Cosa significa ritmo atriale su un ECG


Il ritmo atriale è una condizione in cui la funzione sinusale è compromessa. In questo caso, il centro atriale inferiore funge da fonte di impulsi. C'è una frequenza cardiaca indebolita, con battiti cardiaci che vanno da 90 a 160 al minuto. Questo articolo descrive come viene determinata la frequenza atriale su un ECG.

Di cosa si tratta?

Molte persone che sono esposte alla presenza del ritmo atriale non capiscono cosa significhi. In una persona sana, c'è solo un modo per trasmettere impulsi elettrici che provocano l'eccitazione sequenziale di tutte le regioni cardiache. Ciò si traduce in una contrazione produttiva che porta a una produzione di sangue soddisfacente nell'arteria.

Questo percorso ha origine nell'atrio destro. Quindi entra nel tessuto ventricolare più distante lungo il sistema di conduzione. Tuttavia, per vari motivi, il nodo del seno perde la capacità di generare elettricità necessaria per rilasciare impulsi alle sezioni distanti..

C'è un cambiamento nel processo di trasmissione dell'eccitazione cardiaca. Si forma una riduzione sostitutiva. Si scopre che l'impulso si verifica fuori luogo. Per tua informazione, il ritmo atriale è la comparsa di un'eccitazione tanto necessaria ovunque nel cuore, solo in una lussazione del nodo del seno.

Come si verifica il ritmo atriale

All'esterno del confine del nodo del seno, compare un impulso estraneo che eccita il cuore prima del segnale emanato da quello principale. Questa situazione indica l'avanzamento della contrazione atriale secondaria. Sulla base della teoria del rientro, non c'è eccitazione parallela. Ciò è influenzato dal blocco locale degli impulsi nervosi. Durante l'attivazione, in quest'area si verifica una contrazione extra straordinaria, che abbatte l'impulso cardiaco principale.

Secondo alcune teorie, si assume la natura endocrina, autonomica della formazione dell'impulso atriale. Solitamente, questa situazione si verifica in un bambino che è in adolescenza o in un adulto che soffre di cambiamenti ormonali, che possono verificarsi a causa dell'età o di manifestazioni patologiche.

Inoltre, esiste una teoria della comparsa di un impulso formato dagli atri a seguito di processi ipossici e infiammatori che si verificano nel miocardio. Questa patologia può verificarsi con malattie infiammatorie regolari. Si nota che nei bambini affetti da influenza, tonsillite, la probabilità di miocardite aumenta con un ulteriore cambiamento nella contrazione atriale.

Il cuore, che è il muscolo principale del corpo, ha una proprietà speciale. Ha la capacità di contrarsi indipendentemente dall'impulso nervoso proveniente dall'organo principale del sistema nervoso centrale. Poiché è lui che controlla l'attività del sistema nervoso-umorale. Il percorso corretto inizia nell'atrio destro. Quindi si diffonde lungo il setto. Gli impulsi che non viaggiano lungo questo percorso sono chiamati ectopici.

Tipi di contrazione atriale

In base all'irregolarità degli intervalli, il ritmo atriale è dei seguenti tipi:

  • L'extrasistole è caratterizzata da contrazioni straordinarie che si verificano durante una normale frequenza cardiaca. Questa condizione non ha sempre un quadro clinico. Succede che una persona sana, per un motivo o per l'altro, abbia l'extrasistole. In questo caso, a volte non è richiesto un appello a un cardiologo. Manifestato dalla paura, formicolio nella zona del cuore, allo stomaco.
  • Con la fibrillazione atriale, i battiti cardiaci possono arrivare fino a 600 al minuto. I muscoli atriali sono caratterizzati da una mancanza di ritmo, appare uno sfarfallio, con un caos caratteristico. Di conseguenza, i ventricoli del cuore sono completamente fuori ritmo. Questa condizione è piuttosto grave, può portare a un attacco di cuore. Con questa patologia, il paziente soffre di mancanza di respiro, panico, vertigini, sudorazione, paura della morte. Può verificarsi perdita di coscienza.
  • Durante la migrazione del pacemaker, la fonte delle contrazioni sembra muoversi lungo gli atri. C'è una manifestazione di impulsi consecutivi che emanano da diverse divisioni atriali. Il paziente avverte tremori, paura, vuoto di stomaco.
  • Il flutter atriale è caratterizzato da frequenti contrazioni atriali regolari, contrazioni ventricolari sistematiche. In questa condizione, si verificano più di 200 battiti al minuto. È più facilmente tollerato dal paziente rispetto allo sfarfallio, poiché ha un disturbo circolatorio meno pronunciato. Manifestato da battito cardiaco accelerato, vene del collo gonfie, aumento della sudorazione, mancanza di forza.

Come distinguere il ritmo atriale rispetto a quello sinusale

Il ritmo atriale è lento e si sostituisce. Si verifica durante l'oppressione del nodo del seno. Di solito, con questa disposizione delle cose, il cuore si contrae meno della sua norma. Inoltre, ci sono impulsi accelerati, in cui aumenta l'attività patologica del centro di automazione atriale. In questa situazione, la frequenza cardiaca è superiore alla frequenza cardiaca.

In base a dove si verifica l'attività del centro ectopico, si distinguono le contrazioni atriale sinistra e atriale destra. Per alleviare le condizioni del paziente, l'elettrocardiografia non deve necessariamente determinare quale atrio emette un impulso patologico. Il medico dovrà diagnosticare le contrazioni modificate.

Il ritmo atriale su un ECG sostitutivo ha le seguenti caratteristiche:

  • corretta contrazione dei ventricoli a intervalli regolari;
  • la frequenza delle contrazioni varia da 45 a 60 al minuto;
  • ogni complesso ventricolare ha un dente deformato e negativo;
  • gli intervalli sono ridotti o di durata normale;
  • il complesso ventricolare non è cambiato.

Il ritmo atriale del tipo accelerato presenta i seguenti segni sull'ECG:

  • gli impulsi cardiaci variano da 120 a 130 al minuto;
  • ogni contrazione ventricolare ha un dente deformato, bifasico, negativo, seghettato;
  • gli intervalli vengono allungati;
  • il complesso ventricolare è invariato.

L'extrasistole atriale è determinata da una contrazione prematura e straordinaria. L'extrasistole ventricolare è caratterizzata da un cambiamento nel complesso contrattile seguito da una pausa compensatoria.

Segni ECG

Sull'elettrocardiogramma, il medico giudica il ritmo atriale dalla presenza di deformazione dell'onda P. La diagnostica registra l'ampiezza disturbata, la sua direzione rispetto all'impulso normale. Di solito questo dente è accorciato. La contrazione atriale destra si manifesta sull'ECG come un tipo negativo. Il ritmo atriale sinistro ha un dente positivo e una forma piuttosto bizzarra. Sembra uno scudo con una spada.

Se il paziente soffre della migrazione del ritmo di guida, sull'elettrocardiogramma c'è una forma modificata dell'onda e un segmento più lungo P Q. Inoltre, questo cambiamento è ciclico. La fibrillazione atriale è caratterizzata dalla completa assenza di un dente. Cosa si spiega con l'inferiorità della sistole.

Tuttavia, c'è un'onda F sull'ECG, che è caratterizzata da un'ampiezza irregolare. Con l'aiuto di queste onde, vengono determinate le contrazioni ectopiche. Ci sono casi in cui il ritmo atriale è asintomatico, manifestandosi solo sull'ECG. Tuttavia, se un paziente ha questa patologia, ha bisogno della supervisione di uno specialista..

Ritmo ectopico. Ritmo atriale.

Processo ectopico passivo

Se il nodo del seno e la connessione AV funzionano contemporaneamente, è necessario guardare a quale angolo funzionano. In particolare, gli standard per SU 60-90 al minuto e per connessione AB 40-60 al minuto. Il processo è considerato passivo se la struttura sottostante funziona normalmente. Quindi sorge la domanda: perché funziona? Ci sono 3 condizioni per l'inclusione:

  • la struttura sovrastante dà meno impulsi
  • struttura sovrastante scollegata
  • non c'è comunicazione tra upstream e downstream

Con un processo passivo, viene utilizzata la terapia metabolica.

Figura: 1. Ritmo atriale ectopico.

Processo ectopico attivo

In questo caso la sorgente a monte deve funzionare correttamente e la sorgente a valle deve lavorare molto più forte per "sopprimere" il lavoro di quella superiore e svolgere la sua attività. In questo caso viene utilizzata la terapia antiaritmica..

I ritmi ectopici passivi includono:

  1. onda P negativa
  2. con onda P variabile (può essere negativa, positiva o bifasica)
  3. Onda P positiva

Fig. 2. Ritmo atriale.

Ritmo ectopico

Ci sono strutture embrionali attorno al nodo del seno, che in determinate condizioni sono incluse come scorta. Queste strutture includono: seno coronarico, atri destro e sinistro. Poiché queste strutture si trovano vicino al nodo del seno, quando vengono attivate, iniziano a funzionare al posto del nodo del seno e danno un ritmo ectopico. Normalmente, un tale ritmo ectopico può essere nei giovani e un'onda P negativa si trova nelle derivazioni III, aVF, V1-V6. Se è presente un'onda P negativa nelle derivazioni separate da V1 a V6, si tratta di un ritmo sinusale coronarico o ritmo atriale. La differenza tra loro è che il seno coronarico è più vicino al sistema di conduzione dall'atrio ai ventricoli, quindi il segmento PQ è accorciato. E se questo è un ritmo atriale, il segmento PQ sarà entro i limiti normali.

Valore standard del segmento PQ 0,12-0,2 sec.

Ritmo sinusale coronarico: segmento PQ inferiore a 0,12 sec, onda P negativa in alcune derivazioni da V1 a V6.

Figura: 3. Ritmo atriale inferiore

Ritmo atriale

Il ritmo atriale è caratterizzato da: il segmento PQ entro i limiti normali, l'onda P è negativa

Il ritmo atriale è suddiviso in:

  • atriale sinistro
  • atriale destro

Per determinare da quale atrio si forma il ritmo atriale, è necessario guardare aVR della derivazione.

Se l'onda P nell'AVR principale è positiva, sembra uno "scudo e spada": questo è il ritmo atriale sinistro.

Se l'onda P è negativa nella derivazione aVR, è il ritmo atriale destro.

Figura: 4. Ritmo atriale sinistro. Complessi sotto forma di "scudo e spada".

Ritmo atriale: perché si verifica e cosa fare?

Il corretto funzionamento di un cuore sano è normalmente influenzato dal ritmo sinusale. La sua fonte è il punto principale del sistema di conduzione: il nodo senoatriale. Ma non è sempre così. Se il centro dell'automatismo del primo livello per qualche motivo non può svolgere pienamente la sua funzione, o esce completamente dallo schema generale dei percorsi, appare un'altra fonte della generazione di segnali contrattili: ectopica. Cos'è il ritmo atriale ectopico? Questa è una situazione in cui gli impulsi elettrici iniziano a essere prodotti da cardiomiociti atipici. Queste cellule muscolari hanno anche la capacità di generare un'onda di eccitazione. Sono raggruppati in fuochi speciali, chiamati zone ectopiche. Se tali aree sono localizzate negli atri, il ritmo atriale sostituisce il ritmo sinusale..

L'origine della malattia

Il ritmo atriale è un tipo di contrazione ectopica. L'ectopia è una posizione anormale di qualcosa. Cioè, la fonte di eccitazione del muscolo cardiaco non appare dove dovrebbe essere. Tali focolai possono formarsi in qualsiasi parte del miocardio, causando l'interruzione della normale sequenza e frequenza delle contrazioni degli organi. Il ritmo cardiaco ectopico è altrimenti chiamato sostituto, poiché assume la funzione del centro automatico principale.

Ci sono due opzioni per il ritmo atriale: lento (provoca una diminuzione della contrattilità miocardica) e accelerato (aumento della frequenza cardiaca).

Il primo si verifica quando un blocco del nodo del seno provoca una debole generazione di impulsi. Il secondo è il risultato di una maggiore eccitabilità patologica dei centri ectopici, si sovrappone al ritmo principale del cuore.

Le contrazioni anormali sono rare, quindi sono combinate con il ritmo sinusale. Oppure il ritmo pre-grigio diventa quello principale e la partecipazione del pilota automatico di primo ordine viene completamente annullata. Tali violazioni possono essere caratteristiche per diversi periodi di tempo: da un giorno a un mese o più. A volte il cuore lavora costantemente sotto l'inizio dei fuochi ectopici..

Cos'è il ritmo atriale inferiore? Le connessioni atipiche attive delle cellule miocardiche possono essere localizzate sia nell'atrio sinistro che nell'atrio destro e nelle parti inferiori di queste camere. Di conseguenza, si distinguono i ritmi atriale inferiore destro e sinistro. Ma quando si effettua una diagnosi, non è necessario distinguere in particolare tra questi due tipi, è importante solo stabilire che i segnali eccitatori provengano dagli atri..

La fonte di generazione degli impulsi può cambiare la sua posizione all'interno del miocardio. Questo fenomeno è chiamato migrazione del ritmo..

Cause della malattia

Il ritmo ectopico atriale inferiore si verifica sotto l'influenza di varie condizioni esterne e interne. Una conclusione simile può essere consegnata a pazienti di tutte le categorie di età. Un tale fallimento nel lavoro del muscolo cardiaco non è sempre considerato una deviazione. L'aritmia fisiologica, come variante della norma, non ha bisogno di cure e va via da sola.

Varietà di disturbi causati dal ritmo atriale inferiore:

  • tachicardia di natura parossistica e cronica;
  • extrasistoli;
  • flutter e fibrillazione.

A volte il ritmo atriale destro non è diverso da quello sinusale e organizza adeguatamente il lavoro del miocardio. È possibile rilevare un tale errore quasi per caso utilizzando un ECG alla successiva visita medica di routine. Allo stesso tempo, la persona non ha idea della patologia esistente..

Le ragioni principali per lo sviluppo del ritmo atriale inferiore ectopico:

  • miocardite;
  • debolezza del nodo del seno;
  • ipertensione;
  • ischemia miocardica;
  • processi sclerotici nei tessuti muscolari;
  • cardiomiopatia;
  • reumatismi;
  • difetto cardiaco;
  • esposizione a nicotina ed etanolo;
  • avvelenamento da monossido di carbonio;
  • effetti collaterali dei farmaci;
  • caratteristica congenita;
  • distonia vascolare vegetativa;
  • diabete.

Il ritmo atriale inferiore nei bambini può essere congenito o acquisito. Nel primo caso, il bambino è già nato con la presenza di focolai ectopici. Questo è il risultato della carenza di ossigeno durante il parto o una conseguenza di anomalie della crescita intrauterina. L'immaturità funzionale del sistema cardiovascolare, specialmente nei bambini prematuri, è anche la causa della formazione di un ritmo ectopico. Tali disturbi possono normalizzarsi da soli con l'età. Tuttavia, questi bambini necessitano di supervisione medica..

Un'altra situazione è l'adolescenza. Durante questo periodo, ragazzi e ragazze sperimentano gravi cambiamenti nel corpo, lo sfondo ormonale è disturbato, la frequenza cardiaca sinusale può essere temporaneamente sostituita da quella atriale. Con la fine della pubertà, di solito finiscono tutti i problemi di salute. Negli adulti, i problemi ormonali possono essere associati all'invecchiamento del corpo (ad esempio, la menopausa nelle donne), che influisce anche sulla comparsa di una frequenza cardiaca ectopica.

Gli sport professionistici possono anche essere visti come una causa dello sviluppo del ritmo atriale. Questo segno è una conseguenza dei processi distrofici del miocardio, che si verificano sotto l'influenza di carichi eccessivi negli atleti.

Sintomi

Un ritmo atriale inferiore anormale può essere asintomatico. Se sono presenti segni di insufficienza cardiaca, rifletteranno la malattia che ha causato questa condizione..

  • La persona inizia a sentire le contrazioni del miocardio, a "sentire" i suoi tremori.
  • Il numero di minuti di battiti dell'organo aumenta.
  • Il cuore sembra "congelarsi" per un po '.
  • C'è una maggiore separazione del sudore.
  • Un velo scuro e continuo appare davanti agli occhi.
  • La testa gira bruscamente.
  • La pelle divenne pallida, una tinta blu apparve sulle labbra e sulla punta delle dita.
  • È diventato difficile respirare.
  • Il dolore è apparso nello spazio del torace.
  • Disturbato dalla minzione frequente.
  • La persona sperimenta un'intensa paura per la propria vita..
  • Possibile nausea o vomito.
  • Disturbi del tratto gastrointestinale.
  • Si sviluppa uno svenimento.

Gli attacchi brevi prendono il paziente di sorpresa, ma finiscono non appena iniziano. Spesso queste interruzioni del ritmo si verificano di notte in un sogno. Una persona si sveglia in preda al panico con tachicardia, dolori al petto o febbre alla testa.

Diagnostica

È possibile identificare la presenza di un ritmo atriale, sulla base dei dati ottenuti durante un'ecografia del cuore o eseguendo un elettrocardiogramma.

Poiché la patologia può manifestarsi di tanto in tanto, e spesso accade di notte, il monitoraggio ECG Holter viene utilizzato per ottenere un quadro clinico più completo. Sensori speciali sono attaccati al corpo del paziente e registrano i cambiamenti nelle camere cardiache 24 ore su 24. Sulla base dei risultati di tale studio, il medico redige un protocollo per il monitoraggio dello stato del miocardio, che consente di rilevare i parossismi diurni e notturni dei disturbi del ritmo.

Vengono utilizzati anche l'esame elettrofisiologico transesofageo, l'angiografia coronarica, l'ECG da sforzo. È obbligatoria un'analisi standard dei fluidi corporei biologici: esami del sangue e delle urine generali e biochimici.

Segni sull'elettrocardiogramma

L'ECG è un modo economico, semplice e abbastanza informativo per ottenere dati su vari disturbi del ritmo cardiaco. Ciò che il medico stima sul cardiogramma?

  1. Lo stato dell'onda P, che riflette il processo di depolarizzazione (la comparsa di un impulso elettrico) negli atri.
  2. La sezione P-Q mostra le caratteristiche dell'onda di eccitazione proveniente dagli atri ai ventricoli.
  3. L'onda Q segna lo stadio iniziale dell'eccitazione ventricolare.
  4. L'elemento R mostra il livello massimo di depolarizzazione ventricolare.
  5. Il dente S indica lo stadio finale della propagazione del segnale elettrico..
  6. Il complesso QRS è chiamato ventricolare, mostra tutte le fasi dello sviluppo dell'eccitazione da queste parti.
  7. L'elemento T registra la fase di declino dell'attività elettrica (ripolarizzazione).

Utilizzando le informazioni disponibili, lo specialista determina le caratteristiche del ritmo cardiaco (frequenza e frequenza delle contrazioni), il focus della generazione di impulsi, la posizione dell'asse elettrico del cuore (EOS).


I seguenti segni sull'ECG indicano la presenza di ritmo atriale:

  • onda P negativa con complessi ventricolari invariati;
  • il ritmo atriale destro è riflesso dalla deformazione dell'onda P e la sua ampiezza in ulteriori derivazioni V1-V4, atriale sinistro - nelle derivazioni V5-V6;
  • i denti e gli intervalli hanno una durata maggiore.

EOS visualizza i parametri elettrici dell'attività cardiaca. La posizione del cuore come un organo con una struttura volumetrica tridimensionale può essere rappresentata in un sistema di coordinate virtuale. Per fare ciò, i dati ottenuti dagli elettrodi durante l'ECG vengono proiettati su una griglia di coordinate per calcolare la direzione e l'angolo dell'asse elettrico. Questi parametri corrispondono alla localizzazione della sorgente di eccitazione.

Normalmente ha una posizione verticale (da +70 a +90 gradi), orizzontale (da 0 a +30 gradi), intermedia (da +30 a + 70 gradi). La deviazione dell'EOS a destra (oltre +90 gradi) indica lo sviluppo di un ritmo atriale destro anormale ectopico, una pendenza a sinistra (fino a -30 gradi e oltre) è un indicatore del ritmo atriale sinistro.

Trattamento

Non saranno necessarie misure mediche se l'adulto o il bambino non avverte sensazioni spiacevoli con l'anomalia sviluppata e non hanno il cuore o altre malattie. L'emergere del ritmo atriale in questa situazione non è pericoloso per la salute.

Nel caso opposto, l'effetto terapeutico viene eseguito nelle seguenti direzioni:

  1. Il ritmo atriale anormale accelerato viene trattato con beta-bloccanti ("Propranalol", "Anaprilin") e altri mezzi che abbassano la frequenza cardiaca.
  2. Con la bradicardia vengono prescritti farmaci in grado di accelerare un ritmo lento: vengono utilizzati farmaci a base di atropina, "sodio caffeina benzoato", estratti vegetali (eleuterococco, ginseng).
  3. Disturbi vegetovascolari, che hanno causato il ritmo ectopico, necessità di assumere sedativi "Novopassit", "Valocordin", tinture di motherwort, valeriana.
  4. Per la prevenzione dell'infarto si propone di utilizzare "Panangin".
  5. Oltre ai farmaci antiaritmici ("Novocainamide", "Verapamil"), con un ritmo irregolare, viene prescritto un trattamento specifico per l'istituzione di una causa specifica dei disturbi sviluppati.
  6. Nei casi gravi che non rispondono al trattamento farmacologico standard, viene utilizzata la cardioversione, l'installazione di un pacemaker artificiale.

Modi popolari

  • Mescolare il succo di pompelmo con olio d'oliva (3 cucchiaini). Il prodotto va utilizzato fresco una volta al giorno. Corso generale - 4 settimane.
  • Prendi fichi, uvetta, noci in quantità uguali. Mescolare con il miele e lasciare per un giorno. Mangia la miscela medicata due dosi al giorno. Una dose è pari a 20 g La terapia va proseguita per due mesi..
  • Aiuta bene con i disturbi del ritmo della calendula. Versare le infiorescenze secche (20 g) in un contenitore con un volume di 300 ml. Versare sopra l'acqua bollente e lasciare per 10-12 ore. Dovrebbero essere bevuti 100 g alla volta, ripetere tre volte al giorno.
  • Tritare i giovani germogli di asparagi, tritarli. Preparare un cucchiaio in un bicchiere d'acqua, chiudere bene e insistere. Una singola dose sarà di 2 cucchiai. l., puoi bere 5-6 volte al giorno. Il trattamento dovrebbe durare almeno un mese.
  • Erba di San Giovanni (15 g), melissa (10 g), biancospino - foglie e infiorescenze (40 g), petali di rosa (5 g) vengono combinati in una miscela. Infondere in 100 g di acqua per 15 minuti. Bere invece del tè dopo ogni pasto nella quantità di un bicchiere.
  • Unire le noci (500 g) con lo zucchero (vetro), l'olio di sesamo (50 g). Amalgamate gli ingredienti e lasciate riposare per un po '. Preparare separatamente i limoni (4 pezzi) in forma tritata con la buccia in qualsiasi contenitore. Aggiungere la miscela di noci ai limoni e ottenere una consistenza uniforme. Il farmaco viene assunto prima di colazione, pranzo e cena mezz'ora prima dei pasti. La dose può essere fino a 1 cucchiaio. l.
  • Le infiorescenze di patate insistono su alcol o vodka per tre settimane. Spremere le patate crude (150 ml). Mescolalo con miele (cucchiaio) e infuso alcolico (0,5 cucchiaini). Consumare appena preparato mattina e sera.
  • Unire i mirtilli rossi (500 g) con l'aglio (50 g), dopo aver tritato gli ingredienti. Mettere in un contenitore ermetico e lasciare agire per 3 giorni. Aggiungi mezzo bicchiere di miele alla miscela finita. Prendi 2 cucchiai dal medicinale e diluiscili con acqua (tre bicchieri). Bevi tutto questo in piccole porzioni per l'intera giornata.

Il ritmo atriale come uno dei tipi di disturbi cardiaci richiede un monitoraggio costante da parte di un medico. Anche l'assenza di sintomi allarmanti non è motivo di negligenza in questa condizione. Se lo sviluppo delle contrazioni ectopiche è causato da malattie, è imperativo scoprire la causa della patologia e trattarla seriamente. Le forme gravi avanzate di aritmie atriali possono minacciare la vita umana.

Ritmo atriale: concetto, manifestazioni, diagnosi, come trattare, prognosi

© Autore: Sazykina Oksana Yurievna, cardiologo, in particolare per SosudInfo.ru (sugli autori)

Il cuore batte continuamente per decenni di vita umana. Il suo lavoro può continuare anche quando il cervello non invia più segnali attraverso il sistema nervoso, grazie alla funzione automatica. Questa caratteristica dell'organo è supportata da cellule altamente specializzate del percorso, che formano grandi nodi e lunghe fibre che intrecciano il miocardio dagli atri alle parti più distanti dei ventricoli..

L'automatismo persiste anche con la patologia più grave degli organi interni, se allo stesso tempo l'afflusso di sangue al cuore non viene disturbato, tuttavia, un meccanismo così delicato può fallire con cambiamenti metabolici e di altro tipo, provocando aritmie - ritmo atriale, extrasistoli, blocco, ecc..

Gli impulsi lungo il sistema di conduzione provengono dal pacemaker principale, il nodo del seno, che si trova nell'atrio destro. Il generatore di segnale nervoso principale imposta la velocità con cui gli atri si contraggono prima e poi i ventricoli. Questi processi si verificano continuamente e il nodo del seno reagisce a una varietà di cambiamenti esterni ed interni, regolando, a seconda della situazione, la frequenza delle contrazioni cardiache.

il lavoro del sistema di conduzione è normale - l'impulso elettrico primario proviene dal nodo del seno (SS)

Nel caso in cui venga violato l'automatismo del nodo del seno, gli impulsi iniziano a provenire da altre fonti - ectopiche, che sono anche rappresentate da una sorta di cellule del sistema conduttore, in grado di riprodurre scariche elettriche. Le contrazioni da focolai ectopici possono essere sia ritmiche che caotiche, differiscono per frequenza e forza, tuttavia, a volte sono focolai ectopici che aiutano il cuore a continuare a lavorare.

ritmo ectopico da vari focolai nell'atrio durante la migrazione del pacemaker

Il ritmo ectopico dagli atri è chiamato atriale, non è sempre considerato normale e differisce da quello generato dal centro del seno. Le cellule atriali attivate, che erano "silenziose" in condizioni di benessere, diventano la fonte degli impulsi.

un esempio di contrazione atriale ectopica su uno sfondo di ritmo sinusale normale

Il ritmo atriale non è un'anomalia, caratteristica principalmente degli anziani, sebbene i cambiamenti sclerotici e ischemici caratteristici di questi ultimi contribuiscano alla formazione della patologia. Questo disturbo viene spesso diagnosticato nei bambini e negli adolescenti, riflettendo cambiamenti funzionali nei meccanismi neuro-umorali di regolazione in un corpo in crescita. Caratterizza anche un'ampia gamma di cambiamenti strutturali nella cardiopatia organica..

Il ritmo atriale non sempre dà sintomi pronunciati e può anche essere rilevato per caso, ma la sua presenza è motivo di un serio esame e di un monitoraggio costante dell'attività cardiaca del paziente.

Perché compare il ritmo atriale e che cos'è??

La comparsa di un ritmo atriale ectopico allarma sempre il cardiologo o il pediatra e richiede di determinarne la causa. I fattori che possono svolgere un ruolo nella violazione dell'automatismo del nodo del seno sono:

  • Cambiamenti strutturali da parte del miocardio - cardiosclerosi, ipertrofia con ipertensione, cardiomiopatia o distrofia del muscolo cardiaco, infiammazione e altri;
  • Difetti valvolari e anomalie congenite della struttura del cuore;
  • Disturbi elettrolitici - con disidratazione, patologia dei reni e del sistema endocrino, insufficienza epatica;
  • Cambiamenti metabolici - diabete mellito;
  • Avvelenamento con veleni funzionali e sostanze tossiche - etanolo, monossido di carbonio, glicosidi cardiaci, nicotina;
  • Lesioni al torace e organi mediastinici in lesioni gravi.

I disturbi descritti più spesso causano impulsi predserdny ektopichesky negli adulti. In altri casi, l'automatismo del seno si perde a causa di disturbi funzionali dell'innervazione autonomica - disfunzione autonomica, che è più caratteristica dell'adolescenza e della giovane età e non è accompagnata da patologia degli organi interni.

Meno spesso, il ritmo atriale viene rilevato per caso, durante un esame preventivo di routine, in persone perfettamente sane. Di regola, in questi casi, i singoli impulsi dagli atri sono evidenti sull'ECG con automazione del seno preservata. Con la patologia, il ritmo cardiaco può diventare completamente atriale e costante.

Nel caso in cui non ci siano sintomi di aritmie cardiache, non ci siano reclami e il cuore stesso, durante un esame completo, non abbia mostrato alcuna anomalia, il ritmo ectopico dagli atri può essere considerato una variante normale. Il trattamento non è indicato..

A seconda della velocità con cui il cuore si contrae quando genera impulsi dagli atri, ci sono:

  1. Frequenza atriale accelerata;
  2. Ritardato.

Al momento dell'occorrenza, succede:

  • Permanente;
  • Temporaneo, che sorge a intervalli regolari.

A seconda delle sorgenti dei segnali nervosi, il ritmo può diventare atriale destro o sinistro. Questa circostanza non ha rilevanza clinica, poiché non influisce sulla natura del trattamento successivo e sul decorso della patologia..

Un ritmo atriale lento è tipico delle situazioni in cui l'automatismo sinusale viene soppresso e le cellule atriali vengono attivate per sostituire la sua funzione. Allo stesso tempo, la velocità di contrazione del cuore diminuisce, si osserva bradicardia.

Quando le fonti ectopiche di impulsi mostrano un'attività eccessiva, viene registrato un ritmo atriale accelerato - la frequenza delle contrazioni aumenta e diventa superiore ai valori normali.

Ritmo atriale all'ECG

Il modo principale e più conveniente per rilevare le sorgenti ectopiche del ritmo cardiaco è l'elettrocardiografia. L'ECG mostra anomalie anche quando chi lo indossa non avverte il minimo fastidio. Il cardiologo determina la presenza di disturbi automatici sotto forma di ritmo atriale rallentato se:

  1. Il miocardio si contrae regolarmente e correttamente, con una frequenza e una velocità uniformi di 45-60 contrazioni al minuto;
  2. Le onde P atriali sono presenti davanti ai complessi ventricolari, ma diventano deformate o negative;
  3. L'intervallo tra il dente atriale e l'inizio del complesso ventricolare è normale o più breve;
  4. I complessi ventricolari sono normali.

ritmo atriale inferiore sull'ECG - impulsi ectopici dal fuoco nella parte inferiore dell'atrio

Sull'ECG, dicono della frequenza atriale accelerata:

  • La velocità delle contrazioni dell'organo raggiunge 130, ma la loro regolarità è preservata;
  • Prima delle contrazioni dei ventricoli, gli atri "lavorano" invariabilmente - c'è un'onda P, ma cambia forma, può diventare bifase, negativa, di ampiezza ridotta;
  • È possibile un aumento della durata dell'intervallo tra il dente atriale e l'inizio delle contrazioni del miocardio ventricolare;
  • I complessi ventricolari sono normali.

Quali sono i sintomi del ritmo atriale?

La sintomatologia del ritmo atriale è variabile e va dal completo benessere al grave disagio. Nel primo caso, non ci sono segni di attività cardiaca anormale e le variazioni del ritmo sono indicate solo da una registrazione ECG. Nel secondo la sintomatologia è causata da una patologia sottostante che ha causato disturbi dell'automatismo sinusale e può consistere in:

  1. Sensazioni di interruzione, sbiadimento del torace;
  2. Debolezza e prestazioni ridotte;
  3. Fiato corto;
  4. Cardialgia;
  5. Sindrome edematosa.

Le contrazioni atriali periodiche ea breve termine possono essere accompagnate da un certo disagio, una sensazione di congelamento e una scossa al petto, respirazione accelerata, ma non influenzano in modo significativo le funzioni vitali.

Episodi prolungati di impulsi atriali sono più difficili: il paziente ha paura, tende a sdraiarsi o sedersi più comodamente, quindi cresce una sensazione di ansia immotivata, compaiono tremori, possono comparire capogiri, si avvertono interruzioni cardiache, compare sudore freddo e appiccicoso, il tratto digerente è interrotto.

Lunghi periodi di aritmia sono pericolosi non solo per la ridotta circolazione sanguigna nel cuore e in altri organi, ma anche per la possibilità di formazione di trombi negli atri, soprattutto se la patologia è associata a cambiamenti organici: un difetto, cicatrice miocardica, distrofia miocardica.

Il ritmo atriale di un bambino non è raro. Soprattutto spesso si nota nei neonati, i cui percorsi sono sottosviluppati e immaturi, così come l'innervazione autonomica, che non è costante. Questa condizione può essere considerata una variante della norma di età e quando viene raggiunto l'equilibrio degli impulsi nervosi, il ritmo atriale cambierà in seno.

Allo stesso tempo, le fonti ectopiche del ritmo negli atri possono essere attivate con alcune caratteristiche del cuore: una notocorda accessoria, prolasso della valvola bicuspide. Questi cambiamenti di solito non rappresentano una minaccia, mentre malformazioni congenite, miocardite, grave ipossia o intossicazione, che portano alla formazione di un ritmo atriale in un bambino, sono un problema serio che richiede un'azione attiva da parte di specialisti..

L'infezione intrauterina, l'azione dell'etanolo e il fumo della madre durante la gravidanza, la prematurità, la gestosi e il parto ostruito stanno spingendo ad attivare le fonti di contrazioni atriali nei bambini. I bambini con ritmo atriale anormale richiedono un monitoraggio costante da parte di un cardiologo.

Un'altra causa comune dell'automatismo atriale è la disfunzione autonomica (distonia vegetativa-vascolare). Questa condizione è molto comune, può essere diagnosticata in un adolescente, bambino o adulto ed è caratterizzata da una straordinaria varietà di sintomi, tra i quali spesso prevalgono i sintomi cardiaci. Con la dissociazione nel lavoro delle divisioni simpatico e parasimpatico del sistema nervoso autonomo, c'è una predominanza del tono di uno di loro - vago- o simpaticotonia.

La simpaticotonia è accompagnata da polso frequente, pallore della pelle, brividi, mal di testa, disagio psicologico, fino ad attacchi di panico e disturbo d'ansia. L'ECG mostra tachicardia, un aumento dell'ampiezza dell'onda P..

La vagotonica, d'altra parte, è soggetta a bradicardia, sudorazione, capogiri e attacchi di nausea, può perdere conoscenza a causa di una diminuzione della pressione sanguigna, soffrire di disfunzioni dell'apparato digerente e sperimentare insufficienza cardiaca. L'ECG rivela una diminuzione della frequenza cardiaca, una diminuzione della gravità dei denti atriali.

Come rilevare e trattare il ritmo atriale?

Indipendentemente dall'età e dai sintomi, in tutti i casi di rilevamento del ritmo atriale, viene eseguito un esame approfondito. Per escludere disturbi funzionali dal lato vegetativo, vengono eseguiti vari test: con attività fisica, farmaci. Se si verifica un danno miocardico strutturale, i campioni saranno negativi.

Il primo modo per parlare della presenza di ritmi ectopici dagli atri è l'elettrocardiografia. Viene effettuato come studio obbligatorio per qualsiasi patologia cardiaca e come parte di esami preventivi. Oltre a lei, l'arsenale dei cardiologi include l'ecocardiografia transesofagea, il monitoraggio Holter, l'ecocardiografia. L'esame è completato da esami del sangue per determinare i parametri del metabolismo degli elettroliti e della composizione dei gas nel sangue.

Nel caso in cui, dopo un esame completo, non siano state riscontrate anomalie nel cuore e il paziente non abbia problemi soggettivi, il trattamento non è indicato. Se la causa viene comunque trovata, se possibile viene eliminata dal punto di vista medico insieme ai sintomi dell'aritmia.

In caso di disturbi funzionali del sistema nervoso si possono utilizzare sedativi, adattogeni, è importante normalizzare la routine quotidiana e la durata del sonno. Con la tachicardia, un cardiologo può prescrivere un agente che rallenta il ritmo (beta-bloccanti anaprilina, atenololo, ecc.). La bradicardia viene eliminata dall'uso di atropina, caffeina, rimedi erboristici (ginseng, eleuterococco).

Nelle gravi malattie cardiache, il trattamento è prescritto da un cardiologo, a seconda della natura della malattia. Possono essere diuretici, beta-bloccanti e farmaci per normalizzare il metabolismo dei grassi nella cardiopatia ischemica negli anziani e farmaci antiaritmici. Indipendentemente dalle cause della patologia, è necessario contattare uno specialista per chiedere aiuto. Scherzare con il cuore è pericoloso e l'automedicazione è severamente vietata..

Cos'è un ritmo ectopico e quanto è pericoloso

I pazienti di solito iniziano a mostrare sintomi con un carico ectopico> 0,5-5% / giorno

In rari casi, con contrazioni straordinarie molto frequenti, può verificarsi un ingrossamento del ventricolo sinistro e infine un deterioramento della funzione cardiaca.

La prognosi infausta è data con carico ectopico> 10-25% / giorno.

Video: ecco come puoi rimbalzare la tua frequenza cardiaca in appena 1 minuto

Attività ectopica ventricolare che cos'è

Impulso ectopico ventricolare

viene eseguita lungo i ventricoli non attraverso il sistema His-Purkinje, ma lungo il miocardio a conduzione relativamente lenta. Cambiare la sequenza e rallentare l'attivazione dei ventricoli porta al fatto che i complessi ventricolari in formazione si deformano e si allargano.

I complessi sono prematuri, ampi (0,12 s) Modificati nella forma (deformati) Non sono preceduti da un'onda P prematura Per descrivere la localizzazione della sorgente, il tempo di occorrenza e il numero di extrasistoli ventricolari, vengono utilizzati diversi termini.

Extrasistole ventricolare
.
schema
. a Extrasistole ventricolare sinistra con una pausa compensatoria (immagine del blocco PNPG). b Extrasistole ventricolare destra con pausa compensatoria (immagine del blocco LBBB).

Caratteristiche della fonte (focalizzazione) dei battiti prematuri ventricolari

Complessi ectopici della stessa forma, che seguono con gli stessi intervalli di adesione, sorgono nello stesso focus. Si chiamano "monofocus", "monomorphic", "monotopic". Complessi ventricolari di diverse forme e intervalli di adesione suggeriscono la presenza di più di un focus. Tali extrasistoli sono chiamati "multifocali

Il momento in cui si verificano extrasistoli ventricolari

Complessi ectopici ventricolari

, che si verificano molto presto nel ciclo cardiaco, possono essere sovrapposti all'onda T della contrazione precedente e sono designati come extrasistoli "R a T". La maggior parte degli episodi di fibrillazione ventricolare (FV) e molti episodi di tachicardia ventricolare (VT) sono iniziati da extrasistoli da R a T, sebbene ciò non significhi che gli extrasistoli da R a T causino sempre queste aritmie..

Extrasistoli ventricolari

, insorgendo nel ciclo cardiaco solo leggermente prematuramente, accidentalmente può verificarsi subito dopo l'onda P causata dalla normale attività del nodo del seno: l'onda P, quindi, a differenza dell'extrasistole atriale, non sarà prematura. Tali extrasistoli ventricolari sono chiamati telediastolici.

Di solito dopo battiti prematuri ventricolari

c'è una pausa. Quando una tale pausa è assente e l'extrasistole, quindi, appare "inserita" tra due complessi normali, l'extrasistole è chiamata interpolata.

La frequenza delle extrasistoli ventricolari

Quando extrasistoli

seguire dopo ogni complesso del seno, viene utilizzato il termine "bigeminismo". Se gli extrasistoli seguono un paio di complessi normali, questa è "trigeminia". Quando due complessi ectopici seguono di seguito, sono designati con il termine "extrasistole accoppiato" o "distico". Più di due complessi ectopici consecutivi sono chiamati "salvo".

Attività atriale di extrasistoli ventricolari

Manifestazione di attività predserdny dopo ekstrasistole ventricolare

dipende dal fatto che l'impulso ventricolare sia condotto in direzione retrograda, ad es. attraverso la connessione AV agli atri. Se ciò accade, si forma un'onda P invertita, che spesso si sovrappone al complesso ectopico ventricolare stesso e può essere nascosta da esso..

Nei casi in cui la connessione AV

non conduce un impulso ventricolare agli atri, l'attività atriale continua indipendentemente dall'attività ventricolare; solo in questi casi, dopo un'extrasistole ventricolare, si può osservare una pausa compensatoria completa (quando l'intervallo tra complessi sinusali pre- e post-extrasistolici è pari al doppio della durata del ciclo sinusale).

Qualche volta l'impulso ventricolare può "penetrare" la giunzione AV

solo parzialmente. In questa situazione, il successivo impulso sinusale può raggiungere la giunzione AV mentre è ancora parzialmente refrattario, il che rallenterà la conduzione e allungherà l'intervallo PR. Questo fenomeno di "conduzione retrograda latente" si verifica spesso dopo extrasistoli ventricolari interpolati.

Cause di extrasistole ventricolare e suo significato

Extrasistole ventricolare

È molto comune e la frequenza della sua rilevazione nella popolazione adulta generale aumenta con l'età. Le cause dei battiti prematuri ventricolari includono infarto acuto o ischemia miocardica, ipertensione arteriosa; danno miocardico dovuto a un precedente infarto del miocardio, miocardite o cardiomiopatia; prolasso della valvola mitrale, cardiopatia valvolare, intossicazione da digitale. Tuttavia, spesso non si trovano segni di malattie cardiache..

In pazienti con battiti prematuri ventricolari sintomatici e / o frequenti

la sua causa deve essere ricercata utilizzando metodi di esame non invasivi, compreso un accurato ECG a 12 derivazioni, ecocardiografia e, se necessario, un test da sforzo.

Extrasistoli ventricolari singoli

, registrati su un ECG convenzionale, e anche forme complesse di extrasistole (cioè, extrasistole è frequente, multifocale, "R su T" o burst), registrate durante il monitoraggio ECG ambulatoriale, possono essere rilevate accidentalmente in persone con un cuore sano e non sono necessariamente patologie o hanno un valore predittivo.

D'altra parte, in alcuni studi osservazionali che hanno coinvolto adulti

(principalmente uomini) che si sono sottoposti ad un test con attività fisica dosata, è stato dimostrato che la comparsa di frequenti battiti ventricolari prematuri durante l'esercizio e soprattutto subito dopo la sua cessazione è associata ad un aumento della mortalità (circa 3 volte) nei successivi 5-15 anni.

In pazienti con danno miocardico strutturale irreversibile

a causa della malattia coronarica (CHD), esiste una correlazione tra la gravità del danno e la frequenza delle extrasistoli ventricolari. Prove recenti suggeriscono che i battiti prematuri ventricolari dovrebbero essere considerati un fattore di rischio aggiuntivo e indipendente, ma non ci sono prove che sopprimerlo con la terapia antiaritmica migliori la prognosi..

Infatti, è stato dimostrato che alcuni farmaci antiaritmici

aumentare la mortalità nei pazienti con battiti prematuri ventricolari dopo IM.

Di solito extrasistoli

sono asintomatici. Tuttavia, alcuni pazienti continuano a provare disagio. Possono essere preoccupati per la sensazione di interruzioni nel lavoro del cuore dovute alla sua contrazione prematura o successiva pausa compensatoria, così come per la sensazione di "colpi pesanti" causati da un aumento della forza della contrazione post-extrasistolica.

I pazienti possono essere agitati dal pensiero che le irregolarità cardiache

È un presagio di infarto o altri gravi problemi cardiaci.

In alcuni casi, pazienti con un cuore strutturalmente sano

, provando sensazioni spiacevoli dovute all'extrasistole ventricolare, è difficile spiegare la situazione e calmarle. In tali situazioni, può essere necessaria una terapia per ridurre i sintomi. I BAB possono essere efficaci, specialmente nei pazienti con sintomi correlati all'esercizio fisico.

Per pazienti con un cuore strutturalmente normale e nessun segno di malattia coronarica

può essere utile prescrivere la flecainide. In genere si consiglia di evitare di bere caffeina, ma raramente è efficace.

Il significato dell'extrasistole ventricolare nell'infarto miocardico acuto (MI) è discusso in un articolo separato sul sito (si consiglia di utilizzare il modulo di ricerca nella pagina principale del sito).

a - Extrasistole ventricolare di tipo "R to T", che in questo caso avvia la fibrillazione ventricolare (VF). b - il 3 ° complesso è un'extrasistole ventricolare telediastolica. È preceduto da un'onda P tempestiva.

a - ECG registrato simultaneamente nelle derivazioni V1 e V2. Si possono osservare due extrasistoli ventricolari telediastolici. Il secondo imita l'immagine caratteristica della sindrome di Wolff-Parkinson-White (WPW). b - Battiti prematuri ventricolari interpolati. Nel complesso del seno post-extrasistolico, si può vedere un aumento dell'intervallo PR a causa della conduzione retrograda latente..

a - Bigeminia ventricolare. b - Trigeminia ventricolare.

a - Dopo il 1 ° complesso sinusale segue una coppia di extrasistoli ventricolari. b - il 3 ° complesso è un'extrasistole ventricolare, l'eccitazione dalla quale viene effettuata sugli atri, che ha portato alla comparsa di un'onda P negativa (piombo aVF). Dopo l'extrasistole, puoi vedere un complesso di scivolamento dall'incrocio AV..

DISTURBI ECTOPICI ATTIVI DEL RITMO

In contrasto con i ritmi sostitutivi passivi, in cui il danno o la soppressione funzionale del nodo del seno è primaria, i ritmi ectopici attivi sorgono in un focus ectopico con eccitabilità patologicamente aumentata, che porta al superamento e alla soppressione della funzione del nodo del seno. Quando il fuoco ectopico si trova in centri autonomi del secondo ordine, il complesso ventricolare sull'elettrocardiogramma non viene modificato e quando il fuoco si trova nei centri del terzo ordine, è deformato.

Si distinguono i seguenti disturbi del ritmo attivo:

Extrasistole

Tachicardie atriali, nodali e ventricolari -

parossistica e non parossistica

Flutter atriale e fibrillazione

Flutter e fibrillazione atriale

La frequenza degli impulsi emanati da un fuoco ectopico situato negli atri, nel sistema atrioventricolare o nei ventricoli determina anche il tipo di aritmia.

Schema delle violazioni del ritmo ektopichesky attive a seconda della frequenza degli impulsi ektopichesky

Focus ectopico negli atri

Frequenza degli impulsi al minutoTipo di aritmia
Singolo o gruppo 100-200Extrasistoli atriali Tachicardia atriale caotica e non parossistica
140-220Tachicardia atriale parossistica
220-350Flutter atriale
350-650 o piùFibrillazione atriale

Focus ectopico nel nodo atrioventricolare

Frequenza degli impulsi al minutoTipo di aritmia
Singolo o gruppoExtrasistoli nodali
60-150Tachicardia nodale non parossistica
150-220Tachicardia nodale parossistica

Focus ectopico nei ventricoli

Frequenza degli impulsi al minutoTipo di aritmia
Meno della frequenza del nodo del seno - singolo o di gruppoExtrasistoli ventricolari Gruppo (salvo) extrasistoli
Diversi impulsi successivi da 55 a 100Tachicardia ventricolare lenta
da 100 a quasi 220Tachicardia parossistica ventricolare
da 150 a quasi 300Flutter ventricolare
da 150 a 500Sfarfallio dei ventricoli

EXTRASISTOLIA

sistole prematura, vorzeitige sistole, battiti prematuri, sistole prematura.

L'extrasistole è il disturbo del ritmo cardiaco ectopico più comune. Gli extrasistoli si trovano a tutte le età, ma più spesso nelle persone anziane - oltre i 50 anni - e relativamente raramente durante l'infanzia. Con l'età, la frequenza dell'extrasistole aumenta.

Le extrasistoli sono contrazioni premature e anticipate del cuore o delle sue singole parti, che interrompono la corretta sequenza delle contrazioni cardiache. Sono causati da impulsi che si verificano in un fuoco con maggiore eccitabilità, situato più spesso al di fuori del nodo del seno..

Di regola, l'intervallo di tempo tra extrasistoli e la precedente contrazione normale del cuore non cambia. La presenza di questo “accoppiamento fisso” è una proprietà molto caratteristica dell'extrasistole..

MECCANISMO

1. Micro rientro: il meccanismo è un arrivo ripetuto di un polso sinusale.

A causa del blocco locale unidirezionale nei rami terminali del sistema di conduzione a seguito di disturbi metabolici ed elettrolitici, una certa piccola parte del miocardio viene eccitata successivamente, in modo indiretto, dal vicino miocardio. L'eccitazione tardiva di quest'area nel momento in cui il resto del miocardio si trova nel periodo extra-refrattario, consente all'impulso di abbandonare nuovamente questo "fuoco ectopico" e provocare una contrazione prematura del cuore. Si verifica un blocco unidirezionale nel sito in cui le cellule della rete di Purkinje si legano alle cellule del miocardio. Questo meccanismo spiega gli extrasistoli, che sono saldamente associati alla contrazione precedente, e l'alloritmia extrasistolica - bigeminia e trigeminia.

2. Meccanismo degli impulsi disturbato con aumentato automatismo normale di alcune cellule del sistema di conduzione al di fuori del nodo del seno.

Innervazione autonomica disturbata, processi ipossiemici, infiammatori, degenerativi, sclerotici nel miocardio.

Disturbi metabolici locali nel miocardio (enzima, acido-base, elettrolita, fosforilazione) Alterata permeabilità della membrana cellulare per gli ioni di potassio e alterato rapporto del contenuto di ioni di potassio all'interno e all'esterno della cellula Aumento dell'automatismo - aumento della depolarizzazione diastolica spontanea (fase 4) a causa di un aumento della transmembrana diastolica massima potenziale immediatamente dopo la fine della ripolarizzazione, un forte aumento della fase 4 di depolarizzazione e (o) una diminuzione del potenziale di soglia

Quando la depolarizzazione diastolica spontanea raggiunge il livello di potenziale soglia, si verifica una maggiore permeabilità della membrana cellulare per gli ioni sodio e un movimento improvviso degli ioni - gli ioni sodio entrano nella cellula e creano un impulso elettrico che, quando entra nel periodo non refrattario, provoca una contrazione cardiaca prematura

La depolarizzazione diastolica normalmente spontanea (fase 4) delle cellule del sistema di conduzione atriale, del nodo atrioventricolare e dei ventricoli avviene più lentamente e in misura minore rispetto al nodo del seno. Con innervazione autonomica compromessa e varie condizioni patologiche del muscolo cardiaco - ipossia, infiammazione, degenerazione, fibrosi, depolarizzazione diastolica spontanea di alcune cellule del sistema di conduzione al di fuori del nodo del seno possono intensificarsi e accelerare a tal punto da creare un impulso elettrico prima del nodo del seno. Livelli ridotti di potassio intracellulare, catecolamine e glucosidi cardiaci aumentano la depolarizzazione diastolica spontanea. I disturbi elettrolitici e metabolici locali sono di primaria importanza per l'emergere di un focolaio ectopico con aumentata depolarizzazione diastolica. Il meccanismo di scambio ionico è associato al metabolismo dei carboidrati nelle cellule e al processo di fosforilazione. I farmaci antiaritmici - chinidina, procainamide e aymalin - riducono la permeabilità della membrana cellulare e, quindi, riducono l'eccitabilità miocardica ed eliminano i focolai ectopici con aumentata depolarizzazione diastolica spontanea.

3. Meccanismi automatici patologici: oscillazioni, potenziali residui (tracce), differenze di potenziale locale.

Le oscillazioni sono oscillazioni patologiche con diminuzione e aumento del potenziale transmembrana a riposo, che, al raggiungimento del potenziale di soglia, possono provocare la depolarizzazione cellulare e la comparsa di un impulso elettrico ectopico. Oscillazioni si verificano durante l'ipossia, disturbi elettrolitici, intossicazione da glicosidi cardiaci, danni meccanici al miocardio, ecc..

Il potenziale residuo o il potenziale di traccia negativo è il risultato di una ripolarizzazione ritardata o interrotta a un livello vicino al livello del potenziale di soglia. Il potenziale residuo può durare per diversi secondi e causare l'attivazione elettrica prematura della cellula e la creazione di un focolaio ectopico di eccitazione.

Le differenze di potenziale locale sono il risultato della ripolarizzazione asincrona o della depolarizzazione parziale. Un focus di ripolarizzazione ritardata o depolarizzazione parziale agisce come una fonte di corrente elettrica in relazione alle cellule circostanti che hanno una ripolarizzazione normale e si trovano in un periodo extra-refrattario.

4. Il meccanismo della parasistole

Si presume che gli extrasistoli possano essere causati da una combinazione di molti dei meccanismi elencati.

La durata del periodo refrattario gioca un ruolo importante nella comparsa di extrasistoli in tutti e quattro i principali meccanismi sopra descritti. L'accorciamento del periodo refrattario delle cellule al di fuori del fuoco ectopico consente agli impulsi ectopici di provocare contrazioni premature.

Eziologia. Secondo l'eziologia, gli extrasistoli sono divisi in quattro gruppi:

1. Funzionale, neurogeno, extracardiaco -

in persone con un cuore praticamente sano con nevrosi con distonia vegetativa e sotto influenze neuroriflesse

2. Biologico -

con cardiopatia coronarica con o senza infarto miocardico, con difetti valvolari, insufficienza cardiaca, malattie miocardiche infiammatorie e degenerative, ecc..

3. Tossico -

in caso di intossicazione da farmaci digitalici, adrenalina e composti correlati, caffeina, nicotina, etere, benzene, monossido di carbonio, ecc..

4. Meccanico -

per cateterismo, angiocardiografia, cardiochirurgia e traumi cardiaci

Extrasistoli in persone con cuori praticamente sani.

La maggior parte delle persone che ricevono extrasistoli non hanno malattie cardiache. Non c'è quasi nessuna persona che, in un certo periodo della vita, non avrebbe extrasistoli.

Gli extrasistoli possono essere osservati per molti anni senza una ragione apparente in persone sane con capacità lavorativa preservata, in cui la ricerca clinica non rivela alcuna anomalia. È nota l'extrasistole emotiva, che si manifesta solo al momento di esperienze e conflitti emotivi, ansia, paura, rabbia, gioia. L'aritmia extrasistolica può essere una delle manifestazioni di nevrosi generale con distonia neurovegetativa, espressione di alterata regolazione cortico-viscerale. A causa di cambiamenti biochimici locali nel miocardio, una violazione dell'innervazione cardiaca porta alla comparsa di piccoli focolai ectopici di eccitazione, la cui presenza non riduce la funzione contrattile del miocardio. Nelle persone con nevrosi, la frequenza dell'aritmia extrasistolica varia dal 7 (Master) al 14% (Istamanova). Di regola, stiamo parlando di extrasistoli ventricolari. Spesso sono combinati con i fenomeni di grave vagotonia, come bradicardia, ipotensione, aritmia respiratoria, umidità nei palmi, salivazione e iperacidità. Tali extrasistoli di solito compaiono a riposo e scompaiono dopo lo sforzo fisico e la somministrazione di atropina. In ogni caso, determinando il momento eziologico degli extrasistoli neurogeni, si dovrebbero cercare superlavoro mentale e fisico, sonno irregolare, disturbi nell'area genitale, iatrogenismo, psicotraumi domestici e professionali. Le extrasistoli dopo la contusione sono una variante dell'aritmia extrasistolica neurogena. C'era anche un'extrasistole riflessa condizionata.

Varie condizioni e disturbi intrasecretori - menopausa, gravidanza, ciclo mestruale, disfunzione ovarica - possono svolgere un ruolo nel verificarsi di extrasistole in persone senza malattie cardiache, a causa dell'aumentata eccitabilità del sistema nervoso e del miocardio.

Neuroreflex extrasistole. È il risultato di un'irritazione patologica che emana da altri organi interni attraverso i riflessi viscerocardiaci, solitamente attraverso il nervo vago. I riflessi che emanano dagli organi addominali sono della massima importanza (Fig.45).Pertanto, in ogni paziente con una causa inspiegabile di extrasistole, gli organi addominali devono essere attentamente esaminati.

La causa dell'extrasistole riflessa può essere processi nei polmoni e nel mediastino, aderenze pleuriche e pleuro-pericardiche, pneumosclerosi e spondiloartrosi cervicale. In alcuni casi, l'infezione focale può svolgere il ruolo di un riflesso patologico. Anche le extrasistoli derivanti dalla pressione sul seno carotideo, durante la deglutizione, gli attacchi di tosse, in una certa posizione del corpo, specialmente sdraiato sul lato sinistro, e in varie malattie del cervello, sono di origine riflessa, ma a causa della loro relativa rarità, il loro significato clinico è inferiore.

La determinazione accurata dell'origine riflessa dell'extrasistole incontra molto spesso grandi difficoltà. Solo quando le extrasistoli scompaiono dopo l'eliminazione dell'irritazione patologica, che non è sempre facile da ottenere, possiamo accettare con sicurezza la loro patogenesi riflessa. La comparsa di extrasistole riflessa è favorita dalla presenza di labilità neurovegetativa generale. I momenti riflessi possono avere un ruolo nella comparsa o nell'aumentata frequenza di extrasistoli nella cardiopatia organica. In questi casi, è impossibile distinguere il riflesso dagli extrasistoli organici..

Extrasistoli nella malattia coronarica.

Le extrasistoli che vengono dopo i 50 anni sono più spesso causate dall'aterosclerosi coronarica. Dopo i 70 anni, si trovano in quasi tutte le persone. In alcuni casi, gli extrasistoli possono essere un segno precoce e unico di insufficienza coronarica. La valutazione dell'aritmia extrasistolica, in quanto causata dalla malattia coronarica, può essere convincente quando è associata a dolore con angina pectoris o anche senza di essa, ma quando le aritmie extrasistoliche compaiono e diventano più frequenti dopo uno sforzo fisico, e sull'elettrocardiogramma, durante una prova di lavoro, si trovano nelle parti intermedie e finali cambiamenti caratteristici del complesso ventricolare per insufficienza coronarica. Alcuni studi dimostrano che le extrasistoli ventricolari frequenti nella malattia coronarica, soprattutto dopo l'infarto del miocardio, hanno una prognosi sfavorevole e un aumentato rischio di morte improvvisa a causa della fibrillazione ventricolare. Ciò fornisce le basi per il trattamento a lungo termine di tali pazienti con farmaci antiaritmici - procainamide o chinidina.

Apparentemente, a volte un aumento della frequenza degli extrasistoli ventricolari può essere una delle manifestazioni di uno stato di preinfarto.

Extrasistoli con infarto

miocardio - vedi acc. capitolo.

Extrasistole con carico emodinamico del cuore.

L'insufficienza cardiaca stessa può essere la causa degli extrasistoli. Le extrasistoli atriali sono una frequente espressione di debolezza cardiaca congestizia. Indipendentemente dall'eziologia, lo scompenso è accompagnato da distrofia o eccessiva espansione delle miofibrille, che favorisce la creazione di focolai eterotopici di eccitazione. Le extrasistoli sono più comuni nelle cardiopatie scompensate che in quelle compensate. A volte possono essere il primo sintomo di insufficienza cardiaca in arrivo. Gli ekstrasistoli che si alzano in connessione con arresto cordiaco possono scomparire dopo il risarcimento dell'attività cardiaca. Ecco perché tale extrasistole non solo non è una controindicazione all'uso di preparati digitalici, ma, al contrario, il paziente dovrebbe essere trattato con la digitalizzazione.

Il carico emodinamico del cuore provoca ipertrofia ed espansione con alterazioni distrofiche in una o nell'altra parte del cuore, a seconda di dove si trova l'ostacolo meccanico.Tutte queste condizioni favoriscono l'emergere di focolai ectopici di eccitazione nelle stesse zone del cuore. Con l'ipertensione, si osservano spesso extrasistoli ventricolari di natura complessa. Il carico del ventricolo sinistro è di primaria importanza. In molti casi, anche l'aterosclerosi coronarica che accompagna l'ipertensione gioca un ruolo. Nelle fasi iniziali dell'ipertensione, si dovrebbe anche tenere presente la ridotta regolazione nervosa del cuore. Le crisi ipertensive, incluso il feocromocitoma, spesso causano extrasistoli.

Con cardiopatie congenite, l'extrasistole è raramente osservata. Un valore diagnostico ben noto è il fatto che gli extrasistoli sono più comuni con un difetto del setto interventricolare e l'anomalia di Ebstein della valvola tricuspide. L'extrasistole viene rilevata in circa il 10% dei pazienti con difetti reumatici acquisiti e ancora più spesso con difetti della valvola mitrale rispetto a quella aortica. In caso di difetti, oltre al carico dinamico, possono avere un ruolo alterazioni infiammatorie, miocardosclerosi reumatica, fattori extracardiaci, disturbi elettrolitici, insufficienza cardiaca e l'azione dei farmaci digitalici. Nello sviluppo della stenosi mitralica, la comparsa di frequenti extrasistoli atriali è spesso un punto importante, poiché precede la comparsa del flutter atriale o della fibrillazione atriale. I difetti della valvola aortica sono causati principalmente da extrasistoli ventricolari sinistri e i difetti mitralici sono causati da difetti ventricolari destri. Naturalmente, ci sono spesso eccezioni che indicano che l'origine degli extrasistoli è complessa. Il cuore polmonare cronico e acuto crea una condizione per la comparsa di extrasistoli ventricolare destro e atriale. Nel cuore polmonare cronico, gli extrasistoli compaiono principalmente come conseguenza di una funzione polmonare compromessa e della presenza di ipossiemia e acidosi respiratoria. Il miglioramento della funzione polmonare è fondamentale nel trattamento di questi extrasistoli..

Extrasistoli nelle malattie infiammatorie del miocardio.

Cardiopatia reumatica. In circa 1/4 dei casi di cardiopatia reumatica attiva, si osserva extrasistole. I reumatismi sono uno dei motivi principali per la comparsa di extrasistoli organici in giovane età. Il valore per la diagnosi di extrasistoli come manifestazione di cardite reumatica pigra senza sintomi delle articolazioni può essere ammesso solo trovando altri dati clinici o di laboratorio che indicano reumatismi attivi. Per ogni extrasistole eziologicamente inspiegabile in giovane età, è necessario condurre test per determinare l'attività reumatica e lasciare il paziente sotto la supervisione del dispensario.

Secondo L. Tomov et al., Le extrasistoli nell'endocardite lenta si verificano nel 10% dei pazienti. È difficile essere d'accordo con Libman, che afferma che la loro presenza parla contro una tale diagnosi..

Miocardite non reumatica: batterica, virale, rickettsia, batterica, allergica, di Fiedler. Non esiste un'infezione che non possa causare la comparsa di extrasistole, ma, in generale, le malattie infettive sono raramente accompagnate da extrasistole. La comparsa di extrasistoli durante o subito dopo qualsiasi malattia infettiva in persone che non hanno avuto extrasistoli fino a quel momento può essere un sintomo precoce del danno miocardico tossicoinfettivo emergente. In alcuni casi, l'intossicazione dei gangli neuro-autonomici si verifica con innervazione autonomica del cuore compromessa. Da un punto di vista pratico, ogni extrasistole che si manifesta durante una malattia infettiva deve essere considerata come espressione di coinvolgimento nel processo patologico e del miocardio.

La miocardite focale, la cui diagnosi è sempre molto difficile, può essere espressa clinicamente solo dall'extrasistole. In tali casi, nonostante la diagnosi non provata, con solidi sospetti, il trattamento con antibiotici e farmaci antinfiammatori è giustificato.

Le infezioni focali - tonsillite cronica, sinusite, granulomi dentali, bronchiectasie, colecistite cronica - possono causare aritmie extrasistoliche, ma la presenza di una relazione causale tra loro può essere pensata solo quando, dopo l'igienizzazione del fuoco, l'extrasistole scompare. E in questi casi è molto difficile decidere cosa causa extrasistoli: miocardite focale o intossicazione cronica del sistema nervoso autonomo.

Con ogni extrasistole di genesi infiammatoria, dovrebbe essere cercato il ruolo di possibili fattori allergici: questo problema è di grande importanza per il trattamento. Studi clinici dimostrano che l'extrasistole può essere associata a sensibilizzazione microbica, alimentare o farmacologica.

In alcuni casi di aritmie extrasistoliche persistenti, la causa può essere la cardiosclerosi dopo la miocardite. Piccole e limitate cicatrici dopo miocardite in passato, che generalmente non violano la funzione contrattile del cuore, possono essere considerate sulla base della storia e della giovane età del paziente come causa di extrasistoli, ma nella maggior parte dei casi la diagnosi rimane inaffidabile.

Extrasistoli con miocardiopatie.

Le miocardiopatie secondarie nei disturbi endocrini e metabolici, alcolismo, anemia, collagenosi, sarcoidosi, amiloidosi, malattie neuromuscolari e tumori cardiaci possono causare extrasistoli sopraventricolari e ventricolari di varia frequenza e durata. La tireotossicosi, sebbene non frequente (4-5% dei casi), può causare extrasistoli e quindi esclusivamente ventricolari. Le extrasistoli atriali con tireotossicosi sono un presagio di fibrillazione atriale e pertanto richiedono un trattamento. Con il mixedema, gli extrasistoli sono raramente osservati e di solito la loro comparsa è associata a una concomitante malattia coronarica. La distrofia miocardica ipossiemica con anemia grave e prolungata crea, sebbene raramente, una tendenza alle extrasistoli. La loro cessazione dopo il miglioramento dell'anemia suggerisce una relazione causale tra loro..

Le miocardiopatie primarie idiopatiche di tipo congestizio ipertrofico e non ipertrofico sono molto spesso accompagnate da extrasistoli sopraventricolari e (o) ventricolari difficili da trattare.

Extrasistoli con disturbi elettrolitici.

Una diminuzione del contenuto di potassio nelle cellule dopo il trattamento con diuretici, dopo vomito, diarrea, con acidosi diabetica, dopo trattamento con corticosteroidi o con infarto del miocardio crea le condizioni per la comparsa di extrasistoli, specialmente nei pazienti che ricevono preparazioni di digitale. I normali livelli sierici di potassio non escludono la possibilità che il potassio intracellulare sia diminuito nel miocardio..

Extrasistoli in caso di intossicazione

preparati digitali - vedi. capitolo corrispondente.

Farmaci antiaritmici (chinidina, procainamide), che alleviano i disturbi del ritmo, in alcuni, seppur rari, casi di sensibilità individuale o con dosaggio eccessivo possono provocare l'effetto opposto e provocare la comparsa di extrasistoli.

Spesso si osservano extrasistoli con l'abuso di caffè, tè, nicotina e alcol. La sensibilità individuale e la labilità neuro-vegetativa giocano un ruolo significativo nel loro verificarsi.

EMODINAMICA

Il principale disturbo emodinamico con extrasistoli è un piccolo volume sistolico di contrazione extrasistolica a seguito di riempimento insufficiente dei ventricoli durante una breve diastole pre-extrasistolica. In alcuni casi, un riempimento insufficiente provoca una pressione così bassa nei ventricoli durante le contrazioni extrasistoliche che le valvole semilunari non possono aprirsi affatto. Queste sono le cosiddette sistole sterili, frusty, in cui non c'è un'onda del polso arterioso. La contrazione extrasistolica è caratterizzata da un lungo periodo di tensione e da un periodo di espulsione ridotto. Di regola, l'efficacia meccanica della contrazione extrasistolica è ridotta. La contrazione post-extrasistolica è caratterizzata da un periodo di stress ridotto e da un periodo di espulsione prolungato. Uno dei motivi principali della bassa efficienza meccanica degli extrasistoli è il recupero incompleto del miocardio durante una breve diastole pre-extrasistolica. La prima contrazione dopo l'extrasistole è accompagnata da un grande volume sistolico dovuto all'abbondante riempimento dei ventricoli durante la diastole prolungata dopo l'extrasistole.

Da un punto di vista clinico, si verificano spostamenti emodinamici più significativi con extrasistoli ventricolari molto precoci, frequenti e di gruppo. Durante i periodi di frequenti extrasistoli, il flusso sanguigno nei reni diminuisce dell'8-10% (Cordey, Irving). In alcuni casi, entro 1 o 2 ore dopo gli extrasistoli, la resistenza vascolare periferica aumenta come conseguenza dell'angiospasmo riflesso, come espressione di un meccanismo compensatorio. Ciò aumenta ulteriormente l'ischemia renale, che può portare a proteinuria e aumento dell'azoto residuo, specialmente nell'aterosclerosi renale. C'è anche una diminuzione dell'afflusso di sangue al cervello dell'8-12% durante le frequenti extrasistoli. La resistenza dei vasi cerebrali aumenta gradualmente a causa dell'angiospasmo delle arterie più grandi della base del cervello e viene ritardata per 30-40 minuti. In caso di ridotta circolazione sanguigna del cervello a causa della stenosi dei vasi aterosclerotici alterati, una diminuzione del flusso sanguigno nel cervello durante le extrasistoli può causare la comparsa di sintomi cerebrali focali - afasia, paresi, vertigini, svenimento. Tuttavia, dopo la fine dell'extrasistole, questi fenomeni scompaiono. Il flusso sanguigno coronarico diminuisce dell'8-12%, ma questo non è sempre osservato. Se gli extrasistoli ventricolari sono frequenti o di gruppo, il volume coronarico si riduce del 25%. L'ischemia miocardica può essere espressa dall'onda T negativa nei complessi ventricolari normali, che seguono sempre gli extrasistoli. Nell'aterosclerosi coronarica, la diminuzione del volume coronarico durante le extrasistoli è più significativa e può causare un attacco simile all'angina pectoris.

Schema dei principali cambiamenti nell'emodinamica con extrasistolica e le prime contrazioni dopo extrasistole

Il quadro clinico. Le lamentele dei pazienti con extrasistole dipendono dallo stato del sistema nervoso. A volte, con un'elevata soglia di irritazione, i pazienti non avvertono extrasistoli e vengono scoperti accidentalmente durante una visita medica. Spesso, la mancanza di tatto del medico, identificandoli e dirigendo l'attenzione del paziente su questi fenomeni, diventa la causa della dolorosa sensazione di extrasistoli in futuro. Molti pazienti avvertono extrasistoli all'inizio del loro aspetto e poi si abituano a loro. Si ritiene che la natura degli extrasistoli che provocano sensazioni forti e spiacevoli sia neurogena e la loro prognosi sia favorevole. Al contrario, le persone con danni organici al cuore, e questi sono molto spesso pazienti anziani, non avvertono extrasistoli. In una certa misura, questo è vero, poiché nelle persone anziane con aterosclerosi coronarica e cerebrale, la soglia per l'irritabilità del sistema nervoso è più alta.

La sensazione di un forte colpo o shock nella regione del cuore è causata da un'energica, con un volume di corsa elevato, la prima contrazione dopo l'extrasistole e molto meno spesso è il risultato dell'extrasistole stessa (Fig.46). La sensazione di arresto cardiaco a breve termine è causata da una lunga pausa compensatoria. Queste sensazioni possono essere combinate e i pazienti le descrivono come un salto, un capovolgimento o un congelamento del cuore..

Molto spesso, una sensazione di shock nella regione del cuore, salto o arresto cardiaco a breve termine

Cardialgia o dolore angina relativamente rari Sensazione di scossa, compressione e riempimento eccessivo nell'area del collo Sintomi cerebrali: vertigini, capogiri, afasia, svenimento, molto raramente - emiparesi transitoria.

Sintomi vegetativi e nevrotici generali: paura, sudorazione, nausea, mancanza d'aria, debolezza, agitazione generale, pallore.

Con bigeminismo e frequenti extrasistoli che si susseguono, i pazienti molto spesso avvertono un battito cardiaco breve, compressione, battiti sordi o svolazzano nel cuore. La sensazione di dolore nell'area del cuore non è particolarmente comune. Tali sensazioni sono di due tipi: un breve dolore penetrante o un indolenzimento indefinito associato all'irritazione degli interorecettori a causa del trabocco di sangue nei ventricoli durante una pausa dopo l'extrasistole e la successiva contrazione vigorosa del cuore. La comparsa di tali sensazioni è facilitata anche da una forte espansione degli atri dovuta alla contrazione simultanea o quasi simultanea degli atri e dei ventricoli. Questo dolore cardiaco è molto spesso indistinguibile dal dolore nevrotico e presenta grandi differenze. In casi più rari, gli extrasistoli possono causare una diminuzione del flusso sanguigno coronarico, specialmente nei pazienti con aterosclerosi coronarica, e causare angina pectoris più o meno tipica..

Le sensazioni di un'onda d'urto che va dal cuore al collo o alla testa, o una sensazione di costrizione e afflusso di sangue al collo coincidono con la contrazione prematura del cuore. Sono causati dal flusso sanguigno inverso dall'atrio destro alle vene cervicali a causa della contrazione simultanea degli atri e dei ventricoli quando la valvola tricuspide è chiusa..

Sintomi rari dal cervello, come vertigini, vertigini, ecc., Sono causati da una ridotta irrigazione cerebrale con extrasistoli molto frequenti. Non è sempre facile distinguere in che misura questi sintomi siano dovuti a fattori nevrotici e in quale misura - fattori emodinamici. Molto spesso, la sintomatologia generale nell'aritmia extrasistolica è l'espressione di disturbi del sistema nervoso autonomo.

Un battito cardiaco avanzato con un primo tono aumentato, debole, opaco, invariato o diviso e un secondo tono opaco, debole, diviso o assente all'apice

Lunga pausa dopo, solitamente seguita da un primo tono amplificato.

Onda del polso prematura piccola, insufficientemente riempita

Lunga pausa seguita da un'onda di polso ampia, ben riempita e tesa

A volte una forte pulsazione sistolica delle vene cervicali, che coincide con la contrazione extrasistolica

Il segno auscultatorio più importante e chiaro è la comparsa prematura di extrasistoli. Vengono ascoltati prima che sia previsto un battito cardiaco regolare..

La forza del primo tono

dipende dalla durata dell'intervallo prima dell'extrasistole, dal riempimento dei ventricoli e dalla posizione delle valvole atrioventricolari al momento della contrazione extrasistolica.

Con la comparsa precoce dell'extrasistole, i ventricoli rimangono insufficientemente riempiti e i lembi della valvola atrioventricolare pendono liberamente nella cavità dei ventricoli. Al momento della contrazione extrasistolica, eseguono il movimento di sbattimento della massima dimensione e forza e provocano un primo tono forte

Il primo tono diviso è il risultato della contrazione non simultanea di entrambi i ventricoli e della chiusura non simultanea delle valvole tricuspide e bicuspide con extrasistoli ventricolari.

di regola, sordo e debole (vedi Fig.47), perché il piccolo volume sistolico dell'extrasistole porta ad un leggero aumento della pressione nell'aorta e nell'arteria polmonare e non a un forte collasso delle valvole semilunari. Il tono di frazione di secondo è spiegato dal collasso non simultaneo delle valvole semilunari dovuto a rapporti alterati tra la pressione nell'aorta e nei polmoni, simile a quello che si verifica con il blocco del ramo del fascio.

Il primo tono è debole, opaco o la sua forza non viene modificata con extrasistoli che si presentano in ritardo e hanno un intervallo relativamente lungo prima dell'extrasistole stessa. I ventricoli sono sufficientemente pieni, le cuspidi valvolari sono leggermente più alte ed i movimenti da esse eseguiti hanno un'ampiezza ridotta o normale. È anche importante una contrazione più debole del miocardio con extrasistole.

Con extrasistoli molto precoci, la contrazione dei ventricoli è così debole da non poter superare la resistenza nell'aorta e le valvole semilunari non si aprono affatto, per cui non c'è un secondo tono con tale extrasistole (Fig..

48 e 49 b) - extrasistoli sterili.

Lunga pausa diastolica

dopo l'extrasistole è un segno importante nella diagnosi auscultatoria. Tuttavia, può essere assente, ad esempio, con extrasistoli interpolati. La pausa diastolica più lunga si verifica dopo contrazioni ventricolari premature; relativamente più breve di essa, ma più lunga della normale diastole, è la pausa dopo extrasistoli atriali e nodali. La differenza tra extrasistoli ventricolari e sopraventricolari in base alla durata della pausa dopo extrasistoli, determinata dall'ascolto, è difficile e, in una certa misura, inaffidabile.

Con bigeminismo, si osservano gruppi ripetuti periodicamente (file alloritmiche) di due battiti cardiaci, separati l'uno dall'altro da una lunga pausa diastolica. Una pausa così lunga viene ripetuta regolarmente nello stesso intervallo di tempo e viola la frequenza cardiaca corretta.

Molto spesso, con bigeminismo, non c'è un secondo tono di extrasistole, a causa della sterilità della contrazione cardiaca. In questi casi, si sentono 3, non 4 toni. La melodia del cuore diventa tre battiti e ricorda il ritmo di un galoppo

Con la trigeminia si sentono gruppi di tre contrazioni consecutive, separati da lunghe pause diastoliche

Rilevamento auscultativo nelle alloritmie

molto caratteristico. Ha caratteristiche specifiche. Inoltre, va tenuto presente che il meccanismo di formazione delle alloritmie può essere diverso. In alcuni casi, l'allorritmia può verificarsi sulla base di extrasistoli e in altri, sulla base di disturbi della conduzione, che portano a un cambiamento del ritmo cardiaco.

L'ultima contrazione nel gruppo alloritmico - la seconda con bigeminia e la terza con trigeminia - è un'extrasistole, e quasi sempre si osserva una forte accentuazione del primo tono. Ciò consente di distinguere l'allorritmia extrasistolica dall'allorritmia con blocco atrioventricolare parziale con un rapporto di 3: 2, rispettivamente. 4: 3, in cui la forza dei suoni del cuore non cambia e non ci sono contrazioni premature.

Volley (gruppo) extrasistoli

fa sì che un pacchetto di diversi toni di battito di mani molto forti e rapidi si susseguano uno dopo l'altro, e dopo l'ultimo di essi viene impostata una lunga pausa post-extrasistolica. Le extrasistoli molto frequenti, durante l'ascolto, assomigliano a un'aritmia completa con fibrillazione atriale.

Con extrasistoli interpolati, il più delle volte sullo sfondo della bradicardia, si verificano tre battiti cardiaci che si susseguono rapidamente uno dopo l'altro. La metà di queste tre contrazioni di solito ha il primo tono più forte. Tutte e tre queste contrazioni richiedono un periodo di tempo durante il quale normalmente si verificano solo due battiti cardiaci.

Un soffio sistolico si sente meno chiaramente durante le extrasistoli rispetto alle normali contrazioni. Durante la prima contrazione normale dopo extrasistole con una pausa compensatoria, si sente un aumento dei soffi sistolici del tipo di eiezione (stenosi della valvola aortica) e un indebolimento dei soffi pansistolici del tipo di rigurgito (insufficienza della valvola mitrale). Un'eccezione a questa regola sono i soffi da rigurgito in caso di insufficienza della valvola tricuspide o bicuspide nella malattia coronarica con disfunzione dei muscoli papillari della valvola corrispondente.

La diagnosi di aritmia extrasistolica, basata sulla palpazione del polso,

meno affidabile dei dati di acuscultazione. Di solito la palpazione l'impressione più forte è causata da una lunga pausa dopo l'extrasistole.

Gli extrasistoli sterili e frustrati non possono essere riconosciuti dalla palpazione del polso. Con il bigeminismo con una perdita dell'onda del polso extrasistolico, si forma la cosiddetta falsa bradicardia.

L'impulso rimane corretto e lento. Extra

Data di inserimento: 11/07/2016; visualizzazioni: 2775;

Articoli simili:

Extrasistole ventricolare

L'extrasistole ventricolare è un disturbo del ritmo cardiaco comune che si sviluppa sotto l'influenza di impulsi prematuri che emanano dalla parete del ventricolo sinistro o destro. Le extrasistoli che si verificano in questo caso, di regola, influenzano solo il ritmo ventricolare, cioè non influenzano le parti superiori del cuore. Tuttavia, battiti cardiaci straordinari che provengono dagli atri e dal setto atrioventricolare possono provocare extrasistoli ventricolari.

Il ciclo cardiaco è una sequenza di processi che avvengono in un battito cardiaco e il suo successivo rilassamento. Ogni ciclo cardiaco è costituito da sistole atriale, sistole ventricolare e diastole (uno stato rilassato del muscolo cardiaco nell'intervallo tra le sistole, espansione delle cavità cardiache). Distinguere tra sistole elettrica (attività elettrica che stimola il miocardio) e meccanica (contrazione del muscolo cardiaco, diminuzione del volume delle camere cardiache). A riposo, il ventricolo di un cuore adulto espelle 50-70 ml di sangue per ciascuna sistole. Gli impulsi cardiaci normali hanno origine nel nodo del seno, che si trova nella parte superiore del cuore. L'extrasistole ventricolare è caratterizzata da un'eccitazione prematura dei ventricoli in relazione alla frequenza cardiaca principale, che emana dal sistema di conduzione del cuore, in particolare, i rami del fascio di His e le fibre di Purkinje.

L'extrasistole ventricolare è registrata in tutti i gruppi di età. La frequenza di rilevamento di questa patologia dipende dal metodo diagnostico e dalla popolazione esaminata. Nelle persone sopra i 50 anni, l'extrasistole ventricolare viene diagnosticata nel 40-75% dei casi di aritmie extrasistoliche.

Quando si esegue un elettrocardiogramma, vengono determinati extrasistoli ventricolari singoli nel 5% dei giovani clinicamente sani e durante il monitoraggio ECG giornaliero - in circa il 50% dei casi. È stata stabilita una connessione tra la comparsa di extrasistoli ventricolari e l'ora del giorno (nelle ore mattutine vengono registrati più spesso e meno spesso durante il sonno notturno). Il rischio di sviluppare extrasistole ventricolare aumenta con l'età, così come in presenza di patologie del sistema cardiovascolare.

Come appaiono i ritmi atriali?

Si forma un impulso ectopico che appare al di fuori del nodo del seno ed eccita il muscolo cardiaco prima che il segnale venga trasmesso dal pacemaker principale. Tali situazioni ci permettono di affermare che il ritmo atriale accelerato appare dovuto all '"anticipo" del ritmo principale da una contrazione secondaria di tipo ectopico.

La giustificazione teorica del ritmo ectopico è la teoria del rientro, secondo la quale una certa parte dell'atrio non è eccitata parallelamente ad altre a causa del fatto che c'è un blocco locale della propagazione di un impulso nervoso. Al momento della formazione della sua attivazione, quest'area subisce una contrazione aggiuntiva - quindi, esce di turno e quindi abbatte il ritmo generale del cuore.

Alcune teorie suggeriscono l'origine autonomica ed endocrina dei ritmi atriali. Di norma, fenomeni simili si verificano nei bambini durante la pubertà o negli adulti con determinati cambiamenti ormonali (legati all'età o dovuti a patologie).

Esiste anche una versione del seguente tipo: i processi ipossici e infiammatori nel miocardio nella cardiopatia e nelle malattie infiammatorie possono causare ritmi atriali. Quindi, nei bambini che hanno mal di gola o influenza, c'è il rischio di miocardite con un conseguente cambiamento del ritmo atriale.

Il cuore, essendo uno dei muscoli principali del corpo umano, è dotato di proprietà speciali. Può contrarsi indipendentemente dagli impulsi nervosi provenienti dal cervello che controllano il sistema neuro-umorale. Il percorso corretto per ottenere informazioni nel muscolo cardiaco inizia nella regione dell'atrio destro (nodo del seno), passa nella regione del nodo atrioventricolare e quindi si propaga lungo il setto. Tutte le altre contrazioni che non seguono questo percorso sono chiamate ritmo ectopico..

Cause e fattori di rischio

L'extrasistole ventricolare si verifica sullo sfondo di patologie organiche del cuore, ma può anche essere idiopatica, cioè non identificata. Molto spesso si sviluppa in pazienti con infarto miocardico (nel 90-95% dei casi), ipertensione arteriosa, cardiopatia ischemica, cardiosclerosi postinfartuale, miocardite, pericardite, cardiomiopatia ipertrofica o dilatativa, cuore polmonare, prolasso della valvola mitrale, insufficienza cardiaca cronica.

I fattori di rischio includono:

  • osteocondrosi cervicale;
  • vagotonia;
  • cardiopsiconeurosi;
  • disturbi endocrini, disturbi metabolici;
  • ipossia cronica (con apnea notturna, anemia, bronchite);
  • assunzione di alcuni farmaci (antidepressivi, diuretici, antiaritmici, sovradosaggio di glicosidi cardiaci);
  • cattive abitudini;
  • cattiva alimentazione;
  • stress fisico e mentale eccessivo.

I battiti ventricolari prematuri possono comparire a riposo e scomparire durante l'esercizio in soggetti con maggiore attività del sistema nervoso parasimpatico. Le extrasistoli ventricolari singole si verificano spesso in persone clinicamente sane senza una ragione apparente.

1.1. Aritmie nomotopiche

Aritmie nomotopiche: tachicardia sinusale (frequenza cardiaca superiore a 90 / min), bradicardia (frequenza cardiaca inferiore a 60 / min), aritmia sinusale (le differenze tra RR non superano 0,1-0,15 s), sindrome del seno malato.

1. Tachicardia sinusale

• Neurogenico o extracardiaco - con aumento del tono del sistema nervoso simpatico, nevrosi con disregolazione autonomica, tireotossicosi;

• Miogenico o intracardiaco - con insufficienza cardiaca congestizia. Segni ECG:

• Correggere il ritmo sinusale;

• frequenza cardiaca superiore a 90 al minuto;

• Avvio e arresto graduali;

• ECG: l'onda P è positiva nelle derivazioni I, II, aVF, V3, V6 e negativa in aVR, V1, V2;

• La tachicardia sinusale non è parossistica;

• La tachicardia non scompare dopo il massaggio del seno carotideo, possono verificarsi cambiamenti a breve termine nella frequenza del ritmo con un respiro profondo, manovra di Valsalva, cambiamenti nella posizione del corpo.

2. Bradicardia sinusale

1. Extracardiac - con un aumento del tono del sistema nervoso parasimpatico;

2. Intracardico - causato da un danno diretto al miocardio con disfunzione primaria (debolezza) del nodo CA;

3. Forma di dosaggio - con dosaggio imprudente di β - bloccanti, glicosidi cardiaci, cordarone. Segni ECG:

• Correggere il ritmo sinusale;

• frequenza cardiaca inferiore a 60 al minuto;

• Sullo sfondo della bradicardia sinusale, l'aritmia sinusale è comune;

• Inizio e fine graduali con attività fisica, test ortostatico, somministrazione di atropina; può verificarsi aritmia respiratoria, non ci sono segni di danno miocardico.

3. Aritmia sinusale

Si verifica a causa di attività irregolari della SU.

Segni ECG:

• la distanza R-R tra i diversi complessi QRS non è la stessa e la differenza nella durata del R-R più breve e più lungo supera il 10% della distanza R-R media.

Assegna: respiratorio e non respiratorio (periodico e aperiodico).

• Durante l'inspirazione, la frequenza cardiaca - aumenta e R-R diminuisce gradualmente, durante l'espirazione - viceversa;

• Con un aumento della frequenza del ritmo e delle condizioni associate all'eccitazione del sistema nervoso simpatico (attività fisica, stress emotivo), la gravità diminuisce e con il trattenere il respiro e l'introduzione di atropina - scompare;

• Spesso combinato con bradicardia sinusale;

• Si manifesta in persone sane (bambini e giovani), con malattie non trasmissibili, in convalescenti, a volte con malattie cardiovascolari (MI, cardiosclerosi aterosclerotica, difetti cardiaci).

• Non è associato alle fasi della respirazione e non scompare trattenendo il respiro;

• Con periodico - una diminuzione graduale e un aumento del ritmo con durata diversa R-R;

• Con aperiodico - non c'è gradualità nell'accelerazione e decelerazione del ritmo, persiste trattenendo il respiro;

• Si verifica: in persone sane, con malattie non trasmissibili, in convalescenti, più spesso a causa di danni alla SU, con cardiopatia ischemica, miocardite acuta, infarto miocardico acuto, tumori cardiaci, intossicazione con farmaci digitalici, malattie del sistema nervoso centrale.

4. Sindrome del seno malato (SSS)

Si basa sulla soppressione diretta o indiretta (attraverso il vago) dell'attività automatica del nodo CA.

Ci sono 2 forme:

1. Primario - si sviluppa a seguito di un danno organico al nodo CA stesso o al miocardio che lo circonda (ischemia, infiammazione, fibrosi);

Il motivo principale è la cardiopatia ischemica, l'assunzione di glicosidi cardiaci e farmaci simili alla chinidina.

2. Secondario - a causa di motivi esterni al nodo CA. Il posto principale è occupato dalla disregolazione autonomica del cuore con il predominio delle influenze vagali.

Segni ECG:

• bradicardia sinusale grave, peggioramento durante la notte;

• sindrome brady-tachis (sindrome di Short) (Fig. 3);

Nella fase delle manifestazioni cliniche, SSSU nasconde una grave minaccia per la vita e richiede una risposta adeguata.

5. Arresto del nodo del seno

È caratterizzato dal fatto che il nodo del seno perde periodicamente la capacità di produrre impulsi necessari per la contrazione degli atri e dei ventricoli.

Osservato con: infarto, aterosclerosi, cardiosclerosi, miocardite, sovradosaggio di chinidina, reserpina.

L'ECG mostra una lunga pausa sotto forma di isolina, durante la quale non vengono registrati denti.

6. Asistolia atriale

Questa è l'assenza di eccitazione atriale, che si osserva durante uno o più cicli cardiaci spesso. Osservato in: cardiopatia ischemica, infarto miocardico acuto, iperkaliemia.

Si verifica quando il nodo del seno si arresta e con blocco senoatriale. Quindi il pacemaker del II o III ordine inizia a funzionare, il che porta all'eccitazione dei ventricoli.

Forme di extrasistole ventricolare

A seconda dei risultati del monitoraggio ECG giornaliero, si distinguono le seguenti classi di extrasistole ventricolare:

  • 0 - assenza di extrasistoli ventricolari;
  • 1 - durante qualsiasi ora durante il monitoraggio vengono registrati meno di 30 extrasistoli ventricolari monomorfi singoli;
  • 2 - durante qualsiasi ora durante il monitoraggio, vengono registrate più di 30 extrasistoli ventricolari monomorfi frequenti;
  • 3 - vengono registrati extrasistoli ventricolari polimorfi;
  • 4a - extrasistoli ventricolari monomorfi accoppiati;
  • 4b - extrasistoli polimorfici accoppiati;
  • 5 - extrasistoli ventricolari polimorfici di gruppo, nonché episodi di tachicardia ventricolare parossistica.

Forme di extrasistole ventricolare:

Morfologia della tachicardia ventricolare

Forme di aritmie ventricolari

  • Monomorfo
  • Polimorfico
  • Piroetta
  • Dal tratto di deflusso del pancreas
  • Bidirezionale

Raro (60 all'ora)

Tachicardia ventricolare persistente (> 30 s)

Secondo la classificazione prognostica, si distinguono extrasistoli ventricolari benigni, potenzialmente maligni e maligni.

A seconda del numero di fonti di eccitabilità, vengono determinate due forme di extrasistoli:

  • monotopico - 1 fuoco ectopico;
  • politopico - diversi focolai ectopici.

In termini di frequenza, gli extrasistoli ventricolari sono suddivisi nei seguenti tipi:

  • singolo - fino a 5 extrasistoli al minuto;
  • multiplo - più di 5 extrasistoli al minuto;
  • appaiato - tra le normali contrazioni del cuore, si verificano due extrasistoli di seguito;
  • gruppo - tra le normali contrazioni cardiache ci sono diversi (più di due) extrasistoli di fila.

A seconda dell'ordine, gli extrasistoli ventricolari sono:

  • disordinato - non esiste uno schema tra contrazioni normali ed extrasistoli;
  • ordinato - alternando 1, 2 o 3 contrazioni normali con extrasistole.

Opzioni per extrasistoli ventricolari:

Un battito prematuro ventricolare dopo ogni contrazione normale (ripetizione) iniziata dal nodo del seno

Due battiti prematuri ventricolari dopo la contrazione iniziata dal nodo del seno (ripetizione).

Negli Stati Uniti e in Inghilterra: 1 battito ventricolare prematuro dopo 2 contrazioni normali

Due battiti prematuri ventricolari dopo la normale contrazione

Tre battiti ventricolari prematuri dopo la normale contrazione

Più di tre extrasistoli dopo la normale contrazione

Un battito prematuro ventricolare tra due battiti normali

I reclami soggettivi in ​​pazienti con extrasistole ventricolare sono più spesso assenti e vengono rilevati solo durante un ECG - profilattico pianificato o per un altro motivo. In alcuni casi, l'extrasistole ventricolare si manifesta come disagio nel cuore.

L'extrasistole ventricolare, che si verifica in assenza di malattie cardiache, può essere difficile per il paziente. Si sviluppa sullo sfondo della bradicardia e può essere accompagnato da un affondamento del cuore (una sensazione di arresto cardiaco), seguito da una serie di battiti cardiaci, battiti forti separati nel petto. Tali extrasistoli ventricolari compaiono dopo aver mangiato, durante il riposo, il sonno, dopo uno shock emotivo. È caratteristico che siano assenti durante lo sforzo fisico..

L'impianto di defibrillatori cardioverter è indicato per i battiti ventricolari prematuri maligni, che hanno un alto rischio di morte cardiaca improvvisa.

Nei pazienti con cardiopatia organica, gli extrasistoli, al contrario, si verificano durante lo sforzo fisico e scompaiono quando si assume una posizione orizzontale. In questo caso, gli extrasistoli ventricolari appaiono sullo sfondo della tachicardia. Sono accompagnati da debolezza, sensazione di mancanza d'aria, svenimento, dolore anginoso. C'è una pulsazione caratteristica delle vene del collo (onde venose di Corrigan).

L'extrasistole ventricolare sullo sfondo della distonia vegetativa-vascolare provoca disturbi di irritabilità, aumento della fatica, mal di testa ricorrenti, vertigini, ansia, paura, attacchi di panico.

I battiti ventricolari prematuri si verificano spesso nelle donne durante la gravidanza, insieme a tachicardia e dolore nella parte sinistra del torace. In questo caso, la patologia è generalmente benigna e risponde bene alla terapia dopo il parto..

Previsione

La prognosi in presenza di un ritmo ectopico è determinata dalla presenza e dalla natura della malattia sottostante. Ad esempio, se nell'ECG di un paziente viene registrato un ritmo atriale e non viene rilevata alcuna malattia cardiaca, la prognosi è favorevole. Ma la comparsa di ritmi parossistici accelerati sullo sfondo dell'infarto miocardico acuto pone il valore prognostico dell'ectopia nella categoria di relativamente sfavorevole.

In ogni caso, la prognosi migliora con una visita tempestiva da un medico, nonché con l'adempimento di tutti gli appuntamenti medici in termini di esame e trattamento. A volte i farmaci devono essere assunti per tutta la vita, ma grazie a questo la qualità della vita è migliorata in modo incomparabile e la sua durata aumenta..

Un cuore normale funziona in modo ordinato grazie alla direzione del pacemaker principale chiamato nodo del seno. Se nel cuore si verifica un'attività ectopica anormale, l'attività dell'organo cambia e in alcuni casi è significativamente disturbata. Quindi è estremamente importante effettuare una diagnosi tempestiva e un trattamento appropriato..

Il nodo del seno è un gruppo di cellule situate nell'atrio destro, che sono le prime a contrarsi e quindi gli impulsi elettrici si propagano da esse a tutte le altre parti del cuore. Tuttavia, tutte le cellule del cuore hanno la capacità di attivare il proprio battito cardiaco indipendentemente dal nodo del seno. Se lo fa, provoca un battito cardiaco precoce (o prematuro) noto come ectopico, chiamato anche battito extra.

"Ectopico" significa inappropriato, in questo caso implica che il ritmo extra è un battito cardiaco straordinario e non pianificato.

Di solito, dopo una breve pausa dopo una reazione ectopica, c'è un'ulteriore sensazione di un colpo "mancato". In effetti, molte persone che sperimentano attività cardiaca ectopica percepiscono solo la sensazione di battiti persi e non la presenza del focus ectopico stesso..

Video: debolezza del nodo del seno

Diagnostica

La diagnosi di extrasistole ventricolare si basa sui dati dell'esame strumentale. Vengono presi in considerazione anche i risultati della raccolta dei reclami (se presenti) e dell'anamnesi, inclusi la famiglia, l'esame obiettivo e una serie di test di laboratorio.

Le caratteristiche auscultatorie dell'extrasistole ventricolare includono un cambiamento nella sonorità del suono cardiaco I, scissione del suono cardiaco II. Nei pazienti, un esame obiettivo rivela una pronunciata pulsazione presistolica delle vene cervicali, dopo un'onda di polso straordinaria, viene determinato un polso aritmico aritmico con una lunga pausa compensatoria.

I principali metodi utilizzati per diagnosticare l'extrasistole ventricolare includono l'ECG e il monitoraggio dell'ECG Holter. In questo caso, si determinano: la comparsa prematura straordinaria del complesso QRS ventricolare alterato, l'assenza dell'onda P prima dell'extrasistole, l'espansione e la deformazione del complesso extrasistolico, una pausa compensatoria completa dopo l'extrasistole ventricolare.

Quando si esegue un elettrocardiogramma, vengono determinati extrasistoli ventricolari singoli nel 5% dei giovani clinicamente sani e durante il monitoraggio ECG giornaliero - in circa il 50% dei casi.

Per chiarire la diagnosi, potrebbe essere necessario condurre ecocardiografia, ritmocardiografia, sfigmografia, policardiografia, elettrocardiografia transesofagea, risonanza magnetica per immagini. La relazione tra l'attività fisica e l'insorgenza di extrasistoli viene determinata utilizzando il test del tapis roulant e l'ergometria della bicicletta.

Dai metodi di diagnostica di laboratorio, vengono utilizzate un'analisi generale del sangue e delle urine, un esame del sangue biochimico, la determinazione del livello degli ormoni nel sangue.

Cosa significa se ESR è 23 in una donna?

Per molti anni, lottando senza successo con l'IPERTENSIONE?

Responsabile dell'Istituto: “Rimarrai stupito di quanto sia facile curare l'ipertensione assumendo ogni giorno...

La VES può spesso essere leggermente aumentata fino a 23 mm / h, soprattutto nelle donne, cosa significa? Di tanto in tanto, ognuno di noi viene inviato dal medico per un esame del sangue generale. I risultati ottenuti forniscono importanti informazioni sullo stato del corpo, aiutano a diagnosticare o confermare il recupero. Ma qui il dottore dice alla donna: "Hai ESR 23". Oppure lei stessa vede questa figura nella forma in cui sono stampati i risultati. I valori normali sono indicati tra parentesi e il paziente comprende che questi numeri sono più alti del necessario. Vediamo per quali ragioni questo potrebbe accadere..

Ragioni, norme

I limiti dei normali valori ESR sono leggermente diversi negli uomini e nelle donne. Per il sesso più forte, sono leggermente inferiori - 2-10 mm / h, rispettivamente per le donne - 2-15 mm / ora.

Per prima cosa, facciamo una riserva che i risultati del test, in particolare gli indicatori del tasso di sedimentazione degli eritrociti, possano dipendere anche da punti "tecnici" non legati alla salute.

I numeri possono cambiare se:

  • l'assistente di laboratorio si punse il dito non troppo profondamente e il sangue dovette essere spremuto, schiacciando i globuli rossi;
  • il paziente ha fatto colazione prima di fare il test;
  • è stato utilizzato un reagente non troppo fresco;
  • il processo di determinazione dei risultati è avvenuto in una stanza dove era troppo fredda o troppo calda;
  • al mattino, il tasso di sedimentazione degli eritrociti negli esseri umani è leggermente superiore rispetto ad altri momenti della giornata.

Ma, diciamo, tutte le condizioni necessarie sono state soddisfatte e l'ESR è stato comunque aumentato. Ma solo leggermente - fino a 23 mm / h. La donna è malata o sana? Gli indicatori ESR dipendono direttamente dall'età della donna.

Possono fluttuare nei seguenti intervalli:

  • 14-30 anni - da 4 a 15 mm / h;
  • 30-50 anni - da 8 a 25 mm / h;
  • oltre 50 anni - da 12 a 53 mm / h.

Inoltre, anche una deviazione in una direzione o nell'altra di 2-3 cifre non è critica. Ad esempio, se una donna ha 35 anni e ESR 27, ciò non dovrebbe causare molto allarme. Anche il corpo maschile cambia con l'età: il tasso di sedimentazione degli eritrociti aumenta leggermente.

Qual è la norma per bambini e adolescenti?

Puoi concentrarti sui seguenti numeri:

  • nei bambini 2-5 anni - 5-11 mm / h;
  • nei bambini 6-13 anni - 4-12 mm / h;
  • per ragazze adolescenti 14-17 anni - 3-17 mm / h.

Inoltre, può verificarsi un aumento in presenza di reazioni allergiche, malattie del sistema endocrino, disturbi metabolici. Anche il sovrappeso può influire sulla VES..

Le donne incinte meritano un'attenzione speciale. La loro ESR può variare da 20 a 45 mm / h. E questa non sarà una patologia. È solo che il corpo viene ricostruito, il che si riflette nell'analisi del sangue..

Anemia

Se l'ESR è leggermente aumentato, il medico presterà attenzione ad altri indicatori nel modulo di analisi. Possono essere un indizio inestimabile che spiega perché il tasso di sedimentazione degli eritrociti è aumentato..

Vale soprattutto la pena evidenziare una delle cause più comuni: l'anemia da carenza di ferro. Oggi questa diagnosi può essere fatta a molte donne. Una dieta squilibrata, periodi abbondanti e l'emoglobina scende al di sotto del normale. Meno globuli rossi nel sangue, più velocemente si depositeranno sul fondo della provetta..

Perché dai da mangiare alle farmacie, se l'ipertensione, come il fuoco, ha paura del solito...

Tabakov ha scoperto un rimedio unico per l'ipertensione! Per ridurre la pressione preservando i vasi, aggiungere a...

Se l'emoglobina di una donna è inferiore a 120 e la VES oscilla tra 20-29 mm / h, è molto probabile che l'anemia sia la causa del suo aumento.

Sintomi con cui una donna può sospettare di avere anemia:

  • battito cardiaco accelerato;
  • costante sensazione di stanchezza;
  • mancanza di respiro anche con poco sforzo fisico;
  • diminuzione delle prestazioni.

Leucociti e ESR

Anche un indicatore come il numero di leucociti è di grande importanza. Diciamo che un "sintomo a forbice" è caratteristico dell'infarto miocardico. Se si verifica un attacco di cuore, il numero di leucociti inizia a crescere rapidamente, mentre la VES rimane la stessa. Dopo alcuni giorni, il numero di leucociti diminuisce e l'ESR aumenta.

Se aumentano sia i leucociti che la velocità di sedimentazione eritrocitaria, il medico inizierà a cercare un processo infiammatorio. Ovunque ci sia un punto focale di infiammazione nel corpo, può dare proprio una simile immagine del sangue. Questo può essere, ad esempio, sinusite o una malattia degli organi pelvici.

La VES può essere aumentata nei seguenti casi:

  1. Ha una malattia sistemica come la poliartrite.
  2. Reni, fegato, intestino sono fuori uso.
  3. Di recente hai subito un intervento chirurgico.
  4. In presenza di una malattia infettiva.
  5. Bronchite o un altro disturbo stagionale.
  6. Foruncoli e altre malattie infiammatorie della pelle.

Ricorda che l'ESR ha una risposta più lenta rispetto alla proteina C reattiva. In caso di malattia, il valore ESR potrebbe non aumentare così rapidamente. Ma dopo il recupero, quando la proteina C-reattiva è già scesa a valori normali, la VES può rimanere elevata per qualche tempo..

23 mmch possono indicare il recupero dopo una malattia infettiva o virale.

Quasi tutte le persone hanno manifestato in una certa misura sintomi di cancerofobia, cioè avevano paura del cancro. Molti hanno sentito che alti tassi di ESR sono caratteristici di questi pazienti..

È vero. Ma i disturbi maligni, comprese le malattie del sangue, di solito danno tassi significativamente più alti - da 40 in su. Queste cifre sono particolarmente elevate in caso di mieloma multiplo - 80-100 mm / h.

Quale medico dovresti contattare se sei preoccupato per i risultati delle analisi del sangue? Puoi iniziare con il tuo medico di famiglia. Un ematologo risponderà alle tue domande in modo più dettagliato.

Se è programmato un esame, ma a causa dei motivi dell'aumento della VES, verrà proposto di ripetere l'esame del sangue dopo un certo tempo per vedere come cambiano gli indicatori ESR nel tempo. La cifra è diminuita: va tutto bene. Cresciuto: il medico prescriverà ulteriori test diagnostici.

Trattamento dell'extrasistole ventricolare

Con l'extrasistole ventricolare asintomatica e l'assenza di segni di cardiopatia organica, la terapia farmacologica di solito non è richiesta. Le raccomandazioni sono di modificare lo stile di vita: rinunciare alle cattive abitudini, eseguire esercizi di fisioterapia (soprattutto con uno stile di vita sedentario), seguire una dieta. Sono esclusi dalla dieta cibi piccanti, fritti, salati, affumicati, eccessivamente caldi, cibi in scatola, bevande alcoliche, caffè, tè forte. La dieta dovrebbe includere frutta, verdura, erbe aromatiche, noci, farina d'avena, pane di segale.

L'obiettivo principale del trattamento medico dell'extrasistole ventricolare è prevenire lo sviluppo di aritmie pericolose per la vita. Per questo vengono prescritti sedativi (fitopreparati o piccole dosi di tranquillanti), beta-bloccanti, farmaci antiaritmici (la loro selezione viene effettuata sotto il controllo dell'elettrocardiografia), farmaci antipertensivi. In presenza di bradicardia, possono essere utilizzati anticolinergici.

I reclami soggettivi in ​​pazienti con extrasistole ventricolare sono più spesso assenti e vengono rilevati solo durante un ECG - profilattico pianificato o per un altro motivo.

L'elettrocardiografia di controllo viene eseguita due mesi dopo l'inizio del trattamento. Con una significativa diminuzione del numero di extrasistoli ventricolari o la loro completa scomparsa, il corso terapeutico viene interrotto. Con un leggero miglioramento delle condizioni del paziente, potrebbero essere necessari diversi mesi di terapia. Nel caso di un decorso maligno di extrasistole ventricolare, il trattamento farmacologico viene effettuato per tutta la vita.

In assenza di un effetto positivo dalla terapia antiaritmica, ai pazienti con frequente extrasistole ventricolare con un focus stabilito viene mostrata l'ablazione transcatetere a radiofrequenza dei focolai ectopici; se è impossibile, intervento chirurgico a cuore aperto con escissione di focolai ectopici.

L'impianto di defibrillatori cardioverter è indicato solo per i battiti ventricolari prematuri maligni, che hanno un alto rischio di morte cardiaca improvvisa. Un defibrillatore cardioverter viene impiantato sotto i muscoli della parte superiore del torace del paziente. La durata del funzionamento del dispositivo dipende dalla frequenza, durata e intensità della stimolazione. Dopo l'operazione, per controllare il funzionamento del dispositivo, il paziente necessita di una regolare supervisione medica. Le persone con un defibrillatore cardioverter impiantato dovrebbero evitare di stare vicino a dispositivi che generano forti campi magnetici o elettromagnetici..

Possibili complicazioni e conseguenze

L'extrasistole ventricolare può essere complicata da un cambiamento nella configurazione del ventricolo del cuore, dalla formazione di coaguli di sangue, dallo sviluppo di fibrillazione atriale, flutter atriale, tachicardia parossistica, insufficienza renale cronica, circolazione cerebrale o coronarica, ictus, infarto miocardico, morte coronarica improvvisa.

Nelle persone sopra i 50 anni, l'extrasistole ventricolare viene diagnosticata nel 40-75% dei casi di aritmie extrasistoliche.

La prognosi dipende dal grado di disfunzione ventricolare e dai disturbi degli impulsi. Gli extrasistoli ventricolari in assenza di lesioni organiche del cuore, di regola, non rappresentano un pericolo per la vita. Con un trattamento tempestivo e correttamente selezionato e seguendo le raccomandazioni del medico curante, la prognosi è favorevole. In presenza di danni organici al cuore, lo sviluppo di complicanze, la prognosi peggiora, è possibile un esito letale.

Come distinguere dal seno

I ritmi atriali si verificano quando il funzionamento dei nodi del seno è inibito. Sono caratterizzati da una natura lenta e sostitutiva. C'è una diminuzione della contrazione cardiaca, accelerazione dell'attività cardiaca, sviluppo di attività patologica negli atri. Spesso la frequenza cardiaca supera la frequenza cardiaca, si forma una contrazione atriale sinistra o atriale destra.

L'elettrocardiografia è necessaria per distinguere il ritmo atriale da quello sinusale. Il medico esamina la natura del cambiamento nelle contrazioni, presta attenzione alla frequenza cardiaca, alla durata degli intervalli, alla corretta contrazione dei ventricoli, alla formazione di denti deformati e negativi.

Con il ritmo atriale, il flutter atriale può accelerare fino a 400 battiti al minuto, con il ritmo sinusale, rimane in uno stato uniforme. Nell'immagine ECG, nel primo caso, si osserveranno denti simili a una sega, nel secondo è visibile una linea quasi piatta e irregolare.

Prevenzione

Al fine di prevenire lo sviluppo di battiti prematuri ventricolari, si raccomanda:

  • trattamento tempestivo di malattie che possono portare a una violazione del ritmo cardiaco;
  • evitare l'uso irrazionale di medicinali;
  • alimentazione razionale ed equilibrata;
  • rifiuto delle cattive abitudini;
  • sonno notturno completo;
  • evitare situazioni stressanti;
  • lavoro razionale e regime di riposo;
  • sufficiente attività fisica;
  • normalizzazione del peso corporeo.

Video di YouTube relativo all'articolo:

Ragioni per il cambio di ritmo

Cause organiche

Malfunzionamenti e malattie cardiache sono le ragioni principali per lo sviluppo di VES. Inoltre, l'aritmia ventricolare può essere provocata da un duro lavoro fisico, stress cronico e altri effetti negativi sul corpo..

I battiti ventricolari prematuri possono svilupparsi a causa di una cardiopatia organica o essere idiopatici.

Molto spesso, la base organica dell'extrasistole ventricolare è l'IHD; nei pazienti con infarto miocardico, è registrato nel 90-95% dei casi. Lo sviluppo di extrasistole ventricolare può essere accompagnato dal decorso di cardiosclerosi postinfartuale, miocardite, pericardite, ipertensione arteriosa, cardiomiopatia dilatativa o ipertrofica, insufficienza cardiaca cronica, cuore polmonare, prolasso della valvola mitrale.

Caratteristiche nei bambini

Nei bambini si osservano forme congenite e acquisite di ritmi cardiaci. I motivi principali: distonia vegetativa-vascolare, cambiamenti ormonali, disfunzione tiroidea. I ritmi atriale destro e atriale inferiore si verificano a seguito di prematurità, parto patologico, fenomeni ipossici.

L'immaturità dell'attività cardiaca neuroumorale è stata osservata nei bambini piccoli. Man mano che il bambino si sviluppa e matura, le letture della frequenza cardiaca tornano alla normalità da sole. Se, durante l'esame, il bambino non presenta disturbi cardiovascolari o disfunzione del sistema nervoso centrale, viene diagnosticato un tipo transitorio di ritmo atriale. Il bambino deve essere sotto costante controllo medico fino all'adolescenza.

Se viene rilevata tachicardia parossistica, fibrillazione atriale, viene prescritto un esame completo. Tali deviazioni gravi possono verificarsi a seguito di cardiomiopatie congenite, difetti cardiaci, miocardite virale.

Classificazione e gravità

In cardiologia, ci sono diverse classificazioni di extrasistoli delle camere cardiache inferiori. A seconda dei criteri quantitativi e morfologici, si dividono le seguenti forme di gradazione ventricolare (vedi tabella).

Esiste anche una classificazione secondo Myerburg (Robert J. Mayerburg - cardiologo americano, autore di libri di medicina).

  1. Per frequenza:
  • molto rara;
  • raro;
  • infrequente;
  • moderatamente raro;
  • frequente;
  • molto frequente.
  1. Secondo le caratteristiche dei disturbi del ritmo:
  • singolo, monomorfico;
  • singolo, polimorfico;
  • accoppiato;
  • stabile;
  • instabile.

Sulla base dei risultati del monitoraggio ECG giornaliero secondo Holter, sono state identificate 6 classi di extrasistole ventricolare:

  • Grado 0 - non ci sono extrasistoli ventricolari;
  • Classe 1 - meno di 30 extrasistoli ventricolari monomorfi (monotopici) vengono registrati durante qualsiasi ora di monitoraggio;
  • Classe 2 - durante qualsiasi ora di monitoraggio, vengono registrate più di 30 extrasistoli ventricolari monomorfi (monotopici) frequenti;
  • Grado 3: vengono registrati extrasistoli ventricolari polimorfi (polifocali);
  • Classe 4a - vengono registrati extrasistoli ventricolari monomorfi accoppiati (2 contemporaneamente);
  • Classe 4b - vengono registrate extrasistoli ventricolari accoppiati polimorfici.
  • Grado 5 - vengono registrati extrasistoli ventricolari polimorfi (di gruppo) (3-5 di fila per 30 secondi), nonché episodi di tachicardia ventricolare parossistica.

Le extrasistoli ventricolari di classe 1 non si manifestano clinicamente, non sono accompagnate da disturbi emodinamici, pertanto sono classificate come funzionali. Le extrasistoli ventricolari di grado 2-5 sono associate ad un aumentato rischio di fibrillazione ventricolare e morte coronarica improvvisa.

Secondo la classificazione prognostica delle aritmie ventricolari, ci sono:

  • aritmie ventricolari benigne - caratterizzate dall'assenza di segni di danno cardiaco organico e segni oggettivi di disfunzione miocardica ventricolare sinistra; il rischio di morte cardiaca improvvisa con loro è minimo;
  • aritmie ventricolari di un decorso potenzialmente maligno - caratterizzate dalla presenza di extrasistoli ventricolari sullo sfondo di lesioni organiche del cuore, una diminuzione della frazione di eiezione fino al 30%; sono accompagnati da un aumentato rischio di morte cardiaca improvvisa;
  • aritmie ventricolari maligne - caratterizzate dalla presenza di extrasistoli ventricolari sullo sfondo di gravi lesioni organiche del cuore; sono accompagnati dal rischio massimo di morte cardiaca improvvisa.

Sintomi e manifestazioni

Abbiamo imparato che i ritmi non sinusali dipendono dalla malattia sottostante e dalle sue cause. Ciò significa che non ci sono sintomi specifici. Considera alcuni dei segni che indicano che è ora di vedere un medico da solo o insieme a tuo figlio se le sue condizioni peggiorano.

Le contrazioni premature del singolo ventricolo sono registrate nella metà dei giovani sani durante il monitoraggio per 24 ore (monitoraggio Holter ECG). Non ti fanno sentire bene. I sintomi dell'extrasistole ventricolare compaiono quando le contrazioni premature iniziano ad avere un effetto tangibile sul normale ritmo cardiaco.

Sintomi della violazione

Di regola, i sintomi clinici pronunciati di una tale anomalia non sono osservati. La deviazione dell'attività del nodo del seno viene spesso diagnosticata non deliberatamente, ma con uno studio pianificato o non programmato su un ECG. Tuttavia, a volte tali manifestazioni sono possibili:

    battito cardiaco intermittente e instabile (solitamente più intenso);


sentirsi come se il cuore si congelasse (accompagnato da un attacco di panico);

  • aumento della sudorazione;
  • aumento della fatica;
  • mal di testa;
  • nausea;
  • deterioramento temporaneo della vista;
  • difficoltà a respirare (mancanza di respiro);
  • cambiamento dell'ombra della pelle sul viso (tinta blu);
  • vertigini;
  • sensazione di dolore da taglio o da compressione al petto.
  • Diagnostica

    La diagnosi della malattia, oltre ai sintomi indicati al paziente, si basa sui dati ECG. Alcune forme di disturbi del ritmo ectopico hanno le loro caratteristiche, che sono visibili in questo studio..

    Molto spesso, l'extrasistole ventricolare viene rilevata durante una visita medica preventiva durante un ECG. Ma a volte, se i sintomi sono pronunciati, i pazienti stessi vengono dal cardiologo con lamentele al cuore. Per una diagnosi accurata, oltre alla determinazione della malattia primaria che ha causato l'extrasistole ventricolare, sarà necessario sottoporsi a diverse procedure.

    Ispezione iniziale

    Il metodo principale per rilevare l'extrasistole è un elettrocardiogramma a riposo e un monitor Holter giornaliero.

    I metodi principali per rilevare extrasistoli ventricolari sono l'ECG e il monitoraggio Holter ECG. Sull'elettrocardiogramma si registra una straordinaria prematura comparsa del complesso QRS ventricolare alterato, deformazione ed espansione del complesso extrasistolico (più di 0,12 secondi); assenza di onda P prima dell'extrasistole; pausa compensatoria completa dopo extrasistole ventricolare, ecc...

    Metodi di trattamento

    Quando si diagnosticano ritmi non sinusali, il trattamento è diretto alla malattia sottostante. Di conseguenza, è molto importante identificare la causa dei disturbi nel lavoro del cuore..

    Per i disturbi vegetativo-vascolari, vengono solitamente prescritti sedativi, con un aumento del vago - preparati di belladonna e atropina. Se c'è una tendenza alla tachicardia, i beta-bloccanti come obzidan, anaprilina e propranololo sono considerati efficaci.

    Agenti noti come cordarone e isoptina.

    Le extrasistoli di origine organica vengono solitamente trattate con panangina e cloruro di potassio. A volte possono essere utilizzati farmaci antiaritmici come aymalin e novocainamide. Se l'extrasistole è accompagnata da infarto miocardico, è possibile utilizzare Panangin insieme alla lidocaina, che vengono somministrati per infusione endovenosa a goccia.

    Per ottenere un buon effetto curativo, è necessario seguire una dieta e un regime sani..

    La prognosi della VES dipende interamente dalla gravità dei disturbi degli impulsi e dal grado di disfunzione ventricolare. Con pronunciati cambiamenti patologici nel miocardio, gli extrasistoli possono causare fibrillazione atriale e ventricolare, tachicardia persistente, che in futuro è irta dello sviluppo della morte.

    Se il colpo straordinario durante il rilassamento dei ventricoli coincide con la contrazione degli atri, il sangue, senza svuotare i compartimenti superiori, rifluisce nelle camere inferiori del cuore. Questa caratteristica provoca lo sviluppo della formazione di trombi..

    Questa condizione è pericolosa in quanto un coagulo costituito da cellule del sangue, quando entra nel flusso sanguigno, provoca tromboembolia. Con il blocco del lume dei vasi sanguigni, a seconda della posizione della lesione, è possibile sviluppare malattie pericolose come ictus (danno ai vasi del cervello), infarto (danno al cuore) e ischemia (violazione dell'afflusso di sangue agli organi interni e agli arti).

    Al fine di prevenire complicazioni, è importante consultare uno specialista (cardiologo) in tempo. Il trattamento prescritto correttamente e l'attuazione di tutte le raccomandazioni sono la chiave per un rapido recupero..

    Il trattamento speciale non è indicato per le persone con extrasistole ventricolare asintomatica senza segni di cardiopatia organica. Si consiglia ai pazienti di seguire una dieta arricchita con sali di potassio, escludere fattori provocatori (fumo, bere alcolici e caffè forte), aumentare l'attività fisica in caso di inattività fisica.

    In altri casi, l'obiettivo della terapia è eliminare i sintomi associati all'extrasistole ventricolare e prevenire aritmie pericolose per la vita. Il trattamento inizia con la nomina di sedativi (fitopreparati o piccole dosi di tranquillanti) e ß-bloccanti (anaprilina, obzidan).

    Nella maggior parte dei casi, queste misure riescono a ottenere un buon effetto sintomatico, espresso in una diminuzione del numero di extrasistoli ventricolari e della forza delle contrazioni post-extrasistoliche. Con la bradicardia esistente, il sollievo dall'extrasistole ventricolare può essere ottenuto prescrivendo farmaci anticolinergici (alcaloidi della belladonna fenobarbital, ergotossina estratto di belladonna, ecc.).

    In caso di gravi disturbi del benessere e in caso di inefficacia della terapia con ß-bloccanti e sedativi, è possibile utilizzare farmaci antiaritmici (procainamide mexiletina, flecainide, amiodarone, sotalolo). La selezione dei farmaci antiaritmici viene eseguita da un cardiologo sotto il controllo dell'ECG e del monitoraggio Holter.

    Con frequenti battiti ventricolari prematuri con un focus aritmogeno stabilito e la mancanza di effetto dalla terapia antiaritmica, è indicata l'ablazione transcatetere a radiofrequenza.

    Terapia extrasistolica ventricolare

    Il trattamento delle contrazioni ventricolari intempestive consiste nell'eliminare la causa che le ha provocate, nonché nel fermare eventuali attacchi di gravi aritmie ventricolari.

    Trattamento della forma funzionale di extrasistole

    Se l'extrasistole ventricolare è di natura funzionale, puoi sbarazzartene nei seguenti modi:

    • abbandonare le cattive abitudini;
    • assumere farmaci per alleviare la tensione nervosa (valeriana, sedativi o tranquillanti, a seconda della gravità dell'ansia);
    • regolare la dieta (rinunciare a caffè, tè forte, bevande energetiche);
    • osservare il regime del sonno e del riposo, impegnarsi in esercizi di fisioterapia.

    Trattamento di forma organica

    Il trattamento della forma organica della malattia di tipo 4 prevede l'uso di farmaci antiaritmici che aiutano a sbarazzarsi degli attacchi di aritmie ventricolari. Il medico prescrive Sotalol, Amiodarone o altri farmaci simili.

    Prognosi di extrasistole ventricolare

    Con extrasistole dei ventricoli di tipo 1 e 2, la prognosi è favorevole. La malattia praticamente non influisce sulla qualità della vita del paziente e non causa gravi conseguenze.

    Con battiti ventricolari prematuri di tipo 3 o superiore, la prognosi è relativamente favorevole. Con il rilevamento tempestivo della malattia e l'inizio della terapia, è possibile eliminare completamente i sintomi e prevenire le complicazioni.

    Il decorso dell'extrasistole ventricolare dipende dalla sua forma, dalla presenza di cardiopatia organica e da disturbi emodinamici. I battiti ventricolari prematuri funzionali non sono pericolosi per la vita.

    Nel frattempo, l'extrasistole ventricolare, che si sviluppa sullo sfondo di un danno cardiaco organico, aumenta significativamente il rischio di morte cardiaca improvvisa a causa dello sviluppo di tachicardia ventricolare e fibrillazione ventricolare.


    Articolo Successivo
    Prodotti che abbassano la pressione sanguigna