Pronto soccorso per convulsioni


Almeno una volta nella vita, ogni persona si è imbattuta in un fenomeno come le convulsioni. La patologia si avverte come una contrazione muscolare ondulata e involontaria, che può essere accompagnata da intorpidimento o, al contrario, forte dolore. L'attività convulsiva muscolare si verifica, prima di tutto, a causa del loro sovraccarico, e di solito si manifesta spontaneamente e altrettanto improvvisamente termina. L'attacco può essere singolo o ripetersi nuovamente dopo un certo intervallo di tempo. Molto spesso, i bambini si lamentano di convulsioni, meno spesso si verificano in giovani e anziani. Le contrazioni muscolari, insieme al dolore, si verificano principalmente di notte o quando i muscoli sono in uno stato di intensa attività fisica.

Cosa sono le convulsioni, quali sono le cause del loro verificarsi

Un crampo è una contrazione involontaria del tessuto muscolare che provoca disagio e dolore..

  • Cosa sono le convulsioni, quali sono le cause del loro verificarsi
  • Come riconoscere un attacco in un bambino
  • Varietà di attività convulsive
  • Pronto soccorso per convulsioni: cosa fare
  • Trattamento e prevenzione delle convulsioni: raccomandazioni dei medici e consigli della medicina tradizionale
  • Convulsioni come segno di epilessia: cosa fare

Soprattutto, i muscoli del polpaccio sono inclini a convulsioni, un po 'meno: i fianchi, il collo, l'addome, la schiena. Le convulsioni che coinvolgono un gruppo muscolare sono comuni.

Il dolore è doloroso, tirante o tagliente. Allo stesso tempo, il muscolo sembra trasformarsi in pietra e l'arto colpito smette di obbedire.

Il meccanismo di formazione dello spasmo avviene secondo uno schema ciclico: poiché il sangue non entra nel muscolo, si verifica l'ischemia. Una persona avverte dolore, affatica ancora di più il muscolo per indebolirlo e, di conseguenza, provoca solo sensazioni spiacevoli.

Perché si verificano convulsioni? Il meccanismo stesso dello sviluppo di un attacco può dipendere da una varietà di fattori, ma la ragione della loro formazione è una mancanza di circolazione sanguigna nel tessuto muscolare associata a stress intenso. Il rafforzamento dell'attività convulsiva dei muscoli può essere facilitato da iniezioni con oggetti appuntiti, suoni forti improvvisi, assunzione di bevande alcoliche.

Negli atleti, a causa del costante aumento della sudorazione, può formarsi una mancanza di sale nel corpo, che causa anche convulsioni..

I movimenti monotoni e ripetitivi per lungo tempo influenzano negativamente le condizioni dei muscoli, creano tensione in essi, che causa contrazioni convulsive. Un esempio di tali movimenti è digitare su una tastiera o controllare il mouse di un computer..

I medici notano che i crampi notturni compaiono come risultato della combinazione di stress come fenomeno mentale, con ridotta circolazione sanguigna - un fattore fisiologico.

Se gli stessi gruppi muscolari sentono un carico costante per molto tempo, sono più suscettibili alle convulsioni rispetto ad altri muscoli - ad esempio, le persone che lavorano in piedi notano la comparsa di crampi alle gambe.

Oltre ai disturbi circolatori, allo stress e allo sforzo fisico, le convulsioni possono manifestarsi sullo sfondo di alcune malattie di natura neuropsichica: tetano, nevrosi, epilessia. Anche avvelenamento, intossicazione, interruzione del sistema endocrino e disturbi metabolici possono causare convulsioni.

Perché i bambini soffrono di convulsioni? I medici associano questo fenomeno a uno sviluppo insufficiente del cervello e delle fibre delle cellule nervose, nonché a meccanismi inibitori scarsamente sviluppati. Lo sviluppo di convulsioni può essere promosso da cattive abitudini della madre durante la gravidanza, il parto e l'allattamento al seno, tossicosi, infezioni intrauterine, assunzione di droghe tossiche, danni cerebrali al bambino durante il parto, dopo il parto - malattie infettive e disturbi metabolici, le conseguenze della vaccinazione del bambino.

Le convulsioni nei muscoli del polpaccio non possono sempre essere considerate come un fenomeno separato, una malattia indipendente: gli spasmi di questa parte del corpo possono accompagnare alcune altre malattie, ad esempio le vene varicose.

Dopo aver nuotato in acqua fredda, ipotermia del corpo, movimenti improvvisi dopo il riposo, a causa della stanchezza e di un forte aumento della temperatura corporea, possono comparire sensazioni spasmodiche in diverse aree del corpo, che influenzano spiacevolmente il benessere generale di una persona.

Frequenti attacchi di convulsioni possono indicare la presenza di trombosi nella parte interessata - blocco delle vene a causa di un flusso sanguigno irregolare in esse. Inoltre, le convulsioni possono segnalare che il corpo manca di magnesio, calcio e potassio, sostanze coinvolte nel rilassamento del tessuto muscolare..

Il superlavoro generale del corpo contribuisce anche alla formazione di violazioni dell'afflusso di sangue al tessuto muscolare. Questa condizione può essere di natura temporanea o cumulativa. La stanchezza temporanea può essere associata, ad esempio, alla stagione estiva, quando il corpo spende molte energie per sudare e rinfrescarsi. Per questo motivo, i muscoli sono soggetti a un'usura più grave in condizioni di stress normale, le proteine ​​muscolari si degradano più velocemente. I prodotti di degradazione della mioglobina diventano tossici per il corpo e possono persino causare dolore. Poiché l'afflusso di sangue diminuisce, le tossine non vengono completamente eliminate dai muscoli e provocano crampi in essi.

Spesso le persone con diabete mellito si lamentano della comparsa di contrazioni spastiche alle gambe. Tali pazienti sono particolarmente sensibili al calore, poiché a causa di esso il livello di zucchero nel sangue aumenta bruscamente e si sviluppano insufficienza vascolare e convulsioni..

Come riconoscere un attacco in un bambino

Spesso, gli spasmi muscolari compaiono nei bambini, anche i più piccoli. Possono sembrare un piccolo tic nervoso o contrazione, come nel sonno, se il cervello invia impulsi alle terminazioni nervose come risultato della sua normale attività..

Nei neonati, si verifica una crisi convulsiva dovuta ad anomalie del travaglio nella madre, con mancanza di ossigeno e asfissia, a seguito di lesioni ricevute durante il parto, a causa del diabete mellito in una donna in travaglio.

I bambini di età compresa tra uno o due anni soffrono della comparsa di convulsioni, che sono causate da disturbi dello sviluppo del sistema nervoso, organi interni, sullo sfondo di lesioni infettive, vaccinazioni o raffreddori.

Nei bambini più grandi, ai fattori di rischio si aggiungono lesioni alla testa, pericolo di avvelenamento, crisi isteriche e nevrosi.

Come capire che un bambino ha convulsioni? Il bambino inizia a muovere improvvisamente gli arti involontariamente: può sembrare tic, tremante, sussultante. I tratti del viso sono distorti, si avverte una pulsazione nel sito dello spasmo nel muscolo. Il bambino alza gli occhi al cielo, stringe le mascelle, affatica gli arti, può stringerli o allungarli. Le labbra e la pelle diventano bluastre. Può verificarsi minzione involontaria. Nei casi più gravi, un attacco è accompagnato da vomito o schiuma alla bocca..

Varietà di attività convulsive

Le contrazioni muscolari convulsive possono avere manifestazioni di diversa natura. Distinguere:

  • Tonico;
  • clonico;
  • focale;
  • generalizzato;
  • convulsioni febbrili.

Lo spasmo tonico è caratterizzato dall'intensità della tensione del tessuto muscolare che non scompare per molto tempo.

Lo spasmo clonico si verifica secondo il seguente schema: tensione a breve termine - rilassamento - pulsazione. Il ciclo può essere ripetuto fino al termine dell'attacco..

Le crisi focali sono localizzate in un'area specifica e le crisi generalizzate coinvolgono un gran numero di gruppi muscolari. Di conseguenza, può persino svilupparsi una paralisi a breve termine..

I crampi febbrili si verificano durante l'influenza o il raffreddore, a causa dell'aumento della temperatura corporea, come effetto collaterale della febbre. L'attività convulsiva scompare con il tempo, quando la malattia si allontana. Se le convulsioni si verificano a temperature superiori a 38-39 gradi, ciò può indicare un significativo deterioramento delle condizioni del paziente. A loro volta, si sviluppano convulsioni non ferrili a causa di disturbi temporanei della funzione cerebrale..

Le crisi del sonno sono un gruppo separato di disturbi. Con le convulsioni notturne, il paziente ha una maggiore attività del cervello, in questo momento vede i sogni. Nei bambini, i crampi notturni possono essere accompagnati da minzione involontaria..

Le convulsioni generalizzate con manifestazioni convulsive in tutto il corpo sono le più pericolose per una persona: perde completamente il controllo sul suo corpo, la sua coscienza si spegne.

Pronto soccorso per convulsioni: cosa fare

L'algoritmo per il primo soccorso per le convulsioni è simile a questo: prima deve essere sdraiato o seduto in una posizione comoda. Ciò è particolarmente importante se lo spasmo è localizzato nelle gambe, nella parte inferiore della gamba, nelle dita o sopra il ginocchio: in questo modo sarà possibile alleviare lo stress aggiuntivo in queste aree..

Il muscolo spasmodico deve essere sbloccato. Se parliamo di una gamba, questo può essere fatto come segue: dopo che il paziente è stato disteso, la persona che gli fornisce il primo soccorso, porta il piede nella zona della base delle dita e preme su di esse in modo da premerle verso la vittima, sforzare il muscolo. Va notato che questa tecnica è piuttosto dolorosa, anche sullo sfondo del dolore causato dalle convulsioni, ma il dolore passa rapidamente e lo spasmo con esso.

La vittima può aiutare se stessa - per questo deve afferrare saldamente le dita dei piedi con entrambe le mani e tirarle verso di sé. Quindi puoi rimuovere i crampi alle dita e ai muscoli del polpaccio..

Gli atleti, ad esempio, nuotatori e corridori, usano una tecnica diversa: è necessario pungere un muscolo contratto da uno spasmo con un oggetto appuntito. A questo scopo è adatto un normale ago da cucito o una spilla da balia..

Il prossimo metodo che puoi usare è massaggiare il muscolo spasmodico. Allo stesso tempo, la pressione dovrebbe essere abbastanza forte, quindi è improbabile che la vittima sia in grado di eseguire tali manipolazioni da solo. Il massaggio inizia con semplici carezze, quindi l'intensità dell'effetto aumenta gradualmente.

Il massaggio può essere applicato anche dopo che il crampo è passato per rilassare il tessuto muscolare..

Dopo che l'attacco è terminato, si consiglia alla persona di lasciare riposare i muscoli per un po 'di tempo - almeno 20-30 minuti dovrebbero stare tranquilli.

Le conseguenze dei crampi possono essere espresse nel dolore muscolare, in cui si consiglia di assumere farmaci antinfiammatori non steroidei..

Trattamento e prevenzione delle convulsioni: raccomandazioni dei medici e consigli della medicina tradizionale

Il miele è un utile profilattico contro gli spasmi muscolari. La medicina tradizionale attribuisce generalmente molte proprietà curative a questo prodotto. Se mangi un cucchiaio di miele ogni giorno durante il pranzo, puoi evitare la comparsa di crampi alle gambe, anche con un notevole superlavoro..

La medicina tradizionale per il trattamento delle convulsioni consiglia di utilizzare decotti di alcune erbe per la produzione di impacchi e lozioni. Ad esempio, puoi preparare la seguente raccolta: trifoglio rosso, trifoglio giallo dolce, fiori di calendula, foglie e steli di rabarbaro. Un cucchiaio della raccolta essiccata viene versato con un litro di acqua bollente, dopodiché viene posto a bagnomaria per 15 minuti. Successivamente, il liquido viene riorganizzato in un luogo caldo per mezz'ora, filtrato. Il brodo risultante viene inumidito con un tovagliolo di garza, che viene applicato sulla zona interessata per 2-3 ore, avvolgendo l'impacco con un materiale denso.

La tintura di vodka è prodotta con erbe aromatiche essiccate. 100 grammi della raccolta essiccata vengono versati con un litro di vodka, dopo di che vengono infusi per una settimana in un luogo buio. Il rimedio viene massaggiato sugli stinchi e sui piedi prima di coricarsi.

Le misure preventive dipendono direttamente da quale fattore causa gli spasmi muscolari in una determinata persona. Se gli attacchi infastidiscono ogni volta sempre più spesso, dovresti assolutamente consultare un medico e non auto-medicare. Il fatto è che le convulsioni possono essere sia un disturbo indipendente che un sintomo di gravi problemi di salute..

È necessario monitorare la quantità di liquidi consumati ed evitare la disidratazione, evitare diuretici e bevande gassate. La soda ha la capacità di rimuovere gli ioni calcio dal corpo, inoltre, l'acqua dolce di solito contiene dosi di zucchero.

I succhi, soprattutto con la polpa, dovrebbero essere consumati il ​​meno possibile, poiché contengono zuccheri e fibre, che aiutano a ridurre il flusso di liquidi nei vasi.

Non è raro che le persone notino la comparsa di convulsioni dopo aver bevuto alcolici nella stagione calda. Ciò è dovuto all'effetto diuretico delle bevande alcoliche..

Per evitare la comparsa di convulsioni, è necessario ricordare sempre il livello di stress sui muscoli e controllarlo per non portare i muscoli ad esaurimento e affaticamento. È necessario limitare e indossare scarpe scomode e strette, scarpe con i tacchi alti.

L'assunzione di complessi vitaminici e minerali, concordata con il medico, aiuterà a ricostituire le riserve di potassio, calcio e altri elementi utili nel corpo, riducendo così la probabilità di crampi agli arti e al tronco. Inoltre, è molto importante monitorare l'equilibrio nutrizionale, non dimenticare frutta, noci, prodotti a base di latte fermentato, pesce.

I diabetici dovrebbero prestare particolare attenzione ai livelli di zucchero nel sangue, seguire una dieta e consumare abbastanza sale.

Se possibile, è meglio evitare di nuotare in acqua fredda, poiché l'acqua fredda può causare convulsioni.

Un piccolo sforzo fisico serve come una buona prevenzione dello spasmo muscolare: stiamo parlando di esercizi mattutini minimi, passeggiate, lezioni di fitness. Massaggi rilassanti e docce calde giornaliere hanno anche un effetto benefico sulla condizione del corsetto muscolare, prevenendo disturbi nell'apporto di sangue al tessuto muscolare..

Convulsioni come segno di epilessia: cosa fare

L'epilessia è anche chiamata una malattia delle convulsioni, infatti, perché la sua manifestazione principale è la comparsa di convulsioni. Questi stati convulsivi hanno il carattere di convulsioni, che di solito compaiono e terminano all'improvviso. La ragione della formazione della malattia risiede nella comparsa di focolai di eccitazione patologica nel cervello. Esistono più di cento fattori che possono contribuire all'insorgenza della malattia: lesioni cerebrali, ereditarietà, malattie neurologiche e molti altri..

  • Perché non puoi metterti a dieta da solo
  • 21 consigli su come non acquistare un prodotto stantio
  • Come conservare frutta e verdura fresca: semplici accorgimenti
  • Come combattere la voglia di zucchero: 7 cibi inaspettati
  • Gli scienziati dicono che la giovinezza può essere prolungata

Il sintomo principale dell'epilessia è un attacco. La sua comparsa è preceduta dai cosiddetti precursori di un attacco, quando una persona diventa irritabile, ansiosa, ha una "mancanza".

L'ulteriore sviluppo di una crisi può verificarsi secondo diversi schemi: l'inizio di una crisi jacksoniana o piccole crisi. Una persona non può stare in piedi, le sue gambe cedono, il suo corpo completamente o non completamente inizia a scuotere le convulsioni, perde conoscenza. La saliva può fuoriuscire dalla bocca sotto forma di schiuma, oppure sono possibili vomito, arresto respiratorio temporaneo e minzione involontaria.

È possibile determinare esattamente un attacco epilettico solo se si sa già di una persona che è un epilettico.

In ogni caso, il primo soccorso per le crisi epilettiche è aiutare la persona a superare le crisi senza farsi del male. È sdraiato sulla schiena, la testa viene gettata di lato, un morbido cuscino viene posto sotto di esso o vengono posizionati asciugamani arrotolati, coperte, giacche. Non ha senso aprire le mascelle portate, ma se non sono compresse, è necessario inserire un oggetto denso tra i denti, ad esempio un laccio emostatico in tessuto in modo che la persona non si morda la lingua durante le convulsioni. È vietato cercare di annaffiare il paziente o somministrargli farmaci durante un attacco. Prima di iniziare a fornire il primo soccorso alla vittima, dovresti chiamare un'ambulanza.

Le convulsioni, se non sono di natura generalizzata e compaiono occasionalmente, di solito non rappresentano una seria minaccia per una persona e possono essere facilmente sopravvissute senza cure mediche. Il primo soccorso in questo caso consiste nel trasferire una persona in uno stato di riposo, massaggio, nonché allungare il muscolo spasmodico per rimuoverlo dallo spasmo.

  1. Dzyak L. A., Kirichenko A. G. - Aspetti moderni della patogenesi dell'epilessia. - Metodo. raccomandazioni, Dn-sk, "Thresholds", 2009 - 486 s.
  2. Sokolova N.G. - Manuale del pediatra. - Litagent "Knizhkin House", 2012.

Informazioni sulla salute più fresche e pertinenti sul nostro canale Telegram. Iscriviti: https://t.me/foodandhealthru

Specialità: specialista in malattie infettive, gastroenterologo, pneumologo.

Esperienza totale: 35 anni.

Istruzione: 1975-1982, 1MMI, san-gig, qualifica superiore, medico in malattie infettive.

Laurea scientifica: dottore di prima categoria, candidato in scienze mediche.

Formazione:

  1. Malattie infettive.
  2. Malattie parassitarie.
  3. Emergenze.
  4. HIV.

Fornire cure di emergenza per la sindrome convulsiva

Le cure di emergenza per le crisi epilettiche sono spesso l'unico modo per salvare la vita di una persona. Questa condizione si manifesta in contrazioni muscolari parossistiche involontarie che si verificano sotto l'influenza di vari tipi di stimoli.

La comparsa di convulsioni è associata all'attività patologica di alcuni gruppi di neuroni, che sono espressi in impulsi cerebrali spontanei. Pertanto, un attacco può verificarsi sia in un adulto che in un bambino..

Le statistiche mostrano che la sindrome convulsiva si manifesta più spesso nei bambini in età prescolare. Inoltre, nei primi tre anni di vita di un bambino, viene registrato soprattutto. Questo fatto è spiegato dal fatto che nei bambini in età prescolare le reazioni eccitatorie prevalgono su quelle inibitorie a causa dell'immaturità di alcune strutture cerebrali..

Dopo aver fornito cure di emergenza per la sindrome convulsiva, adulti e bambini devono essere diagnosticati per identificare i motivi che hanno causato le convulsioni.

Tipi di convulsioni e loro cause

Le contrazioni muscolari durante le convulsioni hanno 2 tipi di manifestazione:

  1. Localizzato. Solo un gruppo muscolare si contrae involontariamente.
  2. Generalizzato. Le convulsioni colpiscono l'intero corpo umano, accompagnate dalla comparsa di schiuma alla bocca, svenimenti, arresto respiratorio temporaneo, svuotamento involontario dell'intestino o della vescica, morso della lingua.

A seconda della manifestazione dei sintomi, le convulsioni sono divise in 3 gruppi.

Ci sono molte ragioni per il sintomo convulso. Inoltre, ogni categoria di età ha le sue caratteristiche..

Considera le cause tipiche dell'insorgenza della malattia in ciascuna fascia di età.

Dall'infanzia ai 10 anni:

  • Malattie del sistema nervoso centrale;
  • Alti indicatori di temperatura corporea;
  • Ferita alla testa;
  • Disturbi patologici causati da ereditarietà nel metabolismo;
  • Paralisi cerebrale;
  • Malattie di Canavan e Batten;
  • Epilessia idiopatica.
  • Toxoplasmosi;
  • Ferita alla testa;
  • Processi tumorali nel cervello;
  • Angioma.

Da 25 a 60 anni:

  • Abuso di alcool;
  • Tumori e sviluppo di metastasi nel cervello;
  • Processi infiammatori nella corteccia cerebrale.
  • Il morbo di Alzheimer;
  • Disturbi dei reni;
  • Overdose di farmaci;
  • Malattia cerebrovascolare.

Un sintomo di convulsioni può verificarsi in un adulto o un bambino completamente sano. La ragione in questo caso è lo stress prolungato o una situazione pericolosa. In questo caso, di regola, l'attacco appare una volta. Tuttavia, la sua ripetizione non può essere esclusa..

Sintomi

L'aiuto per le convulsioni viene fornito secondo un unico schema. Tuttavia, va ricordato che varie malattie causano la sindrome, quindi i loro sintomi saranno leggermente diversi..

Considera le principali manifestazioni di queste malattie.

Con un attacco epilettico, una persona cade, il suo corpo acquisisce una posizione estesa, le mascelle vengono compresse, attraverso le quali viene rilasciata abbondantemente la saliva schiumosa. Gli alunni non rispondono alla luce. Maggiori informazioni sulle crisi epilettiche qui.

Ad alte temperature, si verificano convulsioni febbrili, che si notano durante lo stato febbrile "bianco".

Una caratteristica distintiva di tali convulsioni è il loro verificarsi solo sotto l'influenza di indicatori di alta temperatura del corpo. Dopo la loro diminuzione, il sintomo scompare.

Scopri tutto sui tipi di alta temperatura e le regole per la sua riduzione qui.

  • Meningite, tetano.

Con queste malattie infettive, la sindrome convulsiva appare sullo sfondo dei sintomi principali.

Con la meningite sullo sfondo di vomito frequente, si notano convulsioni cloniche.

Con il tetano, una persona cade, le sue mascelle iniziano a muoversi, imitando la masticazione, la respirazione diventa difficile e il suo viso diventa distorto.

Di solito compare nei bambini.

La malattia provoca convulsioni in un bambino che è carente di vitamina D e calcio. Lo stress emotivo o stress è spesso il fattore scatenante di un attacco..

Un sintomo caratteristico di questa malattia è la contrazione dei muscoli facciali, che si esprime nelle loro contrazioni..

  • Condizioni affettivo-respiratorie.

Queste condizioni sono anche più comuni nei bambini, specialmente sotto i tre anni di età. Si verificano nei bambini con elevata eccitabilità nervosa quando si manifestano emozioni: rabbia, dolore, pianto o gioia.

Molti medici collegano la comparsa di convulsioni febbrili e affettivo-respiratorie all'insorgenza dell'epilessia, poiché i centri cerebrali sono già pronti per la loro recidiva.

Primo soccorso necessario

Il primo soccorso per un attacco convulsivo può essere fornito da qualsiasi persona che abbia assistito all'incidente. Consiste in azioni semplici e sequenziali che devono essere eseguite in modo rapido e chiaro..

Inoltre, devi capire che chiamare una squadra di ambulanze è un'azione obbligatoria in tali condizioni. Se non hai tempo per fare una telefonata, chiedi aiuto alle persone vicine. Quando parli con il supervisore, indica la natura delle crisi.

Considera l'algoritmo delle azioni per fornire il primo soccorso per la sindrome convulsiva di qualsiasi tipo.

Lo spasmo muscolare è spesso accompagnato da una caduta. Pertanto, prima di tutto, è necessario prevenire lesioni a una persona rimuovendo oggetti pericolosi e posizionando cose morbide sul pavimento..

  1. Sbottonare tutti gli indumenti della vittima che potrebbero restringere la respirazione e ostacolare il libero flusso d'aria.
  2. Se la mascella non è serrata, arrotolare il tessuto molle in un piccolo rotolo e inserirlo nella bocca del paziente. In questo modo è possibile evitare il morso della lingua..
  3. Se possibile, gira la persona su un fianco. Nel caso dei suoi movimenti intensi, fissa la testa in questa posizione: così quando si verifica il vomito, una persona non sarà in grado di soffocare con il vomito.

Se la mascella del paziente è fortemente compressa, è impossibile aprirla con forza per inserire il tessuto.

Se il bambino, prima dell'inizio dell'attacco, ha avuto un'isteria con forti pianti e urla, e con l'inizio di uno spasmo, la carnagione è cambiata o l'attività cardiaca è stata disturbata, il primo soccorso consiste nel prevenire i disturbi respiratori del bambino. Per fare questo, è necessario irrorarlo con acqua fredda o portare un batuffolo di cotone imbevuto di ammoniaca al naso.

Ulteriore assistenza a un bambino e un adulto avviene in un istituto medico.

Assistenza del personale medico

Cosa fare per trattare la sindrome convulsiva, i medici decidono solo dopo un esame dettagliato e l'identificazione della causa che ha causato la sindrome.

La terapia viene eseguita in diverse direzioni:

  • Prevenire le crisi successive con anticonvulsivanti
  • Ripristino delle funzioni perse, nonché il successivo mantenimento del corretto funzionamento degli organi respiratori ed ematopoietici;
  • In caso di attacchi frequenti e prolungati, tutti i farmaci vengono somministrati per via endovenosa;
  • Controllo di un'alimentazione adeguata per ripristinare un corpo indebolito.

L'assistenza medica include la terapia con tali farmaci:

  • Diazepam;
  • Fenitoina;
  • Lorazepam;
  • Fenobarbital.

L'azione di questi farmaci si basa sulla riduzione dell'eccitabilità delle fibre nervose.

Indipendentemente dal tipo di terapia scelta, i neurologi raccomandano un trattamento a lungo termine dopo il primo attacco. Ciò è dovuto al fatto che sbarazzarsi delle convulsioni come sintomo è possibile solo dopo una cura completa dalla malattia che le ha causate.

Cosa fare se hai crampi alla gamba? I 10 migliori consigli

Ognuno di noi si è imbattuto in una situazione in cui un movimento brusco della gamba o una permanenza prolungata in una posizione scomoda ha provocato lo sviluppo di convulsioni - contrazioni muscolari involontarie spiacevoli e molto dolorose.

Come affrontare rapidamente ed efficacemente una crisi e parlare ulteriormente.

1. Pronto soccorso per convulsioni

I crampi alle gambe si manifestano improvvisamente e soprattutto di notte. Cosa fare in una situazione del genere?

Suggerimento n. 1: alzati dal letto e cammina a piedi nudi per l'appartamento.

Suggerimento n. 2: mentre cammini, trasferisci il peso del corpo sulla gamba, con i crampi, rotolando dal tallone alla punta.

Suggerimento n. 3: in posizione eretta, tira la punta in avanti (lontano da te), cercando di allungare il muscolo colpito dal crampo il più possibile, quindi tira la punta verso di te. Fai questo esercizio fino a quando la sindrome del dolore non diminuisce o non scompare affatto..

Suggerimento n. 4: appoggiati allo schienale di una sedia o di un muro e alzati lentamente in punta di piedi, quindi abbassati altrettanto lentamente (dovresti sentire una sensazione di tensione nei muscoli delle gambe).

2. Una puntura di spillo per le convulsioni

Molti consigliano di pungere il caviale con uno spillo o un ago se la gamba è angusta. Questo metodo, ovviamente, aiuterà ad alleviare lo spasmo, ma è tutt'altro che razionale. Perché?

Innanzitutto, prima di pungere il caviale, è necessario disinfettare lo spillo, il che non è sempre possibile. Altrimenti, c'è un alto rischio di infezione, che è molto più pericoloso per il corpo delle convulsioni..

In secondo luogo, il dolore con i crampi è così forte che in primo luogo non ricordi quasi lo spillo e, se lo fai, può volerci molto tempo per trovarlo..

In terzo luogo, se la gamba si restringe nell'acqua, quindi anche con uno spillo (ei nuotatori esperti lo attaccano al costume da bagno soprattutto per questi casi), è estremamente difficile navigare rapidamente in una situazione del genere, slacciare il perno e forare il caviale..

Cosa fare, chiedi?

Meglio più volte pizzicare con forza l'area del muscolo del polpaccio della gamba appiattita.

3. Esercizio per convulsioni

Se camminare e formicolio non aiutano ad alleviare i crampi, usa una serie di esercizi speciali che ti aiuteranno a eliminare rapidamente lo spasmo e rilassare i muscoli del polpaccio.

Se i tuoi polpacci o i tuoi piedi sono angusti, prendi una posizione seduta, afferra la calza stretta e tirala delicatamente ma con fermezza verso di te. Preparati all'intensificarsi del dolore, ma dopo 1-2 minuti te ne dimenticherai.

Con un crampo nella parte anteriore della coscia in posizione eretta, dovresti:

  • piega il ginocchio,
  • stringi saldamente la caviglia,
  • tira il piede verso i glutei.

Se il crampo si verifica nella parte posteriore della coscia:

  • metti in avanti la gamba dolorante, mentre il supporto dovrebbe cadere sul tallone,
  • piega l'altra gamba all'altezza del ginocchio e appoggia le mani su di essa,
  • tirare delicatamente indietro il bacino, allungando così l'arto colpito dallo spasmo.

Con un corretto esercizio, il muscolo teso si rilassa rapidamente e il crampo si attenua.

4. Massaggio per i crampi

Il massaggio è uno dei modi migliori per alleviare efficacemente gli spasmi e portare il sangue agli arti. La tecnologia del massaggio anti-sequestro ha alcune caratteristiche:

  • Il massaggio viene eseguito in posizione seduta o sdraiata con le ginocchia piegate.
  • Iniziamo il massaggio con leggere carezze e sfregamenti sulle zone anguste. I movimenti vengono effettuati nella direzione dai piedi alle ginocchia. Questa fase preparatoria ha un minuto..
  • Nella seconda fase, spremiamo facilmente la pelle 5-6 volte.
  • Successivamente, eseguiamo l'agitazione (3-4 volte), seguita da pacche (anche 3-4 volte).
  • Terminiamo il massaggio massaggiando il punto centrale del piede.

L'uso di questa tecnica di massaggio aiuta a riscaldare i muscoli, allevia la tensione..

Calzini caldi dovrebbero essere indossati dopo il massaggio. Ciò manterrà la normale circolazione sanguigna, con la quale fluirà ossigeno sufficiente ai muscoli..

Questa serie di esercizi può essere eseguita quotidianamente prima di coricarsi e come prevenzione delle convulsioni..

5. Calore e freddo dai crampi

Prima di usare impacchi caldi e freddi per i crampi, dovresti capire quando hai bisogno di calore e quando hai bisogno di freddo.

Con un aumento del dolore, provocato dalle convulsioni, è necessario raffreddare l'area interessata, che aiuterà ad alleviare il dolore. Applicando un impacco caldo nel momento in cui lo spasmo cresce, c'è il rischio solo di prolungare il disagio.

Dopo che il dolore è completamente scomparso, è possibile applicare un impacco caldo. Il calore aiuterà a ripristinare la mobilità e ripristinare la normale circolazione dell'arto angusto.

6. Doccia calda per i crampi

Una delle cause più comuni di convulsioni è la cattiva circolazione nelle gambe. Se possibile, fai una doccia calda se si sviluppano convulsioni. Puoi semplicemente tenere la gamba sotto un getto di acqua calda, facendo una sorta di massaggio rilassante.

Un'altra opzione è immergersi in un bagno caldo di sale marino fortificato con magnesio, la cui mancanza provoca tensioni muscolari e crampi..

Aiuterà a ridurre la sindrome del dolore e le ricette popolari testate nel tempo.

7. Decotto di zenzero e cannella per i crampi

Molte persone che sono preoccupate per i crampi riferiscono positivamente del decotto di zenzero e cannella. I componenti della bevanda rilassano i muscoli, aumentano la circolazione sanguigna e riducono il rischio di crampi.

Per preparare il brodo avrai bisogno di:

  • radice di zenzero grattugiata - 3 cucchiaini;
  • cannella - 1 cucchiaino.
  • 250 ml di acqua bollente.

Preparazione del decotto:

  1. Versare acqua bollente sullo zenzero e sulla cannella.
  2. Lasciare in infusione il prodotto per 2 - 3 ore.
  3. Bevi la tintura ogni giorno prima di andare a letto..
  4. Se non ti piace il sapore della bevanda, aggiungi 1 cucchiaino. miele.

8. Unguento alla senape per i crampi

La causa della contrazione muscolare involontaria è spesso un deterioramento del flusso sanguigno. Per migliorare la circolazione sanguigna alle estremità, l'unguento alla senape è ottimale, che aiuterà non solo a combattere le convulsioni sviluppate, ma anche a prevenirne lo sviluppo.

Per preparare l'unguento avrai bisogno di:

  • senape in polvere - 2 cucchiaini;
  • olio d'oliva - 1 cucchiaino.

Preparazione dell'unguento:

  1. Mescolare la senape in polvere con l'olio d'oliva fino a che liscio.
  2. Applicare l'unguento sulla gamba con movimenti di massaggio (la durata del massaggio dovrebbe essere di almeno 10 minuti).
  3. Indossiamo calzini caldi per mantenere la termoregolazione.
  4. Il corso di applicazione dell'unguento è di 3 settimane, dopo di che è necessario fare una pausa per 2-3 settimane.

9. Succo di limone per i crampi

Il succo di limone aiuta ad aumentare la circolazione sanguigna e consente anche di fermare la sindrome del dolore durante le convulsioni. Inoltre, è un prodotto economico e conveniente che si trova in ogni casa..

Procedura:

  1. Spremi il succo di un limone.
  2. Applicare il succo sull'area della gamba che è angusta (o più spesso angusta).
  3. Aspetta che il succo si asciughi.
  4. Indossa calze o gambaletti caldi per tenerti al caldo.
  5. Ripeti la procedura ogni giorno per due settimane.

Puoi strofinare polpacci e piedi con spicchi di limone.

10. Esercizi per i crampi in acqua

Quando si nuota in acque fredde o si nuota per lunghe distanze, un corpo non preparato può reagire al carico di crampi agli arti. Se non c'è modo di arrivare rapidamente a terra, la cosa più importante è non farsi prendere dal panico. Una tensione eccessiva non farà che aumentare lo spasmo..

Esistono diversi modi per sbarazzarsi dello spasmo degli arti nell'acqua:

  • Rotola sulla schiena e fai un respiro profondo. Cerca di rilassarti galleggiando sull'acqua come un galleggiante. Piega il ginocchio e, prendendo il piede per il piede, tiralo verso il gluteo. Si consiglia di rimanere in questa posizione il più a lungo possibile (idealmente, fino a quando la convulsione non passa).
  • Aspira più aria nei tuoi polmoni e immergiti nell'acqua. Afferra la punta della gamba angusta e raddrizzala il più possibile.

Quando il crampo si ferma e il dolore si attenua, nuota con calma fino alla riva. Evita movimenti affrettati e a scatti per evitare di provocare nuovi spasmi.

Conclusione

I crampi alle estremità che si ripresentano non più di una volta alla settimana sono considerati normali e non richiedono farmaci.

Se le convulsioni sono tormentate quotidianamente o più di due volte a settimana, contatta un terapista che, se necessario, ti indirizzerà ad un medico altamente specializzato (flebologo, ortopedico, chirurgo).

In ogni caso, le contrazioni muscolari involontarie non possono essere ignorate, poiché possono indicare patologie gravi, tra cui:

  • deterioramento della circolazione sanguigna negli arti;
  • mancanza di vitamine e minerali nel corpo;
  • interruzione del sistema muscolo-scheletrico e del midollo spinale;
  • formazioni maligne;
  • malattie del sistema nervoso centrale;
  • malfunzionamenti del sistema endocrino;
  • gestosi (spasmi specifici che si verificano nelle donne in gravidanza);
  • malattie infettive.

Prenditi cura dei tuoi piedi! Dopotutto, anche gli antichi saggi dicevano che l'invecchiamento umano inizia con le gambe!

Assistenza di emergenza per convulsioni

Convulsioni - improvvisi attacchi involontari di contrazioni muscolari tonico-cloniche, accompagnati. perdita di conoscenza.

2. Metaboliche: convulsioni ipoglicemiche; convulsioni ipocalcemiche.

3. Ipossico: convulsioni affettivo-respiratorie; con encefalopatia ipossico-ischemica; con grave insufficienza respiratoria; con grave insufficienza circolatoria; con coma III di qualsiasi eziologia.

5. Strutturale: sullo sfondo di vari cambiamenti organici nel sistema nervoso centrale (tumori, traumi, anomalie dello sviluppo, ecc.).

Attacco epilettico.

L'epilessia è una malattia cronica progressiva che si manifesta con ripetuti disturbi parossistici della coscienza e convulsioni, nonché l'aumento dei cambiamenti emotivi e mentali.

  • Cosa non fare con le ustioni
  • Cosa fare se le tue costole sono rotte
  • Cosa fare se hai spruzzato con spray al peperoncino
  • Cosa fare con una frattura chiusa e aperta
  • Cosa fare con una frattura scomposta aperta
  • Cosa fare se gli arti sono feriti
  • Come spalmare le punture di insetti

Le principali forme cliniche sono: crisi convulsive di grandi dimensioni e crisi epilettiche minori. Le crisi epilettiche maggiori includono fasi prodromiche, toniche e cloniche, periodo post-crisi.

Lo stato epilettico è una condizione in cui si osservano convulsioni ripetute continue e nel periodo tra le convulsioni non c'è un completo recupero della coscienza. Presenta sempre uno stato urgente con aumento con la formazione di edema cerebrale e la comparsa di disturbi respiratori ed emodinamici.

Urgente attenzione:

1. Adagiare il paziente su una superficie piana (sul pavimento) e posizionare un cuscino o un rullo sotto la sua testa; gira la testa di lato.

2. Per ripristinare la pervietà delle vie aeree: liberare la bocca e la faringe dal muco, inserire un dilatatore orale o una spatola avvolta in un panno morbido per evitare di mordersi la lingua, le labbra e danneggiare i denti..

3. Se le convulsioni durano più di 3-5 minuti, iniettare la soluzione di Relanium allo 0,5% a una dose di 0,05 ml / kg IM o nei muscoli del pavimento della bocca.

4. In caso di ripresa delle crisi e dello stato, fornire l'accesso alla vena e iniettare la soluzione di seduxen allo 0,5% alla dose di 0,05 ml / kg.

5. Introdurre una soluzione al 25% di solfato di magnesio alla velocità di 1,0 ml / anno di vita, e per i bambini di età inferiore a un anno - 0,2 ml / kg IM o soluzione di lasix all'1% 0,1-0,2 ml / kg (1- 2 mg / kg) i / vo i / m.

6. Se non ci sono effetti, iniettare lentamente una soluzione al 20% di ossibutirrato di sodio (GHB) 0,5 ml / kg (100 mg / kg) in una soluzione di glucosio al 10% EV (!) Per evitare l'arresto respiratorio.

Ricovero dopo cure di emergenza in un ospedale con un reparto neurologico, con stato epilettico - in un'unità di terapia intensiva. In futuro, è necessario selezionare o correggere la terapia di base per l'epilessia..

Convulsioni febbrili - che si verificano quando la temperatura corporea supera i 38 ″ C durante una malattia infettiva (malattia respiratoria acuta, influenza, otite media, polmonite, ecc.) Osservato nei bambini di età inferiore a 3 (5) anni, il picco della malattia si verifica nel primo anno di vita... Più spesso, il loro verificarsi è predisposto da un danno perinatale al sistema nervoso centrale..

Urgente attenzione:

1. Adagiare il paziente, girare la testa di lato, fornire accesso all'aria fresca; ripristinare la respirazione: liberare la bocca e la gola dal muco.

2. Condurre contemporaneamente terapia anticonvulsivante e antipiretica:

- iniettare la soluzione di seduxen allo 0,5% alla dose di 0,05 ml / kg (0,3 mg / kg) per via intramuscolare o nei muscoli del pavimento della bocca;

- terapia antipiretica (vedere la sezione "Febbre"). Ricovero in ospedale di un bambino con convulsioni febbrili che si sono sviluppate sullo sfondo di una malattia infettiva al reparto di malattie infettive. Dopo un attacco di convulsioni febbrili, al bambino viene prescritto fenobarbital 1-2 mg / kg al giorno per via orale per 1-3 mesi.

Convulsioni affettivo-respiratorie - attacchi di crisi apnee che si verificano quando un bambino piange.

Tipico per i bambini di età compresa tra 6 mesi e 3 anni con aumentata eccitabilità neuro-riflessa.

Aiuto:

1. Crea un ambiente tranquillo intorno al bambino.

2. Prendere misure per il ripristino riflessivo della respirazione: picchiettare sulle guance; spruzzare il viso con acqua fredda;

- lasciare respirare i vapori della soluzione di ammoniaca.

Il ricovero di solito non è richiesto, si consiglia di consultare un neurologo e prescrivere farmaci che migliorano il metabolismo nel sistema nervoso, che hanno un effetto sedativo.

Le convulsioni ipocalcemiche - (convulsioni tetaniche, spasmofilia) - sono causate da una diminuzione della concentrazione di calcio ionizzato nel sangue. Sono più comuni nei bambini di età compresa tra 6 mesi e 1,5 anni con rachitismo (di solito in primavera), così come con ipofunzione delle ghiandole paratiroidi, con malattie somatiche, con diarrea prolungata e vomito.

Esistono forme palesi e latenti di spasmofilia. Urgente attenzione:

1. In convulsioni lievi - all'interno di una soluzione al 5-10% di cloruro di calcio o gluconato di calcio alla velocità di 0,1-0,15 g / kg al giorno.

2. In caso di attacchi gravi, somministrare per via parenterale:

- Soluzione al 10% di gluconato di calcio alla dose di 0,2 ml / kg (20 mg / kg) EV lentamente dopo averla diluita 2 volte con una soluzione di glucosio al 5%;

- con convulsioni continue Soluzione al 25% di solfato di magnesio 0,2 ml / kg i / m o soluzione di seduxen allo 0,5% 0,05 ml / kg i / m.

Nel periodo post-attacco, è necessario continuare a prendere preparati di calcio per via orale in combinazione con una miscela di citrato (acido citrico e citrato di sodio in un rapporto di 2: 1 sotto forma di una soluzione al 10%, 5 ml 3 volte al giorno).

Non hai trovato quello che stavi cercando? Usa la ricerca:

93.88.74.71 © studopedia.ru Non è l'autore dei materiali pubblicati. Ma fornisce un'opportunità per l'uso gratuito. C'è una violazione del copyright? Scrivici Feedback.

Disabilita adBlock!
e aggiorna la pagina (F5)
molto necessario

Pronto soccorso per condizioni convulsive

Caratteristiche e cause delle convulsioni: infezioni, disturbi metabolici, epilessia, tumore al cervello. Caratteristiche delle crisi convulsive in un bambino. Fornire il primo soccorso per la sindrome convulsiva. Esame del paziente e prescrizione del trattamento.

IntestazioneMedicinale
Visualizzasaggio
linguaggiorusso
Data aggiunta02/06/2016
dimensione del file402.9 K

Inviare il tuo buon lavoro nella knowledge base è semplice. Utilizza il modulo sottostante

Studenti, dottorandi, giovani scienziati che utilizzano la base di conoscenza nei loro studi e nel loro lavoro te ne saranno molto grati.

"West Kazakhstan State Medical University intitolata a M. Ospanov"

Specialità: pronto soccorso

Argomento: pronto soccorso in caso di convulsioni

Le convulsioni sono attacchi improvvisi e involontari di contrazioni muscolari, spesso accompagnati da perdita di coscienza. La comparsa di convulsioni è un'indicazione per una chiamata immediata all'ambulanza.

Ci sono vari motivi per le convulsioni:

infezioni - meningite, encefalite, ascesso cerebrale;

disturbi metabolici - diminuzione dei livelli di calcio, potassio, magnesio;

temperatura corporea elevata;

1. Sindrome convulsiva

La sindrome convulsiva è una reazione aspecifica del corpo a stimoli esterni e interni, caratterizzata da convulsioni improvvise e involontarie di contrazioni muscolari. Le convulsioni compaiono sullo sfondo dell'attività patologica sincronizzata di un gruppo di neuroni e possono verificarsi sia in un adulto che in un neonato. Per stabilire la causa di questo fenomeno, nonché per ulteriori trattamenti, è necessaria la consultazione medica..

Le contrazioni muscolari nella sindrome convulsiva possono essere localizzate e generalizzate. Le convulsioni locali (parziali) si diffondono a un gruppo muscolare specifico. Al contrario, le convulsioni generalizzate coprono l'intero corpo del paziente e sono accompagnate da schiuma alla bocca, perdita di coscienza, defecazione o minzione involontaria, morso della lingua e arresto respiratorio periodico..

In base ai sintomi manifestati, le crisi parziali si suddividono in:

Convulsioni cloniche. Sono caratterizzati da contrazioni muscolari ritmiche e frequenti. In alcuni casi, contribuiscono anche allo sviluppo della balbuzie..

Convulsioni toniche. Coprono quasi tutti i muscoli del tronco e possono diffondersi alle vie respiratorie. I loro sintomi includono contrazioni muscolari lente per un lungo periodo di tempo. In questo caso, il corpo del paziente è allungato, le braccia sono piegate, i denti sono serrati, la testa è ribaltata all'indietro, i muscoli sono tesi.

Convulsioni clonico-toniche. Questo è un tipo misto di sindrome convulsiva. Nella pratica medica, è più spesso osservato in coma e shock..

Le ragioni dello sviluppo di questa sindrome includono difetti congeniti e patologie del sistema nervoso centrale, malattie ereditarie, tumori, disfunzioni del sistema cardiovascolare e molto altro. La sindrome convulsiva nei bambini si verifica spesso sullo sfondo di un forte stress emotivo o di un forte aumento della temperatura corporea.

Le cause più comuni di sindrome convulsiva, a seconda dell'età di una persona, sono presentate nella tabella:

* malattie del sistema nervoso centrale; * febbre; * trauma alla testa; * disturbi metabolici di natura congenita; * epilessia idiopatica; * Malattia di Canavan e Batten; * paralisi cerebrale nei bambini.

* tumori cerebrali; * lesioni traumatiche alla testa; * toxoplasmosi; * angioma.

* bere bevande alcoliche; * metastasi e altre neoplasie nel cervello; * processi infiammatori nelle membrane del cervello.

* overdose di droga; * malattie cerebrovascolari; * insufficienza renale; * Morbo di Alzheimer, ecc..

Si può concludere che la manifestazione della sindrome convulsiva sia negli adulti che nei bambini può essere associata a una serie di ragioni. Pertanto, il suo trattamento si baserà principalmente sulla ricerca del fattore che ha provocato la manifestazione di questa sindrome..

3. Convulsioni convulsive in un bambino: caratteristiche

I sintomi della sindrome convulsiva nei bambini compaiono all'inizio del sequestro. Lo sguardo del bambino diventa improvvisamente vagante e gradualmente perde il contatto con il mondo esterno. Nella fase tonica, questa sindrome nei bambini può essere accompagnata dal ribaltamento della testa all'indietro, dalla chiusura delle mascelle, dal raddrizzamento delle gambe, dalla flessione delle braccia all'altezza delle articolazioni del gomito e dallo sbiancamento della pelle..

La forma più comune di sindrome convulsiva nei bambini è chiamata febbrile. Di norma, si sviluppa sullo sfondo di un forte aumento della temperatura corporea, si osserva nei neonati e nei bambini di età inferiore ai 5 anni. Allo stesso tempo, non ci sono segni di una lesione infettiva delle membrane del cervello. L'esito del decorso delle convulsioni febbrili è favorevole nella maggior parte dei casi. Distinguere tra un caso isolato di convulsioni febbrili da epilessia.

La sindrome convulsiva nei neonati si manifesta nell'1,4% dei neonati a termine e nel 20% dei neonati prematuri. Questa condizione procede con rigurgito, difficoltà respiratoria, vomito, cianosi e il più delle volte non supera i 20 minuti. Il verificarsi di questa sindrome nei neonati richiede un esame immediato, poiché può essere associato a traumi alla nascita, ereditarietà e altri fattori.

Le cure di emergenza per la sindrome convulsiva possono essere fornite da chiunque. La cosa più importante è che possa riconoscere il tipo di crisi epilettiche e capire che tipo di primo soccorso dovrebbe essere fornito alla vittima. Al fine di prevenire gravi danni al corpo del paziente, le azioni della persona che presta il primo soccorso devono essere accurate e coerenti.

Il primo soccorso è di grande importanza per questa sindrome! Può essere condizionatamente considerato il primo stadio nel trattamento di questa patologia, perché in sua assenza esiste la possibilità di un esito letale..

Immagina la situazione. Il tuo conoscente, con cui stai parlando, cade improvvisamente a terra. I suoi occhi sono aperti, le sue braccia sono piegate e il suo busto è esteso. In questo caso, la pelle della vittima diventa pallida e la respirazione praticamente si ferma. Inoltre, subisce danni aggiuntivi quando colpisce il suolo. Pertanto, è molto importante, se riesci a reagire, cercare di prevenire la caduta della persona..

Chiama immediatamente un'ambulanza, specificando che la persona sta avendo convulsioni e ha bisogno di aiuto di emergenza!

Quindi dovresti fornire aria fresca al paziente. Per fare questo, togli gli abiti imbarazzanti, apri il colletto della camicia, ecc. È anche necessario mettere una sciarpa arrotolata o un piccolo asciugamano in bocca in modo che non si morda la lingua e si rompa i denti. Gira la testa della vittima o tutto il suo corpo da un lato. Queste azioni sono una misura preventiva contro il soffocamento, perché in questo modo l'eventuale vomito uscirà senza alcun danno..

Nota! È molto importante rimuovere dalla vittima tutti gli oggetti che possono causare lesioni durante l'attacco. Puoi mettere qualcosa di morbido sotto la testa, come un cuscino.

Se le convulsioni del bambino sono state precedute da un forte pianto e isteria e durante l'attacco si verifica un cambiamento di carnagione, svenimento, insufficienza cardiaca, alla vittima non dovrebbe essere permesso di respirare. Vale a dire, spruzzare acqua sul viso, lasciarlo respirare con ammoniaca, avvolgere il cucchiaio con un panno pulito e premerlo con un manico sulla radice della lingua. Cerca di calmare e distrarre il bambino.

crisi epilettiche pronto soccorso

5. Trattamento della sindrome convulsiva

Il trattamento della sindrome convulsiva nei bambini e negli adulti inizia con l'identificazione del fattore che ha provocato il suo aspetto, viene effettuato l'esame e l'esame personale del paziente. Se questa sindrome si verifica, ad esempio, a causa della febbre o di una malattia infettiva, i suoi sintomi scompariranno da soli dopo il trattamento della malattia sottostante.

Dopo aver fornito il primo soccorso, i medici prescrivono solitamente i seguenti trattamenti:

Assunzione di sedativi (Seduxen, Trioxazine, Andaxin).

Il sollievo dalla sindrome convulsiva con crisi epilettiche gravi è possibile solo con la somministrazione endovenosa di farmaci (droperidolo, sodio oxibutirrato e altri).

Una fase altrettanto importante nel trattamento di questa sindrome è una buona alimentazione per ripristinare il normale funzionamento del corpo..

Quindi, la diagnosi di "sindrome convulsiva" indica la presenza di convulsioni, che possono verificarsi sullo sfondo di molte malattie, lesioni e altri fenomeni.

Quando compaiono, a seconda della loro scala, è importante fornire al paziente cure corrette e urgenti e chiamare un medico per l'esame e la prescrizione di un trattamento

Pubblicato su Allbest.ru

Documenti simili

Primo soccorso come insieme di misure urgenti necessarie per facilitare ulteriori cure mediche qualificate. Identificazione di segni di vita e di morte, pronto soccorso per sanguinamento, avvelenamento, ustioni, congelamento, morsi.

tutorial [2,1 M], aggiunto il 05/01/2010

Il concetto di pronto soccorso come misura urgente necessaria per salvare la vita e la salute delle vittime. Pronto soccorso per ustioni, loro classificazione. Pronto soccorso per svenimenti, sangue dal naso, lesioni elettriche, punture di insetti e colpo di calore.

presentazione [1,3 M], aggiunta il 03/06/2014

Caratteristiche dell'epilessia come malattia cerebrale cronica, la sua origine. Classificazione, eziologia e patogenesi della malattia in individui di diverse fasce d'età, principi della terapia per l'epilessia. Tipi di crisi epilettiche, pronto soccorso.

abstract [38.1 K], aggiunto il 14/08/2013

Caratteristiche del primo paramedico, medico e primo soccorso. Fornire assistenza qualificata alle vittime nelle singole istituzioni mediche. Principi di specializzazione e integrazione nell'assistenza sanitaria pratica. Sviluppo dell'assistenza medica.

term paper [33,8 K], aggiunto il 20/11/2011

Revisione delle cause dello svenimento: un tipo lieve di perdita di coscienza, che è una violazione a breve termine superficiale della circolazione cerebrale, accompagnata da un calo del tono vascolare, del cuore e della funzione polmonare. Pronto soccorso per svenimenti.

abstract [252,7 K], aggiunto l'11.11.2010

Requisiti generali e misure per la fornitura di pronto soccorso di emergenza per l'emorragia. Algoritmo di azioni per salvare la vita e preservare la salute della vittima. I motivi principali che portano a sangue dal naso. Aiuta con il sangue dal naso.

lavoro di prova [27,5 K], aggiunto il 28/09/2011

Pronto soccorso per ustioni termiche. Rimedi popolari per il primo soccorso. Ustione elettrotermica: regole di primo soccorso. Ustioni solari e chimiche. Prevenzione dell'ipotermia e del congelamento. Frostbite, pronto soccorso.

abstract [28.1 K], aggiunto il 31/08/2010

Caratteristiche e sintomi di avvelenamento, pronto soccorso per sanguinamento, cause di svenimento, tipi di ustioni, forme e grado di congelamento. Aiuta con scosse elettriche, convulsioni epilettiche. Segni e cause di morte improvvisa.

abstract [25.9 K], aggiunto il 06/07/2010

Avvelenamento come condizione patologica causata dagli effetti dei veleni sul corpo. Le principali cause di avvelenamento. Avvelenamento intenzionale e accidentale. L'efficacia dei metodi di disintossicazione e dei loro principali tipi. Fornitura di pronto soccorso e diagnostica.

abstract [34.2 K], aggiunto il 23/12/2013

La posizione di grandi vasi, la struttura dello scheletro e del cranio, la posizione degli organi interni. Cause e segni di arresto cardiaco, pronto soccorso. Ferite e contusioni, tipi e cause. Pronto soccorso per scosse elettriche. Danni agli occhi, i loro tipi.


Articolo Successivo
Diagnostica ECG della fibrillazione atriale