Sanguinamento uterino


In diverse fasce d'età, le cause del sanguinamento nelle donne possono essere diverse, dalle patologie organiche a quelle endocrine. Non passano inosservati per la salute delle donne. In futuro, potrebbero verificarsi seri problemi con il concepimento di un bambino, inoltre, il sanguinamento uterino spesso causa anemia. Fino al 20% di tutti i casi richiede un trattamento di emergenza in un ospedale specializzato 24 ore su 24.

Il trattamento per il sanguinamento dipende dall'età, dallo stato di salute e dalla gravidanza del paziente. Fondamentalmente, la terapia include l'assunzione di droghe e rimedi popolari.

  • 1 Cos'è il sanguinamento uterino?
    • 1.1 Ragioni
      • 1.1.1 Caratteristiche dell'età dello sviluppo
      • 1.1.2 Periodo di gravidanza
      • 1.1.3 Periodo di lavoro
  • 2 sintomi
  • 3 Trattamento
    • 3.1 Medicina alternativa
    • 3.2 La tattica della donna prima dell'arrivo dell'ambulanza

Il sanguinamento uterino si riferisce a qualsiasi scarico di sangue dalla cavità uterina al di fuori del periodo mestruale. Dura 4-5 giorni e il ciclo stesso è 28. Il flusso di sangue dalla cavità uterina immediatamente dopo le mestruazioni, a metà del ciclo o se la loro durata è superiore a 5 giorni - tutto ciò indica lo sviluppo di sanguinamento uterino patologico, che sono classificati in:

  • polimenorrea - flusso mestruale a sviluppo ciclico con un intervallo di oltre 20 giorni;
  • ipermenorrea: mestruazioni abbondanti che durano più di una settimana;
  • metrorragia: la comparsa di secrezione mestruale tra le mestruazioni;
  • menometrorragia - mestruazioni, di intensità o durata più lunghe del normale per un particolare paziente.

Ogni tipo di sanguinamento può manifestarsi spontaneamente o manifestarsi per un lungo periodo. In alcuni casi, sono indicati il ​​trattamento di emergenza e l'eliminazione della causa sottostante, in altri - monitoraggio dinamico del paziente per 3-12 mesi.

Condizionalmente, tutte le cause della comparsa della patologia possono essere suddivise in base al meccanismo di occorrenza. Alcuni portano a disturbi organici nei tessuti della cavità uterina, con conseguenti danni vascolari e flusso sanguigno. Altri cambiamenti sono caratterizzati da un fallimento del background ormonale, provocando una violazione della produzione dell'endometrio nel suo rigetto fisiologico.

Cause di sanguinamento:

Gruppo di patologiaCausaPatologia
OrganicoPatologia della cerviceInfiammazione della cervice, polipi del canale cervicale, erosione della cervice, cancro
Malattie del corpo dell'uteroMioma, adenomiosi, polipi
Patologia delle appendiciGravidanza ectopica, infiammazione ovarica, policistica
Disturbi del sistema emostaticoTrombocitopenia, trombocitopatia, alterata sintesi dei fattori della coagulazione nelle malattie del fegato, carenza di vitamina K, disturbi congeniti nella sintesi della coagulazione del sangue nell'emofilia, malattia di von Willebrand
TraumaTrauma contusivo all'addome, abusi sessuali, coltellate, ecc..
DisfunzionaleOvulatorio
  • Disfunzione del follicolo - disturbo della funzione.
  • Ipofunzione del corpo luteo: ridotta capacità funzionale.
  • Persistenza del corpo luteo.
  • Emorragia ovulatoria intermestruale
AnovulatorioAtresia dei follicoli immaturi e persistenza a lungo o breve termine

Il sanguinamento uterino disfunzionale è più comune nelle donne con premestruale e menopausa. Sono segni di squilibrio ormonale e cambiamenti caratteristici nei tessuti ghiandolari. Più spesso sono con coaguli, ma ci sono anche scoperte. In quest'ultimo caso, c'è una combinazione di ragioni, ad esempio l'aggiunta di violazioni organiche.

Cause iatrogene - un gruppo separato, è una conseguenza dell'uso di ormoni, contraccettivi combinati, impostazione di un contraccettivo intrauterino, prescrizione inadeguata di agenti antipiastrinici, ecc..

L'età di inizio della pubertà (12-18 anni) è chiamata pre-riproduttiva. Il sanguinamento uterino durante questo periodo ha una serie di caratteristiche, molto spesso si sviluppano sullo sfondo di disfunzioni ovariche associate a disturbi ormonali. Inoltre, la causa può essere sovraccarico fisico, mancanza di un'alimentazione adeguata ed equilibrata, traumi psicologici e malattie congenite..

L'età riproduttiva in cui una donna è in grado di avere un figlio è il periodo dai 18 ai 45 anni. I principali disturbi patologici sono:

  • fallimenti dell'ovulazione;
  • instabilità del ciclo mestruale;
  • uso sistematico di contraccettivi ormonali;
  • possibili complicazioni associate alla gravidanza, al parto e al periodo postpartum.

Con la menopausa, il sanguinamento uterino è particolarmente grave, poiché non possono più essere associati a disturbi ormonali. Le cause delle violazioni sono poliposi, erosione, formazioni tumorali e disturbi del sistema di coagulazione del sangue. La condizione è urgente, richiede un trattamento immediato in un ospedale specializzato.

Il sanguinamento durante la gravidanza è sempre patologico. L'eccezione è l'impianto, che è caratterizzato dall'attaccamento dell'ovulo alle mucose dell'utero, l'endometrio. In questo caso, i vasi sanguigni sono traumatizzati e viene rilasciata una piccola quantità di sangue o sangue..

Cause di sanguinamento uterino nelle prime fasi:

  • gravidanza ectopica - attaccamento dell'ovulo nei tubi o altre localizzazioni non caratteristiche;
  • aborto spontaneo, aborto spontaneo;
  • gravidanza congelata - interruzione dell'ulteriore crescita e sviluppo del feto;
  • fecondazione sullo sfondo di malattie croniche del sistema riproduttivo femminile.

Sanguinamento da aborto spontaneo

In un secondo momento:

  1. 1. La placenta previa è una posizione atipica e insolita della placenta nella cavità uterina, quando gli organi vengono compressi sotto il peso del feto nelle fasi successive.
  2. 2. Distacco prematuro di una placenta normalmente localizzata.
  3. 3. Cicatrici sull'utero, formate a seguito di lesioni traumatiche, taglio cesareo a seguito di parto precedente, installazione impropria del dispositivo intrauterino e altri.
  4. 4. Varie malattie e danni organici alla cervice, tra cui l'erosione spesso diagnosticata.

Il sanguinamento durante il parto richiede sempre un'attenzione speciale da parte degli specialisti, poiché indicano cambiamenti patologici e indesiderabili che possono portare alla morte della madre e del feto, oltre a portare a gravi complicazioni del periodo postpartum. Le condizioni di emergenza includono:

  • posizione bassa della placenta o sua presentazione;
  • rottura dell'utero;
  • lesioni del canale del parto;
  • ritardo nella separazione della placenta o nella sua violazione.

Il sanguinamento uterino nel periodo postpartum è una grave complicanza che può svilupparsi su uno sfondo di tono uterino ridotto a seguito di trauma, rimozione incompleta della placenta, curettage meccanico incompetente o complicato della cavità uterina, in caso di placenta ritardata.

Una complicazione tardiva può essere attribuita all'endometrite, che è un'infiammazione dello strato mucoso interno dell'utero (endometrio) a seguito dell'attaccamento di un'infezione secondaria. Questa condizione patologica si sviluppa 3-5 giorni e più tardi..

Il volume del sangue rilasciato è di fondamentale valore diagnostico. Il sanguinamento abbondante è uno scarico che può riempire completamente un assorbente o un tampone in 1 ora e portare a perdite. Questa condizione porta a gravi perdite di sangue e complicazioni. Di solito si sviluppa sullo sfondo del danno all'arteria.

La durata del sanguinamento è un altro indicatore diagnostico. Anche se sono scarsi, possono essere osservati a lungo, il pericolo è lo scarico di più di una settimana e mezza. Il sangue scarlatto indica un nuovo rilascio di sangue dai tessuti danneggiati dell'utero, spessi e scuri - su un focolaio cronico di perdita di sangue.

Secrezioni di sangue scarlatto

Quando si redige un quadro clinico completo, è necessario prestare attenzione alla relazione di sanguinamento con un periodo specifico del ciclo mestruale..

Sintomi di anemia causata da sanguinamento:

  • debolezza generale, prestazioni ridotte;
  • mal di testa, vertigini;
  • ipotensione, sonnolenza;
  • colore della pelle pallida, flaccidità e secchezza.

La terapia del sanguinamento uterino in ospedale viene eseguita tenendo conto dell'età del paziente. Nelle ragazze di età inferiore ai 18 anni, i sintomi sintomatici ed emostatici vengono utilizzati utilizzando i seguenti mezzi:

  • Dicinon;
  • Etamsilato di sodio;
  • Tranexam.

Insieme a questo, vengono somministrati uterotonici: ossitocina, ergometrina.

Meno comunemente, vengono utilizzati farmaci ormonali: Klayra, Regulon e curettage terapeutico e diagnostico separato.

Per fermare il sanguinamento nelle donne in età riproduttiva, nel quadro delle cure di emergenza, il curettage terapeutico e diagnostico separato viene eseguito sotto il controllo dell'isteroscopia in combinazione con la terapia sintomatica con uterotonica ed emostatica, meno spesso viene utilizzata l'introduzione di una bobina ormonale (Mirena) e l'emostasi ormonale. Le compresse di Tranexam possono essere assunte a casa, ma il dosaggio è regolato esclusivamente da uno specialista.

Metodi simili sono usati nelle donne in postmenopausa, viene utilizzata anche l'isterectomia. Il rifornimento della perdita di sangue viene effettuato introducendo soluzioni colloidali e cristalloidi, sostituti del sangue. Ai fini della prevenzione, la terapia ormonale viene spesso utilizzata per stabilire un ciclo mestruale regolare, stimolare l'ovulazione, ecc..

Puoi fermare il sanguinamento mestruale o ridurne l'intensità a casa con rimedi popolari. Le seguenti ricette emostatiche aiuteranno:

  • 2 cucchiai. achillea secca versare 0,5 litri di acqua calda. Insistere per 1 ora, scolare. Bere 3 cucchiai tre volte al giorno prima di ogni pasto. l..
  • 2 cucchiai. l. Versare 300 ml di acqua calda nella sacca del pastore, coprire con un panno caldo, lasciare agire per 1,5 ore. Sforzo. Bere 1 cucchiaio. tre volte al giorno.
  • 1 cucchiaio. Versare le foglie di ortica secche con un bicchiere di acqua bollente, tenere a fuoco basso per 15-20 minuti. Raffreddare, scolare. Prendi 2 cucchiai. l. 3 volte al giorno prima dei pasti.
  • estratto di peperoncino (acquistato in farmacia), assumere 30 gocce 3 volte al giorno, particolarmente indicato per endometriosi e sanguinamento oncologico, che sono sistematici.

Le donne incinte in presenza di sanguinamento devono in ogni caso contattare immediatamente un ostetrico-ginecologo.

In caso di gravi emorragie e violazioni delle condizioni generali, è necessario chiamare un'ambulanza. Prima del loro arrivo, eseguire le seguenti manipolazioni:

  1. 1. Assumi una posizione orizzontale: sdraiati sulla schiena, metti un rullo o un cuscino sotto i piedi per ridurre il rischio di perdita di coscienza in caso di sanguinamento significativo (l'intensità dell'afflusso di sangue agli organi vitali - cervello, cuore, reni aumenta).
  2. 2. Metti freddo sul basso addome - una bottiglia di ghiaccio avvolta in un panno per 15 minuti con una pausa di 5 minuti per restringere i vasi sanguigni e ridurre il sanguinamento.
  3. 3. Prima dell'arrivo degli specialisti, non devi assumere alcun farmaco da solo. Sono consentite solo 30 gocce di tintura di acqua e pepe una volta.

Sanguinamento uterino: cause e sintomi, come fermarlo. Dicinone con sanguinamento uterino

Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Cos'è il sanguinamento uterino?

Cause di sanguinamento uterino

Le cause del sanguinamento uterino possono variare. Spesso sono causati da malattie dell'utero e delle appendici, come fibromi, endometriosi, adenomiosi), tumori benigni e maligni. Inoltre, il sanguinamento può verificarsi come complicanza della gravidanza e del parto. Inoltre, ci sono sanguinamento uterino disfunzionale - quando, senza patologia visibile da parte degli organi genitali, si verifica una violazione della loro funzione. Sono associati a una violazione della produzione di ormoni che colpiscono i genitali (disturbi nel sistema ipotalamo-ipofisi-ovaio).

Molto meno spesso, la causa di questa patologia possono essere le cosiddette malattie extragenitali (non associate ai genitali). Il sanguinamento uterino può verificarsi con danni al fegato, con malattie associate a disturbi emorragici (ad esempio, malattia di von Willebrand). In questo caso, oltre all'utero, i pazienti sono anche preoccupati per epistassi, gengive sanguinanti, lividi con piccoli lividi, sanguinamento prolungato con tagli e altri sintomi.

Sintomi di sanguinamento uterino

Il sintomo principale di questa patologia è lo scarico di sangue dalla vagina..

A differenza delle normali mestruazioni, il sanguinamento uterino è caratterizzato dalle seguenti caratteristiche:
1. Un aumento del volume di sangue secreto. Normalmente, durante le mestruazioni, vengono rilasciati da 40 a 80 ml di sangue. Con il sanguinamento uterino, il volume del sangue perso aumenta, pari a oltre 80 ml. Questo può essere determinato se diventa necessario cambiare i prodotti per l'igiene troppo spesso (ogni 0,5 - 2 ore).
2. Aumento della durata del sanguinamento. Normalmente, durante le mestruazioni, la dimissione dura dai 3 ai 7 giorni. In caso di sanguinamento uterino, la durata del sanguinamento supera i 7 giorni.
3. Violazione della regolarità della dimissione: il ciclo mestruale medio è di 21-35 giorni. Un aumento o una diminuzione in questo intervallo indica sanguinamento..
4. Sanguinamento dopo il rapporto.
5. Sanguinamento nelle donne in postmenopausa - all'età in cui le mestruazioni sono già cessate.

Pertanto, si possono distinguere i seguenti sintomi di sanguinamento uterino:

  • Menorragia (ipermenorrea) - mestruazioni eccessive (più di 80 ml) e prolungate (più di 7 giorni), mentre la loro regolarità rimane (si verificano dopo 21-35 giorni).
  • Metrorragia - spotting irregolare. Si verificano più spesso a metà del ciclo e non sono molto intensi.
  • Menometrorragia: sanguinamento prolungato e irregolare.
  • Polimenorrea - mestruazioni che si verificano più spesso di 21 giorni dopo.

Inoltre, a causa della perdita di volumi piuttosto grandi di sangue, un sintomo molto comune di questa patologia è l'anemia da carenza di ferro (una diminuzione della quantità di emoglobina nel sangue). È spesso accompagnato da debolezza, mancanza di respiro, vertigini, pallore della pelle..

Tipi di sanguinamento uterino

A seconda del momento in cui si verifica, il sanguinamento uterino può essere suddiviso nei seguenti tipi:
1. Il sanguinamento uterino del periodo neonatale è uno scarso spotting dalla vagina che si verifica più spesso nella prima settimana di vita. Sono collegati al fatto che durante questo periodo c'è un brusco cambiamento nello sfondo ormonale. Trasmettono da soli e non richiedono cure.
2. Le emorragie uterine della prima decade (prima dell'inizio della pubertà) - sono rare e sono associate a tumori ovarici che possono secernere una maggiore quantità di ormoni sessuali (tumori ormonali attivi). Quindi, si verifica la cosiddetta falsa pubertà..
3. Sanguinamento uterino giovanile - si verifica all'età di 12-18 anni (pubertà).
4. Sanguinamento durante il periodo riproduttivo (età compresa tra 18 e 45 anni): può essere disfunzionale, organico o associato a gravidanza e parto.
5. Sanguinamento uterino in menopausa - a causa di una violazione della produzione di ormoni o di malattie degli organi genitali.

A seconda della causa dell'evento, il sanguinamento uterino è suddiviso in:

  • Sanguinamento disfunzionale (può essere ovulatorio e anovulatorio).
  • Emorragia organica - associata a patologia genitale o malattie sistemiche (ad esempio, malattie del sangue, del fegato, ecc.).
  • Emorragia iatrogena - si verifica a seguito dell'assunzione di contraccettivi non ormonali e ormonali, farmaci che fluidificano il sangue, a causa dell'installazione di dispositivi intrauterini.

Sanguinamento uterino giovanile

Il trattamento, a seconda della condizione, può essere sintomatico: vengono utilizzati i seguenti mezzi:

  • farmaci emostatici: dicinone, vicasol, acido aminocaproico;
  • appaltatori uterini (ossitocina);
  • vitamine;
  • preparati di ferro;
  • procedure di fisioterapia.

Se il trattamento sintomatico è insufficiente, il sanguinamento viene interrotto con farmaci ormonali. Il raschiamento viene eseguito solo per emorragie gravi e pericolose per la vita.

Per la prevenzione di sanguinamenti ripetuti, vengono prescritti corsi di vitamine, fisioterapia, agopuntura. Dopo aver interrotto l'emorragia, vengono prescritti agenti estro-progestinici per ripristinare il normale ciclo mestruale. L'indurimento e l'esercizio fisico, una buona alimentazione, il trattamento delle infezioni croniche sono di grande importanza nel periodo di recupero.

Emorragia uterina durante il periodo riproduttivo

Nel periodo riproduttivo, ci sono molte cause di sanguinamento uterino. Questi sono principalmente fattori disfunzionali - quando una violazione della corretta produzione di ormoni si verifica dopo l'aborto, sullo sfondo di malattie endocrine, infettive, stress, intossicazione, assunzione di determinati farmaci.

Durante la gravidanza, il sanguinamento uterino precoce può essere una manifestazione di un aborto spontaneo o di una gravidanza extrauterina. Nelle fasi successive del sanguinamento dovuto alla placenta previa, deriva cistica. Durante il parto, il sanguinamento uterino è particolarmente pericoloso, il volume della perdita di sangue può essere grande. Una causa comune di sanguinamento durante il travaglio è il distacco della placenta, l'atonia uterina o l'ipotensione. Nel periodo postpartum, il sanguinamento si verifica a causa di parti delle membrane che rimangono nell'utero, ipotensione uterina o disturbi emorragici.

Spesso le cause del sanguinamento uterino nel periodo fertile possono essere varie malattie dell'utero:

  • mioma;
  • endometriosi del corpo dell'utero;
  • tumori benigni e maligni del corpo e della cervice;
  • endometrite cronica (infiammazione dell'utero);
  • tumori ovarici attivi con ormoni.

Sanguinamento associato alla gravidanza e al parto

Nella prima metà della gravidanza, il sanguinamento uterino si verifica quando c'è una minaccia di interruzione del normale o quando viene interrotta una gravidanza extrauterina. Queste condizioni sono caratterizzate da dolore nell'addome inferiore, mestruazioni ritardate e segni soggettivi di gravidanza. In ogni caso, se c'è sanguinamento dopo che la gravidanza è stata stabilita, è necessario cercare urgentemente un aiuto medico. Nelle fasi iniziali dell'aborto spontaneo, con un trattamento tempestivo e attivo, la gravidanza può essere mantenuta. Nelle fasi successive, diventa necessario eseguire la raschiatura.

Una gravidanza ectopica può svilupparsi nelle tube di Falloppio, nella cervice. Ai primi segni di sanguinamento, accompagnati da sintomi soggettivi della gravidanza sullo sfondo anche di un leggero ritardo nelle mestruazioni, è necessario cercare urgentemente un aiuto medico.

Nella seconda metà della gravidanza, il sanguinamento è un grande pericolo per la vita della madre e del feto, quindi richiedono cure mediche urgenti. Il sanguinamento si verifica durante la placenta previa (quando la placenta non si forma lungo la parete posteriore dell'utero, ma blocca parzialmente o completamente l'ingresso nell'utero), il distacco di una placenta normalmente localizzata o quando l'utero si rompe. In questi casi, l'emorragia può essere interna o esterna e richiede un taglio cesareo di emergenza. Le donne che sono a rischio di tali condizioni dovrebbero essere sotto stretto controllo medico..

Durante il travaglio, il sanguinamento è anche associato a previa o distacco della placenta. Nel periodo postpartum, le cause comuni di sanguinamento sono:

  • tono ridotto dell'utero e sua capacità di contrarsi;
  • parti della placenta che rimangono nell'utero;
  • disturbi emorragici.

Nei casi in cui il sanguinamento si verifica dopo la dimissione dall'ospedale di maternità, è necessario chiamare un'ambulanza per il ricovero urgente.

Emorragia uterina durante la menopausa

Sanguinamento uterino disfunzionale

Molto spesso, il sanguinamento disfunzionale è il risultato di un aborto artificiale o spontaneo.

Il sanguinamento uterino disfunzionale può essere:
1. Ovulatorio - associato alle mestruazioni.
2. Anovulatory - si verificano tra i periodi.

Con il sanguinamento ovulatorio, ci sono deviazioni nella durata e nel volume del sangue secreto durante le mestruazioni. Il sanguinamento anovulatorio non è associato al ciclo mestruale, il più delle volte dopo mestruazioni ritardate o meno di 21 giorni dopo l'ultimo periodo mestruale.

La disfunzione ovarica può causare infertilità, aborto spontaneo, quindi è estremamente importante consultare un medico in modo tempestivo se compaiono irregolarità mestruali..

Emorragia uterina rivoluzionaria

Il sanguinamento da rottura è chiamato sanguinamento uterino che si verifica durante l'assunzione di contraccettivi ormonali. Tale sanguinamento può essere minore, il che è un segno di un periodo di adattamento al farmaco..

In questi casi, consultare un medico per modificare la dose dell'agente utilizzato. Molto spesso, se si verifica un'emorragia da rottura, si consiglia di aumentare temporaneamente la dose del farmaco assunto. Se l'emorragia non si ferma o diventa più abbondante, è necessario eseguire un ulteriore esame, poiché la causa potrebbe essere varie malattie degli organi del sistema riproduttivo. Inoltre, il sanguinamento può verificarsi quando le pareti dell'utero sono danneggiate da un dispositivo intrauterino. In questo caso, è necessario rimuovere la spirale il prima possibile.

Quale medico devo contattare per sanguinamento uterino?

Se si verifica un'emorragia uterina, indipendentemente dall'età di una donna o una ragazza, dovresti consultare un ginecologo (iscriviti). Se il sanguinamento uterino inizia in una ragazza o una ragazza, è consigliabile contattare un ginecologo pediatrico. Ma se per qualche motivo è impossibile raggiungere una persona del genere, allora dovresti contattare un normale ginecologo di una clinica prenatale o di una clinica privata.

Sfortunatamente, il sanguinamento uterino può essere un segno non solo di una malattia cronica a lungo termine degli organi genitali interni di una donna, in cui è necessario un esame e un trattamento pianificati, ma anche dei sintomi di un'emergenza. Le condizioni di emergenza significano malattie acute in cui una donna ha bisogno di cure mediche qualificate urgenti per salvarsi la vita. E se tale aiuto non è fornito per l'emorragia urgente, la donna morirà.

Di conseguenza, è necessario consultare un ginecologo in un policlinico per sanguinamento uterino quando non ci sono segni di emergenza. Se il sanguinamento uterino è combinato con segni di emergenza, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza o ottenere il proprio mezzo di trasporto il prima possibile all'ospedale più vicino con un reparto ginecologico. Considera in quali casi il sanguinamento uterino dovrebbe essere considerato un'emergenza..

Prima di tutto, tutte le donne dovrebbero essere consapevoli che il sanguinamento uterino in qualsiasi fase della gravidanza (anche se la gravidanza non è confermata, ma c'è un ritardo di almeno una settimana) dovrebbe essere considerato come un'emergenza, poiché il sanguinamento è solitamente provocato da feti potenzialmente letali e futuri madri con condizioni come distacco di placenta, aborto spontaneo, ecc. E in tali condizioni, a una donna dovrebbe essere fornita assistenza qualificata per salvarle la vita e, se possibile, preservare la vita di un feto in procinto di nascere..

In secondo luogo, il sanguinamento uterino, che è iniziato durante o qualche tempo dopo il rapporto, dovrebbe essere considerato un segno di emergenza. Tale sanguinamento può essere dovuto a una patologia della gravidanza o un grave trauma ai genitali durante un precedente rapporto. In una situazione del genere, l'aiuto di una donna è vitale, poiché in sua assenza l'emorragia non si fermerà e la donna morirà di perdita di sangue, incompatibile con la vita. Per interrompere l'emorragia in una situazione del genere, è necessario suturare tutte le lacrime e le lesioni degli organi genitali interni o interrompere la gravidanza..

In terzo luogo, il sanguinamento uterino, che risulta essere abbondante, non diminuisce nel tempo, è combinato con un forte dolore nella parte inferiore dell'addome o nella parte bassa della schiena, provoca un forte deterioramento del benessere, pallore, diminuzione della pressione, palpitazioni, aumento della sudorazione e possibilmente svenimento, dovrebbe essere considerato un'emergenza. Una caratteristica comune di un'emergenza con sanguinamento uterino è il fatto di un netto deterioramento del benessere di una donna quando non può svolgere semplici attività quotidiane e quotidiane (non può alzarsi, girare la testa, le è difficile parlare, se cerca di sedersi a letto, cade immediatamente, ecc.), ma si trova letteralmente in uno strato o addirittura è inconscio.

Quali test ed esami può prescrivere un medico per il sanguinamento uterino?

Nonostante il sanguinamento uterino possa essere innescato da varie malattie, quando compaiono, vengono utilizzati gli stessi metodi di esame (analisi e diagnostica strumentale). Ciò è dovuto al fatto che il processo patologico con sanguinamento uterino è localizzato negli stessi organi: l'utero o le ovaie.

Inoltre, nella prima fase, vengono eseguiti vari esami per valutare le condizioni dell'utero, poiché il più delle volte il sanguinamento uterino è dovuto alla patologia di questo particolare organo. E solo se, dopo l'esame, la patologia dell'utero non è stata rilevata, vengono utilizzati metodi per esaminare il lavoro delle ovaie, poiché in tale situazione il sanguinamento è causato da un disturbo della funzione regolatrice delle ovaie. Cioè, le ovaie non producono la quantità richiesta di ormoni in diversi periodi del ciclo mestruale, e quindi il sanguinamento si verifica in risposta allo squilibrio ormonale..

Quindi, con il sanguinamento uterino, prima di tutto, il medico prescrive i seguenti test ed esami:

  • Analisi del sangue generale;
  • Coagulogramma (indicatori del sistema di coagulazione del sangue) (iscrizione);
  • Visita ginecologica (iscrizione) e visita agli specchietti;
  • Ecografia degli organi pelvici (iscriviti).

È necessario un esame emocromocitometrico completo per valutare il grado di perdita di sangue e se una donna ha sviluppato anemia. Inoltre, un esame del sangue generale consente di determinare se ci sono processi infiammatori nel corpo che possono causare sanguinamento uterino disfunzionale.

Un coagulogramma consente di valutare il lavoro del sistema di coagulazione del sangue. E se i parametri del coagulogramma non sono normali, la donna dovrebbe consultare e sottoporsi al trattamento necessario con un ematologo (iscriversi).

Una visita ginecologica consente al medico di sentire con le mani varie neoplasie nell'utero e nelle ovaie, per determinare la presenza di un processo infiammatorio modificando la consistenza degli organi. E un esame negli specchietti consente di vedere la cervice e la vagina, identificare le neoplasie nel canale cervicale o sospettare un cancro cervicale.

L'ecografia è un metodo altamente informativo che consente di rilevare infiammazioni, tumori, cisti, polipi nell'utero e nelle ovaie, iperplasia endometriale ed endometriosi. Cioè, infatti, gli ultrasuoni possono rilevare quasi tutte le malattie che possono causare sanguinamento uterino. Ma, sfortunatamente, il contenuto informativo degli ultrasuoni è insufficiente per la diagnosi finale, poiché questo metodo fornisce solo un orientamento nella diagnosi - ad esempio, l'ecografia può rilevare i fibromi uterini o l'endometriosi, ma per stabilire l'esatta localizzazione del tumore o dei focolai ectopici, determinarne il tipo e valutare lo stato dell'organo e tessuti circostanti - no. Pertanto, l'ecografia, per così dire, consente di determinare il tipo di patologia esistente, ma per chiarire i suoi vari parametri e scoprire le cause di questa malattia, è necessario utilizzare altri metodi di esame.

Quando vengono effettuati un esame ginecologico, un esame allo specchio, un'ecografia e un esame del sangue generale e un coagulogramma, dipende da quale processo patologico è stato rilevato nei genitali. Sulla base di questi esami, il medico può prescrivere le seguenti manipolazioni diagnostiche:

  • Raschiamento diagnostico separato (iscrizione);
  • Isteroscopia (iscrizione);
  • Risonanza magnetica (iscriviti).

Quindi, se vengono rilevati iperplasia endometriale, polipi del canale cervicale o endometrio o endometrite, il medico di solito prescrive un curettage diagnostico separato seguito da un esame istologico del materiale. L'istologia ti consente di capire se c'è un tumore maligno o una malignità dei tessuti normali nell'utero. Oltre al curettage, il medico può prescrivere un'isteroscopia, durante la quale l'utero e il canale cervicale vengono esaminati dall'interno con un dispositivo speciale: un isteroscopio. In questo caso, di solito viene eseguita prima l'isteroscopia e poi il curettage..

Se sono stati rilevati fibromi o altri tumori dell'utero, il medico prescrive l'isteroscopia per esaminare la cavità dell'organo e vedere la neoplasia con l'occhio.

Se è stata identificata l'endometriosi, il medico può prescrivere la risonanza magnetica per chiarire la posizione dei focolai ectopici. Inoltre, se viene identificata l'endometriosi, il medico può prescrivere un esame del sangue per il contenuto di ormoni follicolo-stimolanti, luteinizzanti, testosterone al fine di chiarire le cause della malattia..

Se sono state rilevate cisti, tumori o infiammazioni alle ovaie, non vengono eseguiti ulteriori esami, poiché non sono necessari. L'unica cosa che un medico può prescrivere in questo caso è un'operazione laparoscopica (iscrizione) per rimuovere le neoplasie e un trattamento conservativo per il processo infiammatorio.

Nel caso in cui, in base ai risultati dell'ecografia (iscrizione), dell'esame ginecologico e dell'esame negli specchi, non sia stata rilevata alcuna patologia dell'utero o delle ovaie, si presume un sanguinamento disfunzionale a causa di una violazione dell'equilibrio ormonale nel corpo. In una tale situazione, il medico prescrive i seguenti test per determinare la concentrazione di ormoni che possono influenzare il ciclo mestruale e l'aspetto del sanguinamento uterino:

  • Un esame del sangue per i livelli di cortisolo (idrocortisone);
  • Analisi del sangue per il livello di ormone stimolante la tiroide (TSH, tireotropina);
  • Un esame del sangue per il livello di triiodotironina (T3);
  • Analisi del sangue per il livello di tiroxina (T4);
  • Un esame del sangue per la presenza di anticorpi contro la perossidasi tiroidea (AT-TPO);
  • Un esame del sangue per la presenza di anticorpi contro la tireoglobulina (AT-TG);
  • Un esame del sangue per il livello di ormone follicolo-stimolante (FSH);
  • Un esame del sangue per il livello di ormone luteinizzante (LH);
  • Analisi del sangue per il livello di prolattina (registrazione);
  • Analisi del sangue per i livelli di estradiolo;
  • Analisi del sangue per deidroepiandrosterone solfato (DEA-S04);
  • Analisi del sangue per i livelli di testosterone;
  • Un esame del sangue per il livello di globulina legante gli ormoni sessuali (SHBG);
  • Esame del sangue per il livello di 17-OH progesterone (17-OP) (iscriviti).

Trattamento del sanguinamento uterino

Il trattamento del sanguinamento uterino è mirato, prima di tutto, a fermare il sanguinamento, reintegrare la perdita di sangue, nonché eliminare la causa e prevenirla. Tutte le emorragie vengono trattate in ambiente ospedaliero, perché prima di tutto, è necessario eseguire misure diagnostiche per scoprire la loro causa.

I metodi per fermare l'emorragia dipendono dall'età, dalla loro causa e dalla gravità della condizione. Uno dei principali metodi di arresto chirurgico dell'emorragia è un curettage diagnostico separato: aiuta anche a identificare la causa di questo sintomo. Per fare ciò, raschiare l'endometrio (membrana mucosa) viene inviato per l'esame istologico. Il raschiamento non viene eseguito con sanguinamento giovanile (solo se il sanguinamento pesante non si ferma sotto l'influenza di ormoni ed è in pericolo di vita). Un altro modo per fermare il sanguinamento è l'emostasi ormonale (l'uso di grandi dosi di ormoni) - contraccettivi orali estrogenici o combinati (non-ovlon, rigevidon, mersilon, marvelon).

Durante la terapia sintomatica vengono utilizzati i seguenti farmaci:

  • farmaci emostatici (vicasol, dicinone, acido aminocaproico);
  • appaltatori uterini (ossitocina);
  • a bassi valori di emoglobina - preparati di ferro (maltofer, fenuls) o componenti del sangue (plasma fresco congelato, massa di eritrociti);
  • vitamine e farmaci vaso-rinforzanti (askorutin, vitamine C, B6, NEL12, acido folico).

Dopo aver interrotto l'emorragia, impedirne il rinnovamento. In caso di disfunzione, questo è un corso di farmaci ormonali (contraccettivi orali combinati o gestageni), l'installazione di un dispositivo intrauterino che produce ormoni (Mirena). Se viene rilevata una patologia intrauterina, trattano endometrite cronica, polipi endometriali, fibromi uterini, adenomiosi, iperplasia endometriale.

Agenti emostatici utilizzati per l'utero
sanguinamento

Dicinone con sanguinamento uterino

Il dicinone (ethamsylate) è uno dei farmaci più comuni usati per il sanguinamento uterino. Appartiene al gruppo dei farmaci emostatici (emostatici). Il dicinone agisce direttamente sulle pareti dei capillari (i vasi più piccoli), riduce la loro permeabilità e fragilità, migliora la microcircolazione (flusso sanguigno nei capillari) e migliora anche la coagulazione del sangue nei luoghi in cui i piccoli vasi sono danneggiati. Tuttavia, non causa ipercoagulazione (aumento dei coaguli di sangue) e non restringe i vasi sanguigni.

Il farmaco inizia a funzionare entro 5-15 minuti dopo la somministrazione endovenosa. Il suo effetto dura 4-6 ore.

Dicinon è controindicato nei seguenti casi:

  • trombosi e tromboembolia;
  • malattie del sangue maligne;
  • ipersensibilità al farmaco.

Il metodo di somministrazione e la dose sono determinati dal medico in ogni caso di sanguinamento. Per la menorragia, si consiglia di assumere le compresse di dicinone, a partire dal 5 ° giorno delle mestruazioni previste e terminando il quinto giorno del ciclo successivo.

Cosa fare in caso di sanguinamento uterino prolungato?

Per sanguinamento uterino prolungato, è importante consultare un medico il prima possibile. Se ci sono segni di anemia grave, è necessario chiamare un'ambulanza per interrompere l'emorragia e un'ulteriore osservazione in ospedale.

I principali segni di anemia:

  • grave debolezza;
  • vertigini;
  • abbassamento della pressione sanguigna;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • pallore della pelle;
  • svenimento.

Rimedi popolari

Come rimedi popolari per il trattamento del sanguinamento uterino, vengono utilizzati decotti ed estratti di achillea, pepe d'acqua, borsa del pastore, ortica, foglie di lampone, pimpinella e altre piante medicinali. Ecco alcune semplici ricette:
1. Infuso di erbe achillea: 2 cucchiaini di erbe secche vengono versate con un bicchiere di acqua bollente, infuse per 1 ora e filtrate. Assumere 4 volte al giorno, 1/4 tazza di infuso prima dei pasti.
2. Infuso di erbe borsetta del pastore: 1 cucchiaio di erba secca viene versato con un bicchiere di acqua bollente, infuso per 1 ora, avendo precedentemente avvolto, quindi filtrato. Prendi 1 cucchiaio, 3-4 volte al giorno prima dei pasti.
3. Infuso di ortica: si versa 1 cucchiaio di foglie secche con un bicchiere di acqua bollente, si fa bollire per 10 minuti a fuoco basso, quindi si fa raffreddare e si filtra. Prendi 1 cucchiaio 4-5 volte al giorno.

L'uso di rimedi popolari è consentito solo dopo aver consultato un medico, perché il sanguinamento uterino è un sintomo di varie malattie, spesso piuttosto gravi. Pertanto, è estremamente importante trovare la causa di questa condizione e iniziare il trattamento il prima possibile..

Autore: Pashkov M.K. Coordinatore del progetto sui contenuti.


Articolo Successivo
Neutrofili a bastoncello