I reni non espellono completamente l'urina e il volume del sangue aumenta. Il cuore (soprattutto se è già malsano) non può gestire il sangue in eccesso.

Fattori che innescano un attacco di asma cardiaco

I pazienti con malattie cardiovascolari croniche, soggetti a un regime adeguato, una corretta alimentazione e l'adempimento di tutti gli appuntamenti, possono vivere tutta la loro vita e non soffrire mai di asma cardiaco.

I momenti che provocano un attacco sono:

  • superlavoro fisico;
  • tensione nervosa, stress;
  • assunzione di alcol;
  • prendere grandi quantità di sale da cucina e liquido;
  • infusione endovenosa di varie soluzioni (in terapia intensiva, dopo l'intervento chirurgico, per malattie infettive);
  • malattie del tratto respiratorio inferiore - bronchite, polmonite;
  • lungo riposo a letto;
  • cibo e bevande abbondanti durante la notte;
  • allergia.

Come si manifesta l'asma cardiaco?

L'asma cardiaco si verifica raramente nella salute generale. Di norma, tali pazienti hanno già segni di insufficienza cardiaca cronica, cioè la mancanza di respiro durante l'esercizio è una cosa comune per loro. Ma a riposo, di solito non li infastidisce. Qui si tratta di unire l'insufficienza cardiaca acuta cronica e i nuovi sintomi e la repentinità della loro comparsa causano paura.

I sintomi dell'asma cardiaco compaiono più spesso di notte quando una persona è sdraiata. Questo perché in posizione orizzontale aumenta il flusso sanguigno al cuore..

Una persona si sveglia perché è difficile per lui respirare, inizia una tosse secca. Inizia a respirare più profondamente e più velocemente. Di riflesso si siede - gli rende più facile.

Dall'esterno, un tale paziente sembra pallido, le labbra e l'area naso-labiale sono cianotiche. La respirazione è accelerata e l'inalazione è più difficile. Viso e petto coperti di sudore freddo, di solito appoggia le mani sulla testiera di un letto o di una sedia.

A causa del fatto che il soffocamento si è sviluppato così all'improvviso, il paziente inizia a farsi prendere dal panico, questo aumenta ancora di più il battito cardiaco e la condizione si aggrava solo.

L'attacco può durare diversi minuti o forse diverse ore. A volte basta sedersi, abbassare le gambe, aprire la finestra e la condizione migliora. A volte non puoi fare a meno di un'ambulanza. In casi gravi, senza trattamento, l'asma cardiaco può trasformarsi in edema polmonare e quindi il conteggio va avanti per minuti.

Qual è la differenza tra asma cardiaco e bronchiale

A prima vista, i segni del cuore e dell'asma bronchiale sono simili. Entrambi si manifestano con un improvviso attacco di soffocamento, più spesso di notte. A volte è difficile persino per i medici distinguerli senza un esame speciale..

Ma puoi ancora distinguerli ed è molto importante non sbagliare, perché il loro trattamento è fondamentalmente diverso.

L'età è generalmente giovane, fino a 40 anni

Condizioni precedenti: allergia agli odori, naso che cola prolungato, tosse parossistica

La pressione sanguigna è più spesso normale

Il ritmo cardiaco non è interrotto

Durante un attacco: respiro corto espiratorio (difficile da espirare), respiro sibilante secco, talvolta udibile da lontano, tosse con sollievo catarro

Più comune negli anziani

Di regola, esiste già una patologia cardiaca nota al paziente: malattie cardiache, angina pectoris, aritmia, ipertensione.

La pressione è spesso aumentata

Le aritmie cardiache sono comuni: palpitazioni o battiti cardiaci irregolari

Durante un attacco, l'inalazione è difficile ("non respirare"), ci sono pochi sibili (asciutti e umidi), la tosse non allevia la condizione. La progressione porta a edema polmonare - respiro rumoroso, gorgogliante, tosse con catarro rosa schiumoso

Asma bronchialeAsma cardiaco

Aiuta con l'asma cardiaco

Un primo attacco di asma cardiaco provoca paura e panico, quindi il paziente di solito chiama un'ambulanza. Con ripetuti attacchi, può imparare ad alleviare se stesso dalla condizione.

L'attacco è solitamente preceduto da precursori: tosse secca che compare quando si è sdraiati. Questa è già una prova di edema bronchiale.

Principi di base per la cura dell'asma cardiaco e dell'edema polmonare

  • Ridurre il flusso venoso al cuore (diuretici, vasodilatatori).
  • Ridurre la resistenza al ventricolo sinistro (abbassando la pressione sanguigna totale, preparati a base di nitroglicerina per ridurre la resistenza vascolare periferica).
  • Calmare il paziente (sedativi).
  • Aumentare la gittata cardiaca (glicosidi cardiaci, altri inotropi).
  • Ridurre l'ipossia (ossigeno).
  • Diminuire la frequenza cardiaca (antiaritmici, glicosidi cardiaci).

Cosa puoi fare a casa da solo

  1. Siediti, metti giù i piedi.
  2. Cerca di calmarti.
  3. Apri la finestra.
  4. Misura la pressione.
  5. Con una pressione alta o normale, prendi una compressa di nitroglicerina sotto la lingua, bevi una compressa di furosemide. Con bassa pressione, chiama immediatamente un'ambulanza, mentre è meglio prendere una posizione reclinata.
  6. Dai vecchi metodi, è consentito un pediluvio con acqua calda o lacci emostatici sulle vene sugli arti per un breve periodo (le calze di nylon sono abbastanza adatte come lacci emostatici). Usavano il salasso, non vale la pena farlo ora, ma come ultima risorsa in situazioni di emergenza e in assenza di cure mediche, è pienamente giustificato.

Cosa farà un dottore dell'ambulanza

  1. Esaminare, valutare le condizioni del paziente e decidere sulla fornitura di assistenza a domicilio, ricovero in ospedale o misure di rianimazione immediata.
  2. Fai un ECG.
  3. Diuretico per via endovenosa (lasix).
  4. Ri-nitroglicerina sotto la lingua, nei casi più gravi - flebo endovenoso.
  5. Sedazione (relanium, in caso di edema polmonare - morfina).
  6. Per tachicardia e fibrillazione atriale, glicosidi cardiaci (strofantina o digossina per via endovenosa).
  7. Inalazione di ossigeno.

Di solito, queste misure sono sufficienti, le condizioni del paziente migliorano. Riceve raccomandazioni per chiamare un medico dalla clinica o fissare un appuntamento per l'esame o la correzione del trattamento.

I principali farmaci per alleviare l'asma cardiaco

Sotto la lingua sotto forma di compresse, capsule, spray

Flebo

Riduci la tachicardia

Riduce l'eccitabilità del centro respiratorio,

sollievo dal dolore, ridurre la scarica di adrenalina

ridurre la resistenza

Per via intramuscolare o endovenosa

Flebo

O una miscela di ossigeno con vapore di alcol

strutture

Gruppo di farmaciPrincipio operativoRappresentantiModalità di applicazione
NitratiEspandi piccole navi,
ridurre la resistenza periferica, diminuire il flusso sanguigno al cuore
  • Nitroglicerina
  • Perlinganite
  • Nitroprussiato di sodio
  • Isoket
SedativiSibazon, relaniumPer via intramuscolare o endovenosa
Analgesici narcotici
  • Morfina
  • Omnopon
Per via sottocutanea, intramuscolare o endovenosa
DiureticoDiminuire il volume del sangue circolante, abbassare la pressione
  • Furosemide
  • Lasix
Per bocca, per via intramuscolare o endovenosa
Farmaci antipertensivi
  • Captopril
  • Corinfar
  • Clonidina
  • fisiotens
  • Enalapriat
  • Pentamin
  • Arfonad
OssigenoRiduce l'ipossia, riduce la formazione di espettorato schiumosoInalazione tramite cateteri nasali
Glicosidi cardiaciRafforzare la contrattilità miocardica, aumentare la gittata sistolica, ridurre la tachisistole
  • Strofantin
  • Korglucon
  • Digossina
Lenta per via endovenosa
Influenzare i processi di polarizzazione nel miocardio, alleviare l'aritmia
  • Etmozin
  • Etatsizin
  • Cordaron
  • Novocainamide
  • Lidocaina
Flebo

Quando sarà necessario il ricovero in ospedale

  • Con una diagnosi poco chiara.
  • Se si sospetta un infarto miocardico acuto.
  • Quando si verifica per la prima volta un attacco di aritmia.
  • Con lo sviluppo di una clinica per l'edema polmonare alveolare (anche dopo il miglioramento della condizione).
  • Con bassa pressione sanguigna.
  • In assenza di effetto da tutte le misure adottate.

Diagnostica

L'algoritmo diagnostico per un inizio improvviso di attacco d'asma è lo stesso sia per i casi di emergenza che per gli esami di routine. In caso di ricovero d'urgenza, l'esame verrà effettuato rapidamente (in situazioni veramente difficili, immediatamente).

Se l'attacco viene interrotto e il paziente viene inviato in clinica al mattino, dovrai sintonizzarti per un esame non molto rapido e consultazioni con diversi specialisti..

Quali studi vengono solitamente prescritti

  1. ECG. Sul cardiogramma, puoi vedere segni di infarto miocardico acuto, disturbi del ritmo cardiaco acuto. Nelle malattie croniche, le descrizioni dell'ECG possono avere diverse formulazioni: ipertrofia ventricolare sinistra, blocco dei rami del fascio, deviazioni dell'asse elettrico del cuore, processi di ripolarizzazione alterati.
  2. Analisi. Un esame emocromocitometrico completo può indicare la gravità del processo. Quindi, con un attacco di cuore, c'è un aumento di VES, leucociti, CPK, troponina.
  3. Radiografia dei polmoni. Radiograficamente, con edema polmonare interstiziale, sono visibili un pattern polmonare sfocato e "sfocato", una diminuzione della trasparenza nelle zone ilari e l'espansione dei setti interlobari. L'ombra del cuore è solitamente ingrandita.
  4. Spirometria. Tale studio viene effettuato quando esiste ancora il sospetto della natura bronchiale degli attacchi. Nell'asma bronchiale, PSV (velocità espiratoria di picco) e FEV1 (volume espiratorio forzato in 1 s) saranno ridotti, sebbene la loro singola misurazione non sia un criterio del 100% per fare una diagnosi, è necessario misurarli più volte durante il giorno, così come dopo l'uso di broncodilatatori.
  5. Ecocardiografia (ecografia del cuore). Forse il metodo più importante per studiare il lavoro del cuore e valutarne la capacità funzionale. Ti consente di determinare la dimensione delle camere cardiache e la pressione in esse, lo spessore delle pareti, lo stato delle valvole, il movimento del sangue. Può essere utilizzato per identificare difetti delle valvole, danni al muscolo cardiaco, rigurgito (inverso) del sangue.

Quali segni su ECHO KG possono confermare che abbiamo a che fare con l'asma cardiaco?

  • Espansione del ventricolo sinistro e dell'atrio sinistro.
  • Diminuzione del volume della corsa.
  • Riduzione della frazione di eiezione (normalmente almeno il 50%).
  • Patologia valvolare (stenosi, insufficienza).
  • Aumento della pressione nell'arteria polmonare (normalmente non deve superare i 25 mm Hg)
  • Ipo- o acinesia delle pareti del ventricolo sinistro.
  • Rigurgito (flusso inverso di sangue attraverso l'apertura mitrale).

Oltre a questi studi di base, ne vengono spesso prescritti altri:

  • Monitoraggio ECG 24 ore su 24.
  • Ergometria della bicicletta.
  • Ecocardiografia transesofagea.
  • Angiografia coronarica (CAG).

Prevenzione degli attacchi di asma cardiaco

Come già accennato, l'asma cardiaco non è una diagnosi indipendente, ma una complicazione di molte malattie cardiache. Nella stragrande maggioranza dei casi, il paziente è a conoscenza delle sue malattie, ma non tutti ricevono cure adeguate, e spesso è colpa del paziente ("ci sono molte pillole, non le berrò", "Ho paura dell'operazione", ecc.)

Tuttavia, essendo sopravvissuti ad almeno un attacco di asma cardiaco, le persone iniziano a temerne il ripetersi, hanno paura del soffocamento e iniziano ad ascoltare i consigli dei medici..

Pronto soccorso per l'asma cardiaco

L'asma cardiaco è un attacco d'asma dovuto a insufficienza ventricolare sinistra. Le principali cause dell'asma cardiaco sono le malattie del cuore e dei vasi sanguigni (malattie cardiache, cardiosclerosi, ipertensione). Un attacco può verificarsi non solo a causa di un malfunzionamento del sistema cardiovascolare, ma anche durante il decorso di malattie virali e infettive nel corpo, insufficiente circolazione sanguigna nel cervello. Spesso l'asma cardiaco si manifesta nelle persone di età compresa tra 55 e 60 anni, ma ci sono casi di attacchi in giovani donne, uomini, adolescenti e persino bambini.

Quali fattori possono innescare un attacco?

La causa principale di un attacco di asma cardiaco è un malfunzionamento del ventricolo sinistro del cuore, a seguito del quale il sangue ristagna nei polmoni. A causa dell'eccesso di sangue, il metabolismo e lo scambio di gas tra il corpo e l'ambiente esterno (scambio di gas) sono disturbati. Con un aumento del contenuto di anidride carbonica, il centro respiratorio nel cervello è irritato e una persona inizia ad avere una grave mancanza di respiro.

  • Quali fattori possono innescare un attacco?
  • Sintomi primari e secondari
  • Pronto soccorso di emergenza per un attacco di asma cardiaco
  • Pronto soccorso per l'asma cardiaco

Con cardiopatia acquisita o congenita, ischemia, ipertensione, infiammazione acuta e cronica dei reni, ci sono attacchi di asma cardiaco. I motivi principali che provocano la comparsa dell'asma cardiaco possono essere: forte attività fisica; fatica; depressione; febbre. Inoltre, un attacco può essere causato dall'abuso di cibo e acqua durante la notte..

L'asma cardiaco è più spesso osservato negli adulti, ma nessuno può essere assicurato al 100% contro una malattia grave. L'attacco inizia spesso di notte, questo è dovuto al fatto che quando una persona giace in un sogno, il sangue inizia a fluire più intensamente al ventricolo sinistro, si osserva un aumento della pressione venosa centrale. In assenza di un'adeguata espulsione dal ventricolo sinistro, la probabilità di mancanza di respiro e soffocamento aumenta più volte.

Secondo le statistiche, la maggior parte dei pazienti con infiammazione renale soffre di attacchi di asma cardiaco a causa di un aumento della pressione nelle arterie. Un forte aumento della pressione sanguigna nella medicina tradizionale è chiamato ipertensione ed è uno dei fattori che provocano un attacco.

Sintomi primari e secondari

Un attacco di asma cardiaco non si verifica sempre all'improvviso: i medici distinguono tra sintomi primari e secondari. I sintomi iniziali del soffocamento sono: difficoltà a respirare; una sensazione di pesantezza al petto; dispnea; tosse secca dopo l'attività fisica (gli attacchi di tosse sono più spesso peggiori quando una persona è in posizione orizzontale). I sintomi primari durano da 2 a 4 giorni.

I sintomi secondari includono:

  • mancanza d'aria, soffocamento;
  • insonnia;
  • aumento della sudorazione;
  • tosse con catarro rosa;
  • pallore della pelle;
  • ritmo di galoppo;
  • respiro sibilante secco;
  • tachicardia.

Un attacco di asma cardiaco dura da 2-3 minuti a 2-4 ore. In questo momento, le persone circostanti dovrebbero fornire il primo soccorso per alleviare la sofferenza del paziente. Se la pelle di una persona è diventata grigia o blu scuro, le vene del collo sono gonfie, il polso è debole durante la palpazione, la pressione sanguigna è diminuita, si osservano debolezza, ortopnea e congestione del sangue nelle vene delle braccia e delle gambe, chiamare un'ambulanza per fornire assistenza medica qualificata.

A causa di sintomi prolungati, la vittima può sviluppare edema polmonare, quindi il paziente deve, dopo un attacco e una terapia sintomatica, consultare un cardiologo e sottoporsi a un esame completo del corpo.

Pronto soccorso di emergenza per un attacco di asma cardiaco

Il primo passo è chiamare la squadra dell'ambulanza e informare il supervisore dell'età e della posizione della vittima. È anche auspicabile parlare dei sintomi osservati nel paziente. Quindi dovresti sbottonare la camicia, rimuovere la cintura, la cravatta e altri accessori che bloccano la respirazione della persona..

Dopodiché, è necessario aprire una finestra nella stanza in modo che la vittima possa respirare aria fresca, mentre è consigliabile accendere il ventilatore o agitare un quaderno, carta di cartone o un cappello davanti al viso della persona. Queste manipolazioni sono necessarie per eliminare la fame di ossigeno nel cervello..

Il paziente non dovrebbe essere in posizione orizzontale, dovrebbe essere seduto su un divano o un letto in modo che la sua schiena poggi sullo schienale di una sedia o di un cuscino. Se una persona si ammala per strada, dovrebbe essere seduta su una panchina, un marciapiede alto o un moncone.

Importante durante il primo soccorso per l'asfissia cardiaca è un trattamento speciale della cavità orale. Se il paziente ha una grande quantità di schiuma e catarro in bocca, deve essere rimosso con un batuffolo di cotone o altri oggetti sterili. Non è consigliabile farlo con le dita, poiché non è igienico e la vittima potrebbe contrarre la mascella in modo riflessivo a causa di uno shock doloroso.

Per facilitare il lavoro del cuore, normalizzare la circolazione sanguigna e prevenire l'edema polmonare, è necessario applicare lacci emostatici stretti sugli arti inferiori e superiori (un arto dovrebbe essere senza laccio emostatico). Dopo 10-15 minuti, i lacci emostatici dovrebbero essere spostati e l'altro arto dovrebbe essere lasciato libero. Questa manipolazione deve essere eseguita contemporaneamente e le imbracature sugli arti inferiori devono essere fissate a una distanza di 15 centimetri dall'inguine. Sugli arti superiori, il laccio emostatico è installato a una distanza di 10 centimetri dall'articolazione della spalla.

Se la procedura è stata eseguita correttamente, il polso si sentirà appena sotto la benda applicata. A causa della manipolazione, la pelle dovrebbe diventare rossastra-bluastra. La durata della procedura varia da 5 a 30 minuti. Durante un attacco d'asma, i lacci emostatici possono essere sostituiti con vasche idromassaggio per gli arti inferiori. Questa manipolazione aiuterà a ridurre il flusso sanguigno al cuore..

Se una persona non migliora, ha bisogno di essere ricoverata urgentemente per assistenza medica. Anche se lo stato di salute della vittima è migliorato, è necessario consultare uno specialista e sottoporsi a un esame per scoprire la causa del soffocamento. Dopo che il paziente è stato consegnato a una struttura medica, un cardiologo condurrà una diagnosi generale di tutto il corpo. Prima di tutto, lo specialista parlerà al paziente, apprenderà i sintomi e l'attacco, quindi il medico avrà bisogno dei risultati dei test: elettrocardiogramma, radiografia del torace, diagnostica ecografica del cuore, risonanza magnetica per rilevare problemi e malattie latenti. Dopo l'esame e ricevuti i risultati della ricerca, il paziente viene indirizzato al medico curante, che effettua una diagnosi accurata e prescrive un corso completo di terapia.

Pronto soccorso per l'asma cardiaco

  • Perché non puoi metterti a dieta da solo
  • 21 consigli su come non acquistare un prodotto stantio
  • Come conservare frutta e verdura fresca: semplici accorgimenti
  • Come combattere la voglia di zucchero: 7 cibi inaspettati
  • Gli scienziati dicono che la giovinezza può essere prolungata

Solo una persona laureata in medicina può somministrare medicinali a una persona durante un attacco, in modo da non aggravare le sue condizioni e causare complicazioni. Se c'è un operatore sanitario tra le persone intorno, può controllare la corretta applicazione dei lacci emostatici, misurare la pressione nelle arterie e monitorare il polso. Per evitare l'edema polmonare, è necessario bagnare la benda in alcol etilico o vodka e applicarla sul viso del paziente.

La squadra di ambulanza in arrivo cercherà di alleviare le condizioni del paziente e prima di tutto darà alla persona una compressa di "Nitroglicerina" o "Validol" - la medicina deve essere posta sotto la lingua e dissolversi. Questi farmaci hanno lo scopo di espandere i vasi del cuore, ma non possono essere utilizzati con una pressione sistolica inferiore a 100 mm Hg..

Il paziente sarà aiutato dall'inalazione con ossigeno umidificato, che viene fatto passare attraverso un antischiuma. Solo i medici conoscono il dosaggio richiesto, tenendo conto del peso e del benessere della persona. L'inalazione di ossigeno viene utilizzata per portare l'aria nelle cellule e nel cervello umano. Un bagno caldo alla senape funziona bene, riducendo lo stress sul cuore. I medici, durante il primo soccorso per l'asma cardiaco, possono condurre salassi, il cui volume non deve superare i 400 millilitri. Questa manipolazione è prescritta se il paziente ha una pressione normale nelle arterie e solo dopo la diagnosi del corpo.

Prima dell'arrivo della squadra, è necessario preparare i seguenti farmaci in soluzioni: analgesico narcotico; diuretici; glicoside cardiaco. I farmaci efficaci sono "Cloruro di sodio", "Eufillin", "Pentamin", "Suprastin" e "Diphenhydramine".

Se il paziente ha tachicardia, deve iniettare per via endovenosa una soluzione di "Strofantin" con "Cloruro di sodio". Il dosaggio è calcolato da uno specialista. I farmaci vengono somministrati molto lentamente in modo che il paziente non avverta vertigini e svenimenti. Con una pressione sanguigna normale, si consiglia di utilizzare una sostanza chiamata "Lasix".

La prevenzione di un attacco può essere: il passaggio a una dieta equilibrata; evitare un forte stress fisico ed emotivo; esami periodici da un cardiologo. Il primo soccorso per l'asma cardiaco allevierà le condizioni della vittima e attenderà l'arrivo dei medici. Sapendo come aiutare adeguatamente una persona durante un attacco, non solo puoi minimizzare i suoi sintomi, ma anche prevenire le conseguenze più gravi, fino a salvare la vita di una persona.

Informazioni sulla salute più fresche e pertinenti sul nostro canale Telegram. Iscriviti: https://t.me/foodandhealthru

Specialità: terapista, radiologo.

Esperienza totale: 20 anni.

Sede di lavoro: LLC "SL Medical Group", Maykop.

Istruzione: 1990-1996, Accademia medica statale dell'Ossezia settentrionale.

Formazione:

1. Nel 2016, presso l'Accademia medica russa di istruzione post-laurea, ha completato la formazione avanzata nel programma professionale aggiuntivo "Terapia" ed è stata ammessa allo svolgimento di attività mediche o farmaceutiche nella specialità della terapia.

2. Nel 2017, per decisione della commissione esaminatrice presso l'istituto privato di formazione professionale aggiuntiva "Istituto per gli studi avanzati del personale medico", è stata ammessa a svolgere attività medica o farmaceutica nella specialità della radiologia.

Esperienza lavorativa: terapista - 18 anni, radiologo - 2 anni.

Pronto soccorso per l'asma cardiaco

L'asma cardiaco (CA) è una dispnea parossistica che si verifica in un contesto di insufficienza cardiaca nella fase di scompenso. Il suo aspetto indica edema polmonare, che è un disturbo grave che dovrebbe essere trattato prontamente e in modo appropriato.

L'asma cardiaco e l'asma bronchiale non sono la stessa cosa. Il quadro clinico di queste malattie è simile, ma il processo di insorgenza è diverso, quindi anche il loro trattamento è diverso..

In alcuni casi, l'asma cardiaco è acuto, come l'insufficienza cardiaca acuta. In tali casi, è necessaria l'immediata assistenza medica, prima dell'arrivo della quale può essere fornita l'azione iniziale di emergenza..

Video: rimozione di soffocamento, mancanza di respiro, mancanza di respiro

La differenza tra asma cardiaco e bronchiale

Nonostante il fatto che molti pazienti manifestino sintomi simili nell'asma bronchiale e nell'asma cardiaco, queste malattie sono diverse nel meccanismo di sviluppo. Mentre la fisiopatologia dell'asma bronchiale si basa sull'infiammazione e sul restringimento delle vie aeree, i sintomi dell'asma cardiaco dipendono dal decorso della malattia sottostante, l'insufficienza cardiaca..

L'insufficienza cardiaca è una condizione in cui il cuore non pompa abbastanza sangue. La malattia a volte può simulare l'asma bronchiale, motivo per cui i pazienti sono chiamati asma cardiaco. L'inalazione di aria nell'asma cardiaco è difficile non a causa del restringimento delle vie aeree e dell'infiammazione, ma a causa dell'accumulo di liquido nei polmoni. Quando il cuore non funziona correttamente, il liquido si accumula nei vasi e riempie gradualmente i polmoni. Di conseguenza, il respiro sibilante si fa sentire nei polmoni..

A volte l'insufficienza cardiaca si verifica quando le arterie che forniscono sangue al cuore sono ristrette. In altri casi, l'ipertensione nel corso degli anni porta a danni cardiaci e scarsa funzionalità cardiaca. Di conseguenza, si sviluppa una cardiomiopatia dilatativa, restrittiva o ipertrofica..

Le infezioni virali, l'abuso di droghe e l'abuso di alcol possono danneggiare il muscolo cardiaco e causare sintomi di insufficienza cardiaca congestizia.

Infine, una serie di altre malattie possono influire negativamente sul cuore e danneggiare il muscolo cardiaco. In particolare, i problemi possono derivare da malattie delle valvole del cuore, della tiroide, della malattia renale cronica o del diabete..

A volte il trattamento può cambiare il decorso della malattia di base, a seguito della quale le condizioni del paziente migliorano.

Principi per definire l'asma cardiaco

Per la corretta conduzione del primo soccorso di emergenza per insufficienza cardiaca, è necessario valutare correttamente le condizioni del paziente. In particolare, i sintomi dell'asma cardiaco sono importanti..

Oltre ai sintomi asmatici (respiro sibilante, mancanza di respiro e tosse), l'asma cardiaco può causare:

  • Ritenzione di liquido intorno alle caviglie e ai piedi degli arti inferiori, chiamata edema.
  • I pazienti possono notare un aumento di peso a causa della ritenzione di liquidi.
  • I pazienti con insufficienza cardiaca riferiscono altri sintomi che possono essere rilevati anche in caso di asma bronchiale scarsamente controllato (affaticamento, debolezza e vertigini).

È importante sapere che circa un terzo di tutti i pazienti anziani con insufficienza cardiaca congestizia si lamenta di respiro sibilante..

Dopo aver determinato i segni della malattia, se possibile, vengono eseguiti ulteriori metodi diagnostici.

Diagnostica strumentale

Nella maggior parte dei casi, la diagnosi è clinica e viene stabilita da un cardiologo o da un medico curante. Se il medico sospetta che i sintomi non siano causati dall'asma bronchiale, possono essere eseguiti ulteriori test per cercare l'insufficienza cardiaca congestizia. In particolare si effettua:

  • L'emocromo completo è un esame del sangue che molto spesso mostra reazioni infiammatorie nel corpo, quindi, non sono indicative di insufficienza cardiaca.
  • Ecocardiografia - esame ecografico del cuore, che mostra come funziona il cuore, in particolare, viene valutata la frazione di eiezione.
  • Elettrocardiografia: una valutazione della conduzione elettrica del cuore, che può identificare rapidamente problemi cardiaci acuti e identificare danni al miocardio.
  • Risonanza magnetica del cuore: vengono eseguiti esami per determinare i depositi patologici nei vasi sanguigni, compresi quelli che alimentano il cuore.

Assistenza di emergenza per un attacco

Quando i sintomi sono molto gravi, può portare a ipossiemia o mancanza di ossigeno nel sangue. Infine, un paziente con asma cardiaco può richiedere rianimazione cardiopolmonare, intubazione o rimanere in un'unità di terapia intensiva. Se un paziente con asma cardiaco sperimenta una forte e acuta diminuzione del flusso sanguigno attraverso lo sviluppo di infarto miocardico acuto, allora c'è una minaccia per la vita.

Esiste il seguente algoritmo di cure di emergenza per l'asma cardiaco:

  1. Sedere il paziente vicino a una finestra o in una stanza con libero accesso all'aria.
  2. Liberare il paziente da abiti imbarazzanti.
  3. Esamina la bocca alla ricerca di schiuma o muco.
  4. Misurare la pressione sanguigna e registrare l'indicatore per fornirlo alla squadra dell'ambulanza arrivata.
  5. In presenza di nitroglicerina, mettere una compressa sotto la lingua e tenerla finché non si è completamente sciolta. La nitroglicerina può essere sostituita con validol.
  6. Le compresse per migliorare l'afflusso di sangue miocardico (validolo e nitroglicerina), possono essere assunte non più di due volte con un intervallo di cinque minuti.
  7. Lo sviluppo di edema polmonare può essere prevenuto applicando lacci emostatici venosi (spalla e coscia) su braccia e gambe. Se questo dispositivo medico non è disponibile, puoi utilizzare bende elastiche o, in casi estremi, calze di nylon.

I lacci emostatici vengono prima applicati solo su braccia e gambe, quindi ogni 15 minuti viene trasferito un laccio emostatico sull'arto libero e così e in cerchio. Se il laccio emostatico viene applicato correttamente, l'arto diventerà blu sotto il punto di compressione, ma si sentirà il polso.

8. A volte l'applicazione dei lacci emostatici è impossibile, quindi le gambe possono essere abbassate in una bacinella di acqua calda o rivestite con cuscinetti riscaldanti caldi. Questo metodo è meno efficace dei lacci emostatici, ma può comunque aiutare a ridurre lo stress sul cuore..

I passaggi precedenti vengono eseguiti fino all'arrivo dell'ambulanza. Allo stesso tempo, anche se un attacco di asma cardiaco viene interrotto, è comunque più ragionevole mandare il paziente in ospedale, poiché tutto può accadere di nuovo. Inoltre, il mancato rispetto delle raccomandazioni mediche può portare allo sviluppo di complicazioni e persino alla morte del paziente..

Trattamento farmacologico

Il trattamento principale è eliminare la cardiopatia sottostante. Se i sintomi sono causati da una scarsa prestazione cardiaca, il trattamento si concentra sul miglioramento della funzione di pompaggio dell'organo. In particolare, vengono utilizzati:

  • Diuretici: i farmaci stimolano la funzione urinaria dei reni, che aiuta a rimuovere i liquidi dal corpo.
  • ACE inibitori: riducono il carico sul cuore a causa dell'effetto ipotensivo.
  • Nitrati - promuove la vasodilatazione e riduce lo stress sul cuore.

A breve termine, il medico può prescrivere beta-agonisti (beta-stimolanti) a breve durata d'azione che possono migliorare il benessere del paziente. Inoltre, se c'è ipossia, manifestata da vertigini e tachicardia, viene utilizzato l'ossigeno. I pazienti con asma cardiaco e sintomi come mancanza di respiro generalmente rispondono rapidamente ai beta-agonisti.

In alcuni casi, possono essere utilizzati steroidi sistemici, che sono efficaci se il paziente non risponde ai diuretici. Se esiste una potenziale preoccupazione che l'asma o qualsiasi componente della malattia reattiva delle vie aeree o della BPCO sia presente, vengono utilizzati anche antibiotici.

Se il medico sospetta che il respiro sibilante sia associato all'asma cardiaco, è molto probabile che l'asma bronchiale sia escluso. Questo è il motivo per cui è importante consultare un medico con tutti i sintomi che sembrano essere l'asma. Un principio importante che viene praticato in medicina è che non tutto il respiro sibilante è asma bronchiale. Pertanto, solo un medico qualificato può determinare quali sintomi appartengono a quale malattia..

Video: cos'è l'asma cardiaco?

Primo e pronto soccorso per l'asma cardiaco

Pronto soccorso per l'asma cardiaco

L'asma cardiaco è una malattia grave, i cui attacchi improvvisi possono essere fatali. Le cause che lo provocano sono completamente varie: stress fisico e psico-emotivo inadeguato, eccesso di cibo e assunzione di liquidi in eccesso durante la notte.

L'asma cardiaco è più probabilmente una conseguenza o una complicanza della malattia sottostante. Questi includono insufficienza o difetto della valvola mitrale, insufficienza cardiaca acuta, crisi ipertensive, infarto, polmonite.

I sintomi di un attacco di questa malattia includono:

  • difficoltà a inspirare o espirare, mancanza di aria;
  • tossire con una piccola quantità di espettorato schiumoso o fango senza di esso;
  • mancanza di respiro (fino a 40-60 respiri al minuto);
  • panico, paura della morte;
  • aumento della frequenza cardiaca, aritmia;
  • abbassare la pressione sanguigna (nella maggior parte dei casi) o il suo valore può rientrare nei limiti normali.

Spesso, un attacco di asma cardiaco passa nella fase iniziale dell'edema polmonare: piccoli gorgoglii e rantoli distintamente distinguibili compaiono a distanza durante la respirazione, espettorato rosa schiumoso (con una miscela di sangue), sudore freddo, viso e collo diventano pallidi e acquisiscono una sfumatura bluastra, il paziente perde conoscenza.

Se una persona sviluppa uno di questi sintomi, è necessario chiamare immediatamente i servizi di emergenza. Il primo soccorso per l'asma cardiaco prima dell'arrivo del personale medico prevede la seguente serie di misure:

  1. Il paziente viene aiutato a sedersi o ad adagiarsi.
  2. Libera il torace dagli indumenti che costringono.
  3. Fornire aria fresca.
  4. Determina il valore della pressione sanguigna (se è disponibile un tonometro).
  5. Con una pressione sistolica pari o superiore a 100 mm Hg. Arte. la nitroglicerina deve essere somministrata sotto forma di compresse (sotto la lingua fino a completa dissoluzione) o sotto forma di aerosol, altrimenti solo validol. Entrambi i farmaci vengono assunti non più di due volte con un intervallo di almeno 5 minuti e con uno stretto controllo della pressione sanguigna. Nella maggior parte dei casi, questa misura è abbastanza sufficiente, il miglioramento della condizione si verifica entro e non oltre 15 minuti dall'ultima assunzione del farmaco. Gli aerosol di nitroglicerina (preparati nitromint, nitrospray) sono più efficaci rispetto alla forma della compressa.
  6. 5-10 minuti dopo che la persona si è comodamente sdraiata, un laccio emostatico viene applicato alle gambe del paziente e un braccio contemporaneamente (o una benda elastica, la calza di nylon è ben stretta). Sugli arti superiori, il laccio emostatico è posizionato almeno 10 cm sotto la spalla, sulle gambe - sotto i 15 cm rispetto alla piega inguinale. Dopo 20 minuti, i lacci emostatici vengono rimossi, quindi dopo 3-5 minuti vengono nuovamente applicati. Se il laccio emostatico viene applicato correttamente, si sente un impulso sotto la sua posizione e la pelle diventa viola-cianotica..
  7. I pediluvi caldi hanno un effetto simile a un laccio emostatico. Questi due metodi aiutano a ridurre il volume totale di sangue circolante e, di conseguenza, il carico sul cuore. Tuttavia, un pediluvio caldo è meno efficace di un laccio emostatico..

Questo algoritmo di azioni prima dell'arrivo dei soccorsi allevierà la condizione, preverrà la morte e attenderà l'arrivo del personale medico. Anche se è stato possibile fermare un attacco di asma cardiaco, il ricovero del paziente è necessario per scoprire le ragioni del suo verificarsi, soprattutto se è accaduto per la prima volta.

Assistenza di emergenza per l'asma cardiaco

L'assistenza medica di emergenza per l'asma cardiaco è fornita da personale medico qualificato. I principi generali di azione (indipendentemente dal livello di pressione sanguigna) mirano a fermare un attacco, prevenire o ridurre l'edema polmonare.

Le cure di emergenza per l'asma cardiaco consistono nei seguenti passaggi:

  • somministrazione endovenosa di una soluzione di analgesici narcotici (morfina, fentanil) in combinazione con 0,5 ml di soluzione di atropina (0,1%). La quantità massima consentita di antidolorifici applicati (concentrazione dell'1%) è rispettivamente fino a 1 ml e 2 ml. La morfina è controindicata in ipossia, aritmie, bradicardia, bassa pressione sanguigna;
  • iniezione a goccia di una soluzione di diuretici, ad esempio furosemide (concentrazione dell'1%) da 2 a 8 ml (controindicazione - bassa pressione sanguigna);
  • l'uso dell'ossigeno in forma di inalazione;
  • somministrazione endovenosa lenta di soluzioni di glicosidi cardiaci di digossina (fino a 2 ml con una concentrazione dello 0,025%) o strophanthin (fino a 1 ml con una concentrazione dello 0,05%). I farmaci vengono utilizzati su una soluzione di cloruro di sodio (0,9%).

Nell'asma misto con caratteristici spasmi bronchiali, vengono utilizzati farmaci ormonali (prednisone, idrocortisone in una quantità di 30-60 mg e 60-125 ml, rispettivamente) e somministrazione endovenosa di eufilina (soluzione al 2,4%) fino a 10 ml. Per ridurre la formazione di schiuma di espettorato, è efficace l'inalazione di vapori di alcol etilico.

Algoritmo di cure di emergenza per l'edema polmonare

A seconda del livello di pressione sanguigna, l'edema polmonare è diviso in tre tipi: con un valore aumentato, medio e diminuito. Ogni caso assume il proprio algoritmo di azioni.

Aiuta con la pressione alta

Lo scarico del lavoro del cuore ad alta pressione comporta l'uso di bloccanti gangliari (pentamina, arfonade, benzoesonio), la cui azione è volta ad aumentare il lume dei vasi del sistema circolatorio periferico.

L'uso di questi farmaci per via endovenosa viene effettuato con misurazione costante di indicatori: una persona monitora il dosaggio del farmaco, l'altra segue le letture del tonometro (le misurazioni vengono prese ogni 2-3 ml della soluzione iniettata). L'indicatore della pressione sanguigna si riduce di non più di un terzo del valore iniziale.

La quantità richiesta di pentamina (1 ml di una soluzione con una concentrazione del 5%) o benzoesonio (1 ml con una concentrazione del 2%) viene miscelata con 20 ml di soluzione isotonica di cloruro di sodio o glucosio. Arfonad (dosaggio 250 mg) viene utilizzato in forma pura o miscelato con una soluzione di cloruro di sodio.

Aiuta con la normale pressione sanguigna

Se il livello di pressione è entro i limiti normali o leggermente aumentato, i vasodilatatori venosi vengono utilizzati in combinazione con diuretici ad azione rapida.

Il primo gruppo comprende nitroglicerina (soluzione alcolica con una concentrazione dell'1%), perlinganite, isoket. Sono utilizzati goccia a goccia con monitoraggio costante della pressione sistolica, il cui valore non deve scendere sotto i 100 mm Hg. La quantità di farmaco iniettato viene calcolata individualmente.

I diuretici più comunemente usati sono lasix (flusso endovenoso da 60 mg a 120 mg).

Aiuta con la pressione sanguigna bassa

I farmaci per l'ipertensione sono la stimolazione dei recettori β-adrenergici cardiaci. Questi farmaci includono dobutamina, dopamina. Quest'ultimo è somministrato per flebo endovenoso. La velocità di somministrazione della soluzione è determinata dalla dinamica dei cambiamenti nella pressione sanguigna e dalla natura della frequenza cardiaca.

Per le infusioni endovenose, una fiala di dopamina (200 mg) viene miscelata 250-500 ml con una soluzione di cloruro di sodio. Dopo la fissazione entro 100-115 mm Hg. E il ripristino del normale afflusso di sangue ai reni è prescritto diuretici (lasix nella quantità di 60-80 mg).


Articolo Successivo
D-dimero