Preparati per migliorare la circolazione sanguigna


La circolazione periferica è un processo continuo di circolazione sanguigna in piccole vene e arterie, capillari, arteriole e venule. Una varietà di fattori porta a una ridotta circolazione sanguigna, tra cui: tumori, lesioni, malattie cardiache e vascolari, malattie renali, disturbi metabolici, ecc..

Segni di ridotta circolazione possono essere: dolore alle gambe, gonfiore, scolorimento degli arti, mal di testa, problemi di udito, squilibrio, intorpidimento degli arti, ecc..

Trattamento della circolazione sanguigna ridotta

Con una ridotta circolazione sanguigna, si verificano le seguenti malattie:

  • iperemia arteriosa e venosa
  • trombosi
  • ischemia
  • stasi
  • embolia
  • vene varicose
  • La malattia di Raynaud

Per il trattamento, è necessario determinare con precisione la causa e, a seconda di essa, prescrivere un trattamento farmacologico. Per i disturbi acuti, può essere necessario un intervento chirurgico. Inoltre, il trattamento deve essere combinato con una corretta alimentazione (mangiare cibi a basso contenuto di grassi e sale), abbandonare le cattive abitudini (fumo e alcol) e sottoporsi a procedure speciali per migliorare il flusso sanguigno (terapia vibratoria, terapia elettromagnetica, ecc.).

Preparati per migliorare la circolazione sanguigna

Per migliorare la circolazione sanguigna, vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

1) Farmaci che migliorano la microcircolazione: questo gruppo di farmaci agisce sui vasi del letto microcircolare. Di conseguenza, i vasi si dilatano e il sangue diventa meno viscoso. Di norma, i farmaci di questo gruppo vengono utilizzati per disturbi circolatori associati a varie malattie (diabete mellito, aterosclerosi):

  • radomin
  • carillon
  • pentossifillina
  • trental
  • vasonite

2) Preparati di prostaglandina E1: i farmaci di questo gruppo hanno un effetto positivo sulla microcircolazione e sul flusso sanguigno e hanno anche un effetto ipotensivo:
vazaprostan

3) I bloccanti dei canali del calcio sono utilizzati principalmente per migliorare la circolazione sanguigna nel cervello. Migliorano la microcircolazione vascolare e limitano i danni al tessuto cerebrale. Questi includono:

  • cinnarizina
  • logimax
  • nafadil
  • nimotopo
  • qinnasan
  • braynal
  • norvax
  • arifon
  • cordipina
  • foridon
  • nifeckard
  • cordafen

4) Preparazioni di destrano a basso peso molecolare: i farmaci di questo gruppo hanno un effetto positivo sulla fluidità del sangue attirando volumi di sangue aggiuntivi dallo spazio intercellulare. Questi includono:

  • rheomacrodex
  • hemostabil
  • reopoliglucina

5) Antispastici miotropici: questo gruppo di farmaci dilata i vasi sanguigni e rilassa la muscolatura liscia. Gli antispastici miotropici mostrano un'elevata efficacia negli spasmi cerebrovascolari:

  • spasmolo
  • halidor
  • midocalm

6) Phytopreparations - preparati che vengono creati sulla base di materiali vegetali. I fitopreparati mostrano un'elevata efficienza nelle malattie dei vasi cerebrali, nonché nell'obliterazione dell'aterosclerosi e dell'endarterite. Questi includono:

  • bilobil
  • tanakan

7) Bloccanti alfa-adrenergici: i farmaci di questo gruppo promuovono un migliore apporto di sangue ai tessuti periferici. Questi includono:

  • fentolamina
  • prazosina
  • sermione

8) Bloccanti del ganglio: questi farmaci migliorano la circolazione sanguigna negli arti inferiori e hanno anche un effetto ipotensivo pronunciato (pressione sanguigna più bassa):

  • pirilene
  • temekhin
  • dimecolina
  • pachikarpin

9) I bioflavonoidi sono sostanze vegetali che aumentano il flusso sanguigno e migliorano la salute vascolare:

  • venoruton
  • anidride

10) Stimolanti dei recettori della dopamina: questo gruppo di farmaci ha un effetto sui recettori della dopamina, che a sua volta porta alla vasodilatazione. Migliora la circolazione sanguigna negli arti inferiori - pronoran.

Elenco di farmaci che migliorano la circolazione sanguigna nel cervello

Dall'articolo imparerai a conoscere i farmaci per migliorare la memoria e la circolazione cerebrale, quando è necessario stimolare il flusso sanguigno al cervello, indicazioni e controindicazioni per la prescrizione di farmaci, effetti collaterali.

Quando stimolare la circolazione

Mantenendo il normale afflusso di sangue al cervello, il suo ripristino è il compito più importante della medicina moderna. La chiarezza mentale è una garanzia della qualità della vita umana a qualsiasi età. I medici sono ben consapevoli dei cosiddetti periodi di transizione, in cui l'adeguatezza delle azioni e il benessere dei pazienti sia giovani che anziani dipendono dalla correzione del flusso sanguigno cerebrale..

Infanzia

Nei bambini, la ridotta circolazione cerebrale è una conseguenza del trauma alla nascita. Molto spesso, questa situazione è provocata da un forte calo della pressione durante un taglio cesareo. La violazione del flusso sanguigno è possibile per altri motivi, che sono associati alla privazione di ossigeno del feto durante lo sviluppo intrauterino. In questo caso, il grado di ipossia correla la circolazione sanguigna nel cervello. La diagnosi di encefalopatia postnatale implica un periodo di recupero durante i primi tre anni di vita di un bambino.

Se la circolazione cerebrale non viene ripristinata (parzialmente o completamente), ma rimane compromessa per tutta la vita, si verificano paralisi cerebrale, epilessia, encefalopatia, si formano cisti vascolari. Ciascuna di queste condizioni richiede un approccio individuale e una terapia speciale..

Età scolastica

In un bambino che cresce in buona salute che non ha problemi di circolazione cerebrale, il carico sul flusso sanguigno aumenta gradualmente: cambia il background ormonale, il carico educativo, l'istruzione aggiuntiva (cerchi, sezioni, scuole) e lo sviluppo stesso del bambino (crescita dello scheletro, organi interni) richiede ulteriori sforzi dal sistema circolatorio.

A volte le esperienze sono stratificate associate a scarsi progressi, incapacità di padroneggiare tutto il materiale offerto per la memorizzazione. Tutto ciò porta a interruzioni del flusso sanguigno nel cervello del bambino, che ha bisogno di supporto medico. A questo va aggiunta la situazione associata alla preparazione e al superamento degli esami, che crea un sovraccarico del flusso sanguigno cerebrale fino allo stato pre-ictus e ictus..

Se il bambino soffre già di un disturbo del flusso sanguigno cerebrale, con l'età il problema della nutrizione e dell'apporto di ossigeno aumenta solo: sono necessari farmaci per migliorare la circolazione cerebrale. La selezione dei farmaci è appannaggio del medico, avviene individualmente.

Tutti i farmaci che migliorano direttamente i processi metabolici nelle cellule cerebrali (nootropi) funzionano solo nei tessuti patologicamente alterati, non hanno alcun effetto sulle cellule sane. I nootropi sono sempre combinati con farmaci che trattano la causa sottostante dei disturbi cerebrali o le loro conseguenze.

Adulti

In un adulto, una violazione della circolazione cerebrale può essere associata a molte ragioni: dipendenza da caffè forte in grandi quantità, fumo, abuso di bevande alcoliche, droghe, bevande energetiche, bevande toniche. Provoca una mancanza di nutrizione e apporto di ossigeno al cervello, eccessivo sforzo fisico, stress mentale o emotivo.

Inoltre, il flusso sanguigno cerebrale alterato provoca malattie: aterosclerosi delle arterie che alimentano il cervello, osteocondrosi del rachide cervicale, tumori del collo e della testa, endoarterite, trombosi vascolare cerebrale acuta a causa di traumi, interventi chirurgici, cambiamenti nella viscosità del sangue su uno sfondo di predisposizione ereditaria o assunzione di alcuni farmaci.

I problemi che portano allo sviluppo di un flusso sanguigno cerebrale insufficiente sono diversi, ma ci sono sintomi generali che inducono un adulto a consultare un medico:

  • compromissione della coordinazione dei movimenti;
  • compromissione della memoria;
  • perdita di sensibilità tattile;
  • paresi o paralisi;
  • epilessia.

Trattamento complesso di una situazione patologica utilizzando agenti nootropici, antispastici, ipolipemizzanti, antitrombotici.

Nella vecchiaia

Nel tempo, la struttura della parete vascolare cambia, si verificano microtraumi dell'endotelio, il sangue diventa viscoso. Il normale metabolismo è interrotto. Tutto ciò porta allo sviluppo dell'aterosclerosi, aumenta il rischio di ictus di varia origine. Le persone anziane hanno maggiori probabilità di soffrire di tumori cerebrali, processi infiammatori, patologie somatiche che provocano un flusso sanguigno alterato.

Ma il ruolo principale nella violazione della circolazione cerebrale nell'età vecchia e senile appartiene a un cambiamento nella pervietà vascolare sullo sfondo di reazioni spastiche o trombosi. In altre parole, i principali farmaci per migliorare la circolazione cerebrale negli anziani sono vasodilatatori e agenti antipiastrinici, anticoagulanti.

Classificazione

I farmaci per il trattamento dei disturbi della circolazione cerebrale aiutano a correggere i sintomi di aterosclerosi, ictus, traumi, osteocondrosi, ipertensione, rimuovere le vertigini, migliorare la memoria, alleviare il mal di testa.

I farmaci possono essere utilizzati anche per eliminare le conseguenze di condizioni patologiche. Esistono (piuttosto condizionatamente) diversi gruppi di farmaci che migliorano l'afflusso di sangue al cervello:

  • vasodilatatori o vasodilatatori;
  • fluidificanti del sangue;
  • farmaci a base di acido nicotinico;
  • nootropici;
  • rafforzare la parete vascolare;
  • correttori del microcircolo;
  • omeopatico;

Tutti sono usati come parte di una terapia complessa.

Vasodilatatore

I farmaci che espandono il lume dei vasi sanguigni sono un gruppo eterogeneo, ma tutti hanno un inconveniente comune: l'azione indiscriminata. In altre parole, i farmaci influenzano tutti i vasi del corpo umano. Questo non solo migliora la nutrizione del cervello, ma riduce anche la pressione sanguigna, ad esempio, che altera il flusso sanguigno cerebrale..

Questa situazione è particolarmente sensibile per gli anziani, poiché i vasi sono affetti da aterosclerosi, spesso viene diagnosticata ipotensione ortostatica, cioè si creano le condizioni per lo sviluppo di un ictus.

La categoria vasodilatatori dei vasodilatatori comprende:

  • antispastici;
  • antagonisti del calcio;
  • alfa-bloccanti;
  • mezzi combinati.

Antispastici

Per migliorare la circolazione cerebrale, vengono utilizzati farmaci di varie forme farmacologiche (compresse, iniezioni, gocce), che sono in grado di rilassare la muscolatura liscia nelle pareti dei vasi sanguigni, alleviare lo spasmo ed espandere il lume.

I farmaci sono delicati e relativamente sicuri. Lo svantaggio è la loro inerzia ai capillari affetti da aterosclerosi. Inoltre, i farmaci ridistribuiscono il flusso sanguigno a favore delle aree con vasi invariati, derubando così gli organi e i tessuti interessati. Tali medicinali non sono praticamente usati nei pazienti anziani, il più famoso è No-Shpa - 220 rubli.

Oltre a questo farmaco, vengono utilizzati:

Nome del farmacoPrezzo in rubli
Drotaverina50
Valemidin123
Buscopan310
Neobutina209
Novigan121
Papaverinanove
Spazmalgon117
Galidor545
Tempalgin97
Spazmonet75
Fiducia147
Spazoverin120
Novinet109

Calcio antagonisti

Farmaci prescritti del gruppo di calcio antagonisti per danni ai vasi cerebrali con ipertensione. L'essenza dell'azione dei farmaci è migliorare la circolazione cerebrale bloccando il trasporto di ioni calcio in angio - e cardiomiociti, che previene il restringimento dei capillari sullo sfondo di un processo fisiologico naturale, normalizza la microcircolazione.

Con i bloccanti dei canali del calcio, i vasi cerebrali si espandono senza pregiudicare il resto della circolazione sanguigna. Il farmaco più popolare è la cinnarizina (30 rubli).

L'elenco dei medicinali del gruppo include:

Nome del farmacoPrezzo in rubli
Amlodipina39
Kordafen64
Norvask265
Arifon320
Cordaflex70
Logimax842
Nimotope1500
Plendil700
Nifeckard156
Stugeron150
Vinpocetine50
Ritardo di Cordipin71
Corinfar54
Nifedipinatrenta
Fenigidina24
Phezam259
Omaron126

Alfa bloccanti

Le compresse per migliorare la circolazione cerebrale del gruppo di alfa-bloccanti hanno una caratteristica: i farmaci sono in grado di bilanciare i processi metabolici migliorando il flusso sanguigno cerebrale e correggendo la viscosità del sangue. Sono prescritti per ipossia cerebrale, demenza vascolare, disturbi metabolici nei neuroni, aterosclerosi, ipertensione. In altre parole, sono i farmaci preferiti dai pazienti anziani. Il più famoso - Sermion (450 rubli).

Inoltre, la categoria dei medicinali comprende:

Nome del farmacoPrezzo in rubli
Kardura510
Doxazosin135
Artezin177
Setegis1.273
Cornham253
Omnic556
Tulosin513
Sonisin390
Yohimbina455
Pyrroxan1.305

Farmaci vasodilatatori combinati

Per migliorare la circolazione sanguigna nel cervello, vengono utilizzati farmaci che combinano l'effetto sui vasi e sul metabolismo di tutti i gruppi precedenti. La droga domestica più popolare è Vasobral (976 rubli).

Inoltre, il gruppo comprende:

Nome del farmacoPrezzo in rubli
Instenon200
Pikanoil3858
Picamilon73
Amilonosar84
PicogaM70
NUCLEO CMF Forte1752
Mexidol388
IBRANSA (Palbotsiklib)226.409
Cavinton250
Nicergoline350
Keltican1 255
Mexiprim983
Tenoten646
Citoflavina2984
Neurotropin-mexibel3020

Farmaci che influenzano la viscosità del sangue

I farmaci che migliorano il flusso sanguigno al cervello includono farmaci che prevengono i coaguli di sangue, interferiscono con l'adesione delle cellule del sangue, migliorando così la microcircolazione, la permeabilità capillare.

Tali medicinali dimostrano le proprietà degli angioprotettori, riducono al minimo la fragilità dei vasi sanguigni, correggendo i processi metabolici nella parete arteriosa. Alcuni farmaci del gruppo agiscono quasi istantaneamente e sono usati per alleviare situazioni di emergenza, altri sono prescritti per tutta la vita e influenzano delicatamente il processo di coagulazione. Tuttavia, eventuali anticoagulanti o agenti antipiastrinici richiedono un monitoraggio di laboratorio regolare dei parametri di coagulazione del sangue. Il più famoso è Aspirin Cardio (125 rubli).

Questo può anche includere:

Nome del farmacoPrezzo in rubli
Vasonite379
Doxy-Hem249
Pentossifillina34
Trental162
Curantil550
Cardiomagnet105
Thrombo-ACC49
Streptochinasi1.307
Urokinase14490
Thrombital93
Eparina81
Warfarin83
Clexane561
Dipiridamolo291
Fraxiparine2 299

Preparazioni di acido nicotinico

I farmaci a base di acido nicotinico che migliorano la circolazione cerebrale possono essere distinti in un gruppo separato. Le medicine della niacina non influenzano le arterie e le vene principali, ma espandono il lume dei capillari, rafforzando le pareti dei vasi. Parallelamente, le compresse di PP normalizzano il metabolismo del colesterolo, riducendo il rischio di sviluppare aterosclerosi.

I farmaci di gruppo mostrano deboli proprietà antipiastriniche con un alto rischio di sanguinamento, quindi sono prescritti con grande cura, sotto il controllo degli indicatori della coagulazione del sangue. Il più popolare è l'acido nicotinico stesso sotto forma di vitamina PP, B3 o niacina (29 rubli).

Inoltre, l'elenco include:

Nome del farmacoPrezzo in rubli
Enduracin18
Acipimox (Olbetam)350
Niacinamide (Nicotinamide)580
Bufus o fiala di acido nicotinico68

Nootropics

I nootropi sono un gruppo di farmaci in cui vengono creati più intensamente i farmaci di nuova generazione, che migliorano efficacemente la circolazione cerebrale ripristinando il flusso sanguigno dopo l'ipossia a seguito di ictus, traumi ed encefalopatie lente di varia origine. I farmaci non influenzano il flusso sanguigno stesso, ma stimolano il metabolismo dei tessuti interessati. Parallelamente, molti farmaci hanno un effetto sedativo. La cerebrolizina è la più richiesta (996 rubli).

Questo gruppo include:

Nome del farmacoPrezzo in rubli
Piridossina (vitamina B6)28
Encephabol859
Phenibut43
Pantogam353
Picamilon85
Glicinatrenta
Acido glutammico788
Alfoscerato di colina161
Piracetam25

Preparazioni che rafforzano la parete vascolare

Le medicine che migliorano la circolazione cerebrale includono i flavonoidi, sostanze biologicamente attive delle piante che possono controllare il tono vascolare, rafforzando contemporaneamente le pareti delle arterie. La droga più famosa dell'ultima generazione - Ginkoum (250 rubli).

Statine - Rosuvastatina e agenti metabolici - Mildronato possono essere classificati in questa categoria. Un sottogruppo separato è costituito da vitamine C, E, gruppo B e complessi multivitaminici - Vitrum, ad esempio (399 rubli).

Nome del farmacoPrezzo in rubli
Tanakan650
Bilobil300
Memoplant550
Ginkgo biloba383

Mezzi, correggere la microcircolazione

I farmaci che migliorano la circolazione cerebrale correggendo il flusso sanguigno regionale aiutano ad alleviare molti dei sintomi negativi associati al blocco della microcircolazione. In altre parole, l'appuntamento prioritario di tali farmaci è il trattamento dell'encefalopatia di varia origine, il sollievo di atassia, vertigini, emicrania. Betaserk è stato riconosciuto come il più efficace: 650 rubli.

Altri rappresentanti del gruppo:

Nome del farmacoPrezzo in rubli
Betaver250
Vestibo280
Tagista100
Betaistina100

Farmaci post-ictus

I preparati per migliorare la circolazione sanguigna nel cervello durante lo sviluppo di un ictus e nel periodo di riabilitazione post-ictus svolgono un ruolo importante. Con l'aiuto di tali farmaci, è possibile non solo salvare la vita del paziente, ma anche garantire il più rapido recupero del motore, delle funzioni vocali, della memoria e della normale qualità della vita..

Se l'ictus si è sviluppato a causa del tromboembolismo, la priorità è data ai farmaci antitrombotici a base di eparina a basso peso molecolare. Usa Clexane o Fraxiparine (Streptokinase o Urokinase non sono praticamente usati oggi a causa dell'alto rischio di sanguinamento).

Nelle prime ore viene prescritta l'aspirina e in caso di intolleranza - ticlopidina, clopidogrel, dipiridamolo. Dopo 3-4 settimane, gli anticoagulanti indiretti sono collegati: Warfarin, Syncumar. Per mantenere il volume richiesto di sangue circolante, al paziente viene iniettata Reopolyglucin. La pressione viene costantemente monitorata, viene eseguito il monitoraggio della frequenza cardiaca. Se necessario, il polso e la pressione vengono regolati, durante il periodo di riabilitazione, i nootropi sono collegati per normalizzare il flusso sanguigno cerebrale.

L'ictus emorragico in caso di rottura di un vaso cerebrale suggerisce una tattica diversa per la gestione del paziente: un'operazione con il ripristino del volume totale di sangue circolante e il controllo orario della pressione sanguigna.

Farmaci per l'osteocondrosi cervicale

La violazione della pervietà dei vasi del collo dovuta all'osteocondrosi è una delle cause più comuni dello sviluppo di encefalopatia, ictus, ipossia cerebrale. Risolvono il problema con i vasodilatatori, che garantiscono il normale apporto di ossigeno e migliorano il flusso sanguigno regionale. Usa pillole per migliorare la circolazione cerebrale, iniezioni.

Tra le compresse sono efficaci nootropici e miotropici. I farmaci fluidificano il sangue, migliorano la microcircolazione, stimolano la rigenerazione dei tessuti, aumentano la conduzione nervosa e il tono delle pareti vascolari. C'è un ripristino del sistema nervoso centrale, l'attività cerebrale.

I nootropi ripristinano l'elasticità dei vasi sanguigni senza intaccare il miocardio, i più popolari sono Vinpocetine, Phezam, Phenotropil. I miotropi rilassano le pareti dei vasi sanguigni, espandono il lume del flusso sanguigno e riducono la pressione. Un esempio è Apressin, Verapamil.

Gli iniettabili per migliorare la circolazione cerebrale nell'osteocondrosi possono alleviare rapidamente i sintomi negativi e prevenire il rischio di sviluppare altre malattie. Usano Euphyllin, Actovegin, Acido nicotinico.

Medicinali per anziani

I farmaci di scelta per i pazienti di età superiore ai 70 anni con ridotta circolazione cerebrale sono farmaci nootropici in grado di stimolare la saturazione delle cellule con ossigeno e sangue, che aumenta l'assorbimento del glucosio. Lo zucchero è responsabile dell'attenzione, della memoria, delle prestazioni.

I nootropi aiutano a preservare la concentrazione e la memoria, ma lo svantaggio dei farmaci è la rapida dipendenza, la necessità di aumentare costantemente la dose. Per prevenire possibili complicazioni da un sovradosaggio di nootropi, si consiglia contemporaneamente di assumere vitamine, agenti metabolici (glicina, piracetam, tanakan).

Elenco dei farmaci di nuova generazione

I farmaci per la normalizzazione del flusso sanguigno cerebrale di una nuova generazione vengono creati in diversi gruppi, ma i seguenti mezzi "funzionano" più efficacemente nel complesso schema terapeutico:

Nome del farmacoPrezzo in rubli
Cerebrolysin996
Sermion450
Instenon200
Cerepro722
Norvask265
Kardura510
Cardiomagnet105
Tenoten646
Betaserc650

Controindicazioni

Un gran numero di farmaci di diversi gruppi farmacologici per il trattamento dei disturbi della circolazione cerebrale, suggerisce controindicazioni individuali per l'assunzione di ciascun farmaco. Ma ci sono quadri generali, cioè limiti assoluti per l'assunzione di farmaci:

  • intolleranza individuale ai singoli componenti;
  • ipotensione;
  • stenosi delle valvole cardiache;
  • condizioni acute (shock cardiogeno, per esempio);
  • angina instabile;
  • malattie del sangue;
  • tumori cerebrali;
  • insufficienza funzionale del fegato, reni;
  • CHF;
  • aritmie di origine sconosciuta;
  • cardiomiopatia;
  • gravidanza, allattamento;
  • età inferiore ai 18 anni.

Effetti collaterali

L'incidenza degli effetti collaterali è stata correlata ai dati dell'OMS. Oggi ci sono reazioni da quasi tutti i sistemi vitali del corpo umano:

  • da parte del cuore e dei vasi sanguigni: aritmia, tachicardia, piedi pastosi, arrossamento del viso, abbassamento della pressione sanguigna, mancanza di respiro, presincope, vasculite, ortostatica, cardialgia, ischemia fino ad AMI;
  • da parte dei muscoli e del sistema muscolo-scheletrico: artralgia, convulsioni, mialgia, mal di schiena, artrosi, miastenia grave;
  • dal sistema nervoso: cefalea, vertigini, presincope, affaticamento cronico, affaticamento, malessere, sonnolenza, parestesie, tremore, insonnia, sbalzi d'umore, ansia, depressione, ronzio nelle orecchie, emicrania, atassia, amnesia;
  • dal sistema digerente: dolore addominale, dispepsia, nausea, flatulenza, costipazione, secchezza delle mucose, sete, iperplasia gengivale, gastrite, pancreatite, ittero;
  • dal sistema sanguigno: trombocitopenia, leucopenia, porpora trombocitopenica;
  • da parte del sistema respiratorio - dispnea, rinite, rinorrea, sangue dal naso, tosse;
  • da parte dell'apparato visivo: diplopia, compromissione dell'accomodazione, congiuntivite, perdita dell'acuità visiva;
  • dal sistema genito-urinario: disuria, minzione frequente e dolorosa, nicturia, poliuria, ginecomastia, potenza ridotta;
  • da parte della pelle: dermatiti, prurito cutaneo, orticaria, eritema multiforme, angioedema, alopecia, xeroderma, iperidrosi, iperpigmentazione;
  • dal lato metabolico: fluttuazioni di peso, iperglicemia.

Raramente - brividi, dolori volanti, parosmia (senso dell'olfatto perverso).

Medicinali per migliorare la circolazione cerebrale

Il cervello è chiamato il centro di controllo di tutti gli organi e sistemi del corpo; è dal suo funzionamento che dipendono il benessere, le prestazioni e lo stato di salute umana. Il minimo squilibrio nel suo lavoro comporta tutta una serie di sintomi di varia gravità: affaticamento, vertigini, problemi di memoria, emicranie, picchi di pressione, disturbi vascolari.

Perché la fame di ossigeno è pericolosa?

Gravi patologie irreversibili del sistema circolatorio iniziano sempre con disturbi impercettibili o interruzioni a breve termine nell'afflusso di sangue al cervello. In caso di disturbi sistematici, la mancanza di ossigeno e sostanze nutritive contribuisce all'inattivazione delle cellule cerebrali, all'indebolimento del tessuto nervoso e alla scomparsa delle connessioni neurali, che porta all'inizio ad un indebolimento delle funzioni cognitive (indebolimento dell'attenzione, memoria, affaticamento rapido) e quindi sintomi più gravi - emicranie, compromissione della coordinazione movimenti, sonnolenza, ecc..

La mancanza di attenzione al problema innesca il meccanismo della fame acuta di ossigeno, ad es. morte di cellule in quantità di massa, provocando la formazione di aree di necrosi di diversa intensità, che si traduce in sintomi ancora più formidabili: paralisi degli arti, disturbi del linguaggio, ictus emorragico, che minacciano non solo la disabilità, ma anche una minaccia per la vita stessa.

Solo un'attenzione tempestiva ai sintomi e un approccio qualificato al trattamento possono fermare il peggioramento della condizione.

Motivi delle violazioni

Nella maggior parte dei casi, con disturbi della circolazione cerebrale, i medici diagnosticano l'encefalopatia vascolare o discircolatoria, indicando che ci sono lesioni dei tessuti organici nel cervello di natura non infiammatoria.

Le cause dei disturbi vascolari del cervello possono essere:

  • una precedente malattia infettiva che ha avuto un effetto negativo sui vasi sanguigni (ad esempio, encefalite, meningite);
  • anomalie vascolari congenite;
  • variazione del grado di lesione alla testa o alla colonna vertebrale;
  • cambiamenti vascolari aterosclerotici.
  • osteocondrosi cervicale e spinale;
  • stile di vita sedentario;
  • nutrizione impropria;
  • diabete di tipo 2;
  • cattive abitudini;
  • ipertensione;
  • tromboflebite.

I motivi più comuni che hanno recentemente causato disturbi vascolari del cervello sono l'ipodynamia, associata a un'alimentazione inappropriata, che contribuisce a depositi sulle pareti dei vasi sanguigni e cambiamenti organici nella colonna cervicale. Se prima i sintomi dell'osteocondrosi cervicale erano caratteristici delle persone anziane, a causa di alterazioni degenerative del tessuto osseo, ora, a causa della forzata ininterrotta seduta davanti ai computer, diventa una piaga per i giovani..

A causa della lunga immobilità, le vertebre schiacciano le terminazioni nervose, a seguito delle quali i fori nei processi delle vertebre, attraverso i quali il sangue arterioso passa alla testa, si restringono e, di conseguenza, il cervello non riceve ossigeno e sostanze nutritive.

I medici vedono anche la soluzione al problema di come migliorare la circolazione cerebrale nel mantenere uno stato emotivo calmo del paziente, poiché gli sbalzi d'umore improvvisi sono un modo sicuro per provocare picchi di pressione sanguigna e, di conseguenza, spasmi vascolari.

Sintomi che indicano problemi vascolari

I segni che indicano cambiamenti patologici nei vasi del cervello sono:

  • mal di testa di varia intensità e localizzazione;
  • vertigini;
  • difficoltà a ricordare;
  • affaticabilità veloce;
  • problemi di udito;
  • deterioramento della vista;
  • incapacità di concentrarsi;
  • diminuzione della sensibilità cutanea degli arti superiori e inferiori;
  • improvvisa perdita di coscienza a breve termine.

Le persone anziane sono particolarmente inclini a incidenti cerebrovascolari dovuti a cambiamenti legati all'età, che si esprimono sia in una diminuzione del tono delle pareti dei vasi che in un restringimento del lume in esse dovuto a depositi. Tuttavia, ogni anno, i giovani soffrono sempre più di problemi sia cardiovascolari che neurologici, subendo le conseguenze di gravi condizioni di infarto o ictus, che spesso terminano tristemente..

La diagnostica è l'inizio del percorso verso la salute

La diagnosi immediata dello stato funzionale del cervello e un approccio integrato al trattamento dei problemi emergenti sono di importanza decisiva per prevenire l'aumento dei sintomi. È inaccettabile fare qualsiasi passo alla cieca, a caso, per uscire da una condizione così grave come la ridotta circolazione sanguigna nel cervello..

In questo caso, i segni sono abbastanza universali, ad es. può indicare disturbi funzionali minori caratteristici di tutte le età - da un bambino a una persona anziana, facilmente suscettibili di correzione e gravi lesioni cerebrali organiche (aneurismi, meningiomi), il cui ritardo nel trattamento è pericoloso per la vita. Pertanto, l'importanza di seguire tutte le procedure prescritte dal medico quando si effettua una diagnosi è fuori discussione..

In caso di gravi danni alle navi, vengono prescritte operazioni in cui vengono rimosse le navi inoperative o le neoplasie in esse contenute e vengono sostituite dal trapianto.

Un neurologo alla primissima visita di un paziente, senza una diagnosi dettagliata, può prescrivere farmaci vasocostrittori per alleviare le manifestazioni acute della malattia. Questi fondi alleviano solo i sintomi, ma non producono un effetto terapeutico. Per iniziare un trattamento qualificato e solitamente a lungo termine, è necessario un esame completo.

Prima di tutto, un neurologo compila l'anamnesi di un paziente, che consente di valutare le condizioni del paziente e identificare i rischi di una malattia che potrebbe essere associata a patologie precedenti..

Oltre agli esami del sangue di laboratorio obbligatori, il medico prescrive immancabilmente opzioni per metodi diagnostici hardware: tomografia computerizzata (TC), risonanza magnetica (MRI), encefalografia cerebrale, che con elevata precisione può identificare vari disturbi nella struttura anatomica, localizzazione delle neoplasie e la loro natura, cambiamenti nelle pareti dei vasi sanguigni dovuti a infezioni, ecc. Il valore di queste tecniche high-tech è particolarmente grande per determinare lo stato dei vasi sanguigni, vale a dire la loro pervietà, cioè il diametro del loro lume. Se necessario, può essere prescritta l'angiografia: un esame a raggi X dei vasi, in cui viene iniettato un mezzo di contrasto.

La consultazione con un oftalmologo è obbligatoria quando si individuano problemi cerebrali, poiché la causa dei problemi potrebbe essere un tumore, la cui presenza o assenza è stabilita dallo stato delle papille dei nervi ottici del fondo. Se si verifica atrofia delle papille, è necessario escludere altri motivi che portano a ciò, ad esempio l'aumento della pressione intracranica.

Farmaci di base

Quando si prescrive un medicinale per migliorare la circolazione cerebrale, il medico deve valutare in modo completo il grado di effetti sia positivi che negativi su un particolare paziente, poiché tutti i farmaci hanno controindicazioni per l'uso e causano vari effetti collaterali. Al fine di ridurre l'effetto negativo sul corpo, il medico esegue esami del sangue, del succo gastrico, della pressione sanguigna e altri.

Per normalizzare i disturbi circolatori, vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

  • farmaci nootropici;
  • farmaci vasodilatatori;
  • agenti antipiastrinici e anticoagulanti.

Nootropics

Il gruppo comprende farmaci per la circolazione cerebrale, che stimolano il metabolismo nel tessuto nervoso, aumentano la resistenza alla carenza di ossigeno e migliorano le condizioni delle pareti dei vasi sanguigni. Questi sono i seguenti farmaci:

  • Cerebrolysin;
  • Piracetam;
  • Encephabol;
  • Phenotropil;
  • Mexidol;
  • Pantocalcina;
  • Glicina;
  • Picamilon;
  • Pramiracetam.

Nonostante il fatto che il meccanismo d'azione di alcuni nootropi sia ancora un mistero per la medicina, il loro uso efficace nel trattamento degli ictus ischemici ed emorragici li rende indispensabili per il trattamento di gravi patologie. Non solo migliorano il metabolismo nelle strutture cerebrali e prevengono la morte delle cellule nervose, ma ripristinano anche gli impulsi dei neuroni, promuovono l'utilizzo del glucosio, forniscono energia alle cellule, aumentano la resistenza dei tessuti alla carenza di ossigeno.

L'assunzione di nootropi richiede un approccio individuale basato su un regime specifico e un dosaggio opportunamente selezionato corrispondente alla gravità della patologia.

Farmaci vasodilatatori

Il meccanismo della circolazione cerebrale alterata è più spesso espresso dal vasospasmo, in cui il lume delle arterie o delle vene si restringe nella misura in cui il trasporto del sangue rallenta in modo significativo. La nave viene compressa a causa dell'emergere di una reazione protettiva all'aumento della pressione sanguigna sulle pareti: all'inizio si sforzano, portando infine all'ispessimento delle pareti, a seguito del quale il lume si riduce, il che comporta una diminuzione del volume di sangue che lo attraversa.

I farmaci vasodilatatori hanno un effetto rilassante sulle pareti dei vasi sanguigni, alleviando lo spasmo e riportandoli al loro stato normale, normalizzando così il flusso sanguigno.

Tutti i vasodilatatori sono divisi in gruppi:

  • Correttori della circolazione cerebrale:
    • Vinpocetina;
    • Cavintazolo;
    • Telektol;
    • Cavinton;
    • Winpoton;
    • Bravinton.

Il loro effetto terapeutico si basa sulla capacità di bloccare gli ioni calcio e sodio, che provocano spasmi vascolari. Agendo delicatamente sui piccoli vasi sanguigni (arteriole e capillari), i farmaci hanno un effetto benefico sulla pressione sanguigna, sul metabolismo energetico dei tessuti, sul polso, proteggono dalla carenza di ossigeno e accelerano l'emodinamica.

  • Correttori combinati della circolazione cerebrale (costituiti da complessi di sostanze risultanti):
    • Vasobral;
    • Instenon;
    • Pentossifillina.

Questi farmaci agiscono specificamente per migliorare la circolazione cerebrale bloccando i corrispondenti recettori che portano allo spasmo. Sono utilizzati per ridurre la permeabilità delle cellule vascolari, prevenire la formazione di coaguli di sangue e aumentare la resistenza delle cellule nervose alla mancanza di ossigeno. I farmaci possono anche migliorare il metabolismo e l'utilizzo dei prodotti metabolici. Questi farmaci non influenzano la pressione sanguigna..

  • Calcio antagonisti (bloccanti dei canali del calcio):
    • Corinfar;
    • Cinnarizina;
    • Nicardipina;
    • Verapamil;
    • Gallopamil;
    • Nimodipina.

Il principio principale della loro azione si basa su una diminuzione del flusso di ioni calcio nelle cellule della parete vascolare e del cuore, che riduce il loro tono e aumenta l'afflusso di sangue agli organi. I farmaci sono particolarmente indicati per il trattamento dei disturbi associati all'ipertensione..

  • Adrenoblocker:
    • Celiprol;
    • Nicergoline;
    • Prazosin;
    • Sermion;
    • Kardura.

Il lavoro dei farmaci si basa sul blocco dei recettori della muscolatura liscia e del cervello, che causano lo spasmo delle pareti vascolari. I farmaci alleviano lo spasmo di vasi sia grandi che piccoli, normalizzando la pressione, che è molto richiesta nel trattamento di condizioni complicate dall'ipertensione. Il loro dosaggio richiede un'attenzione particolare, poiché esiste un'alta probabilità di un effetto collaterale sotto forma di una forte diminuzione della pressione, fino a segni di tachicardia, che è regolata da una diminuzione del dosaggio.

  • Anticoagulanti e agenti antipiastrinici:
    • Tiklid;
    • Plavix;
    • Aspirina;
    • Dipiridamolo;
    • Urokinase;
    • Streptochinasi;
    • Warfarin

Questi farmaci sono progettati per prevenire la minaccia di coaguli di sangue nell'insufficienza vascolare. Influenzando la viscosità del sangue e contrastando l'adesione dei suoi elementi sagomati, migliorano la circolazione cerebrale non direttamente, ma indirettamente. Diluendo il sangue, i farmaci prevengono la sovrapposizione del lume vascolare, a causa del quale si sviluppano formidabili complicazioni, tra cui il tromboembolismo. L'assunzione di questi farmaci richiede uno stretto controllo sui parametri del sangue di laboratorio: coagulazione, test di funzionalità epatica, coagulogramma.

Il medico prescrive la forma, il dosaggio, la frequenza di assunzione di pillole per la circolazione cerebrale, a seconda della gravità dei disturbi neurologici.

Come aiutare te stesso da solo

Con sintomi pronunciati di disturbi neurologici, non si può fare a meno di un intervento qualificato di medici e di un serio trattamento terapeutico. Ma nei casi della fase iniziale della malattia, con sintomi come affaticamento, segni di VSD, indebolimento della memoria e dell'attenzione, vertigini, è del tutto possibile invertire i processi patologici e migliorare l'afflusso di sangue alla testa organizzando adeguatamente la propria vita e obbedendo a regole severe.

Stile di vita corretto

Il rispetto di uno stile di vita sano include l'abbandono delle cattive abitudini, un'organizzazione razionale del lavoro e del riposo, un'attività fisica sufficiente. È inoltre importante prevenire patologie che contribuiscono a spasmi e vasocostrizione alla testa: osteocondrosi, aterosclerosi, ipertensione, diabete mellito.

Assunzione di farmaci e integratori alimentari

È utile assumere regolarmente farmaci e integratori alimentari per mantenere i vasi sanguigni normali e migliorare il metabolismo generale. È del tutto possibile normalizzare i disturbi nella fase iniziale con l'assunzione regolare di integratori alimentari, rimedi omeopatici in aggiunta al trattamento principale. Per il trattamento dei problemi vascolari della testa, si consiglia di assumere:

  • La glicina è un amminoacido che neutralizza l'effetto delle tossine nei tessuti, regola i processi di inibizione ed eccitazione nelle cellule e aumenta la loro attività funzionale.
  • Il Ginkgo Biloba è un potente antiossidante naturale che ripristina le pareti vascolari e allevia gli spasmi.
  • Diidroquercetina - un bioflavonoide che normalizza i livelli di colesterolo, proteggendo i vasi sanguigni dalla formazione di placche, migliorando l'elasticità dei vasi sanguigni.

Modalità di alimentazione e qualità

Mangiare una dieta equilibrata contenente una quantità sufficiente di nutrienti, vitamine e oligoelementi è una condizione importante da una vasta gamma di misure volte a migliorare la circolazione sanguigna nel cervello.

Evitare cibi grassi, salati, grassi trans, agenti cancerogeni, limitare l'uso di carboidrati leggeri, dolci, bevande gassate e alcoliche aiuta a migliorare lo stato dei vasi sanguigni. Per attivare la circolazione sanguigna, dovresti arricchire la tua dieta con aminoacidi di origine vegetale e animale (carne magra, frutti di mare, fegato di manzo, legumi, pesce, latte), verdura e frutta (soprattutto banane e mele), cereali, in particolare grano saraceno e farina d'avena, oli vegetali, noci, semi, miele. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla presenza sufficiente di vitamine A, C, E, K e gruppo B sul tavolo, come elementi strutturali insostituibili nei processi redox del corpo, rimedi popolari.

I prodotti alimentari correttamente selezionati possono non solo duplicare le sostanze necessarie alla circolazione sanguigna del cervello contenute negli integratori alimentari e nei farmaci, come glicina, bioflavonoidi, vitamine, acido folico, minerali, acidi Omega-3, ma anche aumentare in modo significativo l'effetto terapeutico dei farmaci.

Assunzione di acqua nel corpo

Per migliorare la circolazione sanguigna nel cervello, è necessario prestare particolare attenzione al regime di bere, poiché per rimuovere le tossine e prevenire la formazione di trombi, che è una delle principali cause di blocco vascolare. Il corpo ha bisogno di 1,5-2,5 litri di acqua pulita al giorno.

Ginnastica quotidiana

Con sintomi di osteocondrosi del rachide cervicale e attività fisica insufficiente, è importante fare regolarmente esercizi ginnici a casa, poiché il movimento aiuta a migliorare il metabolismo e l'afflusso di sangue a tessuti e organi, incluso il cervello. L'esercizio stimola la crescita delle terminazioni nervose e la formazione di connessioni neurali, che migliorano la memoria e le prestazioni mentali.

La ginnastica in recupero rimuove il tono dei muscoli che comprimono i vasi, ripristinando così la circolazione sanguigna. Particolarmente rilevanti sono i movimenti che interessano la regione cervico-spalla. I movimenti con giri e inclinazioni della testa contribuiscono all'espansione dei vasi che alimentano il cervello, che aumenta il flusso di sangue ad esso insieme al flusso di ossigeno.

Semplici esercizi vengono eseguiti in modo fluido e lento, con la posizione raddrizzata della colonna vertebrale, senza movimenti bruschi, in posizione eretta o seduta:

  • guardando dritto davanti a sé, gira dolcemente la testa;
  • ruotare con attenzione la testa in una direzione, poi nell'altra;
  • inclina la testa da un lato fino a quando l'orecchio tocca la spalla, in direzioni diverse;
  • inclina la testa in avanti, cercando di toccare il petto con il mento, quindi inclina lentamente la testa all'indietro finché il mento non si alza;
  • immagina che la punta del naso sia una matita e scrivi numeri con essa nell'aria - da 1 a 10, poi indietro. I numeri non dovrebbero essere troppo piccoli.

La ricarica dovrebbe essere data 10-15 minuti al giorno per le prime 2 settimane, quindi il numero di ripetizioni dovrebbe essere aumentato a due volte al giorno, a casa e al lavoro.

Dai lavoro al tuo cervello

Alla luce della recente ricerca sui problemi cerebrali, gli scienziati notano un collegamento diretto tra il grado di stress mentale e una diminuzione dei disturbi funzionali del cervello in futuro. Chi non risparmia la propria "unità centrale di elaborazione", ma la carica, risolvendo cruciverba, memorizzando poesie e assumendosi qualcosa di nuovo e difficile, riduce notevolmente le possibilità di affrontare il morbo di Alzheimer o la demenza in età avanzata. Gli esperti raccomandano esercizi speciali per "scuotere" il cervello: diventa mancino per la giornata se la persona è destrorsa, o viceversa, vai al negozio o lavora in un altro modo, muoviti di tanto in tanto per l'appartamento bendati, costringendo sia i sensi che le cellule ad attivarsi il cervello sotto la pressione di nuove impressioni.

Farmaci che migliorano la circolazione sanguigna negli arti inferiori

Negli ultimi anni, le malattie vascolari stanno diventando più comuni. Le vene bloccate non sono rare per morte o disabilità. Un metodo di trattamento scelto correttamente con l'aiuto di farmaci efficaci aiuterà a sbarazzarsi di questi problemi. I farmaci vascolari per migliorare la circolazione sanguigna nelle gambe dovrebbero essere prescritti solo da uno specialista. È così che puoi ottenere un buon risultato senza danni alla salute. In questo articolo parleremo dei tipi di tali farmaci e del loro effetto sul corpo umano..

Classificazione dei fondi

A causa della vasocostrizione, varie patologie possono svilupparsi nel sistema cardiovascolare, negli arti e in altri organi. I farmaci vasodilatatori non solo prevengono i cambiamenti distruttivi, ma aiutano anche a ripristinare rapidamente la circolazione sanguigna e i tessuti danneggiati che sono stati esposti all'ipossia.

Il più conveniente e informativo è la classificazione dei farmaci in base alla loro modalità di azione. I seguenti farmaci hanno le proprietà vasodilatatrici più veloci:

  • Monossido di azoto. Una volta nel flusso sanguigno, il radicale libero rilassa istantaneamente i muscoli. L'effetto di questa sostanza è di breve durata, ma molto efficace. Consente un breve periodo di tempo per alleviare il vasospasmo, ad esempio con l'angina pectoris, ripristinare la circolazione sanguigna ed evitare un infarto. Medicinali che contengono questa sostanza: isosorbide dinitrato, nitroglicerina, nitrong-forte.
  • Solfato di magnesio. Riduce l'attività mobile degli ioni di calcio, che sono conduttori di segnali antispastici. Li spinge fuori dallo spazio tra le cellule. Riduce l'eccitabilità dei recettori adrenergici, che stimolano anche l'attività contrattile muscolare. Se iniettati in vena, creano rapidamente un effetto rilassante. L'azione dura circa mezz'ora.
  • Antispastici. Questi includono farmaci che agiscono simultaneamente sul sistema circolatorio e sui tessuti muscolari lisci in tutto il corpo. Il tempo del loro effetto terapeutico è di circa 2-6 ore. Si basa sull'inattivazione di un enzima che stimola la contrazione della muscolatura liscia. I mezzi di questo tipo includono: apressina, no-shpa e papaverina cloridrato.

Le medicine del terzo gruppo stabilizzano la circolazione sanguigna, prevengono lo spasmo di vene e arterie. La loro sfera di influenza si estende al blocco degli enzimi o dei recettori che aumentano la contrazione muscolare.

Sostanze che agiscono su PNS

I farmaci che eliminano i disturbi circolatori degli arti inferiori includono bloccanti gangliari, simpaticolitici e α-bloccanti. I primi rimedi agiscono sui nodi simpatici: il plesso solare o profondo del cuore.

L'elenco dei farmaci efficaci per migliorare la circolazione sanguigna alle estremità:

  • Benzohexonium;
  • Pentamina;
  • Quateron;
  • Pyrylene.

I principi attivi contenuti in questi medicinali funzionano bene per i disturbi del flusso sanguigno causati da patologie del sistema nervoso (malattia di Raynaud, endarterite, acrocianosi).

I bloccanti adrenergici sono sostanze che, se combinate con adrenalina e norepinefrina, bloccano il loro effetto vasocostrittore. Questo migliora la circolazione sanguigna nel corpo. Questo gruppo include i seguenti farmaci:

  • Fentolamina, prazosina, terazosina;
  • Vasobral, Nicergoline, Anavenol.

Gli ultimi tre farmaci sono usati per le vene varicose e le complicanze del diabete mellito (angiopatia). Queste sostanze non sono del tutto vasodilatatori, poiché agiscono in direzioni diverse: aumentano il tono delle vene e dilatano le arterie. Il resto dei farmaci è efficace nelle patologie nervose con disturbi circolatori, nonché nel trattamento delle gambe affette da aterosclerosi.

Vasodilatatori

La vasodilatazione è un termine medico usato per descrivere una diminuzione del tono della muscolatura liscia nelle pareti dei vasi sanguigni. Le sostanze che vengono utilizzate per questo sono chiamate vasodilatatori. Questo gruppo comprende molti farmaci vasodilatatori con diversi meccanismi di azione sul sistema circolatorio..

Calcio antagonisti

Per il normale funzionamento dei canali del calcio (CC), oltre al Ca, sono necessarie le catecolamine (adrenalina e norepinefrina), che le attivano. Esistono diversi tipi di CC, ma gli ioni calcio antagonisti agiscono solo sul CC lento (tipo L), che si trova nei tessuti muscolari lisci. Gli antagonisti dei canali del calcio si trovano in una varietà di composti chimici. Oltre a ridurre il livello di pressione, hanno anche il seguente effetto:

  1. Regola la frequenza cardiaca.
  2. Buon effetto sulla circolazione sanguigna nelle vene, arterie e capillari.
  3. Riducono lo stress meccanico nel miocardio, migliorando così la circolazione sanguigna. Inoltre, la fornitura di tessuti con ossigeno e sostanze nutritive è aumentata..
  4. Riduce la probabilità di coaguli di sangue nelle arterie e nelle vene.

I calcioantagonisti più popolari sono i seguenti farmaci: nifedipina, amlodipina, felodipina. Aiutano a ridurre il tono delle pareti del sistema circolatorio e prevengono la loro brusca contrazione (spasmo).

Alfa bloccanti

I bloccanti α-adrenergici bloccano i recettori dell'adrenalina e della norepinefrina presenti nei vasi, impedendo loro di interagire con questi ormoni che possono causare un vasospasmo significativo. Questo gruppo include:

  • Nicergolina: migliora la circolazione sanguigna, previene l'aggregazione piastrinica e la formazione di trombi. Ha un doppio effetto: favorisce l'espansione delle arterie e aumenta la tensione delle vene (sane e colpite dalle vene varicose). Il medicinale è indicato per l'uso nelle malattie vascolari associate al diabete.
  • Fentolamina: dilata i vasi sanguigni, rilassa i muscoli, aumenta l'afflusso di sangue ai tessuti. Per il trattamento dei disturbi della circolazione venosa e arteriosa, la terapia di ferite che guariscono male, congelamento, piaghe da decubito e nella fase iniziale della cancrena aterosclerotica, i medici raccomandano questo farmaco sotto forma di iniezioni e compresse..

Se c'è un blocco della nave con una placca aterosclerotica, allora è inutile usare farmaci vasodilatatori, è necessario un trattamento chirurgico.

Inibitori RAS

Queste sostanze influenzano le arterie e le vene. Hanno un effetto positivo sull'endotelio, riducono l'aggregazione piastrinica e inibiscono lo sviluppo dell'aterosclerosi. Questi medicinali includono: Enalapril, Lisinopril, Ramipril, Losartan. Hanno mostrato buoni risultati nel trattamento delle patologie aterosclerotiche delle gambe e nella claudicatio intermittente causato dalla stessa causa..

Stimolanti biogenici

Medicinali appartenenti al gruppo dei farmaci vasodilatatori per il trattamento degli arti inferiori. La loro azione si basa su sostanze di origine animale. Questi farmaci dilatano le arterie delle gambe, accelerano la circolazione sanguigna e migliorano il metabolismo dei tessuti..

Solcoseryl

È stata prodotta una medicina naturale (estratto privo di proteine ​​dal sangue di vitelli). Il farmaco è in grado di aumentare il metabolismo nei tessuti, accelerare il flusso di ossigeno nei muscoli delle estremità, dilatare i vasi sanguigni e quindi migliorare la circolazione sanguigna. Prescritto dai medici sotto forma di iniezioni.

Actovegin

La sua base è la stessa della preparazione precedente. Grazie alle sostanze che contiene migliora la circolazione sanguigna, i vasi degli arti inferiori si dilatano e le ulcere e le ferite guariscono rapidamente.

Revisione comparativa dei farmaci vasodilatatori

La sfera d'influenza degli elementi vasodilatatori è ampia. Sono utilizzati nel trattamento di varie patologie della circolazione periferica:

  • vene varicose;
  • con aterosclerosi;
  • angioedema.

Di seguito considereremo i farmaci più comunemente prescritti dai medici..

Galidor

Antispasmodico miotropico con un marcato effetto vasodilatatore. Disponibile in compresse e soluzioni per somministrazione intramuscolare ed endovenosa. Il principio attivo è il benciclano fumarato. È prescritto per il trattamento di malattie degli organi periferici della circolazione sanguigna, patologie croniche delle arterie e per alleviare gli spasmi nei sistemi e nei tessuti.

Esistono numerose controindicazioni, quindi è necessario utilizzare il prodotto solo dopo la raccomandazione di uno specialista.

Vinpocetine

Questa droga sintetica ripristina la circolazione alterata. Il principio attivo è la vinpocetina. Ha effetti antiossidanti, antiepilettici e neuroprotettivi, oltre a dilatare i vasi sanguigni e allevia l'infiammazione. È prescritto per il trattamento di molte malattie vascolari, comprese quelle con ridotta attività motoria associata a insufficienza cerebrovascolare.

Vinpotropil

Farmaco combinato nootropico che ha anche proprietà vasodilatatrici. Viene utilizzato per l'insufficienza della circolazione cerebrale, la prevenzione dell'emicrania, il morbo di Parkinson di eziologia vascolare e altre patologie dell'apporto sanguigno al cervello, e come vasodilatatore per le gambe viene utilizzato solo come parte di una terapia complessa come prescritto da un medico.

Warfarin-OBL

Il principio attivo è il warfarin. Questo farmaco è indicato per il trattamento e la prevenzione della trombosi e del tromboembolismo. È un anticoagulante indiretto. La diminuzione della coagulazione non si verifica per l'influenza del farmaco stesso, ma per i suoi effetti farmacologici nel corpo, cioè in modo secondario.

Un medico può prescrivere questo farmaco per prevenire o trattare i coaguli di sangue nel sistema circolatorio e per la trombofilia congenita (coaguli di sangue).

Vasoket

Questo farmaco è raccomandato dai medici per il trattamento delle vene. L'effetto terapeutico dei componenti si estende principalmente agli arti. L'effetto principale è mirato a migliorare il tono e l'elasticità dei vasi venosi e rimuovere i focolai di ristagno sanguigno. Le azioni di supporto sono:

  • miglioramento del drenaggio linfatico;
  • regolazione della circolazione generale;
  • diminuzione della permeabilità vascolare;
  • regolazione della qualità dei leucociti.

Con le giuste dosi, il farmaco ha un effetto mirato e complesso sul sistema circolatorio. Presenta piccole controindicazioni che il medico terrà in considerazione al momento della prescrizione.

Vasobral

Una preparazione complessa contenente caffeina e alcaloidi dell'ergot. Viene utilizzato per patologie della circolazione sanguigna cerebrale e periferica. Le istruzioni per l'uso dicono che è in grado di aumentare il tono delle vene e ripristinare la permeabilità capillare..

Pertanto, è spesso prescritto per le vene varicose e altre patologie circolatorie..

Bilobil

Questo prodotto contiene un estratto di foglie di Ginkgo biloba. Disponibile in capsule da 40, 80 e 120 mg. Il preparato erboristico è in grado di migliorare la microcircolazione cerebrale, dilata leggermente i vasi sanguigni, aumenta la resistenza dei tessuti all'ipossia e riduce la capacità di aggregazione delle piastrine. Il farmaco più efficace agisce sulle vene e sulle arterie di braccia, gambe e vasi cerebrali. I principi attivi del farmaco agiscono anche come antiossidanti..

Medicina tradizionale

Le patologie vascolari delle gambe non sono una malattia indipendente. Questo è uno dei segni di una cattiva condizione corporea. Se nel secolo scorso i problemi alle articolazioni e ai vasi sanguigni preoccupavano solo gli anziani, ora i giovani se ne preoccupano già. Nelle donne, tali lesioni alle gambe si verificano dopo il parto..

Nelle prime fasi, queste malattie non si manifestano in alcun modo, quindi è importante impegnarsi nella prevenzione e mangiare solo cibi sani, fare semplici esercizi per migliorare le condizioni generali e migliorare la circolazione sanguigna nei vasi dei piedi e dei polpacci. Esistono anche metodi tradizionali efficaci per pulire i vasi sanguigni a casa. Descriviamone alcuni:

  1. Rafforzare i vasi sanguigni con i mirtilli rossi. Devi prendere mezzo chilogrammo di barbabietole rosse fresche, mirtilli rossi, ravanello nero e 0,5 litri di alcol. Macina questi prodotti e mettili in un barattolo di vetro da tre litri. Quindi versare alcol, coprire e lasciare in infusione in una stanza buia e fresca. Dopo 15 giorni filtrare, versare in un barattolo pulito e conservare in frigorifero. Bere 30 ml al giorno mezz'ora prima di colazione.
  2. Trattamento delle vene varicose con foglie di Kalanchoe. Macinateli, metteteli in un barattolo da 0,5 litri, le foglie dovrebbero riempirlo per metà. Versare l'acqua e lasciare in un luogo buio per 7 giorni. Agita il barattolo una volta al giorno. Filtrare l'infuso e strofinare le gambe durante la notte (dai piedi alle cosce). Il corso del trattamento è di 1 mese.
  3. Ringiovanimento degli arti con i mirtilli. Tritate le bacche. Applicare la pappa risultante alle gambe per 1 ora. Dopo risciacquare con acqua.
  4. Pulire i vasi con limone e aglio. Questo rimedio non solo aiuterà a pulire il sistema circolatorio, ma anche a ridurre i livelli di colesterolo e ad alleviare il mal di testa. Tritate 4 limoni e 4 teste d'aglio. Mescolare e versare 2,5 litri di acqua bollita fredda. Lasciar riposare 3 giorni in un barattolo con coperchio. Il trattamento è a lungo termine, ma efficace (dal 1 settembre al 30 maggio). Assumere 100 g a metà giornata.

È possibile curare malattie vascolari non molto avanzate delle gambe con rimedi popolari, ma prima si consiglia di consultare uno specialista. Dopotutto, anche una patologia minore può avere conseguenze negative, quindi questo deve essere fatto correttamente e in modo tempestivo..


Articolo Successivo
Monociti al di sopra del normale: cause, condizioni