Aria insufficiente durante la respirazione: 4 gruppi di motivi, cosa fare, misure preventive


Dall'articolo imparerai le cause dell'improvvisa mancanza di respiro, perché comprime il petto e diventa difficile respirare, cosa fare e come fermare un attacco.

Quando è difficile per una persona respirare, c'è una sensazione di soffocamento - questo indica una mancanza di normale apporto di ossigeno al corpo umano.

Questa condizione è considerata un indicatore di gravi malattie da parte dei sistemi cardiovascolare, nervoso centrale e autonomo, patologia dei polmoni, del sangue e di alcune altre condizioni (gravidanza, squilibrio ormonale, attività fisica e così via).

Fiato corto

A seconda della frequenza respiratoria, la mancanza di respiro viene diagnosticata come tachipnea - più di 20 respiri / minuto o come bradipnea - meno di 12 respiri / minuto. Inoltre, la dispnea si distingue in inspirazione - inspirazione ed espirazione - espiratoria. Potrebbe esserci una variante mista della dispnea. Esistono altre caratteristiche della mancanza di respiro, correlate alle cause della condizione patologica:

  • con l'ostruzione meccanica delle vie aeree, si verifica dispnea di tipo misto, l'età è spesso bambini, non c'è espettorato, la presenza di un corpo estraneo provoca infiammazione;
  • con l'anemia, anche il tipo di mancanza di respiro è misto, non c'è espettorato, ma i sintomi si sviluppano gradualmente, la particolarità è il pallore della pelle, è necessaria una diagnosi del fattore scatenante della patologia;
  • con cardiopatia ischemica, la respirazione è pesante d'ispirazione con rantoli gorgoglianti, più spesso dispnea, convulsioni, mentre l'acrocianosi è evidente, estremità fredde, vene cervicali gonfie, molto catarro, l'età è anziana;
  • la lesione cerebrale traumatica dà dispnea aritmica di tipo misto, l'espettorato è assente, sono possibili convulsioni, paralisi, perdita di coscienza, a volte si sente tosse e respiro sibilante grave, non ci sono età, differenze di genere;
  • restringimento dei bronchi, perdita di elasticità dei polmoni causa difficoltà o respiro accelerato;
  • la dispnea cerebrale appare a causa di irritazione patologica del centro respiratorio (tumore, emorragia), sono possibili un nodo alla gola, difficoltà respiratorie e tosse.

Le principali cause dei disturbi respiratori

Quando è difficile respirare e non c'è abbastanza aria, il motivo potrebbe essere diversi processi fisiologici, che sono controllati da una sostanza speciale - un tensioattivo, che riveste la superficie interna dei polmoni. L'essenza della sua azione è la penetrazione senza ostacoli dell'ossigeno nell'albero broncopolmonare, prevenzione del collasso delle pareti degli alveoli durante la respirazione, miglioramento dell'immunità locale, protezione dell'epitelio bronchiale, prevenzione dell'ipossia. Meno tensioattivo, più difficile è respirare per una persona..

Le cause della mancanza di respiro possono essere condizioni patologiche: stress, allergie, inattività fisica, obesità, ernia, cambiamenti climatici, sbalzi di temperatura, fumo, ma l'essenza dei cambiamenti che si verificano è sempre associata alla concentrazione di tensioattivo nella membrana grassa interna degli alveoli. Diamo uno sguardo più da vicino alla principale occorrenza della dispnea.

Cardiaco

La causa più comune di mancanza di respiro e attacchi d'asma è la malattia cardiaca. La mancanza di respiro in questo caso è di natura inspiratoria, accompagna l'insufficienza cardiaca, aggravata di notte a riposo, sdraiata. Oltre alla mancanza di aria, il paziente è preoccupato per i dolori pressanti al petto, il gonfiore delle estremità, la cianosi della pelle, una costante sensazione di stanchezza, debolezza. Tali sintomi sono tipici di:

  • Cardiopatia ischemica, angina pectoris;
  • aritmie;
  • cardiomiopatie;
  • difetti cardiaci di varia origine;
  • miocardite, pericardite, pancardite di varie eziologie;
  • CHF;
  • anomalie anatomiche congenite o acquisite;
  • AMI;
  • processi distrofici.

Polmonare

Il secondo posto tra i fattori scatenanti della mancanza di respiro è occupato da cambiamenti patologici nei polmoni. La dispnea è mista, si verifica sullo sfondo di:

  • BPCO;
  • TELA;
  • asma, bronchite;
  • polmonite;
  • pneumosclerosi;
  • enfisema;
  • idro- o pneumotorace;
  • crescita del tumore;
  • tubercolosi;
  • corpo estraneo;

La mancanza di respiro aumenta gradualmente, la situazione è aggravata da cattive abitudini, un ambiente sfavorevole. L'essenza del processo è l'ipossia tissutale con lo sviluppo di encefalopatia, atassia.

È difficile respirare, il catarro è viscoso, richiede uno sforzo quando si tossisce, si sviluppa un disagio retrosternale, le vene cervicali si gonfiano, i pazienti assumono una posizione forzata: seduti, appoggiando le mani sulle ginocchia.

La componente asmoide si unisce, il paziente soffoca, va nel panico, perde conoscenza. Il paziente cambia esternamente: il torace assume la forma di una botte, le vene si dilatano, gli spazi intercostali aumentano. Radiograficamente, viene diagnosticata l'espansione della metà destra del cuore, il ristagno inizia sia nel cerchio piccolo che in quello grande della circolazione sanguigna. Tosse produttiva, a volte febbre.

Un'altra causa grave della perdita improvvisa del normale apporto di ossigeno ai polmoni è un corpo estraneo. Più spesso questo accade ai bambini durante il gioco, quando una piccola parte di un giocattolo entra in bocca o durante il pasto - ostruzione dei bronchi con un pezzo di cibo. Il bambino inizia a diventare blu, soffoca, perde conoscenza, c'è il rischio di arresto cardiaco in caso di cure mediche premature.

Diventa anche difficile respirare con il tromboembolismo delle arterie polmonari, che si verifica all'improvviso, spesso sullo sfondo di vene varicose, malattie del pancreas o del cuore. Appare un respiro pesante, sembra che il cuore prema sul petto.

La mancanza di ossigeno può essere causata dalla groppa - edema laringeo con stenosi, laringite, difterite, edema di Quincke, allergie banali. In questi casi, è necessaria assistenza medica di emergenza, inclusa una tracheotomia o ventilazione meccanica..

Cerebrale

A volte la difficoltà di respirazione è associata a danni ai centri vasomotori cerebrali. Ciò accade con lesioni, ictus, edema cerebrale, encefalite di varia origine.

La respirazione patologica in questi casi si manifesta in modi diversi: la frequenza dei movimenti respiratori può aumentare o diminuire fino a quando la respirazione si arresta completamente. L'effetto tossico dei microbi provoca febbre, ipossia, mancanza di respiro rumorosa. Questa è una reazione compensatoria del corpo in risposta all'eccessiva acidificazione dell'ambiente interno..

VSD, nevrosi, isteria provocano una sensazione di mancanza d'aria, ma non ci sono prove oggettive di asfissia, gli organi interni funzionano normalmente. La mancanza di respiro emotiva è alleviata dai sedativi senza conseguenze negative.

La difficoltà di respirazione si verifica sullo sfondo di un tumore al cervello, che molto spesso porta all'impossibilità di inspirazione-espirazione indipendente, richiede ventilazione meccanica.

Ematogeno

La sensazione di pesantezza al petto della genesi ematogena è caratterizzata da una violazione della composizione chimica del sangue. La concentrazione di anidride carbonica inizia a prevalere, si forma l'acidosi, i prodotti metabolici acidi circolano costantemente nel flusso sanguigno.

Un tale quadro è tipico per anemia, neoplasie maligne, coma diabetico, insufficienza renale cronica e potenti intossicazioni. Il paziente è preoccupato per la respirazione pesante, ma l'inalazione e l'espirazione non sono disturbate, i polmoni e il muscolo cardiaco non sono interessati. La causa della mancanza di respiro è una violazione dell'equilibrio gas-elettrolita del sangue.

Altri fattori scatenanti per mancanza d'aria

La sensazione di un'improvvisa mancanza d'aria senza una ragione apparente è familiare a molti: non puoi né respirare né espirare senza dolore al petto, non c'è abbastanza aria, respirare è difficile. Primi pensieri su un attacco di cuore, ma più spesso è un'osteocondrosi banale. Il test può essere l'assunzione di nitroglicerina o Validol. Nessun risultato: conferma della genesi neurologica di un attacco di soffocamento.

Oltre all'osteocondrosi, può essere nevralgia intercostale o ernia intervertebrale. La nevralgia dà dolore al punto, aggravato dall'inalazione, dal movimento. Ma è proprio questo dolore che può provocare mancanza di respiro cronica, che ricorda l'asma cardiaco..

L'ernia intervertebrale provoca dolore periodico, che è piuttosto forte nelle sensazioni. Se si verificano dopo l'esercizio, diventano simili a un attacco di angina.

Se di notte non c'è abbastanza aria in uno stato calmo, è difficile respirare, si sviluppa una tosse e una sensazione di nodo alla gola: tutti questi sono segni della norma per una donna incinta. L'utero in crescita sostiene il diaframma, l'inspirazione e l'espirazione modificano l'ampiezza, la formazione della placenta aumenta il flusso sanguigno totale, il carico sul cuore e provoca un aumento dei movimenti respiratori per compensare l'ipossia. Spesso le donne incinte non solo hanno difficoltà a respirare, ma cacciano anche per sbadigliare: questa è una conseguenza della stessa ipossia.

Il momento più pericoloso durante questo periodo è la capacità di saltare l'anemia, il tromboembolismo, la progressione dell'insufficienza cardiaca, che è irta di gravi conseguenze fino alla morte.

In altre parole, un sintomo di respirazione difficile e pesante può indicare una disfunzione di quasi tutti i sistemi del corpo umano, richiede l'atteggiamento più attento a se stesso e talvolta un'assistenza qualificata urgente.

Cosa fare se si verifica un attacco di soffocamento

L'algoritmo delle azioni in caso di attacco di soffocamento, respiro pesante dipende dalla causa che ha causato la patologia. Ma ci sono regole generali che si consiglia di seguire con crescente mancanza di respiro:

  • prima di tutto, devi calmarti e cercare di valutare sobriamente la situazione, senza panico;
  • se il disturbo respiratorio è accompagnato da una crescente mancanza di respiro, dolori al petto, arrossamento del viso, chiamare urgentemente un'ambulanza;
  • i tessuti pastosi della testa e del viso, le labbra gonfie, le guance, gli occhi gonfi indicano l'edema di Quincke;
  • stordimento, perdita di coscienza, capogiri, ipotensione, vertigini, nausea, cefalea occipitale, iperidrosi, brividi, oscurità davanti agli occhi - sintomi tipici del VSD;
  • prima dell'arrivo dell'ambulanza, garantire un minimo di movimento per la vittima;
  • libero accesso all'aria fresca;
  • prendere sedativi: Corvalol, motherwort, Valerian;
  • altri farmaci possono essere assunti solo se il motivo è chiaro, il regime terapeutico è stato concordato in precedenza con il medico (non il primo attacco): Suprastin, Berodual, Nitroglicerina.

Dopo l'arrivo dei medici, tutte le azioni intraprese devono essere comunicate alla squadra dell'ambulanza. Se viene offerto il ricovero in ospedale, è meglio non rifiutarlo, le conseguenze di ogni attacco di respiro pesante possono essere imprevedibili.

Diagnosi di patologia

L'algoritmo delle azioni per fare una diagnosi in caso di insufficienza respiratoria è standard:

  • raccolta di anamnesi, esame fisico;
  • tonometria, monitoraggio della frequenza cardiaca, misurazione della frequenza respiratoria;
  • UAC, OAM, biochimica - screening del benessere generale del paziente;
  • ECG, EchoCG;
  • Halter;
  • prove di stress;
  • radiografia del torace, TC, MSCT, MRI;
  • analisi dell'espettorato con coltura e determinazione della sensibilità dei microbi agli antibiotici;
  • tomogramma;
  • EEG;
  • Ultrasuoni della tiroide;
  • Consulto medico ORL.

Questo è un esame clinico minimo obbligatorio di ogni paziente con dispnea di origine sconosciuta..

Prevenzione

Per prevenire la mancanza di respiro, è necessario stabilire una dieta equilibrata con una quantità sufficiente di grassi. Il fatto è che il tensioattivo responsabile della normale attività respiratoria è un fosfolipide.

La funzione chiave dei grassi nel nostro corpo è proprio la sintesi di questa sostanza. I prodotti a basso contenuto di grassi aggravano il problema respiratorio insorto, provocano un calo della concentrazione di tensioattivo negli alveoli, ipossia e affanno associato, respiro pesante.

Gli alimenti più utili che correggono la dieta in questo caso sono avocado, olive, frutti di mare e pesce di mare, noci - tutto ciò che contiene acidi OMEGA-3.

L'ipossia non è solo un fattore scatenante per distress respiratorio, provoca insufficienza cardiaca ed è una causa comune di morte prematura. È particolarmente importante che le donne incinte formulino correttamente la loro dieta, poiché la salute del bambino dipende da questo..

Prendersi cura del proprio sistema respiratorio è facile. Oltre a una corretta alimentazione, si consiglia:

  • visitare grotte di sale, stanze;
  • gonfiaggio giornaliero di palloncini: da 5 a 10 palloncini;
  • camminare di più, a passo svelto;
  • vai in palestra;
  • correre;
  • nuotare;
  • dormire a sufficienza;
  • abbandonare completamente le cattive abitudini;
  • sbarazzarsi di situazioni stressanti (spesso una sensazione di rabbia o paura provoca mancanza di respiro);
  • sottoporsi annualmente a una visita medica con la misurazione del rapporto di alta pressione;
  • bere corsi preventivi di multivitaminici e microelementi;
  • curare tempestivamente raffreddori, SARS, influenza, infezioni.

L'essenza della prevenzione degli attacchi di respiro pesante è uno stile di vita sano e la ricerca tempestiva di assistenza medica, se si presenta tale necessità.

Letteratura

  1. Doletskiy A.A., Shchekochikhin D.Yu., Maximov M.L. Diagnosi differenziale di dispnea nella pratica clinica // M. RMJ, 2014.
  2. Amao E., Val E., Michel F. Sindrome di Platypnea-orthodeoxia // Rev. Clin. Esp. 2013.
  3. Arena R., Sietsema K.E. Test da sforzo cardiopolmonare nella valutazione clinica di pazienti con malattie cardiache e polmonari // Circolazione. 2011.
  4. Toma N., Bicescu G., Dragoi R. et al. Test da sforzo cardiopolmonare in diagnosi differenziale di dispnea // Maedica (Buchar). 2010.
  5. Banzett R.B., Pedersen S.H., Schwartzstein R.M., Lansing R.W. La dimensione affettiva della dispnea di laboratorio: la fame d'aria è più spiacevole del lavoro / sforzo // Am. J. Respir. Crit. Care Med. 2008.

Per archiviare e organizzare eventuali analisi mediche, installa l'applicazione Ornament sul tuo smartphone. Basta scattare una foto del modulo dei risultati del test in Ornament o scaricare il file pdf dei risultati del test inviato dal laboratorio. Ornament leggerà e salverà automaticamente le informazioni.

Ornament controlla le analisi caricate rispetto alla norma. E evidenzia in giallo eventuali deviazioni dalla norma. L'ornamento valuta anche le condizioni generali dei singoli organi e sistemi da 1 a 5 punti. Se i punteggi scendono al di sotto di 4, dovresti consultare il medico. Direttamente in Ornament, nella sezione "Community", i consulenti medici rispondono anche alle domande degli utenti.

Scarica Ornament gratuitamente da Google Play Market e App Store.

Mancanza di respiro - cause, sintomi e trattamento

La mancanza di respiro è uno dei disturbi di salute più comuni, che porta molte persone in tutto il mondo a consultare un medico. Tuttavia, è importante distinguere tra la normale mancanza di respiro fisiologica a seguito di un duro lavoro o passatempo attivo, dopo di che la respirazione viene ripristinata e mancanza di respiro patologica che accompagna varie malattie, di cui parleremo oggi.

Mancanza di respiro - che cos'è

La mancanza di respiro (dispnea) è una condizione speciale o un sintomo di varie malattie, in cui una persona si sente a corto di fiato. Per questo motivo, nel petto compaiono sensazioni di disagio e talvolta altri disturbi respiratori, sotto forma di respirazione più frequente e superficiale, comparsa di rumori al petto.

Di norma, la presenza di mancanza di respiro viene notata non solo dalla persona in cui è presente, ma anche dalle persone intorno a loro, quindi la dispnea ha una gravità pronunciata.

Dispnea - ICD

ICD-10: R06.8
ICD-9: 786.0
ICD-9-KM: 786.09

Mancanza di respiro - cause

Considera le principali cause della mancanza di respiro, a seconda della posizione della patologia.

Mancanza di respiro con malattie dell'apparato respiratorio

La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è un gruppo di malattie caratterizzate da una serie di alterazioni patologiche nella struttura dei polmoni e dei loro componenti (bronchioli, alveoli, ecc.), Con funzionamento alterato. I sintomi principali sono la mancanza di aria e una tosse umida, ad es. con scarico di espettorato. Di solito è cronico. Si trova spesso in fumatori o lavoratori con condizioni ambientali sfavorevoli (cantiere, officine di produzione, ecc.).

Il termine BPCO significa: enfisema polmonare, bronchite ostruttiva cronica, bronchiolite obliterante cronica, forme gravi di asma bronchiale, bronchiectasie, bissinosi, fibrosi cistica.

La bronchite è una malattia infiammatoria dei bronchi, solitamente di natura infettiva, in cui si verifica anche un restringimento del loro lume da una quantità eccessiva di secrezione coinvolta nella risposta immunitaria dell'organismo alla microflora patogena. Espettorato all'inizio di sieroso, e poi con una miscela di formazioni purulente. I sintomi principali sono respiro superficiale e tosse grave, febbre o temperatura corporea elevata con debolezza.

La polmonite è una malattia polmonare infiammatoria, il più delle volte di natura infettiva, in cui un segreto patologico appare negli alveoli, la funzione respiratoria è compromessa sotto forma di respiro superficiale e dolore al petto. Altri sintomi includono tosse lancinante, febbre, sibili durante la respirazione, debolezza.

La pleurite è una malattia infiammatoria dei fogli pleurici polmonari, accompagnata dalla perdita di fibrina su di essi o dall'eccessivo accumulo di liquido nella cavità pleurica. Sintomi: tosse, dolore toracico, febbre, debolezza, mancanza di respiro e con il progredire della malattia, spostamento tracheale.

Un tumore polmonare è una lesione benigna o maligna (cancro) che all'inizio dello sviluppo non si fa sentire, tuttavia, man mano che si sviluppa, a causa della compressione dei polmoni, compare una mancanza d'aria, che progredisce costantemente verso l'insufficienza respiratoria. Inoltre, il paziente sviluppa tosse, dolore toracico, perdita di peso graduale, debolezza e pelle pallida.

L'asma bronchiale è una malattia principalmente dei bronchi, in cui è più difficile per il paziente espirare che inspirare. È caratterizzato da un restringimento del lume bronchiale, che al momento di un attacco d'asma, a causa della contrazione del tessuto muscolare dei bronchi, si restringe ancora di più, a causa del quale l'aria viene trattenuta negli alveoli polmonari. Altri sintomi sono tosse, fastidio al torace, respiro superficiale, ortopnea. Se il broncospasmo non viene alleviato in tempo con l'aiuto dei broncomimetici (rilassano i muscoli delle vie aeree, il che provoca l'espansione dei bronchi), una persona può perdere conoscenza. Le principali cause di convulsioni sono l'esposizione a fattori allergici: polvere, polline, lana, fumo, cibo e altri.

La tubercolosi polmonare è una malattia polmonare infettiva caratterizzata dal lento sviluppo e dalla comparsa di infiammazione in questi organi, che colpisce gradualmente le cellule immunitarie e altre cellule del corpo. Caratterizzato da tosse, pelle pallida, debolezza, febbre, diminuzione dell'appetito, dolore al petto.

Il pneumotrax del polmone è una patologia caratterizzata dalla penetrazione di aria nella cavità pleurica, infatti, dove non deve entrare. Ciò porta alla compressione dei polmoni e alla compromissione della funzione respiratoria, a causa della quale vi è una mancanza di ossigeno, insufficienza respiratoria, spostamento degli organi mediastinici. Richiede cure mediche immediate. Sintomi: dolore acuto al petto, improvvisa comparsa di mancanza di respiro, comparsa di paura, abbassamento della pressione sanguigna, tosse, sudorazione.

L'embolia polmonare (EP) è una malattia polmonare in cui la circolazione sanguigna è compromessa in qualsiasi parte dei polmoni a causa di un blocco dell'arteria polmonare da un trombo. Per questo motivo, l'area tagliata dal cibo cessa di funzionare normalmente, mancanza di respiro, dolore toracico, diminuzione della pressione sanguigna, aritmie e talvolta tosse con sangue e svenimento..

Malattie della colonna vertebrale (osteocondrosi, cifosi, scoliosi, lordosi patologica, ernie intervertebrali, ecc.) - Quando si pizzicano il nervo o le linee sanguigne che passano nella colonna vertebrale, possono comparire vari disturbi in quasi tutti gli organi e sistemi e la funzione respiratoria non fa eccezione.

Altre malattie, disturbi e condizioni dell'apparato respiratorio che possono essere accompagnati da mancanza di respiro - laringite, tracheite, bronchiolite, silicosi, edema polmonare, sarcoidosi.

Inoltre, la causa potrebbe essere una posizione scomoda o un posto per dormire, in cui c'è un'eccessiva pressione sugli organi respiratori..

Mancanza di respiro con malattie del sistema cardiovascolare

Di norma, con le malattie cardiache, la mancanza di respiro (dispnea cardiaca) si manifesta durante lo sforzo fisico sul corpo, ad esempio salendo le scale. Tuttavia, con il progredire della malattia, la mancanza di respiro aumenta e può essere presente anche a riposo..

L'insufficienza cardiaca è una sindrome caratterizzata da una ridotta funzione di pompaggio miocardico. I sintomi principali sono la mancanza di aria durante l'esercizio, e nelle ultime fasi ea riposo, così come gonfiore delle gambe, dolore periodico al cuore, aritmie, pressione sanguigna instabile (alta e bassa), debolezza, attacchi di vertigini e svenimenti, colorazione bluastra sulla pelle delle gambe, dita delle mani e dei piedi, naso e orecchie.

L'ipertensione arteriosa (ipertensione) è una malattia del cuore e dei vasi sanguigni, caratterizzata da una pressione sanguigna costantemente alta, che porta a una violazione della funzione di pompaggio del miocardio. Sintomi: periodica mancanza d'aria, "mosche" davanti agli occhi, debolezza, mal di testa, tinnito, arrossamento della pelle del viso e talvolta dolore al cuore.

L'infarto miocardico è una lesione acuta del cuore causata da una violazione dell'afflusso di sangue all'area del muscolo cardiaco, che causa la morte in questo luogo, e quindi la sostituzione dei tessuti normali con tessuto cicatriziale. I sintomi principali sono un forte dolore al cuore, pelle pallida con sudorazione eccessiva, aritmie, un forte calo della pressione sanguigna, respirazione rapida e superficiale e mancanza di respiro. Una caratteristica distintiva è la "nitroglicerina", dopo la quale il dolore non scompare. Richiede cure mediche urgenti.

Cardiopatia infiammatoria - endocardite (infiammazione del rivestimento interno del cuore), miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco), pericardite (infiammazione del rivestimento esterno del cuore). Tutte e tre le malattie, oltre alla mancanza di aria, sono accompagnate da dolore al cuore, aritmie, pressione irregolare e altri segni di un disturbo dell'attività del muscolo cardiaco.

La tachicardia parossistica è un tipo di aritmia in cui si verifica una contrazione più frequente del muscolo cardiaco, a causa della quale viene interrotta la normale circolazione sanguigna e, di conseguenza, l'apporto di sangue a vari organi e tessuti. Sintomi: battito cardiaco accelerato, mancanza di respiro, attacchi di debolezza, calo della pressione sanguigna.

Mancanza di respiro nelle malattie del sistema nervoso

La neurastenia e altre forme di nevrosi sono un disturbo nevrotico distruttivo causato da un prolungato esaurimento psico-emotivo, in cui si sviluppa una serie di disturbi in vari organi e sistemi. I sintomi principali sono aritmie, cadute di pressione, mancanza di respiro, attacchi di debolezza, pensieri ossessivi, tremori alle mani, insonnia, stati depressivi, fobie e altri.

Distonia vegeto-vascolare (VVD), o distonia neurocircolatoria, è il nome collettivo di un gruppo di disturbi causati da un funzionamento alterato del sistema nervoso autonomo, che porta a malfunzionamenti periodici del cuore, dei vasi sanguigni e degli organi respiratori con i loro sintomi caratteristici.

Mancanza di respiro con malattie del sangue

L'anemia (anemia) è un gruppo di sindromi cliniche ed ematologiche o una malattia del sangue caratterizzata da una diminuzione del numero di globuli rossi e dell'emoglobina nel sangue. I motivi principali sono l'assunzione insufficiente di ferro, vitamine B9 e B12, nonché una maggiore distruzione dei componenti del sangue a causa di varie patologie, malattie e condizioni: mestruazioni, dieta, cancro del sangue e altri organi, ulcere gastrointestinali e altri. Sintomi: pallore della pelle e delle mucose, aumento della fatica, debolezza, vertigini, mal di testa, mancanza di respiro, tachicardia, compromissione mentale

Mancanza di respiro nelle malattie del sistema endocrino

L'obesità è una malattia caratterizzata da un eccessivo accumulo di cellule adipose nel corpo, che porta ad un aumento del peso corporeo e ad un eccessivo stress sul lavoro del cuore, dei vasi sanguigni, della colonna vertebrale e di altre parti del corpo. I motivi principali sono disturbi metabolici, stile di vita sedentario, malfunzionamento del sistema endocrino, eccesso di cibo sistematico. Sintomi: aumento della fatica, mancanza di respiro, disturbi del ritmo cardiaco, ipertensione, mal di testa.

L'ipertiroidismo (tireotossicosi) è una condizione patologica caratterizzata da un'eccessiva produzione della ghiandola tiroidea degli ormoni triiodotironina (T3) e tiroxina (T4). Sintomi: tachicardia e altre aritmie, aumento della fatica, nervosismo, riduzione dell'appetito, disturbi gastrointestinali, cadute di pressione.

Il diabete mellito è un gruppo di malattie endocrine causate dalla mancanza o dall'assenza dell'ormone insulina nel corpo, a seguito della quale il livello di glucosio nel sangue aumenta. Con il progredire della malattia, il peso corporeo diminuisce costantemente e compaiono disturbi nel lavoro del cuore e dei vasi sanguigni. Sintomi: bocca secca, sete costante, debolezza, guarigione prolungata delle ferite, dolore cardiaco, gonfiore alle gambe e al viso, visione offuscata, alterazioni della pressione sanguigna, mancanza di respiro.

Mancanza di respiro durante la gravidanza

Durante il periodo di portare un bambino nel corpo di una donna, si verificano una serie di cambiamenti sotto forma di aumento dovuto al feto dell'utero, che produce pressione sul diaframma, cuore, polmoni, aumento del volume sanguigno, aumento della respirazione e altri. Ma la causa principale della mancanza di respiro durante la gravidanza è ancora l'ostruzione dei polmoni da parte del diaframma..

L'aumento della mancanza di respiro durante la gravidanza si verifica quando compaiono preoccupazioni e sforzo fisico..

La normale frequenza respiratoria durante la gravidanza è di 22-24 al minuto. In assenza di gravidanza - 16-20.

Mancanza di respiro nei bambini

La falsa groppa è una malattia infiammatoria della laringe e della trachea, che porta a un restringimento del lume di quest'area respiratoria. I sintomi includono deterioramento della funzione respiratoria, difficoltà respiratorie (soprattutto di notte), tosse, febbre e nervosismo. Può portare al soffocamento, pertanto richiede cure mediche obbligatorie.

La sindrome da distress respiratorio nei neonati è una patologia che di solito si manifesta nei bambini prematuri, caratterizzata da una carenza nella membrana interna degli alveoli di un tensioattivo (una miscela di tensioattivi), che è coinvolto nello scambio di gas dei polmoni. Sintomi: pelle pallida o blu, frequenza respiratoria (RR) 60 o più, mancanza di respiro, letargia.

La cardiopatia è una patologia in cui, a causa di cuore e vasi sanguigni formati in modo improprio, il sangue arterioso e venoso viene miscelato e, di conseguenza, una violazione della saturazione di ossigeno nel sangue. L'ipossia si manifesta con la caratteristica mancanza di respiro, aritmie, abbassamenti della pressione sanguigna, vertigini e altri disturbi del sistema cardiovascolare.

Altre cause di mancanza di respiro

  • Binge eating;
  • Disturbi metabolici;
  • Iperventilazione dei polmoni.

Mancanza di respiro - sintomi

A seconda dell'eziologia e della localizzazione della malattia, accompagnata da una mancanza di aria, possono comparire i seguenti sintomi:

  • Aumento della fatica, perdita di forza, debolezza;
  • Attività mentale alterata;
  • Aumento del nervosismo, ansia;
  • Respirazione superficiale, tachicardia, extrasistole e altri tipi di aritmie;
  • Calo della pressione sanguigna;
  • Dolore al cuore, muscoli, articolazioni, addome;
  • Scolorimento della pelle a pallido, giallastro o bluastro;
  • Aumento o diminuzione della temperatura corporea.

Fiato corto

La classificazione è fatta come segue:

Per modulo:

Dispnea inspiratoria - manifestata come mancanza di respiro.

Mancanza di respiro espiratorio - si manifesta sotto forma di espirazione difficile.

Mancanza di respiro mista - caratterizzata da problemi con l'inalazione e l'espirazione allo stesso tempo.

A seconda della gravità (scala MRC)

0 gradi - i problemi respiratori compaiono dopo un buon sforzo fisico sul corpo.

Grado 1 (lieve): i disturbi respiratori compaiono quando si cammina velocemente o si salgono le scale.

2 gradi (medio) - un fallimento nella respirazione non consente a una persona di continuare il movimento veloce o qualsiasi lavoro fisico, a causa del quale deve fermarsi e attendere fino al ripristino della respirazione.

Grado 3 (grave): una persona deve fermarsi ogni pochi minuti per completare le attività quotidiane o camminare normalmente per ripristinare la funzione respiratoria.

Grado 4 (molto grave) - caratterizzato da mancanza di respiro anche a riposo.

A seconda della frequenza dei movimenti respiratori (RR):

Tachopnea - caratterizzata da respirazione rapida e superficiale con una frequenza respiratoria di 20 o più in 1 minuto.

Bradipnea - caratterizzata da un rallentamento della respirazione superficiale fino a 12 frequenze respiratorie e meno in 1 minuto.

Per eziologia

Mancanza di respiro fisiologico - appare solo con uno sforzo fisico eccessivo sul corpo;

Patologico - appare in presenza di patologie, malattie e altri fattori sfavorevoli che agiscono nel corpo.

Diagnosi della mancanza di respiro

La diagnostica della dispnea include:

  • Raccolta di reclami, anamnesi, esame visivo del paziente;
  • Analisi del sangue generale e biochimica;
  • Analisi generale e biochimica delle urine;
  • La spirometria è una misura non invasiva dei parametri del sistema respiratorio;
  • Radiografia del torace;
  • Elettrocardiografia: uno studio del lavoro del muscolo cardiaco;
  • Ultrasuoni del cuore;
  • Fonocardiografia.

Trattamento della mancanza di respiro

Il trattamento della mancanza di respiro dovrebbe prima di tutto basarsi sui dati di un esame del corpo e identificare la sua causa. Inoltre, i disturbi respiratori sono principalmente un sintomo di varie malattie e patologie, quindi la terapia dovrebbe essere mirata principalmente al loro trattamento. È da queste sfumature che dipende la scelta dei farmaci. Se scegli tu stesso i medicinali, non solo non puoi rimuovere i disturbi respiratori, ma anche danneggiare il corpo, o già sprecare tempo prezioso per eliminare patologie davvero pericolose per la vita, ad esempio infarto del miocardio, falsa groppa e altri.

La terapia conservativa per la mancanza di respiro può includere l'uso dei seguenti gruppi di farmaci:

Espettoranti e agenti mucolitici - usati per restringere il lume delle vie respiratorie con espettorato. I mucolitici aiutano a diluire il segreto patologico e gli espettoranti con l'aiuto della tosse per liberare le vie aeree.

Agenti cardiologici - utilizzati per il trattamento sintomatico delle malattie cardiache. Quindi, i glicosidi cardiaci (arrestando le aritmie e normalizzando il lavoro del cuore con carichi minimi su di esso) e il carico sul cuore si riducono quando si usano diuretici e vasodilatatori.

I broncodilatatori sono un gruppo di medicinali volti ad alleviare il broncospasmo e ad alleviare la mancanza di respiro. Questi includono agonisti del recettore β2-adrenergico, antagonisti del recettore M-colinergico, antispastici miotropici e altri.

I glucocorticosteroidi sono un gruppo di farmaci ormonali volti ad alleviare il gonfiore. Efficace per la falsa groppa e altri processi infiammatori gravi potenzialmente letali.

Gli antibiotici sono un gruppo di farmaci volti a distruggere la microflora batterica, che è una causa comune di malattie infettive dell'apparato respiratorio, del sistema cardiovascolare e di altri organi e sistemi. Gli antibiotici non sono efficaci per le infezioni virali.

Rimedi casalinghi per mancanza di respiro

Puoi prevenire un attacco di mancanza di respiro con una varietà di esercizi o rimedi popolari. Considerali, ma ricorda che i problemi respiratori regolari richiedono una valutazione medica..

Cambiamento della posizione del corpo. In alcune situazioni, condizioni o malattie, cambiare la posizione del corpo può non solo indebolire, ma anche fermare completamente la mancanza di respiro. Alcune di queste posizioni sono:

  • Sdraiati su una superficie uguale e posiziona piccoli cuscini o cuscini sotto la testa e le ginocchia.
  • Premi la parte posteriore di tutto il corpo contro il muro e resta in piedi per un po '..
  • Siediti su una sedia e rilassati, mentre la testa dovrebbe essere qualcosa di sostegno, ad esempio un poggiatesta.

Respirare con le labbra leggermente aperte. Aiuta soprattutto con la dispnea nervosa, ad es. problemi respiratori dovuti allo stress. Per eseguire l'esercizio, siediti dritto su una sedia e rilassati, comprimi le labbra, lasciando un piccolo spazio e inspira per 2 secondi, dopo aver espirato per 4 conteggi, e così via per 10 minuti, attenzione, con le labbra compresse.

Respirazione profonda e uniforme. Sdraiati su una superficie piana, metti le mani sullo stomaco e fai un respiro profondo attraverso il naso, mentre espandi la cavità addominale. Quindi trattieni il respiro per 2 secondi ed espira attraverso la bocca. Tempo di esercizio - 8 minuti.

Crea un microclima favorevole. La migliore ventilazione dei polmoni con l'ossigeno si verifica se la stanza è ben ventilata e l'aria al suo interno è leggermente fresca e umida. Un umidificatore è perfetto per questo..

Aromaterapia. Gli oli di alcune piante, ad esempio aghi di pino, menta, lavanda, hanno un ottimo effetto rilassante sul sistema nervoso. Inoltre danno al corpo la sensazione di essere saturi di ossigeno..

A passeggio. Per migliorare il funzionamento del cuore e degli organi respiratori, le passeggiate quotidiane all'aria aperta sono fantastiche. Si respira magnificamente nella foresta, sulla costa dei fiumi, e soprattutto nei mari e negli oceani. Se vivi in ​​una città, trova un giardino pubblico, un parco. Se non vuoi camminare per strada ogni giorno, prendi un cane. Nel corso degli anni, il tuo animale domestico ti farà dire grazie a Dio che è apparso nella tua vita..

A proposito, il professor Tove Fall e altri scienziati dell'Università di Uppsala (Svezia) hanno condotto uno studio e hanno concluso che i proprietari di cani, dopo aver sofferto di gravi malattie cardiovascolari, vivono il 33% più a lungo di quelli che non hanno animali..

Mirtillo. Versare 500 ml di acqua bollente con 5 cucchiai. cucchiai di mirtilli rossi, lasciare fermentare il prodotto per circa 1 ora, aggiungere 1-2 cucchiaini di miele naturale e bere durante il giorno, in parti uguali, per 4-5 approcci.

Mancanza di respiro prevenzione

Le misure preventive per prevenire la mancanza di respiro includono:

  • Visita tempestiva da un medico ai primi segni di varie malattie al fine di prevenire disturbi respiratori cronici;
  • Rispetto delle regole di igiene personale;
  • Evita l'ipotermia o il surriscaldamento del corpo, lo stress, l'aderenza al regime lavorativo e dormi a sufficienza;
  • Riempi il corpo di vitamine e macro-microelementi, particolarmente importante nei periodi autunno-inverno-primavera;
  • Muoviti di più, conduci uno stile di vita attivo;
  • Prendi un cane, quindi dovrai camminare con il tuo animale domestico 2-3 volte al giorno ogni giorno, e anche comprare una bicicletta, andare in palestra.
  • Guarda la tua dieta, dai la preferenza ai cibi ricchi di sostanze nutritive. Non mangiare troppo.

Mancanza di respiro e mancanza di respiro: cause, sintomi e trattamento

Nella maggior parte dei casi, la mancanza di ossigeno, mancanza di respiro o dispnea è un sintomo che segnala una grave compromissione del funzionamento del sistema respiratorio o cardiovascolare. La mancanza di respiro accompagna obbligatoriamente le persone con eccesso di peso, anemia o cattive abitudini.

Il trattamento della dispnea è prescritto a seconda della gravità della malattia: acuta, subacuta, cronica. La caratteristica principale nel determinare la complessità della dispnea è l'intensità della respirazione: la profondità dell'ispirazione e la frequenza dei movimenti respiratori (supera l'indicatore di 9 volte / 30 secondi). Va tenuto presente che la mancanza di ossigeno durante l'esercizio è normale, ma la mancanza di respiro a riposo è una patologia. La dispnea è classificata in tre tipi:

  1. Inspiratorio: mancanza di respiro causata dal restringimento del lume degli organi respiratori (trachea e bronchi). Può indicare lo sviluppo di asma, infiammazione acuta della pleura o trauma a causa del quale i bronchi sono stati compressi.
  2. Espiratorio: espirazione difficile, la cui causa è nascosta nei lumi ristretti dei piccoli bronchi. Evidenza di enfisema e malattia polmonare ostruttiva cronica.
  3. La dispnea mista si verifica in pazienti con patologie polmonari avanzate o insufficienza cardiaca.

Durante l'esame del paziente, il medico curante determina il grado di mancanza di respiro utilizzando la scala MRC.

EnergiaCondizioni di sviluppo
0 - nessuna patologiaAttività fisica essenziale
1 - lieve dispneaArrampicarsi, muoversi velocemente
2 - mancanza di respiro mediaCamminare a un ritmo misurato
3 - stadio graveA piedi si ferma ogni paio di minuti
4 - molto graveCarico minimo, stato di riposo
  • Come affrontare la mancanza di respiro nei primi minuti di un attacco?
  • Trattiamo la mancanza di respiro con rimedi popolari
  • Lo sport è il principale nemico della mancanza di respiro

Mancanza di respiro: cosa fare se hai difficoltà a respirare?

La comparsa di dispnea dovrebbe stimolare il paziente a visitare uno specialista. Le procedure obbligatorie per identificare la natura della dispnea comprendono l'esame a raggi X degli organi del torace, l'elettrocardiografia, l'ecocardiografia, la determinazione della composizione dei gas nel sangue e lo studio della funzione della respirazione esterna. La dispnea deve essere trattata eliminando le malattie che provocano disfunzioni respiratorie.

Come viene trattata la mancanza di respiro? Solo gli adattamenti dello stile di vita e della salute possono aiutare a ridurre o eliminare definitivamente gli attacchi di dispnea dalla routine quotidiana. Oltre alla terapia con broncodilatatori, il paziente dovrebbe occuparsi di sbarazzarsi di una cattiva abitudine come il fumo. La diminuzione del grado di mancanza di respiro dipende dalla forma fisica del paziente: maggiore è la resistenza allo stress, meno intensi sono i segni di dispnea.

Quali farmaci possono aiutare a ridurre la mancanza di respiro? Vale la pena ricordare che la manifestazione della dispnea in ogni persona è individuale. È impossibile trovare un rimedio universale per il trattamento della malattia. Tuttavia, l'elenco delle cose che un paziente con disfunzioni respiratorie deve avere con sé è un inalatore con un farmaco prescritto dal medico curante. Il compito funzionale di questo dispositivo è quello di somministrare convenientemente un farmaco responsabile dell'espansione del lume bronchiale nel corpo del paziente. I preparati per inalatori di aerosol contengono gruppi di farmaci ad azione rapida e prolungata.

Come affrontare la mancanza di respiro nei primi minuti di un attacco?

La dispnea può apparire inaspettatamente, quindi è importante conoscere le regole per l'esecuzione di misure di rianimazione urgenti. Ricorda che un pronto soccorso tempestivo per mancanza di respiro può prevenire la morte di una persona. La sequenza di azioni per il compito di alleviare immediatamente la mancanza di respiro è la seguente:

  1. Chiamare un'ambulanza.
  2. Fornire al paziente condizioni di riposo, rilassamento.
  3. Creazione di un afflusso di masse d'aria fresca.
  4. Accoglienza del paziente in posizione seduta o semi-seduta in cui le gambe sono abbassate.
  5. Inalazione di ossigeno (se possibile).
  6. Riassorbimento da parte del paziente di 1 compressa di nitroglicerina ogni 10 minuti.
  7. Assunzione di 40 mg di furosemide (1 compressa).

In alcuni casi può essere necessario applicare lacci emostatici di media tenuta agli arti (10 cm sotto la spalla per le braccia e 15 cm dalla zona inguinale per le gambe). Stringere le vene aiuta a ridurre il forte flusso sanguigno ai polmoni. Prima di applicare il laccio emostatico, assicurarsi che il paziente non soffra di vene varicose o tromboflebite. Durante gli attacchi di dispnea, è importante cercare di mantenere un'atmosfera di calma fino all'arrivo di un professionista qualificato che fornirà una gamma completa di opzioni di trattamento.

Trattiamo la mancanza di respiro con rimedi popolari

Il modo più comune, efficace ed economico per trattare la dispnea è utilizzare le risorse naturali: rimedi popolari comprovati che aiutano davvero a combattere la mancanza di respiro.

Preparare una miscela di ½ litro di miele, succo di 5 limoni e 5 teste d'aglio, macinate a pappa. Dopo una settimana di infusione dell'elisir, berlo quotidianamente nella quantità di 4 cucchiaini al giorno. Questa quantità di miscela aiuterà ad alleviare la mancanza di respiro entro un mese..

Una miscela di 150 g di aglio tritato e succo di 12 limoni aiuterà ad alleviare la dispnea negli anziani. Mescolare gli ingredienti, metterli in un recipiente a collo largo e coprire con tessuti leggeri. Insistere 24 ore. Istruzioni per l'uso: assunzione giornaliera di 1 cucchiaino di pre-shakerato e diluito in 120 ml di acqua pura medicinale per mancanza di respiro.

Per ridurre la gravità della dispnea polmonare, puoi fare una tintura di girasole: 300 g di petali gialli per 1 litro di vodka. Lascia in infusione per 3 settimane. L'assunzione giornaliera è di 40 gocce dopo i pasti o al bisogno.

Preparare il prossimo rimedio per la mancanza di respiro richiede molto tempo e fatica, ma il risultato non ti farà aspettare: niente soffocamento e altri come lui. Quindi, la sequenza di azioni:

  1. Spezza i germogli di patate a marzo.
  2. Asciugali fino a renderli fragili e ingialliti / anneriti.
  3. Macina l'ingrediente con una cotta.
  4. Versare in un contenitore da mezzo litro in modo che i germogli di patate tritati occupino circa la metà del volume del contenitore.
  5. Versare 700 ml di alcol.
  6. Insistere per 10 giorni.

Il trattamento della mancanza di respiro con tintura di patate è ridotto all'assunzione sistematica di farmaci secondo il seguente schema:

  • 1 giorno: mattina, pranzo e sera - 1 goccia,
  • 2 ° giorno: dose mattina, pomeriggio e sera - 2 gocce,
  • 3 giorni: prima di colazione, pranzo e cena - 3 gocce.

Continua a muoverti per aumentare la dose del farmaco per 25 giorni, fino a quando l'assunzione giornaliera è di 75 gocce. A partire dal 26 ° giorno, è necessario ridurre il volume giornaliero della tintura di 3 gocce al giorno: cioè, il 26 ° giorno di trattamento, il paziente deve utilizzare 72 gocce, il 27 ° giorno - 69, il 28 ° giorno di terapia - distribuire 66 gocce in tre dosi. Entro il giorno 51, il paziente tornerà alla dose iniziale di 1 goccia al giorno: in questa fase il corso può essere sospeso se gli attacchi di soffocamento si sono ritirati, oppure continuare il trattamento fino al completo recupero.

Nota: mescolare fino a 15 gocce di prodotto con 150 g di acqua e per 16-25 gocce assumere 200 g di liquido.

Lo sport è il principale nemico della mancanza di respiro

Fiato corto? Non abbiate fretta di acquistare farmaci o preparare miscele medicinali. Presta attenzione agli esercizi di respirazione! La seguente serie di esercizi può essere eseguita da un giovane, un anziano e un adulto. Il segreto principale di come curare la dispnea attraverso l'attività fisica è fare esercizio in modo sistematico, effettuando diversi approcci al giorno. Un carico salutare sugli organi respiratori aiuta non solo ad alleviare la mancanza di respiro, ma a purificare i polmoni, migliorare la loro efficienza lavorativa e sbarazzarsi di una serie di disturbi cronici.

  • Esercizio 1. Respirare attraverso il diaframma. Siediti sulla schiena con i cuscini sotto la testa e le ginocchia. Rilassati il ​​più possibile. Fai respiri lenti dentro e fuori. Posiziona le dita sulla pancia sotto le costole e senti il ​​movimento del diaframma su e giù. Cerca di esercitare pressione sullo stomaco mentre riempi il petto di aria in modo che rimanga fermo. Inspirare in tre conteggi, espirare in 6. Il carico ottimale durante l'allenamento 10-15 inspirazioni ed espirazioni senza riposo possono essere un compito difficile per un "atleta" non allenato. L'abilità si svilupperà con la pratica. Il metodo di respirazione diaframmatica può essere utilizzato da seduti, in piedi, sdraiati e anche in movimento.
  • Esercizio 2. Stringi le labbra. La tecnica di esecuzione dell'esercizio si riduce a stringere le labbra durante l'espirazione durante la respirazione diaframmatica. Durante lo sgonfiaggio dovrebbe essere emesso un sibilo caratteristico. Ripetizione lenta richiesta 10-15 volte.
  • Esercizio 3. Respirate profondamente. Assumi una posizione seduta o in piedi. Mentre inspiri profondamente, stringi i gomiti, trattieni il respiro per 8-10 secondi, quindi stringi i muscoli addominali il più possibile e fai uscire l'aria. Il numero di ripetizioni - 10 volte.

Se il fenomeno della mancanza di ossigeno ha iniziato a manifestarsi sempre più spesso nella tua vita, assicurati di consultare un medico: farà una diagnosi, troverà la causa principale e ti dirà come sbarazzarti della mancanza di respiro in un caso particolare.

Le principali cause di mancanza di respiro

La mancanza di respiro è chiamata disturbi respiratori (ritmo, frequenza, profondità), in cui una persona non ha abbastanza aria o ha difficoltà a respirare.

Succede con tanti disturbi: malattie dei polmoni, cuore, disturbi del sistema nervoso autonomo o, anemia. La respirazione con mancanza di respiro è frequente, ma inadeguata, perché la persona non è in grado di fare un respiro profondo e avverte senso di oppressione al petto ad ogni respiro.

La mancanza di respiro non è la diagnosi stessa, ma solo un indicatore (segno) di una malattia. Nelle malattie cardiache, la mancanza di respiro è un sintomo importante, di cui parleremo di seguito..

Cos'è?

La mancanza di respiro o la dispnea (disturbo respiratorio) possono essere accompagnate da disturbi respiratori oggettivi (profondità, frequenza, ritmo) o solo sensazioni soggettive.

Secondo la definizione dell'accademico B.E. Votchal, la mancanza di respiro è, prima di tutto, la sensazione di un paziente, che lo costringe a limitare l'attività fisica o ad aumentare la respirazione.

Se i disturbi respiratori non causano sensazioni, questo termine non viene utilizzato e possiamo solo parlare di valutare la natura della violazione, ovvero la respirazione è difficile, superficiale, irregolare, eccessivamente profonda e intensificata. Tuttavia, la sofferenza e la reazione psicologica del paziente non diventano meno reali da questo..

Attualmente è accettata la definizione di dispnea proposta dalla società toracica (seno) degli Stati Uniti. In accordo con esso, la mancanza di respiro è un riflesso della percezione soggettiva del paziente del disagio respiratorio e include varie sensazioni di qualità che variano in intensità. Il suo sviluppo può causare reazioni fisiologiche e comportamentali secondarie ed essere dovuto all'interazione di fattori psicologici, fisiologici, sociali e ambientali.

Classificazione

Se la mancanza di respiro si manifesta durante l'esercizio, questa è la norma. Tuttavia, se un sintomo viene rilevato in uno stato di calma, è necessario consultare un medico. Per determinare la possibile eziologia della mancanza di respiro, il medico deve determinarne il tipo.

I medici distinguono tre tipi di dispnea:

  1. Stanza ispiratrice. Si manifesta in un respiro difficile e si forma sulla base di una diminuzione dell'apertura nella laringe, nella trachea e nei bronchi. Tipico per infezioni respiratorie acute nei bambini, difterite laringea, lesioni pleuriche e lesioni che causano la compressione dei bronchi.
  2. Espiratorio. Rivelato in un paziente con una espirazione difficile. Il fattore provocante per lo sviluppo di questa forma della malattia è una diminuzione dell'apertura nei piccoli bronchi. Il sintomo si manifesta nell'enfisema e nella broncopneumopatia cronica ostruttiva.
  3. Misto. La dispnea mista grave viene diagnosticata con malattia polmonare avanzata e insufficienza cardiaca.

Gravità della dispnea

A seconda dell'intensità dei sintomi, la mancanza di respiro è:

  • Grado 1 - si verifica quando si salgono le scale o in salita, nonché durante la corsa;
  • 2 gravità: la mancanza di respiro costringe il paziente a rallentare rispetto al ritmo di una persona sana;
  • 3 gradi di gravità: il paziente è costretto a fermarsi costantemente per riprendere fiato;
  • 4 gradi di gravità: una sensazione di mancanza d'aria preoccupa il paziente anche a riposo.

Se i disturbi respiratori si verificano solo durante un esercizio fisico sufficientemente intenso, parlano di gravità zero.

Fiato corto

Le principali cause di mancanza di respiro possono essere suddivise in 4 gruppi:

  1. Insufficienza respiratoria;
  2. Insufficienza cardiaca;
  3. Sindrome da iperventilazione (con distonia neurocircolatoria e nevrosi);
  4. Disturbi metabolici;
  5. Anemia.

Diamo uno sguardo più da vicino a ciascuno di questi tipi..

Dispnea cardiaca

La dispnea cardiaca è mancanza di respiro che si sviluppa a causa di patologie cardiache.

Di regola, la dispnea cardiaca è cronica. La mancanza di respiro con malattie cardiache è uno dei sintomi più importanti. In alcuni casi, a seconda del tipo di mancanza di respiro, durata, attività fisica, dopo la quale compare, si può giudicare lo stadio dell'insufficienza cardiaca. Di solito è caratterizzato da dispnea inspiratoria e frequenti attacchi di dispnea parossistica (ricorrente) notturna.

Le cause più comuni di dispnea cardiaca includono:

  • insufficienza cardiaca;
  • sindrome coronarica acuta;
  • difetti cardiaci;
  • cardiomiopatia;
  • miocardite;
  • pericardite;
  • emopericardio, tamponamento cardiaco.

Insufficienza cardiaca

L'insufficienza cardiaca è una patologia in cui il cuore, per determinati motivi, non è in grado di pompare il volume di sangue necessario per il normale metabolismo e il funzionamento degli organi e dei sistemi corporei.

Nella maggior parte dei casi, l'insufficienza cardiaca si sviluppa con condizioni patologiche come:

  • ipertensione arteriosa;
  • Cardiopatia ischemica (malattia coronarica);
  • pericardite costrittiva (infiammazione del pericardio, accompagnata dal suo indurimento e contrazione cardiaca compromessa);
  • cardiomiopatia restrittiva (infiammazione del muscolo cardiaco con diminuzione della sua estensibilità);
  • ipertensione polmonare (aumento della pressione sanguigna nell'arteria polmonare);
  • bradicardia (diminuzione della frequenza cardiaca) o tachicardia (aumento della frequenza cardiaca) di varie eziologie;
  • difetti cardiaci.

Il meccanismo di sviluppo della mancanza di respiro nell'insufficienza cardiaca è associato a una ridotta espulsione del sangue, che porta alla malnutrizione dei tessuti cerebrali, nonché alla congestione nei polmoni, quando le condizioni di ventilazione peggiorano e lo scambio di gas è compromesso.

Nelle prime fasi dell'insufficienza cardiaca, la mancanza di respiro può essere assente. Inoltre, con la progressione della patologia, la mancanza di respiro appare con forte sforzo, con carichi leggeri e anche a riposo.

Difetti cardiaci

Le malattie cardiache sono un cambiamento patologico nelle strutture del cuore che porta a un flusso sanguigno alterato. Il flusso sanguigno è disturbato sia nel cerchio grande che in quello piccolo della circolazione sanguigna. I difetti cardiaci possono essere congeniti e acquisiti. Possono riguardare le seguenti strutture: valvole, setti, vasi, pareti. I difetti cardiaci congeniti compaiono come risultato di varie anomalie genetiche, infezioni intrauterine. I difetti cardiaci acquisiti possono verificarsi sullo sfondo di endocardite infettiva (infiammazione del rivestimento interno del cuore), reumatismi, sifilide.

I difetti cardiaci includono le seguenti patologie:

  • un difetto del setto interventricolare è una malattia cardiaca acquisita, che è caratterizzata dalla presenza di un difetto in alcune parti del setto interventricolare, che si trova tra i ventricoli destro e sinistro del cuore;
  • finestra ovale aperta - un difetto nel setto interatriale, che si verifica a causa del fatto che la finestra ovale non si chiude, che è coinvolta nella circolazione sanguigna del feto;
  • condotto arterioso aperto (botall), che nel periodo prenatale collega l'aorta con l'arteria polmonare e deve chiudersi durante il primo giorno di vita;
  • coartazione dell'aorta - un difetto cardiaco, che si manifesta con un restringimento del lume dell'aorta e richiede un intervento chirurgico cardiaco;
  • l'insufficienza delle valvole cardiache è un tipo di difetto cardiaco in cui è impossibile chiudere completamente le valvole del cuore e si verifica l'inversione del flusso sanguigno;
  • la stenosi delle valvole cardiache è caratterizzata da restringimento o fusione dei lembi delle valvole e interruzione del normale flusso sanguigno.

Diverse forme di malattie cardiache hanno manifestazioni specifiche, ma ci sono anche sintomi generali caratteristici dei difetti..

I sintomi che sono più comuni con i difetti cardiaci sono:

  • dispnea;
  • cianosi della pelle;
  • pallore della pelle;
  • perdita di conoscenza;
  • ritardo nello sviluppo fisico;
  • mal di testa.

Naturalmente, la sola conoscenza delle manifestazioni cliniche non è sufficiente per stabilire una diagnosi corretta. Ciò richiede i risultati di studi strumentali, ovvero ultrasuoni (ultrasuoni) del cuore, radiografie degli organi del torace, tomografia computerizzata, risonanza magnetica, ecc..

I difetti cardiaci sono malattie in cui la condizione può essere alleviata con l'aiuto di metodi terapeutici, ma può essere completamente curata solo con l'aiuto della chirurgia..

Sindrome coronarica acuta

La sindrome coronarica acuta è un gruppo di sintomi e segni che suggeriscono un infarto miocardico o un'angina pectoris instabile. L'infarto miocardico è una malattia che si verifica a causa di uno squilibrio tra la richiesta di ossigeno del miocardio e l'apporto di ossigeno, che si traduce in necrosi di una parte del miocardio. L'angina instabile è un'esacerbazione della malattia coronarica che può portare a infarto miocardico o morte improvvisa. Queste due condizioni sono combinate in un'unica sindrome a causa del meccanismo patogenetico generale e della difficoltà di diagnosi differenziale tra loro all'inizio. La sindrome coronarica acuta si verifica con aterosclerosi e trombosi delle arterie coronarie, che non possono fornire al miocardio la quantità richiesta di ossigeno.

I sintomi della sindrome coronarica acuta sono considerati:

  • dolore al petto, che può irradiarsi anche alla spalla sinistra, al braccio sinistro, alla mascella inferiore; il dolore di solito dura più di 10 minuti;
  • mancanza di respiro, sensazione di mancanza di respiro;
  • una sensazione di pesantezza al petto;
  • sbiancamento della pelle;
  • svenimento.

Per distinguere tra queste due malattie (infarto miocardico e angina instabile), è necessario un ECG (elettrocardiogramma), nonché la nomina di un esame del sangue per le troponine cardiache. Le troponine sono proteine ​​che si trovano in grandi quantità nel muscolo cardiaco e sono coinvolte nel processo di contrazione muscolare. Sono considerati marker (tratti distintivi) di malattie cardiache e in particolare di danno miocardico.

Pronto soccorso per i sintomi della sindrome coronarica acuta: nitroglicerina per via sublinguale (sotto la lingua), sbottonare indumenti stretti che stringono il petto, fornire aria fresca e chiamare un'ambulanza.

Cardiomiopatia

La cardiomiopatia è una malattia caratterizzata da un danno al cuore e si manifesta con ipertrofia (un aumento del volume delle cellule del muscolo cardiaco) o dilatazione (un aumento del volume delle camere cardiache).

Esistono due tipi di cardiomiopatie:

  • primario (idiopatico), la cui causa è sconosciuta, ma si presume che possa essere malattie autoimmuni, fattori infettivi (virus), fattori genetici e di altro tipo;
  • secondario, che appare sullo sfondo di varie malattie (ipertensione, intossicazione, malattia coronarica, amiloidosi e altre malattie).

Le manifestazioni cliniche della cardiomiopatia, di regola, non sono patognomoniche (specifiche solo per questa malattia). Tuttavia, i sintomi indicano la possibile presenza di malattie cardiache, motivo per cui i pazienti spesso vanno dal medico..

Le manifestazioni più comuni di cardiomiopatia sono considerate:

  • fiato corto;
  • tosse;
  • sbiancamento della pelle;
  • aumento della fatica;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • vertigini.

Il decorso progressivo della cardiomiopatia può portare a una serie di gravi complicazioni che minacciano la vita del paziente. Le complicanze più comuni delle cardiomiopatie sono l'infarto del miocardio, l'insufficienza cardiaca, le aritmie.

Pericardite

La pericardite è una lesione infiammatoria del pericardio (sacco). Le cause della pericardite sono simili a quelle della miocardite. La pericardite si manifesta con dolore toracico prolungato (che, a differenza della sindrome coronarica acuta, non scompare quando si assume nitroglicerina), febbre e grave mancanza di respiro. Con la pericardite, a causa di alterazioni infiammatorie nella cavità pericardica, possono formarsi aderenze, che possono quindi crescere insieme, il che complica significativamente il lavoro del cuore.

Con la pericardite, la mancanza di respiro si forma spesso in posizione orizzontale. La mancanza di respiro con la pericardite è un sintomo costante e non scompare fino a quando la causa dell'evento non viene eliminata.

Miocardite

La miocardite è una lesione del miocardio (muscolo cardiaco) di natura prevalentemente infiammatoria. I sintomi della miocardite sono mancanza di respiro, dolore al petto, vertigini, debolezza.

Tra le cause della miocardite ci sono:

  • Le infezioni batteriche e virali più spesso di altre cause causano miocardite infettiva. Gli agenti causali più comuni della malattia sono i virus, vale a dire il virus Coxsackie, il virus del morbillo, il virus della rosolia.
  • Reumatismi, in cui la miocardite è una delle manifestazioni principali.
  • Malattie sistemiche come il lupus eritematoso sistemico, la vasculite (infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni) portano a danno miocardico.
  • L'assunzione di alcuni medicinali (antibiotici), vaccini, sieri può anche portare a miocardite.

La miocardite si manifesta solitamente con mancanza di respiro, affaticamento, debolezza, dolore al cuore. A volte la miocardite può essere asintomatica. Quindi la malattia può essere rilevata solo con l'aiuto di studi strumentali..
Al fine di prevenire l'insorgenza della miocardite, è necessario trattare tempestivamente le malattie infettive, riabilitare focolai cronici di infezioni (carie, tonsillite), prescrivere razionalmente farmaci, vaccini e sieri.

Tamponamento cardiaco

Il tamponamento cardiaco è una condizione patologica in cui il liquido si accumula nella cavità pericardica e l'emodinamica (movimento del sangue attraverso i vasi) è disturbata. Il fluido nella cavità pericardica comprime il cuore e limita i battiti cardiaci.

Il tamponamento cardiaco può manifestarsi sia in modo acuto (con trauma) che con malattie croniche (pericardite). Manifestato da una straziante mancanza di respiro, tachicardia e una diminuzione della pressione sanguigna. Il tamponamento cardiaco può causare insufficienza cardiaca acuta, shock. Questa patologia è molto pericolosa e può portare a una completa cessazione dell'attività cardiaca. Pertanto, un intervento medico tempestivo è della massima importanza. In caso di emergenza, vengono eseguite la puntura pericardica e la rimozione del fluido patologico.

Dispnea polmonare

La mancanza di respiro è un sintomo di quasi tutte le malattie dei polmoni e dei bronchi. Quando il tratto respiratorio è interessato, è associato alla difficoltà di passaggio dell'aria (in caso di inspirazione o espirazione). Nelle malattie polmonari, la mancanza di respiro si verifica a causa del fatto che l'ossigeno non può normalmente penetrare attraverso le pareti degli alveoli nel flusso sanguigno.

Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)

La BPCO è un termine generico che a volte viene confuso con la bronchite cronica, ma non è proprio la stessa cosa. Le malattie polmonari ostruttive croniche sono un gruppo indipendente di malattie che sono accompagnate da un restringimento del lume dei bronchi e si manifestano sotto forma di mancanza di respiro come sintomo principale.

La costante mancanza di respiro nella BPCO si verifica a causa del restringimento del lume delle vie aeree, che è causato dall'azione di sostanze nocive irritanti su di esse. Molto spesso, la malattia si manifesta nei forti fumatori e nelle persone impiegate in lavori pericolosi.

Nelle malattie polmonari ostruttive croniche, le seguenti caratteristiche sono caratteristiche:

  1. Il processo di restringimento dei bronchi è quasi irreversibile: può essere fermato e compensato con l'aiuto di farmaci, ma non può essere invertito.
  2. Il restringimento delle vie aeree e, di conseguenza, la mancanza di respiro, è in costante aumento.
  3. La mancanza di respiro è principalmente di natura espiratoria: sono colpiti piccoli bronchi e bronchioli. Pertanto, il paziente respira facilmente l'aria, ma la espira con difficoltà..
  4. La mancanza di respiro in questi pazienti è combinata con una tosse umida, durante la quale l'espettorato esce.

Se la mancanza di respiro è cronica e vi è il sospetto di BPCO, il terapista o il pneumologo prescrive un esame per il paziente, che include spirografia (valutazione della funzione respiratoria dei polmoni), radiografia del torace nelle proiezioni frontali e laterali e esame dell'espettorato.

Il trattamento della mancanza di respiro nella BPCO è difficile e richiede tempo. La malattia spesso porta alla disabilità e alla disabilità del paziente.

Bronchite

La mancanza di respiro è un sintomo caratteristico della bronchite, un'infezione infiammatoria dei bronchi. L'infiammazione può essere localizzata in un grande bronco, in quelli più piccoli e nei bronchioli, che passano direttamente nel tessuto polmonare (la malattia è chiamata bronchiolite).

La dispnea si verifica nella bronchite ostruttiva acuta e cronica. Il decorso ei sintomi di queste forme della malattia differiscono:

  1. La bronchite acuta ha tutti i segni di una malattia infettiva acuta. La temperatura corporea del paziente aumenta, c'è un naso che cola, mal di gola, tosse secca o umida, violazione delle condizioni generali. Il trattamento della mancanza di respiro con la bronchite prevede la nomina di farmaci antivirali e antibatterici, espettoranti, broncodilatatori (espandendo il lume dei bronchi).
  2. La bronchite cronica può portare a mancanza di respiro persistente o ai suoi episodi sotto forma di esacerbazioni. Questa malattia non è sempre causata da infezioni: è causata da un'irritazione prolungata dell'albero bronchiale con vari allergeni e sostanze chimiche nocive, fumo di tabacco. Il trattamento della bronchite cronica è solitamente a lungo termine.

Nella bronchite ostruttiva, la difficoltà di espirazione (dispnea espiratoria) è più comune. Ciò è causato da tre gruppi di motivi che il medico sta cercando di combattere durante il trattamento:

  • il rilascio di una grande quantità di muco viscoso: gli espettoranti aiutano a tirarlo fuori;
  • una reazione infiammatoria, a seguito della quale la parete del bronco si gonfia, restringendo il suo lume: questa condizione viene combattuta con l'aiuto di antinfiammatori,
  • farmaci antivirali e antimicrobici;
  • spasmo dei muscoli che compongono la parete bronchiale: contro questa condizione il medico prescrive broncodilatatori e farmaci antiallergici.

Polmonite

La polmonite è una malattia infettiva in cui si sviluppa un processo infiammatorio nel tessuto polmonare. Si verificano mancanza di respiro e altri sintomi, la cui gravità dipende dall'agente patogeno, dall'entità della lesione, dal coinvolgimento di uno o entrambi i polmoni nel processo.

La mancanza di respiro con la polmonite è combinata con altri sintomi:

  1. Di solito, la malattia inizia con un forte aumento della temperatura. Sembra una grave infezione virale respiratoria. Il paziente avverte un deterioramento delle condizioni generali.
  2. C'è una forte tosse, che porta al rilascio di una grande quantità di pus.
  3. La mancanza di respiro con la polmonite si nota fin dall'inizio della malattia, è di natura mista, cioè il paziente ha difficoltà a respirare dentro e fuori.
  4. Colore della pelle pallido, a volte grigio-bluastro.
  5. Dolore al petto, specialmente nel luogo in cui si trova il focus patologico.
  6. Nei casi più gravi, la polmonite è spesso complicata da insufficienza cardiaca, che porta ad un aumento della mancanza di respiro e alla comparsa di altri sintomi caratteristici.

Se si verifica una grave mancanza di respiro, tosse e altri sintomi di polmonite, è necessario consultare un medico il prima possibile. Se il trattamento non viene avviato nelle prime 8 ore, la prognosi per il paziente si sta notevolmente deteriorando, fino alla possibilità di morte. Il principale metodo diagnostico per la mancanza di respiro causata dalla polmonite è la RX torace. Sono prescritti farmaci antibatterici e altri.

Tumore polmonare

Il cancro del polmone è un tumore maligno che è asintomatico nelle prime fasi. All'inizio, il processo può essere rilevato solo per caso, durante una radiografia o una fluorografia. Successivamente, quando la neoplasia maligna raggiunge una dimensione sufficientemente grande, si verificano mancanza di respiro e altri sintomi:

  1. Tosse hacking frequente, che infastidisce il paziente quasi costantemente. In questo caso, l'espettorato esce in quantità molto piccole.
  2. L'emottisi è uno dei sintomi più comuni del cancro ai polmoni e della tubercolosi..
  3. Il dolore toracico si unisce alla mancanza di respiro e ad altri sintomi se il tumore cresce al di fuori dei polmoni e colpisce la parete toracica.
  4. Violazione delle condizioni generali del paziente, debolezza, letargia, perdita di peso e esaurimento completo.
  5. I tumori polmonari spesso metastatizzano ai linfonodi, ai nervi, agli organi interni, alle costole, allo sterno e alla colonna vertebrale. In questo caso, compaiono ulteriori sintomi e reclami..

La diagnosi delle cause della mancanza di respiro nei tumori maligni nelle prime fasi è abbastanza difficile. I metodi più informativi sono radiografia, tomografia computerizzata, esame dei marcatori tumorali nel sangue (sostanze speciali che si formano nel corpo in presenza di un tumore), esame citologico dell'espettorato, broncoscopia.

Il trattamento può includere chirurgia, citostatici, radioterapia e altri metodi più moderni..

Asma

L'asma bronchiale è una malattia allergica in cui c'è un processo infiammatorio nei bronchi, accompagnato da spasmi delle loro pareti e sviluppo di mancanza di respiro. Questa patologia è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  1. La mancanza di respiro nell'asma bronchiale si sviluppa sempre sotto forma di attacchi. Allo stesso tempo, è facile per il paziente inspirare aria ed è molto difficile espirarla (dispnea espiratoria). L'attacco di solito scompare dopo l'assunzione o l'inalazione di broncomimetici, medicinali che aiutano a rilassare la parete bronchiale ed espandere il suo lume.
  2. Con un attacco prolungato di mancanza di respiro, il dolore si verifica nella parte inferiore del torace, che è associato alla tensione del diaframma.
  3. Durante un attacco, c'è una tosse e una sensazione di congestione al petto. Allo stesso tempo, l'espettorato non viene praticamente rilasciato. È viscoso, vetroso, lascia in piccole quantità, di solito alla fine di un episodio di soffocamento.
  4. Mancanza di respiro e altri sintomi di asma bronchiale si verificano più spesso durante il contatto del paziente con alcuni allergeni: polline, peli di animali, polvere, ecc..
  5. Spesso si notano anche altre reazioni allergiche sotto forma di orticaria, eruzione cutanea, rinite allergica, ecc..
  6. La manifestazione più grave dell'asma bronchiale è il cosiddetto stato asmatico. Si sviluppa come un attacco normale, ma non viene fermato con l'aiuto di broncomimetici. A poco a poco, le condizioni del paziente peggiorano, al punto che cade in coma. Lo stato di asma è una condizione pericolosa per la vita che richiede cure mediche di emergenza.

Altre malattie polmonari

Esistono ancora un gran numero di patologie polmonari che sono meno comuni, ma possono anche portare a mancanza di respiro:

  1. Interruzione del processo di inalazione a seguito di danni ai muscoli respiratori (muscoli intercostali e diaframma) in caso di poliomielite, miastenia grave, paralisi.
  2. Violazione della forma del torace e compressione dei polmoni con scoliosi, malformazioni delle vertebre toraciche, spondilite anchilosante (spondilite anchilosante), ecc..
  3. La tubercolosi polmonare è una malattia infettiva specifica causata dal Mycobacterium tuberculosis.
  4. L'actinomicosi dei polmoni è una malattia fungina, che è principalmente causata da una significativa diminuzione dell'immunità.
  5. Lo pneumotorace è una condizione in cui si nota un danno al tessuto polmonare e l'aria entra nella cavità toracica dai polmoni. Il più comune pneumotorace spontaneo causato da infezioni e processi cronici nei polmoni.
  6. Enfisema: un gonfiore del tessuto polmonare che si verifica anche in alcune condizioni croniche.
  7. La silicosi è una malattia professionale associata alla deposizione di particelle di polvere nei polmoni e si manifesta sotto forma di mancanza di respiro e altri sintomi.
  8. Sarcoidosi - una malattia polmonare infettiva.

Mancanza di respiro con anemia

Le anemie sono un gruppo di malattie caratterizzate da cambiamenti nella composizione del sangue, vale a dire una diminuzione del contenuto di emoglobina ed eritrociti in esso. Poiché l'ossigeno viene trasportato dai polmoni direttamente agli organi e ai tessuti con l'aiuto dell'emoglobina, quindi con una diminuzione della sua quantità, il corpo inizia a sperimentare la carenza di ossigeno - ipossia. Naturalmente, sta cercando di compensare questa condizione, grosso modo, per pompare più ossigeno nel sangue, a seguito della quale la frequenza e la profondità dei respiri aumentano, cioè si verifica mancanza di respiro. Le anemie sono di diversi tipi e si verificano per diversi motivi:

  • con disturbi metabolici congeniti;
  • come sintomo di cancro, in particolare cancro del sangue;
  • insufficiente apporto di ferro dal cibo (nei vegetariani, per esempio);
  • sanguinamento cronico (con ulcera peptica, leiomioma uterino);
  • dopo recenti gravi malattie infettive o somatiche.

Oltre alla mancanza di respiro con anemia, il paziente lamenta:

  • grave debolezza, perdita di forza;
  • diminuzione della qualità del sonno, diminuzione dell'appetito;
  • vertigini, mal di testa, prestazioni ridotte, ridotta concentrazione, memoria.

Le persone con anemia sono caratterizzate da pallore della pelle, in alcuni tipi di malattia: la sua tinta gialla o ittero.

Non è difficile diagnosticare l'anemia: è sufficiente superare un esame del sangue generale. Con le modifiche in esso, indicanti l'anemia, per chiarire la diagnosi e identificare le cause della malattia, verranno assegnati una serie di altri esami, sia di laboratorio che strumentali. Il trattamento è prescritto da un ematologo.

Mancanza di respiro con disturbi nervosi

Fino al 75% dei pazienti con psichiatri e neuropatologi lamenta di tanto in tanto mancanza di respiro più o meno grave.

Tali pazienti sono disturbati dalla sensazione di mancanza d'aria, che è spesso accompagnata dalla paura della morte per soffocamento. I pazienti con dispnea psicogena sono per lo più persone sospettose con una psiche instabile e una tendenza all'ipocondria. La mancanza di respiro può svilupparsi in loro con stress o anche senza una ragione apparente. In alcuni casi, il cosiddetto. falsi attacchi di asma.

Una caratteristica specifica della dispnea negli stati nevrotici è la sua "comparsa di rumore" da parte del paziente. Respira forte e veloce, geme e geme, cercando di attirare l'attenzione.

Mancanza di respiro con malattie endocrine

I problemi respiratori sono spesso un sintomo indiretto della disfunzione tiroidea. Con la tireotossicosi - un aumento del livello di ormoni tiroidei - il metabolismo accelera, a seguito del quale tutti i tessuti e gli organi richiedono più ossigeno di prima. Il cuore potrebbe non essere in grado di sopportare l'aumento dello stress, con conseguente mancanza di respiro compensatorio.

La mancanza di ormoni tiroidei, tra le altre malattie, può portare a un eccesso di peso. Il deposito di grasso sugli organi interni, compreso il cuore, può avere un effetto estremamente negativo sulle sue funzioni..

La mancanza di respiro può anche indicare la presenza di diabete mellito nel paziente, in cui sono frequenti le patologie vascolari. Mancanza di nutrizione di organi e tessuti, compresa la fornitura di ossigeno, il corpo cerca di compensare con l'aiuto della respirazione forzata. La nefropatia diabetica in via di sviluppo non fa che aggravare la situazione, riempiendo il sangue di metaboliti tossici.

Mancanza di respiro nelle donne in gravidanza

Il volume totale del sangue circolante aumenta durante la gravidanza.

Il sistema respiratorio della donna deve fornire ossigeno a due organismi contemporaneamente: la futura mamma e il feto in via di sviluppo. Poiché l'utero aumenta di dimensioni in modo significativo, preme sul diaframma, riducendo in qualche modo l'escursione respiratoria. Questi cambiamenti causano mancanza di respiro in molte donne incinte. La frequenza respiratoria aumenta a 22-24 respiri al minuto e aumenta ulteriormente con lo stress emotivo o fisico.

La dispnea può progredire con la crescita del feto; inoltre, è aggravato dall'anemia, che si nota spesso nelle future mamme. Se la frequenza respiratoria supera i valori sopra indicati, questo è un motivo per mostrare una maggiore vigilanza e consultare il medico della clinica prenatale che guida la gravidanza.

Mancanza di respiro nei bambini

Molto spesso, la mancanza di respiro nei bambini si verifica con le seguenti condizioni patologiche:

  1. Bronchite virale e batterica, polmonite, asma bronchiale, allergie;
  2. Laringotracheite acuta stenosante, o falsa groppa (una caratteristica della struttura della laringe nei bambini è il suo piccolo lume, che, con alterazioni infiammatorie nella mucosa di questo organo, può portare a un'interruzione del passaggio dell'aria attraverso di essa; di solito si sviluppa una falsa groppa durante la notte - l'edema cresce nelle corde vocali, portando a pronunciato mancanza di respiro inspiratorio e soffocamento; in questa condizione, è necessario fornire al bambino un afflusso di aria fresca e chiamare immediatamente un'ambulanza);
  3. Sindrome da distress respiratorio di un neonato (spesso registrata in bambini prematuri le cui madri soffrono di diabete mellito, disturbi cardiovascolari, malattie dell'area genitale; ipossia intrauterina, asfissia contribuiscono ad essa; manifestata clinicamente da mancanza di respiro con una frequenza respiratoria di oltre 60 al minuto, una tinta blu della pelle e la loro pallore, si nota anche rigidità toracica; il trattamento dovrebbe essere iniziato il prima possibile - il metodo più moderno è l'introduzione di un surfattante polmonare nella trachea di un neonato nei primi minuti della sua vita);
  4. Difetti cardiaci congeniti (a seguito di disturbi dello sviluppo intrauterino, il bambino sviluppa messaggi patologici tra i principali vasi o cavità del cuore, portando alla miscelazione di sangue venoso e arterioso; di conseguenza, gli organi ei tessuti del corpo ricevono sangue che non è saturo di ossigeno e sperimenta l'ipossia; a seconda della gravità difetto indicato osservazione dinamica e / o trattamento chirurgico).

Cosa fare e come trattare?

Come abbiamo scoperto, il modo per sbarazzarsi della mancanza di respiro dipende interamente dalla sua causa. Ciascuna delle malattie che possono provocare difficoltà respiratorie richiede un approccio individuale, il superamento di determinati test e il superamento di vari esami. Se ritieni che oltre alla mancanza di respiro, qualcos'altro ti infastidisca, allora la terapia dovrebbe essere prescritta da un medico e solo da un medico - non c'è bisogno di auto-medicare! Se un attacco di mancanza di respiro ti prende di sorpresa, dovresti interrompere qualsiasi attività fisica. Se la condizione dura più di 10 minuti, è necessario chiamare un'ambulanza.

Esistono linee guida generali per prevenire la mancanza di respiro che chiunque può seguire..

  1. Prendi molta aria fresca, se possibile, evita di camminare vicino alle autostrade trafficate.
  2. Se conduci uno stile di vita sedentario, prova a cambiarlo: almeno dovresti dedicare 20 minuti al giorno a camminare a ritmo sostenuto. Puoi nuotare, uno degli sport più ricreativi.
  3. Cerca di formare una dieta corretta e rinuncia ai prodotti del tabacco: l'eccesso di cibo, come il fumo, contribuisce a problemi respiratori.
  4. Presta attenzione agli esercizi di respirazione: aiuterà a migliorare la salute e prevenire la mancanza di respiro.
  5. Se sei allergico, dovresti evitare il contatto con gli allergeni (polvere, peli di animali, polline), poiché causano broncospasmo. Un attimo di respiro aiuterà a prevenire che questi allergeni entrino nella tua casa. E coloro che soffrono di allergie alimentari dovrebbero attenersi a una dieta individuale..

È estremamente importante per il medico:

  • stabilire la causa della mancanza di respiro durante l'esercizio o la reazione emotiva;
  • comprensione e corretta interpretazione dei reclami del paziente;
  • chiarimento delle circostanze in cui si verifica questo sintomo;
  • la presenza di altri sintomi che accompagnano la mancanza di respiro.

Altrettanto importante è:

  • l'idea generale del paziente della mancanza di respiro stesso;
  • la sua comprensione del meccanismo della dispnea;
  • accesso tempestivo a un medico;
  • corretta descrizione dei sentimenti del paziente.

Pertanto, la mancanza di respiro è un complesso di sintomi inerente a condizioni fisiologiche e molte patologiche. L'esame dei pazienti deve essere individualizzato utilizzando tutte le tecniche disponibili che consentono di oggettivarlo al fine di scegliere il metodo di trattamento più razionale.


Articolo Successivo
Che cos'è l'NDC per il tipo ipertensivo: cause, sviluppo, sintomi e trattamento